Scarica documento [Pdf - 2 MB] - Cesvot

cesvot.it

Scarica documento [Pdf - 2 MB] - Cesvot

caos) tra i vari documenti, che giacciono sepolti negli armadi (ma spesso anche sul pavimento

negli angoli delle stanze) delle associazioni di volontariato.

2. Il progetto La gestione dell’archivio nelle organizzazioni non profit, come già

ricordato sopra, è nato dalla esigenza di rispondere a quanti, negli enti di volontariato, vogliono

iniziare un lavoro di gestione attenta dell’archivio per non disperdere la memoria storica della

loro associazione; cioè abbiamo proposto ai dirigenti ed operatori del non profit una occasione

di formazione sugli elementi di base dell’archivistica (metodologie e tecniche del lavoro di conservazione

dei documenti).

Infatti, il percorso formativo ha visto momenti teorici e pratici concernenti l’archiviazione

dei documenti, su supporto cartaceo ed informatico, in merito alle tecniche di protocollazione e classificazione,

di ordinamento e conservazione, nonché agli strumenti di corredo da elaborare per una

opportuna consultazione e valorizzazione delle carte.

In particolare, i principali argomenti affrontati nel corso sono stati: la storia

dell’Istituzione Archivio, i principi generali dell’archivistica (documento e memoria, imparzialità

e avalutatività), il metodo storico oggettivo (la ricostruzione dell’ordine originario ed

individuazione del vincolo), le 3 età del ciclo di vita dell’archivio (corrente, deposito e storico),

la metodologia di ri-ordinamento dei documenti in archivio (tecniche di schedatura, classificazione,

inventariazione e catalogazione), i sistemi di archiviazione tradizionale e sistemi di

archiviazione informatica, la gestione dell’archivio corrente e storico, le tecniche di gestione del

protocollo, i mezzi di corredo archivistico (Introduzione alla storia dell’ente, Guida generale

dell’archivio, Inventario dei singoli fondi), le funzioni ed i doveri dell’archivista (conservare,

ordinare, inventariare e valorizzare il patrimonio documentale), modalità di consultazione delle

carte, la tipologia dei documenti prodotti dagli organismi di volontariato, la natura giuridica

degli archivi degli enti non profit.

Queste ci sono sembrate le necessarie competenze professionali per cimentarsi nella

gestione dell’archivio, da parte del personale del settore non profit; cioè il corso ha mirato a

fornire le competenze teoriche e pratiche necessarie per una corretta conservazione dei documenti,

particolarmente riguardo al ri-ordino del fondo storico ed alla protocollazione dell’ attività corrente.

Si è anche voluto trasversalmente stimolare i partecipanti del corso a far propria la cultura

della valorizzazione dell’archivio in quanto bene culturale; cioè si è cercato di avvicinare

la cultura archivistica al mondo non profit allo scopo di promuovere la valorizzazione della

memoria delle associazioni di volontariato. Per inciso, ma non secondariamente, va fatto notare

che il materiale documentale del non profit ha pari “diritto”, rispetto agli altri settori della società,

ad essere ordinato e conservato in archivio, in quanto costituisce e rappresenta con dignità una

parte importante della nostra memoria storica.

Vista l’importanza di salvaguardare il patrimonio documentale di un ente non profit,

resta comunque il problema che oggi tale materiale, nella generalità dei casi (salvo poche situazioni

specifiche), non ha ricevuto ancora l’attenzione archivistica adeguata, per cui l’azione formativa

ha offerto l’occasione (ad alcuni, ma dovrebbero essere molto di più) di assumere le capacità

professionali per avviare, nella propria realtà, la gestione del patrimonio documentale, così da

creare anche alcuni luoghi di memoria storica utili ai fini delle ricerche sulle attività delle associazioni

di volontariato. Dunque, lo scopo del progetto è stato anche quello di prendere coscienza

che una corretta conservazione dei documenti è necessaria per rafforzare e valorizzare la

memoria dell’associazione stessa, e per rinnovare gli ideali che ne determinarono la sua nascita.

6

More magazines by this user
Similar magazines