Views
3 years ago

Pubblicazione n.14

Pubblicazione n.14

80 Elezione diretta del

80 Elezione diretta del presidente della provincia e del consiglio provinciale - Elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale ISTRUZIONI PER le operazioni degli uffici ELETTORALI DI SEZIONE § 84. - Riapertura della votazione alle ore 7 del mattino del lunedì. - Chiusura della votazione alle ore 15 del lunedì stesso. Alle ore 7 del mattino del lunedì, il presidente ricostituisce l’ufficio elettorale di sezione (art. 52, primo comma, del testo unico n. 570/1960]. Constatata l’integrità dei mezzi di sigillatura apposti alle aperture ed agli accessi della sala nonché dei sigilli apposti alle urne contenenti le schede votate, alle scatole contenenti le schede autenticate ed al plico sigillato contenente gli atti dell’ufficio [Busta n. 2 (C), nel caso di svolgimento di elezioni comunali; Busta n. 2 (P), nel caso di svolgimento di elezioni provinciali e anche nel caso di contemporaneo svolgimento sia delle elezioni comunali che di quelle provinciali], il presidente apre il plico medesimo, le scatole contenenti le schede autenticate e la fessura delle urne che contengono le schede votate e fa riprendere le operazioni di votazione. Le operazioni di votazione devono proseguire sino alle ore 15 del lunedì. Tuttavia, se a tale ora siano ancora presenti nella sala o nelle immediate adiacenze elettori che non hanno votato, il presidente ne fa prendere nota e li ammette a votare nell’ordine in cui sono stati annotati (art. 52, secondo comma, del testo unico n. 570/1960). Quindi, il presidente dichiara chiusa la votazione.

81 Capitolo XIX LE OPERAZIONI DI RISCONTRO DOPO LA VOTAZIONE § 85. - Premessa. Dichiarata chiusa la votazione, il presidente provvede alle operazioni di riscontro della votazione stessa, dopo aver sgomberato il tavolo da tutte le carte e gli oggetti non più necessari (art. 53, primo comma, del testo unico n. 570/1960). In particolare si raccomanda ai presidenti di raccogliere tutte le matite copiative che sono servite per la votazione e di custodirle personalmente, dopo averne controllato il numero. § 86. - Accertamento del numero di coloro che hanno votato nella sezione per le elezioni provinciali e/o le elezioni comunali. [N.B.] I. – L’ufficio determina, innanzi tutto, il numero degli elettori che hanno votato nella sezione per l’elezione del consiglio provinciale (art. 53, primo comma, n. 2, del testo unico n. 570/1960 e art. 26, primo comma, n. 2, della legge 8 marzo 1951, n. 122). A tale scopo il presidente accerta: 1) il numero degli elettori iscritti nelle liste della sezione autenticate dalla Commissione elettorale circondariale, i quali risultino aver votato. In tale numero andrà ricompreso quello dei votanti tra gli elettori che sono iscritti nelle liste aggiunte per le elezioni provinciali perché hanno trasferito la residenza nella regione Valle d’Aosta o nelle province di Trento e Bolzano ma non hanno ancora ivi maturato il periodo residenziale rispettivamente prescritto dalla legge. Al riguardo occorre tenere presente che nelle liste, accanto al nome di ciascun elettore la cui scheda sia stata deposta nell’urna, si troverà apposta, nella apposita colonna, la firma di uno degli scrutatori (art. 49, terzo comma, del testo unico n. 570); 2) il numero degli elettori che hanno votato in base a sentenza (art. 39, terzo comma, del testo unico n. 570), o ad attestazione del sindaco (art. 32-bis del D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223, come inserito dall’art. 3 della legge 7 febbraio 1979, n. 40) secondo quanto risulta dal verbale delle operazioni elettorali (1); [N.B.] Le istruzioni che seguono vengono impartite nella ipotesi di concomitante svolgimento delle elezioni provinciali e di quelle comunali, restando inteso che qualora si svolga una sola consultazione le istruzioni stesse troveranno applicazione nella parte che interessa. (1) – Non devono essere compresi in questo numero gli elettori ammessi a votare con attestato del sindaco sostitutivo della tessera elettorale ai soli fini dell’esercizio del diritto di voto per quella singola consultazione (art. 7 del decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 2000, n. 299) in quanto gli elettori medesimi risultano già iscritti nelle liste degli elettori della sezione.

La pubblicazione del Tiro a Segno - Ravenna & Dintorni
Scarica la pubblicazione - Provincia di Milano
Pubblicazione anno 2008 - UIL
Il Benessere n.9 Settembre 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
Il Benessere n.11-12 Nov-Dic 2012 - Il Benessere - pubblicazione ...
Pubblicazione periodica anno LXIII Novembre/Dicembre ... - Unuci
dicembre 2011 - Pubblicazioni Ufficiali dello Stato - Istituto ...
N. 39 del 14 ottobre 2000 - Ancl
N. 15 del 14 aprile 2001 - Ancl
Anno n°14 31-07-2010 - teleIBS
potestà elettorale siciliana e requisiti per l'accesso alla carica di ...
N. 47 del 14 dicembre 2002 842 il consulente 1081 - Ancl
N. 24 del 14 giugno 2003 430 il consulente 1081 - Ancl
Decreto n - degli studi per l'innovazione e le organizzazioni-luspio
Dialoghi n. 2005/3-4 (luglio-dicembre 2005)
Notiziario n.1 - Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione - Elezione ...
Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
estratto istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione
In materia elettorale. Corte costituzionale, 14 gennaio 2010, n. 4 ...
Pubb_14_Amministrative_Ed.2016