Views
4 years ago

Strumenti per la formazione 10 - Trentino Salute

Strumenti per la formazione 10 - Trentino Salute

Capitolo 13 un netto

Capitolo 13 un netto beneficio dalla loro modifica. Tali accorgimenti devono essere ancor più incentivati nei soggetti maschi con fattori di rischio non modificabili: una storia familiare di malattia cardiovascolare, diabete giovanile o morte improvvisa in giovane età. Modificare le abitudini di vita comporta fatica e forti motivazioni. Ci auguriamo che quanto riportato in questo capitolo possa stimolare alla riflessione. 152

Capitolo 14 La malnutrizione tra ospedale e territorio A. Costa, D. Beltramolli, C. Pedrolli Nell’immaginario collettivo il termine malnutrizione è associato al sottopeso e alla grave iponutrizione. In realtà, i dizionari della lingua italiana (ad esempio il Devoto Oli) definiscono malnutrizione “l’alimentazione abitualmente difettosa per eccesso o scarsezza di uno o più dei normali costituenti”. Con questo termine si intende, pertanto, non solo il quadro clinico che deriva dal deficit alimentare ma anche quello che si riferisce all’eccesso alimentare: in entrambi i casi si creano le condizioni per alterare lo stato di buona nutrizione, con conseguenze che da un lato vedono l’ipernutrizione originare la sindrome metabolica, dall’altro l’iponutrizione aggravare molte malattie o originarne di nuove. In questo capitolo verrà trattata la malnutrizione per difetto. Una manifestazione della malnutrizione per difetto è rappresentata dalle piaghe da decubito, trattate in molteplici modi ma quasi mai valutando in primis lo stato nutrizionale: per affrontare anche solo una banale ferita è necessario uno stato nutrizionale integro, in particolare un adeguato apporto proteico, il presupposto cardine per ottenere in tempi rapidi una guarigione efficace. Molte sono le condizioni in grado di provocare moderata o grave malnutrizione ed altrettanto numerose sono le malattie che possono compromettere una normale alimentazione e richiedere l’intervento della nutrizione artificiale (NA): il supporto nutrizionale deve essere considerato come qualsiasi altro intervento medico. La malnutrizione rappresenta un problema di comune riscontro nei soggetti ospedalizzati, con una prevalenza del 40% in pazienti di competenza sia medica che chirurgica sin dal loro ingresso in ospedale (una percentuale che sfiora il 50% se consideriamo i soli anziani ospedalizzati). Un’ampia revisione della letteratura sulla malnutrizione e la nutrizione in ospedale ha dimostrato che un supporto nutrizionale mirato riduce le complicanze, la durata della degenza, la mortalità e i costi. Nonostante tali premesse, la maggior parte dei pazienti sviluppa un quadro di malnutrizione nel corso del ricovero ospedaliero la cui severità è direttamente proporzionale al grado di defedamento organico precedente al ricovero stesso, avvenuto cioè in tempi più o meno lunghi sul territorio; l’intervento nutrizionale raramente fa parte dei protocolli di cura. 153

Trento Sud - Mattarello - Trentino Salute
Risultati di salute intermedi - Trentino Salute
Seminario - Trentino Salute
Il recupero del parco - Trentino Salute
Lago della Serraia - Trentino Salute
scommettiamo sui giovani.pdf - Trentino Salute
PROSPETTIVE DEL TERMALISMO - Trentino Salute
info sanità 34 - Trentino Salute
L'OPERATORE - Trentino Salute
info sanità 30 - Trentino Salute
Gioco_cartolina 1 - Trentino Salute
alimenti e salute - Avis
MEDICA E CHIRURGICA - Bambino Progetto Salute
Strumenti per la formazione 4 - Trentino Salute
Strumenti per la formazione 8 - Trentino Salute
Libro 1.indb - Trentino Salute
Il consumo di alcolin Trentino - Trentino Salute
Documenti per la Salute 2 - Trentino Salute
Documenti per la Salute 26 - Trentino Salute
Documenti per la Salute 19 - Trentino Salute