LEXUS LF-A # 3 - Motorpad

motorpad.it

LEXUS LF-A # 3 - Motorpad

week

# 3

questa settimana

parliamo di:

giugno 2011

INFINITI EX

Sempre più

lusso e sicurezza

LEXUS LF-A

sfida alle supersportive


LEXUS LF-A

3 - 22

La risposta che

viene dall’Oriente

La Lexus LF-A sfida

le supercar europee;

motore V10 da

560/570 CV.

Adesso le varie supercar

esclusive - Ferrari, Lamborghini,

McLaren, Jaguar,

Aston Martin, Porsche -

hanno una rivale in più.

In realtà ne hanno 500 perché

tante sono le Lexus LF-A che

vanno finalmente in produzione

dopo una “gestazione” durata

qualche anno.

Il modello è stato infatti presentato

ufficialmente al Salone di

Tokio del 2009, ma le anticipazioni

come prototipo si erano

viste già al Salone di Detroit del

2005 riprese poi a Tokyo dove,

due anni dopo, si era visto anche

lo studio per una LF-A in

versione Roadster di cui, al momento,

si sono perse le tracce.

Esposta poi in tutte le manifestazioni

che da allora si sono

succedute in giro per il mondo,

la LF-A è andata raccogliendo

sempre più consensi da parte

della critica e degli appassionati

ottendo così il via libera per

JCM - Giugno 2011 - week 3


4 - 24

l’annunciata produzione in serie

limitata: 500 esemplari per tutto

il mondo. Tutti, come sempre

avviene in questi casi, già

prenotati.

Ora il programma è entrato

nella sua fase esecutiva e la LF-A

viene prodotta in 20 esemplari

al mese, praticamente fatti a

mano e uno è già stato conse-

possono anche essere incrementati

per le 50 unità ulteriormente

personalizzate con l’allestimento

Nurburgring che ne

esalta la connotazione sportiva

e l’esclusività: assetto ancor più

ribassato, aerodinamica affinata,

10 CV in più dei 560 di serie e

una tinta di carrozzeria arancione

riservata.

giapponese e da quella specializzata

che rimprovera alla versione

definitiva di avere un po’

“tradito” i concetti originali di

semplicità.

Si è persa in pratica, quella “raffinatezza

minimalista” che così

bene aveva interpretato il nostro

Leonardo Fioravanti (forse

significa questo la sigla LF) che,

JCM - Giugno 2011 - week 3

gnato in Gran Bretagna.

Una storia che merita di essere

raccontata questa dei clienti LF-

A. Tutti infatti sono stati “convocati”

a Goodwood per prendere

contatto con la vettura e

per confermare l’intenzione

d’acquisto versando un robusto

anticipo sui 375.000 euro del

prezzo di listino. Sono tanti, ma

L’occasione di una breve presa

di contatto con l’auto, con tutte

le limitazioni imposte dalle strade

aperte al traffico, ha comunque

consentito di esaminare a

fondo, per cominciare, lo sviluppo

stilistico del modello.

Da questo punto di vista non si

può non concordare con i giudizi

espressi dalla stessa stampa

per ammissione dello stesso responsabile

dello stile Lexus,

Wahel Hirat, aveva collaborato

allo sviluppo della LF-A fin dalla

sua prima impostazione.

Ora c’è una certa pesantezza in

più nella parte posteriore e si è

perso qualcosa nella pulizia della

forma, forse per esigenze pratiche

legate all’ingegnerizzazione.


6 - 25

Di certo è rimasta la forte personalità

del modello e la sua dichiarata

volontà di essere “diversa”

dalle concorrenti.

Una diversità che si nota anche

nell’allestimento interno con pilota

e passeggero seduti molto

bassi e divisi da un tunnel che ha

quasi l’ingombro di una barricata

e con una plancia che dire

scenografica è dir poco.

Gli strumenti non solo cambiano

di colore, ma anche di dimensione

secondo situazione,

come il contagiri che può mostrare

solo e ingranditi, i numeri

alti della scala, là dove il motore

più forte fa sentire il suo ruggito,

pardon… “musica”.

L’avviamento è a chiave e a pulsante,

opportunamente posizionato

sulla razza destra del volante

relativamente piccolo e

smussato. Un po’ complicato

l’uso del cambio automatico sequenziale

con levette al volante

che preferiremmo un pochino

più resistenti alla chiamata e con

la retromarcia da cercare su un

pulsante alla sinistra della plancia.

C’è di meglio, in questo settore;

tanto per fare un po’ di

sano, ma corretto, nazionalismo,

sulla Ferrari FF che, per inciso,

costa 260.000 euro contro

i 375.000 della LF-A. Come dire

che con i soldi che avanzano ci

stà, in più, una Porsche 911

GT3. Discorsi ovviamente oziosi

in quanto, come si è detto, di

LF-A disponibili non ce ne sono

più e una è finita anche in Italia.

JCM - Giugno 2011 - week 3


7 - 26

Le concorrenti

FERRARI FF

Con carrozzeria a 4 porte

vince in versatilità essendo

più generosa di spazio per 4

persone e, con i 660 CV e i

683 Nm del motore 6.200 cc

V12, anche in potenza. Costa

260.000 euro, più optional.

JCM - Giugno 2011 - week 3

In attesa di una prova in pista

dove tentare di sfruttare a fondo

e in sicurezza le potenzialità

del mezzo, sulle strade del primo

contatto è stata necessaria

la massima concentrazione per

tenere sotto controllo l’immediatezza

delle risposte che arrivano

dall’acceleratore e dallo

sterzo. Sono i veri punti di forza

della LF-A uniti ad un telaio con

molte parti in alluminio che, se

da un lato fa sentire nel fondoschiena

anche il minimo sassolino

sulla strada, dall’altro incolla

l’auto a terra.

A patto, ben inteso, di ricordarsi

che si tratta di una potente

trazione posteriore che può anche

reagire con rabbia e che la

coppia max si esprime a 6.800

giri. Vale a dire con sovrasterzi

di potenza che in rettilineo possono

far partire l’auto come

uno sciatore impegnato in uno

slalom. Nelle curve veloci la

tendenza ad allargare arriva prima

del previsto, mentre in quelle

strette, come sui tornanti

delle Apuane dove l’abbiamo

sperimentato direttamente, è

altrettanto facile trovarsi con

l’auto di traverso. Inutile, nelle

situazioni del test, cercare di

usare la sesta marcia di potenza

per spunti velocistici, ma i rapporti

alti si sono ben prestati anche

per andature più civili nel rispetto

dei cartelli stradali anche

più severi.

Senza che questo candidi la LF-

A al ruolo di vettura “cittadina”,

ma ci si può anche andare piano,

senza assordare gli ammirati

spettatori che assistono al passaggio.


MCLAREN MP4-12C

Forse la più “esclusiva”

quanto a immagine. Il motore

è un V8 di 3.800 cc a doppio

compressore da 600 CV e

600 Nm. Figlia diretta delle

competizioni costa 210.000

euro.

SCHEDA TECNICA

LF-A

Prezzo euro

Potenza kW (CV)

Coppia massima Nm

Velocità massima km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h

Lung-Larg-Alt mm

Passo mm

Carreggiate ant/post mm

Peso kg

4.8 V10

375.000

412 (560) / 419 (570)

480

325

3”7

4505-1895-1220

2605

1580 / 1570

1480 - 1580


Mi piace

Benzina 1.2 94cv

Anche 4x4

Tutto di serie.

Senza sorprese *

Diesel 1.3 DDiS.

Ok per neopatentati

7 airbag + ESP ®

Sportività e design nella più compatta espressione di stile.

Nella foto Swift 1.3 DDiS 5p GL Style. Consumo ciclo combinato: 4,2 l/100 km.

Emissioni CO 2 ciclo combinato: 109 g/km.

ESP ® è un marchio registrato Daimler AG.

*Verica gli equipaggiamenti presso le concessionarie.

www.nuovaswift.it


INFINITI EX

9 - 28

Non c’è

fine al lusso

Si aggiorna

e si arricchisce

ulteriormente la

dotazione di serie

del SUV-crossover

Infiniti EX.

L’

esclusivo SUV EX della

marca di lusso Infiniti non

si accontenta del già elevato

livello di dotazioni e, tranne

che sulla versione d’accesso

EX30d, arricchisce ulteriormente

gli equipaggiamenti.

Tra questi si trovano ora il sofisticato

sistema di navigazione e

intrattenimento Connectiviti+

di Infiniti e l’impianto audio

Bose a 11 altoparlanti.

Connectiviti+ è un’avanzatissima

piattaforma di funzioni di informazione

e di intrattenimento

concepite per integrarsi le une

con le altre e rendere il sistema

quanto più possibile facile da

usare. La navigazione, potenziata

da un hard disk da 30 GB, include

servizi come il riconoscimento

vocale, la rappresentazione

in 3D degli svincoli autostradali

e dei punti di interesse

sul touch screen ad alta risoluzione

e, caratteristica esclusiva,

l’accesso diretto alle guide Mi-

JCM - Giugno 2011 - week 3


10 - 29

chelin Rossa e Verde per informazioni

turistiche e su hotel e

ristoranti.

Le versioni GT dell’EX37 a benzina

e dell’EX30d diesel aggiungono

di serie ruote da 19 pollici.

Miglioramenti anche per le versioni

GT Premium che adottano

l’avviso anticollisione anteriore

(FCW, Forward Collision Warning),

il sistema di prevenzione

allontanamento corsia di marcia

(LDP, Lane Departure Prevention),

l’avviso su angolo cieco

(BSW, Blind Spot Warning), un

tetto in vetro apribile elettricamente,

l’impianto audio Bose

Premium Sound System e le

ruote da 19 pollici.

Fra le altre novità riguardanti

l’EX, per ogni modello della

gamma è ora disponibile la vernice

Malbec Black, un nero metallizzato

con pigmenti rossi, naturalmente

con finitura Scratch

Shield, che si auto-rigenera dai

piccoli graffi. Le migliorie comportanto

i seguenti nuovi prezzi

di listino:

EX30d a euro 50.600, EX30d

GT a euro 56.250, EX37 GT a

euro 56.400, EX30d GT Premium

a euro 60.600, EX37 GT

Premium a euro 60.750.

I prezzi degli optional sono i seguenti:

vernice metallizzata 950

euro; mancorrenti sul tetto in

alluminio 500 euro; tetto in vetro

apribile elettricamente (di

serie nella versione GT Premium)

1.350 euro; inserti in legno

di acero lucidati a mano

450 euro; sistema Connectiviti+

(di serie nelle versioni GT e

GT Premium) 2.400 euro.


JCM - Giugno 2011 - week 3

More magazines by this user
Similar magazines