26.11.2013 Views

Rivista Euganeamente Luglio Agosto 2013

In viaggio attraverso i Colli Euganei Battaglia Terme, Valsanzibio, Bruno Bresciani, Giardino Labirinto, Villa Barbarigo, Castello del Catajo, Villa Selvatico, Villa Emo Selvatico, Monte Ceva

In viaggio attraverso i Colli Euganei
Battaglia Terme, Valsanzibio, Bruno Bresciani, Giardino Labirinto, Villa Barbarigo, Castello del Catajo, Villa Selvatico, Villa Emo Selvatico, Monte Ceva

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

In viaggio attraverso

i Colli Euganei

Percorso

Euganeamente

Da Battaglia T.

a Valsanzibio

Seguici anche su

storia

tradizioni

Prodotti

Euganei

Itinerari

Percorsi

Natura

Territorio

Agenda

Euganea

www.euganeamente.it


il programma completo e gli orari degli spettacoli su www.euganeafilmfestival.it

Per informazioni: info@euganeafilmfestival.it Marco 347.2935535


Progetto Euganeamente creato da Ivan Todaro e Giada Zandonà

Copia Omaggio Quaderno Monografico (pratica in attesa

di conclusione presso il Tribunale di Padova) realizzato da:

Futurama snc - Agenzia di Comunicazione e Web

Monselice - Tel. 0429 73366 www.futuramaonline.com

Stampa in Carta FSC presso Futurama snc.

Copie 10.000 - Distribuzione gratuita in più di 700 punti

(locali, apt, biblioteche, centri culturali, agriturismi)

Responsabile Progetto: Giada Zandonà

e-mail: giada@euganeamente.it

Coordinatore Progetto: Marco Trevisan

e-mail: marco@euganeamente.it

Testi:

M. Di Lello, F. Colombara,

g. Cusin, G. Zandonà, C. Antoniazzi

Foto di copertina: Giorgio Ferrato

Mappa percorso: Elisa Mortin

Pubblicità sponsor: info@euganeamente.it - 0429 73366

Si ringraziano: tutti i nostri sponsor.

Vietata la riproduzione anche parziale di testi ed immagini.

INDICE

3 Misteri e dintorni

Introduzione

4 gruppo monte ceva

Pinacoli, cenge e microfossili

6 Battaglia Terme

Generata dall’acqua

8 ILLUSTRI VIAGGIATORI

Meravigliose virtù termali

10 OPHRYS

Il profumo dell’inganno

13 BRUNO BRESCIANI

La sensibilità del tempo

14 PERCORSO EUGANEAMENTE

Da Battaglia T. a Valsanzibio per Monticelli

16 PUNTO PER PUNTO

Percorso Mora

19 CICHETI A TAVOLA

Baculus, stoccafisso, merluzzo...

20 AGENDA EUGANEA

Eventi e manifestazioni

23 UN AMICO PELOSO

“Vedo il campo magnetico dei fiori”

25 STAI FRESCO!!!

Mare o Montagna? Scegli il Parco!

26 LO SAPEVATE CHE?

Notizie e curiosità dal territorio

Misteri e dintorni

Miti, leggende e superstizioni aiutano a comprendere ciò che non sempre risulta spiegabile con

la scienza. La letteratura derivante dalla tradizione orale, le trasposizioni sceniche e teatrali, i

film e i documentari permettono oggi di far rivivere i misteri che nei Colli hanno trovato vita.

Cinema e ambiente: un connubio davvero interessante se si immagina il territorio dei Colli Euganei

come luogo ideale dei set cinematografici. Sono davvero molti gli spunti “alla celluloide” legati a

questo angolo della provincia di Padova: dal celebre “La moglie del prete”, con l’improbabile storia

coniugale tra la giovane Loren e il sacerdote Mastroianni, ai più recenti lavori di Carlo Mazzacurati.

Tra i bellissimi scorci collinari scorreva anche la tradizione dei “filò”, momenti di racconto nei quali

i cantastorie miscelavano sapientemente aspetti di vissuto reale con fantasie, aneddoti e aspetti

mostruosi, che poi vivevano nei sogni (o incubi) dei più piccoli nel corso della notte.

Oltre alle bellezze naturalistiche che i Colli offrono, è interessante soffermarsi anche sui miti e le

leggende che da sempre hanno circondato di un’aura di mistero proprio le zone collinari – brumose

e nebbiose d’inverno, surreali e ricche di suggestioni nel plenilunio estivo.

Di questi percorsi narrativi talvolta oscuri che si divincolano tra occulto, miti, leggende e sette è

bene ricordare che l’esoterismo in Veneto è stato oggetto di approfondimenti scientifici a scopo di

ricerca storica proprio per rivalutare il legame tra questa disciplina e la cultura popolare.

Boschi, monasteri, percorsi sterrati nascosti sono tra le “location” misteriose più presenti in questo

territorio, luoghi richiestissimi dai film makers che tra i Colli danno vita alle loro storie di celluloide.

Difficile marcare il confine tra vero e verosimile, tra sacro e profano, tra sapere scientifico e

superstizione. Ma tra finzione e realtà, tra reale e inventato, resta sempre fisso il comune

denominatore: il fascino dei Colli Euganei.

Marco Di Lello

www.elisatemporin.com

Misteri e Dintorni | Euganeamente • 3


Pinacoli,

cenge e

microfossili

GRUPPO MONTE CEVA

ph. Alberto Giomo

Il gruppo collinare del Monte Ceva è collegato

da una dorsale rocciosa all’acrocoro euganeo

principale e si protende nella pianura sul lato

orientale.

È costituito dai rilievi Monte Croce (89 m),

Monte Spinefrasse (202 m), Monte Ceva

(255 m), Montenuovo (150 m) e Catajo (95

m), che si susseguono lungo un arco piuttosto

stretto; tale morfologia giustifica il nome

tradizionale dato al gruppo: il ferro di cavallo.

Questi colli presentano aspetti geologici molto

interessanti per la particolare natura delle

rocce che li costituiscono, essendo formati

da un potente accumulo di brecce latitiche,

sovrapposte ad un banco di tufi e a brecce

riolitiche.

Le brecce latitiche, di colore grigio scuro e nero,

sono costituite da frammenti angolosi di roccia

vulcanica di dimensioni che variano da qualche

millimetro a parecchi decimetri, inglobati in una

matrice della stessa natura.

4 • Euganeamente | Gruppo Monte Ceva

La genesi del complesso è imputabile a

fenomeni di autobrecciatura provocati dal

brusco raffreddamento della lava, eruttata in

condizioni sottomarine (vedi Origine dei Colli,

Euganeamente n° 1).

Monte Croce - Visto dall’alto

Alluvioni

Detrito

Lava Riolitica

Brecce Latitiche

Faglia

Maree Euganee

Monte Croce - Profilo Geologico

Brecce Riolitiche

Lava Latitica

Tufite del

Monte Croce


Nel Monte Ceva, in seguito ad intensi

fenomeni di erosione da parte degli agenti

meteorici, le brecce hanno dato luogo a

morfologie particolari, come pinacoli,

cenge, grandi blocchi con profonde

incisioni per esempio il cappello del

Vescovo e la Pria tajà , questi fenomeni

sono localizzati principalmente sul lato

meridionale del colle, verso la cima.

Una situazione geologica molto speciale si

riscontra nella cava di pietrisco dismessa di

Monte Croce: un livello sedimentario, costituito

da tufi e marne, si trova interposto alle rocce

vulcaniche ed è pertanto ad esse coevo.

Una fuoriuscita di massa di lava latitica

viscosa ha formato un duomo sottomarino,

in cui la parte superficiale a contatto con l’acqua

si è brecciata per effetto termico.

La sedimentazione marina attiva in quel periodo

ha depositato uno strato di marne contenenti

micro fossili che il secondo ciclo eruttivo ha

poi coperto e conservato.

Lo studio di piccoli fossili contenuti nel livello

sopra citato ha permesso di datare l’evento

eruttivo e quindi, per estensione, di datare

anche il ciclo eruttivo che è all’origine dei Colli

Euganei.

I risultati di questi studi, confermati anche con

metodiche radiometriche, hanno permesso di

stabilire che i nostri colli si sono originati tra

i 30 e i 35 milioni di anni dal presente.

Nel gruppo del Ceva sono ragguardevoli anche

gli aspetti botanici, soprattutto negli ambienti

rupestri delle brecce affioranti, dove troviamo

associazioni vegetali molto caratteristiche.

Una specie rarissima è una piccola felce,

l’Asplenium septentrionale presente in

minuscoli popolamenti verso la cima del

Monte Ceva.

Cappello del Vescovo

È una curiosa felcetta cespitosa, con foglie

nastriformi lunghe 10–15 cm. Segnalata in

passato in altre stazioni dei Colli Euganei,

sempre in ambienti rupestri, è attualmente

presente solo nelle rocce latitiche del Ceva.

Franco Colombara

Gruppo Monte Ceva | Euganeamente • 5


con il patrocinio

del Comune

di Battaglia Terme

Generata

dall’acqua

Battaglia Terme

ph. Gabrielle Martin

Alle pendici orientali dei Colli Euganei tra le confluenza di tre

corsi d’acqua, è situato il Comune di Battaglia Terme dalla

caratteristica forma a riviera, la cui origine, a differenza degli

altri comuni euganei, ha una data ben precisa: il 1189, anno in cui

prende avvio la costruzione del Canale Battaglia. Dal 1208 si attesta

il toponimo Batalia, come centro di attività molinatoria, di produzione

cartaria e importante via di trasporto merci. Lo sviluppo industriale

si fonda infatti sul controllo dello sfruttamento delle acque, atto

che sottolinea la funzione di nucleo industriale del nuovo sito; ciò

spiega la mancanza di sistemi difensivi, mura e castelli, tipici degli

altri villaggi euganei. Nel corso del 1500 lo sviluppo mercantile è

in continuo aumento e la moda dell’epoca, dettata dall’organizzazione

razionale del territorio da parte della Repubblica Veneta, favorisce

la costruzione di numerose Ville pensate come punti nevralgici di

strutture insediative ed amministrative, ma anche come luoghi di

ozio e svago. Villa Selvatico e Villa Emo rappresentano uno degli

esempi più significativi di residenze aristocratiche del 1500-1600,

mentre il Castello del Catajo, dopo vari interventi architettonici e

di ampliamento, nel corso dell’800 diviene un ambito luogo di riposo

e villeggiatura per nobili, scrittori ed aristocratici che frequentano i

bagni termali di Sant’Elena.

La vocazione verso un’economia fondata sullo sfruttamento delle

acque trasforma il comune in un importante polo termale e favorisce

la costruzione di strutture atte alle cure termali e della prima centrale

idroelettrica della provincia (1895).

Ma non solo acqua, anche lavoratori d’acqua: il Museo della Navigazione

Fluviale (unico nel suo genere) è stato infatti pensato per conservare la

memoria dei moltissimi barcari e lavoratori che nel corso dei secoli hanno

segnato profondamente la vita e la storia di questo comune.

Paese d’acqua e di barcari, di artisti ed industriali, adagiato negli

euganei e cullato dolcemente dalle acque; Battaglia Terme si presenta

come un connubio unico di terme, canali e colline.

6 • Euganeamente | Battaglia Terme


tagliati

Xil successo

PARRUCCHIERI

SL FASHION & LOOK

Via Nazionale, 993 - Solesino (PD)

tel. 0429 770999 - sabry78@gmail.com


Meravigliose

virtù

termali

ILLUSTRI VIAGGIATORI

ph. Giorgio Ferrato

La storia del territorio di Battaglia Terme è da sempre inscindibilmente

legata all’elemento acqua: l’acqua termale, e poi l’acqua dei canali

navigabili. Queste acque sono state elemento di attrazione e motivo di

sosta per moltissimi viaggiatori illustri. Passava per Battaglia e si inoltrava

nei Colli all’altezza di Rivella Francesco Petrarca, quando da Padova

voleva raggiungere il suo ultimo ritiro di Arquà, ma non è dato a sapere se

vi si sia mai fermato per ritemprarsi alle terme. Il primo a celebrare la grotta

sudorifera del piccolo colle di Sant’Elena è stato il medico padovano

Michele Savonarola, che così ne scrive nel 1440: “senza noia alcuna si

può sudare col calor delle acque che vi scaturiscono con meravigliosa

virtù”. Mentre sulla cima del colle, la famiglia Selvatico fa costruire la bella

villa che ancora oggi è possibile ammirare e visitare, già nel 1580 arriva a

visitare i “bagni” e il piccolo stabilimento termale il filosofo e scrittore

francese Michel de Montaigne, alla ricerca di cure efficaci per la sua

calcolosi. Dopo un periodo di declino, nel 1794 il proprietario di villa e colle

Benedetto Pietro Selvatico Estense fa ricostruire le terme con un nuovo

albergo, vasche e docce, perfino una bottega del caffè, mentre dai tre

laghetti nel parco si estraggono i fanghi curativi. Nella prima metà dell’800

lo stabilimento ospita personaggi illustri come il romanziere francese Henri

Beyle, noto come Stendhal (1783-1842), e l’arciduca Ranieri d’Asburgo,

vicerè austriaco del Lombardo-Veneto (1827) con la moglie. Dopo il 1840,

acquistato dalla baronessa Maria Wimpffen, moglie di un generale

austriaco, il rinomato luogo di cura attira molti turisti dell’area tedesca, tra

cui spiccano i nomi del naturalista ed esploratore berlinese Alexander von

Humboldt (1769-1859) e del poeta romantico Heinrich Heine (1797-

1856) di Dusseldorf. Passata dalla famiglia Emo Capodilista alla Cassa

Nazionale delle Assicurazioni Sociali, poi INPS, negli anni ’30 del secolo

scorso lo stabilimento di Battaglia accoglie ancora malati bisognosi di

cure, fino agli anni ’80 per poi chiudere i battenti. La storia delle terme di

Battaglia si dimostra un patrimonio prezioso per i Colli Euganei e una

risorsa importante per tutto il nostro territorio.

Cristina Antoniazzi

Compro Oro e Argento

Acquistiamo oro e argento usato

Pagamento immediato in contanti

Via Cadorna 36, MONSELICE (PD) - Tel. 0429.767108 - 346.4248513

oronadia@gmail.com - www.oronadia.it

Siamo anche a: Cazzago di Pianiga (VE) - Piazza A. Dalla Chiesa, 2 (Strada Provinciale) - Thiene (VI) - via Dante, 68

8 • Euganeamente | Illustri Viaggiatori


CHE COS’È IL FENG SHUI?

Il Feng Shui studia l’ambiente in cui viviamo e lavoriamo,

analizza le Energie della Terra legate agli orientamenti spaziali,

considera le forme, i colori, i materiali e le funzioni necessarie

per ideare e realizzare un abito che ci calzi a pennello e che ci

renda unici.

Le abitazioni, gli uffici, i negozi e tutti gli ambienti dove

trascorriamo le nostre giornate, sono la nostra terza pelle e

quando non stiamo bene nei “panni” che indossiamo, il nostro

disagio si manifesta in modo sottile in tutti gli aspetti della vita.

Se è vero, quindi, che passiamo la maggior parte del tempo in

luoghi chiusi piuttosto che in spazi aperti, è altrettanto vero che

essi possono diventare fonte di stress, malattie e malumori.

Il Feng Shui è una disciplina orientale millenaria, nata in Cina

più di 3000 anni fa, il cui significato letterale è “Vento e

Acqua”. Si racconta che “quando l’Energia del Qi che viene

dalle Montagne incontra il Mare attraverso i Venti, allora si

trova l’Armonia”. Non parliamo di magia, ma di scienza, di

antichi studi con profonde radici. Se associamo al Vento il

Cielo e all’Acqua la Terra, capiamo che l’equilibrio necessario

per riportare armonia è legato agli elementi naturali, alla Natura

ed ai principi che essa stessa offre a noi Uomini.

L’obiettivo del Feng Shui è quello di accompagnare lo sviluppo

dell’Individuo curando la sua salute ed il suo benessere,

valorizzando e favorendo la sua creatività, la sua realizzazione

personale e facendo emergere tutto il suo potenziale. Tutto

questo attraverso la semplicità di una antica tecnologia che

applica le cosiddette “cure”: cambiare casa senza cambiar casa.

Il Consulente Feng Shui, quindi, interviene sull’ambiente come

un Medico Agopuntore sul corpo umano, utilizzando un ricco

sistema di rimedi curativi, presi dalle energie naturali che

circolano nell’ambiente, per il raggiungimento dell’armonia e

della salute.

La Scuola Italiana di Architettura Feng Shui ha scelto la splendida

cornice del parco dei Colli Euganei come nuova sede per

il Corso Professionalizzante .

La Scuola si pone come un importante “corpus” disciplinare,

in grado sia di integrare ed arricchire il percorso formativo e di

aggiornamento di architetti, geometri, designers, project managers

e imprenditori, che di avvicinare alla disciplina del Feng

Shui tutti coloro che avessero voglia di intraprendere un

cammino di conoscenza olistico sul benessere personale e

abitativo.

Arch Giorgia Drovandi

PER INFO E PRENOTAZIONI:

Cell 348 1405991

email: archfengshuitermeeuganee@gmail.com

FB: Architettura Feng Shui Terme Euganee

www.lacostigliola.org

Incontro gratuito e aperitivo di benvenuto

20 Settembre 2013 ore 19.30

presso La Costigliola (Rovolon)


Il profumo

dell’inganno

Ophrys

ph. Siro Morello

Le orchidee “abitano” tutto il pianeta ad esclusione dei deserti e

delle zone circumpolari, con oltre 25.000 specie diverse (come

numero di specie sono al secondo posto in natura), mentre gli

ibridi artificiali prodotti dai floricoltori sono almeno il doppio.

Naturalmente la maggior parte di esse vive nelle zone tropicali ed è

epifita (vivono sugli alberi), in Europa ci sono circa 300 specie e nei

Colli Euganei possiamo incontrare più di 30 diverse orchidee.

Il loro rizoma ha una forma particolare: oltre all’apparato radicale

tipico ha due “tuberi” di forma particolare, infatti Orchis in greco

significa testicolo. Il tubero vecchio serve per la nutrizione della pianta

nel presente mentre quello giovane per sviluppare la pianta nella

stagione successiva, che si “sposterà” nel terreno verso la posizione

dove prolificano i nuovi tuberi.

La riproduzione può essere sessuata ed a questo compito ci pensano

gli insetti, oppure asessuata grazie alla capacità di autoimpollinarsi

quando l’apparato florale si secca, come fa l’Ophrys apifera (Vesparia).

Le orchidee producono migliaia di semi, ma generare nuove piante

da essi non è cosa facile: perché un seme possa germogliare deve

(almeno nei primi stadi di sviluppo) avere un rapporto di “simbiosi”

con un funghetto: il Corticium catonii.

C’è da considerare, però, che più che un rapporto simbiotico positivo è

una specie di competizione: il fungo si attacca alle radici dell’orchidea

anche con lo scopo di usarla come nutrimento, lei si difende e lo tiene

a bada usando delle sostanze funghicide, però senza eliminarlo del

tutto... perché gli serve per crescere!

Ci sono orchidee che per produrre l’apparato radicale impiegano

12-13 anni.

Personalmente le orchidee spontanee che più mi affascinano sono

quelle appartenenti al genere Ophrys perché i loro fiori assomigliano

a degli insetti. Queste orchidee emanano un profumo particolare

(ferormoni) simile a quello dell’insetto femmina che rappresentano; lo

scopo è quello di attirare l’insetto maschio per la riproduzione.

La Plathantera clorantha produce verso l’imbrunire un aroma

particolare (ferormone) che ha lo scopo di attirare una farfalla

notturna che per le sue caratteristiche morfologiche (possiede una

spirotromba molto allungata) è l’unico insetto che può raggiungere il

nettare raccolto nel lunghissimo sperone del fiore. L’orchidea, conoscendo

il momento della giornata nel quale la farfalla è attiva emana il profumo sul

far della sera e così si assicura la riproduzione.

Gastone Cusin

10 • Euganeamente | Ophrys


Città di

Monselice

Assessorato alla

Cultura

MONSELICE

Città di

Monselice

Assessorato

allo Spettacolo

Seconda Edizione

Provincia

di

Padova

futuramaonline.com

Giovedì 11 luglio

RUMORS

di Neil Simon

“La Gioiosa” di Solesino (Pd)

Giovedì 25 luglio

PESCI FORA DE AQUA

di Giacinto Gallina e Renato Selvatico

“Palcoscenico Città di Monselice”

Giovedì 8 agosto

LA CORTE DE LE PIGNATE

di Eugenio Ferdinando Palmieri

“Proposta Teatro Collettivo”

di Arquà Polesine (Ro)

MONSELICE

Piazza Mazzini ore 21,15 Ingresso Gratuito

INFO: Ufficio Cultura - 0429 786913 - Ufficio Turistico - 0429 783026

6ª edizione 2013

26-27-28 LUGLIO

Rassegna musica pop anni '60

e concerto finale dei CAMALEONTI

COMUNE

DI MONSELICE

Assessorato

al Turismo

Le Stelle

dell’Estate

A Spasso tra le Costellazioni

notturno di astronomia musica e danza

MONSELICE

13 LUGLIO 2013

ore 20,00 – 01,00


La sensibilità

del tempo

ph. Giada Zandonà

Bruno BREsciani

Nascere 70 anni fa in quella che era l’antica cartiera carrarese a

Battaglia Terme significa respirare fin da subito un’aria di arte

antica che irrimediabilmente influenzerà la tua vita. Succede

a Bruno Bresciani, pittore, artista ed artefice di indimenticabili scorci

euganei.

«Forse sono stato suggestionato dai muri della cartiera, o forse

solo mi sono innamorato dell’arte fin da piccolissimo. Anni di

sperimentazione, accompagnati nei primi passi da un grande maestro,

mi hanno portato a scoprire ed affinare il mio personale linguaggio

pittorico, fino a farmi fare 47 anni di intenso artigianato».

Prima di arrivare a raccontare attraverso gli acquerelli il fascino senza

tempo del paesaggio euganeo, Bruno ha affrontato un’importate gavetta:

«Sono stato giovane ceramista di bottega, ho dipinto su carta,

a penna, a matita, ad olio ed ogni tanto, per racimolare la giornata

lavoravo con degli amici nelle bancarelle di antiquariato ed a volte, con

un mio “falso d’artista” alle 8.00 del mattino avevo già guadagnato la

giornata... ma la vera spinta artistica arriva nel 1973 con il 4° premio della

Biennale Internazionale di Bologna ed il rispettivo compenso in denaro!».

Bresciani è un pittore nostrano, legato alla sua terra natia, di cui

ha colto seducenti e dimenticati scorci di ville, chiese, casolari

ed angoli nascosti, fissando sulla tela tutta l’estetica e la poetica di

un paesaggio in continua mutazione, reso immortale dalla delicatezza

dell’acquerello sulla tela.

«Percorrevo in motocross strade e sentieri dei Colli, affascinato dal

mosaico di colline, acque e terre... fissavo tutto nella mia mente, facevo

qualche fotografia e nel mio studio cercavo di tradurre in pittura

ogni sensazione, ogni mutamento del tempo, afferrando il passato

per conservarlo tra i chiaro scuri della tela».

Bruno non si presenta solo come pittore ed artista, è anche tecnico e

gestore della centrale idroelettrica di Battaglia Terme, sintomo di una

personalità poliedrica, attiva ed affinata.

L’amore per la sua terra lo rende cantore ed interprete del territorio

euganeo, testimone unico della bellezza utopica di un paesaggio senza

tempo che resta impresso ed incontaminato nelle sue straordinarie

opere.

Giada Zandonà

Bruno Bresciani | Euganeamente • 13


Percorso Euganeamente

L’estate con le sue calde ed assolate giornate si rivela perfetta per

rilassarsi, divertirsi e soprattutto per cogliere le particolarità uniche

del territorio euganeo. Attraverso un percorso cicloturistico di 20 km

adatto a tutti, senza salite impegnative da fare in bici o in auto, scopriremo

navigli, laghetti termali, castelli e labirinti.

Dal parcheggio della nuova Chiesa parrocchiale San Giacomo di Battaglia

Terme in Viale dei Colli Euganei si prosegue a destra oltrepassando l’entrata

dell’ex Parco Inps ed ancora a destra nell’argine del Canale Battaglia

(solo ciclabile, le auto devono seguire la SS 16).

Sulla riva opposta, raggiungibile mediante l’unico ponte pedonale del

territorio euganeo, si trovano la statua di San Giovanni Nepomuceno e

l’antica Chiesa di San Giacomo, mentre alla nostra destra il meraviglioso

giardino con cinque laghetti termali progettato da G. Jappelli, fa da

contorno a Villa Selvatico (1593), che con i suoi 140 gradini si erge sul

colle di Sant’Elena (o della Stufa) dimostrandosi una delle costruzioni più

seducenti e particolari del territorio.

Seguendo il fiume arriviamo alla botte di Rivella dove sorge Villa

Emo (progettata da Vincenzo Scamozzi nel 1588), giriamo a destra,

oltrepassiamo il passaggio a livello e seguiamo la strada sterrata a destra

verso il Castello di Lispida (dal 1150 al 1792 monastero agostiniano)

sorto vicino al laghetto termale di Lispida, seguiamo subito la via a

sinistra mentre i Monti Piccolo (316 m), Orbieso (330 m), Venda (601 m)

e Rua (416 m) si mostrano di fronte a noi.

Ci stiamo avventurando nella frazione di Monticelli, antico e quieto borgo

sul Monte Pignàro (27 m) sorto accanto a Villa Renier (sul Monte

Archino 25 m); seguiamo la strada verso sinistra fino alla Chiesa, dove

giriamo a destra in direzione Lago della Costa e procediamo al trivio per

Valsanzibio.

Davanti a noi si apre una vallata verde e rigogliosa, con vigneti, alberi da

frutto e lo stagno di Corte Borin nascosto nella via sulla sinistra. Dopo

qualche strappo in salita ed alcune discese imbocchiamo alla nostra

sinistra via Ventolone procediamo in semicerchio e allo stop subito a

sinistra per la salita di via Sant’Eusebio.

Continuiamo dritti, salendo leggermente sul Monte Orbieso (nel quale è

situato il Calto Callegaro con la sorgente Fontana de łe Biasioe) mentre

un panorama meraviglioso si apre attorno a noi ed il Monte Ventolone e

Piccolo ci accompagnano a sinistra; una stradina sterrata conduce ai resti

dell’antico Priorato di Sant’Eusebio (una piccola chiesetta che sorgeva

su uno sperone collinare all’ingresso della valle e dà il nome alla località).

Incontriamo l’antico centro di Valsanzibio (la prima memoria storica

risale al 1155), passiamo in corrispondenza del cimitero, dell’antichissima

Chiesa di San Lorenzo, luogo affascinante e ricco di memorie. Un viale di

cipressi risale il Monte Staffolo (100 m, nome di origine longobarda riferito

ad un cippo di confine) ed indica la prosecuzione di un continuum naturale

che porta al Giardino Barbarigo Pizzoni Ardemani, un complesso

rifugio agreste con molti riferimenti simbolici, considerato uno dei più bei

giardini italiani.

Allo stop seguiamo la sinistra, costeggiamo le valli di Valsanzibio e dopo

qualche breve saliscendi arriviamo ad una rotonda dove teniamo la destra.

Siamo nella località un tempo chiamata Porto, toponimo che svela l’antica

presenza di un corso d’acqua navigabile con approdo per imbarcazioni

(oggi sono ancora presenti alcuni laghetti visitabili).

Giriamo a sinistra in via del Lavoro, poi a destra in Via Regazzoni Alta, che

costeggia i Monti Valli (184 m), Alto (182 m) e Trevisan (205 m) mostrando

un meraviglioso panorama dei Colli Euganei culminante in una salita da cui

parte il sentiero per il Monte Ceva (255 m).

Scendiamo ora a destra per via Regazzoni Bassa, in una piacevolissima

discesa rinfrescante immersa nella vegetazione.

Allo stop teniamo la sinistra ed arriviamo ad una rotonda, ancora a sinistra

e prima di proseguire verso il sottopassaggio, possiamo scoprire la storica

Cava di Trachite del Monte Croce (89 m) da cui attraverso il sentiero

n.15 chiamato Ferro di Cavallo, si arriva a Villa Vallier, al Castello del

Catajo e al Museo della Navigazione Fluviale per tornare ad anello al

Monte Croce.

Proseguiamo per il sottopassaggio in via Montenovo, arriviamo alla

splendida Conca di Navigazione e giriamo a destra verso il centro di

Battaglia Terme, che adagiata tra un intreccio di canali, con le sue particolari

costruzioni appare quasi una cittadina lagunare.

Oltrepassiamo la biblioteca, procediamo dritti per tornare al punto di

partenza.

14 • Euganeamente | Percorso Euganeamente


da Da Zovon Battaglia a Rovolon T. a Valsanzibio per Carbonara per Monticelli

ESTE

MT

416

Monte

Rua

Teolo

MT

385

Monte

Gallo

MT

330

Monte

Orbieso

Fontana

Delle BiasIoe

Giardino

Labirinto

Villa

Barbarigo

Pieve

S. Lorenzo

MT

408

Monte

Ventolone

MT

127

Monte

Siesa

arquà petrarca

MT

187

Monte

Delle Basse

MT

316

Monte

Piccolo

MT

149

Monte

Zogo

galzignano

MT

136

Monte

4

MT

184

Monte

delle Valli

Trattoria

DA MARINO

valsanzibio

3

MT

130

Monte

Cimisella

Azienda Vitivinicola

Tenuta San Zibio

Laghetto

Corte borin

Calbarina

Ristorante - Pizzeria

La COSTA

Lago

della Costa

Porto

2

6

MT

207

Monte

Alto

Ristorante - Pizz

DISCO VALLEY

5

1

Villa

Renier

Fonte

Raineriana

Ristorante

NONNA PAPERA

MT

94

Monte

Lispida

MT

207

MT

205

Monte

Trevisan

Bagni di

San Bartolomeo

Monte

Castellone

Enoteca

Fermati

un momento

Trattoria

DA MARIO

Chiesa

MT

202

Monte

Spinefrasse

Villa Emo

MT

201

Monte

Oliveto

MT

255

Monte

Ceva

MT

89

Monte

Croce

Trattoria

Centrale

7 Snack Bar

EV CAFÈ

Chiesa

Villa

Selvatico

monticelli

Laghetto

Lispida

Castello

LISPIDA

8

RIVELLA

10

Turri

MT

150

Monte

Nuovo

Villa

Vallier

Ristopizza

baccanale

9

Castello

del CataJo

Pigozzo

Canale Battaglia

Conca di Navigazione

Arco di Mezzo

Battaglia

terme

Museo

della Navigazione

Monselice

Canale Vigenzone

PAdova

con il patrocinio

Ristoranti - Pizzerie - Agriturismi

Ville - Chiese - Monumenti

Colli Euganei

Cantine - Enoteche

Fontane

Percorso Mora - Km 20

Parco Regionale

Colli Euganei

Prodotti Tipici

Sito d’interesse

Sentiero Parco Colli Euganei


punto per punto

Percorso Mora

DA MARIO

Trattoria

LA COSTA

Ristorante – Pizzeria

DA MARINO

Trattoria

TENUTA S. ZIBIO

Azienda Vitivinicola

1 3

4

6

Cucina tipica Euganea

Specialità Musso

Via Monticelli, 11

Monselice 0429 73402

Banchetti e Matrimoni

Specialità Stagionali

Vini di produzione propria

Cucina sempre aperta

tipica dei Colli Euganei

Via Noiera, 11

Galzignano T. 049 9130015

Vendita vini doc e docg

dei Colli Euganei

NONNA PAPERA 2 DISCO VALLEY

Ristorante Pizzeria Gelateria

Pizzeria – Ristorante

5

azienda pluripremiata

al concorso:

- nazionale enologico

douja d’or - Asti

Prodotti tipici e stagionali a Km 0

Area Giochi Bambini

Zona relax adulti

Via dei Colli, 11

Monselice 0429 789302

www.nonna-papera.it

Via Costa, 105

Arquà Petrarca 0429 73003

www.ristorantelacosta.it

Divertirsi in compagnia con

musica, giochi e

intrattenimento

Ampio giardino esterno

Via Regazzoni, 30 Galzignano T.

049 9130371 - 331 9122462

Per info ed eventi

www.discovalley.it

- mondiale di Bruxelles

Via Petrarca, 10/B

Valsanzibio di Galzignano T.

049 7967281 - 334 1938301

www.tenutasanzibio.com

16 • Euganeamente | Punto per Punto


Battaglia T. - Monticelli - Valsanzibio

ph. Paolo Fidelfatti

FERMATI UN MOMENTO

Enoteca – Salumeria

BACCANALE

Bar Ristopizza

EV Caffè

7 9 10

Snack Bar Gelateria

Caffè, gelati,

panini e tante

altre specialità

Ombre e Spunciotti della

tradizione Veneta

Viale dei Colli Euganei, 43

Battaglia T. 049 5911088

fermatiunmomento@hotmail.it

CENTRALE

Bar - Trattoria

8

Baccanale apre nuovi orizzonti

al concetto di bar, ristorante

e pizzeria!

Da noi musica, eventi e design

si fondono con il gusto per il

cibo fresco e sano, dalla

colazione al dopo cena

Viale Colli Euganei, 34

Battaglia Terme

049 526229

Specialità Musso,

Trippe e Baccalà

Via A. Volta, 5

Battaglia Terme

049 525069

Piazza Della Libertà, 21

Battaglia Terme

049 525178

Promuovi la tua attività, azienda o evento

con soluzioni economiche e personalizzate

Monselice via Garibaldi 81 - 0429 73366

info@euganeamente.it - www.euganeamente.it

Punto per Punto | Euganeamente • 17


VENDITA PROMOZIONALE

per rinnovo esposizioni

FUORI TUTTO

la nostra qualità a prezzi bassi

SCONTI

50

fino al

%

fino al 31/07

Pernumia PD

Tel. 0429 779160

PARCHEGGIO INTERNO


Baculus,

stoccafisso,

merluzzo...

CICHETI A TAVOLA

Il nome Bacalà, in Veneto e nelle zone che un tempo erano sotto il

dominio della Repubblica di Venezia, identifica il Merluzzo bianco

(Gadus morhua) essiccato al vento fresco del Nord.

DESCRIZIONE: il Gadus morhua è un pesce dell’ordine dei Teleostei

lungo sino a 2 metri che può arrivare a pesare anche oltre i 50 Kg.

Ha una forma un poco allungata, con testa piuttosto grande ed un

vistoso barbiglio chiaro sotto il mento. La pelle varia dal verdastro al

bruno con macchiette gialle sul dorso ed una linea laterale bianca su

tutto il corpo.

HABITAT: vive nei mari freddi del Nord, in particolare nel Mar Baltico

e nell’Oceano Atlantico Settentrionale. La pesca è effettuata dai

pescherecci tramite reti o ami da dicembre ad aprile.

UTILIZZO: si può consumare come pesce fresco, sotto sale o mediante

l’essiccazione naturale per tre mesi in un luogo aperto esposto ai venti

freddi del nord; successivamente viene fatto riposare per altri 2-3 mesi

in un luogo chiuso e asciutto. Quest’ultimo metodo è quello che da

origine al Bacalà veneto e che ne permette la conservazione anche

per anni. Al termine dell’essiccamento ha perso circa il 70% del suo

contenuto originario di acqua riuscendo però a mantenere proteine,

vitamine, sali di ferro, calcio e omega3.

CURIOSITÀ: nel 1432 il patrizio e mercante veneziano Piero Querini

naufraga nelle isole Lofotenin della Norvegia dove scopre il piatto

tipico del luogo lo stock–fish o “bastone”. Il Merluzzo essiccato viene

portato così in Veneto, proponendosi come sostituto del pesce fresco

e come alimento dalla lunghissima conservazione. Dalle ultime ricerche

è emerso che il merluzzo ha un alto contenuto di arginina una sostanza

naturale che migliora le prestazioni maschili.

BACALÀ

MANTECATO

Ingredienti per

4 persone

300 gr. di Bacalà

olio extra vergine

di oliva

dei Colli Euganei

250 ml di latte

1 limone

alloro aglio

prezzemolo

scorzetta di arancia

pane tostato

o polenta

PREPARAZIONE

In un recipiente capiente mettete a mollo

per almeno 48 ore, il Bacalà già battuto,

cambiando l’acqua almeno due volte.

Aprite il pesce togliendo tutte le spine,

le parti dure e tagliatelo poi a pezzi,

mettendo da parte la pelle (considerata da

alcuni una vera leccornia).

In una pentola ponete a cuocere l’olio,

l’aglio, il succo di un limone, il latte e l’alloro

con le polpe del Bacalà per circa 20-30

minuti. Scolate il pesce e mentre è ancora

caldo ponetelo in una terrina dal fondo

arrotondato per “mantecare” la polpa.

L’ideale sarebbe usare la zangola, ma anche

una frusta per polenta va benissimo.

Cominciate a sbattere il Bacalà nel

medesimo senso, versando l’olio a filo

(la quantità di olio varia a seconda della

qualità del pesce) lasciandolo assorbire

lentamente. Aggiungete il latte rimasto

dalla cottura precedente, salate e pepate e

continuando a mescolare fino ad ottenere

una crema compatta, spumosa e bianca.

L’operazione richiede circa 20-30 minuti.

Ponetelo in frigorifero fino al momento

di servirlo su pane caldo tostato o

polenta abbrustolita, decorando con

prezzemolo e scorza d’arancia.

Cicheti a Tavola | Euganeamente • 19


AGENDA EUGANEA

Luglio Agosto 2013

JAZZ BY THE POOL

Dal 28 Giugno al 6 Settembre

Montegrotto Terme

Hotel Preistoriche

Musica e cena

in piscina termale

www.jazzbythepool.it

BEEROCK

Dal 2 al 14 Luglio

Monselice - Ex Kartodromo

Musica e stand gastronomico

PANE PIZZA E... BOLLICINE

Dal 4 al 9 Luglio

Cinto Euganeo

Musica e stand gastronomico

Oneida Tour

12 Luglio

Abano Terme isola pedonale

Concerto musicale

25ª FESTA DELLA

TREBBIATURA

Dal 5 al 14 Luglio

Torreglia

Musica e stand gastronomico

SAGRA DEL CARMINE

Dal 11 al 16 Luglio

Monselice - Carmine

Musica e stand gastronomico

BISATTO BEAT

12-13-14-15 Luglio

Este - Castello

ESCURSIONI CON

ASS. ALICORNO

Passeggiate in notturna

27 luglio

Percorsi e Delizie d’Estate

a Vo’ cena in agriturismo

14 agosto

Aspettando Ferragosto

a Torreglia con cena al sacco

24 agosto

Animali della notte e spiriti

del bosco da Valnogaredo

al Calto della Casara

FESTIVAL CORALE

INTERNAZIONALE

12 e 19 Luglio

Abbazia di Praglia - Teolo

Concerto musicale

OMAGGIO A VERDI

13 Luglio

Pieve San Lorenzo Valsanzibio

Complesso Strumentale

Galzignano Terme

SAGRA DEL REDENTORE

Dal 19 al 24 Luglio

Cervarese Santa Croce

Musica e stand gastronomico

SAGRA S. MARTA

Dal 26 al 30 Luglio

Valle San Giorgio

Musica e stand gastronomico

ARQUÀ IN TOUR

Dal 2 all’11 Agosto

Arquà Petrarca

Musica e stand gastronomico

ESTATE IN ARENA

Dal 4 Luglio al 31 Agosto

Montemerlo

Tutti i giovedi e sabato

Spettacoli - teatro - cabaret

www.montemerlo.it

WOODSTOCK VILLAGE

Dal 19 al 21 Luglio

Montegrotto Terme

Musica e stand gastronomico

31ª FESTA DELLA BIRRA

Dal 19 al 29 Luglio

Rovolon

Musica e stand gastronomico

www.festadellabirrarovolon.it

La traviata

20 luglio

Abano Terme - Teatro Magnolia

Opera

PALIO DELLO SPARVIERO

Dal 26 al 28 Luglio

Castello di San Martino

Cervarese Santa Croce

MONSELICE BEAT

Dal 26 al 28 Luglio

Monselice

Musica ed animazione

ARMONIE DEL GUSTO

27 Luglio e 7 Settembre

Concerti e passeggiate

www.parcocollieuganei.it

Mtb coppa colli euganei

27 Luglio Este

Gara ciclistica

FESTA SULL’ACQUA

28 Luglio - Battaglia Terme

Calicanto

31 Luglio

Battaglia Terme - Catajo

Concerto musicale

CIAO MITICO

3 Agosto

Este - Piazza Maggiore

3° Memorial Roberto Montin

Musica ed animazione

SAGRA DELLA

MADONNA DELLA NEVE

Dal 2 al 7 Agosto - Rovolon

Musica e stand gastronomico

DOWNHILL

2-3-4 Agosto - Teolo

Campionato mondiale

pattini su strada

FESTA DEL VILLEGGIANTE

Dal 9 al 18 Agosto

Teolo

Musica e stand gastronomico

20 • Euganeamente | Agenda Euganea


FIERA DI SAN LORENZO

Dal 8 al 11 Agosto

Vo’ - Fiera ed esposizioni

Musica e stand gastronomico

Este Cinema

Tutti i mercoledi

fino al 7 Agosto

Este - Chiostro S. Francesco

NOTTE DI SAN LORENZO

10 Agosto

Torreglia - Villa dei Vescovi

Osservazione del cielo

e bagno termale

CALICI DI STELLE

9-10-11 Agosto

Villa Beatrice - Baone

Musica e degustazione vini

www.calicidistelleeuganei.it

PAESAGGI CON VISTA

11-12-13 Agosto

Galzignano T.

Anfiteatro del Venda

Teatro

Festival latino

Dal 15 al 18 Agosto

Este

Musica e animazione

CENA DI FERRAGOSTO

15 Agosto

Monselice - Piazza Mazzini

Stand gastronomico

RITORNANDO AL MEDIOEVO

Dal 13 al 18 Agosto

Lozzo Atestino

E...STATE IN PIAZZA

Dal 16 al 25 Agosto

Abano Terme

22ª FESTA DEI BIGOLI

Dal 17 al 26 agosto

Monterosso

Musica e stand gastronomico

FIERA DI SAN BARTOLOMEO

21 e 22 Agosto Battaglia T.

FESTA DEL BO

Dal 29 Agosto al 2 Settembre

Cervarese Santa Croce

Stand gastronomico

PARCO DELLE STELLE

31 Agosto

Casa Marina - Galzignano T.

Osservazione del cielo

SO FAR SO GOOD

Dal 16 al 31 Agosto

Abano T. - Villa Bassi

Musica - incontri - proiezioni

food and drink e vegetanlove

angolo baratto

EuganeuS Trail

31 Agosto

Montegrotto T. - Villa Draghi

Gara ciclistica

SCULTURE IN GIARDINO

Fino al 30 Settembre

Abano Terme - Villa Bassi

PARCO BUZZACCARINI

Monselice

Tutti i giorni 9.00 - 24.00

Giochi per bambini,

punto ristoro, spazio sport,

giardino botanico, concerti,

attività pomeridiane

e serali per adulti e bambini

EUGANEA FESTIVAL

Dal 28 Giugno al 14 Agosto

Cinema-Musica Teatro-Natura

12 Luglio

Teolo - Passo delle Fiorine

Degustazione di vini

e proiezioni

19 Luglio

Monselice

Giardini del Castello

Proiezioni

2 Agosto

Monselice - Marendole

Villa Buzzaccarini

Proiezioni

Il programma completo

delle serate su:

www.euganeafilmfestival.it

Si declina ogni responsabilità per eventuali

variazioni di orari, date e programmi.

Promuovi la tua azienda

o la tua manifestazione

con soluzioni economiche

e personalizzate attraverso

www.euganeamente.it

il sito web più aggiornato

dei Colli Euganei con

70.000 100.000 visitatori dal dal 2012

ad oggi e più di 2000 5000

contatti settimanali

attraverso i social network.

La Rivista Euganeamente

stampata in 10.000 copie

distribuita in 700 punti,

ti offre la possibilità

di raccontare la tua

Azienda, di valorizzarla

in modo efficace con

articoli redazionali, spazi

pubblicitari con soluzioni

personalizzate ed

inserimento nel punto per

punto dei nostri percorsi.

Per info 0429 73366

info@euganeamente.it

Visita www.euganeamente.it per avere maggiori informazioni sugli eventi

e scoprire tutte le altre manifestazioni, corsi e attività del territorio Euganeo

Agenda Euganea | Euganeamente • 21


www.at-pro.it/guidealpine

ARRAMPICATA SPORTIVA

ARRAMPICATA JUNIOR

ALTA MONTAGNA

VIE FERRATE

SCIALPINISMO

CASCATE DI GHIACCIO

ARRAMPICATA SPORTIVA

Apprendere i principi dell'equilibrio, le

tecniche di base dell'arrampicata e le

manovre fondamentali di sicurezza per

conoscere una nuova divertente attività.

Sia a livello giovanile che in età più

avanzata l'arrampicata coinvolge molte

catene cinetiche e la maggior parte dei

muscoli del corpo, oltre a sviluppare la

consapevolezza dell'individuo, l'equilibrio

ed il carattere.

• corso base

• corso avanzato

• corso vie più tiri

I programmi completi di tutte le attività, info e iscrizioni su www.at-pro.it/guidealpine

Tel. + 39 350 5095536 - e-mail: guide@at-pro.it https://www.facebook.com/AtProGuideAlpine


“Vedo il

campo elettrico

dei fiori”

ph. Otello Raimondi

Un amico Peloso

Il Bombo è un insetto Imenottero (cioè dotato di ali con membrana),

appartenente alla famiglia degli Apidae, considerato un impollinatore

fondamentale per la riproduzione e proliferazione di moltissime varietà

botaniche. Non è un animale aggressivo e solo in casi davvero eccezionali

la femmina può pungere l’uomo.

Sferico e peloso!

Ha un corpo alato lungo 2,5-3 cm caratterizzato da una livrea nera e gialla

ricoperta da una soffice peluria. Dalla primavera all’estate vive in piccole

colonie formate da 50 a 300 individui, che però non supereranno l’inverno.

La vita dell’insetto maschio è molto breve, mentre l’insetto femmina

trascorre il letargo in un luogo riparato per poi svegliarsi in primavera e

cercare delle piccole cavità nel terreno o negli alberi in cui costruire una cella

di cera dalla caratteristica forma ad anfora in cui formare la nuova colonia.

Super impollinatore!

È ghiotto di nettare che estrae dai fiori tramite una lunga lingua, per poi

trattenerlo nel gozzo e portarlo nelle celle del nido. La quantità di cibo

accumulata, a differenza delle api, è molto esigua e quindi sufficiente

solo per alcuni giorni; inoltre il nettare non viene lavorato e quindi non si

può consumare sotto forma di miele. La raccolta del nettare migliora con

l’esperienza e la specializzazione rispetto ad alcuni particolari fiori;

il Bombo dimostra così grandi doti di apprendimento, mentre da una

recente ricerca è emerso che è in grado di vedere il campo elettrico dei fiori.

Il lavoro più faticoso del Bombo è quello di impollinatore: durante il pasto

si strofina sui pistilli del fiore che sta visitando e la peluria di cui è ricoperto

il suo corpo si riempie di polline che viene così trasportato di fiore in fiore.

Impossibile, ma volo!

Il suo volo è dato dal battere delle ali che oltre a muoversi dall’alto in

basso ruotano su loro stesse, creando così dei vortici che gli permettono

di galleggiare nell’aria, perché il rapporto tra la dimensione del corpo del

bombo e le sue ali (molto piccole) non gli permetterebbe di volare.

Io ronzo e vibro!

Il suo forte ronzio non è causato dal batter d’ali ma dalla vibrazione dei

muscoli del volo che, separati dalle ali fanno vibrare l’intero addome

dell’insetto. Questo movimento gli permette di sviluppare e mantenere il

calore che serve per tutte le sue attività biologiche e per riscaldarsi.

Dove sono!

Si può incontrare facilmente nei prati, vegri e giardini del territorio euganeo.

Gli insetti pronubi (impollinatori) sono animali protetti dalla legge perché

rischiano l’estinzione a causa dello smodato e massiccio uso di pesticidi,

sia in agricoltura che in ambito domestico.

Un amico Peloso | Euganeamente • 23


Sottotitolo - Descrizione Corpo 9,4

Vino

Mare o

Montagna?

Scegli il Parco!

ph. Nome Cognome

Stai Fresco!!!

In queste giornate in cui la temperatura estiva si fa fortemente sentire,

abbiamo voglia di fuggire dalle città e dal loro concentrato di afa e stress

per trovare un poca di pace ed un po’ di refrigerio in luoghi freschi,

ventilati, rilassanti ed ombreggiati, dove poter divertirsi o riposarsi un

poco. Non sempre è facile trovare una “piccola isola felice”, c’è l’eterno

dilemma tra mare e montagna, distanze chilometriche caratterizzate da

ore di traffico... per poi arrivare e trovare la stessa confusione e le stesse

temperature che credevamo di esserci lasciato alle spalle.

La meta delle nostre giornate estive deve essere fresca, accogliente, con un

bel panorama e spazi per poter riposare, giocare o semplicemente oziare.

Il Parco Buzzaccarini di Monselice (Via San Giacomo) ed il Parco

Lonzina di Torreglia (Via Malterreno) sono l’oasi che cercavamo nei

Colli Euganei: ampi spazi verdi, alberi enormi, giochi per bambini,

prati infiniti, animaletti simpatici che ci camminano affianco, luoghi

per lo sport, giardino botanico, punti di ristoro, zona grigliata e picnic...

ed anche serate danzanti, concerti, performance ed incontri

culturali. Cosa aspettiamo? Passiamo una giornata al Parco, il luogo

ideale dove poter creare nuove amicizie, partecipare alle attività delle

Associazioni, stare a contatto con la natura in modo sano e divertente,

a due passi da casa.

Anche i boschi dei Colli Euganei con il loro particolare micro clima sono

un’ottima meta per sfuggire alla calura estiva ed il refrigerio dell’ombra

degli alberi è ancora più piacevole se possiamo bagnarci i piedi in un

ruscello o una fonte. Inoltriamoci allora nei luoghi più misteriosi dei nostri

Colli per scoprire Fonte Regina, Calto Pendice, il Laghetto del Venda o il

Biotopo San Daniele, mete facilmente raggiungibili e gratuite. Non

dimentichiamo lo splendido parco di Villa dei Vescovi (Luvigliano -

patrimonio del Fai) dove vengono organizzate giornate a tema, eventi

culturali e colazioni in villa. Chi ha voglia di passare qualche ora avventurosa

non può perdersi il Parco Avventura di Passo Fiorine (Monte Grande -

Teolo) con tanti percorsi acrobatici per adulti e bambini. Le nostre serate

euganee potranno essere allietate dai numerosi concerti in piazza o in

giardino offerti dai vari Comuni, dalle serate di cinema all’aperto e dalle

imperdibili escursioni notturne con cena a tema. Per la tua estate sei

ancora indeciso tra mare o montagna? Scegli il Parco dei Colli Euganei!!

Giada Zandonà

Stai Fresco!!! | Euganeamente • 25


MUSICA

Attika

Dopo essersi imposti su MTV New

Generation gli Attika giovanissima

rivelazione musicale Pop/Rock della

Bassa Padovana, sono risultati tra i

vincitori alle selezioni nazionali del

Festival Show e contemporaneamente

esordiscono con il loro primo album.

Elya Zambolin, voce e leader del

gruppo, Giovanni Montin, Matteo

Berto e Alfio Caracciolo, hanno scelto

di promuoversi attraverso la rete:

ogni settimana si potrà scaricare

gratuitamente un singolo, uno dei

nove che compongono l’album.

Il primo lavoro porta il nome del gruppo ed

è disponibile su www.attikamusic.com

Lo sapevate che?

Il Canale Battaglia è stato costruito tra il 1189 ed il 1209 per collegare

Padova con Monselice utilizzando le acque del Bacchiglione. Nell’abitato

di Battaglia Terme confluiscono anche le acque del Bisatto, che attraverso

l’Arco di Mezzo (opera idraulica che regola il deflusso delle acque) si

gettano nel Vigenzone in un salto dai 4 ai 7,50 m, che un tempo nutriva

mulini e opifici.

La Conca di navigazione di Battaglia Terme, inaugurata nel 1921, è uno

dei moderni gioielli idraulici del Veneto che permette superare un dislivello

di 7 metri collegando il Canale al mare.

Il Giardino di Valsanzibio, è stato costruito nel 1600 come spazio di

elevazione in cui attraverso le simbologie presenti ognuno poteva ricevere

un messaggio. Nei 15 ettari sono presenti 70 statue, 16 fontane, 1,5

Km di labirinto di siepi e 800 specie botaniche diverse. Nel 1800 viene

trasformato in giardino romantico all’inglese, mentre qualche anno fa è

diventato la location per un video musicale dei Negrita.

Sulla cima rocciosa del Monte Ceva crescono due specie botaniche molto

diverse: l’Opuntia pianta cactacea caratteristica, originaria degli altipiani

desertici ed il Sempervivum ragnateloso tipico delle Alpi e degli Appennini.

La convivenza di queste due specie risulta unica e sorprendente.

I giardini di Villa Selvatico sono stati progettati da Giuseppe Jappelli,

costruttore del Cafè Pedrocchi a Padova e dell’Hotel Orologio di Abano.

L’architetto realizzò dei laghetti termali collegati tra di loro, così da creare

un percorso d’acqua fumante che ricorda l’inferno, mentre i sentieri nel

colle portano alla villa e quindi al Paradiso.

CRUCIVERBA

1. È del vescovo quello nel M. Ceva

2. Il pittore Bresciani

3. Gioiello idraulico: conca di…

4. È Di Mezzo

5. Dove sorge il giardino-labirinto

5.

6. Villa che si erge sul colle di Sant’Elena

7. È noto anche come Merluzzo

7.

8. Super impollinatore

9. I calici euganei sono di…

10. Frazione sul Monte Pignàro

9.

11. Castello e antica residenza di villeggiatura

12. Romanziere francese che nell’800 soggiorna alle Terme

26 • Euganeamente | Lo sapevate che?

1.

3.

2.

8.

10.

11.

12.

6.

4.

LIBRI

REMI GALLARD

CONTROCORRENTE

Camilla Bottin, scrittrice estense,

presenta una storia che si svolge su

tre livelli; personaggi strampalati la

interpretano, stimolando la fantasia,

inseriti come sono in un contesto

surreale. Apparentemente la storia

sembra solo divertire, ma in realtà

dipinge la patologia delle persone

nella loro quotidianità. Piena di

stranezze, sempre in bilico tra lo

sfuggente e l’esilarante, con continue

ed improbabili evoluzioni. Ci si ritrova

dentro alla vita raccontata come un

romanzo, metafora del mondo, con

tutte le sue diversità. Una scrittura

leggera ed ironica, dal ricorso ad una

lingua che riporta insieme parlate

giovanili e allusioni colte, con ad uno

stile molteplice, polifonico, come la

vita stessa. Amicizie e rivalità, odi

e amori, sogni e disillusioni, sacro

e profano, triste e comico, e tutto

questo in nome dell’Arte.

Info camillabottin@tin.it

www.camillabottin.altervista.org

SOLUZIONI

CAPPELLO - BRUNO - NAVIGAZIONE

ARCO - VALSANZIBIO - SELVATICO

BACALA - BOMBO - STELLE

MONTICELLI - CATAJO - STENDHAL


CENTRI ESTIVI

...un viaggio lungo tutta l’estate...

SCEGLI CON I TUOI AMICI LA

SETTIMANA/E DAL 01/07 AL 11/09

BAMBINI 3-12 ANNI

pranzo al sacco o servizio catering

con il patrocinio

del Comune di

Due Carrare

IL GIOCO DELLA VELA

esplora i paesi del mondo e conosci lo sport della barca a vela

in collaborazione con istruttori della F.I.V. (Federazione Italiana Vela).

GIOCANDO SI IMPARA - LE ATTIVITÀ:

il Gioco, la Guida ai Compiti, i Laboratori Creativi

seguiti da educatori qualificati con provata esperienza.

L’IMPORTANTE È GIOCARE IN SICUREZZA

“ALL’ARREMBAGGIO" la ludoteca con parco giochi esterno

di 400 mq ed interno 600 mq e video-sorvegliata.

Interamente progettata a misura di bambino, a piano terra,

climatizzata, priva di barriere architettoniche, dotata di vari

spazi attrezzati dove i bambini potranno giocare in un

ambiente sicuro e confortevole. Il nostro parco giochi è fornito

di giochi gonfiabili giganti, saltarelli, play ground, tappeto

elastico, piscina ed area per i più piccoli.

Sistema certificato CertiEuro UNI ISO 9001:2008.

Tutti i partecipanti al Centro Estivo

sono coperti da polizza Infortunio ed R.C.T.

DUE SETTIMANE DI

CENTRO ESTIVO... IN REGALO

LA TUA FESTA DI COMPLEANNO

solo ingresso al parco giochi per 10 bambini,

data da concordare con la Direzione

Per info costi ed iscrizioni: 346 3461213 – 049 8863010

LUDOTECA ALL’ARREMBAGGIO

Maserà di Padova Via A. Volta, 4

info@allarrembaggio.com - www.allarrembaggio.com

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully !

Ooh no, something went wrong !