Views
3 years ago

l'Altracittà - Giugno 2014

l'Altracittà - Giornale della periferia. Edito dalla Comunità delle Piagge di Firenze. Sito internet http://www.altracitta.org

Piano casa, allarme ONU

Piano casa, allarme ONU per i rifugiati La Regione non svenda gli aeroporti Mondeggi, tre giorni contro la svendita Potature, quegli appalti un po’ così Il pugno di ferro del governo contro le occupazioni aumenta la marginalità Per trovare gli 80 euro, la Provincia deve far cassa. Il Movimento annuncia resistenza L’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) si è espresso contro la recente approvazione del “Piano Casa” per i danni che può provocare nella vita di migliaia di rifugiati presenti in Italia. Per il governo chi occupa illegalmente un edificio non potrà chiedere la residenza. Ma quante persone sono costrette a vivere in edifici occupati? E quanti tra questi sono rifugiati? “Migliaia”, ricorda l’Unhcr, “costretti a vivere in palazzi abbandonati e occupati nelle principali città italiane”. Una condizione causata dall’ “inadeguatezza dell’accoglienza e dell’insufficienza dei progetti di integrazione”. leggi tutto > http://bit.ly/SeCzD7 leggi tutto > http://bit.ly/1jsXOaE Pisa e Firenze non possono passare sotto il controllo di un’impresa privata straniera “La Regione Toscana non deve vendere le azioni in suo possesso degli aeroporti di Pisa e di Firenze a Corporacion America, il gruppo argentino del magnate Eurnekian”. Questo l’appello della Rete dei Comitati per la difesa del territorio. Così facendo la Giunta regionale rinuncia alla possibilità di far rispettare gli obiettivi strategici del sistema aeroportuale toscano, quindi a tutelare l’interesse pubblico, affidandone le sorti agli interessi multinazionali. Tra gli effetti l’ampliamento della pista di Peretola aggirando la normativa europea e utilizzando fondi pubblici. La Provincia di Firenze vuole vendere entro l’anno la tenuta di Mondeggi. La decisione serve a copertura degli “80 euro” voluti dal governo Renzi. La vendita sarebbe in realtà una svendita, e si perderebbe così un bene pubblico di grande potenzialità, che potrebbe trasformarsi in un modello sperimentale di sviluppo sostenibile per tutta la Toscana. Il Movimento “Verso Mondeggi Bene Comune” invita tutti il 27, 28 e 29 giugno a difendere Mondeggi per costruire e dare corpo al progetto di trasformazione della tenuta in una fattoria basata sull’agricoltura naturale in grado di produrre alimenti sani, lavoro per i giovani e servizi polifunzionali. leggi tutto > http://bit.ly/SP0MR8 leggi tutto > http://bit.ly/1kmOTwv La Procura indaga sui ribassi eccessivi nelle gare per il verde pubblico Gli alberi di Firenze vengono potati con capitozzatura, una pratica riconosciuta da tecnici e studiosi della materia come altamente distruttiva per la salute delle alberature, che sono così facilmente aggredite da batteri e funghi con processi che possono portare alla morte delle piante stesse. Italia Nostra grazie ad Ornella De Zordo e Tommaso Grassi portò la questione in Consiglio Comunale ma la giunta Renzi rispose che andava bene così. Oggi la Procura indaga sulle potature e sulle strane gare d’appalto per la manutenzione del verde pubblico a Firenze. Lampedusa, la morte in fondo al mare A Montelupo nasce il microcredito Cassazione: i No Tav non sono terroristi La campagna “No Scav” Il video agghiacciante sul naufragio dei migranti dello scorso ottobre Immagini orrende e incredibili, girate dai sommozzatori delle forze dell’ordine durante le operazioni per il recupero delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 a Lampedusa, la più grande tragedia dell’immigrazione nel Mediterraneo. Immagini durissime che mostrano il relitto pieno di cadaveri intrappolati in fondo al mare. Il video, crudo come la realtà che rivela, è il documento storico di una tragedia quotidiana che l’Europa fa finta di non vedere. Con l’affondamento del barcone carico di migranti provenienti da Eritrea, Somalia e Ghana persero la vita circa 400 persone: ciascuno di loro aveva pagato tremila dollari. leggi tutto > http://bit.ly/1lQ6GZk Con l’appoggio di Mag Firenze ha mosso i primi passi l’associazione Micropoli Da poche settimane è nata a Montelupo Fiorentino “Micropoli”, l’Associazione di microcredito collegata alla Mag Firenze, la cooperativa finanziaria piaggese impegnata nella costruzione di un’alternativa al sistema bancario italiano. Con lo scopo di promuovere la cultura di un uso responsabile del denaro e favorire l’accesso al credito senza garanzie patrimoniali, il 9 maggio scorso c’è stata la festa di lancio per presentare e festeggiare “Micropoli” con testimonianze del microcredito piaggese, la proiezione di un breve video del Fondo Etico e Sociale e un intervento di Alessandro Santoro. Deve essere rivista l’accusa ai quattro attivisti rinchiusi in carcere da Dicembre Una sentenza della Corte di Cassazione ha annullato la decisione del tribunale della libertà di Torino, che tiene in prigione dal dicembre scorso con l’accusa di terrorismo gli attivisti Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò. Cade così il tentativo spregiudicato della procura di Torino di criminalizzare un movimento intero che lotta contro le Grandi opere inutili e imposte e per una società migliore. La Cassazione da 13 anni annulla le fantasie della procura torinese che ha sempre avanzato accuse che, senza bisogno di essere giuristi, sembravano e sembrano smisurate, sproporzionate, assurde, gonfiate: è già successo nel 2001, 2012 e oggi, nel 2014. leggi tutto > http://bit.ly/1mp8zxG leggi tutto > http://bit.ly/1lQugVG leggi tutto > http://bit.ly/1gzI1M9 I residenti contro il progetto del parcheggio interrato di Piazza Brunelleschi Il par cheg gio inter rato di piazza Bru nel le schi è uno dei dieci pre vi sti dal Comune all’interno della città sto rica dove quat tro ettari di piazze monu men tali si tra sforme ranno in voragini di cemen to. All’ombra della cupola del Duomo e a fianco della rotonda di Santa Maria degli Angeli, opere entrambe di Filippo Bru nel le schi, il par cheg gio ha lo scopo di aumentare il valore dei 18.800 mq di edifici di pro prietà di Banca Intesa. I resi denti non ci stanno e vor reb bero anzi ripri sti nare il verde dell’ex con vento, ora sede della facoltà di Lettere. Per questo resistono e hanno lanciato la campagna “No Scav”.

l'Altracittà - Novembre 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Gennaio 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Aprile 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Febbraio 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Maggio 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Ottobre 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Luglio 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Settembre 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Marzo 2014
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Gennaio 2015
comunitadellepiagge
l'Altracittà - Dicembre 2014
comunitadellepiagge