Views
3 years ago

Strumenti per la formazione 10 - Trentino Salute

Strumenti per la formazione 10 - Trentino Salute

Capitolo i scimpanzè,

Capitolo i scimpanzè, col quale peraltro condividiamo oltre il 98% del patrimonio genetico. Il fabbisogno alimentare era prevalentemente garantito dalla caccia (per almeno centomila anni l’uomo ha avuto nella carne una fonte energetica di primaria importanza e da essa traeva almeno il 40% delle calorie necessarie per vivere) e dalla raccolta di cibi di origine vegetale tanto che possiamo tranquillamente affermare che l’uomo per moltissimo tempo è cacciatore e contemporaneamente raccoglitore. Ciò che è avvenuto in epoche più recenti è stato sinteticamente analizzato nelle pagine precedenti di questo capitolo. L’agricoltura nasce, nelle zone più favorevoli, circa 10 mila anni fa. Dopo tale evento, l’uomo iniziò ad introdurre nella propria dieta per la prima volta i cereali. Successivamente, circa 5 o 6 mila anni fa, riuscì ad addomesticare ovini e bovini ed ebbe per la prima volta a disposizione il latte. Con la scoperta dell’America, poi, venne a contatto con tutta una serie di alimenti prima sconosciuti, quali zucchero, pomodoro, patate, peperoni, mais, caffè. Il cibo dell’uomo oggi è improvvisamente cambiato: piatti raffinati, zuccheri semplici, bevande zuccherate, abbondanza in grassi saturi (carni e formaggi), cibi precotti sono solo una comparsa recente. Eppure l’organismo dell’uomo d’oggi non è molto diverso da quello dei suoi antenati. È ciò di cui si nutre che è innegabilmente diverso. Una caratteristica importante è rappresentata dalla quantità di fibre che venivano assunte in passato, decisamente superiori a quelle che oggi vengono consigliate nell’ambito di una corretta alimentazione. Tumori, malattie cardiovascolari, diabete, obesità, osteoporosi, gotta e malattie intestinali croniche rappresentano le patologie più comuni nello stile dietetico dell’occidente. Esso è caratterizzato dall’eccesso alimentare che, insieme con la sedentarietà, sono pratiche che l’uomo non ha mai conosciuto così intensamente. A causa di tutti questi rapidi cambiamenti, oggi facciamo fatica a capire quale dovrebbe essere il combustibile giusto per alimentare il nostro organismo, anche se possiamo rilevare che le capacità di adattamento della nostra specie sono straordinarie. Al tempo stesso però, è proprio dalla storia che dobbiamo attingere le fonti più preziose per costruire il nostro stile alimentare, perché i geni mutano continuamente, anche se non così velocemente come richiederebbe il nostro attuale stile di vita. Si può vivere al meglio sia da latto-ovo-vegetariani, come affermato dall’Associazione Dietetica Americana sia da onnivori, come riportato dalle linee guida dei principali Paesi e ugualmente aspirare alla longevità in entrambi i casi. 26

Capitolo 2 L’energia che consumiamo, le calorie, il peso ideale A. Grosso, D. Beltramolli 2.1. Peso corporeo e salute I fisiologi pensano che il peso ideale sia quello che ogni individuo ha all’età di 18-20 anni, al termine dell’accrescimento. Esiste una stretta correlazione tra questo ed un buono stato di salute anche se, in tutto il mondo e particolarmente nei paesi industrializzati, la prevalenza e l’incidenza dell’obesità hanno assunto le caratteristiche di un’epidemia, superando il 15% limite critico posto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per definire un fenomeno patologico come epidemico. Tab. 1. Sovrappeso e obesità della popolazione italiana suddivisi per sesso ed aree geografiche. % Nord-ovest Nord-est Centro Sud Maschi Sovrappeso 40 44 46 47 Obesità 7 8 8 10 Femmine Sovrappeso 25 30 32 34 Obesità 7 7 7 11 Negli ultimi dieci anni, nella maggior parte dei Paesi Europei la diffusione dell’obesità ha registrato un aumento del 10-40% con una prevalenza tra il 10% e il 27% per gli uomini e tra il 10% e il 38% per le donne. L’incremento più preoccupante è stato rilevato in Gran Bretagna dove quasi due terzi degli uomini ed oltre la metà delle donne sono in sovrappeso o obesi. In Italia i bambini e gli adolescenti in sovrappeso tra i 6 e i 17 anni sono il 20%, mentre la percentuale degli obesi è del 4%; la fascia di età maggiormente colpita è quella tra i 6 e i 13 anni ed in particolare i maschi. La regione italiana con la più alta percentuale di bambini ed adolescenti con problemi di peso è la Campania, mentre quella in cui si è osserva una minore prevalenza di sovrappeso ed obesità è la Valle d’Aosta. 27

PROSPETTIVE DEL TERMALISMO - Trentino Salute
scommettiamo sui giovani.pdf - Trentino Salute
Risultati di salute intermedi - Trentino Salute
Il recupero del parco - Trentino Salute
Trento Sud - Mattarello - Trentino Salute
Cenni di geologia e termalismo nella provincia di ... - Trentino Salute
L'attività fisica in provincia di Trento - Trentino Salute
Mezzolombardo - Mezzocorona Percorso 5 - Trentino Salute
parole e immagini sull'arte di invecchiare - Trentino Salute
IL SOSTEGNO PSICOSOCIALE IN ETà EVOLUTIVA - Trentino Salute
alimenti e salute - Avis
Strumenti di ricerca per gli archivi fra editoria ... - Trentino Cultura
terapia termale nelle malattie reumatiche: mito o ... - Trentino Salute
Alimentazione, attività fisica e salute cardiovascolare - Centro ...
Strumenti per la formazione 4 - Trentino Salute
Strumenti per la formazione 8 - Trentino Salute
L'intervento normativo come strumento di ... - Trentino Salute
Formazione manageriale dei dirigenti sanitari - Trentino Salute
Il consumo di alcolin Trentino - Trentino Salute
Documenti per la Salute 19 - Trentino Salute
Documenti per la Salute 13 - Trentino Salute
Documenti per la Salute 2 - Trentino Salute