Views
3 years ago

Strumenti per la formazione 10 - Trentino Salute

Strumenti per la formazione 10 - Trentino Salute

Capitolo 20 20.2.

Capitolo 20 20.2. L’etichettatura e le denominazioni protette L’etichettatura di un prodotto alimentare ha, per il consumatore, un’importante funzione di tutela, informandolo sul prodotto che sta acquistando e consentendogli di scegliere quello che è maggiormente rispondente alle proprie esigenze. Le norme concernenti l’etichettatura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari tendono ad esser analoghe nell’ambito dei Paesi dell’Unione Europea. Il Decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 109 (e successive modifiche ed integrazioni) ha introdotto alcune modificazioni alla legge sull’etichettatura e sulla pubblicità alimentare del 1982, tra cui la principale riguarda l’obbligo di riportare una data di scadenza tassativa sui prodotti più deperibili. Sono stati uniformati anche i criteri d’individuazione del lotto di produzione. Dal primo luglio 1993, sempre in attuazione di disposizioni comunitarie, è entrata in vigore la nuova disciplina sull’etichettatura nutrizionale: essa è ritenuta facoltativa e riporta una dichiarazione relativa al valore energetico ed ai seguenti nutrienti: - le proteine - i carboidrati - i grassi - le fibre alimentari - il sodio - le vitamine e i minerali. Diventa obbligatoria quando in etichetta compare la descrizione o il messaggio pubblicitario che afferma che l’alimento possiede caratteristiche nutrizionali particolari. Ad esempio, il prodotto la cui pubblicità annuncia essere in grado di fornire un valore energetico precisamente specificato, oppure l’alimento che dichiara di fornire un valore energetico ridotto. Anche il prodotto che dichiara in etichetta l’assenza o la presenza minima di grassi deve riportare obbligatoriamente in etichetta l’informazione nutrizionale che specifica il nutriente e la quantità contenuta. L’etichettatura è l’insieme delle indicazioni riportate non solo sull’etichetta apposta sul prodotto, ma anche sull’imballaggio o sul dispositivo di chiusura. L’etichettatura, la presentazione e la pubblicità di un prodotto alimentare non devono: 1. indurre in errore l’acquirente sulle effettive caratteristiche, qualità, composizione, e luogo di origine del prodotto 2. evidenziare caratteristiche come particolari, quando tutti i prodotti alimentari analoghi le possiedono 3. attribuire all’alimento proprietà atte a prevenire, curare o guarire malattie, né accennare proprietà farmacologiche 218

Capitolo 20 20.3. Casi particolari Le ipotesi più frequenti di frodi alimentari a danno dei consumatori si realizzano attraverso false dichiarazioni in merito a provenienza, qualità, composizione e caratteristiche di un prodotto alimentare; oppure attraverso indicazioni ingannevoli, volte ad esaltare un prodotto alimentare e le sue caratteristiche; attraverso la mancata corrispondenza degli ingredienti dichiarati, realizzata per l’assenza o il minor contenuto di quelli di pregio; attraverso la mancata elencazione degli ingredienti “indesiderati”, ad esempio i conservanti o di minor valore, ad esempio oli di diversa natura; attraverso “manipolazioni” della data di scadenza o di preferibile consumo. Analizzando le relazioni dell’Ispettorato centrale repressione frodi sull’attività e i controlli svolti annualmente, è possibile tracciare un quadro generale delle frodi alimentari che si registrano nel nostro Paese con maggior frequenza. Tab. 41. Frodi alimentari più comuni in Italia. Formaggio - formaggio ottenuto con latte in polvere ricostituito (consentito in altri paesi ma non in Italia) - pecorino contenente percentuali più o meno elevate di latte vaccino - mozzarella di bufala contenente percentuali più o meno elevate di latte vaccino - attribuzione della designazione di formaggio DOC a formaggi comuni - vendita di formaggi di provenienza diversa, ad esempio estera, come tipici o a denominazione di origine Latte - tenore in grasso differente rispetto a quanto dichiarato - trattamenti di risanamento non consentiti - latte fresco ottenuto da latte precedentemente pastorizzato - latte ottenuto dalla ricostituzione del latte in polvere Miele - vendita di miele di origine botanica diversa da quella dichiarata - vendita di miele extracomunitario per miele italiano - aggiunta di zuccheri di altra origine Olio - olio di semi variamente colorato, ad esempio con clorofilla, spacciato per olio di oliva - olio extravergine contenente olii raffinati, sia di oliva che di semi 219

  • Page 1:

    Strumenti per la formazione 10

  • Page 4 and 5:

    © copyright Giunta della Provincia

  • Page 6 and 7:

    58 4.5. Rame 59 4.6. Ferro 60 4.7.

  • Page 8 and 9:

    163 Cap. 15 I disturbi del comporta

  • Page 11 and 12:

    Introduzione Una buona dieta e un e

  • Page 13 and 14:

    Offrire elementi nuovi e stimolanti

  • Page 15 and 16:

    Capitolo 1 L’Alimentazione nella

  • Page 17 and 18:

    Capitolo i insediamenti sulle rive

  • Page 19 and 20:

    Capitolo i 1.3.1. Il grano Il grano

  • Page 21 and 22:

    Capitolo i Gli altri cereali sono c

  • Page 23 and 24:

    Capitolo i esclusivamente di mais,

  • Page 25 and 26:

    Capitolo i Negli ultimi decenni, co

  • Page 27 and 28:

    Capitolo 2 L’energia che consumia

  • Page 29 and 30:

    Capitolo 2 facile, può essere util

  • Page 31 and 32:

    Capitolo 2 Attualmente tale distrib

  • Page 33 and 34:

    Capitolo 2 Fig. 5. Centili italiani

  • Page 35 and 36:

    Capitolo 2 La quantità di energia

  • Page 37 and 38:

    Capitolo 3 I gruppi alimentari e la

  • Page 39 and 40:

    Capitolo 3 giornaliera, mentre un 3

  • Page 41 and 42:

    Capitolo 3 e dei flavonoidi; il ver

  • Page 43 and 44:

    Capitolo 3 Gli aminoacidi essenzial

  • Page 45 and 46:

    Capitolo 3 abitualmente le nostre s

  • Page 47 and 48:

    Capitolo 3 ALIMENTI BASE Fagioli fr

  • Page 49 and 50:

    Capitolo 3 Tab. 10. Ripartizione gi

  • Page 51 and 52:

    Capitolo 3 Percentuali di acidi gra

  • Page 53 and 54:

    Capitolo 4 I Micronutrienti F. Fran

  • Page 55 and 56:

    Capitolo 4 La vitamina K è indispe

  • Page 57 and 58:

    Capitolo 4 glossite, disturbi del s

  • Page 59 and 60:

    Capitolo 4 livello plasmatico (cupr

  • Page 61 and 62:

    Capitolo 4 hanno messo in evidenza

  • Page 63 and 64:

    Capitolo 4 lutato mediante il suo d

  • Page 65 and 66:

    Capitolo 4 troppo elaborati e mal c

  • Page 67:

    Capitolo 4 il rischio di sovradosag

  • Page 70 and 71:

    Capitolo 5 la loro produzione può

  • Page 72 and 73:

    Capitolo 5 colare - e gli indoli),

  • Page 74 and 75:

    Capitolo 5 Le evidenze di cui dispo

  • Page 76 and 77:

    Capitolo 5 questo esperimento ha va

  • Page 78 and 79:

    Capitolo 6 Si è giunti quindi ad u

  • Page 80 and 81:

    Capitolo 6 che si avvicina molto a

  • Page 82 and 83:

    Capitolo 6 5. Nel paziente cirrotic

  • Page 84 and 85:

    Capitolo 7 hanno effetto saziante.

  • Page 86 and 87:

    Capitolo 7 spontaneamente. Esistono

  • Page 88 and 89:

    Capitolo 7 i vegetariani hanno una

  • Page 90 and 91:

    Capitolo 7 vimenti involontari, dif

  • Page 92 and 93:

    Capitolo 8 progressione prevede un

  • Page 94 and 95:

    Capitolo 8 molto bassi. Nelle zone

  • Page 96 and 97:

    Capitolo 8 Alcuni alimenti, ad esem

  • Page 98 and 99:

    Capitolo 9 di questi prodotti nel t

  • Page 100 and 101:

    Capitolo 9 adulti e per i bambini s

  • Page 102 and 103:

    Capitolo 9 Spuntino Yogurt 125 ml o

  • Page 104 and 105:

    Capitolo 9 Cena Minestra di verdure

  • Page 106 and 107:

    Capitolo 9 Genesi del tessuto adipo

  • Page 108 and 109:

    Capitolo 9 proteine subisce un incr

  • Page 110 and 111:

    Capitolo 9 Potere allergizzante di

  • Page 112 and 113:

    Capitolo 9 Passato di verdure Pasti

  • Page 114 and 115:

    Capitolo 10 all’uomo, a tutte le

  • Page 116 and 117:

    Capitolo 10 degli episodi depressiv

  • Page 118 and 119:

    Capitolo 10 - Insulinoma, feocromoc

  • Page 120 and 121:

    Capitolo 11 che perde la sua capaci

  • Page 122 and 123:

    Capitolo 11 non corrette. Con il pa

  • Page 124 and 125:

    Capitolo 11 Il fabbisogno energetic

  • Page 126 and 127:

    Capitolo 11 11.3.1. I livello: grup

  • Page 128 and 129:

    Capitolo 11 Alimenti e loro assunzi

  • Page 130 and 131:

    Capitolo 11 L’anziano biologico

  • Page 133 and 134:

    Capitolo 12 L’alimentazione nello

  • Page 135 and 136:

    Capitolo 12 al massimo i depositi d

  • Page 137 and 138:

    Capitolo 12 12.4. Il recupero Anche

  • Page 139 and 140:

    Capitolo 12 Per le attività miste

  • Page 141 and 142:

    Capitolo 13 Eccesso alimentare e se

  • Page 143 and 144:

    Capitolo 13 13.3. Cosa comporta ave

  • Page 145 and 146:

    Capitolo 13 un aumento delle LDL ne

  • Page 147 and 148:

    Capitolo 13 essere inferiori a 160

  • Page 149 and 150:

    Capitolo 13 e presenta livelli di c

  • Page 151 and 152:

    Capitolo 13 Il costante eccesso ali

  • Page 153 and 154:

    Capitolo 14 La malnutrizione tra os

  • Page 155 and 156:

    Capitolo 14 in partenza malnutriti)

  • Page 157 and 158:

    Capitolo 14 Principali cause della

  • Page 159 and 160:

    Capitolo 14 nutrizione è il calo d

  • Page 161:

    Capitolo 14 Anamnesi nutrizionale P

  • Page 164 and 165:

    Capitolo 15 In un testo dello studi

  • Page 166 and 167:

    Capitolo 15 Sintomi d’allarme nel

  • Page 168 and 169: Capitolo 15 dibattito fra modelle,
  • Page 170 and 171: Capitolo 15 cura della quale non si
  • Page 172 and 173: Capitolo 15 15.9. L’Ortoressia è
  • Page 174 and 175: Capitolo 16 là dove la Medicina Uf
  • Page 176 and 177: Capitolo 16 È bene evitare anche i
  • Page 178 and 179: Capitolo 16 pizzicore o gonfiore al
  • Page 180 and 181: Capitolo 16 La dieta di eliminazion
  • Page 182 and 183: Capitolo 16 nei cereali, gli ossala
  • Page 184 and 185: Capitolo 16 - Frutta secca e di sta
  • Page 186 and 187: Capitolo 16 16.9. Possiamo prevenir
  • Page 188 and 189: Capitolo 17 qualche modo dall’acq
  • Page 190 and 191: Capitolo 17 - Se assumi acqua miner
  • Page 192 and 193: Capitolo 17 in una bevanda dobbiamo
  • Page 194 and 195: Capitolo 17 17.2.2. Il vino Negli u
  • Page 196 and 197: Capitolo 17 L’arte della moka 1.
  • Page 198 and 199: Capitolo 17 L’effetto organico pi
  • Page 201 and 202: Capitolo 18 Alimenti biologici D. B
  • Page 203 and 204: Capitolo 18 T significa prodotto tr
  • Page 205 and 206: Capitolo 18 I radicali liberi sono
  • Page 207 and 208: Capitolo 18 Principali colture biol
  • Page 209 and 210: Capitolo 19 Alimenti geneticamente
  • Page 211 and 212: Capitolo 19 utili all’uomo (come
  • Page 213 and 214: Capitolo 19 dolcificata con lo scir
  • Page 215: Capitolo 19 Per quanto riguarda l
  • Page 220 and 221: Capitolo 20 Pasta - impiego di altr
  • Page 223 and 224: Glossario Abbuffata: assunzione di
  • Page 225 and 226: Bibliografia Istituto Nazionale di
  • Page 227 and 228: The Mercck Manual of Geriatrics, Ed
  • Page 229 and 230: Gli autori Dario Beltramolli è lau
  • Page 231: NOTE
  • Page 234 and 235: - Nuovo piano operativo per la prev
  • Page 236 and 237: 18. Accordi provinciali per i medic
  • Page 238 and 239: Collana VideoDocumenti per la salut
  • Page 240: Questo volume è stato stampato per
Risultati di salute intermedi - Trentino Salute
Il recupero del parco - Trentino Salute
scommettiamo sui giovani.pdf - Trentino Salute
PROSPETTIVE DEL TERMALISMO - Trentino Salute
Trento Sud - Mattarello - Trentino Salute
parole e immagini sull'arte di invecchiare - Trentino Salute
IL SOSTEGNO PSICOSOCIALE IN ETà EVOLUTIVA - Trentino Salute
Cenni di geologia e termalismo nella provincia di ... - Trentino Salute
L'attività fisica in provincia di Trento - Trentino Salute
Mezzolombardo - Mezzocorona Percorso 5 - Trentino Salute
alimenti e salute - Avis
Strumenti di ricerca per gli archivi fra editoria ... - Trentino Cultura
Alimentazione, attività fisica e salute cardiovascolare - Centro ...
terapia termale nelle malattie reumatiche: mito o ... - Trentino Salute
Strumenti per la formazione 4 - Trentino Salute
Strumenti per la formazione 8 - Trentino Salute
L'intervento normativo come strumento di ... - Trentino Salute
Formazione manageriale dei dirigenti sanitari - Trentino Salute
Documenti per la Salute 13 - Trentino Salute
Il consumo di alcolin Trentino - Trentino Salute
Documenti per la Salute 2 - Trentino Salute
Documenti per la Salute 26 - Trentino Salute