Analisi tecnica: Il ROC (Rate of Change). Indicatore di momentum

dominosolutions.it

Analisi tecnica: Il ROC (Rate of Change). Indicatore di momentum

www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it

Analisi tecnica: Il ROC (Rate of Change). Indicatore di momentum

Il Momentum è l'oscillatore per eccellenza ed è la base di calcolo e d'ispirazione per numerosi altri oscillatori.

Presi in prestito dalla fisica i concetti di velocità e di accelerazione, è proprio questi che si vuole misurare. La

costruzione più classica del Momentum si basa così su una semplice differenza tra il valore odierno del titolo e

quello di tot giorni prima.

Momentum di oggi = prezzo di oggi - prezzo di tot giorni prima

Il momentum misura, dunque, il tasso di variazione dei prezzi.

Il metodo di misurazione del momentum più semplice nel calcolare il tasso al quale varia il prezzo di un titolo in un

dato intervallo di tempo. Se per esempio si desidera costruire un indicatore che misuri il tasso di variazione (rate

ofi change) su dieci settimane, il prezzo corrente va diviso per il prezzo di dieci settimane prima.

Se il prezzo odierno fosse 965 e quello di dieci settimane fa fosse stato 985, il tasso di una variazione, o

indicatore di momentum, corrispondente sarebbe 965/985 x 100, ovvero 98. Il successivo valore dell'indicatore

sarà calcolato dividendo il prezzo della settimana prossima con quello di nove settimane prima.

Il risultato di questa operazione si concretizza in un indicatore che oscilla intorno ad un livello centrale

di riferimento, detta linea di equilibrio, in quanto è relativo a un prezzo rimasto invariato rispetto a dieci

settimane prima. Se si volesse quindi calcolare il momentum di un prezzo rimasto da tempo invariato, esso

sarebbe rappresentato da un linea retta sovrapposta a quella dell'equilibrio.

Il grafico qui sotto mostra un esempio di ROC applicato al titolo ALCOA, premendo sull'immagine ne vedrete

l'ingradimento.

Come si comporta il ROC ?


Quando il prezzo misurato risulta maggiore rispetto a dieci settimane prima, l'indicatore segnala un livello di

momentum superiore alla linea di equilibrio. In seguito, se l'indicatore esprime un livello ancora più elevato,

l'incremento del prezzo rispetto a dieci settimane prima è andato aumentando.

Quando il livello del momentum va decrescendo, pur restando al di sopra della linea di equilibrio, il prezzo è

sempre in aumento rispetto a dieci settimane prima, ma la sua crescita si sta riducendo.

Se l'indicatore si porta sotto la linea di equilibrio, il prezzo è diminuito rispetto a dieci settimane prima e, se

scende ancora, il prezzo osservato sta diminuendo in modo ancora più marcato.

Quando il valore di momentum si ferma sulla linea di equilibrio senza attraversarla, significa che il prezzo sta

ancora diminuendo ma il suo decremento sta rallentando.

In Breve:

Un ROC in crescita indica u momentum, positivo, uno in calo una perdita di momentum.

Un momentum in crescita deve essere interpretato come un fattore rialzista, uno in calo come un fattore

ribassista.

Scelta dell'ampiezza temporale

L'adozione del numero di giorni su cui calcolare il ROC dipende dal periodo di riferimento che s'intende

considerare. Generalmente si usa un valore compreso tra 1 a 200 giorni ed oltre, ma il più popolare settaggio va

dai 12 ai 25 giorni per il trading a breve come illustrato da Gerald Appeal e Fred Hitschler nel famoso libro Stock

market trading system. L'uso dei 12 giorni è un eccellente sistema per individuare zone di ipercomprato e

di ipervenduto. Molti analisti ritengono che la scelta del Roc a 12 giorni sia particolarmente adatta grazie

alla sua regolarità di oscillazione; ciò permetterebbe di anticipare le svolte del trend attraverso, appunto,

questa caratteristica.

Qualsiasi analisi tecnica di mercato migliorerà attraverso l'utilizzo congiunto di più indicatori di momentum

impostati su differenze ampiezze temporali.

Il grafico qui sotto mostra sempre Alcoa con un ROC di 18,36 e 72 giorni, premendo sull'immagine ne vedrete

l'ingradimento.

Tecniche di determinazione di un trend


Come le violazioni della linea di tendenza, le intersezioni di una media mobile e così via, applicate al momemtum

hanno la stessa validità mostrata nei confronti del prezzo. La differenza importante è che una inversione di

tendenza del momentum non indica altro che una inversione del momentum stesso. Il solo fatto che gli

oscillatori cambino direzione non significa che i prezzi facciamo sempre altrettanto.

Normalmente una inversione della tendenza del momentum funge da conferma del segnale di inversione della

tendenza del prezzo. I segnali di acquisto/vendita possono derivare solo da una inversione della tendenza

del prezzo effettivo e non della serie di momentum.

Divergenze dal prezzo

Il grafico qui sotto mostra una divergenza interessante tra il momentum e l'andamento del prezzo. Ogni volta che

si concretizzerà una divergenza fra l'indicatore di momentum e l'andamento del prezzo è essenziale attendere

una conferma dell'inversione di tendenza di quest'ultimo. Tale conferma può arrivare:

1) Violazione di una trendline

2) Attraversamento di una media mobile

3) Completamento di un modello di prezzo

4) Una inversione della progressione dei massimi/minimi

Sebbene l'indicatore possa segnare un valore alto in queste zone è opportuno, però, attendere che il mercato

realmente inizi a correggere prima di prendere posizione. Il tutto va correlato con l'analisi principale del major

trend in quanto, non di rado, l'oscillatore può rimanere per diverso tempo in una area ipercomprato - ipervenduto

mentre il trend continua la sua corsa.

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento

e non offre consigli specifici di investimento. Le indicazioni sono basate su analisi tecnico fondamentale dei nostri analisti

e non sostituiscono la compravendita di titoli da parte del cliente, il cliente stesso è responsabile della propria scelta di

investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo e sono di proprietà della Domino Solutions, ogni

uitilizzo dei dati qui presenti va fatta sotto richiesta ed approvazione della società stessa. Per la richiesta di utilizzo di tali dati

potete scrivere a info@dominosolutions.it

More magazines by this user
Similar magazines