Apprendimento Motorio

galileo.cincom.unical.it

Apprendimento Motorio

Capitolo 8


Controllo Motorio

Studio

neurofisiologico del

sistema motorio

Sviluppo Motorio

Apprendimento Motorio

Sviluppo filogenetico

dei movimenti –

Abilità motorie dei

bambini

Studio delle modalità

di acquisizione di

nuove abilità motorie

negli adulti


Abilità Motoria

…facile da riconoscere, difficile definire come si manifesta.

• Bennet [1910] ci si trova in presenza di abilità motoria

quando il movimento presenta caratteristiche di

economicità e velocità.

• economicità: bassa durata di attivazione muscolare

• Kamon, Gormley, (1968) durante l’esecuzione di un esercizio

ginnico la durata di attivazione di vari muscoli di ginnasti esperti

risulta significativamente inferiore a quella degli stessi muscoli in

soggetti principianti.

• Velocità

• Crossman (1959) esperimento confezionamento dei sigari

• Il miglioramento della prestazione può continuare anche dopo

periodi di pratica estremamente prolungati.


Stadi di apprendimento motorio

[Fitts, 1964]

• Fase cognitiva

• Vengono prese le decisioni che permettono i primi

tentativi di esecuzione del movimento; verbalizzazione

facilita le decisioni.

• Fase associativa

• I vari movimenti vengono condensati in una unica

attività motoria diversa dalla somma dei vari

movimenti.

• Fase di automazione

• Automazione dei processi cognitivi sottostanti l’attività

motoria e il sistema di controllo.


Fase Cognitiva

metodi di apprendimento

• Dimostrazione mimare il movimento.

• Nelle prime fasi di apprendimento motorio è difficile insegnare il

movimento attraverso la modalità verbale;

• Apprendere per imitazione implica percezione e

memorizzazione;

• Memorizzazione individuare e isolare le caratteristiche cruciali

del movimento osservato.

• Compiti motori, come esecuzione di brani musicali:

• Possono essere appresi più velocemente se il soggetto viene più volte

sottoposto all’ascolto del suono prodotto dal movimento;

• Movimento guidato impiegato nel campo dello sport: utilizzato

ad esempio dai maestri di tennis;

• Questo tipo di apprendimento fornisce risultati modesti, a causa

della passività a cui il soggetto è sottoposto.


Fase Associativa

metodi di apprendimento

• Mettere assieme pezzi di movimento mantenendo la

funzione gerarchica del movimento

• Unità superiore: rappresentazione generale del

movimento che prescinte dai singoli dettagli distali

• Unità inferiore: si riferisce ai dettagli (esempio muscoli

implicati nel movimento)

• Tranfert

• Può essere fatto a livello della gerachia superiore ma non

inferiore

• frenare con il piede sinistro


Fase di automatizzazione

Movimenti

Poulton, 1957

CHIUSI

•Ambiente=stabile

•Variabili=stabili e predicibili

APERTI

Ambiente=turbolento e non predicibile

Apprendimento di abilità motorie

• Un dato movimento può essere aperto se durante la sua

esecuzione non si è in grado di predire l’andamento e il

valore delle variabili presenti nel contesto ambientale;

• Diviene chiuso quando l’autore del movimento è in grado di

eseguirlo in un ambiente divenuto per lui completamente

predicibile e controllabile.

• Il passaggio da movimento aperto a chiuso rappresenta il

processo di automatizzazione del movimento.


Esperimento (Frith e Lang, 1978)

• Traking di linee orrizzontali e verticali

• Condizione 1: le due linee compaiono in modo pseudocasuale

• Condizione 2: linee orrizzontali predicibili, linee

verticali pseudo-casuali


Esperimento (Frith e Lang, 1978)

Risultati:

1. Apprendimento quando il movimento è prevedibile

2. Non apprendimento quando il movimento è

imprevedibile

3. leggero apprendimento sulla linea imprevedibile

quando l’altra linea è prevedibile

• maggiore attenzione disponibile

• Impossibilità di avere una condizione totalmente

casuale


Teoria di Adams

Apprendimento specifico rapporto 1:1 (1 schema 1 movimento)

• Punto centrale della teoria è l’esistenza di due separati stati di memoria

chiamati traccia mnestica e traccia percettiva

• Traccia mnestica: responsabile dell’inizio dei movimenti, di cui

sceglie direzione iniziale e determina le prime porzioni

• Inizia il movimento e ne sceglie i parametri fino a quando i primi

feedback non raggiungono il sistema nervoso centrale che assieme alla

traccia percettiva si sostituisce alla regolazione

• La Traccia percettiva: Rappresenta il valore atteso con cui viene

confrontato il movimento realizzato attraverso i processi di feedback

• È quindi una rappresentazione sensoriale del movimento desiderato

• È un’immagine motoria che rappresenta il modello interno di una

buona prestazione


Teoria di Adams

Apprendimento motorio si compone di due stadi

successivi:

• Stadio verbale-motorio

• Si verifica nei primi tentativi di apprendimento

• Controllo verbale conscio

• Alto numero di errori di esecuzione

• Stadio motorio

• La traccia percettiva si consolida e diventa una forma di

rappresentazione interna del movimento.


Teoria del concetto di schema

• Anni 70 emerge l’idea dei circuiti aperti

• idea di schema si fonda su questi

• autori principali (Bartlet 1932; Turvay, 1977; Schmidt,

1982)

• Risolve i problemi dell’immagazzimento e della novita’

proponendo un rapporto di 1:tanti

• 1 schema per tanti movimenti


Teoria del concetto di schema

Apprendimento come processo che a partire da

movimenti di una stessa categoria formi una regola che

può essere applicata a tutti i movimenti di quella

categoria

• Quattro tipi di informazione fondamentale:

• parametri specifici (durata, forza, velocità)

• risultato finale (ho raggiunto o no lo scopo)

• conseguenza sensoriali (percettive esterocettive)

• condizioni di partenza (valutazione dell’ambiente in cui

mi muovo)


Teoria del concetto di schema

• Apprendiamo quindi:

• rafforzando lo schema

• lo facciamo rafforzando allo stesso tempo i quattro punti

fondamentali

• quando lo schema si e’ fissato possiamo trasferire la

conoscenza acquisita a movimenti nuovi della stessa

categoria

• Non abbiamo più bisogno di immagazzinare un

enorme quantitativo di informazione ridondante

• il movimento nuovo emerge dentro la regola generale

More magazines by this user
Similar magazines