Stili eruttivi e morfologia degli apparati vulcanici

fenzi.dssg.unifi.it

Stili eruttivi e morfologia degli apparati vulcanici

ROCCE VULCANICHE ( (EFFUSIVE)

La differenza principale fra le rocce plutoniche e vulcaniche è la tessitura,

conseguenza diretta della velocità di raffreddamento del magma

MATERIALE ERUTTATO DAI VULCANI

Materiale non volatile

• Lava: magma che scorre in superficie

• Tephra: frammenti che solidificano in aria durante l’eruzione

Lava Aa

Kilauea, Hawaii, 1990

Colate basaltiche del Columbia Plateau

Lava Pahoehoe

8.2


8.3

Tephra (rocce

piroclastiche)

Colata piroclastica (nueé ardente)

Miscela di gas caldi, cenere e clasti, che forma

una densa corrente sovra-riscaldata capace di

muoversi a una velocità di 150 km/hr.

Bomba vulcanica

Breccia vulcanica (da “lahar”)


8.4

Eruzioni sottomarine

Lave basaltiche “a cuscini”

Esplosione freatica nel Pacifico


8.5

Stili eruttivi e morfologia degli

apparati vulcanici (1)

Vulcani

a scudo

‣ Colate laviche a bassa viscosità

Magma a basso contenuto in silice (mafico)

Basalto – Lave tipo Pahoehoe e Aa

‣ Versanti a debole pendenza (fra 2° e 10°)

‣ Tendenza a divenire molto estesi

Monte Olympus (Marte): vulcano a scudo


Stili eruttivi e morfologia degli apparati vulcanici (2)

Costituito soltanto da materiali piroclastici

Versanti acclivi (~30°)

Relativamente piccolo

Attività di breve durata

Cono di ceneri

8.6


8.7

Stili eruttivi e morfologia degli apparati vulcanici (3)

Dòmi vulcanici (cupole

di ristagno)

Si formano in corrispondenza di un condotto vulcanico – Eruttano lave viscose, di

solito ricche in silice (o magmi più freddi) – Sono di solito associati a violente eruzioni


Stili eruttivi e morfologia degli apparati vulcanici (4)

Vulcano composto (o strato-vulcano

vulcano)

Alternanze di depositi piroclastici e colate laviche

- Versanti con varia acclività

Eruzioni intermittenti con bassa frequenza - Prevalentemente andesitiche

Distribuzione: fascia Circum-Pacifica (“Anello di fuoco”) e fascia Mediterranea

Monte Fujiyama, Giappone

8.8


8.9

Eruzione del vulcano St. Helens , Maggio 1980

prima

dopo


8.10

Stili eruttivi e morfologia degli apparati vulcanici

Caldera

Depressione alla sommità di un vulcano

generata durante una esplosione, che può

ospitare dòmi più recenti al suo interno

Crater Lake, Oregon (USA)


Basalto vescicolare

Coperture cineritiche

Diatrema (Ship Rock, USA)

Tufi saldati

8.11


Eruzioni fissurali

Si producono quando da fratture della crosta

terrestre, lunghe anche decine di chilometri,

viene emessa lava a bassa viscosità, che forma

“plateaux lavici” (Etiopia, Eritrea, Brasile, ecc.)

Laki, Islanda

8.12

Kilauea, Hawaii


Plateaux lavici

Plateau basaltico del

Fiume Columbia

(USA)

La lava di composizione basica (mafica)

solidifica in basalto

Le colate fissurali formano plateaux basaltici

I basalti assumono una struttura colonnare

con fratture poligonali

8.13


8.14

Colata di fango vulcanico (lahar)

Miscela di acqua e materiale piroclastico, della consistenza di un

calcestruzzo liquido, capace di spostarsi a più di 100 km/ora

Lahar prodotto

dall’eruzione del

Nevado del Ruiz,

1985.

(23.000 vittime)


Altri materiali eruttati dai vulcani

Materiali volatili

‣ Vapor d’acqua (H 2 O)

‣ Anidride carbonica (CO 2 )

‣ Idrogeno solforato (H 2 S)

‣ Molti altri constituenti

EMISSIONI NON-

VULCANICHE

Fumarola solfifera

Geyser

8.15


I vulcani attivi sulla Terra

8.16


Sezione trasversale in corrispondenza della

zona di risalita dei magmi nel Pacifico Orientale

8.17


Ubicazione dei vulcani e tettonica delle placche

Sui margini convergenti - Sui margini divergenti

In “punti caldi” all’interno delle placche

8.18


Effetti dei vulcani sull’attivit

attività antropica

Produzione di energia geotermica - Effetti sul clima

Catastrofi

vulcaniche

(Mt. St. Helens,

Vesuvio, Krakatoa,

Mt. Pelée,

Montserrat,……….)

8.19

Paricutìn, Messico)


COLATE DI LAVA: es. Hawaii, 1998

EMISSIONI DI GAS: es. Lago Nyos

Tipi di rischi vulcanici

CADUTE DI CENERI: es. Mt. Pinatubo, 1991

(Cameroon), 1984 (1700 vittime)

COLATE PIROCLASTICHE: es. Mt. Pelee, 1902 (28000 vittime)

LAHARS (colate di

fango vulcanico):

es. Nevado del

Ruiz, 1985 (23000

vittime)

TSUNAMI

(maremoto): es.

Krakatoa, 1883

(36417 vittime)

Vulcano Pinatubo

(Filippine, 1991)

8.20

More magazines by this user
Similar magazines