versione per tablet - Provincia di Pordenone

provincia.pordenone.it

versione per tablet - Provincia di Pordenone

www.provincia.pordenone.it/index.php?id=815

Parco di San Floriano

Promozione e valorizzazione delle produzioni tipiche

“Un prodotto si può considerare tipico, quando in esso si realizza

la concomitanza di alcuni fattori, che sono riconducibili alla loro

cosiddetta memoria storica, alla localizzazione geografica delle

aree di produzione, alla qualità delle materie prime impiegate nella

loro produzione e alle relative tecniche di preparazione” (Ghirardello,

1995). L’Osservatorio per lo Sviluppo dello Spazio rurale

del Servizio Agricoltura ha individuato e descritto, nel corso del

2011, alcuni prodotti tipici chiave del territorio pordenonese.

In particolare salumi, formaggi e dolci.

Nell’intento di promuovere l’enogastronomia locale, la Provincia

è impegnata a promuovere e sostenere, anche finanziariamente, i

progetti volti alla realizzazione di “Strade del Vino e dei Sapori”.

Salvaguardia della biodiversità

La Convenzione internazionale sulla Biodiversità siglata a Rio de

Janeiro nel 1992 nel corso del Vertice della Terra, costituisce la

cornice principale di riferimento per tutto ciò che riguarda la tutela,

la salvaguardia e l’uso durevole della Biodiversità.

Se non si vuole continuare ad erodere e perdere per sempre il patrimonio

rappresentato dalla straordinaria ricchezza genetica della

biodiversità, è necessario individuare, inventariare e proteggere

i luoghi rimasti nel mondo che ancora custodiscono la diversità

vegetale e animale.

La pianura e la collina del Friuli occidentale sono state modellate

da intese attività antropiche che, con il disboscamento e il dissodamento,

hanno determinato la sostituzione del bosco planiziale

con le terre coltivate.

Il lavoro svolto nei secoli da generazioni di pastori e agricoltori,

nonostante sia effettivamente consistito in vastissimi disboscamenti,

ha tuttavia contribuito favorevolmente fino al recente passato

alla costituzione e al mantenimento di un habitat ricco di

piante e animali: i prati stabili.

I prati stabili sono delle formazioni erbacee che non hanno subìto

il dissodamento (aratura o erpicatura) ma sono mantenuti esclusivamente

attraverso lo sfalcio e l’eventuale concimazione. La propagazione

delle specie è garantita da meccanismi naturali. Sono

prati che ospitano numerosissime specie vegetali, tra cui diversi

endemismi tipici della regione Friuli Venezia Giulia, specifiche di

questi habitat a cui sono legati per la loro sopravvivenza. Dette

Pitina, prodotto tipico della Val Tramontina

Prato stabile a Caneva

64 Rendiconto Sociale 2011

More magazines by this user
Similar magazines