02_febbraio - Porto & diporto

portoediporto.it

02_febbraio - Porto & diporto

turismo / porto&diporto

Port Tarraco è uno dei porti turistici

del Mediterraneo più belli

e soprattutto con acque profonde.

Il marina ha effettuato opere di

ristrutturazione per poter accogliere un

maggior numero di grandi superyacht,

yacht e gigayachts. Port Tarraco offre

ora un totale di 64 posti barca per imbarcazioni

tra i 30 ei 160 metri. L’infrastruttura

nautica è stata recentemente

acquistata dalla società di investimento

immobiliare Qatari Diar (Qatar real

estate investment company QATARI

DIAR), che controlla anche il Marina

Barcelona.

Port Tarraco è una gemma nascosta

nel Mediterraneo, si trova alle

porte della bellissima e storica città di

Tarragona, in Spagna, sulla così detta

Costa Dorata: questo marina dà la

possibilità di esplorare la ricca cultura

locale catalana. Situato a circa 95 km

a Sud di Barcellona, Port Tarraco è uno

Port Tarraco

Un nuovo approdo per megayacht nel Mediterraneo

Port Tarraco Marina

in dettaglio

64 posti barca dai 30 ai 160 metri di

LOA

9 metri di profondità

Tot. superficie del bacino 150,000 m 2

140 metri di waiting dock

Oltre 1.250 amp power outlets

Acqua e carburante

Internet e satellite TV

CCTV e servizio sorveglianza 24h

Concierge service

Ship chandler

Negozi ed uffici con spazi disponibili

(6 nuove costruzioni, con circa 11.430

m 2 a disposizione)

dei pochi porti turistici esistenti nel suo

genere nel Mediterraneo occidentale

in grado di offrire ormeggio in acque

profonde per i grandi, sofisticati super,

mega e giga yacht.

“Il Mediterraneo possiede la più alta

concentrazione di marinas nel mondo

– ha affermato Marc Colls, direttore

generale di Port Tarraco – ma non tutti

hanno la possibilità di ospitare i grandi

yachts. I nostri sforzi si sono concentrati

per offrire al nostro marina tutte le caratteristiche

tecniche perché sia strutturato

per venire incontro alle aspettative

del grande mercato nautico. Ora il marina

può offrire un ormeggio sicuro ad

una grande varietà di superyachts, con

lunghezze fino a 160 metri. Il pescaggio

all’interno del porto è un’ulteriore

caratteristica che ci differenzia dalla

maggior parte dei marinas del Mediterraneo

e ci stiamo adoperando affinché

Port Tarraco sia considerato la destinazione

“principe” dei Superyachts nel

Mar Mediterraneo”.

Stefania Vergani

Continua da pag. 13

La crociera

un prodotto da difendere

nell’interesse del Paese

in 2,2 miliardi di euro il totale degli impatti

diretti, indiretti e indotti sull’Italia,

mentre si attesta su 1,5 quello che la

Fondazione Ca’ Foscari di Venezia ha

calcolato per il 2009 con riferimento

alla seconda. E molte altre significative

grandezze si scoprono se si vanno ad

analizzare bilanci e processi produttivi

di altre realtà – dai cantieri, appunto,

alle aziende portuali - coinvolte in questo

particolare business.

La crociera come forma di vacanza,

e l’industria che le è alle spalle, hanno

dimostrato di sapere reggere ad una

serie di sfide particolarmente rilevanti

determinate da episodi congiunturali di

particolare gravità.

Dalla guerra del Golfo agli attentati

dell’11 settembre, dai conflitti nella ex

Jugoslavia alla crisi economica mondiale

che, sebbene tuttora in corso, ha

già più di tre anni all’attivo, anni durante

i quali il volume di domanda crocieristica

mondiale è passato dai 15,9

milioni del 2007 ai 18,8 milioni del 2010

che le prime stime danno sopra i 20

per l’anno appena concluso. Da questi

precedenti può essere ricavato un ragionevole

ottimismo sul percorso che

la produzione e il turismo crocieristici

in Italia effettueranno da qui ai prossimi

mesi, puntando a risultati che potranno

essere raggiunti, ancora una volta, con

l’impegno da parte di tutti gli operatori

e il consenso e la fiducia da parte di un

mercato che non può – e siamo convinti

non lo farà - cambiare abitudini e

preferenze per via di un grave fatto di

cronaca.

62 - febbraio 2012

More magazines by this user
Similar magazines