05.11.2014 Views

(aprile 2009) anno 9 numero 2 - Comune di Senigallia

(aprile 2009) anno 9 numero 2 - Comune di Senigallia

(aprile 2009) anno 9 numero 2 - Comune di Senigallia

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

Senigallia

marzo / aprile

anno 9 / n. 2 / 2009

Periodico del Comune di Senigallia

Aut.Trib.Ancona N. 15 del 26/06/2001

2www. comune.senigallia.an.it

Cater attesa

IN QUESTO NUMERO:

Quello che le donne dicono

Matrimoni alla Rotonda

I bandi per il Fondo di Solidarietà


La città del sole

Completato

l'impianto fotovoltaico

della Nuova Gioventù

messo agli incentivi in “conto energia”

di cui al DM 19 Febbraio 2007 e avrà diritto

a una “tariffa incentivante” sull'energia

prodotta (come impianto parzialmente

integrato), oltre al risparmio

del prelievo dalla rete di fornitura Enel

(regime di scambio sul posto). L'edificio

della Nuova Gioventù, allo stato attuale,

consuma una media di 110.000

kWh/anno di energia elettrica. In considerazione

del fatto che l'impianto fotovoltaico

realizzato, essendo di potenza

inferiore a 20 KW, opererà in regime

di scambio sul posto, l'intera produzione

di energia da esso garantita sarà

senz'altro destinata all'autoconsumo,

riducendo di circa il 13% il prelievo dalla

rete ENEL con il conseguente risparmio

sui costi delle bollette elettriche.

Inoltre, utilizzando una fonte rinnovabienergie

rinnovabili

Si sono conclusi entro i termini assegnati

i lavori, eseguiti dalla ditta

IECE di Ancona, per la realizzazione

di un impianto fotovoltaico sulla

terrazza di copertura degli uffici comunali,

presso l'edificio della Nuova Gioventù

recentemente restaurato dall'Amministrazione

Comunale.

Si tratta di un risultato di grande importanza,

poiché rappresenta nella nostra

città l'attuazione del primo progetto di

risparmio energetico applicato a un

edificio pubblico per utilizzare il sole

come fonte di energia pulita e rinnovabile.

L'impianto avrà una potenza complessiva

di picco pari a 12,420 KW (garantiti

da un generatore fotovoltaico composto

da 54 moduli in silicio monocristallino

da 230 Wp), potrà essere amle

come l'energia solare, i 14.102

kWh/anno prodotti dall'impianto fotovoltaico

comporteranno ogni anno un

risparmio energetico di 3,52 tonnellate

equivalenti di petrolio e una mancata

emissione nell'atmosfera di 10,57 tonnellate

equivalenti di CO 2 .

“Questo dell'installazione dei moduli

fotovoltaici è un risultato importante -

evidenzia l'Assessore alle Infrastrutture,

Maurizio Mangialardi - che qualifica

ulteriormente l'intervento eseguito

sulla Nuova Gioventù”.

“ Il nucleare - sottolinea l'assessore all'ambiente

Simone Ceresoni - è un modello

energetico vecchio, pericoloso e

dannoso per l'ambiente. L'energia solare

è l'unica alternativa possibile e

concreta per il futuro del pianeta”.

marzo – aprile 2009 2


l’editoriale

di Luana Angeloni

La Senigallia solidale

È una Senigallia che indossa il suo abito più bello quella

che accoglie i primi turisti della stagione in questo scorcio

di primavera. Una città che, grazie alla bellezza del suo

mare e dei suoi monumenti, e grazie alla professionalità

dei propri operatori turistici, può guardare con fiducia all'inizio

di una stagione che coincide purtroppo con una

drammatica crisi economica generale.

Del resto, proprio la varietà delle frecce che Senigallia può

vantare al proprio arco rappresenta il principale motivo di

speranza. In tutti questi anni, infatti, accanto al binomio sole-mare

si è cercato, operando assieme a tutte le componenti

del tessuto socio-economico locale, di legare la città anche

ad altri segmenti di interesse turistico, come quello sportivo,

artistico ed enogastronomico.

I frutti, anche questa volta, sono arrivati. In tale filone si inseriscono

infatti le qualificate manifestazioni turistico-sportive

che caratterizzano la primavera 2009, rese possibili proprio

grazie alla qualità ed efficienza dei nostri impianti, così

come in questa prospettiva si collocano le iniziative che

puntano sull'eccellenza della nostra gastronomia, veicolate

attraverso il circuito delle città d'arte della Terra del Duca

attraverso la rassegna “Sapori ad arte”.

E poi naturalmente ci sono gli eventi, vero e proprio valore

aggiunto dell'offerta turistica della nostra città. Nella prima

metà di giugno si rinnoverà per il quarto anno consecutivo

a Senigallia il grande appuntamento del Cater Raduno, con

una settimana di dirette radiofoniche e una serie di concerti

e spettacoli di grande richiamo, tutti a ingresso gratuito.

Non posso concludere questa mia breve rubrica senza richiamare

un avvenimento molto tragico, che ha profondamente

scosso e commosso l'intera nazione. Mi riferisco naturalmente

al forte terremoto che ha colpito il vicino Abruzzo,

causando molte vittime e lesionando irrimediabilmente

le abitazioni di un numero enorme di persone.

L'unico motivo di conforto in un dramma di simili proporzioni

è che, anche in questo drammatico frangente, la nostra

città ha mostrato il suo volto migliore, con tantissime associazioni

e singole persone che si sono mobilitate in mille

modi per tentare di alleviare le sofferenze delle popolazioni

colpite dal sisma. Un'ulteriore riprova, se mai ve ne fosse

ancora bisogno, della generosità e del sincero spirito solidale

che anima la nostra comunità locale.

Senigallia

PERIODICO DEL COMUNE DI SENIGALLIA

Direttore editoriale: Luana Angeloni

Direttore responsabile: Marco Bertolini

Dirigente coordinatore: Paolo Mirti

Redazione: Piazza Roma, 1 tel. e fax 071.6629301

E-mail: ufficio.stampa@comune.senigallia.an.it

Hanno collaborato: Rita Ascani, Lorenzo Campanelli,

Roberto Garbin

Pubblicità: Anima Consulenza Immagine, di Carmine

Imparato e Michele Pinto – www.animasnc.com

Stampa: Tecnostampa – Ostra Vetere

Chiuso in tipografia lunedì 27 aprile

Senigallia

per l'Abruzzo

La nostra città si stringe attorno alla gente

abruzzese colpita dal violentissimo sisma del

6 aprile scorso. Così, mentre fioriscono iniziative

di solidarietà che vedono protagoniste le nostre

associazioni e le istituzioni locali, le Consulte

comunali hanno elaborato un programma di manifestazioni

per raccogliere fondi a favore delle popolazioni

terremotate. Ha iniziato la Consulta della

Cultura, con una serata al teatro “La Fenice” in cui

si sono esibiti i gruppi e le formazioni musicali cittadine

che compongono questo organismo di partecipazione.

La somma complessiva raccolta al

termine del programma delle manifestazioni verrà

finalizzata alla ricostruzione materiale di un'opera

individuata d'intesa con le istituzioni abruzzesi.

“Il concerto eseguito lo scorso 23 aprile da gruppi

e musicisti senigalliesi - sottolinea l'Assessore alla

Cultura, Velia Papa - ha rappresentato un momento

importante, non solo per il fine umanitario

che ha mosso le associazioni, ma anche perché

testimonia come la Consulta per la Cultura stia rispondendo

in pieno alle attese dell'Amministrazione

Comunale.”

marzo – aprile 2009

3


decentramento e frazioni

Nasce la “Piazzetta dei Migranti”

Anche la città di Senigallia,

come tanta

parte dell'Italia

di fine '800 e inizi '900, ha

visto numerosi propri cittadini

emigrare verso gli

Stati Uniti d'America. In

questo movimento generale

una comunità frazionale,

quella di Montignano e

Marzocca, è stata interessata

in modo particolare

dal fenomeno migratorio

diretto alle zone del delta

del Mississipi per la coltivazione

del cotone.

Le città di Sunnyside, Lake

Village, Lakeport, Tontitown,

Rosati, Greenville e

la Contea di Washington

annoverano oggi tra i loro

abitanti le consistenti e vivaci

comunità italoamericane

dei discendenti di

quei primi emigranti, spinti

dalla promessa di migliori

condizioni di vita, di

migliori possibilità economiche

e dalla prospettiva

di tornare infine in patria,

che solo per pochi si è concretizzato.

Proprio per ricordare quei

cittadini che hanno vissuto

la difficile esperienza di

numerose migrazioni verso

l'America, la Giunta Comunale,

su proposta del

Consiglio di Circoscrizione,

ha deciso di chiamare

“Piazzetta dei Migranti” la

nuova area pavimentata

nel centro di Marzocca,

prospiciente l'incrocio tra

le vie Garibaldi e De Amicis,

che è stata arredata con

panchine e una fontanella

artistica.

Un gesto che vuol rendere

omaggio a tutti gli emigrati

e immigrati, riconoscendo

il sacrificio e la sofferenza

che tale condizione sempre

comporta.

Nuovo antistadio in erba sintetica a Marzocca

Èstato inaugurato a

Marzocca il nuovo

manto in erba artificiale

del campetto situato

a fianco dello stadio principale

(in via XXIV Maggio).

Si tratta di una riqualificazione

particolarmente

significativa, poiché consentirà

di utilizzare l'impianto

non soltanto per i

quotidiani allenamenti

delle squadre di calcio, ma

anche per la disputa di gare

amatoriali di calcetto e di

calcio a otto.

Il passaggio al sintetico era

già avvenuto in passato per

il fondo dello stadio “Bianchelli”

di Senigallia, ricavandone

ottimi risultati.

L'operazione effettuata ora

a Marzocca permetterà di

salvaguardare maggiormente

il manto in erba naturale

del campo centrale,

garantendo al tempo stesso

a tutti i giovani frequentatori

della struttura la possibilità

di utilizzare sempre,

in ogni giorno dell'anno,

un terreno idoneo per gli

allenamenti, il che contribuirà

a favorire ulteriormente

l'attività sportiva

nel nostro territorio.

L'intervento svolto nei mesi

scorsi ha ricompreso anche

l'allungamento di un

lato del rettangolo del campo,

con la traslazione della

rete di recinzione confinante

con lo spazio antistante

gli spogliatoi, al fine di poter

utilizzare in futuro il

nuovo antistadio dotato di

erba sintetica anche per incontri

di calcetto e “calciotto”.

Per quanto riguarda

l'illuminazione, sono stati

installati due nuovi pali

per potenziare l'impianto,

mentre l'irrigazione automatica

è derivata da quella

già esistente sul campo

principale. Da segnalare

infine che è stato modificato

l'attuale ingresso carrabile

e pedonale allo stadio,

con risagomatura e riprofilatura

rispetto all'attigua

sede stradale.

marzo – aprile 2009 4


qualità urbana

Una nuova area per cani in zona Saline

Una notizia attesa

dai numerosi proprietari

di cani che

desiderano passeggiare

con i loro animali nei giardini

della città: il 16 maggio

alle ore 16,30 sarà inaugurata

una nuova area appositamente

attrezzata all'incrocio

tra via delle Genziane

e via degli Oleandri,

in zona Saline.

L'intervento ha previsto la

recinzione di un'area di

circa 600 mq, rialzata rispetto

al piano stradale e

delimitata da due cancelli

di ingresso, uno pedonale

al confine con la scaletta di

accesso e uno di servizio

per i mezzi di manutenzione.

La zona, individuata da

un'apposita segnaletica, è

stata dotata di alcune panchine,

di cestini di arredo

urbano e di una fontanella

d'acqua potabile.

L'intervento ha permesso

di rispondere alle esigenze

di coloro che avevano ri-

Arredi e giochi nelle aree comunali

Continua l'attuazione del

programma predisposto

dall'Amministrazione

per l'esecuzione nelle aree

comunali di interventi di manutenzione

ordinaria e straordinaria,

per la messa in sicurezza

e per la posa in opera di

arredi e giochi. Interventi di

sostituzione di attrezzature

obsolete e forniture di nuovi

giochi saranno eseguiti a Bettolelle,

nell'area giochi di

Roncitelli, nei giardini Morandi,

Lörrach, Nassiriya, nelle

aree di Vallone, Borgo Ribeca

e Borgo Passera.

Nuovi tavoli pic-nic verranno

invece collocati a Bettolelle,

Roncitelli e nell'area verde di

via Volta. Nell'area verde di

chiesto, anche nella zona

sud della città, la presenza

di un'area attrezzata per

cani, che si va ad aggiungere

a quella già presente

in zona nord, nel quartiere

del Vivere Verde.

Ciarnin sarà invece realizzata

una recinzione in legno per

evitare l’occupazione abusiva

da parte delle auto.

marzo – aprile 2009 5


futuro in corso

La trasformazione dell'ex Sacelit entra nel vivo

Il progetto Portoghesi presentato alla Commissione consiliare

In una seduta aperta

della Commissione

consiliare l'arch. Portoghesi

ha presentato la sua

proposta di piano di lottizzazione

dell'area ex Sacelit-Italcementi.

Entra così

nella sua fase decisiva

quella che si annuncia come

la più grande trasformazione

urbana di Senigallia

dal '700 a oggi.

Sulla proposta di piano

presentata al Comune dalla

proprietà dell'area e firmata

dal grande architetto

si è svolta in questi mesi

un'intensa attività istruttoria.

È stato un lavoro importante,

effettuato congiuntamente

dai tecnici

del Comune e dallo staff di

Portoghesi, nel tentativo

di trovare le migliori soluzioni

tecniche possibili.

Il progetto Portoghesi è infatti

molto complesso, così

come lo sono le risposte

che questo fondamentale

strumento è chiamato a

dare per valorizzare un'area

strategica come la Sacelit

e per fornire soluzioni

a bisogni che da tempo attendono

una risposta: collegare

mare e città, porto e

città e i due lungomari tra

di loro.

Gli elaborati predisposti rispettano

integralmente le

destinazioni sancite dal

piano d'area approvato dal

Consiglio e delineano un

quartiere vivo tutto l'anno,

con un calibrato mix di

funzioni diverse: da quella

turistica di qualità a quella

civica, con la nuova piazza

della città contemporanea

e con la possibilità di ospitare

un museo dedicato a

Mario Giacomelli.

“Siamo soddisfatti dei risul-

Il nuovo ponte progettato per collegare i lungomari

tati ottenuti - ha dichiarato

il Sindaco, Luana Angeloni

- anche attraverso il lavoro

istruttorio congiunto. Non lo

consideriamo naturalmente

un percorso concluso, tanto

che la presentazione in sede di

Commissione, con l'attività

istruttoria ancora in corso,

aveva proprio lo scopo di recepire

suggerimenti ed eventuali

proposte migliorative.

Stanno diventando maturi i

tempi per arrivare alla definizione

di una proposta compiuta

di piano di lottizzazione

da consegnare al Consiglio

Comunale, organo sovrano in

questa materia.”

“Nel periodo di crisi economica

generale che stiamo vivendo

- afferma da parte

sua l'Assessore comunale

all'Urbanistica, Maurizio

Mangialardi - assume una

importanza decisiva il fatto

che questo grande progetto di

trasformazione urbana possa

partire nei tempi programmati.

È evidente infatti che

un simile intervento, firmato

da un architetto di fama internazionale

come Paolo Portoghesi,

sia destinato a gene-

rare effetti molto positivi per

la nostra economia, creando

opportunità per lavoratori,

imprese, fornitori e diventando

volàno per il pieno rilancio

del nostro turismo.”

Riqualificato il centro ricreativo

della Gabriella

È stato completato in questi giorni l'intervento di riqualificazione

del fabbricato esistente in località Gabriella, sede di un centro

ricreativo al servizio della popolazione della zona.

L'opera si inserisce nel programma portato avanti dall'Amministrazione

Comunale per la valorizzazione del proprio patrimonio

immobiliare e per garantire la fruibilità delle proprie strutture

nelle condizioni di massima sicurezza.

L'intervento si è articolato nei seguenti lavori: rimozione e bonifica

della copertura in lastre d'amianto; consolidamento della

pavimentazione interna; ricostruzione della controsoffittatura;

realizzazione di servizi igienici usufruibili anche da disabili;

ricostruzione dell’impianto elettrico.

L'importo complessivo dell'opera eseguita ammonta a 70.000

euro.

marzo – aprile 2009 6


Un teatro per tutti

la città

a teatro

Quasi 15.000 spettatori

per le attività della “Fenice”

“La Fenice” di Senigallia

si è confermata anche

per la stagione

2008/2009 un luogo in grado

di accogliere con entusiasmo

e buon successo di

pubblico le novità e i grandi

eventi del panorama teatrale

italiano e internazionale.

Lo attestano anche i risultati

ufficiali delle presenze

in sala.

Si può parlare di una scommessa

ampiamente vinta

nell'accettare i rischi delle

grandi produzioni europee

(920 presenze complessive

per la Fura dels Baus, 784

per la Fiesta Flamenca e 615

per il Russian State Ballet),

mentre si riconferma l'esigenza

di un sorriso sempre

improntato alla riflessione

con gli eccellenti risultati

degli spettacoli tra satira e

impegno sociale proposti

da Sabina Guzzanti, Alessandro

Bergonzoni e Ascanio

Celestini (che hanno registrato

circa 850 presenze

ciascuno).

Mentre l'intero teatro italiano

sta attraversando un periodo

di profonda crisi, il

programma della “Fenice”

ha mantenuto un dignitoso

livello di presenze anche

negli appuntamenti di prosa,

attestandosi sempre attorno

ai 200 spettatori.

Sempre molto partecipati

invece gli appuntamenti

con la grande musica: 766

paganti per l'omaggio a Domenico

Modugno, che faceva

parte nel programma

della stagione, e circa 650

(nonostante l'alto costo dei

biglietti deciso dagli organizzatori

per coprire i costi

di questi concerti “fuori stagione”)

per Ivano Fossati e

Patty Pravo, mentre David

Byrne ha registrato il tutto

esaurito

Molto apprezzata è stata

anche in questa stagione

l'offerta di carnet per un

pacchetto limitato di appuntamenti

a scelta: sono

stati infatti circa 200 i mini

abbonamenti acquistati attraverso

questa procedura,

che consentono di prenotare

in anticipo e in maniera

ancora più economica gli

spettacoli preferiti.

Da segnalare infine il grande

apprezzamento per la

proposta formativa della

stagione teatrale per ragazzi,

che grazie a compagnie

davvero invidiabili ha portato

nel tempo a una notevole

affezione da parte del

pubblico (quasi 4.000 presenze

nei 12 appuntamenti

del cartellone).

Anche grazie a questo valore

il dato complessivo degli

spettatori che hanno visitato

la “Fenice” nel corso dei

vari appuntamenti della

stagione ha sfiorato in definitiva

le 15.000 unità, un risultato

di assoluto prestigio

per il teatro senigalliese.

marzo – aprile 2009 7


città sostenibile

Mobility game: giocare per l'ambiente

Al via il progetto destinato alle scuole

Èpartita lo scorso 27 aprile la

quarta edizione del “Mobility

Game”, il progetto del Comune

di Senigallia destinato alle scuole e

nato per sensibilizzare e orientare gli

atteggiamenti dei ragazzi verso abitudini

di mobilità eco-sostenibile.

Sono sette, tra elementari e medie del

territorio, le scuole partecipanti, con

oltre 50 classi coinvolte nel cercare di

accumulare i punti assegnati ai bambini

che si recano a scuola con modalità

di trasporto sostenibile. Ecco allora

chi sceglie di

andare a piedi

o in bici, chi

prende lo scuolabus,

o chi si

accorda con altri

compagni

per chiedere ai

propri genitori

di utilizzare una

sola macchina,

(il sistema è

chiamato carpooling).

Piccoli

comportamenti

che pos-

siasmo travolgente di bambini e ragazzi

alla collaborazione di tutta la

comunità cittadina, per creare la giusta

sensibilità ai temi della qualità della

vita e del futuro sostenibile per Senigallia.”

Per tutte le scuole ci sarà un premio di

partecipazione a sorpresa, mentre il

premio per le scuole vincitrici sarà un

trofeo “ecologico” che si passerà di

anno in anno, come una coppa del

mondo della mobilità sostenibile.

Zanzara tigre: misure di prevenzione

L'Amministrazione distribuisce

gratuitamente a ogni nucleo familiare

che ne faccia motivata richiesta

una confezione di un prodotto

larvicida per contrastare la proliferazione

di insetti molesti, come i pappataci

e in particolare le zanzare tigre.

Questa può essere ritirata negli orari

di apertura presso l'Ufficio Relazioni

con il Pubblico (via Manni 7). Un cucchiaino

del prodotto, sotto forma granulare,

andrà erogato ogni 7-10 giorni

ovunque vi siano ristagni d'acqua, ripetendo

l'operazione subito dopo

ogni pioggia abbondante. Il trattamento

dovrà essere portato avanti

per l'intero periodo estivo, anche se

si notasse la diminuzione delle zanzare,

perché la sua efficacia è di tipo

preventivo. È importante sottolineare

che il preparato (analogo ad altri prodotti

in vendita nelle farmacie e nei

negozi specializzati in giardinaggio e

agricoltura) ha azione mirata sulle

larve degli insetti ed è del tutto innocuo

per le persone, gli animali domestici

e l'ambiente.

Raccolta differenziata: le segnalazioni sono on-line

Il Consorzio Cir33, Ente gestore del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, ha

inserito nel proprio sito web un modulo on-line a disposizione di tutti i cittadini

che desiderano inviare segnalazioni. Il modello, compilabile per intero direttamente

nella pagina di internet, potrà rendere ancora più efficiente l'assistenza e

la tempestività per risolvere le problematiche legate al servizio di raccolta. Per

l'utilizzo del modello è sufficiente accedere al sito del Consorzio all'indirizzo

www.cir33.it, entrare nell'area “segnalazioni on line” e riempire l'area riservata

alla descrizione della segnalazione, specificando le generalità e l'indirizzo per il

quale si richiede l'intervento. La comunicazione sarà automaticamente inviata all'Ufficio

Informazioni del Cir33, che provvederà a inoltrarla alle imprese che eseguono

il servizio: in questo modo si potranno ridurre i tempi di attesa e migliorare

l'assistenza di tutti gli utenti.

sono però essere molto importanti

per contribuire a ridurre i livelli di inquinamento

dovuti all'eccessivo utilizzo

privato delle auto.

Anche quest'anno è stato attivato il

pedibus guidato, che aveva riscosso

nella scorsa edizione un notevole

successo: si tratta di percorsi sicuri

appositamente predisposti e guidati

da adulti, con la collaborazione dei

genitori e di alcune associazioni cittadine

di volontariato, Banca del tempo,

Auser e Anteas. All'interno del sito

comunale è possibile visionare i percorsi

e le fermate previste per raggiungere

ciascuna scuola della città.

A ogni sistema di spostamento è stato

assegnato un punteggio, definito dalla

quantità di risparmio di anidride

carbonica: ogni settimana, fino al

prossimo 30 maggio, sulla base di

questa originale classifica verranno

assegnati alcuni premi alle classi più

meritevoli.

“Il Mobility Game - sottolinea l'Assessore

Ceresoni - è un'occasione giocosa

e divertente per una riflessione

seria sulle abitudini di tutti in tema di

mobilità. È un modo per unire l'entumarzo

aprile 2009 8


la città dello sport

Un battesimo per il pattinaggio

Nazionali di corsa su pista nel nuovo impianto delle Saline

La nuova pista di pattinaggio

delle Saline ospiterà in

questi giorni una prima

grande manifestazione: i campionati

nazionali di corsa su pista.

Le gare sono in programma il 10

maggio e si disputeranno per l'intero

arco della giornata: il mattino

si comincerà a partire dalle ore

9,30 con le competizioni sui 200,

600 e 800 metri in linea, mentre

nel pomeriggio le gare riprenderanno

dalle ore 14 per disputare

300, 1500 e 3000 metri in linea, oltre

alle gare di velocità.

Saranno sei le categorie impegnate,

a coprire una fascia di età che

non potrebbe essere più ampia: si

partirà infatti con i bambini dagli

otto anni (“piccoli azzurri”) per

veder poi gareggiare i “primavera”,

i “cuccioli”, gli “allievi” e

quindi tutti i pattinatori da 14 a 40

anni di età, per arrivare infine agli

“over 41”.

I campionati nazionali di corsa su

pista tornano così nelle Marche:

l'edizione dello scorso anno si era

infatti svolta nella vicina Chiaravalle,

dove parteciparono 22 società

per un numero complessivo

di 217 atleti impegnati.

Sarà questo il battesimo agonistico

del nuovo pattinodromo internazionale,

un luogo di eccellenza

che va ad affiancarsi ad altri qualificati

impianti cittadini come il

Centro Olimpico di tennistavolo.

Ricordiamo in proposito che la pista,

composta da asfalto resinato,

è lunga 200 metri con curve di 15 e

all'interno presenta un'ulteriore

pista di 25 metri di larghezza e 50

di lunghezza, idonea sia al pattinaggio

artistico che all'hockey su

rotelle.

marzo – aprile 2009 9


impegno sociale

A settembre il nuovo bando

per l'utilizzo del fondo straordinario

destinato a famiglie in difficoltà,

stanziato dal Comune

per fronteggiare la crisi

Borse lavoro per

Il Comune di Senigallia

ha previsto, con l'approvazione

del bilancio

di previsione per l'esercizio

finanziario 2009, la costituzione

di un Fondo di

Solidarietà di 150.000 euro

da utilizzare con l'obiettivo

di far fronte ai bisogni derivanti

della pesante crisi

economica nazionale e internazionale.

Anche nel nostro tessuto

produttivo locale questa

crisi sta infatti provocando

pesanti quanto inevitabili

ripercussioni. E proprio

per tentare di fronteggiarle

l'Amministrazione Comunale,

d'intesa con le forze

sociali ed economiche della

città, ha messo in campo

uno strumento straordinario:

un fondo annuale di

150.000 euro capace di attivare

tirocini formativi della

durata di 6 mesi con 30

ore di impiego settimanale

destinati ai senigalliesi di

età superiore a trent'anni

che siano stati licenziati

dopo la data dell'1 settembre

2008.

nio - con il 50% dei posti riservato

alle donne - secondo

la loro collocazione in

una specifica graduatoria

atta a valutare l'effettivo

stato di bisogno (sulla base

del reddito calcolato su base

ISEE). I tirocini riguarderanno

in particolare i settori

del trasporto e dell'assistenza

di persone anziani

e disabili, così come quella

di cura della città. Per il loro

svolgimento il Comune

corrisponderà una borsa di

600 euro mensili.

“Aiutare chi rimane indietro e

chi vive condizioni di disagio -

sottolinea l'Assessore comunale

ai Servizi alla Persona,

Fabrizio Volpini - è

stato sin dall'inizio uno dei

principali motivi ispiratori

dell'azione di questa Amministrazione

Comunale. Anche

in questa occasione abbiamo

pertanto ritenuto necessario

intervenire, d'intesa con le

forze sociali e le categorie economiche.

Il fondo non prevede

l'erogazione di contributi assistenzialistici,

ma l'attuazione

di percorsi lavorativi che

consentano di facilitare il

reinserimento nel mercato del

lavoro dei cittadini in situazione

di disagio e contrastare

così le dinamiche di emarginazione

sociale.”

I cittadini che risultino in

possesso dei requisiti richiesti

potranno essere

ammessi a svolgere tirocimarzo

aprile 2009

Tipologia, ambiti di intervento,

durata e compenso

Il Comune di Senigallia

utilizzerà il Fondo di Solidarietà

per l'attivazione di

tirocini formativi e di

orientamento, che si svolgeranno

nell'ambito delle

attività proprie dei Servizi

Sociali e del Verde Ambiente,

con apposita convenzione

tra il Centro per

l'Impiego, l'Orientamento

e la Formazione di Senigallia,

il Comune e il tirocinante.

In particolare i soggetti

ammessi saranno impiegati

nei seguenti settori, affiancandosi

ai servizi svolti

da soggetti terzi per conto

del Comune:

• Trasporto e/o assistenza

a bordo anziani e disabili

• Attività di compagnia

agli anziani,

accompagnamento per

esigenze diverse e aiuto

nel disbrigo di semplici

attività domestiche

• Cura della città

Il tirocinio formativo avrà

la durata di 6 mesi con un

impiego settimanale di 30

ore e darà diritto a percepire

una borsa di 600 euro.

Quando

La prossima pubblicazione

del bando – la prima è scaduta

il 30 aprile scorso –

consentirà di partecipare

anche a coloro che perderanno

il lavoro nel corso

10

dei prossimi mesi: è infatti

prevista per il 1° settembre,

con scadenza il 20 settembre.

Destinatari

Possono partecipare al bando

per l'ammissione ai tirocini

formativi i cittadini che

siano in possesso dei seguenti

requisiti:

• residenza nel territorio

del Comune di Senigallia

almeno dal 1° settembre

2008;

• avvenuto compimento

dei 30 anni di età;

• stato di disoccupazione a

causa di licenziamento,

dimissioni per giusta

causa o per mancato

rinnovo di un contratto

di lavoro a termine (vi

rientrano anche i

lavoratori che hanno

maturato a partire dal

1/1/2008 un periodo

lavorativo di almeno sei

mesi, con uno o più

contratti anche non

continuativi);

• possesso dei requisiti per

l'iscrizione negli elenchi

dei disoccupati ai sensi

del D.Lgs. 297/02;

• non percepimento della

indennità di mobilità, né

possesso di alcun titolo a

percepirla.

I requisiti sopra descritti

dovranno essere posseduti

dal richiedente alla data di


impegno sociale

chi ha perso l'occupazione

pubblicazione del prossimo bando

(all'inizio di settembre 2009) e

anche durante il successivo periodo

di svolgimento del tirocinio.

È importante segnalare che, essendo

il 50% dei tirocini disponibili

riservato alle donne, tra tutti

gli aventi diritto saranno definite

due graduatorie distinte tra uomini

e donne.

Presentazione delle

domande e formazione

delle graduatorie

Per partecipare al bando per l'ammissione

ai tirocini formativi e di

orientamento i cittadini dovranno

presentare una specifica domanda,

utilizzando i modelli predisposti

dal Comune. Al fine di agevolare

la compilazione delle domande

sarà a disposizione un apposito

sportello, in collaborazione

con il Centro per l'Impiego, presso

l'Infocittà di Piazza Manni: tale

sportello sarà aperto dal lunedì al

venerdì, dalle ore 9 alle 12, e consentirà

al cittadino di ricevere

consulenza e assistenza tecnica.

marzo – aprile 2009 11


manifestazioni ed eventi

Torna il Cater Raduno

Dall'8 al 14 giugno

una settimana

di dirette radiofoniche,

spettacoli e concerti

Dall'8 al 14 giugno il Cater Raduno

tornerà ancora a Senigallia. Da

quattro anni la nostra città ospita

all'inizio dell'estate lo staff di Caterpillar,

la più ascoltata trasmissione radiofonica

di Radio2 Rai. Sarà dunque una

nuova settimana di dirette radiofoniche

dalla “spiaggia di velluto” insieme a

Massimo Cirri e Filippo Solibello.

E poi, ogni sera, si potrà assistere a tanti

spettacoli, tutti a ingresso rigorosamente

gratuito. Finora il CaterRaduno

ha ospitato a Senigallia artisti del calibro

di Angelique Kidjo, Mau Mau, Nomadi,

Piero Pelù, Stefano Bollani, Petra

Magoni, Davide Riondino, Dario Vergassola,

Roy Paci, Paolo Fresu, Banda

Osiris, solo per citare i più popolari.

Davvero speciale è stata poi la scorsa

edizione del Cater Raduno, che come

molti ricorderanno è stata dedicata ai

matrimoni. Nella splendida cornice della

Rotonda a Mare il 14 giugno 2008

Massimo Cirri e Filippo Solibello hanno

unito in matrimonio ben 100 coppie di

sposi, tutti ascoltatori di Caterpillar.

Lo spirito della trasmissione in fondo è

proprio questo: un gioioso legame che

unisce via etere il grande pubblico di

Caterpillar con i suoi due storici conduttori.

Tema di quest'anno:

il festival della crisi

Dicono che l'Orchestra del

Titanic abbia continuato

imperterrita a suonare

mentre la grande nave

affondava. Qualcuno allora

sentirà le note dei concerti in

piazza venendo a Senigallia tra

l'8 e il 14 giugno, perché

quest'anno il Cater Raduno non

può che trasformarsi nel Festival

della crisi.

Tra gli appuntamenti più attesi,

(con inizio sempre alle 21,30 al

Foro Annonario)

Lella Costa e Stefano Bollani

martedì 9 giugno;

la Banda Osiris giovedì 11

giugno;

il gruppo Bandabardò venerdì

12 giugno.

Sempre venerdì 12 concerto di

mezzanotte in Piazza del Duca

con Gian Maria Testa.

Sabato 13 giugno, infine,

concerto di Giuliano Palma,

dinuovo al Foro Annonario.

Tra le novità dell’edizione 2009

ci sarà il salotto di mezzanotte

in Piazza Roma al quale

parteciperanno ospiti vari e

personaggi amatissimi dai fans

del Cater Raduno, come

Antonio Di Bella.

Per il programma completo

e per gli aggiornamenti

www.senigalliaturismo.it

marzo – aprile 2009 12


matrimoni

da sogno

La magia della

Rotonda per il tuo sì

Ne hanno parlato numerosi

quotidiani e riviste nazionali.

Da oggi, tra gli

edifici storici più ambiti nei quali

poter celebrare un matrimonio civile,

assieme alla casa di Giulietta

a Verona e poche altre sedi d'eccezione,

figura anche la Rotonda a

Mare di Senigallia.

L'Amministrazione Comunale ha

infatti deciso di mettere a disposizione

uno dei più

preziosi gioielli cittadini

per ospitare i

matrimoni civili.

La magia di questo

splendido edificio

sospeso tra cielo,

mare e terra sarà uno

scenario da favola per coronare

il sogno d'amore delle coppie

che sceglieranno questa prestigiosa

location, unico esempio

di architettura balneare di questo

genere rimasto nel nostro Paese.

La decisione era in realtà nell'aria

dopo il grande successo dell'edizione

2008 del Cater Raduno,

quando ben 100 coppie provenienti

da tutta Italia scelsero di

sposarsi civilmente proprio alla

Rotonda e furono unite in matrimonio

dai conduttori della trasmissione,

Cirri e Solibello, appositamente

delegati dal Sindaco.

“Abbiamo notato - è il commento di

Luana Angeloni - che sempre più

spesso persone anche residenti fuori

Senigallia scelgono la nostra città, per

via delle sue bellezze ambientali

e artistiche, come

cornice ideale per il

proprio matrimonio.

E così ci siamo

chiesti: perché non

mettere a loro disposizione

il nostro

bene più prestigioso, la

Rotonda a Mare? Sarà un

modo per farli innamorare anche della

nostra terra e del nostro mare, un

po' come è avvenuto per gli sposi di

Caterpillar, e per invogliarli a tornare…”.

Dopo l'annuncio, molte sono state

le richieste d'informazioni giunte

un po' da tutta la penisola. E se

son rose…

marzo – aprile 2009 13

I periodi dell'anno nei quali

sposarsi alla Rotonda

Ogni anno la Rotonda a Mare sarà riservata

in via esclusiva alla celebrazione

dei matrimoni - limitatamente al

solo rito nuziale in forma civile - in due

periodi precisi, ciascuno comprendente

due week-end, a fine maggio e

inizio ottobre (per la precisione nei

dieci giorni che precedono l'ultima

domenica di maggio e nei dieci giorni

che partono dal primo venerdì di ottobre).

Negli altri periodi dell'anno sarà comunque

possibile celebrare il matrimonio

alla Rotonda, ma solo compatibilmente

al calendario degli eventi e

delle iniziative organizzate all'interno

della struttura. In questo caso, infatti,

la disponibilità ai richiedenti potrà essere

accordata non prima dei 30 giorni

precedenti la data di celebrazione

del rito nuziale.

La fascia oraria in cui saranno consentite

le celebrazioni andrà dalle ore

10 alle 19 e la struttura rimarrà a disposizione

di ogni coppia per un'ora.

Rimborso spese

Per sposarsi alla Rotonda a Mare la

coppia di nubendi dovrà versare al

Comune una somma di 1.000 euro a titolo

di rimborso delle spese di custodia,

pulizia e sorveglianza.

Informazioni e prenotazioni

Per informazioni è possibile

contattare gli uffici comunali al

numero 071.6629321 o all'indirizzo

mail segreteria.sindaco@

comune.senigallia.an.it.

Le prenotazioni dovranno pervenire

in forma scritta entro il limite dei 15

giorni precedenti la data del

matrimonio. Alle richieste sarà poi

data priorità secondo il loro ordine

di presentazione.


identità golose

Il premio della città

a Cedroni e Uliassi

Moreno Cedroni apre nel 1984 il

ristorante “La Madonnina del Pescatore”.

Nel 1996 ottiene la prima stella

Michelin, nel 1999 il sole di Veronelli,

nel 2000 le tre forchette del

Gambero Rosso. Innumerevoli sono

le recensioni ottenute nelle

maggiori testate.

Nel 2001 esce il suo primo libro,

“Sushi & Susci”, edito dalla biblioteca

Culinaria. Uno tra i suoi

piatti più famosi, la “costoletta di

rombo”, è stato anche argomento

di una tesi di laurea.

Nel 2003, infine, la sua creatività

dà origine alla prima salumeria di

pesce - “Anikò”, a Senigallia - e

poi all'Officina, un laboratorio

sperimentale a marchio CEE dove

produrre salumi e conserve di pesce,

marmellate e confetture.

Nel gennaio del 2006 presenta il

nuovo libro, “Multipli di venti”, dove

vengono raccontati i suoi venti

anni di storia.

Nel 2008 consegue la seconda

stella Michelin.

“Il modo con il quale uno

chef costruisce un piatto

riflette fedelmente la sua

personalità. L'estetica

rappresenta il primo elemento

di appeal di un piatto, specie

per i cibi crudi che non

possono confidare sul

profumo.

È lo stesso modello estetico che

cerchi poi di sviluppare nel

tuo locale attraverso una

determinata impostazione

delle luci o predisposizione

della tavola. I miei locali li

ho sempre voluti all'insegna

della trasparenza. Ho cercato

di comunicare attraverso di

loro un'idea di accoglienza”.

La decisione era maturata

dopo il prestigioso

riconoscimento,

una sorta di Oscar della

gastronomia, assegnato a

Moreno Cedroni e Mauro

Uliassi lo scorso anno a

Goteborg, davanti a un teatro

gremito in tutti i suoi

1300 posti. In quell'occasione

la giuria internazionale

del Premio li aveva

definiti come “due giganti

della gastronomia che

stanno aprendo nuovi spazi

all'interno della gastronomia

marittima”. Era la

definitiva consacrazione di

Senigallia come una delle

capitali internazionali della

grande ristorazione.

Dopo quel premio, soltanto

l'ultimo di una lunga serie

di riconoscimenti ottenuti

dai grandi chef senigalliesi

in giro per il mondo,

l'Amministrazione Comunale

ha deciso di conferire

a Cedroni e Uliassi la

medaglia d'oro del Comune

di Senigallia. Un prestigioso

riconoscimento istituito

nel 1971 e conferito

dall'Amministrazione Co-

munale a coloro che si sono

distinti per l'attività svolta

a favore della municipalità

e della popolazione senigalliese.

La cerimonia di

consegna della medaglia

d'oro è avvenuta nel corso

della manifestazione “Azzurro

come il Mare”.

“Azzurro come il Mare”,

un vero e proprio raduno

gourmet internazionale

con laboratori di alta cucina,

workshop e visite nel

territorio, la cui edizione

2009 ha riscosso un grande

successo, permettendo di

valorizzare la qualità del

pesce azzurro del nostro

mare.

“Il nostro pesce ed i nostri pescatori

sono i protagonisti di

Azzurro come il Mare - sottolinea

l'assessore alle attività

economiche Michelangelo

Guzzonato - assieme

naturalmente alla città nel

suo insieme, che accoglie i

partecipanti italiani e stranieri

proponendo una vetrina di

assoluta qualità sia sotto l'aspetto

ambientale che di eccellenze

nel settore gastronomico”.

Mauro Uliassi è figlio d'arte: la

famiglia materna opera infatti nel

settore della ristorazione e dei

pubblici esercizi da quattro generazioni.

Nel 1981 Uliassi entra come insegnante

di pasticceria e cucina alla

scuola alberghiera “Panzini” di

Senigallia.

Nel 1990 apre con la sorella Catia

il ristorante Uliassi sul porto di

Senigallia e inizia la sua carriera

di chef patron.

Professionista all'avanguardia

del gusto, e al tempo stesso rigoroso

custode della tradizione,

Mauro Uliassi ha ottenuto tutta

una serie di riconoscimenti in Italia

e all'estero, tra i quali nel 1993

il premio “cucina eccellente” da

parte dell'Accademia Italiana

della Cucina e nel 2000 il premio

“Cuoco dell'Anno”.

Nel 2006 a Milano è stato tra i relatori

di identità golose, il congresso

italiano di cucina d'autore.

Nel 2009 consegue la seconda

stella Michelin.

“Io ho sempre amato il

profumo, quell'odore

intenso, quasi fisico, che

ritrovi nel cibo che cucini,

negli animali, nella frutta,

negli aromi che ti sono

rimasti appiccicati addosso

dall'infanzia.

Per me la cucina è un'arte

che sprigiona sensualità,

qualche cosa che ha molto a

che fare con l'erotismo, con

il piacere. E quando riesco,

attraverso un piatto riuscito,

a procurare un intenso

piacere a qualcuno, allora

provo un senso di

appagamento molto vicino

alla felicità”.

Moreno Cedroni

Mauro Uliassi

marzo – aprile 2009 14


Gastronomia

e cultura

La terra del duca:

“Sapori ad arte”

SAPORI AD ARTE

Appuntamenti di arti

e gastronomie

nella Terra del Duca

Pesaro, Senigallia,

Gubbio, Urbino.

“Sapori ad arte” è il titolo

di una manifestazione

organizzata dai

Comuni che danno vita al

progetto interregionale “La

Terra del Duca”. Le quattro

città (Gubbio, Pesaro, Senigallia

e Urbino) hanno pensato

a un intero anno di iniziative

che uniscano alla loro

gastronomia tutte le arti

antiche e moderne che le

caratterizzano.

Urbino proporrà la fascinosa

combinazione tra parola

e sapori ricordando il genio

di Raffaello; Gubbio quella

spettacolare tra cinema e

cibo; Senigallia il suggestivo

e sorprendente rapporto

tra gastronomia e fotografia;

Pesaro, infine, in

omaggio al suo più illustre

figlio, sposerà musica e cucina

rossiniana.

Le diverse arti saranno legate

a diversi appuntamenti

che condurranno a un

lungo viaggio-assaggio alla

scoperta di piatti e prodotti

della Terra del Duca, senza

dubbio una delle regioni

storiche e gastronomiche

più ricche d'Italia. Un territorio

nel quale storicamente

ciascuna città ha sempre

coltivato la propria identità,

un volto che traspare dai

monumenti, dalle piazze,

dalle chiese, ma che emerge

anche attraverso la straordinaria

varietà di ingredienti,

piatti, prodotti e sapori.

E per questo si è scelto di

sviluppare un racconto che

parta proprio dallo straordinario

patrimonio gastronomico

e artistico che caratterizza

le città della Terra

del Duca e che ne rappresenta

in qualche modo

Primavera

Estate 2009

la vocazione più autentica.

La prima iniziativa realizzata

nella nostra città nell'ambito

di questo progetto

è la Mostra “paesaggi di

carne” del fotografo senigalliese

Giovanni Ghiandoni,

allestita negli spazi

degli ex Macelli.

marzo – aprile 2009 15


pari opportunità

Quello che le donne dicono

I risultati di un'indagine

sulla disoccupazione femminile

nell'area senigalliese

terno del mercato del lavoro

locale. Un’indagine specifica

sulla situazione locale del

lavoro femminile, portata

avanti attraverso la somministrazione

a un campione

rappresentativo di donne

iscritte alle liste di disoccupazione

e residenti nel territorio.

Con questo articolato questionario

si è cercato di capire

le condizioni delle donne,

i percorsi lavorativi, le intenzioni,

i desideri e le criticità,

la domanda di servizi legata

alle esigenze della vita familiare,

con particolare riguardo

alla cura dei figli e all’assistenza

agli anziani. Del resto,

è proprio dal modo con

cui si risolve la questione familiare,

o dalla valutazione

di quali servizi per la prima

infanzia o per gli anziani si

mettono in campo in una comunità

locale, che la donna

LE RISPOSTE DELLE INTERVISTATE

La maggiore concentrazione di

assunzioni di donne a

Senigallia avviene nel terziario

e in particolare nel settore

turismo, che rappresenta il

42,4% delle assunzioni al

femminile. Seguono il

commercio (17,1%) e gli altri

servizi (10%).

Il 39% delle donne interpellate

iscritte al Centro per l’Impiego

di Senigallia ha lavorato

almeno una volta senza

contratto.

Alla domanda “se la sua

situazione economicafinanziaria

fosse sufficiente

per vivere bene, desidererebbe

comunque lavorare?”, il 69%

ha risposto “sicuramente sì”,

il 27% “probabilmente sì” e

solo il 4% ha detto che non

desidererebbe lavorare.

Il 43,9% delle intervistate ha

quantificato in oltre 30 ore

settimanali l’impegno per la

famiglia (lavori domestici,

cura dei figli, assistenza

anziani), il 30% ha calcolato di

destinare a queste attività da

16 a 30 ore per settimana,

mentre il 22,6% attribuisce a

questi lavori fino a 15 ore di

tempo.

decide il grado di partecipazione

al mercato del lavoro.

Il volume, oltre a ai saggi del

curatore Gianluca Goffi,

funzionario presso l’Osservatorio

sul Mercato del Lavoro

della Regione Marche,

contiene interventi di Patrizia

David, Giovanni Bomprezzi,

Giovanni Dini, Roberta

Palmieri, Paola Paolinelli,

Catalina Stefanescu.

“Il grande contributo fornito

dalle donne senigalliesi alla riuscita

della ricerca - sottolinea

l'assessore alle Pari Opportunità

Patrizia Giacomelli -

dimostra la vitalità del nostro

tessuto locale e la voglia di far

sentire la propria voce”.

Alle sole conviventi è stato

chiesto di esprimere una

valutazione circa il livello di

soddisfazione per la

suddivisione del lavoro

domestico e familiare con il

partner.

Il 28% delle donne intervistate

si dichiarano molto

soddisfatte, il 36,7%

abbastanza soddisfatte, il 24%

poco e l’11,3% per nulla

soddisfatte.

LE PROPOSTE

Ecco alcune proposte

formulate nel corso della

ricerca dalle donne

disoccupate:

• creazione di un elenco di

baby sitter certificate per

formazione ed esperienza da

parte di un ente pubblico. Il

requisito della conoscenza

diretta non sembra affatto

essenziale e le donne

tendono a fidarsi di un

eventuale accreditamento da

parte di un ente pubblico;

• formazione di un elenco di

badanti certificate da parte di

un ente pubblico;

• creazione di un punto unico

per l’accesso ai servizi rivolti

all’anziano, costituito da una

rete fra Comune, Centro per

l’Impiego e rappresentanti di

sanità, cooperative sociali,

associazioni stranieri e di

volontariato;

• ampliamento ulteriore dei

servizi alla prima infanzia,

pur riconoscendo l’ottima

situazione attuale del

Comune di Senigallia, che

assicura un tasso di

copertura del fabbisogno del

34%, molto al di sopra della

media nazionale.

Un tasso di disoccupazione

doppio rispetto

a quello maschile,

una diffusione ben maggiore

di contratti di lavoro flessibili

e meno tutelati, una

minore retribuzione a parità

di mansioni rispetto a quella

percepita dagli uomini: questi

alcuni dei dati contenuti

nella indagine sulla disoccupazione

e sulla condizione

femminile nell’area senigalliese,

raccolti in un volume

dal titolo “Sempre più donne”,

pubblicato dalla Franco Angeli

editrice .

La ricerca, curata dal dottor

Gianluca Goffi e commissionata

dall’Amministrazione

Comunale di Senigallia in

collaborazione con la Provincia

di Ancona e l’Istat, costituisce

il primo organico

studio scientifico condotto

sulle dinamiche lavorative

riguardanti le donne all’inmarzo

aprile 2009 16


accadde a senigallia

Le memorie

di Giuseppe Orciari,

che delle sue Giunte

fu il Vice Sindaco

In occasione della celebrazione del

25 aprile è stato presentato il volume

dedicato ad Alberto Zavatti,

che fu Sindaco della ricostruzione.

L'opera, curata dal prof. Marco Severini,

è stata pubblicata dall'Amministrazione

Comunale nella collana

editoriale “Identità e memoria”.

Riportiamo alcuni passaggi dell'affettuoso

ricordo di Zavatti che nel libro

ci offre Giuseppe Orciari, che delle

sue giunte fu assessore e Vice Sindaco.

“...Negli anni dopo la Liberazione Zavatti

si dedicò a un impegno politico

non indifferente, facendo il Sindaco

dal '45 al '46. Ma la sua presenza vera

in Comune avvenne dopo le elezioni

del 10 marzo del '46 con una lista

forte.

(...) solo chi ha vissuto quella tragedia

Mi ricordo Zavatti...

sa cosa ha voluto dire la guerra per

Senigallia: c'era da ricostruire tutto,

le strade, i ponti, ma anche le situazioni

familiari, le case che non c'erano,

la miseria che dilagava, il mangiare

che era molto carente. Ma la realtà

complessiva era che Senigallia aveva

bisogno e Zavatti, dotato di qualità

eccellenti, autodidatta, formatosi sul

lavoro, nella semplicità, nel contatto

continuo con la gente, si fermava a

volte al Caffè Giampaoli, oggi Caffè

Centrale, per un po' di relax, e in quel

momento riusciva a mettere intorno a

sé decine di persone: era un momento

di incontro, non sui problemi cittadini,

ma sui problemi singoli, delle varie

famiglie e lui aveva la pazienza di

ascoltare tutti. Era un uomo popolare,

era un uomo della gente. Questo era

Zavatti, se vogliamo capire il motivo

per cui è ricordato da tanti cittadini

con affetto sincero.

Poi era anche l'uomo rigoroso. Quando

cominciava la Giunta, se non c'era

la puntualità, rompeva le matite che

erano sul tavolo. A volte bisognava

andarlo a recuperare al molo perché

se ne andava arrabbiato. Oppure ricordo

anche i momenti di tensione

quando in città c'erano delle dimostrazioni,

lo scontro tra la parte ufficiale,

la Polizia, e lui che vedeva le

cose in un certo modo. Io ero dipendente

della Prefettura e il Prefetto mi

chiamava chiedendomi se potevo

calmare “il Sindaco”. Gli rispondevo

se poteva lui calmare un po' il Commissario

di Pubblica Sicurezza, che

fra l'altro era un'ottima persona, di

grande cultura, ricordato come Molotov

perché aveva una somiglianza

fisica spiccata con l'allora Ministro

degli Esteri sovietico, una persona

brava che naturalmente faceva il suo

dovere. Poi si trovava sempre un motivo

di dialogo per superare le difficoltà.

Erano anni delicati, eravamo

usciti dalla guerra, c'erano tante

cause che alimentavano la tensione.

Queste sono le cose di cui sono testimone

nel ricordo di Zavatti, che ha

svolto questa funzione con un grande

impegno.”

Nuova apertura - negozio Enel.si a Senigallia

Nel nostro negozio puoi usufruire dei servizi Enel:

Attivare una nuova fornitura Enel, modificare potenza,

tensione, recapito, domiciliazione bolletta, voltura e

cambio titolarità e tanti altri servizi.

Stipulare contratti Enel Energia e richiedere consulenze

gratuite dagli specialisti dell’energia su prodotti a

risparmio energetico e fonti rinnovabili.

* Realizzazione di Impianti Fotovoltaici

“chiavi in mano”, progettazione,

installazione, richiesta

di finanziamenti agevolati,

grazie alla competenza di Enel.si

leader italiano nell’installazione

di impianti Fotovoltaici.

* Realizzazione impianti solare

termico e installazione caldaie.

* Impianti di climatizzazione.

* Impianti di allarme, videosorveglianza

e sicurezza.

Senigallia, strada statale via R. Sanzio n° 277 (davanti deposito polizia) tel. 071 7927219 cell. 3472560705 3356870710

marzo – aprile 2009 17


culture

La fuga di cervelli è un fenomeno

che non tocca solamente

il nostro Continente:

anche l'Africa, grande protagonista

dei fenomeni migratori a livello

mondiale, viene ogni anno

duramente colpita dall'abbandono

dei paesi d'origine da parte

del suo personale qualificato.

Per analizzare con più attenzione

questo fenomeno e studiare possibili

politiche di intervento, il

Comune di Senigallia si è fatto

promotore di un progetto europeo

finanziato dalla Direzione

Generale giustizia, pace e sicurezza

della Comunità Europea.

L'obiettivo è quello di analizzare

i fenomeni migratori dal continente

africano per sviluppare politiche

di sostegno al ritorno volontario

nei loro paesi di origine

dei migranti qualificati, dopo la

fine dei loro studi condotti per la

maggior parte proprio in Europa.

L'Africa è infatti il continente

maggiormente colpito dal fenomeno

di emigrazione, con ben 59

milioni di migranti qualificati: il

ritorno volontario degli studenti

africani alla fine del percorso formativo

nelle università europee,

può infatti rappresentare un fattore

positivo per lo sviluppo del

continente africano.

Per avviare un percorso di studio

su questo argomento, la nostra

città ospiterà tra il 18 e il 21 giugno

la Festa dei Popoli, al cui interno

si terrà anche il Forum europeo

degli studenti africani. A

Senigallia saranno attivati laboratori,

workshop e seminari di

studio sulle opportunità esistenti,

per gli studenti africani, di studiare

in Europa e andare poi a lavorare

in Africa o diventare imprenditori

nel proprio Paese di

origine, diventando potenziali

attori degli scambi commerciali

tra i due continenti.

Saranno coinvolte in questo processo

anche le istituzioni, attradel

mondo

AVOIR: Parte da Senigallia

un progetto europeo sui migranti

verso lo studio delle politiche che

possono essere attuate da Comuni,

Regioni, Governi e Commissione

Europea per sostenere i progetti

imprenditoriali degli studenti

africani in Europa e raggiungere

così gli obiettivi del Millennio

in Africa. Saranno quindi

presentati i risultati di una ricerca

svolta in dieci Paesi europei attraverso

l'esame di un campione di

250 studenti universitari provenienti

dall'Africa sub-sahariana e

di età compresa tra i 18 e i 44 anni,

per indagare quanti di loro dopo

il percorso universitario desiderano

ritornare con o senza un progetto

di lavoro nel proprio paese

d'origine.

Il progetto prevede poi la conoscenza

dell'Africa, della sua cultura

e delle sue tradizioni: un affascinante

viaggio, in concomitanza

con la Festa della Musica,

attraverso sfilate di moda di costumi

tipici, storie di esperienze

di vita di immigrati nella nostra

città, proiezioni di cortometraggi

e letture di brani scritti da migranti.

marzo – aprile 2009 18

I primi risultati dell'indagine

In fase di indagine è stato svolto

un vero e proprio studio esplorativo

sul campo, attraverso l'analisi

dell'inserimento sociale, lavorativo

e accademico degli studenti e

la conoscenza di circa 200 associazioni

nate in Europa dall'immigrazione

africana. Contrariamente

all'idea piuttosto diffusa che i

migranti desiderano rimanere nel

nostro Continente, è emerso dai

risultati che piuttosto alta (circa

l'80%) è la percentuale degli studenti

che intendono tornare nel

proprio paese di origine con un

progetto professionale dopo la

formazione universitaria. L'indagine,

che sarà presentata in un

convegno europeo programmato

a Senigallia durante la Festa dei

Popoli, ha analizzato i diversi fattori

che incidono nelle scelte e nelle

prospettive dei migranti africani,

dall'età al genere, dalla nazionalità

alla composizione del nucleo

familiare, dalla possibilità di

disporre di un progetto al sostegno

che si può trovare nelle istituzioni.


fronte del palco

La musica popolare brasiliana

nelle note di Roberto Mazzoli

Un ritmo dolce e profondo

d'oltreoceano sale su questo

numero di “Fronte del Palco”:

la straordinaria tradizione della

musica popolare brasiliana portata

dalla voce e dal lieve gioco degli

strumenti di Roberto Mazzoli.

Nato a Senigallia nel 1973 e legato

da sempre alla musica da un

rapporto intimo e vitale, dopo

numerose esperienze con generi e

strumenti diversi, approda alla

musica brasiliana grazie a un

concerto di Caetano Veloso, uno dei

più popolari autori del genere, e

all'amico Rogerio De Oliveira,

carioca di nascita ed ex musicista.

Ne nasce un progetto di ricerca che

spazia tra vari generi, samba, bossa

nova, chorinho, e che conduce in

un affascinante viaggio tra le

svariate sonorità brasiliane e le

diverse culture che ne hanno fatto

la storia.

Il suo ultimo disco, “Pra Rogerio e

Pra Mim”, è un lavoro da solista che

si avvale però della collaborazione

di altri validissimi musicisti, da Jean

Gambini al sax tenore a Massimo

Morganti al trombone fino alla

chitarra di Luca Pecchia, che

impreziosiscono di arrangiamenti

alcuni brani dell'ultimo lavoro.

Di lui scrive anche Raffaele Bella,

saggista ed etnomusicologo,

parlando di un “lavoro che mostra

una sincera e forte vicinanza con

l'immaginario collettivo e storico

brasiliano, e sul piano dell' emotività

rende appieno l'atmosfera del paese

che ha, tra i suoi infiniti aforismi di

sabedoria popular: lascia che la vita

ti trasporti”.

Per saperne di più, è possibile

trovare informazioni, canzoni, testi e

fotografie su

http://www.myspace.com/teresabatista.

Fronte del Palco è la rubrica del

periodico comunale dedicata alla

produzione artistica del mondo

giovanile: per segnalazioni alla

redazione è possibile contattare il

numero 071.6629320 o scrivere a

comunicazione.web@comune.

senigallia.an.it.

marzo – aprile 2009 19


gruppi consiliari

Tra un anno elezioni comunali…

AD UN ANNO…: dalle elezioni comunali, la coalizione di

centrosinistra cede alle pressioni di parte della sua stessa

maggioranza e sulla Variante Arceviese dice SI alle

Osservazioni fatte dalla Provincia, dopo che per mesi

aveva preparato un forte NO!

AD UN ANNO…: dalle elezioni comunali, aumentano le

divergenze politiche all'interno della maggioranza, tanto

che ci son voluti diversi Consigli Comunali prima che la

coalizione di centrosinistra trovasse i numeri al suo interno

per votare l'inatteso SI alla Provincia dopo aver annunciato

il NO!

AD UN ANNO…: dalle elezioni comunali, l'unica certezza

all'interno di ciò che rimane della maggioranza di centrosinistra

è che fra un anno non ci sarà più il Sindaco attuale!

AD UN ANNO…: dalle elezioni comunali, rimangono altre

pratiche importanti da votare: Piano Cervellati, Area

Sacelit, Regolamento Edilizio… Tutto questo mentre un

candidato Sindaco di centrosinistra sembra uscire prima

che si svolgano le primarie del PD!

AD UN ANNO…: dalle elezioni comunali, quindi, le primarie

che erano un vanto veltroniano sembrano ora lasciare

il posto ad un pragmatico tatticismo forse dovuto

alle disastrose condizioni del centrosinistra, sia a livello

nazionale che locale!

Gruppi consiliari

P. d. L.

Coordinamento Civico

marzo – aprile 2009 20


partecipazione

in rete

Senigallia 2.0: piazze virtuali

Il Comune di Senigallia riflette

sul web 2.0, l'evoluzione

di internet che ha consentito

un maggiore grado di interazione

tra i siti web e i navigatori

della rete. A partire da questo

sviluppo molteplici sono

state infatti le esperienze di

partecipazione alla rete virtuale,

che ha visto crescere i

propri contenuti anche grazie

alla nascita di diari on-line,

piazze virtuali, sistemi di valutazione

dei servizi, social network

e altro ancora.

Ecco allora “Senigallia 2.0”,

un progetto proposto dall'Assessorato

alle Politiche Giovanili

che prevede una serie

di incontri informativi, di seminari

partecipati, di convegni e

di conferenze per informare

sull'affascinante mondo del

web e su tutti gli strumenti

messi a disposizione dalle

nuove tecnologie per condivi-

dere contenuti.

Il progetto ha il duplice obiettivo

di avvicinare alla rete internet

chi non ha ancora pensato

di utilizzarla, e vuole allo stesso

tempo aiutare chi la sta già

usando a farlo meglio, sfruttando

le molteplici opportunità

offerte.

L'articolato programma di

Senigallia 2.0” è un modo per

portare le nuove tecnologie alla

portata di tutti, far scoprire

le potenzialità di internet non

solo come strumento di lavoro,

ma anche per fare informazione,

cultura e formazione.

I primi incontri hanno visto,

presso la Sala Conferenze

della Mediateca, la presentazione

del ricco panorama dei

blogger senigalliesi.

È possibile, ovviamente,

curiosare on-line nel blog

http://senigallia2punto0.word

press.com

Questi i prossimi appuntamenti,

tutti in programma

alle ore 21 presso i locali

della Mediateca:

Venerdì 8 maggio

Rete in lettere. Internet e

cultura

Valeria Bellagamba,

Giuseppe D'Emilio

presentano

Enrico Piscitelli

Editor di narrativa e responsabile

editoriale della collana

"novevolt" per Editrice Zona

Venerdì 15 maggio

Quelli che facebook…

Venerdì 22 maggio

Il web è donna 1

Rossana Berardi

Oncologo e Presidente del

Consiglio delle Donne

Anna Torcoletti

Staff GGD Marche

Venerdì 29 maggio

Il web è donna 2

Claudia De Lillo

scrittrice e blogger

Silvia Mobili

giornalista di Radio Capital

Venerdì 5 giugno

Fuorilegge: i giovani lettori

banditi finiscono in rete

Eros Miari

Associazione Equilibri -

Promozione alla lettura

marzo – aprile 2009 21


gruppi consiliari

Variante arceviese: uno strumento per chiudere

con il passato e preparare un futuro sostenibile

Governare una città

significa, tra le altre

cose, dare risposte.

Governare lo sviluppo urbano

di una città attraverso

atti di pianificazione

vuol dire anch'esso dare

delle risposte.

Nel caso della variante Arceviese,

come in altri, alcune

di queste risposte si rivolgono

a questioni che

trovano nel passato le loro

radici, in questo caso uno

sviluppo delle frazioni non

governato e un conseguente

deficit infrastrutturale.

Ce ne siamo fatti carico, come

Verdi, anche per tutte

quelle situazioni che attengono

a responsabilità di

amministrazioni passate;

lo abbiamo fatto nella convinzione

che ai problemi

sul tavolo occorra comunque

dare una soluzione.

Altre risposte guardano ad

un possibile sviluppo futuro,

partendo dalla modifica

di tutti quegli aspetti

della pianificazione passata

che non hanno prodotto

i risultati voluti e introducendo

previsioni più attinenti

al contesto ambientale

di riferimento.

Questo è il contesto in cui

ci siamo trovati a lavorare,

tutto ciò abbiamo acquisito

come dato di partenza.

L'urbanistica di questa

Amministrazione si è fatta

carico in questi anni di

questi squilibri e ha prodotto

atti concreti per invertire

la rotta, è stata una

delle poche in Italia a fare

varianti di blocco e di riduzione,

atti coraggiosi che

avremmo voluto trovassero

l'appoggio di tutte le

forze responsabili della città.

È fuori di dubbio come

la tendenza nazionale, anche

per atti recentissimi,

non sia altrettanto virtuosa.

Riassumiamo quali aspetti

consideriamo salienti in

questo strumento.

• Riduzione degli indici

nelle zone di completamento

di tutta la città, oltre

a riduzione delle capacità

edificatorie in

molte zone di espansione

e comparti unitari di attuazione.

• Introduzione di due importanti

previsioni di

parchi extraurbani (quello

fluviale alle porte della

città e quello tematico

della Miniera di San

Gaudenzio) attraverso

meccanismi che creano

condizioni certe per la loro

realizzazione.

• Realizzazione di una fascia

di rispetto lungo tutta

la strada provinciale

Arceviese, al fine di interrompere

quel fenomeno

conurbativo che già

oggi caratterizza quest'ambito

del nostro territorio.

• Realizzazione di nuovi

comparti di edilizia sociale

con lo scopo di calmierare

i prezzi e di fornire

una risposta alle necessità

abitative delle fasce

deboli della popolazione.

• Una nuova residenzialità

per i nostri cittadini che

abitano o abiteranno nelle

frazioni, perche, se a

qualcuno fosse sfuggito,

le frazioni non sono territorio

per speculazioni e

investimenti immobiliari,

nelle frazioni abitano

le famiglie vere, quelle

che altrimenti sono costrette

a cercare soluzioni

più praticabili nei comuni

limitrofi.

Nella stesura originaria la

variante conteneva una serie

di risposte puntuali a

problematiche poste negli

anni dalle frazioni, rispetto

alla funzionalità dei centri,

alla necessità di aree verdi,

di viabilità e parcheggi, ma

il difficile contesto geomorfologico

delle aree nelle

quali si sarebbero dovute

trovare tali soluzioni le

hanno rese di fatto impraticabili.

A tali questioni, tuttora

insolute, ci impegniamo,

insieme alle forze che

sostengono questa Amministrazione,

a dare risposta

nel futuro con nuove strategie.

Gruppo consiliare

VERDI

marzo – aprile 2009 22


fronte del palco

marzo – aprile 2009 23


Il Maestrale, grande in tutto!

www.centroilmaestrale.it

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!