Controllo motorio

galileo.cincom.unical.it

Controllo motorio

Il controllo motorio è lo studio della postura e del movimento

• Il termine si riferisce inoltre alle funzioni svolte dalla mente

e dal corpo per governare la postura e il movimento


L’attività motoria

È monitorata e corretta dal

confronto tra:

• Pianificazione Centrale:

La rappresentazione interna del

movimento

• Percezione Sensoriale Periferica:

Il movimento realmente

effettuato


I tre livelli dei sistemi motori di controllo

• Sistema Spinale

• Sistema

Troncoencefalico

• Sistema Corticale


Il Midollo Spinale

• Il midollo spinale è la sede

dei circuiti nervosi

responsabili delle risposte

motorie automatiche e

stereotipate

• Nell’organizzazione dei

sistemi motori ricopre il

livello gerarchico più basso


L’attività motoria spinale si realizza seguendo due vie:

• Monosinaptica → il segnale sensoriale fa sinapsi sul

motoneurone. Dà luogo ad un circuito riflesso rapido.

• Multisinaptica →il segnale neuronale raggiunge il

motoneurone dopo una lunga catena di sinapsi interneuronali.

Dà luogo ad atti motori complessi (es. la locomozione).


• Nel midollo spinale, i recettori muscolari sono collegati ai

motoneuroni per formare gli archi riflessi:

Un arco riflesso è formato da tre settori

principali:

1. Una via sensoriale → mette in

relazione i recettori con i centri

nervosi del midollo spinale

2. Un centro riflesso →arrivano gli

impulsi afferenti e partono gli

impulsi motori

3. Una via efferente formata dai nervi

motori che innervano i muscoli

connessi all’articolazione→

Movimento


Questi comportamenti motori sono riflessi congeniti

e stereotipati:

• Fanno parte della struttura stessa del sistema

nervoso centrale.

• Vengono messi in atto e controllati dai neuroni

situati nella parte filogenetica più antica.


Il Tronco dell’encefalo

• È la sede dei circuiti neuronali

deputati al controllo dei

movimenti oculari,

dell’equilibrio e di altri

movimenti relativamente

semplici.

• La funzione principale è quella

della motilità di sostegno(es.

postura ed equilibrio)


La Corteccia Cerebrale

• Nei sistemi di controllo motorio

la corteccia cerebrale rappresenta

il grado gerarchicamente più

elevato

• Nella corteccia cerebrale dei

mammiferi esiste una zona la cui

stimolazione elettrica produce

movimenti nel lato opposto del

corpo.

• I movimenti corticali sono in

gran parte movimenti volontari


Le aree della corteccia cerebrale interessate al

movimento sono due:

1. Corteccia motoria (o area 4

di Brodman): preposta alla

conversione dei progetti di

movimenti in comandi motori

2. Corteccia premotoria (o

area 6 di Brodman): implicata

nel controllo delle attività

motorie, in essa hanno origine

i progetti di movimento


Corteccia Motoria

• Responsabile dell’ identificazione

dei bersagli nello spazio e della

scelta del decorso temporale

dell’azione motoria

• Genera movimenti più complessi

tramite la contrazione dei gruppi

muscolari (es. masticazione,

rotazione degli occhi, rotazione

del capo..)

• Controlla i movimenti coordinati


La via motoria più importante che nasce sia dalla corteccia motoria che

dalla corteccia premotoria è il fascio piramidale, responsabile della

mobilità del tronco e degli arti

Scannerizzare img p.60


Gangli (o nuclei)

• Fanno parte del sistema motorio extrapiramidale

• Sono un’importante connessione tra la corteccia associativa e la

corteccia motoria

I nuclei principali sono:

a) Nucleo caudato

b) Putamen

c)Globus Pallidus

d)Substantia Nigra

e) Nucleo subtalamico


• Filogeneticamente il

cervelletto è una delle

strutture più antiche

Il Cervelletto

• Presiede alla

regolazione della

coordinazione motoria

e alla regolazione delle

attività motorie veloci

(es. corsa, scrittura a

macchina..)


• Il cervelletto non è coinvolto

direttamente nel controllo della

contrazione del muscolo

• Grazie a specifici circuiti neuronali

anticipa i valori relativi alla

direzione e alla rapidità del

movimento degli arti

• Es. nella durante la corsa, il

cervelletto prevede la posizione che

l’arto sta per assumere ed esegue

eventuali correzioni di traiettoria

More magazines by this user
Similar magazines