Views
4 years ago

Prefazione - Fausto Lupetti Editore

Prefazione - Fausto Lupetti Editore

8 PREFAZIONE La recente

8 PREFAZIONE La recente classifica di Forbes che colloca Bill Gates al decimo posto nella classifica degli uomini più potenti del mondo, unico non capo di stato a livelli così alti della gerarchia planetaria, conferma il primato dell’idea su qualsiasi altra forma di economia conosciuta. In pratica, arriva a livello internazionale la conferma di un principio tanto semplice quanto spesso disconosciuto dalla comunità internazionale, attenta più alle dinamiche della politica che a quelle delle risorse umane: se io ho un euro e lo scambio con un amico, alla fine della nostra operazione avremo ancora un euro a testa. Se ho un’idea e la scambio con un amico, alla fine avremo invece due idee a testa. L’idea è cioè l’unica forma di economia in grado di generare valore aggiunto puro. Ed appunto grazie alle sue idee Bill Gates riesce ad essere oggi appena un posto più indietro rispetto a Sonia Gandhi, la intraprendente leader del Congresso indiano, e di molte posizioni più avanti di Nicholas Sarkozy e di Silvio Berlusconi, capi di governo iscritti niente meno che al G8. Ecco perché chi ha idee detiene un potere un po’ potente, anche se meno visibile e universalmente riconosciuto, molto invidiabile, che prima o poi è destinato a pagare: anche se terreni più o meno fertili possono fare più o meno fortuna dell’intuito creativo. Nell’ambiente sicuramente più delicato di tutti, quello della comunicazione aziendale in tempi di crisi, il primato dell’idea sulla produzione diretta è ancora più difficile da affermare. Per questo ho letto con particolare curiosità, direi anzi divorandone i capitoli, la grammatica di Luca Targa sulla sua esperienza in questo ambito. Considero Luca un produttore di buone idee, e quindi già per questo una mosca bianca, per rubare concetti e parole esposti in apertura del libro, ma soprattutto un tipo un po’ originale: uno con le

sue idee e la sua determinazione nel metterle in pratica, difficilmente sceglie di farlo partendo da Ferrara, città in cui l’articolazione dello sviluppo economico è molto limitata e soprattutto la prevalenza dell’economia sulla politica è un dato ancora lontano da venire per motivi che sarebbe lungo esporre in questa sede. Per cui ho sempre pensato che un certo tipo di linguaggio, di esperienza e di impegno a Ferrara fossero davvero destinate ad una vita tutta in salita: cosa della quale resto convinto, ma proprio per questo la lettura della grammatica di Targa, dai colori diversificati del supermercato di famiglia per mettere a proprio agio il cliente al Comunication Day, fornisca il meglio della didattica in qualunque campo. Ovvero la teoria costruita sulla pratica: non la solita esercitazione rigorosamente corretta ma avulsa dalla realtà e dalla sua applicazione, bensì il suo esatto contrario, ovvero la decodificazione di una prassi abituale, proprio per questo percepita come scarsamente teorizzabile, in materia d’insegnamento organizzata in modo sinottico e assieme sintetico. Rubando ancora un aforisma tra i mille citati nel libro, diremmo che “Il miglior modo per imparare a fare una cosa è farla”. Così Targa in queste pagine ne offre la riprova: dal campo alla teoria, il rovesciamento di decenni di istruzione top-down in Italia. Corrado Piffanelli, Responsabile di redazione de Il Resto del Carlino Ferrara 9

Branding. Una visione Design Oriented. - Fausto Lupetti Editore
Next. Identità tra consumo e comunicazione - Fausto Lupetti Editore
Se all'inferno cantano gli uccelli - Fausto Lupetti Editore
Vedi indice e pagine scelte - Fausto Lupetti Editore
L'anno prossimo a Gerusalemme - Fausto Lupetti Editore
Vedi indice e pagine scelte - Fausto Lupetti Editore
Vedi indice e pagine scelte - Fausto Lupetti Editore
Vedi un estratto della rivista - Fausto Lupetti Editore
Vedi indice e pagine scelte - Fausto Lupetti Editore
Comunicazionepuntodoc Numero 4 - Fausto Lupetti Editore
Prefazione e ringraziamenti - Nuova Ipsa Editore
Prefazione di - Franco Angeli Editore
Scarica indice e prefazione - Giovanni Fioriti Editore S.r.l.
Prefazione di Eva Bonitatibus - editore mannarino new
Orecchio Acerbo, un editore di confine Fausta Orecchio
leggi la prefazione di telmo pievani - Raffaello Cortina Editore
gounod - faust - discografia - il portale di "rodoni.ch"
Prefazione. Reinventare il brand - Franco Angeli Editore