TUTTA L'ARTE DA VEDERE IN - Il Giornale dell'Arte

ilgiornaledellarte.com

TUTTA L'ARTE DA VEDERE IN - Il Giornale dell'Arte

Vedere a

©

IL

N. 25 DICEMBRE 2010-GENNAIO 2011

UMBERTO ALLEMANDI & C.

Roma

GIORNALE DELL’ARTE

Pablo Echaurren, «Finché morte non ci unisca», 2009. Acrilico su tela, 160 x 240 cm, una delle opere esposte alla mosta antologica alla Fondazione Roma Museo dal 18 dicembre 2010 al 12 marzo 2011

TUTTA L’ARTE DA VEDERE IN

DICEMBRE-GENNAIO

SUPPLEMENTO A «IL GIORNALE DELL’ARTE» N. 304 DICEMBRE 2010


Il visitatore clandestino

2

I Punk a Villa Medici... perché?

Perché «la rivoluzione è insistere sul legame con il passato in modo vivo.

Senza idolatrarlo» ci spiega il direttore dell’Accademia di Francia a Roma,

Éric de Chassey

Éric de Chassey è direttore dell’Accademia di Francia

a Roma dal settembre 2009. Nato a Pittsburgh, professore

di Storia dell’arte e saggista con predilezione

per l’astrazione, Matisse, l’arte americana e

la fotografia, a gennaio 2010 gioca la carta «Europunk».

Un focus sull’estetica dell’ordinario prodotto

da graphic designer europei, illustratori,

creativi. Lasciata da parte la lettura musicale del

fenomeno, partito dagli Usa nel 1974 e rimbalzato

in seguito a Londra e in tutta Europa, de Chassey

metterà in mostra, da curatore e da autore

di un saggio sulla materia, l’iconografia

di quel periodo.

Perché porta Punk a Villa Medici?

È il tempo giusto per avere uno

sguardo storico su questo movimento.

Sono passati più di

trent’anni dalle sue prime

espressioni. Per la prima

volta, verranno presentati

classici e novità del Punk

«made in Europe» come

poster, fanzine, abiti, copertine

di dischi, firmati da

«agitatori» noti ai cultori

del genere tra cui Jamie

Reid, Malcolm McLaren, Bazooka. Quattro artisti, Francis Baudevin,

Stéphane Dafflon, Philippe Decrauzat e Scott King, lavoreranno

poi a due progetti nell’ambito della mostra.

La mostra sarà prevalentemente visuale.

Il punk produceva musica e immagini con libertà, senza fare arte

ma con l’ambizione di cambiare la vita. In questa contraddizione

si trova il suo momento di straordinaria creatività. Da qui, l’idea

di concentrarci sull’aspetto visuale. Nel quotidiano si trovano le

testimonianze più interessanti.

Lei vuol fare un bel cortocircuito. Estetica dissacrante in un contenitore

rinascimentale.

In questo periodo è importante dire che la contemporaneità trova

le radici nel passato. La rottura non è più rivoluzionaria. La rivoluzione

è insistere sul legame con il passato in modo vivo. Senza

idolatrarlo.

Ma i luoghi espositivi riescono a conservare ancora il loro spirito,

nonostante il marketing e tutto quello che viene immesso?

Nelle sedi

istituzionali

© ISABELLE WATERNAUX

La pesantezza e la grazia.

Astrazioni e Spiritualità

In mostra lavori di Emanuele Becheri, Callum

Innes, Georges Tony Stoll, Emmanuel Van der

Meulen e Marthe Wéry, tutti dedicati al tema

dell’astrazione. In catalogo testi di Éric de

Chassey, Gianni Vattimo, Philippe Sers,

Fanny Drugeon e un contributo di Emmanuel

Van der Meulen.

Accademia di Francia a Roma - Villa

Medici

fino al 6 gennaio 2011; viale Trinità dei

Monti 1; tel. 06 67611; www.villamedici.it;

Orario: ma-do 11-19

5 /**/••/ mappa: 3

Betty Woodman. Roman

Fresco/Pleasure and Place

In mostra una selezione tra le più recenti opere,

in ceramica e su tela, dell’artista americana.

La mostra è curata da Roberto Caracciolo

ed Emanuela Nobile Mino.

American Academy in Rome

fino al 10 dicembre; via Angelo Masina

5; tel. 06 58461; www.aarome.org

5 /**/••/ mappa: F

Umberto Pizzi.

C’era … un volto

Il Museo del Territorio (Area Archeologica)

dell’Auditorium Parco della Musica, ospita la

mostra dedicata al fotografo e paparazzo Umberto

Pizzi. L’esposizione antologica presenta

una selezione di 70 fotografie: mezzo secolo

di costume e storia italiani, con i personaggi

di ieri e di oggi, dal bianco e nero degli anni

Sessanta ai colori dei nostri giorni.

Auditorium - Parco della musica

fino al 4 dicembre; viale Pietro de Coubertin

34; tel. 06 80241281; www.auditorium.com;

Orario: lu-ve 17-21/sadom

10-21

5 /**/••/ mappa: FM

III FLUXUS: Wolf Vostell

Il progetto Fluxus Biennial, curato da Achille

Bonito Oliva, dopo George Maciunas e Geor-

ge Brecht, è rivolto a Wolf Vostell, (1932-

1998), una figura chiave delle avanguardie internazionali

sviluppatesi a partire dalla fine degli

anni Cinquanta, inventore dell’Happening

in Europa, fondatore della storica rivista Décoll/age,

testa di ponte tra le avanguardie americane

e quelle europee.

Auditorium - Parco della musica

fino al 9 gennaio 2011; viale Pietro de

Coubertin 34; tel. 06 80241281; www.

auditorium.com; Orario: lu-ve 17-21/

sa-dom 10-21

5 /**/••/ mappa: FM

Sì. È necessario questo luogo in cui la vita si può mettere in

sospeso. Per essere più vivi dopo. E non è in contrasto con

le attività quotidiane. Il museo è un luogo dove si può riprendere

fiato. I vernissage servono per farsi un’idea, e

poi tornare.

In «La pesantezza e la grazia», mostra attualmente nelle

Grandes Galeries di Villa Medici, prevale il tema dell’astrazione.

È una costante nella sua ricerca, come la

spiritualità.

La tradizione astratta per me non è finita, è viva e ha bisogno

di essere mostrata di più.

Che rapporto devono avere, secondo Lei, le Accademie straniere

con la città?

A Roma si mescolano il locale e l’universale. La città non

è sempre attenta a quello che accade. Sarebbe meglio

aumentare gli scambi. Villa Medici apre di sera il giovedì

per dare più opportunità di visita. I turisti ci sono,

ma per noi è importante avere il pubblico romano.

James Mollison. Dove

dormono i bambini

James Mollison presenta una serie di sue fotografie

realizzate nelle camere da letto di

bambini provenienti da 24 paesi: dagli Stati

Uniti al Messico, dal Brasile alla Gran Bretagna,

dall’Italia al Giappone all’India. Le immagini

sono raccolte nel libro “Dove dormono i

bambini”, pubblicato da Contrasto grazie al

sostegno speciale di Fabrica e Save the Children.

Il volume contiene una ballata di Margaret

Mazzantini e un contributo di Jovanotti.

Auditorium - Parco della musica

dal 3 dicembre al 9 gennaio 2011; viale

Pietro de Coubertin 34; tel. 06

80241281; www.auditorium.com; Orario:

lu-ve 17-21/sa-dom 10-21

5 /**/••/ mappa: FM

Giuseppe Caccavale /

Alfonso Gatto

Su un progetto a cura di Antonella Renzitti,

l’artista Giuseppe Caccavalle ha inciso sul

soffitto del salone della Calcografia due poesie

di Alfonso Gatto e parallelamente ha realizzato

una cartella con 6 poesie, sempre di

Gatto, incise a puntasecca su rame presso la

stamperia dell’Istituto.

Calcografia - Istituto Nazionale per

la Grafica

dal 10 dicembre al 10 febbraio 2011;

via della Stamperia 6; tel. 06

69980242; www.grafica.arti.beniculturali.it

5 /**/••/ mappa: 7

Ah che rebus! Percorso

nell’arte dal ’500 ad oggi

Più di cento opere, tra disegni, incisioni, di-

Che cosa pensa del MaXXI?

Penso sia una novità positiva per Roma, un posto con

una grande ambizione. L’architettura come gesto però

non mi interessa molto, preferisco l’architettura

museale come strumento. L’architettura può essere

forte, ma non deve essere antagonista con le opere di

altri artisti. Al MaXXI c’è un eccesso di architettura, vedo un gesto

quasi «ostile» da parte dell’architettura verso gli altri artisti.

Una tendenza romana: i musei aprono all’happy hour e alle jazz

session. Che ne dice? Le piace?

È un bene trovare nuovi modi per promuovere una vera democratizzazione.

A patto che queste iniziative vengano abbinate a un lavoro

pedagogico, di accompagnamento.

Lei osserva la città dalla «vetta» di Trinità dei Monti. Qual è il suo

luogo romano preferito?

A Roma c’è un posto che mi piace e dove torno quando posso: è

la Basilica di Santa Prassede al rione Monti, per i suoi mosaici bizantini.

Dopo la virata sul Punk, come proseguirà l’attività espositiva dell’Accademia?

Si aprirà la strada alla mostra «Poussin e Mosè. Dai disegni alle

tappezzerie», seguita dall’evento espositivo dell’estate di Jean-

Marc Bustamante. E il Mediterraneo tornerà in autunno.

❑ Roberta Petronio

pinti, libri, riviste, video, propongono un percorso

originale nei rapporti fra arte e rebus in

Italia: dai rebus disegnati da Maria Ghezzi Brighenti

per “La Settimana Enigmistica”, sino ai

Bagni misteriosi di de Chirico.

Calcografia - Istituto Nazionale per

la Grafica

dal 16 dicembre al 8 marzo 2011; via

della Stamperia 6; tel. 06 69980242;

www.grafica.arti.beniculturali.it

5 /**/••/ mappa: 7

I Pulcinella di Luzzati

Provenienti dalle collezioni di Giorgio Ursini

Ursic e Nicola Fano, sono in mostra dipinti,

disegni, incisioni, sagome, sculture e oggetti

di Emanuele Luzzati.

Casa dei Teatri-Villino Corsini

fino al 8 marzo 2011; largo III Giugno

1849; tel. 06 45430968; www.bibliotechediroma.it;

Orario: ma-do 10-17

11 /**/••/ mappa: FM

Superfici Profonde.

Dare forma alla materia

Sette grandi formelle inedite e una serie limitata

di opere rieditate in un nuovo allestimento,

costituiscono il nucleo di partenza della

mostra di Riccardo Monachesi, curata da Carmen

Andriani e ospitata negli spazi della Libreria

della Casa dell’Architettura e di Caffè

Progetto.

Casa dell’Architettura - Acquario

Romano

fino al 3 dicembre; piazza Manfredo

Fanti 47; tel. 06 97604598; www.casadellarchitettura.it;

Orario: lu-ve 10-18

5 /**/••/ mappa: 7

Aritmolithòs. Numero

e pietra

La libreria e la caffetteria della Casa dell’Architettura

ospitano 19 oggetti d’uso, realizzati

interamente ed esclusivamente in pietra,

pensati da altrettanti designer. La cura è di Felice

Ragazzo.

Casa dell’Architettura - Acquario

Romano

dal 16 dicembre al 28 gennaio 2011;

piazza Manfredo Fanti 47; tel. 06

97604598; www.casadellarchitettura.it;

Orario: lu-ve 10-18

10 /**/••/ mappa: 7

Lavorare in bianco e nero.

Mario Carbone: il lavoro

negli anni Cinquanta

e Sessanta

La mostra multimediale presenta circa 40 fotografie

in bianco e nero e quattro docufilm su

argomenti che spaziano dall’occupazione delle

terre da parte dei contadini, alle interviste

degli operai nelle fabbriche: La fabbrica parla

(regia di Mario Carbone, 1967); Sedici anni

dopo Melissa (regia di Mario Carbone,

1965); L’isola più lontana (regia di Mario Carbone,

1965); Dove la terra è nera (regia di Mario

Carbone, 1965). L’iniziativa è promossa da

Roma Capitale, Assessorato alle Politiche

Culturali e della Comunicazione in collaborazione

con Zètema Progetto Cultura ed è curata

da Annalisa Di Domenico.

Casa della Memoria e della Storia

fino al 4 dicembre; via San Francesco

di Sales 5; tel. 06 6876543

5 /**/••/ mappa: D

Sulle ginocchia del mio

cuore. Kleist incontra

Goethe

Heinrich von Kleist (1777-1811) e Johann

Wolfgang Goethe (1749-1832) non si incontrarono

mai. In questa mostra le loro esperienze

artistiche e biografiche sono poste a confronto.

La prima parte della mostra racconta

la vita di Heinrich von Kleist, mentre la seconda

ripercorre il rapporto intellettuale tra i due

artisti.

Casa di Goethe

fino al 16 gennaio 2011; via del Corso

18 (Piazza del Popolo); tel. 06

32650412; www.casadigoethe.it; Orario:

ma-do 10-18

11 /**/••/ mappa: 2

Iela Mari. Il mondo

attraverso una lente

Oltre cento opere, tra tavole originali, libri e

menabò raccontano il percorso artistico dell’illustratrice

italiana Iela Mari.

Casina di Raffaello

fino al 30 gennaio 2011; viale della Casina

di Raffaello (piazza di Siena); tel.

06 0608; www.casinadiraffaello.it

11 /**/••/ mappa: B

IL GIORNALE DELL’ARTE

Società editrice

Umberto Allemandi & C. spa,

via Mancini 8, 10131 Torino,

tel. 0118199111

fax 0118193090

allemandi@allemandi.com

Direttore responsabile

Umberto Allemandi

Vicedirettore

Franco Fanelli

Direttore Periodici

Alessandro Allemandi

Capo redattore

Barbara Antonetto

Corrispondenti da Roma

Federico Castelli Gattinara

Francesca Romana Morelli

Impaginazione

Elisa Bussi

Pubblicità

Cinzia Fattori 0118199118

gda.pub@allemandi.com

Area Manager Roma

Antonio Marra 388 6162043

antonio.marra@allemandi.com

Sommario

3 Cr-homo ludens

Fluido Vostell

Devoto dei dragoni blu e rossi

4 I Farnese tornano a casa

Al Maxxi. Il collezionista

di foglie e altre piante

Strada papalina e altari laici

6 Giappone quotidiano

Vestite solo di immagini

7 Farfalle d’Olanda al MACRO

A Roma l’antico non muore mai

10 Un altro tedesco innamorato

dell’Italia

Volevo dirvi che

La pittura è un CoBrA

14 Italia garibaldina

Andare per Natività

Roma negli anni ’30

Il piacere di travestirsi

16 Massimo 5mila euro

17 Hanno scelto

18 Chi e dove a Roma

22 Colti in flagrante

Vedere a

Roma

è una testata edita dalla

Società editrice

Umberto Allemandi & C.

ed è un’edizione speciale

per Roma di

«Il Giornale dell’Arte»

Curatore

Paolo Serafini

Coordinamento

Rossella Meucci Reale

rossella.reale@allemandi.com

Mostre e musei

Guglielmo Gigliotti

guglielmo.gigliotti@allemandi.com

In redazione a Roma

Arianna Antoniutti

gda.roma@allemandi.com

0632651314, via Tacito 23 - 00193 Roma

Hanno collaborato

Margherita Criscuolo

Giulia Franchi

Roberta Petronio

Coordinamento a Torino

Lina Ocarino

Stampa

Ilte, Moncalieri (To)

I voti

Successo

****Grande successo ***Successo**Ac-

coglienza positiva *Aspettativa positiva

Tipologia di pubblico

S Specialisti GP Grande pubblico C Prevalenza

culturale D Divertente, curiosa P À

la page (sexy) B Adatta ai bambini

Qualità

•••• Extra (da non perdere) ••• Raccomandabile

•• Interessante • Da scoprire

Tipologia di mostra

1 Antiquariato 2 Archeologia 3 Architettura

4 Arte antica 5 Arte contemporanea

6 Arte etnica 7 Arte moderna 8 Arte

Orientale 9 Arti decorative 10 Design

11 Miscellanea 12 Storia

IL GIORNALE NON RISPONDE DELL’AUTENTICITÀ DELLE ATTRIBUZIONI DELLE OPERE RIPRO-

DOTTE, IN PARTICOLARE DEL CONTENUTO DELLE INSERZIONI PUBBLICITARIE. LE OPINIONI

ESPRESSE NEGLI ARTICOLI FIRMATI E LE DICHIARAZIONI RIFERITE DAL GIORNALE IMPEGNA-

NO ESCLUSIVAMENTE I RISPETTIVI AUTORI. SI CONSIGLIA DI VERIFICARE TELEFONICAMENTE

GLI ORARI DELLE MANIFESTAZIONI.

www.allemandi.com

Dévoilées

La fotografa Angéle Etoundi Essamba presenta

i suoi scatti, dedicati alla rappresentazione

della condizione femminile.

Centro Culturale San Luigi di Francia

fino al 18 dicembre; largo Toniolo

20/22; www.saintlouisdefrance.it

5 /**/••/ mappa: 10

I Grandi Veneti.

Da Pisanello a Tiziano,

da Tintoretto a Tiepolo

Dall’Accademia Carrara di Bergamo, chiusa

per lavori di ristrutturazione nel 2008 e la cui

riapertura è prevista per il 2013, proviene la

selezione di dipinti in mostra. Ottanta dipinti,

dal Quattrocento al Settecento, propongono

un percorso attraverso la pittura veneta.

Chiostro del Bramante

fino al 30 gennaio 2011; via della Pace;

tel. 06 68809035; www.chiostrodelbramante.it;

Orario: lu-ve 10-20,

sa-do 10-21

4 /**/••/ mappa: 5

Van Gogh. Campagna

senza tempo – Città

moderna

La mostra, a cura di Cornelia Homburg, analizza

due inclinazioni contraddittorie della pittura

di Van Gogh, il suo amore per la campagna

e il suo legame con la città. Sono esposte

settanta opere del maestro olandese e oltre

trenta lavori degli artisti che gli furono di

ispirazione, tra i quali Millet, Pissarro, Cézanne

e Seurat.

Complesso del Vittoriano

fino al 6 febbraio 2011; via S. Pietro in

Carcere; tel. 06 6780664

7 /**/••/ mappa: 11

Loris Nelson Ricci.

Spirito dell’uomo Spirito

del tempo

Centoquaranta opere, tra cui un’ottantina di

dipinti di grandi e grandissime dimensioni,

trenta sculture e numerosi disegni, realizzati

negli ultimi dieci anni, compongono la mostra

dell’artista toscano. L’esposizione, curata

da Louis Godart, è dedicata a Carlo Ludovico

Ragghianti. L’esposizione raccoglie le grandi

opere degli ultimi dieci anni, ma anche le scul-

ture e i progetti di grandi complessi sculturali,

compresi alcuni prototipi di architettura.

Complesso del Vittoriano

dal 4 dicembre al 6 gennaio 2011; via

S. Pietro in Carcere; tel. 06 6780664

5 /**/••/ mappa: 11

Il viaggio di Eleonora Duse

intorno al mondo

L’immagine della “Divina” Eleonora nel panorama

della cultura italiana e internazionale di

fine Ottocento è proposta attraverso l’esposizione

di dipinti, bozzetti scenografici, costumi

e abiti, fotografie d’epoca, locandine e manifesti,

programmi di sala, lettere e telegrammi,

oggetti e memorabilia.

Complesso del Vittoriano

dal 3 dicembre al 23 gennaio 2011; via

S. Pietro in Carcere; tel. 06 6780664

12 /**/••/ mappa: 11

Omaggio al Tricolore

La mostra, attraverso tre sezioni, ripercorre le

origini e l’evoluzione della bandiera italiana

attraverso documenti e reperti provenienti dal

Museo Centrale del Risorgimento di Roma.

Complesso del Vittoriano

fino al 6 gennaio 2011; via S. Pietro in

Carcere; tel. 06 6780664

12 /**/••/ mappa: 11

Nora Schultz. Avere luogo

Per la prima mostra personale in Italia dell’artista

tedesca Nora Schultz (Francoforte,

1975), sono esposte una selezione di opere

realizzate negli ultimi quattro anni, accanto a

sculture e collage prodotti invece appositamente

per questa occasione.

Fondazione Giuliani

fino al 31 dicembre; via Gustavo Bianchi

1; tel. 06 80690399; www.fondazionegiuliani.org

5 /**/••/ mappa: FM

Il Teatro alla Moda

In mostra, con la cura di Massimiliano Capella,

cento costumi originali, realizzati dai più

noti stilisti italiani quali Gianni Versace, Roberto

Capucci, Emanuel Ungaro, Fendi, Missoni,

Giorgio Armani, Antonio Marras, Romeo

Gigli, Alberta Ferretti, Valentino, Enrico Coveri,

per il Teatro, l’Opera e la Danza. Esposti

inoltre bozzetti, figurini e rari documentari vi-


3

Nelle sedi istituzionali

Cr-homo ludens

«Finché morte

non ci unisca» di Pablo

Echaurren (2009)

Non solo artista, non solo

scrittore, non solo collezionista

di passioni, dal Futurismo

alla storia del basso

elettrico, ma «Crhomo sapiens»,

questo è il Pablo Echaurren che si presenta a tutto tondo nella

mostra curata da Nicoletta Zanella alla Fondazione Roma Museo di

Emmanuele Francesco Maria Emanuele. «Il problema è proprio trovare

una definizione per Echaurren», afferma la curatrice: «Pablo è

una specie di vulcano che pensa, non si stanca mai di produrre idee,

parole, immagini. Rispetto al contesto storico degli ultimi quaranta

anni in cui ha operato da protagonista, Pablo è come un marziano, un

po’ bambino e un po’ genio, che non fa compromessi e che non smette

di procurarci sorprese». E allora «Crhomo sapiens», uomo-colore,

come vuole una delle sue tante invenzioni verbali. Altre ne sciorina

nei titoli del centinaio di opere in mostra, tra pittura, scultura in ceramica,

fumetti, illustrazioni: «Catacombelicale», «Lupa mannara»,

«Il mio ombelisco» sono omaggi a Roma, «La grande cipolla» secondo

Echaurren in un altro suo titolo, la città a strati che incarna l’opposto

della «grande mela», New York. All’amore per Roma è dedicata

la prima sezione, seguita dalle sezioni sulla ceramica a grottesche

blu («Faenza»), alla musica, alla natura e alla produzione editoriale

dell’artista, concernente suoi libri, libri di altri da lui illustrati o corredati

di policroma copertina, e poi fumetti, manifesti, collage. È un’antologica

non cronologica, un percorso «a strati» nei mondi intrecciati

dell’ultimo dei patafisici.

❑ Guglielmo Gigliotti

Pablo Echaurren. Crhomo

Sapiens

L’articolata esposizione attraversa gli oltre quarantanni

di attività creativa dell’artista romano,

evidenziandone gli aspetti tematici sottesi alla

sua poliedrica carriera. Si parte con l’attività

fondamentale di pittore, poi con la sala dedicata

a Faenza, luogo d’ispirazione per sorprendenti

ceramiche, proseguendo con una

selezione dei collage legati al mondo del Futurismo,

del quale è profondo conoscitore e

noto collezionista, per arrivare agli interessanti

lavori di grafico, autore di fumetti e illustratore

per testate d’avanguardia. La sezione con

cui la curatrice della mostra, Nicoletta Zanella,

ha scelto di concludere questa folta panoramica,

che supera le duecento opere, è incen-

Le mostre di Roma

trata sulla natura e l’ambiente e riporta direttamente

e la decorazione degli interni; Gli artisti nella la Germania è vista dai disegnatori satirici ita-

agli esordi artistici di Pablo Echaurren. sfida con l’Antico.

liani e come l’Italia è vista dai disegnatori sa-

Fondazione Roma Museo - Palazzo Fondazione Roma Museo - Palazzo tirici tedeschi, con nomi quali Altan, Pat Carra,

Cipolla

Sciarra

Vauro, Staino.

dal 18 dicembre al 13 marzo 2011; fino al 6 marzo 2011; via Marco Minghetti

Foyer del Goethe Institut

via Del Corso 320; tel. 06 67862098;

22; tel. 06 67862098; www.fon-

fino al 23 dicembre; via Savoia 15; tel.

www.fondazioneroma.it; Orario: mado

dazioneroma.it

06 84400541; www.goethe.de

10-20

7 /**/••/ mappa: 7

5 /**/••/

5 /**/••/ mappa: 7

deo. Promossa da Altaroma, dalla Fondazione

Roma e dai Musei Mazzucchelli di Brescia,

la mostra è organizzata da Arthemisia Group

e si svolge in collaborazione con la Fondazione

Cinema per Roma.

Fondazione Roma Museo - Palazzo

Cipolla

fino al 5 dicembre; via Del Corso 320;

tel. 06 67862098; www.fondazioneroma.it;

Orario: ma-do 10-20

11 /**/••/ mappa: 7

Roma e l’Antico. Realtà

e visione nel ’700

La mostra, che inaugura i nuovi spazi espositivi

del Museo Fondazione Roma a Palazzo

Sciarra, riunisce opere d’arte e reperti archeologici

con il fine di mettere a fuoco la fortuna

dell’antichità classica nel Settecento. Sono

esposte 140 opere, tra sculture, dipinti e oggetti

d’arte decorativa di, tra gli altri: Antonio

Canova, Jacques Louis David, Anton Raphael

Mengs, Giovanni Battista Piranesi. Il percorso

si articola in sette sezioni: Il gran teatro delle

rovine e il fascino della statuaria antica; La

“resurrezione” dell’Antico: scavare e conservare;

Restaurare, reinventare, falsificare e vendere

l’Antico; Il mercato dell’Antico: le botteghe

di Bartolomeo Cavaceppi e Giovanni Battista

Piranesi; Formarsi sull’Antico: il magistero

delle Accademie; Abitare l’Antico: il gusto

I Due Imperi. L’aquila

e il Dragone

La Curia Iulia, cuore del Foro Romano, accoglie

un’anteprima della grande esposizione

che, a Palazzo Venezia, ospita oltre 450 capolavori

italiani e cinesi. Le opere, che vanno dal

II secolo a.C. al IV secolo d.C., ricostruiscono

le tappe e i momenti salienti del sorgere e

dello sviluppo dei due imperi mettendo in luce

aspetti della vita quotidiana, della società,

del culto e dell’economia.

Foro Romano

fino al 9 gennaio 2011; largo Romolo e

Remo; tel. 06 39967700; Orario: lu-do

8.30-19

2 /**/••/ mappa: 16

In punta di penna.

Mostra di vignette

In mostra vignette umoristiche, ovvero come

Lucas Cranach.

L’altro Rinascimento

In mostra circa 45 opere di Lucas Cranach il

Vecchio, massimo esponente, assieme a Albrecht

Dürer, della pittura tedesca del 1500.

Le tele, alcune per la prima volta esibite al di

fuori della loro sede espositiva, provengono

da importanti collezioni pubbliche europee e

statunitensi. Tra le opere di rilievo si segnalano

dieci straordinarie xilografie.

Galleria Borghese

fino al 13 febbraio 2011; piazzale Scipione

Borghese 3; tel. 06 32810;

www.galleriaborghese.it; Orario: mado

9-19

7 /**/••/ mappa: C

Tagli d’artista. Una storia

lunga un secolo

In occasione dellapresentazione del grande

Pablo Echaurren. Crhomo sapiens, dal 18 dicembre al 12 marzo 2011

Fondazione Roma Museo, via del Corso 320; tel. 06 6786209;

www.fondazioneromamuseo.it

Orario: ma-do 11-20

Fluido Vostell

Wolf Vostell (il secondo

da sinistra) con Phillip

Corner, Emmet Williams,

Dick Higgins, Ben

Patterson e George

Maciunas in un concerto

a Wiesbaden nel 1962

Prosegue, con la cura di Achille Bonito Oliva, «Fluxus Biennial», un

programma espositivo dedicato ai protagonisti del movimento Fluxus.

Nato nel 1961, il gruppo fondato in Germania da George Maciunas

(1931-1978), concepiva l’arte come libero sconfinamento in cui elementi

di musica, poesia sperimentale e arti visive confluivano in un

fertile e antidogmatico amalgama. Dopo George Maciunas e George

Brecht, la mostra si focalizza sulla figura di Wolf Vostell (1932-1998),

figura chiave delle avanguardie internazionali, inventore dell’happening

in Europa e fondatore della rivista «Dé-coll/age». A seguire, dal

28 gennaio al 13 marzo 2011, il progetto continuerà con Nam June

Paik (1932-2006), pioniere della videoarte che per primo aveva riconosciuto

e utilizzato, come compiuta forma di espressione artistica,

il linguaggio dei media elettronici.

❑ Arianna Antoniutti

Fluxus Biennial 2010-2011. 730 giorni hic et nunc

III Fluxus: Wolf Vostell, fino al 9 gennaio 2011

IV Fluxus: Nam June Paik, dal 28 gennaio al 13 marzo 2011

Auditorium Parco della Musica, viale Pietro de Coubertin, tel. 06 80241574;

www.auditorium.com

Orario: lu-ve 17-21; sa-do e festivi 10-21

Devoto dei dragoni blu e rossi

«Dragon in Clouds - Red

Mutation» di Takashi Murakami,

2010 (Kaikai Kiki Co Ltd All

Rights Reserved - Courtesy

Gagosian Gallery Roma)

I due giganteschi dipinti, presentati

per la prima mostra monografica

a Roma di Murakami, si allontanano dalla più nota tavolozza

multicolore dell’artista giapponese. «Dragon in Clouds - Red Mutation»

e «Dragon in Clouds - Indigo Blue». Composti ciascuno da nove

pannelli per una lunghezza totale di diciotto metri, sono realizzati

in acrilico monocromo, rispettivamente rosso e blu. La scelta cromatica,

così come quella del soggetto, dragoni e nuvole, ha implicazioni

spirituali, descritte dall’autore stesso come il «tentativo di riaffermare

la mia devozione per l’arte: il processo creativo di questi dipinti

è stato come un’offerta votiva». Non mancano come sempre i richiami

alla cultura «otaku» e a popolari videogiochi, in convivenza

con riferimenti alti alla tradizione giapponese, ai templi shintoisti e

buddhisti, alla letteratura e a figure come Soga Shÿhaku, artista del

Settecento che avvicinava l’immaginario mitologico all’astrazione. La

mostra ha luogo in contemporanea con la grande retrospettiva in corso

nella Reggia di Versailles.

❑ Giulia Franchi

Takashi Murakami, fino al 15 gennaio 2011

Gagosian Gallery, via Francesco Crispi 16; tel. 06 42086498; roma@gagosian.com

Orario: ma-sa 10.30-19


Le mostre di Roma

Cobra e l’Italia

I Farnese tornano a casa

Il nome del gruppo CoBrA è legato ai tre paesi

dai quali provenivano gli artisti e i poeti che,

nel 1948, avevano scelto come nome del loro

gruppo l’acronimo formato dalle iniziali

Un particolare della Galleria

dei Carracci, nell’Ambasciata

delle città di Copenaghen, Bruxelles e Amsterdam.

L’importanza di questo movimento, pro-

di Francia (fotografia di Zeno

Colantoni)

pugnatore di una totale libertà d’espressione

all’insegna della creatività collettiva, per la

storia dell’arte moderna in Europa è stata ampiamente

riconosciuta, ma assai meno studiata,

anche se non meno vitale, è la fase successiva

allo scioglimento del gruppo, avvenuto

nel 1951. La mostra, su progetto scientifico

di Denis Laoureux, professore all’Université

Libre di Bruxelles, e con la curatela di

Matilde Amaturo, direttrice del Museo Hendrik

C. Andersen, mette in evidenza anche il

collegamento fra la presenza di Jorn ad Albisola,

l’influsso delle sue sculture in ceramica

in Belgio e il rilancio di CoBrA tentato da Christian

Dotremont a Bruxelles dopo il 1954.

GNAM - Galleria Nazionale d’Arte

Moderna

fino al 13 febbraio 2011; via delle Belle

Arti 131; tel. 06 322981; www.gnam.

arti.beniculturali.it; Orario: ma-do

8,30-19,30

5 /**/••/ mappa: B

Il primo progetto di Palazzo

Farnese, commissionato da

Alessandro Farnese, futuro

Paolo III nel 1534, fu concepito

da Antonio da Sangallo il

Giovane e successivamente

sviluppato sotto la direzione di

Michelangelo (1546-1549),

poi del Vignola e infine di Giacomo della Porta, che lo completò nel

1589. Ambasciatori francesi risiedettero nel Palazzo sin dal XVI secolo,

ma solo nel 1874 l’ambasciata vi si stabilì definitivamente, seguita

nel 1875 dall’Ecole Française de Rome. Cinque secoli di storia

e di arte tornano ad animare le sontuose sale dell’edificio grazie a

un’esposizione, curata da Francesco Buranelli e Roberto Cecchi, che

riunisce oltre 150 opere, ovvero parte della cospicua collezione della

famiglia Farnese. Dipinti, statue, disegni, sculture, monete, arazzi

e ceramiche ricostruiscono il «Museum Farnesianum», con esempi

eccellenti d’arte classica come la statua in porfido di Apollo, conosciuta

come «Roma triumphans», o l’«Atlante», entrambi in prestito

dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli. La quadreria, riallestita

nella Galleria nord-est, ospita tele come il «Ritratto di Papa

Paolo III» di Tiziano, il «Ritratto di papa Clemente VII» di Sebastiano

del Piombo, il «Ritratto di Giulio Clovio» eseguito da El Greco, e,

inoltre, disegni preparatori di Annibale Carracci, cui si deve, con il

fratello Agostino, la decorazione ad affresco della Galleria Farnese

nello stesso Palazzo. Completano gli ambienti cinquecenteschi,

esemplari coevi di arredo, come il cosiddetto «studiolo» del Museo

di Ecouen, mentre gli arazzi, provenienti dal Palazzo del Quirinale e

dal castello di Chambord, vengono di nuovo esposti nei saloni del piano

nobile per i quali erano stati concepiti.

❑ Arianna Antoniutti

Palazzo Farnese. Dalle collezioni rinascimentali ad Ambasciata di Francia,

dal 17 dicembre al 27 aprile 2011

Ambasciata di Francia in Italia, Palazzo Farnese, via Giulia 186; informazioni e

prenotazioni tel. 06 32810; www.mostrapalazzofarnese.it

Orario: lu e me 9-19; gio-do 9-21; chiuso il martedì

soffitto “Ambiente spaziale con tagli” che Lucio

Fontana realizzò nel 1960 per la casa milanese

di Antonio Melandri, la Gnam ha allestito,

nei due saloni centrali, una scelta di opere

appartenenti alle collezioni che, partendo

dagli inizi del Novecento, arrivano sino agli

anni Sessanta e Settanta.

GNAM - Galleria Nazionale d’Arte

Moderna

fino al 7 gennaio 2011; via delle Belle

Arti 131; tel. 06 322981; www.gnam.

arti.beniculturali.it; Orario: ma-do

8,30-19,30

5 /**/••/ mappa: B

Uno sguardo al Padiglione

Giappone. Tokyo

Metabolizing a Roma

Con la supervisione dell’architetto Koh Kitayama,

commissario al Padiglione Giappone

di quest’anno alla Biennale di Venezia, l’Istituto

Giapponese di Cultura offre una panoramica

sul lavoro degli architetti Yoshiharu

Tsukamoto e Ryue Nishizawa alla 12. Mostra

Internazionale di Architettura. Saranno esposti

pannelli fotografici ritraenti i modellini in

scala di “House & Atelier Bow-Wow” e

di “Moriyama House”, nonché alcune delle

videoproiezioni presenti quest’anno alla

Biennale.

Istituto Giapponese di Cultura

fino al 28 dicembre; via Gramsci 74;

tel. 06 3224794; www.jfroma.it

3 /**/••/ mappa: B

Konstantin Grcic.

Black and Square

“Black and Square” è un nuovo progetto curatoriale

sviluppato nel corso dell residenza

dell’artista all’Accademia Tedesca di Villa

Massimo a Roma, tra giugno e luglio 2010. Il

designer tedesco Konstantin Grcic unisce

l’essenzialità formale dei suoi oggetti a una ricerca

sui materiali e sulla storia del design e

dell’architettura. Dopo una formazione come

falegname, studia disegno industriale al Royal

College of Arts di Londra. Nel 1991, a 26

anni, fonda a Monaco lo studio Konstantin

Grcic Industrial Design (KGID), specializzato

nella creazione di oggetti industriali, arredamento,

architetture di interni e allestimenti di

mostre.

Istituto Svizzero

dal 12 dicembre al 12 febbraio2011;

via Liguria 20; tel. 06 420421

5 /**/••/ mappa: 4

Laboratorio Schifano

Per la prima volta in mostra più di mille immagini

realizzate da Mario Schifano negli anni

’80 e ’90. Inedite polaroid, fotografie e fotocopie

a colori, spesso dipinte, sono presentate

insieme a immagini manipolate tratte da

giornali, riviste e fogli di appunti, per ricostituire

idealmente e fisicamente il laboratorio

creativo di Schifano, anche grazie alla presenza

di filmati inediti. La cura è di Luca Massimo

Barbero, Francesca Pola e Archivio Mario

Schifano.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Antony Gormley. Drawing

Space

La prima esposizione in un museo italiano dedicata

ai disegni dell’artista inglese Antony

Gormley (Londra, 1950), tra i più stimati scultori

del panorama artistico contemporaneo.

Un racconto di immagini che attraverso più di

80 disegni si sofferma sulle fasi cruciali della

ricerca dell’artista dal 1981 a oggi. A fare da

contrappunto alle opere grafiche saranno

inoltre 4 sculture. La cura è di Luca Massimo

Barbero e Anna Moszynska.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Mario Ballocco. Odissea

dell’homo sapiens

La mostra Odissea dell’homo sapiens, a cura

di MACRO e CRDAV (Centro Ricerca e Documentazione

Arti Visive) in collaborazione con

l’Archivio Mario Ballocco e con Paolo Bolpagni,

curatore dello stesso, presenta per la prima

volta una serie inedita di 51 disegni, perlopiù

in bianco e nero, eseguiti alla fine degli

anni Quaranta. Una sorta di “commedia umana”

tra il satirico e il grottesco, con punte di

amara ironia. Il ciclo fu pensato per un libro

poi non realizzato, di cui restano queste tavole

straordinarie, che propongono un’analisi

sottile e spietata delle dinamiche antropologiche

e sociali che stanno alla base del nostro

vivere: l’innamoramento, la conflittualità, la

sottomissione, il tradimento, l’impegno culturale

e politico.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.

roma.museum; Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

L’Attico di Fabio Sargentini

1966-1978

La mostra, all’interno del ciclo MACROradici

del contemporaneo, è dedicata a uno degli

spazi più sperimentali e innovativi che hanno

caratterizzato la scena artistica della città di

Roma: la galleria L’Attico, diretta a partire dal

1966 da Fabio Sargentini. Uno straordinario

viaggio visivo, che attraversa le immagini, i

luoghi, i linguaggi, i protagonisti e le culture

che hanno percorso la Roma sperimentale e

internazionale degli anni ’60. Questo racconto

per immagini sarà presentato attraverso le

straordinarie fotografie di Claudio Abate, scatti

di altri fotografi e pubblicazioni realizzate

dalla galleria stessa; un touchscreen interattivo

e un video realizzato per l’occasione costituiranno

ulteriori luoghi di approfondimento

ed esplorazione di questa straordinaria radice

del Contemporaneo. A cura di Luca Massimo

Barbero e Francesca Pola.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Roommates / Coinquilini.

Carola Bonfili e Luana

Perilli

Terzo appuntamento del ciclo di mostre roommates

/ Coinquilini. In questa occasione l’installazione

di Carola Bonfili, Kipplelake, dialoga

con lo spazio, presentandosi esternamente

come una tribuna su cui il pubblico può

sedersi per guardare il video di Luana Perilli,

The man of the season (in loving memory of

loving memories), proiettato sulla parete di

fondo della sala. A cura di Ilaria Gianni e Gabriele

Gaspari; coordinamento curatoriale di

Costanza Paissan.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Nelle sedi istituzionali

Al MaXXI. Il collezionista

di foglie e altre piante

La volta del Palazzetto

dello sport al Flaminio

di Pier Luigi Nervi

(1956-1957), in una

fotografia di Mario

Carrieri

A un grande ingegnere dell’edilizia

del ’900, Pier Luigi

Nervi (1891-1979), è

dedicata, dal 15 dicembre

al 20 marzo, la mostra

«L’architettura come sfida»,

a cura di Carlo Olmo,

terza tappa di un progetto espositivo che si modifica in base ai luoghi

di presentazione: Bruxelles, Venezia e, dopo Roma, in aprile Torino.

«In Nervi un problema strutturale diventava sempre occasione

di indagine formale, la soluzione tecnica si sposava con l’eleganza

del linguaggio», spiega Olmo, che continua: «Nervi aveva una ricca

collezione di foglie secche, di cui ammirava la perfezione formale e

l’intelligenza strutturale. In America lo hanno definito “poeta e ingegnere”,

lo storico inglese dell’architettura Nikolaus Pevsner lo ha descritto

come “il più geniale modellatore di cemento armato della nostra

epoca”». A Roma Nervi ha «modellato» spazi importanti, dal Palazzetto

dello Sport e lo Stadio al Flaminio, al Palazzo dello Sport all’Eur,

tutti per le Olimpiadi del 1960, di cui ricorre il cinquantenario.

Dieci anni dopo termina la Sala udienze in Vaticano che prende il suo

nome. Alle opere «olimpioniche» del campione dell’ingegneria è dedicata

la sezione tutta romana della mostra, a cura di Sergio Poretti

e Tullia Iori.

Si sarebbe sentito a casa sua Nervi alla mostra «MaXXI cantiere d’autore»

aperta nel museo progettato da Zaha Hadid dal 16 dicembre

al 6 marzo. Del colosso architettonico in costruzione sono infatti

esposte venti fotografie, tra gli altri, di Olivo Barbieri, Gianni Berengo

Gardin, Luca Campigotto e Raffaele Mariniello. Dal 4 dicembre al

13 febbraio la mostra «Contemporaneo.doc/Docva» a cura di Giulia

Ferracci e Carolina Italiano permette di fare un viaggio nel folto archivio

di videoarte di una vera istituzione del settore, il milanese Docva,

nato dalla fusione delle associazioni Careof e Viafarini. Tra il 3

dicembre e il 20 marzo si potrà invece prendere visione di quattro

opere realizzate specificamente per gli spazi del museo ad opera dei

finalisti della prima edizione del «Premio Italia Arte Contemporanea»:

Rosa Barba, Rossella Biscotti, Piero Golia e Gianluca e Massimo

De Serio. Il vincitore sarà premiato con un catalogo monografico

e l’acquisizione in collezione della sua opera.

In attesa dell’arrivo in marzo dal Philadelphia Museum of Art della

personale deontologica «Michelangelo Pistoletto. From one to many,

1956-1974» curata da Carlos Basualdo, i visitatori potranno godersi,

fino al 23 gennaio, l’allestimento di una prima parte di opere della

collezione permanente dei due musei di arte e architettura. Le due

anime del MaXXI convergono sul principio di spazio, tra fisico e mentale,

nelle arti visive ambientali nell’architettura. E «Spazio» è infatti

il titolo della mostra aperta da maggio e curata da Pippo Corra,

Alessandro D’Onofrio, Bartolomeo Pietromarchi e Gabi Scardi.

❑ Guglielmo Gigliotti

Pier Luigi Nervi. Architettura come sfida, dal 15 dicembre al 20 marzo 2011

Contemporaneo.doc/DOCVA. L’Archivio di Careof & Viafarini, dal 4 dicembre al

13 febbraio 2011

MaXXI Cantiere d’autore. Racconto fotografico, dal 15 dicembre al 6 marzo 2011

Premio Italia Arte Contemporanea 2010, dal 4 dicembre al 20 marzo 2011

MaXXI, via Guido Reni 2f; tel. 06 3210181; www.maxxi.darc.beniculturali.it

Strada papalina e altari laici

Giovanni Albanese, «Altare

Fiammeggiante»

Le castagne con vin brulé offerte

nel piccolo cortile: a invitare è Annalaura

Angeletti, architetto, mecenate,

visionaria, conflittuale,

parte della Roma che nei primi anni

’60 dialogava con gli artisti, senza

glamour, ma con grande attenzione alle avanguardie. Il suo spazio

di via Gregoriana è di rara eleganza e da più di tre anni ospita i progetti

di Andrea Fogli, artista romano, classe ’59 qui in veste di curatore.

Fogli contrappone quattro coppie d’artisti: Dessì/Iodice;

Ontani/Albanese; Tacchi/Antonelli; se stesso/Diego Giacometti: tavole

e pale d’altare, estrapolate da un contesto religioso. Gli Altari Laici

si collocano nella strada che Papa Gregorio XIII aveva costruito per

il Giubileo del 1575.

❑ R.R.

Altare laico, otto autori intorno ad un tavolo, dall’1 dicembre al 15 marzo 2011

Studio Angeletti, via Gregoriana 5

Orario: 10-17, escluso sabato e festivi

Jamie Shovlin. Hiker Meat

Un omaggio del giovane artista inglese Jamie

Shovlin (Leicester, 1978) al cinema d’exploitation

degli anni ’70: l’artista ricostruisce per

il MACRO la memoria di un passato che in

realtà non è mai esistito, ma di cui nella sala

del museo si ritrovano tutti i documenti, i memorabilia,

le immagini e le parole che lo hanno

creato. A cura di Elena Forin.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

4

Nico Vascellari. Blonde

Il progetto presenta immagini apparentemente

vicine alla fotografia patinata di moda e all’iconografia

della pubblicità, insieme sexy e

ironiche. I frammenti fotografici, creano figure

inedite, esseri nuovi, forme inaspettate. L’opera

di Vascellari, pur richiamando la comunicazione

di massa e il flusso di informazioni

visive dei media, si distacca da questo universo

per divenire una creazione innovativa di

immagini.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.ma-

© DELL’ARTISTA


Nicola Carrino.

Ricostruttivo

Si intitola Ricostruttivo il nuovo intervento

che Nicola Carrino, un grande maestro della

scultura contemporanea, ha pensato appositamente

per la hall del MACRO in occasione

del nuovo ciclo espositivo della stagione

autunnale.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Origine, Forma, Natura.

Opere della Collezione

Macro

Prosegue la presentazione delle opere più significative

della collezione del Macro all’interno

di allestimenti che mirano a mettere in

luce filoni tematici e legami tra linguaggi diversi.

In questa occasione il nuovo allesti-

Le mostre di Roma

cro.roma.museum; Orario: ma-do 9-19 Macro

5 /**/••/ mappa: C

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

MACROwall:EIGHTIES ARE

BACK! / Nunzio

Continua il ciclo espositivo, curato da Ludovico

Pratesi, dedicato alle “storie dell’arte” degli

anni ’80. Dopo Alfredo Pirri e Luigi Carboni

è la volta di Nunzio, artista tra i più originali

della generazione emersa in quegli anni

e tuttora protagonista del panorama italiano e

internazionale. Su una delle pareti del museo

sono messe a confronto due opere dello stesso

artista, una risalente agli anni ’80, una prodotta

in anni recenti.

Macro

fino al 12 dicembre; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Incontrati in tv.

I documentari di Franco

Simongini

Nell’Auditorium del MACRO una mostra audiovisiva

dedicata a Franco Simongini,

straordinario protagonista del documentario

d’autore.

mento della collezione si sofferma sulle origini

di una nuova sperimentazione che indaga

lo spazio, la forma, il segno e l’universo di

una natura che abbraccia figurazione e meccanicità.

Macro

fino al 6 febbraio 2011; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Riccardo Benassi /

Tomaso de Luca. 6Artista

Il Museo ospita le installazioni di Riccardo Benassi

e Tomaso de Luca, vincitori della prima

edizione di 6ARTISTA, premio concepito da

Fondazione Pastificio Cerere e Associazione

Civita, con il sostegno di Allianz, per supportare

i giovani talenti.

Macro

fino al 12 dicembre; via Reggio Emilia

54; tel. 06 671070400; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 9-19

5 /**/••/ mappa: C

Labirinto Fellini

L’esposizione dedicata a Federico Fellini si

compone di due parti che si integrano vicen-

devolmente. La prima sezione, curata da Sam

Stourdzé, dal titolo “La Grande Parata”, attraverso

una selezione di rari materiali, fotografie,

spezzoni, disegni, restituisce la grande ricchezza

e modernità dell’opera di Fellini; l’altra,

dal titolo “Invenzioni di Dante Ferretti e

Francesca Loschiavo”, è una sorta di installazione

magica composta di materiali, fotografie,

oggetti, spezzoni e disegni.

Macro - La Pelanda

fino al 30 gennaio 2011; piazza Orazio

Giustiniani 4; tel. 060608; Orario: mado

16-24

11 /**/••/ mappa: FM

Plus Ultra. Opere dalla

Collezione Sandretto Re

Rebaudengo

La selezione delle opere presenti nella collezione

Sandretto Re Rebaudengo di Torino

ospita, tra gli altri, il lavoro di Hans-Peter Feldmann

“9/12 Frontpage” (2001).

MACRO Testaccio

dal 17 dicembre al 20 marzo 2011;

piazza Orazio Giustiniani 4; tel. 06

67107040; www.macro.roma.museum;

Orario: ma-do 16-24

5 /**/••/ mappa: FM

Spazio. Dalle collezioni

di arte e architettura

del MAXXI

In un unico percorso, che si snoda all’interno

e all’esterno del museo, sono esposte circa 90

opere della collezione Arte in dialogo con le

installazioni site specific di dieci architetti e

studi di architettura internazionali.

MaXXI

fino al 23 gennaio 2011; via Guido Reni

2/f; tel. 06-3210181; www.maxxi.

darc.beniculturali.it; Orario: ma-do 11-

19 / gi 11-22

5 /**/••/ mappa: FM

Pier Luigi Nervi.

Architettura come sfida

In occasione del cinquantenario della XVII

Olimpiade di Roma, per la quale Nervi realizzò

alcune delle sue opere maggiori, la mostra,

curata da Carlo Olmo, dopo le tappe di Bruxelles

e Venezia, giunge al MaXXI arricchita di

plastici e documenti che illustrano l’operato

capitolino del grande progettista. la sezione romana

è curata da Sergio Poretti e Tullia Iori.

MaXXI

dal 15 dicembre al 20 marzo 2011; via

Guido Reni 2/f; tel. 06-3210181;

www.maxxi.darc.beniculturali.it; Orario:

ma-do 11-19 / gi 11-22

3 /**/••/ mappa: FM

Premio Italia Arte

Contemporanea 2010

Rosa Barba, Rossella Biscotti, Gianluca e

Massimiliano De Serio, Piero Golia: sono i 4

giovani finalisti della prima edizione del Premio

e i protagonisti di una mostra con quattro

progetti site-specific.

MaXXI

dal 4 dicembre al 20 marzo 2011; via

Guido Reni 2/f; tel. 06-3210181;

www.maxxi.darc.beniculturali.it; Orario:

ma-do 11-19 / gi 11-22

5 /**/••/ mappa: FM

«Have a meal with

FATHER», di Mariko

Tomomasa, dal video

(2000-2010) 14’45”

(Cortesia dell’artista)

Nelle sedi istituzionali

Giappone quotidiano

6

Contemporaneo.doc/

DOCVA. L’Archivio di

Careof & Viafarini

Oltre 3.000 portfolio da consultare, un jukebox

con circa 200 video, l’archivio completo

on line: una mostra interattiva che racconta,

attraverso il lavoro di Careof e Viafarini, chi

sono e cosa fanno i giovani artisti e curatori

di oggi.

MaXXI

dal 4 dicembre al 27 febbraio 2011; via

Guido Reni 2/f; tel. 06 3210181;

www.maxxi.darc.beniculturali.it; Orario:

ma-do 11-19 / gi 11-22

5 /**/••/ mappa: FM

MAXXI Cantiere d’autore.

Racconto fotografico

20 fotografi, tra cui Olivo Barbieri, Gabriele Basilico,

Guido Guidi, per raccontare la continua

trasformazione del cantiere del MAXXI.

MaXXI

dal 15 dicembre al 6 marzo 2011; via

Guido Reni 2/f; tel. 06 3210181; www.

maxxi.darc.beniculturali.it; Orario:

ma-do 11-19 / gi 11-22

5 /**/••/ mappa: FM

Gli ori antichi della

Romania

In prestito dal Museo Nazionale di Storia della

Romania (MNIR), per la prima volta in Italia140

preziosi ori provenienti da tesori, corredi

tombali e arredi liturgici, con una datazione

dei reperti che va dal XVII secolo a.C.

al VI d.C.

Mercati di Traiano Museo dei Fori

Imperiali

dal 17 dicembre al 3 aprile 2011; via IV

Novembre 94; tel. 060608; www.mercatiditraiano.it

2 /**/••/ mappa: 11

Arbor

In mostra, all’interno dell’evento nazionale Fe-

Per la nona edizione della

rassegna dedicata alla video-arte

internazionale,

Kenichi Kondo, uno dei curatori del Mori Art Museum di Tokyo, presenta

una selezione di giovani artisti protagonisti della scena nipponica.

Sotto l’influsso della crisi economica degli anni Novanta, le più

giovani generazioni stanno riscoprendo, anche nella dimensione artistica,

temi e soggetti legati alla quotidianità ed estranei all’impegno

politico. I video in mostra rappresentano perciò scene comuni, piccoli

racconti intimi, sospesi tra ironia e tenerezza. Tra gli artisti in rassegna:

Takehito Koganezawa, Meiro Koizumi, Yuki Okumura, Saki Satom,

Hiraki Sawa, Atsushi Suzuki, Koki Tanaka e Mariko Tomomasa,

tutti presenti con i loro video realizzati grazie a budget modesti, in voluta

controtendenza rispetto ai canoni più recenti della video-arte.

❑ Arianna Antoniutti

Videozoom: Giappone. Re-inquadrare il quotidiano: la videoarte giapponese

negli ultimi dieci anni, dal 7 dicembre al 10 gennaio 2011

Sala 1 - Centro Internazionale d’Arte Contemporanea, piazza di Porta San Giovanni

10; tel. 06 7008691; www.salauno.com

Orario: ma-sa 16.30-19.30

Vestite solo di immagini

Un’immagine dalla serie

Collection Automne Hiver

(2003) di Nicole Tran Ba Vang

La prima personale in Italia di

Nicole Tran Ba Vang, a cura di

Valerio Dehò, presenta le tre

tappe fondamentali del lavoro

dell’artista francese di origine

vietnamita. Dagli anni Novanta

a oggi il corpo femminile e l’universo

della moda sono stati

protagonisti delle sue opere

che partono da immagini glamour

per manipolarle e costruire stupefacenti «trompe l’œil», che

agiscono con elegante violenza. Nella serie «Icône», interventi pittorici

su ritagli di riviste patinate svestono e rivestono senza stravolgerle

modelle e dive del cinema. Dal 2001 i cicli prendono il nome dalle

collezioni di moda, «Collection Printemps/Eté», la manipolazione si

fa digitale, gli abiti diventano una seconda, nuda, pelle. Infine arrivano

i «corpi ricamati», e la decorazione sovrapponendosi contagia donne,

oggetti, luoghi. Da segnalare inoltre al civico 51a di via Margutta,

l’apertura di Emmeotto Next, nato dalla collaborazione tra la galleria

Emmeotto e Filippo Restelli per lanciare artisti emergenti. Il primo

appuntamento del nuovo spazio espositivo è la personale del giovane

fotografo pugliese Nicola Vinci.

❑ Giulia Franchi

Nicole Tran Ba Vang - Vintage collection, fino al 5 febbraio 2011

Emmeotto, via Margutta 8; tel. 06 3216540; info@emmeotto.net

Orario: ma-sa 11-14/ 15-20


7

Nelle sedi istituzionali

sta dell’Albero, promossa da Legambiente in

tutta Italia, le opere di Marco Calì Zucconi, Teresa

Coratella, Alessandra Giovannoni, Serge

Ubertì. Il progetto, curato da Marco Calì Zucconi,

è presentato da Maurizio Calvesi.

Municipio I - Centro Storico

fino al 19 dicembre; via della Greca 5

5 /**/••/ mappa: 5

vo e all’etnografia delle terre che visitò, sono

dedicate due distinte sale, nelle quali, oltre al

ricco apparato fotografico, sono esposti oggetti

da lui raccolti in quei luoghi.

Museo Nazionale Preistorico

Etnografico «Luciano Pigorini»

fino al 9 gennaio 2011; piazzale G. Marconi

14; tel. 06 549521; www.pigorini.arti.beniculturali.it

5 /**/••/

(AGRI)-Culture(s).

Quando l’agricoltura

smaschera la cultura

La mostra illustra come le comunità rurali di

alcune aree marginali del Senegal, del Marocco

e dell’Ecuador trasformano, nel loro rapporto

con l’ambiente, il dato naturale in patrimonio

culturale. L’esposizione è il risultato di

un progetto culturale condiviso con il Musée

International du Carnaval et du Masque di Binche,

e fa parte del programma “Agrobiodiversità,

culture e sviluppo locale”, finanziato dal

Fondo Internazionale per lo sviluppo agricolo

(IFAD) e realizzato dall’Associazione di Cooperazione

Rurale in Africa e America Latina

(ACRA) e da OXFAM-Italia.

Museo Nazionale Preistorico

Etnografico «Luciano Pigorini»

Farfalle d’Olanda al MACRO

Il padiglione delle

farfalle di Bik Van

der Pol al Macro

Quanto può stare a cuore

ai visitatori del MA-

CRO che le farfalle stanno

morendo? Tanto. Deve

preoccupare tutti coloro

che hanno a cuore, non solo la vita di questo stupendo insetto,

ma la sopravvivenza dell’intero pianeta, perché le farfalle sono tra gli

organismi più sensibili ai cambiamenti climatici della terra. Questo è

il messaggio della coppia di artisti olandesi Bik Van der Pol (Liesbeth

Bik e Jos Van der Pol), vincitori di Enel Contemporanea Award 2010

con un progetto che prevede l’edificazione, nella nuova ala progettata

da Odile Decq e definitivamente aperta al pubblico, di una serra

contenente piante tropicali e centinaia di farfalle dai disegni più variegati.

La serra, realizzata con il contributo di Enel e donata al MA-

CRO, ha la forma del Farnsworth House progettato da Mies van der

Rohe, ovvero è tutta vetrate. I visitatori potranno entrarvi e, inebriati

dalla visione di una natura potente e struggente, potranno porsi la

sconvolgente domanda, come la coppia di artisti olandesi nel titolo

dell’intera operazione: «Sei davvero sicuro che un pavimento non possa

essere anche un soffitto?». Noi abbiamo girato il titolo-domanda

agli artisti olandesi, che ci hanno risposto: «Ciò che percepiamo come

valido e reale, può essere anche visto al contrario. Non è un male,

è un bene, perché è una possibilità che contiene una potenzialità

di cambiamento. Nel padiglione delle farfalle che presentiamo a Roma

tutto risulta ribaltabile, lo si vede dal di fuori, vi si penetra, invertendo

punti d’osservazione e percezione, il dentro col fuori».

❑ Guglielmo Gigliotti

Enel Contemporanea Award 2010, dal 3 dicembre

Macro, via Reggio Emilia 54; www.macro.roma.museum

Orario: ma-do 9-19

India. Il volto del Sacro

In mostra la recente donazione di Giacomo

Mutti: una collezione di 506 opere di arte indiana,

comprendente bronzi, oggetti in metallo,

miniature, disegni e pagine di manoscritti

illustrati.

Museo Nazionale d’arte Orientale

Giuseppe Tucci

fino al 9 gennaio 2011; via Merulana

248; tel. 06 46974850; www.museorientale.beniculturali.it;

Orario: mame-ve

9-14, gio-sa-do 9-19.30

4 /**/••/ mappa: E

Il viaggiatore del sogno.

La Melanesia di Stanislao

Nievo tra letteratura ed

etnografia

La mostra dà conto di tre viaggi che Stanislao

Nievo fece in Nuova Guinea. Ai romanzi di Nie-

Le mostre di Roma

to, dell’avanguardia artistica del Gruppo Forma

1. La mostra è non soltanto un’antologica

A Roma l’antico non muore mai

ma soprattutto una lettura inedita dei lavori

meno noti dell’artista: l’installazione e il confronto

con l’ambiente

La Minerva d’Orsay, di età

Museo Carlo Bilotti - Aranciera adrianea (117-138 d.C.) e della

di Villa Borghese

seconda metà del XVIII secolo

dal 1 dicembre al 27 febbraio 2011;

viale Fiorello La Guardia; tel. 060608;

www.museocarlobilotti.it; Orario: mado

9-19

5 /**/••/ mappa: B

fino al 9 gennaio 2011; piazzale G. Marconi

14; tel. 06 549521; www.pigorini.arti.beniculturali.it

5 /**/••/

Il “bianco” a tavola.

La maiolica italiana

tra 1500 e 1600

Oltre 170 pezzi provenienti da importanti collezioni

internazionali documentano lo sviluppo

dello stile Compendiario, relativo alla decorazione

delle ceramiche. Sviluppatosi nell’Italia

centro-meridionale tra ’500-600, è caratterizzato

da raffigurazioni essenziali e stilizzate.

Musei Capitolini

fino al 16 gennaio 2011; piazza del

Campidoglio 1; tel. 06 67102475;

www.museicapitolini.org; Orario: mado

9-20

9 /**/••/ mappa: 11

Michelangelo Buonarroti.

I due lottatori

In mostra il bozzetto dell’opera “I due lottatori”

di Michelangelo, pezzo emblematico della

collezione di Casa Buonarroti.

Musei Capitolini

fino al 5 dicembre; piazza del Campidoglio

1; tel. 06 67102475; www.museicapitolini.org;

Orario: ma-do 9-20

7 /**/••/ mappa: 11

Ritratto di Musico

di Leonardo da Vinci

Dopo il bozzetto in terracotta “I due lottatori”

di Michelangelo, proveniente da Casa Buonarroti

di Firenze, un altro prestito eccezionale

per i Musei Capitolini: dalla Veneranda Biblioteca

Ambrosiana di Milano arriva a Roma

il “Ritratto di Musico” dipinto da Leonardo da

Vinci intorno al 1480.

Musei Capitolini

dall’8 dicembre al 16 febbraio 2011;

piazza del Campidoglio 1; tel. 06

67102475; www.museicapitolini.org;

Orario: ma-do 9-20

7 /**/••/ mappa: 11

Giovanni Barracco.

Parlamentare e

collezionista

In mostra, accanto alle opere egizie, assire,

etrusche, greche, romane, medievali, collezionate

da Giovanni Barracco, sono esposte

testimonianze sulla formazione del museo:

immagini ottocentesche del primo catalogo e

numerosi documenti, immagini e oggetti provenienti

dal museo stesso.

Museo Barracco

fino al 9 gennaio 2011; corso Vittorio

Emanuele 166/A; tel. 060608; www.

museobarracco.it

11 /**/••/

Il Senso della Biodiversità.

Viaggio nella Foresta

Amazzonica

Non una mostra tradizionale ma un percorso

sensoriale-cognitivo per sperimentare la bellezza

della foresta amazzonica, i suoni, i colori,

gli odori, le situazioni e gli stili di vita dei

popoli che la abitano.

Museo Civico di Zoologia

fino al 26 dicembre 2011; via Ulisse Aldrovandi,

18; tel. 06 67109270; www.

museodizoologia.it

11 /**/••/

Antonio Romano e Inarea.

Trentannidisegno

La mostra ricostruisce, attraverso la testimonianza

del suo fondatore Antonio Romano, la

storia di Inarea Identity and Design Network:

una rete internazionale e indipendente di designer.

Museo dell’Ara Pacis

fino al 12 dicembre; lungotevere in Augusta;

tel. 060608; www.arapacis.it;

Orario: ma-do 9-19

10 /**/••/ mappa: 2

Chagall. Il mondo

sottosopra

Maurice Fréchuret (Directeur des musées nationaux

du XXème siècle des Alpes-Maritimes)

ed Elisabeth Pacoud-Rème (Chargée

des collections au musée national Marc Chagall),

presentano l’ampia retrospettiva dedicata

al mondo onirico di Marc Chagall.

Museo dell’Ara Pacis

dal 22 dicembre al 27 marzo 2011; lungotevere

in Augusta; tel. 060608;

www.arapacis.it; Orario: ma-do 9 – 19

5 /**/••/ mappa: 2

Roma: (quasi) tutti i colori

del Risorgimento

Le circa cento opere selezionate, dipinti, sculture

e opere grafiche, illustrano venti anni di

storia della città, dalla Repubblica Romana del

Palazzo Sciarra, sede di nuovi spazi

espositivi del Museo della Fondazione

Roma, ospita oltre 140 opere

che, attraverso pittura, scultura e

arti minori, delineano la fortuna della

Roma antica nel XVIII secolo. Tema

portante della mostra, curata da

Carolina Brook e Valter Curzi, è la

riscoperta dell’antichità classica e

la fascinazione che aveva esercitato

su artisti come Antonio Canova,

Jacques Louis David, Anton Raphael

Mengs, Giovanni Battista Piranesi. Sette sono le sezioni in cui il percorso

si articola, da «Il gran teatro delle rovine e il fascino della statuaria

antica» a «Gli artisti nella sfida con l’Antico». Il confronto tra

classicità e Settecento si manifesta al visitatore attraverso opere come

l’«Apollo Citaredo» dei Musei Vaticani, la «Testa di Serapide» dal

Prado e la «Minerva d’Orsay», un esempio di restauro con integrazioni

settecentesche. Afferma il Presidente della Fondazione, Emmanuele

Francesco Maria Emanuele: «Con questa mostra la Fondazione torna

a Roma e alle arti che vi fiorirono nel ’700. Secolo delle grandi scoperte

archeologiche, nel ’700 il fascino dell’antico coinvolge infatti artisti,

letterati, studiosi e collezionisti internazionali e il richiamo suscitato

dai reperti archeologici dell’Urbe (autentici o riprodotti) genera

una vera e propria moda. La mostra racconta dunque di Roma quale

modello culturale universale, con le sue meraviglie, i suoi monumenti

e i suoi primi musei».

❑ Arianna Antoniutti

Roma e l’Antico. Realtà e visione nel ’700, fino al 6 marzo 2011

Fondazione Roma Museo, Palazzo Sciarra, via Marco Minghetti 22;

tel. 06 95557514; www.fondazioneromamuseo.it

Orario: ma-do 10-20

1849 fino alla presa della città da parte dei bersaglieri

il 20 settembre 1870. In esposizione

opere di, tra gli altri: Caffi, Induno, Cammarano,

Ademollo.

Museo di Roma - Palazzo Braschi

fino al 10 gennaio 2011; piazza San

Pantaleo 10; tel. 06 82077304; www.

museodiroma.it

7 /**/••/ mappa: 10

Un secolo di clic

in cronaca di Roma

I cento anni del Sindacato cronisti romani so-

Carla Accardi. Spazio,

ritmo, colore

Pier Paolo Pancotto presenta l’esposizione

dedicata alla pittrice Carla Accardi (Trapani,

1924), una delle grandi protagoniste della stagione

dell’arte astratta italiana, co-fondatrice,

con Attardi, Consagra, Dorazio, Guerrini, Perilli,

Sanfilippo (che sposò nel 1949) e Turcano

celebrati da un’esposizione documentaria,

composta da foto, filmati e documentari audiovisivi.

Museo di Roma in Trastevere

fino al 6 febbraio 2011; piazza S. Egidio

1/b; tel. 06 5816563; www.museodiromaintrastevere.it;

Orario: ma-do

10-20

11 /**/••/ mappa: 13

In nome della rosa.

La rosa tra liberty e déco,


CulturaRomaComune

«La Repubblica italiana riconosce il

giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento

dei cancelli di Auschwitz, “Giorno

della Memoria”, al fine di ricordare

la Shoah (sterminio del popolo ebraico),

le leggi razziali, la persecuzione italiana dei

cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione,

la prigionia, la morte, nonché coloro

che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono

opposti al progetto di sterminio, e a rischio della

propria vita hanno salvato altre vite e protetto i

perseguitati». Nel 2000, con l’approvazione della

Legge 211, il Parlamento italiano aderì a una proposta

internazionale volta a commemorare stabilmente

la Shoah attraverso l’esercizio permanente

della memoria.

Da anni Roma Capitale partecipa con le proprie

iniziative all’omaggio alle vittime del nazi-fascismo,

e lo fa grazie all’impegno della Casa della

Memoria e della Storia dove, per un’intera settimana,

testimoni della violenza e della persecuzione

rendono ancor più vivo il ricordo di quell’epoca

di odio e di sopraffazione nei confronti di milioni

di innocenti. La Settimana della Memoria è certamente

l’evento più nobile e più giusto che l’Assessorato

alle Politiche Culturali promuove e sostiene,

perché riguarda tutti, chi lo ebbe a vivere

sulla propria pelle e chi ancora non c’era. Dimenticare

sarebbe impossibile e incivile. Siamo figli e

nipoti di quel tempo e lo saremo finché vivremo.

FOTO MANUELA GIUSTO

La settimana

della Memoria

Per ricordare che siamo figli

e nipoti di quel tempo

di Umberto Croppi

Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione

di Roma Capitale

Carla Accardi. Una siciliana

a Roma

Roma Capitale e Zètema.

La gestione del patrimonio culturale

L’Amministratore Delegato di Zètema Albino Ruberti racconta

la moderna cultura di una Capitale antica

Roma e la cultura. Il ruolo di Zètema in

questo binomio inscindibile?

Il nostro ruolo è quello di società in house

dell’Amministrazione Capitolina, che

ha sempre avuto la cultura come suo core

business e che in questi anni si è sempre

più specializzata nella gestione di

servizi museali e nell’organizzazione di

grandi eventi, integrando e connettendo

turismo e cultura.

In questo momento economico un po’

fragile qual è a Roma lo stato di salute

del Sistema Musei Civici?

Buono nonostante il periodo delicato che

sta attraversando l’intero paese. Potrei

Albino Ruberti

azzardare e definire il 2010 un anno sprint per il Sistema

Musei Civici (diciassette musei per la precisione) che gestisce

Zètema. Il 2009 si era chiuso con circa un milione

e mezzo di visitatori. Il 2010, alla fine di ottobre, ha registrato

un incremento del diciannove per cento. Sono numeri

che confortano, soprattutto se letti all’interno di un

momento non facile.

La ricetta di questo risultato, in un certo senso in controtendenza?

Indubbiamente una programmazione di qualità aiuta a tenere

sempre viva l’attenzione animando i musei. Di giorno,

con esposizioni temporanee di grande qualità come

la mostra di Fabrizio De André all’Ara Pacis (più trentacinque

per cento di visitatori rispetto allo stesso periodo

del 2009) e di sera con eventi come le serate jazz alla

Centrale Montemartini, i concerti a Palazzo Braschi, gli

Happy Hour ai Mercati di Traiano. O manifestazioni come

la Notte dei Musei che nell’ultima edizione ha portato

un flusso di 200mila persone, più sessantasei per cento

rispetto all’anno precedente. Dunque musei attivi, aggreganti

e seducenti.

E il costo del biglietto non pesa nelle tasche dei visitatori?

È sicuramente uno sforzo in più che si richiede al visitatore,

ma se si presenta un’offerta culturale di qualità il costo

del biglietto è accettato. Infatti, nonostante l’introduzione,

da agosto 2010, delle nuove politiche tariffarie, il

pubblico pagante è aumentato del trentotto per cento con

un risparmio per l’Amministrazione di 500mila euro nel

2010 e 1 milione e 300 mila euro per il 2011.

Ha parlato di integrazione turismo cultura.

Il frazionamento delle competenze può essere un ostacolo

a una concreta e costruttiva integrazione, mentre la

concertazione dei vari soggetti porta a

una semplificazione dell’offerta e della

fruizione, per il turista. Roma Capitale,

con Zètema, ha fatto un grande sforzo

per realizzare un sistema unitario di informazione

e prenotazione dei servizi

culturali dell’intera città. Posso citare

come esempi la Roma Pass (la card

turistico-culturale che facilita la visita di

musei statali, comunali e privati e che

include anche i trasporti pubblici: dal

2006 a oggi oltre un milione e mezzo

di card vendute), i PIT (undici Punti Informativi

Turistici dislocati sul territorio),

lo 060608 (il Contact Center integrato

Turistico-Cultura-Spettacolo e della sua versione

web: da dicembre 2007 a oggi ha risposto a oltre un milione

di telefonate, con una media di 878 al giorno, e ha

registrato 1.773.122 visite complessive al sito, con una

media di 1.095 visite al giorno e una crescita nel 2010 sul

2009 del quarantotto per cento).

Quali sfide aspettano Zètema nel 2011?

Il nostro è un compito impegnativo ma che portiamo avanti

in piena sintonia con Roma Capitale.

Sicuramente uno dei nostri obiettivi sarà l’arricchimento

della qualità della proposta culturale, del servizio e dello

sviluppo dell’interattività dei siti museali, incrementando

anche l’offerta commerciale. È prevista inoltre l’introduzione

di un nuovo modello organizzativo nei musei meno

visitati, che porterà a una maggiore efficacia e resa,

con un minor costo di gestione fisso a vantaggio di una

maggiore programmazione di eventi.

E Zètema, con tutti i suoi lavoratori, è impegnata quotidianamente

nel raggiungimento di questi obiettivi.

Qual è il rapporto di Zètema con il settore privato?

La collaborazione con i privati è un aspetto molto importante.

Negli ultimi anni abbiamo raggiunto e rafforzato l’interazione

tra istituzioni e associazioni di categoria come

Unione Industriali, Federlazio e Federculture, per citarne

alcuni. E abbiamo ampliato i processi di esternalizzazione

e di collaborazione con i soggetti privati sia nel campo

della programmazione di eventi e mostre sia nell’affidamento

di servizi, quali la ristorazione, gli allestimenti,

le tecnologie, i trasporti delle opere d’arte, le pulizie e altro

ancora attraverso formule trasparenti di bandi e concorsi

pubblici.

❑ P.B.

FOTO MANUELA GIUSTO

Carla Accardi, «Fondonero», 1954

Sperimentazione, ricerca, esaltazione del colore e dello spazio: Carla

Accardi, una delle personalità più rappresentative dell’astrattismo

italiano in mostra al Museo Bilotti dal 30 novembre 2010 al 27 febbraio

2011. In omaggio all’artista siciliana che ha saputo vivere Roma

nello stesso modo in cui i suoi lavori vivono lo spazio, il curatore

Pier Paolo Pancotto opta per una grande istallazione, dislocando

le opere tra gli ambienti interni ed esterni del Museo, in cui la fruizione

è possibile a partire da libere associazioni del visitatore alla ricerca

di punti di contatto tra gli elementi proposti.

Opere provenienti dall’archivio personale dell’artista, carte inedite,

studi, a costituire una sorta di «opera diffusa» che dialoga con l’ambientale.

❑ Silvia Libianchi

Romania d’oro in mostra ai Mercati di Traiano

Il tesoro dell’antica Dacia romana, reperti dall’Età del Bronzo

al periodo Bizantino, sanciscono l’intensificarsi degli scambi

tra Romania e Italia

Ori antichi, corredi tombali e arredi liturgici

del Tesoro Nazionale di Romania, provenienti

dal Museo Nazionale di Storia di Bucarest

saranno esposti a Roma dal 17 dicembre

2010 al 3 aprile 2011.

Con gli «Ori antichi di Romania», mostra

curata da Ernest Oberlander-Tarnoveanu,

Direttore del Museo Nazionale di Storia

della Romania di Bucarest, e Lucrezia Ungaro,

Responsabile del Museo dei Fori Imperiali

nei Mercati di Traiano, la città di Roma

vuole celebrare il prestigio e la storia

del popolo romeno, alla luce dell’attuale

crescita dei rapporti tra i due paesi.

Dalla collana di Hinova del XVII secolo a.C.

alle fibule del tesoro di Pietrosa del V sec.

d.C., oggetti preziosi dell’antica Dacia, prodotti

dalla popolazione conquistata nel II

secolo d.C. da Traiano, rivivono nel Museo

intitolato all’imperatore, davanti alla Colonna

Traianea, innalzata proprio dopo la conquista

della Dacia.

E per il millenovecentesimo anniversario

della conquista della Dacia e della creazione

della Provincia romana, gli oggetti in

mostra diventano simbolo di unione e integrazione

tra le due culture.

❑ Andrée Dubois

Coppia di fibule, Pietroasa (Pietroasele,

distretto di Buzau)


La prima volta del «musico»

di Leonardo

In 500 anni non è mai uscito dalla

sua «casa», la Veneranda Biblioteca

Ambrosiana di Milano. In via del

tutto eccezionale, dall’8 dicembre

2010 al 16 febbraio 2011 il «Ritratto

di musico», capolavoro di Leonardo

da Vinci, sarà in trasferta a

Roma per farsi ammirare dal pubblico

dei Musei Capitolini.

Il «Ritratto di musico» di Leonardo

è l’unico ritratto maschile tra i pochissimi

pervenuti, e tutti femminili,

di Leonardo. Un piccolo giallo accompagna

l’identificazione del personaggio

raffigurato: la critica ha

avanzato i nomi di tutti i principali

musicisti e maestri cantori nel Duomo

di Milano, dal maestro di Cappella

in Duomo Franchino Gaffurio

al rinnovatore della musica quattrocentesca

Josquin des Prez, di passaggio

a Milano prima del 1484. Ma

è sul nome di Atalante Migliorotti, l’amico musicista che

aveva seguito Leonardo da Firenze a Milano e il cui ritratto

è citato da Leonardo in un elenco di opere d’arte e oggetti

che aveva redatto in un foglio ora nel Codice Atlantico

che, in mancanza di altri appoggi documentari, sembrano

trovarsi oggi tutti d’accordo.

Come spiega Pietro C. Marani, curatore della Veneranda

Biblioteca Ambrosiana: «Il dipinto mostra il graduale

affrancarsi di Leonardo dai canoni della ritrattistica ufficiale

del tempo: non un ritratto “di profilo”, araldico e immobile,

ma di tre quarti. Benché non si accenni ad alcun

movimento della figura, il “moto mentale” è suggerito dalla

direzione dello sguardo, diretto fuori dal quadro, e da-

Il «Ritratto di musico» di Leonardo

Marc Chagall (Vitebsk, 1887 - Saint-Paul de Vence,

1985), appellato diversamente «l’ebreo», «il visionario»,

«il russo occidentale», ha cambiato addirittura il

nome di Moshe Segal per integrarsi nel mondo occidentale

ma, soprattutto, è stato «il pittore», mantenendo

fino all’ultimo istante della sua esistenza uno sguardo

meravigliato sulla realtà.

Nella sua lunga vita, giunta fino a 98 anni, ha creato

con la sua pittura fantastica proiezioni e prospettive da

sogno, ha riscoperto il sacro nell’esistenza umana, immettendo

con stupendi e intensi colori la sua spiritualità

e ha dipinto un mondo magico, da fiaba.

Come un sogno «irreale» di corpi e cose «reali» che

volteggiano nell’aria, il mondo immaginato di Chagall è

«sottosopra» e ora, a venticinque anni dalla sua morte,

le sue elucubrazioni artistiche sono raccontate da

un’eccezionale esposizione ospitata presso il Complesso

Museale dell’Ara Pacis.

Prodotta dal Musée National Marc Chagall di Nizza, che

raccoglie la più vasta collezione pubblica di opere del

pittore, la mostra romana ha scelto di indagare le affinità

che l’artista condivise con i Surrealisti: la rivoluzio-

INFORMAZIONI TURISMO E CULTURA

Tel. 060608 - tutti i giorni dalle 9 alle 21 www.060608.it

gli occhi appena sollevati dal foglio

di musica, che regge con la mano

destra».

Il «Ritratto di musico» di Leonardo

prende il posto di un’altra opera

d’arte, il bozzetto in terracotta de

«I due lottatori» di Michelangelo,

che è stata in visita straordinaria a

Roma, prestato ai Capitolini dalla

Casa Buonarroti di Firenze. Una

sorta di staffetta virtuosa, una sequenza

di eventi straordinari, che

anticipa lo straordinario appuntamento

dell’autunno 2011, in occasione

dei 150 anni dell’Unità d’Italia,

quando i Musei Capitolini ospiteranno

la mostra «Due italiani prima

dell’Italia, Leonardo e Michelangelo»,

L’esposizione riunirà

cento capolavori dei due Maestri e

vedrà realizzarsi per la prima volta

una collaborazione organica tra

le due prestigiose istituzioni culturali: la Veneranda Biblioteca

Ambrosiana di Milano e la Fondazione Casa

Buonarroti di Firenze.

Tutta l’operazione risulta ulteriormente avvalorata dall’appoggio

dei partner istituzionali delle grandi occasioni:

l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

Italiana, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Roma

Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e della

Comunicazione - Sovraintendenza ai Beni Culturali,

Regione Lazio e Provincia di Roma. E con l’organizzazione

di Zètema Progetto Cultura e dell’Associazione

Culturale Metamorfosi.

❑ Fabiana Magrì

Marc Chagall: un mondo sottosopra

ne e il sovvertimento dei valori stabiliti e il forte legame

con la sua identità religiosa.

Il mondo che Chagall raffigura con questa selezione di

opere è, nel vero senso del termine, un mondo «sottosopra»

in cui «il tempo non ha sponde», per riprendere

il titolo di un quadro degli anni Trenta, nel quale fidanzati,

sposi, rabbini, musicisti, orologi a pendolo, carretti, asini,

galli e il pittore stesso si abbandonano, come circensi,

ad audaci acrobazie. Il tutto caratterizzato da un’aria

inebriante, da una luce intensa e da colori forti. Un’atmosfera

così diversa da quella della natìa Russia, che lo vede

protagonista di una pittura nuova, ariosa e sensuale,

in cui la magia dei colori domina le figure e i personaggi:

un vero e proprio trionfo di spazi luminosi.

La mostra all’Ara Pacis fino al 27 marzo 2011, è a cura

di Maurice Fréchuret e di Elisabeth Pacoud-Rème,

ed è promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche

Culturali e della Comunicazione - Sovraintendenza

ai Beni Culturali e organizzata dal Musée National

Marc Chagall in collaborazione con Zètema Progetto

Cultura.

❑ Roberta Perfetti

Con una semplice telefonata allo 060608 o cliccando su www.060608.it, romani e turisti possono conoscere i servizi turistici

e d’accoglienza e l’offerta culturale della città. È possibile inoltre acquistare, con carta di credito, i biglietti di ingresso

a musei, mostre, teatri ed eventi per poi ritirarli direttamente sul posto.

Grazie alla collaborazione con ATAC, lo 060608 fornisce anche informazioni aggiornate in tempo reale su trasporti e mobilità

e indica il percorso più agevole per raggiungere una destinazione. Inoltre, con le fotografie aeree e le mappe interattive

fornite da Seat Pagine Gialle, permette una più semplice localizzazione di eventi e strutture.

© WILLIAM KLEIN

Culturaflash

di Gabriella Gnetti

Cosa sogna Pulcinella?

«Teatri lussuosi dove sarà il gran

protagonista, sogna ballerine e pagliacci,

sogna di volare sulla luna, di

passare le notti in un fantastico luna-park

e sogna di poter riposare

sempre nel suo letto sul tetto della

casetta in riva al mare». Questo il

Pulcinella secondo Lele Luzzati,

non intrigante e diabolico, ma che si

esprime nel gioco e non più con la

furbizia. Lo possiamo incontrare alla casa dei Teatri di Villa Pamphilj,

dal 17 novembre 2010 all’8 marzo 2011, nei dipinti, disegni, incisioni,

sagome, sculture e oggetti dalle collezioni private di Giorgio Ursini

Uršič e Nicola Fano.

Centrale di Note

Musica «acustica» con importanti

artisti indipendenti (la cantautrice

americana Elisabeth Cutler, due

giovani talenti: Little Princess e Silenzio

Assenzio) nella suggestiva

Sala Macchine della Centrale

Montemartini, tra capolavori d’arte antica e macchine di archeologia

industriale, con due concerti a sera ogni venerdì e sabato (ore 20.00-

22.00). Tony Esposito e La banda del Sole chiudono la rassegna

Centrale di Note il 7 e 8 gennaio del 2011, con una selezione di brani

celebri e composizioni più recenti, utilizzando strumenti insoliti e

poco noti, dai tamburi d’acqua, hang e osi drum, fino alla kalimba.

Un drink da Traiano

Uomini e donne dal mondo dell’impresa, dello

spettacolo e della cultura, per una sera propongono

la loro esperienza e testimonianza

al Traiano Hour, un giovedì ogni due settimane

dalle ore 19.30 alle 21.30. Con l’accompagnamento

musicale del dj set di Cristiano

Colaizzi, il pubblico può gustare cocktail e

aperitivi all’open bar e incontrare Luigi Abete

e Dacia Maraini e altri ancora fino a giugno

2011.

Aperitivo e quattro chiacchiere ai Mercati di Traiano con affaccio

da questa eccezionale «finestra» sui Fori Imperiali. L’ingresso è di

5 euro.

Realtà fluttuante

Sull’antica abside, un video trasmette

in maniera ipnotica le sensazioni

che si susseguono con il

trascorrere della giornata mentre

qualche telo leggero, al centro della

sala, si agita al vento narrando il

moto costante che accompagna la

nostra esistenza. In una nicchia la proiezione di immagini fisse crea

la sensazione di «affreschi virtuali». Nel buio della Sala Santa Rita,

il complesso dell’installazione di computer art di Ida Gerosa «Il Tempio

dell’uomo», con la musica di Nicola Sani, avvolge lo spettatore

suggerendogli i significati nascosti nelle immagini astratte in animazione.

Fino al 15 dicembre 2010.

Scariolanti Romagnoli

Patendo ogni disagio 500 braccianti

e 50 donne ravennati giunsero

nel 1884 sul litorale romano

di Ostia per bonificare i grandi stagni

di acqua salmastra e i terreni

paludosi che rendevano rischioso

e insalubre l’insediamento umano.

In sette anni, con le loro piccole carriole risanarono 3.000 ettari di

terreno, dall’Agro Pontino all’Agro Romano. Ne resta testimonianza

all’«Ecomuseo del Litorale Romano», in cui sono esposti disegni, tavole

e carte geografiche, una mostra fotografica permanente e una

raccolta di strumenti da lavoro. Oltre al museo si visitano l’impianto

per la canalizzazione delle acque nel litorale e l’area limitrofa. Info

al PIT Ostia, Lungomare Paolo Toscanelli (9.30-19.00).


Le mostre di Roma

ricomporre il lungo arco temporale del gusto Museo Nazionale delle Arti

Biedermeier triestino. Numerosi ritratti, tra cui e Tradizioni Popolari

quello delle sorelle Elena e Calliope Czorzy di fino al 30 gennaio 2011; piazza Marconi

8; tel. 06 5926148; Orario: ma-sa 9-

August Anton Tischbein e quello della famiglia

Hortis di Eduard de Heinrich, ben si affiancano

ai molti ritratti e alle scene di con-

5 /**/••/ mappa: FM

18; do 9-20

versazione prediletti dal celebre anglista e presenti

nella sua collezione. La mostra è a cura

di Lorenza Resciniti e Patrizia Rosazza-Ferraris

Museo Mario Praz

fino al 2 maggio 2011; via Zanardelli 1;

tel. 06 6861089; www.museopraz.beniculturali.it;

Orario: ma-do 9-14 /

14.30-19.30; lu 14.30-19.30.

5 /**/••/ mappa: 5

simbolismi e geometrie

nelle arti applicate del

primo novecento

L’esposizione documenta con circa 40 opere

la presenza della rosa, il suo significato iconografico

e la sua fortuna nell’arte applicata

del primo Novecento. Sono ceramiche, porcellane,

vasi di vetro e bronzo, arredi, gioielli

di corallo, oro e avorio, vetrate e cartoni preparatori,

provenienti prevalentemente da collezioni

private, ma anche da importanti istituzioni

specializzate in questo settore quali il

Museo Richard Ginori delle Porcellane di

Doccia o il Museo Stibbert di Firenze. L’esposizione

è curata da Andreina d’Agliano, Carla

Cerutti e Maria Grazia Massafra.

Museo di Villa Torlonia - Casina

delle Civette

fino al 30 gennaio 2011; via Nomentana

70; tel. 060608; www.museivillatorlonia.it;

Orario: ma-do 9–17,30

5 /**/••/

Carsten Nicolai.

Da Hendrik

Con una mostra personale dedicata a Carsten

Nicolai, un nuovo progetto espositivo prende

avvio presso il Museo Hendrik Christian Andersen

di Roma. Carsten Nicolai ha concepito

per lo Studio, ambiente destinato al tempo

di Andersen a laboratorio per l’ideazione delle

opere, la traduzione plastica dal bozzetto alla

grande dimensione e la modellazione, Maßstabsbilner,

un’installazione volta a riflettere

sul concetto di proporzione. La mostra è realizzata

in collaborazione con l’Accademia Tedesca,

Roma - Villa Massimo ed è curata da

Martina De Luca e Pier Paolo Pancotto.

Museo Hendrik Christian Andersen

fino al 7 gennaio 2011; via Pasquale

Stanislao Mancini 20; tel. 06 3219089;

www.museoandersen.beniculturali.it

5 /**/••/ mappa: B

Trieste Biedermeier.

L’Ottocento nelle collezioni

dei Civici Musei di Storia

e Arte

Dipinti, arredi, porcellane e miniature databili

tra il 1820 e il 1860, provenienti in gran parte

dal Civico Museo Sartorio di Trieste, vengono

riuniti presso il Museo Mario Praz per

I vini dell’Imperatrice. La

cantina di Joséphine alla

Malmaison (1800-1814)

L’idea della mostra nasce dalla lettura dell’inventario,

redatto nel 1814 dopo la morte dell’imperatrice

Joséphine, prima moglie di Napoleone,

nel quale è descritto il contenuto della

cantina della Malmaison, sua residenza, dove

erano custodite oltre 13.000 bottiglie. Sono

esposti preziosi calici per lo champagne,

bicchieri per acqua e vino, caraffe, rinfrescatoi,

etichette e bottiglie, 148 provenienti dalle

collezioni della Malmaison, e, tra gli altri musei,

da Fontainebleau, Compiègne, Musée

Louis-Philippe d’Eu, Musée Carnavalet.

Museo Napoleonico

fino al 27 febbraio 2011; piazza di Ponte

Umberto I; tel. 060608; www.museonapoleonico.it;

Orario: ma-do 9-19

12 /**/••/ mappa: 5

G come Gioco. Nomi, cose,

città… animali feroci.

Abecedario Mook

Questa singolare mostra lega i temi dell’arte e

della valorizzazione del patrimonio culturale,

della tutela dell’ambiente e della didattica per

bambini e ragazzi. Una narrazione espositiva

ideata da Mook (Carlo Nannetti e Francesca

Crisafulli), i cui lavori vengono sovente definiti

giocattoli per adulti. La funzionalità degli

oggetti è spesso puro elemento narrativo e decorativo

dell’opera, un racconto che si snoda

tra le venature del legno e del vetro inciso a

mano.

Un altro tedesco innamorato

dell’Italia

«Ulisse e le sirene»

(1896) di Otto Greiner

Otto Greiner (1868-

1916), vissuto tra il

1898 e il 1916 a Roma,

nella casa che gli

lasciò Max Klinger sulla via Claudia a due passi dal Colosseo, fu considerato

un maestro da Umberto Boccioni, Gino Severini e Duilio Cambellotti.

Come altri tedeschi arrivati in Italia, non riuscì più a lasciarla,

avendo trovato qui una patria dell’anima. Questa mostra rappresenta

una vera riscoperta di un incisore che non lottò per la fama, ma

per un’arte pura, devoto agli stilemi propri del simbolismo. Circa trenta

le incisioni in mostra, accompagnate da numerosi studi e disegni,

tutti riportati nella monografia, la prima italiana, edita da Officine Vereia

e introdotta da un saggio di Emanuele Bardazzi.

❑ Guglielmo Gigliotti

Otto Greiner. Incisioni e disegni, fino al 30 gennaio 2011

Aleandri Arte Moderna, via dei Coronari 146; tel. 347 6309520;

www.aleandriartemoderna.com

Il grido pre-futurista di Balla

Il «Venditore di scope

e piumini» (1901) di

Giacomo Balla

Cinque tele di Giacomo Balla

offrono uno sguardo inconsueto

sul pittore torinese:

è un Balla poco noto,

quello illustrato dall’esposizione

a cura di Lela Djokic e

Daina Maja Titonel, con un catalogo curato da Elena Gigli, perché ancora

lontano dalle modalità pittoriche e dai temi futuristi. Esposte per

l’ultima volta alla Galleria Civica di Torino nel 1963, le tele pre-futuriste,

eseguite intorno al 1901, descrivono scorci romani popolati di

venditori di povere mercanzie: piumini, scope, portafortuna. Giunto

da pochi anni a Roma, Balla ne ritrae angoli e botteghe, figure e frammenti

di architetture, utilizzando piccole invenzioni stilistiche che

aprono alle successive, e assai più ardite, innovazioni formali. Sul bordo

inferiore di tre delle tele, campeggiano le frasi strillate dai venditori,

riportate dal pittore con grafia alterata e distorta, come in «ricooootta

freeeesca», dalle vocali moltiplicate per rendere la durata e

l’estensione della voce gridata.

❑ Arianna Antoniutti

Giacomo Balla. Capricci romani, fino al 31 dicembre

Nuova Galleria Campo dei Fiori, via di Monserrato 30; tel. 06 68804621; www.nuovagalleriacampodeifiori.it

orario: lu 16-19; ma-sa 10-13/16-19

Invito a tavola. Ceramiche

medievali e moderne

Il Museo presenta una eccezionale collezione

di suppellettili da mensa che raccontano la

storia di Roma dal periodo tardo antico all’età

moderna, considerata nella realtà del vissuto

quotidiano.

Museo Nazionale Romano - Crypta

Balbi

fino al 26 dicembre; via delle Botteghe

Oscure 31

9 /**/••/

L’Italia e il restauro

del “Magnifico Cratere”.

Capolavori dal Museo

Nazionale di Belgrado

L’esposizione ducumenta il restauro del cosiddetto

“Magnifico Cratere”, grande vaso

bronzeo databile alla fine del VI secolo a.C.,

emblema della collezione greca del Museo

Nazionale di Belgrado. Oltre esso, sono esposti

i reperti principali della Tomba 8 di Trebeniste,

da cui proviene il Cratere: si tratta di elementi

del corredo militare dell’ignoto principe

ivi sepolto, come lo splendido elmo bronzeo,

decorato da applicazioni in oro raffiguranti

due cavalieri.

Palazzo del Quirinale

dall’11 dicembre al 6 febbraio 2011;

piazza del Quirinale; tel. 06-6871005;

Orario: ma-sa 10-13/15.30-18.30, do

8.30-12

2 /**/••/ mappa: 11

Teotihuacan.

La Città degli Dei

Il più importante progetto espositivo interamente

dedicato alla civiltà precolombiana di

Teotihuacan (II sec. - VII sec. d.C.), presenta

oltre 300 capolavori fra straordinari reperti di

scultura monumentale, rilievi in onice e pitture

murali, statuette in ossidiana e pietra verde,

vasi in terracotta dipinta o intarsiata, bracieri

in terracotta.

Palazzo delle Esposizioni

fino al 27 febbraio 2011; via Nazionale

194; tel. 06 68301087; www.palazzoesposizioni.it;

Orario: do-ma-me-gio

10-20; ve-sa 10-22.30

2 /**/••/ mappa: 8

Mexico. Immagini

di una Rivoluzione

La mostra riunisce un’inedita selezione di fotografie

sulla Rivoluzione messicana che, attraverso

undici nuclei tematici, racconta la

storia dei cruciali accadimenti politici e dei

leggendari movimenti armati avvicendatisi nel

paese dal 1910 al 1920. 179 immagini in bianco

e nero di straordinario impatto visivo, provenienti

da numerosi fondi archivistici della

Fototeca Nazionale dell’INAH (Instituto Nacional

de Antropología e Historia di Città del Messico),

raccontano i dieci anni della Rivoluzione

messicana secondo due differenti livelli di

lettura, sia come testimonianza storica dei fatti

accaduti, sia come esempi di interpretazione

“estetica”, prodotto dello sguardo individuale

rivolto dai singoli fotografi a una congiuntura

storico-politica vissuta da ciascuno

in modo diretto e partecipato.

Palazzo delle Esposizioni

fino al 9 gennaio 2011; via Nazionale

194; tel. 06 68301087; www.palazzoesposizioni.it;

Orario: do-ma-me-gio

10-20; ve-sa 10-22.30

5 /**/••/ mappa: 8

Mexico. Carlos Amorales.

Remix

Sei grandi installazioni di Carlos Amorales si

susseguono nelle sale del Palazzo delle Esposizioni

senza soluzione di continuità, dando

vita a un nuovo e inedito lavoro. Con un processo

di sovrapposizione che l’artista sperimenta

qui per la prima volta, si intrecceranno

opere realizzate tra il 2006 e il 2010 nella prima

mostra personale in Italia del noto artista

messicano. La cura è di Daniela Lancioni.

Palazzo delle Esposizioni

fino al 27 febbraio 2011; via Nazionale

194; tel. 06 68301087; www.palazzoesposizioni.it;

Orario: do-ma-me-gio

10-20; ve-sa 10-22.30

5 /**/••/ mappa: 8

Palazzo Farnese. Dalle

collezioni rinascimentali

ad Ambasciata di Francia

Oltre 150 opere, tra dipinti, statue, disegni,

sculture, monete, arazzi e ceramiche, faranno

rivivere cinque secoli della storia del Palazzo:

dai fasti cinquecenteschi della Famiglia

Farnese al periodo moderno, che vede il

Palazzo quale sede dell’Ambasciata di Francia

in Italia e dell’Ecole française de Rome.

Saranno visibili capolavori come l’Ercole Farnese,

l’Ercole latino, il Toro Farnese, provenienti

dal Museo Archeologico Nazionale di

Napoli.

Palazzo Farnese

Volevo dirvi che

Ha appena chiuso mostre

personali a Torino

(Weber & Weber) e Bologna

(Galleria Studio G7)

e nel 2011 ce ne saranno altre due (Trisorio a Napoli

e Spaziotemporaneo a Milano). Gregorio Botta

è sulla cresta dell’onda, ma senza far rumore.

«Faccio arte perché ogni tanto ho bisogno di tornare

a casa», afferma, «di avvicinarmi in silenzio

al respiro della vita, di spegnere la luce e chiudere

la porta». Dei suoi cinquantasette anni, i primi

sette li ha trascorsi dove è nato, Napoli, gli altri

cinquanta a Roma, che diventano cento se si considera

la sua doppia vita di artista e giornalista.

Lunga vita per un’arte fatta di quasi nulla.

Sembra esserci più sparizione che apparizione nelle

sue opere, non pensa?

La nostra percezione è sempre tenue, vaga, fallace,

ma non possiamo farne a meno: cogliere la forma

nel suo apparire e nel suo andarsene è il momento

più importante della visione.

Si sente più estetico o più estatico?

Le opere dovrebbero essere delle piste di atterraggio

estatiche.

A che serve l’arte?

A guarire e a ricordarti che sei qui.

Come definirebbe il soggetto delle sue opere?

Non lo so. Lo sto cercando. L’arte è un percorso

verso questo soggetto misterioso.

Oggi trionfa l’immagine e muore l’immaginazione.

L’arte dove va?

L’arte sta dove è sempre stata. Basta scavare. Certo,

il vento sta soffiando da un’altra parte, ma l’arte

che mi interessa va, come dice una canzone di

Fabrizio De André, «in direzione ostinata e contraria»,

è un’arte che richiede tempo, che tenacemente

resiste al cinismo posthuman e alla superficialità

pop, che indaga la radicalità dell’esperienza

umana ed è capace di restituire l’incanto, il dolore,

la meraviglia dell’essere al mondo e il mistero

della morte.

dal 17 dicembre al 27 aprile 2011; piazza

Farnese; tel. 06 68892818

7 /**/••/

I Due Imperi. L’aquila

e il Dragone

Oltre 450 capolavori italiani e cinesi mettono a

confronto, per la prima volta, i due più importanti

imperi della storia, quello romano e quello

delle dinastie cinesi Qin e Han nel periodo

che va dal II secolo a.C. al IV secolo d.C. Le

opere ricostruiscono le tappe e i momenti salienti

del sorgere e dello sviluppo dei due imperi

mettendo in luce aspetti della vita quotidiana,

della società, del culto e dell’economia.

Contemporaneamente alla mostra di Palazzo

Venezia, la Curia Iulia, cuore del Foro Romano,

accoglie una seconda sezione della grande

esposizione, con, ad esempio, una statua

loricata di principe giulio-claudio, aquile provenienti

dalla decorazione della Curia stessa,

e i plutei con episodi del principato di Traiano.

Palazzo Venezia

fino al 6 febbraio 2011; via del Plebiscito

118; tel. 06 6780131; Orario: mado

9-19

2 /**/••/ mappa: 11

Ida Gerosa.

Il tempio dell’uomo

Nell’abside della chiesa di Santa Rita, su un

grande schermo, è proiettato un video di Ida

Gerosa. Inoltre, al centro della sala, altri filmati

sono proiettati su teli, e infine in una nicchia

immagini fisse creano “affreschi virtuali”.

Sala Santa Rita

fino al 15 dicembre; via Montanara 8;

tel. 0667105568; www.salasantarita.culturaroma.it

5 /**/••/ mappa: 15

1861. I pittori

del Risorgimento

La mostra, curata da Fernando Mazzocca e

Carlo Sisi, in occasione delle celebrazioni per

il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, illustra

come la pittura italiana abbia rappresentato gli

eventi storici che vanno dal 1859 al 1861.

Esposte le opere dei maggiori artisti dell’epoca,

tra i quali Francesco Hayez, Giuseppe Molteni,

Domenico e Gerolamo Induno, Eleuterio

Pagliano, Federico Faruffini, Giovanni Fattori,

Silvestro Lega, Odoardo Borrani, Michele

Cammarano e Giuseppe Sciuti.

Scuderie del Quirinale

fino al 16 gennaio 2011; via XXIV maggio

16; tel. 06 39967200; www.scuderiequirinale.it;

Orario: do-gio 10-20;

ve-sa 10-22.30

7 /**/••/ mappa: 11

Gregorio Botta: «l’arte serve a ricordarti

che sei qui»

Romaeuropa Festival 2010

Da un quarto di secolo Romaeuropa Festival

racconta il nostro tempo e le trasformazioni

del mondo contemporaneo attraverso gli

sguardi degli artisti che ne hanno fatto una

vetrina d’eccellenza sulla scena internazionale:

per questo importante anniversario il REF

ha in programma 20 prime nazionali e 3 prime

mondiali per 38 appuntamenti che celebrano

la meraviglia e la forza della scena.

Sedi varie

fino al 2 dicembre

11 /**/••/

Omar Galliani

L'esposizione, curata da Claudio Proietti,

La pittura è un CoBrA

«Ragazzo con palla» (1950)

di Karel Appel

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna

presenta uno spaccato da

non dimenticare dell’arte europea

di fine anni ’40 e anni ’50,

quello che vide la nascita del

gruppo CoBrA nel 1948, l’attività

del Movimento Nucleare fondato

da Enrico Baj e Sergio Dangelo nel

1952 e le ramificazioni internazionali

del Movimento per una

Bauhaus Immaginista creato da

Pinot Gallizio e Asger Jorn ad Alba,

in Piemonte, nel 1955. CoBrA

era l’acronimo delle iniziali di Copenhagen,

Bruxelles e Amsterdam,

città di provenienza di Jorn,

Appel, Corneille, Alechinsky e degli

altri affiliati, tutti propugnatori

di una pittura informale dai tratti selvatici ed espressionisti. Pittura

d’asprezza nordica, che sposò la luce italiana nelle esperienze

di collaborazione svolte ad Albisola, davanti al mar Ligure, tra i nordici

e i compagni di strada italiani, Baj, Pinot Gallizio e Lucio Fontana,

tra gli altri. Ad Albisola, nei laboratori di Tullio Mazzotti e dei

fratelli Poggi, gli amici artisti realizzavano ceramiche, immaginando

di riscrivere il mondo nel nome dell’arte. A cura di Denis Laoureux

e Matilde Amaturo.

❑ Guglielmo Gigliotti

CoBrA e l’Italia, fino al 13 febbraio 2011

GNAM - Galleria Nazionale d’Arte Moderna, viale Belle Arti 131;

www.gnam.beniculturali.it

Orario: ma-do 8.30-19.30

10

Nelle sedi istituzionali

Faccia qualche nome.

Anish Kapoor. Poi Bill Viola o Laib, ma anche Penone,

Rovner, Spalletti e Kounellis.

Ha dei suoi personali referenti nel passato?

C’è una linea ideale che mi lega al Beato Angelico

del Convento di San Marco, al Caravaggio, a Vermeer

e a Morandi.

L’arte dov’è, nell’opera o nell’occhio di chi guarda?

È nell’incontro tra l’opera e l’occhio. L’arte è una

forma che nasce perché qualcuno la guardi.

La cera, che lei predilige, è «solo» un materiale?

La cera è come la mia pelle, è il mio corpo.

E gli altri materiali che usa: il vetro, l’acqua, il fuoco,

il pigmento?

Sono elementi essenziali radicati nella nostra antropologia,

la plastica non ha storia né inconscio.

Lei appartiene alla folta pattuglia di artisti che hanno

avuto Scialoja come docente in Accademia a

Roma.

Scialoja mi ha trasmesso chiarezza, rigore e un

amore per la verità al limite del far male, una sincerità

soprattutto con se stessi: quando un’opera

non va, non va.

Ha un suo ricordo di Paolo Picozza, morto trentanovenne

il 13 settembre scorso?

Ecco, Paolo era vero. Con se stesso, con gli altri.

Non dimenticherò mai il suo amore per la verità.

Che cosa vorrebbe dal suo futuro?

Di riuscire a lavorare sempre più con meno, sempre

più verso l’essenza.

Che cosa si aspetta dal passato?

Che mi aspetti lui. Il golfo di Napoli inondato di luce,

quella terra antica, fertile e calda fa parte dei

miei geni e dei miei sogni, e sento che alla fine a

Napoli ci tornerò a vivere.

❑ Guglielmo Gigliotti

presenta sette grandi disegni di Omar Galliani,

allestiti nel foyer del Teatro India. Dice

dell'operazione lo stesso Galliani: «Sette

grandi tavole disegnano e accolgono lo

sguardo di chi entra al Teatro India. Monoliti

del volto e del corpo ci mostrano un’altra

scena in cui gli unici protagonisti sono il

soggetto, il supporto, una matita e l’autore.

Soliloquio del Disegno, dilatazione e contrazione

dello sguardo nel ciclo dei “Nuovi Santi”,

contaminazioni e ferite senza urlo per le

“Nuove Anatomie”».

Teatro India

fino al 19 dicembre; via Pierantoni 6

5 /**/••/


Giacomo Balla

«Signora ‘900»,

1922

Fidia Arte Moderna Sas

via Angelo Brunetti 49 • 00186 Roma

tel. 06 3612051 • 338 1359307 • fax 06 97613319

info@artefidia.com • www.artefidia.com

«Mostra collettiva»

Opere di: Accardi, Boetti, Corpora, Perilli,

Salvo, Turcato ed altri

dicembre 2010 - gennaio 2011

ANG

La proposta del mese di dicembre - gennaio

Sante

Monachesi

«Parigi»

Galleria del Cortile Archivio

Sante Monachesi

via del Babuino 51 • 00187 Roma • tel. 06 3234475 • fax 06 36000480 • galleriadelcortile@yahoo.it

Sante Monachesi

«La pittura non è un piatto di spaghetti»

esposizione in occasione del centenario della nascita

dal 1 dicembre fino al 10 gennaio

Si comunica che le uniche persone autorizzate a rilasciare certificati di autenticità delle opere di Sante Monachesi

sono Luce e Donatella Monachesi, figlie dell’artista.

Valeria

Cademartori

«S» 2010

Galleria Il Gabbiano

via della Frezza 51 • 00186 Roma • tel. 06 3227049 • fax 06 3220401

info@galleriailgabbiano.com • www.galleriailgabbiano.com

Personale di Valeria Cademartori

«Entropia» Testo in catalogo di Francesca Barzini

O.Centeno

Olugin

«Vaca Vaquita»

C.A.O.S. - Contemporary Art

Via della Conciliazione 24, 00193 Roma • tel. 06 68309540 • fax 06.68136436

info@caos2004.com • www.caos2004.com

«Natale con la Cowparade!»

De Crescenzo & Viesti

Galleria d’Arte Contemporanea

Via Ferdinando di Savoia 2, 00196 Roma

tel. 06 95226414-15

info@decrescenzoeviesti.com • www.decrescenzoeviesti.com

WORK IN PROGRESS:

prossima apertura / next opening

Via Ferdinando di Savoia 2 - 00196 Roma

«Cinera

cum Flore»

Christiane Löhr

«Kleine

Haararbeit»

2010

Il Polittico

via dei Banchi Vecchi 135 • 00186 Roma • tel. 06 6832574 • fax 06 6875689

ilpolittico@tin.it • www.ilpolittico.com

«Calendario 2011»

Opere di: Alberto Abate, Ubaldo Bartolini, Andrea Baruffi, Carlo Bertocci, Alberto Gálvez, Harry

Holland, Anna Keen, Luca Morelli, Simone Piccioni, Lithian Ricci, Salvo Russo, Angela Volpi

Inaugurazione sabato 4 dicembre 2010, ore 18.00

fino al 30 gennaio 2011

Oredaria Arti Contemporanee

via Reggio Emilia 22-24 • 00198 Roma • tel. 06 97601689 • fax 06 97601689

info@oredaria.it • www.oredaria.it

Christiane Löhr

«Dilatare lo spazio»

dal 3 dicembre 2010 al 5 febbraio 2011

Galleria Edieuropa

Piazza Cenci 56 • 00186 Roma • tel. e fax 06 64760172 - 06 68805795

«Arte Cinetica e Programm

l’arte del movimento» mostra a

dal 21 novembre 2010 al 12 febbraio 2011 • inaugurazione domen

LATINA

Galleria

Lydia Palumbo Scalzi

via del Lido 37 • 04100 Latina • tel. 0773 623888 • fax 0773 605272 info

Continua con successo la mostra

personale di Riccardo Licata

«Nel Segno di Licata»

fino al 15 gennaio 2011.


MC

lle gallerie romane

Inaugurazione

Galleria Marino

Salita di San Sebastianello 16b • 00187 Rome ITALY

tel/fax: +39 0669797531 • mob: +39 3926224366

www.galleriamarino.com • galleriamarino@yahoo.com

«Paesaggio Italiano»

Giulio Turcato

«Trinità de’ Monti»

(1912- 1995)

1940 ca

De Pisis, Donghi, Feltrinelli, Maccari, Morandi, Pirandello, Turcato

il 16 dicembre 2010, ore 18

La Nuvola

via Margutta 51/a • 00187 Roma • tel/fax 06 36005158 • info@gallerialanuvola.it

via Margutta 62/a • 00187 Roma • tel 06 3207734 • www.gallerialanuvola.it

«L’arte Pop Art Italia»

Pittura e grafica negli anni sessanta da una collezione privata

Mimmo Rotella, Franco Angeli, Mario Ceroli, Giosetta Fioroni, Sergio Lombardo, Fabio Mauri,

Alighiero Boetti, Michelangelo Pistoletto, Carla Accardi, Cesare Tacchi, Renato Mambor,

Gino Marotta, Ettore Innocente

Sergio

Lombardo

«Gesto di

Krusciev»,

1961

Galleria F. Russo

via Alibert 20 • 00187 Roma • tel. 06 6789949 • fax 06 69920692

via dell’Orso, 12 • 20121 Milano • tel. 02 39663641

info@galleriarusso.com • www.galleriarusso.com

Siamo presenti a:

Bergamo Arte Fiera 2011, dal 14 al 17 gennaio 2011

Bologna Arte Fiera ArtFirst 2011, dal 28 al 31 gennaio 2011

Massimo Giannoni

«Interno di libreria», 2010

Galleria d’arte

contemporanea Consorti

via Margutta 52/a • 00187 Roma • tel. 06 3614053 • fax 06 3614053 • augusto.consorti@gmail.com

Collettiva artisti della galleria:

Pirandello, Ferroni, Lilloni, Levi, Mafai, Accardi,

Dorazio, Turcato, Rotella, Schifano, Festa,

Angeli, Boetti.

Carla Accardi

«Rossoverde»

1985

L’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea

nasce nel 1964 ed è costituita dalle più prestigiose Gallerie italiane operanti nel

settore dell’arte moderna e contemporanea

Obiettivi principali dell’Associazione:

■ Appresta servizi di interesse comune agli associati;

■ Esamina e pone allo studio i problemi della categoria, promuovendone la soluzione

presso le autorità e nelle sedi competenti in campo normativo, fiscale

e contributivo.

■ Esamina, studia e tratta le questioni sottoposte dagli associati ed inerenti ai

loro rapporti commerciali ed economici con i terzi;

■ Nomina i propri rappresentanti o i delegati in enti e organismi pubblici e privati

con la designazione ogni qualvolta la tutela degli interessi del settore sia

richiesta o ritenuta necessaria; così pure incarica propri associati ad intervenire

in convegni di interesse della categoria;

■ Favorisce la promozione, la diffusione e la protezione del collezionismo pubblico

e privato, offrendo a tutti coloro che ne facciano richiesta un servizio di

consulenza circa l'autenticità delle opere d'arte moderna e contemporanea effettuato

dalla propria Commissione peritale.

Delegato territoriale di Roma e Centro Sud: Fabrizio Russo tel. 06.6789949

ieuropa@tiscali.it • www.galleriaedieuropa.com

ta,

di Lucilla Meloni

novembre dalle 11 alle 14

Victor Vasarely

«Izzo», 1965

Bosi Artes

via Pinciana 41 • 00198 Roma tel./fax 06 85301197 • info@bosiartes.com • www.bosiartes.it

«Natale a regola d’arte»

dal 2 Dicembre 2010

Opere di: Opere di Fernandez Arman, Salvatore Emblema, Marta Jovanovic, Antonio Milana,

Aldo Palma, Domenico Purificato, Oliviero Rainaldi, Mario Sironi, Mario Tozzi, Giulio Turcato

Galleria Volos Arte moderna

e contemporanea

via del Teatro Valle 53/a • 00186 Roma

tel. 06 6875176 • fax 06 6875176

via Margutta 84 • 00186 Roma

tel. 06 36001467 • ebomba@tiscali.it

Elenco artisti della Galleria: Accardi, Avenali, Afro, Balla, Dorazio, Campigli, Capogrossi,

Cesar, Christo, De Chirico, De Pisis, Donghi, Dessì, Gentilini, Guttuso, Kaufmann,

Perilli, Pirandello, Pizzi Cannella, Savinio, Severini, Turcato, Uncini, Sironi

Tozzi

«Bimbo con

brocca», 1930

Piero Pizzi

Cannella

«Cattedrale»

Emmeotto

via Margutta 8 • 00187 Roma • tel. 06 3216540 • fax 06 3217155

info@emmeotto.net • www.emmeotto.net

Nicole Tran Ba Vang

«Vintage Collection»

A cura di Valerio Dehò

dal 25 novembre 2010 al 5 febbraio 2011

rte.it • www.lpsarte.it

Licata

«Emozione», 1993

Nicole Tran

Ba Vang

«Yana», 2003


Le mostre di Roma

Arte Profumi

fino al 12 gennaio 2011; via Natale del

Sedi private

Grande 5; tel. 06 5810431

5 /**/••/ mappa: FM

Giochi a regola d’arte

La mostra, a cura di Giorgia Calò, presenta i

lavori dei giovani artisti Francesco Bancheri,

Stefano Bolcato, Danilo Bucchi, dan.rec, Saverio

Magistri, Cristiano Petrucci, Daniele

Statera, Gerri Turano, Esteban Villalta Marzi.

In esposizione opere in cui gli artisti, ognuno

col proprio stile differente, ricreano una realtà

diversa rispetto al mondo reale, fatta di giochi,

giocattoli, colore e libertà. Si tratta di un

vero e proprio viaggio in cui la fantasia e i ricordi

dell’infanzia si mescolano al piacere

istintivo del disegnare, dipingere o scolpire,

usando forme e colori che paiono muoversi

nello spazio liberamente. Tutti i lavori esposti

in mostra seguiranno ancora una volta la mission

della galleria: arrivare a un pubblico più

vasto attraverso la vendita di opere che non

superano i mille euro. In mostra sarà presentata

anche un’opera over budget di Mario

Schifano.

999 Gallery

dal 7 dicembre al 5 gennaio 2011; vicolo

Sugarelli 5; tel. 06 32609174;

www.999gallery.com; Orario: lu-sa

10-20

5 /**/••/ mappa: 2

Italia garibaldina

Il «Garibaldi» di Francesca Leone

Per i 150 anni dell’Unità d’Italia, Castel

Sant’Angelo ospita una mostra su

Garibaldi a cura di Lorenzo Zichichi e

Cristina Tronca. Fra le opere di artisti

contemporanei un ritratto del generale

realizzato da Francesca Leone per

l’occasione, uno studio del «Muro del

mare» di Piero Guccione e l’unico

esemplare intelato della «Battaglia

del Ponte dell’Ammiraglio» di Renato

Guttuso. Dalla Collezione Tronca proviene una delle più importanti collezioni

garibaldine. Inoltre è esposta la Quadreria dei ritratti del Generale,

insieme con orologi, spade, sculture, ceramiche e affreschi

che raccontano la vita e il pensiero dell’eroe dei due mondi.

❑ Roberta Petronio

Garibaldi. «Tutt’altra Italia sognavo…», fino al 3 aprile 2011

Castel Sant’Angelo, Lungotevere Castello 50, tel. 06 6819111

Orario: ma-dom 9-19

Andare per Natività

La «Natività» del

Pinturicchio in Santa Maria

del Popolo

Carte d’identità

Il primo progetto collettivo curato da Graziano

Menolascina per la galleria AGartecontemporanea

ha come tematica centrale il lavoro

su carta. La mostra raccoglie opere di Carla

Accardi, Fernando Botero,Tony Cragg, Piero

Dorazio, Sam Francis, Andrea Fogli, Giosetta

Fioroni, Peter Halley, Damien Hirst , Titina Maselli,

André Masson, Eliseo Mattiacci, Franco

Menolascina, Luigi Ontani, Mimmo Paladino,

Pino Pascali, Achille Perilli, Vettor Pisani, Piero

Pizzi Cannella, Dmitri Prigov, Giuseppe

Sylos Labini, Jan Van Oost, Emilio Vedova,

Jannis Kounellis, e di due giovani come Orazio

Battaglia e Danilo Bucchi.

AG arte contemporanea

fino al 10 dicembre; via Panisperna

222/a; tel. 338 8104448; Orario: lu-sa

10-22

5 /**/••/ mappa: 12

José de Guimarães. Mondi,

Corpo e Anima

L’esposizione dedicata al pittore portoghese

José de Guimarães, di cui l’Art Forum possiede

una delle più complete raccolte, si snoda

come un viaggio tra Oriente e Occidente alla

ricerca di un dialogo estetico tra culture diverse.

In mostra 24 sculture africane provenienti

dalla collezione privata dell’artista e più di

130 creazioni da lui stesso realizzate dal 1971

al 2007.

Art Forum Würth

fino al 5 marzo 2011; viale della Buona

Fortuna 2; tel. 06 90103800; www.

artforumwuerth.it; Orario: lu-sa 10.00

- 17.00

5 /**/••/ mappa: FM

Pizzi Cannella

Pizzi Cannella è uno degli esponenti di spicco

di quel gruppo di artisti conosciuto come

“Scuola romana di San Lorenzo”. L’immaginario

figurativo del pittore è riassunto in questa

mostra da una serie di tele in cui appaiono i

lampadari, i vestiti, le giare, le persiane, simboli

iconici ricorrenti nella sua produzione.

La Natività è uno dei soggetti

più cari alla storia dell’arte.

Chiese e musei di Roma ne custodiscono

infinite rappresentazioni

e non c’è periodo più

adatto per riscoprirne alcune,

durante una passeggiata nel

centro storico. In Santa Maria

del Popolo, nella prima cappella

a destra dedicata a san Girolamo,

Bernardino Pinturicchio

ne dipinse una negli anni

Ottanta del Quattrocento. Ai

piedi di san Giuseppe, della

Madonna dal volto soave e di san Girolamo, il Bambino sembra quasi

chiedere di essere preso in braccio. Trait d’union tra piazza del Popolo

e piazza Venezia, via del Corso è al centro del Tridente: costeggiano

il tracciato rettilineo della strada gomitoli di viuzze che si rincorrono

ingarbugliate, per poi sbucare su piazze gremite. A San Silvestro,

punto di smistamento di buona parte di traffico, una rappresentazione

del Presepe, opera del varesino Pier Francesco Mazzucchelli

detto il Morazzone (1596 circa), vive nell’ombra della basilica

di San Silvestro in Capite, cosiddetta perché conserva la reliquia della

testa del Battista. Proseguendo su Via del Corso, ancora una breve

sosta, prima di arrivare a Piazza Venezia. San Marcello invita a entrare,

accogliendo i passanti nello slargo su cui si affaccia il prospetto

di Carlo Fontana. Tra le varie opere d’arte conservate nella chiesa,

due monumentali Adorazioni, dei Magi e dei Pastori, di Giovan Battista

Ricci (1613 circa), si specchiano l’una nell’altra all’interno della

cappella Grifoni. Ma l’atmosfera del Natale non svanisce nel caos rumoroso

di piazza Venezia. La evoca ancora una volta una scena ormai

familiare: uno dei Re Magi, inginocchiato e avvolto in un mantello rosso,

sta offrendo il suo dono al Bambino, che la Madonna gli porge con

grazia. Siamo a San Marco, ai piedi del Campidoglio, e l’autore del

prodigio è Carlo Maratta, uno degli artisti più affascinanti dell’ormai

maturo Seicento romano. ❑ Margherita Criscuolo

Pizzi Cannella.

Atelier dei mari e dei venti

14 disegni inediti di Pizzi Cannella sono accompagnati

da un testo di Rossella Fumasoni.

Associazione Mara Coccia

dal 2 dicembre al 5 febbraio 2011; via

del Vantaggio 46/A; tel. 06 3224434;

www.maracoccia.com; Orario: ma-sa

11.30-19.30

5 /**/••/ mappa: 2

Roberto Mercoldi.

Intro(pro)spettive

(volume 3)

Alessandro Ingafù del Monaco presenta la

personale di Roberto Mercoldi: un progetto

espositivo in cui le tele del giovane artista riflettono

sul tema della città intesa come luogo

e dimensione del contemporaneo.

Cargo

fino al 15 dicembre; via del Pigneto 20;

tel. 339 6625523; www.robertomercoldi.it;

Orario: lu-do 17-2.00

5 /**/••/ mappa: FM

Disegno in Segno.

Attraverso l’eloquenza

del segno

Sei docenti di diverse discipline dell’Accademia

di Belle Arti di Via Ripetta, presentano 13

opere realizzate dagli giovani artisti della medesima

Accademia: Stefania Vanni, Ambra

Nadalini, Matilde Ricci, Federica Burzi, Chiara

Bignami, Gruppo Opera Aperta, Katiuscia

Santonicola, Thiago Contini, Roberto Pecchioli,

Accursio Graffeo, Valeria De Felice,

Maria Soledad, Giorgia Tempesta. La cura della

mostra è di Edelweiss Molina.

Centro Luigi Di Sarro

fino al 18 dicembre; via Paolo Emilio

28; tel. 06 3243513; Orario: ma-sa

17-20

5 /**/••/ mappa: FM

I set di Fellini. Federico

Fellini al lavoro, 100

magnifici scatti

Roma ricorda Fellini con due mostre fotografiche,

oltre a quella presso la Pelanda, questa,

sempre a cura della Cineteca di Bologna, presenta

100 fotografie in cui è ripercorsa la vita

e la carriera del grande regista romagnolo.

Cinecittàdue Arte Contemporanea

fino al 5 marzo 2011; viale Palmiro Togliatti

2; tel. 06 7220910; www.cinecittadue.com

11 /**/••/ mappa: FM

Ma Liang (Maleonn).

The Unexpected World

Ma Liang propone, per il nuovo spazio della

galleria CO2, una vasta panoramica della sua

produzione artistica, in concomitanza con

l’ottava Biennale di Shanghai alla quale Ma

Liang è stato invitato a partecipare. Fotografo

e grande amante delle arti performative, Ma

Liang si conferma uno degli artisti più interessanti

del panorama culturale cinese, sempre

pronto verso nuove e differenti ricerche

sperimentali, come dimostrano le varietà di

linguaggi e di codici espressivi presenti nei

suoi lavori. Tra le opere esposte il trittico

“Journey to the West”: una città immaginaria

dalle luci soffuse dove convivono volatili con

l’elmetto che fanno da guardia a un tempio,

ricci in veste di monaci e un osservatore nascosto,

forse burattinaio del villaggio. La cura

è di Silvia Cirelli.

CO2 contemporary art

fino al 4 dicembre; via Piave 66; tel.

06 45471209; www.co2gallery.com;

Orario: lu-sa 11-19

5 /**/••/ mappa: C

Catherine Biocca.

The German Way

Nucleo della mostra personale di Catherine

Biocca sono la suggestione onirica e il viaggio,

temi elaborati attraverso l’acrilico e l’acquerello.

Le opere sono presentate da un testo

di Fulvia Strano.

Creative Room

fino al 4 dicembre; via T. Campanella

36; tel. 06 39728188; www.creativeroom.org;

Orario: ma-ve 11-20, sa 10-

13/17-20

5 /**/••/

L’equilibrio degli Zingari

Claudia Pettinari e Massimiliano Alberico

Grasso presentano la collettiva a cui prendono

parte quarantacinque artisti, tra cui: Piera

Campo, Luan Bajraktari, Samuele Vesuvio

Wiedmer, Juan Josè Molina.

degliZingari Gallery

dal 4 dicembre al 20 dicembre; via degli

Zingari 52/54; tel. 06 89538915;

www.deglizingari.it; Orario: ma-sa

10-17

5 /**/••/ mappa: 12

Nicoletta Ceccoli. Heavenly

Nightmares – Incubi Celesti

La personale di Nicoletta Ceccoli, una delle

artiste italiane di maggior successo negli Stati

Uniti, presenta dieci nuovi lavori dedicati ad

“Alice nel paese delle meraviglie”, metafora

del percorso che porta dalla fanciullezza all’età

adulta.

Dorothy Circus Gallery

fino al 24 dicembre; via Nuoro 17; tel.

06 7021179; www.dorothycircusgallery.com;

Orario: ma-gio 11-20, ve-sa

15-20

5 /**/••/ mappa: FM

Huang Yong Ping e Shen

Yuan. Garofano

Huang Yong Ping e Shen Yuan, per la prima

volta insieme, realizzano un’installazione. In

questa occasione i due artisti, solitamente

creatori d’opere monumentali, affrontano, in

un’esperienza inedita, il piccolissimo spazio

di Edicola Notte.

Edicola Notte

fino al 27 gennaio 2011; vicolo del Cinque

23; www.edicolanotte.com

5 /**/••/

Arte Cinetica

e Programmata. L’arte

del movimento

La mostra si inserisce nel programma di esposizioni

che la Galleria dedica ai movimenti delle

avanguardie storiche, come fu già per la mostra

organizzata nel 2009 sul Futurismo. L’arte

cinetica fenomenizza per la prima volta quelli

che erano i postulati teorici del Futurismo e

si propone di introdurre il movimento nell’opera

artistica. La cura è di Lucilla Meloni.

Edieuropa QUI arte contemporanea

fino al 12 febbraio 2011; piazza Cenci

56; tel. 06 64760172; www.galleriaedieuropa.it;

Orario: ma-sa 11-19

5 /**/••/ mappa: 14

Gaialight. Darklight

Christmas 2010

Con la mostra «Darklight Christmas 2010»,

a cura di Giulia Collina e Tiziana Gazzini, la

galleria presenta 28 opere inedite dell’artista

italo-americana Gaialight, che celebrano un

insolito Natale in cui le ombre divorano le luci

e i buoni sentimenti sono messi a dura prova.

La mostra è anche l’esordio del nuovo progetto

artistico di Gaialight basato sulla tecnica

«darklight» (un bianco/nero dai contrasti

esasperati), che diviene anche la metafora

ideale per raccontare alcuni aspetti della realtà

americana più profonda e sconosciuta. La

mostra è organizzata in collaborazione con

l’Associazione Culturale «La coda dell’occhio».

Galleria Don Chisciotte

dal 3 dicembre al 29 gennaio 2011;

Via Angelo Brunetti 21 a/b; tel. 06

3224515; info@galleriadonchisciotte.com;

www.galleriadonchisciotte.com

11 /**/••/ mappa: 2

Paolo Assenza.

Vuoto a perdere

Prima mostra personale per il giovane artista

romano Paolo Assenza. In esposizione dieci

lavori di medio e grande formato. In catalogo

testi di Paolo Balmas e Angelo Bucarelli.

Endemica Arte Contemporanea

fino al 23 dicembre; via Mantova 14;

tel. 06 44291919; www.endemica.it;

Orario: ma-sa 10-20

5 /**/••/ mappa: C

Bruna Biamino. Signs

of time. Tiberias, Dead Sea

and Neghev

Le fotografie di Bruna Biamino realizzate in

Israele raccontano un paesaggio simbolico: il

deserto intorno alla Fortezza di Masada, i paesaggi

del Neghev, del deserto di Galilea e di

Giudea, e i paesaggi del mar Morto.

Ermanno Tedeschi

fino al 1 dicembre; via del Portico d’Ottavia

7; tel. 06 45551063; www.etgallery.it;

Orario: lu-ve 10-13/15-19

5 /**/••/ mappa: 14

Marco Bernardi. Time

enough

L’obiettivo della mostra di Marco Bernardi, curata

da Gianluca Brogna, è quello di trasformare

l’ambiente della galleria in un luogo a

metà strada fra una wunderkammer e un gabinetto

alchemico, attraverso l’utilizzo di installazioni-macchine

che producono un movimento

ciclico e ripetuto. Mediante un’attenta

osservazione prolungata, nello spettatore

potrebbe nascere la forte sensazione di trovarsi

di fronte a congegni insoliti in continuo

movimento.

Ex Elettrofonica

fino al 3 dicembre; vicolo Sant’Onofrio

10-11; tel. 06 64760163; www.exelettrofonica.com;

Orario: ma-ve 16-20

5 /**/••/ mappa: D

Giancarlo Galassi.

Un Anno Ordinario

Giancarlo Galassi espone, presentate da un

testo di Franco Purini, 12 opere su tavola.

Scrive Purini dell’artista romano: «Giancarlo

Galassi è un architetto artista. Egli è interessato

da sempre al fondamento, vale a dire al-

l’ordinamento di una serie di principi tra di loro

connessi gerarchicamente, un sistema di

solide convinzioni spinto fino alla soglia della

ricerca dell’assoluto. Il fondamento è inteso

da Giancarlo Galassi non tanto e non solo

come uno strumento per orientarsi con chiarezza

e determinazione nel paesaggio accidentato

e mutevole delle tendenze e delle occasioni,

né è considerato come un dispositivo

di contrasto nei confronti del pluralismo

realistico oggi dominante».

ExAnte

dal 1 dicembre al 23 dicembre; largo

G. Toniolo; tel. 06.6880.1107; www.

exanteroma.it

5 /**/••/

A perdita d’occhio

La mostra verte sul tema del paesaggio, tema

caro alla galleria sin dai suoi esordi. L’esposizione

si apre, non a caso, con una “Marina”

di Constant Permeke realizzata negli anni

Trenta. Si susseguono via via, uno per stanza,

grandi paesaggi “a perdita d’occhio” di Pizzi

Cannella, Limoni, Palmieri, Montani e per

ultimo Picozza nel teatrino nero della galleria.

Fabio Sargentini - L’Attico

fino al 21 gennaio 2011; via Del Paradiso

41; tel. 06 6869846; www.fabiosargentini.it

5 /**/••/ mappa: 10

Bhakti Baxter. Occupied

La mostra offre una panoramica dei nuovi lavori

di Baxter, artista nato nel 1979 a Miami,

lavori incentrati sull’interdipendenza tra

“struttura” e “spazio”. Opere come Convection,

Pattern Programming, Misaligned Interiors

e The Third Power, riflettono la nostra

realtà in cambiamento costante intrecciando

elementi di arredo, architettura e paesaggio

con le leggi rigorose della fisica moderna.

Federica Schiavo Gallery

fino al 31 dicembre; piazza Montevecchio

16; tel. 06 45432028; www.federicaschiavo.com;

Orario: ma-sa 12-19

5 /**/••/ mappa: FM

Giangaetano Patanè.

Lo spazio abitato

Lea Mattarella presenta la personale di Giangaetano

Patanè, che verte intorno al tema dell’afferrare

l’invisibile, grazie a un’installazione

in cui convivono pittura, disegno, ceramica,

cera.

Fondazione Pastificio Cerere

dal 2 dicembre al 12 gennaio 2011; via

degli Ausoni 7; tel. 06 45422960; www.

pastificiocerere.com; Orario: lu-ve

15-19

5 /**/••/ mappa: FM

Marcelo Cidade.

Roads not taken

Marcelo Cidade (São Paulo, 1979), giunge a

Roma per la sua prima personale italiana, indicando

la città come simbolo di una parte negata

della quale riappropriarsi. La cura è di Atto

Belloli Ardessi e Ginevra Bria.

Furini Arte Contemporanea

dal 4 dicembre al 5 febbraio 2011; via

Giulia 8; tel. 06 68307443; www.furiniartecontemporanea.it;

Orario: meve

13-19, sa 15-19

5 /**/••/ mappa: 13

Takashi Murakami

Dal 13 novembre la Gagosian Gallery di Roma

presenta una mostra di Takashi Murakami.

L’artista, reduce dalla imponente esposizione

al Castello di Versailles, presenta a Roma un

nuovo ciclo di lavori inediti ispirati alla tradizione

pittorica giapponese, ciascuno lungo 18

metri con un’altezza di più di tre metri.

Gagosian Gallery

fino al 15 gennaio 2011; via Francesco

Crispi 16; tel. 06 42086498; www.gagosian.com;

Orario: ma-sa 10.30-19

5 /**/••/ mappa: 7

Roma negli anni ’30

Anselmo Bucci, «Piazza

San Pietro»

14

Nelle sedi private

Fiorella Corsi. Cosmografie

La Galleria riapre la sua storica sede completamente

rinnovata con una mostra personale

di Fiorella Corsi. Nota al pubblico soprattutto

per le sue sculture, l’artista presenta invece

in questa occasione le sue opere pittoriche,

in prevalenza dipinti di grandi dimensioni su

pannelli cartonati.

Galleria André

fino all’11 dicembre; via Giulia 175;

tel. 06 6861875; www.andrearte.it

5 /**/••/ mappa: 9

Ettore Sordini / Carlo

Carrà. Due

In progetto espositivo “Due”, ideato e curato

da Antonio Capaccio, presenta e confronta l’opera

di due artisti alla volta. Questo è il turno

di Ettore Sordini e Carlo Carrà.

Galleria Anna d’Ascanio

fino al 5 gennaio 2011; via del Babuino

29; tel. 06.36001804; www.galleriadascanio.it;

Orario: lu-sa 15.30-19.30

5 /**/••/

Antonio Murrone.

Segnozero

Opere di grande e piccolo formato compongono

la personale di Murrone, segnata dalla

peculiarità di ripetizioni di moduli. La cura è

di Romina Guidelli.

Galleria Bettivò - Horti Lamiani

dall’8 dicembre all’8 gennaio 2011; via

Giovanni Giolitti 163; tel. 06-96527034

5 /**/••/ mappa: FM

Danilo Maestosi

Il titolo della personale di Danilo Maestosi è

“Migrazioni. Appunti di un viaggio infinito”.

Galleria Ca’ d’Oro

fino al 4 dicembre; piazza di Spagna 81;

tel. 06 6796417; www.ca-doro.com

5 /**/••/ mappa: 3

Pietro Finelli.

La parte de los crímenes

Il titolo della mostra è mutuato dal romanzo

apparso postumo di Roberto Bolaño, dal titolo

“2666”, costituito da cinque parti di cui una

è appunto La parte de los crímenes (La parte

dei delitti). Un omaggio alla complessità e poliedricità

di un autore letto e amato che ha

scritto che la “realtà è puro desiderio”. I lavori

esposti in mostra rimandano alla problematicità

del vedere, all’intreccio tra la visibilità e

il mistero, tra l’individualità smarrita e quella

accettata. A Finelli interessa del noir classico

quell’articolazione che approfondisce il rapporto

tra visione e cecità, luce e oscurità. La

radicalità del lavoro compiuto sulle immagini,

nella interpretazione del noir come « visione

morale della vita basata sullo stile», « capace

di risolvere i conflitti in termini visivi e

non tematici » (Paul Schrader), è la cifra lungo

la quale l’arte di Finelli incontra quella delle

immagini del cinema noir, questione interrogante

sul potere delle immagini, affrontata

attraverso e con le immagini.

Galleria Contemporanea

fino al 18 dicembre; vicolo Sugarelli 6;

tel. 346 3044555; www.contemporanearoma.org

5 /**/••/ mappa: 9

Valeria Cademartori.

Entropia

Quarta personale per la pittrice romana alla

galleria Il Gabbiano. Sono presentate le opere

più recenti: dipinti a olio su tela di grandi e

medie dimensioni, legati dal tema dell’archeologia

industriale. Il catalogo ospita un’intervista

di Francesca Barzini all’artista.

Galleria d’arte Il Gabbiano

fino al 31 dicembre; via Della Frezza

51; tel. 06 3227049; www.galleriailgabbiano.com;

Orario: ma-sa 11-14 /

16-19.30

5 /**/••/ mappa: 2

Il cortile di via Margutta 54

oltre a ospitare la Galleria

Francesca Antonacci, è degna

cornice di un diario antico.

I disegni «en plein air» di Anselmo Bucci (Fossombrone, 1887),

sono caratterizzati da colori leggeri, tratti rapidi e guizzi intuitivi che

colgono particolari architettonici ma anche usi e costumi di una Roma

della prima parte del novecento. Sono gli anni tra il 1933 e il

1938, l’artista non tralascia visita o particolare, passeggiata o contemplazione,

per restituire un corpus di una quarantina di opere oggi

presentate per la prima volta al pubblico. Un diario di rara freschezza

e tecnica raffinata spesso accompagnato da note e commenti

che aiutano ad approfondire alcune realtà dell’epoca. I sentieri

indicati nel titolo della mostra sono tutti da scoprire.

❑ R.R.

Anselmo Bucci. «Roma Sentieri Sublimi», fino al 28 gennaio 2011

Galleria Francesca Antonacci, via Margutta 54, tel. 06 45433036;

info@francescaantonacci.com


Le mostre di Roma

dro Trotti, sono esposti i lavori di Alexander

Jakhnagiev, Minya Mikic, Maria Pina Bentivenga,

Ana Laurent, Marco Tamburro.

Galleria della Tartaruga

dal 1 dicembre al 31 gennaio 2011; via

Sistina 85A; tel. 066788956; www.galleriadellatartaruga.com

5 /**/••/ mappa: 3

Señales Rojas 2010

L’IILA, Istituto Italo-Latino Americanon in collaborazione

con la Fondazione Volume! presenta

il secondo appuntamento del ciclo

espositivo ideato e curato da Patricia Rivadeneira,

segretario culturale dell’IILA, e dedicato

alla indagine del concetto di emergenza. La

mostra collettiva presenta le opere di Jota Castro

(Perù), Regina Galindo (Guatemala), Alejandro

Gómez de Tuddo (Messico), María Rosa

Jijón (Ecuador), Emilio Leofreddi (Italia),

Jorge Pineda (Repubblica Dominicana), Manuela

Viera-Gallo (Cile), Camilo Yáñez (Cile).

La mostra, con approccio trasversale al concetto

di allarme sociale, si concentra in particolare

sulla prospettiva del debole, costretto

a divincolarsi tra oppressione, pregiudizio,

aggressione fisica e giochi di potere.

Galleria dell’Istituto Italo-Latino

Americano

fino all’11 dicembre; piazza Benedetto

Cairoli 3; tel. 06 68492009; www.IIla.org;

Orario: lu-sa 15-19

5 /**/••/

Massimo 5mila euro

Un’opera di Mimmo Paladino

esposta presso la Galleria Valentina

Bonomo per «Take Five»

Ossessivamente

La collettiva ospita le opere di Mat Collishaw,

Monica D’Alessandro, Gino De Dominicis,

Giuseppe Desiato, Urs Luthi, Sergio Ragalzi,

Wolgang Stiller, Andreas Zingerle.

Galleria Delloro

fino al 10 dicembre; via del Consolato

10; tel. 06 64760339; www.galleriadelloro.it;

Orario: ma-sa 16.30-19.30

5 /**/••/ mappa: 5

Giosetta Fioroni. Fogli in

forma di libri e altre carte

dedicate a Paul Celan

L’esposizione di Giosetta Fioroni, dedicata a

Paul Celan, poeta nato in Romania nel 1920

e morto a Parigi nel 1970, è composta da 7 libri

d’artista e 4 tavole su carta. Scrive Giosetta

Fioroni: «Per queste mie esili opere (fogli

piegati in forma di libro) ispirati volta a volta

Giunto alla sua quinta edizione ritorna

«Al Ghetto Contemporaneamente»,

con l’evento «Take 5: l’arte

fino a 5.000 euro» organizzato

dalle gallerie Valentina Bonomo,

Edieuropa, Ermanno Tedeschi e Pio

Monti. È una bella e incoraggiante occasione

per avvicinare più pubblico all’arte contemporanea:

in ogni galleria si potranno acquistare opere d’arte selezionate

a prezzi calmierati fino a 5.000 euro. Colonna sonora dell’evento

sarà «Take Five» di Dave Brubeck, nel 1961 come oggi manifesto

del grande Jazz.

❑ Rosa Tinnirello

Valentina Bonomo Roma, via Del Portico D’Ottavia 13, info@galleriabonomo.com

Ermanno Tedeschi Gallery, via Del Portico D’Ottavia 7, info.roma@etgallery.it

Galleria Edieuropa, piazza Cenci 56, edieuropa@tiscali.it

Galleria Pio Monti, piazza Mattei 18, permariemonti@hotmail.com

a un solo verso, a più versi, o al titolo di una

raccolta, ho adoperato, dunque, una serie di

elementi tutti riconoscibili nella loro fisicità,

legno, specchio, piume, sassi, capelli (veri),

aghi di porcospino ecc. Un approccio, oltre

l’idea di leggere, di decifrare, nel tentativo di

avvicinarsi, di…“andare”, toccare, stabilire

un intimo contatto».

Galleria Diagonale

fino al 15 gennaio 2011; via in Caterina

83c; tel. 338.29.84.337; www.ladiagonale.it;

Orario: ma-sa 16 - 20

5 /**/••/ mappa: 9

Michele Melotta.

De forma

La Diagonale presenta una personale di Michele

Melotta, curata da Fabrizio D’Amico. In

mostra 25 sculture in bronzo e 13 sculture in

gesso.

Galleria Diagonale

fino al 4 dicembre; via in Caterina 83c;

tel. 338.29.84.337; www.ladiagonale.it;

Orario: ma-sa 16 - 20

5 /**/••/ mappa: 9

Franco De Courten.

Interni

L’idea di realizzare opere di “Interni”, attraverso

la tecnica del collage, nasce nel percorso

artistico di Franco De Courten nel 1990. Le

ultime due opere, di grandi dimensioni, intitolate

“Interni con Ricordi” sono collage ripartiti

in due lati: uno rappresenta la vita dell’artista

e l’altro riprende il tema cardine di tutta

la mostra, gli “Interni”.

Galleria Giulia

fino al 3 dicembre; via Della Barchetta

13; tel. 06 6861443; www.galleriagiulia.com

5 /**/••/ mappa: 9

Nel Cerchio del Sacro

La rassegna, curata da Robertomaria Siena,

intende investigare i rapporti esistenti fra pittori

e scultori contemporanei e il tema del sacro

e della trascendenza. Tra gli artisti in mostra:

Leonardo Caboni, Venanzio Manciocchi,

Normanno Soscia, Giorgio Dante, Tommaso

Didimo e Lorenzo Romani.

Galleria Incontro d’Arte

fino al 20 gennaio 2011; via del Vantaggio

17/a; tel. 06 3612267

5 /**/••/ mappa: 2

Pablo Rubio. L’identità

frammentata

Il lavoro dell’artista spagnolo Pablo Rubio

(Cordoba, Spagna, 1974) si focalizza sulla ri-

Collezione di Galleria

La collettiva propone un’offerta articolata tra

grandi maestri e giovani meno affermati. Accanto

alle opere di, tra gli altri, Antonio Corpora,

Ennio Calabria, Luigi Montanarini, Sanelaborazione

dei ricordi e della memoria latente,

per preservare un’identità che trema ogni

giorno per l’imminente minaccia della sua

scomparsa. La cura è di Angel Moya Garcia.

Galleria Ingresso Pericoloso

fino al 22 dicembre; via Capo d’Africa

46; tel. 06 45496564; www.ingressopericoloso.com;

Orario: ma-ve 15.30-

19.30

5 /**/••/ mappa: H

Pina Gagliardi.

Tricromia

La personale di Pina Gagliardi è organizzata

in collaborazione con Incontri Internazionali

d’Arte ed è accompagnata da un testo critico

di Marco Tonelli.

Galleria Maria Grazia Del Prete

dal 9 dicembre al 14 febbraio 2011; via

Monserrato 21; tel. 06 68892480;

www.galleriadelprete.com; Orario: luve

11-15 /16-20

5 /**/••/ mappa: 9

Vienna

Peter Weiermair cura la collettiva di alcuni tra

i maggiori protagonisti dell’arte austriaca contemporanea:

Günter Brüs, Maria Bussmann,

Bruno Gironcoli, Franz Graf, Arnulf Rainer,

Werner Reiterer, Erwin Wurm, Michael Ziegler.

La mostra presta particolare attenzione al disegno

e ai lavori su carta, ma dà spazio anche

a un artista come Werner Reiterer che ha creato

appositamente per la galleria un’installazione

interattiva.

Galleria Marie-Laure Fleisch

fino al 10 gennaio 2011; vicolo Sforza

Cesarini 3a; tel. 06 68891936; www.

galleriamlf.com

5 /**/••/ mappa: 5

Francesco Lo Savio.

Progetti 1960

Il medesimo spazio in cui ebbe sede la Galleria

La Salita, che 50 anni fa ospitò la prima

personale di Francesco Lo Savio, dedica ora

all’artista romano un’esposizione incentrata

sulla sua produzione del 1960. Morto a soli

28 anni, Lo Savio è stato uno dei protagonisti

assoluti dell’arte degli anni Sessanta, anticipando

le soluzioni formali del minimalismo.

I sette lavori in esposizione, opere di rarefatta

perfezione formale, sono appena stati

esposti presso il Museo Nacional Centro de

Arte Reina Sofia di Madrid.

Galleria Marino

fino al 10 dicembre; salita di San Sebastianello

16b; tel. 06 69797531

5 /**/••/ mappa: 2

Untitled

La collettiva offre un panorama degli artisti

della Galleria Minima: Arianna Bonamore,

Vito Bongiorno, Daniela Caciagli, Valentina

Crivelli, Danielle Devine, Patricia Mallìa, Cristiana

Pacchiarotti, Mario Tosto, Claire Nelson,

Flavia Dodi, Isabella Fazi.

Galleria Minima Arte

Contemporanea

fino all’8 gennaio 2011; via del Pellegrino

18; tel. 339 3241875; Orario: mave

16-19.30; sa 11-19.30

5 /**/••/ mappa: 9

Isabella Ducrot.

Vasi

Isabella Ducrot espone una serie di disegni

a pastello, creazioni recenti, pensate appositamente

per l’evento. Le opere traggono

ispirazione dalla ceramica antica iraniana. La

mostra è curata da Irmela Heimbächer e Caterina

Manca di Villahermosa.

Galleria Monty & Company

fino all’11 gennaio 2011; via della Madonna

dei Monti 69; tel. 328 7623 389;

www.montyecompany.com; Orario:

ma-sa 16-20

5 /**/••/

Giulio Turcato.

Metamorfosi

Silvia Pegoraro, in collaborazione con L’Archivio

Giulio Turcato di Roma, presenta cinquanta

opere, datate dalla seconda metà degli

anni ’40 all’inizio degli anni ’90 del Novecento:

un percorso attraverso tutta la parabola

creativa dell’artista, dalla figurazione

stilizzante delle prime opere all’astrazione

“informale” dei Reticoli degli anni ’50, alla

geniale creazione delle Superfici lunari degli

anni ’60, dalla giocosa cosmologia di Itinerari

e Arcipelaghi degli anni ’70, al sontuoso

e sensuale luminismo dei Cangianti

(1981-1990).

Galleria Mucciaccia

fino al 15 gennaio 2011; piazza D’Ara

Coeli16; tel. 06 69923801; www.galleriamucciaccia.it;

Orario: lu-sa 10-

13.30/15.30-19.30

5 /**/••/

Michele Letizia.

Non sparate su Hulk

In mostra lavori recenti, in pittura e scultura,

di Michele Letizia.

Galleria Quadrupede

dal 9 dicembre al 5 gennaio 2011; via

S. Giovanni Laterano, 45

5 /**/••/ mappa: FM

16

Nelle sedi private

Duilio Cambellotti

illustratore

Fabio Benzi cura l’esposizione dedicata all’attività

di Cambellotti illustratore. Per la prima

volta sarà riunita l’intera serie delle tempere

originali de Le mille e una notte (1912).Tra le

altre illustrazioni in mostra, quelle appartenenti

al ciclo de Il palio di Siena (1932), la serie

di copertine per la Conquista della terra

(1935-1939), le illustrazione per il Gregorovius

(1948-1950). Un cofanetto in edizione limitata

comprende, oltre al catalogo dell’esposizione,

anche i due cataloghi dedicati a Cambellotti

già pubblicati dalla Galleria Russo nel

2001 e nel 2006.

Galleria Russo

fino al 4 dicembre; via Alibert 20; tel.

06 6789949; www.galleriarusso.com;

Orario: lu 16.30-19.30; ma-sa 10-13 /

16.30-19.30

5 /**/••/ mappa: 3

Pierre Alechinsky

Presentazione di due volumi d’arte accompagnati

da incisioni firmate di Pierre Alechinsky

e altre opere grafiche di grande formato dell’artista.

Galleria Studio S

fino al 15 dicembre; via della Penna

59; tel. 06-3612086; Orario: lu-sa 16-

20, mar-gio-sab 11-13/16-20

5 /**/••/ mappa: B

Flavia Mantovan

“Indulgenza plenaria” è il titolo della personale

di Flavia Mantovan, che espone una serie

di olii su tela.

Galleria Studio S

dal 20 dicembre al 20 gennaio 2011;

via della Penna 59; tel. 06-3612086;

Orario: lu-sa 16-20, mar-gio-sab 11-

13/16-20

5 /**/••/ mappa: B

Francesco Mernini.

Floating Architecture

Gianluca Marziani presenta la personale di

Francesco Menini: 14 tele dipinte a olio che

si completano di un’installazione in marmo di

travertino, appartenenti a un progetto che si

ispira all’architettura razionalista. Nel caso

specifico sono due le fonti iconografiche su

cui ha lavorato l’artista: alcuni edifici, facciate

e colonnate del quartiere romano EUR, oltre

ad alcuni elementi architettonici della marittima

Sabaudia. Floating Architecture riflette

sul carattere storico dell’utopia fascista e

pone seria attenzione al ruolo centrale dell’esoterismo

nel pensiero razionalista. Se da una


17

Nelle sedi private

parte gli ideali del regime tendevano a risolversi

nelle monumentali e fredde architetture,

metafora di un arcaico potere che mirava all’ordine

e al controllo, dall’altra si nascondeva

un’interessante ricerca della forma pura,

quasi primitiva, nella quale l’essere umano

poteva ritrovare se stesso.

Galleria Valentina Moncada

fino al 17 dicembre; via Margutta 54;

tel. 06 3207956; www.valentinamoncada.com;

Orario: lu-sa 10-19

5 /**/••/ mappa: 2

Ugo Ferrero e Marcello

Di Donato. Quinto Elemento

I due artisti presentano cinque opere ciascuno:

si tratta di lavori assolutamente speculari,

nati dall’idea di contrapporre alle iniziali tele

di Ugo Ferrero le composizioni fotografiche,

rigorosamente in bianco e nero, di Marcello

Di Donato che vanno a interagire, a sovrapporsi

e a confrontarsi con i dipinti, nella

comune ricerca di rappresentare i quattro elementi

naturali: terra, aria, fuoco e acqua. La

cura è di Franco Speroni.

Hybrida Contemporanea

dal 10 dicembre al 5 gennaio 2011; via

Reggio Emilia 32; tel. 06 99706573;

www.hybridacontemporanea.it; Orario:

ma-sa 10-20

5 /**/••/ mappa: C

Chris Davis. Fanatic

Il pittore australiano Chris Davis ricostruisce

nelle proprie tele la storia di David Lazzaretti,

figura a metà tra religione e fanatismo che, a

metà dell’Ottocento, predicava un socialismo

mistico utopico.

Hybrida Contemporanea

fino al 7 dicembre; via Reggio Emilia

32; tel. 06 99706573; www.hybridacontemporanea.it;

Orario: ma-sa 10-20

5 /**/••/ mappa: C

Andrea Baruffi.

City Lights

Il Polittico presenta la seconda mostra personale

di Andrea Baruffi a Roma. Per l’occasione

saranno esposti quindici nuovi dipinti, appositamente

realizzati per l’esposizione, nei

quali si dipana, opera dopo opera, una emozionante

dichiarazione d’amore alla città di

New York. La mostra è accompagnata dal centosessantaduesimo

catalogo delle Edizioni Il

Polittico, il numero centotredici della collana

«Gli allegri inventori».

Il Polittico

fino al 1 dicembre; via Dei Banchi

Vecchi 135; tel. 06 6832574; www.

ilpolittico.com; Orario: lu-sa 16-20

5 /**/••/ mappa: 5

Calendario 2011

Dal 1995 è tradizione della galleria dedicare

un’esposizione all’anno al tema del calendario.

Gli artisti partecipanti a questa edizione

sono Alberto Abate, Ubaldo Bartolini, Andrea

Baruffi, Carlo Bertocci, Alberto Gálvez,

Harry Holland, Anna Keen, Luca Morelli, Simone

Piccioni, Lithian Ricci, Salvo Russo,

Angela Volpi. Dalla mostra, curata da Massimo

Caggiano, deriva il calendario dell’anno

2011, appositamente edito e che avrà

funzione di catalogo.

Il Polittico

dal 4 dicembre al 30 gennaio 2011; via

Dei Banchi Vecchi 135; tel. 06

6832574; www.ilpolittico.com; Orario:

lu-sa 16-20

5 /**/••/ mappa: 5

Robert Pan

Realizzata in collaborazione con la Galleria

Goethe di Bolzano, la mostra del quarantenne

altoatesino Robert Pan presenta 15 opere

eseguite, come d’uso nell’artista, a base di

strati di resina artificiale. L’effetto è di cieli e

fitte costellazioni di punti, di spazi della pittura

che si amplificano nella mente di chi

guarda negli “interminati spazi” di leopardiana

memoria. In catalogo testo di Guglielmo

Gigliotti.

Il Segno

dal 9 dicembre al 29 gennaio 2011; via

Capo le Case 4; tel. 06 6791387; www.

galleriailsegno.com; Orario: ma-sa

10.30-13/17-19.30

5 /**/••/ mappa: 7

Afro Burri Capogrossi.

L’ABC della grafica

La LI. Art. e la Fondazione Archivio Afro, in

collaborazione con la Fondazione Archivio

Capogrossi, presenta la mostra che, oltre a

documentare l’attività grafica di Afro, Burri e

Capogrossi, iniziata quasi contemporaneamente

intorno agli anni 1945-1955, ne indaga

la collaborazione con la storica Stamperia

2RC, di Valter Rossi.

L.I.Art

fino al 19 dicembre; viale David Lubin

4; tel. 06 3202673; www.liart.it; Orario:

ma-ve 17-20

5 /**/••/ mappa: B

Carmelo Marchese. Fratelli

d’Italia

In mostra gli olii di grande formato dipinti da

Le mostre di Roma

Nello Giambarresi. A seguire, dal 12 al 26 gennaio

2011, la mostra di Nella Giambarresi

“Omaggio al genio di Ipazia”, tele tipografiche

molli di grandi dimensioni e un libro d’artista.

La Cuba d’Oro

dal 9 dicembre al 22 dicembre; via della

Pelliccia 10; tel. 06 58320342; Orario:

ma-sa 17-20

5 /**/••/ mappa: 13

25 anni con La Nuova

Pesa

La galleria di Simona Marchini compie venticinque

anni. Per festeggiare questo anniversario

lo spazio espositivo ospiterà un ciclo di

mostre (da considerarsi come un’unica mostra

in cinque tappe che copriranno l’intero arco

della stagione), a cura di Laura Cherubinii.

Protagonisti della prima tappa sono gli artisti

Stafano Di Stasio, Marilù Eustachio, Andrea

Fogli, Pietro Fortuna, Felice Levini, H.H.Lim,

Vittorio Messina, Mariano Rossano, Giuseppe

Salvatori, Salvo.

La Nuova Pesa

fino al 7 dicembre; via Del Corso 530;

tel. 06-3610892; Orario: lu-ve 10.30-

13/15.30-19

5 /**/••/ mappa: B

Guardiani e Portatori. Due

ma non Due

L’esposizione raccoglie capolavori dell'arte

africana e opere essenziali di Renato Mambor.

Limen otto9cinque

fino al 15 gennaio 2011; Via Tiburtina

141; tel. 06 97274455; www.limen895.com

5 /**/••/ mappa: FM

Federico Lombardo

Prima personale a Roma per Federico Lombardo:

in mostra la sua più recente produzione,

in cui l’artista utilizza in modo personale

e inusuale la pittura digitale.

Maniero Associazione Culturale

dal 1 dicembre al 31 dicembre; via dell’Arancio

79; tel. 06 68807116; www.

galleriamaniero.it; Orario: ma-sa 16-

20

5 /**/••/ mappa: 2

Danza in Rilievo

Nuovo evento organizzato dallo spazio romano

recentemente inaugurato.

Milluminalistinto interior art design

fino al 10 dicembre; via Angelo Brunetti,

56; tel. 06 32111127; www.milluminalistinto.it

5 /**/••/ mappa: 2

HANNO SCELTO

Nicoletta

Cardano

Storico dell’arte

Patrizia

Rosazza

Ferraris

Direttrice Museo

Praz

Franz

Paludetto

Gallerista

La mostra L’artista Il libro Il museo Il dopo

mostra

«Mauro

Stacciali.

Luoghi

d’esperienza

1972-2009»,

a Volterra

«Odi et amo

di Paolo

Canevari»

alla GNAM

Gino de

Dominicis

al MaXXI, in

particolare per

«Mozzarella in

Carrozza» che

avevo esposto

al Castello

di Rivara

nel 1992

Fujiyama Girls. New sexy

art from Japan

In una società permeata da un erotismo superficiale

a uso e consumo della vendita di

prodotti merceologici, la Mondo Bizzarro

Gallery propone uno sguardo nuovo, fresco

e sincero sul mondo dell’immaginario sessuale.

Junko Mizuno, Makiko Sugawa e Yuka

Yamaguchi sono le protagoniste della

mostra Fujiyama Girls. New Sexy Art from

Japan. Tre artiste giapponesi con una visione

assolutamente personale della sessualità,

autrici di opere dall’aria ingannevolmente

kawaii, realizzate con tre tecniche uniche

e differenti nel genere. Perverse e provoca-

Marcello

Mondazzi,

per la forza,

l’originalità

e il rigore

poetico del suo

lavoro

Ontani, per

il quale non ci

sono parole

Luigi Ontani

Carla Vasio,

«La più grande

anamorfosi

del mondo»,

Palomar: alta

letteratura,

una scrittura

piena che dona

il piacere

di leggere

e di pensare. E

inquietudini

«Scelgo la

notte» di Carlo

Virgilio, un

terribile noir

scritto da un

insospettabile

gallerista

romano

Il catalogo

generale della

Fondazione

Volume!

(1998-2008)

Il MART di

Rovereto, uno

dei più

importanti

musei di arte

contemporanea

Il Museo di

Zoologia in via

Aldrovandi,

straordinario

e sconosciuto

ai più

Il MaXXI

torie, ma dispensatrici di una personalità

travolgente. La cura è di Luisa Montalto.

Mondo Bizzarro Gallery

dal 4 dicembre al 23 gennaio 2011; via

Reggio Emilia 32 c/d; tel. 06 44247451;

www.mondobizzarro.net; Orario: lu-sa

11.30-19.30

5 /**/••/ mappa: FM

Paul Zone. Roaring

Underground of New York

(1972-1977)

Le foto di Paul Zone non mentono: sono

scatti amatoriali, realizzati da quello che all’epoca

era un ragazzo troppo giovane per

Venti minuti

di meditazione

zen, talvolta

trenta. Dipende

da quanto devo

purificarmi per

quello che ho

visto

«Il desiderio

preso per la

coda», in

vicolo della

Palomba,

dietro il Museo

Praz

«Pane e

Formaggio»,

in via di

Ripetta

La persona

Maria Vittoria

Marini Clarelli,

direttrice della

GNAM.

Sa sempre

trovare la

soluzione

migliore come

tecnico, come

direttore e

come persona

Bianca

Attolico,

collezionista

di gran razza

Achille Bonito

Oliva

stare dove stava, e troppo giovane per entrare

a far parte della band del fratello, i The

Fast. Il ruolo dell’escluso non gli piaceva:

meglio quello del fotografo. I Ramones e i

Blondie non si erano ancora costituiti che

Zone già li fotografava, vendendo le foto a

quelle che all’epoca erano le Bibbie dell’underground,

e l’underground quel “posto

sbagliato” dove tutti volevano stare. Pubblicava

su Circus Magazine, Rock Scene e

Andy Warhol’s Interview. Non aveva neanche

diciotto anni.

Mondo Bizzarro Gallery

dal 4 dicembre al 22 dicembre; via Reggio

Emilia 32 c/d; tel. 06 44247451;


Chi e dove a Roma

18

1 2 3 4 A B C

Prati

Parioli Nomentano

D

E

Città del

Vaticano

Centro storico

Esquilino

5 6 7 8

F

Portuense

G

Trastevere

H

Aventino

Le istituzioni

■ F Accademia Americana via Angelo Masina, 5 tel. 06 58461

www.aarome.org ■ B Academia Belgica via Omero, 8 tel. 06

20398631 www.academiabelgica.it ■ B Accademia Danese via Omero,

18 tel. 06 3265931 www.dkinst-rom.dk ■ 3 Accademia di Francia

- Villa Medici viale di Trinità dei Monti tel. 06 6761291 www.villamedici.it

■ B Accademia di Romania piazza Josè de San Martin,

1 tel. 06 3201594 ■ 13 Accademia di Spagna piazza S. Pietro in

Montorio, 3 tel. 06 5812806 www.raer.it ■ 9 Accademia d’Ungheria

Palazzo Falconieri, via Giulia, 1 tel. 06 6889671 accadung@tin.it

■ 7 Accademia Nazionale di San Luca piazza dell’Accademia di

San Luca, 77 tel. 06 6790324 www.accademiadisanluca.it ■ C Accademia

Tedesca via di Villa Massimo, 1 tel. 06 4425931 villamassimo.roma

@katamail.com ■ FM Akkademia dei Prossimali via Alcamo,

4 tel. 06 7014551 www.akkaprossimali.it ■ 10 Area Sacra di Largo

Argentina ■ 10 Archives Legales Amedeo Modigliani - Modigliani

Institut Palazzo Taverna, via di Monte Giordano, 36 tel. 06

98262200, www.modigliani-amedeo.com ■ FM Archivio Centrale

dello Stato piazzale degli Archivi, 27 tel. 06 54548568 www.archivi.beniculturali.it

■ FM Auditorium Parco della Musica Fondazione

Musica per Roma, via Pietro de Coubertin, 30 tel. 06 802411 www.auditorium.com

■ 8 Basilica di Santa Maria degli Angeli piazza Della

Repubblica tel. 06 4880812 www.santamariadegliangeliroma.it ■ 6

Biblioteca Angelica piazza S. Agostino, 8 tel. 06 840801 ■ 3 Biblioteca

Hertziana via Gregoriana, 28 tel. 06 69993227 www.biblhertz.it

■ 9 Biblioteca Vallicelliana piazza della Chiesa Nuova, 18

tel. 06 68802671 ■ B British School at Rome via Gramsci, 61 tel.

06 3264939 www.bsr.ac.uk ■ 11 Camera dei Deputati piazza Monte

Citorio tel. 06 67601 www.camera.it ■ B Casa del Cinema largo

Mastroianni, 1 (Villa Borghese) tel. 06 423601 www.casadelcinema.it

■ E Casa dell’Architettura - Acquario Romano piazza Manfredo

Fanti, 47 tel. 06 97604598 www.casadellarchitettura.it ■ D Casa della

Memoria e della Storia via San Francesco di Sales, 5 tel. 06

6876543 ■ 2 Casa di Goethe via del Corso, 18 tel. 06 32650412

www.casadigoethe.it ■ 3 Casa Museo di De Chirico piazza di Spagna,

31 tel. 06 6796546 ■ B Casina di Raffaello viale della Casina

di Raffaello tel. 06 0608 info@casinadiraffaello.it ■ FM Casino Nobile

di Villa Torlonia via Nomentana, 70 tel. 06 0608 ■ FM Casino

dei Principi - Villa Torlonia via Nomentana, 70 tel. 06 0608 ■ FM

Castello Odescalchi di Bracciano piazza Mazzini, 14 Bracciano

(RM) tel. 06 99802379 ■ FM Centrale Montemartini via Ostiense,

106 tel. 06 0608 ■ FM Civico Museo di Arte Moderna e Contemporanea

piazza Santa Vittoria, 2 tel. 077 4936657 Anticoli Corrado (RM)

■ 5 Chiostro del Bramante-Dart via della Pace, 5 tel. 06 68809036

www.chiostrodelbramante.it ■ 16 Colosseo www.il-colosseo.it ■ 8

Complesso dei Dioscuri al Quirinale via Piacenza, 1 ■ G Complesso

Monumentale di San Michele in Ripa via di San Michele,

25 tel. 06 58434405 ■ D Santo Spirito in Sassia Borgo Santo

Spirito, 12 tel. 06 68352433 ■ 10 Crypta Balbi via delle Botteghe

Oscure, 31 tel. 06 6787804 ■ H Domus Aurea via della Domus Aurea,1

tel. 06 39967700 ■ 6 Ex Convento di Sant'Agostino - Avvocatura

Generale dello Stato via dei Portoghesi, 12 tel. 06 6829370

■ B Explora - Il Museo dei Bambini via Flaminia, 82 tel. 06 3613741

www.mdbr.it ■ 5 Federculture piazza Cavour, 17 tel. 06 32697524

9 10 11 12

13 14 15 16

www.federculture.it ■ FM Fondazione Giuliani via Gustavo Bianchi,

1 tel. 06 80690399 www.fondazionegiuliani.org ■ FM Fondazione Pastificio

Cerere via degli Ausoni, 7 tel. 06 45422960 www.pastificiocerere.it

■ 7 Fondazione Roma Museo del Corso via del Corso,

320 tel. 06 6786209 info@museodelcorso.it ■ D Fondazione Volume!

via S.Francesco di Sales, 86 tel. 06 6892431 www.fondazionevolume.com

■ 16 Foro Romano piazza S.Maria Nova, 53 tel. 06 39967700

■ B Forum Austriaco di cultura viale Bruno Buozzi, 113 ■ C Galleria

Borghese piazzale Scipione Borghese, 5 www.galleriaborghese.it

■ 11 Galleria Colonna via della Pilotta, 17 tel. 06 6784350 www.galleriacolonna.it

■ 13 Galleria Corsini via della Lungara, 10 tel. 06

68802323 www.galleriaborghese.it ■11 Galleria Doria-Pamphilj via

del Corso, 305 tel. 06 6797323 arti.rm@doriapamphilj.it ■ 10 Galleria

Spada Palazzo Spada, vicolo del Polverone, 15/b tel. 06 6874893

www.galleriaborghese.it ■ B Gnam via delle Belle Arti, 131 tel. 06

322981 www.gnam.it ■ FM Istituto centrale per la demoetnoantropologia

piazza G. Marconi, 8 tel. 06 5926148 www.popolari.arti.beniculturali.it

■ 10 Istituto Cervantes piazza Navona, 91-92 tel. 06

8537361 cenrom@cervantes.es ■ B Istituto Giapponese di Cultura

via Gramsci, 74 tel. 06 3227494 www.info@jfroma.it ■ 10 Istituto

Italo Latino Americano piazza Cairoli, 3 tel. 06 6872834; www.iila.org

■ 7 Istituto Nazionale per la Grafica - Calcografia via della

Stamperia, 6 tel. 06 699801454 www.grafica.beniculturali.it ■ 7 Istituto

Nazionale per la Grafica - Palazzo Poli via Poli, 54 tel. 06

69980242 www.grafica.arti.beniculturali.it ■ 2 Istituto Polacco via

Vittoria Colonna, 1 tel. 06 36000723 www.istitutopolacco.it ■ 4 Istituto

Svizzero di Cultura via Liguria, 20 tel. 06 42042209 www.istitutosvizzero.it

■ 3 Keats-Shelley Memorial House piazza di Spagna,

26 tel. 06 678423 ■ C Macro - Museo d’Arte Contemporanea di

Roma via Reggio Emilia, 54 tel. 06 671070400 www.macro.roma.museum

■ FM Macro Future piazza Orazio Giustiniani, 4 tel. 06

671070400 macro@comune.roma.it ■ FM Macro - La Pelanda piazza

Orazio Giustiniani, 4 tel. 060608 ■ FM MaXXI- Museo Nazionale

delle Arti del XXI secolo via Guido Reni, 4/a tel. 06 3210181 infomaxxi@beniculturali.it

■ 11 Mercati di Traiano - Museo dei Fori

Imperiali via IV Novembre, 94 tel. 06 0608 www.mercatiditraiano.it

■ 11 Musei Capitolini piazza del Campidoglio, 1 tel. 06 0608

www.museicapitolini.org ■ 5 Musei di San Salvatore in Lauro piazza

San Salvatore in Lauro, 15 tel. 06 6873842 ■ FM Museo Archeologico

di Villa Adriana via Villa Adriana, 204 Tivoli (RM) ■ 10 Museo

Barracco corso Vittorio Emanuele II, 166/A tel. 06 0608 www.museobarracco.it

■ 4 Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative

via Boncompagni,18 tel. 06 42824074 www.musei.confartigianato.it

■ B Museo Canonica viale P. Canonica, 2 (Villa Borghese)

tel. 06 0608 info@museocanonica.it ■ B Museo Carlo Bilotti - Aranciera

di Villa Borghese via Fiorello La Guardia (Villa Borghese) tel.

06 0608 museo.bilotti@ comune.roma.it ■ 11 Museo Centrale del

Risorgimento via San Pietro in Carcere tel. 06 6780664 ■ 2 Museo

dell’Ara Pacis Lungotevere in Augusta tel. 06 0608 info@arapacis.it

■ FM Museo della Casina delle Civette Villa Torlonia, via Nomentana,

70 tel. 06 44250072 ■ FM Museo della Civiltà romana piazza

Agnelli, 10 tel. 06 0608 ■ FM Museo delle Carrozze d’Epoca

via Millevoi, 693 tel. 06 5073500 info@lecarrozzedepoca.it ■ FM Museo

Venanzo Crocetti via Cassia, 492 tel. 06 33711468 www.museocrocetti.it

■ 11 Museo delle Cere piazza SS. Apostoli, 67 tel. 06

6796482 ■ FM Museo delle Mura via di Porta S. Sebastiano, 18 tel.

06 70475284 www.museodellemuraroma.it ■ FM Museo delle Poste

e Telecomunicazioni viale Europa ang. C.Colombo tel. 06

54442361 museostorico@comunicazioni.it ■ FM Museo degli Strumenti

Musicali piazza S. Croce in Gerusalemme, 9/A tel. 06 32810

www.museostrumentimusicali.it ■ 13 Museo di Roma in Trastevere

piazza S. Egidio, 1/b tel. 06 5816563 www.museodiromaintrastevere.it

■ FM Museo di via Ostiense via R. Persichetti, 3 tel. 06 5743193

■ 14 Museo Ebraico Lungotevere Cenci tel. 06 68400661 info@museoebraico.roma.it

■ B Museo Etrusco di Villa Giulia piazzale Villa

Giulia, 9 tel. 06 3226571 ■ B Museo Hendrik Christian Andersen

via Pasquale Stanislao Mancini, 20 tel. 06 3219089 www.museoandersen.beniculturali.it

■ FM Museo Laboratorio Arte Contemporanea

piazzale Aldo Moro, 5 tel. 06 49910653 www.luxflux.net ■ FM

Museo Manzù via Laurentina km 32,800 (Ardea) tel. 06 9135022

www.museomanzu.beniculturali.it ■ 5 Museo Mario Praz via Zanardelli,

1 tel. 06 6861089 www.museopraz.beniculturali.it ■ 5 Museo Napoleonico

piazza di ponte Umberto, 1 tel. 06 68806286 www.museonapoleonico.it

■ E Museo Nazionale di Arte Orientale via Merulana,

248 tel. 06 46974850 www.museorientale.it ■ FM Museo Nazionale

dell’Alto Medioevo viale Lincoln, 3 tel. 06 54228199 ■ FM

Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari piazza Marconi

tel. 06 5926148 www.popolari.arti.beniculturali.it ■ 5 Museo Nazionale

di Castel Sant’Angelo e Mausoleo di Adriano Lungotevere

Castello tel. 06 6819111 www.castelsantangelo.com ■ C Museo

Numismatico della Zecca Ministero del Tesoro, via XX Settembre,

97 tel. 06 47613317 www.museozecca.ipzs.it ■ FM Museo Pigorini

piazza Guglielmo Marconi, 14 tel. 06 54952310 smn-pe@beniculturali.it

■ 5 Museo San Giovanni de’ Fiorentini via Acciaioli, 2 (Chiesa di

S.Giovanni de’ Fiorentini) tel. 06 6870886 ■ FM Musei Vaticani viale

Vaticano tel. 06 69884947 ■ E Museo Storico della Basilica di

Santa Maria Maggiore via Liberiana, 27 tel. 06 483058 ■ 6 Palazzo

Altemps (Museo nazionale Romano) piazza Santa Apollinare tel.

06 39967700 archeoroma.beniculturali.it ■ 8 Palazzo Barberini (Galleria

nazionale Arte Antica) via delle Quattro Fontane, 13 www.galleriaborghese.it

■ 10 Palazzo Braschi piazza San Pantaleo, 10 tel. 06

0608 museodiroma@comune.roma.it ■ 10 Palazzo della Cancelleria

piazza della Cancelleria, tel. 06 98260929 ■ 8 Palazzo delle Esposizioni

via Nazionale, 194 tel. 06 39967500, www.palazzoesposizioni.it

■ 6 Palazzo Incontro via dei Prefetti, 22 www.provincia.roma.it

■ E Palazzo Massimo alle Terme (Museo nazionale Romano)

largo di Villa Peretti,1 tel. 06 39967700 ■ 7 Palazzo Poli via della

Stamperia, 6 tel. 06 69980242 www.grafica.beniculturali.it ■ 6 Palazzo

Ruspoli Fondazione Memmo via del Corso, 418 tel. 06 6874704

www.palazzoruspoli.it ■ 11 Palazzo Venezia via del Plebiscito,118

tel. 06 69994319 museopalazzovenezia@tiscalinet.it ■ FM Planetario

di Roma piazza Agnelli, 10 tel. 06 0608 ■ FM Rifugio Antiaereo

del Palazzo degli Uffici dell’Eur piazzale Konrad Adenauer, 8

tel 06 54252213 ■ 15 Sala Santa Rita via Montanara, 8 tel. 06

67105568, www.salasantarita.culturaroma.it ■ 11 Scuderie del Quirinale

via XXIV Maggio tel. 06 39967500 www.scuderiequirinale.it ■ B

Temple University Rome Lungotevere Arnaldo da Brescia tel. 06

3202808 www.temple.edu ■ E Terme di Diocleziano via E. de Nicola

tel. 06 4880530 ■ FM Villa d’Este piazza Trento, 1 Tivoli (RM)

■ F Casa dei Teatri largo 3 Giugno 1849 www.culturaroma.it ■ FM

Università Luiss viale Romania, 32 tel. 06 45449604 www.luiss.it ■

11 Vittoriano piazza Ara Coeli, 1 tel. 06 6780664

Le gallerie private

■ 7 6° Senso Art Gallery via dei Maroniti, 13-15 tel. 06 69921131

■ FM 26cc via Castruccio Castracane, 28 tel. 06 98182991

www.26cc.org ■ FM 420 Circonvallazione gianicolense, 420 tel. 340-

0645590 420.contattaci@gmail.com ■ 5 A.A.M. Architettura Arte

Moderna via dei Banchi Vecchi, 61 Tel 06.68.30.75.37 info@aamgalleria.it

■ FM Abitart Hotel via Pellegrino Matteucci, 10/20 ■ 1 Adele

C studio via G.G. Belli, 21 tel. 06 45540705 ■ 12 AG Arte Contemporanea,

via Panisperna, 222 /a tel. 338 8104448 ■ 9 Aka via dei

Cartari, 11 tel. 06 6382335 ■ H All Arts Learning Istitute via San

Giovanni in Laterano, 203 tel. 06 77591230 ■ 9 Altri Lavori in Corso

vicolo del Governo Vecchio, 7 tel. 06 6861719 info@altrilavoriincorso.com

■ 13 Galleria André via Giulia, 175 tel. 06 861875 www.andrearte.it

■ B AOC F 58 via Flaminia, 58 tel. 06 3200317 ■ E Arch Art

& Jewels via Giovanni Lanza, 91a tel. 06 45471695 ■ 2 L’Archimede

Contemporary via del Fiume, 10b tel. 06 32609340 www.larchimede.com

■ 6 Archivio Crispolti via Ripetta, 130-133 tel. 06

6873390 ■ F Arte Profumi via Natale del Grande, 5 tel. 06 5810431

info@arteprofumi.it ■ 9 Arte 21 via de’ Cappellari, 120 tel. 06 6878419

www.arte21.it ■ FM Art Forum Wuerth viale della Buona Fortuna, 2

Capena (RM) tel. 06 90103800 ■ 5 Artificio vicolo della Campanella,

4 tel. 06 96847559 www.spazioartificio.info spazioartificio@

gmail.com ■ 12 Ashanti®Galleria via del Boschetto, 137 tel. 06

4884203 www.ashantigalleria.com ■ 13 Ass. Cult. La Cuba d’Oro

via della Pelliccia, 10 tel. 06 58320342 ■ 9 Ass. Culturale ESTHIA

via di San Francesco di Sales, 1c tel. 06 9761331 ■ B Associazione

L.I.Art via D. Lubin, 4 tel. 06 3202673 www.liart.it ■ 2 Associazione

Mara Coccia via del Vantaggio, 46a tel. 06 3224434 maracoccia7

@gmail.com www.maracoccia.com ■ FM Associazione Micro via

Monte Testaccio, 34a tel. 06 45494495 ■ 12 Associazione Senza Titolo

via Panisperna, 100 tel. 06 4824389 ■ 13 B-Gallery piazza Santa

Cecilia, 16 tel. 06 58334365 info@b-gallery.it www.b-gallery.it ■ 10

Galleria Alessandra Bonomo via del Gesù, 62 tel. 06 69925858

www.bonomo gallery.com ■ 14 Valentina Bonomo via del Portico

d’Ottavia, 13 tel. 06 6832766 ■ FM Brancolini Grimaldi Arte Contemporanea

via dei Tre Orologi, 6/a tel. 06 80693100 info@brancolinigrimaldi.com

■ FM Caffè Letterario via Ostiense, 83/95 ■ 9 Cantine

B.O.X. vicolo Sugarelli, 18 ■ D C.a.o.s.-Cultural Artist Open-

Space via della Conciliazione, 24 tel. 06 68309540 info@caos2004.com

■ A Centro Luigi di Sarro via Paolo Emilio, 28 tel. 06 3243513 centroluigidisarro@gmail.com

■ 7 Casa d’Arte Ulisse via dei Due Macelli,

82 tel. 06 69380569 info@casadarteulisse.com ■ FM Centro per

le Arti e le Culture Mocobo via P. Matteucci, 98 tel. 06 5747503

www.mocobo.com ■ 10 Centro Studi Cappella Orsini via Grotta

Pinta, 21 tel. 06 6877965 www.cappellaorsini.it ■ 10 Change+Partner

Contemporary Art via di S.Chiara tel. 06 6833599 change.partner@katamail.com

■ 9 Changing Role vicolo del Bollo, 13 tel. 06

83507085 ■ 10 Chiari via Santa Maria del Pianto, 56 tel. 06 68139454

■ FM C02 Contemporary Art via Piave, 66 tel. 06 45471209

www.co2gallery.com ■ FM Cinecittàdue viale Palmiro Togliatti, 2 tel.

06 7220910 www.cinecittadue.com ■ 5 Circus via della Vetrina, 15 tel.

338-5269371 ■ FM Colibrì arte via Suor Maria Mazzarello, 43 tel. 06

785331 cell. 377-1216047 ■ FM Collezionando Gallery via Monti

di Creta, 55 tel. 06 6624970 collezionandogallery@hotmail.it ■ 9 Container

via dei Cappellari, 21 tel. 06 87450491 ■ 6 Contarte piazza

della Maddalena, 2 tel. 06 68392081 www.contarte.com ■ FM Contienearte

via Magnaghi ■ FM Il Corniciaio di Giovanni Guarino via

G. D. dei Vecchi Pieralice, 16 tel. 06 630840 ■ C Cortese & Lisanti

via Garigliano, 29 tel. 06 8559630 www.corteselisanti.com ■ 6 Dandrieu

- Giovagnoni via del Colleggio Capranica, 9-10 tel. 06 69190742

www.dandrieugiovagnoni.com ■ 2 De Crescenzo & Viesti Galleria

d’Arte Contemporanea via Ferdinando di Savoia, 2 tel. 06

95226414/15 www.decrescenzoeviesti.com ■ 12 degliZingari Gallery

Via degli Zingari 52/54 tel. 06 89538915 www.deglizingari.it ■ 8

Doozo via Palermo, 51 tel. 06 4815655 www.doozo.it ■ 9 Dora Diamanti

Arte Contemporanea via del Pellegrino, 60 tel. 06 68804574

www.doradiamanti.it ■ FM Dorothy Circus Gallery via Nuoro, 17 tel.

06 7021179 info@dorothycircusgallery.com ■ FM Edarcom Europa

via Macedonia, 16 tel. 06 7802620 www.edarcom.it ■ 13 Edicola Notte

vicolo del Cinque, 23 tel. 06 4463648 www.edicolanotte.com ■ 14

Edieuropa Qui Arte Contemporanea p.zza dei Cenci, 56 tel. 06

3220555 edieuropa@tiscali.it ■ 2 Emme Otto via Margutta, 8 tel. 06

3216540 ■ C Endemica Arte Contemporanea via Mantova, 14 tel.

06 44291919 www.endemica.it ■ 14 Ermanno Tedeschi Gallery via

Portico d’Ottavia, 7 tel. 06 45551063 www.etgallery.it ■ FM Estile via

Chiana, 15 tel. 06 8555337 ■ D Ex Elettrofonica vicolo Sant’Onofrio,

10-11 tel. 06 64760163 ■ G Ex Gil largo Ascianghi, 4-5 tel. 06 54252249

■ D Extraspazio via San Francesco di Sales, 16/a tel. 06 68210655

www.extraspazio.it ■ FM Fabrica via Girolamo Savonarola, 8 tel. 06

39725514 ■ 5 Federica Schiavo Gallery piazza Di Montevecchio,

16 tel. 06 45432028 www.federicaschiavo.com ■ 6 Ugo Ferranti via

de’ Soldati, 25 tel. 06 68802146 ugo_ferranti@libero.it ■ 2 Fidia Arte

Moderna via A. Brunetti, 49 tel. 06 3612051 www.artefidia.com ■ 2

First Gallery via Margutta, 14 tel. 06 3230673 ■ 10 Fondazione

Marco Besso largo di Torre Argentina, 11 tel. 06 6865611 ■ FM Fondazione

Guastalla viale Regina Margherita, 262 tel. 06 45421343

www.fondazioneguastalla.com ■ 5 Fondazione Adriano Olivetti via

Zanardelli, 34 tel. 06 6877054 www.fondazioneadrianoolivetti.it ■ 7 Gagosian

Gallery via Francesco Crispi, 16 tel. 06 42086498 www.gagosian.com

■ 5 Galleria 196 via dei Coronari, 194 tel. 06 6892472,

www.galleria196.it ■ FM Galleria 1:1 Projects piazza Scipione Ammirato,

1c cell. 335-6693417 info@1to1projects.org ■ 9 Galleria Artsinergy

via dei Cartari, 9 tel. 06 83512663 www.artsinergy.it ■ 2 Galleria

Francesca Antonacci via Margutta, 54 tel. 06 45433036 ■ 5

Galleria A1 Arte Contemporanea vicolo delle Vacche, 20-21 ■ 6

Galleria Carlo Maria Biagiarelli piazza Capranica, 97 tel. 06

6784987 ■ 10 Galleria Chiari via di Santa Maria del Pianto, 56 tel.


19

Chi e dove a Roma

Come fai se il Giornale non ce l’hai?

«IL GIORNALE DELL’ARTE»

06 68139454 www.galleriachiari.com ■ 2 Galleria Anna D’Ascanio

via del Babuino, 29 tel. 06 36001804 www.galleriadascanio.it ■ 3 Galleria

Augusto Consorti via Margutta, 52a tel. 06 3614053 www.galleriaconsorti.it

■ 3 Galleria Cà D’Oro piazza di Spagna, 81 tel. 06

6796417 www.ca-doro.com ■ C Galleria Cassiopea via Basento, 24

tel. 06 8416474 www.cassiopeaitalia.org ■ 2 Galleria D’Arte Marchetti

via Margutta, 32 tel. 06 3204863 www.artemarchetti.it ■ 9 Galleria

Cesare Manzo vicolo del Governo Vecchio, 8 tel. 06 97606054

www.galleriamanzo.it ■ 2 Galleria Crispi via Vittoria, 74 tel. 06

83503432 ■ 2 Galleria d’Arte Il Gabbiano via della Frezza, 51 tel.

06 3227049 ■ 3 Galleria d’Arte Il Saggiatore via Margutta, 83/b

tel. 06 3207709 carola.gugi@alice.it ■ 5 Galleria d’Arte Michelangelo

via Giovanni Giraud, 6 tel. 06 68193261 www.galleriamichelangelo.com

■ 6 Galleria dei Soldati via dei Soldati, 20/27 tel. 06 687561

■ 2 Galleria Del Cortile, Archivio Sante Monachesi via del Babuino,

51 tel. 06 3234475 galleriadelcortile@yahoo.it ■ 6Galleria dell’Istituto

Portoghese di Sant’Antonio via dei Portoghesi, 6 tel. 06

68802496 ■ 5 Galleria Delloro via del Consolato, 10 tel. 06 64760339

■ 5 Galleria dell’Orologio via degli Orsini, 32 tel. 06 97616214 ■

1 Galleria De Nisi via Marianna Dionigi, 43 tel. 06 3232868 ■ 13

Galleria 12-13 via Garibaldi, 12/13 tel. 338 7797048 annalisa

pozzi@alice.it ■ 3 Galleria della Tartaruga via Sistina, 85a tel. 06

6788956 ■ 2 Galleria Erica Fiorentini via Margutta, 17 tel. 06

3219968 ■ 9 Galleria Diagonale via in Caterina, 83c tel. 06 68300482

ladiagonale@ladiagonale.it www.ladiagonale.it ■ 10 Galleria La Pigna

via della Pigna, 13a tel. 06 6781525 ■ 2 Galleria Margutta 9

via Margutta, 53b tel. 06 3614006 ■ 3 Galleria F. Russo via Alibert,

20 tel. 06 6789949 ■ 12 Galleria Fondaco via degli Zingari, 37 tel.

06 4873050 info@fondaconet.it ■ 6 Galleria Fontanella Borghese

via Fontanella Borghese, 31 tel. 06 6873741 ■ 5 Galleria Deviforme

via dei Coronari, 32 tel. 06 6872026, ■ FM Galleria Gallerati via

Apuania, 55 tel. 06 44258243 ■ 5 Galleria Gemini srl via dei Coronari,

145 tel. 06 97273002 cell. 328-6628916 ■ 9 Galleria Giga via

del Governo Vecchio, 43-43a tel. 06 87440940 ■ 2 Galleria Giovanni

di Summa via del Fiume, 10 tel. 06 3230590 www.giovannidi

summa.it ■ 9 Galleria Giulia via della Barchetta, 13 tel. 06 6861443

info@galleriagiulia.com ■ H Galleria Gutenberg al Colosseo via

di San Giovanni in Laterano, 110-112 tel. 06 77208831 gutenberg@fastwebnet.it

■ 12 Galleria Il Bulino via Urbana, 148 tel. 06 4742351 ilbulino@libero.it

■ 2 Galleria Italarte via delle Colonnette, 20 ■ 6

Galleria LAC - Libera Arte Contemporanea via del Teatro Pace, 3

tel. 06 68301685 www.liberaartecontemporanea.it ■ 2 Galleria La Nuvola

via Margutta, 51/a e 62/a tel. 06 36005158 www.gallerialanuvola.it

■ 2 Galleria La Vetrata via Gesù e Maria, 23 tel. 06 36006854 ■ 2

Galleria L’Indicatore via delle Colonnette, 20 tel. 06 3221547 ■ 12

Galleria Lombardi via Urbana, 8a tel. 06 4744143 ■ D Galleria Lorcan

O’Neill via orti d’Alibert, 1e tel. 06 68892980 mail@lorcan

oneill.com ■ 5 Galleria Luxardo via Tor di Nona, 39 tel. 06 68308555

www.gallerialuxardo.com ■ 9 Galleria Maria Grazia del Prete via

di Monserrato, 21 tel. 06 68892480 www.galleriadelprete.com ■ 5 Galleria

Marie-Laure Fleisch vicolo Sforza Cesarini, 3a www.galleriafleisch.com

■ 3 Galleria Marino piazza di Spagna, 9 e Salita di San

Sebastianello, 16/B tel. 06 6789138 06 69797531 www.galleria

marino.com ■ 9 Galleria Minima arte contemporanea via del Pellegrino,

8 cell. 339-3241875 galleriaminima@ hotmail.it ■ 12 Galleria

Monty & Company via della Madonna dei Monti, 69 ■ 11 Galleria

Mucciaccia piazza Ara Coeli, 16 tel. 06 69923801 www.galleriamucciaccia.it

■ 10 Galleria Oddi Baglioni via Monterone, 2 tel.

06 6795767 galleriaoddibaglioni@libero.it ■ 12 Galleria Otto via Cimarra,

12 tel. 06 47824521 www.galleriaotto.com ■ 5 Galleria 9 via

della Vetrina, 9 tel. 06 68192277 info@galleriavetrina.it ■ FM Galleria

Pancaldi via Antonio Serra, 78 tel. 06 3336798 www.pancaldi

arte.com ■ 5 Galleria Recta via dei Coronari, 140 tel. 06 68808387

info@galleriarecta.it www.galleriarecta.it ■ 6 Galleria Roberto Giustini

via dell’Orso, 72 tel. 06 68135013 galleriaroberto

giustini@gmail.com ■ H Galleria S.A.L.E.S. via dei Querceti, 4/5 tel.

06 77591122 www.galleriasales.it ■ 9 Galleria Sisters via dei Banchi

Vecchi, 143 tel. 06 6878497 www.sistersinart.it ■ C Galleria SMAC

via Velletri, 30 tel. 06 64780359 ■ FM Galleria della Scuola Romana

di Fotografia via degli Ausoni, 76 tel. 06 4957245 ■ 5 Galleria

Studio Legale via della Vetrina, 9 tel. 06 68192277 www.galleriastudiolegale.it

■ 13 Galleria Studio Logos via Dei Fienaroli, 10 tel. 06

52997325 studiologos@iname.com ■ 8 Galleria Tondinelli via delle

Quattro fontane, 128a tel. 06 4744300 www.galleriatondinelli.it

■ C Galleria Traghetto via Reggio Emilia, 25-27 tel. 06 44291074

www.galleriatraghetto.it ■ 2 Galleria Valentina Moncada via Margutta,

54 tel. 06 3207956 www.valentinamoncada.com ■ 2 Galleria

Vangelli via Margutta, 35 ■ 6 Galleria Carlo Virgilio via della Lupa,

10 tel. 06 6871093 ■ 3 Galleria Vittoria via Margutta, 103 tel. 06

36001878 ■ 6 Gallerja via della Lupa, 24 tel. 06 68801662 www.gallerja.it

■ FM Gard via dei Conciatori, 3 tel. 06 5759475 ■ D Giacomo

Guidi Arte Contemporanea vicolo S. Onofrio, 22/23 tel. 06

96043003 ■ 5 Giardino Segreto via di Panico, 6 ■ C Hybrida Arte

Contemporanea via Reggio Emilia, 32 tel. 06 99706573 www.hybridacontemporanea.it

■ 2 Hofficina d’Arte via del Vantaggio, 3 tel. 06

3236208 www.hofficinadarte.com ■ FM Horti Lamiani-Bettivò via

Giolitti,163 tel. 06 4460292 ■ 2 Il Canovaccio via delle Colonnette,

27 tel. 06 3227162 ■ AA Il Cedro 26 vicolo del Cedro, 26 tel. 06

58335299 ■ 3 Il Margutta RistoArte via Margutta, 118 ■ 2 Il Narciso

via Laurina, 26 tel. 06 3207700 www.galleriailnarciso.it ■ 5 Il Polittico

via dei Banchi Vecchi, 135 tel. 06 6832574 www.ilpolittico.com

■ 9 Il Ponte Contemporanea via di Monserrato, 23 tel. 06 66801351

www.ilpontecontemporanea.com ■ 7 Il Segno via Capo le Case, 4 tel.

06 6791387 www.galleriailsegno.com ■ FM Il Sole Arte Contemporanea

via Nomentana, 169 tel. 06 4404940 info@galleriailsole.it ■ 10

Il Trittico Arte piazza dei Satiri, 51 tel. 3382189725 ■ 5 Incontri Internazionali

d’Arte - Palazzo Taverna via Monte Giordano ■ 2 Incontro

d’Arte via del Vantaggio, 17a tel. 06 3612267 info@incontrodarte.com

■ H Ingresso Pericoloso via Capo d’Africa, 46 tel. 06

45496564 posta@ingressopericoloso.com ■ 5 Interno Ventidue Arte

Contemporanea via di Monte Giordano, 36 tel. 06 81909377

www.interno22.com ■ FM Laboratorio Fotografico Corsetti via

dei Piceni, 5/7 tel. 06 64503493 ■ B La Borgognona via del Corso

525, tel. 06 3610258 ■ 9 L’Acquario via Giulia, 178 tel. 06 68134613

www.galleriaacquario.it ■ 10 L’Attico via del Paradiso, 41 tel. 06

6869846 info@fabiosargentini.it ■ B La Nuova Pesa via del Corso,

530 tel. 06 3610892 nuovapesa@farm.it ■ FM La Nube di Oort via

Principe Eugenio, 60 cell. 338-3387824 stanescu@alice.it ■ 9 La Porta

Blu Gallery, Arco degli Acetari, 40 tel. 06 6874822 www.laportablu.it

■ 10 Le Opere via di Monte Giordano, 27 tel. 06 83607069 info@gallerialeopere.it

www.gallerialeopere.it ■ B Liart - Laboratorio Incontri

d’Arte via David Lubin, 4 tel. 06 3202673 www.liart.it ■ 10 Libreria

Galleria Il Museo del Louvre via della Reginella, 26/28 tel. 06

68807725 www.ilmuseodellouvre.com ■ 6 Libreria Montecitorio

piazza di Montecitorio, 59 tel. 06 6781103 ■ FM Limen 895 via Tiburtina,

141 tel. 06 94518387 info@limen895.com www.limen895.com ■

9 Lipanjepuntin Artecontemporanea via di Montoro, 10 tel. 06

68307780 ■ FM Loto Arte via Civinini tel. 06 36006879 info@lotodesign.com

■ C L’Union Arte Contemporanea via Reggio Emilia,

32a tel. 06 99706573 ■ 6 Magazzino d’Arte Moderna via dei Prefetti,

17 tel. 06 66875951 info@magazzinoartemoderna.com ■ 12 Magazzino

Le Gallinelle - Ex Convento via Panisperna, 61 tel. 06

6892431 sabrinanucci@fondazione-volume.com ■ FM Mandeep

Photography and Beyond viale dello Scalo San Lorenzo, 55 tel. 06

43419054 www.mandeep.it ■ 2 Maniero Associazione Culturale

via dell’Arancio, 79 tel. 06 68807116 galleriamaniero@fastwebnet.it ■

A Mario Esdra via Vodice, 9-11 tel. 06 3728316 esdra@email.it ■ D

Marte vicolo del Farinone, 32 tel. 06 97602788 galleria@martegalleria.com

■ D Mascherino via del Mascherino, 2 tel. 06 68803820

■ FM Massi Studio D’arte via Val D’Ossola, 34 338 3450698 ■ 2

Milluminalistinto interior art design via Angelo Brunetti, 56 tel. 06

32111127 www.milluminalistinto.it skype: milluminalistinto ■ F Mondo

Bizzarro Gallery via Reggio Emilia, 32/c tel. 06 44247451 ■ 6

Mondo Pop via dei Greci, 30 tel. 06 36005117 ■ 9 Monitor Video

& Contemporary Art via Sforza Cesarini, 43/44 tel. 06 39378024 monitor@monitoronline.org

■ FM Monocromo Art Gallery viale Parioli,

39 tel. 06 80692475 info@monocromo.it ■ 2 Monogramma Arte

Contemporanea via Margutta, 57 tel. 06 32655574 monogramma

@virgilio.it ■ E Motelsalieri via Giovanni Lanza, 162 tel. 06 48989966

www.motelsalieri.org ■ 10 Navona 42 piazza Navona, 42 tel. 06

6873782 ■ 12 Neo Art Gallery via Urbana, 122 tel. 06 4740795

www.neoartgallery.it ■ FM Nomas Foundation viale Somalia, 33 tel.

06 86398381 ■ FM Officina 14 via Chiana, 14 tel. 06 85356404 officinaquattordici@libero.it

■ B Officina d’Arte al Borghetto piazza

della Marina, 27 ■ FM Officine Fotografiche Associazione Culturale

via Casale de Merode, 17 tel. 06 5125019 www.officinefotografiche.it

■ 2 One Piece Contemporary Art via Margutta, 85 tel. 06

3244575 onepieceart@libero.it ■ FM Opificio via dei Magazzini generali,

20a tel. 06 455553000 ■ B Oredaria Arti Contemporanee

via Reggio Emilia, 22-24 tel. 06 97601689 info@oredaria.it ■ FM Franz

Paludetto via degli Ausoni, 18 tel. 327 7570404 www.franz

paludetto.com ■ 13 Pentart vicolo del Cinque, 14 cell. 333-4088364

■ 13 Passaggio Segreto vicolo del Cinque, 22/a tel. 06 6861719 ■

FM Photography Gallery via San Lorenzo da Brindisi, 10 tel. 06

97848038 ■ 9 Pian de’ Giullari - Ass. per la regolarità via dei

Cappellari, 49 tel. 06 68300299 ■ FM Pino Casagrande via degli Ausoni,

7/A tel. 06 4463480 gallcasagrande@alice.it ■ 10 Pio Monti Arte

Contemporanea piazza Mattei, 18 tel. 06 68210744 permariemonti@hotmail.com

■ FM RAM - Radioartemobile via Conte Verde, 15

tel. 06 44704249 ■ 9 Ricerca d’arte via di Monserrato, 121a tel. 06

6893728 ■ 11 Romberg arte contemporanea piazza de’ Ricci, 127-

128 tel. 06 68806377 www.romberg.it ■ FM Romaest via Collatina,

Centro Commerciale Romaest tel. 320-2305860 ■ 6 Rosso20sette

via d’Ascanio, 27 tel. 06 68193237 www.rosso27.com ■ 2 RR Ragot

Restelli via Margutta, 71 tel. 06 32506875 f.restelli@fastwebnet.it ■

FM Rufart Gallery via Benaco, 2 tel. 06 85865917 ■ FM Sala 1 piazza

di Porta S.Giovanni, 10 tel. 06 7008691 salauno@salauno.com ■ C

Segni mutanti via Velletri, 30 tel. 06 64780359 www.segnimutanti.it

■ 5 Simone Aleandri arte moderna via dei Coronari, 146 cell. 347-

6309520 ■ 3 Shenker Culture Club piazza di Spagna, 66 tel. 06

684468 ■ 5 Sinopia Laboratori via dei Banchi Nuovi, 21a tel. 06 4549

3845 www.sinopialaboratori.it ■ 6 Spazio Nuovo via d'Ascanio, 20

tel. 06.89572855 www.spazionuovo.net ■ D S. T. Fotolibreria Galleria

via degli Ombrellari, 25 tel. 06 64760105 www.stsenzatitolo.it ■

B Studio 5 via della Penna, 59 tel. 06 3612086 ■ 3 Studio Angeletti

via Gregoriana, 5 tel. 06 6791537 st.angeletti@dada.it ■ FM Studio

d’Arte via di Vigna Fabbri, 8r cell. 340-3406974 emanuelaalfieri@interfree.it

■ 2 Studio d’Arte Campaiola via Margutta, 28/29 tel. 06

85304622 info@campaiola.it ■ FM Studio d’Arte Caronte via Baratta,

16 cell. 334-9296126 ■ FM Studio d’Arte Fuori Centro via

Inviando questo coupon in casa editrice riceverete un numero in omaggio

NOME E COGNOME

INDIRIZZO

CITTÀ CAP PROV.

PROFESSIONE

TEL.

DATA

Ercole Bombelli, 22 tel. 06 5578101 www.artefuoricentro.it ■ 2 Studio

DR - Spazio Visivo via Angelo Brunetti, 43 tel. 06 3612055 www.studiodr-arte.com

■ FM Galleria studio legale viale Regina Margherita,

158 tel. 06 60650809 www.galleria studiolegale.it gslegale@tin.it ■ 1

Studio Matteo Boetti via G.G. Belli, 27 tel. 06 47824613 www.arteautoricambi.it

■ B Studio Or via Pisanelli, 4 tel. 06 89015233 ■ FM Studio.Ra

Contemporanea via Bartolomeo Platina, 1f tel. 06 45495639

www.studiora.eu ■ B Studio S - Artecontemporanea via della Penna,

59 tel. 06 3612086 ■ 2 Studio San Giacomo via di San Giacomo,

14 tel. 06 36005583 www.oldmasterdrawings.it ■ 5 Studio Soligo piazza

Sforza Cesarini tel. 06 32609174 ■ D Studio Stefania Miscetti via

delle Mantellate, 14 tel. 06 68805880 mistef@iol.it ■ FM Studio Tiepolo

38 via Tiepolo, 38 tel. 335-8310878 ■ 5 Studio Trisorio vicolo

delle Vacche, 12 tel. 06 68136189 roma@studiotrisorio.com ■ 9 Tarshito

Studio via dei Cappellari, 88 tel. 335-5341129 ■ C Tartaglia Arte

via XX Settembre, 98c-d tel. 06 4884234 ■ 9 The Gallery Apart via

di Monserrato, 40 / via della Barchetta, 11 tel. 06 68809863 www.thegalleryapart.it

■ 3 Todi via Margutta, 103 tel. 06 36001878 ■ FM Tralevolte

piazza di Porta S. Giovanni, 10 tel. 06 70491663 www.tralevolte.org

■ A Trillipan via Cola di Rienzo, 297 tel. 06 39737261 www.trillipan.com

■ 7 Ulisse Gallery Contemporary Art via dei due Macelli, 82 tel. 06

69380596 ■ 10 1/9Unosunove via degli Specchi, 20 tel. 06 97613696

■ 5 V.M.21 Arte Contemporanea via della Vetrina, 21 tel. 06

68891365 www.vm21contemporanea.com ■ 11 VerArte via del Plebiscito,

107 ■ B Villa Strohl Fern via di Villa Ruffo, 31 Studio n. 12 cell.

339-2036276 ■ 2 Volos via Margutta, 84 tel. 06 6875176 ebomba@tiscalinet.it

■ FM Whitecubealpigneto via Braccio da Montone, 93 tel.

334 2906204 www.whitecubealpignetosplinder.com ■ FM Wunderkammern

via Gabrio Serbelloni, 124 ■ H z2o Galleria Sara Zanin

via dei Querceti, 6 tel. 06 70452261 info@z2ogalleria.it

Andare per antiquari

■ 3 1900 via Vittoria, 37 tel. 06 36002201 ■ FM A & B via di Torre

Annunziatella, 3 tel. 06 33661778 www.aebroma.it, info@aebroma.it

■ 10 Aldegaa corso Vittorio Emanuele II, 21 tel. 06 6789416 ■ FM

Anglicana Aste via F. Fuga, 1/C tel. 06 3230057 ■ 2 Antica Galleria

Sprovieri via dei Greci, 29 tel. 06 3212738 filipposprovieri@tiscalinet.it

■ 2 Antichità di Cocozza Roberto via Margutta, 52 tel. 06

3207649 r.cocozza@tiscalinet.it ■ 10 Antichità Berardi corso Rinascimento,

9 tel. 06 6877109 ■ 2 Antichità Berger e Marletta

via Margutta, 69 tel. 06 3212400 ■ 5 Antichità Martini via dei Coronari,

232 tel. 06 6873262 ■ 5 Antichità Verdini via Zanardelli,

22 tel. 06 6861850 ■ FM Anticuus via Gregorio VII, 408 tel. 06

6628147 ■ 5 Antiqua Domus via dei Coronari, 41 tel. 06 6861186

■ 5 Antiqua Res via dei Coronari, 32 tel. 06 6868298 ■ 5 Antiquaria

Sant’Angelo via dei Coronari, 60 tel. 06 6875509 ■ FM Antiquariato

Europeo via Gregorio VII tel. 06 630233 ■ 5 Antiquarius

via Dei Coronari,44/A tel. 06 6867923 ■ 2 Antonacci Francesca,

via Margutta, 54 tel. 06 45433036 ■ 5 Art Deco Gallery via

dei Coronari,14 tel. 06 6865330 ■ 2 Arte antica di Bartolucci G.

via della Orto di Napoli, 3 tel. 06 36001803 ■ 5 Arte Antica Rufini

via dei Coronari, 79/80 tel. 06 6865046 ■ 3 Artimport via del Babuino,

150a tel. 06 36002189, fax 06 3222529 ■ 6 Aurili Aldo via

del Clementino, 104 tel. 06 6873578 ■ 2 Babuino Novecento via

del Babuino, 65 tel. 06 36003853 ■ FM Baiocco Fabiola via Nemorense,

51b tel. 06 8841891 ■ 7 Baranowsky via del Corso, 184 tel.

06 6791502, fax 06 6791502 numismatica@baranowsky.com ■ 5 Benetti

via dei Banchi Nuovi, 48 tel. 06 6893393 ■ 3 Benucci via del

Babuino, 153a-b tel. 06 36002190 fax 06 36002193 ■ C Benucci

Young via Pinciana, 41 ■ 9 Bianchini Antichità via Giulia, 23 tel.

06 6875309 ■ 2 Bigetti Arte via Laurina, 31 tel. 06 3212948 ■ 3

Boncompagni Nicola via del Babuino, 115 tel. 06 6783239 ■ C

Bosi Artes via Pinciana, 41 tel. 06 85301197 www.bosiartes.com info@bosiartes.com

■ 2 Brando via Margutta, 74 tel. 06 3200727 ■

3 Guido Briganti Davide Sestieri Art Consulting piazza di Spagna,

3 tel. 06 6990008 info@bsarte.com ■ 3 Broggi Roma via Borgognona,

41 tel. 06 6790209 ■ 2 Calabrò Antichità 1968 via di

San Giacomo, 19 tel. 06 36001718 calabro1968@virgilio.it ■ 5 Calò

via dei Coronari,159 tel. 06 6865053 ■ 3 Carlucci Francesca

via del Babuino, 191/192 tel. 06 3610542 ■ 9 Centro Antiquario

Romano di Roberto Parenza vicolo Della Moretta, 13-15 tel. 06

5826162 ■ 9 Paola Cipriani Antiquario via Giulia, 122 tel. 06

68308344 ■ 2 Coen Luciano, via Margutta, 63-65 tel. 06 3207604

www.lucianocoen.com lcoen@lucianocoen.com ■ 2 Colasanti &

Colasanti via del Babuino, 51 tel. 06 3235193 ■ 6 Crinelli Antichità

via di Pallacorda, 15 tel. 06 68892866 www.crinelliantichita.it

■ FM Dasouky Antichità via Paolini,19/21b tel. 06 97602771 ■

FM De Crescenzo Casa D’Aste via Theodoli Enrico, 30 tel. 06

33251378 ■ 5 De Sanctis via Dei Coronari, 219 tel. 06 68801254

■ 3 Di Castro Alberto P.zza di Spagna, 5 tel. 06 6792269 fax 06

6787410 www.dicastro.com info@dicastro.com ■ 2 Di Castro Alberto

via del Babuino, 71 tel. 06 3613752 ■ 2 Di Castro Richard

«Galleria d’Arte Amedeo di Castro» via del Babuino, 77 tel.

06/3207650 richard.dicastro@poste.it ■ 2 Di Nepi Silvana & Piero

via Vittoria, 29 tel. 06 3207654 ■ FM Dorascenzi Pietro via Ceresio,

77 tel. 06 8412252 ■ 3 Durante Giovanni piazza di Spagna,

9 tel. 06 6795954 ■ FM Eredi Giuseppe Tanca Salita de’ Crescen-

Tutto quello che l’Arte ci offre per rendere più bella la vita ogni giorno

Nessuno sa di arte tutto quello che sanno i lettori del Giornale dell’Arte

E-MAIL

FIRMA

zi, 12 tel. 06 6875272 ■ 2 Fallani Carlo Maria via del Babuino,

58/A tel. 06 3207982 ■ 9 Farnese Arte via Di Monserrato,106 tel.-

06 6876280 ■ 6 Galleria Antiquaria Cesare Fasoli via dei Soldati,

21 tel. 06 68307518 fasoliantichita@yahoo.it ■ 9 Ferretti e

Guerrini Antichità via Dei Banchi Vecchi, 45 tel. 06 68307448 ■

FM Fiore Roberto via Ruggero Fauro, tel. 06 8085459 ■ C Fontana

viale Regina Margherita, 82 tel. 06 8552451 ■ 5 Fraietta Raffaele

via Arco della Pace, 14 tel. 06 68804202 ■ 5 Galleria dei Coronari

via dei Coronari, 59 tel. 06 6869252 ■ 2 Galleria Sprovieri

via Margutta 54 ■ 2 Galleria Veneziani via Margutta, 45/43/41 tel.

06 3219636 ■ 2 Gallerie Antiquarie via Margutta, 38/A tel. 06

3227553 osvaldococozza@alice.it ■ 3 Gargari Tommaso via del

Babuino, 153 A/B tel. 06 36002190 ■ 2 Gasparrini Claudio «Antiquariato»

via Fontanella Borghese, 42 tel. 06 6876658, gasparrini@spineweb.it

■ 5 Gestarte via Dei Coronari,13 tel. 06 8307313

■ 6 Gherardi Cristiano via dei Prefetti, 33 tel. 06 6873730 ■ FM

Gierre Antichità via Val Maira, 103 tel. 06 88640174 ■ 2 Goffi

Carboni Antiquariato via Margutta, 9 tel. 06 3227184 www.gofficarboni.com

info@gofficarboni.com ■ 3 Greco via Sistina, 84 tel. 06

69200714 ■ 2 I.C.S. via Laurina, 31 tel. 06 6877145 ■ 5 Il Cenacolo

1994 via dei Coronari, 190 tel. 06 8877145 ■ 9 La Farnesina

Antica via Giulia, 140/e tel. 06 6873624 ■ 3 Cesare Lampronti

via del Babuino, 182 tel. 05-3227194 ■ 2 Lapedota Claudio via

Margutta, 14 tel. 06 360014002 ■ 2 Lebole Nicoletta «New Art

Gallery» via del Babuino, 38 tel. 06 36001731 www.gallerialebole.it

info@gallerialebole.it ■ 2 Lesart via Margutta, 53b tel. 06 97252651

■ A Le Myricae via F.P. De Calboli, 55a-b-c tel. 06 37516209 ■ FM

Les Antiquitées via Luigi Rizzo, 40 tel. 06 39720391 fax 06 39720391

■ 4 Lukacs & Donath Antichità via Vittorio Veneto, 183 tel. 06

4821824 european. ceramics@tiscali.it ■ 3 Martinoja Alessandra

via del Babuino, 107a tel. 06 6798263 ■ 3 Megna Fabio Massimo

via del Babuino,148a tel. 06 3613775 megnam@inwind.it ■ 9

Mensura via dei Baullari, 38 tel. 06 6874972 ■ FM Moruzzi Numismatica

viale Dei Salesiani, 12/A tel. 06 71510220 www.moruzzi.it

info@moruzzi.it ■ 3 Museo Atelier Canova Tadolini via del Babuino,

150a-c tel. 06 32110702 Noce Benigni Olivieri G., via Della

Scrofa, 20 ■ 9 Nuova Galleria Campo Dei Fiori via di Monserrato,

30 tel. 06/68804621 www.nuovagalleriacampodeifiori.it ■ 2 Oasi

Gianmarco «Oasi Antichità» via del Babuino, 83 via Margutta, 66

tel. 06/320758 2 Galleria Alfredo Pallesi via Margutta, 54 tel.

06/32600338 a.pallesi@libero.it ■ 3 Paolo Antonacci Antichità

via del Babuino, 141/A tel. 06 32651679 www.paoloantonacci.com info@paoloantonacci.com

■ A Pedoni Roberto Numismatica e Arte

via Vespasiano, 7 tel. 06 39733744 pedoni@tiscali.it ■ 2 Perera

Galleria D’Arte via Margutta, 76 tel. 06 36003847 ■ 6 Piccirilli

Antichità via della Rotonda, 39-42 tel. 06 68806804 ■ 5 Pi.Ga. via

Dei Coronari, 65-66 tel. 06 6869623 ■ 5 Prili via Di Monserrato,110

tel. 06 6865349 ■ 9 Alessio Ponti Galleria d’Arte via Monserrato,

8 tel. 06 6871425 alessio@ottocento.it ■ 6 Quaranta Renata

via dei Coronari,12 tel. 06 6864486 ■ FM Rogai Ennio via di Trasone,

38b-40 tel. 06/86215582 ■ 8 Roma Numismatica via Barberini,

9a tel. 06 42011946, www.romanumismatica.it ■ 2 Sensi

Francesco via Margutta, 86 tel. 06 3207643 ■ 5 Sinopia Laboratori

via dei Banchi Nuovi, 21/a tel. 06 66872869 www.sinopialaboratori.it

■ 3 Soligo Aldo via del Babuino, 161 tel. 06 3614158

■ 3 Turchi Valerio via Margutta, 91/a tel. 06 3235047 ■ 3 Veneziano

Sara via Margutta, 109a tel. 06 36001855 saraveneziano@tiscali.it

■ 3 Verdini C. Antichità via del Babuino, 178 tel. 06

32651609 ■ FM Vetrina dell’arte via delle Palme, 159 tel. 06

25209300 ■ 9 via Giulia 95 via Giulia, 95 tel. 06 68892898 www.viagiulia95.com

■ 6 Carlo Virgilio via Della Lupa, 10 tel. 06 6871093

www.carlovirgilio.it carlovirgilio@carlovirgilio.it ■ 3 Vivanti via del

Babuino,138 tel. 06 36000066 ■ 2 Visconteum via del Babuino, 42-

43 tel. 06 36001723 visconteum@fastwebnet.it ■ 3 Zoffoli Renato

Antichità via del Babuino, 137 ■ 5 Zonin Antichità via Paola, 45

tel. 06 6832778

Case d’asta

■ FM Anglicana Aste via Ferdinando Fuga, 1 tel. 06 3236057 anglicana.aste@tin.it

www.anglicanaaste.com ■ FM Antonina 1890 via

Monte Pertica, 27 tel. 06 99340176 info@antonina1890.it

■ 16 Bloomsbury via della Pilotta, 18 tel. 06 69190654 fabio.bertolo@bloomsburyauctions.comroma.bloomsburyauctions.com

■ 2 Caput Mundi via Pietro Cossa, 28/A4 tel. 06 3204944 info@caputmundi.it

www.caputmundi.it ■ 3 Casa d’Asta Babuino via dei

Greci, 2 tel. 06 32283228 info@astebabuino.it www.infobabuino.it

■ FM Christie’s via Bertoloni, 41 tel. 06 6863333 mdemarchi@

christies.com ■ D DAM via Aurelia, 61-63 tel. 06 6876057 info@astedam.it

■ 16 Dorotheum piazza Santi Apostoli, 66 tel. 06 69923671

maria-cristina.paoluzzi@dorotheum.it www.dorotheum.com ■ 13 Finarte

via Margutta, 54 tel. 06 20790001 f.valori@finarte.it www.finarte.it

■ H Galleria Gutenberg al Colosseo via di S.Giovanni in Laterano,

110-112 tel. 06 77208831 gutenberg@fastwebnet.it www.gutenbergantiqua.it

■ A Gelardini Arte via Pasubio, 13 tel. 06 3212445

gelardiniaste@tiscali.it ■ FM Gioielli di Carta via Filippo

Civinini, 37 tel. 06 8075228 claudia.bonino@gioiellidicarta.it

■ 16 Sotheby’s piazza Santi Apostoli, 61 tel. 06 69941791 luisa.lepri@sothebys.com

I dati personali da Lei forniti potranno essere utilizzati soltanto da Umberto Allemandi & C. spa al solo scopo di informarla in futuro sulle novità editoriali e sulle relative iniziative commerciali utilizzando l’invio di comunicazioni elettroniche e/o cartacee. Useremo a tal fine solo calcolatori

elettronici e/o archivi cartacei affidati a incaricati preposti alle operazioni di trattamento finalizzate alla elaborazione e gestione dei dati. Il conferimento dei dati personali è necessario per evadere la presente richiesta. Titolare del trattamento è Umberto Allemandi & C. spa, via Mancini 8, 10131

Torino, tel 011. 8199111, fax 011. 8193090 al quale, come prescritto dall’articolo 7, D.L. 196/2003, potrà scrivere per esercitare i suoi diritti, fra cui consultare, modificare ed eventualmente cancellare i Suoi dati od opporsi al loro trattamento.

❑ Do il consenso ❑ Nego il consenso Firma Data

n. 304 VR


Come ordinare

VIA INTERNET

www.allemandi.com

VIA MAIL

gda.abb@allemandi.com

VIA POSTA

VIA FAX

via Mancini 8, 10131 Torino 011 8193090

VIA TELEFONO

011 8199157


Le mostre di Roma

39378024; www.monitoronline.org

5 /**/••/ mappa: 9

Hélène Launois.

Les Lumières

In mostra i lavori di Hélène Launois, che uniwww.mondobizzarro.net;

Orario: lu-sa

11.30-19.30

5 /**/••/ mappa: FM

Misty Beethoven Erotic

Parade. La pelle a

scomparsa del tempo

Misty Beethoven Erotic Parade è un progetto

visivo nato dall’incontro di Misty Beethoven,

cerimoniere esclusivo dell’intrattenimento

erotico di classe, e il fotografo di moda Angelo

Cricchi, un artista che fonde l’energia patinata

della pubblicità colta con una ricerca sensibile

sul divenire della femminilità.

Mondo Bizzarro Gallery

fino al 2 dicembre; via Reggio Emilia

32 c/d; tel. 06 44247451; www.mondobizzarro.net;

Orario: lu-sa 11.30-19.30

5 /**/••/ mappa: FM

Antonio Rovaldi / Bettina

Buck

Una doppia personale per Antonio Rovaldi e

Bettina Buck. In mostra, in parallelo e a confronto,

le opere dei due artisti.

Monitor

dal 4 dicembre al 31 gennaio 2011; via

Sforza Cesarini 43/a-44; tel. 06

Tutto quello che l’Arte

ci offre per rendere più bella la vita

Come ordinare

VIA FAX

011 8193090

Giacomo Balla.

Capricci Romani

In mostra cinque tavole del periodo pre-futurista

di Giacomo Balla. Le opere, nuovamente

visibili al pubblico dopo l’esposizione alla

Galleria Civica di Torino nel 1963, vennero

eseguite dal pittore intorno al 1898 e ilustrano

una Roma dagli scorci pittoreschi. Il giovane

Balla, approdato nel 1895 nella capitale

dell’Italia unita, scopre gli angoli di Roma che

raccontano una vita ben più colorita e chiassosa

di quella avvolta nelle brume della sua

Torino. E ne rimane affascinato, tanto da dedicare

nel 1901 una serie di sei opere a personaggi

della ribalta di strada, cinque delle

quali sono ora in mostra.

Nuova Galleria Campo dei Fiori

fino al 31 dicembre; via di Monserrato

30; tel. 06 68804621; www.nuovagalleriacampodeifiori.it

5 /**/••/ mappa: 9

IL GIORNALE DELL’ARTE

È il mensile d’informazione

di riferimento per il mondo dell’arte

concepito come un quotidiano.

Seleziona e riferisce con criteri

giornalistici i fatti rilevanti dell’arte

che avvengono in tutto il mondo.

Ogni anno, 11 numeri,

oltre 1.000 pagine.

Ogni numero comprende:

■ otto «Sezioni»:

Archeologia, Economia

(Antiquariato,

Arte contemporanea e Aste),

Fotografia, Libri, Musei, Mostre,

Opinioni & Documenti, Restauro

■ il «Rapporto Annuale»,

ogni mese su un tema specialistico

■ «Vernissage», la fotorivista

che ci porta dentro gli avvenimenti

■ «Il Giornale delle Mostre»

la guida commentata delle mostre

da vedere ogni mese in tutta

l’Italia, in tutto il mondo

VIA INTERNET

www.allemandi.com

VIA TELEFONO

011 8199157

sce, nella sua pittura, effetti di luce e oggetti.

Per anni, Hélène Launois ha creato opere originali

con oggetti luminosi creando dei dipinti

elettrificati, installazioni luminose, quadri

elettrici. La sua produzione si basa sulla associazione

tra pittura, collage, luce elettrica e

slogan.

One Piece Contemporary Art

fino al 10 gennaio 2011; vicolo Margutta

85; tel. 06 3236254; Orario: masa

15.30-19.30

5 /**/••/ mappa: 2

Christiane Löhr.

Dilatare lo spazio

Un percorso costituito da sculture, disegni e

installazioni testimoniano il contatto diretto

di Christiane Löhr con la natura e la capacità

dell’artista di relazionarsi con lo spazio,

evidenziandone le simmetrie, la struttura e

l’ordine. La Löhr utilizza materiali organici

come i semi di diverse piante o i crini di cavallo

per realizzare le sue installazioni che diventano

microcosmi lievi e raffinatissimi.

L’allestimento della mostra che si snoda nello

spazio della galleria prevede gruppi di leggere

sculture installate su basi di legno concepite

come isole. Alle pareti sono collocati

piccole sculture e disegni che seguono un

andamento flessuoso e infine una installazione

centrale.

Oredaria Arti contemporanee

dal 2 dicembre al 5 febbraio 2011; via

Reggio Emilia 22-24; tel. 06 97601689;

www.oredaria.it

5 /**/••/ mappa: B

Novecento IN carta

La galleria presenta una selezione di dipinti

su carta di autori del ’900: Bucci, Carmi, Cascella,

Cassinari, Castello, de Pisis, Gentilini,

Guttuso, Innocenti, Mirko, Sartorio, Tomba,

Valenti, Veronesi.

Recta

dal 1 dicembre al 31 gennaio 2011; via

Dei Coronari 140; tel. 06 68808387;

www.galleriarecta.it; Orario: ma-sa

10.30-13 / 15-19.30

5 /**/••/ mappa: 5

9 dei 1.000

La mostra, composta da nove ritratti di personaggi

garibaldini, è un omaggio a Garibaldi,

ai Mille e al fotografo Alessandro Pavia,

autore dell’Album dei Mille. L’evento è il primo

della serie di mostre scelte da Ottavio Celestino,

Ileana Florescu e Diego Mormorio.

VIA MAIL

gda.abb@allemandi.com

VIA POSTA

via Mancini 8, 10131 Torino

Ristorante Pastificio San Lorenzo

fino al 17 febbraio 2011; via Tiburtina

196

5 /**/••/ mappa: FM

Michael Ajerman / Paolo

Maggis / Santiago Ydanez

In mostra i lavori di tre giovani autori internazionali

della figurazione: Michael Ajerman,

Paolo Maggis e Santiago Ydanez, artisti

nati tra il 1969 e 1978 che grazie a una

pittura intensa e gestuale, di matrice espressionista,

comunicano una volontà introspettiva

e descrittiva molto originale. Non c’è abbandono

emotivo, né improvvisazione, nell’arte

di queste tre diverse personalità creative,

ma un uso potente e controllato della

pennellata come mezzo, come strumento

espressivo al servizio di un intento narrativo

spesso dirompente.

Rosso20sette

fino al 15 gennaio 2011; via D’Ascanio

27; tel. 06 8193237; www.rosso27.

com; Orario: ma-sa 11-13.30/15.30-20

5 /**/••/ mappa: 6

Videozoom: Giappone

Con Videozoom: Giappone Sala 1 presenta la

nona edizione della rassegna dedicata alla videoarte

internazionale: una selezione di giovani

artisti giapponesi a cura di Kenichi Kondo,

associate curator al Mori Art Museum di

Tokyo ed esperto di videoarte in Giappone. L’iniziativa

si svolge grazie al sostegno della Japan

Foundation, Istituto Giapponese di Cultura

a Roma e la Fondazione Italia-Giappone;

con il patrocinio del Comune di Roma; si avvale

inoltre della collaborazione della Facoltà

di Studi Orientali - “Sapienza” Università di

Roma. Gli artisti in rassegna sono Takehito

Koganezawa, Meiro Koizumi, Yuki Okumura,

Saki Satom, Hiraki Sawa, Atsushi Suzuki, Koki

Tanaka, Mariko Tomomasa, Naoyuki Tsuji,

Chikako Yamashiro.

Sala 1

dal 7 dicembre al 10 gennaio 2011;

piazza di Porta San Giovanni 10; tel. 06

7008691; www.salauno.com; Orario:

ma-sa 16.30-19.30, do 11-13

5 /**/••/ mappa: FM

Otto Greiner.

Incisioni e disegni

Otto Greiner, artista tedesco nato a Lipsia nel

1869, è rappresentato in mostra da una selezione

di più di trenta opere grafiche, tra le quali

spiccano incisioni rappresentative come

Corteo di Baccanti, Ulisse e le sirene, Il diavolo

mostra la donna al popolo, Ercole al bivio,

La danza, e i ritratti di Max Klinger e Siegfried

Wagner. Esposta anche una rarissima incisione

con studi di teste che porta la firma

congiunta di tre artisti amici e sodali: Otto

Greiner, Max Klinger e Sascha Schneider. La

mostra, curata da Emanuele Bardazzi, è accompagnata

dalla pubblicazione, a cura di Officine

Vereia, della prima monografia italiana

sull’artista, Il Fauno Biondo/Otto Greiner incisioni

e disegni.

Simone Aleandri arte moderna

fino al 30 gennaio 2011; via dei Coronari

146; tel. 347 6309520

7 /**/••/

Marco Antonio Abbagnara.

Super Skull

Il Super Skull, ossia Super Cranio, dipinto da

Marco Antonio Abbagnara è immaginato come

la conseguenza di un’alterazione genetica

per poter aumentare a dismisura le potenzialità

del cervello. La cura della mostra è di Maria

Paolucci.

Sinergy Art Studio

fino al 16 dicembre; via di Porta Labicana

27; tel. 06 89538913; www.si-

nergyart.com; Orario: ma-sa 14-19

5 /**/••/

Il magnifico di Belgrado

Il Cratere bronzeo in mostra

presso il Palazzo del Quirinale

20

Bruna Biamino. Studio

di Studi

“Studio di Studi”. Viaggio fotografico attraverso

le professioni romane, è un progetto

ideato dalla Ermanno Tedeschi Gallery e realizzato

grazie alla collaborazione della fotografa

Bruna Biamino. L’idea alla base di questa

iniziativa alla sua seconda edizione (la

prima è stata realizzata lo scorso anno a Torino),

è quella di rappresentare il luogo in

cui si trascorre gran parte della giornata: l’ufficio,

lo studio, una stanza, la scrivania o un

dettaglio particolarmente significativo o rappresentativo

dell’ambiente lavorativo. Un

percorso affascinante che, attraverso l’occhio-obiettivo

della Biamino, ci permette di

scoprire una parte importante della città.

Spazio Cerere

fino al 4 dicembre; via degli Ausoni 3

5 /**/••/ mappa: FM

Daniela Edburg.

The Pickled and the

Hatched

La galleria Spazionuovo, una nuova sala

espositiva esclusivamente dedicata all’arte

contemporanea latinoamericana, presenta la

personale di Daniela Edburg, artista nata nel

1975 che vive e lavora a San Miguel de Allende

in Messico. È assolutamente innovativo

l’utilizzo del mezzo fotografico da parte

della Edburg, poiché le sue opere fotografiche

sono un vero e proprio racconto, in cui

lo scatto riassume e sintetizza l’intera storia

e sequenza, conservando però tutti i dettagli

del singolo istante. L’esposizione è curata da

Paulo Pérez Mouriz.

Spazio Nuovo

fino al 12 gennaio 2011; via d’Ascanio

20; tel. 06 89572855; www.spazionuovo.net

5 /**/••/ mappa: 6

Un domani migliori / A

better tomorrow

L’esposizione riunisce desideri, auguri e progetti

di molti artisti che nei venti anni

di lavoro della galleria sono stati partecipi del

percorso espositivo. Messaggi in forma di

carte, collage, foto e altro di piccolo formato.

Studio Stefania Miscetti

dal 9 dicembre al 31 gennaio 2011; via

Delle Mantellate 14; tel. 06 68805880;

Orario: lu-ve 16-20

5 /**/••/ mappa: D

Pennacchio Argentato.

Five o’clock shadows

Con la personale di Pennacchio Argentato,

la galleria T293 il nuovo spazio romano. Pennacchio

Argentato presenta una serie di sculture

che sviluppano il progetto iniziato in occasione

della mostra “The New Boring” al

Midway Contemporary Art di Minneapolis. Il

punto di partenza è l’analisi degli elementi

che accomunano il Minimalismo e la Pop Art

quali la serialità di forme e tecniche di produzione

e di consumo, così come l’insistenza

sull’esteriorità dell’esperienza e del significato

nella rappresentazione contemporanea.

Attraverso i lavori in mostra Pennacchio

Argentato fa riferimento a elementi di affinità

tra Donald Judd e Andy Warhol, che sembrano

rispondere a un mondo in cui è difficile

essere interessati a qualcosa, e sostituiscono

la dialettica tra interesse e disinteresse

con quella tra interesse e noia.

T293

fino al 18 dicembre; via dei Leutari 32;

www.t293.it

5 /**/••/

Dopo un restauro durato tre anni, ritorna

visibile il cosiddetto «Magnifico

Cratere», grande vaso bronzeo (VI

secolo a.C.), rinvenuto nel 1932 a

Trebenite, nei pressi di Ocrida, da una

missione archeologica jugoslava, ed

emblema della collezione greca del

Museo Nazionale di Belgrado. Dalla

medesima tomba in cui il vaso fu reperito,

provengono gli altri manufatti

in mostra, parte del corredo militare

dell’ignoto principe ivi sepolto.

Completano l’esposizione altri due crateri bronzei coevi, di manifattura

magno-greca, provenienti dal Museo Archeologico di Agrigento

e Museo Archeologico di Santa Maria Capua Vetere. L’esposizione

è a cura di Louis Godart.

❑ Arianna Antoniutti

L’Italia e il restauro del «Magnifico Cratere». Capolavori dal Museo

Nazionale di Belgrado, dall’11 dicembre al 6 febbraio 2011

Palazzo del Quirinale, piazza del Quirinale, tel. 06 6871005; www.civita.it;

www.quirinale.it

Orario: ma-sa 10-13 / 15.30-18.30; do 8.30-12


Colti in flagrante

22

1

1. Talenti in hotel. Ha scelto una parola difficile Daniele

Bordoni per dare un titolo alla sua mostra. Qui

è colto in flagrante mentre offre una spiegazione visà-vis

all’interior designer Livia Rebecchini. L’«Autapsi»

svelata all’Hotel de Russie ha aperto con un cocktail

servito nel Jardin un ciclo di mostre dedicate ai

giovani artisti contemporanei. Due grandi tele campeggiano

nel Bar Stravinskij e altre opere lungo il

Passage de Russie, per attrarre e distrarre il jet-set

che transita in questi spazi.

© U. PIZZI

4

Andrea Aquilanti.

Galleria d’arte

Con la mostra Galleria d’arte, The Gallery

Apart affida l’apertura della stagione

2010/2011 ad Andrea Aquilanti. L’artista inserisce

nuovi tasselli nell’indagine intorno al

rapporto tra l’opera d’arte e il fruitore e sceglie

il luogo “galleria d’arte” per coinvolgere

lo spettatore in un gioco di rimandi spaziali

e anche temporali. Traendo spunto dalla

collocazione della galleria in una strada da

secoli sede di residenze e botteghe, Aquilanti

interpreta lo spazio come negozio, nel senso

latino del termine, un luogo deputato allo

scambio, alla vendita.

The Gallery Apart

fino al 4 dicembre; via di Monserrato

40; tel. 06 68809863; www.thegalleryapart.it

5 /**/••/ mappa: 9

Florian Nuefeldt

Prima personale italiana per Florian Nuefeldt

(Bonn, classe 1978), che presenta contemporaneamente

a Roma due lavori: presso The

Gallery Apart, Nuefeldt mostra una parcellizzazione

dell’ambiente attraverso una serie di

sculture, mentre lo spazio di 26cc, in via Castruccio

Castracane 26, ha offerto all’artista lo

spunto per una grande e impegnativa installazione.

2

2. Stanchi ma soddisfatti. Gloria Porcella

e Lamberto Petrecca, curatori

dell’installazione «RE generation», si

riposano dopo aver posizionato le

cinque gigantesche chiocciole del

Cracking Art Group davanti al «Colosseo

quadrato» dell’Eur. Sono l’invito

colorato, e in plastica riciclabile,

a un approccio all’ambiente eticamente

responsabile.

4-5. Fellini a Testaccio, scene da Oscar. Una Rossa da assalto. Lo scrittore

Giampiero Mughini sembra chiedere aiuto con lo sguardo al fotografo, qualche

istante prima di subire l’«assalto» della stra-ripante e piumeggiata Marina

Ripa di Meana. Teatro dell’evento: La Pelanda. L’occasione: il vernissage

di «Labirinto Fellini», mostra condita dalle «Invenzioni» di Dante Ferretti

e Francesca Loschiavo. A sinistra Marta Marzotto, in assetto da Dolce Vita.

7

8

9

7. La salvezza degli animali in via di estinzione

sta a cuore ai romani. Al Museo Venanzo

Crocetti è stata presentata la mostra «Il Paradiso

Perduto». La curatrice è Olympia Dotti,

nipote di Audrey Hepburn, in gara per il miglior

8-9. Arte aliena. Invader, street artist dal volto ancora sconosciuto, ha colpito anche nella Capitale,

mentre nella galleria Wunderkammern è stata aperta la sua personale italiana «Roma

2010 and other curiosities». Tra i visitatori, il presidente del VI Municipio Giammarco Palmieri

e un gruppo di addetti ai lavori con l’autore del testo critico Achille Bonito Oliva. Sono i coniugi

collezionisti Raffaella e Stefano Sciarretta, il pittore Franco Ottavianelli e il critico Gior-

copricapo con il pittore Fabio Pellicano. gio

Bonomi.

© GUIDO BAZZOTTI

© U. PIZZI

5

© M. BARSOUM

The Gallery Apart

dal 13 dicembre al 21 febbraio 2011;

via di Monserrato 40; tel. 06 68809863;

www.thegalleryapart.it

5 /**/••/ mappa: 9

Made in Japan

La mostra di inaugurazione del nuovo spazio

espositivo romano, in collaborazione con

A&G Gallery, e curata da Graziano Menolascina,

propone uno sguardo sul Giappone

più provocatorio e originale, attraverso le

opere di due protagonisti dell’arte contemporanea:

Nobuyoshi Araki Yasuma Morimura,

Hiroshi Sugimoto, a fianco del più giovane Yo

Akao.

The Office - contemporary art

dal 3 dicembre al 28 gennaio 2011; via

Ostilia 31; tel. 06 39750964 ; Orario:

lu-ve 10-18.30.

5 /**/••/ mappa: 16

Mise en abyme

Le opere di Antonio Capaccio, Maria Pizzi e

Giuseppe Tabacco compongono l’espozione,

curata da Raffaella Rinaldi, incentrata sul concetto

di mise en abyme, ossia “collocato nell’abisso”,

espressione risalente ad Andrè Gide,

che la usa per la prima volta nel suo “Diari”

nel 1893.

TRAleVOLTE

fino al 18 dicembre; piazza di Porta San

Giovanni 10; tel. 06 70491663; www.

tralevolte.org

5 /**/••/ mappa: FM

Altan. AltanTerapia

In mostra tutti i disegni di “AltanTerapia”, volume

pubblicato da Salani Editore. L’Altan di

questa terapia è un Altan dalle immagini che

diventano necessarie, illuminano e confortano

sui principali mali della nostra società, taumaturgico

e metafisico che raggiunge vette di

semplicità, immediatezza e universalità.

Tricromia

fino al 6 dicembre; via Di Panico 35;

tel. 06 6896970; www.tricromia.com;

Orario: ma-sa 10-19,30; do 11-14

5 /**/••/ mappa: 5

Adults only

Il progetto Adults only, parte da Roma per poi

spostarsi, nel mese di febbraio ad Amsterdam.

Il tema della mostra, curata da Giovanna Sarno,

è l’erotismo, rappresentato attraverso i lavori

dei due giovani artisti Marcello Maugeri

e Anita Calà.

Ugo Ferranti

fino al 6 marzo 2011; via de’ Soldati

25/a; tel. 06 68802146; www.galleriaferranti.net;

Orario: ma-sa 11-13/

16-20

5 /**/••/ mappa: 6

A cura di Roberta Petronio

3

3. Piccolo spazio, grandi artisti. In vicolo del Cinque

c’è una chicca per intenditori. È Edicola Notte, minigalleria

larga un metro e profonda sette. Dopo il tramonto

si illumina svelando il suo contenuto d’arte,

sempre di alto livello. A tutto vantaggio delle notti trasteverine.

Di questi tempi, luci accese su «Garofalo»,

installazione site specific firmata da Huang Yong Ping

e Shen Yuan, nomi di rilievo dell’avanguardia cinese.

Eccoli ritratti con il fondatore dello spazio, H.H. Lim,

e con Jannis Kounellis. Un poker d’assi.

6. Tutti al muro. Negli interni di Villa Medici. Sembrano pronti per

un confronto all’americana i protagonisti de «La pesantezza e la

grazia. Astrazioni e spiritualità». I «sospetti» sono, da sinistra a

destra: Emanuele Becheri, Georges Tony Stoll, Emmanuel Van der

Meulen, il direttore dell’Accademia di Francia di Roma Èric de

Chassey che ha curato la mostra, e Callum Innes.

13

14

13. La Moda contamina l’Arte. Per la preview dell’evento espositivo «Il 14. Ai ministri piacciono Veneti. Sfoggio di ministri al Chiostro del Bramante

per l’opening dei «Grandi Veneti». Patrizia de Marco, ammini-

Teatro alla Moda. Costume di scena. Grandi stilisti» negli spazi del Museo

della Fondazione Roma, si è mobilitato un parterre istituzionale. stratore unico del Dart Chiostro del Bramante, e Gabriele Galateri di

Nello schieramento Valeria Mangani, vicepresidente di Alta Roma, il sindaco

Gianni Alemanno, il presidente della Fondazione Roma Emmanueblica

amministrazione Renato Brunetta accompagnato dalla fidanzata

Genola, presidente di Telecom Italia, accolgono il ministro per la Puble

F.M. Emanuele, la presidente di Alta Roma Silvia Venturini Fendi. E Titti. Al suo braccio, ha percorso in visita tutta la collezione di opere,

ancora: Santo Versace, il ministro Maurizio Sacconi, i top manager Emmanuel

Fievet di IPB EMEA e Daniele Bokun di Barclays Wealth Italy. il siciliano

da Pisanello a Tiziano, presenti anche altri colleghi il lombardo Bossi e

Alfano.

© GETTY IMAGES - F. ORIGLIA

6

© FOTO BIASIMI ROMA

Ilona Németh. Sz.K.

La project room della galleria ospita un lavoro

dell’artista Ilona Németh, a cura di

L´ydia Pribisová. I punti chiave del progetto

site-specific sono la questione storico-sociale

e geo-politica e le loro conseguenze

sulla vita quotidiana. A partire da questa prospettiva,

l’artista, influenzata nella sua ricerca

dalla sua origine mista slovacco-ungherese,

ha realizzato una scritta in stucco: un

manoscritto della propria nonna, in cui riflette

sulla storia privata della sua famiglia, ma

anche su quella degli abitanti di una piccola

città che, senza mai allontanarsi dal proprio

luogo di nascita, sono stati, paradossalmente,cittadini

di vari paesi: della monarchia

austro-ungarica, dell’Ungheria della Cecoslovacchia

e, alla fine, della Slovacchia.

V.M. 21 arte contemporanea

fino al 10 gennaio 2011; via della Vetrina

21; tel. 06 68891365; www.vm21

contemporanea.com

5 /**/••/ mappa: 5

Giordana Napolitano.

Davadasi

Prosegue il progetto espositivo “Il prossimo

mio” con la mostra “Davadasi” di Giordana

Napolitano. La pittrice diplomata all’Accademia

di Belle arti di Roma presenta una sua

opera di grande formato, accompagnata da

Nicolai è Noto

Carsten Nicolai, «Ora», 2007-

10 (dall’affresco di Emmanuel

Maignam del 1642 a Trinità dei

Monti)

«Da Hendrik» è il titolo del nuovo

progetto proposto dal Museo

Andersen, luogo prezioso e defilato,

estensione vicino al Lungotevere

della Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Protagonisti dell’arte

contemporanea internazionale, talvolta mai presentati nel nostro

paese, sono invitati a dialogare con gli spazi della casa-museo

e a realizzare un intervento site-specific.

È Carsten Nicolai a esordire negli spazi di Villa Hèléne con «Zone»

2007, sullo spazio e la sua tracciabilità; «Ora», 2007-10 sulla gnomica,

la luce e la geometria; «Cluster» 2008, sul volume e la densità

e un complesso studio sui film di Andrei Tarkovskij in particolare

«Solaris» del 1972 per il quale ha composto una nuova colonna

sonora. È la musica l’altro perno dell’esperienza di Nicolai conosciuto

in questo universo come Alvar Noto. Il silenzio della grande

gipsoteca voluta da Andersen fa da contrappunto alle note della musica

composta dall’artista Noto-Nicolai. A cura di Martina De Luca

e Pier Paolo Pancotto.

❑ Rossella Reale

«Da Hendrik». Carsten Nicolai, fino al 10 gennaio 2011

Museo H.C.Andersen, via P. Stanislao Mancini 20, tel. 06 3219089

Orari: ma-do 9.30-19.30, chiusura: lunedì

Un Gatto nella Calcografia

Una lastra di rame incisa

con intervento materico

di Giuseppe Caccavale

Caccavale utilizza l’antica

tecnica dell’incisione per

dar vita ai versi d’amore del

poeta Alfonso Gatto. Coadiuvato

dai nuovi assistenti

calcografi del celebre Istituto

di via della Stamperia,

l’artista incide, con un intervento

site-specific, le poesie sul soffitto del palazzo sede dell’esposizione.

Un libro d’artista in edizione limitata completa l’intervento.

Il dialogo tra visioni contemporanee e tecniche antiche è

curato da Antonella Renzitti.

❑ R. R.

Poesie d’Amore, dal 10 dicembre al 10 febbraio 2011

Calcografia, via della Stamperia 6, tel. 06 699 801; www.grafica.arit.beniculturali.it

«9 su 1000» Garibaldini a Roma

Il famoso ritratto fotografico

di Garibaldi di Alessandro Pavia

Il progetto di Ottavio Celestino,

Ileana Florescu e Diego Mormorio

esordisce con un’esposizione la

cui ambizione è quella di nutrire la

mente, oltre che il corpo, dei molti

clienti e frequentatori dell’art-ristorante

al Pastificio Cerere. Focus

sui 150 dell’Unità d’Italia, ma

soprattutto nove volti scelti tra i

mille di quell’incredibile schiera di

uomini, eroi e briganti, che seguirono

Garibaldi e le sue gesta. Ritratti

di uomini fotografati da Alessandro Pavia, raccolti nel celeberrimo

«Album dei Mille», opera unica nel suo genere, interamente

dedicata all’avventura garibaldina. «Non cercai gloria d’artista,

ma volli fare opera di cittadino» scrisse il Pavia di se stesso a Garibaldi.

Nove dei mille ora sbarcano nel cuore contemporaneo di Roma

col pretesto dell’Unità d’Italia.

❑ R. R.

«9 su Mille» - parete di ritratti fotografici, fino al 17 febbraio 2011

Pastificio Cerere Art-ristorante, via Tiburtina, 196 - San Lorenzo,

tel. 06 97 27 85 19

piccole opere che ritraggono il destino toccato

in sorte alle “Ancelle di Dio” dopo il dominio

inglese sull’India e continuato oggi

nell’epoca della globalizzazione.

Whitecubealpigneto

dal 1 dicembre al 7 gennaio 2011; via

Braccio da Montone 93; tel. 334 29 06

204; www.whitecubealpignetosplinder.com;

Orario: ma-ve 18-20.30

5 /**/••/ mappa: FM

Invader. Roma 2010

& other curiosities

Achille Bonito Oliva presenta le opere di Invader,

urban artist francese che “conquista”

gli spazi cittadini con gli alieni protagonisti

del videogioco Space Invaders.

Wunderkammern

fino al 21 dicembre; via Gabrio Serbelloni

124; tel. 06 86903806; www.wunderkammern.net

5 /**/••/ mappa: 12

Silvia Camporesi. Sifr.

La distanza canonica

Prima personale dell’artista Silvia Camporesi,

che presenta la terza parte di un lavoro, portato

avanti da alcuni anni, incentrato sul rapporto

fra corpo e spirito, tema costante della sua

ricerca artistica. Dopo Dance dance dance-la

nuotatrice e Secondo vento-la karateka, l’artista

dedica Sifr alla disciplina sportiva della corsa,

offrendo una personale riflessione sul modo in

cui, a partire dal corpo e dallo sforzo fisico, si

possa arrivare a una evoluzione spirituale. La

mostra si articola intorno a un lavoro video in

cui l’artista si ritrova ad affrontare un percorso

mettendo alla prova le emozioni del proprio essere.

La cura è di Valentina Ciarallo.

z2o Galleria l Sara Zanin

dal 7 dicembre al 13 gennaio 2011; via

dei Querceti 6; tel. 06 70452261;

www.z2ogalleria.it; Orario: ma-sa

15.30-19.30

5 /**/••/ mappa: H

© CALCOGRAFIA, 2010

More magazines by this user
Similar magazines