POR Campania 2000-2006 Progetto per la realizzazione di una ...

resources.regione.campania.it

POR Campania 2000-2006 Progetto per la realizzazione di una ...

Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

POR Campania 2000-2006

Progetto per la realizzazione di una Procedura di supporto

alla Gestione e al Monitoraggio

Manuale d’uso ASA (Fase I)

Applicativo Stand Alone

1


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

INDICE

1 APPLICATIVO STAND ALONE......................................................................................................................... 3

1.1 Aiuti a regia regionale..........................................................................................................5

1.1.1 Dati impresa destinataria..............................................................................................6

1.1.2 Impegni del Beneficiario Finale...................................................................................7

1.1.3 Spesa del Beneficiario Finale.......................................................................................9

1.1.4 Spesa del Destinatario................................................................................................12

1.2 Aiuti a titolarità regionale ..................................................................................................13

1.3 Infrastrutture.......................................................................................................................14

1.3.1 Imprese esecutrici ......................................................................................................15

1.3.2 Impegni del Beneficiario finale..................................................................................16

1.3.3 Spese del Beneficiario finale......................................................................................17

1.4 Acquisizione di Beni e Servizi...........................................................................................18

1.5 Attività formative...............................................................................................................18

2


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

1 APPLICATIVO STAND ALONE

Nel caso delle operazioni a regia regionale, la raccolta dei dati relativi agli impegni ed alle spese del

beneficiario finale e ai dati Anagrafici delle Imprese Esecutrici o destinatarie di aiuti avverrà

attraverso l’utilizzo di un Applicativo Stand Alone (d’ora in poi denominato ASA).

Nel caso delle operazioni di regime di aiuto, l’utilizzo dell’ASA è esteso anche ai progetti a

titolarità, al fine di agevolare il lavoro dei Responsabili di Misura, i quali potranno ottenere i dati

dalle imprese destinatarie direttamente su supporto informatico.

L’ASA è un programma sviluppato in Excel e si avvale della tecnologia XML.

Il sistema di monitoraggio consente al Responsabile di Misura di generare un file ASA (in formato

XML). Tale file sarà distribuito su un adeguato supporto di memorizzazione (floppy disk o e-mail)

a tutti i soggetti interessati (beneficiari finali per le operazioni a regia regionale e destinatari per gli

aiuti a titolarità regionale).

Il file ASA generato dal Responsabile di Misura contiene tutti i dati di base relativi al progetto

(anagrafica progettuale, piano finanziario, quadro economico, ecc.), ivi inclusi gli eventuali vincoli

alla rendicontazione (scaturenti dal quadro economico).Tale file avrà una estensione lunga ma

indicativa, infatti sarà Asa_nome Tipo Operazione_imp(indica file creato da parte del

RdM)_numero della misura_ id di progetto_giorno_mese_anno_ora_minuti.Attenzione in nessun

caso tale estensione può esser cambiata.

L’utente che riceverà questo file necessita di un semplice applicativo (denominato “ASA

Template”, sviluppato in excel e scaricabile via web dal Portale della Regione

Campania,www.regione.campania.it, sezione POR-voce Beneficiari Finali), mediante il quale potrà

leggere le informazioni ivi contenute.

Utilizzando l’ASA Template, l’utente potrà eseguire l’ASA sul proprio PC e sarà guidato

nell’inserimento dei dati di avanzamento relativi al suo progetto. L’applicazione guiderà l’utente nel

processo di immissione dei dati suggerendo in automatico soluzioni e attuando gli adeguati controlli

sui valori inseriti.

Al termine dell’inserimento, l’ASA Template produrrà un file opportunamente formattato che

l’utente, tramite e-mail, provvederà a far pervenire agli uffici regionali preposti alla gestione dei

progetti in questione.

3


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

Il Responsabile di Misura (o l’utente regionale con diritti equipollenti) troverà nell’applicativo POR

una funzione che permetterà l’acquisizione in maniera automatica dei dati presenti nel file prodotto

dall’ASA. Tale applicativo effettuerà una serie di controlli di base sulla correttezza dei dati inseriti.

L’ASA consente l’acquisizione di dati differenziati a seconda della tipologia di operazione; la

seguente Tabella 6 riporta i set di dati relativi a ciascuna tipologia di operazione per le quali è

previsto l’ASA:

Tabella 6

Tipologia di Operazione

Dati raccolti tramite l’ASA

Aiuti a regia regionale • Dati impresa destinataria;

• Impegni Beneficiario finale;

• Spese Beneficiario finale;

• Spese impresa destinataria.

Aiuti a titolarità regionale • Dati impresa destinataria;

• Spese impresa destinataria.

Infrastrutture • Dati imprese esecutrici;

• Impegni Beneficiario finale;

• Spese Beneficiario finale;

Acquisizione di beni e servizi • Dati imprese esecutrici;

• Impegni Beneficiario finale;

• Spese Beneficiario finale;

Attività formative • Dati erogatore formazione;

• Impegni Beneficiario finale;

• Spese Beneficiario finale;

• Spese erogatore formazione.

Nei paragrafi seguenti si analizzano nel dettaglio le schermate proposte dall’applicativo nelle

diverse ipotesi sopra indicate.

All’apertura del file “ASA Template.xls” si presenta la seguente schermata:

4


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

Schiacciando sul pulsante “importa dati”, il beneficiario finale (o il destinatario di aiuti a titolarità

regionale) viene guidato nell’importazione dei dati presenti nel file XML ricevuto dal Responsabile

di Misura.

Una volta importati i dati del file XML, l’utente potrà accedere alle informazioni utilizzando

l’apposito pulsante (Accedi dati Progetto) posto sulla maschera di accesso.

La maschera di riepilogo dei dati del progetto è differenziata a seconda delle tipologie di operazioni

sopra descritte, in relazione a ciascuna delle quali essa conterrà due o più pulsanti di dettaglio (cfr.

Tabella 6). Nella figura seguente è illustrata la maschera di riepilogo relativa ai regimi di aiuto a

regia regionale (la quale riporta 4 pulsanti di dettaglio).

1.1 AIUTI A REGIA REGIONALE

Come accennato in precedenza, nel caso di aiuti a regia regionale, l’ASA consente l’acquisizione

dei seguenti dati:

− Dati impresa destinataria;

− Impegni Beneficiario finale;

− Spese Beneficiario finale;

5


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

− Spese impresa destinataria.

1.1.1 Dati impresa destinataria

Schiacciando il relativo pulsante, l’utente potrà inserire i dati dell’impresa destinataria.

Nella figura seguente è riportata la relativa maschera per l’inserimento.

La maschera di acquisizione consente di inserire/ modificare/ eliminare i dati dell’impresa.

Schiacciando il tasto “inserisci”, si possono digitare i dati dell’impresa e, in particolare, quelli

relativi all’atto di individuazione dell’impresa stessa (atto di ammissione al finanziamento),

all’anagrafica dell’impresa (PIVA/CF, denominazione, Comune/data e n. d’iscrizione alla CCIAA,

codice ISTAT dell’attività svolta), al profilo statistico dell’impresa (dimensione, natura giuridica e

settore di attività), al referente (responsabile del progetto o legale rappresentante) ed alle sedi

(legale ed operativa).

Anche in questo caso l’utente è guidato nell’inserimento dei dati, in quanto l’ASA prevede controlli

di correttezza formale e logica (es:.. controllo formale sulla PIVA, ecc.).

Al termine dell’inserimento dei dati si potrà accedere alla sezione di riepilogo.

6


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

1.1.2 Impegni del Beneficiario Finale

Per quanto concerne la sezione Impegni Beneficiario (cui è possibile accedere schiacciando il

relativo pulsante nel menù principale) l’utente potrà inserire i dati nella form mostrata nella

successiva figura 40. La schermata consente l’inserimento dei dati relativi all’atto di impegno o

disimpegno (tipo atto, n. atto e data atto) e di quelli inerenti alla ripartizione finanziaria tra U.E.,

Stato, Regione, Locale ed Altro, come risultante dall’atto di concessione del finanziamento.

7


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

Figura 40

L’utente potrà, alla fine dell’inserimento, avere un riepilogo degli impegni inseriti come mostrato in

figura 41.

8


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

1.1.3 Spesa del Beneficiario Finale

La form relativa alle spese del Beneficiario Finale (cui è possibile accedere schiacciando il relativo

pulsante nel menù principale) è pressoché identica alla sezione Impegni Beneficiario: la sola

differenza attiene al tipo di atto che, in questo caso, non sarà di impegno o disimpegno bensì di

pagamento o recupero.

9


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

Figura 42

L’utente potrà, alla fine dell’inserimento, avere un riepilogo delle spese inserite come mostrato in

figura 43.

10


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

11


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

1.1.4 Spesa del Destinatario

Di seguito si riporta la form che consente al Beneficiario finale di inserire i dati relativi alle spese

effettuate dal destinatario dell’aiuto.

Figur

a 44

Mediante questa form, l’utente potrà inserire i dati relativi a:

− documento di spesa (fattura, ricevuta o altro) specificando l’emittente, in n. , la data, la

categoria di spesa pertinente (scelta fra quelle del quadro economico del progetto), la causale e

gli importi. In particolare, per quanto concerne gli importi del documento di spesa, va notato che

essi devono essere completati con l’indicazione dell’esposto (valore nominale riportato nel

documento) e dell’ammissibile, il quale può differire dall’esposto a causa della non

ammissibilità di parte dei costi sostenuti (es:.. IVA, prestazioni non attinenti al progetto ed

incluse nella medesima fattura, ecc.);

disposizione di pagamento (bonifico, assegno o altro) specificando il n. e la data di emissione,

nonché la data di quietanza. per quanto concerne gli importi della disposizione di pagamento, va

notato che essi devono essere completati con l’indicazione dell’esposto (valore nominale

riportato nel documento di pagamento) e dell’ammissibile, il quale può differire dall’esposto a

12


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

causa della non pertinenza di parte dei pagamenti sostenuti (es:.. IVA, prestazioni non attinenti

al progetto ed incluse nella medesima disposizione, ecc.);

1.2 AIUTI A TITOLARITÀ REGIONALE

L’unico caso di progetti a titolarità regionale che prevede l’utilizzo dell’Applicativo ASA è quello

dei Regimi di Aiuto. In tale caso sarà richiesto all’utente (impresa destinataria) di inserire, tramite

l’apposito tasto(fig. 45), le spese sostenute nel campo Spese del Destinatario in cui sono presenti le

sezioni Documento di Spesa e Disposizioni di pagamento.

Figura 45

13


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

Figura 46

1.3 INFRASTRUTTURE

Come accennato in precedenza, nel caso di infrastrutture a regia regionale, l’ASA (fig47) consente

l’acquisizione dei seguenti dati:

− Dati imprese esecutrici;

− Impegni Beneficiario finale;

− Spese Beneficiario finale;

14


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

fig47

1.3.1 Imprese esecutrici

La maschera di acquisizione dei dati delle imprese esecutrici è sostanzialmente equivalente a quella

relativa alle imprese destinatarie di Aiuti e consente di inserire/ modificare/ eliminare i dati di

ciascuna delle imprese esecutrici di un’infrastruttura.

Anche in questo caso l’utente è guidato in quanto l’ASA prevede controlli di correttezza formale e

logica.

15


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

Figura 48

1.3.2 Impegni del Beneficiario finale

Anche la sezione “Impegni Beneficiario” (fig. 49) presenta caratteristiche similari a quella proposta

per gli aiuti a regia regionale precedentemente esaminati.

Figura 49

16


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

1.3.3 Spese del Beneficiario finale

La sezione di acquisizione dei dati relativi alle spese del beneficiario finale, è simile a quella

prevista per la spesa del destinatario di aiuti.

Figura 49

fig50

Mediante questa form, l’utente potrà inserire i dati relativi a:

− documento di spesa (fattura, ricevuta o altro) specificando l’emittente, in n. , la data, la

categoria di spesa pertinente (scelta fra quelle del quadro economico del progetto), la causale e

gli importi. In particolare, per quanto concerne gli importi del documento di spesa, va notato che

essi devono essere completati con l’indicazione dell’esposto (valore nominale riportato nel

documento) e dell’ammissibile, il quale può differire dall’esposto a causa della non

ammissibilità di parte dei costi sostenuti (es:.. IVA, prestazioni non attinenti al progetto ed

incluse nella medesima fattura, ecc.);

disposizione di pagamento (mandato o altro) specificando il n. e la data di emissione, nonché

la data di quietanza. per quanto concerne gli importi della disposizione di pagamento, va notato

che essi devono essere completati con l’indicazione dell’esposto (valore nominale riportato nel

documento di pagamento) e dell’ammissibile, il quale può differire dall’esposto a causa della

17


Cliente: Regione Campania

Direzione Tecnica PAL

non pertinenza di parte dei pagamenti sostenuti (es:.. IVA, prestazioni non attinenti al progetto

ed incluse nella medesima disposizione, ecc.);

− SAL e certificato di pagamento, per i quali si potranno specificare i relativi numeri e date di

emissione.

Naturalmente, nel caso in esame, non sarà necessario compilare alcuna form relativa alle spese del

destinatario essendo tale maschera di acquisizione prevista esclusivamente per i Regimi di Aiuto.

1.4 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI

Come accennato in precedenza, nel caso di acquisizioni di beni e servizi a regia regionale, l’ASA

consente l’acquisizione dei seguenti dati:

− Dati imprese esecutrici;

− Impegni Beneficiario finale;

− Spese Beneficiario finale;

La procedura prevista per l’utilizzo dell’applicativo ASA nell’ipotesi di Acquisizioni di Beni e

Servizi è del tutto simile a quella prevista per il caso di Infrastrutture, alla cui trattazione si rinvia

integralmente (cfr. precedente paragrafo). Un’unica semplice differenza consiste nel fatto che, nel

caso di acquisizioni di Beni e Servizi, non è previsto l’inserimento dei dati relativi al SAL e

Certificati di Pagamento.

1.5 ATTIVITÀ FORMATIVE

La procedura prevista per l’utilizzo dell’Applicativo ASA nell’ipotesi di Attività Formative è del

tutto simile a quella prevista per il caso dei Regimi di Aiuto alla quale si rimanda integralmente (cfr.

par. 4.1).

In definitiva, per tutti i casi, il RdM riceve i dati dal Beneficiario Finale e li importa nel sistema.

Dopo l’importazione, il RdM potrà convalidare i dati trasmessi dal Beneficiario, rendendoli visibili

anche a tutti gli altri utenti del sistema, ovvero non convalidarli e richiedere al beneficiario finale

una ulteriore trasmissione con modifica di uno o più dei dati trasmessi.

I Beneficiari visualizzeranno in rosso solo i dati che il RdM ha convalidato.

18

More magazines by this user
Similar magazines