SCUOLA PRIMARIA

saviocapurso.it

SCUOLA PRIMARIA

Dirigente scolastico

Prof. Pietro de Luca

Anno scolastico 2007 - 2008

Referente: ins. Giuliani Nunzia


SCUOLA INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA SECONDARIA DI 1°GRADO


SCUOLA DELL’ INFANZIA ( SEZIONI CINQUE ANNI)

SCUOLA PRIMARIA (CLASSI PRIME)

Novembre - Giugno

• Incontro di conoscenza tra alunni:

- Situazione motivante:” La carota gigante ”. Storia mimata e drammatizzata dalle docenti.

- Attività ludiche, giochi, esperienze comuni in orario curricolare presso le scuole

dell’ Infanzia Collodi” e “M.T.di Calcutta”

• Progetto Ponte: “A scuola di … Natura” percorso di Educazione Ambientale

• Organizzazione di laboratori, in orario extra – curricolare, per gli alunni (gruppi

misti per età) gestiti dalle docenti.

• Incontri operativi degli alunni con operatrici esterne in orario curricolare

• Uscite comuni tra sezioni – classi, in orario curricolare, per assistere a

rappresentazioni o spettacoli teatrali


SCUOLA DELL’ INFANZIA (SEZIONI CINQUE ANNI)

SCUOLA PRIMARIA (CLASSI QUINTE)

GIOCHIAMO … insieme

Percorso ludico-operativo con gli alunni delle classi quinte

Mese di Maggio: visita degli alunni delle classi quinte

alla scuola dell’ Infanzia per:

• Giocare insieme

• Rappresentare una favola

• Conoscere le insegnanti

Mese di Giugno: visita degli alunni cinquenni della scuola

dell’ Infanzia alla scuola Primaria per:

• Accoglienza da parte degli alunni Tutor

• Visita della scuola, dei nuovi ambienti

• Una merenda speciale …


BENVENUTI … alla scuola Primaria

Percorso ludico-operativo con gli alunni delle classi prime

Mese di Settembre: accoglienza degli alunni delle classi prime da

parte delle docenti di scuola dell’ Infanzia

e di scuola Primaria per:

• Giochi di presentazione

• Percorsi ludici

• Attività di drammatizzazione

• Attività psicomotorie


SCUOLA PRIMARIA ( CLASSI QUINTE)

SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO (CLASSI PRIME)

Incontro tra i docenti

classi ponte

(5ª Primaria –

1ª Secondaria 1°grado)

per:

Elaborare criteri

per la realizzazione

di iniziative

didattiche comuni

Individuare modalità

per il passaggio delle

informazioni e per la

formazione delle future

classi prime

Realizzare un percorso

operativo

comune tra alunni


Percorso di Educazione Ambientale


Situazione motivante:

“La carota gigante”

Percorso didattico

curricolare congiunto

Uscite didattiche

Laboratori con le docenti

Costruzioni di reti con

il territorio

Orto Biologico

Verifica e monitoraggio


Il Progetto ha come contesto di riferimento il rapporto tra bambino e ambiente.

Esso intende educare gli alunni al rispetto della natura e delle sue risorse intese

come beni fruibili dall’intera collettività.

L’approccio all’ambiente sarà sequenziale:

• Scoperta esperenziale della realtà

• Conoscenza e riflessione partecipe secondo un percorso modulare interesperenziale ( Scuola

dell’Infanzia) e interdisciplinare (Scuola Primaria) a struttura circolare.

L’ organizzazione didattica, basata su modalità di ricerca-azione, intende fornire situazioni di riferimento

aperte e determinate dagli interessi e dalle risposte dei bambini.

Il Progetto, inoltre, mira ad un recupero ed ad una “appropriazione”, da parte degli alunni, delle aree verdi

presenti nelle due scuole dell’Infanzia e nella scuola Primaria.

Gli spazi esterni diventeranno, quindi, uno spazio educativo, “laboratori del fare” dal quale trarre l’ input

per sperimentare e nei quali i bambini concretamente osserveranno, manipoleranno i materiali,

proporranno soluzioni.

L’esplorazione soddisfa, così, l’inesauribile voglia di conoscere, propria dei bambini, che gradualmente

ampliano le proprie conoscenze attivando i primi meccanismi di simbolizzazione.

L’approccio all’ecologia proposto come “gioco scientifico” valorizza e stimola la socializzazione e la

cooperazione implicando attività di piccolo – medio – grande gruppo. Inoltre, favorisce l’autonomia

comportando scelte individuali e libere, decisioni che stimolano la curiosità, la voglia di esplorare e di

capire, il gusto della scoperta, la maturazione e il mettere alla prova il “pensiero”

In questo contesto, le attività legate all’orto si identificano come avvio all’acquisizione del “ciclo biologico”

(semina, crescita, raccolta dei prodotti e dei semi) e della provenienza degli elementi nutritivi.

I prodotti della terra, rappresentano, inoltre, il mezzo per avviare il bambino a corrette abitudini alimentari.


• Partecipare ad un progetto comune

• Maturare un comportamento positivo di rispetto

verso l’ambiente

• Facilitare la comprensione di fenomeni e concetti

scientifici attraverso l’esperienza concreta

• Comprendere e verificare attraverso l’esperienza

diretta le trasformazioni di una pianta

• Costruire un orto biologico


Il progetto concretizza l’offerta formativa del P.O. F. promuovendo:

Un percorso di educazione

ambientale basato sui

processi di ricerca - azione

La collegialità, la

condivisione, la

corresponsabilità

didattica ed educativa dei

docenti

La continuità tra scuola dell’ Infanzia e scuola

Primaria nella realizzazione di un progetto

unico che uniformi le progettazioni dei docenti

e allo stesso tempo stabilisca una

progressione delle attività svolte con gli alunni

nei vari ordini di scuola

Il collegamento scuola e territorio:

collaborazione con l’Amministrazione

Comunale, le associazioni culturali, gli

operatori esterni

La cittadinanza attiva

e responsabile

Il coinvolgimento delle famiglie


Scuola Infanzia

Il sé e l’altro

Scuola Primaria

Educazione alla convivenza civile

Il corpo in

movimento

Corpo, movimento,

sport

La conoscenza

del mondo

Storia, geografia,

scienze

Scuola Infanzia

Linguaggi,

creatività,

espressione

Arte e immagine,

musica,

multimedialità

Scuola Primaria

I discorsi e le

parole

Italiano


“La carota gigante” è la favola che farà da sfondo integratore all’intero percorso. Sarà presentata ai

bambini di scuola dell’Infanzia e di scuola Primaria durante un incontro comune in orario curricolare nel

mese di Novembre presso le scuole dell’Infanzia “Collodi” e “M.T.di Calcutta”. Le docenti mimeranno ed

interpreteranno la storia,sollecitando e stimolando situazioni esperenziali motivanti in cui gli alunni

diventeranno protagonisti partecipi.

C’era una volta papà Contadino, c’era anche una mamma Grassottella, un bimbo Fortino, una bimba

Furbina, un cane Codino, un gatto Baffino, e un topo Topino.

Tutta questa gente abitava in una casetta vicina a un bell’ orto.

Lì coltivavano un po’ di tutto: insalata, carote, pomodori … e carote.

Mangiavano carote mattina, mezzogiorno e sera.

Pane, marmellata e carote … Latte e carote … Pasta e carote ….

Un giorno papà Contadino tornò tutto contento dal mercato perché aveva comprato dei bellissimi semi di

carota … li seminò … e ..... spuntò una carota gigantesca.

Ma quando fu il momento di coglierla, il papà tirò il ciuffo della carota e diede uno strappetto.

Ma la carota non si mosse. Venne la mamma Grassottella che si attaccò al camicione di papà Contadino

che era attaccato al ciuffo della carota e tirò anche lei ma la carota non si spostò …. E quando tutti

tirarono … tira … tira … la carota saltò fuori e così … tutti volarono per terra !!


Percorso didattico curricolare

Novembre - Maggio

1ª Fase Novembre – Dicembre

Laboratorio operativo - scientifico con le docenti: preparazione semenzai e semina

Laboratori con operatrice esterna

N° 1 incontro con le docenti

• Condivisione degli obiettivi e dei metodi per

la realizzazione del progetto

N° 3 incontri con gli alunni di ciascuna scuola

• Proiezione di diapositive e collezione di semi

• I semi: dove stanno, come sono

• I semi che si mangiano; i semi che si piantano

• Tecniche di semina: in vaso, in plateau

2ª Fase Marzo - Maggio

Laboratorio operativo - scientifico con le docenti: semina in piena terra e cura dell’orto

Laboratori con operatrice esterna

N° 1 incontro con gli alunni di ciascuna scuola

Semina in piena terra


2ª Fase Marzo - Maggio

Laboratori con le docenti ( in orario extra - curricolare )

GRUPPO A: n° 4 laboratori

GRUPPO B: n° 4 laboratori

TIPOLOGIA

• laboratori pittorici, manipolativi, costruttivi

Ogni gruppo di alunni( gruppi misti) rientrerà il Martedì a settimane alterne

dalle ore 16,10 alle ore 18,10

SPAZI

Scuola Collodi

Scuola

M.T.di Calcutta

Sezioni C – E

Alunni n°47

Sezione B

Alunni n°27

Classi: 1ªA - 1ªB

Alunni n°46

Classe 1ª C

Alunni n°23

Monte ore docenti scuola dell’ Infanzia - scuola Primaria

n° 16 ore frontali ( per n°8 laboratori )

n° 20 ore attività funzionali per progettazione, incontri con operatori esterni,verifica, mostra finale


Finalità

Realizzazione di un orto biologico permanente nelle scuole dell’Infanzia e nella scuola Primaria

La realizzazione di un microambiente

permette di scoprire le regole e i ritmi

naturali

La continuità dell’intervento negli anni, anche da

parte di classi e sezioni diverse, determina un’

incidenza attiva sull’ambiente

L’obiettivo è quello di favorire negli alunni un atteggiamento esplorativo stimolando il gusto di scoprire,

sperimentare, immaginare, creare. In questo senso le forme, le funzioni e le relazioni tra gli elementi

naturali costituiranno la base su cui costruire osservazioni ed esperienze formative. Attraverso attività

ludiche, pratiche e teoriche i bambini saranno guidati ad utilizzare tecniche di coltivazione biologica.

.Il percorso didattico proposto prevede:

attività in classe (verifica, osservazione e analisi dei materiali

raccolti)

attività all’aperto secondo il seguente modulo:

Conoscenza degli attrezzi che saranno utilizzati

Preparazione dei semenzai e del terreno per la semina

Semina e trapianto degli ortaggi stagionali

Raccolta dati con schede di rilevamento

Cura dell’orto: sarchiatura, diradamento delle giovani piante,

innaffiatura

Raccolta dei prodotti


Incontri preliminari tra Dirigente

Scolastico, Docenti, Sindaco, Assessori

Comunali, per organizzare le modalità di

collaborazione e di interventi finalizzati

alla realizzazione del progetto

Collaborazione con

operatrice WWF Puglia

Uscite didattiche con gli alunni per

osservare, conoscere i giardini del

paese e gli orti curati dai nonni

Uscita didattica comune:

a Teatro … insieme


Incontro del Dirigente Scolastico e

delle docenti con i genitori (mese di

Dicembre) per la presentazione del

progetto

Nonni a … scuola

Coinvolgimento dei nonni nella

cura e coltivazione dell’orto

Coinvolgimento delle famiglie

Vendita delle piantine e dei lavori

realizzati dai bambini


Incontri periodici

tra i docenti

Questionario di

verifica per i genitori

Realizzazione orti

biologici

Mostra Finale


• Allestimento della scuola dell’ Infanzia “Collodi”

con i lavori realizzati dagli alunni

• Proiezione in PowerPoint del percorso didattico –

laboratoriale

• Vendita di piantine e lavori realizzati dagli alunni


Bellizzi Annamaria

Carbonara Maria

Dal Maso Anna

Giuliani Nunzia

Iacobellis Rosanna

Lisco Pasqua

Panarese Mariateresa

Rivoir Adriana

Bonerba Pasqua

Cilifrese Rosa

Foglianese Daniela

Gagliardi Antonia

Lagioia Filomena

Pagliarulo Viviana

Parisi Filomena

Scagliarini Cinzia


La Natura … rinasce senza fine

rinnovandosi continuamente


sempre diversa, eppure …

… sempre uguale a se stessa


Ogni pianta sprigiona

colori inarrivabili

profumi sconosciuti

suoni indescrivibili


in ogni ora del giorno e della notte

nelle varie stagioni


Ogni albero …

ogni pianta …

ogni frutto …

racchiude una storia

un mistero

una memoria del passato


Il germoglio

di un seme

s’ incunea

tra le zolle

fresche di

rugiada


si apre alla luce del sole

alla brezza del vento …


… e se

un bambino

lo accarezza

con le dita


insieme essi sono …

l’ esplosione della VITA

More magazines by this user
Similar magazines