Views
3 years ago

Pubblicazione n.14

Pubblicazione n.14

144 DECRETO DEL

144 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 maggio 1960, n. 570 Art. 23. Sono esclusi dalle funzioni di presidente di Ufficio elettorale di sezione, di scrutatore e di segretario: a) coloro che, alla data delle elezioni, hanno superato il settantesimo anno di età; (1) b) i dipendenti dei Ministeri dell’interno, delle poste e telecomunicazioni e dei trasporti; c) gli appartenenti a Forze armate in servizio; d) i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti; e) i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali; f) i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione. Art. 24. L’ufficio di presidente, di scrutatore e di segretario è obbligatorio per le persone designate. Lo scrutatore che assume la vicepresidenza dell’Ufficio coadiuva il presidente nell’esercizio delle sue funzioni e ne fa le veci in caso di temporanea assenza o impedimento. Tutti i membri dell’Ufficio sono considerati, per ogni effetto di legge, pubblici ufficiali durante l’esercizio delle loro funzioni. Per i reati commessi a danno dei membri dell’Ufficio si procede con giudizio direttissimo. Art. 25. Tre membri almeno dell’Ufficio, fra cui il presidente o il vice presidente, devono trovarsi sempre presenti a tutte le operazioni elettorali. (Omissis) (1) – Il limite del 70° anno di età non trova applicazione nei confronti degli scrutatori, ai sensi dell’art. 9, comma 2, della legge 30 aprile 1999, n. 120.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 maggio 1960, n. 570 145 Art. 27. Il sindaco provvede affinché, nel giorno precedente le elezioni, prima dell’insediamento del seggio, siano consegnati al presidente dell’Ufficio elettorale: 1) il plico sigillato contenente il bollo della sezione; 2) la lista degli elettori della sezione, autenticata dalla Commissione elettorale circondariale (1), e una copia della lista stessa, autenticata in ciascun foglio dal Sindaco e dal segretario comunale, per l’affissione a norma dell’art. 39; 3) tre copie del manifesto recante le liste dei candidati, delle quali una deve restare a disposizione dell’Ufficio elettorale e le altre devono essere affisse nella sala della votazione a norma dell’art. 37; 4) i verbali di nomina degli scrutatori di cui all’art. 21 (2); 5) il pacco delle schede che al Sindaco sarà stato trasmesso sigillato dalla Prefettura, con indicazione sull’involucro esterno del numero delle schede contenute; 6) le urne e le cassette o scatole occorrenti per la votazione (3); 7) un congruo numero di matite copiative per il voto. Le schede sono d i tipo unico e di identico colore; sono fornite a cura del Ministero dell’interno con le caratteristiche essenziali dei modelli descritti nelle tabelle A e B – per i Comuni con popolazione fino a 10.000 abitanti – e C e D – per i Comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti – allegate al presente Testo Unico, vistate dal Ministro dell’interno (4). Le schede dovranno pervenire agli Uffici elettorali debitamente piegate. I contrassegni sono riprodotti sulle schede di votazione con i colori dei contrassegni depositati ai sensi degli articoli 28 e 32 (5). (1) – Denominazione così variata a norma dell’art. 2, comma 3, della legge 30 giugno 1989, n. 244. (2) – L’art. 21, che conteneva norme per la nomina degli scrutatori, è stato abrogato dall’art. 8, comma 1, della legge n. 95/89. Il richiamo contenuto nel n. 4 deve intendersi fatto ora al verbale delle operazioni di nomina degli scrutatori da parte della Commissione elettorale comunale a norma dell’art. 6 della citata legge n. 95/89 e successive modificazioni. (3) – La disposizione è stata così sostituita dall’art. 9 della legge 13 marzo 1980, n. 70. (4) – Le tabelle sono state sostituite dalle tabelle A e E, B e F per i comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti e dalle tabelle C e E, D e F per i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti allegati al D.P.R. 28 aprile 1993, n. 132. (5) – Il periodo, riportato in corsivo, è stato introdotto dall’art. 3 della legge 15 ottobre 1993, n. 415.

Scarica la pubblicazione - Provincia di Milano
Pubblicazione anno 2008 - UIL
La pubblicazione del Tiro a Segno - Ravenna & Dintorni
Il Benessere n.9 Settembre 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
Pubblicazione periodica anno LXIII Novembre/Dicembre ... - Unuci
Il Benessere n.11-12 Nov-Dic 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
dicembre 2011 - Pubblicazioni Ufficiali dello Stato - Istituto ...
N. 15 del 14 aprile 2001 - Ancl
N. 39 del 14 ottobre 2000 - Ancl
Anno n°14 31-07-2010 - teleIBS
potestà elettorale siciliana e requisiti per l'accesso alla carica di ...
N. 47 del 14 dicembre 2002 842 il consulente 1081 - Ancl
N. 24 del 14 giugno 2003 430 il consulente 1081 - Ancl
Decreto n - degli studi per l'innovazione e le organizzazioni-luspio
Dialoghi n. 2005/3-4 (luglio-dicembre 2005)
Notiziario n.1 - Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione - Elezione ...
In materia elettorale. Corte costituzionale, 14 gennaio 2010, n. 4 ...
estratto istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Pubb_14_Amministrative_Ed.2016