27.10.2014 Views

Cenni storici - Lettere e Filosofia

Cenni storici - Lettere e Filosofia

Cenni storici - Lettere e Filosofia

SHOW MORE
SHOW LESS

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

Cenni storici


LO STRUTTURALISMO

cosa e come sono i processi mentali

Psicologia = scienza

il primo laboratorio di psicologia sperimentale è avviato

da Wundt a Lipsia nel 1879

(Wundt adotta procedure e metodi della chimica e della

fisica di fine 800)

Titchener definisce questo approccio strutturalismo

studio della struttura della mente

2


LO STRUTTURALISMO

cosa e come sono i processi mentali

Mente: formata da tanti elementi che la compongono

come un mosaico di sensazioni, emozioni, concetti.

Per capire come si formano le percezioni complesse

(rappresentazione del mondo esterno) si devono

analizzare le sensazioni elementari causate

dallesperienza immediata (atomi psichici)

Introspezione: guardare dentro alla propria mente.

Consiste nella descrizione minuziosa dei contenuti mentali

che hanno luogo durante la percezione di uno stimolo

esterno

3


Limiti di strutturalismo e introspezione:

• non tutti sono possono riferire verbalmente le proprie

sensazioni (es. bambini, malati mentali, animali,…)

compromette la finalità stessa della scuola

• mancanza di considerazione dellattività inconscia

(anchessa responsabile del comportamento umano)

• lesperienza della sensazione elementare suscitata da una

stimolazione sensoriale è soggettiva

4


IL FUNZIONALISMO

a cosa servono i processi mentali?

• Nasce negli Stati Uniti ad opera di William James (1890)

e John Dewey (1896)

il comportamento umano deve essere

considerato come un processo di adattamento

dell’organismo all’ambiente

(origini: Evoluzionismo di Darwin)

• Psicologia

scienza biologica

i processi mentali sono il risultato evolutivo dei processi

funzionali che nelluomo mediano il rapporto tra

ambiente e bisogni dellorganismo

5


IL FUNZIONALISMO

a cosa servono i processi mentali?

• la psicologia è interessata a studiare la natura e le

caratteristiche delle funzioni mentali

• mente e corpo (funzioni psichiche e fisiologiche) sono

considerate allo stesso livello

• la funzione psichica della percezione e la funzione

fisiologica della respirazione hanno entrambe il fine

evoluzionistico di garantire la sopravvivenza e

ladattamento al mondo esterno

fine anni ’20

declino, anche se linteresse per i processi funzionali

sopravvive nella psicologia cognitiva

6


LA PSICOLOGIA DELLA GESTALT

(Wertheimer, 1912)

Esperimento sul movimento stroboscopico

Movimento apparente costituito dalla proiezione di una

serie di immagini fisse alternate a intervalli di buio della

stessa durata

Losservatore costruisce ununica immagine dinamica

in movimento

7


LA PSICOLOGIA DELLA GESTALT

(Wertheimer, 1912)

Ciò che conta è la totalità di un fenomeno

e non le singole parti:

Lintero è qualcosa di diverso dalle singole parti che lo

compongono

8


Metodo

fenomenologico

LA PSICOLOGIA DELLA GESTALT

(Wertheimer, 1912)

osservazione naturalistica dei

fenomeni di ciò che appare

all’osservatore, senza

mediazioni concettuali

non quello che si sa

ma quello che si vede

9


IL COMPORTAMENTISMO

psicologia stimolo-risposta (Watson 1913)

oggetto di studio:

il comportamento osservabile (insieme delle risposte

muscolari e ghiandolari)

non i processi mentali (scatola nera)

• Condizionamento classico Pavlov

• Condizionamento operante Skinner

Anni 60: crisi del comportamentismo. Limitare l’oggetto di

studio al comportamento osservabile si dimostra un

approccio sterile

10


NEOCOMPORTAMENTISMO

psicologia S-O-R

alcuni scienziati comportamentisti assumono

lesistenza di variabili interne intermedie (Tolman 1932;

Hebb, 1949)

componenti psicologiche non manifeste che agiscono tra

la presentazione dello stimolo e lemissione della

risposta

attività non osservabile che avviene allinterno

dellorganismo (O = Organismo)

11


IL COGNITIVISMO

(Neisser, 1967)

oggetto di studio:

processi cognitivi fondamentali per lelaborazione delle

informazioni e per la presa di decisione finalizzata alla

risposta

Tutto quello che sappiamo della realtà è stato mediato non

solo dagli organi di senso, ma da sistemi complessi che

interpretano continuamente linformazione fornita dai sensi.

Questi sistemi complessi, i processi cognitivi, non possono

essere “visti” dallo sperimentatore, ma la loto funzione può

essere comunque inferita. (Neisser)

12


LA CRONOMETRIA MENTALE

MOLTO importante per la psicologia scientifica

i processi mentali non sono direttamente osservabili ma

producono variazioni in un parametro fisico osservabile

ed oggettivo

il tempo

Donders (1860)

dimostrò che i processi mentali richiedono

tempo e che processi mentali di diversa complessità

richiedono tempi di reazione diversi

13

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!