B.U.R.L Pubblicazione PGT.pdf

thomas.niclas55

B.U.R.L Pubblicazione PGT.pdf

REPUBBLICA ITALIANA

Anno XXXVIII - N. 168 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b - Legge n. 662/1996 - Filiale di Varese

33

BOLLETTINO UFFICIALE

MILANO - MERCOLEDÌ, 13 AGOSTO 2008

SERIE INSERZIONI E CONCORSI

A) PROVVEDIMENTI ENTI LOCALI

Sommario

Provincia di Cremona – Decreto n. 425 – Area 3 tecnica – A3 - Ufficio espropri – Comune di San

Giovanni in Croce – Decreto di imposizione di servitù coattiva di elettrodotto inamovibile e di

occupazione temporanea di aree . . . . . . . . . . . . . . . 1811

Provincia di Cremona – Decreto n. 449 – Area 3 tecnica – A3 - Ufficio espropri – Comune di

Pieve San Giacomo – Decreto di imposizione di servitù coattiva di elettrodotto inamovibile e di

occupazione temporanea di aree . . . . . . . . . . . . . . . 1813

Comune di Adro (BS) – Esame osservazioni ed approvazione definitiva della variante n. 15 al

vigente Piano Regolatore Generale ai sensi della legge regionale n. 23/1997 articolo 2, comma

2, lettera h), adottata dal consiglio comunale con delibera n. 20 del 26 marzo 2008 . . . 1815

Comune di Casorezzo (MI) – Progettazione esecutiva rotatoria S.P. 214 – Italferr – Approvazione

definitiva variante al PRG ai sensi dell’art. 2, lett. b) l.r. 23 giugno 1997 n. 23 e s.m. e art. 25

della l.r. 11 marzo 2005 n. 12 – Deliberazione c.c. n. 24 del 9 giugno 2008 . . . . . 1815

Comune di Castrezzato (BS) – Approvazione definitiva della variante al PRG vigente con procedura

semplificata ai sensi del combinato disposto degli artt. 2 comma 2 lettere b) ed i) e 3, della

l.r. 23/2007 e art. 25, comma 1, l.r. 12/2005 concernente la realizzazione di strutture sportive e

destinazioni connesse in località Colombera . . . . . . . . . . . . 1815

Comune di Lonate Pozzolo (VA) – Approvazione delle controdeduzioni alle osservazioni pervenute

e del P.R. 3 in via Matteotti in variante al PRG ai sensi della l.r. 12/05 . . . . . 1815

Comune di Lonate Pozzolo (VA) – Approvazione Piano esecutivo in zona D4 in variante al PRG

ai sensi della l.r. 12/05. . . . . . . . . . . . . . . . . . 1815

Comune di Mariano Comense (CO) – Programma Integrato di Intervento «Piazza Grande» –

Recepimento prescrizioni provinciali, controdeduzioni ad osservazioni ed opposizioni – Approvazione

(deliberazione n. 50 del 7 luglio 2008) . . . . . . . . . . . . 1816

Comune di Nembro (BG) – Correzione dell’errore materiale nel PRG vigente VD 26 e VD 27, ai

sensi dell’art. 25 comma 8 quinquies l.r. 12/2005 (deliberazione c.c. n. 24 del 27 giugno 2008) 1816

Comune di Olgiate Olona (VA) – Approvazione Piano di zonizzazione acustica del territorio

comunale ai sensi della l.r. 13/2001 . . . . . . . . . . . . . . 1816

Comune di Solbiate Olona (VA) – Approvazione variante al PRG ai sensi dell’art. 25 l.r. 12/2005

«via Porro» – Controdeduzioni alle osservazioni (deliberazione n. 21 del 3 luglio 2008) . . 1816

Azienda Sociale Centro Lario e Valli – Menaggio (CO) – Accordo di Programma per la realizzazione

della nuova sede del centro diurno disabili e degli uffici dell’Azienda Sociale Centro Lario

e Valli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1816

B) ANNUNZI LEGALI

B1 - GARE PUBBLICHE

Errata corrige n. 33/1-Se.I.C. 2008

[2.5.0]

Comunicato 30 luglio 2008, n. 145: «Presidenza – Direzione Centrale Affari Istituzionali e Legislativo

– Struttura contratti – Esito di aggiudicazione relativo all’appalto per il servizio di fornitura

all’agenzia di stampa della Giunta regionale “Lombardia notizie” in tempo reale di una

appropriata selezione dei lanci di tutte le principali agenzie di stampa italiane», pubblicato sul

BURL n. 32 Se.I.C. del 6 agosto 2008 . . . . . . . . . . . . . . 1818

Provincia di Bergamo

Comune di Lurano (BG) – Esito di gara (art. 65 d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163) – Avviso sui risultati

della procedura per l’affidamento del servizio di refezione scolastica periodo: 1º settembre 2008-

30 giugno 2012 – CIG n. 0163122487 . . . . . . . . . . . . . . 1818

2.5.0 ORDINAMENTO FINANZIARIO / Contratti e appalti della P.A.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1806 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Provincia di Cremona

Comune di Soncino (CR) – Estratto bando di gara mediante procedura aperta per appalto lavori di manutenzione straordinaria

volta al miglioramento sismico della scuola elementare di Gallignano – CUP G88E07000040003 – CIG 01958959A8 1819

Provincia di Lecco

Comune di Airuno (LC) – Avviso di gara per l’appalto del servizio di refezione a favore degli alunni della scuola dell’infanzia,

degli insegnanti e dei dipendenti comunali per il periodo 1 settembre 2008-30 giugno 2011. . . . . . . 1819

Comune di Airuno (LC) – Bando di gara per il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani e pulizia strade

periodo dal 1º ottobre 2008 al 31 dicembre 2010 . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1819

Provincia di Milano

Comune di Abbiategrasso (MI) – Appalto n. 5 – Bando di gara mediante procedura aperta per l’appalto degli «Interventi

di manutenzione straordinaria Cimitero Maggiore – Anno 2008 – lotto 1 edile/stradale» . . . . . . . . 1819

Comune di Cologno Monzese (MI) – Estratto del bando di gara mediante procedura aperta: appalto per affidamento

triennale del servizio di pulizia degli edifici adibiti a sedi comunali ed a palestre . . . . . . . . . . 1821

Comune di Paderno Dugnano (MI) – Estratto bando di gara a procedura aperta per servizio di trasporto pubblico locale

(1º gennaio 2009-31 dicembre 2015). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1821

Comune di Paderno Dugnano (MI) – Estratto bando di gara per lavori di «Manutenzione ordinaria strade e marciapiedi

2008» – CIG: 0185801FD1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1821

Fondazione IRCCS - «Istituto Nazionale dei Tumori» – Milano – Estratto bando di gara per l’affidamento di servizi di

ingegneria ed architettura attinenti ai lavori per il nuovo centro trasfusionale e l’oncologia medica 1e2 . . . . 1821

B2 - VARIE

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo – Settore tutela risorse naturali – Servizio risorse idriche – Domanda presentata dalla Società

Idrowatt s.r.l. intesa ad ottenere la concessione di derivazione acqua ad uso idroelettrico . . . . . . . . 1821

Provincia di Bergamo – Settore tutela risorse naturali – Servizio risorse idriche – Domanda presentata dalla società Sport

e Cultura Seriate soc. coop. intesa ad ottenere la voltura con variazione d’uso (da industriale ad igienico-sanitario) della

concessione rilasciata alla società Sanpellegrino s.p.a . . . . . . . . . . . . . . . . 1821

Comune di Bergamo – Direzione territorio e ambiente – Avviso di deposito del Piano di lottizzazione via Grumello n. 96

in variante semplificata al PRG vigente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1822

Comune di Cenate Sotto (BG) – Avviso di avvio del procedimento di verifica di esclusione dalla Valutazione Ambientale

Strategica (VAS) per il «P.L. 13 – via Lussana» in variante al PRG vigente (art. 25 l.r. 12/2005 e s.m.i.) e per il PII

denominato «via Lussana angolo via Foscolo» in variante urbanistica (art. 92, comma 8, l.r. 12/2005 e s.m.i.) . . . 1822

Comune di Fara Gera d’Adda (BG) – Avviso di avvio al procedimento relativo alla Valutazione Ambientale Strategica a

supporto del Piano di Governo del Territorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1822

Provincia di Brescia

Provincia di Brescia – Domanda presentata dalla Ditta ENEL per ottenere l’autorizzazione alla costruzione della linea

elettrica aerea B.T. a 400 Volt nel Comune di Marmentino (BS) (applicazione del 1º comma dell’art. 3 e segg. della legge

regionale 16 agosto 1982) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1822

Provincia di Brescia – Domanda presentata dalla ditta Azienda Agricola Caligari Angelo s.s. per ottenere l’autorizzazione

alla costruzione di una linea MT in cavo interrato e di una nuova cabina elettrica (applicazione del 1º comma dell’art. 3

e segg. della legge regionale 16 agosto 1982) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1822

Provincia di Brescia – Area ambiente – Servizio acqua – Ufficio derivazioni acqua – Opere ecologiche – Domanda presentata

dalla Società Tecnopress s.r.l. intesa ad ottenere la concessione per derivare acque sotterranee da destinare ad uso

industriale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1822

Provincia di Brescia – Area ambiente – Servizio acqua – Ufficio derivazioni acqua – Opere ecologiche – Domanda presentata

dalla ditta Ponterosso s.r.l. intesa ad ottenere la concessione per derivare acque sotterranee ad uso potabile ed igienicosanitario

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1823

Provincia di Brescia – Area ambiente – Servizio acqua – Ufficio derivazioni acqua – Opere ecologiche – Domanda presentata

dal Comune di Carpenedolo intesa ad ottenere la concessione per derivare acque sotterranee ad uso recupero energetico 1823

Comune di Bovezzo (BS) – Avviso di approvazione definitiva del Programma Integrato d’Intervento n. 3 – Comparto via

Veneto – Deposito atti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1823

Comune di Chiari (BS) – Avviso di adozione del Programma Integrato d’Intervento (PII 16/2008) in variante al Piano

Regolatore Generale vigente, ai sensi della l.r. 12/2005, presentato dalla Società Fin Beton s.r.l. – Intervento in via Roccafranca

– Deposito atti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1823

Comune di Concesio (BS) – Avviso della procedura di verifica di esclusione dalla Valutazione Ambientale Strategica PII

n. 13 via Europa-via Camerate-via Matteotti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1824

Comune di Concesio (BS) – Avviso di approvazione, conseguentemente alla mancata presentazione di osservazioni-opposizioni,

in via definitiva del Programma Integrato d’Intervento «PII/09 – via Sangervasio-via Europa» di iniziativa privata

«Soc. Tensiochimica s.p.a.» in variante al PRG vigente si sensi della legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i. . . 1824

Comune di Concesio (BS) – Avviso di approvazione, conseguentemente alla mancata presentazione di osservazioni-opposizioni,

in via definitiva del Programma Integrato d’Intervento «PII/10 – via Campagnole» di iniziativa privata «Soc. Roda

s.p.a.» in variante al PRG vigente ai sensi della legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i. . . . . . . . 1824

Comune di Concesio (BS) – Avviso di approvazione, conseguentemente alla mancata presentazione di osservazioni-opposizioni,

in via definitiva del Programma Integrato d’Intervento «PII/11 – via Roncaglie-via Bevilacqua» di iniziativa privata

«Soc. Metalwork s.p.a.» – sig. Bonatti Erminio e «Soc. S.B.S. Leasing» in variante al PRG vigente ai sensi della legge

regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1824


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1807 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Comune di Lumezzane (BS) – Avviso di deposito atti – «Esame ed adozione prima variante parziale al piano delle Regole

del Piano di Governo del Territorio (PGT) ai sensi della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12» – Delibera di adozione c.c.

n. 50 del 25 luglio 2008 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1824

Comune di Muscoline (BS) – Avviso d’asta pubblica per la vendita di un alloggio di proprietà del comune di Muscoline

sito in via Adalgisa Bettoni n. 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1824

Comune di Rezzato (BS) – Avviso di deposito atti «Approvazione definitiva Piano di recupero immobile ad uso residenziale

«ex Case Operaie F.lli Lombardi» in via San Carlo, di proprietà della società Santa Teresa, in variante al PRG ai sensi

dell’art. 2.2 della l.r. 23/97 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1824

Comune di Rodengo Saiano (BS) – Bando di asta pubblica per la vendita di immobile residenziale di proprietà comunale,

parzialmente ristrutturato, sito a Rodengo Saiano (BS) in via Risorgimento n. 10 (art. 73 – lett. c) ed art. 76 r.d. 23 maggio

1924 n. 827) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1824

Comune di Rodengo Saiano (BS) – Bando per l’assegnazione e la vendita di aree di proprietà comunale destinate all’edilizia

a carattere popolare «località Padergnone» – Comparto di intervento strategico n. 5 . . . . . . . . . 1825

Comune di Sabbio Chiese (BS) – Avviso di approvazione definitiva e di deposito degli atti costituenti il Piano di Governo

del Territorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1825

Comune di Salò (BS) – Piano di recupero «Folli Bruno e Boonlai Phathana» in variante al PRG – Avviso di deposito. . 1825

Comune di Tremosine (BS) – Approvazione definitiva di Piano attuativo denominato «DT3.9» in parziale variante al PRG

a’ sensi dell’art. 2 lettere c), f), l.r. 1997 n. 23 in loc. Voltino nel comune di Tremosine . . . . . . . . . 1825

Comune di Tremosine (BS) – Approvazione definitiva di Piano di recupero denominato «Nuova Farmacia» in parziale

variante al PRG a’ sensi dell’art. 2 lettere d), g) l.r. 1997 n. 23 in loc. Pieve nel comune di Tremosine . . . . . 1825

Comune di Zone (BS) – Approvazione variante al PRG vigente ai sensi dell’art. 2, comma 2, lettere a) e c), della legge

regionale 23 giugno 1997 secondo la procedura prevista dall’art. 3 della precitata legge, finalizzata ad individuare alcune

aree classificate come Zona F – Servizi Pubblici ed un nuovo tracciato viario . . . . . . . . . . . 1825

Provincia di Como

Provincia di Como – Domanda presentata dalla ANFFAS Onlus Centro Lario e Valli Menaggio per la concessione di

derivazione di acqua ad uso igienico sanitario, irriguo e antincendio . . . . . . . . . . . . . 1826

Comune di Bizzarone (CO) – Approvazione Piano Regolatore Comunale dell’Illuminazione pubblica (PRIC) e Piano di

risparmio energetico impianti di pubblica illuminazione (PRE) – Avviso di deposito . . . . . . . . . 1826

Comune di Drezzo (CO) – Adozione variante al PRG con procedura semplificata – Deposito atti . . . . . . 1826

Comune di Drezzo (CO) – Approvazione variante al PRG con procedura semplificata – Deposito atti . . . . . 1826

Comune di Novedrate (CO) – Avvio di procedimento afferente la redazione del PGT (Piano del Governo del Territorio) e

della VAS (Valutazione Ambientale Strategica) ai sensi della l.r. 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i . . . . . . . 1826

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del Piano di recupero residenziale con planivolumetrico convenzionato

di via Garibaldi-via Foscolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1827

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del Piano di recupero Ca Dea . . . . . . . . . . 1827

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del Piano di lottizzazione residenziale di iniziativa privata n. 11 . . 1827

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del completamento dell’ambito territoriale relativo al tratto di rotatoria

laterale al PIP n. 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1827

Provincia di Cremona

Provincia di Cremona – Settore ambiente – Servizio tutela aria e acqua – Domanda presentata dalla Padania Alimenti

s.r.l. per ottenere la concessione di derivare acqua sotterranea per uso igienico e irrigazione aree verdi in Comune di

Casalmaggiore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1827

Provincia di Cremona – Settore ambiente – Servizio tutela aria e acqua – Domanda presentata dalla Ditta Donarini Sandro

per ottenere la concessione di derivare acqua sotterranea in Comune di Cremosano per uso zootecnico . . . . . 1827

Provincia di Cremona – Settore ambiente – Servizio tutela aria e acqua – Domanda presentata dalla Riseri Fabio, Francesco

e Valter soc. agr. s.s. intesa ad ottenere la concessione di derivare acqua sotterranea in Comune di Montodine per uso

igienico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1828

Comune di Montodine (CR) – Avvio del procedimento relativo alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del Piano di

Governo del Territorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1828

Comune di Torre de’ Picenardi (CR) – Approvazione definitiva della variante al PRG . . . . . . . . . 1828

Consorzio di Bonifica Navarolo Agro Cremonese Mantovano – Casalmaggiore (CR) – Avviso ai creditori in relazione ai

lavori di «Opere pubbliche di bonifica – Intervento di tombinatura della canaletta irrigua Belforte – 3º lotto esecutivo»

eseguiti in appalto nel periodo 6 novembre 2007-30 aprile 2008, come da contratto in data 6 novembre 2007, dall’Impresa

«Roffia s.r.l.» con sede in Pilastro di Marcaria (MN), Strada Barzelle n. 1/A . . . . . . . . . . . 1828

Provincia di Lecco

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque e derivazioni – Domanda presentata dalla Società CEMB

s.p.a. intesa ad ottenere la variante della concessione di derivazione in Comune di Abbadia Lariana e Mandello del Lario

– Avviso ai sensi del regolamento regionale n. 2 del 24 marzo 2006 . . . . . . . . . . . . . 1828

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque e derivazioni – Domanda presentata dalla ditta T.P.C.

s.r.l. intesa ad ottenere la variazione relativa alla concessione per derivare acqua dal pozzo/serbatoio in comune di Civate

– Avviso ai sensi del regolamento regionale n. 2 del 24 marzo 2006 . . . . . . . . . . . . . 1829

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque e derivazioni – Domanda presentata dalla Unicalce s.p.a.

intesa a derivare acqua ad uso industriale – Avviso ai sensi del regolamento regionale n. 2 del 24 marzo 2006 . . . 1829

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque e derivazioni – Domanda presentata dalla ditta Fusi

Galbussera & Bolis Oscar intesa a derivare acqua ad uso industriale – Avviso ai sensi del regolamento regionale n. 2 del

24 marzo 2006 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1829


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1808 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Vass.Fer s.r.l. – Valmadrera (LC) – Avviso di richiesta di pronuncia di assoggettabilità a VIA della Regione Lombardia 1829

Provincia di Lodi

Provincia di Lodi – Settore tutela territoriale ed ambientale – Domanda presentata dalla Camelot Società Cooperativa

Edilizia per la concessione a derivare acqua per usi vari . . . . . . . . . . . . . . . . 1829

Comune di Cervignano d’Adda (LO) – Avviso di deposito adozione Piano di Governo del Territorio ai sensi dell’art. 13 l.r.

n. 12/2005 e s.m.i . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1830

Provincia di Mantova

Comune di Castelbelforte (MN) – Avviso di approvazione di variante urbanistica ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 447/98. . 1830

Comune di Pegognaga (MN) – Avviso di avvio del procedimento di Valutazione Ambientale per il Piano di Governo del

Territorio (estratto) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1830

Ditta Galeazzi s.r.l. – Roverbella (MN) – Avviso di richiesta per verifica di studio preliminare ambientale di assoggettibilità

alla procedura di VIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1830

Provincia di Milano

Provincia di Milano – Bando per l’assegnazione di contributi provinciali per il rinnovo delle autovetture destinate al

servizio taxi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1830

Comune di Arcore (MI) – Avviso di adozione della variante di PRG ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 20 ottobre 1998 n. 447 e

s.m.i. – Sportello Unico pratica Brianza Tende s.p.a . . . . . . . . . . . . . . . . . 1830

Comune di Briosco (MI) – Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il Piano di Governo del

Territorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1830

Comune di Burago di Molgora (MI) – Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il Piano di Governo

del Territorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1831

Comune di Cerro Maggiore (MI) – Esito di gara a pubblico incanto per l’alienazione di n. 20 posti auto interrati di proprietà

comunale siti in via della Libertà – Cerro Maggiore – frazione Cantalupo . . . . . . . . . . . . 1831

Comune di Desio (MI) – Avviso di deposito degli atti relativi all’approvazione definitiva del Piano attuativo relativo all’area

contraddistinta nel PRG con la sigla «C 12» . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1831

Comune di Lacchiarella (MI) – Avviso deposito atti inerenti la realizzazione di due interventi produttivi in fraz. Villamaggiore

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1831

Comune di Lentate sul Seveso (MI) – Ridelimitazione delle aree di salvaguardia dei pozzi pubblici ad uso idropotabile –

Avviso di deposito di variante parziale al PRG . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1831

Comune di Lentate sul Seveso (MI) – Rettifica della delimitazione tra zone omogenee diverse in via Nazionale dei Giovi –

Avviso di deposito di variante parziale al PRG . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1831

Comune di Lentate sul Seveso (MI) – Avviso d’asta pubblica – Vendita area via Pirandello . . . . . . . . 1831

Comune di Melzo (MI) – Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) ovvero di procedimento di esclusione

della VAS «screening» per la redazione del Programma Integrato d’Intervento denominato «via Curiel lato nord» – Individuazione

dei soggetti interessati e definizione delle modalità di informazione e comunicazione . . . . . . . 1831

Comune di Monza (MI) – Avviso d’asta per la vendita dell’area industriale di viale Libertà-viale Stucchi – terza fase –

secondo incanto (art. 84 e ss. regolamento contabilità dello Stato, r.d. n. 827/1924) . . . . . . . . . 1832

Comune di Nosate (MI) – Avviso di deposito deliberazione consiliare n. 23 del 27 giugno 2008: approvazione definitiva

Piano Regolatore cimiteriale e relative Norme Tecniche di Attuazione con contestuale modifica della fascia di rispetto

cimiteriale in variante al Piano Regolatore Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . 1832

Comune di Peschiera Borromeo (MI) – Avviso di approvazione deposito atti del PL denominato D2 San Bovio . . . 1832

Comune di Pozzuolo Martesana (MI) – Avviso di deposito delibere c.c. nn. 32-38-39/2008 . . . . . . . . 1832

Comune di Rescaldina (MI) – Efficacia approvazione definitiva progetto di edificio per esposizione e vendita autovetture

con contestuale autorizzazione commerciale di media struttura costituente variante al PRG vigente dell’area ubicata in

via Cerro Maggiore (foglio 13, mappali n. 757-868) da Zona E1 a Zona D2. . . . . . . . . . . . 1832

Comune di Rosate (MI) – Approvazione del progetto in variante per insediamento di una media struttura di vendita . . 1832

Comune di Vittuone (MI) – Avviso di deposito del Programma Integrato di Intervento PII 01 – Polo Plurifunzionale –

adottato con deliberazione c.c. n. 29 del 29 luglio 2008 . . . . . . . . . . . . . . . . 1833

Consorzio Parco delle Groane – Solaro (MI) – Avviso di pubblicazione della modifica all’art. 8 delle Norme Tecniche di

Attuazione Piano Settore zone agricole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1833

Infrastrutture Lombarde s.p.a. – Milano – Avviso di alienazione mediante asta pubblica di beni immobili di proprietà della

Regione Lombardia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1833

Provincia di Pavia

Comune di Bastida de’ Dossi (PV) – Avviso di avvio del procedimento relativo alla redazione della Valutazione Ambientale

Strategica (VAS) del Documento di Piano del PGT del comune di Bastida de’ Dossi . . . . . . . . . 1833

Comune di Filighera (PV) – Avviso di adozione di variante parziale al PRG vigente ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 447 del 20

ottobre 1998 e s.m. e i. relativa alla trasformazione di mensa aziendale esistente in ristorante . . . . . . . 1833

Comune di Marzano (PV) – Avviso approvazione definitiva variante al Piano Regolatore comunale . . . . . . 1834

Provincia di Sondrio

Provincia di Sondrio – Settore viabilità, pianificazione territoriale ed energia – Servizio acque ed energia – Avviso di

presentazione della domanda di derivazione d’acqua dalle sorgenti «Taverna», «Valle Orsara» e «Foppe Bisse» in territorio

del Comune di Fusine, ai sensi dell’art. 11 del r.r. 24 marzo 2006 n. 2 . . . . . . . . . . . . . 1834

Provincia di Sondrio – Settore viabilità, pianificazione territoriale ed energia – Servizio acque ed energia – Avviso di

presentazione della domanda di derivazione d’acqua dal torrente Orsenigo in territorio del Comune di Albosaggia, ai sensi

dell’art. 11 del r.r. 24 marzo 2006 n. 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1834


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1809 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Provincia di Sondrio – Settore agricoltura e risorse ambientali – Domanda di rinnovo della concessione a derivare acqua

per uso potabile presentata dal Consorzio Teleferica Chete-Terra dei Corvi-Tabiadascio . . . . . . . . 1834

Comune di Albosaggia (SO) – Approvazione Piano Regolatore di illuminazione comunale – Avviso di pubblicazione e

deposito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1834

Comune di Albosaggia (SO) – Approvazione variante al PRG comunale secondo le procedure di cui alla l.r. 23/97 per

recepimento studio reticolo idrico minore – Avviso di pubblicazione e deposito . . . . . . . . . . 1835

Comune di Cosio Valtellino (SO) – Avviso di approvazione e deposito «Rettifica n. 6 alla variante generale di PRG –

Parcheggio via Talea» approvata con deliberazione di consiglio comunale n. 50 del 20 giugno 2008 . . . . . . 1835

Comune di Gerola Alta (SO) – Avviso di deposito indennità provvisoria relativa al procedimento espropriativo per «Realizzazione

impianto idroelettrico sul torrente Vedrano e strada di accesso in località Castello» . . . . . . . 1835

Comune di Menarola (SO) – Avviso di approvazione del Piano di recupero, in variante al PRG . . . . . . . 1835

Comune di Torrevecchia Pia (PV) – Avviso di approvazione definitiva della variante parziale al vigente Piano Regolatore

Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1835

Provincia di Varese

Provincia di Varese – Settore ecologia ed energia – Concessione per derivazione d’acqua ad uso scambio termico mediante

pompa di calore da un pozzo da scavare in Comune di Gallarate, richiesta dalla Società Zero Group s.r.l. – Pratica n. 2493 1835

Provincia di Varese – Settore ecologia ed energia – Domanda di concessione per derivazione d’acqua ad uso industriale

da n. 2 pozzi in comune di Caronno Pertusella, presentata dalla Società Ferriera Alto Milanese s.p.a. – Pratica n. 2233 1835

Comune di Cantello (VA) – Avviso di deposito degli atti relativi all’adozione di variante al PRG ai sensi della l.r. n. 23/1997

s.m.i. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1835

Comune di Cislago (VA) – Pubblicazione approvazione definitiva della variante al vigente PRG per individuazione zona di

recupero del patrimonio edilizio esistente e approvazione del Piano di recupero in via C. Battisti, ai sensi delle lett. g), c),

art.2–p.2–l.r. n. 23/1997. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1835

Comune di Cislago (VA) – Pubblicazione approvazione definitiva della variante al vigente PRG per individuazione zona di

recupero del patrimonio edilizio esistente e approvazione del Piano di recupero posto in via S. Giulio, ai sensi delle lett.

g),c)–art.2–p.2–l.r. n. 23/1997 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1836

Comune di Daverio (VA) – Avvio del procedimento di verifica di esclusione da Valutazione Ambientale (VAS) del Programma

Integrato di Intervento via Indipendenza-Roma-Giovanni XXIII . . . . . . . . . . . . . 1836

Comune di Germignaga (VA) – Avviso avvio del procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del Piano di

Governo del Territorio. Documento di Piano – Comune di Germignaga . . . . . . . . . . . . 1836

Comune di Origgio (VA) – Avviso di approvazione variante parziale al vigente Piano Regolatore Generale ai sensi della l.r.

n. 23/1997 – Zona A–Nucleo di Antica Formazione (delibera consiglio comunale n. 30 del 7 giugno 2008) . . . . 1836

Comune di Samarate (VA) – Avviso di approvazione definitiva di Programma Integrato di Intervento in variante al Piano

Regolatore Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1837

Comune di Solbiate Arno (VA) – Approvazione definitiva varianti PRG – Avviso di deposito. . . . . . . . 1837

Altre province

AIPO - Agenzia Interregionale per il fiume Po – Parma – Avviso di pagamento dell’acconto dell’ottanta per cento delle

indennità accettate – ai sensi dell’art. 20 comma 6 del d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 e ss.mm.ii. – dalle Ditte dei terreni

interessati dai lavori di (MN-E-1114) realizzazione di sagoma arginale definitiva mediante rialzo e ringrosso dell’argine

maestro in destra Po – tronchi di custodia di Tabellano e Villa Saviola – Tratto da Rampa Crema di S. Benedetto Po e

Camatta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1837

C) CONCORSI

Comune di Albavilla (CO) – Avviso di pubblico concorso a soli esami per la copertura di n. 2 posti di istruttore contabile

– cat. C1, a tempo pieno ed indeterminato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1837

Comune di Borgo San Giacomo (BS) – Avviso di assegnazione di n. 2 licenze comunali per il servizio di autonoleggio da

rimessa con conducente di autovettura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1837

Comune di Cusano Milanino (MI) – Concorso pubblico per titoli ed esami per assunzione a tempo indeterminato di un

istruttore di vigilanza – cat. C – posizione economica 1 . . . . . . . . . . . . . . . . 1837

Comune di Gorgonzola (MI) – Concorso pubblico per esami per n. 1 posto di istruttore direttivo cat. D3 a tempo indeterminato

– settore polizia locale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1837

Comune di Inveruno (MI) – Concorso pubblico per esami per la copertura di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato di

«Coordinatore squadra operaia» presso il settore tecnico – categoria B3 . . . . . . . . . . . . 1838

Comune di Montichiari (BS) – Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura a tempo indeterminato e parziale di

25 ore settimanali su 36, di n. 1 posto di assistente sociale (cat. D, posizione economica D1) con riserva ai soggetti di cui

all’art. 18, comma 2, della l. n. 68/1999 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1838

Comune di Monza (MI) – Concorso pubblico per esami, per la copertura a tempo indeterminato e pieno di 10 posti di

istruttore tecnico – cat. C1, di cui 3 riservati ai soggetti di cui agli artt. 18, comma 6 e 26, comma 5-bis del d.lgs. 215/2001 1838

Comune di Peschiera Borromeo (MI) – Concorsi pubblici per esami per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato di

n. 1 posto di istruttore ecologo e n. 2 posti di agente di polizia locale . . . . . . . . . . . . . 1838

Comune di Veniano (CO) – Avviso di assegnazione posteggi per commercio su area pubblica . . . . . . . 1839

Comune di Vittuone (MI) – Concorso pubblico per esami per l’assunzione in ruolo di n. 1 funzionario comandante polizia

locale (categoria D3) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1839

Comune di Vittuone (MI) – Concorso pubblico per titoli ed esami per l’assunzione in ruolo di n. 2 collaboratori amministrativi

(categoria B3) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1839

Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2 – Concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto

di dirigente amministrativo da assegnare al dipartimento Assi – Coordinamento ufficio di piano e con erogatori socio

sanitari (programmazione e controllo), presso l’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2 . . . . . 1839


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1810 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Azienda Ospedaliera «Ospedali Riuniti di Bergamo» – Approvazione graduatoria del concorso pubblico per n. 1 posto di

dirigente medico – disciplina: pediatria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1842

Azienda Ospedaliera Sant’Anna – Como – Riapertura termini del concorso pubblico per titoli ed esami, per la copertura

a tempo indeterminato di n. 1 posto di collaboratore tecnico professionale – programmatore – Categoria D . . . . 1842

Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri» di Cremona – Approvazione graduatorie concorsi pubblici di dirigente medico:

discipline di cardiologia e pediatria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1844

Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri» di Cremona – Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione

a tempo indeterminato di n. 1 dirigente medico di neurologia – disciplina: neurologia . . . . . . . . . 1844

Azienda Ospedaliera «Carlo Poma» – Mantova – Riapertura termini bando di concorso pubblico per titoli ed esami, a n. 1

posto di collaboratore professionale sanitario – tecnico sanitario di laboratorio biomedico . . . . . . . . 1847

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la stipula di n. 1 contratto

individuale di lavoro a tempo indeterminato in qualità di collaboratore tecnico professionale fisico – cat. D – da assegnare

all’U.O. I.C.P.S. – Settore attività: epidemiologia e sistemi informativi . . . . . . . . . . . . . 1850

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la stipula di n. 1 contratto

individuale di lavoro a tempo indeterminato in qualità di operatore tecnico specializzato giardiniere – cat. B – liv. ec. Bs 1852

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto

di dirigente medico – disciplina di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza – medici – ruolo sanitario e n. 1 posto

di dirigente medico – disciplina di gastroenterologia – medici – ruolo sanitario . . . . . . . . . . 1854

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la stipula di n. 5 contratti

individuali di lavoro a tempo indeterminato in qualità di C.P.S. infermiere pediatrico – cat. D . . . . . . . 1856

Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano – Indizione di avviso pubblico per il conferimento di n. 1

incarico quinquennale di dirigente medico – disciplina oncologia – direttore della struttura complessa di cure palliative

(terapia del dolore – riabilitazione) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1858

Istituto Nazionale Riposo e Cura per Anziani V.E. II – Istituto Ricovero e Cura a Carattere Scientifico – Ancona – Avviso

pubblico finalizzato alla formazione di un elenco di idonei da utilizzarsi per il conferimento di contratti di collaborazione 1858

Azienda di Servizi alla Persona Valsasino – San Colombano al Lambro (MI) – Selezione pubblica per esami (esclusi titoli)

per l’assunzione a tempo indeterminato di un collaboratore professionale sanitario – infermiere – tempo pieno (cat. D –

CCNL comparto sanità), nonché per eventuali assunzioni con contratto a tempo determinato . . . . . . . 1859

Consorzio Gestione Associata dei Laghi Maggiore, Comabbio, Monate e Varese – Laveno Mombello (VA) – Avviso di

concorso pubblico per esami per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato, di n. 1 posto di «Istruttore tecnico –

geometra» . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1859


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

A) PROVVEDIMENTI ENTI LOCALI

[BUR2008061]

Provincia di Cremona – Decreto n. 425 – Area 3 tecnica – A3 -

Ufficio espropri – Comune di San Giovanni in Croce – Decreto

di imposizione di servitù coattiva di elettrodotto inamovibile e

di occupazione temporanea di aree

Il Dirigente ing. Verino Gatti

Richiamata

1. l’istanza n. 152821 dell’1 aprile 2008 protocollata in data 10

aprile 2008 al n. 53302 con la quale la Soc. ENEL Distribuzione

s.p.a. – con sede in Roma, via Ombrone n. 2 in persona del responsabile

della Zona di Cremona domiciliato per la carica in Cremona,

via Brescia n. 54 ha chiesto, ex art. 22 d.P.R. 327/01, l’emissione

del decreto di asservimento coattivo su aree di proprietà privata in

Comune di San Giovanni in Croce per la realizzazione di un impianto

elettrico aereo in conduttori nudi a 15 kV inamovibìle, nonché

l’occupazione temporanea delle aree necessarie all’esecuzione

dei lavori;

Dato atto che

1. come risulta dalla suddetta istanza non è stato possibile raggiungere

con due dei proprietari dei fondi interessati dall’opera un

accordo per la costituzione volontaria della servitù di elettrodotto;

Considerato che

2. durante il deposito del progetto definitivo relativo alla suddetta

opera elettrica, deposito effettuato presso il Settore ambiente – Servizio

energie e impianti termici della Provincia di Cremona nell’ambito

del procedimento che si è concluso con il provvedimento di

autorizzazione alla costruzione ed esercizio n. 400 del 12 giugno

2007, sono pervenute osservazioni da parte degli interessati: osservazioni

controdedotte in sede di Conferenza dei Servizi;

Preso atto

3. delle risultanze della Conferenza dei Servizi indetta in data 17

aprile 2007, ai sensi dell’art. 14 della legge 7 agosto 1990 n. 241 e

successive modificazioni così come disposto dall’art. 52-quater del

d.P.R. 327/01 e successive modificazioni, nell’ambito del procedimento

finalizzato al rilascio dell’approvazione del progetto definitivo,

alla dichiarazione di pubblica utilità ed all’accertamento della

conformità urbanistica di una linea elettrica aerea a 15 KV e delle

relative opere accessorie per potenziare l’attuale rete di distribuzione

dell’energia elettrica presente in località Corte Bernuzza ed in

particolare per fornire l’energia elettrica ad un nuovo allevamento

suinicolo e per migliorare la qualità del servizio elettrico nei Comuni

di San Giovanni in Croce e Solarolo Rainerio;

Dato atto che

4. con decreto del dirigente Settore ambiente energia e impianti

termici della Provincia di Cremona, n. 400 del 12 giugno 2007, prot.

80977, è stata autorizzata la costruzione e l’esercizio dell’opera sopraindicata,

e che l’autorizzazione di cui sopra ha efficacia di dichiarazione

di pubblica utilità, urgenza e indifferibilità nonché ha

efficacia di dichiarazione di inamovibilità delle relative opere elettriche;

5. è stata data comunicazione ex art. 17 d.lgs. n. 327/2001 dell’emanazione

del provvedimento di autorizzazione sopracitato;

Ricordato che

6. il progetto è stato predisposto nel rispetto del d.m. 21 marzo

1988 e norme CEI 11-1 dell’1 maggio 1999 e 11-17 dell’1 gennaio

1993 e che i criteri adottati nella progettazione sono quelli di minor

pregiudizio possibile alle proprietà private, compatibilmente con le

esigenze di sicurezza e di stabilità dell’opera medesima;

Considerato che

7. l’opera autorizzata rientra in una delle fattispecie previste dalla

l.r. 8 febbraio 2005 n. 6 art. 5, 5º comma;

8. l’avvio dei lavori riveste carattere d’urgenza in quanto tale impianto

è necessario per procedere al potenziamento della rete elettrica

di distribuzione dell’energia esistente nel comune di San Giovanni

in Croce in assolvimento della specifica funzione pubblicistica

sottesa al servizio di distribuzione dell’energia elettrica;

Y– 1811 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

9. è indispensabile per la realizzazione dell’opera assentita ottenere

altresì l’occupazione d’urgenza di porzioni di fondi in proprietà

privata (mappali 92 e 94 fg. 1 di S. Giovanni in Croce) per un periodo

di mesi quattro al fine di eseguire i lavori e quant’altro necessario

per la costruzione e la messa in esercizio della linea elettrica;

Dato atto che

10. ai sensi dell’art. 22 del d.P.R. 327/01, qualora l’avvio dei lavori

rivesta carattere d’urgenza tale da non consentire l’applicazione dell’art.

20, il decreto definitivo di asservimento può essere emanato

ed eseguito sulla base della determinazione provvisoria dell’indennità

di servitù, senza particolari indagini o formalità;

11. ai sensi dell’art. 52 octies del d.P.R. 327/01 il decreto di imposizione

coattiva di servitù relativo alle infrastrutture lineari energetiche

dispone anche l’occupazione temporanea delle aree necessarie

alla realizzazione delle opere e la costituzione del diritto di servitù

ed inoltre, indica l’ammontare delle relative indennità;

Preso atto che

12. l’opera elettrica autorizzata con provvedimento n. 400 del 12

giugno 2007 dell’amministrazione Provinciale di Cremona – Settore

ambiente, è inamovibile e che in conseguenza di ciò è stato imposto

il vincolo preordinato all’esproprio (o all’asservimento coatto) per

una durata di anni cinque a datare dal 12 giugno 2007;

13. con atto n. 1510 del 18 dicembre 2007, prot. 165566 ha emesso

a favore dell’ENEL Distribuzione s.p.a. decreto di imposizione di

servitù coattiva di elettrodotto inamovibile e di occupazione temporanea

di aree;

14. tale sopra citato decreto non è stato eseguito dall’ENEL distribuzione

s.p.a. nei tempi indicati dall’art. 22-bis 4º comma d.P.R.

327/01;

Riconosciuta

15. la regolarità della procedura instaurata;

Richiamata

16. la l.r. 5 gennaio 2000 n. 1 e la deliberazione della Giunta regionale

Lombarda n. 7/5760 in data 27 luglio 2001 di definizione delle

modalità di passaggio dei trasferimenti e delle deleghe in materia

di espropriazione per pubblica utilità e di occupazione d’urgenza a

partire dall’1 ottobre 2001;

17. il d.P.R. 327/01 e successive modificazioni;

18. la l.r. 52/82;

19. la l.r. n. 26/2005;

20. il r.d. n. 1775/33;

21. l’art. 107 d.lgs. n. 267/00;

Decreta

Art. 1

È revocato, per 1e premesse sopra esposte, il decreto n. 1510 del

18 dicembre 2007; prot. 165566;

Art. 2

È disposta a favore della Soc. ENEL Distribuzione s.p.a. – con

sede in Roma – via Ombrone n. 2 – la costituzione della servitù

coattiva di elettrodotto sugli immobili siti in comune di San Giovanni

in Croce mappali 92 e 94 del fg. 1 intestati rispettivamente a

Galli Maria Graziella nata a S. Giovanni in Croce il 21 gennaio 1963

– c.f. GLLMGR63A61H918R residente a Rivarolo Mantovano – via

Borsellino 10 e a Galli Luigi nato a S. Giovani in Croce il 23 settembre

1955 – c.f. GLILGU55P23H918Y residente a Solarolo Rainerio

– via Giuseppina 143, limitatamente alla fascia indicata in colore

rosso nella planimetria «A» facente parte integrante del presente

decreto per la costruzione di un elettrodotto aereo a 15 KV inamovibile

in conduttori nudi.

Art. 3

L’indennità provvisoria di asservimento coattivo in via d’urgenza

è così stabilita:

Sup. da asservire

Indennità

N. (mq) (*)

provvisoria Coerenze della superficie

Identificazione catastale ditta Fg. Mapp. Qualità

ditta

da asservire

1 2 3 C/mq C compl.

1 Galli Maria Graziella – c.f. GLLMRG63A61H918R – n. a 50 S.I. 4,81 240,50 A nord: mapp. 92 fg. 1

S. Giovanni in Croce il 21 gennaio 1963 res. a Rivarolo 110 S.I. 4,81 132,275 A est: fosso canaletto

Mantovano in via Borsellino 10 – prop. 1/1 1 92 1380 S.I. 4,81 829,725 A sud: mapp. 92 fg. 1

A ovest: strada consorziale

di Recorfano


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1812 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Sup. da asservire

Indennità

N. (mq) (*)

provvisoria Coerenze della superficie

Identificazione catastale ditta Fg. Mapp. Qualità

ditta

da asservire

1 2 3 C/mq C compl.

2 Galli Luigi – c.f. GLLLGU55P23H918Y – n. a S. Giovanni 50 S.I. 4,81 240,50 A nord: mapp. 94 fg. 1

in Croce il 23 settembre 1955 res. a Solarolo Rainerio – 190 S.I. 4,81 228,475 A est: mapp. 95 fg. 1

via Giuseppina 143 – propr. 1/1 1 94 2420 S.I. 4,81 1455,025 A sud: mapp. 94 fg. 1

A ovest: fosso Canaletto

(*) Area occupata per: 1. sostegni – 2. passaggio – 3. fascia di rispetto.

N.B. Si rimanda alla planimetria «A» il calcolo delle aree e delle indennità.

Art. 4

È altresì disposta a favore della società ENEL Distribuzione s.p.a.

per l’esecuzione dei lavori di cui al precedente art. 1, l’occupazione

temporanea degli immobili siti in Comune di San Giovanni in Croce

fg. 1 – mappali 92 e 94 limitatamente alla fascia indicata in colore

verde e giallo nella planimetria, facente parte integrante del presente

decreto.

La relativa indennità d’occupazione è così stabilita:

Superficie

Tempo

Indennità

N.

Identificazione catastale ditta Fg. Mapp. da occupare Qualità occupazione provvisoria Note

ditta

(mq) (mesi) C/mq mese C compl.

1 Galli Maria Graziella – c.f. GLLMRG63A61H918R – n. a S. 1 92 3200,00 S.I. 4 0,13361111 427,56

Giovanni in Croce il 21 gennaio 1963 res. a Rivarolo Mantovano

in via Borsellino 10 – prop. 1/1

2 Galli Luigi – c.f. GLLLGU55P23H918Y – n. a S. Giovanni 1 94 6800,00 S.I. 4 0,13361111 908,56

in Croce il 23 settembre 1955 res. a Solarolo Rainerio – via

Giuseppina 143 – propr. 1/1

Si rimanda alla planimetria «B» il calcolo delle aree e delle indennità.

Art. 5

La servitù di elettrodotto inamovibile costituita con il presente

decreto riconosce, a carico dei fondi sopradescritti, ed a favore dell’ENEL

Distribuzione s.p.a.:

1. la facoltà di costruire e mantenere l’elettrodotto aereo costituito

da fondazioni interrate, sostegni in cac, conduttori nudi a 15 kV

e le relative opere accessorie e di svolgere ogni attività di manutenzione

ordinaria e straordinaria dell’impianto elettrico;

2. la facoltà di occupare anche per mezzo delle sue imprese appaltatrici

per tutto il tempo occorrente l’area necessaria all’esecuzione

dei lavori sia di costruzione che di manutenzione;

3. la facoltà di accedere in ogni tempo alle proprie opere ed ai

propri impianti con il personale ed i mezzi necessari per la sorveglianza,

la manutenzione, l’esercizio, le eventuali riparazioni o sostituzioni

ed i recuperi.

È posto poi a carico dei fondi asserviti:

4. l’obbligo di non costruire opere di qualsiasi genere a distanza

inferiore di mt 6,50 e di non piantare alberi che, con la loro chioma,

possano arrivare ad una distanza inferiore di mt 5,00 dai conduttori,

nonché di mantenere la superficie asservita a terreno agrario,

con la possibilità di eseguire sulla stessa le normali coltivazioni senza

alterazione della linea elettrica;

5. il divieto di compiere qualsiasi atto che costituisca intralcio

ai lavori da eseguirsi o pericolo per l’impianto, ostacoli il libero

passaggio, diminuisca o renda più scomodo l’uso o l’esercizio della

servitù;

6. è posto a carico di ENEL Distribuzione s.p.a.:

– l’obbligo di liquidare, a chi di ragione, a lavori ultimati, i danni

prodotti alle cose, alle piantagioni ed ai frutti pendenti in occasione

di eventuali riparazioni, modifiche, sostituzioni, recuperi,

manutenzione, esercizio dell’impianto;

7. restano a carico dei proprietari del fondo servente i tributi e

gli altri oneri gravanti sui fondi.

Art. 6

L’ENEL Distribuzione s.p.a. provvederà a notificare nelle forme

degli atti processuali civili e nei termini di legge, il presente decreto

ai proprietari ed agli eventuali possessori unitamente all’avviso contenente

l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora in cui è stabilita

l’esecuzione del decreto medesimo. Tale esecuzione ha luogo con

l’immissione nel possesso e con la redazione del verbale di stato di

consistenza dei beni, prima che sia mutato lo stato dei luoghi. La

notificazione dovrà avvenire almeno 7 (sette) giorni prima della

data fissata per l’immissione in possesso. L’ENEL Distribuzione

s.p.a. darà atto dell’esecuzione del presente decreto con apposito

verbale da redigere secondo la modalità ed i termini di cui all’art.

24 del d.P.R. 327/01. La notifica del presente decreto può aver luogo

contestualmente alla sua esecuzione. La mancata notificazione ed

esecuzione del presente decreto nei modi e nei termini di legge

comporterà la sospensione degli effetti prodotti dal decreto ex art.

23 1º comma lett. f) del d.P.R. 327/01.

Art. 7

All’atto della effettiva occupazione degli immobili i tecnici incaricati

provvederanno a redigere il verbale di immissione nel possesso,

lo stato di consistenza del bene può essere compilato anche successivamente

alla redazione del verbale di immissione nel possesso,

senza ritardo e prima che sia mutato lo stato dei luoghi. Lo stato

di consistenza ed il Verbale di Immissione nel Possesso dovranno

essere redatti in contraddittorio con il proprietario o, in caso di

assenza o rifiuto, con la presenza di almeno due testimoni che non

siano dipendenti dell’ENEL Distribuzione s.p.a. Possono partecipare

alle operazioni i titolari di diritti reali o personali sul bene.

Art. 8

L’indennità annua per l’occupazione delle aree, come meglio

quantificata nell’art. 3 del presente decreto, è stata determinata ai

sensi dell’art. 50 d.P.R. 327/01 ed è pari ad un dodicesimo di quanto

sarebbe dovuto nel caso di esproprio dell’area e per ogni mese o

frazione di mese – una indennità pari a un dodicesimo di quella

annua; in caso di mancato accordo, su istanza di chi vi abbia interesse,

l’indennità viene definita dalla Commissione Provinciale E-

spropri.

Art. 9

Nei casi di legge previsti l’ENEL Distribuzione s.p.a., dovrà effettuare

una trattenuta del 20% sull’indennità indicate nei precedenti

artt. 2e3.

Art. 10

Il calcolo delle indennità di asservimento e di occupazione sono

indicate negli allegati «A» e «B», parte integrante del presente atto.

Ai sensi delle vigenti norme, sono inoltre suscettibili di indennizzo

fabbricati, i manufatti, le opere di urbanizzazione e le essenze arboree

di pregio insistenti sui fondi interessati rimossi per l’esecuzione

delle opere e non ripristinati al termine degli stessi. Detti elementi,

da rilevarsi in sede di esecuzione dell’occupazione, verranno liquidati

ai sensi degli artt. 32-38 del d.P.R. 327/01 in base al loro valore

venale, tenuto conto dello stato di manutenzione in cui si trovano.

Dalla data di trascrizione del presente decreto tutti i diritti relativi

agli immobili asserviti possono essere fatti valere unicamente sull’indennità.

Art. 11

Il proprietario asservendo, entro 30 gg. dalla presa di possesso,

deve comunicare alla ENEL Distribuzione s.p.a. – Zona di Cremona

con sede in via Brescia n. 54 a Cremona e per conoscenza alla Provincia

di Cremona – ufficio espropri, via Bella Rocca, 7 – 26100

Cremona – se condivide l’indennità liquidata, con l’avvertenza che,

in caso di silenzio, la stessa si intende rifiutata. La dichiarazione di

accettazione è irrevocabile.

Si precisa che qualora il proprietario asservendo accetti l’indennità

liquidata, quest’ultimo è tenuto a depositare presso l’ufficio e-

spropri sopra indicato, entro i successivi sessanta giorni documentazione

comprovante, anche mediante attestazione notarile, la piena

e libera proprietà del bene.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Art. 12

Nel caso il proprietario non condivida la valutazione del presente

decreto può, entro 30 gg. dalla presa di possesso, presentare osservazioni

scritte e depositare documenti – nei modi e nei tempi previsti

– attivare la procedura prevista dall’art. 21 del d.P.R. 327/01.

In caso di non attivazione della procedura prevista dall’art. 21 la

Provincia di Cremona, nella sua qualità chiederà la determinazione

dell’indennità alla Commissione Provinciale Espropri.

Responsabile del procedimento è l’ing. Verino Gatti, dirigente

Settore Pianificazione della Viabilità e del Traffico Progettazione e

Direzione Lavori Nuove Opere Stradali – Espropri – Autorizzazioni

e Concessioni.

Art. 13

L’ENEL Distribuzione s.p.a. provvederà, senza indugio, a sue

cure e spese ex art. 23 IV comma d.P.R. 327/01 a tutte le formalità

necessarie per la registrazione e la trascrizione del presente decreto

e gli altri adempimenti di legge.

Art. 14

Il presente decreto sarà pubblicato per estratto nel Bollettino Ufficiale

della Regione Lombardia ex art. 23 V comma d.P.R. 327/01.

Il terzo interessato potrà proporre, nei modi di legge, opposizione

contro l’indennità entro 30 gg. successivi dalla pubblicazione dell’estratto.

Decorso tale termine, in assenza di impugnazioni anche per

il terzo, l’indennità resta fissa e inamovibile.

Art. 15

Avverso il presente decreto può essere opposto ricorso al competente

Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 (sessanta) giorni

dalla notifica dello stesso o mediante ricorso straordinario al Presidente

della Repubblica nel termine di 120 (centoventi) giorni.

Il dirigente: Verino Gatti

[BUR2008062]

Provincia di Cremona – Decreto n. 449 – Area 3 tecnica – A3 -

Ufficio espropri – Comune di Pieve San Giacomo – Decreto di

imposizione di servitù coattiva di elettrodotto inamovibile e di

occupazione temporanea di aree

Il Dirigente ing. Verino Gatti

Richiamata

1. l’istanza n. 148359 del 29 marzo 2008 protocollo n. 49833 del

3 aprile 2008 con la quale la Soc. ENEL Distribuzione s.p.a. – con

sede in Roma, via Ombrone n. 2 in persona del responsabile della

Zona di Cremona domiciliato per la carica in Cremona, via Brescia

n. 54 ha chiesto, ex art. 22 d.P.R. 327/01, l’emissione del decreto di

asservimento coattivo su aree di proprietà privata in Comune di

Pieve San Giacomo per la realizzazione di un impianto elettrico

aereo in conduttori nudi a 15 kV inamovibìle, nonché l’occupazione

temporanea delle aree necessarie all’esecuzione dei lavori;

Dato atto che

1. come risulta dalla suddetta istanza non è stato possibile raggiungere

con due dei proprietari dei fondi interessati dall’opera un

accordo per la costituzione volontaria della servitù di elettrodotto;

Considerato che

2. durante il deposito del progetto definitivo relativo alla suddetta

opera elettrica, deposito effettuato presso il Settore ambiente – Servizio

energie e impianti termici della Provincia di Cremona nell’ambito

del procedimento che si è concluso con il provvedimento di

autorizzazione alla costruzione ed esercizio n. 133 del 6 marzo

2008, sono pervenute osservazioni da parte degli interessati: osservazioni

controdedotte in sede di Conferenza dei Servizi;

Preso atto

3. delle risultanze della Conferenza dei Servizi indetta in data 20

febbraio 2008, ai sensi dell’art. 14 della legge 7 agosto 1990 n. 241

e successive modificazioni così come disposto dall’art. 52-quater del

d.P.R. 327/01 e successive modificazioni, nell’ambito del procedimento

finalizzato al rilascio dell’approvazione del progetto definitivo,

alla dichiarazione di pubblica utilità ed all’accertamento della

conformità urbanistica di una linea elettrica aerea a 15 KV e delle

relative opere accessorie per potenziare l’attuale rete di distribuzione

dell’energia elettrica presente nella zona di Pieve San Giacomo

e per il soddisfacimento della richiesta di energia elettrica dell’allevamento

della Suinicola Tinti;

Dato atto che

4. con decreto del dirigente Settore ambiente energia e impianti

termici della Provincia di Cremona, n. 133 del 6 marzo 2008, è stata

autorizzata la costruzione e l’esercizio dell’opera sopraindicata, e

Y– 1813 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

che l’autorizzazione di cui sopra ha efficacia di dichiarazione di

pubblica utilità, urgenza e indifferibilità;

5. è stata data comunicazione ex art. 17 d.lgs. n. 327/2001 dell’emanazione

del provvedimento di autorizzazione sopracitato;

Ricordato che

6. il progetto dovrà essere conforme al d.m. 21 marzo 1988 e successive

modificazioni di cui al decreto interministeriale di aggiornamento

n. 1260 del 16 gennaio 1991 di cui alla legge quadro n. 326

del 22 febbraio 2001 e al d.p.c.m. 8 luglio 2006, di cui alle norme

CEI vigenti e secondo le modalità tecniche previste nella cartella

n. 981 e disegno n. I-1111 bis allegati all’istanza di cui sopra;

Considerato che

7. l’opera autorizzata rientra in una delle fattispecie previste dalla

l.r. 8 febbraio 2005 n. 6 art. 5, 5º comma;

8. l’avvio dei lavori riveste carattere d’urgenza in quanto tale impianto

è necessario per procedere al potenziamento della rete elettrica

di distribuzione dell’energia esistente nel comune di Pieve San

Giacomo in assolvimento della specifica funzione pubblicistica sottesa

al servizio di distribuzione dell’energia elettrica;

9. è indispensabile per la realizzazione dell’opera assentita ottenere

altresì l’occupazione d’urgenza di porzioni di fondi in proprietà

privata (mappali 26 fg. 10 di Pieve San Giacomo) per un periodo di

mesi 1 (uno) al fine di eseguire i lavori e quant’altro necessario per

la costruzione e la messa in esercizio della linea elettrica;

Dato atto che

10. ai sensi dell’art. 22 del d.P.R. 327/01, qualora l’avvio dei lavori

rivesta carattere d’urgenza tale da non consentire l’applicazione dell’art.

20, il decreto definitivo di asservimento può essere emanato

ed eseguito sulla base della determinazione provvisoria dell’indennità

di servitù, senza particolari indagini o formalità;

11. ai sensi dell’art. 52 octies del d.P.R. 327/01 il decreto di imposizione

coattiva di servitù relativo alle infrastrutture lineari energetiche

dispone anche l’occupazione temporanea delle aree necessarie

alla realizzazione delle opere e la costituzione del diritto di servitù

ed inoltre, indica l’ammontare delle relative indennità;

Preso atto che

12. per l’esecuzione dell’opera elettrica autorizzata con provvedimento

n. 133 del 7 marzo 2008 dell’Amministrazione Provinciale di

Cremona – Settore ambiente, è stato imposto il vincolo preordinato

all’esproprio (o all’asservimento coatto) per una durata di anni cinque

a datare dal 7 marzo 2008;

13. l’opera elettrica autorizzata non è stata dichiarata inamovibile;

Riconosciuta

14. la regolarità della procedura instaurata;

Richiamata

15. la l.r. 5 gennaio 2000 n. 1 e la deliberazione della Giunta regionale

Lombarda n. 7/5760 in data 27 luglio 2001 di definizione delle

modalità di passaggio dei trasferimenti e delle deleghe in materia

di espropriazione per pubblica utilità e di occupazione d’urgenza a

partire dall’1 ottobre 2001;

16. la l.r. n. 26/2003;

17. il d.P.R. 327/2001 e successive modificazioni

18. la l.r. 52/82;

19. la l.r. n. 26/2005;

20. il r.d. n. 1775/33;

21. l’art. 107 d.lgs. n. 267/00;

Decreta

Art. 1

È disposta a favore della Soc. ENEL Distribuzione s.p.a. – con

sede in Roma – via Ombrone n. 2 – la costituzione della servitù

coattiva di elettrodotto sull’immobile sito in comune di Pieve San

Giacomo mappale 26 fg. 10 intestato a Santi Marco nato a Cremona

il 16 aprile 1966 – c.f. SNTMRC66D16D150K residente a Pieve San

Giacomo – loc. Silvelletta n. 1 limitatamente alla fascia indicata in

colore rosso nella planimetria «A» facente parte integrante del presente

decreto per la costruzione di un elettrodotto aereo a 15 KV

inamovibile in conduttori nudi.

Art. 2

L’indennità provvisoria di asservimento coattivo in via d’urgenza

è così stabilita:


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1814 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Sup. da asservire

Indennità

N. (mq) (*)

provvisoria Coerenze della superficie

Identificazione catastale ditta Fg. Mapp. Qualità

ditta

da asservire

1 2 3 C/mq C compl.

1 Santi Marco – c.f. SNTMRC66D16D150K – n. a Cremona 0 S.I. 4,74 = A nord: la roggia

il 16 aprile 1966 res. a Pieve San Giacomo – loc. Silvelletta 15 S.I. 4,74 17,78 A est: il mapp. 26

n. 1 10 26 685 S.I. 4,74 202,93 A sud: il mapp. 26

A ovest: la roggia

(*) Area occupata per: 1. sostegni – 2. passaggio – 3. fascia di rispetto.

N.B. Si rimanda alla planimetria «A» il calcolo delle aree e delle indennità.

Art. 3

È altresì disposta a favore della società ENEL Distribuzione s.p.a.

per l’esecuzione dei lavori di cui al precedente art. 1, l’occupazione

temporanea degli immobili siti in Comune di Pieve San Giacomo

fg. 10 – mappale 26 limitatamente alla fascia indicata in colore verde

e giallo nella planimetria, facente parte integrante del presente

decreto.

La relativa indennità d’occupazione è così stabilita:

Superficie

Tempo

Indennità

N.

Identificazione catastale ditta Fg. Mapp. da occupare Qualità occupazione provvisoria Note

ditta

(mq) (mesi) C/mq mese C compl.

1 Santi Marco – c.f. SNTMRC66D16D150K – n. a Cremona 10 26 6000,00 S.I. 1 0,0329 197,50

il 16 aprile 1966 res. a Pieve San Giacomo – loc. Silvelletta

n. 1

Si rimanda alla planimetria «B» il calcolo delle aree e delle indennità.

Art. 4

La servitù di elettrodotto inamovibile costituita con il presente

decreto riconosce, a carico dei fondi sopradescritti, ed a favore dell’ENEL

Distribuzione s.p.a.:

1. la facoltà di costruire e mantenere l’elettrodotto aereo costituito

da conduttori nudi a 15 kV e le relative opere accessorie e di

svolgere ogni attività di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto

elettrico;

2. la facoltà di occupare anche per mezzo delle sue imprese appaltatrici

per tutto il tempo occorrente l’area necessaria all’esecuzione

dei lavori sia di costruzione che di manutenzione dei conduttori

aerei;

3. la facoltà di accedere in ogni tempo alle proprie opere ed ai

propri impianti con il personale ed i mezzi necessari per la sorveglianza,

la manutenzione, l’esercizio, le eventuali riparazioni o sostituzioni

ed i recuperi.

È posto poi a carico dei fondi asserviti:

4. l’obbligo di non costruire opere di qualsiasi genere a distanza

inferiore di mt 6,50 dall’asse longitudinale della linea e di non piantare

alberi che, con la loro chioma, possano arrivare ad una distanza

inferiore di mt 5,00 dai conduttori, e di tagliare le chiome degli

alberi esistenti affinché non risultino comprese in un raggio di mt

5,00 dal conduttore elettrico più vicino, nonché di mantenere la

superficie asservita a terreno agrario, con la possibilità di eseguire

sulla stessa le normali coltivazioni senza alterazione della linea elettrica;

5. il divieto di compiere qualsiasi atto che costituisca intralcio

ai lavori da eseguirsi o pericolo per l’impianto, ostacoli il libero

passaggio, diminuisca o renda più scomodo l’uso o l’esercizio della

servitù.

È posto a carico di ENEL Distribuzione s.p.a.:

6. l’obbligo di spostare la linea elettrica nei casi indicati dall’art.

122 del r.d. 1775/33;

7. l’obbligo di liquidare, a chi di ragione, a lavori ultimati, i danni

prodotti alle cose, alle piantagioni ed ai frutti pendenti in occasione

di eventuali riparazioni, modifiche, sostituzioni, recuperi, manutenzione,

esercizio dell’impianto.

Restano a carico dei proprietari del fondo servente i tributi e gli

altri oneri gravanti sui fondi.

Art. 5

L’ENEL Distribuzione s.p.a. provvederà a notificare nelle forme

degli atti processuali civili e nei termini di legge, il presente decreto

ai proprietari ed agli eventuali possessori unitamente all’avviso contenente

l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora in cui è stabilita

l’esecuzione del decreto medesimo. Tale esecuzione ha luogo con

l’immissione nel possesso e con la redazione del verbale di stato di

consistenza dei beni, prima che sia mutato lo stato dei luoghi. La

notificazione dovrà avvenire almeno 7 (sette) giorni prima della

data fissata per l’immissione in possesso. L’ENEL Distribuzione

s.p.a. darà atto dell’esecuzione del presente decreto con apposito

verbale da redigere secondo la modalità ed i termini di cui all’art.

24 del d.P.R. 327/01. La notifica del presente decreto può aver luogo

contestualmente alla sua esecuzione. La mancata notificazione ed

esecuzione del presente decreto nei modi e nei termini di legge

comporterà la sospensione degli effetti prodotti dal decreto ex art.

23 1º comma lett. f) del d.P.R. 327/01.

Art. 6

All’atto della effettiva occupazione degli immobili i tecnici incaricati

provvederanno a redigere il verbale di immissione nel possesso,

lo stato di consistenza del bene può essere compilato anche successivamente

alla redazione del verbale di immissione nel possesso,

senza ritardo e prima che sia mutato lo stato dei luoghi. Lo stato

di consistenza ed il Verbale di Immissione nel Possesso dovranno

essere redatti in contraddittorio con il proprietario o, in caso di

assenza o rifiuto, con la presenza di almeno due testimoni che non

siano dipendenti dell’ENEL Distribuzione s.p.a. Possono partecipare

alle operazioni i titolari di diritti reali o personali sul bene.

Art. 7

L’indennità annua per l’occupazione delle aree, come meglio

quantificata nell’art. 3 del presente decreto, è stata determinata ai

sensi dell’art. 50 d.P.R. 327/01 ed è pari ad un dodicesimo di quanto

sarebbe dovuto nel caso di esproprio dell’area e per ogni mese o

frazione di mese – una indennità pari a un dodicesimo di quella

annua; in caso di mancato accordo, su istanza di chi vi abbia interesse,

l’indennità viene definita dalla Commissione Provinciale E-

spropri.

Art. 8

Nei casi di legge previsti l’ENEL Distribuzione s.p.a., dovrà effettuare

una trattenuta del 20% sull’indennità indicate nei precedenti

artt. 2e3.

Art. 9

Il calcolo delle indennità di asservimento e di occupazione sono

indicate negli allegati «A» e «B», parte integrante del presente atto.

Ai sensi delle vigenti norme, sono inoltre suscettibili di indennizzo

fabbricati, i manufatti, le opere di urbanizzazione e le essenze arboree

di pregio insistenti sui fondi interessati rimossi per l’esecuzione

delle opere e non ripristinati al termine degli stessi. Detti elementi,

da rilevarsi in sede di esecuzione dell’occupazione, verranno liquidati

ai sensi degli artt. 32-38 del d.P.R. 327/01 in base al loro valore

venale, tenuto conto dello stato di manutenzione in cui si trovano.

Dalla data di trascrizione del presente decreto tutti i diritti relativi

agli immobili asserviti possono essere fatti valere unicamente sull’indennità.

Art. 10

Il proprietario asservendo, entro 30 gg. dalla presa di possesso,

deve comunicare alla ENEL Distribuzione s.p.a. – Zona di Cremona

con sede in via Brescia n. 54 a Cremona e per conoscenza alla Provincia

di Cremona – ufficio espropri, via Bella Rocca, 7 – 26100

Cremona – se condivide l’indennità liquidata, con l’avvertenza che,

in caso di silenzio, la stessa si intende rifiutata. La dichiarazione di

accettazione è irrevocabile.

Si precisa che qualora il proprietario asservendo accetti l’indennità

liquidata, quest’ultimo è tenuto a depositare presso l’ufficio e-

spropri sopra indicato, entro i successivi sessanta giorni documentazione

comprovante, anche mediante attestazione notarile, la piena

e libera proprietà del bene.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Art. 11

Nel caso il proprietario non condivida la valutazione del presente

decreto può, entro 30 gg. dalla presa di possesso, presentare osservazioni

scritte e depositare documenti – nei modi e nei tempi previsti

– attivare la procedura prevista dall’art. 21 del d.P.R. 327/01.

In caso di non attivazione della procedura prevista dall’art. 21 la

Provincia di Cremona, nella sua qualità chiederà la determinazione

dell’indennità alla Commissione Provinciale Espropri.

Responsabile del procedimento è l’ing. Verino Gatti, dirigente

Settore Pianificazione della Viabilità e del Traffico Progettazione e

Direzione Lavori Nuove Opere Stradali – Espropri – Autorizzazioni

e Concessioni.

Art. 12

L’ENEL Distribuzione s.p.a. provvederà, senza indugio, a sue

cure e spese ex art. 23 IV comma d.P.R. 327/01 a tutte le formalità

necessarie per la registrazione e la trascrizione del presente decreto

e gli altri adempimenti di legge.

Art. 13

Il presente decreto sarà pubblicato per estratto nel Bollettino Ufficiale

della Regione Lombardia ex art. 23 V comma d.P.R. 327/01.

Il terzo interessato potrà proporre, nei modi di legge, opposizione

contro l’indennità entro 30 gg. successivi dalla pubblicazione dell’estratto.

Decorso tale termine, in assenza di impugnazioni anche per

il terzo, l’indennità resta fissa e inamovibile.

Art. 14

Avverso il presente decreto può essere opposto ricorso al competente

Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 (sessanta) giorni

dalla notifica dello stesso o mediante ricorso straordinario al Presidente

della Repubblica nel termine di 120 (centoventi) giorni.

Il dirigente: Verino Gatti

[BUR2008063]

Comune di Adro (BS) – Esame osservazioni ed approvazione

definitiva della variante n. 15 al vigente Piano Regolatore Generale

ai sensi della legge regionale n. 23/1997 articolo 2, comma

2, lettera h), adottata dal consiglio comunale con delibera n. 20

del 26 marzo 2008

Il Sindaco

Omissis

PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE

1. Di approvare definitivamente la variante n. 15 ai sensi della

legge regionale n. 23/1997 articolo n. 2, comma 2, lettera h), adottata

con delibera di consiglio comunale n. 20 del 26 marzo 2008;

2. Di impegnare a recepire le eventuali prescrizioni che dovessero

venire formulate dall’ASL e/o dall’ARPA;

3. Di dare atto che il responsabile di Posizione Organizzativa dell’area

tecnica provvederà al completamento degli atti necessari con

la trasmissione della variante alla Provincia di Brescia, alla Regione

Lombardia ed al Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia per

la pubblicazione di legge onde rendere esecutiva la variante;

4. Di dichiarare la conseguente delibera, immediatamente esecutiva

stante l’urgenza.

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

1. Di approvare i punti l., 2. e 3. della proposta di delibera;

Delibera

Di approvare il punto n. 4 della proposta di delibera.

Il presidente:

Danilo Oscar Lancini

Il segretario comunale:

Filippo Raco

[BUR2008064]

Comune di Casorezzo (MI) – Progettazione esecutiva rotatoria

S.P. 214 – Italferr – Approvazione definitiva variante al PRG ai

sensi dell’art. 2, lett. b) l.r. 23 giugno 1997 n. 23 e s.m. e art. 25

della l.r. 11 marzo 2005 n. 12 – Deliberazione c.c. n. 24 del 9

giugno 2008

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

Di approvare la variante al PRG ai sensi dell’art. 2, lettere b) della

l.r. 23 giugno 1997 n. 23 e s.m. e all’art. 25 della l.r. 11 marzo 2005

n. 12 predisposto da Italferr, adottato con proprio provvedimento

n. 6 del 4 marzo 2008.

Y– 1815 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Di approvare in via definitiva la Scheda Informativa delle Varianti

al PRG (art. 2, l.r. 23 giugno 1997 n. 23) debitamente compilata in

ogni sua parte e sottoscritta dal tecnico progettista, dal responsabile

del procedimento, e dal sindaco.

Di demandare al responsabile del servizio, intervenuta l’esecutività

della presente deliberazione, le incombenze previste dall’art. 3

della l.r. 23 giugno 1997, n. 23.

Casorezzo, 18 luglio 2008

Il presidente: Roberto Gornati

Il segretario: Sauro Sardo

[BUR2008065]

Comune di Castrezzato (BS) – Approvazione definitiva della variante

al PRG vigente con procedura semplificata ai sensi del

combinato disposto degli artt. 2 comma 2 lettere b) ed i) e 3,

della l.r. 23/2007 e art. 25, comma 1, l.r. 12/2005 concernente

la realizzazione di strutture sportive e destinazioni connesse in

località Colombera

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

1. Di approvare definitivamente la variante al PRG vigente con

procedura semplificata ai sensi del combinato disposto dell’articolo

2, comma 2, lettere b) ed i), e dell’articolo 3, della legge regionale 23

giugno 1997, n. 23 e dell’art. 25, comma 1, l.r. 12/2005, predisposto

dall’ing. Alessandro Favero e costituito dai seguenti elaborati:

– documento di inquadramento;

– Norme Tecniche di Attuazione;

– scheda informativa di cui all’articolo 3 della legge regionale

n. 23 del 1997;

2. di dare atto che nel periodo di deposito è pervenuta una osservazione

alla variante in oggetto e che la stessa non è stata accolta.

Responsabile del procedimento:

Maria Lamari

[BUR2008066]

Comune di Lonate Pozzolo (VA) – Approvazione delle controdeduzioni

alle osservazioni pervenute e del P.R. 3 in via Matteotti

in variante al PRG ai sensi della l.r. 12/05

Omissis

Delibera

di approvare la controdeduzione all’osservazione;

Omissis

di approvare la variante tecnica al PRG, come previsto dall’art.

25 della l.r. 12/2005, nelle modalità previste all’art. 2–comma2

lettere f), g) ed i) della l.r. 23/97 redatta dall’arch. Orietta Liccati,

iscritta all’Ordine degli Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori

della Provincia di Varese al numero 1593, che si compone

degli elaborati di seguito indicati:

Omissis

di approvare il Piano di Recupero proposto dalla sig.ra Rosa Nadia,

in qualità di amministratore unico della società Annarosa s.r.l.,

con sede a Lonate Pozzolo in via Cavour, 1, con la quale è stata

richiesta in data 15 maggio 2007 prot. 9326, l’approvazione di un

Piano di Recupero in via Matteotti in variante al PRG, sui mappali

nn. 50-761, compresa la porzione delle unità immobiliari a piano

primo sopra l’androne, i mappali nn. 792-5684-5685-941932-965-

3575-898, parte del mappale n. 44, parte del mappale n. 687 e parte

del mappale n. 6894 ... omissis ... e finalizzati all’attuazione del Piano

di Recupero ed in particolare:

Omissis

di procedere, a seguito dell’avvenuta esecutività del presente atto,

agli adempimenti fissati ex lege per la trasmissione degli atti alla

Provincia di Varese ed alla Regione Lombardia.

Omissis

di rendere immediatamente eseguibile il presente provvedimento

ai sensi dell’art. 134 – 4º comma del d.lgs. 267/2000.

Il sindaco: Piergiulio Gelosa

[BUR2008067]

Comune di Lonate Pozzolo (VA) – Approvazione Piano esecutivo

in zona D4 in variante al PRG ai sensi della l.r. 12/05

Omissis

Delibera

di approvare la variante tecnica al PRG, come previsto dall’art.

25 della l.r. 12/2005, nelle modalità previste all’art. 2–comma2


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

lettere b), e), f), h) della l.r. 23/97 redatta dall’arch. Orietta Liccati,

iscritta all’Ordine degli Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori

della Provincia di Varese al numero 1593, che si compone

degli elaborati di seguito indicati:

Omissis

di approvare il Piano di Lottizzazione di iniziativa privata proposto

in data 12 dicembre 2005 ed integrato in data 28 settembre 2007

su recepimento delle prescrizioni dettate in sede di Conferenza dei

Servizi da parte dei lottizzanti sulle aree di cui sono proprietari,

contraddistinte al Catasto Terreni fogli di mappa 15-16 – logico 1,

dai mappali 9117-4702-1101-1102-5700-5985-4834-11764-988-

10806-1100-4883-1112-1113, ai sensi degli artt. 14 e 25 della l.r.

12/2005 e s.m.i., redatto per conto dei lottizzanti dagli arch. Carlo

Castoldi, iscritto all’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano

con il n. 7451 e arch. Franco Testa, iscritto all’Ordine degli Architetti

della Provincia di Varese con il n. 871, che si compone degli

elaborati chiaramente indicati nelle premesse e che si richiamano

integralmente, per le motivazioni descritte nelle stesse, che si intendono

riportate nel presente dispositivo e che si approvano:

Omissis

di rendere immediatamente eseguibile il presente provvedimento

ai sensi dell’art. 134 – 4º comma del d.lgs. 267/2000.

Il sindaco: Piergiulio Gelosa

[BUR2008068]

Comune di Mariano Comense (CO) – Programma Integrato di

Intervento «Piazza Grande» – Recepimento prescrizioni provinciali,

controdeduzioni ad osservazioni ed opposizioni – Approvazione

(deliberazione n. 50 del 7 luglio 2008)

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

Di approvare, ai sensi della legge regionale 11 marzo 2005 n. 12,

il Programma Integrato di Intervento denominato «Piazza Grande»

in variante al vigente PRG, costituito dai documenti elaborati progettuali

allegati alla deliberazione di consiglio comunale di adozione

del Programma Integrato di Intervento n. 24 del 23 maggio 2008,

così come integrati e modificati o sostituiti come sopra indicati.

Omissis

Il presidente: Francesco Rodi

Il segretario generale: Lucia Amato

Il resp. del settore: Antonio Barreca

[BUR2008069]

Comune di Nembro (BG) – Correzione dell’errore materiale nel

PRG vigente VD 26 e VD 27, ai sensi dell’art. 25 comma 8 quinquies

l.r. 12/2005 (deliberazione c.c. n. 24 del 27 giugno 2008)

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

1. di approvare la rettifica al PRG vigente, quale correzione errore

materiale, redatta dall’ufficio tecnico ai sensi dell’art. 2 comma 8

quinquies, della l.r. n. 12/2005; e costituito dai seguenti elaborati

allegati, quale parte integrante, alla presente deliberazione:

– Relazione tecnica-illustrativa,

– Schedatura della correzione con lo stato di fatto e di variante;

– Scheda urbanistica per le variazioni di PRG;

2. di approvare espressamente la scheda informativa per l’approvazione

delle rettifiche al Piano Regolatore Generale;

3. di dare atto che l’approvazione della medesima è soggetta alla

procedura di cui dell’art. 25, comma 8 quinquies, della l.r.

n. 12/2005;

4. di dare incarico al Settore gestione e controllo del territorio

Servizio urbanistica affinché provveda, una volta divenuta esecutiva

la presente deliberazione, all’espletamento delle procedure di pubblicazione

previste dell’art. 25, comma 8 quinquies, della l.r.

n. 12/2005;

Omissis

Il presidente: Eugenio Cavagnis

Il segretario comunale: Vincenzo De Filippis

[BUR20080610]

Comune di Olgiate Olona (VA) – Approvazione Piano di zonizzazione

acustica del territorio comunale ai sensi della l.r.

13/2001

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

1. di approvare il Piano di zonizzazione acustica del territorio

comunale ai sensi della l.r. 10 agosto 2001, n. 13, adottato con deliberazione

n. 46 del 30 novembre 2006;

Y– 1816 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

2. di accogliere le osservazioni prot. n. 3198, 3022 e solo parzialmente

quelle aventi prot. n. 4272;

3. di non accogliere le osservazioni prot. n. 3199/3362 – 4355.

Olgiate Olona, 1 agosto 2008

Il resp. dell’ufficio tecnico comunale

Servizio ecologia: Marco Cerana

[BUR20080611]

Comune di Solbiate Olona (VA) – Approvazione variante al PRG

ai sensi dell’art. 25 l.r. 12/2005 «via Porro» – Controdeduzioni

alle osservazioni (deliberazione n. 21 del 3 luglio 2008)

Il Consiglio Comunale

Omissis

Delibera

1) di approvare, per i motivi esposti in premessa, le controdeuzioni

alle osservazioni, redatte dal progettista e fatte proprie dall’amministrazione

comunale allegate alla presente sotto la lettera A,

a formarne parte integrante e sostanziale;

2) di approvare la variante al Piano Regolatore Generale vigente

denominata «via Porro», costituita dai seguenti elaborati:

– relazione;

– allegato A – Individuazione della variante in azzonamento;

– allegato B – Azzonamento di variante;

– allegato C – Scheda informativa della variante.

Il presidente: Giuseppe Bianchi

Il segretario comunale: Pietro Michele Guerra

[BUR20080612]

Azienda Sociale Centro Lario e Valli – Menaggio (CO) – Accordo

di Programma per la realizzazione della nuova sede del centro

diurno disabili e degli uffici dell’Azienda Sociale Centro Lario

e Valli

TRA Azienda Sociale Centro Lario e Valli, con sede a Menaggio,

legalmente rappresentata dal Direttore, sig. Carlo Venturini

e Comune di Porlezza, con sede a Porlezza, legalmente rappresentata

dal Sindaco, sig. Sergio Erculiani

e Comunità Montana Alpi Lepontine, con sede a Porlezza, legalmente

rappresentata dal Presidente, sig. Sauro Vable

e Comunità Montana Lario Intelvese, con sede a San Fedele Intelvi,

legalmente rappresentata dal Presidente, dott. Oscar Gandola

e Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino in Provincia

di Como, con sede a Porlezza, legalmente rappresentato dal Presidente,

sig. Mario Fumagalli

e Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Lago di Como del

Brembo e Serio per la Provincia di Como, con sede a Gravedona,

legalmente rappresentato dal Presidente, sig. Giovanni Botta

PREMESSO:

• che ai sensi e per gli effetti legge 328/00, in data 13 gennaio

2006, si è formalmente costituita tra i Comuni del distretto ASL

di Menaggio, l’azienda speciale consortile «Centro Lario e Valli»,

nel seguito denominata anche A.S.C.L.V, dopo un primo

periodo di sperimentazione, nel quale il sistema integrato dei

servizi sociali è stato gestito attraverso il semplice strumento

della convenzione intercomunale;

• che tale modulo gestionale è stato prescelto in quanto consentiva

di consolidare i vantaggi ottenuti con la passata esperienza

gestionale (sovra-territorialità della programmazione e della

scelta, flessibilità dello strumento giuridico; vicinanza ai bisogni

della popolazione; competenza e professionalità nella gestione),

superandone le criticità (mancanza di personalità giuridica

e di un conseguente «bilancio autonomo», improntato ai

principi di «efficienza, efficacia ed economicità, con obbligo di

pareggio in bilancio, da perseguire attraverso l’equilibrio dei

costi e dei ricavi....»);

• che tra gli obiettivi, esplicitati nell’art. 3 della convenzione di

costituzione dell’Azienda, rientra quello del «...consolidamento

dell’integrazione territoriale a livello intercomunale per evitare

duplicazioni ed ottimizzare risorse finanziarie ed umane e pervenire

ad una omogenea diffusione dei servizi e delle attività...»;

CONSIDERATO:

• che l’A.S.C.L.V. gestisce, tra l’altro, il Centro Diurno Disabili

(C.D.D.), la cui sede, nello stabile di proprietà del comune di

Tremezzo, via Peduzzi, 2, risulta inadeguata agli standard

strutturali minimi imposti dalla d.g.r. 18334 del 23 luglio 2004;

• che il termine ultimo concesso dalla Regione Lombardia per

l’adeguamento è fissato – in modo perentorio – al 31 luglio

2009;


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

• che un intervento di ristrutturazione dello stabile in parola non

risulta possibile, oltre che conveniente, tenuto conto anche dell’attuale

canone di affitto corrisposto al comune di Tremezzo;

• che il comune di Porlezza, proprietario dell’immobile sito in

via a Porlezza, 10, ha dato la propria disponibilità alla concessione

in uso gratuito all’A.S.C.L.V del predetto immobile, alle

condizioni specificate in apposito atto di concessione;

Ritenuto che l’articolazione territoriale dei servizi sociali debba

svilupparsi in base alle esigenze della popolazione insediata sul territorio

di riferimento, valutando prioritariamente tutte le situazioni

logistiche che prospettano ottimali utilizzazioni del patrimonio

pubblico già presente, secondo i richiamati principi di efficiente gestione

delle risorse pubbliche affidate;

VALUTATO:

• che lo stabile di proprietà del comune di Porlezza è di dimensioni

tali che ben può ospitare, oltre che il C.D.D., anche la sede

dell’A.S.C.L.V, attualmente localizzata c/o la Villa Marzorati,

via per Menaggio, 24, in Carlazzo;

• che, anzi, un razionale utilizzo del patrimonio pubblico impone

una tale soluzione, sia per le evidenti economie di scala conseguenti

all’unificazione delle sedi, sia per il risparmio di spesa

che deriva da una progettazione ed esecuzione unitaria degli

interventi di manutenzione straordinaria necessari per adeguare

l’intero stabile alle esigenze dell’azienda, anche in considerazione

dell’incidenza esigua del costo ristrutturazione dei piani

da destinare a sede dell’A.S.C.L.V. sul totale dell’intervento –

come da computo metrico depositato agli atti;

Considerato che lo stabile in oggetto necessita di lavori di adeguamento

al fine di ospitare i servizi in oggetto;

Valutato altresì di coinvolgere nell’operazione di adeguamento

dello stabile concesso dal comune di Porlezza la Comunità Montana

Alpi Lepontine, la Comunità Montana Lario Intelvese, il Consorzio

del Bacino Imbrifero Montano del Ticino in Provincia di Como e il

Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del lago di Como del

Brembo e Serio per la Provincia di Como;

RICHIAMATE infine:

• la deliberazione assembleare n. 2 del 28 febbraio 2008 con la

quale l’A.S.C.L.V ha stabilito di assumere in concessione in uso

l’immobile di proprietà del comune di Porlezza, sito in via a

Porlezza, 10, approvando l’atto di concessione;

• la deliberazione n. 124 del 23 luglio 2008 con la quale la Giunta

Comunale di Porlezza ha approvato le linee di indirizzo in ordine

agli adempimenti del comune di Porlezza per la realizzazione

della nuova sede del Centro Diurno Disabili e degli Uffici

dell’Azienda Sociale Centro Lario e Valli

• la deliberazione n. 29 del 14 luglio 2008 con la quale l’assemblea

comunitaria della Comunità Montana Alpi Lepontine ha

approvato lo schema di accordo di programma per la realizzazione

della nuova sede del Centro Diurno Disabili e degli Uffici

dell’Azienda Sociale Centro Lario e Valli

• la deliberazione n. 49 del 25 giugno 2008 con la quale il Consiglio

Direttivo della Comunità Montana Lario Intelvese ha approvato

l’accordo di programma per la realizzazione della nuova

sede del Centro Diurno Disabili e degli Uffici dell’Azienda

Sociale Centro Lario e Valli

• la deliberazione n. 234 del 7 luglio 2008 con la quale il Consiglio

Direttivo del Bacino Imbrifero Montano del Ticino in Provincia

di Como ha approvato lo schema di accordo di programma

per la realizzazione della nuova sede del Centro Diurno Disabili

e degli Uffici dell’Azienda Sociale Centro Lario e Valli

• la deliberazione n. 7 del 19 giugno 2008 con la quale il Consiglio

Direttivo del Bacino Imbrifero Montano del lago di Como

del Brembo e Serio per la Provincia di Como ha approvato l’accordo

di programma per la realizzazione della nuova sede del

Centro Diurno Disabili e degli Uffici dell’Azienda Sociale Centro

Lario e Valli

Tutto ciò premesso e considerato, si conviene e si stipula il seguente

Accordo di Programma per la realizzazione della nuova sede

del Centro Diurno Disabili del Distretto di Menaggio

Art. 1 – Oggetto dell’Accordo

Costituisce oggetto del presente Accordo di Programma la costruzione

della nuova sede del Centro Diurno Disabili e degli uffici dell’Azienda

Sociale Centro Lario e Valli.

Il presente Accordo di Programma definisce la previsione dei costi

ed il piano dei finanziamenti, descritti nell’allegato A, nonché le

attività funzionali alla realizzazione degli interventi, la tempistica

ed i soggetti responsabili, così come descritto nel cronoprogramma

dei cui all’allegato B e nei successivi punti del presente Accordo.

Il presente Accordo prevede inoltre gli adempimenti che ciascun

Y– 1817 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

soggetto interessato all’attuazione dell’accordo dovrà compiere per

consentire in tempi coordinati la realizzazione dell’insieme delle o-

pere e degli interventi programmati; prevede altresì i procedimenti

che le parti sottoscrittrici si impegnano a concludere per assicurare

l’adempimento delle rispettive obbligazioni.

Art. 2 – Finalità, obiettivi e descrizione dell’intervento

L’intervento è finalizzato alla realizzazione di una sede polifunzionale

gestita dall’Azienda Sociale Centro Lario e Valli che possa

ospitare sia la nuova sede del Centro Diurno Disabili del Distretto

di Menaggio (attualmente ubicato a Tremezzo, in una palazzina

concessa dal comune di Tremezzo, che, in base alla normativa vigente,

non risponde più ai parametri strutturali richiesti) sia gli uffici

dell’Azienda stessa (attualmente ospitati presso uno stabile concesso

dal comune di Carlazzo).

Obiettivo dell’intervento è la ristrutturazione di un immobile,

concesso dal comune di Porlezza ad uso gratuito all’Azienda Sociale

Centro Lario e Valli, al fine di poter ospitare la sede dell’Azienda

Sociale ed il Centro Diurno Disabili, servizio diurno per disabili,

accreditato da Regione Lombardia per 30 posti, che attualmente

vede la presenza di 20 utenti provenienti dai comuni del Distretto

di Menaggio, aderenti all’Azienda Sociale Centro Lario e Valli.

L’intervento complessivo prevede la progettazione e la realizzazione

della ristrutturazione dell’immobile, l’allestimento degli spazi

interni, in base all’uso specifico, ed il trasferimento sia del Centro

Diurno Disabili sia degli uffici dell’Azienda.

Art. 3 – Cronoprogramma

Nell’allegato B è inserito il cronoprogramma riassuntivo delle fasi

e delle attività principali previste per la realizzazione dell’intervento

complessivo.

Art. 4 – Soggetti responsabili della progettazione,

realizzazione e gestione degli interventi

L’Azienda Sociale Centro Lario e Valli è il soggetto responsabile

dell’attuazione dell’interevento. Essa in particolare provvede, nei

temi previsti dal cronoprogramma, a:

– Verificare in assemblea dei sindaci la fattibilità dell’intervento.

– Prevedere nel bilancio preventivo economico – Piano degli investimenti

la spesa ipotizzata per la realizzazione dell’intervento

e verificare la copertura finanziaria dell’opera.

– Verificare altresì la coerenza con quanto stabilito dal Piano di

Zona dei Servizi e degli Interventi Sociali del Distretto di Menaggio.

– Sottoscrivere con il comune di Porlezza l’atto di concessione

dell’immobile.

– Affidare l’incarico di progettazione globale ed integrata per la

realizzazione dell’intervento.

– Affidare i lavori per la realizzazione delle opere

– Verificare la realizzazione delle opere nel rispetto dei tempi

previsti dal cronoprogramma

– Raccordarsi con l’Azienda Sanitaria Locale al fine della concessione

delle necessarie autorizzazioni per permettere il trasferimento

del Centro Diurno Disabili nei tempi prescritti da Regione

Lombardia (agosto 2009)

– Trasferire gli uffici dell’Azienda Centro Lario e Valli ed il Centro

Diurno Disabili nella sede che verrà realizzata

– Segreteria tecnica

Il Comune di Porlezza, quale proprietario dell’immobile nel quale

verranno realizzati gli interventi, provvederà alla predisposizione

ed alla sottoscrizione dell’atto di concessione in uso gratuito dell’immobile

sito a Porlezza, in via a Porlezza 10, all’Azienda Sociale

Centro Lario e Valli, per le finalità previste dal presente accordo,

per un periodo di 20 anni e potrà essere oggetto di rinnovo espresso

tra le parti in conformità alla normativa vigente.

La Comunità Montana Alpi Lepontine e la Comunità Montana

Lario Intelvese si impegnano a finanziare la presente opera con un

importo, per ciascun ente, non inferiore ai 100.000,00 euro

(centomila/00).

Il Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ceresio si impegna

a finanziare la presente opera con un importo pari a

50.000,00 euro (cinquantamila/00).

Il Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Lago di Como

del Brembo e Serio per la Provincia di Como si impegna a finanziare

la presente opera con un importo pari a 30.000,00 euro

(trentamila/00).

Art. 6 – Previsione dei costi e piano dei finanziamenti

degli interventi

Il costo stimato per la realizzazione dell’intervento complessivo

oggetto del presente accordo (comprensivo di tasse, imposte, ritenu-


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

te fiscali e contributi di qualsivoglia natura, se dovuti stabiliti per

legge) ammonta a C 415.233,36 (quattrocentoquindiciduecentotrentatre/36),

così come meglio descritto analiticamente nell’allegato

A – parte prima.

Il piano finanziario, descritto nell’allegato A – parte seconda, contiene

una tabella in cui vengono definiti i soggetti finanziatori, le

fonti finanziarie, le entità dei finanziamenti, le modalità delle loro

erogazioni.

L’Azienda Sociale Centro Lario e Valli, in qualità di ente capofila,

si impegna a portare a termine la realizzazione dell’intervento, in

base a quanto previsto dal precedente art. 4, pertanto tutte i costi

saranno a carico della stessa e, di conseguenza, i finanziamenti previsti

dagli altri soggetti sottoscrittori dell’Accordo di Programma

dovranno essere erogati alla stessa.

Art. 7 – Ulteriori obblighi dei contraenti

L’Azienda Sociale Centro Lario e Valli, in quanto soggetto attuatore

dell’intervento, si impegna a comunicare semestralmente circa

lo stato di avanzamento del lavori che evidenzi eventuali criticità

e le proposte tecniche per il loro superamento, nonché l’eventuale

aggiornamento del cronoprogramma.

Art.8–Durata dell’Accordo di Programma

La durata del presente Accordo di Programma è stabilita fino alla

completa attuazione dell’intervento descritto all’art. 2.

Art.9–Modifiche ed integrazioni

Eventuali modifiche, integrazioni o aggiornamenti del presente

accordo e dei relativi allegati che si rendessero necessari in fase di

esecuzione sono autorizzate dal collegio di vigilanza e comunicati

da parte del suo presidente all’Azienda Sociale Centro Lario e Valli

nei successivi 15 giorni.

Art. 10 – Collegio di vigilanza dell’Accordo

Il collegio di vigilanza, ai sensi dell’art. 34 comma 7 del d.lgs. 18

agosto 2000 n. 267 e dell’art. 6 comma 9 della l.r. 14 marzo 2003

n. 2, è composto dai seguenti membri: dal presidente dell’Azienda

Sociale Centro Lario e Valli, o suo rappresentante, che lo presiede,

dal Direttore dell’A.S.C.L.V., o suo rappresentante, dal Presidente

della Comunità Montana Alpi Leporine o suo delegato, dal Presidente

della Comunità Montana Lario Intelvese o suo delegato, dal

Presidente del Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ceresio

o suo delegato, dal Presidente o suo delegato del Consorzio del Bacino

Imbrifero Montano del Lago di Como, del Brembo e Serio per

la Provincia di Como.

In caso di impossibilità da pare del Direttore dell’Azienda o suo

delegato a presenziare alla seduta del collegio di vigilanza, le funzioni

di presidenza vengono assunte dal membro più anziano.

Le deliberazioni che autorizzino le modifiche e/o le integrazioni

di cui al precedente art. 9 sono adottate dal collegio col voto unanime

dei suoi componenti.

Il collegio di vigilanza ai sensi dell’art. 6 comma 9 della l.r. 14

marzo 2003 n. 2 verifica le attività di esecuzione dell’accordo di programma,

interpreta le norme di attuazione ed esercita i poteri sostitutivi.

Ad esso inoltre sono attribuite in particolare le seguenti funzioni:

– vigilare sulla piena, tempestiva e corretta attuazione dell’Accordo

di Programma,

– individuare gli eventuali elementi ostativi alla attuazione dell’accordo

di programma, concertando le soluzioni idonee alla

loro rimozione, adottandole direttamente se possibile o, se necessario,

proponendo l’adozione agli organi competenti,

– dirimere in via bonaria le controversie che dovessero insorgere

tra le parti in ordine all’interpretazione ed all’attuazione del

presente Accordo,

– disporre eventuali interventi sostitutivi in caso di inadempimento,

– applicare, in caso di inadempimento degli impegni assunti nel

presente accordo da parte dei soggetti sottoscrittori, la procedura

prevista nel successivo art. 11.

Art. 11 – Inadempimenti e sanzioni

Il collegio di vigilanza, in caso di accertato inadempimento da

parte dei soggetti sottoscrittori del presente accordo agli obblighi

assunti, provvederà a:

– contestare l’inadempienza a mezzo lettera raccomandata con

ricevuta di ritorno, con formale diffida ad adempiere entro un

congruo termine;

– disporre, una volta decorso infruttuosamente detto termine, gli

interventi necessari per ottenere l’esecuzione delle inadempienze.

Resta ferma la responsabilità del soggetto inadempiente per i

Y– 1818 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

danni recati con il proprio comportamento agli altri soggetti, ai

quali compete di decidere la ripartizione degli oneri sostenuti in

conseguenza diretta dell’inadempimento contestato, fatta salva la

facoltà di far valere innanzi all’autorità competente il diritto di rivalsa

nei confronti del soggetto inadempiente.

Nel caso in cui la gravità dell’inadempienza sia tale da compromettere

definitivamente l’attuazione del presente accordo, restano

a carico del soggetto inadempiente tutte le spese sostenute dalle

parti anche per studi, piani e progetti predisposti per la realizzazione

di tutto quanto previsto nel presente accordo.

Art. 12 – Controversie

Ogni controversia derivante dall’interpretazione e dall’esecuzione

del presente Accordo, che non venga definita bonariamente dal Collegio

di Vigilanza, spetterà all’autorità giudiziaria competente.

Foro competente sarà quello di Como.

Art. 13 – Verifiche

Il presente Accordo sarà soggetto a verifiche periodiche su richiesta

motivata dei singoli soggetti sottoscrittori o del collegio di vigilanza.

Art. 14 – Documenti allegati

– Piano dei costi e dei finanziamenti (allegato A – parte 1e2)

– Cronoprogramma (allegato B)

– Progetto di massima (allegato C)

– Bozza atto di concessione (allegato D).

Art. 15 – Pubblicazione

L’ente capofila si impegna a pubblicare per estratto sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia il presente Accordo di Programma

e a tenere a disposizione tutta la documentazione per gli enti

sottoscrittori e per gli altri soggetti aventi diritto, secondo la normativa

vigente.

Carlazzo, 29 luglio 2008

Letto, confermato e sottoscritto

B) ANNUNZI LEGALI

B1 - GARE PUBBLICHE

[BUR20080613] [2.5.0]

Err.corr. n. 33/1-Se.I.C. 2008

Comunicato 30 luglio 2008, n. 145: «Presidenza – Direzione

Centrale Affari Istituzionali e Legislativo – Struttura contratti

– Esito di aggiudicazione relativo all’appalto per il servizio di

fornitura all’agenzia di stampa della Giunta regionale “Lombardia

notizie” in tempo reale di una appropriata selezione dei

lanci di tutte le principali agenzie di stampa italiane», pubblicato

sul BURL n. 32 Se.I.C. del 6 agosto 2008

Nella sezione VI: ALTRE INFORMAZIONI

Il punto VI.2 Informazioni complementari: C.I.G. 0164622A5C

è stato erroneamente riportato.

La SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI risulta quindi composta

dai punti 1, 4, 5.

Provincia di Bergamo

[BUR20080614]

Comune di Lurano (BG) – Esito di gara (art. 65 d.lgs. 12 aprile

2006, n. 163) – Avviso sui risultati della procedura per l’affidamento

del servizio di refezione scolastica periodo: 1º settembre

2008-30 giugno 2012 – CIG n. 0163122487

Ente appaltante: Comune di Lurano (BG).

Oggetto dell’appalto: espletamento del servizio di refezione scolastica

per il periodo 1º settembre 2008-30 giugno 2012.

Procedura e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio

dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 83

– comma 1 lettere a), b) e c) del d.lgs. n. 163/2006.

Offerte ricevute: 1.

Offerte ammesse: 1.

Importo a base di gara: C 3,80 per ogni pasto (escluso IVA).

Data apertura buste: 7 luglio 2008.

Aggiudicatario: Ditta Ser Car Ristorazione Collettiva s.p.a. con

sede legale in viale Piave, 55 – 24022 Alzano Lombardo (BG).

Valore dell’offerta: C 3,73 + IVA 4% quale prezzo unico mediato

di ogni pasto.

Il responsabile dei Servizi alla Persona:

Benedetta Severgnini


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Provincia di Cremona

[BUR20080615]

Comune di Soncino (CR) – Estratto bando di gara mediante

procedura aperta per appalto lavori di manutenzione straordinaria

volta al miglioramento sismico della scuola elementare

di Gallignano – CUP G88E07000040003 – CIG 01958959A8

Questo Ente intende affidare l’appalto dei lavori di manutenzione

straordinaria volta al miglioramento sismico della scuola elementare

di Gallignano per un importo di C 197.791,26 di cui C 19.407,63

per oneri per la sicurezza non soggetti al ribasso d’asta.

L’affidamento verrà effettuato a mezzo procedura aperta ai sensi

di quanto previsto dagli artt. 54, 55 ed 82 del d.lgs. 12 aprile 2006,

n. 163.

Le offerte, redatte in bollo ed in lingua italiana dovranno pervenire

entro le ore 12.30 del giorno 11 settembre 2008 al seguente indirizzo:

Comune di Soncino – piazza Garibaldi 1 – 26029 Soncino.

La gara si terrà alle ore 9.00 del giorno 12 settembre 2008.

Il bando in forma integrale è stato pubblicato all’albo pretorio del

comune.

Lo stesso è scaricabile gratuitamente dal sito www.comune.soncino.cr.it.

Le informazioni sull’appalto saranno fornite dall’ufficio tecnico

comunale nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Il responsabile del procedimento è l’ing. Stefano Massimo.

Soncino, 2 agosto 2008

Il responsabile del servizio:

Stefano Massimo

Provincia di Lecco

[BUR20080616]

Comune di Airuno (LC) – Avviso di gara per l’appalto del servizio

di refezione a favore degli alunni della scuola dell’infanzia,

degli insegnanti e dei dipendenti comunali per il periodo 1 settembre

2008-30 giugno 2011

Questo Ente intende affidare l’appalto del servizio di refezione a

favore degli alunni della scuola dell’infanzia, degli insegnanti e dei

dipendenti comunali per il periodo 1 settembre 2008-30 giugno

2011, per un importo presunto base di gara di C 84.000,00 (prezzo

unitario a base di gara C 3,50 per pasto per n. 8.000 pasti presunti

annui) IVA esclusa.

Procedura e criterio di aggiudicazione: l’affidamento verrà effettuato

a mezzo di procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente

più vantaggiosa, mediante la valutazione del prezzo più

conveniente e il progetto tecnico. Si procederà all’aggiudicazione

anche in caso di unica offerta valida ex art. 55, comma 4 del d.lgs.

163/2006.

Modalità e termini di presentazione dell’offerta: le imprese dovranno

far pervenire la documentazione prevista dal bando di gara all’ufficio

protocollo del comune di Airuno (LC), via Pizzagalli Magno,

4 – Cap 23881 – entro le ore 12.00 del giorno 30 agosto 2008.

Responsabile del procedimento, informazioni, copia del bando di

gara e capitolato: rag. Bonetti Daniela – tel. 0399943222 int. 105 –

fax 039943429 e-mail: demografici@comune.airuno.lc.it.

Airuno, 7 agosto 2008

Il responsabile: Daniela Bonetti

[BUR20080617]

Comune di Airuno (LC) – Bando di gara per il servizio di raccolta

e trasporto dei rifiuti solidi urbani e pulizia strade periodo

dal 1º ottobre 2008 al 31 dicembre 2010

Oggetto dell’appalto: gestione del servizio di raccolta e trasporto

rifiuti solidi urbani e pulizia strade – periodo dal 1º ottobre 2008

al 31 dicembre 2010, con le modalità di cui al Capitolato Speciale

d’Appalto.

Importo complessivo stimato: C 154.500,00 IVA compresa.

Durata: mesi 27 a partire dall’1 ottobre 2008.

Procedura e criterio di aggiudicazione: la procedura è aperta, ai

sensi degli artt. 34, 54, 55 ed 82 d.lgs. 163/2006; l’aggiudicazione

avverrà con il criterio del prezzo più basso da determinarsi mediante

ribasso sul prezzo posto a base d’asta C 140.454,00 oltre IVA,

secondo quanto disposto dall’art. 82 del d.lgs. 163/2006. Si procederà

all’aggiudicazione anche in caso di unica offerta valida ex art.

55, comma 4 del d.lgs. 163/2006.

Modalità e termini di presentazione dell’offerta: le imprese dovranno

far pervenire la documentazione prevista dal bando di gara all’ufficio

protocollo del comune di Airuno (LC), via Pizzagalli Magno,

4 – Cap 23881 – p. IVA 00767270135 – entro le ore 12.00 del giorno

5 settembre 2008.

Y– 1819 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Responsabile del procedimento, informazioni, copia del bando di

gara e capitolato: arch. Roberta Imbergamo (tel. 0399943222 – fax

039943429 – E-mail: opere.pubbliche@comune.airuno.lc.it).

Airuno, 7 agosto 2008

Il responsabile servizio opere pubbliche:

Roberta Imbergamo

Provincia di Milano

[BUR20080618]

Comune di Abbiategrasso (MI) – Appalto n. 5 – Bando di gara

mediante procedura aperta per l’appalto degli «Interventi di

manutenzione straordinaria Cimitero Maggiore – Anno 2008 –

lotto 1 edile/stradale»

Cod. CUP C46H08000000004 – Cod. CIG 0196994496

Si rende noto che il comune di Abbiategrasso, piazza Marconi, 1,

tel. 02/94.692.318-322, fax 02/94.692.309, e-mail llpp@comune.abbiategrasso.mi.it,

per il giorno 12 settembre 2008 alle ore 10.30,

presso la sede comunale di v.le Cattaneo, 2, esperirà una procedura

aperta ai sensi dell’art. 3 comma 37 e art. 55 comma 5 del d.lgs.

n. 163/2006, in seduta pubblica, per l’appalto degli «Interventi di

manutenzione straordinaria Cimitero Maggiore – Anno 2008 – lotto

1 edile/stradale» da realizzarsi nel comune di Abbiategrasso in viale

Papa Giovanni XXIII, giusta determinazione del dirigente del settore

lavori pubblici n. 918 del 5 agosto 2008.

La presidenza del seggio di gara sarà affidata al dirigente del settore

lavori pubblici.

Costituisce oggetto del presente appalto l’esecuzione di tutti i lavori

e forniture necessari per gli interventi manutentivi e migliorativi

da effettuarsi in diverse zone del Cimitero Maggiore ed in particolare:

nuova pavimentazione ingresso principale e ossari contigui,

completamento pavimentazione piazzale interno, realizzazione

aiuole a verde, riquadratura campi «greco-ortodossi» e «indecomposti»,

nuovi tratti di recinzione area esterna ovest.

L’importo complessivo dell’appalto è pari a C 166.933,48 di cui:

– C 158.678,99 lavori a corpo soggetti a ribasso;

– C 8.254,49 oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.

Categoria prevalente: OG3 – 100,00% pari a C 158.678,99 classifica

I o superiore.

Le opere sono finanziate con devoluzione mutuo cassa depositi e

prestiti.

L’amministrazione comunale si avvale della facoltà di procedere

all’affidamento, secondo quanto disposto dalla vigente normativa

in materia, di eventuali lavori complementari non compresi né nel

progetto né nel contratto iniziale divenuti in seguito necessari.

I lavori avranno durata di giorni 60 (sessanta) naturali, successivi

e consecutivi.

Per gli stessi è fissata la scadenza intermedia del 29 ottobre 2008

quale termine perentorio entro cui dovranno essere eseguite le opere

di pavimentazione esterna del piazzale e le opere di pavimentazione

dell’androne d’ingresso del Cimitero Maggiore.

Non sono ammesse varianti al progetto senza preventiva approvazione

da parte dell’amministrazione comunale secondo quanto disposto

dalla vigente normativa in materia.

Le condizioni dell’appalto sono contenute in apposito Capitolato

Speciale d’Appalto, nel Capitolato Generale d’Appalto dei Lavori

Pubblici per quanto non in contrasto con il d.lgs. n. 163/2006 e negli

elaborati di progetto che sono visibili presso l’ufficio lavori pubblici

in v.le Cattaneo, 2 (tel. 02/94.692.318-322, fax 02/94.692.309, e-mail

llpp@comune.abbiategrasso.mi.it) nei seguenti giorni sino al giorno

4 settembre 2008: martedì e giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.15,

mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 16.00; copia del progetto completo

su CD, può essere richiesta con apposita domanda scritta entro

il giorno 29 agosto 2008, a cui deve essere allegata ricevuta di versamento

a favore del c/c postale n. 35533207 intestato a Comune di

Abbiategrasso – Servizio Tesoreria con indicazione della seguente

causale «Rimborso stampati appalto n. 5». Il costo della documentazione

è fissato in C 30,00 IVA compresa.

L’offerta, espressa in lingua italiana, dovrà essere redatta su carta

legale o resa legale, chiusa in apposita busta debitamente sigillata

con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura. Su tale busta

andrà apposta la seguente dicitura: «Contiene offerta economica

per l’appalto degli interventi di manutenzione straordinaria Cimitero

Maggiore – Anno 2008 – lotto 1 edile/stradale». In essa non dovranno

essere inseriti altri documenti e la stessa dovrà essere rinchiusa

in altra busta, anch’essa debitamente sigillata con ceralacca

e controfirmata sui lembi di chiusura, nella quale, a sua volta, dovrà

essere inserita la documentazione amministrativa ed, in particolare,

i seguenti documenti:


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

1 – Dichiarazione rilasciata dall’ufficio lavori pubblici di presa

visione del Capitolato e degli elaborati di progetto da parte del titolare

o del legale rappresentante o del direttore tecnico della ditta

che intende partecipare alla gara. Tali qualifiche dovranno essere

provate da apposito certificato CCIAA o certificazione SOA. Ai fini

del rilascio della dichiarazione di presa visione il titolare o il legale

rappresentante o il direttore tecnico della ditta non potrà rilasciare

deleghe ad altra persona e potrà essere accompagnato da tecnico di

sua fiducia. In alternativa la dichiarazione di presa visione potrà

essere rilasciata esclusivamente ad altri soggetti rappresentanti muniti

di procura che attribuisca agli stessi oltre al potere di presa

visione anche quello di firma dell’eventuale contratto in caso di aggiudicazione.

2 – Istanza di ammissione alla gara, resa utilizzando esclusivamente

l’apposito modulo predisposto dall’amministrazione, Allegato

«A», il cui contenuto sarà successivamente verificabile ai sensi

dell’art. 48 del d.lgs. n. 163/2006.

3 – Garanzia fidejussoria a corredo dell’offerta prestata ai sensi

dell’art. 75 del d.lgs. n. 163/2006, nella misura del 2% (pari ad

C 3.338,67) dell’importo complessivo dell’appalto oggetto del presente

bando e dall’impegno del fidejussore a rilasciare la garanzia

di cui al comma 8 del citato art. 75, qualora l’offerente risultasse

aggiudicatario. La fidejussione, bancaria o assicurativa, dovrà prevedere

espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva e-

scussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui

all’art. 1957 comma 2 del c.c. e la sua operatività entro 15 gg. a

semplice richiesta scritta della stazione appaltante. Tale garanzia

dovrà avere validità di almeno 180 gg. dalla data di presentazione

dell’offerta.

L’importo della garanzia fidejussoria a corredo dell’offerta è ridotta

del 50%, qualora ricorrano le condizioni previste dal comma

7 dell’art. 75 del d.lgs. n. 163/2006, ai concorrenti in possesso di

certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee

rilasciata da organismi accreditati ovvero a quelli che dichiarino la

presenza di elementi significativi e tra loro correlati di tale sistema.

In caso di aggiudicazione l’impresa è obbligata a costituire garanzia

fidejussoria ai sensi dell’art. 113 del d.lgs. n. 163/2006 e a stipulare

una polizza assicurativa che tenga indenne la stazione appaltante

da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati

e che preveda anche una garanzia di responsabilità civile per danni

a terzi così come previsto dall’art. 129 comma 1 del d.lgs.

n. 163/2006 secondo i massimali indicati all’art. 31 dello schema di

contratto di cui il Capitolato Speciale d’Appalto costituisce allegato

ai sensi dell’art. 45 del d.P.R. n. 554/99.

4 – Ricevuta di versamento in originale o fotocopia corredata da

dichiarazione di autenticità, della contribuzione di C 20,00 dovuta

all’Autorità per la vigilanza sui Contratti Pubblici di cui all’art. 1

commi 65 e 67 della legge n. 266/2005.

Il plico principale contenente sia la busta dell’offerta che tutta la

documentazione a carattere amministrativo sopra indicata dovrà

pervenire all’ufficio protocollo del comune di Abbiategrasso, piazza

Marconi, 1, a mezzo raccomandata o mediante consegna diretta

anche da parte di soggetto appositamente incaricato dal concorrente

entro le ore 12.00 del giorno antecedente a quello della gara e

dovrà riportare chiaramente il mittente e la scritta: «Procedura a-

perta per l’appalto degli interventi di manutenzione straordinaria

Cimitero Maggiore – Anno 2008 – lotto 1 edile/stradale».

Resta inteso che il recapito del plico principale rimane a esclusivo

rischio del mittente ove per qualsiasi motivo lo stesso non giunga a

destinazione in tempo utile.

Sono ammessi all’apertura delle offerte i legali rappresentanti dei

concorrenti ovvero i soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di

specifica delega loro conferita dai citati legali rappresentanti.

L’appaltatore avrà diritto a pagamenti in acconto, in corso d’opera,

ogni qualvolta i lavori eseguiti raggiungano un avanzamento

pari al 40% (quaranta percento) al netto del ribasso contrattuale e

delle ritenute di legge.

La stazione appaltante procederà all’aggiudicazione dei lavori anche

in presenza di una sola offerta valida fermo restando quanto

previsto dall’art. 81 comma 3 del d.lgs. n. 163/2006 circa la decisione

di non aggiudicare in caso di offerta non conveniente o non idonea

in relazione all’oggetto del contratto.

L’amministrazione si riserva la facoltà insindacabile di aggiudicare

definitivamente i lavori solo in seguito all’avvenuta conferma da

parte della Cassa Depositi e Prestiti di concessione dei finanziamenti

richiesti senza che l’impresa risultata provvisoriamente aggiudicataria

possa sollevare alcuna eccezione in merito.

Sono ammesse alla gara le imprese in possesso dei requisiti per la

partecipazione alle procedure di affidamento degli appalti di lavori

pubblici, sia di ordine generale ai sensi dell’art. 38 comma 1 del

d.lgs. n. 163/2006 che di idoneità professionale di cui all’art. 39 del

citato decreto.

Y– 1820 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Le imprese partecipanti devono essere in possesso altresì di adeguata

qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici secondo

quanto disposto dall’art. 40 del d.lgs. n. 163/2006.

In particolare, ai sensi dell’art. 95 del d.P.R. n. 554/99, sono richieste

le seguenti attestazioni:

– attestazione SOA nella categoria OG3 in classifica 1 o superiore

– categoria prevalente.

È ammesso l’avvalimento come disciplinato dall’art. 49 del d.lgs.

n. 163/2006 nella misura massima del 50% di quanto richiesto al

concorrente; pertanto il concorrente deve comunque possedere l’attestazione

SOA per la restante quota delle categorie richieste.

L’impresa che intende affidare a terzi in subappalto o in cottimo

i lavori oggetto dell’appalto deve dichiarare espressamente le lavorazioni

che intende subappaltare o concedere in cottimo, ai sensi

dell’art. 118, comma 1, del d.lgs. 163/2006. In tal caso è fatto obbligo,

ai soggetti aggiudicatari di trasmettere, entro venti giorni dalla

data di ciascun pagamento effettuato nei confronti dei subappaltatori,

copia delle fatture quietanziate relative ai pagamenti corrisposti

al subappaltatore o cottimista, con l’indicazione delle ritenute di

garanzia.

Il periodo di tempo durante il quale l’offerente è vincolato alla

propria offerta è di 180 giorni dalla scadenza del termine per la

presentazione della stessa.

Il criterio per la scelta dell’offerta migliore è quello del prezzo

più basso ai sensi degli artt. 81 e 82, comma 2, lettera b) del d.lgs.

n. 163/2006.

L’offerta andrà espressa attraverso l’indicazione della percentuale

di ribasso sull’importo dei lavori posto a base di gara al netto degli

oneri per la sicurezza.

Si darà luogo all’esclusione automatica delle offerte anomale ai

sensi dell’art. 122 comma 9 del d.lgs. 163/2006 con ribasso pari o

superiore alla soglia di anomalia di cui all’art. 86 comma 1 dello

stesso decreto.

Non saranno ammesse offerte in aumento o alla pari.

Si farà luogo all’esclusione dalla gara nel caso di mancanza, incompletezza

o irregolarità di qualsiasi documento tra quelli sopra

indicati o dell’offerta.

L’amministrazione si riserva la facoltà insindacabile di non espletare

la gara o di posticiparne la data d’espletamento senza che i

concorrenti possano avanzare alcuna pretesa al riguardo.

In caso di assegnazione dei lavori, la ditta aggiudicataria dovrà

provvedere entro il termine di 10 giorni (dieci) dall’invito del comune

di Abbiategrasso ai seguenti adempimenti:

– costituzione cauzione definitiva nella percentuale e con le modalità

stabilite dall’art. 113 del d.lgs. 163/2006;

– costituzione del deposito spese contrattuali;

– presentazione dell’ulteriore documentazione occorrente per la

stipula del contratto ai sensi della vigente normativa in materia.

Ove la ditta non provveda, ovvero provveda in modo non conforme,

o non si presenti per la stipulazione del contratto alla data stabilita,

l’amministrazione comunale, con provvedimento motivato,

annullerà l’aggiudicazione e procederà all’applicazione delle sanzioni

previste dalla vigente normativa salvo restando per il comune

ogni ulteriore azione per il risarcimento dei danni. Nel caso predetto

è in facoltà della amministrazione comunale aggiudicare i lavori

al concorrente che segue nella graduatoria.

L’amministrazione comunale si riserva la facoltà, di cui all’art.

140, commi 1e2,deld.lgs. n. 163/2006, per cui, in caso di fallimento

dell’appaltatore o di risoluzione del contratto per grave inadempimento

del medesimo, saranno interpellati progressivamente i soggetti

che seguono in graduatoria sino al quinto migliore offerente

in sede di gara.

Sono a carico dell’appaltatore tutte le spese del contratto, nonché

tutte le imposte e tasse, fatta eccezione per l’IVA.

La comunicazione dell’aggiudicazione prevista dall’art. 79 comma

5 potrà essere effettuata anche mediante fax.

La partecipazione alla gara comporta la piena e incondizionata

accettazione di tutte le disposizioni contenute nel presente bando.

Per quanto non previsto nel presente bando valgono, in quanto applicabili,

le disposizioni dei seguenti provvedimenti normativi: l.

n. 55/90, r.d. n. 2240/1923, r.d. n. 827/1924, d.lgs. n. 490/94, l.

n. 127/97, d.P.R. n. 34/2000, d.P.R. n. 554/1999, d.lgs n. 163/2006 e

d.lgs. n. 196/2003.

L’organo competente per l’eventuale procedura di ricorso, da presentare

entro 60 gg. dalla comunicazione di avvenuta aggiudicazione,

è il TAR Lombardia – Milano. In alternativa è possibile proporre

ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg.

dalla comunicazione di avvenuta aggiudicazione.

Responsabile Unico del procedimento è il responsabile del servizio

lavori pubblici geom. Ermenegildo Scalera.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Il presente bando integrale è pubblicato anche sul sito internet

dell’amministrazione comunale all’indirizzo www.comune.abbiategrasso.mi.it.

Abbiategrasso, 5 agosto 2008

Il responsabile del procedimento:

Ermenegildo Scalera

[BUR20080619]

Comune di Cologno Monzese (MI) – Estratto del bando di gara

mediante procedura aperta: appalto per affidamento triennale

del servizio di pulizia degli edifici adibiti a sedi comunali ed a

palestre

Importo complessivo a base di gara per il periodo contrattuale

C 930.000,00 IVA esclusa, comprensivo di oneri per la sicurezza

pari ad C 15.750,00 oltre IVA.

L’aggiudicazione avverrà seguendo il metodo dell’offerta economicamente

più vantaggiosa (art. 83 del d.lgs. 163/06).

Le offerte dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro le ore

12.00 del giorno 30 settembre 2008 al comune di Cologno Monzese

– ufficio protocollo – piazza Mazzini n. 9 – 20093 Cologno Monzese

(MI).

Il bando integrale, compresa la restante documentazione di gara,

è disponibile sul sito www.comune.colognomonzese.mi.it.

[BUR20080620]

Comune di Paderno Dugnano (MI) – Estratto bando di gara a

procedura aperta per servizio di trasporto pubblico locale (1º

gennaio 2009-31 dicembre 2015)

Ente appaltante: Comune di Paderno Dugnano – via Grandi, 15 –

20037 Paderno Dugnano (MI).

Determinazione a contrarre: n. 813/LP del 23 luglio 2008.

Oggetto: servizio di trasporto pubblico locale (1º gennaio 2009-31

dicembre 2015) – CIG: 01872836D0 – CPV 60112200-8.

Responsabile del procedimento: ing. Salvatore Comi.

Durata appalto: 7 (sette) anni.

Importo a base di gara: C 3.080.000,00 al netto di IVA.

Requisiti di partecipazione: si demanda al disciplinare di gara.

Finanziamento: mezzi propri.

Criterio di aggiudicazione: offerte economicamente più vantaggiosa.

I criteri sono indicati nell’art. 3 dello Schema di Contratto e

Capitolato d’oneri.

Termine di ricezione offerte: ore 12.30 del 30 settembre 2008 presso

l’ufficio protocollo – via Grandi 15 – Paderno Dugnano.

Inizio operazioni di gara: ore 9.30 del 6 ottobre 2008 c/o palazzo

municipale – via Grandi 15 – Paderno Dugnano.

I termini e le modalità sono previsti nel bando di gara integrale

pubblicato all’albo pretorio del comune, sui siti internet:

• www.comune.paderno-dugnano.mi.it,

• www.serviziobandi.llpp.it, e

• http://osservatorio.oopp.regione.lombardia.it.

Data invio bando alla G.U.U.E.: 28 luglio 2008.

Data pubblicazione alla G.U.R.I.: 4 agosto 2008.

Paderno Dugnano, 5 agosto 2008

Il direttore settore lavori pubblici:

Patrizia Borghi

[BUR20080621]

Comune di Paderno Dugnano (MI) – Estratto bando di gara per

lavori di «Manutenzione ordinaria strade e marciapiedi 2008»

– CIG: 0185801FD1

Luogo di esecuzione: comune di Paderno Dugnano.

Importo a base di gara: C 157.565,00 di cui C 150.522,25 soggetto

a ribasso ed C 7.042,75 per oneri sicurezza non soggetto a ribasso

+ IVA.

Cat. prevalente: OG3 classifica I.

Scadenza presentazione offerte: entro e non oltre il 4 settembre

2008 ore 12.30.

Verifica documentazione amministrativa – Sorteggio: il 9 settembre

2008 ore 9.30.

Apertura offerte economiche: a seguire nel giorno e ora che verrà

comunicato nella seduta di gara.

Sono ammesse a partecipare le ditte in possesso dei requisiti di

cui all’art. 31 del d.P.R. n. 34/00.

L’appalto sarà aggiudicato mediante procedura aperta con il sistema

di cui all’art. 82 comma 2 lett. a) del d.lgs. 163/06 e s.m.i.,

mediante ribasso sull’elenco prezzi a base di gara.

Termine di esecuzione: gg. 730 (settecentotrenta).

Sono escluse offerte in aumento ed è prevista l’individuazione automatica

delle offerte anomale.

Y– 1821 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Finanziamento: mezzi propri.

Il bando integrale contenente le modalità di effettuazione della

gara è disponibile c/o l’U.R.P. via Grandi 15, Paderno D. – tel.

02-91004319 – fax 02/91004406, anche via fax in orari d’ufficio, sul

sito del comune: www.comune.paderno-dugnano.mi.it e sul sito della

Regione: http://osservatorio.oopp.regione.lombardia.it.

Paderno Dugnano, 31 luglio 2008

Il funzionario servizio nuove opere:

Angela Danila Scaramuzzino

[BUR20080622]

Fondazione IRCCS - «Istituto Nazionale dei Tumori» – Milano

– Estratto bando di gara per l’affidamento di servizi di ingegneria

ed architettura attinenti ai lavori per il nuovo centro trasfusionale

e l’oncologia medica 1e2

La Fondazione IRCCS «Istituto Nazionale dei Tumori», con sede

in via Venezian n. 1 – 20133 Milano, ha indetto un pubblico incanto,

da aggiudicare a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa,

ai sensi dell’art. 83 del d.lgs. 163/06, per l’affidamento di servizi

di ingegneria ed architettura attinenti ai lavori per il nuovo centro

trasfusionale e l’oncologia medica 1e2.

Importo a base di gara: C 250.536,31, oltre oneri di legge.

Le offerte, redatte in lingua italiana, dovranno pervenire alla s.s.

Appalti conduzione direzione lavori della Fondazione, entro le ore

12.00 del giorno 30 settembre 2008, corredate da quanto richiesto

nel disciplinare di gara.

La copia integrale degli atti di gara è disponibile sul sito internet

della Fondazione www.istitutotumori.mi.it.

Codice identificativo gara (CIG): 018317699B.

Spedizione bando alla GUCE: 31 luglio 2008.

Il resp. del procedimento:

Sergio Aldarese

B2 - VARIE

Provincia di Bergamo

[BUR20080623]

Provincia di Bergamo – Settore tutela risorse naturali – Servizio

risorse idriche – Domanda presentata dalla Società Idrowatt

s.r.l. intesa ad ottenere la concessione di derivazione acqua ad

uso idroelettrico

Il dirigente del Servizio risorse idriche della Provincia di Bergamo,

ufficio istruttore e competente per il rilascio del provvedimento

conclusivo di concessione, rende noto che l’ing. Lorenzo Barbetta,

in qualità di legale rappresentante della Società Idrowatt s.r.l., con

sede in Scanzorosciate (BG), via Gramsci n. 8 – Cod. fisc. e p. IVA

02782930164, ha presentato una domanda, protocollata agli atti

provinciali al n. 78914 del 9 luglio 2008, intesa ad ottenere la concessione

di derivazione acqua ad uso idroelettrico dal torrente Forcola

in Comune di Taleggio (BG) con restituzione delle acque a quota

658,0 m s.l.m.

La portata media di acqua da derivare richiesta è di 300,00 l/s,

massima di 900,00 l/s, con un salto previsto di 168 metri e potenza

nominale media pari a 494,12 Kw. La medesima istanza reca la

richiesta di riconoscimento di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità

dei lavori.

Eventuali domande di derivazioni tecnicamente incompatibili

con la presente potranno essere presentate entro il termine perentorio

di 30 gg. dalla data della pubblicazione del presente avviso sul

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Entro 30 giorni successivi al sopraccitato termine chiunque abbia

interesse può visionare, presso gli uffici del Servizio risorse idriche

della Provincia di Bergamo o presso il Comune di Taleggio (BG),

la domanda in istruttoria e la documentazione tecnica allegata e

presentare memorie scritte contenenti osservazioni od opposizioni.

Bergamo, 24 luglio 2008

Il dirigente del servizio:

Eugenio Ferraris

[BUR20080624]

Provincia di Bergamo – Settore tutela risorse naturali – Servizio

risorse idriche – Domanda presentata dalla società Sport e Cultura

Seriate soc. coop. intesa ad ottenere la voltura con variazione

d’uso (da industriale ad igienico-sanitario) della concessione

rilasciata alla società Sanpellegrino s.p.a

Il dirigente del Servizio risorse idriche della Provincia di Bergamo,

ufficio istruttore e competente per il rilascio del provvedimento

conclusivo di concessione, rende noto che il sig. Fumoso Enzo, legale

rappresentante della società Sport e Cultura Seriate soc. coop.,

ha presentato una domanda, protocollata agli atti provinciali al


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

n. 31185 in data 17 marzo 2008, intesa ad ottenere la voltura con

variazione d’uso (da industriale ad igienico-sanitario) della concessione

rilasciata dalla Regione Lombardia alla società Sanpellegrino

s.p.a. con decreto n. 4537 del 3 novembre 1995 (prat. n. 1602) per

l’utilizzo delle acque prelevate da n. 1 pozzo ubicato sul mappale

n. 111, foglio n. 39, del Comune di San Pellegrino Terme (BG).

Eventuali domande di derivazioni tecnicamente incompatibili

con la presente potranno essere presentate entro il termine perentorio

di 30 gg. dalla data della pubblicazione del presente avviso sul

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Entro 30 giorni successivi al sopracitato termine chiunque abbia

interesse può visionare, presso gli uffici del Servizio risorse idriche

della Provincia di Bergamo o presso il Comune di San Pellegrino

Terme, la domanda in istruttoria e la documentazione tecnica allegata

e presentare memorie scritte contenenti osservazioni od opposizioni.

Bergamo, 1 luglio 2008

Il dirigente del servizio:

Eugenio Ferraris

[BUR20080625]

Comune di Bergamo – Direzione territorio e ambiente – Avviso

di deposito del Piano di lottizzazione via Grumello n. 96 in variante

semplificata al PRG vigente

Il dirigente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 comma 10, legge

regionale n. 12/05, richiamata la deliberazione del consiglio comunale

n. 87 reg. c.c. n. 31 prop. del. del 7 luglio 2008, avente ad oggetto

«Controdeduzioni alle osservazioni e approvazione definitiva Piano

di lottizzazione via Grumello n. 96 in variante semplificata al

PRG vigente», ai sensi del combinato disposto dell’art. 104 comma

1 lettera w) della l.r. 12/2005 nonché dell’art. 3 della l.r. 23/97;

Avvisa che presso la segreteria generale in Palazzo Frizzoni –

piazza Matteotti n. 27 e presso la Divisione gestione del territorio –

Piani attuativi – piazza Matteotti n. 3, sono depositati gli elaborati

tecnico-progettuali costituenti il Piano Attuativo sopra richiamato,

nonché copia della deliberazione sopra citata.

Bergamo, 28 luglio 2008

Il dirigente: Giorgio Cavagnis

[BUR20080626]

Comune di Cenate Sotto (BG) – Avviso di avvio del procedimento

di verifica di esclusione dalla Valutazione Ambientale Strategica

(VAS) per il «P.L. 13 – via Lussana» in variante al PRG

vigente (art. 25 l.r. 12/2005 e s.m.i.) e per il PII denominato «via

Lussana angolo via Foscolo» in variante urbanistica (art. 92,

comma 8, l.r. 12/2005 e s.m.i.)

Il responsabile del settore tecnico, visti gli artt. 7 e 21 del d.lgs.

n. 152 del 3 aprile 2006 «Norme in materia ambientale», l’art. 4

della l.r. 12/2005 e s.m.i., la d.c.r. n. VIII/351 del 13 marzo 2007 e

la d.g.r. n. 8/6420 del 27 dicembre 2007, rende noto che con delibera

di giunta comunale n. 61 del 24 luglio 2008 il comune di Cenate

Sotto ha avviato il procedimento di verifica di esclusione dalla Valutazione

Ambientale Strategica (VAS) del «P.L. 13 – via Lussana» in

variante al PRG vigente (art. 25 l.r. 12/2005 e s.m.i.) e del PII denominato

«via Lussana angolo via Foscolo» in variante urbanistica

(art. 92, comma 8, l.r. 12/2005 e s.m.i.), conseguenti al documento

di inquadramento per la presentazione del PII approvato con delibera

di c.c. n. 34 del 6 settembre 2006, individuando in detta deliberazione

i soggetti proponenti, l’autorità procedente (amministrazione

comunale), l’autorità competente (responsabile del settore tecnico),

i soggetti competenti in materia ambientale e gli enti territorialmente

interessanti e le modalità di partecipazione del pubblico.

Cenate Sotto, 24 luglio 2008

Il responsabile del settore tecnico:

Rossella Orlando

[BUR20080627]

Comune di Fara Gera d’Adda (BG) – Avviso di avvio al procedimento

relativo alla Valutazione Ambientale Strategica a supporto

del Piano di Governo del Territorio

Il responsabile del servizio tecnico, ai sensi e per gli effetti dell’art.

5.8 della d.c.r. 13 marzo 2007 n. VIII/351 + succ. mod/integ.,

rende noto che la giunta comunale, con deliberazione n. 80 dell’11

giugno 2008, divenuta esecutiva ai sensi di legge, ha dato avvio al

procedimento relativo alla Valutazione Ambientale Strategica a

supporto del Piano di Governo del Territorio.

Fara Gera d’Adda, 30 luglio 2008

Il responsabile del s.u.e.:

Jean Dominique Di Felice

Y– 1822 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Provincia di Brescia

[BUR20080628]

Provincia di Brescia – Domanda presentata dalla Ditta ENEL

per ottenere l’autorizzazione alla costruzione della linea elettrica

aerea B.T. a 400 Volt nel Comune di Marmentino (BS)

(applicazione del 1º comma dell’art. 3 e segg. della legge regionale

16 agosto 1982)

Si rende noto che la Ditta ENEL divisione infrastrutture e reti

macro area territoriale nord-ovest sviluppo rete Lombardia – Casella

postale 1292 – 20123 Milano Cordusio ha presentato domanda in

data 14 luglio 2008 per ottenere l’autorizzazione alla costruzione

della linea elettrica aerea B.T. a 400 Volt nel Comune di Marmentino

(BS).

La realizzazione di tale impianto elettrico nel Comune di Marmentino

si rende necessaria sia per potenziare l’attuale rete di distribuzione

dell’energia elettrica nonché per migliorare la qualità

del servizio elettrico della zona.

L’originale della domanda e del piano tecnico sono depositati

presso l’area tecnica della Provincia di Brescia sita in piazza T. Brusato

n. 20 a Brescia, per la durata di trenta giorni consecutivi, a

decorrere dalla data di pubblicazione del presente avviso e sono a

disposizione di chiunque ne volesse prendere visione, nelle ore di

ufficio.

Copia della domanda e del relativo piano tecnico, saranno peraltro

depositati, per lo stesso periodo di cui sopra presso la segreteria

del Comune di Marmentino (BS).

Ai sensi dell’art. 3 della citata l.r. 52/82, le osservazioni e/o opposizioni

dovranno essere presentate dagli interessati, unicamente alla

Provincia di Brescia – Area tecnica sita in piazza T. Brusato n. 20 a

Brescia, entro e non oltre gg. 30 (trenta) dall’avvenuta pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Il direttore dell’area tecnica:

Carlo Faccin

[BUR20080629]

Provincia di Brescia – Domanda presentata dalla ditta Azienda

Agricola Caligari Angelo s.s. per ottenere l’autorizzazione alla

costruzione di una linea MT in cavo interrato e di una nuova

cabina elettrica (applicazione del 1º comma dell’art. 3 e segg.

della legge regionale 16 agosto 1982)

Si rende noto che la ditta Azienda Agricola Caligari Angelo s.s. –

via Cignano 2 – 25020 Faverzano di Offlaga (BS) ha presentato domanda

in data 9 luglio 2008 pervenuta in data 22 luglio 2008 per

ottenere l’autorizzazione alla costruzione di una linea MT in cavo

interrato e di una nuova cabina elettrica necessaria all’impianto per

la produzione di energia elettrica alimentato da biogas, la cui autorizzazione

è stata rilasciata dal Settore ambiente attività estrattive

rifiuti ed energia della Provincia di Brescia ex art. 12 d.lgs.

n. 387/2003.

L’originale della domanda e del piano tecnico sono depositati

presso l’Area tecnica della Provincia di Brescia sita in piazza T. Brusato

n. 20 a Brescia, per la durata di trenta giorni consecutivi, a

decorrere dalla data di pubblicazione del presente avviso e sono a

disposizione di chiunque ne volesse prendere visione, nelle ore di

ufficio.

Copia della domanda e del relativo piano tecnico, saranno peraltro

depositati, per lo stesso periodo di cui sopra presso la segreteria

del Comune di Offlaga (BS).

Ai sensi dell’art. 3 della citata l.r. 52/82, le osservazioni e/o opposizioni

dovranno essere presentate dagli interessati, unicamente alla

Provincia di Brescia – Area tecnica, sita in piazza T. Brusato n. 20

a Brescia, entro e non oltre gg. 30 (trenta) dall’avvenuta pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Il direttore dell’area tecnica:

Carlo Faccin

[BUR20080630]

Provincia di Brescia – Area ambiente – Servizio acqua – Ufficio

derivazioni acqua – Opere ecologiche – Domanda presentata

dalla Società Tecnopress s.r.l. intesa ad ottenere la concessione

per derivare acque sotterranee da destinare ad uso industriale

Il direttore del servizio acqua,

Visto il t.u. 11 dicembre 1933 n. 1775 sulle acque ed impianti

elettrici;

Visto il regolamento regionale 24 marzo 2006 n. 2;

Avvisa che la Società Tecnopress s.r.l. con sede nel comune di

Monticelli Brusati (BS) via San Faustino, ha presentato domanda,

asseverata al p.g. della Provincia di Brescia al n. 51890 del 12 aprile


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

2007 – fasc. 679/P, intesa ad ottenere la concessione per derivare

acque sotterranee tramite la terebrazione di un pozzo da realizzarsi

sul mappale n. 26, foglio 19 del comune censuario di Monticelli

Brusati (BS), di proprietà, per reperire acqua alla presunta profondità

di m 70, portata media l/s 1; portata massima l/s 4 da destinare

ad uso industriale.

Il presente avviso è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione

Lombardia (BURL) per 30 giorni consecutivi ed al sito telematico

della Provincia e all’albo pretorio del comune di Monticelli Brusati

(BS) per 15 giorni consecutivi.

L’istruttoria dell’istanza nonché il rilascio del provvedimento finale

è di competenza della Provincia di Brescia – Area ambiente,

Servizio acqua – Ufficio derivazioni acqua – via Milano n. 13 –

25123 Brescia.

Le domande che riguardano derivazioni tecnicamente incompatibili

con quelle di cui alla domanda pubblicata, presentate entro il

termine perentorio di trenta giorni dalla data di pubblicazione sul

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia della prima domanda,

sono considerate concorrenti rispetto a quest’ultima e sono pubblicate

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia con le modalità

di cui al comma 1 dell’art. 11 del regolamento regionale 24 marzo

2006 n. 2.

Chiunque abbia interesse può visionare la domanda in istruttoria

e la documentazione tecnica, nonché presentare osservazioni e/o

opposizioni sulla stessa, per 30 giorni decorrenti dal termine di

pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e

all’albo pretorio comunale; le opposizioni e/o osservazioni possono

essere presentate alla Provincia di Brescia.

Brescia, 28 luglio 2008

Il direttore del servizio acqua:

Marco Zemello

[BUR20080631]

Provincia di Brescia – Area ambiente – Servizio acqua – Ufficio

derivazioni acqua – Opere ecologiche – Domanda presentata

dalla ditta Ponterosso s.r.l. intesa ad ottenere la concessione

per derivare acque sotterranee ad uso potabile ed igienico-sanitario

Il direttore del servizio acqua,

Visto il t.u. 11 dicembre 1933 n. 1775 sulle acque ed impianti

elettrici;

Visto il regolamento regionale 24 marzo 2006 n. 2;

Avvisa che la ditta Ponterosso s.r.l., con sede nel comune di Nave

– via Maddalena 60, ha presentato domanda, asseverata al p.g. della

Provincia di Brescia al n. 24856 del 21 febbraio 2008, fasc. 652/P,

intesa ad ottenere la concessione per derivare acque sotterranee tramite

la terebrazione di n. 2 pozzi da realizzarsi sul mappale n. 113

foglio n. 6 del comune censuario di Calvisano (BS), di proprietà del

comune stesso, per reperire acqua alla presunta profondità di m

80/90, la portato media di l/s 1; portata massima l/s 5 (volume di

prelievo annuo mc 18.000) da adibire ad uso potabile ed igienicosanitario.

Il presente avviso è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione

Lombardia (BURL) ed al sito telematico della Provincia per 30

giorni consecutivi e all’albo pretorio del comune di Calvisano (BS)

per 15 giorni consecutivi.

L’istruttoria dell’istanza nonché il rilascio del provvedimento finale

è di competenza della Provincia di Brescia – Area ambiente,

Servizio acqua – Ufficio derivazioni acqua – via Milano n. 13 –

25123 Brescia.

Le domande che riguardano derivazioni tecnicamente incompatibili

con quelle di cui alla domanda pubblicata, presentate entro il

termine perentorio di trenta giorni dalla data di pubblicazione sul

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia della prima domanda,

sono considerate concorrenti rispetto a quest’ultima e sono pubblicate

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia con le modalità

di cui al comma 1 dell’art. 11 del regolamento regionale 24 marzo

2006 n. 2.

Chiunque abbia interesse può visionare la domanda in istruttoria

e la documentazione tecnica, nonché presentare osservazioni e/o

opposizioni sulla stessa, per 30 giorni decorrenti dal termine di

pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e

all’albo pretorio comunale; le opposizioni e/o osservazioni possono

essere presentate alla Provincia di Brescia.

Brescia, 28 luglio 2008

Il direttore del servizio acqua:

Marco Zemello

[BUR20080632]

Provincia di Brescia – Area ambiente – Servizio acqua – Ufficio

derivazioni acqua – Opere ecologiche – Domanda presentata

Y– 1823 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

dal Comune di Carpenedolo intesa ad ottenere la concessione

per derivare acque sotterranee ad uso recupero energetico

Il direttore del servizio acqua,

Visto il t.u. 11 dicembre 1933 n. 1775 sulle acque ed impianti

elettrici;

Visto il regolamento regionale 24 marzo 2006 n. 2;

Avvisa che il Comune di Carpenedolo con sede nel Comune di

Carpenedolo (BS) piazza Europa 1, ha presentato domanda, asseverata

al p.g. della Provincia di Brescia al n. 78344 del 6 giugno 2008,

fasc. 128/PP intesa ad ottenere la concessione per derivare acque

sotterranee tramite la terebrazione di un pozzo da realizzarsi sul

mappale n. 47, foglio 10 nel territorio comunale di Carpenedolo

(BS), di proprietà, per reperire acque alla presunta profondità di m

40/50, portata medici l/s 2,22; portata massima l/s 5,56 da destinare

ad uso finalizzato al recupero energetico mediante scambio termico

in impianto a «pompa di calore».

Il presente avviso è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione

Lombardia (BURL) per 30 giorni consecutivi ed al sito telematico

della Provincia e all’albo pretorio del Comune di Carpenedolo

per 15 giorni consecutivi.

L’istruttoria dell’istanza nonché il rilascio del provvedimento finale

è di competenza della Provincia di Brescia – Area ambiente,

Servizio acqua – Ufficio derivazioni acqua – via Milano n. 13 –

25123 Brescia.

Le domande che riguardano derivazioni tecnicamente incompatibili

con quelle di cui alla domanda pubblicata, presentate entro il

termine perentorio di trenta giorni dalla data di pubblicazione sul

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia della prima domanda,

sono considerate concorrenti rispetto a quest’ultima e sono pubblicate

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia con le modalità

di cui al comma 1 dell’art. 11 del regolamento regionale 24 marzo

2006 n. 2.

Chiunque abbia interesse può visionare la domanda in istruttoria

e la documentazione tecnica, nonché presentare osservazioni e/o

opposizioni sulla stessa, per 30 giorni decorrenti dal termine di

pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e

all’albo pretorio comunale; le opposizioni e/o osservazioni possono

essere presentate alla Provincia di Brescia.

Brescia, 28 luglio 2008

Il direttore del servizio acqua:

Marco Zemello

[BUR20080633]

Comune di Bovezzo (BS) – Avviso di approvazione definitiva del

Programma Integrato d’Intervento n. 3 – Comparto via Veneto

– Deposito atti

Il responsabile dei servizi gestione del territorio e sue risorse rende

noto che con deliberazione di consiglio comunale n. 31 del 22

luglio 2008 si è provveduto all’approvazione definitiva del Programma

Integrato d’Intervento n. 3 – Comparto via Veneto.

La deliberazione di cui sopra e gli elaborati che compongono il

Programma Integrato d’Intervento n. 3 resteranno depositati presso

la segreteria comunale in libera visione al pubblico.

Bovezzo, 29 luglio 2008

Il resp. dei servizi

gestione del territorio e sue risorse:

Maurizio Ventura

[BUR20080634]

Comune di Chiari (BS) – Avviso di adozione del Programma Integrato

d’Intervento (PII 16/2008) in variante al Piano Regolatore

Generale vigente, ai sensi della l.r. 12/2005, presentato dalla

Società Fin Beton s.r.l. – Intervento in via Roccafranca – Deposito

atti

Si rende noto, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto

dell’art. 92, comma 8, e art. 14 commi 2 e 3, della legge regionale

n. 12/2005, che con deliberazione consiliare n. 56 del 18 luglio 2008,

è stato adottato il Programma Integrato d’Intervento (PII) in oggetto.

La suindicata deliberazione, con i relativi allegati è depositata a

partire dalla data odierna del presente avviso nella segreteria comunale

per quindici giorni consecutivi per consentire a chiunque ne

abbia interesse di prenderne visione e presentare osservazioni od

opposizioni entro i quindici giorni successivi alla scadenza del periodo

di deposito e cioè entro l’11 settembre 2008.

Le eventuali opposizioni ed osservazioni debbono essere presentati

in triplice copia, di cui una in carta da bollo, e potranno essere

accompagnate grafici e memorie.

Chiari, 13 agosto 2008

Il dirigente del settore territorio:

Aldo Maifreni


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

[BUR20080635]

Comune di Concesio (BS) – Avviso della procedura di verifica

di esclusione dalla Valutazione Ambientale Strategica PII n. 13

via Europa-via Camerate-via Matteotti

Il responsabile del settore tecnico, visto:

– il Programma Integrato di Intervento n. 13 riguardante intervento

edilizio ubicato fronte le vie: Europa, Camerate e Matteotti;

– l’art. 4, comma 2, della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12;

– l’allegato 1m, della deliberazione della Giunta regionale della

Lombardia n. 8/6420 del 27 dicembre 2007;

– la deliberazione di giunta comunale n. 138 del 30 luglio 2008,

con cui si è dato avvio alla procedura di verifica di esclusione della

VAS in merito al PII anzidetto;

Avvisa che l’amministrazione comunale di Concesio intende avviare

il procedimento di verifica di esclusione dalla Valutazione Ambientale

Strategica in merito al PII n. 13, ubicato fronte le vie Europa,

Camerate e Matteotti, comportante variante al vigente Piano

Regolatore Generale; a tal proposito comunica che:

– il soggetto proponente è: amministrazione comunale di Concesio

e le signore Faglia Maria Carla, Faglia Domenica, Faglia Enrica

e Mainetti Gambera Ermelinda;

– l’autorità procedente è l’amministrazione comunale di Concesio

nella persona dell’arch. Riccardo Gardoni;

– l’autorità competente è l’arch. Riccardo Gardoni, responsabile

del settore tecnico.

Al fine di espletare le procedure previste dalla vigente normativa,

verrà convocata la Conferenza di verifica di esclusione dalle procedure

di VAS.

Gli Enti territorialmente competenti e le Autorità con specifiche

competenze in materia ambientale chiamate a partecipare, preliminarmente

individuate quelle previste dalla d.g.r. 8/6420/2007 e meglio

precisate nel verbale di deliberazione di giunta comunale n. 138

del 30 luglio 2008, verranno invitate con apposita comunicazione

dall’autorità competente.

Concesio, 13 agosto 2008

Il responsabile del settore tecnico:

Riccardo Gardoni

[BUR20080636]

Comune di Concesio (BS) – Avviso di approvazione, conseguentemente

alla mancata presentazione di osservazioni-opposizioni,

in via definitiva del Programma Integrato d’Intervento

«PII/09 – via Sangervasio-via Europa» di iniziativa privata «Soc.

Tensiochimica s.p.a.» in variante al PRG vigente si sensi della

legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i

Ai sensi e per gli effetti della legge regionale n. 12 dell’11 marzo

2005 si avvisa che il consiglio comunale con verbale di deliberazione

n. 45 del 30 luglio 2008, dichiarata immediatamente esecutiva,

prendeva atto della mancata presentazione di osservazioni e/o opposizioni,

ed approvava in via definitiva il Programma Integrato

d’Intervento di iniziativa privata «Soc. Tensiochimica s.p.a.», denominato

«PII/09 – via Sangervasio-via Europa», in variante al PRG

vigente ai sensi della legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i.

Concesio, 13 agosto 2008

Il resp. del settore tecnico:

Riccardo Gardoni

[BUR20080637]

Comune di Concesio (BS) – Avviso di approvazione, conseguentemente

alla mancata presentazione di osservazioni-opposizioni,

in via definitiva del Programma Integrato d’Intervento

«PII/10 – via Campagnole» di iniziativa privata «Soc. Roda

s.p.a.» in variante al PRG vigente ai sensi della legge regionale

11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i

Ai sensi e per gli effetti della legge regionale n. 12 dell’11 marzo

2005 si avvisa che il consiglio comunale con verbale di deliberazione

n. 46 del 30 luglio 2008, dichiarata immediatamente esecutiva,

prendeva atto della mancata presentazione di osservazioni e/o opposizioni,

ed approvava in via definitiva il Programma Integrato

d’Intervento di iniziativa privata «Soc. Roda s.p.a.», denominato

«PII/10 – via Campagnole», in variante al PRG vigente ai sensi della

legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i.

Concesio, 13 agosto 2008

Il resp. del settore tecnico:

Riccardo Gardoni

[BUR20080638]

Comune di Concesio (BS) – Avviso di approvazione, conseguentemente

alla mancata presentazione di osservazioni-opposizioni,

in via definitiva del Programma Integrato d’Intervento

«PII/11 – via Roncaglie-via Bevilacqua» di iniziativa privata

«Soc. Metalwork s.p.a.» – sig. Bonatti Erminio e «Soc. S.B.S.

Y– 1824 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Leasing» in variante al PRG vigente ai sensi della legge regionale

11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i

Ai sensi e per gli effetti della legge regionale n. 12 dell’11 marzo

2005 si avvisa che il consiglio comunale con verbale di deliberazione

n. 47 del 30 luglio 2008, dichiarata immediatamente esecutiva,

prendeva atto della mancata presentazione di osservazioni e/o opposizioni,

ed approvava in via definitiva il Programma Integrato

d’Intervento di iniziativa privata «Soc. Metalwork s.p.a.» – sig. Bonatti

Erminio e «Soc. S.B.S. Leasing», denominato «PII/11 – via

Roncaglie-via Bevilacqua», in variante al PRG vigente ai sensi della

legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i.

Concesio, 13 agosto 2008

Il resp. del settore tecnico:

Riccardo Gardoni

[BUR20080639]

Comune di Lumezzane (BS) – Avviso di deposito atti – «Esame

ed adozione prima variante parziale al piano delle Regole del

Piano di Governo del Territorio (PGT) ai sensi della legge regionale

11 marzo 2005, n. 12» – Delibera di adozione c.c. n. 50 del

25 luglio 2008

Si dà avviso che, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13, comma 4º,

della legge regionale 12/2005, presso la segreteria comunale del comune

di Lumezzane sono depositati, in libera visione al pubblico e

per un periodo continuativo di 30 giorni, decorrenti dalla data del

13 agosto 2008, gli atti relativi alla prima variante parziale al Piano

delle Regole del Piano di Governo del Territorio adottata con deliberazione

di consiglio comunale n. 50 del 25 luglio 2008.

Durante i successivi 30 giorni chiunque potrà presentare osservazioni,

in duplice copia, ed in carta libera.

Lumezzane, 1 agosto 2008

Il responsabile del procedimento:

Giuliana Pelizzari

[BUR20080640]

Comune di Muscoline (BS) – Avviso d’asta pubblica per la vendita

di un alloggio di proprietà del comune di Muscoline sito

in via Adalgisa Bettoni n. 3

È indetta un’asta pubblica per la vendita di un alloggio di proprietà

comunale sito in Muscoline in via A. Bettoni n. 3.

La domanda redatta su apposito schema dovrà essere presentata

entro le ore 12.00 del giorno 30 settembre 2008.

Per il ritiro di copia integrale dell’avviso d’asta, e relativi allegati,

nonché per ulteriori informazioni, gli interessati dovranno rivolgersi

all’ufficio tecnico comunale, nella persona del responsabile,

geom. Gobbini Mario (tel. 0365/379565).

Il resp. dell’area tecnica: Mario Gobbini

[BUR20080641]

Comune di Rezzato (BS) – Avviso di deposito atti «Approvazione

definitiva Piano di recupero immobile ad uso residenziale

«ex Case Operaie F.lli Lombardi» in via San Carlo, di proprietà

della società Santa Teresa, in variante al PRG ai sensi dell’art.

2.2 della l.r. 23/97

Il responsabile del servizio rende noto:

• che gli atti relativi alla «Approvazione definitiva del Piano di

recupero immobile ad uso residenziale “ex Case Operaie F.lli Lombardi”,

in via San Carlo, di proprietà della società Santa Teresa

s.r.l., in variante al PRG ai sensi art. 2.2 l.r. 23/97» approvati con

deliberazione del consiglio comunale n. 33 del 10 giugno 2008, esecutiva

ai sensi di legge, rimarranno depositati presso l’ufficio segreteria

di questo comune in libera visione al pubblico, unitamente a

copia conforme della deliberazione consiliare di approvazione, per

tutto il periodo di validità dello stesso;

• che tale variante al PRG assume efficacia dalla data di pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione

Lombardia.

Rezzato, 29 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Diego Gorni

[BUR20080642]

Comune di Rodengo Saiano (BS) – Bando di asta pubblica per

la vendita di immobile residenziale di proprietà comunale, parzialmente

ristrutturato, sito a Rodengo Saiano (BS) in via Risorgimento

n. 10 (art. 73 – lett. c) ed art. 76 r.d. 23 maggio 1924

n. 827)

Il responsabile dell’area tecnica, visto il regolamento per l’alienazione

e l’acquisto di immobili, approvato con delibera di consiglio

comunale n. 27 del 18 luglio 2007;

Vista la determinazione n. 144 del 24 giugno 2008 – Settore tecnico

– con la quale è stato approvato, il bando di asta pubblica per la


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

vendita di immobile residenziale di proprietà comunale, parzialmente

ristrutturato, sito in via Risorgimento n. 10 rende noto:

1. che è indetto il bando d’asta pubblica per la vendita di immobile

residenziale di proprietà comunale, composto da n. 2 unità immobiliari,

parzialmente ristrutturato, situato in via Risorgimento

n. 10;

2. che i soggetti interessati dovranno presentare istanza, pena

nullità, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 8 settembre 2008;

3. l’apertura dei plichi contenenti le offerte economiche avverrà,

in seduta pubblica, presso il Centro Culturale San Salvatore in via

Castello, il giorno 9 settembre 2008 ore 10.00;

4. le avvertenze e le modalità d’asta sono specificate nel bando

integrale disponibile presso l’ufficio tecnico del comune di Rodengo

Saiano (BS), nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle

13.00.

Determinazione del prezzo a base d’asta delle 2 unità immobiliari

(escluso spese inerenti e conseguenti la vendita):

A) immobile identificato dal mappale n. 165 – foglio n. 11 NCTR:

– superficie coperta: mq 60,00

– prezzo a base d’asta: C 148.000,00

– spese d’asta: C 2.500,00

– cauzione provvisoria: C 14.800,00

B) immobile identificato dai mappali n. 164 – 163 – 162/parte –

foglio n. 11 NCTR:

– superficie coperta: mq 60,00

– prezzo a base d’asta: C 78.400,00

– spese d’asta: C 2.500,00

– cauzione provvisoria: C 7.840,00

Importo complessivo a base d’asta: C 226.400,00.

Al prezzo di aggiudicazione devono essere aggiunte le seguenti

spese:

– spese d’asta: C 5.000,00;

– importo dell’IVA (se dovuto ai sensi delle leggi vigenti al momento

della stipula dell’atto di compravendita);

– i nuovi proprietari dell’immobile in argomento dovranno corrispondere

le spese tecniche pari a C 5.000,00, per la redazione del

progetto di ristrutturazione suindicato;

– sono inoltre a carico degli acquirenti le spese per la stipula del

rogito notarile, degli eventuali frazionamenti, per le registrazioni

ecc.

Il responsabile dell’area tecnica:

Antonio Pedretti

[BUR20080643]

Comune di Rodengo Saiano (BS) – Bando per l’assegnazione e

la vendita di aree di proprietà comunale destinate all’edilizia a

carattere popolare «località Padergnone» – Comparto di intervento

strategico n. 5

Il responsabile dell’area tecnica,

Visto il Regolamento per l’assegnazione e la vendita di lotti di

area di proprietà comunale destinati all’edilizia residenziale a carattere

popolare approvato con delibera di consiglio comunale n. 11

del 28 aprile 2008;

Vista la determina n. 130 del 13 giugno 2008 – Settore tecnico –

con la quale è stato approvato, il bando di assegnazione dei lotti di

area di proprietà comunale, lo Schema di Convenzione e determinato

il prezzo di cessione e vendita dei lotti.

In ottemperanza alla determina n. 174 del 30 luglio 2008 – Settore

tecnico, rende noto:

1. che è indetto il bando per l’assegnazione in diritto di proprietà

di aree ricadenti nell’ambito del piano, particolareggiato di attuazione

del C.I.S. 5 località Padergnone (lotti «a» e «c»);

2. che i soggetti interessati dovranno presentare istanza, pena

nullità, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno venerdì 12 settembre

2008;

3. che l’apertura dei plichi, contenenti le offerte economiche avverrà,

in seduta pubblica presso la sede municipale, mercoledì 17

settembre 2008 ore 9.00;

4. gli elaborati progettuali e la relativa documentazione di cui al

presente bando, sono a disposizione presso la sede comunale – ufficio

tecnico – nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00

alle 13.00;

5. l’offerta potrà essere presentata per un unico lotto.

PARAMETRI URBANISTICI:

• lotto «a» fg. 14 – mappale 353-371-400 – sup. lotto mq 3.260 –

S.L.P. mq 2.163,56 – volume mc 6.490,68.

Y– 1825 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

• lotto «c» fg. 14 – mappale 405 – sup. lotto mq 2.630 – S.L.P.

mq 1.745,46 – volume mc 5.236,38.

PARTECIPANTI AMMESSI:

Possono partecipare al bando le seguenti categorie di operatori:

1. le cooperative edilizie e loro consorzi aderenti ad una delle

associazioni nazionali di rappresentanza, assistenza e tutela del

movimento cooperativo, riconosciute dalla Stato o iscritte all’albo

nazionale delle cooperative edilizie di abitazione, e dei loro consorzi

istituito con legge n. 59/92;

2. le imprese di costruzione o cooperative di produzione e lavoro

e loro consorzi;

che siano in possesso dei requisiti richiesti e secondo le modalità

specificate nel Bando e nel Regolamento.

Copia del Bando, del Regolamento di assegnazione, della documentazione

tecnica, della domanda e relativi modelli, è in distribuzione

presso l’ufficio tecnico comunale e potrà essere ritirata, previo

il pagamento di C 20,00.

Rodengo Saiano, 5 agosto 2008

Il responsabile dell’area tecnica:

Antonio Pedretti

[BUR20080644]

Comune di Sabbio Chiese (BS) – Avviso di approvazione definitiva

e di deposito degli atti costituenti il Piano di Governo del

Territorio

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13, comma 11 della l.r. 11 marzo

2005, n. 12 e successive modificazioni e integrazioni si avvisa che:

• con deliberazione del consiglio comunale n. 14 dell’11 aprile

2008 è stato definitivamente approvato il Piano di Governo del Territorio

(PGT);

• gli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio sono depositati

presso la segreteria comunale per consentire la libera visione

a chiunque ne abbia interesse;

• gli atti del PGT assumono efficacia dalla data della presente

pubblicazione.

Il responsabile dell’area tecnica:

Enrico Zane

[BUR20080645]

Comune di Salò (BS) – Piano di recupero «Folli Bruno e Boonlai

Phathana» in variante al PRG – Avviso di deposito

Si rende noto che a far data dal 21 luglio 2008 e per tutto il periodo

di validità dello strumento urbanistico, saranno depositati, presso

l’ufficio urbanistica, gli atti della variante al PRG ai sensi dell’art.

25 della l.r. 12/2005, approvata con delibera consiglio comunale

n. 12/2008 del 21 aprile 2008 recante «Approvazione definitiva Piano

di recupero Folli Bruno e Boonlai Phathana in variante al PRG»,

in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 3 della l.r. 23/97.

Il responsabile settore urbanistica:

Anna Gatti

[BUR20080646]

Comune di Tremosine (BS) – Approvazione definitiva di Piano

attuativo denominato «DT3.9» in parziale variante al PRG a’

sensi dell’art. 2 lettere c), f), l.r. 1997 n. 23 in loc. Voltino nel

comune di Tremosine

Si comunica che con delibera di consiglio comunale n. 18 del 30

giugno 2008 è stato approvato definitivamente il Piano attuativo

denominato «DT3.9» in parziale variante al PRG a’ sensi dell’art. 2

lettere c), f), l.r. 1997 n. 23 con procedura dell’art. 3 della l.r.

n. 23/97 e art. 25 comma I della l.r. 12/2005, per la realizzazione di

un nuovo insediamento turistico-ricettivo in loc. Voltino nel comune

di Tremosine.

Il resp. del servizio urbanistica:

Sergio Facchini

[BUR20080647]

Comune di Tremosine (BS) – Approvazione definitiva di Piano

di recupero denominato «Nuova Farmacia» in parziale variante

al PRG a’ sensi dell’art. 2 lettere d), g) l.r. 1997 n. 23 in loc.

Pieve nel comune di Tremosine

Si comunica che con delibera di consiglio comunale n. 19 del 30

giugno 2008 è stato approvato definitivamente il Piano di recupero

denominato «Nuova Farmacia» in parziale variante al PRG a’ sensi

dell’art. 2 lettere d), g) l.r. 1997 n. 23 con procedura dell’art. 3 della

l.r. n. 23/97 e art. 25 comma I della l.r. 12/2005, per la realizzazione

della nuova farmacia in loc. Pieve nel comune di Tremosine.

Il resp. del servizio urbanistica:

Sergio Facchini

[BUR20080648]

Comune di Zone (BS) – Approvazione variante al PRG vigente

ai sensi dell’art. 2, comma 2, lettere a) e c), della legge regiona-


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

le 23 giugno 1997 secondo la procedura prevista dall’art. 3 della

precitata legge, finalizzata ad individuare alcune aree classificate

come Zona F – Servizi Pubblici ed un nuovo tracciato viario

Si rende noto, che con deliberazione del consiglio comunale n. 20

del 30 giugno 2008, è stata approvata una variante al PRG vigente,

ai sensi dell’art. 2, comma 2, lett. a) e c) della l.r. 23/1997, secondo

la procedura prevista dall’art. 3 della predetta legge, finalizzata ad:

• individuare una nuova area classificata come Zona F – Servizi

Pubblici di iniziativa privata sul mappale n. 347 fg. 9, in località

Cereto, per una superficie complessiva di mq 850,00;

• modificare la perimetrazione della Zona F esistente in località

Torcol interessando parte dei mappali n. 395-3514-3517-604 fg. 9

per una superficie complessiva di mq 979,4;

• modificare parzialmente il tracciato di via Moret interessando

aree attualmente classificate come zona F e catastalmente individuate

con i mappali n. 455 parte e 456 parte del fg. 9, per una superficie

complessiva di mq 360,00, nonché riclassificare l’attuale porzione

del tracciato della precitata via come Zona F.

Zone, 29 luglio 2008

Il responsabile dell’area tecnica:

Franco Spoti

Provincia di Como

[BUR20080649]

Provincia di Como – Domanda presentata dalla ANFFAS Onlus

Centro Lario e Valli Menaggio per la concessione di derivazione

di acqua ad uso igienico sanitario, irriguo e antincendio

La dott.ssa Paola Bassoli, responsabile del Servizio della Provincia

di Como, autorità competente per l’istruttoria e il rilascio del

provvedimento di concessione rende noto che il sig. Zucchi Antonio,

in qualità di legale rappresentante della ANFFAS Onlus Centro

Lario e Valli Menaggio, con sede in comune di Grandola ed Uniti,

via Volta n. 8, ha presentato domanda il 13 febbraio 2008, agli atti

prot. n. 11827 del 5 marzo 2008, per ottenere la concessione di derivazione

di acqua tramite la perforazione di 2 pozzi, su terreno di

sua proprietà distinto ai mappali n. 3537 e 6648 fg. 9, in comune di

Grandola ed Uniti località Gonte, ad uso igienico sanitario, irriguo

e antincendio, per una portata media di 0,23 l/s (0,0023 moduli

medi), portata massima di 12,5 l/s (0,125 moduli massimi).

Le domande tecnicamente incompatibili con la presente, prodotte

entro il termine perentorio di 30 giorni dalla data di pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia,

verranno considerate concorrenti.

Trascorsi trenta giorni dalla pubblicazione, chiunque abbia interesse

potrà visionare, previa richiesta scritta di accesso agli atti, la

documentazione tecnica depositata presso la Provincia di Como –

Servizio risorse territoriali, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle

ore 12.00, oppure presso il comune di Grandola ed Uniti.

Entro i successivi trenta giorni dal termine di cui sopra, potranno

essere presentato memorie scritte contenenti osservazioni od opposizioni

alla Provincia o al comune.

Como, 21 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Paola Bassoli

[BUR20080650]

Comune di Bizzarone (CO) – Approvazione Piano Regolatore

Comunale dell’Illuminazione pubblica (PRIC) e Piano di risparmio

energetico impianti di pubblica illuminazione (PRE) – Avviso

di deposito

Il responsabile del servizio, ai sensi per gli effetti dell’art. 3 della

legge regionale 23 giugno 1997 n. 23 rende noto:

– che con deliberazione del consiglio comunale n. 17 in data 13

marzo 2008, esecutiva, è stata approvato il Piano Regolatore Comunale

dell’Illuminazione pubblica (PRIC) e Piano di risparmio energetico

impianti di pubblica illuminazione (PRE) e conseguente variante

al PRUG;

– che gli atti relativi sono depositati, in libera visione del pubblico

nella segreteria comunale, unitamente a tutti gli elaborati per

tutta la durata della variante al PRUG;

– l’efficacia della stessa decorre dalla data di pubblicazione del

presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Bizzarone, 10 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Guido Bertocchi

Y– 1826 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

[BUR20080651]

Comune di Drezzo (CO) – Adozione variante al PRG con procedura

semplificata – Deposito atti

Il responsabile del Servizio tecnico, rende noto che con delibera

di consiglio comunale n. 19 del 20 giugno 2008 è stata adottata la

variante semplificata al PRUG di cui all’art. 2 della l.r. n. 23/1997.

Gli elaborati sono in visione presso la segreteria comunale dall’11

agosto 2008 all’11 settembre 2008.

Drezzo, 25 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Flavio Ripamonti

[BUR20080652]

Comune di Drezzo (CO) – Approvazione variante al PRG con

procedura semplificata – Deposito atti

Il responsabile dell’area tecnica rende noto, ai sensi e per gli effetti

di quanto disposto dall’art. 3 della l.r. 23 giugno 1997, n. 23 così

come modificata dalla l.r. n. 12/2005, che con deliberazione di consiglio

comunale n. 19 del 20 giugno 2008 esecutiva ai sensi di legge

è stata approvata la variante al PRUG, con procedura semplificata.

Avvisa che gli atti relativi all’approvazione della variante urbanistica,

sono depositati presso la segreteria comunale dalla data o-

dierna e per tutta la vigenza del Piano Regolatore Urbanistico Generale

in libera visione al pubblico.

L’efficacia della variante urbanistica decorre dalla data di pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione

Lombardia.

Drezzo, 25 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Flavio Ripamonti

[BUR20080653]

Comune di Novedrate (CO) – Avvio di procedimento afferente

la redazione del PGT (Piano del Governo del Territorio) e della

VAS (Valutazione Ambientale Strategica) ai sensi della l.r. 11

marzo 2005 n. 12 e s.m.i

Il responsabile dell’area urbanistica, l’autorità competente per la

VAS:

– Visti gli articoli 13 e 26 della l.r. 12/2005;

– Visto l’art. 4 della l.r. 12/2005;

– Vista la Direttiva 2001/42/CE del Parlamento europeo e del

Consiglio del 27 maggio 2001;

– Visto il Capo I e III del titolo II, Parte II del d.lgs. n. 152/2006

(Norme in materia ambientale);

– Visto la d.c.r. 13 marzo 2007 n. VIII/351 «Indirizzi generali per

la valutazione di piani e programmi – art. 4, comma 1, l.r. 12/2005»;

– Visto la d.g.r. 27 dicembre 2007 n. 8/6420 «Determinazione della

procedura per la Valutazione Ambientale di piani e programmi –

VAS (art. 4, l.r. n. 12/2005, d.c.r. n. 351/2007);

Rende noto che l’amministrazione comunale:

– in qualità di proponente ed autorità procedente, ha attivato il

processo per lo studio del PGT e di Valutazione della Sostenibilità

Ambientale del Documento di Piano secondo quanto disposto dall’art.

4 della l.r. 12/2005 e della direttiva 2001/42/CE del Parlamento

Europeo e del Consiglio 27 giugno 2001;

– ha dato avvio al procedimento per la redazione degli atti del

Piano del Governo del Territorio (PGT) così come definiti dagli artt.

7, 8, 9, 10 e 11 della citata l.r. 12/2005.

Gli enti territorialmente interessati, le istituzioni e le autorità con

specifiche competenze in materia ambientale saranno successivamente

invitati a partecipare alle diverse fasi del progetto integrato

di Piano di Valutazione Ambientale Strategica e a tal fine saranno

attivate le fasi procedurali previste dalla normativa vigente.

Nel corso della valutazione verranno attivati momenti di informazione

e di partecipazione del pubblico, organizzando e coordinando

le conseguenti iniziative, con la diffusione e pubblicizzazione delle

informazioni mediante pubblicazione all’albo pretorio e attraverso

ulteriori modalità che verranno di volta in volta stabilite.

I singoli settori del pubblico interessati all’iter decisionale sono

individuati in tutti i portatori di interessi diffusi sul territorio che

possano contribuire a consolidare il confronto aperto sul percorso

di definizione del processo di valutazione ambientale invita:

– chiunque abbia interesse a partecipare ai momenti di confronto

e coinvolgimento che verranno organizzati per contribuire attivamente

al processo decisionale nell’ambito del più ampio procedimento

di predisposizione degli atti della VAS;

– chiunque può, per la tutela dell’interesse pubblico urbanistico,

di «interessi diffusi» o di interessi propri, formulare suggerimenti

e/o proposte presentandole in due copie in carta semplice all’ufficio

protocollo del Comune di Novedrate, via Taverna 3 – 22060 Nove-


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

drate (CO) – telefono +39.031.789.7711 – fax +39.031.790.316 – segreteria@comune.novedrate.co.it

– entro e non oltre le ore 13.00 del

giorno 30 settembre 2008.

Si procederà alla pubblicità del rapporto ambientale e della sintesi

non tecnica dei relativi contenuti, con pubblicazione di avviso

all’albo pretorio su un giornale a diffusione locale, sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia.

Detto avviso viene diffuso mediante pubblicazione su un quotidiano

a diffusione locale, all’albo pretorio, sul Bollettino Ufficiale

della Regione Lombardia e sul sito del Comune.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio tecnicourbanistica

del Comune di Novedrate – via Taverna 3 – 22060 Novedrate

(CO) – tel. +39.031.789.7711 – fax +39.031.790.316 ufficio.tecnico@comune.novedrate.co.it,

telefonicamente o personalmente negli

orari di ricevimento al pubblico.

Novedrate, 4 luglio 2008

Il responsabile dell’area urbanistica:

E. Nigro

L’autorità competente per la VAS:

A. Marelli

[BUR20080654]

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del Piano di

recupero residenziale con planivolumetrico convenzionato di

via Garibaldi-via Foscolo

Il capo area gestione del territorio, responsabile del settore rende

noto:

– che in data 11 luglio 2008 il consiglio comunale con propria

deliberazione n. 23 ha approvato in via definitiva il «Piano di recupero

residenziale con planivolumetrico convenzionato di via Garibaldi-via

Foscolo di iniziativa privata in variante al vigente PRG

(riperimetrazione con estensione ambito di planivolumetrico p.1;

cambio dei gradi di intervento ambito di zona a) conformemente ai

disposti degli artt. 14 e 25 l.r. 12/2005; art. 2 comma 2 lettere d),

f), g) l.r. 23/1997; art. 8 comma 1 d.m. 1444/1968) – Approvazione

definitiva», contraddistinto con il n. 103/2007 di P.E., proposto dai

sig.ri «omissis» in qualità di proprietari delle aree ricadenti nell’ambito

di Piano di recupero con planivolumetrico convenzionato, i-

dentificato al foglio n. 10 mappali 1972, 6081, 6082, 6083, foglio 1

mappali 5019, 5020, 5021, 109 sub 707, 5 sub 1, 2, 3, così come da

progetto redatto dall’ing. «omissis», composto dagli elaborati elencati

in premessa ... omissis ...;

– di autorizzare il sindaco ad assumere tutti gli atti e provvedimenti

connessi e conseguenti la presente deliberazione, salvo quelli

attribuiti ad altri organi dalla vigente legislazione e dai vigenti regolamenti.

Il capo area gestione del territorio:

Angelo Sabbadin

[BUR20080655]

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del Piano di

recupero Ca Dea

Il capo area gestione del territorio, responsabile del settore rende

noto:

– che in data 11 luglio 2008 il consiglio comunale con propria

deliberazione n. 24 ha approvato in via definitiva «Estensione Piano

di recupero Ca Dea “P.E. 66/2004” con nuovo P.d.r. di iniziativa

privata in variante al vigente PRG (artt. 14 e 25 l.r. 12/2005; art.

2 comma 2 lettere d), g) l.r. 23/1997) – Approvazione definitiva»

contraddistinto con il n. 157/2007 di P.E., proposto dai sig.ri «omissis»

in qualità di proprietari delle aree ricadenti nell’ambito di Piano

di recupero, identificato al foglio n. 1, mappali 131 sub 4, 6;

1601, 1840, 1841, 3591, sub 1, 3, così come da progetto redatto

dall’ing. «omissis», composto dagli elaborati elencati in premessa ...

omissis ...;

– di autorizzare il sindaco ad assumere tutti gli atti e provvedimenti

connessi e conseguenti la presente deliberazione, salvo quelli

attribuiti ad altri organi dalla vigente legislazione e dai vigenti regolamenti.

Il capo area gestione del territorio:

Angelo Sabbadin

[BUR20080656]

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del Piano di

lottizzazione residenziale di iniziativa privata n. 11

Il capo area gestione del territorio, responsabile del settore rende

noto:

– che in data 11 luglio 2008 il consiglio comunale con propria

deliberazione n. 25 ha approvato in via definitiva «Piano di lottizzazione

residenziale di iniziativa privata n. 11 in via Donizetti in conformità

al vigente PRG (artt. 25 comma 8-bis; 14 della l.r. 12/2005

– Approvazione definitiva», contraddistinto con il n. 95/2007 di P.E.,

Y– 1827 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

proposto dai sig.ri «omissis» in qualità di proprietari delle aree ricadenti

nell’ambito di Piano di lottizzazione, identificato al foglio

n. 10 mappali 10553 sub 702, 10555, 5683, 5677, 5680, 10558 così

come da progetto redatto dall’ing. «omissis», composto dagli elaborati

elencati in premessa ... omissis ...;

– di autorizzare il sindaco ad assumere tutti gli atti e provvedimenti

connessi e conseguenti la presente deliberazione, salvo quelli

attribuiti ad altri organi dalla vigente legislazione e dai vigenti regolamenti.

Il capo area gestione del territorio:

Angelo Sabbadin

[BUR20080657]

Comune di Turate (CO) – Avviso di approvazione del completamento

dell’ambito territoriale relativo al tratto di rotatoria laterale

al PIP n. 2

Il segretario comunale avvisa:

– che in data 11 luglio 2008 il consiglio comunale con propria

deliberazione n. 26 ha approvato il «Completamento dell’ambito

territoriale relativo al tratto di rotatoria laterale al PIP n. 2 in zona

omogenea D1 con procedura di variante urbanistica semplificata al

vigente PRG (art. 2 comma 2 lettera e) l.r. 23/1997, art. 25 l.r.

12/2005) – Approvazione definitiva», redatto dall’arch. Angelo Sabbadin

capo area gestione del territorio relativo ai terreni identificati

ai mappali 6855, 6857, 2083, 2084 del comune di Turate, corredato

dai relativi elaborati (omissis);

– di autorizzare il sindaco ad assumere tutti gli atti e provvedimenti

connessi e conseguenti la presente deliberazione, salvo quelli

attribuiti ad altri organi dalla vigente legislazione e dai vigenti regolamenti.

Il segretario comunale:

Andrea Fiorella

Provincia di Cremona

[BUR20080658]

Provincia di Cremona – Settore ambiente – Servizio tutela aria

e acqua – Domanda presentata dalla Padania Alimenti s.r.l. per

ottenere la concessione di derivare acqua sotterranea per uso

igienico e irrigazione aree verdi in Comune di Casalmaggiore

La Padania Alimenti s.r.l. in data 3 gennaio 2008 ha presentato

una domanda intesa ad ottenere la concessione di derivare acqua

sotterranea mediante 4 pozzi in Comune di Casalmaggiore posti sul

fg. 35 mapp. 317 nella misura di massimi mod. 0,315 totali e medi

mod. 0,0634 per uso igienico, medi mod. 0,1268 per uso industriale

e medi mod. 0,0063 per uso irrigazione aree verdi.

Ufficio competente per il provvedimento finale: Provincia di Cremona

– Settore ambiente – Servizio tutela aria ed acqua.

Si avvisa che le domande relative a derivazioni tecnicamente incompatibili

con le sopraccitate richieste di concessione dovranno

essere presentate entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione

del presente avviso, le stesse verranno considerate concorrenti

rispetto alle sopraccitate derivazioni.

Chiunque abbia interesse può visionare le domande in istruttoria

e la documentazione tecnica, entro 60 giorni dalla pubblicazione

del presente avviso e può presentare all’ufficio istruttore memorie

scritte contenenti osservazioni od opposizioni alla domanda.

La documentazione è a disposizione presso la Provincia di Cremona

– Settore ambiente – Servizio tutela aria acqua o presso il

comune di Casalmaggiore.

Cremona, 13 agosto 2008

Il dirigente settore ambiente:

Mara Pesaro

[BUR20080659]

Provincia di Cremona – Settore ambiente – Servizio tutela aria

e acqua – Domanda presentata dalla Ditta Donarini Sandro per

ottenere la concessione di derivare acqua sotterranea in Comune

di Cremosano per uso zootecnico

La Ditta Donarini Sandro in data 3 luglio 2007 ha presentato una

domanda intesa ad ottenere la concessione di derivare acqua sotterranea

mediante 1 pozzo in Comune di Cremosano posto sul fg. 3

mapp. 22 nella misura di medi mod. 0,01 e massimi mod. 0,03 per

uso zootecnico.

Ufficio competente per il provvedimento finale: Provincia di Cremona

– Settore ambiente – Servizio tutela aria ed acqua.

Si avvisa che le domande relative a derivazioni tecnicamente incompatibili

con le sopraccitate richieste di concessione dovranno

essere presentate entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione

del presente avviso, le stesse verranno considerate concorrenti

rispetto alle sopraccitate derivazioni.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Chiunque abbia interesse può visionare le domande in istruttoria

e la documentazione tecnica, entro 60 giorni dalla pubblicazione

del presente avviso e può presentare all’ufficio istruttore memorie

scritte contenenti osservazioni od opposizioni alla domanda.

La documentazione è a disposizione presso la Provincia di Cremona

– Settore ambiente – Servizio tutela aria acqua o presso il

comune di Cremosano.

Cremona, 13 agosto 2008

Il dirigente settore ambiente:

Mara Pesaro

[BUR20080660]

Provincia di Cremona – Settore ambiente – Servizio tutela aria

e acqua – Domanda presentata dalla Riseri Fabio, Francesco e

Valter soc. agr. s.s. intesa ad ottenere la concessione di derivare

acqua sotterranea in Comune di Montodine per uso igienico

La Riseri Fabio, Francesco e Valter soc. agr. s.s. in data 19 ottobre

2006 ha presentato una domanda intesa ad ottenere la concessione

di derivare acqua sotterranea mediante 1 pozzo in Comune di Montodine

posto sul fg. 2 mapp. 96 nella misura di medi mod. 0,0008 e

massimi mod. 0,025 per uso igienico.

Ufficio competente per il provvedimento finale: Provincia di Cremona

– Settore ambiente – Servizio tutela aria ed acqua.

Si avvisa che le domande relative a derivazioni tecnicamente incompatibili

con le sopraccitate richieste di concessione dovranno

essere presentate entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione

del presente avviso, le stesse verranno considerate concorrenti

rispetto alle sopraccitate derivazioni.

Chiunque abbia interesse può visionare le domande in istruttoria

e la documentazione tecnica, entro 60 giorni dalla pubblicazione

del presente avviso e può presentare all’ufficio istruttore memorie

scritte contenenti osservazioni od opposizioni alla domanda.

La documentazione è a disposizione presso la Provincia di Cremona

– Settore ambiente – Servizio tutela aria acqua o presso il

comune di Montodine.

Cremona, 13 agosto 2008

Il dirigente settore ambiente:

Mara Pesaro

[BUR20080661]

Comune di Montodine (CR) – Avvio del procedimento relativo

alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del Piano di Governo

del Territorio

Il responsabile del servizio tecnico, urbanistico, ambientale:

Ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute nella legge

regionale 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i., ed in attuazione degli «Indirizzi

generali per la Valutazione Ambientale di Piani e Programmi»

approvati con d.c.r. n. VIII/351 del 13 marzo 2007 confluiti nella

legge regionale 14 marzo 2008, n. 4;

Vista la deliberazione di giunta comunale n. 1 del 15 gennaio

2008 di «Avvio della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del

Piano di Governo del Territorio»;

Vista la deliberazione n. 74 del 24 luglio 2008 di nomina dell’Autorità

Competente per la VAS;

Avvisa che è stato dato avvio al procedimento di Valutazione Ambientale

Strategica (VAS) del Piano di Governo del Territorio (PGT).

In attuazione delle sopra citate disposizioni generali si comunica

inoltre quanto segue:

1. l’autorità procedente è il comune di Montodine;

2. l’autorità competente per la VAS è individuata nel responsabile

del servizio tecnico, urbanistico, ambientale di Montodine;

3. gli Enti territorialmente interessati e le autorità con specifiche

competenze in materia ambientale chiamati a partecipare alla Conferenza

di Valutazione sono preliminarmente individuati come segue:

Regione Lombardia, Direzione del Territorio; Direzione Regionale

per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia; Soprintendenza

per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Brescia, Cremona

e Mantova; Soprintendenza Archeologica per la Lombardia; Provincia

di Cremona; Provincia di Lodi; ASL; ARPA; ENEL Distribuzione;

ENEL Sole; Thuga Padana; Padania Acque s.p.a.; Telecom

Italia; Parco Adda Sud; Parco Regionale del Serio; AIPO (Agenzia

Interregionale per il fiume Po); S.C.S. di Crema; S.C.R.P. di Crema;

SNAM; Consorzio Roggia Comuna; Consorzio Roggia Pallavicina;

Consorzio Roggia Comuna Marchesana; Comuni di Ripalta Guerina,

Ripalta Arpina, Bertonico, Moscazzano, Gombito, Castelleone,

Madignano, Fiesco, Formigara;

4. la Conferenza di Valutazione sarà articolata in almeno una seduta

introduttiva ed una seduta finale;

5. nel corso della valutazione verranno attivate iniziative di informazione

e di partecipazione degli altri enti e soggetti pubblici e

Y– 1828 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

privati e del pubblico, mediante il coinvolgimento delle associazioni

di categoria e delle associazioni di cittadini e di altre autorità che

possano avere interesse; per garantire la massima partecipazione

ed il miglior grado di coinvolgimento verranno utilizzati i mezzi di

comunicazione ritenuti più idonei.

I settori della società locale, le organizzazioni e la cittadinanza

tutta sono comunque invitati a partecipare ai momenti di confronto

e coinvolgimento che verranno organizzati per contribuire attivamente

al processo decisionale nell’ambito del più ampio procedimento

di predisposizione del Piano di Governo del Territorio (PGT).

Il presente avviso viene pubblicato, oltre che all’albo pretorio comunale,

sul sito internet comunale (http://www.comune.montodine.cr.it),

sul periodico di interesse locale «Il Nuovo Torrazzo» di

Crema e sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Per informazioni e/o chiarimenti rivolgersi all’ufficio tecnico comunale

– arch. Riccardo Barbaglio – e-mail ufficiotecnico@comune.montodine.cr.it

– tel. 0373/66104 – fax 0373/242274.

Il responsabile del servizio tecnico:

Riccardo Barbaglio

[BUR20080662]

Comune di Torre de’ Picenardi (CR) – Approvazione definitiva

della variante al PRG

Il responsabile area tecnica, arch. Simone Cadenazzi, rende noto

che, con deliberazione c.c. n. 3 del 15 febbraio 2008, risulta definitivamente

approvata la variante al PRG con procedura semplificata,

ai sensi dell’art. 2 comma 2 della l.r. n. 23/1997 e per gli effetti dell’art.

25 della l.r. n. 12/2005, finalizzata alla individuazione e perimetrazione

di comparto da assoggettare a «Standard urbanistico

per servizi privati di interesse pubblico e collettivo».

[BUR20080663]

Consorzio di Bonifica Navarolo Agro Cremonese Mantovano –

Casalmaggiore (CR) – Avviso ai creditori in relazione ai lavori di

«Opere pubbliche di bonifica – Intervento di tombinatura della

canaletta irrigua Belforte – 3º lotto esecutivo» eseguiti in appalto

nel periodo 6 novembre 2007-30 aprile 2008, come da contratto

in data 6 novembre 2007, dall’Impresa «Roffia s.r.l.» con

sede in Pilastro di Marcaria (MN), Strada Barzelle n. 1/A

Il responsabile del procedimento dr. ing. Eugenio Negri, avverte

ai sensi dell’art. 189 del d.P.R. n. 554/1999, che chiunque vantasse

crediti nei confronti dell’impresa suindicata per occupazioni temporanee

o permanenti di beni immobili in conseguenza dei lavori

predetti o per danni relativi, potrà presentare i titoli del suo credito

agli uffici di questo Consorzio, nel termine di quindici giorni a decorrere

dal 13 agosto 2008, data di pubblicazione del presente avviso

all’albo pretorio del comune di Gazzuolo (MN) e della inserzione

di esso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Casalmaggiore, 31 luglio 2008

Il responsabile del procedimento:

Eugenio Negri

Provincia di Lecco

[BUR20080664]

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque

e derivazioni – Domanda presentata dalla Società CEMB

s.p.a. intesa ad ottenere la variante della concessione di derivazione

in Comune di Abbadia Lariana e Mandello del Lario –

Avviso ai sensi del regolamento regionale n. 2 del 24 marzo

2006

Il sig. Buzzi Carlo, in qualità di presidente del Consiglio di amministrazione

della Società CEMB s.p.a. con sede in via Risorgimento

n. 9 – 23826 Mandello del Lario (LC) e c.f. 00221870132, ha presentato

in data 26 giugno 2008 domanda intesa ad ottenere la variante

della concessione di derivazione in Comune di Abbadia Lariana e

Mandello del Lario, rilasciata con provvedimento n. 17339 dell’1 a-

gosto 1996, per la sostituzione della condotta forzata e per la sostituzione

del gruppo idroelettrico con aumento della potenza installata.

L’istruttoria della domanda è condotta dall’ufficio acque e derivazioni

del Settore ambiente ed ecologia della Provincia di Lecco,

competente anche per il rilascio del provvedimento finale.

Secondo quanto previsto dall’art. 26, comma 3 del regolamento

regionale, eventuali memorie scritte contenenti osservazioni o opposizioni,

dovranno essere presentate al medesimo ufficio entro 30

(trenta) giorni della data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale

della Regione Lombardia del presente avviso.

Il presente avviso verrà pubblicato anche sul seguente sito: http://

www.provincia.lecco.it/Aggiornamento/acque/.

Lecco, 21 luglio 2008

Il dirigente del settore

ambiente ed ecologia:

Luciano Tovazzi


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

[BUR20080665]

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque

e derivazioni – Domanda presentata dalla ditta T.P.C. s.r.l.

intesa ad ottenere la variazione relativa alla concessione per

derivare acqua dal pozzo/serbatoio in comune di Civate – Avviso

ai sensi del regolamento regionale n. 2 del 24 marzo 2006

Il sig. Sala Alessandro residente in via Galandra n. 24 – 23900

Lecco, c.f. n. SLALSN48E23E507Z, in qualità di legale rappresentante

della ditta T.P.C. s.r.l. avente sede in via Papa Giovanni XXIII

n. 8 – 23862 Civate (LC) e c.f. 01697930137, ha presentato in data

17 aprile 2008 domanda intesa ad ottenere la variazione della portata

media concessa da 10 l/sec a 5 l/sec, relativa alla concessione per

derivare dal pozzo/serbatoio, ubicato al mappale n. 540/a in comune

di Civate, ed autorizzata con d.g.r. n. 27231 del 14 novembre

2001.

L’istruttoria della domanda è condotta dall’ufficio acque e derivazioni

del Settore ambiente ed ecologia della Provincia di Lecco,

competente anche per il rilascio del provvedimento finale.

Secondo quanto previsto dell’art. 26, comma 3 del regolamento

regionale, eventuali memorie scritte contenenti osservazioni o opposizioni,

dovranno essere presentate al medesimo ufficio entro 30

(trenta) giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale

della Regione Lombardia del presente avviso.

Il presente avviso verrà pubblicato anche sul seguente sito: http://

www.provincia.lecco.it/Aggiornamento/acque/.

Lecco, 21 luglio 2008

Il dirigente del settore

ambiente ed ecologia:

Luciano Tovazzi

[BUR20080666]

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque

e derivazioni – Domanda presentata dalla Unicalce s.p.a.

intesa a derivare acqua ad uso industriale – Avviso ai sensi del

regolamento regionale n. 2 del 24 marzo 2006

Il signor Mereu Franco domiciliato presso Unicalce s.p.a. in via

Ponti, 18 – 24012 Brembilla (BG), in qualità di direttore tecnico e

procuratore speciale della Unicalce s.p.a. – p. IVA 00223680166, ha

presentato in data 10 ottobre 2007 domanda intesa a derivare acqua

ad uso industriale attraverso i pozzi in concessione alla Ditta Fiocchi

Munizioni s.p.a., ubicati ai mappali 123/B e 132/A, per una portata

media annua di concessione pari a 1,59 l/s corrispondente ad

un volume di 50.000 mc/anno.

L’istruttoria della domanda è condotta dall’ufficio acque e derivazioni

del Settore ambiente ed ecologia della Provincia di Lecco,

competente anche per il rilascio del provvedimento finale.

Le eventuali domande concorrenti, potranno essere presentate

alla Provincia di Lecco, Settore ambiente ed ecologia, Servizio acque,

piazza Lega Lombarda n. 4 – 23900 Lecco, entro e non oltre

30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Trascorsi i 30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia, potrà essere presa visione,

presso l’ufficio istruttore, delle domande e della relativa documentazione

tecnica.

Secondo quanto previsto dall’art. 12, comma 1 del regolamento

regionale, eventuali memorie scritte contenenti osservazioni od opposizioni,

dovranno essere presentate al medesimo ufficio entro 30

(trenta) giorni dal decorso del precedente termine di 30 giorni dalla

data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

del presente avviso.

Il presente avviso verrà pubblicato anche sul seguente sito: http://

www.provincia.lecco.it/Aggiornamento/acque/.

Lecco, 15 luglio 2008

Il dirigente del settore

ambiente ed ecologia:

Luciano Tovazzi

[BUR20080667]

Provincia di Lecco – Settore ambiente ed ecologia – Ufficio acque

e derivazioni – Domanda presentata dalla ditta Fusi Galbussera

& Bolis Oscar intesa a derivare acqua ad uso industriale

– Avviso ai sensi del regolamento regionale n. 2 del 24 marzo

2006

La ditta Fusi Galbussera & Bolis Oscar, con sede in Calolziocorte

– via Cantelli n. 2, c.f. e p. IVA 00243850161 ha presentato in data

11 dicembre 1984 e successivamente in data 7 febbraio 1989 domanda

intesa a derivare acqua ad uso industriale dal Torrente Carpine

in Comune di Calolziocorte per una portata media annua di

concessione pari a 0,4 l/s pari a 12.614 mc/anno.

L’istruttoria della domanda è condotta dall’ufficio acque e derivazioni

del Settore ambiente ed ecologia della Provincia di Lecco,

competente anche per il rilascio del provvedimento finale.

Y– 1829 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Le eventuali domande concorrenti, potranno essere presentate

alla Provincia di Lecco, Settore ambiente ed ecologia, Servizio acque,

piazza Lega Lombarda n. 4 – 23900 Lecco, entro e non oltre

30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Trascorsi i 30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia, potrà essere presa visione,

presso l’ufficio istruttore, delle domande e della relativa documentazione

tecnica.

Secondo quanto previsto dall’art. 12, comma 1 del regolamento

regionale, eventuali memorie scritte contenenti osservazioni od opposizioni,

dovranno essere presentate al medesimo ufficio entro 30

(trenta) giorni dal decorso del precedente termine di 30 giorni dalla

data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

del presente avviso.

Il presente avviso verrà pubblicato anche sul seguente sito: http://

www.provincia.lecco.it/Aggiornamento/acque/.

Lecco, 15 luglio 2008

Il dirigente del settore

ambiente ed ecologia:

Luciano Tovazzi

[BUR20080668]

Vass.Fer s.r.l. – Valmadrera (LC) – Avviso di richiesta di pronuncia

di assoggettabilità a VIA della Regione Lombardia

La società Vass.Fer s.r.l. con sede legale in via IV Novembre

n. 104/c, Valmadrera (LC), ha predisposto lo studio preliminare ambientale

relativo all’impianto di messa in riserva e cernita finalizzato

al recupero di metalli ferrosi e non ferrosi, ai sensi del d.lgs.

156/02 come modificato dal d.lgs. 4/2008 e dalla l.r. n. 20/99.

Tale impianto è localizzato nel comune di Valmadrera (LC), via

IV Novembre 104/C.

La superficie complessiva dell’impianto è pari a 2943,15 mq.

Lo studio preliminare ambientale e il progetto sono stati depositati

per la pubblica consultazione presso:

– la Provincia di Lecco, Settore ecologia – piazza Lega Lombarda

n. 4 – Lecco;

– il comune di Valmadrera – via Roma n. 31.

Ai sensi dell’art. 20 del d.lgs. 152/06, come modificato dal d.lgs.

4/2008, chiunque vi abbia interesse può presentare in forma scritta,

istanze e osservazioni o ulteriori elementi conoscitivi dell’opera in

questione, indirizzandoli all’ufficio provinciale sopra indicato entro

45 (quarantacinque) giorni dalla data del presente annuncio.

Il legale rappresentante

Provincia di Lodi

[BUR20080669]

Provincia di Lodi – Settore tutela territoriale ed ambientale –

Domanda presentata dalla Camelot Società Cooperativa Edilizia

per la concessione a derivare acqua per usi vari

Il sig. Passoni Enrico in qualità di legale rappresentante di «Camelot

Società Cooperativa Edilizia» con sede legale in Milano, via

Corridoni n. 11, ha presentato in data 31 ottobre 2007 domanda di

concessione per derivare, con restituzione in corpo idrico superficiale,

240.000 mc/anno di acqua pubblica sotterranea per uso pompa

di calore, igienico-sanitaria, irrigazione aree verdi mediante n. 1

pozzo sito al foglio 1 mappale 158 in comune di Villanova del Sillaro

(LO) per una portata media annua di 7,5 l/sec (0,075 moduli) e

massima di 15 l/sec.

L’ufficio istruttore, competente anche per il provvedimento finale,

è la Provincia di Lodi, Settore tutela territoriale ed ambientale, Servizio

aria acqua energia, via Fanfulla n. 14, 26900 Lodi.

Eventuali domande concorrenti potranno essere presentate all’ufficio

istruttore entro il termine perentorio di trenta giorni dalla data

di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della

Regione Lombardia.

Il presente avviso viene pubblicato per quindici giorni consecutivi

anche all’albo pretorio del comune di Villanova del Sillaro.

Decorso l’ultimo tra i termini delle suddette pubblicazioni la domanda

ed i documenti ad essa allegati saranno depositati presso

l’ufficio istruttore in visione di chiunque ne abbia interesse.

Eventuali memorie scritte contenenti osservazioni od opposizioni

alla domanda potranno essere presentate all’ufficio istruttore entro

trenta giorni dal deposito.

Lodi, 15 luglio 2008

Il dirigente del settore:

Filippo Bongiovanni


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

[BUR20080670]

Comune di Cervignano d’Adda (LO) – Avviso di deposito adozione

Piano di Governo del Territorio ai sensi dell’art. 13 l.r.

n. 12/2005 e s.m.i

Il responsabile del Settore tecnico avvisa:

– che con deliberazione del consiglio comunale n. 24 dell’1 luglio

2008 è stato adottato il Piano di Governo del Territorio ai sensi

della l.r. n. 12/2005 art. 13 e s.m.i.;

– che detto Piano insieme a copia della deliberazione del consiglio

comunale sopra citata è depositato presso la segreteria comunale

a libera visione del pubblico e vi rimarrà per 30 giorni consecutivi

a partire dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della

Regione Lombardia;

– che durante il periodo di deposito e nei successivi 30 giorni

chiunque potrà presentare osservazioni, in carta bollata, all’ufficio

protocollo.

Il responsabile U.T.:

Carmela Ricciardo Calderaro

Y– 1830 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

relativo al progetto atto allo svolgimento dell’attività di messa in

riserva (R13) e riciclo/recupero di sostanze inorganiche (R5), ai sensi

dell’art. 216, comma 1 del d.lgs. 152/2006, per il quale ha chiesto

la verifica di assoggettabilità alla procedura di VIA alla Provincia di

Mantova ai sensi degli artt. 6e20deld.lgs. 152/06.

Il progetto è localizzato in Comune di Roverbella (MN) in via

Fontane n. 3.

Il progetto dell’opera e lo studio preliminare ambientale sono depositati

per la pubblica consultazione presso:

– la Provincia di Mantova con sede in via Don Maraglio n. 4 –

Mantova;

– il comune di Roverbella (MN) con sede in via Solferino e San

Martino n. 1 – Roverbella (MN).

Ai sensi dell’art. 20 del d.lgs. 152/2006 (come modificato dal d.lgs.

4/2008) chiunque vi abbia interesse può presentare in forma scritta,

istanze e osservazioni o ulteriori elementi conoscitivi sull’opera in

questione, indirizzandoli all’ufficio provinciale sopra indicato entro

45 (quarantacinque) giorni dalla data del presente annuncio.

Provincia di Mantova

[BUR20080671]

Comune di Castelbelforte (MN) – Avviso di approvazione di variante

urbanistica ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 447/98

Il responsabile del servizio, in esecuzione alla l.r. 12/05 art. 25,

97 e all’art. 5 del d.P.R. 447/98 e s.m.i. rende noto:

1. che con deliberazione di consiglio comunale n. 26 del 17 luglio

2008 è stata approvata definitivamente la variante urbanistica al

PRGC ai sensi del d.P.R. 447/98 per l’ampliamento dell’area dell’impianto

di carburanti promossa dalla ditta C.L.A.I.P.A. s.p.a.;

2. che la delibera di consiglio comunale sopra richiamata unitamente

agli elaborati tecnici, rimarrà depositata in libera visione per

tutto il periodo di validità del Piano.

Castelbelforte, 25 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Fabio Maestrelli

[BUR20080672]

Comune di Pegognaga (MN) – Avviso di avvio del procedimento

di Valutazione Ambientale per il Piano di Governo del Territorio

(estratto)

Il responsabile del settore tecnico ai sensi e per gli effetti delle

disposizioni contenute nella legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e

s.m.i. ed in attuazione degli «Indirizzi generali per la valutazione

ambientale di piani e programmi» approvati con deliberazione di

Consiglio regionale n. VIII/351 del 13 marzo 2007 e s.m.i.

Avvisa che con deliberazione di giunta comunale n. 85 del 7 giugno

2008 è stato attivato il processo di Valutazione Ambientale

(VAS) del Piano di Governo del Territorio (PGT).

In relazione a ciò invita tutti i soggetti portatori d’interessi pubblici

e individuali e comunque chiunque ne abbia interesse, a partecipare

all’attuale consultazione preventiva finalizzata all’acquisizione

di suggerimenti, proposte e istanze in merito e, successivamente,

ai momenti di confronto e coinvolgimento che saranno organizzati,

per contribuire attivamente al momento decisionale nell’ambito del

più ampio procedimento di predisposizione degli atti del Piano di

Governo del Territorio e della relativa Valutazione Ambientale Strategica.

Dispone che le istanze, in carta libera, dovranno essere redatte

in triplice copia e presentate all’ufficio protocollo, presso la sede

municipale entro il 30 agosto 2008 e, se corredate da individuazione

cartografica, la stessa dovrà essere allegata ad ogni copia e circostanziata

con rappresentazione catastale e di PRG avendo riguardo,

in questa sede, di riservare particolare attenzione alla congruenza

e qualità ambientale delle proposte.

La consultazione degli atti d’interesse può essere fatta sul sito del

comune (www.comune.pegognaga.mn.iy).

Per la visione ed ulteriori informazioni, ci si potrà rivolgerse presso

gli uffici del servizio urbanistica del comune di Pegognaga –

p.zza Matteotti 1 – tel. 0376/5546221 – negli orari di apertura al

pubblico (lunedì, mercoledì e sabato dalle ore 9.30 alle 12.30).

Pegognaga, 22 luglio 2008

Il resp. del settore tecnico:

Riccardo Lomellini

[BUR20080673]

Ditta Galeazzi s.r.l. – Roverbella (MN) – Avviso di richiesta per

verifica di studio preliminare ambientale di assoggettibilità alla

procedura di VIA

La ditta Galeazzi s.r.l. con sede in Comune di Roverbella (MN)

in via Fontane n. 3 ha predisposto studio preliminare ambientale

Provincia di Milano

[BUR20080674]

Provincia di Milano – Bando per l’assegnazione di contributi

provinciali per il rinnovo delle autovetture destinate al servizio

taxi

Atti n. 106081/5.7/2008/2

La Provincia di Milano ha indetto il seguente bando: «Bando per

l’assegnazione di contributi provinciali per il rinnovo delle autovetture

destinate al servizio taxi».

Soggetti destinatari del contributo: titolari di licenza taxi sul territorio

della Provincia di Milano organizzati secondo le figure giuridiche

previste dalla l. n. 21/92.

Oggetto e ambito del contributo:

– acquisto di veicoli nuovi (di prima immatricolazione nel periodo

dall’1 febbraio 2008 al 31 dicembre 2008) alimentati a metano;

– trasformazione (effettuate nel periodo dall’1 febbraio 2008 al

31 dicembre 2008 dei veicoli dall’alimentazione a benzina all’alimentazione

a metano.

Il contributo per ciascuna domanda ritenuta ammissibile sarà e-

rogato nel seguente modo:

– 1.000,00 C per l’acquisto;

– 400,00 C per la trasformazione in alimentazione a metano.

Termine di presentazione di tutte le domande: 31 gennaio 2009.

Copia integrale del bando è disponibile presso il Settore Trasporto

Pubblico – Servizio Amministrativo TPL – viale Piceno n. 60 –

stanza 28/29 – tel. n. 02/77405483 e su Internet http://www.provincia.milano.it.

Il direttore del settore trasporto pubblico:

Mario Belloni

[BUR20080675]

Comune di Arcore (MI) – Avviso di adozione della variante di

PRG ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 20 ottobre 1998 n. 447 e s.m.i.

– Sportello Unico pratica Brianza Tende s.p.a

Il funzionario responsabile,

Visto il d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

Visti gli artt. 13 e 14 della legge regionale n. 12/2005 e successive

modificazioni ed integrazioni;

Avvisa che con deliberazione consiliare n. 45 del 22 luglio 2008,

il consiglio comunale del comune di Arcore ha approvato il procedimento

in variante al PRG, ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 447/98, relativo

alla realizzazione di un nuovo capannone industriale in ampliamento

ad un insediamento produttivo esistente di proprietà della

ditta Brianza Tende s.p.a.

Arcore, 4 agosto 2008

Il funzionario responsabile

Servizio tecnico urbanistica:

Massimiliano Lippi

[BUR20080676]

Comune di Briosco (MI) – Avviso di approvazione definitiva e

deposito degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 comma 11 della l.r. 11 marzo

2005 n. 12 e successive modificazioni e integrazioni si avvisa che:

– con deliberazione del consiglio comunale n. 21 del 16 maggio

2008 è stato definitivamente approvato il Piano di Governo del Territorio

(PGT);


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

– gli atti costituenti il PGT sono depositati presso la segreteria

comunale per consentire la libera visione a chiunque ne abbia interresse;

– gli atti del PGT assumono efficacia dalla data della pubblicazione.

Briosco, 1 agosto 2008

Il responsabile del servizio tecnico:

Claudio Villa

[BUR20080677]

Comune di Burago di Molgora (MI) – Avviso di approvazione

definitiva e deposito degli atti costituenti il Piano di Governo

del Territorio

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13, comma 11 della l.r. 11 marzo

2005, n. 12 e successive modificazioni e integrazioni, si avvisa che:

– con deliberazione del consiglio comunale n. 15 del 29 maggio

2008 è stato definitivamente approvato il Piano di Governo del Territorio

(PGT);

– gli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio sono depositati

presso la segreteria comunale per consentire la libera visione

a chiunque ne abbia interesse;

– gli atti del PGT assumono efficacia dalla data della presente

pubblicazione.

Il resp. del settore tecnico urbanistica:

Fabrizio Gherardi

[BUR20080678]

Comune di Cerro Maggiore (MI) – Esito di gara a pubblico incanto

per l’alienazione di n. 20 posti auto interrati di proprietà

comunale siti in via della Libertà – Cerro Maggiore – frazione

Cantalupo

Sono pervenute n. 2 offerte.

Con determina del dirigente area tecnica AT n. 628 del 30 luglio

2008 la gara è stata aggiudicata, ai sensi dell’art. 36 r.d. 17 giugno

1909, n. 454 e art. 73 lett. c) r.d. 23 maggio 1924, n. 827, al concorrente

che avrà offerto il maggior prezzo rispetto al prezzo unitario

posto a base di gara, rispettivamente: n. 1 posto auto alla sig.ra Alberti

Viviana, residente in via Matteotti n. 5 a Cantalupo, al prezzo

offerto di C 11.621,00, e n. 14 posti auto alla Società Cantalupo s.r.l.

con sede legale in c.so C. Colombo n. 10 a Milano, al prezzo unitario

offerto di C 11.000,00 per un importo complessivo di C 154.000,00.

Cerro Maggiore, 31 luglio 2008

Il dirigente area tecnica:

Rossella De Zotti

[BUR20080679]

Comune di Desio (MI) – Avviso di deposito degli atti relativi

all’approvazione definitiva del Piano attuativo relativo all’area

contraddistinta nel PRG con la sigla «C 12»

Il direttore settore territorio avvisa:

– che con deliberazione del c.c. n. 48 dell’11 giugno 2008, esecutiva

in data 27 giugno 2008, è stato definitivamente approvato il Piano

attuativo e la contestuale variante al PRG vigente ai sensi degli

artt. 3 e 6 – comma 2 – della l.r. n. 23/1997, relativo all’area contraddistinta

nel PRG con la sigla «C 12»;

– che gli atti relativi al suddetto Piano attuativo sono depositati

dalla data odierna presso la segreteria comunale e presso il settore

territorio (servizio edilizia privata ed urbanistica);

– che il Piano attuativo assumerà efficacia dalla data di pubblicazione

del presente avviso di deposito sul Bollettino Ufficiale della

Regione Lombardia.

Desio, 15 luglio 2008

Il direttore settore territorio f.f.:

Marino Arienti

[BUR20080680]

Comune di Lacchiarella (MI) – Avviso deposito atti inerenti la

realizzazione di due interventi produttivi in fraz. Villamaggiore

Il responsabile del settore attività economiche,

Visti gli atti d’ufficio;

Visto l’art. 5 del d.P.R. 447/98;

Vista la legge regionale 11 marzo 2005 n. 12, Legge per il governo

del territorio;

Avvisa che la propria determinazione n. 37 del 5 agosto 2008 a-

vente per oggetto: «Conclusione procedimento art. 5 d.P.R. 447/98

per realizzazione due interventi produttivi c/o fraz. Villamaggiore.

Proposta variante PRG» è depositata presso la segreteria comunale,

unitamente a tutti gli elaborati, per quindici giorni consecutivi decorrenti

dalla data di pubblicazione del presente avviso affinché

chiunque possa prendere visione degli atti depositati ed entro i

Y– 1831 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

quindici giorni consecutivi decorrenti dalla scadenza del termine

per il deposito può altresì presentare osservazioni ed opposizioni.

Lacchiarella, 5 agosto 2008

Il resp. del settore attività economiche:

Tiziana Maggi

[BUR20080681]

Comune di Lentate sul Seveso (MI) – Ridelimitazione delle aree

di salvaguardia dei pozzi pubblici ad uso idropotabile – Avviso

di deposito di variante parziale al PRG

Il responsabile del settore amministrativo, ai sensi dell’art. 3,

comma 5, della legge regionale n. 23/1997 e successive modifiche,

rende noto che la deliberazione del consiglio comunale n. 38 del 27

giugno 2008 concernente: «Variante al Piano Regolatore Generale

ai sensi degli artt. 2e3della legge regionale 23 giugno 1997 n. 23

relativa alla ridelimitazione delle aree di salvaguardia (zona di rispetto)

dei pozzi pubblici ad uso idropotabile di piazza San Vito

(cod. SIF, 0151190001) e di via 5 Giornate di Milano (cod. SIF

0151190031) – Approvazione definitiva», è depositata, unitamente

agli elaborati relativi, presso la segreteria del comune a far data dal

22 luglio 2008.

Lentate sul Seveso, 22 luglio 2008

Il resp. dell’area servizi amministrativi,

istituzionali e alla persona:

Valeria Torretta

[BUR20080682]

Comune di Lentate sul Seveso (MI) – Rettifica della delimitazione

tra zone omogenee diverse in via Nazionale dei Giovi – Avviso

di deposito di variante parziale al PRG

Il responsabile del settore amministrativo ai sensi dell’art. 3, comma

5, della legge regionale n. 23/1997 e successive modifiche, rende

noto che la deliberazione del consiglio comunale n. 40 del 27 giugno

2008 concernente: «Variante parziale al PRG vigente ai sensi

dell’art. 2, c. 2, lett. c) della l.r. 23/97 per la rettifica della delimitazione

tra zone omogenee diverse in via Nazionale dei Giovi – Approvazione

definitiva», è depositata, unitamente agli elaborati relativi,

presso la segreteria del comune a far data dal 22 luglio 2008.

Lentate sul Seveso, 22 luglio 2008

Il resp. dell’area servizi amministrativi,

istituzionali e alla persona:

Valeria Torretta

[BUR20080683]

Comune di Lentate sul Seveso (MI) – Avviso d’asta pubblica –

Vendita area via Pirandello

È indetta per il giorno 5 settembre 2008, alle ore 9.30, asta pubblica

per la vendita di terreno edificabile di mq. 1.430, sito a Lentate

sul Seveso (MI) in via Pirandello, per mezzo di offerte segrete, in

aumento sul prezzo a base d’asta di C 583.998,75, ai sensi del combinato

disposto degli artt. 73, lettera c) e 76 del r.d. 23 maggio 1924,

n. 827.

Offerte entro le ore 12.20 del 4 settembre 2008.

Avviso integrale: su www.comune.lentatesulseveso.mi.it.

Informazioni sull’area in vendita: 0362/515230.

Responsabile Area II – Contratti:

Salvatore D. Ragadali

[BUR20080684]

Comune di Melzo (MI) – Procedimento di Valutazione Ambientale

Strategica (VAS) ovvero di procedimento di esclusione della

VAS «screening» per la redazione del Programma Integrato

d’Intervento denominato «via Curiel lato nord» – Individuazione

dei soggetti interessati e definizione delle modalità di informazione

e comunicazione

L’autorità procedente d’intesa con l’autorità competente per la

VAS rendono noto che con proprio atto n. 1/08 del 4 agosto 2008

hanno individuato i Soggetti competenti in materia ambientale

nonché gli Enti territorialmente interessati da invitare alla Conferenza

di verifica esclusione della VAS «screening» per l’illustrazione

del Documento di Sintesi della proposta di PII.

Sono soggetti competenti in materia ambientale: ARPA, ASL, Direzione

Regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Lombardia.

Sono Enti territorialmente interessati: Regione Lombardia, Provincia

di Milano, Comune di Truccazzano, Comune di Pozzuolo

Martesana, Comune di Vignate, Comune di Gorgonzola, Comune

di Liscate, Comune di Cassina de’ Pecchi.

I soggetti sopraindicati sono altresì integrati dai seguenti Enti:

Cogeser; Idra.

La Conferenza di verifica di esclusione della VAS sarà articolata

in una unica seduta e convocata con successivo avviso pubblicato


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

sul sito di questo Comune ed attraverso invito diretto con posta

elettronica ai partecipanti alla Conferenza stessa.

Il comune di Melzo assicura la diffusione e pubblicizzazione delle

informazioni scaturenti dal procedimento in oggetto tramite il proprio

sito internet al fine di informare altresì il pubblico.

Precisa che il presente avviso viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale

della Regione Lombardia.

Melzo, 4 agosto 2008

L’autorità procedente:

Giuseppe Maria Colombo

L’autorità competente per la VAS:

Giuseppina Lioi

[BUR20080685]

Comune di Monza (MI) – Avviso d’asta per la vendita dell’area

industriale di viale Libertà-viale Stucchi – terza fase – secondo

incanto (art. 84 e ss. regolamento contabilità dello Stato, r.d.

n. 827/1924)

Il dirigente avverte che il giorno 29 luglio 2008 è stata aggiudicata

provvisoriamente l’asta per la vendita dell’area industriale di viale

Libertà-viale Stucchi per il prezzo di C 317,00/mq in seguito alla

seconda fase d’asta, con offerte in miglioramento minimo del ventesimo.

Il termine utile per la partecipazione al nuovo incanto scadrà alle

ore 12.00 del giorno 21 agosto 2008.

Possono partecipare alla gara anche coloro che non hanno presentato

offerta alla gara precedente.

Le offerte dovranno pervenire all’ufficio protocollo del comune di

Monza – palazzo civico di piazza Trento e Trieste, in piego chiuso

e sigillato. Le offerte dovranno essere in aumento, espresse in euro

pieni al mq escludendo pertanto la possibilità di presentare offerte

riportanti frazioni di euro.

Le ditte che non hanno partecipato ai precedenti esperimenti dovranno

accompagnare l’offerta con il versamento del deposito cauzionale

pari a C 1.442.984,00 (eurounmilionequattrocentoquarantaduemilanovecentoottantaquattro),

corrispondente al 10% dell’importo

a base d’asta. Detta cauzione dovrà essere prestata con assegno

circolare non trasferibile intestato a «Tesoreria Comune di

Monza», nonché la documentazione prevista dal bando, consultabile

sul sito internet ufficiale dell’ente (www.comune.monza.mi.it).

Le Ditte che non hanno effettuato il sopralluogo dell’area interessata

alla procedura dovranno contattare, per tale incombenza, da

effettuarsi entro il 19 agosto 2008, il Servizio Patrimonio, tel.

039/2372410.

Se in tempo utile saranno presentate offerte ammissibili si procederà

giorno 21 agosto 2008 ore 15 alla seduta pubblica per l’incanto

definitivo.

Nel caso vengano presentate offerte uguali, aggiudicatario definitivo

verrà designato mediante sorteggio, salvo che fra dette offerte

vi sia quella dell’aggiudicatario provvisorio alla quale verrà data la

preferenza.

In assenza di offerte di miglioramento, il lotto verrà aggiudicato

definitivamente a favore dell’aggiudicatario provvisorio.

Monza, 29 luglio 2008

Il dirigente: Ileana Musicò

[BUR20080686]

Comune di Nosate (MI) – Avviso di deposito deliberazione consiliare

n. 23 del 27 giugno 2008: approvazione definitiva Piano

Regolatore cimiteriale e relative Norme Tecniche di Attuazione

con contestuale modifica della fascia di rispetto cimiteriale in

variante al Piano Regolatore Generale

Il responsabile del Settore tecnico, ai sensi e per gli effetti dell’art.

25 della legge regionale n. 12 dell’11 marzo 2005 e s.m.i., rende noto

che la deliberazione del consiglio comunale n. 23 del 27 giugno

2008, esecutiva ai sensi di legge, comprensiva degli elaborati e della

scheda tecnica di cui al comma 3 dell’art. 2 della l.r. n. 23 del 23

giugno 1997, con oggetto: «Approvazione definitiva Piano Regolatore

cimiteriale e relative Norme Tecniche di Attuazione con contestuale

modifica della fascia di rispetto cimiteriale in variante al Piano

Regolatore Generale, ai sensi dell’art. 25 della legge regionale

n. 12/2005», è da oggi depositata presso la segreteria comunale.

Nosate, 16 luglio 2008

Il responsabile del settore tecnico:

Giovanni Naggi

[BUR20080687]

Comune di Peschiera Borromeo (MI) – Avviso di approvazione

deposito atti del PL denominato D2 San Bovio

Il comune di Peschiera Borromeo avvisa che ai sensi e per gli

effetti di cui all’art. 3 – comma 5 – della legge regionale 23 giugno

1997 n. 23, è depositata presso U.T.C. la deliberazione di consiglio

Y– 1832 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

comunale n. 50 del 7 luglio 2008 e relativi elaborati tecnici, avente

per oggetto «Approvazione ai sensi dell’art. 5 d.P.R. 447/98 della

variante al PL adottato per la realizzazione di edifici nell’impianto

produttivo del comparto attuativo denominato D2 San Bovio, in

variante al PRG vigente».

Peschiera Borromeo, 13 agosto 2008

Il responsabile del settore:

Elena Pavese

[BUR20080688]

Comune di Pozzuolo Martesana (MI) – Avviso di deposito delibere

c.c. nn. 32-38-39/2008

Il responsabile di settore, viste le delibere del consiglio comunale:

– n. 32 del 23 giugno 2008 ad oggetto: «Adozione del Piano di

recupero P.R. 6 – Trecella»;

– n. 38 del 28 luglio 2008 ad oggetto: «Adozione del Piano di recupero

via Volta comparto 11 ambito della città storica residenziale»;

– n. 39 del 28 luglio 2008 ad oggetto: «Adozione del Piano di lottizzazione

C5 via IV Novembre»;

Informa la cittadinanza che ai sensi dell’art. 14 della l.r. 11 marzo

2005 n. 12:

– le delibere di cui sopra sono depositate per 15 (quindici) giorni

consecutivi decorrenti dal primo giorno dell’affissione all’albo pretorio

del relativo avviso, affinché chiunque ne abbia interesse, possa

prenderne visione;

– nei successivi 15 (quindici) giorni, gli interessati possono presentare

osservazioni ed opposizioni, secondo le disposizioni di

legge.

Pozzuolo Martesana, 11 agosto 2008

Il responsabile di settore:

Paola Zaghi

[BUR20080689]

Comune di Rescaldina (MI) – Efficacia approvazione definitiva

progetto di edificio per esposizione e vendita autovetture con

contestuale autorizzazione commerciale di media struttura costituente

variante al PRG vigente dell’area ubicata in via Cerro

Maggiore (foglio 13, mappali n. 757-868) da Zona E1 a Zona D2

Visto l’art. 107 del t.u.e.l. d.lgs. 18 agosto 2000 n. 267;

Visto l’art. 41 dello Statuto del comune approvato con d.c.c. n. 34

del 2 aprile 2004 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto l’art. 25 «Norma transitoria» della legge regionale 11 marzo

2005 n. 12 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto l’art. 5 del d.P.R. 20 ottobre 1998 n. 447 e successive modificazioni

ed integrazioni;

Visto l’art. 97 della legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 e successive

modificazioni ed integrazioni;

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 della legge regionale 23 giugno

1997 n. 23 e successive modificazioni ed integrazioni si avvisa:

• che con deliberazione consiglio comunale n. 31 del 18 luglio

2008 esecutiva, è stato approvato il progetto di edificio per esposizione

e vendita autovetture in via Cerro Maggiore e contestuale autorizzazione

commerciale di media struttura costituente variante al

PRG vigente dell’area ubicata in via Cerro Maggiore (foglio 13,

mappali n. 757-868) da Zona E1 a Zona D2;

• che i relativi atti sono depositati presso la segreteria generale;

• che la suddetta variante al PRG vigente assume efficacia dalla

data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Rescaldina, 13 agosto 2008

Il responsabile area n. 3

Commissario aggiunto: Claudio Casati

Il responsabile area n. 5: Domenico Laganà

[BUR20080690]

Comune di Rosate (MI) – Approvazione del progetto in variante

per insediamento di una media struttura di vendita

Il responsabile del settore tecnico,

Vista la legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 art. 97;

Visto il d.P.R. 447/1998 art. 5;

Viste la deliberazione di consiglio comunale n. 46 del 15 luglio

2008 avente per oggetto «Revoche delle deliberazioni c.c. n. 16/2007

e c.c. n. 25/2007 e contestuale controdeduzione delle osservazioni e

approvazione del progetto in variante per insediamento di una media

struttura di vendita Soc. Gardenia – Soc. Pracchi Discount s.r.l.

ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 447/98 e art. 97 l.r. 12/2005»;

Avvisa che la suddetta deliberazione ed i relativi elaborati ad essa

allegati inerenti la procedura di sportello unico comportanti variante

alla strumentazione urbanistica ai sensi dell’art. 5 del d.P.R.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

447/1998 e art. 97 l.r. 12/2005, sono depositati in libera visione del

pubblico presso la segreteria comunale negli orari d’apertura.

Rosate, 13 agosto 2008

Il responsabile del settore tecnico:

Pietro Codazzi

[BUR20080691]

Comune di Vittuone (MI) – Avviso di deposito del Programma

Integrato di Intervento PII 01 – Polo Plurifunzionale – adottato

con deliberazione c.c. n. 29 del 29 luglio 2008

Visto il d.lgs. 152/2006 norme in materia ambientale;

Vista la legge regionale 11 marzo 2005 n. 12 per il governo del

territorio ed i criteri attuativi approvati dalla Giunta regionale della

Lombardia;

Visti gli indirizzi generali per la Valutazione Ambientale (VAS)

approvati con d.c.r. 13 marzo 2007 n. VIII/351 e gli ulteriori adempimenti

di disciplina approvati dalla Giunta regionale con deliberazione

del 27 dicembre 2007 n. 8/6420;

Dato atto che:

– il PII 01 Polo Plurifunzionale è conforme al documento di inquadramento

approvato con delibera c.c. n. 14 del 21 aprile 2008

in variante al PRG vigente;

– in data 28 luglio 2008 alle ore 11.00 presso la sede comunale

in piazza Italia n. 5 si è tenuta la seduta introduttiva della Conferenza

per la Valutazione Ambientale Strategica per illustrare la proposta

di Programma Integrato di Intervento per le aree che possono

essere ricomprese entro il PII 01 – Polo Plurifunzionale e l’autorità

competente ha formulato parere motivato positivo;

– in data 29 luglio 2008 è stato adottato il PII 01 – Polo Plurifunzionale

con deliberazione di consiglio comunale n. 29 divenuta esecutiva

il 12 agosto 2008;

Si avvisa che detta deliberazione di c.c. n. 29 del 29 luglio 2008,

con i relativi allegati comprensivi degli elaborati tecnici e del Rapporto

Ambientale con sintesi non tecnica, è depositata per la visione

presso la segreteria comunale del comune di Vittuone – piazza Italia

5 per 45 (quarantacinque) giorni consecutivi dalla data di pubblicazione

del presente avviso e pertanto fino al 30 settembre 2008.

Durante il periodo di deposito, chiunque ha facoltà di prendere

visione degli atti depositati e presentare osservazioni, anche fornendo

nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi, redatte in carta

semplice e protocollate presso l’ufficio protocollo del comune di Vittuone

– piazza Italia 5 o inviate al seguente indirizzo di posta elettronica:

vtecnico@tin.it.

Vittuone, 13 agosto 2008

Il direttore del settore tecnico:

Carlo Motta

[BUR20080692]

Consorzio Parco delle Groane – Solaro (MI) – Avviso di pubblicazione

della modifica all’art. 8 delle Norme Tecniche di Attuazione

Piano Settore zone agricole

Si rende noto che, con deliberazione dell’Assemblea Consortile

del 27 giugno 2008 n. 13 esecutiva al sensi di legge, è stata adottata

la modifica dell’art. 8 delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano

di Settore delle zone agricole.

Essa è depositata presso l’ufficio segreteria del Consorzio Parco

delle Groane in libera visione negli orari: lunedì, mercoledì, giovedì

e venerdì dalle 9.00 alle 12.00, martedì dalle 14.30 alle 16.30 per

trenta giorni, ovvero dal giorno 25 agosto 2008 e fino al 23 settembre

2008.

Il testo è altresì visionabile sul sito internet www.parcogroane.it.

Nei trenta giorni successivi al deposito, ovvero fino al 23 ottobre

2008, gli Enti e i privati che ne abbiano interesse possono presentare

le proprie osservazioni al protocollo consortile, in bollo competente

(salvo esclusioni di legge).

Solaro, 1 agosto 2008

Il responsabile dell’area tecnica:

Luca Frezzini

[BUR20080693]

Infrastrutture Lombarde s.p.a. – Milano – Avviso di alienazione

mediante asta pubblica di beni immobili di proprietà della Regione

Lombardia

Infrastrutture Lombarde s.p.a. (p. IVA – c.f. 04119220962), con

sede in (20125) Milano, via N. Copernico n. 38, incaricata dalla Regione

Lombardia, avvisa che procederà ad indire asta pubblica per

l’alienazione dei seguenti beni immobili di proprietà di Regione

Lombardia:

1) Brallo di Pregola ex Casa Forestale, C 133.500,00;

2) Brugherio viale Lombardia, Centro di Formazione Professionale,

C 3.233.516,24;

Y– 1833 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

3) Carlazzo, ex vivaio San Fedele C 213.000,00;

4) Cremona, via Vacchelli, ufficio, C 303.858,00;

5) Cremona, via Belfiore, ufficio, C 157.575,00;

6) Dazio, ex vivaio C 150.524,00;

7) Lanzo d’Intelvi, stazione partenza funicolare, C 180.000,00;

8) Lovero, ex vivaio Le Prese C 146.194,00;

9) Mantova, via Circonvallazione Sud, C 1.540.000,00;

10) Mariano Comense, via Rutschi, C 1.345.684,80;

11) Milano, via F. Filzi n. 17, ufficio, C 1.791.000,00;

12) Milano, via Paullo, via Anfossi, Ist. Prof. Acconciatori,

C 4.446.000,00;

13) Valsolda, stazione arrivo funicolare, C 239.400,00;

14) Voghera, villa Morini C 219.000,00;

15) Voghera, sedimi sparsi, C 1.003.811,00.

Per la compiuta descrizione degli immobili si rinvia altresì alle

relazioni tecniche depositate presso la sede di Infrastrutture Lombarde

s.p.a.

Il lotto viene offerto in vendita a corpo e non a misura, nello stato

di fatto e di diritto in cui si trova, secondo le prescrizioni inderogabili

del bando.

L’asta pubblica avrà luogo il giorno 24 settembre 2008 dalle ore

14.00 presso Infrastrutture Lombarde s.p.a. in (20125) Milano, via

Copernico n. 38 (piano sesto), e le domande di partecipazione dovranno

essere presentate al medesimo indirizzo entro le ore 12.00

dei giorno precedente l’asta.

Il testo integrale del bando ed i fac-simile di domanda e di fideiussione

sono disponibili sul sito di Infrastrutture Lombarde

s.p.a.: wwwilspa.it – Alienazione di beni immobili.

Il presente estratto vale anche come avviso di trattativa privata ai

sensi e per gli effetti dell’art. 9 comma terzo legge regionale lombarda

2 dicembre 1994 n. 36.

Per ulteriori informazioni telefonare al seguente n. 02.67971711.

Milano, 31 luglio 2008

Il direttore generale:

Antonio Giulio Rognoni

Provincia di Pavia

[BUR20080694]

Comune di Bastida de’ Dossi (PV) – Avviso di avvio del procedimento

relativo alla redazione della Valutazione Ambientale

Strategica (VAS) del Documento di Piano del PGT del comune

di Bastida de’ Dossi

L’autorita competente per la VAS del comune di Bastida de’

Dossi,

Vista la Direttiva 2001/42/CEE del Parlamento Europeo e del

Consiglio;

Visto l’art. 4 della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 «Legge

per il governo del territorio»;

Vista la deliberazione di Consiglio regionale in data 13 marzo

2007, n. VIII/351 «Indirizzi per la valutazione ambientale di piani e

programmi»;

Vista la deliberazione della Giunta regionale in data 27 dicembre

2007, n. 8/6420 «Determinazione della procedura per la valutazione

ambientale di Piani e Programmi – VAS (art. 4 l.r. 12/05; d.c.r.

n. 351/2007)»;

Rende noto che l’amministrazione comunale di Bastida de’ Dossi,

con delibera di giunta n. 14 del 12 maggio 2008, ha avviato il procedimento

relativo al processo di Valutazione Ambientale Strategica

(VAS) del Documento di Piano del PGT.

Gli Enti territorialmente interessati, le istituzioni e le autorità con

specifiche competenze in materia ambientale saranno successivamente

invitati a partecipare ai diversi incontri nell’ambito di Conferenza

di Valutazione;

Chiunque abbia interesse potrà partecipare e può presentare, sin

da ora, osservazioni, suggerimenti e proposte inerenti alla VAS, redatte

in duplice copia in carta semplice (anche compresi elaborati

formato digitale), da recapitare all’ufficio protocollo comunale,

piazza Vaccari 7, entro le ore 12.00 del giorno 13 settembre 2008.

L’autorità procedente:

Comune di Bastida de’ Dossi

L’autorità competente per la VAS:

Stefano Cassola

[BUR20080695]

Comune di Filighera (PV) – Avviso di adozione di variante parziale

al PRG vigente ai sensi dell’art. 5 del d.P.R. 447 del 20


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

ottobre 1998 e s.m. e i. relativa alla trasformazione di mensa

aziendale esistente in ristorante

Il tecnico comunale avvisa:

– che è stata adottata una variazione del vigente PRG, ai sensi

dell’art. 5 del d.P.R. 447 del 20 ottobre 1998 e s.m. e i. relativa alla

trasformazione di mensa aziendale esistente in ristorante;

– che gli atti relativi alla Conferenza dei Servizi del 29 luglio

2008, con la quale è stata approvata la suddetta proposta comportante

la variazione del vigente PRG, ai sensi dell’art. 5 del d.P.R.

447 del 20 ottobre 1998 e s.m. e i., di cui alla Pratica S.U.A.P. n. 2/07

– Protocollo Generale n. 2716/07, unitamente a tutti gli elaborati,

saranno depositati in libera visione nella segreteria comunale per

la durata di 15 (quindici) giorni consecutivi a decorrere dal 30 luglio

2008 con il seguente orario: dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle

ore 12.00.

Entro 15 (quindici) giorni consecutivi decorrenti dal termine per

il deposito, ossia entro il 14 agosto 2008, gli aventi titolo potranno

presentare al protocollo comunale eventuali osservazioni da redigersi

in triplice copia di cui una su carta legale. Il termine per la

presentazione delle osservazioni è perentorio.

Determina di pubblicare il presente avviso per 15 giorni consecutivi

all’albo pretorio comunale, sul sito del comune di Filighera, su

«La Provincia Pavese» e sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

Filighera, 29 luglio 2008

Il resp. del servizio tecnico comunale:

Marco Bianchi

[BUR20080696]

Comune di Marzano (PV) – Avviso approvazione definitiva variante

al Piano Regolatore comunale

Si avvisa che con deliberazione consiliare n. 11 del 24 giugno

2008, esecutiva, è stata approvata definitivamente la variante al Piano

Regolatore comunale, adottata ai sensi della l.r. 12/2005 e successive

modifiche ed integrazioni.

Il sindaco: Angelo Bargigia

Il responsabile del settore tecnico:

Angelo Rocchi

Provincia di Sondrio

[BUR20080697]

Provincia di Sondrio – Settore viabilità, pianificazione territoriale

ed energia – Servizio acque ed energia – Avviso di presentazione

della domanda di derivazione d’acqua dalle sorgenti

«Taverna», «Valle Orsara» e «Foppe Bisse» in territorio del Comune

di Fusine, ai sensi dell’art. 11 del r.r. 24 marzo 2006 n. 2

In data 23 gennaio 2008 il Comune di Fusine (c.f. o p. IVA

00092620145), ha presentato alla Provincia di Sondrio una domanda

intesa ad ottenere la variante alla concessione di derivazione di

acqua ad uso potabile rilasciata dalla Regione Lombardia con decreto

n. 3564 del 5 marzo 2003, per un utilizzo ad uso plurimo,

potabile ed idroelettrico.

La derivazione richiesta prevede la captazione di acqua dalle sorgenti

«Taverna», «Valle Orsara» e «Foppe Bisse» in territorio del

Comune di Fusine, nella misura di l/s 15 massimi e l/s 7,1 medi

(pari ad un volume complessivo annuo di 224.000 mc). L’acqua derivata

verrà utilizzata, oltre che per continuare ad alimentare la rete

acquedottistica comunale, anche a scopo idroelettrico, per produrre,

su un salto nominale di 673,82 m, la potenza nominale media

annua di 47 kW.

L’acqua captata dalle suddette sorgenti sarà convogliata in una

vasca di carico in loc. «Dosso di sopra» a quota 1.138 m s.l.m., da

cui si dipartirà la nuova condotta forzata. L’acqua verrà poi turbinata

nell’edificio centrale che sarà realizzato a quota 465 m s.l.m. circa

in loc. «Mafezzuolo» e successivamente restituita nell’esistente vasca

di carico dell’acquedotto comunale, a quota 399,00 m s.l.m.

L’ufficio istruttore è il Servizio acque ed energia della Provincia

di Sondrio, mentre l’ufficio competente per l’assunzione del provvedimento

finale è il Settore viabilità, pianificazione territoriale ed

energia della stessa Provincia.

Ai sensi del comma 3 dell’art. 11 del r.r. 24 marzo 2006 n. 2, eventuali

domande che riguardino derivazioni tecnicamente incompatibili

con quella in argomento, dovranno essere presentate entro il

termine perentorio di 30 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia del presente avviso.

Trascorso detto termine, copia della domanda e della documentazione

progettuale allegata, saranno depositate per la presa visione,

presso l’ufficio istruttore della Provincia e presso gli uffici del Comune

di Fusine.

Y– 1834 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Chiunque avesse interesse entro i successivi trenta giorni potrà

presentare all’ufficio istruttore della Provincia di Sondrio memorie

scritte, contenenti osservazioni od opposizioni alla domanda.

Sondrio, 31 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Antonio Rodondi

[BUR20080698]

Provincia di Sondrio – Settore viabilità, pianificazione territoriale

ed energia – Servizio acque ed energia – Avviso di presentazione

della domanda di derivazione d’acqua dal torrente Orsenigo

in territorio del Comune di Albosaggia, ai sensi dell’art.

11 del r.r. 24 marzo 2006 n. 2

In data 16 aprile 2007 il Comune di Albosaggia (c.f. o p. IVA

00110340148), ha presentato alla Provincia di Sondrio una domanda

intesa ad ottenere la concessione di derivare acqua dal torrente

Orsenigo e dagli scarichi di troppo pieno dell’acquedotto comunale

«della Moia» in località Balt, in territorio del Comune stesso.

La derivazione richiesta prevede, limitatamente al periodo aprilesettembre

di ogni anno, la captazione di acqua dal torrente suddetto

nella misura di l/s 6 massimi e l/s 4 medi e la captazione dagli scarichi

di troppo pieno dell’acquedotto comunale nella misura di l/s 3

(con un volume annuo derivabile dal torrente Orsenigo pari a

95.000 mc e complessivo pari a 142.000 mc).

L’acqua derivata verrà utilizzata per alimentare l’esistente acquedotto

ad uso irriguo che si dirama dalla S.P. n. 18 «della Moia» nel

tratto compreso tra Albosaggia e Faedo Valtellino.

Le acque captate dal torrente Orsenigo mediante la realizzazione

di un’opera di presa a quota 650 m s.l.m. saranno convogliate, unitamente

alle acque eventualmente provenienti dal troppo pieno dell’esistente

vasca di carico dell’acquedotto comunale, in una vasca di

accumulo che sarà realizzata a quota 489 m s.l.m., immediatamente

a valle della strada comunale «Casello-Dosso».

L’ufficio istruttore è il Servizio acque ed energia della Provincia

di Sondrio, mentre l’ufficio competente per l’assunzione del provvedimento

finale è il Settore viabilità, pianificazione territoriale ed

energia della stessa Provincia.

Ai sensi del comma 3 dell’art. 11 del r.r. 24 marzo 2006 n. 2, eventuali

domande che riguardino derivazioni tecnicamente incompatibili

con quella in argomento, dovranno essere presentate entro il

termine perentorio di 30 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia del presente avviso.

Trascorso detto termine, copia della domanda e della documentazione

progettuale allegata, saranno depositate per la presa visione.

presso l’ufficio istruttore della Provincia e presso gli uffici del Comune

di Albosaggia.

Chiunque avesse interesse, entro i successivi trenta giorni potrà

presentare all’ufficio istruttore della Provincia di Sondrio memorie

scritte, contenenti osservazioni od opposizioni alla domanda.

Sondrio, 31 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Antonio Rodondi

[BUR20080699]

Provincia di Sondrio – Settore agricoltura e risorse ambientali

– Domanda di rinnovo della concessione a derivare acqua per

uso potabile presentata dal Consorzio Teleferica Chete-Terra

dei Corvi-Tabiadascio

Il Consorzio Teleferica Chete-Terra dei Corvi-Tabiadascio con

sede in Villa di Chiavenna (SO) ha presentato in data 26 febbraio

2008 domanda di rinnovo della concessione a derivare dalla sorgente

«Sass di Nom» in Comune di Villa di Chiavenna moduli 0,02 di

acqua per uso potabile, originariamente assentita con delibera di

Giunta della Regione Lombardia n. 53733 del 26 giugno 1985.

L’ufficio istruttore competente a rilasciare l’atto di rinnovo è la

Provincia di Sondrio.

Entro 30 giorni dalla data della pubblicazione del presente avviso

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia, chiunque abbia

interesse, potrà visionare, presso gli uffici del Settore agricoltura e

risorse ambientali della Provincia di Sondrio, la domanda in istruttoria

e la documentazione tecnica relativa e presentare memorie ed

osservazioni.

Sondrio, 29 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Silvia Dubricich

[BUR200806100]

Comune di Albosaggia (SO) – Approvazione Piano Regolatore

di illuminazione comunale – Avviso di pubblicazione e deposito

Ai sensi della normativa vigente in materia si rende noto che in

data odierna viene depositata presso la segreteria comunale copia

autentica della delibera consiliare n. 17 del 26 giugno 2008 inerente

l’oggetto, esecutiva e completa dei relativi elaborati tecnici.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

La variante in oggetto assumerà efficacia dalla data di pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

(BURL).

Il presente avviso di deposito viene parimenti pubblicato in data

odierna all’albo pretorio dell’ente per adeguata pubblicità.

Albosaggia, 14 luglio 2008

Il sindaco: Graziano Murada

Il vicesegretario comunale:

Laura Cantoni

[BUR200806101]

Comune di Albosaggia (SO) – Approvazione variante al PRG comunale

secondo le procedure di cui alla l.r. 23/97 per recepimento

studio reticolo idrico minore – Avviso di pubblicazione

e deposito

Ai sensi della normativa vigente in materia si rende noto che in

data odierna viene depositata presso la segreteria comunale copia

autentica della delibera consiliare n. 18 del 26 giugno 2008 inerente

l’oggetto, esecutiva e completa dei relativi elaborati tecnici.

La variante in oggetto assumerà efficacia dalla data di pubblicazione

del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

(BURL).

Il presente avviso di deposito viene parimenti pubblicato in data

odierna all’albo pretorio dell’ente per adeguata pubblicità.

Albosaggia, 14 luglio 2008

Il sindaco: Graziano Murada

Il vicesegretario comunale:

Laura Cantoni

[BUR200806102]

Comune di Cosio Valtellino (SO) – Avviso di approvazione e deposito

«Rettifica n. 6 alla variante generale di PRG – Parcheggio

via Talea» approvata con deliberazione di consiglio comunale

n. 50 del 20 giugno 2008

Il responsabile del servizio ai sensi e per gli effetti dell’art. 25,

comma 8 quinquies della l.r. 12/2005, avvisa che gli atti relativi alla

«Rettifica n. 6 alla variante generale di PRG – Parcheggio via Talea»,

approvata con deliberazione di consiglio comunale n. 50 del 20 giugno

2008, esecutiva, è depositata presso l’ufficio tecnico comunale

per tutta la durata di vigenza del Piano e assumerà efficacia dalla

data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

del presente avviso.

Cosio, 29 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Cristina Pinciroli

[BUR200806103]

Comune di Gerola Alta (SO) – Avviso di deposito indennità

provvisoria relativa al procedimento espropriativo per «Realizzazione

impianto idroelettrico sul torrente Vedrano e strada di

accesso in località Castello»

Il responsabile del servizio rende noto che con provvedimento

n. 1433 di prot. del 30 luglio 2008, ai sensi del d.P.R. 327/2001, sono

state depositate presso la Cassa Depositi e Prestiti le indennità provvisorie

inerenti l’occupazione dei terreni necessari alla realizzazione

dei lavori di «Realizzazione impianto idroelettrico sul torrente

Vedrano e strada di accesso in località Castello», per l’importo complessivo

di C 1.177,07.

Gerola Alta, 30 luglio 2008

Il responsabile del servizio:

Pierluigi Curtoni

[BUR200806104]

Comune di Menarola (SO) – Avviso di approvazione del Piano

di recupero, in variante al PRG

Si rende noto che con delibera del consiglio comunale n. 13 del

23 giugno 2008 è stato approvato il Piano di recupero, in variante

al PRG, dell’immobile individuato in mappa al foglio 25, mappale

365 come richiesto dai sigg.ri Barbieri Massimo e De Felici Rosa,

la documentazione è depositata agli atti del comune.

Menarola, 15 luglio 2008

Il segretario comunale:

Saverio Caprio

[BUR200806105]

Comune di Torrevecchia Pia (PV) – Avviso di approvazione definitiva

della variante parziale al vigente Piano Regolatore Generale

In data 30 giugno 2008 il consiglio comunale di Torrevecchia Pia

ha approvato definitivamente la variante parziale al vigente Piano

Regolatore Generale avente per oggetto una nuova perimetrazione

del «Piano di lottizzazione denominato P.L. 18» in località Vigonzone

e modifica tracciato viabilistico nello stesso P.L.

Il resp. del servizio tecnico:

Paolo Oreste Menudo

Y– 1835 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Provincia di Varese

[BUR200806106]

Provincia di Varese – Settore ecologia ed energia – Concessione

per derivazione d’acqua ad uso scambio termico mediante

pompa di calore da un pozzo da scavare in Comune di Gallarate,

richiesta dalla Società Zero Group s.r.l. – Pratica n. 2493

Il dirigente del Settore ecologia ed energia della Provincia di Varese,

ufficio istruttore e competente per il rilascio del provvedimento

di concessione rende noto che la Società Zero Group s.r.l. (c.f./p.

IVA 05740840961) ha richiesto il subingresso nella domanda di concessione

presentata dalla Società IPBS s.a.s. di P.B.U. Company

Services s.r.l. in data 12 marzo 2008, in atti prot. n. 30705 del 13

marzo 2008, intesa ad ottenere la concessione per derivazione d’acqua

ad uso scambio termico mediante pompa di calore da un pozzo

da scavare in Comune di Gallarate ai mappali nn. 84-1345, foglio 5,

di proprietà di Zero Group s.r.l., per una portata media di 3,171 l/s

(100.000 mc/anno) e massima di 5 l/s.

Le domande che riguardino derivazioni tecnicamente incompatibili

con la presente debbono essere presentate all’ufficio istruttore

entro il termine perentorio di trenta giorni dalla data di pubblicazione

del presente avviso.

Trascorsi 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso,

chiunque abbia interesse può visionare la documentazione tecnica

c/o la Provincia di Varese o il Comune di Gallarate.

Le memorie scritte, contenenti osservazioni od opposizioni, possono

essere presentate all’ufficio istruttore entro sessanta giorni dalla

data di pubblicazione del presente avviso.

Varese, 25 luglio 2008

Il dirigente: Susanna Capogna

[BUR200806107]

Provincia di Varese – Settore ecologia ed energia – Domanda di

concessione per derivazione d’acqua ad uso industriale da n. 2

pozzi in comune di Caronno Pertusella, presentata dalla Società

Ferriera Alto Milanese s.p.a. – Pratica n. 2233

Il dirigente del Settore ecologia ed energia della Provincia di Varese,

ufficio istruttore e competente per il rilascio del provvedimento

di concessione, rende noto che la Società Ferriera Alto Milanese

s.p.a., p. IVA n. 00213800121, con sede in Caronno Pertusella, via

Asiago, n. 187 ha presentato domanda in data 17 aprile 2008, in

atti prot. n. 44672 pari data, intesa ad ottenere la concessione per

derivazione d’acqua ad uso industriale da n. 2 pozzi in comune di

Caronno Pertusella ai mappali nn. 601 e 1431, foglio 5 per una portata

media complessiva di 20 l/s (630.720 mc/anno).

Le domande che riguardino derivazioni tecnicamente incompatibili

con la presente debbono essere presentate all’ufficio istruttore

entro il termine perentorio di trenta giorni dalla data di pubblicazione

del presente avviso.

Trascorsi 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso,

chiunque abbia interesse può visionare la documentazione tecnica

c/o la Provincia di Varese o il comune di Caronno Pertusella.

Le memorie scritte, contenenti osservazioni od opposizioni, possono

essere presentate all’ufficio istruttore entro sessanta giorni dalla

data di pubblicazione del presente avviso.

Varese, 30 luglio 2008

Il dirigente: Susanna Capogna

[BUR200806108]

Comune di Cantello (VA) – Avviso di deposito degli atti relativi

all’adozione di variante al PRG ai sensi della l.r. n. 23/1997

s.m.i.

Si rende noto che ai sensi e per gli effetti della l.r. n. 23/1997;

Visto l’art. 25 della l.r. n. 12/2005 e s.m.i., con deliberazione consiliare

n. 40 del 31 luglio 2008 è stata adottata l’individuazione di

aree standard «F speciale Tp» in località Gaggio, comportante la

contestuale variante al PRG vigente.

Si informa che la deliberazione con i relativi allegati sarà disponibile

presso la segreteria comunale del comune di Cantello nei giorni

lavorativi dalle ore 10.00 alle ore 12.30 per 30 (trenta) giorni consecutivi

fino al 4 settembre 2008 compreso, per consentire a chiunque

fosse interessato di prendere visione degli atti e presentare osservazioni

secondo le disposizioni di legge entro i 30 giorni successivi

alla scadenza del periodo di deposito e cioè entro il 4 ottobre 2008.

Il responsabile del servizio:

Silvano Donati

[BUR200806109]

Comune di Cislago (VA) – Pubblicazione approvazione definitiva

della variante al vigente PRG per individuazione zona di

recupero del patrimonio edilizio esistente e approvazione del


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Piano di recupero in via C. Battisti, ai sensi delle lett. g), c), art.

2 – p. 2 – l.r. n. 23/1997

Il responsabile del Servizio ai sensi e per gli effetti della l.u.

n. 1150/1942, s.m.i. e dell’art. 3 della l.r. n. 23 del 23 giugno 1997 e

s.m.i., avvisa che:

– con delibera di c.c. n. 29 del 27 giugno 2008 è stata definitivamente

approvata la variante al vigente PRG e approvato PR in via

C. Battisti, adottata ai sensi della l.r. 23/97 con d.c.c. n. 8 del 12

marzo 2008, esecutiva ai sensi di legge;

– copia delle suddette delibere sono depositate in libera visione

al pubblico, per tutto il periodo di validità del Piano, presso la segreteria

comunale posta nel palazzo municipale, sede di piazza E. Toti

n. 1, dal 13 agosto 2008.

Informazioni e chiarimenti potranno essere assunti presso

l’U.T.C. – Servizio urbanistica/edilizia privata – nell’orario di apertura

al pubblico: sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.20 – martedì-giovedì

dalle ore 16.00 alle ore 18.20.

Il presente avviso è affisso all’albo pretorio comunale per 30 gg.

consecutivi a decorrere dal 4 agosto 2008.

Cislago, 4 agosto 2008

Il responsabile del servizio:

Gianluigi Limonta

[BUR200806110]

Comune di Cislago (VA) – Pubblicazione approvazione definitiva

della variante al vigente PRG per individuazione zona di

recupero del patrimonio edilizio esistente e approvazione del

Piano di recupero posto in via S. Giulio, ai sensi delle lett. g),

c)–art.2–p.2–l.r. n. 23/1997

Il responsabile del Servizio ai sensi e per gli effetti della l.u.

n. 1150/1942, s.m.i. e dell’art. 3 della l.r. n. 23 del 23 giugno 1997 e

s.m.i., avvisa che:

– con delibera di c.c. n. 28 del 27 giugno 2008 è stata definitivamente

approvata la variante al vigente PRG e approvato PR in via

S. Giulio, adottata ai sensi della l.r. 23/97 con d.c.c. n. 7 del 12 marzo

2008, esecutiva ai sensi di legge;

– copia delle suddette delibere sono depositate in libera visione

al pubblico, per tutto il periodo di validità del Piano, presso la segreteria

comunale posta nel palazzo municipale, sede di piazza E. Toti

n. 1, dal 13 agosto 2008.

Informazioni e chiarimenti potranno essere assunti presso

l’U.T.C. – Servizio urbanistica/edilizia privata – nell’orario di apertura

al pubblico: sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.20 – martedì-giovedì

dalle ore 16.00 alle ore 18.20.

Il presente avviso è affisso all’albo pretorio comunale per 30 gg.

consecutivi a decorrere dal 4 agosto 2008.

Cislago, 4 agosto 2008

Il responsabile del servizio:

Gianluigi Limonta

[BUR200806111]

Comune di Daverio (VA) – Avvio del procedimento di verifica

di esclusione da Valutazione Ambientale (VAS) del Programma

Integrato di Intervento via Indipendenza-Roma-Giovanni XXIII

Si comunica che ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 del d.lgs.

n. 152/2006 e s.m.i. e secondo le disposizioni della direttiva

42/2001/CE, si avvia il procedimento di esclusione da Valutazione

Ambientale (VAS) del Programma Integrato di Intervento via Indipendenza,

via Roma, via Giovanni XXIII.

Autorità procedente: Comune di Daverio.

Autorità competente: responsabile settore tecnico-manutentivo,

geom. Cecilia Croci.

Si invitano pertanto gli enti territorialmente interessati, i soggetti

competenti in materia ambientale e tutte le parti sociali ed economiche

interessate, a partecipare alla Conferenza di Valutazione che

verrà indetta dall’amministrazione comunale, mediante i canali di

informazione e pubblicizzazione proprie dell’a.c.

Il responsabile del settore:

Cecilia Croci

[BUR200806112]

Comune di Germignaga (VA) – Avviso avvio del procedimento

di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del Piano di Governo

del Territorio. Documento di Piano – Comune di Germignaga

Il sindaco del comune di Germignaga, in qualità di autorità procedente

alla redazione ed alla valutazione del Piano di Governo del

Territorio comunale,

Vista la deliberazione della giunta comunale n. 131 del 16 giugno

2008;

Visti:

Y– 1836 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

– l’art. 4 della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12, e s.m.i.;

– gli Indirizzi Generali per la Valutazione Ambientale di Piani e

Programmi approvati con atto del Consiglio regionale 13 marzo

2007 n. VIII/351;

– gli ulteriori adempimenti di disciplina approvati con deliberazione

della Giunta regionale n. 8/6420 del 27 dicembre 2007;

Avvisa che è avviato il procedimento di Valutazione Ambientale

Strategica (VAS) del Piano di Governo del Territorio – Documento

di Piano, ai sensi delle disposizioni di legge vigenti.

A tale riguardo individua i seguenti soggetti del procedimento:

• l’amministrazione comunale di Germignaga, nella persona del

Sindaco pro-tempore Prato Enrico in qualità di autorità competente

per la VAS;

• ARPA di Varese, ASL di Varese in qualità di soggetti competenti

in materia ambientale;

• Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comunità Montana

delle Valli del Luinese, Comuni confinanti (Luino – Montegnino VT.

– Brissago VT. – Brezzo di Bedero) in qualità di enti territorialmente

interessati;

• associazioni ed organizzazioni economiche, culturali, sociali,

nelle rappresentanze delle parti economiche, negli enti morali e religiosi,

e ogni soggetto portatore di interessi diffusi sul territorio che

possano contribuire al confronto aperto sul percorso di valutazione

ambientale avviato, in qualità di pubblico.

Inoltre comunica:

• che provvederà a convocare i diversi soggetti precedentemente

individuati, con avviso pubblicato sul sito internet del comune

(www.comune.germignaga.va.it) ed attraverso invito diretto, alla

Conferenza di Valutazione, articolata almeno in una seduta introduttiva

ed in una seduta finale di valutazione;

• che nel corso del processo di valutazione verranno attivati momenti

di informazione e di partecipazione del pubblico, organizzando

e coordinando iniziative di incontro, diffusione e pubblicizzazione

delle informazioni mediante affissione all’albo pretorio e sul sito

internet comunale ed attraverso ulteriori modalità che verranno di

volta in volta stabilite.

Invita i settori della società locale, le organizzazioni e la cittadinanza

tutta a partecipare ai momenti di confronto e coinvolgimento

che verranno organizzati per contribuire attivamente al processo

decisionale nell’ambito del più aperto procedimento di predisposizione

degli atti del Piano di Governo del Territorio (PGT).

Il presente avviso viene diffuso mediante pubblicazione sul Bollettino

Ufficiale della Regione Lombardia, su quotidiano a diffusione

locale, all’albo pretorio, con manifesti presso le bacheche comunali

e sul sito internet del comune di Germignaga www.comune.germignaga.va.it.

Per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi all’ufficio urbanistica

del comune di Germignaga – tel. 0332/531337 – fax

0332/531703.

Responsabile del procedimento: dr. arch. Giacomo Bignotti.

Germignaga, 1 agosto 2008

Il sindaco: Enrico Prato

[BUR200806113]

Comune di Origgio (VA) – Avviso di approvazione variante parziale

al vigente Piano Regolatore Generale ai sensi della l.r.

n. 23/1997 – Zona A – Nucleo di Antica Formazione (delibera

consiglio comunale n. 30 del 7 giugno 2008)

... Omissis ...

4) Approvare definitivamente la variante parziale al vigente Piano

Regolatore Generale – Zona A – Nucleo di Antica Formazione, costituito

dalla seguente documentazione:

• Tav. 16 – Azzonamento Centro Storico – Individuazione degli

ambiti oggetto di osservazione – scala 1:1.000;

• Tav. 15A – Azzonamento Centro Storico con modifiche a seguito

accoglimento delle osservazioni – scala 1:1.000;

• Relazione Tecnica – Giustificativa delle varianti con modifiche

a seguito accoglimento osservazioni;

• Norme Tecniche Attuazione e Norme Specifiche di Intervento

– Individuazione delle parti oggetto di osservazione;

• Norme Tecniche Attuazione e Norme Specifiche di Intervento

con individuazione delle parti oggetto di variante;

• Norme Tecniche Attuazione e Norme Specifiche di Intervento

con modifiche a seguito accoglimento osservazioni.

... Omissis ...

Origgio, 24 luglio 2008

Il presidente: Luca Panzeri

Il segretario: Francesco Paolo Alamia

Il responsabile dell’uff. tecnico: Mirella Angaroni


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

[BUR200806114]

Comune di Samarate (VA) – Avviso di approvazione definitiva

di Programma Integrato di Intervento in variante al Piano Regolatore

Generale

Il coordinatore dell’area ai sensi e per gli effetti delle legge regionale

11 marzo 2005 n. 12 e ss.mm. avvisa che il Programma Integrato

di Intervento in variante al PRG presentato sull’area dell’ex Cotonificio

Alceste Pasta, interessante i mappali 575-576-1147-2046-

2047 identificati sul fg. 2 della sezione censuaria di Cassina Verghera,

adottato con la deliberazione del consiglio comunale n. 12 del

25 febbraio 2008, approvato dal consiglio comunale con la deliberazione

n. 69 dell’1 luglio 2008 esecutiva nelle forme di legge, è depositato

presso la segreteria comunale a libera visione del pubblico

(ufficio urbanistica – ex sala convegni presso largo Donne della Resistenza).

La variante al PRG assume efficacia dalla data di pubblicazione

sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia del presente avviso

di approvazione.

Samarate, 30 luglio 2008

Il coordinatore dell’area territorio:

Marta Cundari

[BUR200806115]

Comune di Solbiate Arno (VA) – Approvazione definitiva varianti

PRG – Avviso di deposito

Il responsabile del Settore tecnico rende noto che sono state approvate

in via definitiva le varianti del PRG di seguito elencate:

– variante al PRG adottata ai sensi degli articoli 14 e 92 della l.r.

12/2005 per Piano Integrato di Intervento residenziale-commerciale

in via Monte Grappa angolo con via Capriolo – Approvata con delibera

del consiglio comunale n. 19 dell’8 luglio 2008;

– n. 2 varianti parziali al PRG adottate ai sensi dell’art. 25 della

l.r. 12/2005 e degli articoli n. 2 e 3 della l.r. 23/97 – Approvate con

delibera del consiglio comunale n. 20 dell’8 luglio 2008.

Le delibere citate, divenute esecutive ai sensi di legge, sono depositate

presso l’ufficio segreteria comunale con tutti i relativi allegati

per tutto il periodo della loro vigenza.

Solbiate Arno, 13 agosto 2008

Altre province

Il resp. del settore tecnico:

Marco Cassinelli

[BUR200806116]

AIPO - Agenzia Interregionale per il fiume Po – Parma – Avviso

di pagamento dell’acconto dell’ottanta per cento delle indennità

accettate – ai sensi dell’art. 20 comma 6 del d.P.R. 8 giugno

2001, n. 327 e ss.mm.ii. – dalle Ditte dei terreni interessati dai

lavori di (MN-E-1114) realizzazione di sagoma arginale definitiva

mediante rialzo e ringrosso dell’argine maestro in destra

Po – tronchi di custodia di Tabellano e Villa Saviola – Tratto da

Rampa Crema di S. Benedetto Po e Camatta

Il dirigente dell’ufficio risorse strumentali ed espropri comunica

che con determinazione dirigenziale n. 1295 in data 27 giugno

2008, è stato disposto il pagamento delle indennità accettate dalle

ditte proprietarie dei terreni interessati dai predetti lavori.

ELENCO DITTE:

– Minelli Andrea: Comune censuario di San Benedetto Po (MN),

foglio 43 particelle n. 160 e 162, importo acconto C 4.601,29.

– Minelli Renzo: Comune censuario di San Benedetto Po (MN),

foglio 43 particelle n. 160 e 162, importo acconto C 4.601,29.

– Spaggiari Andrea: Comune censuario di San Benedetto Po

(MN), foglio 43 particelle n. 160, 162 e 164, importo acconto

C 7.287,28.

– Barletta Giuseppina: Comune censuario di San Benedetto Po

(MN), foglio 43 particella n. 164, importo acconto C 576,24.

– Spaggiari Francesco: Comune censuario di San Benedetto Po

(MN), foglio 43 particella n. 164, importo acconto C 960,40.

– Spaggiari Italo: Comune censuario di San Benedetto Po (MN),

foglio 43 particella n. 164, importo acconto C 1.536,64.

– Spaggiari Luigi: Comune censuario di San Benedetto Po

(MN), foglio 43 particella n. 164, importo acconto C 1.536,64.

Romano Rasio

Y– 1837 –

C) CONCORSI

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

[BUR200806117]

Comune di Albavilla (CO) – Avviso di pubblico concorso a soli

esami per la copertura di n. 2 posti di istruttore contabile – cat.

C1, a tempo pieno ed indeterminato

Il responsabile del servizio personale rende noto che è indetto

pubblico concorso a soli esami per la copertura di n. 2 posti di i-

struttore contabile – cat. C1, a tempo pieno ed indeterminato.

I requisiti richiesti per l’ammissione al concorso sono descritti

dettagliatamente nel relativo bando di concorso affisso all’albo pretorio

dell’ente e dei comuni limitrofi e pubblicato sul sito dell’ente.

Il calendario delle prove d’esame è stabilito nel modo seguente.

Istruttore contabile cat. C1:

– prove scritte: lunedì 22 settembre 2008 ore 10.00;

– prova orale: giovedì 25 settembre 2008 ore 10.00.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il giorno

venerdì 12 settembre 2008 ore 13.00.

Copia del bando può essere ritirata presso l’URP del comune di

Albavilla (tel. 031/3354320) negli orari di apertura al pubblico e per

avere ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio personale

(tel. 031/3354353).

Albavilla, 1 agosto 2008

Il resp. del servizio personale:

Maria Vignola

[BUR200806118]

Comune di Borgo San Giacomo (BS) – Avviso di assegnazione

di n. 2 licenze comunali per il servizio di autonoleggio da rimessa

con conducente di autovettura

Si comunica che è stato indetto un bando di concorso per l’assegnazione

di n. 2 licenze comunali per il servizio di autonoleggio da

rimessa con conducente di autovettura.

Gli interessati possono ritirare la documentazione presso la segreteria

comunale e presentare domanda di partecipazione entro 15

giorni dalla data del presente avviso.

Il resp. del servizio:

Silvia Spinoni

[BUR200806119]

Comune di Cusano Milanino (MI) – Concorso pubblico per titoli

ed esami per assunzione a tempo indeterminato di un istruttore

di vigilanza – cat. C – posizione economica 1

È bandito un concorso pubblico per titoli ed esami per n. 1 posto

di istruttore di vigilanza – cat. C – posizione economica 1 – settore

polizia locale.

Data di scadenza: 10 settembre 2008.

I requisiti necessari per la partecipazione sono specificati dettagliatamente

nel bando di concorso reperibile presso il comune di

Cusano Milanino oppure sul sito www.comune.cusanomilanino.-

mi.it.

Le prove si effettueranno presso la sede comunale in p.zza Martiri

di Tienanmen, 1 a Cusano Milanino.

Il calendario delle prove del concorso è il seguente:

– eventuale preselezione: 19 settembre 2008 ore 9.30;

– 1ª prova scritta: 23 settembre 2008 ore 9.30;

– 2ª prova scritta: 23 settembre 2008 ore 14.30;

– prova orale: 29 settembre 2008 ore 9.30.

Per ulteriori informazioni: servizio organizzazione e personale o

ufficio relazioni con il pubblico – tel. 0261903 – interni 208/263/287/

288 – da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 11.00.

Cusano Milanino, 7 agosto 2008

Il funzionario responsabile:

Maristella Ruggeri

[BUR200806120]

Comune di Gorgonzola (MI) – Concorso pubblico per esami per

n. 1 posto di istruttore direttivo cat. D3 a tempo indeterminato

– settore polizia locale

È indetto concorso pubblico per esami, per n. 1 posto di istruttore

direttivo cat. D3 a tempo indeterminato, settore polizia locale.

Titolo di studio richiesto: laurea specialistica o laurea vecchio ordinamento

in giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche

– almeno 5 anni di esperienza lavorativa nella polizia locale –

qualifica minima agente istruttore p.l. – limite di età: 45 anni.

Scadenza presentazione delle domande: trenta giorni dalla pubblicazione

del presente avviso nel Bollettino Ufficiale Regione Lombardia

– Serie Inserzioni e Concorsi.

Per informazioni: tel. 0295701209.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Per il testo integrale del bando: www.comune.gorgonzola.mi.it.

Le date delle prove sono:

– 22 settembre 2008 ore 14.30 prima prova scritta;

– 24 settembre 2008 ore 14.30 seconda prova scritta;

entrambe presso scuola media via Umbria – Gorgonzola;

– 29 settembre 2008 ore 14.00 prova attitudinale e prova orale

presso municipio via Italia 62 – Gorgonzola.

Il resp. del servizio:

Franco Mantegazza

[BUR200806121]

Comune di Inveruno (MI) – Concorso pubblico per esami per

la copertura di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato di

«Coordinatore squadra operaia» presso il settore tecnico – categoria

B3

È indetto concorso pubblico per esami, per la copertura di n. 1

posto di «Coordinatore squadra operaia» presso il settore tecnico –

categoria B3.

La domanda di partecipazione, deve essere presentata entro il

giorno 12 settembre 2008.

Gli esami avranno luogo presso il comune di Inveruno – via Marcora,

38 – 20010 Inveruno (MI) nelle date di seguito indicate:

– prova tecnico-pratica: il giorno 2 ottobre 2008 alle ore 14.30;

– prova orale: il giorno 16 ottobre 2008 alle ore 10.00.

Il testo integrale del bando, con lo schema di domanda, è reperibile

sul sito internet www.comune.inveruno.mi.it.

Per ulteriori informazioni: ufficio personale tel. 0297285957.

Il resp. settore finanze:

Carmela Ucciardo

[BUR200806122]

Comune di Montichiari (BS) – Concorso pubblico, per soli esami,

per la copertura a tempo indeterminato e parziale di 25

ore settimanali su 36, di n. 1 posto di assistente sociale (cat. D,

posizione economica D1) con riserva ai soggetti di cui all’art.

18, comma 2, della l. n. 68/1999

Requisiti:

1. diploma universitario in servizio sociale ed abilitazione all’esercizio

della professione di assistente sociale;

2. iscrizione all’albo professionale degli assistenti sociali;

3. patente di guida cat. «B» in corso di validità;

4. età non inferiore ai 18 anni.

I requisiti suddetti nonché gli ulteriori requisiti previsti nel bando

devono essere posseduti, a pena di esclusione, alla data di scadenza

del termine per la presentazione della domanda di ammissione al

concorso fissato nel bando.

Calendario delle prove d’esame:

• Prova pratica: 24 settembre 2008 alle ore 9.00 presso l’istituto

d’istruzione Superiore «Don Milani» sito in Montichiari – via

Marconi n. 41.

• Prova scritta: 24 settembre 2008 alle ore 14.30 presso l’istituto

d’istruzione Superiore «Don Milani» sito a Montichiari – via

Marconi n. 41.

• Prova orale: 29 settembre 2008 alle ore 9.00 presso la sala polivalente

(2º piano) della sede municipale sita in Montichiari –

piazza Municipio n. 1.

Termine presentazione domande: ore 13.00 del trentesimo giorno

decorrente dalla data di pubblicazione del presente avviso sul

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (BURL) – Serie Editoriale

Inserzioni e Concorsi.

Il testo integrale del bando può essere richiesto al servizio Risorse

Umane o scaricato dal portale comunale al seguente indirizzo:

www.comune.montichiari.bs.it nell’area «cittadino» sezione lavoro

– concorsi.

Responsabile del procedimento: Anna Bilinceri – telefono

030.9656281.

Montichiari, 4 agosto 2008

Il resp. del servizio risorse umane:

Maddalena Zanacchi

Y– 1838 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

[BUR200806123]

Comune di Monza (MI) – Concorso pubblico per esami, per la

copertura a tempo indeterminato e pieno di 10 posti di istruttore

tecnico – cat. C1, di cui 3 riservati ai soggetti di cui agli artt.

18, comma 6 e 26, comma 5-bis del d.lgs. 215/2001

Titolo di studio: diploma di geometra oppure uno dei seguenti

titoli universitari:

– Diploma di laurea del vecchio ordinamento in architettura, ingegneria

civile, ingegneria edile, ingegneria edile-architettura, ingegneria

per l’ambiente e il territorio, pianificazione territoriate e urbanistica,

pianificazione territoriate, urbanistica e ambientate, politica

del territorio, scienze ambientali, urbanistica, laurea triennale

classe L4 (lauree in scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile),

laurea triennale classe L7 (lauree in urbanistica e scienze della pianificazione

territoriale e ambientale), laurea triennale classe L8

(lauree in ingegneria civile e ambientale), laurea triennale classe

L41 (lauree in tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni

culturali), laurea specialistica classe LS4 (lauree specialistiche in

architettura e ingegneria edile), laurea specialistica classe LS28

(lauree specialistiche in ingegneria civile), laurea specialistica classe

LS38 (lauree specialistiche in ingegneria per l’ambiente e per il

territorio), laurea specialistica classe LS54 (lauree specialistiche in

pianificazione territoriale urbanistica e ambientale), laurea specialistica

classe LS82 (lauree specialistiche in scienze e tecnologie per

l’ambiente e per il territorio).

Prove d’esame: due prove scritte e una prova orale.

Scadenza presentazione domande: 15 settembre 2008, entro le ore

12.00 per consegna a mano.

Diario delle prove: sarà pubblicato sul sito internet comunale e

all’albo pretorio dell’ente, secondo i tempi e i modi stabiliti nel bando

integrale di concorso.

La richiesta di partecipazione deve essere compilata utilizzando

il modulo di domanda allegato al bando integrale di concorso, reperibile

sul sito internet www.comune.monza.mi.it sezione «Opportunità

di lavoro» – «Concorsi pubblici».

Per ulteriori informazioni e ritiro copie del bando integrale di

concorso, rivolgersi, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore

12.00, all’ufficio gestione e selezione del personale – c/o palazzo comunale

– piazza Trento e Trieste, telefono 039.2372.287-8, e-mail

uffpers@comune.monza.mi.it.

La dirigente del settore

organizzazione e personale:

Laura Brambilla

[BUR200806124]

Comune di Peschiera Borromeo (MI) – Concorsi pubblici per

esami per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato di n. 1

posto di istruttore ecologo e n. 2 posti di agente di polizia locale

Il comune di Peschiera Borromeo, ha indetto concorsi pubblici

per esami per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato di:

1) n. 1 posto di istruttore ecologo – cat. C – posizione economica

C1.

Titolo di studio primario: perito chimico, chimico biologico, perito

agrario;

Titolo di studio assorbente: diploma di laurea nelle classi di laurea

dettagliate nel bando.

Per tutti gli altri requisiti necessari all’ammissione, fare riferimento

al bando di concorso integrale.

Prove d’esame: 1ª prova scritta, 2ª prova scritta e prova orale.

Diario delle prove:

– 1ª prova scritta: 23 settembre 2008 ore 9.30;

– 2ª prova scritta: 24 settembre 2008 ore 9.30;

– prova orale: 29 settembre 2008 alle ore 9.30.

Le prove del concorso si svolgeranno presso il palazzo municipale

di Peschiera Borromeo (MI) in via XXV Aprile n. 1.

2) n. 2 posti di agente di polizia locale – cat. C – posizione economica

C1 di cui n. 1 riservato ai militari volontari delle forze armate

congedati senza demerito (art. 18, comma 6 d.lgs. 215/01).

Titolo di studio: diploma di scuola media superiore.

Per tutti gli altri requisiti necessari all’ammissione, fare riferimento

al bando di concorso integrale.

Prove d’esame: 1ª prova scritta, 2ª prova tecnico-pratica e prova

orale.

Diario delle prove:

– prova scritta: 25 settembre 2008 ore 9.30;

– prova tecnico-pratica: 26 settembre 2008 ore 9.30;

– prova orale: 2 ottobre 2008 alle ore 9.30.

Le prove del concorso si svolgeranno presso la sala conferenze in

via Carducci n. 5 – Peschiera Borromeo (MI).

Scadenza presentazione domande: entro le ore 12.00 del trentesimo

giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso

sulla G.U. quindi entro l’8 settembre 2008.

Per ulteriori informazioni e ritiro di copie integrali del bando rivolgersi

all’Ufficio Relazioni col Pubblico del comune di Peschiera


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Borromeo (MI), tel. 02/51690.234/201/289, oppure consultando il

sito: www.peschieraborromeo.com.

L’amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento

motivato, l’esclusione dai concorsi per difetto dei requisiti di

ammissione, come sopra prescritti.

Il resp. del settore risorse umane,

organizzazione, servizi interni

e sportelli al cittadino:

Daniele Bertoni

[BUR200806125]

Comune di Veniano (CO) – Avviso di assegnazione posteggi per

commercio su area pubblica

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, comma 2 della l.r. 15/2000 si

comunica che il comune di Veniano ha istituito un mercato comunale

nel giorno di giovedì dalle ore 8.00 alle ore 13.30 per complessivi

13 posti di cui 5 per il settore merceologico alimentare, 5 per

il settore merceologico non alimentare e 3 riservati ai produttori

agricoli.

La domanda per la concessione del posteggio, in carta legale, da

predisporsi utilizzando i fac-simili reperibili presso l’uff. commercio

comunale, deve essere inoltrata entro sessanta giorni dalla presente

pubblicazione.

Entro i successivi trenta giorni, dal ricevimento delle domande,

verrà formulata e pubblicata la graduatoria sulla base dei criteri di

priorità previsti dall’art. 5, c. 5, della l.r. 15/00 e succ. mod.

Gli assegnatari che sono utilmente collocati in graduatoria hanno

titolo ad ottenere la concessione di posteggio.

Il resp. del servizio:

M. Rosaria Zaffaroni

[BUR200806126]

Comune di Vittuone (MI) – Concorso pubblico per esami per

l’assunzione in ruolo di n. 1 funzionario comandante polizia locale

(categoria D3)

Si rende noto che è indetto un concorso pubblico per esami per

l’assunzione a tempo indeterminato di n. 1 funzionario comandante

polizia locale (cat. D3).

Requisiti: per i laureati del vecchio ordinamento: diploma di laurea

quadriennale in giurisprudenza, scienze politiche, economia politica

ed equipollenti a norma di legge; per i laureati del nuovo ordinamento:

laurea specialistica (3 + 2) nelle stesse discipline di cui

sopra e relative equipollenze.

È richiesta la patente di guida non inferiore alla Categoria B.

Termine presentazione domande: entro 30 giorni dalla data di pubblicazione

del presente bando di concorso (estratto) all’albo pretorio

del comune e sul sito web www.comune.vittuone.mi.it.

Scadenza giorno 12 settembre 2008 ore 12.30.

La prima prova scritta d’esame si svolgerà presso la sede comunale

di piazza Italia, 5 – Vittuone (MI) il giorno 26 settembre 2008 alle

ore 9.30.

La seconda prova il giorno 26 settembre 2008 alle ore 14.30.

La successiva prova orale il giorno 30 settembre 2008 alle ore

9.30.

Per informazioni e copia integrale del bando rivolgersi all’ufficio

personale – tel. 0290320226 – e-mail uff.personale@comune.vittuone.mi.it

oppure telefono 0290320220-21 – e-mail vservgen@tin.it o

servgen@comune.vittuone.mi.it o servizi.generali@comune.vittuone.

mi.it.

Vittuone, 13 agosto 2008

Il responsabile di settore:

Antonietta Festa

[BUR200806127]

Comune di Vittuone (MI) – Concorso pubblico per titoli ed esami

per l’assunzione in ruolo di n. 2 collaboratori amministrativi

(categoria B3)

Si rende noto che è indetto un concorso pubblico per titoli ed

esami per l’assunzione a tempo indeterminato di n. 2 collaboratori

amministrativi (Cat. B3).

Requisiti: diploma scuola dell’obbligo e qualifica professionale

triennale di specializzazione amministrativa o contabile.

Termine presentazione domande: entro 30 giorni dalla data di pubblicazione

del presente bando di concorso (estratto) all’albo pretorio

del comune e sul sito web www.comune.vittuone.mi.it.

Scadenza giorno 12 settembre 2008 ore 12.30.

La prima prova scritta d’esame si svolgerà presso la sede comunale

di piazza Italia, 5 – Vittuone (MI) il giorno 24 settembre 2008 alle

ore 9.30.

La successiva prova orale il giorno 25 settembre 2008 alle ore

10.30.

Y– 1839 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Per informazioni e copia integrale del bando rivolgersi all’ufficio

personale – tel. 0290320226 – e-mail uff.personale@comune.vittuone.mi.it

oppure telefono 0290320220-21 – e-mail vservgen@tin. it o

servgen@comune.vittuone.mi.it o servizi.generali@comune.vittuone.

mi.it.

Vittuone, 13 agosto 2008

Il responsabile di settore:

Antonietta Festa

[BUR200806128]

Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2 – Concorso

pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto di

dirigente amministrativo da assegnare al dipartimento Assi –

Coordinamento ufficio di piano e con erogatori socio sanitari

(programmazione e controllo), presso l’Azienda Sanitaria Locale

della Provincia di Milano 2

In attuazione alla determinazione dirigenziale n. 201 del 6 dicembre

2007 e successiva determinazione dirigenziale n. 77 del 30 giugno

2008, esecutiva ai sensi di legge, è indetto concorso pubblico

per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto di dirigente amministrativo

da assegnare al dipartimento Assi – Coordinamento ufficio

di piano e con erogatori socio sanitari (programmazione e controllo),

presso l’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano

2.

Le disposizioni per l’ammissione al concorso e le modalità di e-

spletamento del medesimo sono stabilite dal d.P.R. 20 dicembre

1979, n. 761 come modificato dalla legge 20 maggio 1985, n. 207,

dal d.P.R. 483/97 e dal d.lgs. n. 196/1995 e successive modificazioni

ed integrazioni (riserva del 30% a favore dei militari in ferma di

leva prolungata e di volontari specializzati delle tre forze armate

congedati senza demerito).

Requisiti specifici di ammissione (art. 70 d.P.R. 483/97)

1. Diploma di laurea in giurisprudenza o in scienze politiche o

in economia e commercio o altra laurea equipollente conseguita

ai sensi del vecchio ordinamento ovvero laurea specialistica

(LS) equipollente;

2. anzianità di servizio effettivo di almeno cinque anni corrispondente

alla medesima professionalità prestato in enti del Servizio

Sanitario Nazionale nella posizione funzionale di livello

settimo, ottavo e ottavo bis, ovvero qualifiche funzionali di settimo,

ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del

termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.

Le prove d’esame, ai sensi dell’art. 72 del citato d.P.R. 483/97,

sono le seguenti:

a) prova scritta: su argomenti di diritto amministrativo o costituzionale

con riferimento anche alla specificità del posto messo

a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica

nelle suddette materie;

b) prova pratica: predisposizione di atti o provvedimenti riguardanti

l’attività del servizio;

c) prova orale: vertente sulle materie oggetto della prova scritta

nonché sulle seguenti materie: diritto civile, contabilità di Stato,

leggi e regolamenti concernenti il settore sanitario, elementi

di diritto del lavoro e di legislazione sociale, elementi di

economia politica e scienze delle finanze, elementi di diritto

penale.

La commissione dispone, ai sensi dell’art. 73 del d.P.R. 483/97,

complessivamente di 100 punti così ripartiti:

a) 20 punti per i titoli;

b) 80 punti per le prove d’esame.

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:

a) 30 punti per la prova scritta;

b) 30 punti per la prova pratica;

c) 20 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

a) titoli di carriera: 10;

b) titoli accademici e di studio: 3;

c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3;

d) curriculum formativo e professionale: 4.

Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del

curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti

dall’articolo 11 del d.P.R. 483/97.

Normativa generale del concorso

In applicazione dell’art. 7, punto 1) del d.lgs. 30 marzo 2001,

n. 165 è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per

l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

1. Posti conferibili

La graduatoria dei vincitori del concorso è pubblicata nel Bollettino

Ufficiale della Regione e salvo modifiche, rimane efficace per

un triennio dalla data della pubblicazione per eventuali coperture

di posti per i quali il concorso è stato bandito, e che successivamente

ed entro tale data dovessero rendersi disponibili, così come disposto

dall’art. 18 comma 7 del d.P.R. 483 del 10 dicembre 1997.

La graduatoria, entro il periodo di validità sarà utilizzata, altresì,

per il conferimento, secondo l’ordine della stessa, di incarichi per

la copertura di posti disponibili per assenza o impedimento del titolare.

2. Requisiti generali/specifici di ammissione

Possono partecipare al concorso coloro che siano in possesso dei

seguenti requisiti, oltre a quelli specifici già indicati:

a) cittadinanza italiana salve le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

b) idoneità fisica all’impiego:

1. l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego è effettuato,

a cura dell’Azienda Sanitaria Locale prima dell’immissione

in servizio;

2. il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il

personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui

agli articoli 25 e 26 comma 1, del d.P.R. 20 dicembre 1979,

n. 761, è dispensato dalla visita medica.

Oltre ai requisiti specifici di cui all’articolo 70 del d.P.R. n. 483/97,

già precedentemente richiamati, sono ritenuti utili, ai fini dell’ammissione

alle procedure concorsuali, i periodi di servizio prestato,

a tempo pieno, assimilabili al profilo a concorso, presso enti del

Servizio Sanitario Nazionale con rapporto di lavoro coordinato e

continuativo, risultanti da idonea certificazione.

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato

attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego

presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego

stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità

non sanabile.

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza

del termine stabilito per la presentazione delle domande di

ammissione.

3. Domanda di ammissione

Le domande di partecipazione al concorso, redatte in carta semplice

secondo l’allegato schema, devono essere indirizzate al Servizio

Risorse Umane e Finanziarie dell’Azienda Sanitaria Locale della

Provincia di Milano 2 e presentate o spedite nei modi e nei termini

previsti al successivo punto 5.

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare:

a) cognome e nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana, o equivalente;

c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi

della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non aver riportato

condanne penali;

e) il titolo di studio posseduto e i requisiti specifici di ammissione

richiesti per il concorso;

f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni

e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti

di pubblico impiego, ovvero di non aver mai prestato servizio

presso pubbliche amministrazioni;

h) il domicilio presso il quale deve essere fatta all’aspirante, ad

ogni effetto, ogni necessaria comunicazione;

i) il proprio consenso per il trattamento, la comunicazione e la

diffusione dei propri dati personali.

I beneficiari della legge 5 febbraio 1992, n. 104, debbono specificare

nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile,

l’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento delle

prove d’esame in relazione al proprio handicap nonché l’eventuale

necessità di tempi aggiuntivi.

La omessa indicazione, nella domanda, anche di un solo requisito

richiesto per l’ammissione determina l’esclusione dal concorso.

4. Documentazione da allegare alla domanda

Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono

allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno

presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione

della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo

e professionale redatto su carta semplice datato e firmato e debitamente

documentato.

Ai sensi della legge n. 28 del 18 febbraio 1999 le domande di par-

Y– 1840 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

tecipazione al concorso e tutti i documenti allegati non sono soggetti

all’imposta di bollo.

I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata

ai sensi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti

dalla normativa vigente.

Saranno altresì ricompresi fra i titoli di carriera, con riferimento

ai servizi valutabili ai sensi dell’art. 20/2 del d.P.R. 483/97, i periodi

di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma

volontaria e di rafferma prestati presso le forze armate e nell’arma

dei carabinieri: detto servizio dovrà essere documentato esclusivamente

mediante copia del foglio matricolare o dello stato di servizio.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.

Alla domanda deve essere unito in triplice copia, in carta semplice,

un elenco dei documenti e dei titoli presentati.

Per l’applicazione delle precedenze o preferenze, previste dalle

vigenti disposizioni di legge, devono essere allegati alla domanda i

relativi documenti probatori.

Si rende noto che la documentazione presentata potrà essere ritirata

personalmente (o da un incaricato munito di delega) solo dopo

120 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di esito

del presente concorso.

La restituzione dei documenti presentati potrà avvenire anche

prima della scadenza del suddetto termine, per il candidato non

presentatosi alle prove d’esame ovvero per chi, prima dell’insediamento

della commissione esaminatrice, dichiari espressamente,

con firma autenticata nei modi di legge, di rinunciare alla partecipazione

al presente concorso.

5. Modalità e termini per la presentazione delle domande

La domanda e la documentazione ad essa allegata:

– devono essere inoltrate, a mezzo del servizio postale, al seguente

indirizzo: Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano

2 – Servizio Risorse Umane e Finanziarie – piazza Martiri della

Libertà – 20063 Cernusco sul Naviglio (MI);

– ovvero devono essere presentate direttamente al Servizio Risorse

Umane e Finanziarie dell’ASL Provincia Milano 2 sito in Cernusco

sul Naviglio – piazza Martiri della Libertà dal lunedì al

venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

All’atto della presentazione della domanda sarà rilasciata apposita

ricevuta.

È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.

Le domande devono pervenire, a pena di esclusione dal concorso,

entro le ore 12.00 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione

dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale

della Repubblica Italiana.

Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato alla stessa

ora del primo giorno successivo non festivo.

Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite

a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine

indicato. A tal fine fa fede il timbro e la data dell’ufficio postale

accettante.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti

è perentorio; la eventuale riserva di invio successivo di documenti

è priva di effetto.

Non verranno accolte domande che pervengano oltre la data di

adozione dell’atto di ammissione e/o esclusione dei candidati.

L’amministrazione non assume responsabilità per la dispersione

di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito

da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione

del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per

eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatti

di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

6. Commissione esaminatrice

La commissione esaminatrice del concorso sarà nominata con

atto del dirigente responsabile del Servizio Risorse Umane e Finanziarie,

su delega del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale

della Provincia di Milano 2, in ottemperanza a quanto disposto

dall’art. 5 del d.P.R. 483/97.

Almeno 1/3 dei posti di componenti delle commissioni di concorso,

salvo motivata impossibilità, èriservato alle donne, in conformità

al citato art. 5 comma 2 del d.P.R. 483/97.

7. Convocazione dei candidati

Il diario delle prove scritte verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale

della Repubblica Italiana – IV Serie Speciale «Concorsi ed esami»

non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove medesime

e sul sito aziendale www.aslmi2.it, ovvero, in caso di numero

esiguo di candidati verrà comunicato agli stessi, con raccomandata

con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell’inizio

delle prove.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Ai candidati che conseguono l’ammissione alla prova pratica e

orale verrà data comunicazione con l’indicazione del voto riportato

nelle prove scritte.

L’avviso per la presentazione alla prova orale verrà dato ai singoli

candidati almeno venti giorni prima di quello in cui essi debbono

sostenerla.

La prova orale si svolgerà in un’aula aperta al pubblico.

Al termine di ogni seduta dedicata alla prova orale, la commissione

esaminatrice formerà l’elenco dei candidati esaminati, con l’indicazione

dei voti da ciascuno riportati che sarà affisso nella sede

degli esami.

8. Graduatoria – Nomina dei vincitori

La graduatoria di merito, formulata dalla commissione esaminatrice,

sarà approvata con atto del Direttore Generale dell’Azienda

Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2, previo riconoscimento

della sua regolarità e sotto condizione dell’accertamento del possesso

dei requisiti prescritti per la partecipazione al concorso e per

l’ammissione all’impiego.

La nomina dei vincitori sarà disposta tenendo conto dell’ordine

di graduatoria.

Chi, pur inserito nella graduatoria dei vincitori, rifiuti un’eventuale

nomina in ruolo, viene escluso dalla graduatoria stessa.

9. Adempimenti dei vincitori

Il concorrente dichiarato vincitore sarà invitato dall’Azienda Sanitaria

Locale a produrre, nel termine di giorni 30 dalla data di

comunicazione e sotto pena di decadenza:

a) i documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella

domanda di partecipazione al concorso;

b) certificato generale del casellario giudiziale;

c) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza

e preferenza a parità di valutazione.

10. Nomina dei vincitori e assunzione in servizio

L’Azienda Sanitaria Locale verificata la sussistenza dei requisiti,

procede alla stipula del contratto nel quale sarà indicata la data di

presa di servizio.

Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di

servizio.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione

della documentazione, l’Azienda Sanitaria Locale comunica di non

dar luogo alla stipulazione del contratto.

La partecipazione al concorso presuppone la integrale conoscenza

da parte dei concorrenti delle norme e delle disposizioni di legge

inerenti ai pubblici concorsi, delle forme e prescrizioni relative ai

documenti ed atti da presentare e comporta, implicitamente, la piena

accettazione di tutte le condizioni alle quali la nomina deve intendersi

soggetta, delle norme di legge vigenti in materia, delle norme

regolamentari dell’Azienda Sanitaria Locale e delle loro future

eventuali modificazioni.

L’Azienda si riserva altresì la facoltà qualora ne rilevasse la necessità

o l’opportunità per ragioni di pubblico interesse, di prorogare,

sospendere, revocare o modificare, in tutto o in parte, il presente

bando di concorso pubblico a suo insindacabile giudizio, senza obbligo

di comunicare i motivi e senza che i concorrenti possano accampare

pretese o diritti di sorta.

Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si rinvia

alle disposizioni di leggi e regolamenti in materia di accesso ai

pubblici impieghi.

Per eventuali informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi al

Servizio Risorse Umane e Finanziarie dell’Azienda Sanitaria Locale

della Provincia di Milano 2 – tel. 02/92654334.

L’estratto del presente bando verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale

della Repubblica, I parte, 4ª Serie Speciale.

Fino ad allora non vanno inviate domande di partecipazione.

Il dirigente responsabile

del servizio risorse umane e finanziarie:

Maurizia Ficarelli

——— • ———

Schema tipo della domanda di ammissione al concorso

Di seguito viene riportato lo «schema-tipo» della domanda di ammissione

e partecipazione al concorso:

Spett.le Azienda Sanitaria Locale

della Provincia di Milano 2

Servizio Risorse Umane e Finanziarie

P.zza Martiri della Libertà

20063 Cernusco s/N (MI)

Il/La sottoscritt... ..................................................................................

Y– 1841 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

nato a ............................................................... il ................................

residente in ....................... via ....................... n. ........ c.a.p. ...........

chiede di essere ammess..... a partecipare al concorso pubblico, per

titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto

di Dirigente Amministrativo da assegnare al Dipartimento ASSI –

Coordinamento ufficio di piano e con erogatori socio sanitari (programmazione

e controllo).

A tale fine, ai sensi dell’art. 46 del d.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445,

dichiara sotto la propria responsabilità:

1) di essere in possesso della cittadinanza italiana (ovvero di avere

la cittadinanza in uno dei Paesi degli Stati membri della Unione

Europea);

2) di risultare iscritto nelle liste elettorali del comune di ................

.......................................................................... , provincia di .........

(per i cittadini residenti in uno dei Paesi degli Stati dell’Unione

Europea il candidato deve dichiarare di essere in possesso dei

diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza

ed avere adeguata conoscenza della lingua italiana);

3) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti

penali in corso;

4) di essere in possesso del seguente titolo di studio: .....................;

5) di aver assolto gli obblighi di leva;

6) di aver prestato i seguenti servizi nella pubblica amministrazione:

...................................................................................................;

7) di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso

una pubblica amministrazione, né di essere stato dichiarato decaduto

da altro impiego pubblico;

8) di essere in possesso dei seguenti titoli ai fini della preferenza e

precedenza nella nomina: ..............................................................

Chiede che tutte le comunicazioni relative al concorso siano recapitate

al seguente indirizzo:

Via ........................................................................................... n. ........

Città ........................................................................... (c.a.p. ..............)

Recapito telefonico: prefisso .................. n. ......................................

Data ...........................

In fede

Firma ....................................................

Dichiarazione sostitutiva di certificazione

(art. 46, d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

Il sottoscritto ........................................................................................

nato a ............................................................... il ................................

residente a ....................................... in via ........................................

A conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del d.P.R. 28

dicembre 2000, n. 445, sulla responsabilità penale cui può andare

incontro in caso di dichiarazioni mendaci;

DICHIARA

................................................................................................................

................................................................................................................

................................................................................................................

................................................................................................................

Luogo e data ...........................

Il dichiarante

...............................................................

Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

(art. 47, d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

Il sottoscritto ........................................................................................

nato a ............................................................... il ................................

residente a ....................................... in via ........................................

A conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del d.P.R. 28

dicembre 2000, n. 445, sulla responsabilità penale cui può andare

incontro in caso di dichiarazioni mendaci;

DICHIARA

................................................................................................................

................................................................................................................

................................................................................................................

................................................................................................................

Luogo e data ...........................

Il dichiarante

...............................................................

Allegato: fotocopia non autenticata di un documento d’identità in

corso di validità


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

L’amministrazione si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli

sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Qualora dal

controllo emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni,

il dichiarante decade dai benefici conseguenti, fermo restando

quanto previsto dall’art. 76 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Art. 76 d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 – Sanzioni penali

Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa

uso nei casi previsti dal presente testo unico è punito ai sensi del

codice penale e delle leggi speciali in materia. L’esibizione di un

atto contenente dati non più rispondenti a verità equivale ad uso di

atto falso.

Informativa ai sensi del d.lgs. 30 giugno 2003 n. 196 – I dati sopra

riportati verranno trattati nel rispetto delle disposizioni vigenti ai

fini del procedimento per il quale sono acquisiti ed utilizzati unicamente

per tali finalità.

[BUR200806129]

Azienda Ospedaliera «Ospedali Riuniti di Bergamo» – Approvazione

graduatoria del concorso pubblico per n. 1 posto di dirigente

medico – disciplina: pediatria

Si rende noto che il direttore generale con delibera n. 952 del 29

luglio 2008 ha approvato la seguente graduatoria dei vincitori e di

merito del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a

tempo indeterminato di n. 1 posto di dirigente medico – disciplina:

pediatria (area medica e delle specialità mediche):

1. dott. FOGLIA Carlo p. 82,715/100

2. dott.ssa BRAVI Michela p. 80,781/100

3. dott.ssa CURTI Simona p. 79,297/100

4. dott.ssa CASOTTI Valeria p. 78,551/100

5. dott.ssa GUERRIERO Francesca p. 78,000/100

6. dott.ssa LOCATELLI Chiara p. 77,557/100

7. dott.ssa ALTOBELLI Monica p. 77,277/100

8. dott.ssa TRAIL Lucia p. 72,803/100

9. dott.ssa SALA Elena p. 68,012/100

Bergamo, 31 luglio 2008

Il direttore gen.: Carlo Bonometti

Il direttore amm.vo: Gianpietro Benigni

Y– 1842 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

[BUR200806130]

Azienda Ospedaliera Sant’Anna – Como – Riapertura termini

del concorso pubblico per titoli ed esami, per la copertura a

tempo indeterminato di n. 1 posto di collaboratore tecnico professionale

– programmatore – Categoria D

Art. 1

In esecuzione della disposizione n. 430 del 16 luglio 2008 e in

conformità alle norme vigenti, sono riaperti i termini di partecipazione

al concorso pubblico, per titoli ed esami, indetto con disposizione

n. 253 del 9 maggio 2008, per la copertura a tempo indeterminato

di n. 1 posto di collaboratore tecnico professionale – programmatore

– Categoria D.

Al posto si applicherà la riserva di cui all’art. 18, commi 6 e 7,

del d.lgs. 8 maggio 2001, n. 215 in relazione alla quale si terrà conto

del conteggio di frazione. Tale frazione si cumulerà con la riserva

relativa ad altri concorsi che verranno banditi da quest’Azienda.

A norma dell’art. 7, punto 1), del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, è

garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso

al lavoro ed il relativo trattamento sul lavoro.

Art. 2

Gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea;

b) idoneità fisica all’impiego:

1) l’accertamento della idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette – è effettuato

da una struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale,

prima dell’immissione in servizio;

2) il personale dipendente dalle amministrazioni ed enti di

cui al n. 1 della presente lettera è dispensato dalla visita

medica, fatti salvi gli adempimenti a carico del datore di

lavoro previsti dall’art. 16 del d.lgs. n. 626/1994 e successive

modificazioni ed integrazioni;

c) diploma di laurea di primo livello in fisica, informatica, ingegneria

dell’automazione, ingegneria biomedica, ingegneria e-

lettronica, ingegneria fisica, ingegneria informatica, ingegneria

gestionale, ingegneria delle telecomunicazioni e matematica.

Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall’elettorato

attivo nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati

dall’impiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati

a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto

collettivo.

I suddetti requisiti di ammissione devono essere posseduti alla

data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di concorso

per la presentazione delle domande di ammissione.

Art. 3

Le domande di ammissione, redatte in carta libera, debbono pervenire

all’ufficio concorsi (2º piano palazzina degli uffici amministrativi)

dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna entro e non oltre il 30º

giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente

bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo

giorno successivo non festivo.

Le domande debbono essere inoltrate al seguente recapito: Azienda

Ospedaliera Sant’Anna – Unità Operativa Organizzazione e Risorse

Umane – via Napoleona n. 60 – 22100 Como.

Le domande di ammissione si considerano prodotte in tempo utile

anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento

entro il termine suindicato. A tal fine fa fede il timbro a data

dell’ufficio postale accettante.

Il termine per la presentazione delle domande nonché dei documenti

è perentorio. Non saranno invocabili cause di forza maggiore.

La domanda di ammissione deve essere redatta secondo lo schema

esemplificativo allegato al presente bando e contenente le formule

per le dichiarazioni sostitutive di cui al d.P.R. 28 dicembre

2000, n. 445.

Nella domanda di ammissione i candidati debbono indicare:

– la data, il luogo di nascita e la residenza;

– il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;

– il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della

non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

– le eventuali condanne penali riportate;

– il possesso dei requisiti di cui alla lettera c) dell’art. 2 del presente

bando;

– la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

– gli eventuali servizi prestati presso pubbliche amministrazioni

e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di

pubblico impiego;

– i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o

preferenze;

– l’indirizzo al quale dovranno essere fatte le comunicazioni relative

al concorso; i candidati hanno l’obbligo di comunicare gli

eventuali cambiamenti di indirizzo all’Azienda, la quale non

assume alcuna responsabilità nel caso di loro irreperibilità

presso l’indirizzo comunicato.

Alla domanda devono essere allegati:

a) fotocopia di un valido documento di identità;

b) i documenti che comprovino il possesso dei requisiti indicati

dall’art. 2 lett. c) del presente bando o dichiarazione sostitutiva;

c) curriculum formativo e professionale, datato e firmato;

d) eventuali certificazioni relative ai titoli che il concorrente ritenga

opportuno presentare agli effetti della valutazione di

merito e della formulazione della graduatoria;

e) certificazioni attestanti l’eventuale appartenenza a categorie

con diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze o

dichiarazione sostitutiva;

f) elenco in triplice copia e in carta semplice dei documenti e

dei titoli presentati, numerati progressivamente in relazione

al corrispondente titolo.

Si precisa che:

– la certificazione o la dichiarazione sostitutiva dell’attività di

servizio dovrà prevedere se ricorrono o meno le condizioni di

cui all’ultimo comma dell’art. 46 del d.P.R. 20 dicembre 1979,

n. 761 in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve

essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la

misura della riduzione del punteggio;

– non saranno valutate le partecipazioni a corsi di aggiornamento

o di formazione e le pubblicazioni, edite a stampa, qualora

non siano presentate in fotocopia con contestuale dichiarazione

che tali copie sono conformi all’originale in possesso del

candidato.

Coloro che hanno presentato domanda di partecipazione al concorso

di cui sopra, in virtù del precedente bando emesso da questa


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Azienda, potranno entro il termine di scadenza, integrare la documentazione

prodotta.

I documenti eventualmente allegati alla domanda non sono soggetti

all’imposta di bollo.

La domanda deve essere firmata, pena esclusione. Ai sensi del

d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 non è richiesta l’autenticazione della

firma.

I beneficiari della legge 5 febbraio 1992, n. 104, debbono specificare

nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile,

l’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento delle

prove in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità

di tempi aggiuntivi.

Art. 4

Le prove d’esame sono le seguenti:

1) prova scritta (tema o quesiti a risposata sintetica – punteggio

21/30): vertente su argomenti scelti dalla commissione su materie

attinenti ad aspetti sistemistici e di Networking;

2) prova pratica (punteggio 14/20): consistente nella esecuzione

di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi

al profilo oggetto del concorso;

3) prova orale (punteggio 14/20): quesiti su materie attinenti al

profilo oggetto del concorso, elementi di informatica e verifica

della conoscenza almeno a livello iniziale di una lingua straniera

a scelta tra l’inglese, il francese o lo spagnolo.

Il diario della prova scritta sarà comunicato ai candidati mediante

pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

– 4ª Serie Speciale «Concorsi ed esami», non meno di quindici giorni

prima dell’inizio della prova medesima, ovvero, in caso di numero

esiguo di candidati, sarà comunicato agli stessi, con raccomandata

con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima

dell’inizio della prova.

Il calendario della prova pratica e della prova orale sarà comunicato

dall’Azienda ai singoli candidati che avranno superato la prova

scritta almeno venti giorni prima della data fissata.

I concorrenti dovranno presentarsi agli esami muniti di idoneo

documento di riconoscimento.

Per quanto attiene al punteggio, che sarà attribuito alle prove d’esame

ed ai titoli, si specifica che complessivamente la commissione

esaminatrice disporrà di 100 punti così ripartiti:

– 30 punti per i titoli;

– 70 punti per le prove d’esame.

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:

– 30 punti per la prova scritta;

– 20 punti per la prova pratica;

– 20 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

1) titoli di carriera: punti 15;

2) titoli accademici, di studio: punti 2;

3) pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3;

4) curriculum formativo e professionale: punti 10.

Art. 5

Si avvertono i candidati che il concorso sarà espletato unicamente

allo scopo di predisporre una graduatoria, alla quale attingere

per la copertura del posto indicato nel bando, secondo l’ordine della

graduatoria stessa, come sarà formulata dalla commissione esaminatrice.

Pertanto, l’amministrazione si riserva la facoltà di non procedere

alla copertura del predetto posto, qualora ragioni organizzative ovvero

disposizioni normative o provvedimenti (regionali o statali)

dovessero rendere inopportuna o non consentire l’assunzione.

La costituzione del rapporto di lavoro è regolata dall’art. 14 del

vigente CCNL sottoscritto il 1º settembre 1995.

Per quanto non previsto dal presente bando si fa riferimento alle

vigenti disposizioni di legge.

Si precisa che ai sensi di quanto previsto dal d.lgs. 30 giugno

2003, n. 196 i dati personali forniti dai candidati nella domanda di

partecipazione al concorso saranno trattati per le finalità di gestione

della procedura e per quelle connesse all’eventuale procedimento

di assunzione.

Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’ufficio

concorsi dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna – via Napoleona

n. 60 – Como (tel. 0315855214) dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle

ore 14.00 alle ore 16.00, sabato escluso.

Il testo integrale del presente bando è disponibile anche sul sito

internet aziendale – indirizzo: http://www.hsacomo.org.

Como, 4 agosto 2008

Il direttore amm.vo: Salvatore Gioia

Y– 1843 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Al Direttore Amministrativo

Azienda Ospedaliera Sant’Anna

Via Napoleona n. 60

22100 Como

Il/La sottoscritto/a ................................................................................

nato/a a ............................................................ (prov. di ...................)

il ........................... e residente in ........................................................

..................................................... (prov. di .............) c.a.p. ................

via .................................................................. n. ....... tel. ....................

CHIEDE

di poter partecipare al concorso pubblico, per titoli ed esami, per

la copertura di n. ...... post .... di .........................................................

................................................................................................................

................................................................................................................

A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del

d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 per il caso di dichiarazione mendace

e falsità in atti, dichiara:

1. di essere in possesso della cittadinanza italiana

di essere (per i cittadini appartenenti a uno Stato della CEE)

cittadino/a dello Stato di .........................................................

2. di essere iscritto/a nelle liste elettorali del comune di ..........

di non essere iscritto/a nelle liste elettorali per il seguente

motivo .......................................................................................

3. di non avere subito condanne penali e di non avere procedimenti

penali in corso

di avere subito le seguenti condanne penali ..........................

di avere i seguenti procedimenti penali in corso ..................

4. di essere in possesso dei seguenti titoli di studio:

....................................................................................................

conseguito presso ............................................. il ...................

....................................................................................................

conseguito presso ............................................. il ...................

5. di essere iscritto all’albo professionale .................. al n. .......

6. di aver prestato i seguenti servizi alle dipendenze di pubbliche

amministrazioni:

Ente ......................... dal ......................... al ..........................

Profilo professionale ................................................................

Ente ......................... dal ......................... al ..........................

Profilo professionale ................................................................

Ente ......................... dal ......................... al ..........................

Profilo professionale ................................................................

7. che per i succitati servizi non ricorrono le condizioni di cui

all’art. 46 del d.P.R. n. 761/1979

che per i succitati servizi ricorrono le condizioni di cui all’art.

46 del d.P.R. n. 761/1979.

La misura della riduzione del punteggio è pari a .................

8. di aver fruito dei seguenti periodi di aspettativa senza assegni:

dal ........................................... al ............................................

dal ........................................... al ............................................

dal ........................................... al ............................................

9. di non essere stato destituito/a o dispensato/a dall’impiego

presso la pubblica amministrazione

10. di essere fisicamente idoneo/a allo svolgimento delle mansioni

relative al posto messo a concorso

11. di essere nei riguardi degli obblighi militari nella seguente

posizione ...................................................................................

....................................................................................................

12. di appartenere a categorie con diritto a preferenze ai sensi

della normativa statale ............................................................

....................................................................................................

13. che ogni eventuale comunicazione relativa alla presente domanda

sia fatta al seguente indirizzo, impegnandosi a comunicare

le eventuali successive variazioni ed esonera l’Azienda

Ospedaliera Sant’Anna di Como da qualsiasi responsabilità

in caso di sua irreperibilità:

via/piazza ............................................ n. ...... c.a.p. ...............

città ........................................................ (prov. di .................)

14. che i documenti eventualmente allegati sono conformi agli

originali ai sensi dell’art. 19 del d.P.R. 28 dicembre 2000,

n. 445

15. di accettare incondizionatamente tutte le norme previste dal

presente concorso pubblico.

Data .......................................

Firma

............................................................

Autenticazione di sottoscrizione omessa ai sensi degli artt. 38 e

39 d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Y– 1844 –

NOTE: devono essere contrassegnate tutte le caselle corrispondenti

alle dichiarazioni effettuate.

Sottoscrizione in presenza del dipendente addetto

Visto, per la sottoscrizione apposta in mia presenza.

Data ....................................... Il dipendente addetto

............................................................

Sottoscrizione non in presenza del dipendente addetto

Allegato alla presente, fotocopia documento di identità n. .........

rilasciato il ........................................ da ........................................

[BUR200806131]

Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri» di Cremona – Approvazione

graduatorie concorsi pubblici di dirigente medico: discipline

di cardiologia e pediatria

Si rende noto che sono state approvate le graduatorie dei concorsi

pubblici sottoindicate per l’assunzione a tempo indeterminato di:

• n. 1 dirigente medico – disciplina: cardiologia:

1º Procopio Roberto con punti 79,630 su punti 100

2º Galeazzi Gian Luca con punti 78,460 su punti 100

3ª Boldini Alessandra con punti 77,630 su punti 100

4º Di Tano Giuseppe con punti 76,700 su punti 100

5ª Benazzi Chiara con punti 68,800 su punti 100

• n. 1 dirigente medico – disciplina: psichiatria:

1º Bonetti Giuseppe Pietro con punti 79,280 su punti 100

2º Rosi Luca con punti 76,510 su punti 100

3º Marchese Cristiano con punti 74,635 su punti 100

4ª Vailati Venturi Valeria con punti 74,155 su punti 100

5ª Giordano Giuliana con punti 74,050 su punti 100

6º Pelizza Lorenzo con punti 73,608 su punti 100

7ª Gamberoni Tania con punti 73,500 su punti 100

8ª Titi Laura con punti 72,250 su punti 100

9ª Rossoni Ilaria con punti 71,215 su punti 100

10ª Cirone Alessandra M. con punti 70,075 su punti 100

11º De Vecchis Luciano con punti 68,570 su punti 100

Cremona, 4 agosto 2008

Il resp. u.o. personale:

Gianluca Leggio

[BUR200806132]

Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri» di Cremona – Bando

di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a

tempo indeterminato di n. 1 dirigente medico di neurologia –

disciplina: neurologia

È indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione

a tempo indeterminato, con rapporto di esclusività, di:

• n. 1 dirigente medico di neurologia (ruolo sanitario – profilo

professionale: medici – area medica e delle specialità mediche

– disciplina: neurologia)

subordinatamente al verificarsi delle condizioni di cui all’art. 34 del

d.lgs. n. 165/2001.

Requisiti generali di ammissione

• Cittadinanza italiana salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

• idoneità fisica all’impiego:

– l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette, è effettuato, a

cura dell’Azienda, prima dell’immissione in servizio. Si precisa

che l’idoneità fisica all’impiego deve essere senza limitazioni.

Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi

dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego

presso una pubblica amministrazione per aver conseguito

l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati

da invalidità non sanabile.

Requisiti specifici di ammissione

a) Laurea in medicina e chirurgia;

b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina

equipollente. Ai sensi del d.lgs. 254/2000 possono partecipare

al concorso anche i candidati in possesso di specializzazione

affine. Il personale in servizio di ruolo alla data dell’1

febbraio 1998 è esentato dal requisito della specializzazione

nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta

data per la partecipazione ai concorsi presso le USL e le

Aziende Ospedaliere diverse da quella di appartenenza;

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

c) iscrizione all’albo dell’ordine dei medici-chirurghi; se attestata

da certificato questo deve essere in data non anteriore a sei

mesi rispetto a quella di scadenza del bando. L’iscrizione al

corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione

Europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando

l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione

in servizio.

I requisiti generali e specifici devono essere posseduti alla data di

scadenza del termine indicato dal bando di concorso per la presentazione

delle domande di ammissione.

Domande di ammissione

Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta libera,

dovranno riportare tutte le dichiarazioni previste dallo schema di

domanda allegato al presente bando ed essere sottoscritte dai candidati.

Le mancate dichiarazioni relativamente all’aver o meno riportato

condanne penali e all’essere stato o meno destituito o dispensato

dal servizio presso pubbliche amministrazioni verranno considerate

come il non aver riportato condanne penali, il non avere procedimenti

penali in corso e il non essere stato destituito o dispensato

dal servizio presso pubbliche amministrazioni. La mancata sottoscrizione

comporta l’esclusione dal concorso.

Le domande potranno essere direttamente presentate all’unità o-

perativa personale dell’Azienda «Istituti Ospitalieri» di Cremona –

viale Concordia, 1 – 26100 Cremona entro le ore 12.00 del 30º giorno

successivo a quello della data di pubblicazione del bando, per

estratto, sulla Gazzetta Ufficiale.

Per l’invio tramite servizio postale da effettuare mediante raccomandata

con avviso di ricevimento, la data di spedizione, non posteriore

al giorno di scadenza del termine per la presentazione delle

domande, è comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante.

In tal caso le domande, ai fini dell’ammissibilità, dovranno

pervenire prima dell’adozione della determinazione dirigenziale

con cui verrà disposta l’ammissione dei candidati, che avverrà comunque

non prima del decimo giorno dalla data di scadenza del

presente avviso.

Il termine stabilito per la presentazione delle domande e dei documenti

è perentorio; pertanto, non saranno prese in considerazione

domande che, per qualsiasi ragione, non esclusa la forza maggiore,

verranno presentate o spedite oltre il termine stesso.

L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di

effetto.

L’Azienda declina ogni responsabilità nel caso in cui le comunicazioni

relative al concorso non giungano a destinazione per errata

indicazione del recapito o tardiva comunicazione del cambio di indirizzo

precedentemente indicato nella domanda. Parimenti l’Azienda

non risponde del mancato recapito o smarrimento della domanda

di ammissione imputabile a terzi, caso fortuito o di forza

maggiore.

Documenti da allegare

1) Documentazione comprovante il possesso dei requisiti specifici

di ammissione indicati ai punti a), b) e c); è fatta salva la

certificazione sostitutiva resa contestualmente alla domanda;

2) ricevuta del pagamento della tassa di concorso, non rimborsabile,

di C 6,20 da effettuare mediante versamento diretto al

tesoriere dell’Azienda (Banca Popolare di Cremona) o mediante

versamento su c/c postale n. 11532264 intestato all’Azienda

«Istituti Ospitalieri» di Cremona, indicando la causale del versamento;

3) tutte le certificazioni relative ai titoli che i concorrenti ritengano

opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa; non verranno

presi in considerazione lavori manoscritti, dattiloscritti o

poligrafati;

4) curriculum formativo e professionale, redatto in carta semplice,

datato e firmato. Il curriculum ha unicamente uno scopo

informativo e non costituisce autocertificazione. Le attività

professionali e i corsi di studio indicati nel curriculum saranno

presi in esame, ai fini della valutazione di merito, solo se

formalmente documentati;

5) eventuali titoli comprovanti diritto a riserva, precedenza o

preferenza nella nomina;

6) elenco dattiloscritto in carta semplice, in triplice copia, dei

documenti e dei titoli presentati, datato e firmato. Tale elenco

deve riportare la descrizione analitica delle eventuali pubblicazioni

(autori – titoli – riviste da cui è tratto il lavoro – ...) e

degli attestati di partecipazione a corsi, convegni, congressi,

seminari, incontri, giornate di studio... indicandone le caratteristiche

(ente organizzatore, argomento, durata, se la manifestazione

prevedeva il sostenimento di esami, caratteristiche

della partecipazione: uditore, relatore, docente...).


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Tutti i documenti devono essere presentati in originale o in copia

legale o in copia autenticata ai sensi di legge.

I requisiti specifici di ammissione sono dichiarati nella domanda

di partecipazione al concorso, secondo quanto previsto dall’art. 46

del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 «Testo unico delle disposizioni

legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa»,

come indicato nello schema allegato al bando.

La conformità all’originale dei documenti presentati, attestata dal

candidato mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

ai sensi dell’art. 47 del d.P.R. n. 445/2000 secondo lo schema allegato

al presente bando, tiene luogo a tutti gli effetti dell’autentica di

copia.

Qualora il candidato intenda avvalersi di dichiarazioni sostitutive

di atto di notorietà in luogo dei documenti, perché possano essere

prese in considerazione, devono risultare da atto formale distinto

dalla domanda, allegato alla stessa e contenere tutti gli elementi

necessari che sarebbero stati presenti nel documento rilasciato dall’autorità

competente se fosse stato presentato.

Se si avvale di dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà deve

allegare alla domanda fotocopia di un valido documento di riconoscimento

qualora non sottoscriva tali dichiarazioni in presenza di

un dipendente dell’ufficio del personale addetto a riceverle. In mancanza

del documento di riconoscimento le dichiarazioni sostitutive

di atto di notorietà non verranno prese in considerazione per la

valutazione.

La documentazione presentata non autenticata ai sensi di legge

nelle forme sopra indicate è priva di efficacia.

Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del d.P.R. 445/2000,

qualora dal controllo che verrà effettuato dall’Azienda ai sensi dell’art.

71 del suddetto d.P.R. emergesse la non veridicità delle dichiarazioni

sostitutive rese ai sensi degli artt. 46 e 47, il dichiarante

decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento

emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere, come previsto

dall’art. 75, fatte salve eventuali responsabilità penali.

Per il personale dipendente delle Aziende Ospedaliere e Sanitarie

Locali nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se

ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46

del d.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio

di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione

deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Criteri di valutazione dei titoli e prove d’esame

CRITERI GENERALI

Per la ripartizione del punteggio e la valutazione dei titoli i criteri

generali sono i seguenti:

– 20 punti per i titoli;

– 80 punti per le prove d’esame.

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:

– 30 punti per la prova scritta;

– 30 punti per la prova pratica;

– 20 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

– titoli di carriera: punti 10;

– titoli accademici e di studio: punti 3;

– pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3;

– curriculum formativo e professionale: punti 4.

I periodi di servizio omogenei sono cumulabili.

Le frazioni di anno sono valutate in ragione mensile considerando

come mese intero periodi continuativi fino a giorni trenta o frazioni

superiori a quindici giorni. In caso di servizi contemporanei

è valutato quello più favorevole al candidato.

Sono richiamati i seguenti articoli del d.P.R. 483/97:

– art. 20 (equiparazione dei servizi non di ruolo al servizio di

ruolo);

– art. 21 (valutazione attività in base a rapporti convenzionali);

– art. 22 (valutazione servizi e titoli equiparabili);

– art. 23 (servizio prestato all’estero).

La valutazione delle pubblicazioni deve essere adeguatamente

motivata in relazione alla originalità della produzione scientifica,

all’importanza della rivista, alla continuità ed ai contenuti di singoli

lavori, al grado di attinenza dei lavori stessi con la posizione funzionale

da conferire, all’eventuale collaborazione di più autori. Non

possono essere valutate le pubblicazioni dalle quali non risulti l’apporto

del candidato. La commissione deve, peraltro, tenere conto,

ai fini di una corretta valutazione:

– della data di pubblicazione dei lavori in relazione all’eventuale

conseguimento di titoli accademici già valutati in altra categoria

di punteggi;

Y– 1845 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

– del fatto che le pubblicazioni contengano mere esposizioni di

dati e casistiche, non adeguatamente avvalorate ed interpretate,

ovvero abbiano contenuto solamente compilativo o divulgativo,

ovvero ancora costituiscano monografie di alta originalità.

Nel curriculum formativo e professionale sono valutate le attività

professionali e di studio, formalmente documentate, non riferibili

a titoli già valutati nelle precedenti categorie, idonee ad evidenziare

ulteriormente il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco

dell’intera carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale

da conferire nonché gli incarichi di insegnamento conferiti da

enti pubblici. In tale categoria rientra anche la partecipazione a

congressi, convegni o seminari che abbiano finalità di formazione

e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca scientifica.

La partecipazione è valutata tenuto conto dei criteri generali

stabiliti in materia dal regolamento sull’accesso alla direzione di

struttura complessa per il personale del ruolo sanitario del Servizio

Sanitario Nazionale.

Nel curriculum sono valutate, altresì, la idoneità nazionale nella

disciplina prevista dal pregresso ordinamento e l’attestato di formazione

manageriale disciplinato dal predetto regolamento. Non sono

valutate le idoneità conseguite in precedenti concorsi.

Il punteggio stabilito dalla commissione è globale ma deve essere

adeguatamente motivato con riguardo ai singoli elementi documentali

che hanno contribuito a determinarlo. La motivazione deve essere

riportata nel verbale dei lavori della commissione.

Ripartizione dei punteggi e prove d’esame

CRITERI SPECIFICI

Titoli di carriera:

A) servizi di ruolo prestati presso le USL o le Aziende Ospedaliere

e servizi equipollenti ai sensi degli artt. 22 e 23 del d.P.R.

483/97:

1) servizio nel livello dirigenziale a concorso, o livello superiore,

nella disciplina: punti 1,00 per anno;

2) servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso:

punti 0,50 per anno;

3) servizio in disciplina affine ovvero in altra disciplina da

valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente

del 25 e del 50 per cento;

4) servizio prestato a tempo pieno da valutare con i punteggi

di cui sopra aumentati del 20 per cento;

B) servizio di ruolo quale medico presso pubbliche amministrazioni

nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti:

punti 0,50 per anno.

Titoli accademici e di studio:

A) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso: punti

1,00;

B) specializzazione in una disciplina affine: punti 0,50;

C) specializzazione in altra disciplina: punti 0,25;

D) altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi

di cui sopra ridotti del 50 per cento;

E) altre lauree, oltre quella richiesta per l’ammissione al concorso

comprese tra quelle previste per l’appartenenza al ruolo sanitario:

punti 0,50 per ognuna fino ad un massimo di punti

1,00.

Non è valutabile la specializzazione fatta valere come requisito di

ammissione.

La specializzazione conseguita ai sensi del d.lgs. 8 agosto 1991,

n. 257, anche se fatta valere come requisito di ammissione, è valutata

con uno specifico punteggio pari a mezzo punto per anno di corso

di specializzazione. Tale punteggio non verrà attribuito se il documento

che attesta il fatto non reca la precisazione che è stata

conseguita ai sensi del suddetto decreto.

Le prove d’esame sono le seguenti:

– prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti

inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una

serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina

stessa;

– prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della disciplina

messa a concorso; la prova deve comunque essere anche illustrata

schematicamente per iscritto;

– prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso

nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.

Sorteggio componenti commissione esaminatrice

Ai sensi dell’art. 6 – 3º comma – del d.P.R. 483/97 si rende noto

che il sorteggio dei componenti la commissione esaminatrice verrà

fatto presso la sede legale dell’Azienda – viale Concordia, 1 – Cremona

– alle ore 9.00 del primo lunedì successivo alla data di scadenza

del termine per la presentazione delle domande.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Y– 1846 –

In caso di giorno festivo avrà luogo nello stesso luogo e alla stessa

ora il primo giorno non festivo successivo.

In caso di indisponibilità dei commissari sorteggiati la procedura

di sorteggio verrà ripetuta ogni lunedì successivo con le stesse modalità

sopra indicate, senza necessità di ulteriore pubblicizzazione.

Altre disposizioni

Nella formazione della graduatoria di merito si terrà conto di

quanto previsto dall’art. 5 del d.P.R. 9 maggio 1994 n. 487 e successive

modificazioni. In caso di assenza di titoli di preferenza, si applica

– a parità di punteggio – quanto previsto dalla legge 16 giugno

1998 n. 191.

In materia di assunzioni si terrà conto di quanto previsto dalla

legge 68/99 e dalle disposizioni vigenti che prevedono riserve di posti

in favore di particolari categorie di cittadini, se ed in quanto

applicabili.

È garantita pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso ai

posti messi a concorso.

È altresì garantito, ai sensi dell’art. 20 della legge 104/92, per la

persona handicappata, l’ausilio necessario a sostenere le prove d’esame,

in relazione al proprio handicap, con la concessione di tempi

aggiuntivi dietro specificazione e richiesta, da indicare nella domanda

di ammissione al concorso o successivamente, purché in

tempo utile da valutarsi ad opera della commissione d’esame e comunque

prima dell’inizio delle prove.

Il trattamento economico-normativo è disciplinato dal Contratto

Collettivo Nazionale di Lavoro dell’area della dirigenza medica e

veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale.

L’assunzione è subordinata, ferma restando la preliminare verifica

in tema di dichiarazioni sostitutive, al conseguimento del giudizio

di idoneità in esito alle visite mediche, alla verifica dei requisiti

per l’accesso al pubblico impiego e alla stipulazione del contratto

individuale di lavoro a tempo indeterminato secondo quanto previsto

dall’art. 13 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dell’8

giugno 2000 e dall’art. 24 – comma 5 – del Contratto Collettivo Nazionale

di Lavoro del 3 novembre 2005. L’assumendo che non si

presentasse o rifiutasse di sottoporsi alle suddette visite verrà considerato

rinunciatario a tutti gli effetti, senza necessità di alcuna diffida

o altra formalità.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/03

Ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/03 (Codice in materia di protezione

dei dati personali) i dati personali forniti dai candidati o

acquisiti d’ufficio saranno trattati, anche con l’ausilio di strumenti

elettronici o comunque automatizzati, esclusivamente da parte del

personale incaricato per le finalità connesse alla gestione della procedura

selettiva.

Il trattamento dei dati avverrà in applicazione di quanto disposto

dallo stesso d.lgs. n. 196/03, fatta salva la necessaria pubblicità della

procedura concorsuale ai sensi delle disposizioni normative vigenti.

Il conferimento dei dati richiesti è necessario a pena di esclusione

dalla selezione, in quanto in mancanza dei dati indispensabili si

renderebbe impossibile l’espletamento delle procedure previste dalla

vigente normativa.

L’interessato può esercitare i diritti sanciti dall’art. 7 del d.lgs.

n. 196/03 ed in particolare può ottenere la conferma dell’esistenza

o meno di dati personali che lo riguardano, la loro comunicazione

in forma comprensibile, l’aggiornamento, la rettifica e l’integrazione

degli stessi; può altresì opporsi per motivi legittimi al trattamento

dei dati personali che lo riguardano, anche se pertinenti allo scopo

della raccolta, rivolgendosi al titolare o al responsabile del trattamento.

Il titolare del trattamento è l’Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri»

di Cremona.

Il responsabile del trattamento dei dati personali è il responsabile

dell’unità operativa del personale dell’Azienda.

Ritiro documenti e pubblicazioni

I candidati dovranno provvedere, a loro spese, al ritiro dei documenti

e delle pubblicazioni allegati alla domanda secondo le modalità

che verranno comunicate dall’amministrazione. Trascorso il

termine fissato per il ritiro senza che vi abbiano provveduto, documenti

e pubblicazioni verranno inviati al macero.

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando si rinvia

alla normativa in vigore.

L’Azienda si riserva la falcoltà di prorogare, sospendere, modificare

o revocare il presente bando, senza che i candidati possano

avanzare diritti o pretese di sorta.

Per informazioni, comprese quelle telefoniche, gli interessati potranno

rivolgersi all’unità operativa personale dell’Azienda Ospedaliera

«Istituti Ospitalieri» di Cremona presso:

– il Presidio Ospedaliero Cremonese – viale Concordia, 1 – 26100

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Cremona – tel. 0372405430 – 0372405469 – 0372405553 – orario

per il pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore

12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.00; il venerdì dalle ore 8.00

alle ore 11.00;

oppure presso:

– il Presidio Ospedaliero «Oglio Po» – via Staffolo, 51 – 26040

Vicomoscano di Casalmaggiore (CR) – tel. 0375281495 – orario

per il pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30

e dalle ore 14.00 alle ore 15.00; il venerdì dalle ore 9.00 alle ore

11.00.

Il testo integrale del bando è disponibile sul sito:

http://www.ospedale.cremona.it.

Cremona, 4 agosto 2008

Il resp. U.O. personale:

Gianluca Leggio

——— • ———

Fac-simile della domanda di ammissione da ricopiare su foglio

in carta semplice con firma non autenticata

Al Direttore Generale

dell’Azienda Ospedaliera

«Istituti Ospitalieri» di Cremona

viale Concordia, n. 1

26100 – Cremona

Il/La sottoscritto/a ................................................................................

CHIEDE

di essere ammesso/a al concorso pubblico per l’assunzione a tempo

indeterminato di n. 1 dirigente medico – disciplina: neurologia.

A tal fine, consapevole che in caso di falsità in atti e dichiarazioni

mendaci decadrà dai benefici eventualmente conseguiti, fatte salve

le responsabilità penali, secondo quanto previsto dagli artt. 75 e 76

del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, ai sensi dell’art. 46 del suddetto

d.P.R.

DICHIARA

• di essere nato/a a ................................. il ..................................;

• di essere residente a ..................................... c.a.p. ....................

in via ................................... n. ........ tel. ....................................;

• di essere in possesso della cittadinanza .....................................;

• di essere iscritto/a nelle liste elettorali del comune di ...............

.........................................................;

(oppure indicare i motivi della non iscrizione o della cancellazione

dalle liste medesime) .........................................................;

• di non aver riportato condanne penali oppure di aver riportato

le seguenti condanne penali ........................................................;

• di aver conseguito la laurea in ....................................................

il giorno ............................. all’università di ..............................;

• di essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione

avendo superato l’esame di Stato nella sessione di

............................................. all’università di ..............................;

• di aver conseguito il diploma di specializzazione nella disciplina

........................................ il giorno .........................................

all’università di ..............................;

• che la durata del corso di studi per il conseguimento del diploma

di specializzazione è stata di anni .......................................;

• che il diploma suddetto è stato/non è stato conseguito ai sensi

del d.lgs. 8 agosto 1991, n. 257;

• di essere iscritto all’albo dell’ordine dei medici della provincia

di ............................................... a decorrere dal .......................;

• di aver svolto il servizio militare presso .....................................

dal ........... al ........... con le seguenti mansioni ........................;

• di non essere stato destituito o dispensato dal servizio presso

pubbliche amministrazioni;

• di voler partecipare alla riserva dei posti prevista, ove applicabile,

ai sensi della legge ............;

• di essere in possesso dei seguenti titoli ai fini della riserva, precedenza

o preferenza alla nomina: .............................................;

• di richiedere il seguente ausilio ai sensi dell’art. 20 della legge

104/92 per sostenere le prove previste dal concorso in quanto

riconosciuto portatore di handicap: ............................................

(da compilare solo in presenza di handicap riconosciuto).

Il/La sottoscritto/a dichiara inoltre di accettare, senza riserve, le

condizioni contenute nel presente bando ed elegge il seguente domicilio

al quale deve essere inviata ogni comunicazione al riguardo:

..........................................................................................................

Il sottoscritto manifesta il proprio consenso, ai sensi dell’art. 23 del

d.lgs. n. 196/2003, al trattamento dei dati personali forniti con la


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

presente domanda da parte dell’Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri»

di Cremona, per le finalità espresse nell’apposito paragrafo

dell’avviso di selezione.

Luogo, data ................................................................................

Firma

...............................................................

Indirizzo da scrivere in stampatello con indicazione obbligatoria del

recapito telefonico ed eventuale fax

Fac-simile di dichiarazione sostitutiva

dell’atto di notorietà

(art. 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445

«Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari

in materia di documentazione amministrativa»)

Il/La sottoscritto/a ................................................................................

nato/a a ............................................. il ..............................................

residente a ....................................... in via ........................................

consapevole della decadenza dai benefici di cui all’art. 75 del d.P.R.

445/2000 e delle norme penali previste dall’art. 76 del medesimo

d.P.R. per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, ai

sensi dell’art. 47 del suddetto d.P.R.

DICHIARA

• che le copie dei documenti sottoelencati, presentati con la domanda

di partecipazione al concorso per l’assunzione a tempo

indeterminato di n. 1 dirigente medico – disciplina: neurologia,

sono conformi agli originali:

.........................................................................................................

.........................................................................................................

.........................................................................................................

.........................................................................................................

• altre dichiarazioni: .......................................................................

Il sottoscritto manifesta il proprio consenso, ai sensi dell’art. 23 del

d.lgs. n. 196/2003, al trattamento dei dati personali forniti con la

presente domanda da parte dell’Azienda Ospedaliera «Istituti Ospitalieri»

di Cremona, per le finalità espresse nell’apposito paragrafo

dell’avviso di selezione.

Data, ..........................................

Firma

...............................................................

[BUR200806133]

Azienda Ospedaliera «Carlo Poma» – Mantova – Riapertura termini

bando di concorso pubblico per titoli ed esami, a n. 1 posto

di collaboratore professionale sanitario – tecnico sanitario

di laboratorio biomedico

In esecuzione della deliberazione n. 436 del 21 maggio 2008 sono

riaperti i termini del concorso pubblico per titoli ed esami, a n. 1

posto di:

• collaboratore professionale sanitario – tecnico sanitario di laboratorio

biomedico

indetto con deliberazione n. 838 del 15 novembre 2007, con aumento

dei posti da 1a2;

– ruolo: sanitario;

– profilo professionale: collaboratore professionale sanitario –

tecnico sanitario di laboratorio medico;

– categoria contrattuale: D;

– tempo pieno.

Sono fatte salve le domande già pervenute ed inviate entro il termine

di scadenza fissato dal precedente bando ed è fatta salva la

facoltà per coloro che abbiano già presentato la domanda di ammissione,

di integrare la documentazione utile ai fini della valutazione.

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 2, comma 3, del d.P.R. n. 483

del 10 dicembre 1997 è fatta salva la percentuale di riserva a favore

di particolari categorie di cittadini previste da leggi speciali, tra cui

i volontari in ferma breve o in ferma prefissata di durata di cinque

anni delle forze armate congedati senza demerito, anche al termine

o durante le eventuali rafferme contratte (d.lgs. n. 215/01).

Si precisa che, ai fini della riserva per i volontari di cui all’art. 39,

c. 15 del d.lgs. 196/95, all’art. 18, commi 6e7,deld.lgs. 215/01 e

all’art. 26 del d.lgs. 215/01 come modificato dall’art. 11 del d.lgs.

263/03, non potendo operare perché dà luogo a frazioni di posto

trova attuazione la previsione del comma 7 del precitato art. 18.

Il numero dei posti riservati previsti da leggi speciali in favore di

particolari categorie di cittadini non può complessivamente superare

il 30% dei posti messi a concorso.

In caso di presenza di riservatari in numero superiore ai posti

Y– 1847 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

riservati troverà applicazione quanto disposto dall’art. 5 del d.P.R.

487/94.

Art. 1 – Requisiti di ammissione

GENERALI

Possono partecipare coloro che possiedono i seguenti requisiti

generali:

– cittadinanza italiana, salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

– idoneità fisica all’impiego:

1) l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette, è effettuato

da una struttura pubblica del Servizio sanitario nazionale,

prima della immissione in servizio;

2) il personale dipendente dalle amministrazioni ed enti di cui

al n. 1 della presente lettera è dispensato dalla visita medica.

Esclusione – Non possono accedere agli impieghi coloro che siano

stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati destituiti

o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione

per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti

falsi o viziati da invalidità non sanabile.

SPECIFICI

1. Diploma universitario per tecnico sanitario di laboratorio biomedico

di cui al d.m. Sanità 14 settembre 1994, n. 745.

Sono equipollenti i diplomi e attestati conseguiti in base alla normativa

precedente a quella attuativa dell’art. 6, comma 3 del d.lgs.

502/92 e ss.mm.ii. indicati dal d.m. Sanità-Università 27 luglio 2000

(sez. B), e precisamente:

Art. 1 decreto 27 luglio 2000

I diplomi e gli attestati conseguiti in base alla normativa precedente

a quella attuativa dell’art. 6, comma 3, del d.lgs. 30 dicembre

1992, n. 502 e successive modificazioni, che sono indicati nella sez.

B della tabella sottoriportata, sono equipollenti, ai sensi dell’art. 4,

comma 1, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, al diploma universitario

di tecnico sanitario di laboratorio biomedico di cui al decreto

del Ministro della Sanità 14 settembre 1994, n. 745, indicato nella

sez. A della stessa tabella, ai fini dell’esercizio professionale e dell’accesso

alla formazione post-base.

Sezione A – diploma universitario

• diploma universitario per tecnico sanitario di laboratorio biomedico

di cui al d.m. Sanità 14 settembre 1994, n. 745.

Sezione B – titoli equipollenti

– Tecnico di laboratorio biomedico – d.P.R. n. 162 del 10 marzo

1982;

– tecnico di laboratorio biomedico – legge 11 novembre 1990,

n. 341;

– tecnico di laboratorio – d.P.R. n. 162 del 10 marzo 1982;

– tecnico di laboratorio medico – decreto del Ministro della Sanità

del 30 gennaio 1982, art. 81;

– tecnico di laboratorio medico – d.P.R. n. 130 del 27 marzo

1969, art. 132, purché i relativi corsi siano iniziati in data antecedente

a quella di entrata in vigore del decreto del Ministro

della Sanità 30 gennaio 1982.

I predetti requisiti, sia generali che specifici, devono essere posseduti

alla data di scadenza del presente bando. La partecipazione ai

concorsi indetti da Pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti

di età.

I requisiti sopra richiamati vanno comprovati con idonea documentazione

da allegarsi alla domanda di ammissione al presente

concorso e da prodursi, comunque, entro il termine perentorio di

scadenza fissato nel presente bando. L’eventuale riserva di invio

successivo di documenti è priva d’effetto.

Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la

non ammissione al concorso.

Al posto è attribuito il trattamento economico previsto dall’Accordo

di lavoro in vigore al momento dell’assunzione in servizio.

Art. 2 – Contenuto e modalità di presentazione della domanda

1. Indirizzo di inoltro: le domande, redatte su carta semplice, dovranno

essere indirizzate all’Azienda Ospedaliera «Carlo Poma» –

viale Albertoni, n. 1 – 46100 Mantova.

Se consegnate a mano dovranno essere fatte pervenire all’ufficio

Protocollo dell’ente (medesimo indirizzo).

2. Termine di scadenza: ore 12.00 del 30º giorno successivo alla

data di pubblicazione dell’estratto del bando di concorso sulla Gazzetta

Ufficiale della Repubblica Italiana (qualora detto giorno sia

festivo, il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo

non festivo).


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Detto termine è perentorio e non si terrà conto delle domande,

documenti e titoli che perverranno, qualunque ne sia la causa, dopo

la chiusura del concorso.

Per le domande inoltrate a mezzo del servizio postale, la data

di spedizione è comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale

accettante.

Non saranno considerate le domande inviate prima della pubblicazione

dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale.

3. Dichiarazioni: nella domanda gli aspiranti dovranno indicare:

a) l’avviso al quale intendono partecipare;

b) il cognome e il nome, la data, il luogo di nascita e la residenza

(con indicazione dell’indirizzo);

c) il possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati dell’Unione

Europea ovvero il possesso di idoneo titolo di equiparazione;

d) il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi

della loro non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;

e) assenza di condanne penali per reati che impediscono, ai sensi

delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego

con una Pubblica Amministrazione. Si precisa che le

sentenze di applicazione della pena su richiesta delle parti

(c.d. patteggiamento ) art. 444 c.p.p.) sono equiparate a pronunce

di condanna. L’Azienda si riserva la facoltà di valutare

se le sentenze penali riportate, la sottoposizione a misure di

sicurezza, ovvero i procedimenti penali in corso risultino ostativi

all’assunzione;

f) il possesso dei titoli di studio richiesti per l’accesso al posto

con l’indicazione degli estremi (data, sede e denominazione

completa dell’istituto o degli istituti in cui i titoli stessi sono

stati conseguiti);

g) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;

h) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause

di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;

i) eventuali titoli di preferenza a parità di punteggio, dettagliatamente

descritti, dei quali il candidato intenda avvalersi (i titoli

di preferenza sono elencati al successivo art. 4);

j) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta

ogni necessaria comunicazione (in caso di mancata indicazione

vale ad ogni effetto la residenza di cui alla lett. b).

La domanda deve essere sottoscritta dal candidato. Non è richiesta

l’autenticazione della firma. La mancata sottoscrizione comporta

l’esclusione dal concorso.

L’Amministrazione declina sin d’ora ogni responsabilità per dispersione

di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del

recapito da parte dell’aspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione

del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, o

per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa

dell’amministrazione stessa.

Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di ammissione

hanno valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione ai sensi

degli artt. 43 e 46 del d.P.R. 445/2000 e di dichiarazioni sostitutive

dell’atto di notorietà ai sensi degli artt. 47 e 38 del cit. d.P.R. qualora

ne possiedano le caratteristiche di legge.

Alla domanda devono essere allegati:

1) le certificazioni relative ai requisiti specifici di ammissione sopra

indicati;

2) la ricevuta del versamento della tassa concorso di C 10,33,

non rimborsabili, effettuato presso:

– o l’Ufficio Cassa dell’Azienda Ospedaliera (v.le Albertoni, 1

– Mantova);

– o tramite vaglia postale intestato all’Azienda Ospedaliera

V.le Albertoni, 1 – 46100 Mantova, precisando nella causale

del versamento il concorso a cui si intende partecipare.

I documenti di cui ai precedenti punti 1) e 2) sono richiesti a pena

di non ammissione al concorso;

3) tutte le certificazioni relative ai titoli che i candidati ritengono

opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e

della formazione della graduatoria compresi eventuali titoli

che danno diritto ad usufruire di riserva ovvero di preferenza

a parità di valutazione, già indicati nella domanda di partecipazione

al concorso;

4) un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice,

datato e firmato;

5) un elenco dettagliato dei documenti e dei titoli presentati, in

carta semplice;

6) copia del proprio documento personale di identità.

4. Caratteristiche della documentazione: i titoli devono essere prodotti

in originale o in copia autenticata a norma di legge, ovvero

autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.

Y– 1848 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono

o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46

del d.P.R. 20 dicembre 1979 n. 761, in presenza delle quali il punteggio

di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione

deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Poiché la firma sulla domanda di ammissione al concorso, ai sensi

della normativa vigente, non deve più essere autenticata, qualora

l’interessato produca a mezzo posta, unitamente alla domanda, delle

autocertificazioni dovrà allegare alla domanda stessa copia del

proprio documento personale di identità, pena la non ammissione.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e descritte in un

apposito elenco dattiloscritto, da cui risulti il titolo e la data della

pubblicazione, la rivista che l’ha pubblicata o la casa editrice e, se

fatta in collaborazione, il nome dei collaboratori.

DISPOSIZIONI INERENTI LE AUTOCERTIFICAZIONI

Si applicano le disposizioni in materia di semplificazione della

documentazione amministrativa di cui al d.P.R. 445/2000.

Gli aspiranti potranno autocertificare quei titoli la cui presentazione

sia ritenuta opportuna agli effetti della valutazione di merito

(stati di servizio, specializzazioni, partecipazioni a convegni, tirocinii,

ecc.). Per consentire la corretta valutazione dei titoli è assolutamente

necessario che l’autocertificazione contenga tutti gli elementi

relativi a modalità e tempi dell’attività espletata che verrebbero indicati

se il documento fosse rilasciato dall’ente competente, pena il

verificarsi di una situazione di falsità o di non veridicità, con le

dovute conseguenze di legge, o di incompletezza con la conseguenza

dell’impossibilità di attribuire una valutazione.

La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà può riguardare

anche il fatto che la copia di un atto o di un documento conservato

o rilasciato da una Pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione

ovvero la copia di titoli di studio o di servizio, siano conformi

all’originale. In luogo delle autentiche delle pubblicazioni e

dei titoli, è consentita la produzione di semplici copie corredata

dalla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la conformità

all’originale delle copie delle pubblicazioni e dei titoli prodotti.

Non si terrà conto dei titoli che non siano chiaramente identificabili,

nonché dei titoli che il candidato abbia solo dichiarato di

possedere senza produrli in copia corredata da dichiarazione sostitutiva

ovvero autocertificati con le modalità sopra esposte.

Per coloro che fanno ricorso ad autocertificazioni si avverte che,

ai sensi dell’art. 75 del d.P.R. cit., ferme restando le sanzioni penali

previste per dichiarazioni mendaci, per falsità negli atti, qualora dal

controllo effettuato dall’amministrazione emerga la non veridicità

del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici

eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base

della dichiarazione non veritiera.

Per le dichiarazioni di cui sopra potranno essere utilizzati i modelli

allegati al presente avviso.

Non è ammesso integrare le domande con la produzione di documenti,

pubblicazioni, ecc. dopo la scadenza del termine utile per la

presentazione della domanda di ammissione. Ciò anche per quanto

riguarda i titoli che conferiscono diritti di precedenza o di preferenza

nell’assunzione, titoli che quindi non verranno tenuti in considerazione

agli effetti dell’assunzione stessa se non presentati entro il

suddetto termine utile.

Non è consentito il riferimento a documenti presentati a questa

amministrazione in altre circostanze.

Art. 3 – Valutazione dei titoli

I titoli saranno valutati dall’apposita commissione ai sensi delle

disposizioni contenute nel d.P.R. 20 dicembre 1979 n. 761 e nel

d.P.R. 27 marzo 2001 n. 220.

I punteggi per i titoli e le prove di esame sono complessivamente

100, così ripartiti:

a) 30 punti per i titoli;

b) 70 punti per le prove di esame.

I punti per le prove di esame sono così ripartiti:

a) 30 punti per la prova scritta;

b) 20 punti per la prova pratica;

c) 20 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti fra le seguenti

categorie:

a) titoli di carriera;

b) titoli accademici e di studio;

c) pubblicazioni e titoli scientifici;

d) curriculum formativo e professionale.

La ripartizione dei punti fra le suddette categorie di titoli è stabili-


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

ta dal Regolamento attuativo aziendale approvato con delibera

n. 1031 del 28 settembre 2001, come segue:

a) titoli di carriera: punti 18;

b) titoli accademici e di studio: punti 3;

c) pubblicazioni e titoli scientifici: punti 2;

d) curriculum formativo e professionale: punti 7.

Saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni siano

rilasciate dal legale rappresentante dell’ente presso cui gli stessi

sono prestati.

Art. 4 – Prove d’esame

Le prove di esame saranno quelle previste dall’art. 43 del d.P.R.

27 marzo 2001 n. 220 e precisamente:

– prova scritta: consisterà nella predisposizione di temi o anche

nella soluzione di quesiti a risposta sintetica nelle seguenti materie:

1) fondamenti di chimica;

2) biologia molecolare;

3) anatomia e fisiologia;

4) ematologia;

5) microbiologia;

6) immunoematologia;

– prova pratica: consisterà nella esecuzione di tecniche specifiche

o nella predisposizione di atti connessi al profilo di collaboratore

professionale sanitario – tecnico sanitario di laboratorio biomedico;

– prova orale: verterà sulle materie oggetto della prova scritta e

comprenderà oltre che elementi di informatica, anche la verifica

della conoscenza almeno a livello iniziale di una lingua

straniera tra le seguenti a scelta del candidato da indicarsi nella

domanda di partecipazione: inglese o francese.

La data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate

ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento

almeno quindici giorni prima della data prevista per l’espletamento

delle stesse. Prima di sostenere le prove i candidati dovranno esibire

un documento legale di riconoscimento.

I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove nel giorno,

nell’ora e nella sede stabiliti, saranno dichiarati decaduti dal

concorso, quale sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente

dalla volontà dei singoli concorrenti.

Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento

di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di

almeno 21/30.

Il superamento della prova pratica e orale è subordinato al raggiungimento

di una valutazione di sufficienza di almeno 14/20.

Art. 5 – Formulazione graduatoria

Al termine delle prove d’esame, la commissione esaminatrice, formula

la graduatoria di merito dei candidati. È escluso dalla graduatoria

il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove

di esame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria viene

trasmessa agli uffici amministrativi per i provvedimenti di competenza.

La graduatoria di merito, riconosciuta la regolarità degli atti concorsuali,

è approvata con provvedimento aziendale.

La graduatoria di merito sarà formulata secondo l’ordine dei punteggi

conseguiti dai candidati per i titoli e per le singole prove d’esame

e sarà compilata con l’osservanza, a parità di punti, delle sottoindicate

preferenze.

Titoli di preferenza (art. 5 del d.P.R. 9 maggio 1994 n. 487 ss.mm.)

Le categorie di cittadini che nei pubblici concorsi hanno preferenza

a parità di merito e a parità di titoli sono appresso elencate.

A parità di merito i titoli di preferenza sono:

1) gli insigniti di medaglia al valor militare;

2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;

3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;

4) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;

5) gli orfani di guerra;

6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra;

7) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;

8) i feriti in combattimento;

9) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale

di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;

10) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;

11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;

Y– 1849 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

12) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico

e privato;

13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le

sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;

14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le

sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto

di guerra;

15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le

sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio

nel settore pubblico o privato;

16) coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;

17) coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque

titolo, per non meno di un anno nell’amministrazione che ha

indetto il concorso;

18) i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli

a carico;

19) gli invalidi ed i mutilati civili;

20) militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito

al termine della ferma o rafferma.

A parità di merito e di titoli sopra indicati, la preferenza è determinata:

a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che

il candidato sia coniugato o meno;

b) dall’aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche;

c) dalla minore età.

Sono dichiarati vincitori, nei limiti dei posti messi a concorso, i

candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito, tenuto

conto delle disposizioni di legge in vigore che prevedono riserve di

posti in favore di particolari categorie di cittadini.

Verranno presi in considerazione solo i titoli di preferenza il cui

possesso sia stato già dichiarato e comprovato nella domanda di

partecipazione al concorso.

La produzione dei documenti attestanti il possesso dei predetti

titoli dovrà avvenire secondo le modalità sotto indicate in ordine

agli adempimenti per i candidati dichiarati vincitori.

Art. 6 – Adempimenti dei candidati dichiarati vincitori

I candidati dichiarati vincitori sono invitati dall’Azienda Ospedaliera,

ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare

entro 30 gg. dalla richiesta, a pena di decadenza nei diritti

conseguenti alla partecipazione al bando:

1) fotocopia documento di riconoscimento in corso di validità;

2) certificazione relativa al godimento dei diritti civili e politici;

3) certificazione generale del casellario giudiziale;

4) codice fiscale;

5) fotografia formato tessera;

6) coordinate bancarie;

7) i documenti corrispondenti a dichiarazioni contenute nella

domanda di partecipazione al concorso e non comprovate

contestualmente alla stessa.

L’Azienda Ospedaliera, verificata la sussistenza dei requisiti, procede

alla stipula del contratto individuale a tempo indeterminato,

nel quale sarà indicata la data di presa di servizio. Gli effetti economici

decorrono dalla data di effettiva presa di servizio.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione

della documentazione, l’Azienda comunica di non dar luogo alla

stipulazione del contratto.

L’amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini

e donne per l’accesso all’impiego e per il trattamento sul luogo

di lavoro, così come disposto dall’art. 7 comma 1 – del d.lgs.

n. 165/2001.

L’aspirante nominato vincitore del concorso dovrà assumere servizio

entro 30 gg. dalla partecipazione di nomina. Decadrà dalla

nomina stessa colui che, senza giustificato motivo riconosciuto dall’amministrazione,

non assuma servizio entro il termine predetto.

Nei casi di decadenza o di rinuncia del nominato l’amministrazione

si riserva la facoltà di procedere, entro 36 mesi dall’approvazione

della graduatoria, alla nomina, secondo l’ordine della stessa, di altri

candidati.

La nomina all’impiego stabile è subordinata al superamento, con

esito positivo, del periodo di prova di sei mesi, secondo quanto previsto

dai vigenti CC.CC.NN.LL del Comparto del personale del Servizio

Sanitario Nazionale. Detto periodo non sarà rinnovato né prorogato

alla scadenza.

L’amministrazione si riserva la facoltà di eventualmente disporre


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Y– 1850 –

la proroga dei termini del bando, la loro sospensione o modifica,

nonché la revoca o l’annullamento del bando stesso.

Per quanto non previsto esplicitamente nel presente bando viene

fatto espresso riferimento alle norme di cui al d.P.R. 27 marzo 2001,

n. 220 ed ai vigenti CC.CC.NN.LL del Comparto del personale del

Servizio Sanitario Nazionale e norme richiamate e connesse.

Per ulteriori informazioni gli aspiranti dovranno rivolgersi all’ufficio

concorsi dell’ente – viale Albertoni, 1 – Mantova (telefono

0376/464387-464911).

Il direttore gen.: Luca Filippo Maria Stucchi

——— • ———

SCHEMA ESEMPLIFICATIVO

DI DOMANDA DI AMMISSIONE A CONCORSO PUBBLICO

(fac-simile da ricopiare su foglio di carta semplice con firma non autenticata)

All’Azienda Ospedaliera «Carlo Poma»

V.le Albertoni, 1

46100 MANTOVA

Domanda di ammissione alla riapertura termini del concorso

pubblico per titoli ed esami a n. 2 posti di collaboratore professionale

sanitario – tecnico sanitario di laboratorio biomedico

approvato con delibera n. 436 del 21 maggio 2008

Il/La sottoscritto/a ................................................................................

CHIEDE

di poter essere ammesso al pubblico concorso sopra indicato come

da relativo bando di cui dichiara di avere preso visione.

Al tal fine, consapevole delle responsabilità penali cui può incorrere

in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi e per gli effetti di cui

agli artt. 46 e 47 del d.P.R. 445/2000, sotto la propria responsabilità,

dichiara:

a) di essere nato/a a .............................................. , il .......................

e di risiedere a (città): ....................................................................

indirizzo (via/piazza, n. civico): ....................................................;

b) di essere in possesso della cittadinanza ......................................;

c) di essere iscritto nelle liste elettorali del comune di ...................

oppure

d) di non essere iscritto o di essere stato cancellato dalle liste elettorali

di un comune per le seguenti motivazioni ........................;

di non aver subito condanne penali

oppure

di aver riportato le seguenti condanne penali .......................;

e) di essere in possesso della laurea in ............................................;

f) di essere nella seguente situazione nei riguardi degli obblighi

militari ............................................................................................;

di non aver prestato servizio presso pubbliche amministrazioni

oppure

di aver prestato i seguenti servizi presso pubbliche amministrazioni

(indicare per ciascun servizio: ente, qualifica, data

di inizio e di termine, eventuale causa di risoluzione) .........;

g) in ordine ai titoli che danno diritto ad usufruire di preferenze

in caso di parità di punteggio (indicati nell’avviso)

di non esserne in possesso

oppure

di essere in possesso dei seguenti titoli: ..................................

Il/La sottoscritto/a elegge il seguente domicilio (indirizzo da scrivere

in stampatello con indicazione obbligatoria del recapito telefonico ed

eventuale fax) al quale deve, ad ogni effetto essere inviata ogni comunicazione

al riguardo. In caso di mancata indicazione vale ad

ogni effetto la residenza di cui al punto a): .......................................

Data ...............................

Firma ....................................................

(+ copia documento di identità)

Alla domanda va allegata la seguente documentazione:

1) documenti relativi ai requisiti specifici di ammissione sopra indicati;

2) certificazioni relative ai titoli che i candidati ritengono opportuno

presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione

della graduatoria compresi eventuali titoli che danno

diritto ad usufruire di preferenze a parità di punteggio, già indicati

nella domanda di partecipazione all’avviso;

3) curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice,

datato e firmato;

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

4) elenco dettagliato dei documenti e dei titoli presentati, in carta

semplice;

5) copia del proprio documento personale di identità.

(N.B.: i modelli relativi all’autocertificazione sono disponibili presso

l’ufficio gestione risorse umane dell’Azienda).

[BUR200806134]

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorso

pubblico, per titoli ed esami, per la stipula di n. 1 contratto

individuale di lavoro a tempo indeterminato in qualità di collaboratore

tecnico professionale fisico – cat. D–daassegnare all’U.O.

I.C.P.S. – Settore attività: epidemiologia e sistemi informativi

Il trattamento economico è quello previsto dai vigenti accordi per

il personale del Servizio Sanitario Nazionale.

Gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

b) incondizionata idoneità fisica all’impiego:

1. l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette – sarà effettuato

da una struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale,

prima dell’immissione in servizio;

2. il personale dipendente da amministrazioni ed enti di cui

al punto 1) della presente lettera è dispensato dalla visita

medica;

c) godimento dei diritti politici;

d) non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla data di

entrata in vigore del primo contratto collettivo (2 settembre

1995).

I requisiti specifici e le prove d’esame vengono evidenziati in

calce al testo.

Si rammenta che i requisiti di ammissione devono essere posseduti

alla data di scandenza del termine stabilito nel bando di concorso

per la presentazione delle domande di ammissione.

È abolito il limite di età ai sensi della l. 127 del 15 maggio 1997.

Sarà tenuto conto altresì della legge 10 aprile 1991, n. 125 che garantisce

la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro

come anche previsto dall’art. 27 del d.lgs. n. 165/2001.

I termini di presentazione della domanda di partecipazione, redatta

su carta semplice e indirizzata al direttore generale di questa

Azienda Ospedaliera scadranno il 30º giorno successivo alla data di

pubblicazione dell’estratto sulla Gazzetta Ufficiale e dovranno essere

inoltrate al seguente recapito: Azienda Ospedaliera «Ospedale

Luigi Sacco» – via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano.

Per le domande inoltrate a mezzo posta fa fede il timbro postale

di partenza purché compreso nei termini di scadenza del bando.

La data di arrivo delle domande è stabilita dal timbro a calendario

apposto dall’ufficio protocollo sulle domande stesse.

Si precisa che le domande in questione possono essere presentate

direttamente all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dal lunedì al

venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

Nella domanda, redatta in carta semplice, indirizzata al direttore

generale e sottoscritta dall’interessato, il candidato dovrà dichiarare,

sotto la propria responsabilità, oltre il nome e cognome:

1) la data e il luogo di nascita;

2) il comune e il luogo di residenza;

3) il possesso della cittadinanza italiana o altra equivalente;

4) il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi

della non iscrizione o cancellazione dalle medesime;

5) di non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla

data di entrata in vigore del primo contratto collettivo;

6) le eventuali condanne riportate ed i procedimenti penali in

corso o l’assenza di condanne e di procedimenti penali in

corso;

7) il possesso del titolo di studio necessario per l’ammissione

al concorso, la data e l’Istituto in cui è stato conseguito, la

votazione;

8) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali

cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico

impiego;

9) la posizione riguardo agli obblighi militari;

10) la precisa indicazione del domicilio (recapito, via, località,

c.a.p. e numero di telefono con prefisso) al quale chiede che

vengano inviate le comunicazioni inerenti al concorso. Si fa


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

presente che eventuali variazioni di indirizzo dovranno essere

comunicate tempestivamente. In caso contrario l’amministrazione

è sollevata da qualsiasi responsabilità se il destinatario

è irreperibile presso l’indirizzo comunicato. In caso di

mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata

al precedente punto 2).

La sottoscrizione della domanda non è soggetta ad autenticazione

ai sensi dell’art. 39 d.P.R. 445/00.

Alla domanda devono essere allegati:

a) i requisiti specifici richiesti per l’ammissione al concorso (titolo

di studio – iscrizione all’albo) anche mediante dichiarazione

sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

b) i titoli relativi che conferiscono diritti e preferenze nella graduatoria,

anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio

ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

c) i titoli di merito, attestati di servizio, documenti e certificazioni,

che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti

della valutazione di merito e della formulazione della graduatoria,

anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio

ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

d) le eventuali pubblicazioni che dovranno essere edite a stampa

e allegate per intero e di cui deve essere redatto specifico elenco.

Non sono ammessi lavori manoscritti, dattiloscritti ed in

bozza di stampa o in fotocopia non autenticata, o in copia

semplice senza dichiarazione di conformità all’originale;

e) partecipazione a corsi, congressi, convegni anche mediante dichiarazione

sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47

d.P.R. 445/00 precisando, in questo caso, l’argomento, il luogo,

i giorni di partecipazione e se con superamento esame;

f) il curriculum formativo e professionale datato e firmato;

g) elenco descrittivo dei documenti allegati – di cui ai precedenti

punti – redatto in carta semplice;

h) la ricevuta che attesti l’avvenuto pagamento della tassa concorsuale

fissata in C 6,20 da effettuarsi o tramite versamento

sul c.c. postale n. 39468202 intestato all’Azienda Ospedaliera

«Ospedale Luigi Sacco» via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano

indicando nella causale «tassa ammissione concorso...», oppure

versando l’ammontare direttamente presso la Banca Regionale

Europea – agenzia interna all’Ospedale;

i) fotocopia documento d’identità.

I candidati qualora lo ritengano opportuno possono allegare la

documentazione relativa ai punti a), b), c), e) in originale o in fotocopia

autenticata o in copia semplice con dichiarazione di conformità

all’originale.

Ai fini dell’ammissione del candidato alla procedura, e della valutazione

dei titoli allegati, si precisa che:

• possono essere autocertifcati ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00:

– titolo di studio, di qualifica professionale, di formazione professionale,

di qualificazione tecnica;

– iscrizione a scuole di ogni ordine e grado;

– iscrizione agli albi professionali;

– titoli che conferiscono diritti di preferenza in graduatoria;

– posizioni relative all’adempimento degli obblighi militari

comprese quelle di cui al d.P.R. 237/64, art. 77 così come

modificato dall’art. 21 l. 958/86;

• possono essere comprovati mediante dichiarazione sostitutiva

di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00:

– fatti e stati non compresi nell’art. 46 d.P.R. 445/00 (ad esempio

servizi lavorativi prestati presso P.A. o altre aziende);

– la conformità all’originale di copie fotostatiche non autenticate

di pubblicazioni, di partecipazione a corsi, congressi,

convegni, titoli di studio, di certificati di servizio e di ogni

altro documento non in originale allegato alla domanda ai

sensi dell’art. 19 d.P.R. 445/00.

Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono

o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46

del d.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761 in presenza delle quali il punteggio

di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione

deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Nel caso in cui per le suddette dichiarazioni non venissero utilizzati

i modelli allegati al bando è necessario, ai fini della validità,

che le stesse contengano:

– dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza);

– esplicita indicazione della consapevolezza delle sanzioni penali

previste dall’art. 76 d.P.R. 445/00 in caso di dichiarazione mendace

e della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti

al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere;

Y– 1851 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

– indicazione di tutti gli elementi utili per identificare e valutare

i titoli autocertificati (ad esempio: nella dichiarazione di servizi

lavorativi deve indicarsi l’esatta denominazione dell’Azienda, la

data di inizio e cessazione del servizio, l’esatta qualifica ricoperta;

nella dichiarazione di titoli di studio deve indicarsi la

denominazione del titolo conseguito, la data di conseguimento,

l’ente che l’ha rilasciato, l’eventuale punteggio).

Qualora l’autocertificazione non fosse redatta nei termini sopra

indicati, la stessa non avrà effetto alcuno.

Ai sensi dell’art. 37 d.P.R. 445/00 non sono soggetti all’imposta di

bollo le domande ed i relativi documenti allegati per la partecipazione

ai concorsi presso le amministrazioni pubbliche.

Per quanto attiene al punteggio, che sarà attribuito alle prove d’esame

ed ai titoli, si specifica che complessivamente la commissione

esaminatrice disporrà di 100 punti così ripartiti:

A) i punti delle prove sono così suddivisi:

• 30 punti per la prova scritta,

• 20 punti per la prova pratica,

• 20 punti per la prova orale.

B) i punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:

• 15 punti per la carriera,

• 4 punti per i titoli accademici e di studio,

• 4 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici,

• 7 punti per il curriculum formativo e professionale.

Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento

di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di

almeno 21/30.

Il superamento della prova pratica e della prova orale è subordinato

al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa

in termini numerici di almeno 14/20 ciascuna.

Il diario delle prove, nonché la sede di espletamento, verranno

pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie

Speciale «Concorsi ed esami», non meno di venti giorni prima

dell’inizio delle prove medesime, ovvero, in caso di numero esiguo

di candidati, saranno comunicati agli stessi, con raccomandata con

ricevuta di ritorno, non meno di venti giorni prima dell’inizio delle

prove.

Per sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di

idoneo documento di riconoscimento.

La graduatoria di merito dei candidati sarà formulata dall’apposita

commissione esaminatrice secondo l’ordine dei punti della valutazione

dei titoli prodotti da ciascun candidato, con l’osservanza, a

parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del d.P.R. 9 maggio

1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.

Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all’art.

16 del citato d.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni.

Ai sensi dell’art. 18, commi 6e7,deld.lgs. n. 215 dell’8 maggio

2001, il 30% dei posti è riservato ai volontari in ferma breve o in

ferma prefissata di durata di 5 anni delle tre forze armate, congedati

senza demerito, agli ufficiali di complemento in ferma biennale o

agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito

la ferma contratta.

In caso di parità di punteggio fra due o più candidati è preferito

il candidato più giovane di età, ai sensi dell’art. 2, comma 9, legge

191 del 16 giugno 1998.

La stipula del contratto individuale di lavoro avverrà secondo l’ordine

della graduatoria.

Il vincitore del concorso dovrà far pervenire (o autocertificare ai

sensi dell’art. 46 del d.P.R. 445/2000) entro 30 giorni dalla data di

presa servizio i seguenti documenti:

a) nascita;

b) cittadinanza italiana;

c) residenza;

d) godimento dei diritti politici;

e) stato di famiglia;

f) casellario giudiziale;

g) posizione relativa agli obblighi militari;

h) i documenti che comprovino il possesso dei requisiti richiesti

dal presente bando;

i) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza

e preferenza a parità di valutazione.

I documenti di cui al punto h) dovranno essere necessariamente

prodotti in originale o in fotocopia autocertificata.

Qualora i vincitori volessero documentare quanto indicato alle

lettere precedenti mediante la consegna dei relativi documenti, si


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

precisa che ai sensi dell’art. 41 d.P.R. 445/2000 non saranno ritenuti

validi se rilasciati in data anteriore a mesi 6 rispetto a quella di

ricevimento della apposita comunicazione. Detti documenti sono

ammessi anche oltre il termine di validità nel caso in cui l’interessato

dichiari, in calce agli stessi, che le informazioni in essi contenute

non hanno subìto variazioni dalla data di rilascio.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione

della documentazione, l’Azienda non darà luogo alla stipulazione

dei contratti individuali di lavoro ed i candidati si intenderanno

decaduti.

L’accertamento dei requisiti di ammissione all’impiego verrà effettuato

dall’Azienda prima dell’immissione in servizio del vincitore

del concorso.

Verificata la sussistenza dei requisiti di cui al comma precedente,

l’amministrazione, procederà alla stipula del contratto individuale

di lavoro, nel quale sarà indicata la data di presa servizio e la durata

del contratto.

L’amministrazione si riserva il diritto di prorogare, sospendere,

modificare o annullare il presente avviso nel rispetto delle norme di

legge vigenti.

Per tutto quanto non contemplato nel presente avviso si intendono

richiamate a tutti gli effetti le vigenti norme legislative ed in

particolare i CCNL sulla disciplina del rapporto di lavoro del personale

del comparto delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere, il d.P.R. 220

del 27 marzo 2001 e il d.P.R. n. 487 del 9 maggio 1994.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 196

del 30 giugno 2003

Si informa che:

– i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso

l’unità operativa personale dell’Azienda Ospedaliera «Ospedale

Luigi Sacco» e trattati per le finalità di gestione del bando di

concorso e del rapporto di lavoro instaurato;

– il trattamento viene effettuato sia con strumenti cartacei sia

con elaboratori a disposizione degli uffici;

– i dati potranno essere comunicati unicamente alle amministrazioni

pubbliche interessate alla posizione giuridico-economica

dei candidati;

– il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione

dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso;

– il responsabile del trattamento è il direttore dell’unità operativa

personale;

– l’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del d.lgs. sopra citato,

tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano,

il diritto di rettificare, completare o cancellare i dati erronei,

incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché

il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi

rivolgendosi all’U.O. personale – ufficio concorsi – A.O. Ospedale

Luigi Sacco di Milano.

Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’unità

operativa personale – ufficio concorsi dell’Azienda Ospedaliera

L. Sacco di via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano (tel. 02/39042358-

603-620 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00,

sabato escluso).

Si informa che questo bando e i relativi moduli sono scaricabili

dal sito internet aziendale www.hsacco.it.

——— • ———

CONCORSO PUBBLICO DI COLLABORATORE TECNICO

PROFESSIONALE FISICO – CAT. D

da assegnare all’U.O. I.C.P.S. –

settore di attività: epidemiologia e sistemi informativi

I requisiti specifici, previsti dall’art. 41 del d.P.R. 220 del 27 marzo

2001, sono i seguenti:

a) diploma di laurea in fisica;

b) abilitazione professionale, ove prevista.

Le prove d’esame saranno le seguenti:

Prova scritta: vertente su argomento scelto dalla commissione attinente

alla materia oggetto del concorso. È prevista la possibilità

che le prova scritta possa consistere anche nella soluzione di quesiti

a risposta sintetica.

Prova pratica: consistente nella esecuzione di tecniche specifiche

relative alla materia oggetto del concorso o nella predisposizione di

atti connessi alla qualificazione professionale richiesta.

Prova orale: verterà su argomenti attinenti la materia oggetto del

concorso, su elementi di informatica e su elementi, a livello iniziale,

di una delle seguenti lingue: inglese o francese.

Il direttore gen.: Luigi Corradini

per delega il direttore U.O. personale:

Silvana De Zan

Y– 1852 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

[BUR200806135]

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorso

pubblico, per titoli ed esami, per la stipula di n. 1 contratto

individuale di lavoro a tempo indeterminato in qualità di operatore

tecnico specializzato giardiniere – cat. B – liv. ec. Bs

Il trattamento economico è quello previsto dai vigenti accordi per

il personale del Servizio Sanitario Nazionale.

Gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

b) incondizionata idoneità fisica all’impiego:

1) l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette – sarà effettuato

da una struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale,

prima dell’immissione in servizio;

2) il personale dipendente da amministrazioni ed enti di cui

al punto 1) della presente lettera è dispensato dalla visita

medica;

c) godimento dei diritti politici;

d) non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla data di

entrata in vigore del primo contratto collettivo (2 settembre

1995).

I requisiti specifici e le prove d’esame vengono evidenziati in

calce al testo.

Si rammenta che i requisiti di ammissione devono essere posseduti

alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso

per la presentazione delle domande di ammissione.

È abolito il limite di età ai sensi della l. 127 del 15 maggio 1997.

Sarà tenuto conto altresì della legge 10 aprile 1991, n. 125 che

garantisce la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al

lavoro come anche previsto dall’art. 27 del d.lgs. n. 165/2001.

I termini di presentazione della domanda di partecipazione redatta

su carta semplice e indirizzata al direttore generale di questa

Azienda Ospedaliera scadranno il 30º giorno successivo alla data di

pubblicazione dell’estratto sulla Gazzetta Ufficiale e dovranno essere

inoltrate al seguente recapito: «Azienda Ospedaliera “Ospedale

Luigi Sacco” – via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano».

Per le domande inoltrate a mezzo posta fa fede il timbro postale

di partenza purché compreso nei termini di scadenza del bando.

Si precisa che le domande in questione possono essere presentate

direttamente all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dal lunedì al

venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

Nella domanda, redatta in carta semplice, indirizzata al direttore

generale e sottoscritta dall’interessato, il candidato dovrà dichiarare,

sotto la propria responsabilità, oltre il nome e cognome:

1) la data e il luogo di nascita;

2) il comune e il luogo di residenza;

3) il possesso della cittadinanza italiana o altra equivalente;

4) il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi

della non iscrizione o cancellazione dalle medesime;

5) di non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla

data di entrata in vigore del primo contratto collettivo;

6) le eventuali condanne riportate ed i procedimenti penali in

corso o l’assenza di condanne e di procedimenti penali in

corso;

7) il possesso del titolo di studio necessario per l’ammissione

al concorso, la data e l’Istituto in cui è stato conseguito, la

votazione;

8) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali

cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico

impiego;

9) la posizione riguardo agli obblighi militari;

10) la precisa indicazione del domicilio (recapito, via, località,

c.a.p. e numero di telefono con prefisso) al quale chiede che

vengano inviate le comunicazioni inerenti al concorso. Si fa

presente che eventuali variazioni di indirizzo dovranno essere

comunicate tempestivamente. In caso contrario l’amministrazione

è sollevata da qualsiasi responsabilità se il destinatario

è irreperibile presso l’indirizzo comunicato. In caso di

mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata

al precedente punto 2).

La sottoscrizione della domanda non è soggetta ad autenticazione

ai sensi dell’art. 39 d.P.R. 445/00.

Alla domanda devono essere allegati:

a) i requisiti specifici richiesti per l’ammissione al concorso (tito-


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

lo di studio – iscrizione all’albo) anche mediante dichiarazione

sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

b) i titoli relativi che conferiscono diritti e preferenze nella graduatoria,

anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio

ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

c) i titoli di merito, attestati di servizio, documenti e certificazioni,

che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti

della valutazione di merito e della formulazione della graduatoria,

anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio

ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

d) le eventuali pubblicazioni che dovranno essere edite a stampa

e allegate per intero e di cui deve essere redatto specifico elenco.

Non sono ammessi lavori manoscritti, dattiloscritti ed in

bozza di stampa o in fotocopia non autenticata, o in copia

semplice senza dichiarazione di conformità all’originale;

e) partecipazione a corsi, congressi, convegni anche mediante dichiarazione

sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47

d.P.R. 445/00 precisando, in questo caso, l’argomento, il luogo,

i giorni di partecipazione e se con superamento esame;

f) il curriculum formativo e professionale datato e firmato;

g) elenco descrittivo dei documenti allegati – di cui ai precedenti

punti – redatto in carta semplice;

h) la ricevuta che attesti l’avvenuto pagamento della tassa concorsuale

fissata in C 6,20 da effettuarsi o tramite versamento

sul c.c. postale n. 39468202 intestato all’Azienda Ospedaliera

«Ospedale Luigi Sacco» via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano

indicando nella causale «tassa ammissione concorso .......»,

oppure versando l’ammontare direttamente presso la Banca

Regionale Europea – agenzia interna all’Ospedale;

i) fotocopia documento d’identità.

I candidati qualora lo ritengano opportuno possono allegare la

documentazione relativa ai punti a), b), c), e) in originale o in fotocopia

autenticata o in copia semplice con dichiarazione di conformità

all’originale.

Ai fini dell’ammissione del candidato alla procedura, e della valutazione

dei titoli allegati, si precisa che:

• possono essere autocertificati ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00:

– titolo di studio, di qualifica professionale, di formazione professionale,

di qualificazione tecnica;

– iscrizione a scuole di ogni ordine e grado;

– iscrizione agli albi professionali;

– titoli che conferiscono diritti di preferenza in graduatoria;

– posizioni relative all’adempimento degli obblighi militari

comprese quelle di cui al d.P.R. 237/64, art. 77 così come

modificato dall’art. 21 l. 958/86;

• possono essere comprovati mediante dichiarazione sostitutiva

di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00:

– fatti e stati non compresi nell’art. 46 d.P.R. 445/00 (ad esempio

servizi lavorativi prestati presso P.A. o altre aziende);

– la conformità all’originale di copie fotostatiche non autenticate

di pubblicazioni, di partecipazione a corsi, congressi,

convegni, titoli di studio, di certificati di servizio e di ogni

altro documento non in originale allegato alla domanda ai

sensi dell’art. 19 d.P.R. 445/00.

Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono

o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46

del d.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761 in presenza delle quali il punteggio

di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione

deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Nel caso in cui per le suddette dichiarazioni non venissero utilizzati

i modelli allegati al bando è necessario, ai fini della validità,

che le stesse contengano:

– dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza);

– esplicita indicazione della consapevolezza delle sanzioni penali

previste dall’art. 76 d.P.R. 445/00 in caso di dichiarazione mendace

e della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti

al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere;

– indicazione di tutti gli elementi utili per identificare e valutare

i titoli autocertificati (ad esempio: nella dichiarazione di servizi

lavorativi deve indicarsi l’esatta denominazione dell’Azienda, la

data di inizio e cessazione del servizio, l’esatta qualifica ricoperta;

nella dichiarazione di titoli di studio deve indicarsi la

denominazione del titolo conseguito, la data di conseguimento,

l’ente che l’ha rilasciato, l’eventuale punteggio).

Qualora l’autocertificazione non fosse redatta nei termini sopra

indicati, la stessa non avrà effetto alcuno.

Y– 1853 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Ai sensi dell’art. 37 d.P.R. 445/00 non sono soggetti all’imposta di

bollo le domande ed i relativi documenti allegati per la partecipazione

ai concorsi presso le amministrazioni pubbliche.

Per quanto attiene al punteggio, che sarà attribuito alle prove d’esame

ed ai titoli, si specifica che complessivamente la commissione

esaminatrice disporrà di 100 punti così ripartiti:

A) I punti delle prove sono così suddivisi:

• 30 punti per la prova pratica,

• 30 punti per la prova orale.

B) I punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:

• 25 punti per la carriera,

• 4 punti per i titoli accademici e di studio,

• 4 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici,

• 7 punti per il curriculum formativo e professionale.

Il superamento della prova pratica e della prova orale è subordinato

al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa

in termini numerici di almeno 21/30.

Il diario delle prove, nonché la sede di espletamento, verrà pubblicato

sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie

Speciale «Concorsi ed esami», non meno di venti giorni prima dell’inizio

delle prove medesime, ovvero, in caso di numero esiguo di

candidati, sarà comunicato agli stessi, con raccomandata con ricevuta

di ritorno, non meno di venti giorni prima dell’inizio delle

prove.

Per sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di

idoneo documento di riconoscimento.

La graduatoria di merito dei candidati sarà formulata dall’apposita

commissione esaminatrice secondo l’ordine dei punti della valutazione

dei titoli prodotti da ciascun candidato, con l’osservanza, a

parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del d.P.R. 9 maggio

1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.

Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all’art.

16 del citato d.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni.

Ai sensi dell’art. 18, commi 6e7,deld.lgs. n. 215 dell’8 maggio

2001, il 30% dei posti è riservato ai volontari in ferma breve o in

ferma prefissata di durata di 5 anni delle tre forze armate, congedati

senza demerito, agli ufficiali di complemento in ferma biennale o

agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito

la ferma contratta.

In caso di parità di punteggio fra due o più candidati è preferito

il candidato più giovane di età, ai sensi dell’art. 2, comma 9, legge

191 del 16 giugno 1998.

La stipula del contratto individuale di lavoro avverrà secondo l’ordine

della graduatoria.

Il vincitore del concorso dovrà far pervenire entro 30 giorni dalla

data di presa servizio i seguenti documenti:

a) nascita;

b) cittadinanza italiana;

c) residenza;

d) godimento dei diritti politici;

e) stato di famiglia;

f) casellario giudiziale;

g) posizione relativa agli obblighi militari;

h) i documenti che comprovino il possesso dei requisiti richiesti

dal presente bando;

i) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza

e preferenza a parità di valutazione.

Qualora i vincitori volessero documentare quanto indicato alle

lettere precedenti mediante la consegna dei relativi documenti, si

precisa che ai sensi dell’art. 41 d.P.R. 445/2000 non saranno ritenuti

validi se rilasciati in data anteriore a mesi 6 rispetto a quella di

ricevimento della apposita comunicazione.

Detti documenti sono ammessi anche oltre il termine di validità

nel caso in cui l’interessato dichiari, in calce agli stessi, che le informazioni

in essi contenute non hanno subito variazioni dalla data di

rilascio.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione

della documentazione, l’Azienda non darà luogo alla stipulazione

dei contratti individuali di lavoro ed i candidati si intenderanno

decaduti.

L’accertamento dei requisiti di ammissione all’impiego verrà effettuato

dall’Azienda prima dell’immissione in servizio del vincitore

del concorso. Verificata la sussistenza dei requisiti di cui al comma

precedente, l’amministrazione, procederà alla stipula del contratto

individuale di lavoro, nel quale sarà indicata la data di presa servizio

e la durata del contratto.


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Y– 1854 –

L’amministrazione si riserva il diritto di prorogare, sospendere,

modificare o annullare il presente avviso nel rispetto delle norme di

legge vigenti.

Per tutto quanto non contemplato nel presente avviso si intendono

richiamate a tutti gli effetti le vigenti norme legislative ed in

particolare i CCNL sulla disciplina del rapporto di lavoro del personale

del comparto delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere, il d.P.R. 220

del 27 marzo 2001 e il d.P.R. n. 487 del 9 maggio 1994.

Informativa ai sensi dell’art. 13 legge 196/2003

Si informa che:

– i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso

l’unità operativa personale dell’Azienda Ospedaliera «Ospedale

Luigi Sacco» e trattati per le finalità di gestione del bando di

concorso e del rapporto di lavoro instaurato;

– il trattamento viene effettuato sia con strumenti cartacei sia

con elaboratori a disposizione degli uffici;

– i dati potranno essere comunicati unicamente alle amministrazioni

pubbliche interessate alla posizione giuridico-economica

dei candidati;

– il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione

dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso;

– il responsabile del trattamento è il direttore dell’unità operativa

personale;

– l’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 della citata legge,

tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, il diritto

di rettificare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti

o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto

di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi rivolgendosi

all’u.o. personale – ufficio concorsi – A.O. Ospedale Luigi Sacco

di Milano.

Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’unità

operativa personale – ufficio concorsi – dell’Azienda Ospedaliera

L. Sacco di via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano (telefono

02/39042358-2603-2620 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore

14.00 alle ore 16.00, sabato escluso).

Si informa che questo bando e i relativi moduli sono scaricabili

dal sito internet aziendale www.hsacco.it.

Per concorrere all’assegnazione del posto sono richiesti i seguenti requisiti

previsti dall’art. 26 del d.P.R. 27 marzo 2001 n. 220:

a) diploma di istruzione secondaria di primo grado o assolvimento

dell’obbligo scolastico;

b) cinque anni di esperienza professionale nel mestiere acquisita

presso enti o aziende pubbliche o private;

c) possesso del titolo specifico abilitante all’attività inerente il

profilo professionale a selezione.

Prove d’esame:

• prova pratica: consistente nell’esecuzione di tecniche specifiche

connesse alla qualificazione professionale a concorso;

• prova orale: vertente su argomenti inerenti il posto a concorso.

Il direttore gen.: Luigi Corradini

per delega il direttore U.O. personale:

Silvana De Zan

[BUR200806136]

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorsi

pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di

dirigente medico – disciplina di medicina e chirurgia d’accettazione

e d’urgenza – medici – ruolo sanitario e n. 1 posto di dirigente

medico – disciplina di gastroenterologia – medici – ruolo

sanitario

Il trattamento economico è quello previsto dai vigenti accordi per

il personale del Servizio Sanitario Nazionale.

Gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

b) incondizionata idoneità fisica all’impiego:

1. l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette – sarà effettuato

da una struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale,

prima dell’immissione in servizio;

2. il personale dipendente da amministrazioni ed enti di cui

agli artt. 25 e 26 comma 1 del d.P.R. 20 dicembre 1979

n. 761, è dispensato dalla visita medica;

c) godimento dei diritti politici;

d) non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante

la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non

sanabile.

I requisiti specifici e le prove d’esame vengono evidenziati in

calce al testo.

I suddetti requisiti di ammissione devono essere posseduti alla

data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso per la

presentazione delle domande di ammissione.

È abolito il limite di età ai sensi della l. 127 del 15 maggio 1997.

Sarà tenuto conto altresì della legge 10 aprile 1991, n. 125 che garantisce

la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro

come anche previsto dall’art. 27 del d.lgs. n. 165/2001.

I termini di presentazione della domanda di partecipazione, redatta

su carta semplice e indirizzata al direttore generale dell’Azienda

Ospedaliera «L. Sacco» – Polo Universitario – via G.B. Grassi, 74

– 20157 Milano, scadono il 30º giorno successivo a quello della data

di pubblicazione dell’estratto sulla Gazzetta Ufficiale.

Per le domande inoltrate a mezzo posta fa fede il timbro postale

di partenza purché compreso nei termini di scadenza del bando.

Si precisa che le domande in questione possono essere presentate

direttamente all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dal lunedì al

venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

La data di arrivo delle domande è stabilita dal timbro a calendario

apposto dall’ufficio protocollo sulle domande stesse.

Si informa che il sorteggio dai ruoli nominativi regionali dei componenti

le relative commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici

in oggetto avrà luogo il 30º giorno successivo la data di scadenza

del presente bando con inizio alle ore 11.00 presso l’ufficio concorsi

– U.O. personale – del Presidio Ospedaliero L. Sacco – via G.B.

Grassi, 74 – Milano.

Nella domanda, redatta in carta semplice, indirizzata al direttore

generale e sottoscritta dall’interessato, il candidato dovrà dichiarare,

sotto la propria responsabilità, oltre il nome e cognome:

1) la data e il luogo di nascita;

2) il comune e l’indirizzo di residenza;

3) il possesso della cittadinanza italiana o altra equivalente;

4) il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi

della non iscrizione o cancellazione dalle medesime;

5) di non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla

data di entrata in vigore del primo contratto collettivo;

6) le eventuali condanne riportate ed i procedimenti penali in

corso o l’assenza di condanne e di procedimenti penali in

corso;

7) il possesso del diploma di laurea necessario per l’ammissione

al concorso, la data, l’Università in cui è stato conseguito e

la votazione;

8) il possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione medico-chirurgica;

9) il possesso del diploma di specializzazione richiesto per l’ammissione;

10) l’iscrizione all’albo professionale dell’ordine dei medici precisando

la provincia;

11) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali

cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico

impiego;

12) la posizione riguardo agli obblighi militari;

13) la precisa indicazione del domicilio (recapito, via, località,

c.a.p. e numero di telefono con prefisso) al quale chiede che

vengano inviate le comunicazioni inerenti al concorso. Si fa

presente che eventuali variazioni di indirizzo dovranno essere

comunicate tempestivamente. In caso contrario l’amministrazione

è sollevata da qualsiasi responsabilità se il destinatario

è irreperibile presso l’indirizzo comunicato. In caso di

mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata

al precedente punto 2).

La sottoscrizione della domanda non è soggetta ad autenticazione

ai sensi dell’art. 39 d.P.R. 445/00.

Alla domanda devono essere allegati:

a) autocertificazione ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00 relativa ai

requisiti specifici richiesti per l’ammissione all’avviso (titolo

di studio – iscrizione all’albo);

b) autocertificazione ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00 relativa ai

titoli che conferiscono diritti e preferenze nella graduatoria;

c) i titoli di merito, attestati di servizio, documenti e certificazioni,

che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti

della valutazione di merito e della formulazione della graduatoria

– fotocopia documento d’identità – anche mediante


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47

d.P.R. 445/00;

d) le eventuali pubblicazioni che dovranno essere edite a stampa

e allegate per intero e di cui deve essere redatto specifico elenco.

Non sono ammessi lavori manoscritti, dattiloscritti ed in

bozza di stampa o in fotocopia non autenticata, o in copia

semplice senza dichiarazione di conformità all’originale;

e) autocertificazione ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00 relativa a

partecipazione a corsi, congressi, convegni precisando l’argomento,

il luogo, i giorni di partecipazione;

f) il curriculum formativo e professionale datato e firmato;

g) elenco descrittivo dei documenti allegati – di cui ai precedenti

punti – redatto in carta semplice ed in triplice copia;

h) fotocopia del documento d’identità;

i) la ricevuta che attesti l’avvenuto pagamento della tassa concorsuale

fissata in C 6,20 da effettuarsi o tramite versamento

sul c.c. postale n. 39468202 – Ospedale L. Sacco – via G.B.

Grassi, 74 – 20157 Milano indicando nella causale «tassa ammissione

concorso...», oppure versando l’ammontare direttamente

presso l’agenzia della Banca Regionale Europea – agenzia

interna all’Ospedale.

I candidati qualora lo ritengano opportuno possono allegare la

documentazione relativa ai punti a), b), c), e) in originale o in fotocopia

autenticata o in copia semplice con dichiarazione di conformità

all’originale.

Ai fini dell’ammissione del candidato alla procedura, e della valutazione

dei titoli allegati, si precisa che:

• possono essere autocertifcati ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00

(anche mediante modello di «Dichiarazione sostitutiva di certificazione»

allegato al bando):

– titolo di studio, di qualifica professionale, di formazione professionale,

di qualificazione tecnica;

– iscrizione a scuole di ogni ordine e grado;

– iscrizione agli albi professionali;

– titoli che conferiscono diritti di preferenza in graduatoria;

– posizioni relative all’adempimento degli obblighi militari

comprese quelle di cui al d.P.R. 237/64, art. 77 così come

modificato dall’art. 21 l. 958/86;

• possono essere comprovati mediante dichiarazione sostitutiva

di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00 (anche

mediante il modello allegato al presente bando):

– fatti e stati non compresi nell’art. 46 d.P.R. 445/00 (ad esempio

servizi lavorativi prestati presso P.A. o altre aziende);

– la conformità all’originale di copie fotostatiche non autenticate

di pubblicazioni, di partecipazione a corsi, congressi,

convegni, titoli di studio, di certificati di servizio e di ogni

altro documento non in originale allegato alla domanda ai

sensi dell’art. 19 d.P.R. 445/00.

Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono

o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46

del d.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761 in presenza delle quali il punteggio

di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione

deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Nel caso in cui per le suddette dichiarazioni non venissero utilizzati

i modelli allegati al bando è necessario, ai fini della validità,

che le stesse contengano:

– dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza);

– esplicita indicazione della consapevolezza delle sanzioni penali

previste dall’art. 76 d.P.R. 445/00 in caso di dichiarazione mendace

e della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti

al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere;

– indicazione di tutti gli elementi utili per identificare e valutare

i titoli autocertificati (ad esempio: nella dichiarazione di servizi

lavorativi deve indicarsi l’esatta denominazione dell’Azienda, la

data di inizio e cessazione del servizio, l’esatta qualifica ricoperta;

nella dichiarazione di titoli di studio deve indicarsi la

denominazione del titolo conseguito, la data di conseguimento,

l’ente che l’ha rilasciato, l’eventuale punteggio).

Qualora l’autocertificazione non fosse redatta nei termini sopra

indicati, la stessa non avrà effetto alcuno.

Si precisa che verranno effettuati controlli a campione sulla veridicità

delle autocertificazioni.

Ai sensi dell’art. 37 d.P.R. 445/00 non sono soggetti all’imposta di

bollo le domande ed i relativi documenti allegati per la partecipazione

ai concorsi presso le amministrazioni pubbliche.

Le prove d’esame consistono in una prova scritta, una prova pratica

ed una prova orale.

Y– 1855 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

Prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti

inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di

quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa.

Prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della disciplina

messa a concorso. Per le discipline dell’area chirurgica la prova, in

relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o

materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalità

a giudizio insindacabile della commissione. La prova pratica deve

comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto.

Prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché

sui compiti connessi alla funzione da conferire.

Per quanto attiene al punteggio, che sarà attribuito alle prove d’esame

ed ai titoli, si specifica che complessivamente la commissione

esaminatrice disporrà di 100 punti così ripartiti:

a) 20 punti per i titoli;

b) 80 punti per le prove d’esame.

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:

• 30 punti per la prova scritta,

• 30 punti per la prova pratica,

• 20 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:

• 10 punti per la carriera,

• 3 punti per i titoli accademici e di studio,

• 3 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici,

• 4 punti per il curriculum formativo e professionale.

Il superamento di ciascuna delle previste prove scritta e pratica

è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza

espressa in termini numerici di almeno 21/30.

Il superamento della prova orale è subordinato al raggiungimento

di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di

almeno 14/20.

Il diario delle prove, nonché la sede di espletamento, verranno

pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie

Speciale «Concorsi ed esami», non meno di venti giorni prima

dell’inizio delle prove medesime, ovvero, in caso di numero esiguo

di candidati, saranno comunicati agli stessi, con raccomandata con

ricevuta di ritorno, non meno di venti giorni prima dell’inizio delle

prove.

Per sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di

idoneo documento di riconoscimento.

La graduatoria di merito dei candidati sarà formulata dall’apposita

commissione esaminatrice secondo l’ordine dei punti della valutazione

dei titoli prodotti da ciascun candidato, con l’osservanza, a

parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del d.P.R. 9 maggio

1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.

Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all’art.

16 del citato d.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni.

Ai sensi dell’art. 18, commi 6e7,deld.lgs. n. 215 dell’8 maggio

2001, il 30% dei posti è riservato ai volontari in ferma breve o in

ferma prefissata di durata di 5 anni delle tre forze armate, congedati

senza demerito, anche al termine o durante le eventuali rafferme

contratte, agli ufficiali di complemento in ferma biennale o agli ufficiali

in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la

ferma contratta.

In caso di parità di punteggio fra due o più candidati è preferito

il candidato più giovane di età, ai sensi dell’art. 2, comma 9, legge

191 del 16 giugno 1998.

La stipula del contratto individuale di lavoro avverrà secondo l’ordine

della graduatoria. Il vincitore del concorso dovrà far pervenire

(o autocertificare ai sensi dell’art. 46 del d.P.R. 445/2000) entro 30

giorni dalla data di presa servizio i seguenti documenti:

a) nascita;

b) cittadinanza italiana;

c) residenza;

d) godimento dei diritti politici;

e) stato di famiglia;

f) casellario giudiziale;

g) posizione relativa agli obblighi militari;

h) i documenti che comprovino il possesso dei requisiti di ammissione

richiesti dal presente bando;

i) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza

e preferenza a parità di valutazione.

I documenti di cui al punto h) dovranno essere necessariamente

prodotti in originale o in fotocopia autocertificata.

Qualora i vincitori volessero documentare quanto indicato alle


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

lettere precedenti mediante la consegna dei relativi documenti, si

precisa che ai sensi dell’art. 41 d.P.R. 445/2000 non saranno ritenuti

validi se rilasciati in data anteriore a mesi 6 rispetto a quella di

ricevimento della apposita comunicazione. Detti documenti sono

ammessi anche oltre il termine di validità nel caso in cui l’interessato

dichiari, in calce agli stessi, che le informazioni in essi contenute

non hanno subìto variazioni dalla data di rilascio.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione

della documentazione, l’Azienda non darà luogo alla stipulazione

dei contratti individuali di lavoro ed i candidati si intenderanno

decaduti. L’accertamento dei requisiti di ammissione all’impiego

verrà effettuato dall’Azienda prima dell’immissione in servizio del

vincitore del concorso.

Verificata la sussistenza dei requisiti di cui al comma precedente,

l’amministrazione, procederà alla stipula del contratto individuale

di lavoro, nel quale sarà indicata la data di presa servizio.

L’amministrazione si riserva il diritto di prorogare, sospendere,

modificare o annullare il presente avviso nel rispetto delle norme di

legge vigenti.

Per tutto quanto non contemplato nel presente avviso si intendono

richiamate a tutti gli effetti le vigenti norme legislative ed in

particolare i CCNL sulla disciplina del rapporto di lavoro del personale

della dirigenza medica delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere, il

d.P.R. 483 del 10 dicembre 1997 e il d.P.R. n. 487 del 9 maggio

1994.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 196/2003

Si informa che:

– i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso

l’unità operativa personale dell’Azienda Ospedaliera «Ospedale

Luigi Sacco» – e trattati per le finalità di gestione del bando di

concorso e del rapporto di lavoro instaurato;

– il trattamento viene effettuato sia con strumenti cartacei sia

con elaboratori a disposizione degli uffici;

– i dati potranno essere comunicati unicamente alle amministrazioni

pubbliche interessate alla posizione giuridico-economica

dei candidati;

– il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione

dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso;

– il responsabile del trattamento è il direttore dell’unità operativa

personale;

– l’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato d.lgs., tra

i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, il diritto

di rettificare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti

o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto

di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi rivolgendosi

all’U.O. personale – ufficio concorsi – A.O. Ospedale Luigi Sacco

di Milano.

Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’unità

operativa personale – ufficio concorsi dell’Azienda Ospedaliera

L. Sacco – via G.B. Grassi, 74 – Milano (tel. 0239042358-603-620

dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00, sabato

escluso).

Si informa che questo bando e i relativi moduli sono scaricabili

dal sito internet aziendale www.hsacco.it.

Per concorrere all’assegnazione dei posti di dirigente medico

sono richiesti i seguenti requisiti previsti dall’art. 24 del d.P.R.

483/97:

a) laurea in medicina e chirurgia;

b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso (specificare

se le specializzazioni sono state conseguite ai sensi del

d.lgs. n. 257/91 e la durata del corso di specializzazione);

c) iscrizione al relativo albo, attestata da certificato in data non

anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del presente

bando.

Si precisa inoltre quanto segue: art. 56 d.P.R. 483/97:

1. ai fini dei concorsi disciplinati nel Capo I – Titolo III, alla specializzazione

ed al servizio nella disciplina sono equivalenti la

specializzazione ed il servizio in una delle discipline riconosciute

equipollenti ai sensi della normativa regolamentare concernente

i requisiti di accesso al 2º livello dirigenziale del personale

del Servizio Sanitario Nazionale.

Fermo restando quanto previsto dall’art. 56 comma 2, ai sensi del

d.lgs. 254/00, la specializzazione nella disciplina può essere sostituita

dalla specializzazione in una disciplina affine.

Si rammenta che i suddetti requisiti di ammissione devono essere

Y– 1856 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente

avviso per la presentazione delle domande di ammissione.

Il direttore gen.: Luigi Corradini

per delega

Il direttore U.O. personale:

Silvana De Zan

[BUR200806137]

Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco – Milano – Concorso

pubblico, per titoli ed esami, per la stipula di n. 5 contratti individuali

di lavoro a tempo indeterminato in qualità di C.P.S. infermiere

pediatrico – cat. D

Il trattamento economico è quello previsto dai vigenti accordi per

il personale del Servizio Sanitario Nazionale.

Gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi

vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

b) incondizionata idoneità fisica all’impiego:

1. l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza

delle norme in tema di categorie protette – sarà effettuato

da una struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale,

prima dell’immissione in servizio;

2. il personale dipendente da amministrazioni ed enti di cui

al punto 1) della presente lettera è dispensato dalla visita

medica;

c) godimento dei diritti politici;

d) non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla data di

entrata in vigore del primo contratto collettivo (2 settembre

1995).

I requisiti specifici e le prove d’esame vengono evidenziati in

calce al testo.

Si rammenta che i requisiti di ammissione devono essere posseduti

alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso

per la presentazione delle domande di ammissione.

È abolito il limite di età ai sensi della l. 127 del 15 maggio 1997.

Sarà tenuto conto altresì della legge 10 aprile 1991, n. 125 che

garantisce la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al

lavoro come anche previsto dall’art. 27 del d.lgs. n. 165/2001.

I termini di presentazione della domanda di partecipazione redatta

su carta semplice e indirizzata al Direttore Generale di questa

Azienda Ospedaliera scadranno il 30º giorno successivo alla data di

pubblicazione dell’estratto sulla Gazzetta Ufficiale e dovranno essere

inoltrate al seguente recapito: «Azienda Ospedaliera “Ospedale

Luigi Sacco” – via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano».

Per le domande inoltrate a mezzo posta fa fede il timbro postale

di partenza purché compreso nei termini di scadenza del bando.

La data di arrivo delle domande è stabilita dal timbro a calendario

apposto dall’ufficio protocollo sulle domande stesse.

Si precisa che le domande in questione possono essere presentate

direttamente all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dal lunedì al

venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

Nella domanda, redatta in carta semplice, indirizzata al direttore

generale e sottoscritta dall’interessato, il candidato dovrà dichiarare,

sotto la propria responsabilità, oltre il nome e cognome:

1) la data e il luogo di nascita;

2) il comune e il luogo di residenza;

3) il possesso della cittadinanza italiana o altra equivalente;

4) il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi

della non iscrizione o cancellazione dalle medesime;

5) di non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica

amministrazione ovvero licenziato a decorrere dalla

data di entrata in vigore del primo contratto collettivo;

6) le eventuali condanne riportate ed i procedimenti penali in

corso o l’assenza di condanne e di procedimenti penali in

corso;

7) il possesso del titolo di studio necessario per l’ammissione

al concorso, la data e l’Istituto in cui è stato conseguito, la

votazione;

8) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali

cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico

impiego;

9) la posizione riguardo agli obblighi militari;

10) la precisa indicazione del domicilio (recapito, via, località,

c.a.p. e numero di telefono con prefisso) al quale chiede che

vengano inviate le comunicazioni inerenti al concorso. Si fa

presente che eventuali variazioni di indirizzo dovranno esse-


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

re comunicate tempestivamente. In caso contrario l’amministrazione

è sollevata da qualsiasi responsabilità se il destinatario

è irreperibile presso l’indirizzo comunicato. In caso di

mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata

al precedente punto 2).

La sottoscrizione della domanda non è soggetta ad autenticazione

ai sensi dell’art. 39 d.P.R. 445/00.

Alla domanda devono essere allegati:

a) i requisiti specifici richiesti per l’ammissione al concorso (titolo

di studio – iscrizione all’albo) anche mediante dichiarazione

sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

b) i titoli relativi che conferiscono diritti e preferenze nella graduatoria,

anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio

ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

c) i titoli di merito, attestati di servizio, documenti e certificazioni,

che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti

della valutazione di merito e della formulazione della graduatoria,

anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio

ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00;

d) le eventuali pubblicazioni che dovranno essere edite a stampa

e allegate per intero e di cui deve essere redatto specifico elenco.

Non sono ammessi lavori manoscritti, dattiloscritti ed in

bozza di stampa o in fotocopia non autenticata, o in copia

semplice senza dichiarazione di conformità all’originale;

e) partecipazione a corsi, congressi, convegni anche mediante dichiarazione

sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47

d.P.R. 445/00 precisando, in questo caso, l’argomento, il luogo,

i giorni di partecipazione e se con superamento esame;

f) il curriculum formativo e professionale datato e firmato;

g) elenco descrittivo dei documenti allegati – di cui ai precedenti

punti – redatto in carta semplice;

h) la ricevuta che attesti l’avvenuto pagamento della tassa concorsuale

fissata in C 6,20 da effettuarsi o tramite versamento

sul c.c. postale n. 39468202 intestato all’Azienda Ospedaliera

«Ospedale Luigi Sacco» via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano

indicando nella causale «tassa ammissione concorso...», oppure

versando l’ammontare direttamente presso la Banca Regionale

Europea – agenzia interna all’Ospedale;

i) fotocopia documento d’identità.

I candidati qualora lo ritengano opportuno possono allegare la

documentazione relativa ai punti a), b), c), e) in originale o in fotocopia

autenticata o in copia semplice con dichiarazione di conformità

all’originale.

Ai fini dell’ammissione del candidato alla procedura, e della valutazione

dei titoli allegati, si precisa che:

• possono essere autocertificati ai sensi dell’art. 46 d.P.R. 445/00:

– titolo di studio, di qualifica professionale, di formazione professionale,

di qualificazione tecnica;

– iscrizione a scuole di ogni ordine e grado;

– iscrizione agli albi professionali;

– titoli che conferiscono diritti di preferenza in graduatoria;

– posizioni relative all’adempimento degli obblighi militari

comprese quelle di cui al d.P.R. 237/64, art. 77 così come

modificato dall’art. 21 l. 958/86;

• possono essere comprovati mediante dichiarazione sostitutiva

di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 d.P.R. 445/00:

– fatti e stati non compresi nell’art. 46 d.P.R. 445/00 (ad esempio

servizi lavorativi prestati presso P.A. o altre aziende);

– la conformità all’originale di copie fotostatiche non autenticate

di pubblicazioni, di partecipazione a corsi, congressi,

convegni, titoli di studio, di certificati di servizio e di ogni

altro documento non in originale allegato alla domanda ai

sensi dell’art. 19 d.P.R. 445/00.

Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono

o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46

del d.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761 in presenza delle quali il punteggio

di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione

deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Nel caso in cui per le suddette dichiarazioni non venissero utilizzati

i modelli allegati al bando è necessario, ai fini della validità,

che le stesse contengano:

– dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza);

– esplicita indicazione della consapevolezza delle sanzioni penali

previste dall’art. 76 d.P.R. 445/00 in caso di dichiarazione mendace

e della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti

al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere;

Y– 1857 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

– indicazione di tutti gli elementi utili per identificare e valutare

i titoli autocertificati (ad esempio: nella dichiarazione di servizi

lavorativi deve indicarsi l’esatta denominazione dell’Azienda, la

data di inizio e cessazione del servizio, l’esatta qualifica ricoperta;

nella dichiarazione di titoli di studio deve indicarsi la

denominazione del titolo conseguito, la data di conseguimento,

l’ente che l’ha rilasciato, l’eventuale punteggio).

Qualora l’autocertificazione non fosse redatta nei termini sopra

indicati, la stessa non avrà effetto alcuno.

Ai sensi dell’art. 37 d.P.R. 445/00 non sono soggetti all’imposta di

bollo le domande ed i relativi documenti allegati per la partecipazione

ai concorsi presso le amministrazioni pubbliche.

Per quanto attiene al punteggio, che sarà attribuito alle prove d’esame

ed ai titoli, si specifica che complessivamente la commissione

esaminatrice disporrà di 100 punti così ripartiti:

A) I punti delle prove sono così suddivisi:

– 30 punti per la prova scritta;

– 20 punti per la prova pratica;

– 20 punti per la prova orale.

B) I punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:

– 15 punti per la carriera;

– 4 punti per i titoli accademici e di studio;

– 4 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici;

– 7 punti per il curriculum formativo e professionale.

Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento

di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di

almeno 21/30.

Il superamento della prova pratica e della prova orale è subordinato

al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa

in termini numerici di almeno 14/20 ciascuna.

Il diario delle prove, nonché la sede di espletamento, verranno

pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie

Speciale «Concorsi ed esami», non meno di venti giorni prima

dell’inizio delle prove medesime, ovvero, in caso di numero esiguo

di candidati, saranno comunicati agli stessi, con raccomandata con

ricevuta di ritorno, non meno di venti giorni prima dell’inizio delle

prove.

Per sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di

idoneo documento di riconoscimento.

La graduatoria di merito dei candidati sarà formulata dall’apposita

commissione esaminatrice secondo l’ordine dei punti della valutazione

dei titoli prodotti da ciascun candidato, con l’osservanza, a

parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del d.P.R. 9 maggio

1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.

Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all’art.

16 del citato d.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni.

Ai sensi dell’art. 18, commi 6e7,deld.lgs. n. 215 dell’8 maggio

2001, il 30% dei posti è riservato ai volontari in ferma breve o in

ferma prefissata di durata di 5 anni delle tre forze armate, congedati

senza demerito, agli ufficiali di complemento in ferma biennale o

agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito

la ferma contratta.

In caso di parità di punteggio fra due o più candidati è preferito

il candidato più giovane di età, ai sensi dell’art. 2, comma 9, legge

191 del 16 giugno 1998.

La stipula del contratto individuale di lavoro avverrà secondo l’ordine

della graduatoria.

Il vincitore del concorso dovrà far pervenire (o autocertificare ai

sensi dell’art. 46 del d.P.R. 445/2000) entro 30 giorni dalla data di

presa servizio i seguenti documenti:

a) nascita;

b) cittadinanza italiana;

c) residenza;

d) godimento dei diritti politici;

e) stato di famiglia;

f) casellario giudiziale;

g) posizione relativa agli obblighi militari;

h) i documenti che comprovino il possesso dei requisiti richiesti

dal presente bando;

i) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza

e preferenza a parità di valutazione.

I documenti di cui al punto h) dovranno essere necessariamente

prodotti in originale o in fotocopia autocertificata.

Qualora i vincitori volessero documentare quanto indicato alle

lettere precedenti mediante la consegna dei relativi documenti, si


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

Y– 1858 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

precisa che ai sensi dell’art. 41 d.P.R. 445/2000 non saranno ritenuti

validi se rilasciati in data anteriore a mesi 6 rispetto a quella di

ricevimento della apposita comunicazione. Detti documenti sono

ammessi anche oltre il termine di validità nel caso in cui l’interessato

dichiari, in calce agli stessi, che le informazioni in essi contenute

non hanno subìto variazioni dalla data di rilascio.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione

della documentazione, l’Azienda non darà luogo alla stipulazione

dei contratti individuali di lavoro ed i candidati si intenderanno

decaduti.

L’accertamento dei requisiti di ammissione all’impiego verrà effettuato

dall’Azienda prima dell’immissione in servizio del vincitore

del concorso.

Verificata la sussistenza dei requisiti di cui al comma precedente,

l’amministrazione, procederà alla stipula del contratto individuale

di lavoro, nel quale sarà indicata la data di presa servizio e la durata

del contratto.

L’amministrazione si riserva il diritto di prorogare, sospendere,

modificare o annullare il presente avviso nel rispetto delle norme di

legge vigenti.

Per tutto quanto non contemplato nel presente avviso si intendono

richiamate a tutti gli effetti le vigenti norme legislative ed in

particolare i CCNL sulla disciplina del rapporto di lavoro del personale

del comparto delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere, il d.P.R. 220

del 27 marzo 2001 e il d.P.R. n. 487 del 9 maggio 1994.

Informativa ai sensi dell’art. 13

del d.lgs. 196 del 30 giugno 2003

Si informa che:

– i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso

l’unità operativa personale dell’Azienda Ospedaliera «Ospedale

Luigi Sacco» e trattati per le finalità di gestione del bando di

concorso e del rapporto di lavoro instaurato;

– il trattamento viene effettuato sia con strumenti cartacei sia

con elaboratori a disposizione degli uffici;

– i dati potranno essere comunicati unicamente alle amministrazioni

pubbliche interessate alla posizione giuridico-economica

dei candidati;

– il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione

dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso;

– il responsabile del trattamento è il direttore dell’unità operativa

personale;

– l’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del d.lgs. sopra citato,

tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano,

il diritto di rettificare, completare o cancellare i dati erronei,

incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché

il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi

rivolgendosi all’u.o. personale – ufficio concorsi – A.O. Ospedale

Luigi Sacco di Milano.

Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’unità

operativa personale – ufficio concorsi dell’Azienda Ospedaliera

L. Sacco di via G.B. Grassi, 74 – 20157 Milano (tel. 02/39042358-

603-620 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00,

sabato escluso).

Si informa che questo bando e i relativi moduli sono scaricabili

dal sito internet aziendale www.hsacco.it.

——— • ———

CONCORSO PUBBLICO DI C.P.S. INFERMIERE PEDIATRICO –

CAT. D

I requisiti specifici, previsti dall’art. 30 del d.P.R. 220 del 27 marzo

2001, sono i seguenti:

a) diploma universitario di infermiere pediatrico conseguito ai

sensi dell’art. 6, comma 3, del d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502,

e successive modificazioni, ovvero i dipolmi e attestati conseguiti

in base al precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti,

ai sensi delle vigenti disposizioni, al diploma universitario

ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso

ai pubblici uffici;

b) iscrizione al relativo albo professionale, attestata da certificato

rilasciato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di

scadenza del presente bando. L’iscrizione al corrispondente

albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea, ove

prevista, consente la partecipazione al bando, fermo restando

l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione

in servizio.

Le prove d’esame saranno le seguenti:

• prova scritta: vertente su argomento scelto dalla commissione

attinente alla materia oggetto del concorso. È prevista la possibilità

che la prova scritta possa consistere anche nella soluzione

di quesiti a risposta sintetica;

• prova pratica: consistente nella esecuzione di tecniche specifiche

relative alla materia oggetto del concorso o nella predisposizione

di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta;

• prova orale: verterà su argomenti attinenti la materia oggetto

del concorso, su elementi di informatica e su elementi, a livello

iniziale, di una delle seguenti lingue: inglese o francese.

Il direttore gen.: Luigi Corradini

per delega il direttore U.O. personale:

Silvana De Zan

[BUR200806138]

Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano –

Indizione di avviso pubblico per il conferimento di n. 1 incarico

quinquennale di dirigente medico – disciplina oncologia – direttore

della struttura complessa di cure palliative (terapia del

dolore – riabilitazione)

Si rende noto che in esecuzione della determinazione n. 336DG

del 9 maggio 2008, è indetto il seguente avviso pubblico:

– n. 1 incarico quinquennale di dirigente medico – disciplina oncologia

– direttore della s.c. cure palliative (terapia del dolore

– riabilitazione).

La domanda di ammissione all’avviso pubblico in oggetto, datata

e firmata, redatta in carta libera, e corredata della documentazione

richiesta dovrà pervenire alla struttura complessa gestione risorse

umane – ufficio concorsi della Fondazione IRCCS «Istituto Nazionale

dei Tumori» – via G. Venezian n. 1 – 20133 Milano, entro e

non oltre le ore 12.00 del trentesimo giorno successivo alla data di

pubblicazione del presente estratto di bando sulla Gazzetta Ufficiale

della Repubblica italiana – Parte prima, IV Serie Speciale «Concorsi

ed esami».

Il bando integrale sarà disponibile on line sul sito della Fondazione

www.istitutotumori.mi.it alla sezione concorsi; gli interessati potranno

altresì ritirarne copia presso la s.c. gestione risorse umane

– ufficio concorsi della Fondazione stessa dopo la pubblicazione

sulla Gazzetta Ufficiale.

Per ulteriori informazioni: s.c. G.R.U. – ufficio concorsi – tel.

02/23903151-2255-2523.

Milano, 3 giugno 2008

Il direttore s.c. G.R.U.:

Valerio Saura

[BUR200806139]

Istituto Nazionale Riposo e Cura per Anziani V.E. II – Istituto

Ricovero e Cura a Carattere Scientifico – Ancona – Avviso pubblico

finalizzato alla formazione di un elenco di idonei da utilizzarsi

per il conferimento di contratti di collaborazione

L’I.N.R.C.A. – Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

rende pubblico l’avviso per l’individuazione di esperti di particolare

e comprovata specializzazione universitaria da inserire in apposito

elenco istituito presso l’U.O. Gestione risorse umane dell’Amministrazione

centrale dell’Istituto sita in Ancona – V. S. Margherita

n. 5, all’interno del quale si potranno selezionare ed individuare

soggetti disponibili ad assumere eventuali incarichi professionali di

collaborazione per le esigenze dell’Istituto, mediante comparazione

dei curricula, predisposti su modello europeo, secondo le modalità

previste dal regolamento aziendale approvato con determina del direttore

generale n. 6/DGEN dell’11 gennaio 2008.

Tenuto conto della specifica mission dell’Istituto, le categorie di

attività vengono suddivise fra le seguenti aree:

– medica;

– sanitaria;

– amministrativa;

– area professionale/tecnica.

Gli interessati, al fine dell’inserimento del nominativo e del profilo

professionale nel sopra menzionato elenco dovranno inviare, apposita

istanza.

È ammessa l’iscrizione per non più di due aree.

Le istanze di inserimento, redatte in carta semplice utilizzando il

modello allegato al presente bando, sottoscritte dagli interessati e

corredate dalla prescritta documentazione nonché dagli altri eventuali

titoli, vanno dirette al direttore generale dell’I.N.R.C.A. Istituto

Nazionale di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico – via S. Margherita

n. 5 – 60124 Ancona, e devono essere inoltrate tramite servizio

postale (racc. A.R.) oppure presentate in busta chiusa direttamente

all’ufficio protocollo dell’Istituto, stesso indirizzo, tutti i giorni

feriali escluso il sabato.

La firma in calce alla domanda deve essere sottoscritta in forma


Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia

leggibile e per esteso dall’interessato. Ai sensi dell’art. 39 del d.P.R.

n. 445/2000, non necessita l’autenticazione della firma.

L’amministrazione si riserva la facoltà di verificare la veridicità

delle dichiarazioni prodotte nonché di richiedere la documentazione

relativa prima di emettere il provvedimento finale favorevole. In

caso di falsa dichiarazione si applicano le disposizioni di cui all’art.

76 del d.P.R. 445/2000, con la conseguente decadenza dai benefici

connessi al concorso.

Nella domanda di partecipazione gli aspiranti devono, inoltre, dichiarare

sotto la propria responsabilità:

a) la data, il luogo di nascita e la residenza;

b) il godimento dei diritti civili;

c) le eventuali condanne penali riportate (in caso negativo, dichiararne

espressamente l’assenza);

d) il titolo di studio posseduto nonché il titolo di abilitazione e

di iscrizione all’albo professionale;

e) l’assenza di eventuali cause di incompatibilità;

f) il domicilio presso il quale deve essere fatta ad ogni effetto

ogni necessaria comunicazione ed un recapito telefonico. In

caso di mancata indicazione vale la residenza di cui alla lettera

a) che precede;

g) di prestare il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi

del d.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003.

Il conferimento dei predetti incarichi, se necessari, avrà luogo a

partire dal trentesimo giorno dalla data dell’avviso medesimo.

Il presente avviso è altresì riportato sul sito internet www.inrca.it

ed affisso presso gli uffici.

Il direttore generale: Antonio Aprile

——— • ———

Al Direttore Generale dell’I.N.R.C.A.

via Santa Margherita n. 5

60124 Ancona AN

Il/La sottoscritto/a ................................................................................

CHIEDE

di essere inserito nell’elenco di esperti di particolare e comprovata

specializzazione universitaria da utilizzarsi per il conferimento di

contratti di collaborazione.

A tal fine dichiara sotto la propria responsabilità ai sensi del

d.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000:

1) di essere nato/a a ................................................ il ...................;

2) di essere residente a ............................................... CAP ...........

via .......................................................... n. ....... tel. ..................;

3) di avere il godimento dei diritti civili;

4) di non avere riportato condanne penali (in caso positivo, indicare

quali);

5) di essere in possesso del titolo di studio ...................................

e della specializzazione in ..........................................................

(o di altro titolo sostitutivo);

6) di essere iscritto all’Albo ............................................................;

7) di prestare il consenso al trattamento dei dati personali secondo

il d.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003.

Chiede inoltre che ogni eventuale comunicazione venga fatta al

seguente indirizzo: ...............................................................................

Allega i seguenti documenti:

– curriculum su modello europeo datato e firmato;

– elenco in triplice copia dei documenti e dei titoli prodotti;

– fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità;

– .........................................................................................................

Data .................................

Firma

.........................................................

Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Concernente fatti, stati o qualità personali a diretta conoscenza dell’interessato

(artt. 19 e 47, d.P.R. n. 445/00)

Il sottoscritto ........................................................................................

nato a ............................................................... il ................................

residente in ........................... via ........................................................

Consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76, d.P.R. 28 dicembre

2000, n. 445 per le dichiarazioni mendaci e nelle ipotesi di

falsità in atti. Consapevole altresì di incorrere nella decadenza dai

benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato dall’amministrazione,

qualora in sede di controllo emerga la non veridicità

del contenuto della dichiarazione, sotto la propria responsabilità

Y– 1859 –

Serie Inserzioni e Concorsi - N. 33 - 13 agosto 2008

DICHIARA

Che le fotocopie dei seguenti documenti:

................................................................................................................

................................................................................................................

................................................................................................................

sono la riproduzione totale o parziale dei corrispondenti originali

in mio possesso.

(luogo e data)

(il dichiarante)

Si allega fotocopia del documento di identità in corso di validità.

[BUR200806140]

Azienda di Servizi alla Persona Valsasino – San Colombano al

Lambro (MI) – Selezione pubblica per esami (esclusi titoli) per

l’assunzione a tempo indeterminato di un collaboratore professionale

sanitario – infermiere – tempo pieno (cat. D – CCNL

comparto sanità), nonché per eventuali assunzioni con contratto

a tempo determinato

Titolo di ammissione richiesto: diploma universitario in scienze

infermieristiche, oppure diploma di infermiere professionale; per i

titoli conseguiti all’estero è richiesto il provvedimento ministeriale

di riconoscimento del titolo ai fini dell’esercizio professionale in Italia,

secondo la vigente normativa in materia; iscrizione all’albo professionale

degli infermieri professionali (I.P.A.S.V.I.).

Ai fini della successiva eventuale stipulazione di contratti di

assunzione a tempo determinato, in conformità a quanto previsto

nella circolare Ministero Sanità DSP/II.L.40/EC-1259 del 14 aprile

2000, sono ammessi alla selezione anche i cittadini di Stati extracomunitari

in possesso dei requisiti indicati nel bando.

Termine di scadenza presentazione domande: venerdì 12 settembre

2008.

Le prove d’esame si svolgeranno il giorno 1º ottobre 2008 (mercoledì)

presso la sede dell’A.S.P. – via Valsasino n. 116 – San Colombano

al Lambro (MI), secondo il seguente programma (fatta salva diversa

comunicazione):

– prova scritta con inizio dalle ore 9.30;

– prova pratico-attitudinale con inizio dalle ore 13.00;

– colloquio con inizio dalle ore 15.00.

Gli orari di inizio della prova pratico-attitudinale e del colloquio

potranno subire variazioni in relazione al numero di candidati presenti

per sostenere le prove d’esame.

I candidati dovranno presentarsi alle suddette prove d’esame, nella

data/ora/luogo sopra fissati, senza necessità di ulteriore comunicazione

scritta; soltanto ai candidati esclusi dalla selezione verrà

data motivata comunicazione scritta prima della data fissata per lo

svolgimento della prima prova d’esame.

Il testo integrale del bando è disponibile sul sito internet dell’A.S.P.

www.aspvalsasino.it (sezione bandi) e può essere richiesto

al servizio personale dell’A.S.P. – via Valsasino 116 – San Colombano

al Lambro (MI) – tel. 0371.2900206-207 – fax 0371.200342 – posta

elettronica: direzione.amministrativa@)aspvalsasino.it.

San Colombano al Lambro, 13 agosto 2008

Il direttore generale:

Roberto Midali

[BUR200806141]

Consorzio Gestione Associata dei Laghi Maggiore, Comabbio,

Monate e Varese – Laveno Mombello (VA) – Avviso di concorso

pubblico per esami per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato,

di n. 1 posto di «Istruttore tecnico – geometra»

È indetto concorso pubblico per esami per la copertura, a tempo

pieno ed indeterminato, di n. 1 posto di «Istruttore tecnico – geometra»

– categoria C – posizione economica C.1 – CCNL 11 aprile 2008

presso il servizio tecnico.

Scadenza presentazione domande: 25 settembre 2008.

Il testo del bando di concorso e lo schema di domanda sono pubblicati

sul sito internet www.consorziolaghi.va.it e sono reperibili

presso la sede del Consorzio in via Maria Ausiliatrice 13 a Laveno

Mombello, nei seguenti orari di apertura: martedì, mercoledì e venerdì

dalle ore 10.30 alle ore 13.00.

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno contattare l’ufficio

suddetto, al n. tel. 0332.661330.

Laveno Mombello, 30 luglio 2008

Il resp. servizio amministrativo:

Renata Panighini