Napoleone Al Cinema

napoleonaigle

Napoleone Al Cinema

1967 - Vojna i mir (Guerra e pace). (Fig. 40) Il film viene girato dal

regista Sergej Bondarčuk con una incredibile profusione di mezzi e

disponibilità finanziarie messe a disposizione dal governo dell’Unione

Sovietica guidato da Breznev. L’intenzione è probabilmente quella di

rinvigorire nei cittadini l’idea della guerra patriottica contro gli invasori

della Santa Russia. 120.000 soldati e cavalieri dell’Armata Sovietica

prendono parte alle riprese che durano tre anni. Per l’arredamento degli

interni vengono presi in prestito dai maggiori musei della nazione mobili,

quadri e altri oggetti rigorosamente dell’epoca.

Il film, rispettoso quasi pignolescamente della verità storica, è un

gigantesco affresco di immagini di rara bellezza diviso in quattro parti

per un totale di 8h di proiezione: Andrej Bolkonskij; Nataša Rostova;

1812; Pierre Bezukov.

Il regista è riuscito dare alla sua opera la stessa vastità spaziotemporale

del romanzo di Tolstoj che coinvolge la vita di uno sterminato

numero di personaggi tra di loro legati da una infinità di relazioni

personali durante un periodo tragico della patria nello sconfinato

territorio della Russia. Nelle sale cinematografiche italiane viene

programmato diviso in due parti, Nataša e L’incendio di Mosca per un

totale di 4h:30 min di proiezione. Al film sono stati assegnati nel 1969 il

Premio Oscar e il Golden Globe. (Fig. 41)

38

Similar magazines