Views
3 years ago

BAGNACAVALLO - web matic

BAGNACAVALLO - web matic

d’intercultura,

d’intercultura, laboratori naturalistici, rassegna teatro/scuola, concorso “un albero un bambino”); • attività di supporto agli studenti e alle loro famiglie quali il “Gruppo Arcobaleno” di Villanova, i laboratori di lingua italiana per gli alunni stranieri e di prima alfabetizzazione per gli adulti (in collaborazione con il Centro risorse di Faenza, l’Istituto Comprensivo e il Coordinamento per la Pace di Bagnacavallo). Le azioni da mettere in campo dovranno svilupparsi in continuità con l’esperienza positiva di questi anni e riguarderanno i seguenti settori. • Edilizia scolastica: completamento degli interventi di manutenzione e ristrutturazione degli spazi e degli ambienti scolastici nei plessi di Bagnacavallo e Villanova, dando priorità all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla sicurezza. • Sviluppo delle attrezzature scolastiche, delle reti informatiche e dei laboratori. • Diritto allo studio: mantenimento dei servizi scolastici (mense, trasporti, attività di pre e post scuola, centri ricreativi estivi), fornitura gratuita dei libri di testo per gli alunni della scuola primaria; sostegno alle famiglie a basso reddito, con figli in età scolare. Per quanto riguarda la mensa occorre lavorare per giungere al pieno rispetto della legge regionale sul biologico, promuovendo anche accordi con produttori locali, acquisti cumulativi e ogni iniziativa tesa al contenimento dei costi. • Istituzioni culturali del Comune. Le istituzioni culturali del Comune (Biblioteca, Centro culturale “Le Cappuccine”, Scuole d’arte e di musica, Teatro) sulla base di progetti e di iniziative concordate con l’Istituto comprensivo di Bagnacavallo, dovranno continuare a svolgere un ruolo importante di supporto alla qualificazione dell’attività scolastica. Il mondo della scuola va pertanto coinvolto durante le fasi di programmazione delle iniziative di queste istituzioni. • Consulta delle ragazze e dei ragazzi. Si conferma la collaborazione tra Comune e Scuola per proseguire questa positiva esperienza che si pone l’obiettivo di promuovere il senso civico e la partecipazione dei ragazzi alla vita della propria comunità, attraverso l’interessamento a temi di particolare significato per la loro crescita e per la loro vita nel territorio. • Progetti educativi e nuovi servizi per gli studenti della scuola secondaria di primo grado. Affrontare l’emergenza educativa che investe gli adolescenti e le loro famiglie è la nuova sfida da cogliere, incentivando la messa in rete di risorse provenienti dalle istituzioni, dalle associazioni, dalla cooperazione sociale, dal volontariato e dal privato sociale. L’orientamento scolastico e professionale dei giovani Educare alla cultura di impresa è un grande obiettivo di innovazione. Aggiornare l’approccio all’orientamento scolastico dei ragazzi è una nuova frontiera per i prossimi anni. Nella piena libertà di ogni giovane e di ogni famiglia di scegliere il percorso di studi ritenuto più congeniale, è necessario che siano ben note le caratteristiche e le peculiarità del territorio, della sua economia, del tessuto imprenditoriale, delle sue ricchezze e della sua capacità di offrire lavoro. Conoscere per orientarsi e scegliere meglio. Scegliere la scuola superiore è un passaggio che segna una direzione nel futuro di ogni ragazzo. È difficile in sé e a tredici anni lo è ancora di più. Per questo vogliamo aggiornare e potenziare i percorsi di orientamento scolastico. Vanno sostenuti i progetti promossi dalle associazioni d’impresa e da tutti i soggetti che aiutano questi passaggi fondamentali per la vita di ogni giovane. Sono azioni da svolgere in rete tra pubblico e privato e, solo se fatte insieme, possono avere successo. 29

Settimo progetto BAGNACAVALLO PER I GIOVANI E LO SPORT Il tema che i giovani pongono agli adulti è la qualità della propria crescita, l’essere protagonisti di un progetto esistenziale, tema che costituisce un tratto fondamentale della qualità dello sviluppo di una comunità. In un panorama così complesso, non si può pensare di fare progetti settoriali sui giovani: le politiche per i giovani devono attraversare in maniera trasversale tutta la gestione dell’amministrazione pubblica. Le politiche giovanili dovranno essere promotrici di una strategia di rete tra mondo del lavoro, dei servizi amministrativi, dell’associazionismo, della scuola, della sanità, dell’università, dell’imprenditoria, coordinando tutti gli interventi al fine di realizzare una coerente politica complessiva a favore del mondo giovanile. I giovani chiedono luoghi per incontrarsi, trascorrere e progettare il proprio tempo libero, spazi di partecipazione e responsabilità, risorse formative e informative per orientarsi in un mondo complesso e poter realizzare in modo consapevole il proprio progetto di vita. Per il futuro, fondamentale sarà il raccordo e il supporto alle politiche delle istituzioni locali, perché è nei comuni, nelle province e nelle regioni che si concretizza il protagonismo delle nuove generazioni. Gli enti locali costituiscono un riferimento fondamentale per contrastare la tendenza ad un progressiva precarizzazione del mercato del lavoro, promuovendo attività economiche di ricerca, innovazione e sviluppo e contribuendo alla crescita di una generazione preparata e creativa attraverso l’investimento sulla scuola, sulla cultura e sulle politiche giovanili. Continueremo a offrire ai cittadini più giovani, compatibilmente con le difficoltà economiche in cui versa l’intero sistema degli enti locali, un appoggio concreto e una possibilità di collaborazione diretta. Insieme ai diversi soggetti presenti sul territorio (scuola, società sportive, associazioni culturali e del volontariato, gruppi d’interesse) alla Provincia e alla Regione abbiamo definito, in questi anni, progetti e interventi finalizzati alla promozione dell’attività sportiva, della musica, del teatro e degli scambi internazionali, incoraggiando al contempo il protagonismo diretto dei giovani, rendendoli responsabili della realizzazione di attività, della gestione di spazi e progetti. L’obiettivo sarà quello di trovare nuove forme e studiare rimodulazioni per tutelare il lavoro intrapreso in questi anni, perché i problemi economici non devono compromettere la progettualità. Le iniziative e i progetti realizzati in questi anni e quelli proposti per il prossimo quinquennio aspirano a facilitare la partecipazione delle ragazze e dei ragazzi alle attività della città, a collaborare alla realizzazione di loro progetti, a favorire la loro vita associativa e a fargli conoscere gli strumenti e gli spazi che possono utilizzare. Prioritarie sono anche le azioni concrete che cercano di creare le condizioni affinché i giovani possano essere protagonisti della loro crescita e del loro futuro, fare esperienza di autonomia e responsabilità. Espressione e creatività L’obiettivo è quello di attivare opportunità che incentivino il protagonismo giovanile, attraverso proposte di interesse condiviso nell’ambito dell’espressione musicale, teatrale e artistica, come il laboratorio “Gioco di scena”, la cui finalità è quella di far vivere ai ragazzi coinvolti un’esperienza stimolante sia sul piano creativo sia sul piano didattico, fornendo loro strumenti espressivi e di analisi e di decodificazione del linguaggio scenico. 30

CerviaSaporediSale_Programma.pdf - web matic
La nostra città - Comune di Reggio Emilia
Programma_Alemanno
Programma-Felice-Casson-Sindaco
Notiziario - Gennaio 2005.pdf - Comune di Trebaseleghe
PROGRAMMA_VIVA_VITERBO
Programma Elettorale - Ettore FUSCO SINDACO DI OPERA
il Bilancio Sociale 2004 - Comune di Faenza
Presentazione REGIONE - Comune di Lecce
servizi ai cittadini - Comune di Campagnano di Roma
corciano_note_12_2009.pdf - Comune di Corciano
PLUS Sarcidano - Barbagia di Seulo aggiornamento 2008 - Sociale ...
Bilancio Sociale di Mandato - Comune di Oristano
Impaginato Definitivo - Segnalo.it
Abstract degli interventi programmati - Centro regionale di ...
PROGETTO PER LA CITTÁ - web matic