Febbraio - Ilmese.it

ilmese.it

Febbraio - Ilmese.it

Economia

Poste Italiane

spedizione in abb.

postale DL 353/2003

(conv. in L il

27/02/2004 n. 46)

art. 1 comma 1. DCB

Parma

n. 13

febbraio 2010

in edicola a € 0,50

B0520110

Una passione

chiamata Jazz

Dal 20 febbraio appuntamento con

la settima edizione del Piacenza Jazz Fest

Guest star: Brad Mehldau e Ravi Coltrane

Teatro

Due serate

dedicate a

Samuel Beckett

[1] marzo 2009 IL MESE MAGAZINE

Economia

Con la Job Card si

contrasta la crisi

del lavoro

Città che cambia

Ad aprile partono

i lavori in

via Scalabrini


AGRARIA

ARCHITETTURA

ECONOMIA

FARMACIA

GIURISPRUDENZA

INGEGNERIA

LETTERE E FILOSOFIA

MEDICINA E CHIRURGIA

MEDICINA VETERINARIA

PSICOLOGIA

SCIENZE POLITICHE

SCIENZE MATEMATICHE,

FISICHE E NATURALI

www.unipr.it

Il mondo che ti aspetta


6

8

Sommario

p. 4

p. 6

p. 8

p.11

p.12

p.14

p.16

Spettacoli

Primo piano

All that jazz..

torna il Piacenza Jazz Fest

Musica

Al Municipale nel segno di

Mozart e Cajkovskij

Teatro

Metti una sera a teatro,

per assurdo...

Teatro / Danza

San Valentino sulle tracce

di Diaghilev

Cinema

Al Jolly2 il cinema da non

perdere

Arte / incontri

Fotografando la musica

con Pino Ninfa

In calendario

p.18

p.20

p.22

p.24

p.26

p.29

p.30

Attualità

Primo piano

Lavoro in crisi?

C’è la Job Card

Città che cambia

Scalabrini, da aprile via

ai lavori di manutenzione

Società

Per la Polizia Municipale un

2009 da record

Economia

Nasce il Fondo Giovani

per le nuove imprese

Provincia

Il progetto per il terzo ponte

sul Po è pronto

In breve

Emergenza Haiti, immediata

la mobilitazione

Il Personaggio

Intervista a Fabrizio Achilli

presidente dell’ISREC

Economia









[1] marzo 2009 IL MESE MAGAZINE








n° 13 febbraio 2010

Poste Italiane

spedizione in abb.

postale DL 353/2003

(conv. in L il

27/02/2004 n. 46)

art. 1 comma 1. DCB

Parma

n 1 3

1

n € 0 , 5 0

10

ISSN: 2036 - 2536

Aut. tribunale di Parma n.2

del 5.2.2009

Editore

Edicta p.s.c.r.l.

via Torrente Termina, 3/b – PARMA

N° iscrizione al ROC: 9980

Registrazione ISSN: 1592-6230

In copertina: Ravi Coltrane ©John Abbott

Redazione

via Torrente Termina 3/b – PARMA

Tel. 0521251848

Fax 0521907857

e-mail: piacenzamagazine@edicta.net

18

Direttore responsabile

Simone Simonazzi

simonazzi@edicta.net

Art director

Pietro Spagnulo

spagnulo@edicta.net

Grafica

Manuela Rinieri

rinieri@edicta.net

Coordinamento editoriale

Erika Varesi

varesi@edicta.net

22

30

Buono acquisto. Consegna

il coupon in edicola

e ritira la tua copia.

Valido fino al

31 dicembre 2010

PER L’EDICOLANTE: DA RESTITUIRE ALL’AZIENDA

DI DISTRIBUZIONE GIORNALI

www.ilmese.it

www.edicta.net

4

Redazione

Massimo Capuccini, Erika Varesi

Hanno collaborato

Eleonora Bellomi, Valentina Bagarelli,

Matteo Caffarelli, Francesca Costi,

Francesca Di Marco, Alessia Fermi,

Giacomo Fossa, Valentina Mangia,

Luca Rossi, Arianna Seminara,

Alessandro Trentadue

Pubblicità e abbonamenti

Tel. 0521921346/921755

Elena Benedini, Lina Carollo,

Cristina Cattani, Alessio Dondi,

Gianluca Gala, Maria Lombardi,

Maria Carla Magni

Tiratura 8.000 copie

Chiuso in tipografia il 26/01/2010


Primo Piano

All that Jazz...

Da non perdere i concerti di Enrico

Rava, Brad Mehldau e Ravi Coltrane

Dal 20 febbraio si rinnova

l’appuntamento con il Piacenza

Jazz Fest. Serata inaugurale

con un inedito tributo a Gershwin

DI GIUSEPPE LABELLARTE

Enrico Rava sarà

accompagnato da una

band composta da sei

elementi

Jazzisti e musicofili di ttutta

italia preparatevi. Ritorna l’ormai

consueto appuntamento

con il Piacenza Jazz Fest, la

settima edizione della kermesse

che si svolgerà dal 20

febbraio al 27 marzo nei teatri

di Piacenza e Fiorenzuola

D’Arda. Grazie ad un cartellone

di respiro internazionale,

alla presenza di personalità del

calibro di Brad Mehldau e Ravi

Coltrane, alla partecipazione di

un prestigioso parterre di artisti

e ad un nutrito calendario

di eventi collaterali, la manifestazione

si conferma come un

evento di punta nel panorama

Jazz italiano. Primo appuntamento

in programma il concerto

inaugurale “Rava suona Gershwin”,

per l’occasione Enrico

Rava alla tromba e al flicorno,

affiancato da una band di altri

6, tra cui il batterista americano

Jeff Ballard, eseguirà un

omaggio a George Gershwin,

uno tra i più grandi compositori

del secolo scorso, iniziatore

del musical americano. Sabato

27 febbraio il festival incrocerà

il cartellone della rassegna itinerante

Cross Road, ospitato al

Teatro “President” di Piacenza

e co-producendo il concerto del

Roswell Rudd Quartet, evento

inaugurale della rassegna emiliano

– romagnola. Sempre al

“President”, Domenica 7 marzo,

è in programma il terzo appuntamento

del Piacenza Jazz,

il doppio concerto che vedrà

esibirsi Enrico Zanisi Trio e Aki

Takase Quitet Plays Fats Waller

dove la famosa pianista giapponese

proporrà i pezzi del compositore

americano.

Come già anticipato il prestigio

della manifestazione è confermato

dalla presenza del saxofonista

statunitense Ravi Coltrane,

figlio della leggenda jazz John

Coltrane, che aprirà qui la sua

tournèe europea con la data del

14 marzo al teatro “President”

Milestone: tanti concerti a febbraio

Prosegue senza sosta l’attività concertistica

al Milestone con le consuete

rassegne. Giovedì 4 febbraio l’appuntamento

è con il Massimo Minardi

Quartet e il giorno successivo (il 5)

con la J.c. Cinel Blues Band. Nel week

end sono in programma The Swingers

Quintet (sabato 6) e Laura Fedele Trio

(Domenica 7). Giovedì 12 si esibirà il

quartetto capitanato dal sassofonista

Gianni Azzali, mentre la settimana successiva (il 19) salirà sul palco il Paolo

Zagaria Blues Trio. Giovedì 25 e venerdì 26 si chiude un mese di concerti

con le esibizioni rispettive di Davide Calvi Trio e The River People.

Da non dimenticare infine i concerti legati al concorso “Chicco Bettinardi”,

in programma l’11 e il 18 febbraio. Info: 0523.579034

[4] febbraio 2010 IL MESE PIACENZA


Cultura

La pianista Aki

Takase proporrà i

pezzi dell’americano

Fats Waller

di Piacenza e di Brad Mehldau,

considerato il pianista e

compoitore americano più famoso

della sua generazione,

che, per la serata di mercoledì

24 marzo presso il Salone

del Conservatorio “G.Nicolini”

di Piacenza, si esibirà in piano

solo. Mercoledì 17 marzo nella

“Sala dei Teatini” si avrà la performance

fotografico-musicale

“Attraverso l’Etiopia” dove le

immagini del fotoreporter Pino

Ninfa saranno accompagnate

dalla musica della pianista Rita

Marcotulli e del saxofonista

Pietro Tonolo.

Il “Teatro Verdi” di Fiorenzuola

d’Arda sarà teatro

del concerto di Fabrizio

Bosso – Javier Girotto

Latin Mood “SOL!”.

Tra gli eventi collaterali

spiccano “Come

un racconto chiamato

Jazz” workshop di

fotografia musicale

che durerà dal 19

al 21 febbraio, sarà

curato da Pino Ninfa

e incentrato sul

concerto inaugurale

di Rava. Da non perdere

il convegno di

studi dal titolo “Bill

Evans: riflessioni intorno

a uno stile” che

si terra il 28 febbraio

al “Milestone” di Via

Emilia Parmense in

collaborazione con

SidMA (Società Italiana

di Musicologia

Afroamericana) e si

chiuderà con il concerto

del pianista

Stefano Battaglia, previsto per

le 18.00; e l’incontro (sempre

al milestone)“Per qualche hamburger

in più: la musica di Fats

Walzer” con il musicologo Stefano

Zenni evento introduttivo

del concerto di Aki Takase il 7

marzo.

Come per le edizioni scorse al

festival sono inoltre abbinati tre

concorsi nazionali: la settima

edizione del “Chicco Bettinardi”,

dedicato ai talenti emergenti

del panorama nazionale,

“Note di Donna IV Edizione”,

che premierà la migliore composizione

jazz al femminile e la

terza edizione di “Strisce

di Jazz” concorso

che intende

valorizzare

l’estro grafico

della tavola o

del fumetto

riguardante

il tema del

Jazz.

I vincitori di

tutti i concorsi

verranno

in fine

premiati

all’interno del Galà di fine festival

che si terra il 27 marzo alle

21.15 nello spazio “Le rotative”

di Piacenza, sarà ospitata della

serata l’esibizione dei “Junkfood

Quarted” vincitori nella sezione

gruppi del Bettinardi 2009.

Piacenza Jazz Festival e organizzato

da Piacenza Jazz Club

in collaborazione con Fondazione

di Piacenza e Vigevano,

Regione Emilia Romagna con il

contributo delle realtà istituzionali

e imprenditoriali del territorio,

sotto la direzione artistica

di Gianni Azzali, presidente del

Piacenza Jazz Club.

Il programma

sabato 20 febbraio

Rava suona Gershwin

Spazio “Le Rotative”

ore 21.15

Max duo

progetto discografico

“Alter Ego 2.1”

Milestone, ore 23

sabato 27 febbraio

Roswell Rudd Quartet

teatro “President”, ore 21.15

Ruben Chaviano y

Cuba Reunìon

Milestone, ore 23

DOMENICA 28 febbraio

Convegni di studi

Bill Evans: riflessioni intorno a

uno stile Milestone

Giovedi 4 marzo

Finale del concorso

Note di Donna

Milestone, ore 22.30

domenica 7 marzo

Stefano Zenni

Incontro con il musicologo

Milestone, ore 17

Enrico zanisi e Aki

Takase

Quintet Plays Fats Waller

teatro “President”, ore 21.15

domenica 14 marzo

Ravi Coltrane

Teatro “President”

mercoledi 17 marzo

“Attraverso l’Etiopia”

con Rita Marcotulli

“Sala dei Teatini”

sabato 20 marzo

Fabrizio Bosso

Javier Girotto

Latin Mood

Fiorenzuola, Teatro Verdi

mercoledi 24 marzo

Brad Mehldau

l Salone del Conservatorio

“G. Nicolini”

sabato 27 marzo

Galà di fine festival

Spazio “Le Rotative”, ore 21.15

Info: 0523.579034


Eventi Musica

In Uscita

No distance

left to run

Blur

Emi Music 2010

Per chi non ha

mai creduto che

il Britpop fosse

un’esclusiva dei

fratelli Gallagher,

il tour della reunion

dei Blur nel

2009 è stato un evento da non

perdere. Questo è il DVD che ne

racconta fedelmente la storia, con

una tracklist di successi. OSARE

Y not

Ringo Starr

Hip-O Records 2010

Ringo non è

mai stato il Beatle

più ispirato, però

è anche l’unico

rimasto (su Paul

permane il mistero

sulla sua identità) e per la prima

volta si cimenta in un’autoproduzione

infarcita di ospiti prestigiosi,

da Joe Walsh a Ben Harper. PER

NOSTALGICI

Hi

Kobenhavn Store

42 Records

Pochi lo sanno

ma in questo

momento il miglior

post rock

italico si fa a

Piacenza, grazie

a questo gruppo

di scalmanati ragazzi, giunto al

suo secondo album ufficiale dopo

il successo del precedente. DA

NON PERDERE

Valleys of Neptune

Jimi Hendrix

Sony Music 2010

Non è uno

scherzo: a marzo

esce il nuvo

disco di Jimi

Hendrix!Come

abbiano fatto a

tenere nascosti

nel cassetto per 40 anni 12 brani

12 tutti inediti è un mistero che

sconfina nella fede. Se ce l’avete,

lo potete comprare. DA ZOMBIE

Al Municipale nel segno

di Mozart e Cajkovskij

Il 20 febbraio Dimitrij Kitajenko dirige la Filarmonica Toscanini

DI GIUSEPPE LABELLARTE

Torna al Teatro Municipale

di Piacenza la filarmonica

Toscanini, che si esibirà il 20

febbraio sotto la direzione

del maestro Dmitrij Kitajenko.

Artista di fama internazionale

Kitajenko ha diretto le migliori

orchestre sinfoniche al mondo,

tra qui le Filarmoniche di

Monaco, Berlino, Praga e Philadelphia,

si è esibito in Europa,

Asia, Nord e Sud America

e ovunque ha riscosso successo.

Grazie ad un dialogo

semplice ed amichevole con le

proprie orchestre, ed all’uscita

di un Cd-box contenente le

registrazioni di varie sinfonie

il maestro è stato insignito di

un prestigioso “Midem Classic

award” e di un ECHO nel

2006, nello stesso anno, in

seguito alla riuscita collaborazione

con l’Orchestra Ensemble

Kanazawa, Kitajenko ha ricevuto

il riconoscimento come

“Orchestra’s Principal Guest

Conductor”. Si mantiene quindi

l’altissimo livello qualitativo

della stagione concertistica

piacentina, organizzata dalla

Fondazione Arturo Toscanini,

con un’offerta di grande

professionalità e gusto. Per

Concerti l’11 c’è l’Eterea Postbong Band

Giovedì? Al Baciccia

va in scena il rock

I Giovedì del Baciccia fanno il

pieno questo mese con quattro

concerti assolutamente da non

perdere. Il 4 sono sul palco gli

Sugarpie & the Candyman, esplosivo

quintetto di musicisti che si

diverte a riarrangiare le canzoni

del momento e gli evergreen della

musica pop e della discommusic

nello stile delle orchestre da ballo

degli anni Trenta e Quaranta.

La settimana successiva (l’11) è la

volta della Eterea Postbong Band.

Se il rock è clinicamente morto,

Eterea Postbong Band è la macchina

per tenerlo in vita. La band

vicentina si presenta infatti sul palco

carica di energia e pronta a cre-

In alto il maestro kitajenko; nell’altra pagina Mozart

are il giusto mix tra generi diversi,

necessario a scaldare il pubblico e

trasformare un semplice concerto

in una serata memorabile. Si cambia

completamente genere il 18

febbraio con i Crashman. Il sole,

il mare, il surf, i Beach Boys, gli

anni Sessanta, i party, le pelli abbronzate,

i cori in falsetto, il profumo

dell’olio solare... se anche voi

godete al pensiero di poter cancellare

in un sol colpo i mesi che

ci dividono dall’estate e i km dalla

spiaggia più vicina, può esservi

d’aiuto venire a passare questo

freddo giovedi al Baciccia... che

non è Malibù, ma quasi, soprattutto

quando arrivano i Crashman!!!

l’appuntamento al municipale

è in programma l’esecuzione

della sinfonia numero 36 in do

maggiore (Linz) di Wolfgang

Amadeus Mozart Quest’opera,

divisa in 4 movimenti e caratterizzata

dall’insolita apertura

con un tempo lento, rappre-

Ultimo appuntamento in programma

è per il 25 febbraio con Ottavo

Ritcher. Il gruppo nasce dall’idea

di due giovani musicisti: Raffaele

Kohler (tromba) e Luciano Macchia

(trombone) e muove i primi

passi suonando per strada nelle

notti milanesi. Le loro composizioni

sono contaminate da tantissimi

stili: dalla musica classica al rock,

dal jazz alla musica latina, senza

precludere alcun genere.

Info: 0523.606684

[6] dicembre febbraio 2010 2009 IL IL MESE piacenza PIACENZA


senta la prima sinfonia scritta

dal genio austriaco a quanto

pare in soli quattro giorni. In

realtà la dolcezza, la consapevolezza

e la maturità di

quest’opera, non solo smentiscono

la fretta con cui è stata

composta, ma testimoniano

ancora una volta – se ce n’è

bisogno – la vivacità e il talento

musicale di Mozart. Si cambia

completamente atmosfere

nella seconda parte della serata

con l’esecuzione della sinfonia

numero 4 in fa minore di

Petr ll’ic Cajkovskij, sinfonia in

quattro movimenti della durata

complessiva di circa quaranta

minuti. Sinfonia della cupa

disperazione, del persistente

amore idilliaco, del fato che incatena

il destino e del destino

che inesorabilmente si accanisce

contro l’uomo e lo rende

impotente di fronte all’amore,

In programma la

sinfonia n. 36 e la

sinfonia numero 4 in

fa minore

Per i gruppi giovanili piacentini

si apre un importante spiraglio di

visibilità per la loro musica. Il Comune

di Cavriago (RE), Arci Reggio

Emilia e Circolo Arci Calamita

hanno infatti indetto la nuova

edizione del concorso “Nuovo

premio centro giovani Augusto

Daolio”, rivolto a solisti e a gruppi

musicali emergenti. Il concorso

intende stimolare e promuovere

Nuovi e vecchi

Aperte fino al 26 febbraio le iscrizioni al Premio Daolio

l’attività di giovani musicisti che

si dedicano alla composizione e

all’interpretazione di canzoni proprie,

originali ed inedite con testi

in italiano. Vincitore del concorso

risulterà la migliore canzone originale

e inedita e il miglior live

set in finale. La partecipazione

al concorso è riservata a solisti

o gruppi musicali residenti in

Emilia-Romagna, liberi da contratto

discografico o editoriale in

corso. Parallelamente al concorso

principale, i concorrenti che lo

desiderano potranno partecipare

all’assegnazione del Premio Speciale

Giorgio Rizzo proponendo

la cover di un brano dei Nomadi.

Le iscrizioni possono essere

effettuate online attraverso il sito

www.premiodaolio.it entro il 26

febbraio 2010.

di fronte ai sentimenti che

vuole contraccambiare ma non

ha la forza per farlo, fu composta

nel 1878 in seguito al

fallimento del matrimonio tra il

musicista russo e la ex allieva

Antonina Miliukova.

Tra le note l’uomo si chiude

nella sua melanconia, nel suo

tormento esistenziale, nella

sua eterna e dolente musica,

sognando, distaccandosi dal

mondo terreno: è l’uomo che

è stanco di combattere e si

chiude perennemente in se

stesso.

La serata del 20 febbraio presenta

dunque tutti quelli che

sono gli elementi necessari

a fornire un grande appuntamento

di musica classica, è

difficilmente sarà altrimenti.

Info: 0523.492251

PRESTITI




Politeama il musical con Lorellla cuccarini sarà in scena il 16 e 17

Le melodie del Pianeta proibito

Appuntamento con il musical al

Teatro Politeama. Il 16 e 17 febbraio

andrà in scena “Il Pianeta

proibito”, che vedrà protagonisti

Lorella Cuccarini e i ragazzi di X

Factor. Lo spettacolo nasce a Londra

nel 1988 da un gruppo di teatro

sperimentale. L’anno seguente,

grazie al successo ottenuto,

viene trasferito nel West End dove

rimane in scena fino al 1993. Nel

1990 vince il prestigioso “Oliver

Award” come miglior musical,

battendo un kolossal come “Miss

A TUTTE LE CATEGORIE

Piacenza - Corso Vittorio Emanuele, 97 - Tel 0523 305864

Saigon”. Il testo è in gran parte

composto da un collage di citazioni

shakespeariane, tratte dalle

migliori opere del grande drammaturgo.

Musica, poesia, piglio

scatenato per due intense ore di

spettacolo caratterizzato da una

ventina di canzoni famosissime

degli anni ‘60 e ‘70 (Elvis Presley,

Beach Boys, Jerry Lee Lewis,

Roy Orbison e altri) che mettono

addosso, già da sole, la voglia di

battere il tempo.

Info: 0523.334175

da 2.000

a 50.000 euro

IL IL MESE MESE PIACENZA settembre febbraio 2009 2010[7]


Teatro

Metti una sera a teatro,

per assurdo...

A febbraio saranno due gli spettacoli di Beckett che si alterneranno

ai Filodrammatici e al Municipale: Aspettando Godot e Giorni felici

DI Alessia fermi

La follia assolutamente lucida

di Samuel Beckett investirà con

tutta la sua potenza destabilizzante

e interrogante la nostra

città in questo mese di febbraio

con due spettacoli molto

diversi tra loro ma accomunati

dalla stessa vocazione, la rilettura

allo stesso tempo fedele e

illuminante di un autore ormai

classico della letteratura drammatica

di tutti i tempi.

Dopo la proposta commovente

e sorprendente della compagnia

dei “Diurni e notturni” lo scorso

ottobre, “Aspettando Godot” ritrova

il palcoscenico del Teatro

Comunale Filodrammatici venerdì

12 e sabato 13 febbraio

con il Teatro Out Off diretto da

Lorenzo Loris, che a Piacenza

propone la sua originale rilettura

del testo più illustre del

drammaturgo irlandese dopo il

grande successo di pubblico e

critica che ha trasformato il suo

“Aspettando Godot” nello spettacolo

di maggior successo del

teatro milanese di cui fa parte.

Supportato dall’interpretazione

di Gigio Alberti, Mario Sala,

Giorgio Minneci, Alessandro

Tedeschi e Davide Giacometti,

dalle scene di Daniela Gardinazzi

e i costumi di Nicoletta

Ceccolini, Loris racconta la

strana giornata dei due celebri

protagonisti, Vladimiro ed

Estragone, passata nella vana

attesa di Godot: “Nelle nostre

metropoli multietniche Aspettando

Godot può rappresenta-

Samuel Beckett

Samuel Barclay Beckett nasce a Dublino

il 13 aprile 1906. Assistente

e amico di James Joyce, Beckett è

considerato il massimo esponente

del “Teatro dell’assurdo”, ed in

quanto tale è generalmente visto

uno degli scrittori più influenti del

XX secolo. Nel 1969 la grandezza

dello scrittore irlandese viene “istituzionalizzata”

attraverso l’assegnazione

del premio Nobel per la

letteratura. In seguito, ha continuato

a scrivere fino alla sua morte, avvenuta

il 22 dicembre del 1989.

In scena Appuntamento a Fiorenzuola il 6 con italiani italieni italioti e il 20 con dix play

Vizi e virtù degli italiani raccontati

da Banda Osiris e Gioele Dix

Giorgio Gallione firma una piece

fatta di monologhi, canzoni, rime,

ballate che raccontano, irridono,

svelano, sottolineano la faccia ipocrita

e arrogante dell’Italia. Sabato

6 febbraio il Teatro Comunale

Verdi di Fiorenzuola ospita infatti

“Italiani, Italieni, Italioti”, uno spet-

tacolo dove il rumore del caos

dei nostri tempi diventa sinfonia

di risate amare. Affidandosi al

proverbiale e stralunato humor

di Michele Serra, autore dei testi,

all’indomabile spirito beffardo dei

quattro professori della Banda

Osiris, e il talento bizzarro e virtuosistico

di Ugo Dighero, lo spettacolo

è a cavallo tra un moderno

canzoniere politico e un’Opera da

3 soldi di italica fattura. Una partitura

eccentrica dove le invenzioni

musicali e quelle linguistiche si

intrecciano, canzonatorie, per costruire

un varietà contemporaneo

dove il comico cerca di essere

ancora eversivo e il grottesco cerca

di svelare l’inessenziale, il contraffatto,

il superfluo. Sabato 20

febbraio in scena ancora il buon

umore con Dix Play, di Gioele Dix,

che con questo spettacolo torna al

suo primo amore: il cabaret. Come

in un immaginario display antologico

di stili e personalità, l’attore

milanese propone una serie di

monologhi comici ambientati nella

realtà italiana contemporanea,

per descrivere vizi e manie che ci

coinvolgono e corrispondono.

Info: 0523.985253

[8] febbraio 2010 IL MESE piacenza


Bob Wilson presenta

una messa in scena

con protagonista

Adriana Asti

re l’emblema di una società in

cui l’uomo vive una dimensione

spersonalizzante e raggiunge

il paradosso di sentirsi solo in

mezzo alla moltitudine”.

Martedì 16 e mercoledì 17 febbraio

al Teatro Municipale sarà

presentato al pubblico piacentino

quello che per gli appassionati

- ma non solo - può essere

considerato l’evento più importante

della Stagione teatrale

piacentina: il regista-culto del

teatro di sperimentazione – per

intenderci uno dei pochi contemporanei

e ancora vivi che si

studiano sui libri – Robert/Bob

Wilson presenterà un imperdibile

“Giorni felici” di Beckett

interpretato da una strepitosa

Adriana Asti, affiancata da Yann

de Graval.

Definito dal New York Times

“una pietra miliare del teatro

sperimentale mondiale”, Bob

Wilson è riuscito a costruirsi nei

tanti anni di una carriera intensa

e sfaccettata un linguaggio

scenico personalissimo e inconfondibile,

che mescola in

modo magistrale movimento,

danza, pittura, luce, design,

scultura e musica, dando vita

ad un’esperienza spettacolare

dal fortissimo impatto estetico

e simbolico, che suggestiona

e rapisce. Uno stile asciutto,

agli antipodi del naturalismo,

che lo accumuna il modo stretto

al teatro di Samuel Beckett,

con il quale Wilson ha deciso

di confrontarsi dopo molti anni

di carriera: “Ho sempre sentito

una certa affinità con il mondo

di Beckett. Per alcuni versi l’ho

sempre sentito vicino al mio

lavoro, ma solo adesso, dopo

trentacinque anni, ho deciso di

accettare la sfida e confrontarmi

con lui”.

A supportare questa sfida,

un’altra pietra miliare del panorama

teatrale – questa volta attoriale

– nazionale e internazionale,

Adriana Asti, bravissima

attrice milanese che ha avuto

la fortuna e il merito di lavorare

per i più importanti registi teatrali

e cinematografici: Giorgio

Strehler, Luchino Visconti, Luca

Ronconi, Harold Pinter, Pier

Paolo Pasolini, Bernardo Bertolucci

e, recentemente, Marco

Tullio Giordana.

Info: 0523.315578

Filodrammatici in scena il 4 febbraio

Romeo and Juliet

vs Shakespeare

La stagione di prosa propone

per la rassegna altri percorsi un

adattamento della celebre tragedia

di Shakespeare. Il Teatro dei

Filodrammatici ospita infatti per

giovedì 4 febbraio Romeo and Juliet

(Are Dead), della compagnia

scozzese Charioteer Theatre.

Romeo e Giulietta, forse la tragedia

più conosciuta di William Shakespeare,

si conclude con la morte

dei due innamorati, vittime del

fato e del loro amore impossibile.

Nell’adattamento dell’opera del

Charioteer Theatre però, Romeo,

Giulietta e Mercuzio, per nulla

contenti del finale che il drammaturgo

inglese ha riservato loro,

decidono di ribellarsi alla loro fine

prematura. Per cercare di dare un

senso al loro destino, ripetono

all’infinito la scena finale: forse,

ripercorrere le tappe fondamentali

della loro storia li aiuterà a trovare

le risposte che cercano, forse

riusciranno a scoprire dove Shakespeare

ha sbagliato e vedranno

se veramente esisteva per loro la

possibilità di un destino diverso

da quello tramandato.

La disperazione per un finale tragico

e inesorabile che avremmo

voluto fosse diverso, la determinazione

e la voglia di non rassegnarsi

a ciò che gli altri hanno deciso

per noi, sono temi tanto attuali

che i protagonisti già dalle prime

scene smettono gli abiti del 1500

per indossare jeans e maglietta.

Allo stesso modo le scene sono

recitate rigorosamente nell’inglese

di Shakespeare e accompagnate

dalle musiche di John Metcalfe, a

sottolineare la naturale musicalità

del pentametro giambico. A un

Mercuzio in veste di narratore è

invece affidato il commmento della

vicenda in inglese moderno.

Info: 0523.315578

IL IL MESE PIACENZA settembre febbraio 2009 2010 [9]


Eventi Teatro - Danza

La grammatica

del teatro

Torna a febbraio il ciclo di incontri

“InFormazione teatrale”. Si parlerà

di Pirandello, Strehler e Ronconi

DI VALENTINA BAGARELLI

Il Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza, in collaborazione

con il Comune di Piacenza, La Fondazione di Piacenza e Vigevano

e il Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione propone

a studenti e docenti delle scuole superiori una serie di laboratori

teatrali al fine di fornire conoscenze utili riguardanti i fondamenti

del linguaggio cinematografico e teatrale. Mentre i ragazzi saranno

impegnati con il laboratorio “In cerca d’autore”, Il teatro di Pirandello

e il grande schermo, a cura di Chiara Merli, gli insegnanti potranno

scegliere di seguire altri due laboratori specificamente indirizzati a

loro, ovvero “Gli elementi del teatro” a cura di Chiara Merli e “Effetto

Zoom”, incontri intorno alla visione di spettacoli della Stagione di

Prosa per mettere a fuoco i segni del linguaggio teatrale, a cura di

Roberta Zanoli.

Il laboratorio per i ragazzi prevede un primo incontro introduttivo

per giovedì 18 febbraio 2010 alle ore 17 che illustrerà il rapporto

tra teatro, cinema e letteratura in Pirandello, i successivi invece prevedono

un’introduzione ai film Kaos, Enrico IV e La Balia e l’analisi

di alcune sequenze funzionali ad individuare i punti di contatto e le

differenze tra testo letterario e filmico. La proiezione di Kaos dei fratelli

Traviani è previsto per venerdì 19 febbraio 2010 alle ore 9.15,

Enrico IV di Marco Bellocchio verrà trasmesso il 19 marzo, mentre

La Balia, sempre di Marco Bellocchio, si terrà il 16 aprile entrambi

Un’immagine tratta da kaos dei fratelli taviani

Il laboratorio ragazzi

prevede un primo

incontro introduttivo

per giovedì 18

alle ore 9.15. A conclusione del

lavoro, gli insegnanti avranno la

possibilità di proseguire questo

approfondimento grazie l’uso

di materiale didattico fornito dal

Teatro Gioco Vita. Il percorso di

formazione “Effetto Zoom” indirizzato

invece agli insegnanti e a

tutto il pubblico, già iniziato il 15

gennaio, prosegue con altri due appuntamenti, il 5 febbraio 2010

alle ore 17,30 con Giorni Felici di Samuel Beckett e il 19 febbraio

2010 sempre alle 17,30 con L’impresario delle Smirne di Carlo

Goldoni. Questo laboratorio tende a fornire conoscenze riguardanti

determinati aspetti del linguaggio teatrale come la scrittura, il rapporto

coi classici, l’interpretazione e la regia. Infine l’ultimo laboratorio

previsto è “Gli elementi del Teatro”, incentrato sulla storia e gli effetti

sullo spettacolo teatrale della regia e del registra. Anche in questo

caso sono previsti quattro incontri: Nascita ed Evoluzione della Regia

Teatrale il 9 febbraio 2010 alle ore 17, La Regia come Sintesi dei

Linguaggi della Messinscena il 23 febbraio alle ore 17, L’Attore e il

personaggio nella Prospettiva della Creazione, infine Giorgio Strehler

e Luca Ronconi: due registri a confronto il 30 marzo sempre alle ore

17. Per informazioni: tel.0523 315578; scuola@teatrogiocovita.it.

Teatro ragazzi La compagnia i sacchi di sabbia sarà ai filodrammatici il 21, 23 e 24

La vita di Sandokan, tra grattuge e ortaggi

DI MARTA SACCHI

Chi non ha almeno una volta

sognato di far parte delle tigri

di Mompracem alzi la mano!

La rassegna “A teatro con

mamma e papà”, promossa da

Teatro Gioco Vita, propone ai

Filodrammatici, lo spettacolo

“Sandokan o la fine dell’avventura”,

della Compagnia I sacchi

di Sabbia. La prima rappresentazione

è in programma domenica

21 febbraio alle 16, con

repliche martedì e mercoledì

alle 21.

Il luogo in cui si svolge l’azione

è una cucina: attorno ad un

tavolo si raccolgono i quattro

personaggi che, indossato il

grembiule, iniziano a vivere le

intricate gesta del pirata malese.

Perno dell’azione è l’ortaggio,

in tutte le sue declinazioni:

carote-soldatini, sedani-foresta,

pomodori rosso sangue, patate-bombe,

prezzemolo ornamentale.

E poi cucchiai di

legno come spade, grattugie

come cannoni, una bacinella

piena d’acqua per il mare del

Borneo, scottex per cannocchiali,

e ancora sacchetti di

carta, coltellini, tritatutto... Il

racconto si affaccia alla mente

degli spettatori, per poi esplodere

con una frenesia folle che

contagia. La cucina è casa di

Sandokan, nave dei pirati, villa

di Lord Guillonk, foresta malese,

spiaggia di Mompracem.

Fedele all’ideale di un ironico

esotismo quotidiano (Salgari

non si avventurò mai oltre

l’Adriatico) lo spettacolo – at-

traverso l’utilizzo fantasioso di

semplici oggetti d’uso – è un

elogio all’immaginazione, una

qualità che rischia di naufragare

nel blob superficiale dei nostri

tempi; ma è anche al tempo

stesso una pungente satira

di costume che colpisce tic

e idiosincrasie di una società

sempre più tesa e “di corsa”.

A febbraio la rassegna dedicata

ai più piccoli propone

anche “Il gatto senza stivali”,

in programma domenica 7 con

la compagnia I burattini dei

Menozzi e “Va dove ti porta il

piede”, della Comapgina Teatro

dei Piedi, sempre ai Filodrammatici

il 28 alle 16.

Info: 0523.315578

[10] dicembre febbraio 2010 2009 IL IL MESE piacenza PIACENZA


San Valentino sulle

tracce di Diaghilev

Al Municipale va in scena la compagnia junior Balletto

IN BREVE

venerdì 19

Omaggio

a Nello Vegezzi

D I V A L E N T I N A B A G A R E L L I

Per un San Valentino all’insegna

del romanticismo e della

musica, il Teatro Municipale di

Piacenza vi propone Sulle tracce

di Diaghilev, un balletto de

La compagnia giovanile Junior

Balletto di Toscana, diretto da

Cristina Bozzolini, con la collaborazione

di Silvia Chirico,

in qualità di maître de ballet

e assistente alle coreografie.

Questa emergente compagnia

di danza è formata da più di

diciotto promettenti danzatori

tra i 16 e i 20 anni, pieni di

talento e di energia, provenienti

dal Dipartimento Danza classica

e del Dipartimento Danza

moderna – jazz e contemporanea

della Scuola del Balletto di

Toscana.

Questi giovani danzatori rappresentano

il risultato della

validità e della professionalità

di una delle migliori e più innovative

Scuole Italiane di danza

che ogni anno forma in modo

eccellente bravissimi ballerini,

non solo classici, bensì anche

Le coreografie

sono accompagnate

da musiche di Chopin,

Debussy e Weber

moderni e contemporanei, hip

– hop oltre che jazz, e che

vanta tra i suoi ex allievi grandi

professionisti e importanti corpi

di ballo famosi in tutta Italia ed

Europa.

Lo spettacolo al quale potremo

assistere sarà accompagnato

Un momento dello spettacolo foto di a. botticelli

dalle sinfonie più dolci di Fryderyk

Chopin, Claude Debussy,

Franz Schubert, da quelle più

allegre e coinvolgenti di Mikael

Stavostrand e di Carl Maria

Von Weber, ma anche dal rock

contemporaneo di David Byrne.

Questa colonna sonora eterogenea

farà da sottofondo ai sei

balletti che si susseguiranno a

ritmo incalzate per tutto il corso

della serata.

Cristina Bozzolini e Silvia Chirico

questa volta hanno superato

se stesse, creando uno

spettacolo brillante e frizzante,

con l’intento di unire elementi

moderni (come le coreografie,

i costumi e i ballerini stessi)

a musiche e pezzi di repertorio

più classiche, dando vita in

questo modo a un opera di alto

livello teatrale.

Se quindi non avete idea di

come trascorrere un San Valentino

speciale e diverso dalla solita

cenetta a lume di candela,

correte al Teatro Municipale e

godetevi lo spettacolo.

Per informazioni sull’acquisto

dei biglietti e le relative prevendite,

potete visitare il sito

internet del Teatro Municipale

di Piacenza, nella sezione Stagione

di Danza.

Info: 0523.492251

Per la rassegna Musica al Lavoro

l’Arci di Piacenza propone uno

spettacolo interpretato da Simone

Baldassari, Nicola Bizzarri, Paolo

Mazzocchi, Silvia Tinti, Virginia

Zini. Info: 0523.499601

SABATO 20

Pseudolus

La stagione di Prosa del Teatro

di Castel San Giovanni propone

sabato 20 Pseudolus, commedia

di Plauto che verrà interpretata

da un ottimo Franco Oppini.

Info: 0523.888613

Sabato 20

Teclà

Per la rassegna di teatro al

femminile Le voci della luna,

il teatro T34 ospita sabato 20

febbraio, alle 21, lo spettacolo

Teclà, della compagnia piacentina

Le Stagnotte. Info: info@

acpkd.it





PRESTITI

PER TUTTI I DIPENDENTI,

PUBBLICI, STATALI E AI PENSIONATI

Piacenza - Corso Vittorio Emanuele, 97 - Tel 0523 305864

IL IL MESE MESE PIACENZA settembre dicembre febbraio 2009 2010[11]


Eventi Cinema

Al jolly2 il cinema

da non perdere

In rassegna al mercoledì le opere ultime di registi

del calibro di Pedro Almodovar, Denis Tanovic,

Sergio Rubini e Francis Ford Coppola

DI GIUSEPPE LABELLARTE

In un momento dove, in ambito

cinematografico, effetti

speciali e titoli Hollywoodiani la

fanno da padroni, gli amanti del

cinema di qualità non possono

mancare agli appuntamenti proposti

nel mercoledì sera del

Nuovo-Jolly2. Il Cinema di San

Nicolò ha infatti ideato una rassegna

che ripropone una selezione

di quei titoli che possono

essere sfuggiti nei mesi precedenti

e che invece meritano di

essere visti o rivisti nell’ambiente

che più li valorizza, una sala

cinematografica. Si tratta delle

ultime opere di quelli che sono

i più grandi maestri del cinema

contemporaneo, nazionale

e internazionale, una selezione

dove la qualità si presenta come

filone comune tra i diversi titoli

presentati. L’elenco dei registi

proposti va da Woody Allen ad

Almodovar da Coppola all’italiano

Rubini. Ad accomunare i vari

titoli è la qualità di quel cinema

In programma

i titoli che possono

essere sfuggiti nei

mesi scorsi

inteso come arte e non solo

come puro spettacolo. Per il

mese di Febbraio la “Rassegna

del Mercoledì” prevede le proiezioni

del thriller drammatico “Gli

abbracci spezzati” ultima opera

di Pedro Almodovar, presentata

a Cannes 2009 e candidata ai

Golden Globe 2010 come miglior

pellicola straniera. La settimana

successiva sarà la volta di

“Triage”, pellicola dove il regista

bosniaco Danis Tanovic, già

famoso per il precedente “No

man’s land”, continua la propria

riflessione sull’impatto della

guerra nell’esistenza umana. Per

il 17 Febbraio è in programmazione

“L’uomo nero” commedia

dove Sergio Rubini conferma le

proprie capacità registiche, oltre

Il concerto

Dal 5 febbraio

Radu Mihaileanu, indimenticato

regista di Train de Vie, propone una

commedia grottesca e liberatoria,

tra vecchia Urss e Tchaikowski. Un

osannato direttore dell’orchestra

Bolshoi viene allontanato in epoca

comunista per essersi rifiutato di licenziare

i musicisti ebrei e 25 anni

dopo lavora ancora in teatro come

custode. Un giorno intercetta un invito

per il teatro Chatelet di Parigi e

decide di riscattarsi dalle umiliazioni,

accettando l’ingaggio al posto

dell’orchestra ufficiale.

ANTEPRIME

Iran, 1953: sullo sfondo tumultuoso

del colpo di stato, tramato

e promosso dai servizi segreti

americani, i destini di quattro

donne convergono in un bellissimo

giardino di orchidee. è lì che

le protagoniste troveranno indipendenza,

conforto e amicizia

e, soprattutto, coscienza della

propia identità. L’acclamata vi-

Cosa voglio di più dal 12 febbraio

Silvio Soldini torna alla macchina

da presa accompagnato da Pierfrancesco

Favino e il fido Giuseppe

Battiston. Anna è diventata tutto

quello che ci si aspettava da lei: ha

un impiego modesto ma sicuro, è

vitale, affettuosa con la famiglia, gli

amici e con il suo compagno Alessio,

col quale ha deciso di avere

un bambino. Quando Domenico

Donne senza uomini Dal 26 febbraio

sual artist Shirin Neshat, debutta

come regista con questa incisiva

e personale riflessione su quello

che è stato un momento cruciale

della storia di quel paese, che

ebbe come conseguenza la Rivoluzione

islamica e tutti quegli

sconvolgimenti che hanno portato

l’Iran ad essere come oggi lo

conosciamo.

irrompe nella sua vita però tutti

quei contorni svaniscono e per la

prima volta mette a fuoco l’amore,

quello fatto di desiderio e passione.

La loro storia è una ribellione

sottovoce che si regge su un

equilibrio precario come la loro

vita: incontri clandestini, litigate al

cellulare, bugie, carezze soffocate

fin quando...

[12] febbraio febraio 2010 IL MESE PIACENZA piacenza


IL PROGRAMMA

Jolly2 ore 21.30

Mercoledì 3 febbraio

Gli abbracci spezzati

di Pedro Almodovar

Con Penelope Cruz

Mercoledì 10 febbraio

Triage

di Danis Tanovic

Con Colin Farrell, Paz Vega

Mercoledì 17 febbraio

L’uomo nero

di Sergio Rubini

Con Valeria Golino,

Riccardo Scamarcio

Mercoledì 24 febbraio

Segreti di Famiglia

di Francis Ford Coppola

Con Vincent Gallo

Una scena de “GLI ABBRACCI SPEZZATI”;

in basso a sinistra “SEGRETI DI FAMIGLIA”

Info: 0523.760541

che di attore, rappresentando

un “amarcordiana” Puglia, a

metà tra romanzo e ricordo autobiografico.

A chiudere il mese

è l’immortale Francis Ford Coppola

che in “Segreti di famiglia”

film la cui sceneggiatura, scritta

di proprio pugno dal regista,

presenta più di un elemento

autobiografico, in un bianco e

nero dove le vicende della famiglia

protagonista nascondono

alcuni momenti della storia dei

Coppola. Con questa rassegna

ci si riavvicina al cinema dei

vecchi dessai in contrapposizione

con le politiche di mercato

che condizionano le scelte delle

nuove multisale, Ad ogni titolo

sarà riservata un’unica proiezione,

ogni mercoledì sera alle

21 e 30, sono previste inoltre

riduzioni per studenti bambini e

anziani. La rassegna, partita con

il mese di gennaio, continuerà

sino a fine marzo proponendo

ogni settimana un titolo di spessore,

in modo da offrire uno

spettacolo dedicato al pubblico

più esigente ed attento, ma anche

a chi vuole avvicinarsi per la

prima volta al buon cinema.

Piacenza All’Iris 2000 si chiude il ciclo dedicato a Michael Haneke

Le inquietudini della borghesia

DI GIUSEPPE LABELLARTE

Con il mese di febbraio si

conclude “Cineclub – grandi

film sul grande schermo”, rassegna

che ha portato nelle sale

della Multisala Iris 2000 opere

di qualità, attraverso la proiezione

di grandi titoli della storia del

cinema. La manifestazione ha

seguito tre filoni, uno dedicato

ai lungometraggi legati ai grandi

poeti siciliani mentre un secondo

filone ha analizzato un tema

ricorrente nella storia del cinema,

il rapporto tra follia e potere.

Gli ultimi due appuntamenti

di febbraio concludono invece il

terzo dei percorsi seguiti da “Cineclub”,

un omaggio ad uno dei

più interessanti e controversi cineasti

viventi: Michael Haneke.

Le due proiezioni proposte per

la chiusura completano il percorso

di capolavori di un regista

controverso che con abilità ha

portato sul grande schermo le

paure e le perversioni nascoste

nel lato più profondo e più cupo

dell’animo umano. Il 2 Febbraio

sarà proiettato Il Tempo dei

Lupi, allucinante pellicola del

2003 dove Haneke mostra il

degenerare e la violenza a cui

può essere spinto l’uomo in situazioni

estreme. Una famiglia

lascia la città a causa delle forti

tensioni sociali e si ritira nella

propria casa di campagna. O

meglio, vorrebbe poterlo fare

perché la trova già occupata e

chi la occupa uccide il proprietario.

La moglie, rimasta sola

con i due giovani figli, prende

a vagare per la campagna. Con

“Niente da nascondere”, opera

che è valsa al cineasta il premio

alla migliore regia al Festival di

Canes del 2005, si conclude

la panoramica sull’Austriaco.

Come già in Funny Games, qui,

la cinepresa di Haneke mostra

l’angoscia e il terrore dell’aggressione

alla propria intimità.

Cineclub, organizzato dal Comune

di Piacenza con in collaborazione

con Cineteca Italia di

Milano e Multisala Iris 2000, si è

mostrato come un evento dove

qualità e grande cinema si sono

affermati come comuni denominatori

di tutti gli appuntamenti,

e anche queste ultime due date

si presentano come imperdibili

per tutti coloro che amano l’arte

cinematografica.

Info: 0523.334175

IL IL MESE MESE PIACENZA settembre febbraio 2009 2010[13]


Arte - Incontri

arte IN BREVE

Come pesci

in un acquario

Prosegue fino al 16 febbraio

la mostra “Filippo Berta - Eliseo

Cannone Alessandro Pelicioli Anna

Coppola Greta Agresi” alla galleria

Pacentia Arte di via Scalabrini.

Quattro schermi di vetro trasparente

separano i corpi di due uomini e

due donne dal pubblico, come se

fossero in un acquario, esposti allo

sguardo. Non vi è altro sulla scena.

Il titolo della mostra è formato dai

loro nomi. Info: 0523.332414

Le opere di Gianesi

al Laboratorio

Laboratorio delle Arti propone

fino al 13 febbraio “Pottery & Tapestry”

esposizione delle opere

recenti di Bruno Gianesi, caratterizzate

dal riutilizzo di vecchi

tessuti da tappezzeria che l’artista

ricompone sulla tela ideando un

nuovo disegno basato su raffinati

cromatismi. Info: 0523.330057

Nikka Dimroci alla

Sottoesposizione

Prende il via sabato 13 la personale

di fotografia “Love will tear

us apart” di Nikka Dimroci. Ad

ospitarla la galleria Sottoesposizione

di via Chiapponi 39. Curata da

Gabriella Guerci la mostra prevede

nella giornata inaugurale un concerto

con Gabriele Ferraris e Mirko

Migone. Info: 0523.1720408

Fotografando la musica

con Pino Ninfa

Sono aperte le iscrizioni al corso intensivo che si terrà

al Milestone di Piacenza dal 19 al 21 febbraio 2010

DI GIOVANNI LANNA

Fotografia e musica, un connubio

spesso inscindibile, ma

che tecnicamente richiede capacità

e competenze specifiche.

Nell’ambito della settima

edizione della manifestazione

Piacenza Jazz Fest, torna per

il secondo anno consecutivo il

workshop fotografico “Come

un racconto chiamato jazz”, a

I partecipanti

lavoreranno sul

concerto inaugurale

del Piacenza Jazz Fest

cura del fotografo milanese Pino

Ninfa, che si svolgerà a Piacenza

dal 19 al 21 febbraio 2010,

presso il Milestone di Via Emilia

Parmense 27, sede del Piacenza

Jazz Club.

Il corso intensivo si prefigge di

stimolare l’espressività e la ricerca

personale fotografando la

musica: si parte venerdì 19 febbraio

alle ore 15.30, con l’introduzione

e l’approfondimento del

lavoro che svolgeranno i partecipanti;

sabato 20 febbraio sarà

dedicato alle riprese, mentre domenica

21 febbraio si procederà

alla verifica e alla discussione

del lavoro svolto, con la visione

dei portfolii.

I partecipanti iscritti al corso

lavoreranno intorno al concerto

inaugurale del Piacenza Jazz

Fest 2010, Rava suona Gershwin,

in cartellone sabato 20

febbraio 2010, alle ore 21.15,

presso lo spazio “Le Rotative” di

Piacenza, in Via Benedettine 66.

Enrico Rava (tromba e flicorno),

affiancato da un ensemble di altri

otto elementi, renderà omaggio

uno dei compositori più noti del

secolo scorso, George Gershwin,

considerato l’iniziatore del musical

americano. Il workshop condotto

da Pino Ninfa offre una

prospettiva d’eccezione da cui

inquadrare con l’obiettivo gli elementi

centrali e quelli circostanti

di un evento musicale: con la

i fotografi avranno

l’opportunità

di confrontarsi sul

lavoro svolto

macchina fotografica come compagna

di viaggio, i partecipanti

potranno, infatti, seguire l’evoluzione

di tutte le fasi di realizzazione

dell’evento, dal sound

check al concerto. Le fotografie

saranno oggetto di discussione

e di analisi e i fotografi avranno

l’opportunità di confrontarsi sul

lavoro svolto, per scoprire che

l’indiscusso protagonista di ogni

scatto è sempre il fotografo, con

la sua passione, il suo occhio e

il suo amore, a prescindere dalla

tecnica usata.

La quota di iscrizione al workshop

è di 150 euro (per informazioni:

info@piacenzajazzfest.

it; tel. 0523-579034; è possibile

scaricare il modulo per l’iscrizione

dal sito www.piacenzajazzfest.it).

[14] febbraio 2010 IL MESE piacenza


A Fiorenzuola festa

si scrive Zobia

Dall’ 11 al 16 febbraio è in programma il carnevale

DI NICOLA DAVOTI

Ogni anno, in occasione del

Carnevale, Fiorenzuola si trasforma

nel grande palcoscenico

della Festa della Zobia. Le origini

di questa festa risalgono al

XVI secolo e sono legate alla

presenza, nel territorio piacentino,

di un insediamento ebraico.

Al giorno d’oggi, la festa si è sviluppata

ed è un Carnevale animato

dalla presenza di gruppi

di maschere denominate ebree

e da bellissimi e originali carri

allegorici.

Una delle regole della Zobia è

l’uso esclusivo, per mascherarsi,

di materiale povero e facilmente

reperibile (abiti smessi, accessori

usati, stracci...). Il vero

“zobione” non ha mai il volto

coperto e nemmeno il vestito

“bello”: protagonisti e spirito

della manifestazione sono, da

sempre, l’inventiva, la mimica,

le “smorfie” che ognuno è

in grado di inventare. Questo

“spettacolo di strada”, fatto di

scherzo e di imitazione giocosa

dei concittadini, aiuta a riscoprire

le proprie radici, ad ironizzare

bonariamente sui difetti propri

ed altrui, a dimenticare per un

giorno i problemi.

Ci sono carri e i carretti fatti

rigorosamente di materiale di ogni genere recuperato

chissà dove. Non aspettatevi però carri

allegorici cartapestati. Non aspettatevi faccioni e

gigantesche figure semimoventi. Aspettatevi un

carnevale vivo, di popolo, in cui il carro o il carretto

rappresentano la scenografia, l’attrezzatura necessaria

per rendere meglio la rappresentazione

che si vuol inscenare.

Verranno infine assegnati il “palio” (assegnato da

una giuria popolare al carro maggiormente rappresentativo

dello spirito della Zobia) ed il “paliotto”

(che si assegna a gruppi di personaggi mascherati

o a singoli).

Quest’anno il programma, che andrà da giovedì

11 a martedì 16 febbraio, prevede tra le altre, una

parodia dello Zecchino d’Oro (Venerdì al ridotto

del Teatro Verdi), la Zobia dei bambini (animazione

per le strade di Sabato pomeriggio) e, ovviamente,

le due giornate (domenica e lunedì) con

le sfilate dei carri e la premiazione dei vincitori.

Info: 0523.989314

Cultura in breve

Baciccia

Alessandro Vettori presenta

“Il bianco rumore dei sospiri”

Febbraio ricco di incontri letterari al Baciccia

di via Dionigi. Lunedì 1 è in programma la

presentazione del libro “Vita, morte, amore”, di

Ennio Arzani. Il 22 Marco Campus racconterà il

suo saggio dedicato allo studio della pedofilia dal

titolo “Il Pedofilo è lui”. Ultimo incontro venerdì

26 con la presentazione del libro “Il bianco

rumore dei sospiri”, di Alessandro Vettori. Un

poetico racconto su quanto sia meravigliosa

la semplicità di una vita attraverso la storia di

Julia e Loren e del loro appassionante immenso

amore. Info: 0523.606684

PASSERINI LANDI

Le leggi razziali a Piacenza

durante la guerra: una mostra

In occasione della Giornata della Memoria, la

Biblioteca Passerini Landi ha proposto la mostra

“Piacenza 1938 – 1945 le Leggi Razziali”.

L’esposizione e il libro che l’accompagna

portano a compimento le ricerche condotte

dall’Istituto Storico della Resistenza sulla

persecuzione razziale nel piacentino e sulle

conseguenze sociali per coloro che la subirono.

La mostra rimarrà visitabile fino al 24 febbraio.

Info: 0523.330346

CONCORSO

I Will Be Brief, l’arte di

Shakespere in dieci minuti

Teatro e cinema s’incontrano nel nome di

Shakespeare. Avete un’idea nel cassetto per

dare nuova vita al più celebre dei dialoghi

d’amore, tratto dal Romeo e Giulietta? “I will be

brief” è ciò che fa per voi. Promosso dai Comuni

di Nonantola e Castelfranco, ed ERT, il concorso

ha l’obiettivo di realizzare cortometraggi e

sceneggiature che nel breve spazio di dieci

minuti sappiano confrontarsi creativamente con

l’opera. Il bando e la scheda di iscrizione sono

sul sito www.nonantolafilmfestival.it.

Brusa la vecia

Domenica 14 e martedì 16

Borgonuovo festeggia il carnevale.

Domenica, al Cinema Capitol, dalle

ore 15 c’è il ritrovo dei bambini in

maschera. Martedì è in programma

invece la sfilata per le vie del

paese. In piazza della Rocca festa

con vin brulè e chiacchiere, con al

termine il falò “brusa la vecia”.

Info: 0523.863919

S. Valentino in baita

La Pro Loco di Ferriere organizza

in occasione della serata

dedicata al santo degli innamorati

una speciale ”Festainquota

Extreme” che prevede l’arrivo e

pernottamento resso il Rifugio

Monte Ragola, sull’ altipiano di

Prato Grande. La prenotazione

alle escursioni è obligatoria.

Info: 0523-870997

Carnevale in villa

Giovedì Grasso? Si può passare

in una dimora storica con Gran Buffet

in una serata danzante e mascherata.

Ad ospitarla giovedì 11

è la maison In Villa a Fontanellato.

Domenica 14 invece, con “due

Cena a Gropparello

Un antico castello, la magia

delle candele nelle antiche sale,

le bollicine più famose del mondo,

un banchetto per suggellare

una promessa che sarà per sempre!

San Valentino quest’anno

cuori e un castello”, c’è la possibilità

di festeggiare San Valentino con Gropparello con una cena me-

IL MESE si PIACENZA può festeggiare settembre al 2009 castello [15] di

una cena a lume di candela. dievale dedicata all’amore.

Info: 0521.822100.

Info: 0523.855814

IL MESE PIACENZA febbraio 2010[15]


In Eventi calendario

lunedì 1

Solange Mela presenta

Ritorno a Cold Mountain

Un film da raccontare

Biblioteca Passerini Landi

ore 16

Info: 0523.492404

Vita, morte, amore

Presentazione del libro

di Ennio Arzani

Baciccia, ore 21.30

Info: 0523.606684

martedì 2

Il tempo dei lupi

Di Michael Haneke

Con Isabelle Huppert

Multisala Iris 2000, ore 21

Info: 0523.334175

Filumena Marturano

di Eduardo De Filippo

con Lina Sastri, Luca De

Filippo, Nicola Di Pinto,

Teatro Municipale, ore 21

Info: 0523.492251

mercoledì 3

Gli abbracci spezzati

di Pedro Almodovar

Con Penelope Cruz, Lluís

Homar, Blanca Portillo

San Nicolò, Jolly2, ore 21.30

Info: 0523.760541

Giù al nord

di Dany Boon

con Kad Mérad, Dany Boon

Cinema Politeama, ore 15

Info: 0523.492724

Filumena Marturano

di Eduardo De Filippo

con Lina Sastri, Luca De

Filippo, Nicola Di Pinto

Teatro Municipale, ore 21

Info: 0523.492251

giovedì 4

Il nastro bianco

di Michael Haneke

Con Christian Friedel

Fiorenzuola, cinema Capitol

ore 21.30

Info: 0523.984927

Enrico Faggioli

presenta

Il Codice Da Vinci

Rassegna Un film

da raccontare

Biblioteca Passerini Landi

ore 16

Info: 0523.492404

Romeo And Juliet

(are Dead)

da William Shakespeare

Teatro dei Filodrammatici

ore 21

Info: 0523.315578

Massimo Minardi

Quartet

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Sugarpie

& The Candyman

In concerto

Baciccia, ore 22.30

Info: 0523.606684

venerdì 5

Kobenhavn Store

In Concerto

Presentazione del nuovo CD

Pontenure, Piano Bore 22

Info: 333.3780957

J.c. Cinel

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Le esecuzioni capitali

a Piacenza

Presentazione del libro

di Ettore Carrà

Con Giancarlo Andreoli

Palazzo Galli, ore 18

Info: 0523.542356

sabato 6

Italiani, italieni, italioti

di Michele Serra

con la Banda Osiris e Ugo

Dighero

Stagione di Prosa

Fiorenzuola, Teatro Verdi

ore 21

Info: 0523.985253

The Swingers Quintet

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Viva V.E.R.D.I.

Premiazione dei componimenti

Con Giuseppe Bertolucci

Comune di Piacenza, ore 11

Info: 0523.492224

domenica 7

Il gatto senza gli stivali

I Burattini dei Menozzi

di e con Dimmo Menozzi

Teatro dei Filodrammatici

ore 16.30

Info: 0523.315578

Laura Fedele Trio

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

martedì 9

Niente da nascondere

Di Michael Haneke

Con Daniel Auteil, Juliette

Binoche, Maurice Bénichou

Multisala Iris 2000

ore 21

Info: 0523.334175

Anna Salerno presenta

Kramer contro Kramer

di Robert Benton

Rassegna Un film

da raccontare

Biblioteca Passerini Landi

ore 16

Info: 0523.492404

mercoledì 10

Triage

di Danis Tanovic

Con Colin Farrell, Paz Vega,

Christopher Lee

San Nicolò, Jolly2

ore 21.30

Info: 0523.760541

Il papà di Giovanna

di Pupi Avati

con Silvio Orlando,

Francesca Neri, Ezio Greggio

Cinema Politeama, ore 15

Info: 0523.492724

giovedì 11

Lebanon

Un film di Samuel Maoz

Con Oshri Cohen, Michael

Moshonov, Zohar Strauss

Fiorenzuola, cinema Capitol

ore 21.30

Info: 0523.984927

Le scuole dell’infanzia

in Zobia

Festa della Zobia

Fiorenzuola,

dalle ore 10

per le Vie del Centro

Info: 0523.989314

Apertura

della manifestazione

Festa della Zobia

Fiorenzuola, Quartiere

S. Rocco- Piazzale Verdi

dalle ore 20.30

Info: 0523.989314

Giuseppina Cafari

presenta L’attimo

fuggente

di Peter Weir

Il postino, di Michael Radford

Rassegna Un film

da raccontare

Biblioteca Passerini Landi,

ore 16

Info: 0523.492404

Concorso “Bettinardi”

Milestone

ore 22.30

Info: 0523.579034

Eterea Postbong Band

In concerto Baciccia

ore 22.30

Info: 0523.606684

venerdì 12

Operetta

“Al suchen d’or”

ovvero Parodia

dello Zecchino d’Oro

Festa della Zobia

Fiorenzuola

Ridotto Teatro Verdi

ore 21.00

Info: 0523.989314

Aspettando Godot

di Samuel Beckett

Con Gigio Alberti,

Mario Sala, Giorgio Minneci

Teatro dei Filodrammatici,

ore 21

Info: 0523.315578

Pseudolo

Con Franco Oppini

Stagione di prosa

Teatro Comunale di Castel

San Giovanni

ore 21

Info: 0523.888613

Gianni Azzali

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Il restauro dei dipinti

murali della Cappella di

San Corrado Confalonieri

nel Duomo di Piacenza

Con Davide Gasparotto

e Stefania Prosa

Palazzo Galli, ore 18

Info: 0523.542356

sabato 13

La Zobia dei bambini

di tutto il territorio

con animazioni per tutti

e con laboratori di trucco

Festa della Zobia

Fiorenzuola, Piazza dei

Caduti, dalle ore 14

Info: 0523.989314

Aspettando Godot

di Samuel Beckett

Con Gigio Alberti, Mario Sala,

Giorgio Minneci

Teatro dei Filodrammatici

ore 21

Info: 0523.315578

Carnevale con dj Piero

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

domenica14

Sfilata di carri e gruppi

Festa della Zobia

Fiorenzuola, Centro Storico,

ore 14

Info: 0523.989314

Bambini in maschera

Carnevale 2010

Borgonuovo, cinema Capitol

ore 15

Info: 0523.863919

Festainquota Extreme

Love edition

Festa in baita in occasione

di San Valentino

Ferriere

Info: 0523.870997

Un San Valentino

d’amore per tutti i gusti

Cena Medievale

Castello di Gropparello

Info: 523.855814

Sulle tracce

di Diaghilev

Junior Balletto di Toscana

Stagione di danza

Teatro Municipale,

ore 16

Info: 0523.492251

Ascolto guidato

Milestone

ore 22.30

Info: 0523.579034

Carnevale Bobbiese

Piazza XXV Aprile

Info: 0523.962815

lunedì 15

Sfilata di carri e gruppi

e premiazione

Festa della Zobia

Fiorenzuola,

Centro Storico

ore 20.00

Info: 0523.989314

Associazione ArciGay

presenta Milk

Rassegna

Un film da raccontare

Biblioteca Passerini Landi

ore 16

Info: 0523.492404

martedì 16

Le scuole primarie

e secondarie in Zobia

Festa della Zobia,

Fiorenzuola, dalle ore 10

Info: 0523.989314

Brusa la vecia

Con sfilata di maschere

Borgonuovo,

piazza della Rocca

Info: 0523.863919

Giorni felici

di Samuel Beckett

Regia, scene e ideazione luci

Robert Wilson

Con Adriana Asti

Teatro Municipale, ore 21

Info: 0523.492251

mercoledì 17

L’uomo nero

di Sergio Rubini

Con Sergio Rubini, Valeria

Golino, Riccardo Scamarcio

San Nicolò, Jolly2

ore 21.30

Info: 0523.760541

Il pranzo di ferragosto

di Gianni Di Gregorio

con Gianni Di Gregorio

Valeria de Franciscis

Marina Cacciotti

Cinema Politeama

ore 15

Info: 0523.492724

Giorni felici

di Samuel Beckett

Regia, scene e ideazione luci

Robert Wilson

Con Adriana Asti

Teatro Municipale

ore 21

Info: 0523.492251

giovedì 18

Dieci inverni

di Valerio Mieli

con Isabella Ragonese,

Michele Riondino, Liuba

Zaizeva

Fiorenzuola, cinema Capitol

ore 21.30

Info: 0523.984927

[16] gennaio 2010 IL MESE PIACENZA piacenza


Andrea Cataldi

presenta Luci della Cit

Un film da raccontare

Biblioteca Passerini Landi,

ore 16

Info: 0523.492404

Concorso “Bettinardi”

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Crashman

In concerto

Baciccia, ore 22.30

Info: 0523.606684

venerdì 19

La rivolta e l’incanto

Omaggio a Nello Vegezzi

Rassegna Musica al Lavoro

Camera del Lavoro, ore 21

Info: 0523.499601

Paolo Zagaria

Blues Trio

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

sabato 20

Filarmonica Arturo

Toscanini

Direttore Dmitrij Kitajenko

Stagione Concertistica

Teatro Municipale, ore 20.30

Info: 0523.492251

Dix Play

di e con Gioele Dix

Stagione di Prosa

Fiorenzuola, Teatro Verdi

ore 21

Info: 0523.985253

Teclà

Compagnia Le Stagnotte

Rassegna le voci della luna

Teatro T34, ore 21

Info: info@acpkd.it

Rava suona Gershwin

Piacenza Jazz Fest

Settima edizione

Spazio “Le Rotative”

ore 21.15

Info: 0523.579034

Max Duo

progetto discografico

“Alter Ego 2.1”

Milestone, ore 23

Info: 0523.579034

Lungo il Po

Presentazione del libro

Di e con Michele Marziani

Galleria Sottoesposizione

ore 17.30

Info: 0523.1720408

Sfilata dei Carri

e Pentolaccia

Bobbio, Piazza XXV Aprile

dalle 14.30

Info: 0523.962815

domenica 21

Sfilata dei Carri

Bobbio, Piazza XXV Aprile

dalle 14.30

Info: 0523.962815

Sandokan o la fine

dell’avventura

Compagnia I Sacchi di Sabbia

Da Le Tigri di Mompracem

di Emilio Salgari

Teatro dei Filodrammatici

ore 16.30

Info: 0523.315578

Recital pianistico

di Gianluca Piacenza

Domeniche a Palazzo

Farnese

Palazzo Farnese,

ore 17.30

Info: 0523.32698

Lunedì 22

Il Pedofilo è lui

Presentazione del libro

di Marco Campus

Baciccia, ore 21.30

Info: 0523.606684

martedì 23

Nereo Trabacchi

presenta Sideways

di Alexander Payne

Rassegna Un film da

raccontare

Biblioteca Passerini Landi,

ore 16

Info: 0523.492404

Sandokan o la fine

dell’avventura

Compagnia I Sacchi di Sabbia

Da Le Tigri di Mompracem

di Emilio Salgari

Teatro dei Filodrammatici,

ore 21

Info: 0523.315578

Tony rigettini show

Baciccia, ore 21.30

Info: 0523.606684

mercoledì 24

Segreti di Famiglia

di Francis Ford Coppola

Con Vincent Gallo, Alden

Ehrenreich, Maribel Verdú

San Nicolò, Jolly2, ore 21.30

Info: 0523.760541

Si può fare

Un film di Giulio Manfredonia

con Claudio Bisio, Anita

Caprioli, Giuseppe Battiston

Cinema Politeama,

ore 15

Info: 0523.492724

Sandokan o la fine

dell’avventura

Compagnia I Sacchi di Sabbia

Teatro dei Filodrammatici,

ore 21

Info: 0523.315578

giovedì 25

A Serious Man

di Joel Coen, Ethan Coen

Con Michael Stuhlbarg,

Richard Kind, Fred Melamed

Fiorenzuola, cinema Capitol,

ore 21.30

Info: 0523.984927

Legenda per la consultazione

Cesare Carrà presenta

Il Gattopardo

di Luchino Visconti

Un film da raccontare

Biblioteca Passerini Landi

ore 16

Info: 0523.492404

Davide Calvi Trio

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Ottavo Ritcher

In concerto

Baciccia, ore 22.30

Info: 0523.606684

venerdì 26

Gomalan Brass Quintet

Concerto di ottoni

Stagione concertistica

Fiorenzuola, Teatro Verdi

ore 21

Info: 0523.985253

A teatro con gusto

Il maiale e la cucina della bassa

Teatro dei Filodrammatici

Info: 0523.315578

The River People

In concerto

Milestone, ore 22.30

Info: 0523.579034

Il bianco rumore

dei sospiri

Presentazione del libro

di Alessandro Vettori

Baciccia, ore 18.30

Info: 0523.606684

sabato 27

Ciaspolata notturna

al chiaro di luna

Ferriere

Info: 0523.870997

Ruben Chaviano y

Cuba Reunìon

Dopofestival del Piacenza

Jazz Fest

Milestone, ore 23

Info: 0523.579034

domenica 28

Lo Schiaccianoci

Moscow City Ballet

Direttore artistico e coreografia

Victor Smirnov

Golovanov

Teatro Municipale, ore 16

Info: 0523.492251

Va’ dove ti porta

il piede

Il Teatro dei Piedi

Teatro Comunale

Filodrammatici, ore 16.30

Info: 0523.315578

Taras Piano Trio

In concerto

Domeniche a Palazzo

Farnese

Palazzo Farnese, ore 17.30

Info: 0523.32698

Cinema Incontri Musica Teatro

LE MOSTRE DA VEDERE

SI CHIUDONO

Piacenza 1938-1945

Le leggi raziali

fino al 24 febbraio

Biblioteca Passerini Landi

Orari: lunedì10.00 - 18.50

dal martedì al sabato 8.30

- 18.50

Domenica chiuso

Info: 0523.330346

In occasione della Giornata

della Memoria, la Biblioteca

Passerini Landi ha proposto

la mostra “Piacenza 1938

– 1945 le Leggi Razziali”.

L’esposizione completa le

ricerche condotte dall’Istituto

Storico della Resistenza

sulla persecuzione razziale

nel piacentino e sulle conseguenze

sociali per coloro

che la subirono.

Pottery

and Tapestry

Fino al 13 febbraio

Laboratorio delle arti

Orari: da martedì a sabato

dalle 16 alle 19.

Domenica e lunedì chiuso

o per appuntamento.

Info: 0523.330057

Laboratorio delle arti

propone un’esposizione

delle opere recenti di

Bruno Gianesi, caratterizzate

dal riutilizzo di

vecchi tessuti da tappezzeria

che l’artista ricompone

sulla tela ideando

un nuovo disegno basato

su raffinati cromatismi.

Installazione

di Filippo Berta

Fino al 16 febbraio

Galleria Placentia Arte

Orari: tutti i giorni dalle

16 alle 19. Chiuso il

Lunedì

Info: 0523.332414

La mostra si compone di

una particolare installazione

d’arte. Quattro schermi di

vetro trasparente separano

i corpi di due uomini e due

donne dal pubblico, come

se fossero in un acquario,

esposti allo sguardo.

PROSEGUONO

Pittura toscana.

Collezioni a confronto

fino al 2 maggio 2010

Galleria Ricci Oddi

da martedì a domenica

10-13 e 15-18

Info: www.riccioddi.it

L’esposizione è frutto

di un’importante indagine

avviata sul tema del collezionismo

in ambito ottocentesco.

Sarà possibile ammirare

40 opere di piccolo formato

provenienti da una

collezione privata di autori

toscani.

Tappeti a Palazzo

Fino a giugno 2010

Musei di Palazzo Farnese

domenica dalle 9.30 alle

13.00 e dalle 15.00 alle

18.00, martedì, mercoledì

e giovedì dalle 9 alle 13,

venerdì e sabato 9 alle 13

e dalle 15 alle 18

Info: 0523.492661

La mostra “Tappeti a

Palazzo”, propone alcuni

esemplari della collezione

Armani-Binecchio ed

è inserita nel percorso

museale del piano rialzato,

comprendente anche

la visita alle sezioni Medievale,

Rinascimentale,

Armi, Maioliche e Vetri,

Sculture ed Epigrafi.

Fotobook

Da sabato 12 dicembre

galleria Sottoesposizione

di Palazzo Marazzani

Visconti

Via Chiapponi 39

Orari:8.30-12.30/16-19.30

chiusura: lunedì e giovedì

pomeriggio

Info: 0523.305638

Fotobook è un progetto che

si pone come punto d’incontro

tra la vasta offerta di

fotografie digitali di autori

emergenti e di qualità e l’altrettanto

ampio mercato di

chi cerca suggestioni creative

per i propri ambienti ad

un costo ragionevole.

Inaugurano

Love will tear us apart

Dal13 al 26 febbraio

Galleria Sottoesposizione

Orari: martedì, mercoledì,

venerdì e sabato dalle

16 alle 19.30

Info: 0523.1720408

Prende il via sabato 13

la personale di fotografia

“Love will tear us apart”

di Nikka Dimroci. Ad ospitarla

la galleria Sottoesposizione

di via Chiapponi

39. Curata da Gabriella

Guerci la mostra prevede

nella giornata inaugurale

un concerto con Gabriele

Ferraris e Mirko Migone.

Nikka Dimroci è nata a

Piacenza e si è diplomata

nel 2005, in Dams Arte

presso l’ateneo di Bologna.

Dal 2008 si dedica

a tempo pieno alla fotografia

con esposizioni e

collaborazioni davvero

affascinanti. Un tocco forte

e deciso quello della

Dimroci ma allo stesso

tempo delicato e sublime:

nei sui lavori si evince nel

contempo una forte sensibilità

e un approccio graffiante

alla vita quotidiana.

IL IL MESE PIACENZA gennaio 2010[17]


Primo Piano

Lavoro

in crisi? C’è la

Job Card

Con la tessera agevolazioni

e sconti per i lavoratori in mobilità

DI ALESSANDRO TRENTADUE

Iniziative

[18] febbraio 2010 IL MESE piacenza

Attiva anche la Confindustria Card

CONFINDUSTRIA Piacenza

ha aderito con

convinzione alla Job Card,

iniziativa che però non

rappresenta una novità

assoluta. Ancora prima

che venisse concepita,

infatti, l’associazione aveva

ideato la Confindustria

Piacenza Card: una carta

sconti gratuita utilizzata

dai titolari e dai dipendenti

delle aziende associate

presso fornitori convenzionati

per acquistare

beni e servizi a prezzo

scontato (dal 5 al 25% in negozi di diverso tipo). Ma se

prima questa tessera si rivolgeva unicamente agli associati

di Confindustria Piacenza, a partire dall’adesione di Confindustria

all’iniziativa della Provincia, adesso, tutte le aziende

di Confindustria possono aderire anche al circuito della Job

Card, ampliando così il giro di sconti e agevolazioni dell’iniziativa

provinciale.

La sostengono

Federfarma, Enìa,

Farmacie comunali

e associazioni

Tra le tante tessere inutili che

vi occupano il portafogli, una

varrebbe la pena di conservarla.

Si chiama Job Card, ed è l’ultima

iniziativa della Provincia di Piacenza

per andare incontro alle

persone più colpite dalla crisi

economica.

Realizzata con la collaborazione

delle più attive realtà economiche

e commerciali del territorio

– Enìa, Farmacie Comunali Piacentine,

Federfarma Piacenza,

Confesercenti, Unione provinciale

commercianti, Libera associazione

commercianti e Confindustria

Piacenza – la Job Card consentirà

ai lavoratori in mobilità, in cassa

integrazione o in possesso di un

contratto di solidarietà di avere

una serie di agevolazioni e sconti

in negozi e servizi gestiti proprio

dai soggetti appena elencati.

La tessera, disponibile dall’11

gennaio scorso (tre giorni dopo

la firma del protocollo d’intesa),

è valida per tutto il 2010, e rinnovabile

dopo sei mesi, anche

se ci si augura che più di un titolare

possa farne a meno, una

volta ritrovato un impiego. Per

ottenerla, i lavoratori delle tre

specifiche categorie – che sono

circa 4.500 in tutto il territorio

piacentino – devono rivolgersi a

uno dei quattro Centri per l’impiego

della provincia (Piacenza,

Castel San Giovanni, Fiorenzuola,

Bettola e Bobbio). I commercianti

che vogliono aderire al cir-

cuito e concedere agevolazioni

e riduzioni, invece, si rivolgono

alle loro associazioni di categoria,

che dalla creazione della Job

Card continuano a coinvolgere

i loro associati sulla filosofia

dell’iniziativa – solidale verso i

lavoratori, e commerciale per i

negozianti stessi – e li convincono

ad esporre il logo “Job Card”

sulla vetrina dei negozi.

Per fare qualche esempio delle

agevolazioni concesse ai possessori

della Job Card, i titolari

di pubblici esercizi (non solo negozi

ma anche bar e ristoranti)

che hanno esposto il logo “Job

Card” in vetrina fanno già sconti

del 5, 10 e 20% sui loro prodotti.

Enìa, poi, consente ai titolari

della tessera il pagamento a rate

senza interessi delle bollette per

consumo energia elettrica e gas,

mentre le farmacie comunali di

Piacenza (la farmacia Manfredi,


Attualità

I Commenti

parole

chiave

10%

è lo sconto

su tutti

i prodotti che

non necessitono

di

ricetta medica

che le farmacie

mettono a

disposizione

della Job

Card

Velleia, e quella di Roncaglia)

insieme a quelle di Federfarma

(elencate sul sito lavoro.provincia.pc.it)

scontano del 10% tutti

i prodotti che non necessitano di

Paparo “L’iniziativa

messa a punto è

aperta e ci muoviamo

per coinvolgere altri”

ricetta medica sia ai titolari della

Job Card sia ai loro familiari.

«Anche se abbiamo tutto il 2010

per valutare l’efficacia della Job

Card – commenta l’assessore

provinciale al Lavoro Andrea

Paparo, ideatore dell’iniziativa –

non ci fermiamo e continuiamo a

progettare altre soluzioni inerenti

all’iniziativa. Il protocollo che abbiamo

istituito è aperto: ci stiamo

muovendo per coinvolgere altre

associazioni di categoria, come

quelle di agricoltori e artigiani, le

cooperative, e i centri commerciali

e supermercati locali della

media distribuzione.

Più iscritti abbiamo, più aumentano

le possibilità di fare sconti

e riduzioni in ogni tipo di attività

commerciale presente. Stiamo

inoltre studiando dei meccanismi

per allargare le categorie di

lavoratori e comprendere anche

i precari».

E se l’obiettivo più concreto

è quello di riuscire a distribuire

almeno 1.500 tessere – un

terzo del numero di lavoratori a

capacità di acquisto ridotta – la

riuscita dell’iniziativa dipende da

un’azione molto più semplice:

quella di far mettere da parte a

queste persone anche solo qualche

centinaio di euro, garantendo

così la possibilità di risparmio e

di spesa adeguata alle loro condizioni

economiche. E in questo

modo un altro passo per arginare

la crisi è stato fatto.

4500

Sono il

bacino

di lavoratori

interessati

dalla crisi

del lavoro

su tutto il

territorio

provinciale

20%

è lo sconto

massimo sui

prodotti che i

commercianti

aderenti

all’iniziativa

mettono a disposizione

dei

titolari della

card e dei

loro familiari

«Con la Job Card

si aiuta anche

il commercio»

Parlano Struzzola,

dell’Unione Commercianti

e Freschi di Confesercenti

Una doppia finalità spinge i commercianti

piacentini a partecipare al circuito della Job

Card: un impegno di sensibilità e sostegno

verso i lavoratori – per aiutarli ad alleviare gli

effetti della crisi – e un lancio di autopromozione

e marketing – per farsi così conoscere

da un numero maggiore di consumatori a

costo zero, distinguendosi dalla concorrenza

–, in un momento in cui anche le piccole e

medie aziende non navigano certo nell’oro.

«Proprio per questo si tratta di un’iniziativa

interessante – afferma Giovanni Struzzola,

direttore dell’Unione Commercianti – che capita

in un momento di difficoltà soprattutto

per una parte di lavoratori a cui è giusto dare

un mano. Concedendo una serie di sconti per

questa classe di consumatori, i nostri negozi

possono anche farsi conoscere da persone

che altrimenti non si sarebbero mai rivolti a

quei negozi. Un aiuto che va verso un vantaggio

reciproco, insomma, per rendere lo

scenario meno nero di quanto in realtà è».

Vede di buon occhio l’idea della Job Card

anche Giancarlo Freschi, vicedirettore di

Confesercenti che, pur riconoscendo l’unicità

dell’iniziativa a livello nazionale, s’interroga

sulla mancanza di alcuni soggetti che potrebbero

aderire al circuito di agevolazioni e

sconti: «Ci chiediamo come mai la grande distribuzione

si tiri indietro e non si lasci coinvolgere

nell’iniziativa.

Proprio loro dovrebbero rendersi conto che

con la loro presenza si potrebbe allargare il

bacino della Job Card e far conoscere l’iniziativa

in modo molto più rapido, con un impatto

d’immagine maggiore e su un territorio più

ampio».

IL MESE PIACENZA febbraio 2010 [19]


CittàcheCambia

Scalabrini,

da aprile via

ai lavori di

manutenzione

DI ARIANNA SEMINARA

Via Scalabrini cambia faccia.

Partirà infatti ad aprile la manutenzione

straordinaria della via

che si protrarrà per circa 20 settimane.

I lavori si estenderanno

dall’incrocio di via Chiapponi con

via Scalabrini fino a piazzetta

San Paolo. Ma quali saranno, nel

dettaglio, gli interventi da portare

a termine? I marciapiedi verranno

messi a norma (allargati di

dieci centimetri), per consentire

il transito delle persone diversamente

abili, e la pavimentazione

verrà resa omogenea in porfido.

Sottoterra invece, verrà compiuto

il rifacimento del collettore fognario,

ormai gravemente compromesso.

Infine, per quanto riguarda

piazzetta San Paolo, verrà

realizzata la pavimentazione con

la cubettatura in porfido e un piccolo

sagrato antistante la chiesa.

Il budget stanziato dal comune

è di 600mila euro, mentre Enia,

che si occuperà dei lavori fognari,

stanzierà altri 200mila euro. «Si

tratta di un intervento necessario

– ci spiega Ignazio Brambati, assessore

ai Lavori Pubblici - anche

considerando che via Scalabrini

è un’arteria portante del centro

e asse dell’antica via Francigena,

quindi ha una grandissima

importanza storica. Inoltre il miglioramento

delle condizioni della

strada permetterà anche una

valorizzazione della chiesa dei

Teatini e relativo auditorium,un

punto di eccellenza artistico mol-

to apprezzato dalla città».

«Si cercherà di contenere il più

possibile i disagi - ha proseguito

l’assessore - la via sarà accessibile

dai pedoni per tutto il periodo

dei lavori, mentre per quanto

riguarda il flusso dei veicoli si

stanno già studiando dei sistemi

per deviare il traffico e per fare

in modo di chiudere via via solamente

il tratto in cui si sta lavorando».

Inoltre, visti i lavori fognari,

anche i garage e le cantine dei

palazzi della via potranno essere

inagibili. In questo senso i tecnici

stanno già immaginando possibili

soluzioni in termini almeno di

parcheggi temporanei.Inizialmente

i lavori dovevano avere il via

alla fine di febbraio, ma è stata

Roberto Reggi «Vogliamo migliorare il rapporto tra il carcere e la città»

Entro il 2012 un nuovo padiglione alle

Il Sindaco di

Piacenza ha scritto

al Ministro Alfano.

«Esistono gravi

carenze strutturali,

di personale

e di bilancio»

DI Valentina Bagarelli

Il sindaco Roberto Reggi ha

inviato a gennaio una nota al

ministro della Giustizia Angelino

Alfano in relazione alla

richiesta da parte del Provveditorato

Interregionale per le

Opere Pubbliche per l’Emilia

Romagna e Marche di ampliamento

della Casa Circondariale

di Piacenza, per mezzo di

un nuovo padiglione detentivo.

Nella lettera inviata al

ministro Alfano, il sindaco ha

descritto puntualmente, oltre

le gravi mancanze strutturali

(infiltrazioni d’acqua, malfunzionamenti

all’impianto idraulico

e al riscaldamento, celle

non utilizzabili), anche le difficoltà

di bilancio, di carenza

del personale di vigilanza e

direttivo, e soprattutto il sovraffollamento,

causato da un

grande numero di detenuti in

attesa di giudizio. Questa è la

situazione dell’amministrazione

penitenziaria, non solo di

Piacenza, ma di tutti i dodici

istituti penitenziari della regione

che attualmente registrano

più di 4.462 presenze. Di

queste circa il 505 è costituito

da immigrati, molti dei quali

sono in regime di carcerazione

preventiva e quindi in attesa di

giudizio.

L’arrivo del padiglione, che si

stima possa ospitare ben duecento

posti in più, è previsto

entro il 2012, come confermato

dal Piano Carceri licenziato

dal Consiglio dei Ministri.

Dopo i vari sopraluoghi dei

tecnici incaricati dal ministe-

[20] febbraio 2010 IL MESE PIACENZA


A fiancopiazzetta san paolo

sopra via scalabrini

Verranno messi a norma

i marciapiedi e la pavimentazione

sarà resa omogenea. In Piazzetta

San Paolo torna il porfido

accolta la richiesta dei commercianti

di posticiparli di oltre un

mese, in modo tale da poter approfittare

del periodo di chiusura

estivo nel momento di maggior

disagio. Inoltre, per ottimizzare

i tempi, l’amministrazione si sta

muovendo per tenere il cantiere

attivo cinque giorni e mezzo,

possibilmente sei, sempre nel rispetto

delle norme di sicurezza

per i lavoratori.

«In questo momento di crisi economica

e occupazionale - conclude

l’assessore - è un dovere

politico e morale promuovere

questi lavori pubblici, per migliorare

l’aspetto della città e al tempo

stesso dare lavoro a chi ne ha

bisogno».

I NUMERI

20

le settimane

di lavoro

previste

dall’apertura

dei cantieri.

Fine lavori

per i primi di

settembre

600

mila gli

euro

dstanziati dal

Comune per

la realizzazione

delle

opere di manutenzione

200

mila gli

euro

stanziati da

Enìa che,

contestualmente,

interverrà

sulla

manutenzione

della rete

fognaria

Notizie in breve

Val trebbia

La variante tra Perino e Rio

Cernusca sarà pronta per l’estate

Il nuovo tratto in variante della Strada Statale

45 “Val di Trebbia” da Perino a Rio Cernusca

sarà pronto entro l’estate del 2011.

L’Anas ha già affidato l’appalto integrato per

l’esecuzione dei lavori che sono già stati

consegnati ed avviati dall’Impresa appaltatrice.

La convenzione prevede l’assegnazione

alla Provincia di 1,3 milioni di euro per

l’affidamento dei lavori di consolidamento e

manutenzione straordinaria.

INTERVENTI

I Draghi di Palazzo Gotico

saranno restaurati

I sei draghi del Palazzo Gotico di Piacenza

sono stati temporaneamente rimossi dalla loro

storica postazione per affidarsi alle mani restauratrici

di Giovanni e Lorenzo Morigi. Le opere, in

ghisa, si sono usurate nel tempo a causa delle

intemperie. Il lavoro di restauro durerà un paio

di mesi, in base ovviamente alla logistica dei

cantieri e delle riparazioni.

Cantieri

Piazzale Libertà, il volto

nuovo dopo i lavori

Novate

ro stesso della Giustizia, si è

deciso che il padiglione verrà

costruito all’interno dell’attuale

cinta carceraria, alle porte

della città e rientrerà in un

prestabilito budget indicativo

di dieci milioni di euro, ma al

momento non sono disponibili

altri dettagli più precisi.

Il nuovo padiglione della struttura

carceraria delle Novate

rientrerebbe nei quarantasette

nuovi padiglioni che si

affiancheranno alle vecchie

carceri, secondo un progetto

di finanziamento per interventi

straordinari urgenti dell’Emilia

Romagna, che prevede 1700

nuovi posti in più in cantiere

per la regione e un conseguente

aumento di personale,

al fine di garantire un ambiente

decoroso e vivibile per

tutti coloro che si trovano ad

essere ospitati nelle strutture

carcerarie.

Le auto hanno ripreso a circolarvi da tempo,

ma un’inaugurazione ufficiale non c’era ancora

stata. Adesso invece piazzale Libertà si mostra

alla città dopo un lungoperiodo di chiusura a

causa dei lavori di riqualificazione. Ipiacentini

possono così ammirare la nuova piazza pedonale,

con uno spazio circoscritto e ben definito

per gli autoveicoli, in modo da lasciare spazio

ad attività collettive o ricreative nella zona. I

nuovi arredi e l’illuminazione fanno il paio con la

nuova alberatura che con i mesi estivi comincerà

a far sfoggio di sé.

Piacenza

Una nuova sede per il

Mercato ortofrutticolo

Si concluderà entro febbraio l’indagine di

mercato per la ricerca di una nuova sede per

il mercato ortofrutticolo di Piacenza. L’iniziativa

è stata presa in seguito all’incontro svoltosi a3

gennaio tra il Comune, gli operatori del mercato

e gli agricoltori interessati. L’impegno comune

è di garantire la continuità dell’attività, avendo

convenuto di individuare, in tempi brevi, una soluzione

per nuova localizzazione della struttura.

IL MESE PIACENZA febbraio 2010 [21]


Società

Per la Polizia Municipale

un 2009 da record

Superate le 176mila ore di servizio. Rafforzati il controllo del territorio

e l’attività di contrasto alla criminalità. 1.260 gli incidenti stradali

DI Luca Rossi

La Polizia Municipale di Piacenza

ha incontrato la città il 20

gennaio scorso, approfittando

della celebrazione del proprio

patrono San Sebastiano, per

“tirare le somme” delle attività

del 2009.

Il bilancio, presentato nella

splendida cornice della Sala dei

Teatini (ex Chiesa di San Vincenzo)

da poco restituita alla

città, ha evidenziato un impegno

sempre maggiore nelle attività

della Polizia Municipale con

un totale nell’anno di 176.900

ore di servizio effettivamente

rese.

Le attività che il corpo di polizia

municipale svolge all’interno

della città sono sempre di più,

sia perché sono gli interlocutori

privilegiati per raccogliere

istanze, bisogni e richieste di

sicurezza sempre più diffuse,

sia perché da sempre sono un

saldo punto di riferimento per

ogni cittadino.

In quest’ottica (la c.d. polizia di

prossimità) il corpo di polizia

municipale ha rafforzato la presenza

sul territorio portando a

4780 le ore dedicate al controllo

del territorio stesso (erano

3994 nel 2008), e assumendo

mediante concorso ben 15

nuovi agenti, che hanno preso

servizio a partire dall’11gennaio

2010.

Nell’ambito della sicurezza

stradale nel 2009 sono state

accertate complessivamente

60.342 violazioni alle norme

del Codice della Strada comportando

la detrazione di 6.712

punti patente.

Dati confortanti arrivano sul

fronte degli incidenti stradali

che sono diminuiti passando da

1.354 del 2008 ai 1.260 dello

scorso anno e se, purtroppo,

non è diminuito il numero delle

vittime di questi incidenti (4

nel 2008 così come nel 2009)

scende invece quello dei feriti

che arriva a 551 (622 nel

2008).

Il controllo e la repressione non

sono le uniche attività della

polizia municipale che dedica

anche molte ore all’educazione

dei cittadini attraverso la distribuzione

gratuita di brochure

riguardanti le campagne di

sensibilizzazione a tutela degli

utenti deboli, al corretto uso del

velocipede e la guida ai servizi.

Educazione che passa anche e

soprattutto dalle scuole di ogni

ordine e grado con un totale di

1648 ore dedicate all’educa-

Bilancio La presentazione del documento è in programma a marzo con una serie di incontri

Una giuria per dare

i voti al Comune

«Trasparenza e condivisione di

obiettivi e metodi di lavoro sono

alla base del corretto rapporto tra

Pubblica amministrazione e cittadini»:

con queste parole, il sindaco

Roberto Reggi commenta il bilancio

sociale di metà mandato che,

spiega il primo cittadino, «rientra

pienamente tra gli strumenti che

hanno l’obiettivo di rendere trasparenti

e comprensibili all’esterno

i programmi, le attività e i risultati

raggiunti». In questo senso il

Comune di Piacenza sta mettendo

a punto l’edizione 2009 del documento

attraverso il coinvolgimento

di rappresentanti della comunità e

[22] febbraio 2010 IL MESE piacenza

giurie popolari, chiamati a valutare

i risultati raggiunti. Rispetto alla

versione distribuita nel 2007, il

bilancio sociale in fase di realizzazione

in questo secondo mandato

presenta infatti un importante elemento

di novità: si apre alla città,

grazie ad una sezione destinata

ad accogliere le valutazioni e le

considerazioni dei piacentini. «Il

bilancio sociale non si compone

solo di cifre – commenta Reggi –

ma anche dalla percezione che la

collettività ha di quello che si sta

realizzando, e di quanto le azioni

messe in atto siano coerenti con

gli impegni assunti, tradotti in linee

di mandato. Per questo, abbiamo

voluto inserire nella costruzione

del documento uno spazio dedicato

alla raccolta del punto di vista

dei cittadini». Per avere un campione

significativo di valutazioni,

i feedback sulle diverse tematiche

affrontate saranno raccolti attraverso

due canali: coinvolgendo le

Consulte come portatori d’interesse

per le singole politiche e attraverso

la valutazione di una giuria

popolare che sarà costituita da un

piccolo gruppo di cittadini, rappresentativo

della composizione

della popolazione (per età, sesso,

area di residenza...) ed estratta

a sorte dalla banca dati dell’anagrafe

comunale. Consulte e giuria

popolare saranno impegnate nel

mese di febbraio ad esprimere le

proprie valutazioni in due incontri

in occasione dei quali verranno il-

lustrate le attività del Comune di

Piacenza. La presentazione del

“Bilancio sociale di metà mandato

2007-2009” è prevista per il

mese di marzo, attraverso un fitto

calendario di incontri pubblici e

assemblee in città. Il volume sarà

distribuito in occasione di tali incontri

e presso i punti informativi

comunali.


Importantissima per

la sicurezza la stretta

collaborazione con le

forze di Polizia

zione stradale fuori dall’orario

di servizio.

Ma il punto di forza dell’attività

di controllo e della gestione della

sicurezza a Piacenza è senza

dubbio la strettissima collaborazione

tra la Polizia Municipale,

le altre forze di Polizia presenti

in città e la Procura. Collaborazione

che ha portato alla realizzazione

con successo di alcune

operazioni congiunte che hanno

assicurato alla giustizia diversi

agenti di reato. Collaborazione

che risulta essenziale anche

secondo il sindaco di Piacenza

Roberto Reggi, il quale ha sottolineato

nel corso dell’incontro

che “dove le persone lavorano

insieme i risultati sono migliori;

ed è quello che sta avvenendo

a Piacenza”.

Dello stesso parere anche la

Comandante della Polizia Municipale

di Piacenza, Elsa Boemi,

che con la sua attività sta

trasformando in meglio l’intero

corpo piacentino introducendo

elementi di novità; tuttavia la comandante

ha tenuto a sottolineare

come ci sia l’urgenza di una

riforma a livello nazionale della

polizia municipale, riforma promessa

da 15 anni e non ancora

attuata. Certamente Piacenza,

che è tra le 20 città che contribuiscono

alla stesura di questa

riforma nazionale, potrà portare

il suo importante contributo.

I comparti: la distribuzione delle 32.600 ore di attività

3% controllo frazioni

3% controllo attività

commerciali

4% servizi

di polizia di

prossimità

17% disbrigo

pratiche amm.ve

2% viabilità per

manifestazioni

12%

servizio scuole

12% Rilievo incidenti

stradali

33%

controllo del

territorio e ZTL

8% Controllo aree verdi 8% Front office

I NUMERI

6.712

è il numero

di punti

della patente

detratti nel

corso delle

attività lungo

le strde

551

sono le

persone

rimaste ferite

a causa di

incidenti

stradali sul

territorio.

4 invece i

morti, come

nel 2008

15

I nuovi

agenti

che hanno

preso servizio

nel corpo

di Polizia

Municipale

a partire

dall’11

gennaio

2010

Società in breve

AMBIENTE

Nuova iniziativa di Spazio 4:

con Ciclostile il meccanico sei tu

Apre in città un nuovo spazio tutto dedicato

alla bici e all’ecologia. Si chiama Ciclostile, ed

è la nuova ciclofficina dello Spazio 4, il centro

aggregativo giovanile di via Colombo. Si tratta di

un laboratorio contemporaneamente meccanico

e culturale: si potranno riparare le bicilette

grazie alla disponibilità di un’attrezzatura

completa e scambiare conoscenze e opinioni

con appassionati delle due ruote.

Protezione Civile

Guido Bertolaso sarà a

Piacenza il 12 febbraio

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile

Guido Bertolaso parteciperà al convegno

nazionale “Missione Abruzzo: un modello

di intervento integrato di Protezione Civile”,

in programma il 12 febbraio prossimo a

Piacenza. L’evento ripercorrerà l’esperienza

della gestione del Campo Base Firenze,

che dall’aprile all’agosto scorso, ha gestito

l’emergenza terremoto a L’Aquila.

Servizi

Primo anno in Famiglia,

aperto un nuovo bando

Si apre un nuovo bando per richiedere i contributi

previsti da “Primo anno in famiglia”, il progetto promosso

dai Servizi Assistenza Minori del Comune

di Piacenza per dare un aiuto concreto alle famiglie

in crescita e per sostenere la relazione genitori-figli

nel primo anno di vita degli stessi. L’iniziativa consiste

nell’erogazione di un contributo integrativo

dello stipendio dei genitori, regolarmente occupati,

che intendano usufruire dell’astensione facoltativa

dal lavoro dopo la nascita di un figlio, nel suo primo

anno di vita.

Energia

Alcuni consigli per risparmiare

a casa e in ufficio

Il Comune di Piacenza, nell’ambito del

“Progetto energia”, ha predisposto un depliant

che contiene alcuni suggerimenti, validi

per l’ufficio ma buoni anche da portare

a casa, riguardanti corretti comportamenti

individuali che, senza richiedere sforzi significativi,

consentono di diminuire sia il fabbisogno

di energia e di materie prime che

l’inquinamento.

PRESTITI




A TUTTE LE CATEGORIE

Piacenza - Corso Vittorio Emanuele, 97 - Tel 0523 305864

da 2.000

a 50.000 euro

IL MESE PIACENZA febbraio 2010 [23]


Economia

Start Up

Nella fase di Start Up

un’azienda può effettuare

acquisizione di risorse

tecniche e definire i

metodi di produzione, ma

anche studi di mercato

con i quali si cerca di

definire le attività e gli

indirizzi aziendali.

CONFIDI

I Confidi sono cooperative

di Garanzia che, nate

nell’ambito delle associazioni

di categoria, offrono

garanzie alle banche

presso le quali si è ottenuto

un finanziamento,

concorrendo ad abbatterne

i tassi d’interesse.

Nasce il Fondo Giovani

per le nuove imprese

Stanziati 50mila euro per abbattere sensibilmente i tassi d’interesse

dei prestiti concessi attraverso Unifidi Emilia Romagna

DI MATTEO CAFFARELLI

Se la crisi in questo periodo

mette in difficoltà aziende che

sono da tempo sul mercato,

non sono da meno i problemi

di chi decide oggi di dare vita

ad un’impresa. Eppure nella

piccola e media impresa, dove

le cessazioni d’attività sono

all’ordine del giorno, è importante

garantire un costante ricambio

di attività onde evitare

un progressivo impoverimento

del tessuto imprenditoriale del

territorio.

È in questo contesto che il Comune

di Piacenza ha deciso di

intervenire dando vita al Fondo

Giovani proprio per sostenere

le attività che sono o stanno

per entrare in una fase di start

up. Attraverso la sottoscrizione

di un accordo con Unifidi Emilia

Romagna, il confidi che offre

garanzie sui prestiti bancari nel

settore dell’artigianato, l’Amministrazione

ha infatti costituito

un fondo straordinario del valore

di 50mila euro, affidato in

gestione ad Unifidi, per incrementare

la garanzia concessa

su prestiti accesi da imprese

giovanili. L’obiettivo dell’operazione

è quindi facilitare l’accesso

al credito per le imprese

Bilancio 160mila euro per la rete stradale

La Provincia “mette

da parte” 563mila

euro per il territorio

La Provincia di Piacenza ha

approvato il bilancio 2010 che

ha tagliato le spese, ovunque

ciò era possibile, per raccogliere

risorse da utilizzare per investimenti.

Così l’assessore provinciale

alle risorse economico

– finanziarie Paolo Passoni ha

riassunto i contenuti del conto

finanziario, che chiude a poco

meno di 90 milioni di euro. “Tagliando

ovunque era possibile –

ha dichiarato – abbiamo messo

insieme 563 mila euro, che utilizzeremo

per investimenti. Ricordo

che nel preventivo 2009

il fondo per gli investimenti ammontava

a 200 mila euro, l’aumento

è perciò significativo”.

Di questi fondi 20 mila euro saranno

riservati alla realizzazione

della caserma dei vigili del

fuoco di castel San Giovanni,

30 mila al sostegno dell’attività

dei Comuni, 8 mila ad iniziative

di educazione alimentare

nelle scuole. Altri 10 mila euro

saranno spesi per l’attivazione

dell’Ufficio per EXPO’ 2015.

124 mila euro serviranno per la

realizzazione di iniziative legate

a cultura e identità culturale,

biblioteche, sport e salute. Ad

interventi straordinari sulla rete

stradale saranno destinati 60

mila euro, che arrivano a 160

mila con i 100 mila già stanziati.

“Riusciremo a mantenere

il patto di stabilità anche nel

2010 – ha dichiarato l’assessore

- grazie alla nostra decisione

di non accendere mutui, nono-

stante il nostro basso tasso di

indebitamento ce lo consenta”.

La Provincia cercherà di reperire

risorse da utilizzare per ulteriori

investimenti alienando beni

non strategici: si pensa a l’ex

casa Savini di via Gregorio X

(valutata un milione e 678 mila

euro), terreni a Bettola (stimati

poco meno di 7 mila euro),

ad Agazzano (la stima è di 10

mila euro) e un fabbricato in via

Marzioli, in città (71 mila euro

la stima).

[24] febbraio 2010 IL MESE PIACENZA


UNIFIDI

è il 1° consorzio di

garanzia in Italia per

dimensioni, capace di

essere un valido punto di

riferimento nel settore del

credito sia per le imprese

sia per le banche del

territorio. Vi aderiscono

oltre 70mila imprese.

Possono richiedere

il finanziamento le

imprese che hanno

sede a Piacenza

giovanili operanti nel territorio

del Comune di Piacenza.

Possono richiedere il finanziamento

le imprese giovanili,

iscritte nel registro imprese,

operanti sul territorio del comune

di Piacenza. Per impresa

giovanile si intende un’impresa

individuale il cui titolare ha

un’età compresa fra i 18 ed

i 34 anni oppure una società

avente la maggioranza assoluta

dei soci costituita da giovani

tra i 18 e 34 anni.

Le richieste devono essere relative

a finanziamenti di valore

BASILEA 2

Si tratta di un accordo sottoscritto

a livello europeo

con il quale si è introdotto

il criterio del rating per

valutare quanto un cliente

sia rischioso e quanto sarà

produttivo in futuro, se gli

venisse concesso il credito

che chiede.

non superiore a 70mila euro,

(per finanziamenti si intendono

i finanziamenti bancari concessi

alle imprese giovanili in

forma di credito) con durata

massima di 60 mesi.

La richiesta deve essere motivata

facendo riferimento a

esigenze aziendali o al rientro

da esposizioni bancarie già in

essere.

I prestiti dovranno essere richiesti

entro il 15 novembre

2010 ed erogati entro e non

oltre il 31 dicembre 2010.

Per accedere al fondo straordinario

occorre presentarsi gli

uffici di credito delle associazioni

di categoria, dove verranno

forniti i moduli, l’assistenza

alla compilazione e le informazioni

necessarie. L’intervento è

cumulabile con agevolazioni di

fonte pubblica.

I NUMERI

15

novembre

2010

scade il

termine per

presentare

domanda

di adesione

al Fondo

Giovani

70

mila euro è

il limite

di finanzamento

bancario che

può essere

garantito

attraverso

il fondo

costituito dal

Comune

34

è il numero

massimo

di anni che

un imprenditore

può

avere per

rientrare nella

categoria

di “imprese

giovanili”

Economia in breve

CAMERA DI COMMERCIO

Sono ancora in calo i prezzi

dei prodotti agricoli

Continua ad essere sostanzialmente negativo

il trend dei prezzi dei prodotti agricoli piacentini.

La rilevazione effettuata dalla Camera di

commercio si chiude però nel 2009 con qualche

lieve segnale di ripresa per alcuni prodotti.

Nel dettaglio il frumento buono mercantile cala

del 14% rispetto al 2008. Segnali migliori, invece,

per i bovini da allevamento. I vitelli da

latte nostrani, quotati in quest’ultimo quadrimestre

in media 1,52 Euro al Kg, aumentano del

67% rispetto al 2008 riavvicinandosi così ai

prezzi del 2006. Buono l’andamento dei vitelloni

nostrani, il cui prezzo cresce del 20%.

Statistiche

Per Findomestic nel 2009

cala il reddito dei piacentini

Cala a Piacenza il reddito pro capite disponibile,

che passa da 21.552 euro del 2008

a 21.328 euro del 2009. Il dato è evidenziato

nella sedicesima edizione dell’Osservatorio

di Findomestic Banca sul consumo

di beni durevoli in Emilia Romagna. A livello

provinciale si notano differenze significative

nella distribuzione del reddito: Bologna rappresenta

l’area in cui si registra il reddito disponibile

più elevato (23.405 Euro, con una

contrazione dell’1% rispetto ai 23.632 del

2008), seguita da Modena (a quota 22.681

Euro, che fa registrare un calo dell’1,3%),

Rimini (con 22.299 Euro, -1,2%) e Forlì

(21.983 Euro, -1,3%).

Consorzio Bonifica

Crescono i servizi con

il nuovo sito internet

Il Consorzio di bonifica di Piacenza fa il suo ingresso

in internet. Grazie al nuovo sito, i consorziati

e tutti i cittadini possono ricevere tantissime

informazioni sulla Bonifica comodamente da casa

grazie al sito www.consorziodibonificadipiacenza.it.

Sul sito, infatti, è possibile trovare le principali opere

di bonifica presenti nella provincia di Piacenza, per

le quali vengono svolte quotidianamente le attività

di esercizio e manutenzione. Inoltre, sono presenti

informazioni di servizio utili per i consorziati, che

potranno pagare i contributi con il servizio on line,

richiedere informazioni dettagliate sulle quote e sui

dati catastali, effettuare volture o variazioni di dati.

Mutui

Banca Piacenza aderisce

al Piano Famiglie

La Banca di Piacenza ha già aderito al “Piano

Famiglie”, sottoscritto dall’Associazione Bancaria

Italiana con le Associazioni dei consumatori, che

prevede la possibilità di sospendere, previa richiesta

del cliente, per almeno dodici mesi e per una

sola volta, il pagamento delle rate dei mutui ipotecari

– di importo fino a 150.000 euro – accesi per

abitazioni principali (acquisto, costruzione o ristrutturazione).

L’Accordo è operativo dal primo febbraio

2010 e prevede che si applichi nei confronti dei

clienti con un reddito imponibile fino a 40.000 euro

annui che abbiano subito o subiscano, nel biennio

2009 e 2010, eventi particolarmente negativi.





PRESTITI

Frutta e verdura in vendita

nei banchi di un mercato

PER TUTTI I DIPENDENTI,

PUBBLICI, STATALI E AI PENSIONATI

Piacenza - Corso Vittorio Emanuele, 97 - Tel 0523 305864

IL MESE PIACENZA febbraio 2010 [25]


Provincia

Trespidi “servirà per expò 2015”

Il progetto per

un terzo ponte

sul Po è pronto

TERRITORIO

DI Massimo Capuccini

Novità in vista per viabilità

nella fascia nord orientale della

provincia quella che coinvolge

i comuni di Castelvetro, Caorso,

Cortemaggiore, Besenzone,

Monticelli, S. Pietro in Cerro e

Villanova. La Provincia di Piacenza

ha infatti presentato a

fine gennaio il nuovo progetto

definitivo per il suo miglioramento,

miglioramento che prevede

tra le altre la realizzazione

di un terzo ponte sul Po tra

Castelvetro e Cremona e delle

bretelle che collegano la viabilità

ordinaria a quella autostradale

di zona. «E’ un progetto – ha

spiegato il presidente della Provincia

Massimo Trespidi - che

abbiamo modificato rispetto a

quello trovato al nostro insediamento,

nel giugno scorso. Nei

limiti di quello che la legge ci

consentiva abbiamo operato

per renderlo più adeguato alle

esigenze della comunità locale,

anche consultando i comuni

interessati. Siamo riusciti a

migliorarlo considerevolmente,

soprattutto da tre punti di vista.

Il primo riguarda gli interventi

di mitigazione ambientale, che

ora sono concentrati là dove ce

n’era più bisogno, ovvero nelle

adiacenze di Castelvetro, e non

più dispersi lungo l’asta del Po

fino a Piacenza. Abbiamo poi

ridotto l’impatto dell’opera sul

territorio, localizzando a Cascina

Oppiazzi il nuovo casello

autostradale ed eliminando, o

ridimensionando, alcune opere,

come la prevista bretella a

nord dell’abitato di Castelvetro,

che al momento non sarà attuata:

una scelta che permetterà

di inibire al traffico pesante

l’utilizzo dell’esistente ponte

in ferro una volta realizzato il

nuovo ponte. Verrà altresì eliminata

gran parte della bretella

a sud di Castelvetro e del relativo

sovrappasso ferroviario ed

è previsto l’abbassamento del

profilo altimetrico del raccordo

autostradale all’ingresso nella

pianura piacentina».

Il progetto, messo a punto da

Autostrade Centropadane, che

finanzierà la costruzione delle

opere previste, prevede, inoltre,

la realizzazione del raccordo tra

il costruendo casello di Cascina

Oppiazzi e l’asse della progettata

Cispadana, un raccordo

che consentirà il collegamento

diretto tra l’importante asse viario

emiliano e la viabilità di accesso

al ponte. Il miglioramento

dei collegamenti tra Piacenza e

la Lombardia, che la realizzazione

di queste opere renderà

possibile, è particolarmente

tempestivo: si avvicina a grandi

Interventi in futuro la biblioteca si sposterà nella vecchia sede comunale

A primavera si inaugura “Fiore per te”

Lo sportello

unico dei servizi

al cittadino

sarà collocato

provvisoriamente

nei locali adiacenti

all’ex macello

FIORENZUOLA

DI MATTEO CAFFARELLI

La biblioteca comunale di Fiorenzuola

lascerà liberi i locali attualmente

occupati e si trasferirà

nell’ex sede comunale in corso

Garibaldi. A sua volta i locali oggi

occupati dalla biblioteca diventeranno

la sede definitiva dello

sportello unico di servizi alla cit

denominato “Fiore per te”.

E’ quanto ha comunicato ufficialmente

il sindaco Campiani, precisando

che lo sportello unico dei

servizi avvierà la propria attività

già entro la primavera del 2010

nella sede provvisoria della palazzina

antistante all’ex macello

di largo Gabrielli che è stato di

recente ristrutturato.

L’innovativo sportello “Fiore per

te” non sarà un nuovo ufficio

comunale, ma uno sportello polifunzionale

collocato in un’area

strategica della città, nel cuore

di Fiorenzuola, che garantirà

nel tempo, attraverso successivi

step, una sempre maggiore erogazione

di servizi di front-office.

L’obiettivo a lungo termine è

quello di trasformare tale sportello

nell’unico punto di contatto

con il quale il pubblico dovrà

relazionarsi, ovvero lo Sportello

Unico Servizi alla Città. Una

struttura innovativa e non burocratizzata,

“amica” del cittadino,

in grado di fornire informazioni

e servizi che riguardino l’intera

azione amministrativa degli uffici

comunali. L’ottica è quella della

razionalizzazione delle risorse,

della semplificazione delle procedure

e dell’ottimizzazione dei

tempi. All’interno di “Fiore per te”

opererà il servizio di protocollo

decentrato, cui si presenteranno

pratiche, richieste, documenti indirizzati

al Comune. Fondamen-

[26] febbraio 2010 IL MESE PIACENZA


Collegherà Castelvetro a Cremona

e verrà finanziato dalla Società

Autostrade Centropadane. Previsto

un casello a Cascina Oppiazzi

passi il grande appuntamento

di Expò 2015, e questo nuovo

corridoio agevolerà chi da sud

vuole raggiungere il capoluogo

lombardo e chi, tra i milioni di

visitatori dell’Expò, vuole visitare

le tante cose belle che si

trovano nelle nostre zone, sulla

sponda destra del fiume.

“Aver modificato il progetto

con questi criteri – conclude

Trespidi - è una dimostrazione

ulteriore del modo con cui

questa Giunta vuole governare

il territorio: tramite il coordinamento

ed il lavoro comune

e concertato di tutti gli Assessori

e mantenendo un contatto

diretto con gli Enti locali ed il

territorio”.

Opinioni

Parla il

presidente

Trespidi

«Siamo riusciti

a migliorare

considerevolmente

il

progetto della

precedente

amministrazione,

soprattutto

da tre punti di

vista. Il primo

riguarda gli

interventi di

mitigazione

ambientale,

che ora sono

concentrati

nelle adiacenze

di

Castelvetro.

Poi abbiamo

localizzato a

Cascina Oppiazzi

il nuovo

casello autostradale

ed

infine eliminato

gran parte

della bretella a

sud di Castelvetro».

News dal territorio

Cresce l’ambulatorio infermieristico

San Giorgio Potenziato il servizio dell’ambulatorio

infermieristico di San Giorgio Piacentino. La struttura

di via Campo Sportivo 6, che effettua attività sanitarie

e funge da centro prelievi ematici, adesso garantisce

prestazioni infermieristiche e non, a pagamento e anche

a domicilio, attraverso un servizio di reperibilità 24

ore su 24 per tutti i giorni della settimana. L’ambulatorio

rappresenta uno dei fiori all’occhiello del paese e

risparmia trasferte verso Piacenza per esami di laboratorio

ed eroga diverse prestazioni ambulatoriali.

Riaperto l’incubatoio per le trote

OTTONE Dopo oltre 10 anni, è stato riaperto ufficialmente

l’incubatoio per la schiusa delle uova di

trota fario che si trova ad Ottone, nei pressi del torrente

Ventra. Nell’incubatoio sono state depositate

200 mila uova, che dovrebbero schiudersi entro la

fine di febbraio. Gli avannotti che nasceranno verranno

liberati nelle acque del Trebbia e dei suoi

affluenti, consentendo un corretto ripopolamento di

questi corsi d’acqua.

«Non deve chiudere l’ufficio postale»

Nibbiano «L’Ufficio postale di Trevozzo non va chiuso».

Così il Massimo Trespidi dopo un incontro col Sindaco

di Nibbiano Alessandro Alberici. Il Presidente della

Provincia ha trasmesso alla Direzione provinciale ed alla

Direzione regionale delle Poste italiane una nota nella

quale ha manifestato la forte preoccupazione alla prospettata

ipotesi di chiusura del citato ufficio. «L’eventualità

comporterebbe notevoli disagi per una popolazione

costituita prevalentemente da persone anziane».

di corso garibaldi

tale in prospettiva futura la ricollocazione

della Biblioteca nell’ex

sede comunale. Gli attuali spazi

vanno da tempo stretti a una

struttura all’avanguardia come

quella della Biblioteca Comunale,

che invece potrebbe trovare

una “casa” più consona alla sue

esigenze. La facciata, lo scalone

in stile liberty e quella che, un

tempo, era la sala del Consiglio,

verrebbero mantenute inalterate.

Al primo piano verrebbe collocata

la Biblioteca Comunale, un biblioteca

al passo con i tempi e le

nuove tecnologie, sempre più di

stampo europeo. Anche il cortile

verrebbe riqualificato, mentre il

piano terra potrebbe essere trasformato,

attraverso l’apertura di

attività commerciali legate alla Biblioteca

Comunale (libreria, caffè

letterario), in uno spazio culturale

di aggregazione per giovani e

non solo giovani. In relazione alla

riqualificazione dell’ex sede municipale,

nel corso del 2010 verrà

dunque elaborato un progetto

di fattibilità, che consenta di verificare

in termini più precisi l’intervento

e l’utilizzo degli spazi.

Finanziaria

A rischio nove comuni su quindici

MONTAGNA In base ai

nuovi parametri definiti dalla

Finanziaria, vengono riconosciuti

come comuni montani

solo quelli che hanno almeno

il 75% del territorio al di

sopra dei 600 metri di quota.

Per Piacenza significa un

taglio di 9 comuni rispetto

agli attuali 15, per la regione

si passa da 125 a 31. Sono

queste le novità, fortemente

penalizzanti per la nostra provincia con le quali il territorio

si troverà a dover fare i conti nei prossimi mesi. Tuttavia

esistono ancora spazi per interventi di modifica, spazi che

la Provincia di Piacenza intende sfruttare per meglio adeguare

la normativa alle nostre esigenze. Se i nuovi parametri

venissero approvati in via definitiva, la gran parte dei

nostri comuni ora montani verrebbero a perdere le risorse,

nazionali, regionali e comunitarie, che attualmente si vede

assegnare per far fronte alle esigenze elementari delle proprie

comunità. Uno scenario assolutamente improponibile

ed inaccettabile.

IL MESE PIACENZA febbraio 2010 [27]


In breve

Carceri

Dichiarato

lo stato di

emergenza

Il ministro della Giustizia, Angelino

Alfano, ha chiesto e ottenuto

in Consiglio dei ministri

di dichiarare lo “stato di emergenza”

nelle carceri. “Il governo

ritiene grave la situazione nei penitenziari

italiani ed intende porvi

rimedio al più presto”.

Economia

In calo la fiducia

dei consumatori

Battuta d’arresto a gennaio

per la fiducia dei consumatori.

Lo riferisce l’Isae, nella consueta

inchiesta mensile. L’indice, spiega

l’Istituto, si porta a 111,7 (da

113,7) tornando dopo tre rialzi

consecutivi sui valori dello scorso

ottobre. A diminuire sono soprattutto

le attese per i prossimi

mesi, che scendono in termini di

indice aggregato ai valori dello

scorso luglio.

Dall’Italia

Tutela dei Diritti

è entrata in vigore

la Class Action

Dal 1° gennaio è entrata in

vigore la nuova normativa sulla

class action in Italia. L’azione

collettiva potrà essere intentata

sia da singole persone che da

associazioni, mentre ci saranno

restrizioni per le richieste contro

la pubblica amministrazione.

La class action non si applicherà

a illeciti commessi prima

del 16 agosto del 2009.

Istruzione

Tetto del 30% di alunni

stranieri nelle classi

Dal prossimo anno scolastico

scatterà il tetto del 30% per gli

alunni stranieri nelle classi. Lo

prevede una nota inviata dal ministro

dell’Istruzione Mariastella

Gelmini a tutte le scuole.

Il limite previsto entrerà in vigore

in modo graduale: verrà infatti introdotto

a partire dalle classi prime

sia della scuola primaria sia

della scuola secondaria, di primo

e di secondo grado.

Solidarietà

Haiti, immediata

la mobilitazione

Immediata la mobilitazione dei piacentini a favore delle popolazioni

terremotate di Haiti. All’indomani della tragedia Il sindaco di Piacenza

Roberto Reggi, vicepresidente e coordinatore della Consulta della

Protezione Civile dell’Anci, ha avuto un colloquio con il Vice Capo

della Protezione Civile Nazionale al fine di attivare strumenti idonei

ed immediati per intervenire. «L’Ufficio della Protezione civile dell’Anci,

- ha dichiarato - d’intesa con il Dipartimento Nazionale, coordinerà

l’impegno delle comunità locali e gestirà l’attività dei Comuni per far

pervenire gli aiuti ai superstiti del terremoto. Il nostro obiettivo è quello

di assicurare un sostegno immediato agli abitanti di Haiti».

Al sindaco di Piacenza ha fatto eco il presidente della Provinicia Massimo

Trespidi il quale ha rivolto un appello a tutte le istanze della

nostra comunità. «Credo sia questo un momento nel quale i piacentini

possono dare la misura di un aspetto peculiare del loro carattere,

la generosità e la solidarietà verso chi è in difficoltà. Possono farlo

aderendo all’appello a soccorrere le popolazioni della repubblica

caraibica lanciato dalla Caritas di Piacenza. Appello al quale la mia

Amministrazione ha già deciso di aderire: verseremo sul conto corrente

aperto da Caritas la somma di 10 mila euro».

Il conto corrente Caritas sul quale la Provincia ha versato la somma

è aperto presso la Banca di Piacenza. E’ intestato alla Fondazione

Caritas Diocesana, la causale di versamento è “Emergenza Haiti”,

l’IBAN è: IT61A0515612600CC0000032157. I versamenti possono

essere effettuati anche presso gli uffici cittadini di Caritas.

È successo

a Piacenza

Un mese di notizie in poche righe

Nel 2009 meno polveri fini

Secondo le rilevazioni

dell’Arpa nel 2009 sono

complessivamente calate le

polveri fini nell’aria.

Accordo sul prezzo del latte

Fino al 30 giugno un litro costerà

alla produzione 33,156

centesimi grazie ad un accordo

sottoscritto a gennaio.

Pulizie a giorni alterni

L’Ufficio scolastico regionale

ha comunicato ai dirigenti

degli istituti che a seguito dei

tagli, occorre organizzare la

pulizia a giorni alterni di aule

e servizi igienici.

Sala dei Teatini: un successo

A gennaio grande afflusso

di visitatori per la restaurata

chiesa dei Teatini. Non

è escluso che l’auditorium

possa rimanere aperto

stabilmente il sabato e la

domenica, tutto l’anno per

alcune ore al giorno.

La Piscina sarà olimpionica

Sarà di 50 metri la piscina

coperta che il Comune

vuole realizzare alla

Madonnina. La decisione

è arrivata al termine di un

vertice di maggioranza in

comune. Previsti inoltre

altri servizi come palestra e

punto ristoro.

[28] gennaio febbraio 2010 IL MESE MAGAZINE PIACENZA


Bandi

Idee per un punto

panoramico sul Po

La Camera di Commercio di

Piacenza, d’intesa con la Fondazione

di Piacenza e Vigevano,

il Comune di Piacenza e l’Amministrazione

provinciale bandisce

un concorso a premi per

raccogliere proposte ideative

per la realizzazione di un punto

panoramico sul fiume Po, in territorio

comunale di Piacenza. La

scadenza per la presentazione

del progetto è il 31 marzo.

Commercio

Contributi

Borse di studio per

l’A.S. 2009/2010

C’è tempo fino al 26 febbraio

per presentare le domande

di contribuzione per le borse di

studio relative all’anno scolastico

2009/2010. Potranno presentare

richiesta le famiglie degli alunni

delle scuole secondarie di 1° e 2°

grado a cui sia stato attribuito per

l’anno 2008 un indicatore ISEE

di 10.632,94 Euro. Le domande

devono essere consegnate direttamente

agli istituti scolastici.

A Piacenza sono 117 le botteghe

storiche iscritte all’albo

Sono 117 gli esercizi e 7 i mercati iscritti nei diversi albi

comunali delle Botteghe e dei Mercati Storici del territorio. E’

uno dei dati emersi dall’incontro che l’Assessore provinciale al

Lavoro Andrea Paparo ha convocato nei giorni scorsi in Provincia

con i Comuni piacentini per discutere del tema. Gli Albi

sono stati attivati nella quasi totalità dei Comuni (41). Solo 24

hanno però ricevuto domande di iscrizione. Degli esercizi in

albo, il 63% sono negozi (la metà di generi alimentari), il 28%

bar, ristoranti e trattorie (tra cui 6 osterie) e il 9% laboratori

artigiani. L’elenco non è definitivo ed è in continuo aggiornamento,

non essendo prevista una scadenza per l’iscrizione.

Nominato il

garante dei

diritti

Alberto Gromi

è stato nominato

dalla

Conferenza

dei Capigruppo

della

Provincia,

Garante dei

diritti delle

persone private

della libertà

personale.

Questo incarico

promuove

l’esercizio dei

diritti e delle

opportunità

di partecipazione

alla

vita civile e

di fruizione

dei servizi

comunali delle

persone che

attualmente

sono in una

condizione di

restrizione,

con particolare

riferimento

ai diritti

fondamentali

della casa, del

lavoro, della

formazione,

della tutela

della salute,

della cultura

e nell’ambito

dei servizi alla

persona.

Interventi

Il presidente del consorzio di Bonifica Zermani

Il territorio è a

rischio idraulico»

«Le Bonifiche non possono più fronteggiare

questa situazione da sole, c’è bisogno dell’intervento

coordinato degli enti che operano sul territorio». Il monito

giunge da Emilio Bertolini, presidente dell’Unione

regionale delle bonifiche dell’Emilia Romagna (Urber),

e da Fausto Zermani presidente del Consorzio di bonifica

di Piacenza, i quali esprimono la loro preoccupazione

per la situazione che si è venuta a creare.

«L’uso del suolo – spiega Emilio Bertolini - ha fatto

si che l’Emilia Romagna sia una regione a forte rischio

idraulico». «Per quanto attiene al comprensorio

del Consorzio di bonifica di Piacenza, ovvero tutto

il territorio provinciale – spiega Zermani - il dissesto

idrogeologico si sta intensificando, sempre con

maggiore frequenza e con gravi conseguenze e, pertanto,

è necessario potenziare le opere di bonifica

presenti sul territorio. Infatti in montagna va ripreso

con intensità e costanza il lavoro di manutenzione

del territorio. Un progetto del genere, però, richiede

disponibilità economiche e concertazione di intervento

di tutti i soggetti. In pianura invece occorre gestire

il territorio con un bacino di scolo unico, che non si

fermi alla realtà amministrativa del comune. Poi si

deve intervenire attraverso uno studio collegiale del

territorio portato avanti tra tutti i soggetti che hanno

responsabilità su quell’area (Comune, Provincia, ma

anche Enìa per esempio). Infine (come ha sottolineato

in una nota anche Legambiente nelle scorse settimane),

continuando a utilizzare il territorio puntando

sull’urbanizzazione e diminuendo l’attività agricola,

si riduce la capacità del terreno di assorbire l’acqua,

causando disastri idrogeologici, oltre a diminuire la

biodiversità».

Aumentano i rifugiati

La questura di Piacenza

ha reso noto che nel

2009 sono state ben

159 le richieste per

permessi di soggiorno di

stranieri in fuga. Rispetto

al 2008 l’incremento è

del 50%, mentre al 2006

è del 231%.

Al via la manovra tariffaria

Cambiano molte delle tariffe

fissate dal Comune di Piacenza.

Al rialzo, tra le altre, c’è il

plateatico - da 0,44 a 1,80

euro al metro quadrato - nelle

manifestazioni fieristiche occasionali

sul Pubblico Passeggio.

Protestano i pendolari

Clamorosa protesta inscenata

da una quarantina di

pendolari che hanno deciso

di invadere per alcuni minuti

le rotaie della stazione di

Codogno a seguito della

soppressione del treno

regionale proveniente da

LA Giornata della Memoria

Il 27 gennaio si è svolta la

cerimonia pubblica per la

Giornata della Memoria. Ad

aprile un gruppo di studenti

piacentini si recherà a Mauthausen.

LA scomparsa di Ferrari

Il sindaco di Piacenza e il

presidente della Provincia

hanno espresso profondo

cordoglio per la scomparsa

di Giuliano Ferrari, punto di

riferimento per chiunque

voglia tener vivo il rapporto

con i piacentini emigrati.

IL MESE MAGAZINE PIACENZA febbraio gennaio 2010 [29]


Il personaggio

L’INTERVISTA

«La storia non va dimenticata»

Fabrizio Achilli , classe ‘42, docente di storia ed ex Assessore alla

Cultura, è presidente dal 2004 dell’ISREC. Il suo è un impegno a tutto

campo per valorizzare la memoria storica del nostro territorio

L’incontro con L’ISREC

«Giuseppe Berti, storico

della Resistenza, mi ha

proposto per primo di

occuparmi di una ricerca

sul fascismo»

L’archivio

«libri sulla Resistenza

italiana e del piacentino,

sulla storia contemporanea

e sui vari movimenti

politici nazionali»

Le iniziative

«Per la celebrazione del

65° anniversario della

Liberazione faremo il

“Viaggio della Memoria”,

sul tratto Piacenza-

Bolzano-Mauthausen»

DI ALESSANDRO TRENTADUE

Uno storico alla guida di un Istituto

che la storia deve conservarla

e tramandarla alle nuove generazioni.

È Fabrizio Achilli, dal 2004

presidente dell’Istituto storico

della Resistenza e dell’età contemporanea

(Isrec), un simbolo di

Piacenza che ricorda l’impegno e

la partecipazione alla Resistenza

di un gran numero di persone, soprattutto

in montagna, impegnate

nella lotta partigiana. Classe ’42,

già docente di Lettere e Storia in

licei e istituti superiori piacentini

e assessore alla Cultura tra gli

anni ’80 e ’90, in veste di storico

contemporaneo Achilli ha all’attivo

numerose pubblicazioni sul ‘900

a Piacenza, sul fascismo, la Resistenza,

il movimento operaio e

socialista. Ci ha spiegato il ruolo

dell’Isrec e delle iniziative rivolte

soprattutto ai giovani.

Quando è cominciato il suo legame

con l’Isrec?

«Mi hanno coinvolto abbastanza

presto: subito dopo la laurea in

Storia all’Università Statale di Milano

mi sono messo a fare ricercatore.

A fine anni ’70, qualche

tempo dopo la fondazione dell’Isrec,

Giuseppe Berti, storico della

FABRIZIO ACHILLI

Resistenza molto amato a Piacenza,

mi ha proposto di occuparmi

della ricerca sul fascismo, perché

allora pochi lo trattavano, mentre

io avevo fatto la tesi proprio su

quell’argomento ed ero inoltre già

iscritto all’Istituto».

In cosa consiste l’archivio?

«Sì, il nostro archivio – che gestiamo

in convenzione con la Passerini-Landi

– è davvero molto ricco,

e comprende libri sulla Resistenza

italiana e del piacentino, sulla storia

contemporanea e sui vari movimenti

politici nazionali. La biblioteca

si è poi ampliata gradualmente

con i depositi dei fondi “Angelo

Del Boca” e “Stefano Merli” che

contengono rispettivamente più

di 7.000 monografie e oltre 300

periodici disponibili al prestito, e

oltre 8.700 testi e 1.500 riviste

consultabili in sede. Tutto questo

materiale è catalogato e reperibile

on-line: come vede ci teniamo al

passo coi tempi».

Cosa fate per tramandare la

storia alle nuove generazioni?

«Da trent’anni coinvolgiamo le

scuole e gli istituti superiori della

città per diffondere la cultura

storica nei giovani, collegando gli

avvenimenti passati della nostra

comunità con il presente in cui

loro vivono. Oltre a organizzare

seminari, mostre, giornate-incontro

per le scuole, curiamo dei

corsi di aggiornamento didattico

per gli insegnanti di Storia e dei

laboratori di approfondimento su

determinati eventi storico-politici.

Organizziamo anche degli stage

nell’Istituto per coinvolgere i

ragazzi nella ricerca, non solo di

eventi passati ma anche di temi

critici dell’attualità, per esempio i

rapporti Israele-Palestina».

Tra le vostre iniziative ci sono

poi quelle che si svolgono nelle

ricorrenze istituzionali.

«Certo, ogni anno organizziamo

diversi eventi. Quest’anno, per

esempio, per la celebrazione del

65° anniversario della Liberazione

il prossimo 25 aprile, abbiamo

in programma il “Viaggio della

Memoria”, sul tratto Piacenza-

Bolzano-Mauthausen (il campo di

concentramento in cui si contava

il maggior numero di deportati

piacentini): un triste tragitto già

percorso da partigiani, antifascisti

e avversari del regime catturati

durante il grande rastrellamento

condotto dal generale Wolf nell’inverno

del 1944-45».

Non le sembra che i legami

con la Resistenza siano sempre

più deboli? In futuro ci ricorderemo

chi erano i partigiani?

«Viviamo un’epoca politica in cui a

livello editoriale e mediatico si fa

un uso della storia che non corrisponde

alla verità storiografica.

Per capirci, la storiografia ha già

chiarito e spiegato chiaramente

cos’è accaduto in passato. Si sa

tutto, si conoscono i fatti. Ciò nonostante,

l’approccio che esiste

adesso su certi avvenimenti è

quello di chi ha gli occhi troppo

rivolti al presente, e soprattutto

non ama fare i conti col passato

perché sa che non tornerebbero.

Questo allontana le persone da

tutto ciò che i partigiani rappresentano.

Il nostro impegno tuttavia

resta quello di conservare una

parte cruciale di storia di questo

Paese e di tramandarla con fedeltà

e rispetto ai più giovani, e a tutti

coloro che non hanno vissuto direttamente

quelle vicende».

[30] febbraio 2010 IL MESE MAGAZINE


Concessionaria BMW e MINI

Parma Motors

Parma - Fidenza

More magazines by this user
Similar magazines