GENERAL CONDITIONS OF CARRIAGE AGREEMENT - ANEK Lines

web.anek.gr

GENERAL CONDITIONS OF CARRIAGE AGREEMENT - ANEK Lines

CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI TRASPORTO

Definizioni

1. Con il termine "Shipper" si intende lo Spedizioniere, il Destinatario, il titolare del contratto di

trasporto per il (i) veicolo(i, nonché l’intestatario del veicolo.

Clausola Paramount

2. Il trasporto è disciplinato da

(a) I regolamenti dell’Aia contenuti nella Convenzione internazionale di Bruxelles

sull’unificazione delle normative vtr del 1924 e del Protocollo del 1924 poi emendato dal

Protocollo del 1968:

(b) La Convenzione di Atene del 1974 sul trasporto marittimo di passeggeri e loro bagagli

nonchè

(c) La legge greca

ed è sottoposto alle clausole e deroghe contenute nel presente contratto che lo Shipper dichiara

specificatamente di conoscere ed accettare.

Carico / Dichiarazione dello Shipper

3. Fermo restando le esclusioni contenute nel presente contratto, il veicolo (trattore o trattore e

rimorchio), le merci e qualsiasi altro oggetto ivi contenuto costituiscono nell’ambito del presente

contratto un’ unica unità di carico quindi accettati come tale senza alcuna riserva.

Periodo di responsabilità

4. Il Vettore o il suo Agente respinge ogni responsabilità in caso di perdite o danni provocati al

veicolo prima dell’imbarco del veicolo sulla nave e dopo lo sbarco, qualunque sia l’origine di tali

perdite o di tali danni.

Presentazione all’imbarco / Mancato imbarco

5. La conferma della prenotazione così come l’accettazione delle operazioni di imbarco da parte del

Vettore, anche quando egli abbia riscosso l’integralità o una parte soltanto del prezzo di trasporto

non implica che la nave sia pronta ad imbarcare o che il veicolo sarà effettivamente caricato sulla

nave. L’imbarco sulla nave dipende, infatti, da circostanze che possono impedire la partenza della

nave e le operazioni di imbarco. Qualora la nave non imbarca il veicolo, il Vettore è tenuto a

restituire la somma corrisposta senza alcun addebito aggiuntivo di qualsiasi natura, come ad

esempio risarcimento o indennizzo o altro.

6. I veicoli dovranno trovarsi vicino alla nave almeno 4 ore prima della partenza con tutti i documenti

doganali e di imbarco pronti e tutti i documenti attestanti il pagamento del nolo. In caso di ritardi

dovuti a qualsiasi ragioni, anche se non imputabili allo Shipper, il Comandante ha la facoltà di

rifiutare l’imbarco dei veicoli. Il Vettore ha il diritto di pretendere o trattenere l’integralità del prezzo

del nolo nel caso in cui lo Shipper non è pronto ad imbarcare i veicoli all’ora stabilita, anche se il

motivo di tale impossibilità esula dal potere dello Shipper. In entrambi i casi, il contratto di trasporto

si considera concluso.

7. Lo Shipper, responsabile verso la nave e verso terzi, presenterà il veicolo pronto per la spedizione

e dovrà assicurarsi che il carico sia saldamente stivato, legato coperto e piombato a propria

esclusiva cura, spese e rischio.

8. I veicoli saranno imbarcati secondo le istruzioni del Comandante.


9. Il Comandante può rifiutare l’imbarco di un veicolo a sua completa discrezione ed unico giudizio e

nessun indennizzo sarà dovuto allo Shipper oltre al rimborso del prezzo versato per il nolo. Qualora

il motivo del rifiuto di imbarcare il veicolo è dovuto ad uno stivaggio non idoneo o da inidoneità o

insufficienza della rizzatura del carico, da freni e cambio del mezzo che non sono funzionanti oppure

da problemi in qualsiasi altra parte del mezzo o da dichiarazione non conforme dello Shipper o da

qualsiasi altra causa imputabile allo Shipper o a suoi dipendenti, il Vettore ha il diritto di trattenere

l’integralità del prezzo pagato per il nolo ed il presente contratto si ritiene concluso.

Imbarcare un mezzo, anche se non prenotato, non implica la conoscenza, da parte del Vettore, delle

sue condizioni e prestazioni, delle corrette modalità di stivaggio della merce o di quando dichiarato

dallo Shipper etc. Nessuna responsabilità è dunque imputabile al Vettore e alla nave, che non

saranno responsabili nei confronti di terzi.

Imbarco / Sbarco

10. Lo Shipper porterà il veicolo a bordo della nave fino all’area preposta alla sistemazione del

veicolo a sua cura, spesa e responsabilità. Lo Shipper e il Destinatario devono provvedere allo

sbarco del veicolo e prenderlo in consegna al relativo porto di sbarco. Il Vettore non si assume

alcuna responsabilità neanche nei confronti di terzi. Il conducente di un veicolo o di una motrice in

noleggio o fornito dalla nave agisce per conto dello Shipper anche se egli è un dipendente della

nave o di terzi. Lo Shipper ed il Destinatario sono responsabili di ogni danno causato dall’autista

durante le operazioni di imbarco, parcheggio e sbarco del veicolo. Durante la permanenza del

veicolo sulla banchina prima dell’imbarco e dopo lo sbarco, il veicolo vi è parcheggiato a cura, spesa

e sotto la responsabilità dello Shipper.

11. I veicoli devono essere lasciati con le serrature aperte, la chiave dell’accensione inserita nel

contatto e la cabina del conducente non presenterà oggetti voluminosi, ingombranti o lasciati alla

rinfusa.

12. All’arrivo della nave al porto di destinazione, i conducenti e/o destinatari prendono i rispettivi

veicoli in consegna (tempestivamente e senza ostacolare/ritardare le normali operazioni di sbarco

degli altri veicoli) dopo avere lasciato i documenti di spedizione. Qualora l’autista / il destinatario

ometta di ritirare il veicolo nei tempi prestabiliti, il Vettore sbarcherà il mezzo parcheggiandolo sulla

banchina. Ogni rischio, responsabilità e spesa ricadranno sullo Shipper e/o Destinatario. Il veicolo

non sarà chiuso a chiave e le chiavi rimarranno appese al cruscotto sempre a spese e rischio dello

Shipper e/o del destinatario. Il Destinatario potrà riprendersi il veicolo solo dopo avere pagato alla

ANEK Lines tutte le spese sostenute. Gli agenti della compagnia ANEK Lines hanno la facoltà (ma

non l’obbligo) di lasciare il veicolo in un’area di parcheggio (custodita o incustodita) a rischio e spese

dello Shipper / Destinatario.

13. In caso di emergenza, gli autisti devono tenersi a disposizione del comandante e seguire in buon

ordine le sue istruzioni.

Animali vivi e carichi in coperta

14. Il Vettore non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi perdita o danno derivante da

un’azione, negligenza o inadempienza dei propri dipendenti nella gestione di tali animali o di tale

carico in coperta.

Lunghezza del viaggio

15. Il viaggio programmato non si limita ad un’unica tratta ed include ogni andata, ritorno , fermata o

rallentamento in o da ogni porto o punto collegato per qualsiasi motivo ragionevole al servizio

eseguito dalla nave, compresi la manutenzione della nave e l’assistenza all’equipaggio, il

bunkeraggio, le operazioni di imbarco e sbarco o di altro tipo.

Sostituzione di nave, trasbordo e spedizione


16. Anche se espressamente convenuto in precedenza o in altro modo, il Vettore è libero di

trasportare il veicolo al porto di destinazione con la nave stabilita oppure con altra nave o altri navi

di propria o altrui appartenenza, così come con altri mezzi di trasporto, dirigendosi direttamente o

indirettamente verso tale porto ed ha inoltre la facoltà di trasportare il veicolo oltre il porto di destino,

di trasbordare, fare sbarcare e depositare il veicolo a terra o in mare per poi reimbarcarlo a spese

del Vettore ma a rischio dello Shipper. Nel caso in cui la destinazione finale del veicolo non è quella

del porto di arrivo e di sbarco, il Vettore agisce esclusivamente come spedizioniere. La

responsabilità del Vettore è quindi limitata alla tratta del trasporto eseguita sotto la sua

responsabilità su navi di sua competenza e quindi nessuna responsabilità può essere imputata al

Vettore per danni o perditi subiti in ogni fase del trasporto anche se il nolo fino a destino è stato ad

esso pagato.

Nolo e costi

17. (i) Il nolo, corrisposto o meno, è da considerarsi incassato al momento dell’imbarco e non è

rimborsabile in nessun caso. Tranne disposizioni contrarie, il nolo e/o altre spese nel quadro del

presente contratto sono versati dallo Shipper su richiesta del Vettore Un interesse del 10 percento

anno sarà conteggiato dalla data in cui il nolo e le spese sono dovuti.

(ii) Ogni costo, dazio, tassa e spesa che possono essere richiesti alla nave sulla base della quantità

di merce trasportata, del peso dei veicoli o del tonnellaggio saranno pagati dallo Shipper.

(iii) Lo Shipper è responsabile di qualsiasi multa, penale, costo, spesa e/o perdita che il Vettore, la

nave o il veicolo possono subire per la mancata osservanza dei regolamenti doganali o di

import/export.

Garanzia

18. Il Vettore avrà un diritto di pegno sull’intero carico a fronte di qualsiasi somma dovuta

relativamente al presente contratto e potrà recuperare le eventuali somme vendendo il veicolo con

quanto in esso contenuto privatamente o all’asta.

.

Disposizioni governative, Guerre, Epidemie, Gelo, Scioperi, ecc

19. (i) Il Comandante ed il Vettore sono liberi di conformarsi a qualsiasi disposizione, indicazione o

raccomandazione inerenti al trasporto disciplinato dal presente contratto e diramate da ogni Governo

o autorità oppure da un ente che agisce o pretende agire per conto di tale Governo ed autorità o

che abbiano il diritto di diramare tali disposizioni, indicazioni e raccomandazioni nel rispetto delle

clausole della polizza di assicurazione della nave.

(ii) Se a causa di guerra, ribellione, blocco, sommossa, agitazioni popolari o pirateria, l’esecuzione

del trasporto della nave esponga la nave o i mezzi imbarcati al rischio di sequestro o a un danno

qualunque o a ritardi oppure esponga le persone a bordo a pericoli di vita o perdita della libertà

oppure se tale rischio è aumentato, il comandante può sbarcare il veicolo al porto d’imbarco oppure

in qualsiasi altro porto ritenuto sicuro ed adeguato.

(iii) In caso di epidemie, quarantene, problemi derivanti dai lavoratori, ostacoli al lavoro, scioperi,

serrate, sia a bordo che a terra che possono ostacolare le operazioni di carico o di scarico ed

impedire alla nave di lasciare il porto di scarico oppure di scaricarvi la merce secondo le normali

modalità per poi ripartire, in totale sicurezza e senza procrastinare la partenza, il comandante può

fare sbarcare il veicolo nel porto di carico/di partenza o in altro porto ritenuto sicuro ed adeguato.

(iv) Ai sensi della presente clausola, lo sbarco di un veicolo per il quale è stata stipulata una vtr

significa la piena esecuzione dei termini del contratto. Se per l’esercizio di un qualsiasi diritto

previsto nel quadro della presente clausola sono state sostenute delle spese extra, queste saranno

pagate dallo Shipper oltre al nolo, congiuntamente ad un’eventuale restituzione del nolo, se del

caso, ed una ragionevole indennità per qualsiasi servizio extra eseguito sul veicolo.

(v) Nel caso in cui una delle condizioni accennate nella presente clausola può essere prevista o se

per un motivo qualsiasi la nave si trova nell’impossibilità di raggiungere o entrare nel porto dove


caricherà merce in totale sicurezza e senza indugio o qualora debba subire riparazioni, il Vettore può

annullare il contratto prima dell’emissione della vtr

(vi) Se possibile, lo Shipper ne sarà informato.

Eccezioni e condizioni speciali relative a tutti i dipendenti ed agenti del Vettore

20. Viene espressamente convenuto che nessun dipendente o agente del Vettore (incluso ogni

prestatore di opera indipendente, impiegato occasionalmente dal Vettore) è responsabile in ogni

circostanza nei confronti dello Shipper per qualsiasi perdita, danno o ritardo derivati da o

conseguenti direttamente o indirettamente a una loro qualsiasi azione, negligenza o inadempienza

nel corso dello svolgimento del proprio lavoro. Fermo restando il carattere generale delle

disposizioni precedenti contenute nella presente clausola, qualsiasi eccezione, limitazione,

condizione e libertà previste dalla presente clausola e qualsiasi diritto, esenzione di responsabilità,

difesa e condizioni speciale di qualsiasi natura applicabili al Vettore o ai quali il Vettore ha diritto nel

quadro del presente contratto sono previsti ed estesi ad ogni dipendente o agente del Vettore che

eseguino il proprio compito lavoro come detto sopra e nel quadro delle precedenti disposizioni della

presente clausola, si considera che il Vettore agisce da agente o curatore per conto di tutte le

persone che sono o suoi dipendenti o agenti oppure lo diventino occasionalmente (inclusi i

prestatori di opera indipendenti come detto prima) e tutte queste persone saranno considerate come

parti coperte dal contratto documentato dalla relativa vtr.

Il Vettore può richiedere allo Shipper qualsiasi somma riscossa dallo Shipper o che lo Shippper

riscuoterà, così come qualsiasi altra somma ai dipendenti o agli agenti del Vettore a fronte di tale

perdita, danno, ritardo o altro.

Trasporto di veicoli frigoriferi

21. Tutti i veicoli frigoriferi hanno l’obbligo di conformarsi alle disposizioni del Ministero della Marina

mercantile che fà divieto a qualsiasi mezzo di utilizzare la propria fonte di energia una volta

imbarcato. La nave, a richiesta dello Shipper formulata all’atto della prenotazione e compatibilmente

con la disponibilità delle prese di corrente, potrà consentire l’allacciamento al sistema elettrico

principale della nave semprechè i veicoli siano forniti dello speciale innesto antideflagrante. Tale

allacciamento è consentito a rischio e totale responsabilità dello Shipper, anche verso terzi. Nessuna

responsabilità sarà invece addebitata al Vettore o alla nave per mancanza, interruzioni o repentini

sbalzi di corrente o per qualsiasi altro guasto nella produzione o distribuzione dell’energia elettrica

della nave anche se tutto ciò fosse imputabile al personale di bordo. Sarà interrotta la fornitura di

energia elettrica se il veicolo frigorifero non risultasse regolarmente funzionante e se scintille

dovessero liberarsi durante il funzionamento.

Eccezioni e limiti della responsabilità del Vettore

22. Il Vettore non è in alcun modo responsabile dei danni causati da ritardi nella partenza della nave

o dalla mancata partenza della nave ed egli non sarà responsabile di perdite, danni o manomissioni

delle merci e/o di oggetti sistemati all’interno dei contenitori così come per eventuali cose asportate,

che questo accada prima o durante l’imbarco, il trasporto o lo sbarco da qualunque causa generata

e/o prodotta, anche se ciò è attribuibile ai dipendenti o agli operatori dei propri agenti.

23. Il comandante ha la facoltà, nel caso di circostanze inerenti alla nave o al viaggio, di scaricare i

passeggeri ed il carico in qualsiasi porto che non sia quello di destino. In tal caso e se la distanza

coperta dalla nave ed il tempo impiegato sono minori a quanto programmato, il Vettore rimborserà,

su richiesta, un’adeguata differenza del nolo, liberandosi così da ogni altra forma di responsabilità.

25. Lo Shipper e/o l’autista sono nell’obbligo di segnalare al capitano e/o all’agente della nave, prima

dell’imbarco, l’eventuale esistenza di merce pericolosa a bordo del veicolo come ad esempio di

natura infiammabile, esplosiva, corrosiva, volatile o qualsiasi altra merce pericolosa secondo la

classificazione IMO ed essi dovranno dimostrare che il veicolo e l’autista sono abilitati e


completamente attrezzati per il trasporto di tali merci pericolose. Previo consenso del vettore o del

capitano o dell’agente al trasporto del veicolo, le merci pericolose saranno esclusivamente collocate

nelle aree apposite della nave. Il trasporto di tali merci pericolose sarà eseguito in conformità alle

disposizioni impartite dal ministero della Marina mercantile e/o il ministero del Trasporto e delle

Comunicazioni. Il capitano ha la facoltà in ogni momento, qualora le merci pericolose sistemate a

bordo della nave anche previa sua autorizzazione costituiscano un pericolo per la nave e/o il carico,

di scaricare e/o distruggere le merci pericolose senza che nessuna responsabilità sia imputabile alla

nave o ai dipendenti o agli agenti del Vettore tranne in caso di avaria generale.

26. Il Vettore non ha alcuna conoscenza della qualità, del peso e del valore della merce caricata sul

veicolo.

Avaria generale

27. I casi di avaria generale sono disciplinati dalle Regole di York e di Anversa del 1994. Prima di

prendere in consegna la merce, il Destinatario firmerà il "Lloyd’s Average Bond" e provvederà al

deposito determinato dal Vettore a garanzia del proprio contributo.

Il deposito di cui alla Norma XXII delle regole anzidette sarà versato su un conto comune del Vettore

e del liquidatore presso una banca scelta dal Vettore e dal liquidatore.

Uno o piu’ liquidatori designati dal Vettore provvederanno alla liquidazione, in via amichevole, a

Chania, Creta, Grecia.

Foro competente

28. Viene pattuito che ogni controversia derivante nel quadro del presente contratto sarà promossa

dinanzi all’Autorità giudiziaria di Chania, Creta, Grecia e troverà inderogabilmente applicazione la

legge greca.

More magazines by this user
Similar magazines