Views
3 years ago

Modello di dichiarazione A).pdf - San Valentino - APSP Levico Terme

Modello di dichiarazione A).pdf - San Valentino - APSP Levico Terme

_____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ e che, in relazione ai suddetti provvedimenti, l’impresa ha adottato le seguenti complete ed effettive misure di dissociazione: _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ _____________________________________________________________________ NB: Qualora il legale rappresentante non abbia conoscenza: -che a carico dei soggetti individuati all’art. 38, c. 1 lett. b) del D.Lgs. 163/2006 non è pendente procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575, -che a carico dei soggetti individuati all’art. 38, c. 1 lett. b) del D.Lgs. 163/2006 non sussista la causa di esclusione di cui all’art. 38 c. 1 lett. m-ter) -che a carico dei soggetti individuati all’art. 38, c. 1 lett. c) del D.Lgs. 163/2006 siano o meno state pronunciate sentenze di condanne passate in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, ivi comprese quelle per le quali abbiano beneficiato della non menzione, le dichiarazioni attestanti il possesso dei requisiti di cui all’art. 38, c. 1 lett. b), c) e m- ter) del D.Lgs. 163/2006, dovranno essere rese singolarmente da ciascuno dei soggetti sopra individuati, avvalendosi dell’allegato modello di dichiarazione B). 2bis) in ordine al requisito di cui all’art. 38 c. 1 lett. m quater del D.Lgs. 163/2006: di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile con alcun soggetto, e di aver formulato l’offerta autonomamente oppure, (barrare una delle seguenti ipotesi) di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al concorrente, in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato l’offerta autonomamente; di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato l’offerta autonomamente. 3. che non ricorre il divieto di cui all’art. 20, comma 10, della L.P. 26/93 relativo agli incarichi di progettazione, studio e consulenza dei lavori oggetto dell’appalto; 4. di avere: - esaminato, direttamente o con delega a personale dipendente, tutti gli elaborati progettuali, compreso il calcolo sommario della spesa o il computo metrico estimativo, ove redatto, - visionato il luogo di esecuzione dei lavori, - preso conoscenza delle condizioni locali e della viabilità di accesso, 4

- verificato le capacità e le disponibilità, compatibili con i tempi di esecuzione previsti, delle cave eventualmente necessarie e delle discariche autorizzate, nonché di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili di influire sulla determinazione dei prezzi, sulle condizioni contrattuali e sull'esecuzione dei lavori, - giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati ed i prezzi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire il ribasso offerto, - effettuato una verifica della disponibilità della mano d'opera necessaria per l'esecuzione dei lavori nonché della disponibilità di attrezzature adeguate all'entità e alla tipologia e categoria dei lavori in appalto. NB: Si precisa che l’offerta è subordinata alla visita dei luoghi (sopralluogo obbligatorio) ove debbono essere eseguiti i lavori da effettuarsi con le modalità indicate nelle premesse del bando. Si procederà ad escludere le imprese che, a seguito delle verifiche delle attestazioni di sopralluogo rilasciate (che non vanno presentate in sede di offerta), non risultino aver effettuato il sopralluogo con le modalità indicate nelle premesse del bando, in quanto l’offerta sarà ritenuta inammissibile. 5. (Eventualmente, qualora si intenda costituire la cauzione in misura ridotta del 50%, avvalendosi del beneficio previsto dall’art. 23, comma 6 della L.P. 26/93) che l’impresa possiede la certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee UNI EN ISO 9000 rilasciata da organismi accreditati”; 6. (se associazione temporanea non ancora costituita) che l’impresa intende partecipare in raggruppamento di tipo ________________________ (orizzontale o verticale o misto o in cooptazione) così composto: Impresa: ________________________mandataria, quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ Impresa: ________________________ mandante, quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ Impresa: ________________________ mandante, quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ Impresa: ________________________ mandante, quota ____________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ Impresa: ________________________ mandante, quota ____________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ quota________% della cat. _________ e che si impegna, in caso di aggiudicazione, a costituire il raggruppamento conformandosi alla disciplina vigente in materia con riguardo ai raggruppamenti temporanei; 5

dicembre 2009 - San Valentino - APSP Levico Terme
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
Hotel SAN VALENTINO Hotel TERME PARCOVERDE
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...
“San Valentino” “San Valentino” – Città di Levico Terme Città di ...