interni - Freepressmagazine.it

freepressmagazine.it

interni - Freepressmagazine.it

nel centro cittadino di Savona,

a ridosso del grande traffico

e vicino alle prime pendici

collinari, troviamo uno di

quei palazzi d’inizio secolo che sono tra

i vanti “poco vantati”, ovvero poco sottolineati,

della nostra architettura di città.

All’ultimo piano, un tradizionalissimo

appartamento, dopo un accurato lavoro

di ripensamento e restauro, è sbocciato

in un alloggio pieno di luce e struttura.

L’elaborazione della facciata dello stabile,

con stucchi e volute rimandano a

un’altra epoca, attenta alla decorazione

ma diversa dalla nostra per esigenze

pratiche dettate dal differente stile di vita.

Nell’appartamento borghese per eccellenza,

come quello illustrato in queste

pagine, ogni momento della giornata e

ciascuna attività della famiglia erano distinti.

Lo stesso appartamento è stato

reinventato per rispondere sempre alle

esigenze di una famiglia, borghese sì,

ma del nostro secolo, che interpreta la

vita con maggiore elasticità, e in casa

preferisce che gli spazi fluiscano gli uni

negli altri, dando movimento e luce, senza

rigide distinzioni tra le zone destinate

alla vita sociale e quelle più intime, della

vita quotidiana. Questa operazione,

rivelatasi abbastanza complessa vista

la struttura originaria dell’appartamento

e il necessario rispetto di alcuni aspetti

strutturali, è stata portata a compimento

con grande successo. È un restauro

che si potrebbe paragonare al rapporto

tra un vecchio nonno tradizionalista e un

nipote innovatore ma affettuoso, che con

amore e rispetto introduce novità e praticità,

senza cancellare del tutto l’eredità

del passato. È uscita in questo compito

l’azienda Da Costa Design di Albissola

Superiore, nella figura di romeo Da Costa

che ha lavorato in sinergia coi proprietari

a questa nuova sfida.

L’appartamento buio e tradizionale che

era stato acquistato da una giovane coppia

con figlia, si è così tramutato in una

luminosa e accogliente abitazione moderna,

aperta sulle splendide vedute di

verde e di città che offrono le finestre; per

arrivare a tale risultato l’imperativo è stato

ricorrere a un professionista del settore,

che per arredare sapesse mediare idee

e suggerimenti con i vincoli strutturali

presenti. Un professionista, quello citato

prima che, affiancato da maestranze valide,

ha saputo dare corpo alle esigenze

pratiche, ai desideri di comodità dei futuri

abitanti di questa casa, risolvendo al

contempo tutti quegli aspetti tecnici che

inevitabilmente si presentano nel corso di

una ristrutturazione.

Si può dire che il risultato sia davvero efficace:

si è deciso di giocare tutto l’appartamento

su due colori, il bianco e una

tonalità ombra di grande resa visiva; gli

ambienti sono stati collegati in un facile

fluire di luci e visuali; sono stati evitati

inutili preziosismi e orpelli, attenendosi

all’essenziale, per rendere alcuni arredi

parti integranti della struttura, emergenti

da pareti e pavimenti. Sono stati conservati

pochi ma significativi particolari decorativi

delle finiture originarie, che erano

comunque grandemente compromesse.

Eliminato il tradizionale angusto corridoio,

il portone di casa si apre su di un

ampio ambiente che è perno di tutta la

zona giorno, sviluppata in facciata e ottimamente

esposta, da Est a Ovest, fattore

che garantisce luminosità continua,

da mattina a sera. L’effetto cardine conferito

alla zona di ingresso è sottolineato

74

More magazines by this user
Similar magazines