02_febbraio - Porto & diporto

portoediporto.it

02_febbraio - Porto & diporto

no si crede che il mercato crocieristico

non abbasserà la guardia. La Porto di

Livorno 2000 infatti si prepara a superare

il milionesimo crocierista attrezzandosi

insieme alle Istituzioni ed agli

operatori. “Se nel 2011 il flusso è stato

di 982mila unità – dichiara Roberto Piccini,

presidente Porto di Livorno 2000

- almeno 225 mila sono stati quelli che

si sono fermati nella città labronica.

Considerando la spesa media per ogni

turista di 18 euro la spesa diretta dei

crocieristi in città sarebbe stata di circa

4,8 milioni di euro. Un risultato che può

essere migliorato con un’offerta più accattivante”.

In Toscana il giro d’affari sarebbe invece

di 80 milioni. “L’impatto con la città

– spiega ancora Piccini – è stato buono.

I commercianti hanno tenuto i negozi

aperti aderendo all’iniziativa “Welcome

Cruise”. L’accoglienza è stata calorosa

e non poteva essere diversamente

considerando il carattere aperto, multiculturale

ed ospitale dei livornesi. Molti

dei crocieristi che rimangono in città

sono attratti dal caratteristico quartiere

della “Venezia” con i suoi fossi navigabili

sui quali si aprono le antiche cantine

che offrono, insieme agli stornelli

in vernacolo, ponce alla livornese e pesce

fritto ai turisti incuriositi. Ma anche

il vecchio Mercato, le due splendide

fortezze medicee sono elementi di attrazione.

Dobbiamo pubblicizzare meglio

l’offerta culturale – azzarda Piccini

– e lo faremo proponendo un percorso

museale che verrà completato con l’allestimento

del Museo della Città e del

Porto, al quale stiamo pensando da un

po’ di tempo, insieme all’Authority”

Ma Piccini sta lavorando anche al

progetto del nuovo grande e moderno

terminal crociere, la terza Stazione

Marittima del porto, che sorgerà sulla

banchina Alto Fondale, dalla ristrutturazione

di un magazzino utilizzato fino a

pochi mesi fa per i traffici agroalimentari.

“I grandi armatori credono nel nostro

porto e stanno portando a Livorno

le crociere di testa – Spiega Piccini –

come la MSC che da aprile inizia le partenze

ogni settimana con una delle sue

navi più grandi, da 4000 passeggeri,

la MSC Orchestra. Queste rappresentano

una opportunità in più per tutta la

Regione. Pisa è un aeroporto internazionale

dove arrivano tante linee anche

lowcost. Lo stesso vale per Firenze.

Saranno molti i turisti che approfitteranno

per sostare qualche giorno in più in

Toscana per visitare con calma musei

e luoghi d’arte. Per non parlare della

nostra offerta enogastronomica. A proposito

- scherza Piccini - sembra che

il cacciucco e il baccalà alla livornese

vadano a ruba fra i turisti stanchi della

cucina internazionale”.

Patrizia Lupi

Giuliano Gallanti ha donato a Bill Johnson la copia ridimensionata

del marinaio in bronzo di 7 metri che accoglie i naviganti nel porto di San

Vincenzo. L’opera d’arte è di Gianpaolo Talani, l’artista che è stato invitato

a realizzare un altro marinaio, questa volta in formato gigante, ben 18

metri, sulla punta a mare che separa i due rami, commerciale e turistico,

del porto statunitense. A Miami, Gallanti ha incontrato il Console Generale

d’Italia, Adolfo Barattolo, e numerosi esponenti dell’amministrazione locale,

tra cui Bruno Barrero, presidente del District 5, una sorta di municipio all’interno

della cui giurisdizione si trova il porto di Miami. Non meno importante,

infine, il colloquio avuto con Frank Nero, il presidente del Beacon Council,

una organizzazione no profit che sostiene la Contea di Miami nella ricerca

di soluzioni che creino nuovi posti di lavoro e offrano nuove opportunità di

crescita economica.

More magazines by this user
Similar magazines