File 2 - Dipartimento di Filosofia

philos.unifi.it

File 2 - Dipartimento di Filosofia

FURIO CERUTTI

CORSO PROPEDEUTICO

DEL GRUPPO DI

FILOSOFIA POLITICA

DIAPOSITIVE, PARTI IX-XIIXII

©Furio Cerutti 2007

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 1


INDICE

• 9. Stato e sovranità

• 10. Gli Stati, la guerra e la pace

• 11. Sfide globali e globalizzazione

• 12. Etica e politica

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 2


9.1.Stato e sovranità

Stato = l'istituzione che esercita il potere su

di un determinato territorio e nei confronti

di una determinata popolazione detenendo

il monopolio della forza legittima.

- lo Stato è quindi

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 3


9.1.2. Stato e sovranità

Perfecta communitas superiorem non

recognoscens: piena sovranità (summa

potestas)

a. all’interno, tranne che nelle materie sulle

quali la sovranità non si esercita

• o per limiti naturali (variabili) oppure

• per limiti imposti alla sovranità dall'ordinamento

stesso

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 4


9.1.3. Stato e sovranità

b. Sovranità esterna (rex in

regno suo imperator,

ma solo su di un

territorio ed una popolazione)

Ha due facce:

- sovranità come riconoscimento

reciproco (effetto pacificatore)

- sovranità come indipendenza

(effetto polemogeno)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 5


9.1.4 Stato e sovranità

• Sovranità una, assoluta, indivisibile,

inalienabile

• Risiede in

– Re

– King in Parliament

– popolo

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 6


9.1.5. Stato e sovranità

• Potere statuale: risiede primariamente in una o

nell’altra funzione dello Stato

– Monopolio forza, decisione sullo stato d’emergenza

(primazia dell’esecutivo; veduta realista),

– produzione, accertamento, attuazione ( (enforcement)

del diritto (primazia del legislativo e giudiziario – veduta

liberal-costituzionale)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 7


9.2.1. Stato e sovranità

• FORME EVOLUTIVE DI STATO

(moderno,politico,territoriale)

– feudale

di ceti (Ständestaat, rappresentanza cetuale)

– assoluto

– rappresentativo (degli individui, gradualmente resi

eguali) dei partiti, poliarchia democratica

– ad oligarchia burocratica →totalitario (lo Stato

controlla l’intera società)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 8


9.2.3.Stato e sovranità

• FORME DI GOVERNO

– Aristotele (monarchia/tirannia,

aristocrazia/oligarchia, politeia/democrazia

democrazia)

– Machiavelli (principato o

monarchia/repubblica)

– Montesquieu (monarchia/onore,

repubblica/virtù, dispotismo/paura)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 9


9.3.1. Stato e sovranità

• Stato e nazione

• Dal re al popolo: demos o demos-ethnos?

• Nazione

– Naturale ed organica (essenzialismo) o

– Comunità immaginata (Anderson), plebiscito

di tutti i giorni (Ernest Renan)?

– Ius sanguinis (tedesco) o ius soli (francese)?

– appartenenza ascrittiva o elettiva?

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 10


10.1.1 Gli Stati, la guerra e la pace

• Fra gli Stati al massimo monopolio o prevalenza

effettiva, ma non legittima della forza

(salvo che normativamente, in Carta ONU)

• Se si limitano a coesistere: sistema

internazionale

• Se cooperano in varia misura: società o comun

ità (anarchica) internazionale → ordine int.le

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 11


1o.1.2 Gli Stati, la guerra e la pace

• Nell’ordine vestfaliano:

– o coesistenza pacifica (fino alla cooperazione)

– o guerra:

– g. è “un atto di violenza volto a piegare l'avversario

al soddisfacimento del nostro volere” (Carl

v.Clausewitz 1832)

– G.assoluta e g. effettiva

– “continuazione della politica con altri mezzi”

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 12


10.2.1 Gli Stati, la guerra e la pace

• G. clausewitziana: tutta politica, coincide con

Rousseau, Hegel e modernità (1648-1914) 1914)

• 1914-1945 1945 (e oltre): rottura per g. totale e

g.ideologica, da cui (fra l’altro) nasce

G.nucleare (limitata da deterrenza, arms

control, regime di non-proliferazione,

parzialissimo disarmo)

• G.nucleare

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 13


10.2.2 Gli Stati, la guerra e la pace

• Holsti: g.interstatale, nucleare, del terzo tipo

(etnica, religiosa, fra gruppi sub-statali statali e globali, “asimmetrica”)

• -----------------------------------------------------------

• LIMITI ALLA GUERRA

• Guerra giusta (= giustificata)

– Ius ad bellum (restano autorità legittima e proporzionalità dei

mezzi)

– Ius in bello (soprattutto: combattenti/non

soprattutto: combattenti/non-combattenti)

combattenti)

• Sicurezza collettiva (e comune)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 14


10.3.1 Gli Stati, la guerra e la pace

• Pace

– Come assenza di guerra=violenza fisica

– Come eliminazione\contenimento delle cause

di guerra (violenza strutturale, ideologie

polemogene, squilibri di potenza,

misperceptions, ecc)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 15


10.3.2 Gli Stati, la guerra e la pace

• Cause di guerra (le tre immagini di Kenneth Waltz,

Man, the state and war, , 1955):

– nell’antropologia

– { cause efficienti

– nel regime dello Stato

– nel sistema internazionale (anarchia): causa

permissiva

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 16


10.3.2 Gli Stati, la guerra e la pace

• Pacifismo

– politico e istituzionale (attivo perseguimento

dei fini generali della politica)

– radicale, extramondano, extrapolitico (non-

violenza di individui e Stati)

• Patologia: unilaterale ed ideologico

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 17


10.3.3 Gli Stati, la guerra e la pace

• Se l’ordine internazionale è collegato alla

giustizia:

• Intervento o ingerenza umanityaria

• Diritti umana, cittadinanza

• Giustizia distributiva int.le

→ cibo, energia, ambiente (sviluppo sostenibile)

→ sovrapopolazione (lifeboat ethics)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 18


10.3.4 Gli Stati, la guerra e la pace

• Cause di guerra (le tre immagini di Kenneth Waltz,

Man, the state and war, , 1955):

– nell’antropologia

– { cause efficienti

– nel regime dello Stato

– nel sistema internazionale (anarchia): causa

permissiva

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 19


10. Gli Stati, la guerra e la pace

• Le tre tradizioni nella filosofia delle relazioni

internazionali (Martin Wight, Hedley Bull

Martin Wight, Hedley Bull → English School of

International Relations)

– Realista (Hobbes)

– Rivoluzionaria (Kant)→ pacifismo politico ed

extramondano

– Razionalista\riformista (da de Groot a Vattel)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 20


11.1.1. Sfide globali e globalizzazione:

la politica dopo il moderno

• SFIDE GLOBALI:

• = minacce che colpiscono

tendenzialmente tutti e alle quali si può

rispondere solo con gli sforzi congiunti di

tutti

– Solo armi nucleari e mutamento

antropogenico del clima soddisfano questi

criteri

– Esiste il genere umano come attore politico?

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 21


11.2.1 Sfide globali e globalizzazione: la

politica dopo il moderno

• Globalizzazione/mondializzazione:

• Aumentata Interdipendenza + dimensione

planetaria di processi e rapporti (“morte

della distanza”)

– Economico-finanziaria

finanziaria-tecnologica

– Culturale

– Sociale e politica (distinguere fra

internazionale, intergovernativo,

sovranazionale, transnazionale)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 22


11.3.1 Sfide globali e globalizzazione: la

politica dopo il moderno

• CONSEGUENZE

• Def. moderna di politica (allocazione potestativa

di risorse divisibili fra parti contemporanee in conflitto)

non copre

• il nuovo compito di tutelare il genere

umano come attore unitario e includente

generazioni future da danni letali

autoprodotti riguardanti i global commons

non divisibili

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 23


11.3.3 Sfide globali e globalizzazione: la

• Risposte:

politica dopo il moderno

• Realismo (more may be better, , libero

mercato+tecnologie)

• Cosmopolitismo (governo mondiale

democratico)

• Istituzioni internazionali + movimenti,

attori transnazionali, comunità epistemiche

(IAEA, IPPC)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 24


11.3.4. Sfide globali e globalizzazione:

la politica dopo il moderno

• Filosoficamente:

• Umanità?

• Radicale precarietà della vita del genere

• Scarsa riflessività della possibile

autodistruzione

• F.C. Global Challenges for Leviathan: A Political Philosophy of Nuclear

Weapons and Global Warming

Rowman&Littlefield, Lanham 2007

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 25


11.3.5. Sfide globali e globalizzazione:

la politica dopo il moderno

• Una trasformazione in corso: l’Unione

europea

– non confederazione, né federazione

• Objet politique non identifié (Delors)

– Polity di secondo livello, fatta di Stati e

cittadini (demos

di/con demoi)

– Multilevel governance, , post.nazionale

– Identità tutta politica, non culturale né sociale

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 26


12.1.Etica e politica

• Differenziazione moderna

• Tre modelli di relazione fra e. e p.:

– Machiavelli

– Kant

– Weber: etica della convinzione intima

(Gesinnungsethik)) e\o della responsabilità

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 27


12.2.1 Etica e politica

• CONCETTI-BASE DELLE FILOSOFIE

POLITICHE NORMATIVE

• Libertà negativa\da (meno Stato) vs

positiva\di (autodeterminazione o –

realizzazione→più Stato)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 28


12.2.2 Etica e politica

• I DIRITTI derivanti dalle libertà

– civili (libertà personali)

– politici → cittadinanza

– economici (comprare-vendere)

– sociali (salute, istruzione; lavoro?)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 29


12.2.3. Etica e politica

• Eguaglianza: : sostantiva vs procedurale,

di posizione vs di opportunità

– Quanto conflitto fra libertà ed eguaglianza?

– E fra mercato\efficienza efficienza e Stato\giustizia?

– Fra capitalismo e democrazia? → Stato sociale

\ welfare state: : dai diritti civili a quelli politici

a quello sociali

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 30


12.3.4 Etica e politica

• Giustizia

• Termine intrinsecamente normativo

• Chiede al potere di legittimarsi

• Concezioni sostantive (conformità ad un

valore o fine) e

procedurali (conformità ad una regola formale

: Regola aurea, Matteo 7, 12; imperativo

categorico→ moralità\eticità come Sittlichkeit)

• procedurali (

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 31


12.3.5. Etica e politica

• Commutativa\retributiva (es. giusto

salario, giusta pena) vs distributiva (in

base ad un criterio: merito, bisogno ecc)

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 32


12.4.1 Etica e politica

• La teoria della giustizia di John Rawls (1971)

• Partire dalla`posizione originaria‘, in cui ci poniamo come

cittadini (astratti) puramente razionali dietro un

• `velo d'ignoranza' che ci impedisce di conoscere tutte le

informazioni su quello che potrebbe essere di nostro

vantaggio egoistico

• Solo in questa posizione possiamo stabilire come giuste

regole del contratto quelle che siano eque (nel senso di

imparziali) verso tutti (justice as fairness).

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 33


12.4.2. Etica e politica

• Rawls cont.

• Due principi fondamentali:

• 1) ogni persona ha un eguale diritto alla più

larga libertà che sia compatibile con quella di

ciascun altro;

• 2) trattamenti ineguali sono ammessi solo se il

principio 1 è soddisfatto, e se ci si può

ragionevolmente attendere che essi servano a

migliorare la posizione dei meno avvantaggiati

(equità dell'ineguaglianza).

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 34


12.4.3 Etica e politica

• Jürgen Habermas, Teoria dell’agire comunicativo (1981),

poi Fatti e norme (1993)

• Modernità: razionalizzazione del mondo della

vita\Lebenswelt

Lebenswelt, , processo irreversibile

• Creazione di due subsistemi: economico e

politico, dominati da due codici: potere e

denaro, nonché dall'agire strategico,

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 35


12.4.4 Etica e politica

• fuori dei subsistemi rimangono gli ambiti della

riproduzione sociale: la cultura, l'educazione e le

relazioni personali, che sono

• regolate dall'agire comunicativo, volto all'intesa

con gli altri attraverso procedure argomentative

libere da istanze di dominio, e quindi non

manipolative o persuasive.

• Ma imperativi sistemici creano pericolo di

colonizzazione della Lebenswelt

Furio Cerutti, Corso propedeutico del

Gruppo di Filosofia politica 36

More magazines by this user
Similar magazines