Hospice territoriale di Piacenza - Pro.Ges.

proges.it

Hospice territoriale di Piacenza - Pro.Ges.

Roberto Reggi, Presidente Associazione insieme per l’Hospice

“Una volta mi capitò di sentire raccontare di

un medico che, vedendo un paziente imboccato

amorevolmente da un figlio mentre gli

teneva una mano sulla spalla, ebbe a dire che

quella era la vera mano che nutre. Troppo

spesso si curano i pazienti senza prendersi

cura delle persone. La cultura che verrà

espressa all’interno dell’Hospice territoriale

di Piacenza sarà quella dell’attenzione,

dell’ascolto attivo, del rispetto e della condivisione

empatica. Un luogo di vicinanza,

di dignità, un luogo che si alimenterà del

valore della relazione umana. ”

LA QUALITA’ DELLA GESTIONE

Le parole chiave dell’Organizzazione:

- Personalizzazione degli ambienti e

degli interventi assistenziali

- Umanizzazione, ovvero massima

libertà di accesso per i parenti,

dotazione di locali per il tempo

libero e spazi dedicati ai bambini

- Rispetto della riservatezza e della

dignità di ognuno

- Apertura al Territorio e valorizzazione

del Volontariato

- Sicurezza attiva e passiva certificata

- Stabilità del lavoro

- Strategie di contenimento del

precariato e del turn over

Associazione “Insieme per l’Hospice

Soci Fondatori:

- Comune di Piacenza

- Provincia di Piacenza

- Diocesi di Piacenza e Bobbio

- Camera di Commercio di Piacenza

- Fondazione di Piacenza e Vigevano

- Associazione Industriali di Piacenza

- Unione Provinciale degli Artigiani

- Confcooperative Piacenza

- Caritas Diocesana di Piacenza e Bobbio

- Lega Italiana Lotta ai Tumori di Piacenza

- Associazione Malato Oncologico di Piacenza

Associazione insieme per l’Hospice

Consorzio IRIS

Le parole chiave dell’Assistenza:

Progetto Primo Classificato - Vision 2020

Marco Carini, Presidente Consorzio IRIS

“Una volta mi capitò di sentire raccontare di

un medico che, vedendo un paziente imboccato

amorevolmente da un figlio mentre gli

teneva una mano sulla spalla, ebbe a dire che

quella era la vera mano che nutre. Troppo

spesso si curano i pazienti senza prendersi

cura delle persone. La cultura che verrà

espressa all’interno dell’Hospice territoriale

di Piacenza sarà quella dell’attenzione,

dell’ascolto attivo, del rispetto e della condivisione

empatica. Un luogo di vicinanza,

di dignità, un luogo che si alimenterà del

valore della relazione umana. ”

- Equipe multidisciplinare (Assistenza

Medico - Palliativistica, Ass. Psicologica,

Ass. Infermieristica, Ass. Sociale,

Fisioterapia attiva, passiva e in acqua,

Ass. Socio -Sanitari) integrata con MMG

e Specialisti

- Formazione e aggiornamento del

Personale e dei Volontari

- Supporto continuo, sostegno

professionale ed emotivo (a favore

dei Famigliari, degli Operatori e dei

Volontari)

- Dotazioni di attrezzature ed ausili per

la mobilizzazione all’avanguardia

(anche informatici à cartella clinica on

line)

- Standards assistenziali incrementati

rispetto alle norme vigenti ed alle

richieste del capitolato

Consorzio IRIS :

H o s p i c e

t e r r i t o r i a l e

d i P i a c e n z a


L’Hospice sorgerà nella zona

della Madonnina, nel cuore di

un comparto urbano che negli

ultimi tempi ha fatto segnare un

importante ciclo di sviluppo. Tra i

due assi principali di Corso Europa

e della Tangenziale Sud, si colloca

in una posizione strategica, di facile

accessibilità e pienamente inserito

nel tessuto urbano.

Il parco a corredo dell’Hospice

sarà provvisto di percorsi nel verde

dotati di sedute ombreggiate e

tutta l’area sarà oggetto di costanti

e attente cure di manutenzione per

garantirne la ottimale fruizione

lungo tutto il corso dell’anno.

La qualità della progettazione

pone l’edificio all’avanguardia

sotto il profilo energetico: con

l’adozione di sistemi di isolamento

e l’introduzione dell’impianto solare

fotovoltaico.

L’edificio dell’Hospice è

dimensionato con una superficie

utile di 1.050,00 mq. circa: le camere

residenziali sono 16.

L’Hospice è una struttura inserita a pieno

titolo nella rete dell’assistenza domiciliare.

La cultura che verrà espressa al suo interno

sarà quella dell’attenzione, dell’ascolto

attivo, del rispetto e della condivisione

empatica. Un luogo di vicinanza, di dignità,

un luogo che si alimenterà del valore della

relazione umana.

Ogni camera è stata progettata per

riprodurre un ambiente vicino a

quello quotidiano di casa propria,

inoltre è dotata dei più avanzati

dispositivi di mobilitazione dei

pazienti, di altissima qualità. Un

unico grande spazio per il soggiorno,

la socializzazione, la conversazione.

Al suo interno verrà allestita inoltre

una postazione internet.

I visitatori della struttura sono

indirizzati a un accogliente frontoffice.

Nelle immediate vicinanze vi

sono gli spazi di attesa per l’accesso

agli ambulatori medici, al locale

terapia, e allo spazio DAY CARE,

che avrà la funzione di raccordo fra

le attività domiciliari e l’Hospice.

All’interno dell’Hospice sarà

realizzato un luogo di culto.

La dimensione spirituale è di

fondamentale importanza nel

percorso di cura rivolto al paziente.

La figura dell’assistente spirituale

sarà individuata dalla Diocesi e avrà

a disposizione uno spazio dedicato.

IMMAGINE STANZA

Questo è un prodotto realizzato da

More magazines by this user
Similar magazines