guida alla sostenibilità - Energy-efficient pumps for commercial ...

cbs.grundfos.com

guida alla sostenibilità - Energy-efficient pumps for commercial ...

GUIDA ALLA SOSTENIBILITÀ


5 LA NOSTRA RISPOSTA AL CAMBIAMENTO CLIMATICO:

SOSTENIBILITÀ PRIMA DI TUTTO!

6 COME USARE qUESTA gUIDA

8 In cosa crede Grundfos

10 L'IMPEgNO DI gRUNDfOS

11 CLIMA E AMBIENTE

21 TecnoloGIa/InnovazIone sosTenIbIle

35 LEgISLAzIONE

47 INDICE


CONTRIBUIAMO

alla creazIone

DI UN fUTURO PIù vERDE PER IL

NOSTRO PIANETA

LA NOSTRA RISPOSTA AL

CAMBIAMENTO CLIMATICO:

SOSTENIBILITÀ PRIMA DI TUTTO!

Da sempre Grundfos lavora instancabilmente per sviluppare tecnologie nuove e sostenibili,

in grado di contrastare le cause del cambiamento climatico. Come leader di

mercato, Grundfos crede fortemente che sia suo compito contribuire alla creazione di

un futuro più rispettoso del nostro pianeta.

È proprio per aiutare il settore edilizio a muoversi in questa direzione che dobbiamo

instaurare un dialogo incentrato sulla tutela dell'ambiente, mettendo in relazione le

aziende e superando le frontiere. Questa breve guida è stata concepita per aiutarci

a conseguire questo obiettivo. In queste pagine troverete le definizioni e spiegazioni

di oltre 50 termini utilizzati nel dibattito internazionale sul cambiamento climatico.

Speriamo che vi sarà utile nell'affrontare la complessa terminologia di settore e che vi

aiuterà a comprenderne meglio i molteplici aspetti.

la nosTra rIsPosTa al caMbIaMenTo clIMaTIco: sosTenIbIlITÀ PrIMa dI TuTTo!

5


COME USARE qUESTA gUIDA

La guida alla sostenibilità è suddivisa in tre sezioni, ciascuna dedicata a uno specifico

gruppo di termini e definizioni. Gli argomenti trattati sono:

1. Clima e ambiente

2. Tecnologia e innovazione sostenibile

3. Legislazione

CONSULTARE L'INDICE

La guida si concentra con particolare attenzione sui termini più significativi per il nostro

ambito di lavoro. Le definizioni sono raggruppate in base all'argomento; l'indice

permette di trovare i termini specifici in modo semplice e rapido.

fONTI:

IPCC (Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico), Agenzia internazionale

per l'energia, Direzione generale per l'ambiente della Commissione europea, Carbon

Trust del Regno Unito, Agenzia degli Stati Uniti per la tutela dell'ambiente, Agenzia

danese per la tutela dell'ambiente, legislazione e direttive della UE, iniziativa relativa al

protocollo sui gas serra, specialisti Grundfos.

6 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos

coMe usare quesTa GuIda

TERMINI

e defInIzIonI

SUDDIvISI

IN 3 SEzIONI


IN COSA CREDE gRUNDfOS

I PUNTI PIù IMPORTANTI DELLA POLITICA DI gRUNDfOS SUL CAMBIAMENTO CLI-

MATICO

grundfos basa le proprie scelte su fatti scientifici. Pensiamo che gli attuali consumi

mondiali siano insostenibili e che sia necessario intervenire immediatamente, a livello

aziendale, politico e individuale.

CREDIAMO NELLA SCIENzA

Le nostre politiche in materia di sostenibilità si fondano sulle ricerche scientifiche più

aggiornate e attendibili. Ad esempio, la nostra posizione sul cambiamento climatico

è in linea con la posizione ufficiale espressa dall'IPCC, il gruppo intergovernativo delle

Nazioni Unite sul cambiamento climatico. Inoltre, ci teniamo costantemente aggiornati:

se la comunità scientifica modifica la sua posizione, lo facciamo anche noi.

PENSIAMO ALLA SOSTENIBILITÀ DA UN PUNTO DI vISTA gLOBALE

Siamo convinti che il cambiamento climatico sia un fatto reale, ma crediamo che rappresenti

soltanto una parte del problema: l'uomo non può continuare a consumare risorse

al ritmo attuale. Esiste un collegamento tra l'utilizzo dell'energia, il cambiamento

climatico e lo stress idrico: se interveniamo su un fronte, contribuiamo a migliorare

anche gli altri.

L'ACqUA: UNA PRIORITÀ IMPRESCINDIBILE

Naturalmente, Grundfos presta da sempre

molta attenzione alle problematiche associate

all'acqua. A fronte di un crescente

stress idrico, possiamo apportare il nostro

contributo promuovendo l'efficienza energetica,

la gestione delle risorse e la preservazione

dell'acqua a livello mondiale.

LE NOSTRE SCELTE

sI basano

SU DATI

SCIENTIfICI

CREDIAMO NELL'AzIONE IMMEDIATA

È necessario agire subito. Noi di Grundfos stiamo facendo la nostra parte. E intendiamo

fare ancora di più. Inoltre, vogliamo incoraggiare anche gli altri (aziende, governi e

cittadini) a contribuire alla ricerca di una soluzione.

8 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos

In cosa crede Grundfos In cosa crede Grundfos 9


L'IMPEgNO DI gRUNDfOS

Il "manifesto" di Grundfos, La sostenibilità prima di tutto , descrive gli obiettivi che gui-

dano le iniziative di Grundfos in materia di sostenibilità. Ecco un elenco.

• Continuare a creare nuovi prodotti e soluzioni sostenibili.

• Promuovere i comportamenti ecologici dentro e fuori Grundfos.

• Influenzare le priorità mondiali.

• Impegnarsi a non superare mai più la quantità di CO₂ emessa nel 2008.

• Lavorare per riuscire, un giorno, ad avere una posizione neutra in termini di emissioni

di CO₂.

• Ridurre il nostro consumo di acqua.

• Ridurre il consumo energetico delle nostre sedi.

• Ridurre il nostro impatto ambientale.

• Ridurre le emissioni di anidride carbonica nell'intero ciclo di vita dei prodotti e

servizi Grundfos.

ADATTAMENTO

enerGIa alTernaTIva

ANTROPOgENICO

CARBONIO

CREDITO DI CO2 Compensazione delle

emissioni di anidride

CarboniCa

CLIMA

CAMBIAMENTO CLIMATICO

CLIMA E AMBIENTE

CO 2 e

aMbIenTe

gHg

RISCALDAMENTO gLOBALE

PoTenzIale dI rIscaldaMenTo

Globale (GWP)

gAS EffETTO SERRA

IPCC

MITIgAzIONE

NExUS

ENERgIA RINNOvABILE

svIluPPo sosTenIbIle

ENERgIA SOSTENIBILE

STRESS IDRICO

IMPATTO zERO

10 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos

l'IMPeGno dI Grundfos clIMa e aMbIenTe 11


CLIMA E AMBIENTE

Il dibattito sui temi climatici e ambientali fa riferimento a una ricca terminologia spe-

cifica. grundfos si basa sui dati e le definizioni dell'IPCC, un ente riconosciuto a livello

mondiale. In alcuni casi, tuttavia, le definizioni fornite dall'IPCC possono differire da

quelle utilizzate a livello locale.

ADATTAMENTO

L'IPCC definisce l'adattamento come "i cambiamenti dei sistemi naturali o umani che

permettono di vivere in un ambiente nuovo o mutevole". L'adattamento al cambiamento

climatico consiste quindi negli "aggiustamenti" che i sistemi naturali o umani

adottano in risposta agli stimoli climatici reali o previsti o ai loro effetti, allo scopo di

ridurre i danni e sfruttare le opportunità benefiche. Esistono diversi tipi di adattamento,

ad esempio l'adattamento anticipatore o reattivo, l'adattamento pubblico o privato,

l'adattamento autonomo o pianificato. In genere, adattarsi significa sostanzialmente

cercare di controllare il danno ambientale anziché affrontare la vera causa alla radice

del problema. Vedere anche "Mitigazione".

ENERgIA ALTERNATIvA

Un termine generico che indica la possibilità di sostituire una fonte energetica alimentata

da un carburante (inquinante) con una sorgente alternativa che non comporta lo

stesso effetto indesiderato, ad esempio la sostituzione dei combustibili fossili con le

turbine eoliche per evitare le emissioni di CO . Il concetto di "energia alternativa" non

2

include generalmente l'energia nucleare.

Grundfos intende utilizzare in misura sempre maggiore l'energia alternativa, soprattutto

l'energia rinnovabile, per alimentare i propri uffici e stabilimenti produttivi.

ANTROPOgENICO

Significa letteralmente "fatto dall'uomo", ossia derivante delle attività umane.

Grundfos si basa su dati scientifici attendibili, come quelli forniti dall'IPCC. Questo significa

che crediamo che il cambiamento climatico sia antropogenico, ossia collegato

al comportamento dell'uomo.

CARBONIO

Il termine "carbonio" viene spesso utilizzato per fare riferimento a tutti i principali gas

serra, ad esempio quando si parla di impronta di carbonio. Tuttavia, può anche riferirsi

semplicemente all'anidride carbonica o CO – quindi occorre fare attenzione al conte-

2

sto in cui si usa il termine.

All'interno di Grundfos, con il termine "carbonio" si fa riferimento a tutti i principali

gas serra, ossia gli equivalenti dell'anidride carbonica o CO e. I principali gas serra sono

2

l'anidride carbonica (CO ), il metano (CH ) e il protossido di azoto (N O). In ogni caso,

2 4 2

Grundfos non produce emissioni significative di metano o protossido di azoto.

12 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos clIMa e aMbIenTe 13


CREDITO DI CO 2

Un credito di CO 2 è un'unità di scambio del mercato delle emissioni di anidride car-

bonica. Un credito equivale a una tonnellata di CO 2 (o, in alcuni mercati, di gas equi-

valenti alla CO 2 ). I crediti di anidride carbonica aiutano a regolare le emissioni di CO 2 ,

sfruttando sostanzialmente il principio secondo cui, trovandosi obbligati a pagare i gas

serra emessi, i soggetti tenteranno di emetterne di meno. I crediti possono essere acquistati

da organizzazioni, aziende e singoli cittadini per adempiere ai propri obiettivi

e/o promuovere volontariamente la riduzione delle emissioni (in questo caso si parla

di compensazione delle emissioni di anidride carbonica).

Il Meccanismo di sviluppo pulito (CDM, Clean Development Mechanism) convalida e

misura i progetti presentati per verificare che producano reali benefici e costituiscano

effettivamente delle attività "supplementari" che altrimenti non sarebbero state intraprese.

Per la compensazione delle emissioni di anidride carbonica, Grundfos sceglie

esclusivamente progetti di provata validità.

COMPENSAzIONE DELLE EMISSIONI DI ANIDRIDE CARBONICA

Compensare le emissioni di anidride carbonica significa sostanzialmente pagare

qualcun'altro per eliminare i gas serra emessi nell'atmosfera. Ad esempio, si possono

acquistare dei crediti di CO e ritirarli. Esistono inoltre progetti per la riduzione delle

2

emissioni, ad esempio i progetti sulle energie rinnovabili, come le centrali eoliche, gli

impianti energetici a biomassa e le dighe idroelettriche. Altri comuni tipi di progetti

includono quelli a favore dell'efficienza energetica, la soppressione degli inquinanti

industriali e dei prodotti di scarto dell'agricoltura, l'eliminazione del metano generato

dalle discariche di rifiuti e il rimboschimento.

Per Grundfos la compensazione delle emissioni di anidride carbonica rappresenta l'ultima

spiaggia: cerchiamo sempre di limitare le nostre emissioni all'origine, ottimizzando

le lavorazioni e utilizzando le energie rinnovabili. Quando ricorriamo effettivamente

ai progetti di compensazione delle emissioni, verifichiamo con cura che i progetti scelti

abbiano una reale validità e vengano realizzati proprio grazie al nostro supporto.

CLIMA

Il clima non è il tempo meteorologico ed è soltanto uno degli aspetti dell'ambiente.

L'IPCC utilizza questa definizione: In senso stretto, il clima viene definito generalmente

come "il tempo meteorologico medio" o, più precisamente, come la descrizione statistica,

in termini di media e variabilità, delle quantità rilevanti nell'arco di un periodo

di tempo, che può andare da pochi mesi a migliaia o milioni di anni. Il periodo classico

valutato è di 30 anni, secondo la definizione dell'Organizzazione meteorologica mondiale

(WMO, World Meteorological Organization). Le quantità valutate sono generalmente

variabili quali la temperatura, le precipitazioni e il vento. In senso più ampio, il

clima consiste nelle condizioni, anche statistiche, del sistema climatico.

CAMBIAMENTO CLIMATICO

Secondo l'IPCC, il termine "cambiamento climatico" descrive una variazione del clima

occorsa nel corso del tempo, dovuta a cambiamenti naturali o alle attività dell'uomo.

Questo impiego del termine differisce da quanto afferma la Convenzione quadro sul

cambiamento climatico delle Nazioni Unite (UNFCCC, United Nations Framework Convention

on Climate Change), che descrive il cambiamento climatico come segue: "un

cambiamento del clima attribuito direttamente o indirettamente all'attività umana

che altera la composizione dell'atmosfera globale e viene osservato insieme alla naturale

variabilità climatica nell'arco di periodi di tempo comparabili".

Grundfos ritiene che il cambiamento climatico dovuto all'attività umana sia così rilevante

da richiedere un'azione immediata da parte di tutti.

14 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos clIMa e aMbIenTe 15


CO₂e

Abbreviazione di "anidride carbonica equivalente". È una misura utilizzata per mettere

a confronto le emissioni di vari gas serra in base al loro potenziale di riscaldamento

globale. Nello specifico, indica in che misura un determinato gas serra contribuisca

al riscaldamento globale, stabilendo quanta CO₂ sarebbe necessaria per ottenere lo

stesso effetto di riscaldamento nell'arco di 100 anni. Ad esempio, il metano (CH ) ha un

4

potenziale di riscaldamento globale superiore di 23 volte alla CO₂, mentre il protossido

d'azoto (N O) ha un potenziale superiore di circa 300 volte alla CO₂.

2

AMBIENTE

Il nostro ambiente (o ambiente naturale) è composto da tutte le cose viventi e non

viventi che sono presenti naturalmente sulla Terra. Comprende: Unità ecologiche che

funzionano come sistemi naturali senza sostanziali interventi dell'uomo. Risorse naturali

e fenomeni fisici universali non chiaramente delimitati, ad esempio l'aria, l'acqua

e il clima, oltre a energia, radiazioni, cariche elettriche e magnetismo non originati

dall'attività umana.

L'impegno di Grundfos a favore della sostenibilità contribuisce alla salvaguardia

dell'ambiente. L'azienda pone particolare enfasi sui temi della conservazione dell'energia

e della tutela dell'acqua.

gHg

Abbreviazione di Gas Effetto Serra, ovvero i diversi gas responsabili dell'effetto serra o

riscaldamento globale. L'IPCC li definisce in questo modo: "i gas serra sono i componenti

gassosi dell'atmosfera, di origine sia naturale sia antropogenica, che assorbono

ed emettono le radiazioni a specifiche lunghezze d'onda entro lo spettro dei raggi infrarossi

emessi dalla superficie della Terra, dall'atmosfera e dalle nuovole. Questa proprietà

è alla radice dell'effetto serra. Il vapore acqueo (H O), l'anidride carbonica (CO ),

2 2

il protossido d'azoto (N O), il metano (CH ) e l'ozono (O ) sono i principali gas serra

2 4 3

presenti nell'atmosfera terrestre.” Secondo il protocollo di Kyoto, i sei più importanti

GHG prodotti dall'uomo sono:

• anidride carbonica (CO ) 2

• metano (CH ) 4

• protossido di azoto (N O) 2

• idrofluorocarburi (HFC)

• perfluorocarburi (PFC)

• esafluoruro di zolfo (SF ) 6

RISCALDAMENTO gLOBALE

Quando si parla di "riscaldamento globale" si fa generalmente riferimento all'effetto

serra provocato dalle attività dell'uomo. Esiste però anche un effetto serra naturale.

POTENzIALE DI RISCALDAMENTO gLOBALE (gWP)

Il potenziale di riscaldamento globale (GWP) definisce la misura in cui una determinata

massa di gas serra contribuisce al riscaldamento globale. È una scala relativa che

paragona il gas in questione alla stessa massa di CO . Vedere CO e.

2 2

16 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos clIMa e aMbIenTe 17


gAS EffETTO SERRA

Vedere GHG.

IPCC

L'IPCC (Intergovernmental Panel of Climate Change) è un importante organismo per la

valutazione del cambiamento climatico. È stato istituito dal Programma sull'ambiente

delle Nazioni Unite (UNEP) e dall'Organizzazione meteorologica mondiale (WMO) per

fornire ai governi mondiali una chiara visione scientifica dell'attuale stato del cambiamento

climatico e delle potenziali conseguenze ambientali e socio-economiche. L'IPCC

esamina il lavoro di migliaia di scienziati per valutare obiettivamente le informazioni

attualmente disponibili.

Per la scelta delle strategie di risposta al cambiamento climatico, Grundfos si basa

sulle indicazioni dell'IPCC. Se emergono nuove scoperte, le nostre strategie vengono

aggiornate di conseguenza.

MITIgAzIONE

L'IPCC definisce così la mitigazione: "un intervento antropogenico mirato alla riduzione

delle sorgenti di gas serra o al rafforzamento delle misure di contenimento degli

stessi." Si tratta quindi delle azioni intraprese dall'uomo per ridurre le emissioni o sopprimere

i GHG.

Molti degli obiettivi a lungo termine di Grundfos (ad esempio, la promozione dell'efficienza

energetica e la riduzione delle emissioni) sono esempi di mitigazione ambientale.

NExUS

Un "nexus" è un collegamento o un legame.

ENERgIA RINNOvABILE

L'energia rinnovabile prodotta dalle risorse naturali rinnovabili (ossia che si rigenerano

naturalmente), ad esempio la luce del sole, il vento, la pioggia, le maree e il calore

geotermico.

Grundfos intende utilizzare in misura crescente le energie rinnovabili per l'alimentazione

dei propri edifici e delle proprie attività. Si impegna inoltre a realizzare soluzioni

compatibili con le fonti energetiche rinnovabili.

SvILUPPO SOSTENIBILE

In genere, con questo termine si intende un tipo di sviluppo che soddisfa i bisogni della

popolazione attuale senza compromettere la possibilità delle generazioni future di

fare lo stesso. Per sviluppo sostenibile si intende anche un progresso costante nel tempo

e benefico per le persone e l'ambiente.

Anche Grundfos considera lo sviluppo sostenibile una forma di progresso che risponde

ai bisogni di oggi senza compromettere il futuro delle prossime generazioni. Il concetto

di sviluppo sostenibile è alla base della nostra visione del futuro e della nostra linea

aziendale. Oggi il mondo non segue un percorso di sviluppo sostenibile. Consumiamo

una volta e mezza le risorse che il nostro pianeta riesce a fornire. L'ONU stima che,

se continueremo a procedere in questa direzione, entro il 2050 avremo bisogno di 2,3

pianeti per sostenere le attività dell'uomo.

18 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos clIMa e aMbIenTe 19


ENERgIA SOSTENIBILE

L'energia sostenibile è un tipo di energia ottenuta in modo tale da soddisfare i nostri

bisogni senza compromettere la capacità delle future generazione di fare lo stesso. Secondo

alcuni, questo termine implica che è consentito l'impiego di combustibili fossili

mentre vengono elaborate nuove tecnologie, purché si sviluppino anche nuove fonti

energetiche per le prossime generazioni. Generalmente, per fonti energetiche sostenibili

si intendono tutte le fonti rinnovabili, quali i biocombustibili e l'energia solare,

eolica, goetermica e l'energia ricavata da onde e maree. Si fa inoltre riferimento alle

tecnologie che migliorano l'efficienza energetica.

Grundfos intende utilizzare in misura crescente l'energia ricavata da fonti rinnovabili

per sostenere le proprie attività. Infatti, l'impegno dell'azienda a favore dell'efficienza

energetica dimostrato dai prodotti e servizi offerti ha già esercitato un notevole impatto

sui consumi della clientela.

STRESS IDRICO

Un termine utilizzato per indicare una carenza di acqua (per siccità o contaminazione

dell'acqua) e/o un eccesso di acqua (ad esempio a causa di una alluvione).

Grundfos cerca di attenuare lo stress idrico sviluppando soluzioni che permettono di

preservare l'acqua. Due esempi sono i sistemi LifeLink e SolarFlex. Offre inoltre strumenti

per la raccolta dell'acqua piovana, il riciclo dell'acqua, ecc.

IMPATTO zERO

Significa letteralmente assenza di effetti nocivi sull'ambiente.

Ad esempio, gli edifici concepiti per esercitare un impatto zero sull'ambiente possono

utilizzare prodotti Grundfos quali i circolatori di classe A o alimentati a energia solare

per ridurre al minimo i consumi energetici.

TECNOLOgIA SOSTENIBILE / INNOvAzIONE

AUTOadapt ECOLOgICO

IMPRONTA DI CARBONIO valuTazIone dI essenzIalITÀ

IMPaTTo aMbIenTale del ProdoTTo APPROCCIO ESTESO AL PRODOTTO

ETICHETTA EMISSIONI ANIDRIDE IMPIANTI gEOTERMICI

CARBONICA Green lean

CARBONIO NEUTRO gREENWASHINg

CleanteCh rIcIclo delle acque GrIGIe

CRADLE TO CRADLE

Cradle to gate

LCA

LCC

CRADLE TO gRAvE

CSR

CICLO DI vITA

Costo del CiClo di

DOWNCyCLINg vita

EMISSIONI DI CO DI UN PRODOTTO

2

EMISSIONI, DIRETTE

raccolTa dell'acqua PIovana

RICICLAggIO

eMIssIonI, IndIreTTe RISPARMI

AUDIT ENERgETICO VaLORE CONDIVISO

EffICIENzA ENERgETICA IMPRONTA IDRICA

20 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos

TecnoloGIa della sosTenIbIlITÀ/InnovazIone 21


TECNOLOgIA SOSTENIBILE / INNOvAzIONE

Tutte le future attività di grundfos in materia di ricerca e sviluppo prendono in

considerazione la sostenibilità. I termini illustrati in questa sezione descrivono il

modo in cui i nostri prodotti sono concepiti, fabbricati, utilizzati e smaltiti.

AUTOadapt

Una funzione brevettata, sviluppata da Grundfos. Questa funzione consente alle pom-

pe di regolare automaticamente il funzionamento, ottenendo così un rendimento ot-

timale e riducendo il consumo elettrico.

Creata inizialmente per la linea MAGNA e oggi disponibile anche con le pompe ALPHA,

la funzione aUTOADAPT regola automaticamente la pressione differenziale della pompa

per fornire la portata richiesta. Questo significa che la pompa lavora sempre con rendimento

elevato, mantenendo un equilibrio ideale tra comfort e consumi.

IMPRONTA DI CARBONIO

Secondo una definizione del 2008 del UK Carbon Trust, l'impronta di carbonio è "la

quantità totale di gas serra (GES) emessi direttamente e indirettamente da un individuo,

un'organizzazione, un evento o un prodotto” espressa in CO e. 2

Grundfos lavora alla riduzione dell'impronta di carbonio dei propri processi aziendali.

Questo coinvolge l'intera azienda e richiede un grande impegno per identificare tutti

gli accorgimenti che consentano di limitare le emissioni. Inoltre, Grundfos guarda al

quadro d'insieme e lavora anche per ridurre le emissioni associate alla fabbricazione

dei propri prodotti, dalla "culla" alla "tomba" (cradle to grave).

IMPRONTA DI CARBONIO DEL PRODOTTO

Le emissioni totali di GHG causate direttamente e indirettamente da un prodotto specifico

espresse in forma di CO e. 2

Grundfos è impegnata nello studio di nuove soluzioni e nella riduzione delle emissioni

di anidride carbonica nell'intero ciclo di vita dei prodotti e servizi offerti. Quando

analizziamo l'impronta di un prodotto, osserviamo le emissioni di GHG associate alle

materie prime utilizzate, alla fase produttiva, alla fase di utilizzo e allo smaltimento

del prodotto.

ETICHETTA EMISSIONI ANIDRIDE CARBONICA

Questo tipo di etichetta (ad esempio quella creata dal UK Carbon Trust) indica le emissioni

di gas serra prodotte in totale da un prodotto "dalla culla al cancello" (cradle to

gate)” o "dalla culla alla tomba" (cradle to grave). Le emissioni sono indicate in termini

di grammi di CO e rispetto al peso lordo del prodotto confezionato.

2

22 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos TecnoloGIa/InnovazIone Per la sosTenIbIlITÀ 23


CARBONIO NEUTRO

In senso stretto, con l'espressione "carbonio neutro" (dall'inglese “carbon neutral”) si

fa riferimento a carburanti che non aumentano né riducono la quantità di CO emessa

2

nell'atmosfera. Tuttavia, il termine viene spesso utilizzato per descrivere le aziende che

cercano di compensare le proprie emissioni di CO , ad esempio

2

1. utilizzando unicamente energia rinnovabile o compensando le emissioni originate

dai combustibili fossili con la produzione di una quantità comparabile di energia rinnovabile.

2. Il termine "compensazione delle emissioni di anidride carbonica" descrive alcune

misure di compensazione, ad esempio pagare altri soggetti affinché rimuovano o sottraggano

CO dall'atmosfera (ad esempio, piantando degli alberi), finanziare progetti

2

che limitano le future emissioni di gas serra o comprare i cosiddetti "crediti di anidride

carbonica" ritirandoli dal mercato.

CLEANTECH

Cleantech è un termine piuttosto generico con il quale si indicano prodotti e servizi

che migliorano il rendimento, la produttività o l'efficienza, riducendo al contempo il

consumo energetico, la produzione di scarti, l'inquinamento, i costi o il consumo di

materie prime. È un'abbreviazione di “clean technology”, tecnologia pulita. Non ha lo

stesso significato di "greentech".

alcuni esempi di soluzioni cleantech offerte da Grundfos sono le unità NoNOx e Bio-

Booster.

CRADLE TO CRADLE

L'approccio "cradle-to-cradle" (letteralmente, dalla culla alla culla) è uno specifico tipo

di valutazione del ciclo di vita di un prodotto, in cui la fase finale (la fine della vita del

prodotto) consiste nel riciclo del prodotto stesso. Il riciclo permette di produrre nuovi

prodotti di tipo identico (ad esempio, bottiglie di vetro prodotte con il vetro raccolto e

riciclato) o di tipo "inferiore" (ad esempio, lana di vetro isolante prodotta a partire da

vecchie bottiglie, operazione, questa, chiamata di downcycling).

In senso più ampio, il concetto "cradle-to-cradle" rappresenta un approccio sistematico

e una filosofia ispirata ai sistemi esistenti in natura (biomimetica). L'obiettivo è utilizzare

i rifiuti come materia grezza con cui creare qualcosa di nuovo, favorendo sul lungo

termine un sistema in cui i rifiuti non esistono più.

CRADLE TO gATE

L'approccio "cradle-to-gate" (letteralmente, dalla culla al cancello) è una valutazione

del ciclo di vita parziale del prodotto, dalla fabbrica (la "culla") ai cancelli della fabbrica

dove inizia il trasporto. La fasi di impiego e smaltimento non vengono generalmente

considerate in questo caso.

CRADLE TO gRAvE

L'approccio "cradle-to-grave" (letteralmente, dalla culla alla tomba) è una valutazione

del ciclo di vita completo di un prodotto, dalla fabbrica (la "culla") alla fase di impiego

e smaltimento (la "tomba"). Questa misura tiene conto di tutti i materiali impiegati

e prodotti in ogni fase del ciclo di vita. Vedere anche la descrizione di Cradle-to-gate.

Grundfos valuta con attenzione le misure da adottare per consentire ai propri prodotti

e alle proprie soluzioni di contribuire alla creazione di un mondo più sostenibile durante

le fasi di impiego e smaltimento. Ad esempio realizza prodotti energeticamente

efficienti e facilmente riciclabili.

24 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos TecnoloGIa/InnovazIone Per la sosTenIbIlITÀ 25


CSR

Abbreviazione di Corporate Social Responsibility, ossia responsabilità sociale d'impresa.

Grundfos implementa la responsabilità sociale d'impresa integrando volontariamente

le tematiche sociali e ambientali nelle proprie operazioni commerciali e nelle interazioni

con i propri referenti. Le nostre attività di CSR contribuiscono allo sviluppo

sostenibile.

DOWNCyCLINg

Vedere Riciclo.

EMISSIONI DI CO DI UN PRODOTTO

2

Questo termine viene utilizzato per rappresentare l'impronta di carbonio di un prodotto,

dalla "culla" alla "tomba" (cradle-to-grave), in termini di kg di CO per kg di prodotto.

2

Ad esempio, il Carbon Trust del Regno Unito ha adottato un'etichetta che dichiara le

emissioni di carbonio di un prodotto in grammi di CO e per ogni grammo di peso del

2

prodotto confezionato.

EMISSIONI, DIRETTE

Le emissioni dirette sono le emissioni di GHG causate direttamente da un individuo,

un evento, un'organizzazione o un prodotto – ad esempio i GHG emessi da un camino.

Le emissioni dirette comprendono anche l'inquinamento prodotto da fabbriche,

veicoli aziendali, trasferte di lavoro e tutte le altre fonti di inquinamento controllate

direttamente. Il protocollo sui gas serra definisce tre "ambiti" dei GHG. Il primo ambito

include tutte le emissioni dirette di GHG.

EMISSIONI, INDIRETTE

Le emissioni indirette sono emissioni di GHG causate indirettamente da un individuo,

un evento, un'organizzazione o un prodotto. Le emissioni indirette includono tutte le

emissioni originate dalle attività di un'azienda o di altri soggetti e dall'uso o dall'acquisto

di un prodotto. Ad esempio, l'elettricità prodotta da una centrale elettrica determina

il rilascio di emissioni, considerate indirette. Anche le emissioni causate dalla

lavorazione delle materie prime sono considerate indirette. Il protocollo sui gas serra

definisce tre "ambiti" dei GHG.

Il secondo ambito riguarda le emissioni di GHG indirette dovute al consumo di elettricità,

calore o vapore acquistati.

Il terzo ambito comprende altre emissioni indirette, ad esempio l'estrazione e la produzione

dei materiali e carburanti acquistati, le attività di trasporto effettuate da veicoli

non posseduti o controllati dal soggetto, le attività del settore elettrico non incluse nel

secondo ambito (ad esempio, le perdite di elettricità durante la trasmissione e la diffusione),

le attività eseguite da terzi, lo smaltimento dei rifiuti e così via.

AUDIT ENERgETICO

Gli audit energetici sono analisi svolte dal personale Grundfos presso gli stabilimenti

dei clienti. L'audit energetico fornisce dati calibrati con precisione sulle misure della

portata, l'energia consumata, l'efficienza degli impianti di pompaggio, ecc. Mediante

questa analisi, Grundfos riesce a identificare i cambiamenti che consentirebbero al

cliente di ridurre il proprio consumo energetico.

26 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos TecnoloGIa/InnovazIone Per la sosTenIbIlITÀ 27


EffICIENzA ENERgETICA

Rapporto tra l'energia in uscita e in entrata di un processo di conversione o un sistema.

Grundfos lavora con grande impegno alla creazione di soluzioni in grado di offrire la

massima efficienza energetica e aiuta i clienti a ottenere un'efficienza energetica complessiva

sempre maggiore. Il concetto di efficienza energetica acquisirà una crescente

importanza in futuro. Ecco gli aspetti dell'efficienza energetica:

• il consumo energetico durante il ciclo di vita

• l'impronta di carbonio

• l'efficienza

• l'efficienza a livello di impianti

• il costo del ciclo di vita (LCC)

• l'energia rinnovabile

• il monitoraggio e l'ottimizzazione del funzionamento

ETICHETTA ENERgETICA

Le etichette energetiche sono etichette che informano i consumatori in merito al consumo

relativo di elettricità di un particolare prodotto. Generalmente vengono assegnate

da organizzazioni autorizzate dai governi e sono note da quando vengono applicate

sugli elettrodomestici (frigoriferi, ecc.).

Grundfos ha avuto un ruolo determinante per l'introduzione del programma di etichettatura

energetica europeo nel settore selle pompe. Infatti, le pompe di classe A

MAGNA e ALPHA hanno sensibilizzato il settore in merito all'impatto delle pompe ad

efficienza energetica e l'introduzione del sistema di etichettatura ha favorito sensibilmente

queso processo. I criteri di classificazione delle etichette energetiche della UE

stanno diventando più severi; i cambiamenti verranno implementati gradualmente

per alcuni prodotti fino al 2013.

ECOLOgICO

Questo termine viene utilizzato per descrivere beni, servizi, leggi, linee guida e politiche

concepiti per ridurre al minimo i danni arrecati all'ambiente. Un esempio è l'uso

di materiali biodegradabili. Alcuni sinonimi sono: amico dell'ambiente, amico della

natura, verde.

vALUTAzIONE DI ESSENzIALITÀ

Una valutazione che deve essere eseguita quando si analizzano le emissioni di gas serra

di un prodotto o un'azienda. La valutazione consente di prendere in considerazione

quali aspetti includere nell'analisi dei gas serra allo scopo di ottenere un calcolo più

preciso possibile, senza consumare risorse sproporzionate. Le scelte effettuate devono

essere in linea con l'obiettivo complessivo dell'analisi.

APPROCCIO ESTESO AL PRODOTTO

L'organizzazione Europump incoraggia l'adozione di un "approccio esteso al prodotto"

quando si formulano le leggi in materia di risparmio energetico per le pompe per

acqua – in altri termini, suggerisce la necessità di tenere conto anche dei consumi di

motori e dei controlli. Questo tipo di approccio amplia sensibilmente l'ambito del potenziale

risparmio energetico. Nell'Unione europea (UE27), ad esempio, il risparmio

previsto e pubblicato ottenibile con un approccio di tipo tradizionale alle pompe per

acqua sarebbe di 4,45 TWh l'anno. Con l'approccio esteso, invece, si potrebbero ottenere

risparmi annuali di 35 TWh.

Fonte: Commenti di Europump sul documento in lavorazione sui possibili requisiti ecologici

delle pompe monostadio ad aspirazione assiale, delle pompe multistadio verticali

e delle pompe multistadio sommerse, maggio 2008.

28 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos TecnoloGIa/InnovazIone Per la sosTenIbIlITÀ 29


IMPIANTI gEOTERMICI

Gli impianti che utilizzano il calore contenuto nel terreno, ad es. per il riscaldamento

a irraggiamento.

Grundfos offre molte soluzioni per gli impianti geotermici. Ad esempio, le pompe SPN

sono in grado di gestire l'acqua geotermica, piuttosto corrosiva, mentre le pompe UPS

o Magna consentono la circolazione di una soluzione di glicole all'interno di uno scambiatore

di calore, associando così gli impianti geotermici al riscaldamento a irraggiamento

per offrire efficienza energetica e comfort.

gREEN LEAN

"Lean" è un diffuso strumento gestionale creato per risparmiare tempo e risorse nella

produzione; "Green Lean" è un sistema che adotta lo stesso approccio, applicandolo

alle risorse idriche ed energetiche, per promuoverne al massimo la loro conservazione.

Grundfos utilizza l'approccio Green Lean per ridurre il proprio impatto ambientale.

gREENWASHINg

Una tecnica utilizzata per far apparire un prodotto o servizio più ecologico di quanto

lo sia realmente.

RICICLO DELLE ACqUE gRIgIE

Il riciclo delle acque grigie consiste nel riutilizzo dell'acqua adoperata negli ambienti

domestici – ossia tutta l'acqua utilizzata in casa, ad esclusione degli scarichi del WC,

detti acque nere. Gli impianti di riciclo delle acque grigie possono avere diverse conformazioni

e diversi scopi: alcuni prevedono l'utilizzo delle acque grigie per l'irrigazione,

mentre altri consentono addirittura la trasformazione in acqua potabile da usare per

bere e cucinare.

Generalmente, questi impianti convogliano l'acqua scaricata da lavandini, docce e lavatrici

verso un serbatoio di raccolta separato, non collegato alla rete fognaria. L'acqua

raccolta può quindi essere utilizzata direttamente per l'irrigazione e l'azionamento del

WC (idealmente dopo essere stata filtrata) o sottoposta a diversi trattamenti per renderla

potabile. Grundfos offre una gamma di soluzioni per diversi tipi di impianti.

LCA

Abbreviazione di Life Cycle Assessment (valutazione del ciclo di vita). Si tratta dell'analisi

dell'impatto ambientale di un prodotto nel corso della sua intera durata operativa

(ciclo di vita).

Una LCA completa prevede, tra le altre cose, la mappatura delle emissioni di gas serra.

Comprende però anche altri aspetti ambientali, ad esempio l'impatto sull'ambiente

idrico.

LCC

Vedere Costo del ciclo di vita.

30 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos TecnoloGIa/InnovazIone Per la sosTenIbIlITÀ 31


CICLO DI vITA

Se viene utilizzato in relazione a un prodotto, il termine "ciclo di vita" descrive tutte le

fasi della vita del prodotto, ovvero:

• le materie prime (incluso il trasporto)

• la fabbricazione

• il trasporto

• l'utilizzo

• lo smaltimento

COSTO DEL CICLO DI vITA

Il costo totale di un determinato prodotto o servizio nell'arco della sua durata operativa.

Per gli utilizzatori finali, questo termine indica il costo totale dal momento dell'acquisto

del prodotto al momento in cui viene eliminato e include la manutenzione, i

ricambi e il consumo energetico.

RACCOLTA DELL'ACqUA PIOvANA

La raccolta dell'acqua piovana consiste nella raccolta (e spesso nella conservazione)

dell'acqua di origine meteorica. L'acqua recuperata può essere utilizzata per scopi domestici

oppure per l'allevamento, l'irrigazione o l'alimentazione delle falde sotterranee.

Esistono molti tipi di impianti per la raccolta delle acque piovane: piccoli e semplici oppure

grandi e complessi. Generalmente, l'acqua viene raccolta dal terreno o dai tetti.

Grundfos offre un'ampia gamma di prodotti idonei a queste applicazioni. Ad esempio,

i serbatoi di grandi dimensioni e le pompe CM possono essere utilizzati per la raccolta

delle acque piovane da canali di scolo, ecc. e il loro riutilizzo per l'irrigazione. Su scala

minore, dispositivi quali pompe Grundfos per raccolta dell'acqua piovana permettono

di alternare l'uso delle acque meteoriche con le acque potabili dell'acquedotto locale,

dando sempre priorità, però, all'acqua piovana.

RICICLO

Riciclare significa lavorare materiali precedentemente utilizzati per trasformarli in nuovi

prodotti. Il riciclo aiuta a evitare lo spreco di oggetti potenzialmente utili e abbassa

il consumo di nuove materie prime, il consumo di energia, l'inquinamento dell'aria

(provocato dall'incenerimento dei rifiuti) e la contaminazione dell'acqua (provocata

dall'interramento dei rifiuti), riducendo la necessità di ricorrere ai sistemi "tradizionali"

di smaltimento dei rifiuti. Riduce, inoltre, le emissioni di gas serra rispetto ad una

produzione basata su materie prime nuove. Alcuni esempi di materiali riciclabili sono

diversi tipi di vetro, carta, metallo, plastica, tessuti e componenti elettronici.

In senso stretto, il riciclo di un materiale dovrebbe produrre una identica quantità dello

stesso materiale. Tuttavia, il procedimento è spesso difficile o troppo costoso (rispetto

alla realizzazione dello stesso prodotto partendo dalle materie prime o da altre fonti),

quindi si preferisce produrre nuovi materiali (ad esempio, prodotti in vetro di forme

diverse).

Un altro tipo di riciclo consiste nel recupero di alcuni materiali estratti da prodotti complessi

in virtù del loro valore intrinseco (ad esempio, l'oro contenuto in alcuni componenti

dei computer) o a causa della loro natura pericolosa (ad esempio, la rimozione e

il riutilizzo del mercurio di vari oggetti).

Grundfos cerca da sempre di realizzare prodotti che offrano le massime possibilità di

riutilizzo, ad esempio creando componenti di tipo modulare che possono essere facilmente

riciclati. Sebbene riciclare in senso stretto sia piuttosto difficile per chi opera

in un settore come il nostro, stiamo studiando nuove possibilità. Va sottolineato che

"riutilizzo" non è un sinonimo di "riciclo", infatti nel primo caso si riutilizza un oggetto

per lo stesso scopo, ad esempio le bottiglie del latte.

Il termine “downcycling” viene talvolta utilizzato per indicare il riciclo nei casi in cui i

nuovi materiali creati sono "inferiori" ai materiali raccolti inizialmente.

32 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos TecnoloGIa/InnovazIone Per la sosTenIbIlITÀ 33


RISPARMI

Riduzioni del consumo di risorse. La quantificazione dei risparmi possibili viene spesso

utilizzata per mettere a confronto le soluzioni esistenti con quelle proposte o le vecchie

tecnologie con quelle nuove.

vALORE CONDIvISO

Il concetto secondo cui le azioni effettuate da un'azienda possono rappresentare un

valore per l'azienda e per la società di cui fa parte.

IMPRONTA IDRICA

L'impronta idrica di un'impresa, ossia la sua impronta idrica aziendale, corrisponde al

volume totale di acqua dolce utilizzato direttamente e indirettamente per le attività

operative e di supporto dell'azienda. L'impronta idrica è costituita da due componenti:

• l'impronta idrica operativa, ossia l'utilizzo diretto di acqua finalizzato alle attività

dell'impresa

• l'impronta idrica associata alla catena logistica, ossia l'acqua utilizzata nella catena

logistica dell'azienda.

Per molte imprese il secondo componente dell'impronta idrica è assai maggiore del

primo. Può esistere inoltre un'altra impronta idrica a carico dei consumatori che utilizzano

il prodotto finale. Questo aspetto fa parte dell'impronta idrica dell'utilizzatore

finale, ma non solleva l'azienda produttrice dalla responsabilità di quanto accade nella

fase di utilizzo del prodotto.

LEgISLAzIONE

34 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos

leGIslazIone 35

breeaM

REgOLAMENTI EDILIzI

carInG for clIMaTe

MARCHIO CCC

Marchio CE

MarchIo eTl

DIRETTIvA EUP

europump

PROTOCOLLO gAS EffETTO SERRA

Global coMPacT

gLOBAL REPORTINg INITIATIvE

Green sTar

MONDO IN

ESPANSIONE

CRESCITA, ECONOMICA

Ie1, Ie2, Ie3

IEA

IPCC

iso 14001

LEED

MarchI e cerTIfIcazIonI

OHSAS 18001

REACH

TrasParenza

UN gLOBAL COMPACT

OBIETTIvI ONU DI SvILUPPO DEL

MILLENNIO

MARCHIO UL

GesTIone IdrIca

WORLD BUSINESS COUNCIL fOR

SUSTAINABLE DEvELOPMENT

(WBCSD)


LEgISLAzIONE

In tutto il mondo, la legislazione e i codici vigenti in ambito termoidraulico stanno

diventando sempre più severi. Le definizioni presentate in questa sezione incidono

direttamente sui criteri secondo cui si progettano gli edifici e si scelgono le soluzioni

più opportune.

BREEAM

Metodo di valutazione ambientale BRE. Un metodo per la valutazione ambientale degli

edifici che prende in considerazione un'ampia varietà di aspetti e consente a imprese

edili e progettisti di dimostrare le credenziali ambientali degli edifici proposti a

urbanisti e clienti.

REgOLAMENTI EDILIzI

Regole che stabiliscono i criteri minimi di sicurezza degli edifici. Le normative in campo

edile specificano in misura sempre crescente i limiti ai consumi elettrici e di altro tipo

allo scopo di promuovere una maggiore sostenibilità.

CARINg fOR CLIMATE

“Caring for Climate” (letteralmente, avere a cuore il clima) è una piattaforma d'azione

volontaria per i partecipanti del Global Compact delle Nazioni Unite che desiderano

dimostrare il proprio impegno in materia di cambiamento climatico. La piattaforma

offre ai principali attori della scena industrale e commerciale l'opportunità di proporre

soluzioni pratiche e contribuire alla definizione di politiche e comportamenti pubblici.

Grundfos fa parte della piattaforma Caring for Climate.

MARCHIO CCC

Abbreviazione di China Compulsory Certification (certificazione obbligatoria cinese).

Dal 1° agosto 2003, tutti i prodotti nazionali o importati venduti in Cina devono possedere

la certificazione obbligatoria e recare il nuovo marchio CCC.

MARCHIO CE

Il marchio CE è un contrassegno di conformità obbligatorio per i prodotti venduti nello

Spazio Economico Europeo (SEE). Il marchio CE certifica che il prodotto è conforme alle

normative della UE in materia di sicurezza, salute e ambiente. CE è l'abbreviazione di

“Conformité Européenne”.

MARCHIO ETL

Il marchio ETL è un marchio per la certificazione dei prodotti rilasciato da Intertek, uno

dei cosiddetti NRTL (Nationally Recognized Testing Laboratories), ossia laboratori di

prova riconosciuti a livello nazionale negli Stati Uniti.

36 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos leGIslazIone 37


DIRETTIvA EUP

Abbreviazione di Energy Using Products, nota anche come Direttiva sul progetto ecocompatibile

dei prodotti che consumano energia. Uno dei principali obiettivi della direttiva

è di perfezionare l'efficienza energetica dei prodotti che consumano energia,

contribuendo al conseguimento degli obiettivi europei sulla tutela ambientale. Oltre

al consumo energetico dei prodotti, la direttiva riguarda anche la riduzione del loro

impatto ambientale complessivo. Adottata inizialmente nel luglio 2005, la direttiva è

stata recentemente aggiornata (2009/125/CE). Il cambiamento più importante consiste

nel fatto che la direttiva non riguarda più i soli prodotti che consumano energia, ma

anche i cosiddetti prodotti correlati all'energia.

Ecco i principali punti da ricordare della direttiva EuP: dal 1° gennaio 2013, i circolatori a

rotore bagnato (ad eccezione dei modelli progettati specificamente per circuiti primari

di impianti termici solari e pompe di calore) dovranno avere un indice di efficienza

energetica (EEI) non superiore a 0,27. Dal 1° agosto 2015, i circolatori a rotore bagnato,

inclusi quelli integrati in altri prodotti, dovranno avere un indice di efficienza energetica

(EEI) non superiore a 0,23 .

Per i circolatori, la direttiva si basa su queste premesse:

• il consumo annuale di energia elettrica nella UE (UE27) è di 50 TWh l'anno (2009).

• Il consumo di energia elettrica stimato nella UE in assenza di legislazione sarebbe

di 55 TWh entro il 2020.

• Il consumo di energia elettrica stimato nella UE in presenza della legislazione sa-

rebbe di 32 TWh entro il 2020.

Questo significa che la direttiva consente un risparmio di 23 TWh di energia elettrica

entro il 2020, un valore paragonabile al consumo elettrico residenziale di 14 milioni di

abitanti dell'Unione europea. In termini di emissioni di anidride carbonica, si tratta

di una riduzione stimata di 11 milioni di tonnellate di CO nella UE entro il 2020. Gli

2

obiettivi per le pompe per acqua non sono stati ancora fissati. Per la legislazione EuP

sui motori, vedere Motori.

EUROPUMP

Europump è un'associazione industriale che rappresenta l'industria europea delle

pompe. Europump raccoglie competenze tecniche su vari aspetti dell'industria delle

pompe e rappresenta un punto di scambio e di condivisione delle informazioni di questo

settore industriale. Si propone come fonte di normative armonizzate per impianti

di pompaggio di fluidi efficienti ed ecologici. Europump promuove attivamente il risparmio

energetico e la difesa dell'ambiente.

Vedere Approccio esteso al prodotto.

PROTOCOLLO SUI gAS SERRA

Il protocollo sui gas serra è una guida pubblicata dal WBCSD che descrive un metodo

per la mappatura e la comunicazione dell'impatto climatico di un'azienda o un'organizzazione.

Il WBCSD (World Business Council for Sustainable Development) è il consiglio

mondiale delle imprese per lo sviluppo sostenibile.

gLOBAL COMPACT

Vedere UN Global Compact.

gLOBAL REPORTINg INITIATIvE

Il Global Reporting Initiative è un progetto di comunicazione che stabilisce alcuni principi

e indicatori che possono essere utilizzati dalle organizzazioni per misurare e comunicare

la propria performance dal punto di vista economico, ambientale e sociale.

gREEN STAR

Green Star (stella verde) è un sistema volontario di classificazione ambientale che valuta

la progettazione e la costruzione degli edifici da un punto di vista ambientale.

38 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos leGIslazIone 39


MONDO IN ESPANSIONE

Quando si parla di "mondo in espansione" si fa riferimento sia alla crescita numerica

della popolazione mondiale, sia alla crescita delle aspettative relative al tenore di vita

da parte dell'intero pianeta e specialmente dei paesi in via di sviluppo.

CRESCITA, ECONOMICA

Il termine "crescita economica" non necessita spiegazioni: si tratta di un aumento delle

attività commerciali e della ricchezza di una determinata società. Tradizionalmente,

la crescita economica è associata a una crescita corrispondente dell'inquinamento,

dell'emissione di gas serra e così via. La sfida di oggi è spezzare questo legame per

ottenere una crescita economica sostenibile.

IE1, IE2, IE3

La classificazione IE misura il livello di efficienza dei motori. La nuova norma EN 60034-

30:2009 fornisce una definizione delle seguenti classi di efficienza dei motori asincroni

trifasi a bassa tensione compresi nella gamma di potenza da 0,75 a 375 kW.

• IE1 = efficienza standard (paragonabile a EFF2)

• IE2 = efficienza elevata (paragonabile a EFF1)

• IE3 = massima efficienza

Le vecchie designazioni europee EFF3, EFF2 ed EFF1 scompariranno gradualmente dal

mercato.

La Commissione elettrotecnica internazionale (IEC) ha sviluppato questo standard

sull'efficienza energetica per risolvere i problemi associati all'esistenza di standard nazionali

differenti in materia di efficienza energetica.

IEA

Abbreviazione di International Energy Agency, ossia Agenzia internazionale per l'energia.

La IEA opera in qualità di consulente in materia di politiche energetiche per i governi

dei 28 paesi membri e non solo. Il suo obiettivo è quello di promuovere l'uso di

energia affidabile, economica e pulita per i consumatori mondiali. Fondata nel quadro

della crisi petrolifera del 1972-73, l'agenzia è nata con il mandato di coordinare le misure

da adottare in caso di emergenze petrolifere. Oggi, si occupa anche di efficienza

energetica e difesa del clima, collabora allo sviluppo di tecnologie energetiche e mette

a disposizione di tutti le sue competenze in materia di politica energetica.

IPCC

L'IPCC (Intergovernmental Panel of Climate Change) è un importante organismo per la

valutazione del cambiamento climatico. È stato istituito dal Programma sull'ambiente

delle Nazioni Unite (UNEP) e dall'Organizzazione meteorologica mondiale (WMO) per

fornire ai governi chiare informazioni scientifiche riguardanti il cambiamento climatico

e le sue potenziali conseguenze ambientali e socio-economiche. L'IPCC esamina il

lavoro di migliaia di scienziati per fornire una valutazione obiettiva delle informazioni

attualmente disponibili.

40 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos leGIslazIone 41


ISO 14001

Un sistema di gestione ambientale, parte del sistema gestionale complessivo di un'or-

ganizzazione. Il sistema tiene conto della struttura organizzativa, attività di pianificazione,

responsabilità, pratiche, procedure, processi, risorse per lo sviluppo, implementazione,

realizzazione, analisi e mantenimento delle politiche ambientali delle

aziende.

LEED

LEED è un sistema di certificazione degli edifici ecologici riconosciuto a livello internazionale.

Esegue verifiche indipendenti che consentono di dimostrare che un edificio

o una comunità sono stati concepiti adottando strategie mirate al perfezionamento

delle aree più importanti: risparmio energetico, efficienza idrica, riduzione delle emissioni

di CO , miglioramento della qualità dell'ambiente, rispetto per le risorse e atten-

2

zione per il loro impatto. LEED è stato sviluppato dall'USGBC, il comitato degli Stati

Uniti per l'edilizia ecologica. Il sistema LEED può essere applicato a tutti i tipi di edifici,

commerciali e residenziali. Riguarda l'intero ciclo di vita di un edificio: progettazione,

costruzione, funzionamento e manutenzione, interventi di adattamento degli inquilini

e modifiche di rilievo. LEED offre ai proprietari e agli operatori un sistema di identificazione

e implementazione di soluzioni pratiche e misurabili per la progettazione,

la costruzione, il funzionamento e la manutenzione degli edifici "verdi". Altri standard

edilizi sono BREEaM e Green Star.

MARCHI E CERTIfICAzIONI

In mercati diversi sono richiesti marchi e certificazioni differenti, che dimostrino la

conformità dei prodotti agli standard locali vigenti in materia di sicurezza, salute,

ambiente, ecc. Alcuni riguardano la sicurezza meccanica, alcuni la sicurezza elettrica,

mentre altri hanno una valenza più ambientale.

Ecco alcuni esempi di marchi:

UL (Nord America)

CSA (Nord America)

ETL (Nord America)

CE (Europa)

CCC (Cina)

Alcuni standard sono stati istituiti inizialmente in Europa o in Nord America, ma sono

accettati diffusamente anche in altre parti del mondo.

Grundfos commercializza esclusivamente prodotti conformi o superiori ai criteri di tutti

gli standard applicabili in vigore.

OHSAS 18001

Una specifica riconosciuta a livello internazionale per la valutazione dei sistemi di gestione

della salute e sicurezza sul lavoro.

REACH

Abbreviazione di Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemical

substances (registrazione, valutazione, autorizzazione e limitazione delle sostanze chimiche).

REACH è un ente regolatorio dell'Unione Europea che si occupa delle sostanze

chimiche e del loro utilizzo sicuro (CE 1907/2006). La legge è entrata in vigore il 1° giugno

2007 con l'obiettivo di migliorare la tutela della salute dell'uomo e dell'ambiente.

42 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos leGIslazIone 43


TRASPARENzA

Letteralmente, trasparente significa che può essere attraversato dalla luce. In senso

più ampio, trasparenza significa apertura, comunicazione e responsabilità rispetto al

proprio operato. Le procedure trasparenti includono le dichiarazioni sulla situazione

finanziaria, gli audit e così via.

MARCHIO UL

UL è l'abbreviazione di Underwriters Laboratories Inc., un ente indipendente degli Stati

Uniti responsabile della certificazione della sicurezza dei prodotti. Questo ente sviluppa

standard e procedure di verifica per prodotti, materiali, componenti, prodotti assemblati,

attrezzi e apparecchiature, principalmente per quanto concerne la sicurezza.

Il marchio UL attesta la conformità a questi standard. UL è uno dei laboratori di verifica

(NRTL) riconosciuti dall'OSHa, l'ente degli Stati Uniti responsabile della sicurezza e salute

sul lavoro. Vedere anche ETL.

UN gLOBAL COMPACT

Il Global Compact delle Nazioni Unite è un'iniziativa in materia di politiche strategiche

rivolta alle aziende che desiderano allineare le proprie attività e strategie a dieci principi

universalmente riconosciuti sul fronte dei diritti umani, della forza lavoro, dell'ambiente

e delle misure anti-corruzione.

OBIETTIvI ONU DI SvILUPPO DEL MILLENNIO

Gli Obiettivi di sviluppo del millennio (MDG) sono otto traguardi internazionali che

tutti i 192 stati membri dell'ONU e alcune organizzazioni internazionali hanno concordato

di raggiungere entro il 2015. Alcuni obiettivi sono la riduzione della povertà estrema,

la riduzione della mortalità infantile, la promozione della sostenibilità ambientale

e la creazione di una collaborazione globale finalizzata allo sviluppo.

Grundfos si impegna ad aiutare la comunità mondiale a conseguire gli obiettivi formulati

da questo progetto. Perseguiamo questo intento attraverso il nostro impegno per

l'innovazione, le nuove attività come Grundfos LIFELINK e le nostre attività di CSR.

gESTIONE IDRICA

Il monitoraggio, il controllo e l'ottimizzazione dell'uso dell'acqua. L'obiettivo è proteggere

risorse limitate e vulnerabili quali le acque di superficie e le acque sotterranee,

riducendo l'uso e la contaminazione dell'acqua.

WORLD BUSINESS COUNCIL fOR SUSTAINABLE DEvELOPMENT (WBCSD)

Un'associazione globale, guidata da un CEO, che si occupa esclusivamente di commercio

e sviluppo sostenibile. Il WBCSD (Consiglio internazionale delle imprese per

lo sviluppo sostenibile) conta circa 200 società associate e si concentra sullo sviluppo

energetico e climatico, sul ruolo delle aziende e sulla difesa degli ecosistemi.

44 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos leGIslazIone 45


CONTRIBUIAMO

alla creazIone

DI UN fUTURO PIù vERDE PER IL

NOSTRO PIANETA

INDICE

A

Adattamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

Ambiente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16

Antropogenico . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

Approccio esteso al prodotto . . . . . . . . 29

Audit energetico . . . . . . . . . . . . . . . . 27

aUTOaDaPT. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22

B

BREEaM . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36

C

Cambiamento climatico . . . . . . . . . . . 15

Carbonio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

Carbonio neutro . . . . . . . . . . . . . . . . 24

Caring for Climate. . . . . . . . . . . . . . . 37

Ciclo di vita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32

Cleantech . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24

Clima . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

CO₂e. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16

Compensazione delle emissioni di anidride

carbonica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

Costo del ciclo di vita . . . . . . . . . . . . . 32

Cradle to cradle . . . . . . . . . . . . . . . . 25

Cradle to gate. . . . . . . . . . . . . . . . . . 25

Cradle to grave . . . . . . . . . . . . . . . . . 25

Credito di CO2 . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

Crescita, economica. . . . . . . . . . . . . . 40

CSR . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

D

Direttiva EuP . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38

Downcycling . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

IndIce

47


E

Ecologico. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29

Efficienza energetica . . . . . . . . . . . . . 28

Emissioni di CO2 di un prodotto . . . . . . 26

Emissioni, dirette . . . . . . . . . . . . . . . 26

Emissioni, indirette . . . . . . . . . . . . . . 27

Energia alternativa . . . . . . . . . . . . . . 13

Energia rinnovabile . . . . . . . . . . . . . . 19

Energia sostenibile . . . . . . . . . . . . . . 20

Etichetta emissioni anidride carbonica . 23

Etichetta energetica . . . . . . . . . . . . . 28

Europump . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39

g

Gas effetto serra . . . . . . . . . . . . . . . . 18

Gestione idrica . . . . . . . . . . . . . . . . . 45

GHG. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

Global Compact . . . . . . . . . . . . . . . . 39

Global Reporting Initiative . . . . . . . . . 39

Green Lean . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30

Green Star . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39

Greenwashing . . . . . . . . . . . . . . . . . 30

I

IE1, IE2, IE3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40

IEA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41

Impatto zero . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20

Impianti geotermici. . . . . . . . . . . . . . 30

Impronta di carbonio . . . . . . . . . . . . . 22

Impronta di carbonio del prodotto . . . . 23

Impronta idrica. . . . . . . . . . . . . . . . . 34

IPCC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1841

ISO 14001 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42

L

LCA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31

LCC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31

LEED. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42

M

Marchi e certificazioni . . . . . . . . . . . . 43

Marchio CCC . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

Marchio CE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

Marchio ETL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

Marchio UL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44

Mitigazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18

Mondo in espansione . . . . . . . . . . . . 40

N

Nexus. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19

O

Obiettivi ONU di sviluppo del millennio 45

OHSaS 18001 . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43

P

Potenziale di riscaldamento globale (GWP) 17

Protocollo sui gas serra. . . . . . . . . . . . 39

R

Raccolta dell'acqua piovana. . . . . . . . . 32

REACH . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43

Regolamenti edilizi . . . . . . . . . . . . . . 36

Riciclo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

Riciclo delle acque grigie. . . . . . . . . . . 31

Riscaldamento globale. . . . . . . . . . . . 17

Risparmi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34

S

Stress idrico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20

Sviluppo sostenibile. . . . . . . . . . . . . . 19

T

Trasparenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44

U

UN Global Compact. . . . . . . . . . . . . . 44

v

Valore condiviso . . . . . . . . . . . . . . . . 34

Valutazione di essenzialità . . . . . . . . . 29

W

World Business Council for Sustainable

Development (WBCSD) . . . . . . . . . . . 45

48 GuIda alla sosTenIbIlITÀ Grundfos IndIce

49


Grundfos PomPe ItalIa s.r.l.

Via Gran Sasso, 4

20060 Truccazzano (MI)

Tel: 0295838112

www.grundfos.it

Being responsible is our foundation

Thinking ahead makes it possible

Innovation is the essence

Il nome Grundfos, il logo Grundfos e lo slogan Be–Think–Innovate sono marchi registrati di proprietà di Grundfos Management A/S o

Grundfos A/S, Danimarca. Tutti i diritti riservati a livello mondiale.

More magazines by this user
Similar magazines