guida anno neonato - Aicod

storage.aicod.it

guida anno neonato - Aicod

Comune di Fidenza

Comune di

Salsomaggiore

ANNO DEL NEONATO

il futuro del tuo bambino

è nelle tue mani

GUIDA AI SERVIZI DEL PERCORSO NASCITA NEL DISTRETTO DI FIDENZA


A cura di

Distretto di Fidenza - Ospedale di Vaio


La gravidanza

La gravidanza, il parto e la nascita di un bambino sono esperienze meravigliose per la donna

e per il suo compagno, momenti che meritano di essere vissuti nel modo più sereno possibile.

È un percorso che necessita del corretto sostegno ed è per questo motivo che l’Azienda Usl

di Parma ha messo in campo numerosi servizi che hanno lo scopo di fornire alla futura

mamma adeguato supporto.

Nei Consultori Familiari del Distretto di Fidenza e all’Ospedale di Vaio è possibile trovare

professionisti, come l’ostetrica e il medico ginecologo che, con la loro competenza,

i loro consigli e suggerimenti sono senza dubbio i primi punti di riferimento per la donna che

aspetta un bimbo.

Se sei incinta rivolgiti a loro con fiducia: sono gli esperti che possono aiutarti e darti il

sostegno necessario per affrontare la gravidanza nel migliore dei modi.

Un’altra utile iniziativa sono i corsi di preparazione al parto. Si tratta di otto incontri, in

genere a partire dal terzo trimestre di gravidanza, durante i quali le ostetriche dei consultori

familiari forniscono alle donne, ed eventualmente al loro compagno, tutte le informazioni

necessarie ad affrontare il parto con consapevolezza e tranquillità.

Dove rivolgersi:

Sedi Consultori familiari del Distretto sanitario di Fidenza

Fidenza Via Don E. Tincati, 5 tel. 0524.515446/48

Busseto Via Paganini, 13 tel. 0524.932801

Noceto Via C. A. Dalla Chiesa, 30 tel. 0521.667403

Salsomaggiore Via Roma, 9/A tel. 0524.581814

San Secondo P.zza Martiri della Libertà, 24 tel. 0521.371704/05

IL PARTO

All’Ospedale di Vaio, l’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia offre alla futura mamma

la possibilità di avere vicino a sé il padre del bambino o una persona di sua scelta durante tutta

la fase del travaglio e del parto.

Se le condizioni lo permettono, la donna può scegliere di effettuare il travaglio e il parto in

acqua - l’acqua rilassa e distende favorendo il recupero delle energie aiuta a ridurre il dolore,

stimola la dilatazione cervicale, riducendo così i tempi del travaglio; di partorire utilizzando il

seggiolino olandese, uno sgabello con il sedile a ciambella che permette alla donna di sfruttare

la forza di gravità per favorire la discesa del bambino durante le spinte ed infine di partorire

sul letto/poltrona regolabile.

3


All’Ospedale di Vaio è possibile donare il sangue cordonale.

Il sangue cordonale è il sangue che residua nei vasi cordonali e placentari dopo che il cordone

del neonato è stato reciso. Questo sangue, che normalmente viene scartato con la placenta,

può essere raccolto, conservato e donato per essere utilizzato per la cura di diverse malattie

del sangue, immunologiche ed oncologiche. L’adesione alla donazione del sangue cordonale

può essere effettuata dalla 35° settimana di gravidanza: i moduli per effettuare l’adesione

(questionario consenso, elenco esami infettivologici) possono essere richiesti presso i consultori,

presso il reparto di ostetricia o al proprio ginecologo.

L’Unità Operativa di Pediatria e Neonatologia assiste il neonato dal momento della nascita,

favorendo il rapporto mamma/bambino attraverso il rooming-in (tenere la madre e il bambino insieme

nella stessa stanza durante la degenza in ospedale), monitorando e controllando lo stato di

benessere del neonato, fino al momento della dimissione. Durante la degenza vengono organizzati

incontri su nozioni di puerperio e di promozione dell’allattamento al seno già alla nascita.

Perché allattare al seno? Perché il latte materno è l’alimento migliore per il neonato: contiene tutte

le sostanze necessarie per la crescita nei primi 6 mesi di vita. Inoltre, l’allattamento favorisce

una relazione speciale fra la mamma e il suo bambino: è insieme nutrizione, cura, trasmissione

d’amore. Inoltre, è davvero pratico: sempre pronto, pulito, ben digerito e, inoltre, non costa niente.

Nei consultori è possibile avere informazioni e sostegno per l’allattamento al seno: le ostetriche

danno utili consigli alle mamme, rispondono a dubbi e le aiutano nel caso sorgano problemi.

LA DIMISSIONE APPROPRIATA

È un percorso che inizia con la dimissione della mamma e del bambino (in media dopo 48 ore

dal parto), garantendo l’assistenza necessaria e qualificata di Ostetriche e di Pediatri.

L’adesione al percorso di dimissione appropriata deve essere espressa dal medico pediatra

prescelto prima della dimissione dall’Ospedale, su un modulo apposito. In questo modo,

il pediatra si impegna a sottoporre il neonato a visita medica entro 72 ore dalla nascita.

Durante la gravidanza è quindi necessario contattare un Pediatra di libera scelta, fargli compilare

il foglio di adesione, disponibile presso i consultori familiari e mostrarlo al momento del parto

all’ostetrica o all’infermiera del nido. Dopo il parto l’Ostetrica del Consultorio, avvertita

direttamente dall’Ospedale, visiterà la mamma e il bimbo entro 72 ore dalla dimissione

per sostenerla e offrire consigli su come accudire e allattare il neonato. Anche lo screening per

le malattie metaboliche verrà effettuato dall’Ostetrica del Consultorio. Al rientro a casa, i genitori

concorderanno direttamente con il Pediatra di libera scelta orari e modalità della visita.

Chi non utilizza questo percorso, può comunque richiedere la visita dell’Ostetrica contattando

direttamente il Consultorio Familiare di appartenenza.

4


DOPO LA NASCITA

PEDIATRA DI LIBERA SCELTA

Il Pediatra di libera scelta è lo specialista che si prende cura del bambino dalla nascita fino

al compimento dei 14 anni. Assistere un bambino è un compito gratificante ma anche molto

articolato: infatti il pediatra non si limita a curare o diagnosticare malattie ma si occupa anche

di prevenzione attraverso controlli periodici, di educazione sanitaria e in generale di favorire

il benessere psico-fisico del bambino/adolescente, interagendo in modo positivo ed efficace

con i genitori. La scelta del Pediatra è quindi un’altra tappa fondamentale del percorso di

crescita del bambino.

ISCRIZIONE AL SSR E SCELTA DEL PEDIATRA

L’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale (SSR) e la scelta del Pediatra è obbligatoria e si

effettua presso gli Sportelli Unici per l’accesso (ex Cup) del Distretto, dove è possibile

consultare l’elenco dei medici che operano nel territorio di residenza.

Modalità di accesso:

• Gli italiani residenti compilano il modulo di autocertificazione di residenza e di nascita e

possono iscrivere il bambino

• Gli stranieri residenti ricevono l’elenco della documentazione da presentare ed ogni altra

indicazione necessaria per completare l’iter di iscrizione

• Gli italiani o stranieri domiciliati devono presentare la dichiarazione sostitutiva di atto

notorio di residenza e di domicilio (motivato e di almeno tre mesi) e, se necessario, la carta

o il permesso di soggiorno.

I neonati i cui genitori non sono in regola con il permesso di soggiorno hanno diritto all’iscrizione

al SSR come stranieri temporaneamente presenti.

Sedi Sportelli Unici per l’accesso (ex CUP) nel Distretto di Fidenza

Fidenza Via Berenini, 151 tel. 0524.515360/1/6/378

Busseto Via Paganini, 13 tel. 0524.932814

Noceto Via C. A. Dalla Chiesa, 30 tel. 0521.667426/27

Salsomaggiore Via Roma, 9/A tel. 0524.581804/05

San Secondo P.zza Martiri della Libertà, 24 tel. 0521.371768/36/49

5


Vaccinazioni obbligatorie e facoltative

Le vaccinazioni sono uno degli strumenti più efficaci per proteggere il bambino dalle malattie

infettive e per combatterne la diffusione. L’inizio delle vaccinazioni è previsto intorno ai 2-3-

mesi di vita. Per una maggiore protezione del neonato dalle malattie infettive è importante

eseguire sia le le vaccinazioni “obbligatorie” che quelle “raccomandate“. Ogni famiglia

riceverà a casa una lettera con la data e la sede del primo appuntamento vaccinale per il

bambino/a e un opuscolo illustrativo sulle vaccinazioni, prodotto dalla Regione Emilia-Romagna.

Si ricorda di portare ad ogni appuntamento il libretto delle vaccinazioni, la lettera e il libretto

sanitario pediatrico.

Le vaccinazioni verranno eseguite dagli operatori sanitari dell’Azienda Usl, previa compilazione

del “Consenso Informato”.

CALENDARIO VACCINALE DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

Vaccino

Età (mesi ed anni compiuti)

2 mesi 4 10/12 12/15 5/6 11/12

mesi mesi mesi anni anni

Poliomielite

Difterite/Tetano

Epatite B

Pertosse

Emofilo

Pneumococco

Meningococco “C”

Morbillo, rosolia e parotite

Virus Papilloma HPV (femmine)

Varicella

15/16

anni

Sedi Vaccinali nel Distretto di Fidenza

Fidenza Via Berenini, 151 tel. 0524.515517

Busseto Via Paganini, 13 tel. 0524.932805

Noceto Via C. A. Dalla Chiesa, 30 tel. 0521.667412

Salsomaggiore Via Roma, 9/A tel. 0524.581821

San Secondo P.zza Martiri della Libertà, 24 tel. 0521.371743

Fontanellato Via XXIV Maggio, 16 tel. 0521.822504

6


LE SETTE SEMPLICI AZIONI DEL PROGRAMMA

Prendersi cura del proprio bambino significa pensare alla sua salute già prima del concepimento

e lungo tutto l’arco della sua vita con particolare attenzione ai suoi primi anni.

Bastano sette semplici azioni di dimostrata efficacia per la prevenzione dai rischi più importanti

per questa età: un vero e proprio capitale di salute per il futuro.

1) ASSUMETE ACIDO FOLICO ancora prima del concepimento per prevenire importanti malformazioni:

chiedendo al Medico di Medicina Generale o al Medico ginecologo.

2) NON FUMATE in gravidanza o davanti al bambino.

3) ALLATTATE AL SENO: oltre ad essere il gesto più naturale è l’alimento più completo e

protettivo.

4) METTETE il neonato a dormire a PANCIA IN SU per prevenire la “morte in culla” (SIDS) e

mantenete la temperatura della stanza a non più di 20°C.

5) PROTEGGETE i bambini nel trasporto in automobile col SEGGIOLINO DI SICUREZZA, anche

per brevi tragitti. Verificate che il seggiolino abbia il marchio CEE R44/03.

6) FATE tutte le VACCINAZIONI sia obbligatorie che raccomandate. CHIEDETE al Pediatra di

Libera Scelta o al Pediatra delle vaccinazioni o alle Assistenti Sanitarie.

7) LEGGETE un libro ad alta voce al vostro bambino: stimolerà il suo sviluppo cognitivo e

relazionale.

CONTRO L’ABBANDONO DEI NEONATI

Se la donna non vuole tenere il proprio bambino può partorire in Ospedale nel più completo

anonimato. Il bambino sarà adottato da una famiglia che si prenderà cura di lui con amore.

“Non abbandonare il tuo bambino

lo puoi partorire anche senza

dare il tuo nome.

Il suo futuro sarà protetto”

7


P e r i n f o r m a z i o n i

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) Fidenza

tel. 0524 515538

Cooperativa Sociale Cabiria - Parma -

Aprile 2010

8

Ufficio Comunicazione e Rapporti con l’Utenza

Azienda Usl Parma

www.ausl.pr.it

More magazines by this user
Similar magazines