LINGUE MADRI DELLE VALLI OLIMPICHE - Provincia di Torino

provincia.torino.gov.it

LINGUE MADRI DELLE VALLI OLIMPICHE - Provincia di Torino

Un’altra lingua madre del

territorio olimpico è il

francoprovenzale

e l’alta Valle Susa da

S

Chiomonte in su è occitana,

la bassa valle è francoprovenzale

come la val Cenischia che sale

verso il Moncenisio e la vicina

Val Sangone. Alcuni riferimenti

possono aiutare: la città di Susa,

Giaglione, Novalesa, Giaveno,

Coazze.

Non solo un piccolo territorio

alle porte di Torino

l francoprovenzale è diffuso

I

su un vasto territorio a

cavallo dell’arco alpino nord

occidentale. Parlano questa

lingua altre zone del Piemonte

(Valli Orco e Soana, Valli di

Lanzo), la Valle d’Aosta, alcune

aree in Francia (Savoia, parte del

Delfinato, la Bresse, il Lionese)

e i cantoni della Svizzera

Romanda.

È presente un’isola linguistica

francoprovenzale in Puglia nei

comuni di Faeto e Celle San Vito. del patrimonio linguistico in

Piemonte.

Il francoprovenzale non è

un misto di francese e di I francoprovenzali del Piemonte:

provenzale

l nome di tale lingua, Iattribuito dal linguista

una comunità ricca di cultura

ome tutte le popolazioni Cmontane hanno conservato

Graziadio Isaia Ascoli nel ‘800, fino ai giorni nostri una ricca

trae un po’ in errore.

tradizione di feste, costumi e

Il francoprovenzale è una usanze. Ricordiamo qui soltanto

lingua neolatina del gruppo la famosa Danza degli Spadonari

gallo-romanzo, la lingua di Giaglione. La recente

della parte meridionale della riscoperta delle radici ha fatto

“Gallia Lugdunensis” che, non nascere le “Feste del patois”

avendo goduto di una marcata che radunano i francoprovenzali

autonomia politica, si trovò a di tutte le regioni. Sono attivi

metà strada fra la lingua d’Oil alcuni gruppi musicali per il

e d’Oc.

recupero dei canti e delle danze.

A Giaglione, in valle di Susa,

I francoprovenzali sono una c’è, per il franco-provenzale e

minoranza linguistica storica

ono infatti compresi nella Slegge dello Stato italiano

482/99 “Norme di tutela

per l’occitano, un Centro Studi

Documentazione Memoria Orale

(CESDOMEO)

in materia di minoranze

linguistiche storiche” e

naturalmente nella Legge

regionale n. 26/90 di tutela

cesdomeo@provincia.torino.it

www.provincia.torino.it/cultura/

minoranze

Inautra lèinga mare dou

teritore oulimpic et lou

paii de San Vito e Faeto.

26/90 dou Piemoun.

francoprouvensal

e la Viaouta Val Souiza da SChiomonte lhet uzitana, la

media val lhet francoprouvensal

queme la Val Senicla ver lou

Lou Francoprouvensal et pa in Li francoprouvensal dou

mèiclo de franse e prouvensal Piemoun: ina comunita retso

ou noun de francoprouvensal de cultura

Liot dounalo Graziadio Isaia ueme tot le popoulasion

Ascoli. Qde la mountanha ian

Mounseni, e la Val Sangoun. Lou francoprouvensal et in counserva le feteus, le robeus e

Li pai de Souiza, Dzalhoun, lèinga neolatina galloroumanza, le coutumeus. Mensiouneun ise

Nouvalèiza, Dzaveun e

ere la lèinga dla “Gallia

“Li Spadouneire de Dzalhoun”,

Couaseus.

Lugdunensis” lou territore ou nou trouven tuit lh’an a la feta

l’ot mai aieu ina gran autonomia dou patois, iot de group que

Pa maque in petseut teritore a poulitica ou l’ere aou mielh de la tsantoun notres tsansoun.

la porta de Tuirin

lèinga d’Oil e d’Oc.

ou francoprouvensal ou l’et

Lspatara desu in gran teritore a Li franoprouvensal sou ina

A Dzalhoun iot lou Centro

d’Eitude de la momoria

couèintaa (CESDOMEO)

tchuval de l’arc alpin oucidental,

parloun sa lèinga le Val Orca e

Soan, la Val d’Aousta, la Savoia,

minoransa lèinguistica storica

ou considera dedin la ledze

S482/99 “Normeus per la

cesdomeo@provincia.torino.it

www.provincia.torino.it/cultura/

la Viaouta Savoia e li cantoun counservasioun en materia de minoranze

dela –Svisera Roumanda. minouranseus lèinguistiqueus

Din lou Sud Italia an Pulhia li storiqueus” e la ledze regional

FRANCOPROVENZALE

More magazines by this user
Similar magazines