Views
3 years ago

Pubblicazione n.14

Pubblicazione n.14

178 LEGGE 23 aprile

178 LEGGE 23 aprile 1976, n. 136 Qualora in un luogo di detenzione i detenuti aventi diritto al voto siano più di cinquecento, la commissione elettorale circondariale su proposta del sindaco, entro il secondo giorno antecedente la votazione, ripartisce i detenuti stessi, ai fini della raccolta del voto con lo speciale seggio previsto nel presente articolo, tra la sezione nella cui circoscrizione ha sede il luogo di detenzione ed una sezione contigua. (Omissis)

DECRETO-LEGGE 3 maggio 1976, n. 161 179 DECRETO-LEGGE 3 maggio 1976, n. 161 (*). Modificazioni ed integrazioni alle disposizioni di legge relative al procedimento elettorale per le elezioni politiche, regionali, provinciali e comunali nonché norme per il rinvio delle elezioni per la rinnovazione dei consigli comunali nei comuni nei quali si vota col sistema maggioritario il cui quinquennio di carica scade il 12 giugno 1976. (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 116 del 4 maggio 1976) Art. 1. Alle disposizioni di legge per l’elezione dei consigli regionali delle regioni a statuto normale, dei consigli provinciali e dei consigli comunali sono apportate le seguenti modifiche ed integrazioni: (Omissis) d) i detenuti aventi diritto al voto sono ammessi a votare, con le modalità previste dagli articoli 8 e 9 della legge 23 aprile 1976, n. 136, per le elezioni regionali, provinciali e comunali, sempre che gli stessi siano elettori, rispettivamente, della regione, della provincia e del comune; e) le modalità indicate dall’art. 9 della legge 23 aprile 1976, n. 136, si applicano anche per l’ammissione al voto dei degenti in ospedali e case di cura, in occasione di elezioni regionali, provinciali e comunali; f) per le elezioni regionali e provinciali, gli elettori di cui agli articoli 49 e 50 del testo unico 30 marzo 1957, n. 361 (1) possono esercitare il diritto di voto, secondo le modalità di cui ai predetti articoli, nel comune ove si trovano, sempre che gli stessi siano elettori di un comune della regione o della provincia. (Omissis) (*) – Convertito, con modificazioni, nella legge 14 maggio 1976, n. 161. (1) – Gli elettori di cui agli artt. 49 e 50 del testo unico 30 marzo 1957, n. 361, sono rispettivamente, i militari delle forze armate nonché gli appartenenti a corpi organizzati militarmente per il servizio dello Stato, alle forze di polizia ed al corpo nazionale dei Vigili del Fuoco (art. 49) e i naviganti fuori residenza per motivi di imbarco (marittimi e aviatori).

La pubblicazione del Tiro a Segno - Ravenna & Dintorni
Scarica la pubblicazione - Provincia di Milano
Pubblicazione anno 2008 - UIL
Il Benessere n.9 Settembre 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
Il Benessere n.11-12 Nov-Dic 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
Pubblicazione periodica anno LXIII Novembre/Dicembre ... - Unuci
dicembre 2011 - Pubblicazioni Ufficiali dello Stato - Istituto ...
N. 39 del 14 ottobre 2000 - Ancl
N. 15 del 14 aprile 2001 - Ancl
Anno n°14 31-07-2010 - teleIBS
potestà elettorale siciliana e requisiti per l'accesso alla carica di ...
N. 47 del 14 dicembre 2002 842 il consulente 1081 - Ancl
N. 24 del 14 giugno 2003 430 il consulente 1081 - Ancl
Decreto n - degli studi per l'innovazione e le organizzazioni-luspio
Dialoghi n. 2005/3-4 (luglio-dicembre 2005)
Notiziario n.1 - Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione - Elezione ...
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
In materia elettorale. Corte costituzionale, 14 gennaio 2010, n. 4 ...
estratto istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Pubb_14_Amministrative_Ed.2016