Views
3 years ago

BAGNACAVALLO - web matic

BAGNACAVALLO - web matic

mercato e riproponendo

mercato e riproponendo l’accordo con la tesoreria comunale per la concessione di mutui prima casa a tasso agevolato. Immigrazione: la sfida di una società multiculturale La nostra comunità ha radici forti e deve saper accogliere e incontrare donne e uomini che arrivano da altri continenti e portano con sé esperienze e tradizioni diverse, offrendo parità di diritti e cittadinanza. Al contempo deve esigere rispetto delle leggi e delle regole. Il confine di una società aperta è dettato dalla cultura della legalità. Va prodotto il massimo contrasto, di concerto con le forze dell’ordine, verso tutte le situazioni a rischio di illegalità legate all’immigrazione, dalla clandestinità al lavoro nero al commercio abusivo, con un’azione concertata tra privato sociale, servizi pubblici, Polizia Municipale e forze dell’ordine. Siamo convinti che la ricerca del dialogo interculturale, del confronto fra le diverse identità, sia in realtà il modo più efficace per espandere i valori del pluralismo, riempire i vuoti che generano insicurezza, avvicinare le persone. È la strada maestra per una società multietnica. Bisogna promuovere una cittadinanza che punti alla centralità delle persone e ai loro diritti. La conoscenza è il presupposto per l’accoglienza e per l’integrazione: è questo il principio che segna la novità, che supera l’idea dell’integrazione vissuta come un problema da risolvere verso la prospettiva di un’opportunità da cogliere. In una tale prospettiva il pensiero va immediatamente alla scuola. Dobbiamo ripartire dalla scuola perché essa può giocare in quest’ambito un importantissimo ruolo di prevenzione. Perché se oggi l’integrazione a scuola riesce, si allontanano per il futuro scenari di conflitti sociali e si disegna una società che cresce multietnica, unita e coesa. Il tavolo di confronto fra Comune e associazioni di volontariato che si occupano anche di integrazione e inclusione sociale costituisce un passaggio essenziale per la partecipazione dei cittadini stranieri alla vita pubblica. Dovrà essere un’occasione di integrazione politica e istituzionale, ove discutere e risolvere i problemi aperti nel territorio, e uno strumento essenziale dell’Amministrazione per concertare le azioni dirette ai cittadini stranieri. Da questo punto di vista è strategico e necessario operare in modo coordinato su tutto il territorio dell’Unione dei Comuni per un’integrazione delle politiche di settore, e non solo, nella logica di un approccio complesso e unitario che richiama tutti a una riflessione costante sui bisogni emergenti e sulle risposte individuate e da individuare, in particolare verificando le diverse forme di partecipazione sperimentate ed estendendo le buone pratiche. Il progetto sovracomunale “Sportello di accoglienza per i cittadini stranieri” e il nuovo strumento informatico adottato dall’Ufficio Anagrafe di Bagnacavallo rivestono un ruolo fondamentale per l’integrazione dei cittadini stranieri e vanno consolidati. Quinto progetto L’ARTE E LA CULTURA PER UNA MIGLIORE QUALITÀ DELLA VITA Bagnacavallo deve continuare a promuovere e valorizzare la sua vocazione di città della cultura. La cultura è qualità della vita, è esperienza di socialità, è esercizio del senso critico. È un grande segno di progresso e civiltà il fatto che in questi anni la partecipazione al fare cultura, nella nostra città, abbia assunto dimensioni sempre più ampie e qualificate. Negli ultimi dieci anni, la nostra città ha cambiato volto e vissuto un forte fenomeno di crescita culturale. La cultura è certamente un forte riferimento di identità per Bagnacavallo. La piena valorizzazione del patrimonio storico-artistico-monumentale e la produzione di nuova cultura rappresentano 25

elementi significativi per il nostro futuro. Inoltre, la cultura nel suo nesso con il turismo può diventare uno degli assi portanti dello sviluppo economico del territorio. In questi anni la crescita si è potuta realizzare in virtù della concertazione tra enti e istituzioni e della collaborazione intensa tra pubblico e privato. Una delle specificità locali è rappresentata dalle politiche di valorizzazione della città e del centro storico, intesi come luoghi integrati di spazi, di occasioni che creano socializzazione, cultura, economia. La conservazione e la valorizzazione dei beni di interesse storico e artistico della nostra città si sono sviluppate anche attraverso la collaborazione con il Comitato per i beni storici a rischio, grazie alla quale è stato possibile realizzare interventi su alcune strutture architettoniche e iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Bagnacavallo, nel continuare a essere uno dei principali centri di attività culturale del territorio, svolge un ruolo di capofila nell’ambito dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. È stato così avviato un importante progetto di gestione associata delle istituzioni culturali. Il progetto intende qualificare, promuovere e rendere più omogenee le gestioni degli istituti culturali dell’Unione, nella consapevolezza che essere rete è oggi, per le nostre piccole realtà, oltre che un’opportunità, un dovere verso la cittadinanza, con l’impegno da una parte a conservare le testimonianze dell’identità locale e dall’altra a offrire all’utenza della “città diffusa” modalità di servizio sempre più omogenee e riconosciute. Lavoreremo per costruire nuove alleanze, all’interno e all’esterno della Bassa Romagna, per sviluppare progettualità e reperire nuove risorse, al fine di organizzare iniziative di alto livello culturale che siano anche volano per lo sviluppo economico e turistico del nostro territorio. Numerosi gli interventi attuati, in questi anni, per trasformare il centro culturale “Le Cappuccine” in un museo della città e del territorio: una sorta di cittadella delle arti e della cultura. I lavori realizzati hanno consentito di dotare il centro di una sala didattica e di rendere la biblioteca più fruibile dai cittadini, dai bambini, dai giovani e dalle scuole. Intendiamo operare per fare in modo che il centro culturale sia sempre di più un laboratorio culturale, luogo di incontro dei cittadini, di progettazione di iniziative, di confronto e si scambio continuo di idee, in rete con gli altri musei del territorio, tramite l’organizzazione di mostre, attività didattiche, conversazioni sull’arte e altre iniziative. Continuerà inoltre l’impegno per la valorizzazione del Gabinetto delle stampe antiche e moderne. L’antico convento di San Francesco, edificio di pregio storico artistico, si conferma quale punto di eccellenza nell’ambito della promozione culturale e turistica della città e del territorio, grazie alla presenza di un ostello e di spazi destinati a mostre, convegni, e proiezioni cinematografiche. L’obiettivo, per i prossimi anni, è di proseguire su questa strada e di reperire ulteriori risorse per completarne il recupero. Uno degli obiettivi principali per il prossimo quinquennio è la realizzazione, a Villanova, della nuova sede dell’Ecomuseo della Civiltà Palustre. L’Ecomuseo opera da tempo come centro di educazione ambientale della Regione Emilia Romagna e vetrina della sostenibilità, intrattiene rapporti a livello nazionale e internazionale con centri analoghi realizzando mostre-laboratori, partecipando a fiere tematiche, a giornate internazionali dell’intreccio e della sostenibilità. Fra le attività portate avanti in questi anni vi è la realizzazione di mappe bioregionali che tracciano e recuperano percorsi alternativi lenti su tracciati già esistenti rivolti ad un turismo sostenibile. Il recupero dell’edificio delle ex scuole medie di Villanova, da destinare a sede dell’Ecomuseo, rappresenta un importante progetto di valorizzazione ambientale e di promozione turistica del territorio, candidato, in partnership con il Parco del Delta del Po e il Comune di Ravenna, all’accesso a finanziamenti comunitari. 26

CerviaSaporediSale_Programma.pdf - web matic
PROGRAMMA_VIVA_VITERBO
La nostra città - Comune di Reggio Emilia
Programma_Alemanno
Programma Elettorale - Ettore FUSCO SINDACO DI OPERA
Programma-Felice-Casson-Sindaco
servizi ai cittadini - Comune di Campagnano di Roma
Notiziario - Gennaio 2005.pdf - Comune di Trebaseleghe
Impaginato Definitivo - Segnalo.it
Abstract degli interventi programmati - Centro regionale di ...
PLUS Sarcidano - Barbagia di Seulo aggiornamento 2008 - Sociale ...
corciano_note_12_2009.pdf - Comune di Corciano
Bilancio Sociale di Mandato - Comune di Oristano
il Bilancio Sociale 2004 - Comune di Faenza
Presentazione REGIONE - Comune di Lecce
PROGETTO PER LA CITTÁ - web matic