Giugno - Ilmese.it

ilmese.it

Giugno - Ilmese.it

Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma

guccini

piazza grande

La città abbraccia il cantautore

alla sua prima volta

sotto la Ghirlandina

€ 0,50

B1390510

musica

Kenny Barron Trio

e One for All

il sound americano

a Vignola con

Jazz in ‘It

arte

L’ex Sant’Agostino

e l’invasione

di Click n° 10:

arrivano i giovani

fotografi di talento

appuntamenti

L’estate nei parchi

si accende

di mille iniziative

con grandi eventi

e incontri speciali


Comune di Parma

Assessorato Benessere

e Creatività Giovanile

SABATO 26 GIUGNO 2010

400 ARTISTI

DALLE 17 ALLE 24

IN OLTRETORRENTE

main sponsor

sponsor

P A R M A


B0690210

B0690210

visite guidate alla scoperta di una

Aut. Tribunale di Parma

n. 9 del 24.03.2003

ISSN 1827-5958

euro 0,50

Il Mese di Modena n.85

Direttore responsabile

Simone Simonazzi,

simonazzi@edicta.net

Art director

Pietro Spagnulo,

spagnulo@edicta.net

Redazione

Eugenio Fedolfi, Marina

Leonardi, Alberto Morsiani,

Alessia Pelillo, Michele Pelillo,

Erika Varesi

Hanno collaborato

Serena Arbizzi, Dalila Borrelli,

Carlotta Catellani,, Letizia

De Felice, Luca Fiorini, Micol

Lombardi, Annalisa Malavolta,

Elisa Nobler, Maria Elena Seidenari,

Matteo Tommasina

Per informazioni e contatti

Redazione de Il Mese di

Modena:

Marina Leonardi - Edicta

via S. Chiara 14

41100 Modena

Tel. 0592034854

leonardi@edicta.net

i n . s o m m a r i o

in sommario

primopiano

pag.04 Questa “Piccola città” per un grande Guccini pag.06 L’Estate modenese parte da

Piazza XX pag.08 Rulli di tamburo via alle parate pag.10 Quei mostri suonan jazz

arte

pag.12 Giovani click al Gate n° 10 pag.13 Un Polo firmato Aulenti pag.14 Una bestia

di… disegno! pag.16 Iori il dottore dei fiati pag.18 Quelle tracce del passato pag.19

Ecco Covili scultore

teatro

pag.20 Una passione chiamata Ert pag.22 Una classica… stagione

calendario eventi

musica

pag.28 Dove la musica si eleva pag.30 Sulla tastiera con Armonie pag.31 Esplosione

d’energia - Quando l’Appennino è in scena pag.32 Giugno a Mirandola è Effetto Jazz - Arriva

Bob Dylan e Parma si tinge di leggenda

cinema

pag.34 La politica sul tappeto rosso

incontri

pag.36 Parco Ferrari l’estate è qui pag.37 Eventi per tutti i gusti pag.38 Alla Civica

con Node il trionfo dell’elettronica - Così la creatività invade la città pag.39 Al parco

la solidarietà è in festa pag.40 Circocrizioni pag.41 Se la guida va nell’Ipod pag.42

Tra musica e comicità pag.43 Gran ballo per dame e cavalieri

carpi

pag.44 Giugno a tutta birra con “Festa in festa” pag.45 Chi teme di annoiarsi?

Ecco l’Estate insieme - Le stelle della musica in piazza

appuntamenti

pag.46 La montagna celebra sua maestà il Ciaccio - Itinerando per parchi e montagne

Erika Varesi - Edicta

via Torrente Termina 3/b

43100 PARMA

Tel. 0521251848

Fax 0521907857

mesemodena@edicta.net

il Mese Modena

Editore

Edicta p.s.c.

via Torrente Termina 3/b

n. iscrizione ROC: 9980

43100 PARMA

www.edicta.net

Per la pubblicità

Tel. 0521258210

Tiratura 12.000 copie

Stampa

Stamperia s.c.r.l. – PARMA

in copertina Francesco

Guccini, foto Daniela Zedda

In tutte le edicole di Modena e provincia, e

distribuito gratuitamente in città:

Comune di Modena, Informagiovani/IAT,

Biblioteca Delfini, Provincia di Modena, Teatro

Storchi, Teatro delle Passioni, Fondazione

Cassa di Risparmio di Modena, Sala Truffaut

In provincia a Carpi:

Comune, Biblioteca Arturo Loria, IAT,

Urp QuiCit

a Castelfranco Emilia:

Assessorato Cultura

a Vignola:

Fondazione, Rocca

Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma

€ 0,50

sERATA

kusTuRicA

ARTE

Alla Civica strane

creature tratte

dalle “Pagine

di un bestiario

fantastico”

Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma

Il regista, attore,

musicista balcanico

il 19 marzo

ospite al Baluardo.

Tutto quello che volete

sapere sul cinema

e sulla vita del genio

di Underground

TEATRO

Massimo Castri

alle prese con

Beckett. Debutta

alle Passioni

“Finale di Partita”

MusicA

Al Comunale

l’opera “Idomeneo

re di Creta”

e la formazione

Europa Galante

buono acquisto per una copia di

€ 0,50

Dal 22 al 25 aprile mostre,

incontri pubblici, spettacoli e

Valido fino al 31 dicembre 2010

PER L’EDICOLANTE: DA RESTITUIRE

ALL’AZIENDA DI DISTRIBUZIONE GIORNALI

www.edicta.net

musica

Sperimentatori e

innovatori della

musica: al via la

nuova edizione de

l’Altro Suono

65 anni di

libertà

arte

Fotografia capitolo

tre. Le nuove

acquisizioni tutte

italiane della

FCRMO

cinema

Alla Truffaut

undici inediti film

di grandi registi

per descrivere

un’Europa diversa

pagina di storia


di marina leonardi

Questa “Piccola città”

per un grande Guccini

città, bastardo posto, appena nato ti compresi

o fu il fato che in tre mesi mi spinse via...”

“Piccola

Non fate accenno al suo settantesimo compleanno

perché Francesco Guccini non ha molta voglia di festeggiare.

Ma, il prossimo concerto del cantautore in Piazza Grande,

che cade pochi giorni dopo il suo genetliaco, se non per lui, è

una festa per tutti i modenesi. In effetti fa venire un po’ la pelle

d’oca, come si dice da queste parti, pensare che quel Guccini

della Piccola città bastardo posto, che come tutti ben sappiamo

è riferito alla sua città natale e cioè Modena, suonerà dritto

sotto la Ghirlandina. In tanti anni di carriera non era mai successo.

Guccini si è esibito al Palasport,

alla Festa dell’Unità, luoghi asettici

senza particolari connotazioni. Invece

il concerto promosso dal Comune di

Modena e organizzato da Studio’s per

il 30 giugno in piazza Grande potrebbe

suonare (e scusate il gioco di parole)

come una riappacificazione tra il grande

cantautore e la città dove è nato e

ha vissuto 15 anni, qualche mese nel

1940 e poi dal 1945 al 1959 come potete

leggere nella biografia qui a fianco.

Guccini porterà la sua musica in quella

città che l’ha visto scrivere le sue prime

canzoni, che l’ha visto frequentare il mitico

Caffè Grande Italia, luogo di ritrovo

dei musicisti beat degli anni ’60, che

l’ha visto esibire in improbabili band dai nomi più strani.

Ma c’è di più. Il giorno successivo al concerto, il primo di lu-

Il 30 giugno il famoso cantautore

si esibisce per la prima volta sotto

la Ghirlandina per un concerto che

festeggia un compleanno speciale

glio, il cantautore prenderà parte a un incontro informale coi

giovani sul tema Come musica, arte e poesia salvano la vita.

Nonostante Guccini suoni ormai da quarant’anni, il suo pubblico

è estremamente variegato e composto

in grande parte da ragazzi. Sarà forse

perché, come dice il grande Dario

Fo: “Nella sua opera c’è un discorso

interminabile sull’ironia, sull’amicizia,

sulla solidarietà”. Tutti temi che stanno

a cuore all’universo giovanile oggi

come ieri.

I festeggiamenti di Guccini coinvolgeranno

poi l’intera città e come già successo

per altre celebrazioni, nei negozi

del centro storico le vetrine saranno

dedicate al cantautore con immagini,

libri e dischi.

“E’ un evento a tutti gli effetti – ha

sottolineato l’assessore alla Cultura

Roberto Alperoli – che proietta Modena

in una dimensione nazionale”. Ancora di più se si considera che

il concerto di Guccini è il primo di cinque appuntamenti asso-

Il flauto di Ian Anderson incanterà il pubblico

In cartellone appuntamenti imperdibili con Jethro Tull, Radio Bruno Estate, Bersani e Silvestri

“Nel solco della decennale esperienza di

Suoniamo, abbiamo quest’anno scelto

di proporre concerti di artisti che si

distinguono per la qualità, l’intelligenza

e l’impegno - spiega Roberto Alperoli

- spettacoli capaci di illuminare le serate

di un’estate modenese che si arricchirà

di tanti altri appuntamenti capaci di

coinvolgere pubblici diversi per età ed

interessi”.

Come dicevamo sopra, i concerti

dell’estate, resi possibile anche grazie

al contributo economico di aziende private,

sono diversi. Dopo i bravi artisti di

Radio Bruno Estate, tra cui Irene Grandi,

toccherà Modena la tournée italiana

che celebra il 40esimo dei Jethro Tull.

La formazione inglese che ha inciso Lp

memorabili come Acqualung e Thick as a

brick si esibirà a pagamento sul palco di

piazza Roma. Potremo apprezzare così

l’innovazione e lo stile del flauto traverso di

Ian Anderson, il leader del gruppo, accompagnato

da Martin Barre alle chitarre, con

i Jethro Tull dal 1969, Doane Perry alla

batteria, con 25 anni di militanza.

La musica ritornerà in Piazza Grande

con altri due concerti di cantautori italiani.

Mercoledì 21 luglio alle 21, sarà

la volta di Samuele Bersani, che sbarcherà

a Modena con il suo Manifesto

abusivo tour, dal titolo del suo ultimo

album con 11 inediti. Giovedì 29 luglio

alle ore 21, ancora in piazza Grande,

sempre a ingresso gratuito, toccherà a

Daniele Silvestri. Il giovane cantautore

romano, premiato con la Targa Tenco

per il miglior album d’esordio e vincitore

del Festival di Sanremo tra le nuove

proposte con il brano “L’uomo col megafono”,

proporrà al pubblico uno show

giocoso e intelligente.

[04] - il mese giugno \2010


p r i m o p i a n o

Da via Cucchiari n° 22

al mulino di Pàvana…

La lunga e brillante carriera del musicista

che ha visto i natali a Modena nel 1940

lutamente da non perdere: il 13 luglio tornerà l’evento fisso

dell’Estate modenese, il Radio Bruno Estate, che porterà sul

palco i nomi di maggior successo della musica leggera, come

Irene Grandi. Il 17 luglio in piazza Roma arriveranno nientemeno

che i mitici Jethro Tull mentre il 21 luglio in piazza Grande

suonerà Samuele Bersani e il 29 luglio Daniele Silvestri.

Niente da eccepire di fronte alla soddisfazione degli assessori

Alperoli e Sitta e di Studio’s: con i chiari di luna che corrono un

cartellone come quello modenese capace di coniugare qualità

e popolarità è davvero cosa rara ormai!

Tutto su prevendite e biglietti

Sono tre gli spettacoli a ingresso gratuito

I concerti dell’Estate modenese

2010 sono organizzati dal Comune

di Modena, assessorati

alla Cultura e al Centro storico,

con Studio’s e il supporto

logistico di Servizi ad Arte snc,

grazie al contributo di diverse

aziende private. Media partner

Radio Bruno.

I biglietti per Guccini (25 euro + diritti di prevendita)

e per i Jethro Tull (45 euro per il primo settore numerato,

40 euro per il secondo settore numerato,

30 euro per i posti non numerati.

A tutti i prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita)

sono già in vendita tramite il circuito TicketOne

www.ticketone.it (call center 892101) e tramite il

circuito www.bookingshow.com.

Info: 059 285727

Francesco nacque al 22 di

via Domenico Cucchiari a

Modena il 14 giugno 1940.

Sua mamma si chiamava

Ester Prandi e suo papà Ferruccio

Guccini. Il cantautore

aveva pochi mesi quando il

padre fu chiamato alle armi

e lui e la madre andarono a

vivere presso i nonni paterni,

a Pàvana, sull’Appennino

Tosco-Emiliano.

La fine della guerra lo riportò

a Modena; qui Guccini trascorse

la sua adolescenza.

Dopo la scuola dell’obbligo,

frequentò l’istituto magistrale,

diplomandosi nel 1958.

Collaborò alla Gazzetta di

Modena con il ruolo di cronista.

Furono questi anni

intensi per la sua formazione

culturale e musicale: nacquero

in questo contesto

le storie delle sue canzoni

che guardano alla società e

al quotidiano. Nel 1959 si

trasferì a Bologna.

Gli esordi artistici lo videro

cantante e chitarrista nel

gruppo di cui facevano parte

Pier Farri (che divenne in

seguito il suo produttore) e

Victor Sogliani (futuro componente

dell’Equipe 84). Si

chiamarono Hurricanes,

poi Snakers ed infine I Gatti.

Quest’ultima formazione,

dopo essersi unita a quella

dei Giovani Leoni di Maurizio

Vandelli, nel 1964 diede vita

alla ben più nota Equipe 84.

Guccini rifiutò di entrarvi per

continuare gli studi, tuttavia

la sua evoluzione artistica

iniziò proprio da qui: cominciò

ad interessarsi al beat

e compose canzoni come

“Auschwitz” ed “È dall’amore

che nasce l’uomo”, portate al

successo dall’Equipe 84.

Si distinse anche per il lavoro

di pubblicitario nell’ambito del

Carosello insieme a Guido De

Maria, anche lui modenese,

collaborando agli slogan

dell’Amarena Fabbri e fece

conoscere al grande pubblico,

sempre grazie al Carosello,

un altro grande modenese

il vignettista Bonvi.

Siamo solo a metà dei ’60

e sono ancora solo gli inizi.

Non basterebbe una intera

pagina per raccontare i tantissimi

successi di Francesco

Guccini, praticamente uno ad

ogni album.

Ne citiamo alcuni da Folk

Beat N. 1 del 1967 a Radici

del 1972, da Stanze di vita

quotidiana del 1974 a via Paolo

Fabbri 43 del 1976, da

Amerigo del 1978 a Guccini

del 1983, da Fra la via Emilia

e il West del 1984 a Quello

che non… del 1990, da

D’amore, di morte e di altre

sciocchezze del 1996 a Stagioni

del 2000, da Ritratti del

2004 a Francesco Guccini

anfiteatro live del 2005.

Alla produzione musicale

Guccini ha affiancato una

feconda attività editoriale: tra

i tanti titoli: Cròniche Epafániche

(1989), Vacca d’un cane

(1993), La legge del bar e

altre comiche (1996), Cittanòva

blues (2003), L’uomo

che reggeva il cielo (2005),

Non so che viso avesse - La

storia della mia vita (2010).

primopiano


di marina leonardi

L’Estate modenese

parte da Piazza XX

Paolo Rossi il 2 giugno celebra a modo suo

la Repubblica poi i riflettori si sposteranno su

Palazzo S. Margherita, alla Pomposa e sotto

la Ghirlandina tra auto d’epoca, balli e canzoni

A

giugno scoppia l’estate in città con

un ricco programma che coinvolge

piazze e luoghi del centro storico.

Un cartellone organizzato e coordinato che

quasi ogni sera proporrà qualcosa di nuovo

e diverso. E se qui di seguito vi daremo

conto delle tante iniziative che si svolgeranno

nel cuore della città, nelle pagine degli

Incontri non avete che l’imbarazzo della

scelta tra le ricche programmazioni delle

altre tre Circoscrizioni (la Circoscrizione 1

è coinvolta infatti in molte delle iniziative che

L’APPUNTAMENTO

Dal 25 si alza il sipario sui Giardini

Tornano i Giardini d’Estate i fine settimana

tra musica, letture, spettacoli, approfondimenti

e giochi per i bambini che si svolgono

nella bella area verde degli ex giardini pubblici.

Il sipario si alzerà venerdì 25 giugno alle

ore 19 con l’incontro con Massimo Ciancimino

e Salvatore La Licata. Segue alle

ore 21.30 Serata Zelig con Sergio Sgrilli,

Maurizio Lastrico e Claudia Penoni. Sabato

26 alle ore 19 è in cartellone l’incontro

con il Gen. Luciano Garofano a cui seguirà

a partire dalle ore 21.30 il concerto di

Grazia Varesani. Il programma proseguirà

ogno venerdì e sabato fino al 7 agosto. Sa-

[06] - il mese giugno \2010

qui stiamo trattando) che trasformeranno

parchi e piazze in luoghi di aggregazione

e divertimento. Torna l’Estate ai Giardini

Ducali che dal 18 giugno riempirà di suoni

e parole i fine settimana dei modenesi. E

nelle altre calde serate non mancheranno

le opportunità di uscire e seguire le proposte

di Palazzo Santa Margherita o i grandi

concerti di Piazza Grande, gli appuntamenti

dal sapore interetnico di Piazzale Torti alle

narrazioni della Pomposa, gli spettacoli

in zona Tempio e i film del Supercinema

Estivo.

L’Estate si aprirà nella ritrovata Piazza

XX settembre, il 2 giugno con un appuntamento

dedicato alla Festa della Repubblica

e della Costituzione che porterà un

“commentatore” di eccezione, Paolo Rossi

che proporrà una riflessione in chiave

satirica della nostra carta costituzionale.

All’irreverente comico seguirà il concerto

di tre celebri ex dei Modena City Ramblers:

Cisco Bellotti, Giovanni Rubbiani e Alberto

Cottica.

Palazzo Santa Margherita e la Biblioteca

ranno due gli

incontri giornalieri,

uno in

aperitivo, alle

19, nel quale

si inserisce

anche un interessante

filone tematico sulla legalità. Il secondo

appuntamento sarà invece la sera con

spettacoli di vario genere. L’ingresso è gratuito.

L’offerta è arricchita da un ristorante,

un’area gioco per bambini e una libreria

Info: www.giardinidestate.com

A sinistra Livio Berrutti nella finale dei 200 m alle

Olimpiadi di Roma ‘60; sopra Paolo Rossi è Joker

Delfini, come dicevamo all’inizio saranno

uno dei poli d’atenzione di questo mese di

giugno. Il 4 e il 5 giugno infatti si svolgerà

qui Node il terzo festival internazionale di

musica elettronica (approfondimento

a pagina 36). Sempre

nel Chiostro di Palazzo Santa

Margherita sono in calendario

una serie di incontri con grandi

personaggi del mondo dello

sport. Giovedì 10 giugno per Il

Pacifico a remi, il giornalista Paolo

Reggianini intervisterà Alex

Bellini, il 17 giugno Claudio Gregori

della Gazzetta dello Sport

incontrerà Livio Berruti ne Il

romanzo di un campione e del

suo tempo mentre venerdì 18

Pierluigi Senatore incontrerà il

portiere Giovanni Galli ne La vita

ai supplementari. Di tutt’altro argomento

l’incontro in cartellone il

18 giugno, alla Biblioteca Delfini

alle ore 18.00 dove, a cura del


p r i m o p i a n o

Con Fusorari andiamo Fuori tutti!

Metti la sera in Piazzale Torti con film, musiche e profumi

Uno degli epicentri

dell’Estate in città è

Piazzale Torti dove

l’associazione Fusoriari

in collaborazione,

tra gli altri, con

la Circoscrizione 1,

propone La piazza

in una mano: Fuori

tutti, un interessante

cartellone di musica,

teatro, cinema, scrittura,

arte e viaggi.

Si parte giovedì 3

giugno alle ore 21.30

con “Cercare l’accordo”,

il meeting di

orchestre multietniche

che propone,

grazie al contributo

della FCRMO, l’Orchextraterrestre

di Trento composta

da 17 musicisti provenienti da tutto

il mondo. Mercoledì 9 sempre alle

21.30 sarà la volta di “I will brief” con

la proiezione delle 10 opere finaliste

dei cortometraggi ispirati a Giulietta e

Romeo e delle 3 vincitrici del Concorso

promosso da ERT, Nonantola Film

Festival e Facoltà di Lettere e Filosofia

dell’UniMoRe. Mercoledì 16 giugno

ore 21.30 sarà di scena lo spettacolo

teatrale “Immobili” con Elisa Bossi e

Museo della Figurina all’interno del Ciclo

Biodiversità è in programma l’incontro con

l’etologo Giorgio Celli.

Ancora tra gli appuntamenti dell’estate,

da non perdere la consueta Festa delle

famiglie, che si svolgerà in allegria, tra

spettacoli, laboratori per i più piccoli e

momenti di aggregazione, ai Giardini Ducali

sabato 12 a partire dalle ore 16. Ci spostiamo

in Piazza Pomposa per incontrare

Cantastorie, la rassegna di letture di novelle

italiane condotte da Guido Mascagni,a

cura dell’Associazione Culturale Pomposa,

in cartellone nelle serate del 14, 17, 21,

24 e 28 giugno.

Piazza Grande come dicevamo sarà la

sede di bei concerti ma non solo. Martedi

15 giugno dalle ore 16, sotto la Ghirlandina

si consumerà la Modena Cento ore

classic con la sfilata delle auto storiche

partecipanti. Lunedi 21 alle ore 21, Piazza

Grande è il palcoscenico del 12° Festival

della canzone dialettale modenese,

diretto e condotto da Graziano Grazioli

Giulio Costa, scritto

e diretto dallo stesso

Costa.

Mercoledì 23 giugno

ore 21.30 fuori ritmo

con Bahia, Coscienza

nera e con Nilza

Costa ensemble. Un

evento dove sapori,

voce e danze di Salvador

de Bahia si confondono

nel mistero

degli Orixas della religiosità

afro-brasiliana

del Candomblè. Giovedì

24 giugno facciamo

Un viaggio in Brasile

con le videoproiezione

e racconti di Filiberto

Ungaro. Martedì 29

giugno alle ore 21.30

è la volta dello spettacolo Farmageddon,

rappresentazione teatrale con

Mario Spallino per Emergency. “Ma la

salute non è un diritto? Si può conciliare

questo diritto con l’economia?”

Farmageddon è la prospettiva di un

mondo a rovescio, dove una medicina

invadente e omissiva finisce per

produrre più danni che benefici; una

medicina schiava del profitto, dove il

marketing detta legge.

Info: 059 4270436

mentre il 25, dalle ore 16 torneranno le

automobili d’epoca in piazza, con la mostra

del Topolino AutoClub Italia. Orfani delle

belle Serate Estensi ci consoleremo con

il Gran Ballo Europeo, che si terrà naturalmente

in Piazza Grande e nelle vie del

centro il 26 giugno alle ore 21.30 a cura

della Società di danza.

Un’altra bella iniziativa che trovate sviluppata

a pagina 37 e in programma il 19 e il 20

giugno è Creamos, una sorta di festival della

creatività che si svolgerà in diverse aree

della città e che comprende anche diverse

piazze del centro storico. Il 20 giugno in via

Paolo Ferrari dalle 17 ci sarà Intavolando

un “stuzzicagente” etnico. Torniamo infine

in Piazza XX settembre, dove sabato 26

e domenica 27 l’associazione dei negozianti

del centro storico Modenamoremio

proporrà il Fantasy Festival. Lunedì 28 la

Società del Sandrone allieterà il pubblico

con una commedia dialettale. Chiuderà il

cartellone di giugno il 30, in Piazza Grande

il concerto di Francesco Guccini.

calendario

2 giugno, Piazza XX Settembre - ore 18

Paolo Rossi commenta la Costituzione

Cisco, Rubbiani, Cottica in concerto

3 giugno, Piazzale Torti - ore 21.30

Fusorari: La piazza in una mano. Cercare

l’accordo e Meeting Orchestre Multietniche

4 e 5 giugno, Biblioteca Delfini - ore 21

NODE Festival di musica elettronica

9 giugno, Piazzale Torti - ore 21.30

Fusorari: La piazza in una mano. I will be

brief

10 giugno, Chiostro Palazzo Santa

Margherita - ore 19

Incontri con lo sport: Il Pacifico a remi

Paolo Reggianini intervista Alex Bellini

12 giugno, Giardini Ducali - dalle ore 16

Festa delle famiglie

14 giugno, Piazza Pomposa - ore 21.30

Contastorie, lettura di Guido Mascagni

15 giugno, Piazza Grande - dalle ore 16

Modena cento ore classic, sfilata di auto

storiche

16 giugno, Piazzale Torti - ore 21.30

Fusorari: La piazza in una mano. Immobili,

rappresentazione teatrale di Giulio Costa

17 giugno, Palazzo S. Margherita - ore 19

Incontri con lo sport: Il romanzo di un

campione. Gregori intervista Livio Berruti

17 giugno, Piazza Pomposa - ore 21.30

Contastorie, lettura di Guido Mascagni

18 giugno, Biblioteca Delfini - ore 18

Ciclo Biodiversità: incontro con Giorgio

Celli, a cura del Museo della Figurina

18 giugno, Palazzo S. Margherita - ore 19

Incontri con lo sport: La vita ai supplementari

Pierluigi Senatore intervista Giovanni Galli

19 giugno, centro storico dalle ore 9

Creamos. Spazi creativi connessi

19 giugno, Parco Via Divisione Acqui

L’Altra Comunità. Conferenze e spettacoli

20 giugno, Via Paolo Ferrari - dalle ore 9

Creamos. Spazi creativi connessi

20 giugno, Via Paolo Ferrari - dalle ore 9

Intavolando, stuzzicagente “etnico”

21 giugno, Piazza Grande - ore 21

Festival della canzone dialettale

21 giugno, Piazza Pomposa - ore 21.30

Contastorie, lettura di Guido Mascagni

23 giugno, Piazzale Torti - ore 21.30

Fusorari: La piazza in una mano. Bahia,

coscienza nera. Un viaggio in Brasile

23 giugno, Piazza Pomposa - ore 21.30

Contastorie, lettura di Guido Mascagni

25 giugno, Piazza Grande - dalle ore 16

Topolino AutoClub Italia, auto d’epoca

25 giugno, Giardino Ducale - ore 18/21

Incontro Ciancimino Licata/ Serata Zelig

26 giugno, Giardino Ducale - ore 18/21

Incontro Gen Garofano/ Grazia Varesani

26 giugno, Piazza XX Settembre

Modenamoremio. Fantasy Festival

26 giugno, Piazza Grande - ore 21

Gran ballo europeo

27 giugno, Piazza XX Settembre

Modenamoremio. Fantasy Festival

28 giugno, Piazza XX Settembre

Commedia dialettale, Società del Sandrone

29 giugno, Piazzale Torti - ore 21.30

Fusorari: La piazza in una mano.

Farmageddon. Rappresentazione teatrale

30 giugno, Piazza Grande - ore 21

Francesco Guccini in concerto

primopiano


di micol lombardi

I giovani strumentisti di Rataplan apriranno

il Festival internazionale delle bande musicali

il 2 e il 3 luglio con una due giorni che porterà

sul palco gli Avion Travel. La manifestazione

entrerà nel vivo dal 6 luglio con sfilate e caroselli

Arrivano dall’Italia, dalla Gran Bretagna,

dalla Romania, dagli Stati

Uniti d’America e dalla Svezia le

sei orchestre militari che dal 6 al 10

luglio partecipano al Festival Internazionale

delle Bande Militari, unico nel suo

genere in Italia, giunto quest’anno alla

19 a edizione.

La manifestazione si svolge sotto l’Alto

Patronato del Presidente della Repubblica

ed è promossa dalla Fondazione Teatro

Comunale di Modena in collaborazione con

il Comune di Modena, l’Accademia Militare

e la Fondazione Cassa di Risparmio di

Modena con il patrocinio e il sostegno

della Regione Emilia-Romagna e della

Provincia di Modena, il Patrocinio della

Presidenza del Consiglio dei Ministri e del

Ministero della Difesa, del Ministero degli

Affari Esteri, del Ministero per i Beni e le

Attività Culturali.

In Piazza Roma, nel cortile d’onore del

Palazzo Ducale e nelle piazze del centro

storico di Modena, il pubblico potrà ascoltare

la Banda centrale della Marina, la

britannica Band of Her Majesty’s Royal

Marines Plymouth, la Banda militare

delle Forze Armate della Romania, la

Banda dell’Università di Washington

e la Banda territoriale della Marina di

Gothenburg.

Il programma prevede parate pomeridiane

e notturne per le vie del centro, spettacoli

e concerti di mezzanotte in Piazza Grande,

Largo San Giorgio, in Piazza XX settembre,

nel Chiostro di Santa Margherita e

all’interno dei Giardini Ducali. E si rinnova

anche l’appuntamento al parco d’Avia di

Modena, dedicato alla Fanfara militare

reale olandese coinvolta nella sciagura

aerea di Eindhoven.

Anteprima Festival, venerdì 2 e sabato

3 luglio per la nona edizione di Rataplan,

il meeting regionale dei gruppi musicali

giovanili. Partecipano a Rataplan gruppi

musicali dall’Emilia Romagna e da altre

regioni coordinati da AssonanzA, per un

totale di oltre settecento giovani musicisti.

Venerdì 2 luglio alle 21 in Piazza Grande

Rulli di tamburo via

INIZIATIVE COLLATERALI

Tra visite guidate

e pacchetti turistici

In occasione del 19° Festival

Internazionale delle

Bande militari il Palazzo

Ducale di Modena sarà

aperto alle visite del pubblico.

In collaborazione

con l’Accademia Militare

e con Modenatur, visite

guidate avranno luogo venerdì

9, sabato 10 e domenica

11 luglio con inizio

alle ore 11.10. Il costo

è di sei euro

a persona. La

visita inizia nel

Cortile d’Onore

e prosegue nel

Museo storico

dell’Accademia

Militare e

nell’Appartamento

di Stato

(info: 059

220022). Durante

il festival

è stato predisposto un pacchetto

turistico dal costo di

45 euro che

comprende

un’ampia serie

di attività

e servizi: il biglietto

per uno

spettacolo del

Festival Internazionale

delle

Bande Militari,

il pernottamento

in camera

d o p p i a c o n

colazione in hotel tre stelle,

l’ingresso alla Galleria Estense,

ai Musei Civici e ai Musei

del Duomo oltre alla visita

guidata ad un’acetaia che

produce Aceto Balsamico

Tradizionale di Modena.

Previsto inoltre il rimborso

del pedaggio autostradale

o del biglietto del

treno fino a un massimo

di 7 euro a persona e un

welcome kit. Per informazioni:

Ufficio Informazioni

Turistiche di Modena (059

2032660) e Modenatur

(059 220022).

[08] - il mese giugno \2010


p r i m o p i a n o

avrà luogo il concerto di una banda giovanile.

Sabato 3 luglio dalle ore 17.30

alle 19, otto luoghi diversi tra piazze e

vie del centro storico saranno animate

dai concerti dei gruppi strumentali delle

scuole di musica della regione. Sempre

sabato 3 luglio alle ore 21 gran finale nel

Cortile d’onore del Palazzo Ducale con il

concerto degli Avion Travel insieme al Coro

e alla Banda Giovanile di AssonanzA diretti

da Mirco Besutti, che si esibiranno in un

programma dedicato a Nino Rota a un

anno dal centenario della nascita.

Rataplan è una grande festa della musica

dedicata ai giovani e un momento di

valorizzazione dell’attività di formazione

svolta dalle scuole di musica che operano

nella regione. Istituite e sostenute

dalle Amministrazioni pubbliche e dalle

Associazioni bandistiche, esse sono divenute

un valido punto di riferimento per

l’educazione musicale, come dimostrano

le diverse migliaia di ragazzi e di giovani

che anno dopo anno le frequentano. La

loro attività è finalizzata, in primo luogo,

a diffondere l’apprendimento della musica

e a consentire la pratica strumentale nei

complessi bandistici tradizionali e in nuovi

complessi musicali giovanili.

Info: www.modenafestivalbande.it

BIGLIETTERIA

Presso il Teatro Comunale

di Corso Canalagrande 85

tel: 059 2033010

Acquisto on line:

www.modenafestivalbande.it

alle parate

festival tour

Anche quest’anno il Festival fa

tappa nella prestigiosa fortezza

settecentesca della Cittadella di

Alessandria che mercoledì 7 luglio

ospiterà uno spettacolo musicale

delle Bande Militari di Italia, Gran

Bretagna, Romania e Svezia.

Nell’ambito del Festival delle Bande

Militari 2010 sono in programma,

inoltre, concerti a Sassuolo e

in altri comuni della provincia di

Modena.

FESTIVAL

delle bande

AVION TRAVEL

Concerto e coro dedicati a Nino Rota

Gli Avion Travel, con la loro trentennale

esperienza sono una formazione ormai

storica nella musica italiana. Campani,

conosciuti anche sulla scena internazionale,

hanno incentrato il loro ultimo

lavoro attorno alle musiche di Nino Rota,

il mitico compositore di colonne sonore,

nel centenario della nascita. L’occasione

è nata dall’incontro con Marcello Rota e

con l’Orchestra Ducale di Vercelli che da

tempo lavorava sul repertorio del grande

Nino. Così vengono riprese canzoni celebri

come la bellissima “Parlami di me” che esce

da La dolce vita del 1960, fino a tre can-

zoni “The immigrant”,

“Quello

che non si dice

(New carpet)” e

“Brucia la terra”

tratte dal

Padrino II e III

di Francis Ford

Coppola del 1990, Da “Gelsomina” tratta

da “La strada” di Fellini (1954) a “Bevete

più latte” dal film a episodi “Boccaccio ‘70”

di De Sica, Fellini e Monicelli (1962) a

“Passerella di otto e mezzo” dal film Otto

e mezzo di Fellini.

Gli appuntamenti del Festival

Internazionale delle

Bande Militari sono ad

ingresso gratuito ad eccezione

degli spettacoli in

Piazza Roma di giovedì 9

luglio e sabato 11 luglio

alle ore 21.

Costo biglietto 10 euro.

I biglietti per il concerto

degli Avion Travel e della

Banda Giovanile di AssonanzA

saranno in vendita a

15 euro (ridotti a 8 euro).

I biglietti degli Avion Travel

si possono acquistare dai

primi giorni di giugno alla

biglietteria del Teatro Comunale

Pavarotti.

primopiano


di michele pelillo

Quei mostri

suonan jazz

èl’edizione numero ventitre per Jazz

in ‘It, longevo e rinomato festival

jazz che in oltre venti gloriosi anni

ha avuto modo di ospitare, nella splendida

cornice di Piazza dei Contrari a Vignola,

i più importanti nomi mondiali del jazz

classico e moderno, italiani e stranieri,

affiancati da giovani e promettenti formazioni

meno note.

L’evento, organizzato come di consueto

dall’Associazione Vignola Jazz Club, prevede

tre giorni all’insegna del jazz d’autore,

per un week-end di grande musica.

La prima serata, quella di venerdì 18

giugno, vedrà protagonisti due eccezionali

formazioni: ad aprire le danze sarà

Sotto Kiyoshi Kitagawa, contrabbassista del

Kenny Barron Trio; in alto David Hazeltine degli

One for all davanti al suo piano

il Sestetto di Luca Barbieri,

collaudatissima formazione

nostrana di grande talento,

mentre il momento clou vedrà

protagonista la One For

All band, formazione nata a

New York dalla passione e la

creatività di sei musicisti di

grande talento, tutti sessionman

o collaboratori storici

di grandi jazzisti della scena

americana.

Costituito nel 1996, il sestetto

è arrivato ad oggi al

traguardo di ben 12 cd, e

continua a raccogliere eccellenti critiche

in tutto il mondo.

Sabato 19 giugno troveremo due formazioni

italiane a dividersi il palco, i giovani

Vignola Sax Orchestra e l’affermata Union

Jazz Band. Quasi a voler contraltare una

diffusa esterofilia che troppo spesso ci

porta a sminuire la bontà delle proposte

nostrane, questa seconda serata del

festival testimonia il valore tanto dei professionisti,

quanto delle giovani promesse

che maturano artisticamente dal e sul

nostro territorio.

La Vignola Sax Orchestra è composta

dagli allievi della scuola di musica G.

Bononcini di Vignola: giovani promesse

che avranno l’occasione di dimostrare su

un palcoscenico ambizioso l’ottimo livello

A Vignola dal 18 al 20

giugno tre serate-evento

con nomi di primo piano

dello scenario mondiale:

One for All, Union Jazz

Band e Kenny Barron

Trio sono poesia in note

raggiunto con i propri studi.

Union Jazz Band è un nome noto a tutti

gli appassionati, una vera garanzia in

quanto a coinvolgimento e performance:

definita da Bologna2000 “La big band

ONE FOR ALL

Il sestetto nato sul palco del club Smoke

One For All è una band nata a New

York composta da sei musicisti di

grande talento e successo. Il sestetto

è stato costituito nel 1996 presso il

leggendario Jazz Club Augie’s di New

York (oggi Smoke).

Singolarmente ogni membro dei One

For All si è guadagnato un’eccellente

reputazione, collaborando con grandi

jazzisti come Art Blakey, Chick Corea,

Ray Charles, George Coleman, Chet

Baker, Freddie Hubbard, Tommy Flanagan,

Kenny Barron e molti altri.

I sei musicisti

della band

sono al momento

fra i

più richiesti

sulla scena

jazzistica

newyorkese.

Della numerosa discografia della

band, segnaliamo gli ultimi due lavori

in studio, ossia “The Lineup” (2006,

Nove Sharp Records) e “What’s Going

On” (2007, Venus Japan).

[10] - il mese giugno \2010


p r i m o p i a n o

KENNY BARRON TRIO

Le dita della storia

suonano il piano

Pianista strabiliante, compositore

creativo ed insegnante

stimato: questo

è in breve Kenny Barron,

uno dei più quotati pianisti

jazz di sempre. Lanciatosi

prestissimo all’interno del

circuito americano – a soli

16 anni è già stabilmente

al fianco di John Coltrane –,

Barron diviene ben presto

noto anche oltreoceano,

grazie sopratutto alle sue

molteplici collaborazioni

di alto livello. Affascinato

ed influenzato dallo stile

coi fiocchi”, l’orchestra ha all’attivo una

ormai importante attività concertistica e

ha collaborato dal vivo con nomi illustri del

jazz italiano e internazionale.

A chiudere week-end e festival sarà

l’importante doppio

concerto di domenica

20 giugno, affidato

alle consolidate doti

musicali del Marco

Ferri Quintet e del

Kenny Barron Trio.

Il Marco Ferri Quintet incarna al meglio

l’affascinante visione musicale di un sassofonista

di spicco quale Marco Ferri,

fresco vincitore del Premio Intenazionale

Massimo Urbani per solisti jazz. Kenny

Barron è un pianista talmente noto al

di Tommy Flanagan, Hank

Jones e Wynton Kelly,

da lui stesso considerati

“non perfetti, ma incredibilmente

precisi”, il pianista

di Filadelfia ha saputo

rielaborare il pianismo jazz

tradizionale in una forma

nuova e personale.

“Cos’è il Jazz? Amico, se lo

devi chiedere, non lo saprai

mai”. (Louis Armstrong)

Hanno detto

.La vita è un po’ come il

jazz... è meglio quando

s’improvvisa. (George

Gershwin)

.In genere, il jazz è sempre

stato simile al tipo

d’uomo con cui non vorreste

far uscire vostra

figlia. (Duke Ellington)

.Il jazz non è morto, ha

solo un odore un po’

curioso. (Frank Zappa)

Nella rete

www.kennybarron.com

www.myspace.com/

unionjazzband

www.allaboutjazz.com

www.jazzitalia.net

www.joefarnsworthjazz.com

grande pubblico jazz che non ha bisogno

di presentazioni: basta ricordare le sue

storiche collaborazioni con John Coltrane,

James Moody, Freddie Hubbard, Buddy

Rich, Stan Getz e moltissimi altri ancora.

Nove volte nominato

per Grammy Award e

American Jazz Hall of

Fame, la riconosciuta

e personalissima

impronta pianistica

di Barron si è fatta

conoscere ed apprezzare da pubblico

e critica, caratterizzando incisioni dei

più svariati artisti con il suo fraseggio

incisivo e brillante, e con una maniacale

cura della sonorità e del timbro del suo

strumento.

calendario

One for

All band

Piazza dei contrari,

Vignola

venerdì 18 giugno

Il sestetto newyorkese

assembla in un mix esplosivo

individualità di primo piano

con illustri collaborazioni

alle spalle. Apre il festival il

Sestetto di Luca Barbieri

Union Jazz

Band

Piazza dei contrari,

Vignola

sabato 19 giugno

L’orchestra italiana composta

da musicisti di Modena e

Bologna, continua nel suo

ruolo di ospite fisso del festival

Jazz in ‘It. Prima di loro si

esibiranno gli allievi della

Vignola Sax Orchestra

Kenny Barron

Trio

Piazza dei contrari,

Vignola

domenica 20 giugno

Il trio statunitense che

ruota intorno all’immenso

pianista che non necessita

di presentazioni. Ad aprire

la serata sarà il Marco Ferri

Quintet, che ruota intorno al

talentuoso sassofonista.

Ingresso gratuito

Info: www.jazzinit.it

tel. 059 777729

UNION JAZZ BAND

Big band coi fiocchi

con talenti emiliani

Definita “la big band con i

fiocchi”, la Union Jazz Band

rappresenta una vivacissima

fucina di giovani e talentuosi

musicisti modenesi e

bolognesi.

L’orchestra ha all’attivo una

ormai importante attività

concertistica, oltre ad

aver collaborato dal vivo

con nomi illustri del jazz

italiano e internazionale

come Benny Golson, Paolo

Fresu, Giancarlo Schiaffini,

Fabrizio Bosso e Michel

Godard.

Dal 2002 la Union Jazz

Band è l’orchestra stabile

del Jazz in’ It Festival,

partecipando ogni anno a

produzioni originali su commissione

della direzione

artistica.

Tra queste ricordiamo:

“Nestico Song’s Book”,

“Standard Times” e “Rileggendo

La Tradizione”.

primopiano


arte

di marina leonardi

Giovani click

al Gate n° 10

Una nuova mostra un nuovo viaggio nella

fotografia contemporanea. Ventisei

giovani artisti di provenienza internazionale

stanno per “atterrare” negli spazi espositivi

dell’ex ospedale Sant’Agostino di Modena

in occasione di International Departure:

Gate 10, una rassegna dedicata agli allievi

di alcune tra le più prestigiose scuole di

fotografia europee, in programma dal 12

giugno al 4 luglio. Nel nuovo appuntamento

organizzato dalla Fondazione Cassa di

Risparmio di Modena, in questo percorso

curato come sempre da Filippo Maggia,

vengono presentate le opere di 26 studenti

selezionati tra 11 istituzioni di 6 diversi

paesi europei che da anni si distinguono

nel campo della formazione, dal Royal

College of Art di Londra all’Academie St.

Joost di Breda, dall’Akademie der Bildenden

Künste di Vienna all’Academy of Visual

Arts di Lipsia, dall’Universidad Politecnica

de Valencia alle italiane Accademia di Belle

Arti di Catania, Fondazione Marangoni di

Firenze e CFP Bauer di Milano.

L’evento si propone di valorizzare l’opera

di giovani artisti che si stanno affacciando

sulla scena artistica internazionale,

offrendo loro l’opportunità di esporre in

un contesto istituzionale e di confrontarsi

con altri “colleghi” europei. Un obiettivo

in linea con le finalità didattiche ed educative

che caratterizzano Fondazione

Fotografia, il progetto culturale promosso

dalla Fondazione Cassa di Risparmio di

Modena in parallelo alla creazione di una

Collezione di fotografia contemporanea. È

da inquadrarsi in questo scenario anche

l’avvio di un Master internazionale di alta

qualificazione nel campo della fotografia e

dell’immagine, a partire dall’anno accademico

2011/2012.

International Departure: Gate 10 presenta

le opere di Ekua McMorris, Emily Elsie

Keegin, Nina Mangalanayagam (Royal

College of Art, Londra), Damian Ucieda

Cortes, Jennifer Louise Hood, Tor Jonsson

(Stills - Scotland’s Centre for Photography,

Edinburgh), Anaïs López, Willem Samuel

Popelier (Academie St. Joost, Breda,

Paesi Bassi), C. Michael Gangemi, Sandra

Kosel, Itai Margula (Akademie der

Bildenden Künste, Vienna), Katharina

Gruzei, Conny Habbel, Chrischa Oswald

(Kunstuniversität, Linz), Irene Hopfgartner,

L’obiettivo instancabile

della FCRMO punta ora

sul lavoro di un gruppo

di studenti diplomati

nelle migliori accademie

europee di fotografia

Yuko Ichikawa (Universität für angewandte

Kunst, Vienna), Ulrike Hannemann, Marcel

Noack, Cathleen Schuster (Academy of

Visual Arts, Leipzig), Mariela Apollonio,

Vicente Tirado del Olmo, Laura Vallés Vílchez

(Universidad Politecnica de Valencia),

Turiana Ferrara (Accademia di Belle Arti di

Catania), Margherita Cesaretti (Fondazione

Marangoni, Firenze), Mara Costantini,

Enrica Quaranta (CFP Bauer, Milano).

Sopra Tor Jonssons, Firebreak, 2009; sotto

Irene Hopfgartner, Untitled, 2009.

Informazioni

International departure:

Gate 10

Dove: Ex Ospedale Sant’Agostino

Largo Porta Sant’Agostino 228,

Modena

Quando: 12 giugno – 4 luglio

Orari: dal mercoledì alla domenica

dalle 16 alle 20. Chiuso lunedì e

martedi. Ingresso gratuito

Produzione: Fondazione Cassa di

Risparmio di Modena

Curatore: Filippo Maggia

Info: 059 239888

www.mostre.fondazione-crmo.it

[12] - il mese giugno \2010


Un Polo firmato Aulenti

Un team d’eccellenza si è aggiudicato i lavori di riqualificazione del S. Agostino

a decisione della giuria non deve essere

L stata facile. I concorrenti al bando per

la riqualificazione edilizia del Sant’Agostino

erano tutti davvero di prim’ordine a partire

dal gruppo vincitore di cui fa parte Gae

Aulenti fino al grande escluso, il francese

Jean Nouvel, architetto di fama, realizzatore

di progetti altamente innovativi come

il Museo Quai Branly di Parigi o la torre

“proiettile” Agbar di Barcellona.

Ma anche Gae Aulenti, quando si tratta di

lavorare nell’ambito museale, è davvero imbattibile.

Il

suo curriculum

è pieno

di riqualificazioni

di fama a

partire dal

meraviglioso

Musèe

d’Orsay a

Parigi e,

sempre a

Parigi, il riallestimento del Musèe National

d’Art Moderne del Centre Pompidou.

Altri importanti progetti, per citarne solo

alcuni riguardano il Museu Nacional de

Catalunya di Barcellona, l’Asian Art Museum

di S.Francisco e, più vicino, il nuovo

allestimento della Galleria d’arte Moderna

a Palazzo Diamanti a Ferrara.

La scelta dei progettisti, il raggruppamento

temporaneo di imprese costituito

da Consorzio Leonardo di Modena, Gae

Aulenti Architetti Associati di Milano e Studio

Associato Architetti Doglioni e

Daminato di Feltre, è stata approvata

all’unanimità dal consiglio di

amministrazione della Fondazione

Cassa di Risparmio di Modena,

proprietaria del complesso settecentesco

del Sant’Agostino,

destinato a trasformarsi in un

“nuovo luogo per la cultura”. Un

intervento davvero poderoso e,

diciamolo, avvincente, economicamente

quantificabile in circa 50

milioni di euro.

L’idea progettuale della cordata

vincente prevede la collocazione

delle aree espositive

nella parte monumentale

dell’edificio prospiciente piazzale

Sant’Agostino, mentre il polo

bibliotecario (Estense e Poletti)

troverà spazio nelle “tenaglie”.

Il Centro per l’Immagine e la

Fotografia viene inserito nella

parte non monumentale, che

affaccia su viale Berengario,

mentre un ampio spazio è dedicato alle

attività commerciali e di servizio (foresteria,

ristorazione) disposte lungo percorsi

pedonali interni che collegheranno gli

assi di viale Berengario, via Ramazzini

e via Emilia.

La giuria è stata inoltre convinta da “la

qualità e la coesione della compagine

dei progettisti, che riunisce competenze

d’eccellenza nei settori dell’architettura,

dell’ingegneria e impiantistica,

del restauro, della biblioteconomia; la

rispondenza delle soluzioni architettoniche

e tecniche proposte rispetto agli

obiettivi fissati dal documento preliminare

alla progettazione, sia per quanto

riguarda gli aspetti funzionali, sia per

quelli conservativi e l’economicità delle

proposte, caratterizzate da tempi e costi

coerenti”.

Il progetto preliminare dell’intervento

di riqualificazione sarà approvato entro

pochi mesi e, sulla base del cronoprogramma

predisposto, i lavori saran-

17 GIUGNO

La parola ai progettisti

Il raggruppamento temporaneo

di imprese che si è aggiudicata la

progettazione della riqualificazione

edilizia dell’ex ospedale Sant’Agostino

illustrerà i primi spunti progettuali nel

corso di un incontro pubblico in programma

al Baluardo della Cittadella

il 17 giugno alle ore 17.

Dal 30 giugno all’11 luglio le sale

dell’ala est dell’ex ospedale ospiteranno

una mostra di architettura

dedicata alle 15 ipotesi progettuali

arrivate all’ultima fase di selezione.

arte


arte

di marina leonardi

Una bestia di… disegno!

Una piccola deliziosa mostra da centellinarsi

con gusto e attenzione. Ecco

cos’è Pagine da un bestiario fantastico

la mostra allestita alla Galleria Civica che

l’ha prodotta assieme alla Fondazione

CRMO. Si tratta di un allestimento “fatto

in casa” che ha attinto dalla ricca Raccolta

del Disegno Contemporaneo dell’Istituto

culturale cittadino che conta ormai più di

5mila pezzi. Tema delle opere, così come

già suggerisce il titolo, sono le creature

fantastiche che rimandano al “Manuale di

zoologia fantastica” di Jorge Luis Borges,

un giardino zoologico e mitologico che

ospita sfingi, grifi e centauri in luogo di

leoni e giraffe, e dove albergano

creature nate per

combinazione tra realtà e

fantasia.

E’ molto interessante la

sezione dedicata ai giovani,

allestita nella Sala Grande, di

cui abbiamo apprezzato i lupi

a parete di Davide Rivalta,

le Scappatelle silvestri di

Laura Serri, deliziosi disegni

e ricami su stoffa, l’assemblage

dei piccoli disegni

di Helga Franza dal titolo

Rrrrrummpfff t? e le vivaci

tavole popolate di animali

di Francesco Simeti.

Nelle Sale superiori è un susseguirsi

di firme importanti. Colpiscono la

splendida lucertola di Mario Merz e le tre

tavole bellissime di Materiale e metaforico

di Claudio Costa, artista purtroppo sottovalutato.

E ancora lo sguardo furbo della

lupa che allatta Romolo e Remo, nei Natali

di Roma di Franco Angeli, i pesci e la tigre

di Schifano, i divertenti schizzi “tentacolari”

di Gastone Novelli e il simpatico cavallo di

Marino Marini.

La mostra, a cura di Silvia Ferrari e Serena

Goldoni, in collaborazione con Flaminio

Gualdoni, ha il pregio di essere allestita

con molta creatività, e lascia spazio ai disegni

leggeri per volare:

sembra che uccelli,

angeli e scimpanzé curiosi

possano scrutarci

dall’alto.

Oltre agli artisti da

noi citati, in

mostra sono

presenti ancora tante firme eccellenti

come Lucio Fontana, Enrico Baj, Alberto

Savinio, Alighiero Boetti, Giorgio De Chirico,

Mario Sironi, Fausto Melotti, Osvaldo

Licini, Fortunato Depero e i modenesi

Prosegue alla Civica

l’esposizione di tavole

ispirate a una zoologia

fantastica e realizzate

da grandi artisti italiani

Andrea Chiesi, Wainer Vaccari e Pompeo

Vecchiati.

Dove: Sala Grande e Sale Superiori di Palazzo

S. Margherita, corso Canalgrande 103

Quando: fino al 18 luglio, merc- ven 10.30-13/

16 -19.30; sab, dom e fes 10.30 -19.30

Info: 059 2032919

LIBRO-COCKTAIL

Arrivano gli Animali della letteratura italiana

Animali da bere alla Galleria Civica di Modena:

cocktail e saggi letterari nell’ambito della mostra

Pagine da un Bestiario fantastico. Sabato 12 giugno

alle ore 19 sarà presentato a Palazzo Santa

Margherita il volume Animali della letteratura

italiana a cura di Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi.

Nella sala espositiva, trasformata per l’occasione

in un inedito caffè letterario, il pubblico sarà libero

di accomodarsi e di ordinare una consumazione

al cameriere. L’iniziativa, promossa dalla Galleria

Civica di Modena, è realizzata in collaborazione con Orologio Eventi. Alla

presentazione sarà presente anche Alberto Bertoni, docente di Letteratura

Italiana Contemporanea.

Info: 059 2032911/2032940

Il Magazzino di Jebeleanu

allestito all’Area Progetto

Prosegue fino al 18 luglio a Palazzo

S. Margherita, l’installazione di Jebe

(Adriana Jebeleanu) dal titolo Magazzino.

L’artista stravolge il senso

e la destinazione d’uso del piano

ammezzato, sede di Area Progetto,

trasformandolo da luogo di passaggio

in luogo di deposito quadri. Le opere

dell’artista, assieme a cartoni e materiale

da imballo, saranno allestite in

modo da formare un cumulo variegato

di tele, solo apparentemente casuale,

che rivela la parte solitamente nascosta

dell’atelier di un pittore. Di origine

rumena, vive e lavora a Modena.

[14] - il mese giugno \2010


Diramazioni in mostra

Da Mazzoli una summa della ricerca artistica di Franco Vaccari

Franco Vaccari e la Galleria Mazzoli,

due istituzioni dell’arte modenese (e

non solo), incrociano nuovamente i loro

cammini. Ha infatti inaugurato da poco

negli spazi espositivi di via Nazario Sauro

62 la mostra personale del bravo fotografo

dal titolo Diramazioni. Il percorso espositivo

propone varie tematiche affrontate

da Franco Vaccari dagli anni ’60 ad oggi:

le Poesie Visive, gli Atest, le serie fotografiche

Modena vista a livello di cane,

Viaggio all’interno dell’albergo diurno

Cobianchi, Photomatic d’Italia, Araldica

in cui le Polaroid sono state lette utilizzando

il linguaggio araldico, l’installazione

Omaggio ad Artaud realizzata nel 1968

in occasione della mostra “Palcoscenico

e pubblico per un teatro moderno” alla

Galleria Civica, l’esperimento de L’autore

dell’autore in cui all’inconscio tecnologico

viene sostituito l’inconscio più complesso di una persona e infine tra gli ultimi lavori

realizzati dall’artista vi è l’opera L’occhio del Link.

La mostra offre dunque una panoramica sui lavori che, lo stesso Franco Vaccari definisce:

“Diramazioni che mi hanno permesso di esplorare i campi di possibilità che, nei

diversi momenti della mia ricerca, mi si sono aperti davanti e che ancora mi intrigano

per le scoperte che vi ho fatto e per le promesse che mi hanno fatto intravedere.”

Dal catalogo, a cura di Achille Bonito Oliva, capiamo poi che “L’opera di Vaccari realizza

un ulteriore passaggio dall’utopia (risolta iconograficamente) alla distopia che non vuole

evasioni dalla realtà, bensì rappresentare mediante la conflittualità della storia (…)

un superamento della terribilità del passato per approdare a un presente congelato

dall’arte per un tempo migliore”.

Vaccari dunque, in maniera precoce e profetica, sembra essere l’artista che ha praticato

nella propria multimedialità la strategia dello sconfinamento e della coesistenza

stilistica, tipica degli anni ’70 e ’80. La sua è quella che Picasso profetizzava come

“Un’arte puntata sul mondo”.

Dove: Galleria Mazzoli, Via Nazario Sauro 62 , Modena

Orari: dalle10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30; chiuso i festivi

Info: 059 243455

Così la biblioteca Poletti

omaggia i Libri dei Gatti

Mimmo Paladino, Giuliano Della Casa,

Wainer Vaccari, Joe Tilson: sono solo

alcuni degli artisti che, tra il 1979

e il 2009, si sono avvalsi del Laboratorio

d’arte grafica di Modena di

Roberto Gatti e Anna Maria Piccinini

per tradurre le proprie visioni e immagini

in pagine preziose e inchiostri

profumati. Al lavoro dei due stampatori

e incisori modenesi la biblioteca

d’arte Poletti dedica la mostra I libri

dei Gatti: “Anna Maria Piccinini e

Roberto Gatti hanno saputo tradurre

in arte il segno dell’artista - spiega il

testo critico di Paolo Della Grazia - Il

processo incisorio è un’arte a sé,

che realizza un nuovo prodotto, moltiplicato

ma diverso dall’originale, un

unicum ottenuto attraverso un lungo

e laborioso processo”.

Dove: Biblioteca Poletti, Viale Vittorio

Veneto 5, Modena

Quando: fino al 31 luglio, lun 14.30-19;

mar-ven 8.30-13/14.30-19; sab 8.30-13

Info: 059 2033372

Laggiù nel “Sesto continente” dove Gemine Muse incontra l’etnologia

Nell’ambito della nuova edizione nazionale

di Gemine Muse l’Ufficio Giovani d’Arte

di Modena presenta Il sesto continente,

a cura di Fulvio Chimento e Antonella

Malaguti, che prevede tre installazioni di

Simone Fazio, Adriana Jebeleanu, Aldo

Soligno, giovani artisti attivi sul territorio

modenese, che si confrontano con le

raccolte etnologiche del Museo Civico.

L’opera di Simone Fazio (Modena 1980)

si articola in due tele pittoriche di grande

formato, disposte frontalmente, che rappresentano

il duplice volto dell’espressione

artistica: razionalità e istinto. La Nuda

Veritas rappresenta la consapevolezza

della comunanza, che trascende le peculiarità

fisiche e intellettuali. Il video realizzato

da Adriana Jebeleanu (Cluj-Napoca 1975,

Romania) è ambientato in Transilvania e

ha come protagonisti cento camici bianchi

provenienti da un ricovero per anziani.

L’opera, intitolata Lectiones Levitatis, è

metafora della condizione esistenziale

vissuta dai Paesi dell’Est, prima e dopo

la caduta del muro di Berlino. Aldo Soligno

(Napoli 1983) nell’opera Evolution?

mette a confronto due foto scattate in

luoghi diversi e distanti, in Brasile e a

Ramallah. Il reporter modenese evidenzia

la mancata corrispondenza tra i confini

ideali e i confini ideologici. La mostra sarà

allestita fino al 18 luglio e si può visitare:

mar-ven 9-12; sab-dom e festivi 10-13 e

16-19. L’ingresso è gratuito.

Info: 059 2032604

arte


arte

Da Frigieri Teriomorfo

indaga l’uomo-animale

La galleria Betta Frigieri Arte Contemporanea

(Via Giovanni Muzzioli 8)

presenta un’approfondita e aggiornata

riflessione sul teriomorfismo,

ovvero là dove l’uomo o la divinità

assumono forme animali e questo

mediante la ricerca di tre artisti

di fama internazionale come Karin

Andersen (Burghausen, Germania,

1966), Robert Gligorov (Kriva Palanca,

Macedonia, 1959) e Daniel Lee

(Chunking, Cina, 1945), per la cura

di Luca Panaro.

Le sperimentazioni postumanistiche

di Karin Andersen, Robert Gligorov,

Daniel Lee disvelano come da sempre

il corpo dell’uomo e la sua dimensione

culturale siano stati il palcoscenico

per l’espressione del non umano. La

mostra resterà allestita fino al 31

luglio e sarà aperta dal mercoledì al

sabato dalle ore 17 alle 20.

Info: 059 239888

Iori il dottore dei fiati

Il Museo Civico d’Arte rende omaggio all’artigiano della Pomposa

l Museo Civico d’Arte di Modena dedica alla

l figura dell’artigiano Orlando Iori (1915-2007)

una mostra in cui è stata ricostruita la piccola

bottega di Piazza Pomposa, per decenni

punto di riferimento per i più famosi concertisti

di strumenti a fiato. La mostra, nata da

un’idea di Claudio Paradiso, è stata curata da

Francesco Carreras e promossa dal Museo

cittadino in collaborazione con la Fondazione

Teatro Comunale. L’esposizione si propone di

ricordare la figura di questo singolare personaggio,

estremamente schivo in vita, ma che

ha lasciato tracce indelebili di stima e riconoscenza

nella memoria di tantissimi musicisti in

tutto il mondo. Il vecchio laboratorio non esiste

ormai più, ma gli oggetti più significativi in esso

contenuti sono stati salvati e donati al Museo

Civico d’Arte. È stato così possibile ricostruire

un angolo del laboratorio, il più fedele possibile

all’originale, con l’intento di ricreare la speciale

atmosfera vissuta per decenni dai più famosi concertisti.

Orlando Iori ha rappresentato, nel panorama dei musicisti di strumenti a fiato italiani e

stranieri, un punto di riferimento unico per oltre cinquant’anni. La sua abilità nel trovare

soluzioni originali ed efficaci ad ogni problema per ogni strumento, fosse un flauto, un

oboe, un fagotto, un clarinetto o un sassofono, era ben nota ed apprezzata. Ma in

più Iori possedeva spiccate doti musicali, un orecchio finissimo, una sensibilità che lo

portava ad immedesimarsi con lo strumentista e a trovare le soluzioni più idonee alle

caratteristiche musicali e alla personalità del concertista. “Non mi limito a correggere

i difetti dei loro strumenti ma li seguo anche nelle loro esibizioni, sono un loro critico

feroce (in privato), tra di noi si instaura un rapporto di intimità, di collaborazione anche

professionale che ci rende indispensabili l’un l’altro”. Iori ha sempre lavorato da solo

nella piccola bottega di Piazza Pomposa al numero civico 83, a Modena sotto i portici,

meta di un continuo via vai di personaggi famosi.

Dove: Museo Civico d’Arte – Palazzo dei Musei, viale Vittorio Veneto 5, III piano, Modena

Quando: fino al 26 settembre, mar-ven 9-12; sab e dom 10-13/ 16-19 chiuso lunedì

Info: 059 2033101

Alla scoperta della biodiversità

L’incredibile varietà degli esseri viventi al Museo della Figurina

Per celebrare il 2010, proclamato dall’Assemblea generale

delle Nazioni Unite Anno Internazionale della Biodiversià, il

Museo della Figurina (corso Canalgrande 103) in collaborazione

con i Musei Scientifici dell’Università degli Studi di

Modena e Reggio Emilia propone la mostra Evoluzione e

biodiversità. La straordinaria varietà degli esseri viventi

che, fino al 18 luglio, con l’ausilio di figurine, album e riproduzioni

scientifiche, consente di analizzare un vasto panorama

di specie diverse e di capire come piante, animali ed esseri

umani si siano adattati all’ambiente in maniera intelligente,

spesso curiosa, in un percorso interdisciplinare in cui la

botanica, la zoologia, l’anatomia e la paleontologia dialogano in perfetto equilibrio.

Grazie al loro carattere enciclopedico, le figurine, con le illustrazioni e le didascalie

chiare e concise, consentono al visitatore di accedere facilmente a concetti scientifici,

di comprendere senza fatica alcuni passaggi fondamentali della storia evolutiva e di

addentrarsi nell’eccezionale mondo della biodiversità.

Info: 059 2032919/2032940

La collettiva Bastet my Cat

riporta il mito da Art Ekyp

Si intitola Bastet my Cat la collettiva

che vede unire le opere di Mauro Barbieri,

Rita Berselli, Stefania Gagliano,

Lorenza Guidetti, Grazia Sarcina e

Arnaldo Vignali allestita alla galleria

ArtEkyp (via Torre 65) fino al 15

giugno (orari: 10-12.30/17-19.30

chiuso lunedì mattina, giovedì pomeriggio

e domenica). La mostra verte

sulla figura mitica del gatto; scrive

la curatrice Dalila Toscano: “Il gatto

esprime una personalità fascinosa e

sfuggente, che acquisterà nel tempo

un posto di rilievo nell’arte e letteratura;

rappresentato come presenza

calma e scrutatrice, mai banale, acquistando

forti significati simbolici”.

Info: 3401514214

[16] - il mese giugno \2010


arte

Quelle tracce del passato

Inaugura il 12 il progetto espositivo di Fondazione

di Vignola SEGNI. Il tempo vissuto nelle immagini:

alla scoperta delle inattese testimonianze che secoli

di storia hanno impresso sulle mura della Rocca

Quanta vita è passata nei secoli attraverso

questa rocca. Quanti uomini

hanno vissuto al suo interno e quante

vicende hanno avuto come scenario le sue

stanze. Quanta storia l’ha percorsa fino a

lasciare sul muro i propri segnali. Il nuovo

progetto espositivo-installativo della Fondazione

di Vignola, a cura di Massimo Trenti,

attravrsa il tempo e lo spazio restituendo e

valorizzando i gesti artistici che per secoli

sono stati incisi sulle sue mura.

La mostra SEGNI. Il tempo vissuto nelle

immagini - che verrà inaugurata sabato

12 giugno nell’ambito della manifestazione

“Accadde in Rocca”, giunta quest’anno alla

sua quarta edizione - si sviluppa intorno a

dieci immagini narranti, che attraverso

registrazioni di voci di attori comunicano

con il visitatore. Questi segni casuali,

Informazioni

SEGNI. Il tempo vissuto nelle

immagini

Dove: Rocca di Vignola, Piazza dei

Contrari 4, Vignola

Quando: dal 12 giugno al 1 novembre

Orari: feriali 9 -12/15.30 -19

festivi 10.30 -13/15.30 - 19

chiuso il lunedì

Ingresso: gratuito

Organizzazione: Fondazione di

Vignola

Info: 059 775246

www.fondazionedivignola.it

intenzionali o iconici lasciati sulle mura

del castello fanno rivivere gli uomini che li

hanno impressi nella storia: ci sono i due

figli del conte Ercole Bevilacqua, che nel

1537 hanno inciso i propri nomi graffiando

un dipinto; ci sono i pittori che lascirono

incompiuto un affresco; c’è lo scalpellino

che marchiò con orgoglio la millesima

pietra utilizzata per costruire la Rocca; c’è

il ritrattista senza tempo che ha immortalato

il profilo di un contabile dal sapore

di caricatura; c’è l’incauto garzone che ha

sporcato con tre macchie

di vernice verde l’uniforme

tinta ocra di una parete;

c’è il carcerato che con

il carbone ha ritratto sul

grezzo muro il compagno

di prigionia; c’è l’orologiaio

che nel 1776 incise

con un chiodo le fattezze

dell’orologio pubblico di

Vignola che aveva appena

riparato.

A queste testimonianze

del passato si aggiungono

ventuno immagini di grande

formato, anch’esse

dislocate nei tre piani della Rocca, che

rappresentano, fra conti di cantiere,

piccole immagini per il culto della Madonna

e ben più prosaici inneggiamenti

al campionissimo Fausto Coppi, la voglia

di comunicare al futuro che “artisti” così

lontani nel tempo fra loro hanno impresso

sulle mura del castello.

Un suggestivo spazio sarà dedicato alla

proiezione delle oltre duecento immagini

realizzate durante i lavori, mentre per i

visitatori che, dopo essere diventati destinatari

del messaggio della

storia, vogliono farsi a loro

volta mittenti, si è pensato

un grande pannello-laboratorio,

pronto ad accogliere

i segni che, dopo il lungo

peregrinare fra le stanze

del castello, verranno

lasciati dall’ispirazione e

dalla fantasia, in un gioco

infinito che insegue la

storia e la crea di nuovo.

[Eugenio Fedolfi]

A fianco “Ritratto carbone”;

sotto “Hippolito e Antonio”

[18] - il mese giugno \2010


Ecco Covili scultore

Aprirà il 3 luglio a Montecuccoli una mostra con 22 opere

arte che si fonde con lo spazio. Il

L’ 3 luglio verrà inaugurata la mostra

Covili e la scultura, antologica che

espone 22 sculture in terra cotta e in

bronzo realizzate da Gino Covili nel corso

della sua vita. Grazie al restauro del

castello di Montecuccoli recentemente

portato a termine è stato possibile realizzare

questo allestimento, che crea

una maggiore fruibilità delle collezioni

permanenti già esistenti all’interno della

rocca e allo stesso tempo afferma

un’immagine del castello non solo museale,

ma anche viva e dinamica, dove

l’arte dialoga con il territorio.

Da una parte, quindi, lo storico castello cha ha l’onore di aver dato i natali a Raimondo

Montecuccoli, uno dei personaggi più famosi dell’Europa del Seicento. La rocca domina

dall’alto l’abitato di Pavullo, con la caratteristica torre merlata, copricapo della dorsale

appenninica lungo la linea del crinale, si scorge salendo da Modena verso il Frignano,

lungo la via Estense.

Dall’altra parte l’espressioine plastica dell’arte di Gino Covili, figlio del territorio che

il castello domina, con il quale le sue terre cotte ed i bronzi formeranno un perfetto

connubio. All’interno della mostra, “L’ultimo covone” la scultura ispirata dal famoso

dipinto del Maestro, i volti incisi delle “teste” e le robuste sculture di animali faranno

pendant con le opere della collezione “Il paese ritrovato”. Quasi che attorno alle scene

di paese dove l’artista ha voluto far rivivere i luoghi della sua infanzia, l’opera scultorea

scaturita da una mano più aspra ristabilisca il nesso tra immagini forti e, contemporaneamente,

commosse, marchio di fabbrica effettivo del “linguaggio” di Covili. Le

rievocazioni fiabesche de “Il paese dorme e sogna” e la delicatezza dei disegni dedicati

al suo paese dialogano ancora una volta con la forza del tratto, lo stravolgimento delle

forme nelle sculture delle teste e degli animali che compongono il corpus della mostra.

L’esposizione sarà accompagnata da numerosi eventi collaterali. [Serena Arbizzi]

Dove: Castello di Montecuccoli, Pavullo nel Frignano

Quando: fino al 3 ottobre Orari: gio-ven 16 -19; sab, dom e festivi 10 -13 /15 -19

Info: www.ginocovili.com

Doppio vantaggio grazie

al gemellaggio fra castelli

A un anno di distanza dalla firma del

protocollo di intesa fra l’Istituzione

Castello Estense di Ferrara e la

Fondazione di Vignola per facilitare

un flusso condiviso di visitatori, si procede

in questi mesi con l’attuazione di

progetti comuni di promozione.

In particolare, da inizio maggio è attiva

una speciale offerta scontata per tutti

gli appassionati che visiteranno i due

monumenti: l’accesso al Castello di

Ferrara sarà a tariffa ridotta per i

visitatori provenienti dalla Rocca di

Vignola. Per tutti i i turisti provenienti

dal Castello di Ferrara in visita a Vignola,

ci sarà invece uno sconto pari

al 20% sulle pubblicazioni in vendita

al bookshop della Rocca vignolese,

poiché l’accesso avviene con biglietto

gratuito. Per l’applicazione degli sconti

basterà esibire i biglietti d’ingresso.

Il protocollo sarà in vigore fino al

settembre 2010, con un’ulteriore

possibilità di prolungamento. [L.D.F.]

I Colori al Barchessone

Proseguono gli appuntamenti a San

Martino Spino presso la sala polivalente

del Barchessone Vecchio con

la mostra fotografica Colori e colori,

a cura di Marco Corradini, dal 2 al

27 giugno (sab, dom dalle ore 16

alle 21). L’esposizione approfondisce

un aspetto molto importante della

natura: i vari colori delle stagioni.

Info: 0535 29724

Sant’Antonio fra ceramica e devozione

Il Museo della ceramica di Fiorano e il Museo Civico d¹Arte

di Modena presentano la mostra Ceramica e devozione -

Antonio il santo delle stalle, che rimarrà allestita fino al

29 agosto presso il Castello di Spezzano. L’esposizione,

curata da Lorenzo Lorenzini, approfondisce il tema della

ceramica devozione dedicata a Sant’Antonio Abate, protettore

degli animali domestici e delle stalle.

Info: 0536 833412

Musica leggera al Museo della Bilancia

Inaugura domenica 6 giugno al Museo della Bilancia di

Campogalliano la mostra Musica leggera - la voce della

radio tra dischi e mp3, organizzata in collaborazione

con Modena Radio City per festeggiare il 34° compleanno

dell’emittente. Un percorso ricco e coinvolgente,

che consente di ripercorrere l’evoluzione dei sistemi di

registrazione del suono e dei supporti musicali.

Info: 059 527133 www.museodellabilancia.it

arte


teatro

di alessia pelillo

Una passione

chiamata Ert

La stagione 2010/2011 di Emilia Romagna Teatro

sfida i duri tagli alla cultura con diverse produzioni

Ancora titoli tradizionali accanto a nuovi linguaggi

contemporanei e uno sguardo che arriva in Europa

una lunga stagione di tagli

al settore cultura” annuncia

“Sarà

preoccupato l’assessore regionale

Massimo Mezzetti durante la presentazione

del nuovo cartellone del Teatro

Storchi. Ert Fondazione risponde allora

con una stagione teatrale 2010/2011

coraggiosa, dai toni politici e popolari,

che punta sull’unione di tradizione e innovazione

e apre lo sguardo su più ampi

orizzonti internazionali. “La situazione del

teatro di prosa è drammatica – sottolinea il

direttore Pietro Valenti – ma Modena deve

continuare a farsi carico di sfide difficili per

diventare il polo di riferimento in regione

e in Italia” dove circolano esperienze artistiche

internazionali di grande qualità. “E’

giunto il momento che Modena spalanchi

le porte all’Europa – continua Valenti – per

questo Ert ha scelto di mettere al centro

della nuova stagione dello Storchi due

spettacoli europei, uno francese e uno

scozzese. Siamo certi che sarà faticoso

OLTRECONFINE

venderne i biglietti e che sarà scomodo

per gli abbonati leggere i sottotitoli, ma

questo è il futuro”. Sul palco dello Storchi,

in esclusiva per l’Italia, vedremo I

villeggianti di Maksim Gorki diretto da Eric

Lacascade, un vero successo di pubblico

e critica in Francia, e il pluripremiato

Interiors, tratto da L’interieur del belga

premio Nobel Maurice Maeterlinck, per

la regia di Matthew Lenton.

“Il Teatro Storchi vuole essere un teatro

civile per tutti, nel senso della sua funzione

e non di un genere – spiega Valenti

- Lavorare sul territorio significa per Ert

innanzitutto saperlo ascoltare per poter

poi rendere al pubblico tutto quello che si è

raccolto”. Questo ascolto, assieme anche

all’attenzione per le giovani compagnie

regionali, sfocia in tre nuove produzioni

Ert che debutteranno eccezionalmente al

Teatro delle Passioni: Le mutande di Carl

Sternheim, pungente commedia diretta da

Monica Conti, Freddo di Lars Norén per la

Villeggianti dalla Francia e Interiors dalla Scozia

Due spettacoli molto diversi per far

aprire al pubblico gli occhi sull’Europa.

Grande novità della stagione del Teatro

Storchi, arrivano dalla Francia e dalla

Scozia due importanti produzioni teatrali

selezionate da Ert Fondazione grazie

alla rete internazionale che si è creata

col progetto Prospero. I villeggianti

(Les Estivants) riporta a Modena il

regista-attore francese Eric Lacascade

con il suo fedele Théâtre National de

Bretagne di Rennes. Lo spettacolo, molto applaudito in Francia, ha segnato il

definitivo riscatto di Lacascade dopo un periodo di esilio artistico nell’Europa

dell’Est. Interiors è invece una creazione della compagnia Vanishing Point diretta

dal giovane talentuoso Matthew Lenton che dopo il debutto a Edimburgo è stato lo

spettacolo-rivelazione del Napoli Teatro Festival 2009. Tratto dal testo del premio

Nobel Maurice Maeterlinck, ha ottenuto premi dalle associazioni dei critici teatrali

scozzesi come migliori produzione, ensemble artistico e regia.

regia di Marco Plini, sul tema della xenofobia,

e dalla Romagna arrivano, riuniti in

un’unica proposta, i lavori della compagnia

Menoventi Invisibilmente e In festa.

Forte la presenza di teatri stabili in tutta

la stagione che il direttore giustifica così:

“La nostra logica è quella di presentare

al pubblico modenese grandi allestimenti

o tutt’al più produzioni piccole ma con interessanti

novità”. Massimo Castri torna

col Teatro di Roma per aprire la stagione,

dopo i successi dello scorso anno, con il

suo primo Molière Il misantropo. Il Teatro

Biondo Stabile di Palermo, dietro la guida

di Pietro Carriglio propone una innovativa

info abbonamenti

Dall’1 al 19 giugno 2010 saranno

in vendita gli abbonamenti Storchiclassico

e Invito a teatro (Coop) con

o senza operetta solo per prelazione

degli stessi posti della stagione

2009/2010.

La biglietteria riaprirà il 7 settembre

2010.

Biglietteria telefonica dal lunedì al venerdì

ore 9 -13, tel 059 2136021

Biglietteria Teatro Storchi dal martedì

al venerdì dalle ore 10 alle 14 e il

sabato dalle ore 10 alle 13

Biglietteria Teatro delle Passioni il

martedì, giovedì e sabato alle ore

16.30-19.

[20] - il mese giugno \2010


“Maratona” Angels in America

Rappresentazione unica per i due titoli di Bruni e De Capitani

“La più bella produzione di Ert Fondazione di questi ultimi

anni” l’ha definita il direttore dell’Ente Pietro Valenti. Angels

in America prima e seconda parte torna quest’anno

a Modena ed entra di diritto nel cartellone del Teatro

Storchi, dopo le precedenti presentazioni alle Passioni e

a Vie Scena Contemporanea Festival. Un intero week-end

sarà dedicato al pluripremiato lavoro del Teatro dell’Elfo,

diretto da Ferdinando Bruni e Elio De Capitani, tratto dal

celeberrimo testo di Tony Kushner.

Teatridithalia e Ert hanno unito le forze per mettere in

scena quest’epopea contemporanea divisa in due parti

che intreccia le vite di uomini semplici e disarmati con quelle di angeli barocchi,

allucinazioni psicotiche e personaggi dell’attualità statunitense. Il venerdì sarà

di scena “Si avvicina il millennio” e il sabato “Perestroika” per concludere con

l’eccezionale maratona domenicale di nove ore in cui i due spettacoli si susseguono

finalmente riuniti. Modena, Roma e Napoli sono le uniche cititaliane ad

ospitare l’evento.

Sopra “Interiors”; a destra “Angels in America

prima e seconda parte”; sotto “Invisibilmente”;

a sinistra “Les estivants”

Locandiera di Carlo Goldoni, con una

straordinaria Galatea Ranzi liberata dagli

stereotipi. Lo Stabile del Veneto, diretto

da Alessandro Gassman, porta a Modena

due spettacoli molto diversi: Immanuel

Kant, testo mai rappresentato in Italia

dell’austriaco Thomas Bernhard, e Roman

e il suo cucciolo di Reinaldo Povod,

in cui Gassman interpreta il ruolo del

protagonista che nella pièce originale fu

di Robert De Niro. Antonio Calenda firma

la regia per il Teatro Stabile del Friuli di

un Edipo Re di Sofocle che vede Franco

Branciaroli tra i protagonisti. Importante

ritorno allo Storchi quello di Federico Tiezzi

con il nuovo I promessi sposi alla prova di

Giovanni Testori, testo in cui si cimentano

Sandro Lombardi e Iaia Forte, già avvezzi

al linguaggio testoriano. Il Teatro Stabile

di Genova ripropone il classico beckettiano

Aspettando Godot con l’interpretazione

straordinaria e sorprendente di Ugo Pagliai

e Eros Pagni. Dopo anni di assenza dal

palco dello Storchi arriva Luca De Filippo a

presentare Le bugie con le gambe lunghe

del padre Eduardo.

Completano la stagione il consueto appuntamento

con Paolo Rossi che porta a

Modena Il mistero buffo di Dario Fo (PS:

nell’umile versione pop), omaggio al maestro

e al teatro popolare, e ITIS Galileo di

Marco Paolini. Fuori abbonamento, infine,

da non perdere la maratona Angels in

America parte I e II del Teatro dell’Elfo.

Il direttore di Ert non rinuncia inoltre a

presentare un ambizioso progetto per il

2012: “Allo scadere del mio contratto

– ci svela - vorrei poter lasciare il segno

di una stabilità lavorativa possibile per le

giovani generazioni di attori creando un

compagnia teatrale stabile della Regione,

grazie allo sforzo di almeno un paio di

teatri stabili”.

Novità e giovani nei cromosomi delle Passioni

Alle Passioni sono dedicati tutti i nuovi

spettacoli prodotti da Ert Fondazione

presentati nel cartellone 2010/11 del

Teatro Storchi. “Gli abbonati ormai ci

hanno fatto l’abitudine, – spiega il direttore

di Ert Pietro Valenti – il Teatro delle

Passioni è il luogo deputato alle novità,

ce lo confermano le alte presenze di

studenti tra il pubblico”. Giovani sono

anche gli interpreti e i registi delle tre

produzioni su cui punta Ert quest’anno.

Dalla Romagna arrivano due spettacoli,

presentati insieme, della interessante

compagnia Menoventi: Invisibilmente,

nato nell’ambito del nomade Teatro

Errante (durata 30 minuti), e In festa,

espressioni di un “teatro surreal-popolare

che mantiene la componente illogica

del teatro dell’assurdo e la ricerca di

un linguaggio non comune puntando a una

dimensione popolare”. Due ex allievi del

Maestro Massimo Castri, Monica Conti e

Marco Plini, dirigono gli attori della scuola

di alta formazione di Ert Fondazione in

lavori complessi e poco rappresentati

in Italia. Le mutande di Carl Sternheim,

uno dei maggiori drammaturghi tedeschi

del Novecento assieme a Bertolt Brecht,

è una commedia corrosiva e pungente

che mette in scena una spietata critica

della società contemporanea; Freddo,

dello svedese Lars Norén, è invece un

atto di denuncia sui temi del razzismo e

della xenofobia, molto vivi nei paesi scandinavi

negli ultimi anni con l’intensificarsi

della presenza di immigrati: un testo

pedagogico ed estremo con un forte

impatto sul pubblico. Tutti gli spettacoli

avranno lunghe tenute di quasi un

mese che permetteranno a un maggior

numero di spettatori di assistere alle

repliche.

teatro


teatro

di alessia pelillo

Una classica… stagione

Il Teatro Michelangelo punta sul divertimento

senza rinunciare ai grandi nomi

che da anni spiccano in cartellone. La

nuova stagione 2010/2011 del teatro

di via Giardini riporta a Modena attori del

calibro di Luigi De Filippo, Paola Quattrini,

Erika Blanc e molti altri, tra cui Nicola

Pistoia e Pietro Longhi, lanciati proprio

dal Michelangelo. E ancora gli irresistibili

Raffaele Pisu e Lella Costa. Ampliando poi

lo sguardo su una nuova generazione di

interpreti, il Michelangelo presenta pièce

di famosi autori internazionali che da anni

riscuotono grande successo di pubblico,

con una attenzione particolare a testi

italiani. Sono quattordici gli appuntamenti

proposti in abbonamento a cui si aggiungono

numerosi altri spettacoli

della rassegna comici, balletti,

gospel e le dirette via

satellite delle opere liriche

trasmesse in sala.

Ad aprire la stagione il 19

ottobre è Testimoni, testo

pluripremiato di Angelo

Longhi, con Giampiero Ingrassia

e Cesare Bocci, ironica

riflessione mozzafiato

su un paese tenuto in scacco.

Di Neil Simon, L’ultimo

degli amanti focosi, porta

in scena l’eterno rapporto uomo-donna,

con Paola Quattrini e Pietro Longhi. Nicola

Pistoia e Paolo Triestino tornano in coppia

con La trota, di Edoardo Erba. Tratto

dalla pellicola di Lars Von Trier, Il grande

capo unisce Erika Blanc a Gianfelice Imparato.

Scusa sono in riunione, ti posso

ABBONAMENTI

31 maggio - 4 giugno: diritto prelazione

vecchi abbonati

7-8 giugno: cambio posto vecchi abbonati

9 -11 giugno: nuovi abbonati

Per gli abbonati biglietto ridotto

sugli spettacoli non compresi

nell’abbonamento scelto.

Biglietteria: 10-12 e 18-20

Info: 059343662

www.cinemateatromichelangelo.com

richiamare? con Fabio Avaro e Gabriele

Pignotta è stato un grande successo della

scorsa stagione. Torna al Michelangelo

Lella Costa, con Ragazze nelle lande scoperchiate

del fuori, da non perdere. Altra

esilarante commedia, Chat a 2 piazze,

arriva con Raffaele Pisu e Il club delle

vedove sarà composto da Sandra Milo,

Caterina Costantini e Lorenza Guerrieri.

Commedia di puro

divertimento Natale

in cucina di Alan Ayckbourn

approda all’inizio

dell’anno prossimo con

la compagnia Artisti

Associati. Travolgente

e magico, Divino Tango,

presenta a Modena

un grande successo

internazionale di Adrian

Aragon. L’arte della

commedia, uno dei più importanti testi di

Eduardo, torna con la storica compagnia

Attori e Tecnici. A chiudere il cartellone

Nel cartellone 2010/11

del Teatro Michelangelo

il meglio della commedia

e della comicità italiana

da De Filippo alla Costa

ancora il capolavoro di Molière L’avaro di

Luigi De Filippo, Il padre della sposa con

Gino Rivieccio, Uomini sull’orlo di una crisi

di nervi 2: la vista di Galli-Capone.

Ai Segni un incontro col mitico Eugenio Barba

L’Odin Teatret raggiunge il Teatro dei

Venti in un evento eccezionale il 14

giugno. Eugenio Barba e Julia Varley

fanno tappa esclusiva a Modena per

la presentazione di un libro e una

dimostrazione-spettacolo (gratuiti con prenotazione

obbligatoria). Ospiti del Teatro

dei Venti, il fondatore e l’attrice storica

dell’Odin Teatret - la celebre formazione

danese che in questi giorni è in tournèe

in Italia – incontrano la giovane compagnia

modenese, che ha da poco compiuto 5 anni

di attività. Sarà l’occasione per presentare

alle 17.30 Bruciare la casa - origini di un

regista di Eugenio Barba e alle 19 la performance

di Julia Varley Il tappeto volante.

Col suo ultimo libro, il regista italiano fa il

punto della sua vita di creatore in un’opera

esemplare, che distilla la sua lunga esperienza

operativa cominciando dai balbettii

degli inizi, per consegnarla a chi cerca

un proprio teatro da fare e da sognare,

senza mai allontanarsi dalla concretezza

dell’artigianato. Julia Varley proporrà una

dimostrazione di lavoro sul testo, un percorso

dalla freddezza della parola scritta

alla libertà dell’interpretazione: un viaggio

nel lavoro creativo dell’attore che diventa

spettacolo della creazione da mostrare al

pubblico. “Abbiamo colto l’occasione della

presenza in Italia dell’Odin - dice Stefano

Tè, regista del Teatro dei Venti - per

proporre al nostro pubblico e regalare

a noi un prezioso incontro”.

Info: 059 3091011

[22] - il mese giugno \2010


calendario eventi

martedì 1

Giugno Ravarinese

Notte bianca con artisti di strada

Centro storico, Ravarino -

Info: www.giugnoravarinese.it

mercoledì 2

Paolo Rossi commenta la

Costituzione

Festa della Repubblica

Piazza XX Settembre, Modena - ore 18

Info: www.comune.modena.it

Cisco, Rubbiani, Cottica in

concerto

Festa della Repubblica

Piazza XX Settembre, Modena - ore 18

Info: www.comune.modena.it

Joyce Yuille & Stefano

Calzolari

Estate sotto le stelle del jazz

Baluardo della Cittadella, Modena -

ore 21

Info: 059 4270745

Appennino in scena. Rocca

in Musica

Chakra Duo in “Sensations”

Piazza dei Contrari, Vignola - ore 21.30

Info: 059 777510

Grande concerto bandistico

della Repubblica

con la banda dell’Unione Terre di Castelli

Torrione, Spilamberto - ore 21

Info: 059 789929

giovedì 3

Baz live

Festa in Festa

Area Zanichelli, Carpi - ore 21

Info: www.festainfesta.it

I luoghi Sacri del Suono

Stabat Mater

Chiesa di Santa Maria delle Assi,

Modena - ore 21.15 - Info: 059 333325

Fusorari La Piazza in una

mano 2010

Cercare l’accordo - Orchextraterrestre

Piazzale Torti , Modena - ore 21.30

Info: www.comune.modena.it

Siamo un punto nell’universo

tributo ad Elisa

Teatro Storchi, Modena - ore 21

Info: 059 285676

Sportivo + aperitivo

Andrea Anastasi. Il nano diventato

gigante

Chiostro Palazzo Santa Margherita,

Modena - ore 19

Info: www.comune.modena.it

Processi alla storia

Vincitori e vinti del Risorgimento

modenese

Sala Conferenze - Piazzale Redecocca,

Modena - ore 21

Info: 059 2033480

venerdì 4

NODE

Festival internazionale di musica elettronica

e live media

Galleria Civica, Modena - ore 21

Info: www.node-live.com

Africa Unite in concerto

Festa in Festa

Area Zanichelli, Carpi - ore 21

Info: www.festainfesta.it

Il corpo delle donne

di Lorella Zanardo

a seguire dibattito con la regista

Spazio L. Famigli, Spilamberto - ore 21

Info: 059 789929

Festa della cooperazione

internazionale

sfilata interculturale e concerto vocale

Parco Amendola sud, Modena - ore 21

Info: www.modenacooperazione.org

Incontri con l’autore

con Bruno Andreolli e Giorgio Gruppioni

Castello dei Pico, Mirandola - ore 21

Info: 0535 29778

La mitologia delle

costellazioni

incontro con Carmen Ballestrazzi Bondi

Barchessone Vecchio, Mirandola - ore 21

Info: 0535 29724

sabato 5

Monologhi d’Autore

Saggio del laboratorio di Didattica Teatrale

Teatro Cittadella, Modena - ore 21

Info: 377 1631665

Appennino in scena. Teatro

sotto le stelle

Angelica 2000 – La pazzia di Orlando

Parco della Pace , Prignano s/S - ore 11

Info: 0536 892919

La bambina che giocava con

i lego

Recital di letture e musiche al femminile

Spazio L. Famigli, Spilamberto - ore 21

Info: 059 789929

NODE

Festival internazionale di musica elettronica

e live media

Galleria Civica, Modena - ore 21

Info: www.node-live.com

Modena Medina

Modena Gospel Festival

Rassegna di cori, tra musica e tradizione

Parco Ferrari, Modena - ore 20.30

Info: 059 209001

Festa bio-diversa

Parco XXII Aprile, Modena - ore 17

Info: 059 454367

Appennino in scena. Fanano

in piazza

Tutti insieme con il country. Country dance

piazza Rinaldi , Fanano - ore 17

Info: 0536 66568

Lo sguardo e l’azione

Incontro con l’autore Oliviero Rossi

Auditorium Biblioteca Loria, Carpi - ore 16

Info: 059 789929

Incontro con Franco Vaccari

Impulsi video fotografici

Teatro della Fortuna

Fano - ore 21.30

Info: 347 2974406

Nati per leggere

Laboratori di lettura per adulti e bambini

Biblioteca

Mirandola - ore 16.30

Info: 0535 29778

è tempo di ciliegie

Musica, mostre, spettacoli

Vignola - tutto il giorno

Info: 059 777706

Biciclettata

verso l’oasi Val di Sole di Fossa

Palazzo Municipale, Concordia s/S

ore 8.45

Info: 0535 29724

domenica 6

La bambina che giocava con

i lego

Recital di letture e musiche al femminile

Spazio L. Famigli, Spilamberto - ore 17

Info: 059 789929

Appennino in scena. Rocca

in Musica

Norina Angelini e i Quintettango in “Un

giro di tango”

Piazza dei Contrari, Vignola - ore 21.30

Info: 059 777510

Primavera nell’arte

Percorsi a tema fra le opere: la vista

Galleria Estense, Modena - ore 10.30

Info: 059 4395711

Incontro con Olivio Barbieri

Impulsi video fotografici

Teatro della Fortuna, Fano - ore 18

Info: 347 2974406

è tempo di ciliegie

Musica, mostre, spettacoli

Vignola - tutto il giorno

Info: 059 777706

Cavalli e farfalle

Laboratorio creativo di giochi e danze

Barchessone Vecchio, Mirandola

ore 16.30

Info: 0535 29724

Festa della cooperazione

internazionale

concerto dei “Serial singer” e spettacolo

“L’Europa di Mezzo”

Parco Amendola sud, Modena - ore 21

Info: www.modenacooperazione.org

Visita guidata alla Rocca

Ingresso gratuito

Rocca di San Felice sul Panaro - ore 16

Info: 3494642372

lunedì 7

Echi musicali

Ensemble d’Autore in concerto

Palazzina Ducale di Casiglia

Sassuolo

ore 21

Info: 059 347027

martedì 8

Leggiamoci, autori locali fra

storia e letteratura

incontro con F. Scannabissi e L. Spennato

Biblioteca Cionini,

Sassuolo - ore 21

Info: 0536 1844813

mercoledì 9

E.Z. Gipsy 4et

Estate sotto le stelle del jazz

Baluardo della Cittadella

Modena

ore 21

Info: 059 4270745

Fusorari La Piazza in una

mano 2010

I will be brief. I cortometraggi finalisti del

Nonantola Film Festival

Piazzale Torti , Modena - ore 21.30

Info: www.comune.modena.it

Sorsi di erbe per l’estate

incontro con Silvia Suffritti

Barchessone Vecchio, Mirandola - ore 21

Info: 0535 29724

giovedì 10

Arti Vive Festival

Pensieri Acrobati, “Surrealia”

Cinema Teatro Italia, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

I luoghi Sacri del Suono

Vergine bella che di sol vestita

Chiesa di Santa Maria delle Assi, Modena

- ore 21.15

Info: 059 333325

Echi musicali

Ensemble d’Autore in concerto

Palazzina Ducale di Casiglia, Sassuolo

ore 21

Info: 059 347027

Maranello Rock

Rassegna di musica giovanile

Parco Enzo Ferrari, Maranello - ore 21

Info: 0536 240022

Sportivo + aperitivo

Alex Bellini. Il pacifico a remi

Chiostro Palazzo Santa Margherita,

Modena - ore 19

Info: www.comune.modena.it

Architetture e città nel

Novecento

Cino Zucchi su casa e spazio pubblico

Teatro Fondazione Collegio San Carlo,

Modena - ore 21- Info: 059 2033876

Festival della neoletteratura

Sumaya Abdel Qader presenta il suo

libro “Porto il velo, adoro i Queen”

Casa delle culture, Modena - ore 21

Info: www.casadelleculturedimodena.org

Incontri con l’autore

con Mirco Carrettiere e Michele Marchi

Castello dei Pico, Mirandola - ore 21

Info: 0535 29778

venerdì 11

Arti Vive Festival

Pensieri Acrobati, “Surrealia”

Cinema Teatro Italia, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

Gene Gnocchi. Cose che mi

sono capitate...ancora!

Festa in Festa

Area Zanichelli, Carpi - ore 21

Info: www.festainfesta.it

Effetto Musica

Sandro Comini Quintet in concerto

Barchessone Vecchio, Mirandola

ore 21.30

Info: www.fondazionecgandreoli.it

Biodiversità e percezione

del limite. Il caso delle isole

oceaniche

Incontro con Roberto Ferrari

Biblioteca Delfini, Modena - ore 18

Info: 059 2032940

calendario eventi

Legenda per la consultazione

Appuntamenti

Cinema Incontri Musica Teatro


Processi alla storia

Processo a Darwin

Sala Conferenze - Piazzale Redecocca,

Modena - ore 21

Info: 059 2033480

sabato 12

Arti Vive Festival

MicroCirco presenta “MicroCirco”

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

Modena Medina

Narrazione musicale. Fontonfrom e Al-

Ahlam in concerto.

Parco Ferrari, Modena - ore 17.30

Info: 059 209001

domenica 13

Arti Vive Festival

Pene d’amor perdute in 3d!

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

Estate insieme

Tango al Castello, con l’esibizione dei

ballerini Silvia Galetti e Ubaldo Sinovic

Palazzo dei Pio, Carpi - ore 22

Info: www.carpidiem.it

Appennino in scena. Rocca

in Musica

Alessia Martegiani & Maurizio Di Fulvo

Trio in “Latin jazz & Bachianas brasileiras”

Borgo Vecchio, Marano - ore 21.30

Info: 059 777510

Primavera nell’arte

Percorsi a tema fra le opere: l’udito

Galleria Estense, Modena - ore 10.30

Info: 059 4395711

Visite a Mirandola e dintorni

Chiesa del Gesù, Mirandola - ore 16

Info: 0535 22639

lunedì 14

Il Tappeto volante

Dimostrazione spettacolo di Julia Varley

Teatro dei Venti, Modena - ore 19

Info: 059 3091011

Fortapasc

di Marco Risi - ingresso libero

Teatro Dadà, Castelfranco E. - ore 21.30

Info: 059 927138

Incontro con Eugenio Barba

Presentazione del libro “Bruciare la casa”

Teatro dei Venti, Modena - ore 17.30

Info: 059 3091011

martedì 15

Armonia tra Musica e

Architetture

Massimo Nosetti - organo

Quintetto di Ottoni Cantus Firmus

Basilica di San Pietro, Modena - ore 21

Info: 059 200030

Arti ridens

Concorso nazionale di umorismo e satira

Castello Campori, Soliera - ore 21

Info: 059 568580

Modena cento ore classic

Sfilata di auto storiche

Piazza Grande

Modena - dalle ore 16

Info: www.comune.modena.it

mercoledì 16

Fusorari La Piazza in una

mano 2010

Immobili, spettacolo di e con Giulio Costa

Piazzale Torti , Modena - ore 21.30

Info: www.comune.modena.it

Rogerio Tavares &

Roberto Rossi

Estate sotto le stelle del jazz

Baluardo della Cittadella, Modena

ore 21

Info: 059 4270745

Appennino in scena. Musica

a corte

Cris e Giulio

Castello di Montegibbo, Sassuolo - ore 21

Info: 0536 1844853

Arti Vive Festival

Corti Vivi Film Fest

Piazza Fratelli Sassi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

Pirati dei Caraibi. La maledizione

del forziere fantasma

di Gore Verbinski - ingresso libero

Teatro Dadà, Castelfranco E. - ore 21.30

Info: 059 927138

Perchè la biodiversità?

Incontro con Giorgio Celli

chiostro di Palazzo Santa Margherita,

Modena - ore 21

Info: 059 2032940

giovedì 17

Arti Vive Festival

5th Dimension Night

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

I luoghi Sacri del Suono

Il salice nella caverna

Chiesa di San Domenico, Modena

ore 21.15

Info: 059 333325

Paradisi... non fiscali

Gruppo corale strumentale Ologramma

Parco Divisione Acqui, Modena - ore 21

Info: 059 2034845

Echi musicali

WAO Orchestra in concerto

Campogalliano - ore 21

Info: 059 347027

Maranello Rock

Rassegna di musica giovanile

Parco Enzo Ferrari, Maranello - ore 21

Info: 0536 240022

Sportivo + aperitivo

Livio Berruti. Il romanzo di un campione

Chiostro Palazzo Santa Margherita,

Modena - ore 19

Info: www.comune.modena.it

Incontri con l’autore

con Enzo Ghidoni

Castello dei Pico

Mirandola - ore 21

Info: 0535 29778

venerdì 18

Jazz in ‘It

One for All /Sestetto Luca Barbieri

Piazza dei Contrari, Vignola - ore 21.15

Info: 3894812026

Effetto Musica

Gianni Vancini Band in concerto

Barchessone Vecchio, Mirandola

ore 21.30

Info: www.fondazionecgandreoli.it

Arti Vive Festival

Tony Clifton Circus teatro/clown e Cesare

Basile, Massimo Volume in concerto

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

sabato 19

Casi clinici

Saggio del laboratorio di Didattica Teatrale

Teatro Cittadella, Modena - ore 20.45

Info: 377 1631665

Jazz in ‘It

Union Jazz Band/Vignola Sax Orchestra

Piazza dei Contrari, Vignola - ore 21.15

Info: 3894812026

Arti Vive Festival

Appaloosa, Movie Star Junkies e Julie’s

Haircut in concerto

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

Appennino in scena. Musica

a corte

Sonora Trio

Castello di Montegibbo, Sassuolo - ore 21

Info: 0536 1844853

Creamos

Spazi creativi connessi

Piazze del Centro storico - dalle ore 9

Info: www.comune.modena.it

Spilamberto compie 800 anni

Rappresentazioni storiche e accampamenti

medievali, mostre e gastronomia

Rocca Rangoni, Spilamberto - dalle ore 10

Info: 059 789929

Visita guidata alla Rocca

Ingresso gratuito

Rocca di San Felice sul Panaro

ore 21.30

Info: 3494642372

domenica 20

Jazz in ‘It

Kenny Barron Trio/Marco Ferri Quintet

Piazza dei Contrari, Vignola - ore 21.15

Info: 3894812026

Arti Vive Festival

Devendra Banhart in concerto

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.artivivefestival.it

Primavera nell’arte

Percorsi a tema fra le opere: l’olfatto e

il gusto

Galleria Estense, Modena - ore 10.30

Info: 059 4395711

lunedì 21

Le avventure acquatiche di

Steve Zissou

di Wes Anderson - ingresso libero

Teatro Dadà, Castelfranco E. - ore 21.30

Info: 059 927138

martedì 22

Echi musicali

Quartetto Bolling in concerto

Palazzina Ducale di Casiglia, Sassuolo

ore 21 - Info: 059 347027

Radio Bruno Estate

concerto a ingresso gratuito

Piazza Martiri, Carpi - ore 21

Info: www.radiobruno.it

mercoledì 23

Jimmy Villotti & Valerio

Pontrandolfo

Estate sotto le stelle del jazz

Baluardo della Cittadella, Modena

ore 21

Info: 059 4270745

Fusorari La Piazza in una

mano 2010

Bahia, coscienza nera. Musica e sapori

con Nilza Costa Ensemble

Piazzale Torti , Modena - ore 21.30

Info: www.comune.modena.it

Appennino in scena. Musica

a corte

Tacchini selvaggi

Castello di Montegibbo, Sassuolo - ore 21

Info: 0536 1844853

Harry Potter e l’Ordine della

Fenice

di David Yates - ingresso libero

Teatro Dadà, Castelfranco E. - ore 21.30

Info: 059 927138

Chi è il paleontologo?

Incontro con Paolo Serventi

Biblioteca Delfini, Modena - ore 18

Info: 059 2032940

giovedì 24

Armonia tra Musica e

Architetture

Stefano Pellini - organo

Pietro Tagliaferri - sax soprano

Torre Maina, Maranello - ore 21

Info: 059 200030

Giuliano Palma & The Blue

Beaters in concerto

Fiera di San Giovanni

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.comune.soliera.mo.it

Maranello Rock

Rassegna di musica giovanile

Parco Enzo Ferrari, Maranello - ore 21

Info: 0536 240022

Fusorari La Piazza in una

mano 2010

Un viaggio in Brasile. Videoproiezioni e

racconti di Filiberto Ungaro

Piazzale Torti , Modena - ore 21

Info: www.comune.modena.it

Festival della neoletteratura

Duska Kovacevic presenta il suo libro

“L’orecchino di Zora”

Casa delle culture, Modena - ore 21

Info: www.casadelleculturedimodena.org

venerdì 25

Serata Zelig

Con Sergio Sgrilli, Maurizio Lastrico e

Claudia Penoni

Giardino Ducale, Modena - ore 21.30

Info: giardinidestate.com

Estate insieme

Concerto lirico con Scilla Cristiano

Palazzo dei Pio

Carpi - ore 21

Info: www.carpidiem.it

[24] - il mese giugno \2010


Alberto Bevilacqua

Alberta Bigagli

Anna Bonaiuto

Franco Buffoni

Ennio Cavalli

Elicura Chihuailaf

Alba Donati

Bob Dylan

Jonathan Galassi

Alessandro Haber

Janice Kulyk Keefer

Manuela Mandracchia

Neri Marcorè

Luis García Montero

Herta Müller

Umberto Orsini

Michele Pertusi

Alvia Reale

Tiziano Rossi

Elena Salibra

Wole Soyinka

Sandra Toffolatti

Mariàngeles Torres

Patrizia Valduga ...

www.festivaldellapoesia.it

Immagine: Françoise Pétrovitch ©Galerie RX, Paris Grafica: Fabio Toninelli

Comune di Parma

Assessorato alla Cultura

Main sponsor Con il sostegno di Sponsor

Concessionaria BMW e MINI

Parma Motors

Parma - Fidenza


calendario eventi

Armonia tra Musica e

Architetture

Riccardo Tanesini - organo

Pieve di Rocca Santa Maria,

Serramazzoni - ore 21

Info: 059 200030

Effetto Musica

Andrea Papini Quartet in concerto

Bastione del Castello, Mirandola

ore 21.30

Info: www.fondazionecgandreoli.it

Banda Osiris in concerto

Fiera di San Giovanni

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.comune.soliera.mo.it

Estate insieme

Concerto lirico con Scilla Cristiano

Palazzo dei Pio, Carpi - ore 21

Info: www.carpidiem.it

Note d’estate

One night in Broadway: Song & chanson

del grande schermo

Piazzale della Rosa, Sassuolo - ore 21

Info: www.comune.sassuolo.mo.it

Incontro con Massimo Ciancimino

e Salvatore La Licata

Giardino Ducale, Modena - ore 19

Info: giardinidestate.com

Fantasy Festival

mostra mercato, presentazioni e incontri

di letteratura fantasy

Piazza XX Settembre

Info: www.comune.modena.it

sabato 26

Dario Vergassola in Sparla

con me

Fiera di San Giovanni

Piazza Lusvardi, Soliera - ore 21

Info: www.comune.soliera.mo.it

Grazia Verasani in concerto

Giardino Ducale, Modena - ore 21.30

Info: giardinidestate.com

Appennino in scena. Musica

a corte

Toro Toro Taxi

Castello di Montegibbo, Sassuolo - ore 21

Info: 0536 1844853

Incontro con il Gen. Luciano

Garofano

Giardino Ducale, Modena - ore 19

Info: giardinidestate.com

Gran Ballo europeo

Concorso di Aceto Balsamico Tradizionale

Rocca Rangoni

Spilamberto - ore 18.30

Info: www.comune.modena.it

Fantasy Festival

mostra mercato, presentazioni e incontri

di letteratura fantasy

Piazza XX Settembre

Info: www.comune.modena.it

150° anniversario del primo

Consiglio Comunale

Danze itineranti ottocentesche per le vie

del centro - Piazza grande - ore 21

Info: 059 556078

10° Sagra del Ciaccio

Spettacoli, escursioni e gastronomia

Palagano - dalle ore 11

Info: www.ciacciopalaganese.it

[26] - il mese giugno \2010

domenica 27

Armonia tra Musica e

Architetture

Davide Zanasi - organo

Giacomo Fossa - violoncello

Olina, Pavullo nel Frignano - ore 21

Info: 059 200030

Festival Arte a 6 corde

Concorso chitarristico ed esibizione

vincitori edizione 2009

Palazzo dei Pio, Carpi

Info: www.artea6corde.it

Fiera di San Giovanni

Rievocazione dell’incendio al castello

Soliera - ore 21.30

Info: www.comune.soliera.mo.it

Palio di San Giovanni

Concorso di Aceto Balsamico Tradizionale

Rocca Rangoni, Spilamberto - ore 18.30

Info: 059 785959

10° Sagra del Ciaccio

Spettacoli, escursioni e gastronomia

Palagano - dalle ore 9

Info: www.ciacciopalaganese.it

lunedì 28

I diari della motocicletta

di Walter Salles - ingresso libero

Teatro Dadà, Castelfranco E. - ore 21.30

Info: 059 927138

martedì 29

Fusorari La Piazza in una

mano 2010

Farmageddon. Rappresentazione teatrale

per Emergency con Mario Spallino

Piazzale Torti , Modena - ore 21.30

Info: www.comune.modena.it

mercoledì 30

Francesco Guccini

concerto SuoniaMo

Piazza Grande, Modena - ore 21

Info: www.comune.modena.it

Groovin’ Jazz trio

Estate sotto le stelle del jazz

Baluardo della Cittadella, Modena

ore 21 - Info: 059 4270745

Paradisi... non fiscali

Gruppo corale strumentale Ologramma

Parco Ferrari, Modena - ore 21

Info: 059 2034845

Appennino in scena.

Musica a corte

Roxy Band

Castello di Montegibbo, Sassuolo - ore 21

Info: 0536 1844853

Una notte al museoa

di Shawn Levy - ingresso libero

Teatro Dadà, Castelfranco E. - ore 21.30

Info: 059 927138

1 luglio

Maranello Rock

Rassegna di musica giovanile

Parco Enzo Ferrari, Maranello - ore 21

Info: 0536 240022

Giallo d’autore nel parco

Gli scrittori Roberto Barbolini e Giuseppe

Pederiali presentano le loro opere

Parco di Villa Gandini, Formigine - ore 21

Info: 059 416246

Le mostre da vedere

aprono

International departure:

Gate 10

Dove: ex Ospedale Sant’Agostino, Largo

Porta Sant’Agostino, 228, Modena

Quando: dal 12 giugno al 4 luglio

orari: tutti i giorni 11-19,

chiuso il martedì

Info: 335 1621739

SEGNI.

Il tempo vissuto nelle immagini

Dove: Rocca di Vignola,

Piazza dei Contrari 4, Vignola

Quando: dal 12 giugno al 1 novembre

orari: feriali 9-12/15.30-19;

festivi 10.30 -13/15.30-19 chiuso il

lunedì

Info: 059 775246

Covili e la scultura

Dove: Castello di Montecuccoli,

Pavullo nel Frignano

Quando: dal 3 luglio al 3 ottobre

orari: gio-ven 16-19; sab, dom e festivi

10 -13 /15-19

Info: www.ginocovili.com

proseguono

Pagine da un bestiario

fantastico

Dove: Galleria Civica,

palazzo S. Margherita corso Canalgrande

13, Modena

Quando: fino al 18 luglio

orari: mer- ven 10.30 - 13/16-19.30

sab, dom e festivi 10.30/19.30

Info: 059 2032940

Il magazzino di Jebe

Dove: Galleria Civica, Area progetto,

Palazzo S. Margherita corso Canalgrande,

Modena

Quando: fino al 18 luglio

orari: mer- ven 10.30 - 13/16-19.30

sab, dom e festivi 10.30/19.30

Info: 059 2032940

Gemine Muse Il sesto

continente

Dove: Museo Civico Archeologico Etnologico,

v.le Vittorio Veneto 5, Modena

Quando: fino al 18 luglio

orari: mar - ven 9-12; sab-dom e festivi

10-13 /15-18

Info: 059 2032604

Evoluzione e biodiversità.

La straordinaria varietà degli

esseri viventi

Dove: Museo della Figurina, Palazzo S.

Margherita, corso Canalgrande 103,

Modena

Quando: fino al 18 luglio

orari: mer-ven 10.30-13/15-19.30;

sab e festivi 10.30-19.30

Info: 059 2032940

I libri dei Gatti. Trent’anni di

libri d’artista del Laboratorio

d’Arte Grafica

Dove: Biblioteca civica d’arte Poletti,

Palazzo dei Musei, Modena

Quando: fino al 31 luglio

orari: lun 14.30– 19; mar-ven 8.30–13

14.30–19; sab 8.30–13

Info: 059 2033372

Teriomorfo

Dove: Betta Frigieri Arte Contemporanea,

via Muzzioli 8,

Modena

Quando: fino al 31 luglio

orari: mer-sab 17-20

Info: 3393766367

Orlando Iori il dottore di

Piazza Pomposa

Dove: Museo Civico d’Arte, Palazzo dei

Musei, viale Vittorio Veneto 5, Modena

Quando: fino al 26 settembre

orari: mar-ven 9-12; sab-dom 10-13/

16-19; chiuso lunedì

Info: 059 2033101

Diramazioni

Dove: Galleria Mazzoli,

Via Nazario Sauro 62,

Modena

Quando: fino a settembre

orari: tutti i giorni 10-13/16-19.30,

chiuso i festivi

Info: 059 243455

chiudono

El Plan era Perfecto

Dove: Sansalvatore Artproject, via Canalino

31, Modena

Quando: fino al 6 giugno

orari: mer-ven 16.30-19.30; sab 10.30-

12.30 /16-19.30

Info: 338 5053472

Gianfranco Levoni

Dove: Centro studi Muratori,

via Castelmaraldo 19/c, Modena

Quando: fino al 13 giugno

orari: mar-dom 16.30-19.30;

chiuso il lunedi

Info: 059 214161

Bastet my Cat

Dove: ArtEkyp, via Torre 65,

Modena

Quando: fino al 15 giugno

orari: tutti i giorni 10-12.30/17-19.30;

chiuso lunedì mattina e giovedì pomeriggio

e domenica

Info: 340 1514214

Denis Riva

Dove: Galleria Punto Arte, via Caselline,

Modena

Quando: fino al 19 giugno

orari: tutti i giorni 16.30–19;

chiuso lunedì e giovedì

Info: 059 226694

Rare pitture - Ludovico

Carracci, Guercino e l’arte nel

Seicento a Carpi

Dove: Palazzo dei Pio,

Musei Diocesani e Palazzo Foresti, Carpi

Quando: fino al 20 giugno

orari: venerdì, sabato e festivi 10-13/

15-19; mar-gio 10-13

Info: 059 659955

Mutina oltre le mura.

Recenti scoperte sulla via Emilia

Dove: Lapidario Romano dei Musei

Civici, Palazzo dei Musei, viale Veneto 5,

Modena

Quando: fino al 27 giugno

orari: tutti i giorni 8.30-19

Info: 059 2033101


AGRARIA

ARCHITETTURA

ECONOMIA

FARMACIA

GIURISPRUDENZA

INGEGNERIA

LETTERE E FILOSOFIA

MEDICINA E CHIRURGIA

MEDICINA VETERINARIA

PSICOLOGIA

SCIENZE POLITICHE

SCIENZE MATEMATICHE,

FISICHE E NATURALI

www.unipr.it

Il mondo che ti aspetta


musica

Di michele pelillo

Dove la musica si eleva

La rassegna Luoghi sacri del suono

propone in giugno tre appuntamenti

che uniscono suggestive scenografie

a raffinati cori, ensemble e solisti

Si conclude a giugno il viaggio musicale de I Luoghi Sacri

del Suono, celebre rassegna di musica sacra giunta

quest’anno alla sua XIII edizione, che coinvolge prestigiosi

ensemble vocali, gruppi strumentali e solisti di fama internazionale

per una serie di concerti nelle più suggestive chiese

di Modena; il festival è come sempre ideato e organizzato

dall’Associazione Corale Luigi Gazzotti, con il sostegno della

Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, dell’Assessorato

alla Cultura del Comune di Modena e della Banca Popolare

dell’Emilia Romagna.

Dopo il grande successo degli appuntamenti di maggio, che

hanno saputo valorizzare la splendida Chiesa di Gesù Redentore

con tre concerti d’altro pregio, questo mese la rassegna si

sposta fra la Chiesa di Santa Maria delle Assi e la Chiesa di

San Domenico per altri tre appuntamenti imperdibili.

Nell’intento di celebrare i 300 dalla nascita di Giovanni Pergolesi,

l’Associazione Corale Luigi Gazzoti ha allestito una speciale

serata, fra le più interessanti di questa edizione 2010: giovedì

3 giugno infatti l’ensemble Arte Resoluta porterà il suo omaggio

al celebre compositore, eseguendo l’immortale Stabat Mater

assieme alla soprano Roberta Mameli ed alla mezzosoprano

Romina Basso, due delle voci più in vista nel panorama internazionale.

Particolarità di Arte Resoluta è quella di essere una

formazione senza direttore, composta da musicisti specializzati

nell’utilizzo di strumenti secondo prassi storica.

Il concerto si terrà nella Chiesa di Santa Maria delle Assi, come

anche quello di giovedì 10 giugno in compagnia dell’Ensemble

Vocale Famiglia Sala: la serata, dal titolo Vergine Bella che di Sol

Vestita, mira a riscoprire le musiche sul tema della devozione

Mariana e ad indagarne l’importanza storica nei secoli.

Il concerto conclusivo, giovedì 17 giugno alla Chiesa di San

Domenico) vedrà invece la partecipazione di uno dei migliori

cori italiani, il Costanzo Porta di Cremona, che darà voce al

canto del popolo ebraico tra le catene dell’esilio babilonese

nel concerto Il Salice Nella Caverna. Inizio concerti ore 21;

ingresso gratuito.

Info: 059 333325

Il festival che va dritto all’anima della chitarra

Dal 27 giugno il ricco cartellone

di Arte a 6 Corde porta in tour

la magia dello strumento

Sette edizioni, sette imperdibili eventi legati

all’universo chitarristico: il festival Arte a 6

Corde rappresenta da anni un consolidato

punto di riferimento per tutti gli appassionati

della chitarra in tutte le sue forme; il ricco

cartellone dell’edizione 2010 riconferma la

bontà della proposta, offrendo al pubblico

un’ampia ed eterogenea scelta di appuntamenti,

all’insegna della contaminazione e

della trasversalità poliedrica che solo uno

strumento quale la chitarra può garantire.

Tra grandi nomi della scena internazionale,

giovani promesse e manifestazioni imperdibili,

la rassegna continuerà fino alla fine di

agosto, muovendosi tra i comuni di Carpi,

Sestola, Fanano, Riolunato, Fiumalbo e Pavullo;

la direzione artistica, ancora una volta

affidata alle esperte mani di Andrea Candeli,

potrà contare sulla collaborazione dell’Istituto

Pareggiato Musicale O. Vecchi – A. Tonelli

di Modena.

Come sempre, a fianco degli appuntamenti

principali saranno presenti interessanti

seminari, un campus estivo, ed il celebre

concorso chitarristico di Arte a 6 Corde.

Sarà proprio il concorso chitarristico

ad inaugurare la rassegna, con il doppio

appuntamento di domenica 27 giugno a

Palazzo dei Plo, a Carpi: si comincerà con

i nuovi sfidanti, mentre dalle 21 si esibirà

il vincitore dell’edizione 2009.

Parallelamente, già dal giorno prima

sarà aperta la mostra di liuteria “Chitarre

dell’Ottocento”, che proseguirà sino alla

fine della rassegna all’interno del castello

di Montecucoli, a Pavullo.

I mesi seguenti vedranno susseguirsi nomi

importanti quali Buena Vista Social Club,

Tango Ser, Duo Toscano e Aighetta Quartett,

formazioni di pregio internazionale e

sicuro impatto emotivo.

Info: www.artea6corde.it

[28] - il mese giugno \2010


Se al Baluardo il jazz

si assapora a tavola

Da Stefano Calzolari con Joyce Yuille

fino a Jimmy Villotti e al Groovin’ Trio

Estate sotto le stelle del

jazz rinnova l’unione tra

musica di qualità e la buona

tavola al Baluardo della Cittadella.

Ad accompagnare

la cena al Baluardo Grill

saranno bravi protagonisti

della scena jazzistica come

Jimmy Villotti, Joice Yuille,

Joe Pisto

e Antonio

Marangolo,

che si esibiranno

ogni

mercoledì

da giugno

ad agosto.

Si parte il

2 giugno

alle 21 con

Joyce Yuille

& Stefano Calzolari un sodalizio

nato nel 2001 che

continua a gonfie vele tra

jazz e gospel. Il 9 giugno è la

volta di E.Z. Gipsy 4et con

il tributo alla musica gipsy

nel centenario della nascita

di Django Reinhardt. Il 16

arrivano Rogerio Tavares

& Roberto Rossi che propongono

un viaggio attraverso

la musica brasiliana

ed i suoi ritmi. Il 23 giugno

è la volta di Jimmy Villotti

& Valerio Pontrandolfo,

dal jazz al blues, tra grandi

classici reinterpretati, brani

originali ed improvvisazioni

dettate

dall’estro

del momento.

Chiude

il mese di

giugno il 30

il Groovin’

Jazz trio

Vincenti,

Lazzarini,

Vignali tre

musicisti di

estrazione e preparazione

classica che dedicano al

Jazz la maggior parte del

loro lavoro di session man,

collaborando con molti

grandi artisti del panorama

musicale nazionale ed

europeo.

Info: 059 4270745

Girovagare con Echi musicali

I concerti fra Sassuolo e Campogalliano

Il sound delle band emergenti

A Maranello è giovane lo spirito del Rock

Torna la consolidata rassegna

estiva Echi Musicali,

con un cartellone di 30

concerti tra giugno e settembre

dislocati a Modena

e provincia.

Il 10 giugno alla Palazzina

Ducale di Casiglia a Sassuolo

si esibirà l’Ensemble

d’Autore: voce, fisarmonica,

contrabbasso e violino per

una musica “senza confini”.

Giovedì 17 giugno la WAO

Orchestra presenterà a

Campogalliano brani della tradizione balcanica,

africana, sudamericana e klezmer, mentre l’ultimo

concerto del mese sarà il 22 giugno con il Quartetto

Bolling, nuovamente alla Palazzina di Casiglia a

Sassuolo: musiche originali, ispirate al concerto per

“Chitarra classica e Trio Jazz” di Claude Bolling.

Info: 059 347027

Ritorna come di consueto la

rassegna musicale giovanile

Maranello Rock. Appuntamento

molto atteso di

giugno, la kermesse è

organizzata dal Comune di

Maranello e anche quest’anno

si svilupperà attorno al

palco allestito nell’arena

spettacoli del Parco Enzo

Ferrari. Il ricco programma

dell’edizione 2010 propone

musica live nelle serate di

giovedì 10, 17, 24 giugno e

1° luglio. Tante le band che si esibiranno, tra cui Fireballs,

Fireplay, Easy Smile, Sweet Clover, Disease,

L’Ondes, Wrong Way, Tired Baby, Paradigma, Black

Monday, Shape Of Matter e molte altre ancora. I

concerti sono ad ingresso gratuito, e iniziano alle

ore 21. [Carlotta Catellani].

Info: 0536 240022

musica


musica

Sulla tastiera

con Armonie

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella

Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblico

Sulla scia del successo riscosso nelle precedenti

edizioni, torna anche quest’anno

la rassegna Armonie fra Musica e Architettura,

crocevia di storia e tradizione, per

un gusto musicale mai superato, quanto,

piuttosto, ritrovato. La provincia di Modena

vanta un patrimonio di organi antichi davvero

ricco: oltre trecento strumenti, costruiti tra

il XVI secolo e gli inizi del XX. Una storia,

quella organaria, che si intreccia a quella

culturale, musicale, artistica del nostro

territorio, ma quello che impressiona è che

il patrimonio non è concentrato solo nella

città capoluogo e nei centri più popolosi, ma

annovera pezzi di assoluto valore in località

piccole e poco note.

Per fare conoscere e apprezzare questo

patrimonio, l’Assessorato alla Cultura della

Provincia di Modena, unitamente alla Fondazione

Cassa di Risparmio di Modena e

con la consulenza artistica dell’Associazione

Amici dell’Organo “J. S. Bach”, ha dato vita

con successo nel 1997 alla

Rassegna musicale “Armonie

fra Musica e Architettura”.

Accanto a interpreti

di rinomata fama, ospiti

fissi della rassegna sono i

giovani musicisti che così

intendono farsi conoscere

ed apprezzare.

A margine della rassegna,

poi, sono stati restaurati

con il contributo della Fondazione

Cassa di Risparmio

di Modena, cinquanta preziosi

strumenti, ulteriore

testimonianza della volontà

di tutelare e conservare il

patrimonio in quest’ambito,

talvolta poco conosciuto.

L’edizione 2010 prenderà

avvio, come ogni anno, nella Basilica di San

Pietro, splendido esempio di architettura

rinascimentale emiliana: saranno l’organista

Massimo Nosetti, titolare del Duomo di Torino

e acclamato interprete internazionale, e il

Quintetto di Ottoni “Cantus Firmus” a dar vita

a una degna inaugurazione, che si terrà il 15

giugno alle ore 21. La Rassegna, che

propone il tema “Musica in festa”, proseguirà

con ulteriori 33 concerti dal programma

i primi concerti

ricco e vario, ma sempre brillante e denso:

toccando pievi e chiese dell’Appennino e della

pedemontana, si conluderà il 29 Settembre

a Sassuolo.

I primi appuntamenti sono: il 24 giugno a

Torre Maina, dove il prezioso organo del

1587, restaurato l’anno addietro, suonato

da Stefano Pellini sarà accompagnato dal

suono del sax soprano di Pietro Tagliaferri;

il 25 giugno l’organista Riccardo Tanesini

inaugurerà l’organo della splendida Pieve di

Rocca S. Maria, strumento recuperato grazie

al contributo della Provincia di Modena;

il 27 giugno a Olina (ore 19), i giovanissimi

Davide Zanasi (organo) e Giacomo Fossa

(violoncello) faranno risuonare l’antico organo

Traeri. Il 16 luglio è in

cartellone un doppio

appuntamento, a Montombraro

(organista

Alessandro Corato) e

a Gombola (I Cantori

martedì 15 giugno

Basilica di San Pietro - ore 21

Massimo Nosetti - organo

Quintetto di Ottoni Cantus Firmus

giovedì 24 giugno

Torre Maina - ore 21

Stefano Pellini - organo

Pietro Tagliaferri - sax soprano

venerdì 25 giugno

Pieve di Rocca Santa Maria - ore 21

Riccardo Tanesini - organo

domenica 27 giugno

Olina - ore 19

Davide Zanasi - organo

Giacomo Fossa - violoncello

venerdì 16 luglio

Montombraro e Gombola

Alessandro Corato - organo (Montombraro)

Filippo Sorcinelli - organo (Gombola)

I Cantori della Marca - ottetto vocale

della Marca, ottetto vocale

e Filippo Sorcinelli,

organo).

Novità di quest’edizione

sarà la confluenza in

Armonie dei concerti

del Modena Organ Festival,

importante manifestazione

musicale

cittadina. [S. A.]

Torna la nuova edizione

della rassegna di

Musica e Architettura

pensata per riportare

in vita i tanti preziosi

organi conservati nelle

chiese di Modena e

provincia. Trentaquattro

gli appuntamenti

[30] - il mese giugno \2010


Esplosione d’energia

Devendra Banhart e Cesare Basile all’Arti Vive Festival di Soliera

estate di Soliera comincia sotto la

L’ stella della creatività più genuina:

giugno vedrà infatti il centro della cit

popolarsi di musicisti, artisti, attori, dj,

fotografi, registi, dislocati fra le varie

piazze tra giovedì 10 e domenica 20

a rappresentare le tante “Dimensioni

Parallele” di questa edizione di Arti Vive

Festival. Organizzato dalle associazioni

culturali giovanili Arci “Dude”, Decibel,

Mele Bianche, Pensieri Acrobati e

promosso dall’Assessorato alla Cultura

e sostenuto dal Comune di Soliera e

dalla Fondazione Cassa di Risparmio di

Carpi, Arti Vive Festival vuole produrre

un cortocircuito adrenalinico fra artisti,

pubblico, operatori e istituzioni, offrendo

spazi di interscambio fra discipline e promuovendo progetti artistici inediti.

La punta di diamante del festival sarà l’eccentrico Devendra Banhart, cantautore statunitense

che domenica 20 giugno si farà conoscere dal pubblico di Soliera. Circondato

da un alone leggendario, con un passato da busker tra Texas e Venezuela, Devendra

Banhart è stato il guru della scena pre-war folk americana, per poi virare verso variopinte

acidità hippie. Un’ascesa prodigiosa, iniziata sotto l’egida di Michael Gira degli Swans

e proseguita con il successo mondiale sull’onda di un songwriting tanto tradizionale

quanto eccentrico, di cui il folk è solo il punto di partenza.

Un ruolo di rilievo nella manifestazione l’avrà anche la musica indipendente e i musicisti

chiamati a rappresentarla: piazza Lusvardi vedrà il trio rock carpigiano Flexus presentare

il nuovo album “Satelliti Inversi” giovedì 17 giugno, mentre il giorno seguente saranno

protagonisti il celebre cantautore Cesare Basile, ed i recentemente riuniti Massimo

Volume, in un concerto davvero imperdibile. Sabato 19 giugno si alterneranno sul palco

Heike Has The Giggles, Appaloosa, Movie Star Junkies e Julie’s Haircut, fra le band più

rappresentative della scena indie italiana. [Michele Pelillo]

Info: www.artivivefestival.it

Giuliano Palma & Banda

Osiris per San Giovanni

Si apre con due appuntamenti musicali

di grande richiamo la Fiera di San

Giovanni a Soliera (vedi pagina 42).

Giovedì 24 giugno inaugureranno

il palco di piazza Lusvardi Giuliano

Palma & The Bluebeaters. La band

del “bluebeat”, la musica jamaicana

degli anni ’60, sarà in tour tutta

l’estate per la presentazione dell’ultimo

album “Combo” nel quale trovano

spazio cover e quattro canzoni inedite

che fondono il tipico ritmo in levare

a nuove sonorità e stili. Il 25 giugno

sarà la volta della Banda Osiris, che

abbiamo imparato a conoscere grazie

alle stralunate colonne sonore live

della trasmissione “Parla con me” di

Serena Dandini e che non mancherà

di donare la sua tipica ilarità musicale.

I due concerti sono gratuiti e inizieranno

alle 21.30. [Elisa Nobler]

Info: www.comune.soliera.mo.it

Quando l’Appennino è in scena

Il ricchissimo calendario di Appennino

in scena 2010, la kermesse promossa

dalla Provincia di Modena che

porta in tantissime località eventi di

arte, spettacolo, teatro e divertimento,

dedica due speciali appuntamenti

agli amanti della musica.

Il primo è la rassegna Rocca in Musica,

che con la XXII edizione torna

quest’anno rinnovata nei contenuti

e nella forma, grazie all’apertura a nuovi

territori. Alla suggestiva cornice offerta da

anni da Piazza dei Contrari e dalla Rocca

Medievale di Vignola da quest’anno si unisce

il borgo “vecchio” di Marano sul Panaro,

con l’oratorio del XVI secolo sovrastato

dalla collina con i resti dell’antico Castello.

La rassegna parte dalla Piazza dei Contrari

di Vignola, dove mercoledì 2 giugno si esibirà

il Chakra Duo in Sensations: Andrea

Vettoretti alla chitarra e Yagmur Sivaslioglu

chitarra e voce. (In caso di maltempo Sala

dei Contrari della Rocca).

Domenica 6 è la volta di Norina Angelini

e i Quintettango che propongono al pubblico

Un giro di Tango. Con la Angelini alla

voce troviamo Angelo Vinai al clarinetto,

Gianluca Allocco al violino, Marco Allocco

al violoncello, Cristiano Alasia alla chitarra

e Alberto Fantino al bayan (in caso di

maltempo Teatro Cantelli di Vignola).

Ultimo appuntamento il 13 giugno nel

Parco del Castello del Borgo Vecchio

di Marano s/P con Alessia Martegiani

& Maurizio di Fulvio Trio in Latin jazz

& Bachianas brasileiras. (In caso di

maltempo al Centro Culturale di Marano)

.

Appennino in scena di sposta poi in

un’altra cornice molto suggestiva,

quella del Castello di Montegibbio di Sassuolo

dove si svolge Musica a corte. In

programma: mercoledì 16 Cris e Giulio;

sabato 19 Sonora Trio; mercoledì 23

Tacchini selvaggi; sabato 26 gli intramontabili

Toro Toro Taxi e mercoledì 30

i Roxy Band. Inizio concerti ore 21.

Info: 059 777510 / 0536 1844853

musica


musica

Di michele pelillo

Giugno a Mirandola è Effetto Jazz

Al Barchessone e al Castello tre appuntamenti con grandi formazioni composte da musicisti italiani

Ancora molte sorprese in arrivo da questa sesta edizione

di Effetto Musica, rassegna musicale che vede coinvolti i

Comuni Modenesi dell’Area Nord e che propone un cartellone

2010 vario ed appassionante, che spazia dall’elaborazione vocale

e strumentale, a generi di danza quali pizziche salentine,

tammurriate campane, tango nuevo argentino e addirittura ballo

folk del Québec, con le sue influenze celtico-irlandesi.

I tre concerti di giugno fanno parte di Effetto Jazz, e vedono

protagonisti altrettante grandi formazioni jazzistiche di rilievo.

Venerdì 11 giugno Sandro Comini si esibirà a Mirandola con il

suo Quintet, al Barchessone Vecchio di San Martino Spino.

Mirandolese di nascita, Comini si è diplomato in Trombone

al Conservatorio Arrigo Boito di Parma nel 1980 e in Jazz

nel 1997 al Conservatorio G.B.Martini di Bologna. Nell’ambito

della musica jazz collabora nel corso degli anni con Tullio

Depiscopo,Tomaso Lama, Benny Golson, Marco Tamburini, Andrea

Tofanelli, Massimo Manzi, Teo Ciavarella,Giulio Visibelli, Lino

Patruno, Hengel Gualdi, Romano Mussolini, Piero Odorici.

Si rimane al Barchessone per il secondo appuntamento di

Effetto Jazz, venerdì 18 giugno con la Gianni Vancini Band:

attiva dal 2002, vede Luca della Corte (piano elettrico), Gianluca

Malavasi (basso elettrico), Eugenio Polacchini (chitarra elettrica)

e Jerry Galavotti

(batteria) affiancare

il sassofono

di Vancini, artista

dalle numerose

collaborazioni e

riconoscimenti,

spesso ricordato

come sassofonista

di Andrea

Mingardi.

Ultimo concerto

del mese venerdì

25 giugno al Bastione

del Castello con l’Andrea Papini Quartet, formazione

dall’intensa attività live, il cui repertorio fonda le sue radici

nella pura tradizione

Jazz, rivisitata con la sensibilità artistica del nostro tempo dal

talento e l’estro di musicisti di grande livello quali Alberto Borsari

(fisarmonica), Davide Garatoni (contrabbasso), Giancarlo

Bianchetti (batteria) e lo stesso Papini (pianoforte).

Info: www.fondazionecgandreoli.it

Fuori provincia

18 giugno

Arriva Bob Dylan e Parma si tinge di leggenda

Il poeta e cantautore profeta

del rock in Emilia con l’epico

show del Never Ending Tour

Bob Dylan, 2010? Sì, certo, sempre.

Oltre ad aver impresso il ritmo a

cinquant’anni di pop culture, anzi, ad

aver preminentemente contribuito a

costruirla come oggi la si sperimenta,

l’uomo di Duluth ha coltivato le sublimi

arti della fuga, del mimetismo, della sottrazione:

come scrive il tuttologo

Piero Scaruffi: “Dylan è più della

somma delle sue parti”. Nessuno

può intrappolarlo: ci provano ancora

idolatri settari, accademici delle

lauree ad honorem, svenevoli pacifisti

intonanti “Blowin’ in the wind”,

partigiani del folk che continuano

a scorgere il diavolo nell’elettricità.

Nemmeno rockettari, indipendenti,

metallari, punk o techno industriali

possono limitarsi a ignorarlo perché

una frase, una postura sbuca

inaspettatamente nei luoghi meno

prevedibili: nella barba di Allen Ginsberg,

tra le colt di Johnny Cash,

sulla tiara di Giovanni Paolo II. E Lui

può sempre rispondere: “Io non sono qui”,

come recita la canzone del ‘67 e il titolo

del film di Todd Haynes che utilizzò ben sei

attori per consacrarnee l’inafferabilità. Del

resto il Suo nome nel western di Peckinpah

Pat Garrett & Billy the Kid era già Alias,

l’altro: “Je est un autre”, naturalmente ...

Forse l’intera opera di Dylan non è che un

colossale e giullaresco rispecchiamento

dei modi dello spettacolo triturante generi

e immaginario, consumi e aspirazioni, cinismo

e fede, masse e capitale.

Così il concerto del Parco Ducale di Parma,

l’evento dell’anno se solo, ancora, si

potesse concepire qualcosa d’epocale,

dovrebbe essere considerato con equità:

non la classica e democratica occasione

transgenerazionale dove “i nonni danno

la mano ai nipoti” quanto il suo opposto,

la celebrazione di un enigma cifrato e

cospiratorio, più affine a Sex Pistols e

Cabaret Voltaire che al cantautorame.

“Never Ending Tour”, appunto: un flusso,

nonostante il 24 maggio 2011 faranno

70.

Chissà che non sia proprio questo

l’estremo ammaestramento,

la morale alla fine della Storia:

“divenire impercettibili”, tradire i

ruoli per sottrarsi al dilagare delle

parole d’ordine, della spossatezza

statale, delle putride magnifiche

sorti. Tutto è impregnato di

“pioggia pesante”, ma in qualche

fessura si cela forse un “riparo

dalla tormenta”: si tratta d’entrarci.

“Ero molto più vecchio allora,

sono molto più giovane adesso”:

bye bye Novecento. [Alberto

Zanetti]

Info: 0521 706214

[32] - il mese giugno \2010


musica


cinema

>cinema

Di alberto morsiani

La politica sul tappeto ro

L’ultimo Festival di Cannes del tutto

in linea con le scorse edizioni ha scelto film

che privilegiano l’impegno come il vincitore

Uncle Boonmee who can recall his past lives

La Palma d’Oro assegnata nel corso

del Festival di Cannes edizione 2010

ha premiato abbastanza giustamente

Uncle Boonmee Who Can Recall His

Past Lives del thailandese Apitchatpong

Weerasethakul, come i suoi precedenti un

viaggio in una giungla ridondante di fantasmi

e di apparizioni che diventa viaggio nel

sogno e nell’immaginazione; ma è difficile

non pensare che si sia anche trattato di

un omaggio a un Paese che proprio in

questi giorni è alle prese con una burrasca

sociale e politica intrisa di sangue e

violenza. C’è poco da fare: la Politica l’ha

fatta da padrone in un Festival che da

parecchi anni ormai ha abbandonato il

glamour in favore dell’impegno. Di questa

edizione infatti si ricordano soprattutto

i numerosi film sull’Iraq, tra i quali l’action

movie “Fair Game” di Doug Liman,

il mediocre “Route Irish” di Ken Loach e

l’assai migliore “Armadillo”, docufiction

olandese sugli eccessi dei soldati “buoni”.

Dalla forte connotazione politica anche il

film satirico su Berlusconi della Guzzanti,

il pianto di Juliette Binoche e le parole di

Abbas Kiarostami nel denunciare la prigionia

del collega Jafar Panahi in Iran, così

come lo schieramento militare davanti al

Palais in difesa della proiezione di “Hors la

loi” di Rachid Bouchareb, che denuncia il

colonialismo francese in Algeria, o ancora

le descrizioni degli arbitri della finanza di

“Wall Street 2” di Oliver Stone, la catena

di disgrazie sociali di “Biutiful” di Inarritu e

di “L’uomo che piange” di un bravo regista

del Ciad, le persecuzioni degli islamici nei

confronti dei monaci cattolici in Algeria del

premiato “Des Hommes et des dieux”, l’invettiva

contro i politici italiani da parte del

premiato attore nostrano Elio Germano di

“La nostra vita” di Luchetti, il filostaliniano

“Sole ingannatore 2” del pomposo Mikhalkov,

soprattutto le cinque ore elettrizzanti

di “Carlos”, la biografia del celebre terrorista

a firma di Olivier Assayas, una delle

L’imperdibile “My joy”

Una pellicola russa di grande forza visiva

Il film da consigliare (anche se non è certo che verrà acquistato

dalla distribuzione italiana e che arrivi sui nostri

schermi visto che è stato ignorato dalla giuria cannense) è

russo. Si intitola My Joy ed è firmato da Sergei Loznitsa.

Racconta, con originalità narrativa (intrecci a serramanico

alla “Pulp Fiction”) e grande potenza visiva, le vicissitudini di

un camionista in viaggio su una strada provinciale per una

consegna di routine. Una serie di bizzarri incontri manda

fuori controllo la spirale del suo itinerario. Un posto di

blocco di poliziotti violenti e corrotti, un veterano di guerra

e una giovane prostituta lo fanno approdare a un villaggio

sperduto da cui non sembra esserci via d’uscita. I locali

lottano per la sopravvivenza in un mondo duro, elementare,

e il passato a tratti risorge per stringere il suo cappio sui

giorni presenti. Ogni tanto infatti la narrativa subisce un

detour e introduce episodi relativi alla Russia comunista

in guerra contro i nazisti invasori, dai quali si deduce che

nulla è cambiato tra allora e oggi: dominano violenza bruta,

corruzione, avidità e tutti gli altri sentimenti più orribili. A

suo modo una parabola senza pietà sulla Russia sempre

uguale di ieri e di oggi, è basato su racconti veri narrati al

regista, già vincitore di premi per i suoi documentari ma

al suo primo film di finzione, durante i suoi vagabondaggi

sulle strade russe. Il finale, con il protagonista ridotto a uno

zombi che compie la sua vendetta, è horror straordinario.

Se verrà distribuito, non perdetevelo.

[34] - il mese giugno \2010


sso

cose migliori viste sulla Croisette. Insomma,

la Politica e la Denuncia l’hanno fatta

da padroni, e forse è anche questo uno

dei motivi del livello non trascendentale,

assai più deludente di altre edizioni, della

selezione. Certo, non sono mancati altri

tipi di film, più intimi, famigliari e attenti

all’individuo, come “Tournèe” (premiato) di

Sopra il protagonista della pellicola “Des Hommes

et des dieux”; al centro un momento del film Palma

d’oro “Uncle Boonmee Who Can Recall His Past

Lives”; a sinistra Elio Germano ritira il premio

come miglior attore.

Amalric, “Another Year” (ignorato) di Mike

Leigh, “Copia conforme” di Kiarostami (che

scopiazza “Viaggio in Italia” di Rossellini),

“Le quattro volte” di Frammartino. Ma la

tendenza prevalente è stata quella politica,

anche e soprattutto a livello di attenzione

dei media, che in fondo è sempre più la

cosa che conta davvero.

CSArt è uno studio di

comunicazione interamente

dedicato al mondo dell’arte, per

mettere in rete artisti, gallerie,

associazioni ed operatori culturali.

Servizi:

- Ufficio stampa

- Pubbliche relazioni

- Costruzione siti web

- Organizzazione eventi

- Testi critici e cataloghi

Scelti per voi

Carlos

di Olivier Assayas

Il lunghissimo (cinque

ore e mezza)

film che l’ottimo

regista francese

di “Desordre” ha

dedicato al famoso

terrorista venezuelano

al soldo di tutti

i terrorismi del mondo, accompagna

Carlos nel passaggio dall’idealismo

iniziale al cinismo della seconda fase.

è un film televisivo, ma non sembra

proprio, girato com’è con ritmi e

brillantezza cinematografica, fino a

farne un avvincente polpettone con

sequenze d’azione ma con ampio

spazio anche ai maneggi della politica

e dei vari Paesi coinvolti.

Pal Adrienn

di Agnes Kocsis

è stato il miglior

film, secondo noi,

al di fuori della competizione.

Il regista

ungherese narra

di Piroska, una infermiera

obesa divenuta

insensibile

a tutto ma incapace di resistere ai

dolci alla crema. Lavora con malati

terminali, la morte accerchia la sua

vita. Un giorno comincia a ricercare

una sua amica d’infanzia scomparsa.

L’indagine diventa l’unico scopo della

sua esistenza, e avrà il potere di riconciliarla

col mondo dei vivi. Girato con

stile straniante, ricco di umorismo

nero ma anche di calore umano.

Per maggiori informazioni,

visitate il portale www.csart.it,

con tante sezioni ed una vetrina

gratuita dedicata alla creatività

giovanile, oppure contattateci

direttamente per una consulenza

personalizzata.

cinema


incontri

Di dalila borrelli

Parco Ferrari

l’estate è qui

Calendario

Sabato 5 giugno - ore 15

Modena Medina Gospel Festival

Domenica 6 giugno - ore 13

Festa dell’Acqua H2O ho sete di sapere

Lunedi 7 giugno - ore 21

Dj set Latino americano

Martedi 8 giugno - ore 21

Dj set Liscio e Revival con Dino Bartoli

Venerdi 11 giugno - ore 21

Dj set Lelly + Moplan Le Marais

Domenica 13 giugno - ore 18, 19 e 21

Festa Baby CSI attività ludiche per bambini

Concertino aperitivo Le Marais Alex Lunati

Dj set Tango Argentino

Lunedi 14 giugno - ore 21

Dj set Latino americano

Martedi 15 giugno - ore 21

Dj set Liscio e Revival Dino Bartoli

Sabato 19 giugno - ore 21

Modena in Coro Coro La Secchia

Domenica 20 giugno - ore 18, 19 21

Festa Baby CSI attività ludiche per bambini

Concertino aperitivo Le Marais

Wolksvagon - Fabio

Dj set Tango Argentino

Lunedi 21 giugno - ore 21

Dj set Latino americano

Martedi 22 giugno - ore 21

Dj set Liscio e Revival Dino Bartoli

Mercoledi 23 giguno - ore 21

Modena in Coro

Giovedi 24 giugno - ore 21

La filosofia incontra la città:“Il destino

dell’animale che dunque sono”

Venerdi 25 giugno - ore 21

Rassegna danza

Sabato 26 giugno - ore 21

Graziano Grazioli

Domenica 27 giugno - ore 18, 19, 21

Festa Baby CSI attività ludiche per bambini

Concertino aperitivo Le Marais -Funkallero

Modena in Coro

Dj set Tango Argentino

Lunedi 28 giugno - ore 21

Dj set Latino americano Org. Noche

Latina

Martedi 29 giugno - ore 21

Dj set Boogie Woogie

Giovedì 1 luglio - ore 21

Musica dal vivo band emergenti

Domenica 4 luglio - ore 18, 19, 21

Festa Baby CSI attività ludiche per bambini

Concertino aperitivo Le Marais Namastè

Dj set Tango Argentino

Info: 059 2034030

www.comune.modena.it

Tornano le notti d’estate al Parco Ferrari,

nell’ambito delle iniziative di Estate

con la Circoscrizione 4, un ricco calendario

per oltre tre mesi di appuntamenti nel

grande spazio verde per grandi e piccini

e davvero per ogni gusto.

Nel ricco cartellone c’è davvero di tutto

a partire dalla ormai tradizionale Festa

dell’acqua H 2

O ho sete di sapere, in programma

per tutta la giornata di domenica

6 giugno. Si passa poi alla filosofia col professor

Lorenzo Barani, al liscio, al revival

anni ‘70 ‘80 ‘90, ai balli latino americani

e ai cori di montagna, ai divertimenti per

i bimbi, alle corali, ai cori gospel africani

in occasione della bella iniziativa Modena

Medina il 5 giugno e la musica delle giovani

band modenesi.

Una girandola di iniziative a cui collaborano

le tante associazione che da anni lavorano

con la Circoscrizione 4 per allestire

l’interessante cartellone sia estivo che

invernale.

La sede in cui si svolgono le serate, il

Parco Ferrari è tra gli spazi verdi più

importanti in città. E sicuramente con

una grande storia alle spalle che risale

al 1950 quando al posto del parco c’era

l’aerautodromo, aeroporto per i soci

dell’Aero Club (già dal 1910 l’area ospitava

una pista d’atterraggio per aerei e un

Il 5 si alza il sipario

sul palcoscenico verde

di viale Autodromo

con incontri e musica

giochi per bambini

lezioni di filosofia

tango, gospels e corali

per stare in compagnia

nella stagione calda

attracco per dirigibili) e autodromo per gli

appassionati di Automobilismo. Dal 1950

al 1961 si corsero, sette edizioni del Gran

Premio di Modena di automobilismo che

furono vinte dai più grandi piloti dell’epoca,

Alberto Ascari, Gigi Villoresi (su Ferrari,

che batté con uno strepitoso arrivo in

volata Gonzales su Maserati), Manuel

Fangio, Jean Behra, Joachim Bonnier,

Stirling Moss. Per capire quale fosse l’importanza

dell’Aerautodromo per la città di

Modena si pensi che ad alcune di queste

manifestazioni parteciparono anche più di

50.000 spettatori che equivaleva a metà

della popolazione di allora.

Dopo che le gare di automobilismo furono

vietate per motivi di sicurezza l’autodromo

ospitò gare di ciclismo (il Gran Premio di

Modena che nel 1953 fu vinto da Fausto

Coppi) e fino alla fine degli anni ’70 gare

di motociclismo a cui prese parte anche

l’esordiente motociclista e campione modenese

Luca Cadalora.

L’aerautodromo fu poi dismesso e la sua

trasformazione a parco è storia recente.

Gli spettacoli del Parco Ferrari si tengono

nelle varie aree del parco (gazebo, palco…)

e sono gratuiti. [Micol Lombardi]

[36] - il mese giugno \2010


Eventi per tutti i gusti

Danza sport e tanto divertimento nel giugno della Circoscrizione 2

Non è estate se non puoi godere

delle belle iniziative che ogni anno

vengono ospitate nei parchi cittadini.

Ecco, ad esempio, il calendario delle

attività previste in giugno al Parco XXII

Aprile. Musica, danza, sport, laboratori,

corsi: non c’è spazio per la pigrizia, non

c’è scusa che tenga, gli eventi in programmazione

possono soddisfaranno i

desideri di tutti.

Magari c’è chi ha voglia di prendere

lezioni di percussione immergendosi nei

ritmi tribali africani. Presto detto con

l’associazione Fore Fote che organizza

lezioni e dimostrazioni di musica africana

nelle serate del 3, 10, 17 e 24 giugno

dalle 20 alle 21. O forse c’è chi ha voglia di rimettersi i pattini ai piedi: grazie al Circolo

Alchemia fino al 30 settembre è possibile noleggiarli, ogni mercoledì, giovedì e venerdì

dalle 16 alle 20, presso il Bar Arcobaleno. Un altro circolo, il Milinda, organizza dal 7

al 18, un laboratorio d’arte manipolativa per bambini dai 5 agli 11 anni. Obiettivo? Dare

fondo alla propria creatività per realizzare oggetti appartenenti a diverse culture del

mondo attraverso un viaggio fantastico intorno al pianeta Terra. Il laboratorio si svolge

dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 19. Sabato 12 giugno alle ore 16 i ragazzi dell’Anfass,

supportati dall’Avis, si mettono alla prova in uno spettacolo da loro stessi ideato

mentre il weekend successivo, venerdì 19 e sabato 20 giugno, dalle ore 16 in avanti,

la Parrocchia S. Giovanni Evangelista organizza partite a carte con la partecipazione

aperta a coppie miste di ragazzi e anziani. Alle 21 di venerdì 25 giugno l’associazione

Luci del deserto ci fa avvicinare alle danze e al folclore mediorientali. Spazio all’hip hop

invece il sabato seguente, alle 21, con “La notte è giovane”, esibizione di un giovane

gruppo musicale a cura del Circolo Alchimia. Il 27 giugno alle 21 il Circolo XXII aprile e

l’Anffas presentano una commedia in dialetto modenese interpretata dalla compagnia

“La Bunessma”. Infine, per chi ama la musica di Fabrizio De Andrè, cantautore che “non

è stato mai di moda. E infatti la moda, effimera per definizione, passa mentre le sue

canzoni restano”, è prevista sabato 3 luglio, una serata omaggio a lui dedicata.

Info: 059 311671 / 059 315331

Ballando sotto le stelle

nelle sere dei Torrazzi

Ecco, di seguito, le iniziative previste

a giugno al parco Torrazzi. Ogni

domenica “Ballando sotto le stelle”:

orchestre e danze presso l’area verde

polivalente Il Torrazzo e, dalle 19.30

in poi, stand gastronomico per chi

vuole riprendere fiato e ricaricarsi le

pile. Domenica 6 giugno giocolieri,

trucca bimbi, attrazioni varie e gnocco

per tutti con “Vivi il parco”. Dal

10 al 13 giugno c’è la sagra della

Parrocchia di S.Anna: tombola, gara

di briscola, cene solidali e, gran finale

domenica, con alle 20.30 il Coro Lirico

Città di Modena. Dal 14 giugno

al 1° luglio spazio al 5° Memorial

Lorenzo Borsari con il torneo di calcio

amatoriale a otto presso il campo

dell’area sportiva Le Baracche.

Giovedì 17 giugno serata Terranova

in festa con il cabarettista Graziano

Grazioli alle 20.30 nella piazzetta del

centro commerciale. Infine, sabato

18 giugno corsa podistica in notturna

con partenza e arrivo presso l’area

polivalente Il Torrazzo e, al termine,

premi e un piatto di pasta per tutti.

Info: 059 250229

Al quartiere Sacca i 100 anni

della Banda di Rocca Malatina

E il quartiere Sacca quali iniziative

ha in programma? Il 4 giugno alle

20.45 presso la Polisportiva Sacca

La Banda di Rocca Malatina festeggia

i 100 anni di attività con una serata

musicale. L’8 giugno, sempre alle

20.45, presso il centro commerciale

Sacca, commedia dialettale con la

compagnia teatrale Il Naveli. Infine,

serate di musica e ballo con inizio

alle 20.45, per tre martedì: il 15

giugno presso la Polisportiva Sacca

con Roberto Scaglioni, il 22 presso

il Centro Commerciale Sacca con il

Gruppo New Condor, il 29 giugno

presso la Polisportiva Sacca Junior

Magni e Rossana.

Info: 059 311434

Le notti brave al Divisioni Acqui

Spettacoli musicali e commedie dialettali per un ricco cartellone

Sono tante le iniziative in programma nei diversi parchi della

città. Non è da meno il Parco Divisioni Acqui che ha in serbo

eventi (con orario di inizio alle 21) in sintonia con la voglia di

uscire, socializzare e divertirsi che la bella stagione stimola

in noi tutti. Si comincia l’8 giugno con lo spettacolo di ballo

Magic Dance della Polisportiva Modena Est, il 9 con Angelo e

il liscio, l’11 con lo spettacolo a cura della Scuola d’arte Talentho.

Il 12 tocca alla commedia in due atti “Scambi e Ricambi”

interpretata dalla compagnia Il nodo a cura dell’Associazione

Arcoscenico. Si prosegue il 15 giugno con la commedia in

dialetto modenese recitata dalla compagnia Al Naveli, il 16 con

la serata danzante a cura di Pietro Barbi, il 17 con il concerto

del Gruppo corale e orchestrale Ologramma a cura del Centro

Europeo di Musicoterapia. Il 18 giugno spazio a “Dinomania 2000”, revival musicale

per i nostalgici degli anni ‘80 e ‘90. Si termina con diverse ciliegine sulla torta: il 22

tributo a Elisa a cura della Scuola d’arte Talentho, il 23 serata musicale con Tabarroni,

il 26 musica a go go con DJ Svitol, il 27 ballo liscio e di gruppo con l’Ivano Show.

Info: 059 2034150

incontri


incontri

Di micol lombardi

Alla Civica con Node il trionfo dell’elettronica

Venerdì 4 e sabato 5 giugno la Galleria

Civica di Modena torna ad essere il teatro

di creazioni di video-maker e sound

designer nella terza edizione di NODE, il

Festival Internazionale di Musica Elettronica

e Live Media organizzato da Urban

Blocks e Zymogen in collaborazione con

la Galleria Civica, coprodotto dalla Fondazione

Cassa di Risparmio di Modena. Al

progetto partecipano musicisti e performer

giapponesi, islandesi, irlandesi, inglesi

e svedesi che esplorano le potenzialità

creative delle sinergie possibili tra musica,

video, sound design e arti elettroniche.

Tra gli artisti presenti: Ryoichi Kurokawa,

Hildur Gudnadóttir, Tape, Mount Kimbie,

Boxcutter, Simon Scott, Quayola, Ryoji Ikeda.

Le performance ad ingresso gratuito

si terranno a Palazzo Santa Margherita

alle 21.30 e saranno trasmesse in diretta

audio-video nel chiostro del Palazzo.

Info: www.node-live.com

Se “Chiedi al Bibliotecario”

fare ricerche è molto più facile

Cerchi informazioni su libri, riviste,

leggi, film, Cd, biografie? Devi fare

una ricerca bibliografica e non sai

come fare? Chiedi al Bibliotecario è

quello che fa per te, un servizio di assistenza,

pubblico e gratuito, on-line

fornito dai servizi bibliotecari del Polo

provinciale modenese (Università, Comune,

provincia e biblioteche private).

Per avere una risposta entro 4 giorni

lavorativi basta collegarsi a Internet e

compilare il modulo di richiesta che si

trova cliccando all’apposito indirizzo:

http://opacsol.cedoc.mo.it/sebina

Percorsi a tema all’Estense

per raccontare l’opera d’arte

Prosegue Raccontare l’arte: percorsi

a tema tra le opere della Galleria

Estense. In programma il 3 giugno,

Laura Bedini, direttore Soprintendenza

parlerà di “Vent’anni di restauri e di valorizzazione

del Palazzo Ducale di Sassuolo”.

Il 10 giugno, Daniela Ferriani,

direttore coordinatore Soprintendenza

parlerà de “Il restauro della Cappella

Bellincini”. Il 17 giugno, Giovanna Paolozzi

Strozzi, direttore coordinatore

della Soprintendenza, e Lucia Peruzzi,

storica dell’arte, parleranno di “Ludovico

Lana a corte”. Infine il 24 giugno,

Angelo Mazza coordinatore della Soprintendenza

tratterà di “Bartolomeo

Passerotti per il ducato estense”.

Info: 059 4395711

Tra frammenti e intenzioni

alla Scuola del San Carlo

Così la creatività invade la cit

Dal 14 al 20 giugno Creamos scatena la voglia di sperimentare

Dal 14 al 20 giugno con Creamos Modena diventa cit

dei creativi, coinvolgendo oltre settanta tra giovani

imprese e professionisti che si cimentano nell’arte, nella

comunicazione, nella produzione video, nell’architettura,

nella gastronomia, nel design di prodotto. Creamos è un

evento realizzato all’interno del progetto europeo Cities

promosso dal Comune di Modena. Le zone della città in

cui, dal 14 al 20 giugno si riverserà questa creatività dilagante

sono il centro storico, la zona Tempio (con mostre

nella settimana e un clou gastronomico domenica 20) e

il Villaggio Artigiano (che concentra tutte le performance nella giornata del 18 giugno

all’interno del prato tra via Bruini e viale Emlio Po). Gallerie d’arte, ristoranti, gastronomie,

atelier, bar, piazze strade di queste zone saranno coinvolti in happening artistici e

gastronomici che vedranno, soprattutto nelle varie aree del Centro un momento forte

nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 e coinvolgeranno anche personaggi della

cultura cittadina.

Info: www.comune.modena.it/cultura

Dagli Amici del libro si parla

di millenni, angeli, vite e aria

Due gli appuntamenti a giugno nella

sede della Fondazione Collegio San

Carlo (via San Carlo 5) nell’ambito

del programma de “Le conferenze

della scuola”: il 15 giugno alle ore

17.30 “Che cos’è un frammento?

Riflessioni metodologiche e storiche

su una prassi filologica moderna” con

Glenn Most, Professore di Filologia

greca - Scuola Normale Superiore di

Pisa e martedì 22 sempre alle17.30,

“L’azione e i confini dell’intenzionalità”

con Jocelyn Benoist, docente di Teoria

della conoscenza all’ Université Paris I

Sorbonne. Le conferenze della Scuola

di alti studi della Fondazione Collegio

San Carlo sono a ingresso libero.

Info: 059 421208

Nell’ambito del ciclo di lezioni dal titolo

Architetture e città nel Novecento

il 10 giugno alle ore 21 al Teatro

Fondazione Collegio San Carlo (Via

San Carlo 5) Cino Zucchi affronterà

il tema de La casa e lo spazio pubblico.

Riflessioni e progetti fra storia e

contemporaneità.

Info: 059 2033876

All’associazione Amici del libro (via

S.G.Bosco 153) sarà allestita la mostra

“Attimi” di Giuseppe Pareschi. Il

5 giugno ore 17 conversazione sulla

poesia con Ortolano e Ponzana; l’8

giugno alle 21 Angelo Malara presenta

Fine millennio e dintorni; il 12 giugno

Francesca Pellegrini presenta “Quando

parlano gli angeli”; il 15 Francesco

Genitoni presenta “Da una vita frammentaria”;

19 giugno alle 17 Lia Lotti

presenta Regole d’aria; il 26 giugno ore

17 Vincenzo Galizia presenta “Vicolo

delle Grazie”. Al Bar Robby (via Moreali

7) il 10 giugno alle 18 Cesare Carbonieri

presenta “L’ultimo ciak” e il 24

Christian Carlino presenta “Poesie”.

Info: 059 217530

[38] - il mese giugno \2010


Alla Delfini la biodiversità esce dal Museo

La Biodiversità

è il tema degli

incontri organizzati

da Museo

della Figurina,

Biblioteca Delfini,

in collabor

a z i o n e c o n

l’Associazione

culturale ASIA. Si parte sabato 5 giugno,

ore 17 con la Festa bio-diversa: guidati

dall’entomologo Gianumberto Accinelli

si andrà alla scoperta del prodigioso

ecosistema del Parco XXII aprile (Info:

059454367). Ci spostiamo poi a Palazzo

S.Margherita dove venerdì 11 giugno

(ore 18) Roberto Ferrari parlerà di “Biodiversità

e percezione del limite. Il caso delle

isole oceaniche”. Per i bambini laboratorio

in contemporanea al Museo della Figurina. Il

16 alle ore 21 l’etologo Giorgio Celli parlerà

di “Perchè la biodiversità?”. Il 23 giugno alle

18 Paolo Serventi si racconterà in “Chi è

il paleontologo?”. Giovedì 1 luglio, ore 18,

Gianumberto Accinelli e Giorgio Sandrolini

pareranno de “I Giardini Letterari di Eugea.

Proust e la natura ritrovata, Hesse e la

natura svelata”. Laboratorio per bambini in

contemporanea al Museo della Figurina.

Info: 059 2033090

Al parco la solidarietà è in festa

Fino al 6 giugno nell’area verde Amendola Sud incontri ed iniziative

in corso la quinta Festa della Cooperazione e Solidarietà

Internazionale “Insieme per l’ambiente , la pace

È

e la giustizia”,fino al 6 giugno al Parco Amendola Sud (Via

Panni). Tutti i pomeriggi ci saranno iniziative per bambini

e alle 13 e alle 19 funzioneranno stand gastronomici.

In calendario: i 2 giugno, ore 10-17 “Tutti i colori della

Repubblica” e ore 20.30 “Non dimentichiamo il popolo di

Haiti”, ore 22 proiezione. Il 3 giugno, ore 20.45 “Progetto

UISP Abbracciamo le Città”, ore 21.30 “Fare assieme la

nostra scuola a Muyeye”. Il 4 giugno ore 18 danze tradizionali

“Mosaico Russo”, ore 19 Laura Fantozzi presenta il libro “A Sud di casa”. Ore 21

sfilata interculturale e concerto vocale e strumentale. Il 5 giugno ore 10.30 incontro

Nazionale Ingegneria Senza Frontiere, ore 21 concerto. Il 6 giugno ore 10.30 Ingegneria

Senza Frontiere, ore 17 Marcia Theophilo presenta il suo libro “Amazzonia sempre”.

Alle ore 18 “Alta Modna”, sfilata di artigianato cambogiano, alle ore 20.45 concerto

dei Serial singer e alle ore 21.45 spettacolo “L’Europa di Mezzo”.

Info: www.modenacooperazione.org

Una lunga “Green Week”

che studia la sostenibilità

Provincia e Comune di Modena, promuovono

una settimana di eventi volti

a far conoscere i temi della biodiversità

e a sensibilizzare i cittadini sulle

nuove politiche per l’energia e il clima

in Europa e nel nostro territorio. In

calendario giovedì 3 giugno presso il

Centro Europe Direct di Piazza Grande

alle ore 18 incontro sul tema “Ricostruire

la sostenibilità in Sri Lanka”.

Venerdì 4, presentazione del volume

“La flora modenese”, dalle ore 17.30

all’ Aula Magna di via S.Geminiano

3. Sabato 5 giugno alle 10 al Centro

Europe Direct presentazione di

“Eco Europa. Le nuove politiche per

l’energia e il clima”. Martedì 8 giugno

alle ore 17, Aperitivo Europa, Centro

sociale anziani e orti, via Leonardo da

Vinci, 158. Sabato 5 ore 20 presso

la Parrocchiale di Torre Maina (via

Vandelli 263) cena a sostegno dei

progetti di Modena per gli altri (059

281747).

Info: http://ipeuropa.comune.modena.it

Da Abdel Qader alla Mmaka

la scrittura non è di famiglia

Alla Casa delle Culture, in via Wiligelmo

80 si sta svolgendo la prima

edizione del Festival della neoletteratura

dal titolo: “Nemmeno Conrad

era inglese. Scrittori che non scrivono

nella lingua dei genitori”. È la generazione

di migranti (del resto lo stesso

Conrad era un polacco emigrato in

Inghilterra) che cambia la letteratura

e il linguaggio - del nostro Paese.

In programma, giovedì 10 giugno,

Sumaya Abdel Qader con il suo libro

“Porto il velo, adoro i Queen”, giovedì

24 giugno Duska Kovacevic presenta

il suo romanzo “L’orecchino di Zora” e

infine giovedì 8 luglio, Valentina Mmaka

presenta “Il viaggio capovolto”.

Info: www.casadelleculturedimodena.org

Gli ultimi fuochi della Terramara

Ultimo mese per l’attività estiva dell’area archeologica di Montale

A giugno il Parco della Terramara di Montale presenta ancora

un ricco un calendario di iniziative all’aperto per grandi

e piccini. Il 2 giugno, mercoledì festivo, alle classiche visite

guidate si associa una dimostrazione di modellazione della

ceramica con laboratorio per bambini. Domenica 6 giugno

dimostrazioni di tecniche di tessitura antica, su telai verticali

a pesi, si svolgeranno accanto alle capanne ricostruite del

parco. Domenica 13 la terramara incontra gli operatori

dell’Ecomuseo della Civiltà Palustre di Bagnacavallo per

approfondire insieme la conoscenza di intrecci di salice ed

erbe di palude, fondamentali per la realizzazione di abitazioni,

utensili e cordame. Domenica 20 giugno ancora tecniche costruttive con gli esperti

della lavorazione del legno con lame, scalpelli ed asce dell’età del bronzo ricostruiti;

la raccolta del grano e dimostrazioni di tutto il ciclo produttivo del prezioso cereale

chiudono il 27 il calendario estivo. Il Parco della Terramara, aperto su prenotazione

per gruppi anche a luglio, riaprirà poi a settembre.

Info: 059532020 www.parcomontale.it

incontri


incontri

Di micol lombardi

L’estate è nei parchi della Circoscrizione Tre

A giugno il Parco Amendola Sud sarà

all’insegna del Loving Amendola. La

manifestazione, articolata in spettacoli,

laboratori e incontri si propone di favorire

la partecipazione alla vita del quartiere.

Si alza il sipario il 4 giugno su Estate in

Fiesta 2010 il tradizionale appuntamento

che si tiene al Parco della Repubblica curato

dal Circolo Florida. Sarà un gran ballare

con le serate latine al martedì, venerdì e

sabato; alla domenica serata boogie, latina

e balli di gruppo, al giovedì boogie woogie,

al lunedì tango argentino. Ritorna anche il

ristornate con le sue cene al fresco. Info

(0594824468). Al Parco della Resistenza

dal 3 giugno è in cartellone un programma

di attività motoria, esposizione di colombi,

yoga, aplomb, animazioni e letture per

bambini, escursioni e percorsi sensoriali. Da

segnalare sempre per la Circoscrizione 3

la rassegna In coro 2010: nella pista di

pattinaggio del Parco Amendola Nord il

6 giugno alle ore 17.30 è in programma

un repertorio sacro con i Pueri Cantores

et Juvenilia Regina Nivis . Nell’area verde

di via Oristano 64, il 13 giugno alle 18

si esibiranno il Coro della Ghirlandeina

diretto e la Corale Estense, mentre il

25 spazio a coro Folk San Lazzaro e

gruppo A tutto ballo della Pol. Modena

Est. A Paganine il 23 giugno alle 21 è

in programma il Concerto d’estate con

il Quartetto Astrolabio, musiche da ballo

tra il classico e il profano.

Info: 059 2034200

Tra i Processi nella storia

e la bella Giostra Lollipop

La Circoscrizione 1 è già impegnata

su molte iniziative in centro città:

segnaliamo anche Modena i processi

nella storia, alla sala conferenze di

piazzale Redecocca 1. In programma:

giovedì 3 giugno alle ore 21 “Vincitori

e vinti del Risorgimento modenese”

con Menziani e Braglia e venerdì 11

sempre alle 21 “Processo a Darwin”

con Roberto Mattei. Ai Giardini Ducali

presso la Giostra Lollipop alle

ore 17.30 tante attività per i bambini

come letture animate, laboratori di

pittura e trucca bimbi. Sabato 12

giugno alle ore 17.30 “4 chiacchiere

sotto l’albero sull’alimentazione in famiglia”

con il dott. Franco Caroli.

Info: 059 2033480

A giugno Albareto in festa

porta con sé tante iniziative

2010 Odissea nell’Uni-versum

Esce una nuova rivista punto fermo per la riflessione sociale

e il 2009 ci ha riportato alla memoria il primo sbar-

umano sulla Luna, il 2010 dovrebbe almeno

“Sco

suggerire a tutti uno sbarco finalmente consapevole sul

pianeta Terra!” Parte all’insegna di questa provocatoria

ma profonda affermazione l’avventura di Uni-versum,

la rivista diretta da Luciano Mazzoni promossa dall’editrice

EDICTA di Parma, nata sulle ceneri del periodico

“Il futuro dell’uomo”. Come il suo predecessore, anche

Uni-versum intende essere un punto di riferimento per

la riflessione in campo sociale, politico, religioso e filosofico.

Un nuovo strumento, quindi, per chi è convinto

che “in questi tempi, grondanti di problemi irrisolti ed in

aumento esponenziale (dal clima alla pressione demografica, dalla fame alla disoccupazione,

dalla depressione alla anomia, dal decadimento della democrazia all’offensiva del

terrorismo), si fa sentire forte e insopprimibile l’esigenza di misurarci responsabilmente

con la dimensione planetaria in ogni problema, in ogni circostanza, sotto ogni punto di

vista; nell’ambito religioso ed in quello secolare”.

Alla 4 un ricco cartellone

che piace a grandi e piccini

Albareto in festa è il ricco calendario

organizzato da Polisportiva Forese

Nord (strada Albareto 568) e dalla

Cooperativa Sociale Il girasole, con la

collaborazione della Circoscrizione 2.

Il 6 giugno alle ore 19 Cena dei girasoli

2 a edizione, Cena del Centro Educativo

Territoriale di Albareto. Il 19 giugno

alle ore 16.30 tutti alla “Caccia al rifiuto”

e alle 18.30 “Il sogno”, spettacolo

di bolle di sapone a cura di Gambe in

spalla teatro. Dal 24 al 27 giugno è

Festa dello sport presso la Polisportiva

Forese Nord mentre il 1 luglio alle ore

21 è tempo di Band Rock, serata di

gruppi musicali giovanili presso Polisportiva

Forese Nord.

Info: 059 2034150

Torna Modena Medina: segnaliamo

al Parco Ferrari, sabato 5 alle 20.30

la rassegna Modena Gospel Festival

tra musica e tradizione mentre sabato

12, alla Biblioteca Crocetta dalle

ore 17.30, narrazione musicale,

laboratorio hip hop e concerto con

Fontonfrom e Al-Ahlam.

Info: 059 209001

Eccoci con la Circoscrizione 4 in

Piazza Alessandrini dove il 3, 10 e

17 giugno alle ore 21 si terrà una rassegna

di burattini. In via S. Faustino

domenica 6 ci sarà il Mercato fatto

in Italia. In Piazza Guido Rossa, l’11,

12 e 13 giugno ci sarà la 32° Festa

di primavera con divertimenti per

grandi e piccoli. Giovedì 17 e 24 “Non

solo caldo” con musica e animazioni.

A Cittanova (Via Pomposiana 52) i

sabati dal 12 giugno “Sotto le stelle

un’estate da ridere”. Agli Orti di via

Leonardo da Vinci, il 14 giugno alle

21 serata della fisarmonica e al Parco

1° Maggio di Lesignana, dal 16 al 27

alle 20 Lesy in festa.

Info: 059 2034030

[40] - il mese giugno \2010


Se la guida

va nell’iPod

La di ascoltare la musica, ma anche quello

di vivere il turismo.

Per tutti coloro che desiderano scoprire

le meraviglie dell’arte romanica, e non

solo, da questo mese sono a disposizione

delle innovative audioguide scaricabili gratuitamente

da internet sul sito www.visitmodena.it.

Un modo comodo e piacevole

per accompagnare i visitatori attraverso

i luoghi d’interesse più caratteristici del

territorio modenese. Gli itinerari proposti

dalla Provincia di Modena avranno come

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco”

dell’artista americano nella Biblioteca Panizzi.

Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al

tecnologia Mp3 ha cambiato il modo

pubblico

filo conduttore l’arte e l’architettura

romanica eredità di

una storia medievale importante,

a partire dal Duomo di

Modena Patrimonio dell’Unesco,

fino ai castelli più imponenti

e alle pievi romaniche

incastonate nell’armonioso

paesaggio appenninico, senza

però tralasciare altri punti

forti del territorio: dagli aspetti

naturalistici dell’Appennino

all’enogastronomia di qualità,

dalla Ferrari alle tradizioni

locali. Si tratta di ben 50 file

audio ascoltabili da tutti i lettori musicali,

Ipod, telefoni e palmari con funzionalità

Mp3. I file audio sono disponibili in italiano,

inglese e tedesco per soddisfare un turismo

di respiro internazionale, e possono

essere scaricati comodamente da casa

prima di partire per il viaggio - o, perché

no, da qualsiasi postazione internet in

giro per il mondo - offrendo l’opportunità

di creare un itinerario personalizzato, un

viaggio nel tempo accompagnato da suoni

e musica. Per agevolare il viaggio, il turista

trova le singole audioguide posizionate su

una mappa georeferenziata basata su

google maps, che permette una visione

La Provincia propone

un innovativo sistema

di audioguide in formato

Mp3 per accompagnare

i turisti alla scoperta

dei segreti del territorio

d’insieme o dettagliata dei luoghi descritti

oltre ad essere accompagnata da un depliant

esplicativo del percorsi.

Dal medioevo al posto a tavola

Un pensiero per i golosi negli itinerari dalla bassa alla montagna

Sono otto gli itinerari proposti dall Provincia

di Modena attrverso le nuove audioguide

proposte sul sito www.visitmodena.it. I turisti

che scaricheranno le tracce in formato Mp3

potranno decidere di farsi guidare attraverso

il più circoscritto centro storico di Modena,

nelle poche centinaia di metri che circondano

il Duomo, oppure dedicarsi alla storica Nonantola,

alla bassa di Carpi e Mirandola, a

Spilamberto, Castelvetro, Formigine, Fiorano

e Maranello, per poi salire a Pavullo, Palagano,

Frassinoro e Sestola.

Per gli amanti della buona tavola e dei prodotti

genuini, la Provincia di Modena propone inoltre

la mappa Romanico di Gusto che indica i

percorsi delle storia e dell’arte medievale intrecciati ai luoghi della buona tavola. La

mappa sarà supportata da funzionalità GPS per navigatori satellitari. [E.F.]

incontri


incontri

Di carlotta catellani

Tra musica e comicità

Alla Fiera di San Giovanni si canta con Giuliano Palma e Banda Osiris

E per la Notte Bianca Soliera stregata dalla verve di Dario Vergassola

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista

americano

Con l’arrivo dell’estate arriva anche il tradizionale appuntamento

della Fiera nella di San Biblioteca Giovanni a Soliera, Panizzi. giunta Dal 22 giugno il

di Dario Vergassola, il

quest’anno

cantiere

alla

sarà

sua 157esima

aperto

edizione.

al pubblico

Promossa dall’amministrazione

comunale in collaborazione con numerose associazioni

cittadine tra cui la Fondazione Campori e la Compagnia

Balsamica, la fiera coniuga sapientemente gli aspetti tradizionali

di promozione dei sapori locali, con quelli più moderni

che ricercano nuove forme di espressione e partecipazione

attraverso la musica, il teatro, gli incontri e le attività di intrattenimento

per grandi e piccini. Le strade del centro storico

saranno animate da iniziative gastronomiche e culturali e

colorate da bancarelle e da sapori tipici, primo fra tutti quello

del celebre tortellone balsamico. Piazza Lusvardi ospiterà ogni

sera da giovedì 24 a domenica 27 giugno spettacoli e concerti

di artisti come Giuliano Palma & The Bluebeaters e la Banda

Osiris (approfondimento a pagina 3). Sabato 26 si terrà la

quarta edizione della Notte Bianca, che si aprirà con la comicità

caustico comico ligure

che presenterà un momento

di divertimento

garantito dal titolo

“Sparla con me”, per

continuare poi con numerosi

eventi innovativi

e coinvolgenti.

La Fiera si concluderà

in grande stile domenica

27 giugno con

Dario Vergassola, foto Piergiorgio Pirrone

la rappresentazione del musical “Talentho” e la successiva

rievocazione dell’Incendio del Castello, grande spettacolo pirotecnico

a ritmo di musica. Gli spettacoli avranno inizio alle

ore 21.30 e saranno tutti gratuiti. [Elisa Nobler]

Info: www.comune.soliera.mo.it

La festa del patrono incorona il miglior aceto

Inaugura mercoledì 23 giugno e proseguirà

fino al 27, la grande Fiera di San

Giovanni Battista, l’evento più atteso

dai cittadini di Spilamberto: un’occasione

per celebrare il patrono della cit

(24 giugno), ma anche per presentare i

prodotti tipici del territorio e le numerose

iniziative organizzate dalle associazioni

locali. Inoltre quest’anno l’iniziativa riveste

una particolare importanza, per la coincidenza

coi festeggiamenti per gli 800 anni

dell’incastellamento di Spilamberto. In programma

spettacoli, gare sportive, mostre,

laboratori per bambini, degustazioni, lo

storico mercatino di via Obici dedicato al

Futurismo, e la celebre mostra-mercato

avicunicola-colombofila.

La manifestazione offre anche un’occasione

speciale per visitare il Museo

dell’Aceto Balsamico Tradizionale e per

assistere, domenica 27 giugno, al 44°

Palio di San Giovanni, presso l’antica

Rocca Rangoni (ore 18.30), in cui

saranno premiati i migliori campioni di

Aceto Balsamico Tradizionale di produzione

familiare. Le valutazioni della Consorteria

riguardano gli standard visivi,

olfattivi e degustativi del prodotto.

Info: 059 781614

A Vignola... è tempo di ciliegie

Mostre e spettacoli per celebrare il frutto famoso nel mondo

Un mese intero all’insegna del divertimento

per il Giugno Ravarinese, che

unisce in un unico filo conduttore la fiera

di Ravarino e le tradizionali sagre di

S.Antonio e S. Giovanni, trasformando

le piazze in teatri e le strade in luoghi

d’incontro. Dal 1 al 27 giugno si alterneranno

mostre, notti bianche, artisti

di strada, spettacoli di danza, concerti

e animazione per adulti e bambini.

Info: www.giugnoravarinese.it

Giugno è il mese in cui maturano le ciliegie, e dove meglio

che a Vignola si può festeggiare l’evento? Vignola…è tempo

di ciliegie è la manifestazione che ogni anno rende omaggio

al frutto rosso con mostre, spettacoli, degustazioni, visite

guidate e animazioni. Anche quest’anno si prospetta un

weekend ricco di iniziative.

Sabato 5 giugno sarà interamente dedicato ai giovani, con i

concerti degli allievi delle scuole di musica e le performance

degli artisti del progetto “Noi…fra palco e realtà”. Domenica

6 giugno sono previsti tantissimi appuntamenti, tra cui la

mostra di Minerali e Fossili con borsa e scambio, i ritrovi

automobilistici e tanti tornei sportivi. Inoltre, dalle ore 11.30 alle 17.30, la Compagnia

Teatrale Koinè realizzerà “Di sana pianta”, una visita guidata sull’utopistico

progetto di un Parco Agricolo dedicato all’agronomo Alfonso Draghetti. Per finire, in

piazza Braglia sarà allestito un accampamento informativo teatralizzato dove verrà

realizzato lo spettacolo culinario “Il Minestrone”.

Info: 059 777706

[42] - il mese giugno \2010


Gran ballo per dame e cavalieri

Il 26 a Formigine la rievocazione storica curata dal Battaglione

Estense per rivivere la magia delle danze in costume dell’800

Tra i diversi appuntamenti per celebrare a

Formigine il 150° anniversario del primo

Consiglio Comunale, c’è anche un Grande

Ballo Ottocentesco, curato dal Balletto

Storico del Battaglione Estense, gruppo

di rievocazione storica che ha ricostituito

L’umorismo fra vignette fumetti e satira politica

Vignette umoristiche, fumetti e satira politica: l’appuntamento

con l’irriverenza in piccolo formato è per martedì

15 giugno in occasione di Arti ridens, primo concorso di

umorismo e satira a Soliera. “Italia, un paese da visitare”

sarà la traccia derisoria intorno alla quale ruoteranno le

caricature canzonatorie e le illustrazioni ritraenti i volti

della società italiana. A valutare bozzetti e nuvolette, comunicatori

farseschi della satira nostrana fra cui l’autore

radio-televisivo Luca Bottura e quel Massimo Bonfatti

fra i più brillanti disegnatori di “Cattivik”. Per i vincitori

prodotti tipici, pubblicazione web ed esposizione per le

vie del centro. [Luca Fiorini]

Info: 059 568580

Per la rassegna Leggiamoci, autori

locali fra storia e letteratura la Biblioteca

Comunale Cionini di Sassuolo organizza

due imperdibili appuntamenti

con gli autori: martedì 8 giugno saranno

presenti Franca Ascari Scannabissi

e Liliana Benatti Spennato, mentre

giovedì 24 toccherà a Franco Canova

e Cesare Bulgarelli. Gli incontri iniziano

alle ore 21.

Info: 0536 1844813

un reparto di Fanteria di Linea del Ducato

di Modena del 1859. Il Ballo Storico, in

programma sabato 26 giugno alle ore

22, coinvolgerà anche il Gruppo Laproloco

di Formigine e proporrà Polonnaise, Contraddanze,

Valzer figurati e Quadriglie. Al

termine il pubblico sarà coinvolto in alcune

danze, trasformando l’avvenimento in una

festa per tutti i presenti. Il Battaglione Estense

veste l’uniforme militare della Fanteria

di Linea del 1859 del Ducato di Modena,

le Dami invece indossano i sontuosi vestiti

della metà dell’800. Questa rievocazione

storica risorgimentale vedrà nel corso della

giornata la partecipazione di due gruppi di

re-enactors che ricostruiranno gli eventi

bellici del periodo mostrando al pubblico manovre,

tecniche di combattimento e uso delle

armi ad avancarica. [Letizia De Felice]

Info: 335 6910796

Pederiali e Barbolini tingon

Formigine di Giallo d’autore

Imperdibile appuntamento per gli

appassionati di polizieschi e gialli a

Formigine con Giallo d’autore nel

Parco: giovedì 1 luglio alle 21 Giuseppe

Pedariali presenterà “Camilla e il

rubacuori”, enigmatica storia di investigazione

emiliana condotta dal già

noto personaggio del detective-donna

Cagliostri, mentre il formiginese Roberto

Barbolini, saggista e redattore

per “Panorama”, proporrà una selezione

di sue opere, tra cui “Beethoven

27%” e “Cervelli coi fiocchi: Detective

stories da Sherlock Holmes a Dylan

Dog” . “Luogo del delitto” il parco di

Villa Giardini, sede della Biblioteca

Comunale. [Luca Fiorini]

Info: 059 416246

in breve

Appennino in scena

Frignano s/S, Fanano, Sestola

5 e 27 giugno

Appennino in scena,

la manifestazione

con la quale la

Provincia sostiene

la programmazione

culturale estiva nelle

località della montagna

modenese, propone

concerti, teatro

di strada, spettacoli

di danza, rassegne

d’arte varia. Oltre

alla ricca rassegna di appuntamenti

musicali (vedi pag. 29), per il mese di

giugno sono previsti tre appuntamenti:

sabato 5 (ore 11), “Angelica 2000

– La pazzia di Orlando”, rappresentazione

negli spazi aperti del Parco della

Pace di Frignano s/S per Teatro sotto

le stelle (info 0536 892919); sempre

sabato 5 (ore 17) “Tutti insieme con il

country”, spettacolo di Country dance

in Piazza Rinaldi a Fanano (0536

66568). Infine, domenica 27 (ore

16.30) è la volta di “Bubble, l’uomo

nella palla”, l’esibizione della Compagnia

itinerante Ago Clown nelle vie del

centro di Sestola (348 8733803).

Vecchio Barchessone

Mirandola

4, 6 e 9 giugno

Il ricco cartellone della

sala polivalente del

Barchessone Vecchio

a San Martino

Spino di Mirandola

prevede per venerdì

4 giugno (ore 21) l’incontro

“La mitologia

delle costellazioni”

a cura di Carmen

Ballestrazzi Bondi,

un’indagine sul moto

delle costellazioni. Mercoledì 9 (ore

21) è in programma l’incontro “Sorsi

di erbe per l’estate” con Silvia Suffritti,

sulle proprietà e caratteristiche delle

erbe locali. Domenica 6 giugno, in

occasione della Giornata Mondiale

dell’Ambiente istituita dall’Onu nel

1972, ci sarà un appuntamenti speciale

organizzato dal Centro di Educazione

Ambientale “La Raganella”: a

partire dalle ore 16.30 i protagonisti

saranno i laboratori creativi titolo

“Cavalli e farfalle”, pensati per piccoli

e grandi artisti.

Info: 059 29724

incontri


di dalila borrelli

Giugno a tutta birra

con “Festa in festa”

L’Oktoberfest carpigiana propone

un cartellone di iniziative per tutti

dal sound vintage degli anni ‘70/‘80

alle cover band di Beatles e Ligabue

fino alla comicità doc targata Zelig

Anche se non bevete birra siete i benvenuti all’arena

spettacolo di Carpi per Festa in Festa, Festa della birra

di Carpi, che vuole sì omaggiare la bevanda degli dei

con una vasta scelta di birre Hacker (tra

i marchi più antichi, risale al 15° secolo

ed è una delle 6 birra ufficiali della Oktoberfest,

la festa della birra di Monaco)

ma è aperta a chiunque ami la musica,

il cabaret, la buona cucina.

Fino al 20 giugno, mentre soddisfate

il palato tra grigliate di carne, pizza,

gnocco, tigelle, bruschette, gelati e

ancora american bar, ristorante tirolese

e “birreria mobile”, potete, ad esempio,

farvi due risate con Gene Gnocchi, il cui

spettacolo è fissato per venerdì 11 giugno, o quattro salti con

Anima Mia, l’unica serata anni ‘70/‘80 originale di Radio Stella.

Ma procediamo con ordine. Giovedì 3 giugno è in programma lo

show di “Baz” Marco Bazzoni dove il comico, diventato popolare

grazie al palco di Zelig, balla, canta, recita e improvvisa forte

del suo passato di animatore di villaggio. Venerdì 4 si esibiscono

gli Africa Unite: musica dalle sonarità reggae per il gruppo

che scelse il proprio nome ispirandosi ad una canzone di Bob

Marley. Sempre musica ma si cambia genere sabato 5 con

Uk revolution or Govox Birthday, tributo ai Beatles, leggendario

quartetto di Liverpool sui cui non occorre aggiungere altro se

non che i loro 10 anni di carriera hanno lasciato il segno come

se fossero stati 100, e che tutti, ma proprio tutti, potrebbero

canticchiare all’istante una loro canzone. Domenica 6, 13 e 20

Radio Stella presenta Anima Mia, musica anni 70/80 con ai

dischi il DJ Diego Ferrari e l’animazione di

Andrea Barbi. Mercoledì 9 giugno altro

comico di Zelig in scena: Giorgio Verduci

si esibisce nell’ormai classico personaggio

di Padre Donovan, predicatore

americano dell’amore, ma anche nelle

vesti del portinaio tutto fare e di lettore

del diario di una ninfomane.

Si torna al rock sanguigno, giovedì 10,

con la band di Correggio Mamamicarburo

e, mercoledì 16, con Tra Liga e realtà,

tributo alla carriera ormai ventennale di

Ligabue, passando per le piume, gli strass e le paillette del

Fantasy Drag Queen presentato sabato 12 da Madame Yo.

Cose che mi sono capitate...

L’umorismo intelligente di Gene Gnocchi

Venerdì 11 Gene Gnocchi

si esibisce nello spettacolo

Cose che mi sono

capitate...ancora! Dopo

un consulto medico, un

attempato signore della

“middle-upclass”, esaminandosi

intimamente, si rende

conto di non aver mai esternato

emozioni e sentimenti.

La sua quotidianità è una

lastra grigia caratterizzata

da piccole cose. Ma sarà

poi proprio tutto vero? Con

questo spettacolo Gene Gnocchi, fingendo di ripercorrere

asetticamente la sua esistenza fatta di

giornate noiose e banalità, mette in realtà a nudo

il fondamentale dilemma della vita: è nato prima

l’uovo o la gallina? In questo caso: è meglio mangiare

prima e poi andare a teatro o prima andare

a teatro e poi mangiare?

Africa Unite: il reggae italiano

Il 4 giugno a Carpi presenta l’ultimo disco

Gli Africa Unite sono il gruppo

più longevo e rappresentativo

del reggae made in

Italy. Nati a Pinerolo, Torino,

nel 1981, hanno realizzato

ben 15 dischi, con l’ultimo

lavoro discografico uscito

proprio quest’anno intitolato

“Roots”. I riferimenti

alla musica giamaicana la

fanno da padrona ma non

manca la voglia di aprirsi

a spunti nuovi e personali.

Anche l’intenzione è la

stessa: fare in modo che l’ascolto sia finalizzato al

divertimento, ma anche alla riflessione sulla realtà.

Dodici inediti, molti dei quali saranno proposti il 4

giugno sul paco di Festa in Festa che confermano

l’anima del gruppo attraverso i suoni raffinati, gli

arrangiamenti curati e le liriche intense a cui ci

hanno abituato negli anni.

[44] - il mese giugno \2010


c a r p i

Chi teme di annoiarsi?

Ecco l’Estate insieme

Il grande tango argentino e un concerto lirico

nel programma che anima Palazzo dei Pio

Spazio anche alla country music hillbilly bluegrass dei Wheels

Fargo and the Nightingale con repertorio che si rifà ai pionieri

di questo genere di musica con pezzi degli anni 40 e 50 e alla

comicità surreale e ironica delle canzoni di Elio e le Storie Tese

riproposte sabato 19 dai Parco Capello. L’entrata è libera,

tutti i ristoranti sono al coperto e, per chi arriva presto, c’è

la possibilità di cenare assieme agli artisti. Chiuso il 7, 8, 14

e 15 giugno.

Info: www.festainfesta.it

Le stelle della musica in piazza

Il 22 la prima tappa del Radio Bruno Estate

Quale evento migliore per

inaugurare la nuova stagione

estiva del Radio Bruno

Estate, uno degli appuntamenti

musicali più attesi

dell’anno, che porterà ancora

una volta nelle principali

piazze di Emilia Romagna

e Toscana alcuni tra gli

artisti più amati dal pubblico.

Prima tappa, martedì

22 giugno, sarà in Piazza

Martiri a Carpi. Fra i tanti

protagonisti che calcheranno

i palchi del tour di Radio Bruno Estate troviamo

Marco Mengoni, Irene Grandi, Enrico Ruggeri,

Stadio, Alexia, Marco Carta, Lost, Sonohra, Noemi,

Valerio Scanu, Matteo Becucci, Malika Ayane,

Arisa e tantissimi altri... Con loro sul palco anche

i finalisti del contest per talenti emergenti.

Info: www.radiobruno.it

A Carpi d’estate non ci si annoia: c’è sempre un evento a

cui partecipare, un appuntamento irrinunciabile, un’iniziativa

da segnarsi in agenda.

Estate insieme 2010, manifestazione nata da soli 3 anni

ma da subito apprezzata in città e per questo riconfermata

e riproposta anche quest’anno, si aggiunge al già ricco

calendario di eventi carpigiano con un occhio di riguardo

a chi ama la lirica e a chi è appassionato di tango.

Per quest’ultimi è infatti è prevista domenica 13 giugno,

presso il Cortile d’Onore di Palazzo dei Pio, Tango al Castello,

serata interamente dedicata all’arte argentina: si

comincia alle 19 con Aperitango, presentazione del libro

“E nel silenzio Tango” di Bruna Ferrari e Adriana Perez,

momento accompagnato dalle musiche del fisarmonicista

Mauro Medici e del pianista Marco Gasparini. Alle 20.30

spazio alla Gran milonga con Musicalizador Gibo, mentre

alle 22 è in programma il pezzo forte della serata: l’esibizione

dei ballerini professionisti Silvia Galetti e Ubaldo

Sinovic (L’ingresso è libero e gratuito). Sinovic, triestino

di nascita, ha iniziato a ballare nel 1980 e nel 1989 si

dedica al Tango argentino. Ha studiato con i grandi maestri

Silvia Wladiminski e Alejandro Aquino, e per dieci anni di

seguito ha preso parte al Festival Internazionale del Tango

Argentino di Sitgest (Barcellona).

Per i melomani l’appuntamento è fissato venerdì 25 giugno,

ore 21, con il concerto lirico, ospitato sempre nel

Cortile d’Onore di Palazzo dei Pio, che prevede la presenza

del soprano Scilla Cristiano, del mezzosoprano Claudia

Marchi, del tenore Cristiano Olivieri e del baritono Maurizio

Leoni. Al pianoforte il maestro Paolo Andreoli e a tenere

le redini della serata l’attrice Vania della Bidia. Ingresso

10 euro. Più legati al mondo della bellezza femminile e

della moda gli altri due eventi in programma. Domenica

27giugno alle 21 presso il Circolo Graziosi si vota Miss

Gran Prix mentre sabato 3 luglio presso il piazzale Re

Astolfo si ammirano vestiti e acconciature con la sfilata

di moda presentata da Simona Barchetta.

carpi


appuntamenti

IN PRIMO PIANO

di eugenio Fedolfi

A Palagano il 26

e 27 giugno

un cartellone

di escursioni

sport spettacoli

e gastronomia

con al centro

il gustosissimo

borlengo cotto

della tradizione

NEWS

Visite guidate alla

Rocca San Felice

6 e 19 giugno

San Felice sul Panaro

La montagna celebra

sua maestà il Ciaccio

Si tiene a Palagano il 26 e 27 giugno

la 10 a Sagra del Ciaccio palaganese,

una due giorni ricca di iniziative per grandi

e bambini. A fare da sfondo a questa interessante

sagra è Palagano, il paese adagiato

nella splendida vallata del Dragone,

alla quale fanno da sfondo e da corona le

vette più alte dell’Appennino. Il suo nome

deriva dal termine etrusco Palaga, cioè

pepita d’oro, ed è dovuto presumibilmente

alla presenza di questo metallo prezioso

nelle miniere del luogo. Oggi Palagano è

rinomata invece come località turistica e

per uno dei suoi prodotti tipici: il Ciaccio

palaganese che qui si celebra. Il Ciaccio è

una miscela densa di farina acqua e sale

chiamata “la colla”, cotto sulle piastre di

ferro, chiamate “cottole” e condito con

un battuto di lardo, rosmarino, aglio e

parmigiano reggiano, condimento tradizionale

usato anche per le crescentine.

A difendere l’arte della preparazione di

questo squisito piatto unico, è nata una

corporazione itinerante, I Maestri Ciacciai

Palaganesi che potrete vedere all’opera nei

due giorni di festa e divertimento,dove la

gastronomia si sposa con i prodotti tipici

regionali, le antiche tradizioni e con un

ricco contorno di spettacoli teatrali e musicali,

iniziative sportive (trekking e MTB)

intrattenimento ed eventi culturali.

Info: www.ciacciopalganese.it

Un castello tutto da vivere

e tutto da scoprire. La

splendida rocca di San

Felice sul Panaro sarà

al centro dell’attenzione

di due appuntamenti.

Domenica 6 giugno, con

partenza alle ore 16,

prima visita alla Rocca

estense. Sabato 19 ritrovo

invece alle ore 21.30 per

una visita guidata serale,

con tutta la suggestione

della notte al castello.

Info: 3494642372

Tour di Mirandola e

dintorni

13 giugno

Mirandola

Itinerando per parchi e montagne

In Appennino tantissimi appuntamenti per grandi e piccoli esploratori

Il mese di giugno è ricco di appuntamenti sull’Appennino

modenese. La rassegna Itinerando Emilia Romagna

2010, promossa da PromAppennino, propone un ricco

calendario di escursioni per tutti i gusti e tutte le età. . Nel

Parco dei Sassi di Roccamalatina di Guiglia, ad esempio,

il 2 giugno si può percorrere “Il sentiero del carbonaio”,

una bella e facile passeggiata mentre domenica 6 si può

andare “Alla scoperta del gambero di fiume”, o inforcare

la bicicletta e percorrere “Tutti gli ambienti del parco”,

oppure ancora sognare con “La notte delle lucciole” il 19

giugno. Due “Gran Safari e visita alle grotte del parco” è in

programma l’11-12 e il 25-26 giugno (ritrovo alle ore 19

presso il Centro Parco Il Fontanazzo di Pieve di Trebbio).

Nella Riserva Naturale delle Salse di Nirano domenica 6

“Dolce- salato: il sentiero dell’acqua”, mentre sono tre gli appuntamenti in programma a Zocca:

il 12 giugno si cammina nel silenzio per provare le “Emozioni in una notte di primavera”, mentre

sabato 19 tocca ai più piccoli imbarcarsi nell’avventura nel “Bosco magico”. Il 26 giugno si

chiude con “La notte magica di Zocca”.

Info: 059 985584

Con la bella stagione quale

migliore occasione per

andare alla scoperta delle

bellezze del territorio che

ci circonda? L’associazione

la nostra Mirandola organizza

una giornata di visite

guidate alla città dei Pico:

domenica 13 giugno, si

parte alle 16 alla scoperta

delle antiche Torri Colombare.

Alle 16.30 obiettivo

sulla Mirandola Barocca e

alle 19.30 visita alla Chiesa

del Gesù.

Info: 0535 22639

[46] - il mese giugno \2010


appuntamenti

More magazines by this user
Similar magazines