armamento - Porto & diporto

portoediporto.it

armamento - Porto & diporto

armamento | porto&diporto

Autostrade del mare

anche a Brindisi

Una nuova autostrada del mare taglia trasversalmente

il Mediterraneo. Parte dalla Turchia,

porto di Cannakkale, arriva a Brindisi e da qui,

attraversata la penisola italiana, giunge sino

in Spagna e Francia. Uno strumento prezioso

di integrazione e sviluppo economico capace

di avvicinare sempre più la Turchia all’Unione

europea..

N

ell’ambito

di tale progetto di cooperazione

è stata avviata una partnership

imprenditoriale tra la Compagnia

Puglia di Navigazione e la ITALRORO

di Bari con la partecipazione di importanti

industrie turche ed il Gruppo

Grimaldi di Napoli. Domenico Stea,

amministratore delegato di Puglia

Navigazione, così descrive questa iniziativa.

“Il progetto consiste nell’attuare

un collegamento marittimo per veicoli

merci, quindi camion, tra il porto

di Canakkalè ed il porto di Brindisi. La

scelta è ricaduta su questi due porti

perché sono neutrali rispetto ai bacini

da dove partono o dove arrivano

le merci. Infatti, la maggior parte

dei carichi si crea in Turchia, mentre,

il porto di Brindisi ha una posizione

centrale rispetto alle direttrici del

traffico che riguardano i camion e

che investono il centro-sud d’Italia,

Francia e Spagna e il porto di Salerno

o Civitavecchia per i traghetti della

Grimaldi”.

Quali sono stati i fattori determinanti

per far ricadere la scelta

proprio sul porto di Brindisi?

La posizione geografica di Brindisi,

gli spazi a disposizione esistenti

e le banchine disponibili

nel porto.

Secondo lei, quali tipi

di vantaggi, a breve ed a

lungo periodo, potrà ricavare

il porto di Brindisi

da questa iniziativa?

Il porto di Brindisi potrà

essere enormemente avvantaggiato

dall’attuazione

di questa iniziativa perché

vi confluirà un traffico in

forte crescita. Tale

concentrazione

di mezzi avrà una ricaduta

economica

notevole su tutto

il porto e anche

s u l l ’ i n t e r l a n d

brindisino, in quanto

abbondante sarà la quantità di

mezzi che arriveranno in città ed innumerevoli

saranno le attività

economiche che si potranno

sviluppare parallelamente; inoltre,

tale collegamento si rivelerà utile per

la conoscenza che i cittadini turchi

avranno del territorio visto che i medesimi

potranno definire dei rapporti

stabili, continui e duraturi con la zona

di Brindisi.

Con quale cadenza temporale si

attiverà il collegamento?

Prevediamo una cadenza di partenze

trisettimanale .

Quali tipi di navi verranno utilizzate,

e con quali caratteristiche

tecniche?

Verranno utilizzate navi RoRo tutto

merci dalla capacità di millequattrocento

metri lineari di lunghezza, vale

a dire che potranno essere trasportati

millequattrocento metri di automezzi

per un totale di circa 80 veicoli. Sulla

prima tratta Cannakkale-

Brindisi opereranno

d u e

trentatre

33

www.portoediporto.it


armamento | porto&diporto

veloci navi RoRo

gemelle, che con punte

di 21 nodi, sono in

grado di coprire il percorso

in meno di 36

ore. Dalla Puglia i Tir

raggiungeranno via

autostrada il Tirreno

imbarcandosi a Salerno

o Civitavecchia con le navi partner

della Grimaldi.

Si è parlato anche di un collegamento

aereo tramite volo charter

Brindisi - Istanbul solo per il

trasporto degli autisti. Per quale

motivo avete ritenuto utile introdurre

anche questo particolare

collegamento?

Ci sarà un collegamento ogni due

giorni tramite un volo charter dall’aeroporto

di Brindisi a quello di Canakkalè

in concomitanza con l’approdo

della nave Ro-Ro. Tale ponte aereo

si attiverà il giorno

successivo a quello in

cui gli autisti dei camion

arriveranno con

la nave e imbarcherà

gli autisti dei camion

che hanno lasciato la

nave il giorno prima .

Ritiene che anche

questo collegamento aereo potrà

avere una incidenza, oltre che da

un punto di vista logistico, anche

dal punto di vista economico?

Avrà una incidenza economica notevole

perchè garantirà la possibilità

di allacciare anche relazioni turistiche

collegamenti.

tra la zona di Brindisi e

la Turchia.

A suo avviso, se

questa linea avesse il

successo sperato, potrebbe

esserci la possibilità

di progettare

nuovi collegamenti

tra il porto di Brindisi

ed altre aree del Mediterraneo?

Certamente. La società di navigazione

ItalRoRo ha scelto il porto di

Brindisi per attivare questo collegamento,

quindi, se tale

iniziativa dovesse

ottenere il successo

sperato, potrebbe

non limitarsi a fondare

solo questa linea,

ma, al contrario,

potrebbe pensare di

creare ulteriori nuovi

Michol Donativi

trentacinque

35

www.portoediporto.it

More magazines by this user
Similar magazines