DICEMBRE 2011 - Comune di Lisignago

comunelisignago.it

DICEMBRE 2011 - Comune di Lisignago

Semestrale di informazione edito dal Comune di Lisignago. Distribuzione gratuita

Anno 2 • numero 2 • DICEMBRE 2011

Registrazione Tribunale di Trento n. 6 del 14 febbraio 2011

DICEMBRE 2011

Energia pulita

L’impianto fotovoltaico

di Lisignago

Punto cultura

La cultura trova

i suoi spazi

Sulle rotte del mondo

Le radici di Lisignago

in Brasile


n. 2 / 2011 DICEMBRE

LISIGNAGO informa

Semestrale di informazione

del Comune di Lisignago

Anno 2 • numero 2 • dicembre 2011

250 copie – diffusione gratuita

Chiuso in redazione il 2 dicembre 2011

Direttore responsabile:

Alberto Piccioni

Redazione:

Gaia Callegari, Gloria Callegari, Maria Rita Cattani,

Dino Ferretti, Mariano Ferretti, Mara Lona

Hanno collaborato:

Maria Rita Cattani, Alessandro Santoni,

Ivo Ferretti, Stefano Nardon, Mara Lona,

Carlo Lona, Mariano Ferretti, Modesto Callegari,

Michela Callegari, Giampietro Giacomuzzi,

Padre Andrea Callegari, Anezka Saliova,

Marigrazia Odorizzi

Foto di:

Adriano Zendron, Luciano Lona

Il comitato di redazione, il direttore responsabile

e tutti coloro che hanno collaborato prestano

la propria opera a titolo di volontariato.

COMUNE di LISIGNAGO

Via Strada Vecchia, n. 142

Tel. 0461 683063 - Fax 0461 682222

www.comunelisignago.it

Registrazione Tribunale di Trento

n. 6 del 14 febbraio 2011

Stampa: Esperia Srl - Lavis

SOMMARIO

Non possiamo più delegare

Seconda adozione del PRG

Notizie in breve

Strada forestale Salesadi

Una scelta per l’ambiente

Valorizzare e promuovere il nostro territorio

La vita oltre la morte

Punto cultura. Perché

Notizie da “Idee a confronto”

Notizie dalla Maderlina

L’attività dell’estate - Circolo Culturale

I nostri missionari in America Latina

Compaesani lontani

Inaugurato il punto cultura

Porfido: economia ma anche cultura

Agenda

3

4

4

5

6

7

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

ORARI DI APERTURA UFFICI COMUNALI

Uffici ragioneria e anagrafe:

dal Lunedì al Venerdì 8.30 - 12.00

Giovedì 14.30 - 17.30

e-mail: ragioneria@comune.lisignago.tn.it /

anagrafe@comune.lisignago.tn.it

Ufficio tecnico:

Martedì 08.30 - 11.30 Giovedì 08.30 - 11.30

e-mail: tecnico@comune.lisignago.tn.it

Ufficio segretarile:

e-mail: segretario@comune.lisignago.tn.it

Custode forestale:

Signor Stefano Fontana - 348 1418977

Lunedì 11.00 - 12.00

Operaio comunale:

Flavio Pellegrini - 347 0356620

Fontana Rosa LILT

Il comune di Lisignago ha aderito alla campagna nazionale

di sensibilizzazione alla lotta contro il tumore al seno proposta

da LILT nel mese di ottobre, illuminando di rosa la notte

del 01 ottobre la fontana in Piazza e predisponendo il materiale

informativo relativo alla prevenzione presso l’ambulatorio

medico comunale.

UNIONE CONTADINI (EPACA)

Giovedì 16.30 - 17.00

RECAPITO ACLI

2° martedì del mese dalle 8.20 alle 9.10

CONSORZIO DI MIGLIORAMENTO FONDIARIO

1° giovedì del mese dalle ore 9.00 alle 12.00

o su appuntamento telefonare

al segretario Damiano 338 6199275

2 LISIGNAGO informa


IL SALUTO DEL Sindaco

Non possiamo

più delegare

In queste settimane si susseguono

notizie allarmanti sulla

situazione finanziaria ed

economica globale, con una crisi

che colpisce principalmente i

conti pubblici degli stati più deboli,

in cui purtroppo sembra esserci

l’Italia. Lo scenario è complesso

e preoccupante, anche a

fronte di una classe politica europea

che fatica ad essere all’altezza

della situazione: tuttavia si

può dire che in Italia, dopo mesi

rissosi e inconcludenti, il nuovo

governo guidato da Mario Monti

può aprire squarci di speranza.

Sembra essere iniziata una nuova

fase politica, questa volta caratterizzata

dalla serietà e dal desiderio

di fare la propria parte.

Abbiamo compreso che la gestione

della finanza pubblica è

una questione che riguarda il

nostro futuro e non può essere

semplicemente delegata al Governo

o ai palazzi romani. A prima

vista l’enorme velocità degli

scambi finanziari e il numero di

zeri che ogni giorno passano per

le Borse mondiali sembrerebbero

dimostrare quanto i singoli

cittadini siano inermi di fronte

ad una macchina apparentemente

senza pilota. Tuttavia proprio

nei momenti di crisi è la forza dei

singoli, comunque mai da soli, a

poter invertire la situazione. La

storia del Trentino, fatta di cooperazione,

tenace attaccamento

alla terra, capacità di sognare un

nuovo benessere, lo dimostra.

Il punto di svolta della crisi

non è ancora arrivato e dobbiamo

abituarci a una situazione di

incertezza che colpisce a cascata

ogni amministrazione pubblica.

Mentre scrivo queste riflessioni,

sono gli ultimi giorni di novembre,

già si parla di una ulteriore

severa manovra economica;

i provvedimenti governativi già

adottati incidono pesantemente

sul bilancio provinciale e quindi

sul quello degli enti locali. Anche

il Comune di Lisignago si troverà

costretto a valutare attentamente

ogni capitolo di spesa, scegliendo

le priorità fondamentali su cui

investire. Rispetto ad un recente

passato, oggi siamo chiamati a

rimboccarci le maniche, mettendo

da parte certe abitudini consolidate

e privilegi e ritornando a

quell’impegno e senso di responsabilità

che i nostri genitori ed i

nostri nonni hanno dimostrato in

situazioni ben più drammatiche.

Nel suo primo intervento in Senato

da presidente del consiglio

il professor Monti ha fatto un accenno

alla necessità di puntare

sul lavoro di tutti per rilanciare il

paese: “L’Italia ha bisogno di investire

sui suoi talenti… La valorizzazione

del capitale umano

deve essere un aspetto centrale”.

Il migliore capitale umano

sono i cittadini semplici e onesti

che lavorano per migliorare

il benessere della propria famiglia

e della propria comunità; sono

gli studenti che si impegnano

per gettare le basi del proprio futuro;

sono gli anziani che aiutano

le nuove generazioni e che, se

ascoltati, rappresentano un patrimonio

di saggezza. Questo vale

per l’Italia ma anche per il Trentino

e per Lisignago.

Il Natale è alle porte, con il suo

messaggio di speranza e fiducia

per tutti noi. E proprio con questi

sentimenti vorrei concludere il

mio saluto, augurando a ciascuno

di trascorre un lieto Natale e di

saper guardare con operosa serenità

al nuovo anno che viene.

Il Sindaco

Maria Rita Cattani

LISIGNAGO informa

3


LA PAROLA ALL’amministrazione

Seconda adozione

del PRG

Il 13 ottobre 2011, dopo diversi

mesi di lavoro svolto in collaborazione

con l’arch. Renzo

Giovannini, il Commissario Dandrea

ha adottato la variante al PRG

in seconda adozione. È stato un

processo molto lungo anche perché

il piano in prima adozione aveva

suscitato numerose osservazioni

sia da parte di privati cittadini,

compresi gli allora consiglieri di

minoranza, sia della Commissione

Urbanistica Provinciale, osservazioni

che hanno messo in luce varie

criticità del piano, oltre alla necessità

di adeguarlo in alcune parti

alla pianificazione provinciale.

Trovandoci in un contesto di

commissariamento, non abbiamo

potuto intervenire direttamente

sui lavori di stesura di questa seconda

adozione, ma solo attraverso

lo strumento delle osservazioni

che puntualmente e scrupolosamente

abbiamo presentato, evidenziando

i punti su cui nutrivamo

maggiori perplessità.

La pianificazione adottata dal

Commissario Dandrea, che ha

operato nella sincera volontà di

agevolare cittadini e amministrazione,

ha introdotto alcuni miglioramenti,

ma a nostro avviso lascia

però parzialmente irrisolti alcuni

importanti nodi che rischiano

di vanificare lo sforzo di tempo e

denaro fino ad ora investito. Il piano

baite, pur accogliendo almeno

parzialmente le osservazioni nostre

e di molti privati, è purtroppo

ancora orientato ad una rigida

strategia di tutela assoluta dell’esistente

(così com’è), a scapito di

una reale possibilità di recupero e

valorizzazione.

Al didi alcuni errori cartografici

che sicuramente saranno recuperati

in terza adozione, i maggiori

nodi da sciogliere rimangono quelli

relativi alle nuove aree edificabili,

dove permangono problematiche

che rendono particolarmente complessa

l’attuazione del piano.

Abbiamo quindi presentato specifiche

osservazioni sperando di riuscire

a modellare davvero questa

pianificazione alle esigenze e

peculiarità del nostro territorio. Va

tuttavia detto che nel corso della

precedente legislatura, quando

effettivamente si sarebbe potuto

creare un gruppo di lavoro, la volontà

degli amministratori di allora

è stata quella di condurre in totale

autonomia le scelte di pianificazione

che si sono concretizzate nel

piano adottato nel dicembre 2009

(a sette mesi dalle elezioni).

In questa fase ci siamo comunque

impegnati a segnalare tempestivamente

a tutta la popolazione

l’avvenuta seconda adozione, attraverso

l’affissione di avvisi nelle

bacheche comunali e mettendo

tutta la documentazione sul sito

del Comune, in modo da permettere

a tutti gli interessati di avere il

tempo e gli strumenti per presentare

eventuali nuove osservazioni.

Abbiamo anche sollecitato il

Commissario affinché si rendesse

Notizie in breve

disponibile per una serata pubblica.

Il Commissario da parte sua ha

però declinato questa nostra proposta

affermando la scarsa proficuità

di una serata pubblica, dal

momento che avrebbero potuto

essere oggetto di osservazione solo

le zone interessate da modifiche

e novità introdotte in seconda adozione,

ed ha proposto in alternativa

un incontro diretto con i singoli cittadini

in modo da poter affrontare

nello specifico le singole questioni.

Così il 10 novembre il Commissario

si è messo a disposizione della

comunità di Lisignago per tutto il

pomeriggio, incontrando numerose

persone e dando loro delucidazioni

e spiegazioni. Ci preme sottolineare

che quest’ultima fase non

è prevista da nessuna normativa

ed è per questo che vogliamo con

l’occasione ringraziare l’arch. Giovannini

e il Commissario Dandrea

per la loro disponibilità.

Ora ancora una volta siamo in

attesa delle osservazioni che farà

anche la Commissione Urbanistica

Provinciale per addivenire alla

terza e definitiva adozione di piano

probabilmente entro la primavera

del nuovo anno.

Benvenuto al nuovo Segretario Comunale: vogliamo dare il benvenuto

e augurare un buon lavoro al dottor Paolo Tabarelli de Fatis che con

il primo gennaio 2012 entrerà pienamente operativo quale nuovo Segretario

comunale di Lisignago.

Vogliamo anche rivolgere un sentito ringraziamento al dottor Enrico Sartori,

che ha lasciato il ruolo di Segretario dopo quasi quatto anni di lavoro

svolto con competenza, disponibilità e assoluta dedizione.

Centro diurno anziani: su indicazione dell’Assemblea della Comunità

di Valle, il 29 agosto 2011, il Centro servizi per anziani che fino ad allora

era stato ospitato a Cembra è stato trasferito nella struttura della RSA

di Lisignago, negli spazi appositamente dedicati. Rinnoviamo il nostro

benvenuto ad anziani e operatori, con l’augurio che possano trovare non

solo spazi e strutture confortevoli, ma anche una comunità accogliente

ed ospitale.

4 LISIGNAGO informa


LA PAROLA ALL’amministrazione

Strada forestale

Salesadi

Sono stati ultimati nel

corso del mese di novembre

i lavori relativi

la realizzazione strada forestale

denominata Salesadi e

il rifacimento tombone sul rio

che scende dai prati della Grava-Maderlina

e Taverne. Questi

due interventi, avviati in fase

di progetto e finanziamento

dalla precedente amministrazione,

sono stati affidati al dott.

Andrea Bonincontro come direttore

dei lavori, mentre l’esecuzione

degli stessi, previa

gara d’appalto, sono stati affidati

alla ditta F.lli Giovanella

s.n.c.. Con il primo intervento

si è realizzato un tratto di strada

forestale che dalla strada

da “Mont” si collega con quella

esistente dei Salesadi, che a

sua volta si collega con quella

di Signorach.

I lavori sono iniziati con il taglio

della vegetazione e successiva

realizzazione di una pista

con rampe e muri di massi ciclopici

da scogliera. Il rio è stato

incanalato posando 3 tubi in

calcestruzzo e quindi, per consentire

il deflusso dell’acqua

nel caso si verificassero intasamenti,

al di sopra i tubi è stata

realizzata una “corda molla”

selciata e allettata con malta

cementizia. Si è provveduto poi

ai lavori di finitura quali la posa

e battitura dello stabilizzato in

modo tale da ottenere una pendenza

lineare della strada e la

posa di canalette in legno per

lo sgrondo delle acque meteoriche.

La nuova strada forestale ha

una lunghezza complessiva di

290 m, con pendenze comprese

tra il 6% e il 13%.

Il secondo intervento presso

la presa Salesadi, ha previsto

la realizzazione di nuovo ponte

sul rio per risolvere i problemi

di tracimazione legati all’intasamento

dell’originario tombone

sulla strada che si dirama

dalla viabilità forestale principale

e collega all’acquedotto

comunale.

La continua tracimazione

del rio ha infatti provocato un

dissestamento della strada e

l’impossibilità di raggiungere

l’opera di presa con mezzi meccanici.

Si è provveduto quindi alla

demolizione del vecchio manufatto,

con la riprofilatura del naturale

alveo del corso d’acqua

mediante posa di massi sulle

sponde laterali e con la realizzazione

prima dell’imbocco del

nuovo ponte, di alcune gradinate

eseguite con massi reperiti

sul posto.

Successivamente è stata abbassata

la quota del rio in modo

tale da poter realizzare due

muri in scogliera, mentre a collegamento

tra un muro e l’altro

è stato realizzato un ponte in larice.

Infine il raccordo tra il ponte

e la strada esistente è stato garantito

posando un selciatone

in pietrame e malta cementizia.

Il costo complessivo dell’opera

è pari a 69.614,89 € di cui

31.170,00 € finanziati con intervento

provinciale e 38.444,89 €

dal Comune attraverso un mutuo

a tasso zero acceso con il

BIM.

Gli Assessori

Ivo Ferretti e

Stefano Nardon

Apt Pinè Cembra: il 27 ottobre il nostro compaesano

Ugo Faccenda è stato nominato presidente dell’Apt Pinè

Cembra. Al nuovo presidente dell’Apt vogliamo rivolgere

un sincero augurio di buon lavoro.

Ripristino acquedotto vecchio: nel corso del mese di

marzo inizieranno i lavori di ripristino del vecchio acquedotto,

diretti dall’ing. Mirko Tovazzi. I lavori sono

stati affidati alla ditta Nicolodi per un importo di contratto

pari a 223.788,08 Euro.

Portico SS 612: risolti alcuni nodi connessi alle procedure

espropriative, nel corso del mese di novembre è stata

pubblicata la gara per l’affidamento dei lavori di messa

in sicurezza della strada statale 612. Nei primi mesi

dell’anno, ultimate le procedure di selezione, inizieranno

i lavori sotto la direzione dell’ing. Andrea Zanetti.

Recupero castagneto: in collaborazione con la Stazione

Forestale di Cembra, nel corso del 2012 saranno eseguiti

dei lavori per il recupero dei castagni nei boschi

tra la cava e la nuova tagliafuoco di Lanciatesa. I lavori

prevedono il taglio delle resinose, che saranno destinate

a cippato, e la selezione delle piante “da foglia” di maggior

pregio con particolare attenzione ai numerosi castagni

presenti nella zona.

Polizia municipale: a partire dal primo gennaio il

servizio di Polizia Municipale verrà gestito in forma

associata attraverso il “Corpo Polizia Locale - Rotaliana

Koenigsberg” nato dalla fusione dei Corpi di Polizia

Locale “Avisio” e “Rotaliana Paganella”. La decisione

è maturata per realizzare economie di scala e

gestire al meglio le risorse umane e tecnologiche.

LISIGNAGO informa

5


LA PAROLA ALL’amministrazione

Una scelta

per l’ambiente

Siamo ormai tutti consapevoli

che l’attenzione

all’ambiente negli

ultimi anni è aumentata in modo

esponenziale, grazie ad una

maggiore coscienza ecologica e

ad una generale sensibilità verso

questi temi.

Di questo troviamo riscontro

ogni qualvolta ci confrontiamo

con generazioni più giovani,

quando parliamo con i nostri figli,

osservando in loro un maggior

rispetto verso l’ambiente e

una forte attenzione nel differenziare

i rifiuti.

Possiamo concretamente notarlo

anche nei luoghi aperti, nei

boschi, nei prati dove un tempo

era più facile scorgere dei rifiuti

sparsi. Oggi la gente è più attenta

e in genere raccoglie e differenzia

scrupolosamente i rifiuti.

Nei luoghi di montagna addirittura

si tende a non installare

più cestini, confidando nel forte

senso civico delle persone nel

riportarsi a casa i rifiuti prodotti.

Le nuove tecnologie hanno

permesso di costruire autovetture

che producono sempre meno

sostanze inquinanti e la ricerca

mira sempre più a trovare

soluzioni alternative ai carburanti

di origine fossile. A livello

europeo e mondiale si investe

sempre più in energie rinnovabili

e sicure: solare ed eolico in

particolare.

Proprio partendo da questi

presupposti abbiamo voluto anche

noi, nel nostro piccolo, fare

la nostra parte realizzando un

impianto fotovoltaico.

Consapevoli ormai che le agevolazioni

economiche previste

fino a qualche anno fa hanno

ridotto notevolmente la convenienza

economica dell’intervento

(e più il tempo passa più questa

si riduce) abbiamo voluto

individuare un intervento realizzabile

in tempi brevi.

Come luogo per l’intervento

abbiamo scelto il tetto dell’edificio

delle ex scuole elementari,

geograficamente ben esposto e

staticamente idoneo. L’intervento

è stato progettato dallo studio

tecnico Enrico Zendron e la

gara di appalto per la sua installazione

è stata vinta dalla ditta

Quad di Fornace.

I pannelli fotovoltaici sono stati

posizionati sulla falda sud-est del

tetto, per una potenza di picco di

9,6 Kwh. Gli inverter sono 3 e sono

stati posizionati all’interno

del sottotetto, mentre nell’atrio

della scuola materna è stato

montato un monitor, dal quale è

possibile seguire in tempo reale

l’andamento dell’impianto con

il vantaggio di poter scorgere

eventuali inconvenienti.

Sfruttando la linea ADSL attiva

presso il nostro punto lettura,

quindi senza nessun costo aggiuntivo,

abbiamo reso disponibile

la consultazione in tempo

reale dell’andamento dell’impianto

tramite internet. Infatti

da qualsiasi postazione internet

è possibile collegarsi all’impianto

tramite il link presente sul sito

del nostro Comune e poterne

consultare tutti i parametri.

È consentito vedere il valore

istantaneo di potenza, il giornaliero,

il mensile, il progressivo e

tutto lo storico dalla data di attivazione.

Inoltre il sito fornisce anche

il valore economico di energia

prodotto e l’equivalente di anidride

carbonica non emessa

nell’atmosfera (la produzione

di 1 Kwh di energia elettrica tramite

una centrale termica genera

0,53 Kg di CO 2

, cioè anidride

carbonica).

La spesa per l’impianto dovrebbe

essere ammortizzata in

circa 8 anni.

Il Vicesindaco

Alessandro Santoni

6 LISIGNAGO informa


LA PAROLA ALL’Amministrazione

Valorizzare e promuovere

il nostro territorio

Valorizzazione e promozione

del territorio sono stati

i fili conduttori dell’attività

comunale estiva 2011.

Con i ragazzi sono state realizzate

le carte de “LA MAGIA DEL

BOSCO”, un gioco costruito da

loro nel corso di appuntamenti

didattici con le dott.sse Daniela

Ferretti e Rosanna Pellegrini,

durante i quali hanno studiato

gli alberi, le loro foglie e cortecce,

nonché gli animali che vivono

nei nostri boschi: volatili, rettili,

anfibi e mammiferi. Il giorno

11 settembre, in occasione della

tradizionale festa della SAT di

Lisignago in Maderlina, i mazzi

di carte sono stati consegnati ai

bambini dopo averli animati con

delle pozioni magiche. Con i ragazzi

di Valda, si sono poi tutti

esibiti nei balletti di gruppo insegnati

durante l’estate da Debora

Zendron.

Il 29 settembre ci siamo poi ritrovati

per svuotare le zucche

tutti assieme al punto cultura,

attività molto partecipata che riproporremo

di certo l’anno prossimo.

Per promuovere il nostro comune

e i suoi luoghi di valore

storico e artistico, la chiesetta

di San Leonardo, già inserita in

primavera all’interno delle mete

provinciali di Palazzi Aperti, è

stata riproposta nei percorsi di

scoperta del territorio cembrano

nell’attività della Strada del Vino

Colline Avisiane Faedo e Valle di

Cembra “Divin Ottobre”.

La Fanfara Alpina di Cembra

ha infine allietato la serata di venerdì

16 settembre con uno stupendo

concerto proposto alla comunità

nel piazzale dell’asilo. I

bandisti, diretti dal maestro Enrico

Leo di Vincenzo, hanno voluto

dedicare un brano alla scomparsa

Maria Lona, sempre presente

ai loro concerti. Ringrazio nuovamente

il presidente Roberto Zanotelli,

per la disponibilità e la

sensibilità dimostrata.

Per l’inverno proponiamo dei

laboratori presso il punto Cultura

durante il sabato pomeriggio (come

da calendario pubblicato), relativi

alle proiezioni proposte dal

Circolo Culturale “ Lisignago Iniziative”.

Assessore alla cultura

Mara Lona

La vita oltre la morte

Un vecchio castagno spoglio alle porte dell’inverno sembra innalzarsi

al cielo con i suoi rami contorti alla ricerca dell’afflato vitale che

ormai da molti anni l’ha lasciato. Proprio attorno a questo castagno

si è sviluppata nello scultore Silvano Ferretti l’idea di realizzare

un film/documentario in collaborazione col regista Massimo Gabani

e con l’allieva scultrice Eleonora Zanderigo Maccarino.

Attraverso una narrazione genuina e spontanea, ispirata al grande

amore dell’artista per la sua terra natale, Silvano ci racconta dell’antica

tradizione della coltivazione del castagno, pianta generosa che

nei secoli è stata utilizzata nella coltivazione della vigna e per i suoi

frutti che hanno costituito un aiuto prezioso nei momenti di grande

povertà.

E questo stesso castagno, attraverso le sapienti mani dello scultore,

rinasce e si trasforma in un Cristo che non è inchiodato alla croce,

ma si protende verso chi lo invoca e chiede la sua protezione.

Questo progetto, che si è sviluppato nei mesi di novembre e dicembre,

ha coinvolto anche il gruppo Sat di Lisignago che ha permesso il

posizionamento del Cristo sul Piz delle Agole, arricchendo ulteriormente

uno dei punti più suggestivi della montagna cembrana.

Ringraziando di questa iniziativa che valorizza il nostro territorio e

la nostra storia, invitiamo fin da subito Silvano Ferretti a presentare

il suo lavoro a tutta la comunità di Lisignago.

LISIGNAGO informa

7


LA PAROLA AI gruppi consiliari

insieme Punto cultura.

Perché

L’iniziativa comunale di istituire un Punto Cultura

anche in un paese che può parere piccolo come Lisignago

piace, perché essa si inserisce a buon diritto,

in tempi di forti cambiamenti, come istituzione

che risponde a specifiche richieste per valorizzare

la promozione e lo sviluppo qualitativo di una collettività.

La nozione di “cultura” (dal verbo latino colere,

“coltivare”) appartiene alla storia occidentale. L’utilizzo

di tale termine è stato poi esteso a quei comportamenti

che imponevano una “cura verso gli

dei”, da cui il termine “culto”. Il concetto moderno

di cultura può essere inteso come quel bagaglio di

conoscenze acquisite ritenute fondamentali e che

vengono trasmesse di generazione in generazione.

Qualcuno potrà rammaricarsi dei cambiamenti

sempre più pressanti avvenuti in questi ultimi anni

e che hanno interessato direttamente anche la

nostra comunità: il Duemila con la sua velocità e

globalismo può mettere a repentaglio certi equilibri

del passato. C’è il rischio di smarrimento delle

identità individuali e collettive: muore così non solo

il paese, ma anche l’individuo. Ed è per questo che

anche un piccolo punto cultura come il nostro di Lisignago,

raccoglie questa sfida.

Cultura dunque intesa non semplicemente come

formazione individuale, in un’accezione che assume

una valenza quantitativa, per la quale una persona

può essere più o meno colta, ma cultura che

ricomprende il variegato insieme dei costumi, delle

credenze, degli atteggiamenti, dei valori, degli ideali

e delle abitudini delle diverse popolazioni o società

del mondo, che sono diversamente rappresentate

anche a Lisignago. “Cultura” rappresenta

quindi l’insieme delle conoscenze o dei “saperi”

sulle scienze, sulle arti, e sulle tradizioni, nonché

sugli avvenimenti storici, ma anche sui fenomeni

sociologici e orientamenti filosofici delle diverse

popolazioni o società a livello planetario. Concerne

sia l’individuo sia le collettività di cui egli fa parte.

L’iniziativa proposta a Lisignago non interessa solo

una cerchia ristretta di persone: i bambini alla ricerca

di un momento di svago, gli studenti alla paziente

analisi delle pagine di un libro, i ragazzi alle prese

con un lavoro di gruppo, gli anziani con la passione

per la lettura. Gli spazi, attrezzati per essere accoglienti

anche per i più piccoli, ospitano talvolta i

bambini della Scuola materna che in questo modo,

con lo stupore e la curiosità propria dei più piccoli,

iniziano fin dall’infanzia a familiarizzare e fare propri

linguaggi, colori e testi sempre nuovi e stimolanti.

Il Punto Cultura vorrebbe andare al di là dell’idea

tradizionalmente associata alla biblioteca come un

luogo ombroso, silenzioso e polveroso: è anche

uno spazio di incontro, una possibilità per stare insieme.

Ancora una volta i bambini ci dimostrano

di saper cogliere le opportunità senza pregiudizio:

spesso il punto cultura è animato da voci gioiose

di bambini che sfogliano i libri, disegnano colorano

e ritagliano alla presenza discreta di Cecilia che riesce

a stimolare la loro fantasia senza per questo

rendere meno genuina l’attività.

Un centro culturale è teatro: per conoscere, per riflettere,

per comunicare.

Potranno così nascere tante iniziative, che esprimono

al meglio la capacità e le possibilità dell’uomo,

riscoprendo tutti quei valori di cultura e tradizione

che fanno vivere un paese e tengono unita e

stretta la gente che vi abita.

Un esempio è l’iniziativa spontanea promossa dalle

mamme del paese che hanno deciso di riproporre

ai bambini di Lisignago il corteo per le vie del paese

a “ciamar Santa Luzia”, sperando che risponda

e che porti ai bambini i dolci per Natale.

Siamo solo agli inizi, si dovrà contare sulla collaborazione

con altri Enti e biblioteche. L’impresa non

è facile, ma non è impossibile se gli utenti prenderanno

coscienza che in ultima analisi, senza di loro

non si può continuare su questa strada e in questa

prospettiva.

Non v’è periodo migliore nel parlare di speranza se

non quello che stiamo vivendo: il Natale e il senso

di rinnovamento e unità che porta con sé. Perciò, è

con questo messaggio che la lista Fare Insieme augura

a tutti i compaesani un Buon Natale e un Sereno

Anno Nuovo.

Lista Fare Insieme

Carlo Lona

8 LISIGNAGO informa


LA PAROLA AI gruppi consiliari

Notizie da

Idee a confronto

CONSIGLIO COMUNALE

IN DATA 10 AGOSTO 2011

In questo articolo vogliamo spiegare il motivo per il

quale abbiamo deciso di lasciare l’aula in segno di

protesta. Il 23 giugno avevamo depositato una lettera

in cui chiedevamo un dibattito sull’utilizzo degli edifici

vecchio comune e canonica in questi termini: “si

chiedeva, entro il mese di giugno, di concordare una

data per un incontro informale fra le liste su questo

argomento e, se non si trovava una soluzione condivisa,

una eventuale consultazione popolare”. A questa

precisa richiesta il sindaco Mariarita Cattani e la lista

Fare Insieme non davano alcuna risposta né scritta,

né a voce, né telefonica.

Per questo chiedemmo la convocazione di un consiglio

comunale. Il 10 agosto, durante la seduta, il

segretario comunale, richiamandosi ad una norma

sull’incompatibilità, chiedeva l’astensione del consigliere

Tullio Facchinelli dal dibattito, in quanto membro

del consiglio affari economici della parrocchia.

Vista l’esclusione perentoria del nostro consigliere

dall’aula decidevamo come gruppo di minoranza di

abbandonare l’aula in segno di protesta e solidarietà.

Vogliamo ribadire con forza:

– non accettiamo questo modo di procedere da parte

del sindaco che si nasconde dietro norme procedurali;

– non accettiamo che di fronte alla nostra richiesta

del 23 giugno non si sia degnato di dare alcuna risposta;

– crediamo fortemente che su argomenti importanti

che interssano l’intera comunità si debba discutere,

magari con toni accesi, senza pregiudizi di sorta.

Il sottoscritto capogruppo di minoranza Mariano Ferretti

non parteciperà più ad alcuna commissione comunale

in segno di protesta finché saranno utilizzati

questi espedienti per eludere il dibattito.

Siamo una piccola comunità, possiamo dibattere tranquillamente,

se lo vogliamo veramente, in modo franco

sui temi importanti per il paese e che stanno a cuore

alle due liste presenti in consiglio comunale.

Come lista Idee a Confronto riteniamo che la Parrocchia

S. Biagio abbia bisogno di adeguati spazi in proprietà

al fine di poterne disporre per continuare a portare

avanti con dignità e autonomia le varie attività

parrocchiali per il bene della nostra comunità incentivando

volontariato ed iniziative diverse. La soluzione

a questo annoso problema va pienamente condivisa

con il Parroco e Consigli parrocchiali.

VARIANTE URBANISTICA

AL PIANO REGOLATORE GENERALE

E PREM IN SECONDA ADOZIONE.

Il 13 ottobre 2011 il commissario ad Acta Mario Dandrea

ha approvato in seconda adozione la variante al

PRG ed il “Piano Baite” già adottati in prima adozione

nel mese di settembre 2009. Considerato che il

28 novembre 2011 scadeva il termine per la presentazione

di osservazione da parte dei cittadini, nonostante

una nostra esplicita richiesta, non è stata data

alcuna pubblicità all’adozione di questo importante

strumento urbanistico.

L’attuale amministrazione pubblicizza in modo capillare

le attività ricreative che organizza, ma non ha ritenuto

altrettanto importante che i cittadini siano a

conoscenza dei documenti che regolano lo strumento

urbanistico del Comune di Lisignago. Per quanto

attiene all’adozione del cosiddetto Piano Baite, oggetto

durante la campagna elettorale della primavera

2010 di polemica gratuita e faziosa sponsorizzata

dall’attuale sindaco e altri membri della maggioranza,

si nota ora la corrispondenza del piano alle stesse

norme restrittive imposte dalla norma provinciale

così come da noi spiegato al momento della prima

adozione. La domanda che voglio porre a tutti coloro

che hanno seguito il dibattito su questo argomento

è: tutte le promesse fatte dall’allora consigliere ora

sindaco Mariarita Cattani e dalla lista Fare Insieme

durante la campagna elettorale sono state mantenute

A noi sembra di no e forse è bene chiedere alla lista

Fare Insieme ed al sindaco per quale ragione non

sono state mantenute!!!

Ribadiamo come lista Idee a Confronto la nostra disponibilità

a discutere e lavorare assieme con la lista

Fare Insieme con una premessa ben chiara: vogliamo

essere trattati alla pari, non ingabbiati in norme

da “bassa politica”, i tempi all’orizzonte sono incerti e

problematici sia dal punto di vista economico sia sociale,

è meglio riunire le forze per il bene del paese.

Auguriamo a tutti Buon Natale e Buon Anno Nuovo

Lista Idee a confronto

Mariano Ferretti

LISIGNAGO informa

9


Sezione SAT DI LISIGNAGO

Notizie dalla

Maderlina

La sezione S.A.T. di Lisignago

è un’associazione

nata nel 1964, ha 98 soci,

alcuni provenienti da altri comuni,

ed è da sempre presente

e ben radicata nella vita sociale

del paese.

Anche quest’anno ha collaborato,

assieme a Circolo Culturale,

Alpini, Donne Rurali, Vigili

del Fuoco, alla buona riuscita

delle manifestazioni e iniziative

della nostra comunità.

La nostra attività è prevalentemente

dedicata al mantenimento

del rifugio alla Maderlina,

struttura importante e punto

di riferimento per numerose associazioni

di Lisignago e della

Valle di Cembra. Nel corso di

quest’anno abbiamo effettuato

alcuni lavori ed abbiamo partecipato

a numerose iniziative:

– è stata effettuata l’installazio-

ne, presso il rifugio, del debatterrizzatore

per l’acqua, grazie

al contributo economico elargito

dal Comune;

– abbiamo collaborato con il Comune

al campeggio estivo alla

Maderlina per i bambini delle

scuole elementari e medie;

– nell’ambito della nostra tradizionale

festa annuale della

montagna ha avuto luogo, a

cura della sezione del Soccorso

Alpino “Avisio-Paganella”,

una dimostrazione di primo

soccorso per i ragazzi;

– infine con le animatrici delle

giornate di educazione ambientale

è stata organizzata

una caccia al tesoro per i bambini,

avente come teatro i nostri

magnifici boschi, un’occasione

questa per ricordare

l’anno internazionale delle foreste

promosso dall’O.N.U.

Non è mancata nemmeno

l’attività escursionistica, che,

coordinata dal presidente, ci

ha visti impegnati in numerose

uscite: in inverno con le ciaspole

sul monte Luchetto (Maddalene)

e monte Rujoch, in altre

stagioni al monte di Mezzocorona

dal Burrone Giovannelli,

altopiano della Lessinia, monte

Croce nell’alta valle di Cembra,

cima Parì in valle di Ledro

e svariate escursioni nei nostri

boschi.

Sottolineiamo infine come sia

per noi un onore mettere a disposizione

il rifugio Maderlina

delle varie associazioni del comune,

delle scuole, della parrocchia,

per favorire e permettere

le loro attività ed iniziative.

Il Presidente

Modesto Callegari

10 LISIGNAGO informa


CIRCOLO CULTURALE Lisignago INIZIATIVE

L’attività dell’estate

Durante l’estate il Circolo

Culturale Lisignago Iniziative

ha avuto l’occasione

di realizzare varie attività

e manifestazioni per animare la

comunità di Lisignago.

Nei primi giorni di giugno, come

ormai da alcuni anni, è stato

organizzato “Sognare e fantasticare

con i colori”, pomeriggio

dedicato ai bambini durante il

quale hanno avuto la possibilità

di esprimersi realizzando dei disegni.

Un’altra attività svolta è stata

la marcia non competitiva “Do

passi entor al paes” tra le campagne

e i boschi di Lisignago, in

concomitanza con la rassegna

dei Müller Thurgau. La manifestazione

ha riscosso una discreta

partecipazione, soprattutto da

parte dei compaesani.

Il 19 e 20 agosto 2011, il Circolo

Culturale ha riproposto la manifestazione

L.I.F.E. (Lisignago

In Festa Estate) visto il successo

riscontrato nella precedente edizione

del 2010.

In questa occasione abbiamo

avuto l’onore di ospitare il giorno

20 agosto il PORTEK CON-

TEST, 2° raduno regionale di

street bulder, arrampicata a mani

nude sugli avvolti nel centro

storico del nostro paese. La realizzazione

di tutto ciò è stata resa

possibile grazie alla collaborazione

delle varie associazioni

paesane: S.A.T., Alpini, Donne

Rurali e altri volontari che a vario

titolo hanno dato disponibilità

e aiuto.La piazza centrale del

paese in quelle due serate è stata

animata dall’esibizione di alcuni

gruppi musicali della valle

di Cembra ma anche da gruppi

conosciuti e stimati a livello regionale

come Vetrozero.

Lungo le vie del paese sono

state esposti gli scatti fotografici

del gruppo fotoamatori di Giovo

e la mostra realizzata dal comune

di Lisignago “Diario di vite

lambicade”.

Durante la mattina del sabato

i bambini più piccoli hanno potuto

provare l’emozione di scalare

qualche muro, grazie all’arrampicata

assistita da alcuni

appassionati, tra cui Ivan Savoi,

ideatore e curatore del Portekcontest.

Nel tardo pomeriggio dello

stesso giorno alcuni artigiani

hanno dato dimostrazione delle

loro abilità. Un’artista del paese

ha intrattenuto alcuni bambini

realizzando con loro delle piccole

decorazioni con materiali naturali

poveri. Abbiamo avuto la

possibilità di ammirare anche

alcuni scultori intenti nell’intagliare

il legno, due fabbri che

davano dimostrazine della loro

abilità nel battere il ferro.

S.A.T., Alpini e Donne rurali

hanno collaborato assieme per

preparare e servire i piatti tipici

della tradizione trentina, il tutto

allietato dalle fisarmoniche di

due compaesani.

La festa ha avuto un grande

successo e una forte partecipazione

non solo da parte dei paesani

ma anche da molte persone

dei paesi limitrofi, che hanno

portato a casa uno splendido ricordo

di Lisignago.

Il giorno 6 novembre, in occasione

della festa patronale di

San Leonardo, è stata riproposta

la castagnata, un modo per

riunire tutta la comunità a trascorrere

un pomeriggio spensierato

in compagnia.

Lo stesso giorno inoltre è iniziata

la rassegna di cinema per

bambini presso la sala consigliare

del municipio, nella quale

vengono proposti film classici di

animazione. Il sabato successivo

alle proiezioni presso il Punto

Cultura verrà organizzato un laboratorio

pratico relativo il film.

Il Presidente

Michela Callegari

LISIGNAGO informa

11


“sulle rotte del mondo”

I nostri missionari

in America Latina

“Sulle rotte del mondo” è il

progetto ideato da Provincia e Arcidiocesi

di Trento rivolto ai missionari

trentini che operano nel

mondo, offrendo loro l’opportunità

di rientrare nelle parrocchie

di origine per far conoscere

la loro attività spalancando vere

finestre sulle realtà del mondo.

Quest’anno la “bussola” ha puntato

verso le Americhe dove in

Brasile prestano servizio anche i

nostri compaesani padre Andrea

Callegari e dom Guido Zendron.

La settimana dal 26 settembre al

1 ottobre 2011 c’è stata data l’occasione

di riabbracciarli, di sentire

le loro esperienze, aspettative,

problemi, idee, progetti… in una

parola di riaverli a casa.

Domenica 2 ottobre Padre Andrea

Callegari ha celebrato in

mattinata la santa messa e nel

pomeriggio ha presentato la sua

vasta attività missionaria in sala

consigliare, momento di confronto

e scambio di punti di vista.

Anche il vescovo dom Guido

Zendron non ha dimenticato i

suoi paesani ed è stato tra noi

domenica 23 ottobre a celebrare

la santa messa.

La solidarietà dei paesani ha

trovato nuovamente la sua concretizzazione

in una raccolta di

fondi attraverso la collaudata

“festa del dolce”, per la cui buona

riuscita il Consiglio pastorale

parrocchiale rinnova il suo GRA-

ZIE a tutti.

Anezka Saliova

Consiglio pastorale parrocchiale

Scuola Materna

Quest’estate presso la scuola materna sono stati

eseguiti dei lavori di ammodernamento di alcuni

impianti. L’impianto elettrico è stato adeguato alle

normative vigenti attraverso la sostituzione dei

quadri elettrici esistenti con quelli di ultima generazione

e l’introduzione dei punti luce a basso

consumo energetico nei bagni e nell’aula.

I lavori hanno poi interessato i controsoffitti, che

sono stati sostituiti secondo le normative attuali.

Si è provveduto inoltre a ritinteggiare tutti gli

spazi interni.

Si comunica che è stato rinnovato il comitato di

gestione per il triennio 2011/2014 che risulta così

composto: Daniela Fontana (presidente), Federica

Telch (vicepresidente), Ilenia Ferretti (segretario),

Martina Gottardi, Cornelia Paolazzi, Loretta

Perlot (consiglieri), le insegnanti, Laura Stocher,

Rosella Serafini e la cuoca Ivana Mosaner.

Circolo

Anziani a

Castel Thun

L’annuale gita del Circolo

Anziani di Lisignago si

è svolta lunedì 5 agosto

e ha avuto come meta

il Castel Thun, riaperto

dopo 18 anni di restauri.

Il Circolo, in tutto circa 40

compaesani, si è incontrato

in mattinata con il gruppo

anziani di Terlago a Trento

presso Palazzo Marini

prima di recarsi tutti a

assieme in quel di Ton.

12 LISIGNAGO informa


LETTERA DA padre Andrea

Compaesani lontani

Carissimi Compaesani, mi

ha fatto molto piacere ricevere

l’invito della Mara

a scrivere un messaggio nella

newsletter di fine anno agli

abitanti di Lisignago, paese che

porto nel profondo del mio cuore

e che mi ricorda gli anni piú

belli della mia vita.

Anzitutto esprimo ancora

una volta la mia soddisfazione

nell’avervi potuto incontrare in

occasione della chiusura della

settimana missionaria, organizzata

dalla Provincia di Trento

in collaborazione con il Centro

Missionario della Diocesi Trentina.

Questa occasione di incontro

con i missionari che lavoravano

nelle Americhe, dal Canada

al profondo sud dell´Argentina

e del Cile, è stata un’esperienza

ricchissima: dai racconti provenienti

da coloro che lavorano

tra i poveri delle favelas delle

varie metropoli sudamericane,

a quelli degli Indios della Cordigliera

delle Ande.

Tuttavia credo che il momento

più importante sia stata la visita

da parte dei vari missionari alle

scuole del Trentino. Abbiamo

cercato di far capire ai giovani

alunni che tutti possono essere

veri collaboratori per la costruzione

di una società più giusta e

più solidale.

Sono sicuro che tutto questo

aiuterà la regione trentina a crescere

con giovani responsabili e

aperti al mondo dei piú poveri,

che necessitano anche del nostro

aiuto.

In verità, mentre sto scrivendo,

mi accompagnano notizie allarmanti

dal mondo italiano alle

prese con questa crisi finanziaria,

che mette paura a tutti. Credo

che sia la paura di non poter

più vivere come prima, dovendosi

privare di possibilità di vita

che finora entravano nella normale

quotidianità.

Eppure, tentando di guardare

la situazione da un’altra prospettiva,

si potrebbe considerare

questa esperienza come un

messaggio che la Provvidenza

ci invia per capire i problemi di

tante nazioni che mancano del

minimo necessario, che lottano

per la sopravvivenza, che sono

asfissiate da debiti pubblici impagabili

e chiedono aiuto alle

nazioni ricche, che molte volte

si arricchiscono approfittandosi

della loro povertá. È quello

che mi domando molte volte

quando cammino in mezzo alle

baracche delle favelas della

metropoli di Belo Horizonte,

osservando la povertà di questi

bambini e di queste mamme,

che vivendo nella povertà,

possono essere sfruttate ancora

più facilmente. Perché il mondo

è fatto in questo modo Perché

c’è sempre qualcuno che sembra

quasi divertirsi a sfruttare la

povertà di popoli interi per essere

ricco e vivere nell’opulenza.

Per questo quando inzio la

giornata ringrazio il Signore

che mi permette di essere per le

centinaia di bambini e di giovani

che circolano per l’Opera Pavoniana

motivo di speranza. Questo

mio lavoro è possibile grazie

a tante persone che mi appoggiano

e che come me credono

che il mondo sia per tutti e che

tutti abbiano il diritto di vivere

con dignità.

Per questo ricevete ancora

una volta il mio profondo grazie

per tutto quello che fate per me

e, considerando che siamo vicini

alla festa di Natale, vi mando

il mio più sincero augurio per un

Natale ricco di grazia e di energia,

che ci apra al mondo dei più

poveri, pur nelle difficoltà che

tutti noi dobbiamo affrontare.

Un grande abbraccio a tutti voi.

Padre Andrea

LISIGNAGO informa

13


LA cultura TROVA SPAZIO

Inaugurato

il punto cultura

Sabato 20 agosto è stato

inaugurato presso

l’edificio delle ex Scuole

elementari il Punto Cultura di

Lisignago. Alla presenza dei paesani,

l’amministrazione comunale

con l’Assessore Franco Panizza,

il Presidente del BIM delle

Valli dell’Avisio Armando Benedetti

e il Vicepresidente della Comunità

di Valle Beppino Ferretti

ha effettuato il taglio del nastro.

Il Punto cultura ospita un punto

prestito libri, un internet point e

uno spazio dedicato ai più piccoli,

completo di angolo morbido

per i bambini e reso unico da

un affresco realizzato da Cecilia

Pellegrini.

Il patrimonio bibliotecario presente

è stato raccolto grazie alla

sensibilità dei paesani dimostrata

nei confronti dell’iniziativa

“Adotta un libro”, che ha registrato

una cinquantina di sottoscrizioni

e alla raccolta di libri

usati e in buono stato, realizzata

in collaborazione con il Circolo

Culturale “Lisignago Iniziative”,

per un totale circa di 300 volumi.

L’attivazione del servizio è stata

resa possibile grazie alla stesura

di un progetto di convezione

con i comuni di Grumes e

Valda, con la quale è stato possibile

reperire il personale per la

gestione del Punto Cultura, affidata

a Cecilia Pellegrini. A parziale

copertura del servizio, la

giunta comunale ha deliberato

la revoca del premio di natalità,

al fine di valorizzare al meglio le

poche risorse a disposizione a

favore di tutta la comunità.

All’interno del secondo piano,

oltre allo spazio per il Punto

cultura, è stato creato un salone

per provare a soddisfare le esigenze

rilevate durante gli incontri

avvenuti con tutte le associazioni

paesane.

Nei primi mesi di attività l’affluenza

è stata davvero inaspettata

e il punto cultura è diventato

luogo di aggregazione per i

ragazzi che si trovano a svolgere

i compiti e fare ricerche, ma

anche per tanti adulti che hanno

usufruito del servizio prestito

libri. L’amministrazione si è già

attivata per reperire fondi per

l’acquisto di nuovi volumi, viste

le numerose e gradite richieste.

Ricordiamo che il Punto Cultura

è aperto al pubblico il martedì,

giovedì, venerdì e sabato

dalle 15 alle 18 e il giovedì sera

dalle 20 alle 22 e le proposte

di tutti per future attività sono

sempre ben accette.

PUNTO CULTURA

orari di apertura

MARTEDÌ - GIOVEDÌ -

VENERDÌ -SABATO

dalle 15 alle 18

GIOVEDÌ SERA

dalle 20 alle 22

14 LISIGNAGO informa


MUSEO DEL porfido

Porfido: economia

ma anche cultura

Il 18 settembre scorso si è

inaugurata la nuova Casa

del Porfido, alla presenza di

tutta la Comunità, autorità civili,

religiose e molto pubblico

proveniente anche da fuori provincia.

All’interno della Casa del Porfido,

al piano interrato, trova

ubicazione il Museo del Porfido.

Il museo si configura quale

testimonianza e memoria storica

di quello che è stata ed è

tutt’ora l’economia prevalente

del paese di Albiano: il porfido.

Si è voluto non perdere le tracce

di un passato, valorizzando

le testimonianze di quanto i padri,

i nonni, la gente del paese

ma anche di altre comunità

avevano intuito, creato e realizzato.

È questo un luogo pensato

e voluto da uomini proiettati

verso il futuro, da Amministrazioni

che hanno voluto ricordare

che l’avventura della nostra

industria, iniziata ormai

cent’anni fa, non è patrimonio

del singolo ma dell’intera collettività

e in modo particolare

delle nuove generazioni.

Ma non solo. Il museo può

configurarsi come un mezzo aggiuntivo

ai canali classici della

comunicazione e può servire

nel differenziarne gli strumenti:

contattare particolari segmenti

di pubblico, informare

l’opinione pubblica sulla storia,

sull’evoluzione del settore, aumentandone

il riconoscimento

a livello sociale e speriamo, anche

economico.

Tornando al museo, è importante

precisare che è nato quale

opera pubblica di rilevanza sovracomunale

prevista dal Patto

Territoriale della Valle di Cembra,

sottoscritto con protocollo

d’intesa nel 2003. Il museo è stato

finanziato in parte dalla Provincia,

tramite i Patti territoriali,

in parte dall’Ente Sviluppo Porfido

di Albiano, in parte dai Comuni

appartenenti attualmente

alla costituita Comunità della

Valle di Cembra. Il rimanente costo

è stato finanziato dal Comune

di Albiano.

In seguito all’inaugurazione

del Museo – Casa del Porfido, le

visite alla struttura si sono susseguite

durante tutto il mese di

ottobre e novembre con intensità

costanti.

Tutte le persone che lo hanno

visitato hanno mostrato grande

interesse (in modo particolare le

scolaresche) verso i suoi contenuti,

hanno apprezzato la struttura

sia per l’uso dei materiali

ecologicamente sostenibili e

autoctoni, sia per l’interattività e

l’elevata tecnologia con le quali

è stato allestito. Inoltre sono rimasti

molto soddisfatti dell’organizzazione

e della disponibilità

dimostrata dagli addetti del

museo.

Ricordiamo che il Museo è stato

dato in gestione all’Ente Sviluppo

Porfido di Albiano, ente

che per le mostre nonché per

tutta l’organizzazione correlata,

si avvale di preparate ragazze

del paese.

Mariagrazia Odorizzi

Sindaco di Albiano

LISIGNAGO informa

15


Agenda:

26 dicembre 15.30 – Chiesa San Biagio

IN VIAGGIO CON FRANCESCO

PER ADORARE COLUI CHE È NATO

Recita di Natale dei bambini della catechesi, a cura delle catechiste

di Lisignago.

30 dicembre dalle ore 18.00 – Portici del Centro Storico

LA CANTA DEI 3 RE

Classico appuntamento canoro di adorazione della Stella.

Con i pastori e i re Magi si visitano i presepi allestiti

dai volontari sotto i caratteristici portici del nostro paese.

4 febbraio ore 20.00 – Chiesa San Biagio

CONCERTO DI SAN BIAGIO

con BANDINA DI CEMBRA

In onore del Santo Patrono, il coro parrocchiale di Lisignago

ripropone il concerto di San Biago, ospitando i

cori delle parrocchie vicine e la Bandina di Cembra.

Attività per ragazzi:

17 dicembre ore 16.00 – Punto Cultura

LABORATORIO PER RAGAZZI

18 dicembre – ore 17.00 – Sala Consigliare

CINEMA PER RAGAZZI

22 dicembre – ore 20.00 – Punto Cultura

LABORATORIO PER RAGAZZI

26 dicembre – ore 17.00 – Sala Consigliare

CINEMA PER RAGAZZI

29 dicembre – ore 20.00 – Punto Cultura

LABORATORIO PER RAGAZZI

3 gennaio – ore 17.00 – Sala Consigliare

CINEMA PER RAGAZZI

14 gennaio – ore 16.00 – Punto Cultura

LABORATORIO PER RAGAZZI

15 gennaio – ore 17.00 – Sala Consigliare

CINEMA PER RAGAZZI

21 gennaio – ore 16.00 – Punto Cultura

LABORATORIO PER RAGAZZI

22 gennaio – ore 17.00 – Sala Consigliare

CINEMA PER RAGAZZI

28 gennaio – ore 16.00 – Punto Cultura

LABORATORIO PER RAGAZZI

29 gennaio – ore 17.00 – Sala Consigliare

CINEMA PER RAGAZZI

La Comunità di Valle

I NUOVI RECAPITI

Piazza San Rocco, 9 - 38034 Cembra

Presidente: Aurelio Michelon

presidente@comunita.valledicembra.tn.it

Vicepresidente: Beppino Ferretti

vicepresidente@comunita.valledicembra.tn.it

Assessore Di Crisci Sofia

sofia.dicrisci@comunita.valledicembra.tn.it

Assessore Erler Ivo

ivo.erler@comunita.valledicembra.tn.it

Assessore Zanotelli Damiano

damiano.zanotelli@comunita.valledicembra.tn.it

Segretario Generale

dott. Roberto Lazzarotto

0461/680032 fax 0461/683636

e-mail: segretario@comunita.valledicembra.tn.it

Segreteria Comunità di Valle

Dallagiacoma Mara – Eccher Elisabetta

e- mail certificata:

comunita@pec.comunita.valledicembra.tn.it

e-mail: protocollo@comunita.valledicembra.tn.it

mattina

pomeriggio

Lunedì 15.00 - 18.00

Martedì 9.00 - 12.30

Mercoledì 9.00 - 12.30 15.00 - 17.00

Giovedì 15.00 - 17.00

sito internet del comune

www.comunelisignago.it

Volevamo informare i compaesani che il sito internet del

comune è stato arricchito con nuovi contenuti di utilità

pubblica. Potete trovare informazioni relative ai servizi,

agli orari degli uffici e degli ambulatori, gli avvisi, la

modulistica, i documenti relativi al PRG, ma anche tutti

i libri reperibili presso il Punto Cultura, la produzione

dell’impianto fotovoltaico installato nonché le passate

edizioni diLisignago Informa”. Uno strumento sempre

aggiornato per tenersi informati.

L’arrivo di Babbo Natale a Lisignago.

More magazines by this user
Similar magazines