Il ritorno delle grandi dighe - Survival International

assets.survivalinternational.org

Il ritorno delle grandi dighe - Survival International

Raccomandazioni



Tutte le dighe idroelettriche realizzate nelle terre dei popoli indigeni dovrebbero essere congelate a meno che

– e fintanto che – le tribù non avranno dato il loro libero, prioritario e informato consenso ai progetti.

Nelle terre dei popoli indigeni non dovrebbe più essere costruita nessuna diga fino a che non saranno stati

riconosciuti agli indigeni i diritti collettivi alla proprietà della terra e fintanto che le tribù non avranno avuto la

possibilità di dare il loro libero, prioritario e informato consenso.



Nei territori delle tribù isolate o incontattate, dove la consultazione è impossibile, non dovrebbe essere sviluppato

nessun progetto idroelettrico.

Dove gli impianti idroelettrici sono destinati a fornire energia a progetti industriali e agricoli su larga scala, le tribù

della regione devono essere pienamente consultate e devono essere messe nelle condizioni di poter esprimere il

loro libero, prioritario e informato consenso a tali programmi di industrializzazione prima che le dighe vengano

approvate.


Le compagnie e i partner finanziari dovrebbero partecipare ai progetti idroelettrici solo dopo essersi accertati che

i piani proposti godano del vasto e prioritario consenso delle tribù coinvolte e che i loro diritti sulla terra siano stati

debitamente riconosciuti.

Un ragazzo Enawene Nawe.

More magazines by this user
Similar magazines