Views
4 years ago

Versione PDF - Fazi Editore

Versione PDF - Fazi Editore

Kush e delle bambine era

Kush e delle bambine era troppo lenta per lui e il ragazzo non voleva sprecare la mattinata. Una volta avuto il permesso, Thungür prese subito un ampio vantaggio, scomparendo in breve dalla loro vista. Il luogo preciso dove gli husihuilke stavano per radunarsi era uno spazio pressoché circolare, completamente ricoperto da un basso tappeto erboso e circondato da grandi funghi bianchi. Alberi e boscaglia si ammucchiavano tutt’intorno, come se volessero assistere alla festa degli uomini senza oltrepassare quel limite. Erano ormai sul punto di arrivare, quando videro Thungür venire verso di loro lungo il sentiero. Portava qualcosa con sé. Qualcosa di molto speciale, senza dubbio, perché lo sollevava tenendo tutto il braccio teso, e lo agitava nervosamente. «Che cosa porta? Che avrà trovato?», si domandò Kume ad alta voce. E, attirato dall’agitazione del fratello maggiore, gli corse incontro. Piukeman e Kuy-Kuyen lo seguirono a ruota. Con la voce rotta dalla corsa, cercavano di indovinare: delle zanne… una pietra azzurra… un guscio… zoccoli di lulu. Wilkilén, che veniva per ultima correndo, gridava a più non posso per far sentire la sua vocina: «Un’arancia! Thungür porta un’arancia per me!». Il fratello si era fermato e li aspettava con il suo tesoro nascosto dietro la spalla. «Fa’ vedere», gli chiese Kume. Ma Thungür scosse la testa in segno di diniego. Kume e Piukeman capirono che non si trattava di un gioco, questa volta, e che era meglio non girare attorno al fratello, non tormentarlo strattonandolo per strappargli a forza quello che nascondeva. Kush e Dulkancellin li raggiunsero in quel momento. Il padre non ebbe bisogno di una sola parola. Guardò il figlio maggiore e attese di conoscere la causa della sua paura. Molto lentamente, Thungür staccò la mano dalla spalla e la portò 25

davanti a sé. Di fronte agli occhi di tutti, apparve infine quello che stava celando. «Era questo», protestò Piukeman, deluso. Una piuma nera, e piccolissima, per giunta. Per lui, così come per le due bambine, l’enigma era risolto. Persa ogni curiosità, i tre si disinteressarono della faccenda. Il resto della famiglia, invece, riconobbe subito che si trattava di una piuma di oriolo. Vecchia Kush, Dulkancellin, Kume e Thungür, tutti loro sapevano bene che, a seconda del modo in cui la si trovava, una piuma di oriolo aveva un significato. Era un messaggio del bosco, che non andava trascurato. «Come l’hai trovata?», domandò Dulkancellin, ricevendo la piuma dalla mano tremante di Thungür. «Avevo già fatto il giro dell’estuario. Mi mancava pochissimo per arrivare all’ultima discesa prima della valle. E in quel momento, là dove si incontrano le vecchie querce, ho sentito il mio nome. Mi sono tappato le orecchie, ma l’ho sentito di nuovo. Proveniva dall’alto, dalla chioma di una quercia che si trovava alla mia sinistra. Ho alzato la testa e ho visto cadere la piuma. In quello stesso istante, l’oriolo ha cantato». «E tu che hai fatto, Thungür?». Questa volta era stata Kush a porre la domanda, avvicinandosi al nipote. Già da un po’ Thungür aveva superato la nonna in altezza, e già da un po’ conosceva i suoi doveri. «Sono rimasto in completo silenzio, senza muovermi di un solo passo dal punto in cui mi ero fermato, ho sollevato le mani tenendo i palmi uniti e aperti…». «Hai chiuso gli occhi…». Kush lo accompagnò con un sussurro. «Ho chiuso gli occhi per non andarle incontro e per non schivarla, e ho aspettato. Era passato un po’ di tempo, e credevo che la piuma avesse ormai toccato terra. Ma quando stavo per aprire gli occhi, l’ho sentita cadere nelle mie mani». Kush parlò ancora, come dando voce a un ricordo: «L’oriolo ha cantato di nuovo…». 26

invito educare alla bellezza 2010_Layout 1 - Fazi Editore
clicca qui per scaricare la versione PDF del ... - Comune di Ostuni
Giornale in Versione PDF - Padri Maristi
Scarica la versione in PDF - Flanerí
Versione in PDF - Aib.it
versione PDF - AIB-WEB
scarica versione PDF - quellochece.com
scarica versione PDF - quellochece.com
Scaricare versione PDF della rivista - Salvamiregina.it
Scarica la versione in PDF - API Verona
Scarica la versione in PDF - API Verona
Scarica la versione in PDF - API Verona
Scarica versione PDF - 30Giorni