palinsesto estivo rsi [pdf]

publisuisse.ch

palinsesto estivo rsi [pdf]

L

u

g

a

n

o

,

PALINSESTI ESTIVI: GLI APPUNTAMENTI PRINCIPALI

Da lunedì 24 giugno a domenica 1 settembre 2013

La RSI non va in vacanza, ma accompagnerà il suo pubblico anche durante le vacanze estive. Da

giugno alla fine di agosto l’offerta di tutti i vettori sarà commisurata all’estate, ponendo l’accento sui

programmi a diretto contatto con la gente e sulle incursioni nel territorio della Svizzera italiana e del

resto del Paese. Ma vi saranno anche appuntamenti con realtà, località, personaggi di posti più

lontani; serie che già l’estate scorsa erano state particolarmente apprezzate tanto nel campo

dell’intrattenimento che della documentaristica d’autore che della fiction; una copertura puntuale dei

principali eventi sportivi nazionali e internazionali; senza dimenticare l’offerta informativa a 360

gradi: le principali testate non si concederanno pause e, attraverso i singoli programmi e il sito

rsi.ch, chiunque potrà restare aggiornato 24 ore su 24 su quanto succede fuori dalla porta di casa e

nel mondo. Tra gli appuntamenti consolidati, anche quest’estate la RSI garantirà un’ampia

copertura del Festival del film Locarno. Le è inoltre stata assegnata la produzione della serata

speciale nazionale in occasione del 1 Agosto in diretta da Campo Blenio. La Radio, dal canto suo,

accentuerà la sua dimensione di prossimità e ogni Rete, pur non rivoluzionando il palinsesto,

presenterà al suo interno varie rubriche nuove, pienamente in sintonia con la stagione.

INFORMAZIONE

TELEVISIONE

Ad eccezione del TG delle ore 16 e di Patti chiari (che approfitta delle settimane estive per

preprodurre delle inchieste per la ripresa del palinsesto autunnale), tutte le testate proseguono a

diffondere anche nei mesi estivi. L’edizione principale de Il Quotidiano inizierà alle ore 19.30 e sarà

preceduta alle ore 18.55 da un Quotidiano flash, con i titoli principali, della durata di 5 minuti. Falò

estate, il giovedì alle ore 21.05, avrà una durata di 60 minuti. Anche il dibattito 60 minuti è

confermato in una versione estiva che sarà condotta in alternanza da Alain Melchionda e Pietro

Bernaschina il lunedì sera tra le ore 21.00 e le ore 22.00 su LA 2.

RADIO

Anche qui tutte le testate proseguono regolarmente ad eccezione di Modem.

CULTURA

TELEVISIONE

Tour del Cervino

Da lunedì 24 a sabato 29 giugno, LA 1 ore 19.00

Si tratta di un docu-reality in sei episodi coprodotto da RTS e RSI. Una dozzina di escursionisti, dai

16 ai 69 anni, che non si conoscevano, camminano per otto giorni nelle valli che fanno corona al

“più nobile scoglio d’Europa”. Alla fine si ritrovano uniti da una solida amicizia, frutto delle fatiche,

delle avversità, delle gratificazioni e soprattutto della solidarietà che anima il gruppo. Tra i

partecipanti anche due ticinesi, Dayana Zanetti e Stefano Dazio.

1/6


Speciale Festival del film Locarno

Da mercoledì 7 a sabato 17 agosto, LA 1, ore 19.00

Come ogni anno, si rinnova l’appuntamento con la maggiore rassegna cinematografica della

Svizzera italiana, affidato alla produzione di Cristina Trezzini. Naturalmente anche le tre Reti Radio

(produzione di Marco Zucchi) e il web con il sito rsi.ch/pardo (produzione di Mario Conforti),

daranno ampio spazio al Festival che taglia il traguardo della 66.esima edizione.

Cinema SUISSE

Dal 24 giugno al 26 agosto, lunedì sera, LA 2, ore 23.00

Sempre in ambito della settima arte, dopo la prima edizione diffusa nell’estate 2012, è riconfermata

la serie nazionale dedicata ai maggiori cineasti svizzeri, quelli che hanno segnato la storia della

settima arte nel nostro Paese, prodotta dalla SRG SSR. Ogni puntata presenta un ritratto della

durata di 25 minuti, attraverso il quale il telespettatore viene proiettato nella dimensione

cinematografica di ogni singolo cineasta e dei momenti indimenticabili che ci ha regalato.

Protagonisti dei 10 appuntamenti saranno i registi Mohamed Soudani, Michael Steiner, Andrea

Staka, Bettina Oberli, Christoph Schaub, Christian Frei, Jean-Stéphane Bron, Lionel Baier, Fernand

Melgar e Ursula Meier. La serie viene diffusa anche su SRF e RTS.

A qualcuno piace corto

Dal 30 giugno al 1 settembre, domenica sera, LA 1, ore 23.30

Terza edizione del programma di cortometraggi presentato dal regista Erik Bernasconi che da due

anni offre al pubblico la possibilità di avvicinarsi a quella che viene scherzosamente definita

cinematografia bonsai. Quest’anno una grande novità: le puntate saranno commentate in diretta su

www.facebook.com/marleneaqpc dall’avatar Marlène. Vi invitiamo inoltre a vedere o rivedere le

puntate in streaming sul nostro sito all’indirizzo rsi.ch/aqualcunopiacecorto.

Le tradizioni culinarie dell’arco alpino

Dall’8 al 29 agosto, giovedì sera, LA1, ore 22.05

La regione alpina: 1200 chilometri di lunghezza, 250 chilometri di ampiezza, fino a 4800 metri di

altitudine. È una regione che, nel corso dei secoli, ha dato origine a tradizioni culturali e culinarie

variegate, ma tenute assieme da un denominatore comune: il rapporto, spesso duro e difficile, con

la terra e i suoi frutti. Svizzeri, tedeschi, italiani, austriaci, sloveni, ungheresi e la popolazione del

Liechtenstein condividono questo territorio, dove alcuni contadini, pescatori, allevatori, casari

intraprendenti mantengono in vita tradizioni ancestrali che senza di loro sarebbero scomparse. I

quattro documentari perlustrano questi territori alla ricerca delle più antiche testimonianze della

cucina dei popoli che hanno colonizzato le alpi nei secoli. Si tratta di tradizioni che hanno resistito

all’uniformazione dei gusti e delle culture: dal formaggio a pasta molle fatto con il latte acidulo,

risalente all’antico popolo dei Reti, al “maiale lanuto”, l’ultimo maiale originario del Centro Europa,

allevato sul lago dei Quattro Cantoni. Dai prodotti dell’ultimo mulino fluviale della Slovenia, alle

uova affumicate di Coregone, il “caviale del Lago di Costanza”, prodotte da un pescatore di

Ermatingen. Dai “missoltini”, gli agoni affumicati a Bellagio, sul lago di Como, al luppolo aromatico,

coltivato nel Baden-Würtennberg.

Uomo - Ambiente

Dal 29 giugno al 1 settembre, sabato e domenica mattina, LA 1, ore 10.00

I viaggi che proponiamo sono un invito ad incontrare altre culture, altri modi di vivere. Sarà anche

l’occasione riflettere sul nostro stile di vita e sul nostro rapporto con l’ambiente. Inizieremo partendo

dall’Europa e, più precisamente, dal sud della Francia, dove ci immergeremo nella storia e nella

cultura di quei luoghi sotto la guida di alcuni abitanti particolarmente appassionati del loro

2/6


territorio.Proseguiremo poi alla volta di Paesi e località inaccessibili al normale turista, come la

foresta amazzonica o le valli sperdute dell’Afghanistan, dove l’incontro e l’amicizia fra uomini di

culture diverse hanno rivelato nuove conoscenze e reso possibili imprese mai tentate prima.

Sottosopra 2.0

Dal 30 giugno al 1 settembre, domenica sera, LA 1, ore 20.40

Con una nuova serie di dieci puntate di 70 minuti l’una, torna quest’estate il seguitissimo

programma Sottosopra. Storie di personaggi che hanno fatto scelte di vita legate alla montagna, ai

grandi spazi e all’avventura raccontate ogni settimana attraverso immagini uniche e cariche di

emozioni.

Dopo la fortunata prima serie estiva del 2012 e le apprezzate repliche invernali, i produttori Mario

Casella e Fulvio Mariani, propongono dal 30 giugno dieci nuove puntate che, a differenza della

passata stagione, andranno in onda alla domenica anziché al sabato sera, alle 20.40 su RSI LA 1.

Filo conduttore delle nuove puntate sarà la catena montuosa che in Svizzera separa l’area di lingua

tedesca e quella italofona. Il programma alternerà infatti ai documentari girati negli angoli più remoti

del pianeta, una serie di filmati realizzati a cavallo di quello che è noto come il “Polenta-graben”.

Storie e personaggi distribuiti a nord e a sud della catena alpina tra il passo del Sempione e quello

del Bernina.

Fedele al suo titolo, il programma continuerà a proporre non solo racconti d’alta quota, ma

scenderà nella vallate, entrando talvolta nelle viscere delle montagne. Sotto e sopra, la montagna

nasconde storie e personaggi sorprendenti. Storie di casa nostra e storie lontane. Documentari

dedicati a grandi alpinisti ed esploratori del passato come Walter Bonatti e Carlo Mauri, ma anche

la vita quotidiana attuale di contadini delle nostre vallate o le scelte di alcuni appassionati

d’avventura – dalla vela, alla bicicletta passando per la marcia a piedi – che mollano tutto per vivere

una nuova esperienza.

Via per sempre. Una nuova vita oltre la Svizzera (terza serie)

Dal 27 giugno al 1 agosto, giovedì sera, LA 1, ore 22.05

Dopo il successo di pubblico dell’estate scorsa, anche quest’anno la serie Via per sempre, che

racconta in modo diretto e leggero i destini di alcuni svizzeri che decidono di lasciarsi alle spalle la

propria patria per iniziare una nuova vita all’estero. Se molti sognano di dare una svolta decisiva e

radicale alla propria vita, solo pochi riescono a farlo, spesso tra molte difficoltà. Ma altrettanto

spesso i sogni si realizzano. Nei sei nuovi episodi racconteremo le nuove vite di 4 famiglie: la

famiglia Dänzer che si trasferisce in Florida; la coppia Lanee e Hans-Jörg Jäger che segue il

proprio sogno in Tailandia; La famiglia Tobler che dal Canton Turgovia si avventura nell’immensa

Australia e la famiglia Schönbächler che ha scelto per il futuro il grande Canada. Produzione SRF.

Documentari dalla Svizzera

Dal 24 giugno al 26 agosto, lunedì sera, LA 1, ore 23.40

A cura di Silvana Bezzola Rigolini, è una selezione di documentari realizzati da registi e produttori

ticinesi indipendenti: nella Svizzera di lingua italiana sono infatti presenti registi di talento e case di

produzione che operano con il sostegno della RSI attraverso il Pacte de l’audiovisuel. Cineasti

giovani, accanto a quelli già affermati, propongono storie di oggi e di ieri. Con il loro sguardo

cinematografico, questi artisti dell’immagine affrontano temi sociali contemporanei e del passato,

ma raccontano anche personaggi che hanno portato e portano il nome della Svizzera in tutto il

mondo. Scavano nel territorio locale ma si avventurano anche in paesi lontani, con la loro

esperienza personale e con la propria passione e sensibilità, trasportano nei propri documentari le

storie raccolte in giro per il mondo. 10 appuntamenti con documentari che hanno suscitato

l’interesse e il coinvolgimento di importanti televisioni europee e che hanno ricevuto premi

3/6


prestigiosi in tutto il mondo, a dimostrazione della vivacità dei cineasti del nostro tempo.

Completano l’appuntamento anche documentari realizzati da registi della Svizzera di lingua

francese e di lingua tedesca.

Speciale Verdi

Dal 13 luglio al 31 agosto, sabato sera, LA 2, ore 21.00

Nel bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi (1813-1901), la RSI ha deciso di omaggiare il

grande Bussetano portando la sua vita e alcune delle sue opere sullo schermo. Il progetto

“Speciale Verdi” offre al pubblico della Svizzera italiana la visione di cinque opere verdiane, che

andranno: Nabucco (3 agosto), I due Foscari (10 agosto), Il Trovatore (17 agosto), Un ballo in

maschera (24 agosto) e Falstaff (31 agosto). L’operazione è stata curata da Giovanni Conti, che ha

scelto opere prodotte dal prestigioso Teatro Regio di Parma, che vedono la presenza di nomi di

spicco del panorama lirico internazionale quali Leo Nucci, Roberto Tagliavini e Marcelo Álvarez. Le

opere saranno introdotte da una presentazione curata da Giada Marsadri. Inoltre, sarà mostrato lo

sceneggiato televisivo in nove puntate Verdi, prodotto dalla RAI nel 1982, diretto da Renato

Castellani e interpretato da Ronald Pickup. Lo sceneggiato, che andrà in onda su LA2 il mercoledì

alle ore 17:30, ripercorre le tappe più importanti della vita del compositore, sia sul piano personale

che su quello artistico e mostra l’influenza che la sua musica ebbe sull’Italia del Risorgimento.

RADIO - Rete Due

Il Gange

Dal 6 luglio al 31 agosto, sabato mattina, ore 10.00

Al posto di Moby Dick un viaggio di Rete Due lungo il fiume sacro indiano, con reportage sul posto

e ospiti in studio, sempre in un’ottica di scoperta culturale, storica, sociale e con una continua

attenzione al confronto con la nostra realtà (dalle montagne ai miti, dai problemi ambientali alla

religione). Autori della serie sono Roberto Antonini e Gigi Donelli. La conduzione in studio è affidata

alo stesso Donelli nel mese di luglio e a Clara Caverzasio Tanzi in agosto.

Un’estate con Boccaccio

Dal 29 giugno al 1 settembre, sabato e domenica, ore 19.30

Dopo il successo degli incontri aperti al pubblico, ecco le trasmissioni radiofoniche. Boccaccio e

l’arte della narrazione, una mezz’ora con i docenti dell’Istituto di studi italiani dell’USI, i giovani

allievi della Scuola universitaria di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana, la voce narrante

di Augusto di Bono e i dieci scrittori che hanno riscritto le novelle del Decameron: Gianni Celati,

Michele Mari, Andrea Bajani, Ermanno Cavazzoni, Giovanni Orelli, Marcello Fois, Laura Pariani,

Marco Lodoli, Margherita Oggero e Marta Morazzoni.

Guasto è il mondo

Dal lunedì al venerdì, ore 12.20; replica ore 17.35

In sostituzione di Blu come un’arancia, un nuovo formato breve, di 5 minuti, presenta situazioni,

pensieri, scritti, opinioni, reportages, ritratti che fotografano la crisi economica, sociale, di identità

del mondo occidentale, ma anche i tentativi di uscirne.

4/6


Festival d'estate

Tutte le sere, ore 20.00

Presenta, sull'arco del palinsesto estivo, il meglio delle rassegne concertistiche internazionali

veicolate da Euroradio, con un occhio di riguardo ai festival svizzeri e una serie di produzioni

recenti realizzate da Rete Due. Vengono privilegiati i concerti in diretta.

Libretti, che passione!

Mercoledì, ore 16.00; replica domenica, ore 17.00

È ciò che esclamano Carla Moreni e Giuseppe Clericetti alla lettura dei dieci testi di altrettante

opere, che rappresentano tre secoli di melodramma e che saranno al centro dell'attenzione della

serie di trasmissioni radiofoniche, alternando ascolti con commenti.

La vera storia degli amici della Banda dei Cuori Solitari del sergente Pepe

Venerdì, ore 16.00; replica domenica, ore 23.00

La storia, anzi, le storie: quella della genesi del concept-album più noto della musica moderna, della

sua copertina, e soprattutto dei 16 oggetti e dei 62 personaggi che vi compaiono, sia nelle loro

identità che in rapporto con i Beatles e i loro collaboratori che li hanno scelti per essere immortalati

su questo manifesto di un’epoca al culmine delle speranze e delle utopie degli Anni ’60. Un viaggio

in dieci puntate con le voci di Peter Blake (fotografo e pop artist, ideatore della copertina), George

Harrison, Paul McCartney e vari critici musicali. Produzione: Claudio Ricordi.

Colpo di scena

Dal lunedì al venerdì, ore 13.30

Il settore Prosa ripresenta in luglio La Signorina Tecla Manzi, scritto da uno dei narratori italiani di

maggior successo, il comasco Andrea Vitali, di cui è protagonista Anna Maria Mion, recentemente

scomparsa. In agosto sono in calendario altri due sceneggiati radiofonici: Pensieri Salati, di Zoe

Markus Salati, e Il mio Coppi, di Daniela Morelli, con Pamela Villoresi, in concomitanza con il 60°

anniversario dei campionati mondiali di ciclismo svoltisi a Lugano nel 1953. Pensieri Salati fa

rivivere una voce fuori dal coro, quella del poeta e giornalista Vinicio Salati (1908-1994): eclettico,

anticonformista, iniziò a scrivere a soli 13 anni per Il Corriere del Ticino, Libera Stampa e varie

riviste prima di diventare, negli anni Quaranta, direttore di Azione. Fu anche un pioniere di Radio

Monteceneri. Il mio Coppi racconta invece la vita del grande campione ciclistico attraverso i suoni e

la cronaca del tempo. Importante, in questo caso, l’apporto dato dagli Archivi della RSI.

INTRATTENIMENTO

TELEVISIONE

Tra gli appuntamenti più significativi, la tradizionale emissione nazionale del 1. Agosto, che

quest’anno viene prodotta dalla RSI in diretta da Campo Blenio, con ospiti ed artisti provenienti da

tutta la Svizzera. Presenta Clarissa Tami.

RADIO

Rete Uno

Il palinsesto estivo di Rete Uno sarà caratterizzato da nuove rubriche, mentre i microprogrammi

avranno carattere maggiormente estivo e solare ed anche la musica accentuerà le note estive. La

Squadra esterna beneficerà dell’aumento sul territorio di manifestazioni di varia natura e delle

5/6


proposte legate al tempo libero, continuando comunque a spostarsi anche a Nord delle Alpi una

volta alla settimana. La serie speciale estiva legata al territorio vedrà la Squadra esterna nelle valli

della Svizzera Italiana: visiteremo una ventina di località. La domenica mattina manterrà il carattere

popolare proponendo tra l’altro Giochi di Memoria, un’ora per ricordare, emozionare, valorizzare le

nostre Teche. I magazine accolgono, il lunedì, il nuovo Ginevra, Sciaffusa, Chiasso, interamente

dedicato alla realtà sociale e culturale delle altre regioni linguistiche. Ambientiamoci sarà invece il

nuovo appuntamento dedicato all’ecologia, anche alla luce delle politiche cantonali e federali

sull’ambiente, sempre in movimento. La fascia mattutina Albachiara avrà carattere più leggero, con

temi legati alla stagione, al costume, alla società. Ogni sera, all’interno della fascia Via lattea, tra le

ore 20.00 e le ore 21.00, vi sarà un ospite diverso che, insieme al conduttore di turno, interagirà col

pubblico portando argomenti legati ai suoi interessi e al suo ambito professionale.

Rete Tre

Quanto a Rete Tre, l’estate sarà caratterizzata soprattutto dalla presenza sul territorio e in

particolare in tutte quelle manifestazioni che coinvolgono il pubblico più giovane. Rete Tre seguirà

alcuni dei maggiori festival e open air musicali svizzeri (Montreux, Nyon) e praticamente tutti

quelli della Svizzera italiana (una dozzina, da Palco ai Giovani, a Aspettando Estival, Festate,

Estival Jazz, Moon&Stars a Blues To Bop). Rete Tre proporrà anche il Progetto colonie, anticipato

in questi mesi dal gioco Tre per Tutti, che sta ottenendo notevoli riscontri sia radiofonici che in

termini di contatti sui social network. Tra le varie iniziative vanno segnalate anche le uscite in diversi

Lidi della Svizzera italiana e Un’estate in giallo, seconda edizione dei viaggi organizzati per gli

ascoltatori in collaborazione con Autospostale.

SPORT

Accanto alle trasmissioni e agli eventi che da sempre caratterizzano l’estate sportiva – dal torneo di

Wimbledon di tennis (24 giugno-7 luglio) ai campionati mondiali di Mosca (10-18 agosto) e ai grandi

meeting di atletica al Tour de France (29 giugno-21 luglio), la RSI sarà presente alla nona edizione

della Confederation Cup di calcio – un torneo organizzato dalla FIFA. Si tratta di una vera e propria

anteprima del mondiale brasiliano della prossima estate - che LA 2 proporrà in diretta dal Brasile

dal 15 al 30 giugno – alla quale partecipano 8 squadre, tra cui i campioni del mondo della Spagna,

il Brasile stesso, l’Italia (vicecampione del mondo), l’Uruguay e la Nigeria.

6/6

More magazines by this user
Similar magazines