Giugno 2009 - Comune di Campegine

comune.campegine.re.it

Giugno 2009 - Comune di Campegine

Il

IL COMUNE DI CAMPEGINE

1

Poste Italiane - Tassa Pagata

Invii senza indirizzo

Aut. N./DCB/RE/ISI/

118/2004 del 04/02/2004

C di

COMUNE

AMPEGINE

PERIODICO D’INFORMAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

WWW.COMUNE.CAMPEGINE.RE.IT

AUTORIZZAZIONE DEL TRIBUNALE DI R.E. N.1201 DEL 05.12.2007 ANNO 2 - GIUGNO 2009


2

IL

COMUNE DI CAMPEGINE


IL COMUNE DI CAMPEGINE

3

SOMMARIO

4......

6......

7......

8......

9......

10......

11......

12......

14......

Cimitero comunale

25 Aprile

Cultura: le attività per il 2009

Campegine comune riciclone

Contributi per il commercio

Centro di educazione

ambientale

Avis

Notizie e dintorni

Dai gruppi consiliari

Proprietario e responsabile:

Amministrazione Pro Tempore

del Comune di Campegine

nella persona del Sindaco

River Tagliavini

Impaginazione e Pubblicità:

Pubbl.invest di A.Benassi

Via Sante Vincenzi, 10/a - RE

Tel. 0522 433199

Stampa: Tipolitografia

L’OLMO soc. coop. soc.

Montecchio Emilia (RE)

Tel. 0522 866904

EDITORIALE

E’ passato poco più di un mese dal terribile

terremoto che ha devastato l’Abruzzo.

Nei giorni immediatamente successivi a

quel tragico evento molti di noi avranno

visto le sconvolgenti immagini di distruzione

e la disperazione nei volti di tutte le

persone coinvolte e abbiamo anche visto

la forza di volontà e la fierezza di quella

gente.

Dopo il sisma si è messa in moto un’imponente

macchina organizzativa ed è immediatamente

scattata la solidarietà degli

italiani. Istituzioni, associazioni del volontariato,

enti pubblici e privati, cittadini si

sono subito prodigati per raccogliere fondi

e generi necessari per poter dare i primi

soccorsi ai feriti e agli sfollati.

Anche la nostra provincia è stata impegnata

da subito a dare il proprio aiuto alle

popolazioni abruzzesi e sarà impegnata

anche nei prossimi mesi per allestire le

strutture prefabbricate che dovranno ospitare

gli sfollati e successivamente nella

fase di ricostruzione.

Sotto uno stretto coordinamento a livello

provinciale e regionale da parte delle amministrazioni

pubbliche, sono mobilitate in

quest’opera diverse associazioni del volontariato,

innanzitutto quelle del soccorso

e della protezione civile, operatori pubblici

e privati ed è stata avviata una raccolta

fondi direttamente gestita dalla nostra Provincia.

Il tutto al fine di rendere efficaci e

rapidi e gli aiuti reggiani.

E’ giusto e doveroso che le istituzioni ad

ogni livello sentano questa tragedia come

un problema di tutti, ma le istituzioni hanno

anche il diritto-dovere di vigilare affinché

gli aiuti siano ben gestiti e finalizzati. Troppo

spesso il “dopo terremoto” nel nostro

Paese è stato caratterizzato da promesse

non mantenute, da inefficienze e sprechi

incredibili di beni e denaro (quando non di

peggio).

Questa volta tutti devono far la loro parte

perché ciò non avvenga.

Fra le associazioni reggiane impegnate

negli aiuti un ruolo importante lo sta svolgendo

la nostra Croce Bianca direttamente

sul posto con dei volontari del soccorso

e della protezione civile, fra i quali vi sono

diversi campeginesi. A queste associazioni,

ai loro volontari, a tutti i cittadini che

hanno contribuito o dato la loro disponibilità

ad ospitare degli sfollati (prontamente

segnalata dai servizi sociali del comune al

centro di coordinamento provinciale), va il

nostro sentito ringraziamento.

Infine una segnalazione. Per coloro che

intendessero versare contributi direttamente

sul conto corrente bancario appositamente

aperto dalla Provincia di

Reggio queste sono le coordinate:

iban: IT 12 I 02008 12800 000100658213

intestato “La Provincia di Reggio Emilia

per l’Abruzzo”. I versamenti effettuati

da qualsiasi banca sono esenti da

commissioni.

Su questo conto sarà versato il gettone

di presenza dell’ultimo consiglio comunale,

che i consiglieri di Campegine

hanno deciso, all’unanimità, di devolvere

in favore delle popolazioni abruzzesi.

Il Sindaco

River Tagliavini

VUOI CONTATTARCI?

Visita il sito: www.comune.campegine.re.it dove troverai tutti

gli indirizzi e-mail oppure telefona allo 0522/676521 (Rossella o Daniela)


4

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

CIMITERO COMUNALE

Iniziati i lavori di ampliamento e di restauro

Il 18 Maggio scorso sono iniziati i lavori di ampliamento

del cimitero che porteranno alla realizzazione di 250 nuovi

avelli, 10 cinerari e 2 tombe di famiglia, oltre al restauro di

parti del cimitero esistente.

Alla gara d’appalto per l’assegnazione dell’opera hanno

partecipato ben 19 aziende. Alla fine a prevalere è stata

l’impresa edile “Dall’Aglio Amos & C.” di Cavriago.

Il progetto complessivo di ampliamento e di riqualificazione

dell’esistente.

Quello iniziato costituisce il primo stralcio di un progetto

complessivo di ampliamento e riqualificazione da realizzare

per parti nei prossimi 20 anni, dimensionato in modo

tale da non dover più richiedere successive espansioni. Un

progetto importante e di lungo corso che va ad operare

su uno dei luoghi più rappresentativi della nostra memoria

collettiva e dell’identità storica, sociale e culturale di tutti i

campeginesi.

Il progetto generale è stato accompagnato da una serie

di studi che hanno calcolato il fabbisogno futuro di nuovi

loculi, comparati alla disponibilità di quelli che verranno a

liberarsi nel cimitero esistente allo scadere dei 35-50 anni

per i quali sono stati ceduti. Si è tenuto conto inoltre della

necessità di prevedere un congruo numero di celle ossario

per accogliere le spoglie delle riesumazioni, di predisporre

loculi per urne cinerarie in quanto si fa sempre più frequente

il ricorso alla cremazione e di individuare nuovi spazi per

cappelle private e sepolture di famiglia.

Progetto di ampliamento del cimitero: primo piano

Il dimensionamento complessivo dell’intervento, da realizzarsi

negli anni secondo le necessità e le compatibilità

economiche, prevede pertanto un totale di 1.305 loculi per

tumulazioni (dei quali 104 in cappelle private), 50 tombe per

inumazioni, 248 celle per cinerari e 1.351 celle per ossari.

Il nuovo complesso si dispone attorno al cimitero esistente

con un grande corpo a “C” che sul fronte organizza funzioni

di servizio e sui lati est ed ovest si compone dei blocchi

edilizi con gli avelli disposti attorno a cortili interni.

Avrà due nuovi ingressi di cui il principale collocato a fianco

di quello esistente ed il secondo sul retro, attrezzato con

un nuovo parcheggio e raggiungibile in auto anche da via

Traccole.

All’interno della prima grande corte che si verrà a formare

fra vecchio e nuovo cimitero, è prevista la costruzione di

una sala per il commiato destinata a modalità laiche di ultimo

saluto o a riti religiosi di diverse confessioni.

Il progetto si completa infine con il restauro e la riqualificazione

di tutto il cimitero attuale, con particolare attenzione

al restauro delle arcate della corte storica, recuperando

anche al suo uso originale l’antica cappella posta a lato

dell’androne d’ingresso attuale.

Progetto di ampliamento del cimitero: piano terra

Il primo stralcio

Il primo stralcio del nuovo cimitero, di cui sono iniziati i lavori,

porterà alla realizzazione dei primi due blocchi di avelli

pianificati dal progetto generale, organizzati su 2 piani e


IL COMUNE DI CAMPEGINE

5

Progetto di ampliamento del cimitero: veduta esterna

distribuiti su un percorso porticato. A piano terra le tombe

a loculo sono raccolte attorno a piccoli patii verdi e alberati,

aperti al cielo, mentre il primo piano è composto da

“stanze” aperte sul percorso di distribuzione e illuminate da

lucernai a soffitto e da grandi finestre schermate da piante

rampicanti.

Quattro file di avelli in altezza caratterizzano i patii al piano

terra, mentre al primo piano le file sono soltanto tre per consentire

un più diretto rapporto delle persone (in particolare

quelle anziane) con le tombe dei propri cari; complessivamente,

come detto, i due blocchi ospiteranno 250 avelli. A

piano terra trovano posto anche due cappelle di famiglia

con otto avelli ciascuna accessibili direttamente dal percorso

porticato.

In testata ai due blocchi è inserito il vano scala, con uno

spazio attrezzato per la confezione dei fiori e un ampio

ascensore che funge anche da montacarichi per il sollevamento

delle bare.

Saranno realizzate anche opere di restauro sul cimitero esistente

che riguarderanno in particolare il risanamento dei

tetti, degli intonaci ammalorati e il tinteggio interno di tutte

le arcate.

I lavori avranno una durata complessiva di circa 16 mesi e

dopo circa 4 mesi saranno già disponibili i primi 35 avelli per

le tumulazioni.

Importo e durata dei lavori del primo stralcio.

L’importo dei lavori a base d’asta appaltati ammonta a €

700.000.

L’appalto prevede tre scadenze distinte per l’ultimazione

dei lavori:

- Entro fine Settembre 2009 dovranno essere consegnati i

primi 35 avelli posti al piano terreno.

- Il primo blocco completo (125 avelli più una cappella)

dovrà essere ultimato entro Febbraio 2010.

- Entro fine Ottobre 2010 dovranno essere completati tutti

i restanti lavori.

RISCALDAMENTO - TRATTAMENTO ARIA-

ADDOLCITORI -FILTRAZIONI -PANNELLI

SOLARI- CENTRALI TERMICHE IDRICHE

ARIA COMPRESSA -COIBENTAZIONI -

CANALIZZAZIONI - GRUPPI FRIGORIFERI

ANTICENDIO - IMPIANTI V.R.F.

RIPARAZIONI E ASSISTENZA

Via G. Matteotti, 20/a

Campegine -RE

Tel. e Fax 0522 676686


6

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

UN 25 APRILE COI RAGAZZI PROTAGONISTI

Sole e caldo, evento molto raro nel piovoso mese di Aprile,

hanno caratterizzato le celebrazioni del 64° anniversario

della Festa della Liberazione nel nostro comune che

quest’anno presentavano alcune novità.

Di prima mattina il corteo guidato dal sindaco River Tagliavini

e dal parroco Don Jacek, dopo la tradizionale benedizione

ai cippi, si è recato al cimitero dove è stata inaugurata

una targa dedicata alla famiglia Cervi, posizionata

davanti alla tomba in cui sono raccolte le spoglie dei sette

fratelli fucilati dai militi della Repubblica Sociale Italiana il

28 dicembre 1943, quella della madre, spentasi per il dolore

l’anno successivo e quella del papà Alcide scomparso

nel 1970.

A questa breve cerimonia è seguita la S. messa celebrata

dal parroco al cimitero e l’omaggio davanti alle due lapidi

che ricordano i caduti di tutte le guerre rimesse a nuovo per

l’occasione da un’efficace azione di pulitura e restauro.

Le celebrazioni sono poi proseguite in Piazza del Macinato

dove, in un breve discorso, il sindaco ha ricordato come

quello del 2009 fosse un 25 Aprile di ansia e preoccupazione

per centinaia di migliaia di lavoratori che hanno perso il

lavoro in conseguenza della grave crisi economica in atto e

un 25 Aprile di lutto e sofferenza per le popolazioni abruzzesi

così gravemente colpite dal terremoto.

come le Fosse Ardeatine e nei luoghi dove si esercita la

rappresentanza democratica, come la Camera dei Deputati

dentro “Palazzo Montecitorio.”

Ringraziando alunni e insegnanti per l’impegno profuso, il

sindaco ha così introdotto le interessanti riflessioni prodotte

dai ragazzi delle terze medie su questo viaggio a Roma

e da loro stessi lette al microfono.

I ragazzi hanno posto in rilievo il collegamento storico –

culturale che hanno saputo cogliere tra i luoghi visitati ed

alcuni articoli della Costituzione. Tale collegamento era anche

evidenziato da un grande striscione di 4 metri di lunghezza

preparato dagli stessi alunni dal titolo “Appunti di

UN VIAGGIO NELLA COSTITUZIONE” che raccoglieva, in

un unico collage, immagini dei luoghi visitati, annotazioni di

commento e articoli della Costituzione.

Le celebrazioni a Campegine si sono concluse con la tradizionale

“biciclettata” diretta a casa Cervi dove il programma

è proseguito per tutta la giornata.

In copertina la partenza della biciclettata.

Al termine del proprio intervento il sindaco, ha sottolineato

l’importanza che i valori e gli ideali della Resistenza, da cui

ha preso origine la nostra Costituzione, diventino patrimonio

delle giovani generazioni a cominciare dagli alunni delle

scuole. “Per questo – ha detto il sindaco - da due anni

l’Amministrazione Comunale, assieme all’Anpi di Campegine,

sta portando avanti un progetto di lavoro sulla Costituzione

Italiana con la nostra scuola media. Un progetto che

quest’anno ci ha portato a Roma sui luoghi della memoria,

Lo striscione preparato dai ragazzi della scuola media

Dichiarazione redditi, contabilità ordinaria e semplificata imprese,

elaborazione buste paga, consulenza fiscale e amministrativa, sportello

telematico per trasmissione pratiche

Via P. Nenni, 6/b - Campegine fraz. Caprara

Tel. 0522 906069 - Cell. 335 1223871

e-mail: studioassociati@alice.it


IL COMUNE DI CAMPEGINE

7

CULTURA: LE ATTIVITÀ IN PROGRAMMA PER IL 2009

Intervista all’assessore Giuseppe Artioli

D) Assessore Artioli, dopo un 2008 ricco di proposte

culturali, cosa possiamo aspettarci per il 2009 in questo

campo?

R) Va detto, innanzitutto, che siamo particolarmente soddisfatti

delle iniziative organizzate lo scorso anno, dove, per

la prima volta, Campegine ha potuto usufruire di un programma

organico e continuativo di eventi, sia a livello di

conferenze che di spettacoli teatrali e musicali.

D) E per il 2009 cosa è previsto?

“profeti in patria”.

D) Quindi un programma davvero pieno per i prossimi

mesi.

R) Certo, ma contiamo di non fermarci a questo. Per il periodo

autunno-inverno stiamo infatti cercando di allestire

alcune serate mirate di discussione e dibattito su temi di

interesse con interlocutori qualificati. Il programma è ancora

in fase di elaborazione; informeremo di volta in volta,

la cittadinanza di queste iniziative.

R) Voglio ricordare che le nostre iniziative sono già iniziate

a marzo con lo spettacolo offerto in occasione della “Festa

della Donna” e con l’organizzazione di una mostra sulle

Foibe, presso la sede della Biblioteca, che ha visto la partecipazione,

in accordo con la locale Scuola Media, delle

Terze Classi dell’Istituto.

Per l’estate sarà poi riproposta la rassegna “CAMPE-

GINESTATE” che ha avuto un grandissimo gradimento

lo scorso anno. Abbiamo già stilato il “cartellone” degli

eventi che rispetto allo scorso anno avrà due serate in più.

Undici spettacoli che, di fatto, occuperanno l’arco dell’intera

estate, dal 10 giugno al 9 settembre.

D) Ci pare uno sforzo notevole, anche economicamente,

per un Comune piccolo come il nostro.

R) Questo certamente, ma anche quest’anno, nuovamente

grazie al Sindaco, siamo riusciti a coinvolgere alcune significative

realtà produttive del nostro territorio. Questo ci

consente di offrire a Campegine un programma interessante

e vario.

D) Di quali eventi si tratta?

R) Il programma dettagliato è stato inviato a tutte le famiglie

in questi giorni.

Abbiamo cercato, anche quest’anno, di offrire un ampio

spettro di spettacoli, in grado di soddisfare i gusti più svariati.

Saranno riproposti spettacoli teatrali popolari come

le commedie dialettali e concerti live che spazieranno fra

vari generi musicali, con la presenza anche di gruppi locali,

per favorire l’emergere di “energie campeginesi” e renderle

Il cantautore

irlandese

Owen Gerrard

presente

con la sua band

a

CampeginEstate


8

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

CAMPEGINE PREMIATO COME COMUNE “RICICLONE”

Riconoscimenti in Regione per i buoni risultati nella raccolta differenziata

Il 10 Marzo si è svolto a Bologna un incontro pubblico

per la presentazione dell’indagine conoscitiva sui comuni

“ricicloni” dell’Emilia Romagna.

L’indagine è stata realizzata da Legambiente, con la

collaborazione dell’Autorità Regionale per la gestione

dei rifiuti e col patrocinio della Regione Emilia Romagna.

I dati raccolti hanno riguardato un numero di comuni

che rappresentano circa il 60% della popolazione

della regione e sono stati classificati secondo la taglia

(fino a 5.000 abitanti - da 5.000 a 25.000 - oltre i

25.000), per poter effettuare confronti fra comuni con

le stesse caratteristiche e secondo vari indicatori di

performance.

Gli indicatori presi in considerazione per stilare le

classifiche riguardavano: il minor quantitativo pro capite

di rifiuti avviati allo smaltimento, la percentuale

complessiva di raccolta differenziata, i più alti quantitativi

pro capite raccolti di carta e vetro.

Campegine si è classificato al 1° posto della graduatoria

regionale per la raccolta differenziata di carta

con 170 kg. pro capite (questo è risultato il miglior

dato assoluto anche considerando tutte le tre categorie

di comuni in cui erano suddivise le classifiche) e

al 3° posto per la percentuale complessiva di raccolta

differenziata.

A ritirare l’attestato per il nostro comune, consegnato

dal presidente di Legambiente Emilia-Romagna e

dall’assessore regionale all’ambiente, era presente

a Bologna il vice sindaco, nonché assessore all’ambiente,

Luigi Arata.

E’ un riconoscimento importante per il comune e i nostri

cittadini, che deve servire da stimolo per migliorare

ulteriormente sul versante della raccolta differenziata

e dell’attenzione a ridurre con pratiche di buon

consumo la produzione dei rifiuti.

Obiettivo fondamentale dell’indagine era far emergere

le situazioni di eccellenza nella gestione dei rifiuti

creando una competizione virtuosa

funzionale al miglioramento complessivo

e indagare le buone pratiche

gestionali che hanno determinato

tali risultati.

AP IMPIANTI SNC

di Cavatorti Pietro e Paltrinieri Alan

338 6058009 338 7294104

Via Torre 5/d

Campegine - RE


IL COMUNE DI CAMPEGINE

9

114.000 EURO DI CONTRIBUTI PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL COMMERCIO

Metà di questi andranno direttamente ai commercianti

Il commercio rappresenta a Campegine il ramo del

terziario che offre il maggior numero di posti di lavoro

nonostante le difficoltà di questo periodo. In generale

la struttura del commercio al dettaglio rappresenta

un importante servizio per il cittadino e un’attività che

concorre a determinare gli esiti delle politiche di qualificazione

urbana.

L’amministrazione comunale è impegnata, assieme ai

commercianti, a sostenere e valorizzare le zone del

centro sia a Campegine che a Caprara. Da sempre,

infatti, queste zone sono per vocazione il principale

luogo di commercio e di incontro e svolgono la funzione

di “centro commerciale naturale”.

L’impegno degli operatori del commercio e artigianato

di servizi è stato formalizzato nella sala del consiglio

comunale un anno fa, con la nascita dell’Associazione

di Promozione denominata “CAMPEGINE C’E’”

che ha come finalità il rilancio del commercio e del

turismo nel comune, attraverso la creazione di eventi

e iniziative atti a rendere maggiormente attrattiva la

zona, e di contribuire alla redazione di programmi di

riqualificazione del settore attraverso l’ammodernamento

del contesto urbano e delle stesse imprese

che vi operano.

Dalla stretta collaborazione fra Amministrazione Comunale,

l’A.t.i. “CAMPEGINE C’E’” e Associazioni di

categoria è nato un progetto articolato di interventi

pubblico/privati di qualificazione commerciale dei

centri che prevedeva interventi di ristrutturazione edilizia

e di arredo urbano degli ambienti commerciali

assieme ad interventi di miglioria nei collegamenti pedonali,

aree verdi e piazze.

Su questo progetto l’Amministrazione Comunale è

riuscita ad ottenere un contributo a fondo perduto

di EURO 114.000 (a valere sulla Legge Regionale

41), su un totale di spesa ritenuta ammissibile di

circa 568.000 euro.

Nel rispetto di quanto previsto dalla legge metà

della somma assegnata all’Amministrazione, pari

ad euro 57.000, sarà destinata gli operatori privati

che hanno partecipato al progetto.

E’ un importante risultato economico ottenuto dal

Comune di Campegine, che è stato reso possibile

grazie al fattivo impegno di tutte le componenti del

progetto.

MOBILI SU MISURA

E RIPARAZIONI

VARIE

Via Zappellazzo, 7

Nocetolo di Gattatico (RE)

Tel. e Fax 0522 670180


10

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

IL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE DELLA

“RISERVA NATURALE ORIENTATA FONTANILI DI CORTE VALLE RE

Ruolo e progetti.

Dal 2000 il comune di Campegine ha attivato una

convenzione con Legambiente Reggio Emilia per

l’istituzione e la gestione del Centro di Educazione

Ambientale (C.E.A.), con l’obiettivo di salvaguardare

e valorizzare il patrimonio floristico e faunistico della

Riserva Naturale dei Fontanili di Corte Valle Re e

promuovere una fruizione rispettosa e consapevole

dell’area protetta.

Il Centro è diventato ben presto struttura di riferimento

per alunni, insegnanti, cittadini, enti pubblici e privati,

interessati a conoscere ed approfondire le peculiarità

di questo ambiente. Il personale oltre a coadiuvare il

Comune negli aspetti gestionali e burocratici dell’area

protetta, organizza percorsi educativi e visite guidate

presso la Riserva, una realtà inserita all’interno di un

Sito di Importanza Comunitaria proposto dalla Regione

Emilia Romagna ed individuato ai sensi della Direttiva

“Habitat” 92/43/CEE.

Per tutte le scuole di ogni ordine e grado il C.E.A. propone

diversi percorsi didattici indirizzati alla riscoperta

del territorio padano (in particolare del fenomeno

delle risorgive) e all’approfondimento di temi come la

biodiversità, lo sfruttamento delle risorse, lo sviluppo

sostenibile, ecc.. In collaborazione con enti pubblici

e privati, organizza seminari

e convegni per la divulgazione

delle conoscenze naturalistiche,

storiche e culturali

del territorio, corsi di

aggiornamento e consulenza

didattica per insegnanti,

corsi specifici per adulti (es.

birdwatching e fotografia

naturalistica), incontri a

tema sulle principali emergenze

ambientali.

Il C.E.A. offre, inoltre, la

possibilità di consultare la

biblioteca tematica con oltre

400 volumi e rappresenta il

punto informativo per itinerari

e per tutte le iniziative

della Riserva.

Tra le iniziative rivolte a tutta la cittadinanza ne segnaliamo

alcune relative al periodo estivo-autunnale

2009:

- Settimana Europea dei Parchi: domenica 24 maggio

2009 visita guidata presso la Riserva e l’impianto di

sollevamento della Bonifica Bentivoglio-Enza. La partenza

è prevista per le ore 9.30 presso il parcheggio

della Riserva.

- In occasione della fiera di SS. Pietro e Paolo, domenica

28 giugno 2009, sarà possibile visitare la Riserva

con partenza alle 9.00 presso il parcheggio della Riserva.

- Nell’ambito delle iniziative del progetto provinciale

“Catturati dalla Rete” Percorsi verso la conoscenza

della biodiversità nei siti rete Natura 2000 del territorio

reggiano, è prevista una serata rivolta alla cittadinanza

il 16 settembre 2009 presso il Centro Culturale “Imerio

Cantoni” e l’uscita presso la riserva domenica 20

settembre per conoscere le emergenze naturalistiche

e le opportunità offerte a chi gestisce il territorio.

Le iniziative sono tutte gratuite. La prenotazione è

obbligatoria. Si può aderire contattando il CEA che

ha la propria sede presso il Centro Culturale “Imerio

Cantoni” in Via Amendola, 51 a Campegine. Tel.

0522/677907, Fax: 0522/676314, e-mail: cea@comune.campegine.re.it.

La riserva naturale di Corte Valle Re


IL COMUNE DI CAMPEGINE

11

net

Signore e Signori benvenuti nello spazio che l’Amministrazione

Comunale ci ha gentilmente concesso per fare due

chiacchiere sulle cose che gravitano intorno alla nostra sezione

Avis comunale.

Dunque da dove partiamo… ah sì partiamo dal fondo e

cioè dalla “Grande serata di musica e canzoni” del 21 aprile.

Sotto l’egida dell’istrionico concittadino Marco Tagliavini

ed il supporto dell’AVIS con Romano e i suoi ragazzi

(il Bebi, Rolando, Sergio, Giacomo e Dario) che durante il

giorno ci hanno aiutato ad allestire la sala presso il Palazzetto

dello Sport, si è svolta una delle più belle serate di

spettacolo allo stato puro.

Grandi ospiti si sono alternati sul palco assieme all’Orchestra

Luca Bergamini per una serata che ci fatto divertire,

sorridere ed applaudire senza dimenticare i terremotati

dell’Abruzzo a cui sono andati i proventi della serata. Gli

aiuti che verranno consegnati alla Caritas di Reggio Emilia,

si sono concretizzati in 1000,00 € e cogliamo l’occasione

per ringraziare pubblicamente tutti gli sponsor che

con i loro interventi ci hanno permesso di realizzare questo

splendido show.

Dopo questa bella festa e tornando alle cose di casa nostra,

parliamo un po’ delle vicende che ci toccano da vicino.

Partiamo innanzitutto dal prelievo a cui ci teniamo in modo

particolare ed è quello del 30 e 31 maggio che, quando il

giornalino arriverà nelle vostre case, sarà già terminato.

Sarà per noi un banco di prova importante perché per la

prima volta verrà sdoppiato ovvero si svolgerà in due giornate.

Perché sarà un prelievo così importante? Semplicemente

perché esso rappresenta il futuro che avanza e che

consiste nel programmare le raccolte delle sacche non solo

alla domenica ma soprattutto durante i giorni infrasettimanali.

Probabilmente in futuro accentueremo questa caratterizzazione

feriale del prelievo e chiediamo sin d’ora ai donatori

di rispondere positivamente all’appello che è stato fatto

per il migliore utilizzo possibile del dono del sangue.

Altro evento su cui spesso abbiamo battuto il chiodo è la

plasmaferesi che si svolge tutti i venerdì e i sabato di ogni

settimana nel “nuovo” centro di Montecchio. Dopo un avvio

con qualche problemino da risolvere, adesso sembra

proprio che le cose vadano per il meglio.

Abbiamo stabilito un nostro piccolo grande obiettivo per il

2009: raccogliere 100 sacche di plasma a Montecchio (ma

anche a Reggio Emilia) con i donatori della nostra sezione.

Progetto ambizioso ma che si colloca ancora una volta sulla

strada indicata dal nostro responsabile provinciale.

Concludo con una massima e un ricordo.

La massima è quella pronunciata nel mese di marzo all’assemblea

provinciale a mo’ di slogan della giornata ed è la

seguente: il dono di sé non è gesto eroico ma un atto di

civiltà.

Dono di sé che non si limita solo a quello del sangue ma

che si può estendere a tutte quelle volte che mettiamo il

nostro tempo, le nostre risorse, e nostre capacità ecc, a

favore del prossimo. Credo che, anche in tempi non facili

come questi sotto tanti punti di vista, aprire le mani per

mettersi al servizio di chi ci sta vicino sia un toccasana notevole

contro i mali del nostro secolo.

Il ricordo riguarda invece due nostri donatori da poco scomparsi

che sono Sepali Isolina e Gino Ferrari; due persone

che non facevano gran confusione ma che il loro dovere

di donatori lo hanno sempre fatto volentieri e con grande

disponibilità per ricordarci, come dicevamo prima, che il

dono di sé è un atto di grande civiltà


12

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

NOTIZIE E DINTORNI

Un “pallino” tutto “d’oro”

Si è svolta lo scorso mese di Marzo, presso il bocciodromo

di Campegine, la 10^ edizione del “Pallino d’oro”, gara di

bocce femminile individuale, organizzata dal circolo Arci

Tricolore di Campegine col patrocinio dell’Amministrazione

Comunale.

La competizione, grazie all’impegno degli organizzatori, sta

acquisendo sempre più rilievo nel panorama nazionale di

questo sport. Quest’anno le gare: una per la categoria A e

B e una per la categoria C e D, hanno visto la partecipazione

di ben 160 atlete provenienti da tutta Italia.

Nelle finali hanno prevalso la bolognese Franca Mascagni

(categoria A e B) e la veronese Raffaella Magalini (categoria

C e D).

Fiera di Campegine 2009. Conferme e novità

L’edizione della Fiera di quest’anno verrà, come la precedente,

organizzata e realizzata dall’Associazione dei commercianti

ed artigiani “Campegine c’è” in collaborazione

con l’amministrazione comunale. Il programma ricalcherà

in parte quello dell’ultima edizione soprattutto perchè crediamo

che le iniziative più tradizionali debbano continuare

ad avere un loro spazio ben preciso. Tuttavia queste saranno

integrate da nuovi appuntamenti che speriamo possano

accogliere il gradimento di tutti i cittadini.

Il programma dettagliato verrà proposto come al solito sul

libretto della Fiera 2009 attraverso il quale le realtà economiche

e produttive di Campegine possono ritagliarsi uno

spazio pubblicitario e così contribuire fattivamente alla realizzazione

della manifestazione. E’ infatti grazie alla collaborazione

ed all’impegno di tutti che possiamo continuare

a realizzare la Fiera di Campegine: la festa della nostra comunità.

Il raduno del molosso

Domenica 10 Maggio si è tenuto a Campegine, presso il

Parco di Via Sorte, il 26° “Raduno internazionale del mo-

Un momento delle premiazioni del “Pallino d’oro”

I vincitori del raduno

Fratelli MAINOLFI S.r.l.

LAVORI EDILI

Via Caduti di Nassiriya,19

Campegine -RE

Tel. +39 0522 677130

Fax +39 0522 677330

e-mail: info@mainolfi.it

www.mainolfi.it


IL COMUNE DI CAMPEGINE

13

losso”, organizzato dal Club Italiano del Molosso col patrocinio

dell’Amministrazione Comunale.

Circa 140 stupendi esemplari di cani, appartenenti a espositori

provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa, si sono

contesi l’ambita palma di vincitore.

Alla fine a spuntarla è risultato uno splendido esemplare di

“bulmastiff” di proprietà del sig. Guidotti Maurizio di Pistoia,

seguito da un “mastiff” del reggiano Bonini Massimiliano

di Casalgrande, mentre al terzo posto si è classificato un

“dog de bordeaux” dell’”Allevamento dei mastini rossi” di

Viterbo.

E’ nato il gruppo Volontari Ambiente Salute (in sigla

V.A.S.) di Campegine

Si è costituito nel mese di Aprile, grazie all’iniziativa di alcuni

volontari, il gruppo V.A.S. di Campegine, che si propone

come supporto e stimolo all’azione dell’Amministrazione

Comunale in campo ambientale. Presidente dell’associazione

è stata designata la giovane Pamela Vidali a cui, chi

fosse interessato, può rivolgersi per ottenere informazioni

su questo gruppo di volontariato.

Appena nato il gruppo ha subito messo in campo (in collaborazione

col Comune di Campegine ed Enia), un’importante

iniziativa: “Puliamo la nostra Campegine”, chiamando

i cittadini a partecipare alla pulizia di alcuni luoghi e strade

del comune.

L’iniziativa, che si è svolta Domenica 17 Maggio, ha visto la

partecipazione di diversi cittadini ed ha consentito di pulire

questi luoghi da cartacce, vetro, plastica e lattine abbandonati

da chi ha scarso senso civico.

La camineda dal mazadeg

Una partecipazione straordinaria di podisti ha caratterizzato

la 24^ edizione della “Camineda dal mazadeg” che si è

svolta il 1° Maggio.

Organizzata dalla Polisportiva Campeginese, col patrocinio

dell’Amministrazione Comunale, la manifestazione era suddivisa

fra gara valevole come 3^ prova del Gran Prix individuale

e di società e manifestazione non competitiva aperta

a tutti con la possibilità di scegliere fra due percorsi: uno

“corto” di circa 4 Km. e uno lungo di 11.

La partenza, avvenuta come sempre dal Parco di Via Sorte,

ha visto la presenza di ben 1.690 podisti e di 5 scuole

che hanno bonariamente “invaso” il nostro comune fin dalle

prime ore del mattino. Il numero record di partecipanti ha

premiato la consolidata capacità della Polisportiva Campeginese

di organizzare al meglio questo evento. Alla fine,

come sempre molti premi e riconoscimenti per tutti.

Una giornata per la salute.

Si è svolta domenica 10 maggio, in contemporanea con la

vendita delle azalee a favore dell’A.I.R.C., l’ormai consueta

giornata di prevenzione sanitaria promossa dall’assessorato

ai servizi sociali del comune in collaborazione con Avis,

Croce Bianca e Sorridiamo alla vita.

Davanti alla piazza del municipio venivano effettuati, ad

opera di medici e infermieri volontari la misurazione della

pressione del sangue, lo screaning del colesterolo e della

glicemia.

Oltre 170 cittadini si sono sottoposti agli esami proposti, a

testimonianza del gradimento che questa iniziativa continua

a riscuotere.

A Campegine …. Si fa sempre musica!

Il musical gli Aristogatti

Il 5/6 Aprile il musical “Gli Aristogatti”, il 9/10 Maggio il saggio

di fine corso; in tutto 5 spettacoli con centinaia di giovani

e giovanissimi musicisti sul palco e la sala polivalente del

centro sportivo sempre stracolma di gente. L’attività della

Scuola comunale di musica gestita con impegno, passione

e professionalità encomiabili dall’associazione MUSICAMI-

CA è davvero incessante.

Per un comune come il nostro, il numero di allievi che la

frequentano e il gradimento riscontrato sono veramente

notevoli e, nonostante le difficoltà economiche con cui devono

sempre più fare i conti i comuni, l’impegno dell’Amministrazione

Comunale è di continuare a sostenere questa

importante attività anche in futuro.

La partenza della camminata 2009

Il saggio “SI fa musica!”


14

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

DAI GRUPPI CONSILIARI

gruppo consiliare

“insieme per campegine”

UNITED COLORS OF CAMPEGINE.

Lo spazio dedicato al gruppo Consigliare

di Maggioranza in questa testata è solitamente

dedicato ad uno sguardo politico

più ampio sul Paese. L’amministrazione

comunale parla attraverso i fatti che

vengono dai servizi e dalle iniziative che

questa giunta sta mettendo in campo a

Campegine.

In queste poche righe, invece, c’è la possibilità

di osservare la realtà extralocale.

A livello nazionale l’unica cosa che sembra

contare per questo governo è produrre

degli atti. A prescindere dalla qualità dei

risultati ottenuti. Decisionismo, intraprendenza,

efficienza: una precisa strategia

di oscuramento della realtà, dove il senso

delle cose (e della misura), il diritto e il rovescio

sono celati dalla coltre delle azioni

e dei proclami. Fare, fare, fare. Votare,

deliberare, provvedere. Cosa e come non

pare importante. Ciò che conta è che la

luce nello studio del condottiero sia sempre

accesa.

Chi ha memoria del ‘900 riconosce uno

stile inconfondibile. Gelosamente italiano,

e pronto a tentare il popolo in ogni stagione

critica. Quando il brivido della “delega

in bianco” blandisce l’opinione pubblica.

Non è sempre stato così. In momenti di

crisi (economica, sociale, di rappresentanza

politica), l’Italia ha saputo trovare

gli anticorpi per rafforzare il proprio spirito

democratico. Salire sulle spalle delle generazioni

passate per elevare un nuovo

piano del patto di cittadinanza.

Le sirene della scorciatoia plebiscitaria,

invece, oggi sembrano assordanti. Le

occasioni per evitare questo scivolamento

sono innumerevoli e quotidiane, e non

solo elettorali. In ogni nostro gesto (da amministratori

e da amministrati) è possibile

riconquistare un rapporto virtuoso con il

Paese reale, quello che non necessariamente

patisce la crisi economica , ma la

vede e la sente; quello di una intera generazione

di giovani che avvertono l’urgenza

di un futuro, oltre che di un indistinto presente.

E’ il Paese in grado di stigmatizzare

(perchè ne coglie la palese assurdità) il

rifiuto di una società multiculturale.

L’Italia sta dando di sé una prova indecente

sull’immigrazione, senza immaginare

ciò che accadrà con l’avvicinarsi del voto.

Lo scontro senza precedenti con l’ONU

(che non è un comitato di quartiere), lo

spregio dei rappresentanti dei diritti umani

nel mondo (che non sono tassisti in rivolta),

ci dà la misura di questa provinciale

protervia. Ora sappiamo quanto vale la

posizione internazionale della Nazione di

fronte ad una rendita di consenso nelle

valli del Lambro.

Non riusciamo nemmeno ad immaginare

una nazione Europea dove il premier possa

rifiutare la società multietnica. E’ vero e

proprio negazionismo dell’esistente, oltre

che uno spudorato proclama xenofobo.

Ancora di più, a prescindere dalle nostre

opinioni sulla “contaminazione razziale”,

è patologico (e purtroppo calcolato) rifiuto

della realtà.

E allora scendiamo, in questa realtà. Anzi

(concedetemelo per una volta), nel privato

campeginese: al nido d’infanzia “Aquilone”,

gli abiti di mia figlia profumano di

oriente, perchè condivide l’armadietto con

una bimba indiana. La foto di classe assomiglia

ad una reclame di una nota marca

di abbigliamento trevigiana, colori uniti e

diversi. Anni luce dalla foto di famiglia del

mio povero nonno, colono “civilizzatore” in

Libia (guardacaso) negli anni dell’Impero,

XI anno dell’Era Fascista. A noi la scelta

del tempo in cui vogliamo vivere.

Mirco Zanoni

gruppo consiliare

“per una nuova campegine”

Il nostro intervento in Consiglio Comunale

in merito all’”Approvazione del Bilancio di

Previsione 2009

LAVORI PUBBLICI

Sulla ristrutturazione della sede municipale

abbiamo già ripetutamente espresso il

nostro parere contrario perché riteniamo

siano altri gli interventi prioritari di recupero

e di riqualificazione del patrimonio.

Infatti, per esempio, Piazza S. Allende

a Caprara è ancora terra di nessuno. In

campagna elettorale avete corso per farvi

sentire prima di noi, convocato i cittadini

in assemblea pubblica per rassicurarli che

era nelle vostre priorità. A venti mesi di distanza

le cose sono rimaste le stesse.

Sicuramente a Caprara gli abitanti avrebbero

preferito uno spazio adeguato per incontrarsi,

un punto di riferimento più vivibile,

piuttosto che nuovi uffici nella sede del

palazzo municipale. A questo proposito

quindi chiediamo 3 cose:

1) sapere a cosa saranno destinati gli spazi

lasciati liberi dal trasferimento degli uffici

economico-amministrativi

2) 1 ufficio sempre a disposizione di gruppi

consiliari di opposizione affinché ognuno di

noi abbia la possibilità di avere uno spazio

logisticamente corretto per incontrarsi e

incontrarvi, consultare i documenti amministrativi

e confrontarsi con i dirigenti.

3) La Consulta degli abitanti di Caprara

per andare a ridefinire bisogni e una nuova

progettazione degli spazi

Sulla scuola comunale dell’infanzia e asilo

nido invece chiediamo di sapere cosa

intende fare l’amministrazione dell’attuale

struttura, crediamo tra le poche se non

l’unica costruzione rimasta a rappresentare

la storia del nostro comune.

POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE

CIVILE

Non cambiamo idea sulla scelta, non solo

a nostro giudizio, errata dell’ubicazione

della nuova stazione dei carabinieri,

troppo lontana da noi per poter effettuare

interventi tempestivi in caso di bisogno,

così come non c’è ancora una presenza

adeguata di agenti sul nostro territorio, territorio

che se da un lato gode dei benefici

di un casello autostradale, dall’altro registra,

così come avevamo segnalato a suo

tempo, un incremento di atti vandalici e di

furti che mettono costantemente in allerta

la nostra popolazione, creano forte senso

di insicurezza, insicurezza incrementata

ulteriormente dalla crisi in atto che sicuramente

porterà a peggiorare ulteriormente

la situazione.Il pattugliamento appiedato

così come la videosorveglianza li condividiamo,

ma siamo molto molto in ritardo e

ancora dal programma non si hanno tempi

certi. Abbiamo chiesto alcuni mesi fa l’istituzione

di una nuova commissione, quella

della sicurezza, ma a quel che mi risulta

non è ancora stata convocata.

Pertanto chiediamo che la commissione

si riunisca, che faccia il suo lavoro, che

esamini la situazione ed elabori proposte

concrete volte a modificare la situazione

di grande insicurezza e disagio presente

sul nostro territorio.

gruppo consiliare

“campegine TUA”

IL TERREMOTO UNA ESPERIENZA

INDIMENTICABILE.

Sono anni che faccio il Volontario in Croce

Bianca, e mi occupo di Protezione Civile,

di conseguenza il 06 aprile scorso, quando

è avvenuto il terremoto mi sono dovuto

attivare per mandare squadre in Abruzzo.

Già dalle prime ore i nostri volontari della

Croce Bianca sono partiti con una piccola

squadra. Dopo due giorni sono partito

anche io con la mansione di Coordinatore

Sanitario Regionale, del sistema Volontariato

ANPAS, “Associazione Nazionale

Pubbliche Assistenze”. Una volta sul luogo

mi sono reso conto che era peggio di quel

che pensavo, dai mas-midia, non riuscivo

a vedere e capire cosa realmente era successo:

è stato un terremoto devastante.

Dove sono andato io a Villa S. Angelo, è un

paese fantasma: non c’è una sola casa in

piedi. Abbiamo aiutato questa povera gente

a seppellire 17 morti, anche se il cimitero

era inagibile, siamo riusciti in qualche

modo a dare a questi poveretti una degna

sepoltura. Sono rimasto impressionato dal

comportamento della gente, hanno una

dignità incredibile, soltanto con gli occhi e

con i loro sguardi angosciati ti fanno capire

quello che vogliono. Ti massacra il cuore

davvero vedere questa gente che ha perso

tutto, ma che trova il coraggio anche

di aiutare noi. In questo dramma ci sono

tante storie umane che si sono intrecciate

con noi volontari. Io che ho operato anche

nel terremoto in Molise ed in Umbria, posso

dire che questa volta è stato davvero

un’apocalisse. E sono tante le storie che

porterò nel cuore, ma una in particolare

mi ha colpito: proprio nei giorni scorsi,

abbiamo incontrato un ragazzo, poco più

che 20 enne, che è rimasto solo al mondo,

ha perso genitori, fratelli e sorelle, nonni

e zii, non ha più nessuno al mondo, ho

parlato a lungo con lui per farlo sentire

meno solo. La gente ha voglia comunque

di parlare di raccontare soprattutto con noi

volontari, “i loro angeli” cosi ci definiscono.

Ci ringraziano continuamente, ce lo ripetono

continuamente e per noi questo loro

grazie è il più bel regalo che possiamo ricevere.

Sono diversi i volontari dell’Anpas

di Reggio ma in particolare, del Comune

di Campegine che lavorano alternandosi

in provincia dell’Aquila. Un lato positivo

del volontariato e che quando deve lavorare,

in casi come questo, non hanno

bandiere, non hanno colore e svolgono le

loro mansioni senza chiedere nulla. Continuano

a dare una assistenza di base alla

popolazione che vive dentro alle tende, e

si alternano con il resto del mondo del volontariato,

nelle mansioni più svariate, dalla

cucina, alla pulizia dei bagni, per poi in

qualsiasi momento risalire sull’Ambulanza

e partire per soccorrere una persona che

sta male. A oggi ho già vissuto con queste

persone più di 10 giorni, e ritornerò per

altri 7 giorni. E massacrante a livello psicologico,

perché devi sorridere e farti vedere

forte, “sei li per aiutare” ma dentro si

hanno delle emozioni impressionanti, che

ti fanno rabbrividire al solo pensiero che

una volta li c’era una piccola comunità che

viveva una vita felice e spensierata, come

quella del nostro comune, e oggi non c’è

più nulla.

Guido Monti - Campeginetua

Gruppo consiliare

POPOLO DELLE LIBERTÀ

PER CAMPEGINE

Carissimi Cittadini,

il prossimo 23 maggio verrà inaugurata

la nuova Caserma dei Carabinieri

a Castelnovo di Sotto. Sia prima che

durante la Campagna elettorale del

2007 il nostro gruppo espresse alcune

perplessità riguardo di tale scelta.

Avremmo preferito che la nuova

struttura sorgesse sul nostro territorio

comunale, e ancora meglio, che non

ci fosse un presidio unico per 2 comuni;

purtroppo si è sempre ritenuto

inutile percorrere tale via, ignorando

la crescente richiesta di Sicurezza e

presidio del Territorio, anche alla luce

dell’apertura del Casello. E’ poi facile

notare come le nostre Amministrazioni

locali siano diventate sensibili

alle inaugurazioni in piena campagna

elettorale, in pieno stile prima repubblica;

nel 2008 appena prima del voto

alle Politiche fu aperto il Casello di

Campegine, ora poco prima dell’ elezione

del Sindaco di Castelnovo Sotto

assistiamo all’apertura della nuova

Caserma; peccato solo che l’Arma dei

Carabinieri, di cui elogiamo il grande

lavoro che svolge quotidianamente,

possa solo assistere a queste vecchie

dinamiche politiche…

Cogliamo l’occasione per annunciare

che siamo in procinto di presentare

un paio di interpellanze alla Giunta in

merito ad un problema di Viabilità e

ad uno legato al Commercio in paese

che stanno assumendo aspetti preoccupanti.

Sarà nostra cura pubblicizzare

tali interpellanze alla Cittadinanza

nel momento della loro presentazione.

Nei prossimi mesi continuerà, da

parte del Sindaco e della sua Giunta

l’elaborazione del nuovo PSC (piano

Regolatore) e finalmente si entrerà

nei dettagli. Il nostro gruppo cercherà

di dare il proprio contributo costruttivo

e di controllo affinchè questo strumento

di pianificazione territoriale abbia

le giuste direzioni per lo sviluppo

del nostro Comune. A tal proposito

auspichiamo che tutta l’Amministrazione

Comunale dia il massimo nella

comunicazione alla Cittadinanza delle

scelte che verranno fatte.

Concludiamo il nostro articolo invitando

come sempre, i Cittadini che

volessero, a mettersi in contatto con

Noi per segnalarci problemi o semplicemente

per confrontarci su tutte le

tematiche che coinvolgono la nostra

Comunità.

Mirko Lepre


IL COMUNE DI CAMPEGINE

15

Via Amendola, 1/C

CAMPEGINE (RE)

Tel. 0522 676329

OCCHIALI DA VISTA, OCCHIALI DA SOLE, LENTI A CONTATTO, LIQUIDI,

CONTROLLO DELLA VISTA GRATUITO

EDIL COSTRUZIONI

di ZAFFANELLA VALENTINO

Via G. Amendola, 70

Campegine -RE - Tel. e Fax 0522/ 676184

TRENTENNALE ESPERIENZA IN COSTRUZIONI

CIVILI, INDUSTRIALI

E RESTAURI CONSERVATIVI.


16

IL

COMUNE DI CAMPEGINE

di Paolo Ciampà

VENDE APPARTAMENTI E VILLETTE

IN PRONTA CONSEGNA CASE COCCONI

E IN COSTRUZIONE 4 VILLE A SCHIERA

(VICINO MUSEO CERVI) CON AMPIO GIARDINO

EDIL CIAMPÀ - Via Cavatorti, 112

Campegine (RE)

Cell. 338 6201705

Cell. 328 7713311

Fax 0522 577706

Per info costruzione:

STUDIO CONSULENTI TECNICI ASSOCIATI

Via G. Amendola, 33 - Campegine (RE)

Cell. 348 4908755 - Tel. 0522 906185

More magazines by this user
Similar magazines