Views
3 years ago

Pubblicazione n.14

Pubblicazione n.14

106 Elezione diretta del

106 Elezione diretta del presidente della provincia e del consiglio provinciale - Elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale ISTRUZIONI PER le operazioni degli uffici ELETTORALI DI SEZIONE Inoltre, per ogni scheda contestata, sia che venga assegnata sia che non venga assegnata, devono essere indicati il candidato a presidente e/o il gruppo di candidati consiglieri il cui voto è stato contestato, il motivo della contestazione nonché la decisione presa dal presidente. Le schede contestate e non attribuite sono firmate da almeno due componenti dell’ufficio elettorale di sezione e sono inserite, unite da apposita fascetta, nella Busta n. 5-ter (P.), da allegare al verbale di sezione. Le schede contestate per i gruppi ma valide per il voto al candidato a presidente devono essere inserite, unite da apposita fascetta, nella Busta n. 6 (P.), da allegare al medesimo verbale. § 103. - Operazioni di controllo dello spoglio per le elezioni provinciali. Ultimato lo scrutinio, dopo, cioè, che nell’urna non sia più rimasta alcuna scheda da estrarre, il presidente riunisce tutte le schede spogliate e le conta. Indi conta le schede che, durante lo scrutinio, sono state poste da parte perché contenenti voti contestati, provvisoriamente assegnati o non, le schede nulle e le schede bianche e verifica se il totale di tutte queste schede più quelle contenenti voti validi corrisponde a quello risultante dalle tabelle di scrutinio, tenendo presente che ad una scheda valida corrisponde, in ogni caso, un voto valido al candidato a presidente della provincia. § 104. - Rispondenza numerica tra schede spogliate e votanti per le elezioni provinciali. Effettuato il controllo dei risultati registrati nelle tabelle di scrutinio, il presidente accerta che il numero delle schede spogliate sia eguale al numero dei votanti già accertato (paragrafo 86); in caso di mancata rispondenza, egli ne indica i motivi nel verbale. § 105. - Risultato dello scrutinio per le elezioni provinciali. Al termine delle operazioni di controllo descritte nei paragrafi precedenti, il presidente dichiara il risultato dello scrutinio e lo certifica nel verbale (art. 70, primo comma, del testo unico n. 570/1960). § 106. - Chiusura del verbale. Formazione dei plichi con i verbali e gli atti dello scrutinio per le elezioni provinciali. Infine, il presidente procede alla chiusura del verbale e alla formazione dei plichi per la trasmissione, agli uffici competenti, degli atti e documenti della votazione e dello scrutinio. Pertanto: 1) raccoglie in un plico [Busta n. 5-bis (P)] le schede deteriorate, le schede riconsegnate senza bollo della sezione o la firma dello scrutatore, quelle ritirate ad elettori per artificioso indugio nella espressione del voto, quelle ritirate agli elettori che non si sono recati nella cabina per esprimere il loro voto, e che sono state vidimate;

Elezione diretta del presidente della provincia e del consiglio provinciale - Elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale LE OPERAZIONI DI SCRUTINIO PER LA ELEZIONE DEL PRES. DELLA PROV. E DEL CONS. PROV. 107 2) ripone in un altro plico [Busta n. 5-ter (P)], le schede nulle, le schede contestate, le schede bianche e le carte relative ai reclami ed alle proteste, schede e carte che sono già state vidimate; in detto plico viene, inoltre, inclusa una copia delle tabelle di scrutinio (frontespizio stampato in rosso). I predetti plichi vengono inclusi nel plico [Busta n. 5(P)], in cui dovrà essere posto uno dei due esemplari del verbale e che dovrà essere rimesso all’ufficio elettorale circoscrizionale. Nei comuni con più sezioni, che non siano sede dell’ufficio elettorale circoscrizionale, il plico verrà rimesso all’ufficio della 1ª sezione, che provvederà all’inoltro al predetto ufficio circoscrizionale (art. 20 della legge n. 122/1951); 3) chiude tutte le schede valide nonché una copia delle tabelle di scrutinio (frontespizio stampato in nero) in altro apposito plico [Busta n. 6(P)], recante le firme del presidente, di almeno due scrutatori nonché dei rappresentanti dei gruppi dei candidati e degli elettori presenti che ne facciano richiesta. Sono incluse tra le anzidette schede, unite da apposita fascetta, quelle valide per il voto al candidato presidente ma contenenti voti dichiarati nulli per i gruppi. Anche questo plico viene inviato all’ufficio elettorale circoscrizionale o, nei comuni con più sezioni che non siano sede di tale ufficio, all’ufficio della 1ª sezione, per l’inoltro. L’altro esemplare del verbale, chiuso nella apposita Busta [Busta n. 7(P)], verrà depositato, appena sciolta l’adunanza, nella segreteria del comune. Nel caso di concomitante svolgimento di elezioni provinciali e comunali, mentre il plico [Busta n. 7(P)] contenente il secondo esemplare del verbale di sezione per la elezione del consiglio provinciale sarà consegnato contemporaneamente al plico contenente il secondo esemplare del verbale per la elezione del consiglio comunale [Busta n. 8(C.)], gli altri plichi [Busta n. 5(P) e Busta n. 6(P.)] dovranno essere, di norma, inviati agli uffici competenti immediatamente prima che abbiano inizio le operazioni di scrutinio per la elezione del consiglio comunale. Soltanto in caso di assoluta impossibilità, gli anzidetti plichi [Busta n. 5(P) e Busta n. 6(P)] potranno essere trattenuti nell’ufficio della sezione, per essere recapitati insieme con i plichi contenenti gli atti per l’elezione comunale. Qualora, infine, presso la sezione non si sia resa necessaria la verbalizzazione delle operazioni indicate negli allegati al verbale n. 1 e n. 2 (raccolta del voto degli elettori ammessi al voto domiciliare e di quelli ricoverati in luoghi di cura o presenti in luoghi di detenzione; sospensione delle operazioni di scrutinio per cause di forza maggiore), il presidente, prima di includere i due esemplari del verbale nelle rispettive buste, dovrà provvedere a strappare lungo la linea tratteggiata gli allegati stessi, che potranno, pertanto, essere definitivamente resi inutilizzabili e accantonati. § 107. - Chiusura delle operazioni dell’ufficio di sezione e riconsegna del materiale, nel caso di svolgimento solo delle elezioni provinciali. Eseguiti tutti gli adempimenti di cui sopra, nel caso di svolgimento delle sole elezioni provinciali, avendo, pertanto, l’ufficio elettorale di sezione esaurito le operazioni di propria competenza, il presidente dell’ufficio stesso

Scarica la pubblicazione - Provincia di Milano
Pubblicazione anno 2008 - UIL
La pubblicazione del Tiro a Segno - Ravenna & Dintorni
Il Benessere n.9 Settembre 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
Il Benessere n.11-12 Nov-Dic 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
N. 15 del 14 aprile 2001 - Ancl
N. 39 del 14 ottobre 2000 - Ancl
Anno n°14 31-07-2010 - teleIBS
dicembre 2011 - Pubblicazioni Ufficiali dello Stato - Istituto ...
Dialoghi n. 2005/3-4 (luglio-dicembre 2005)
Notiziario n.1 - Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria
N. 24 del 14 giugno 2003 430 il consulente 1081 - Ancl
N. 47 del 14 dicembre 2002 842 il consulente 1081 - Ancl
Decreto n - degli studi per l'innovazione e le organizzazioni-luspio
Pubblicazione periodica anno LXIII Novembre/Dicembre ... - Unuci
potestà elettorale siciliana e requisiti per l'accesso alla carica di ...
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione - Elezione ...
In materia elettorale. Corte costituzionale, 14 gennaio 2010, n. 4 ...
estratto istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
2014_05_05_Istruzioni_seggi_comunali_2014