PRESS BOOK

mymovies

PRESS BOOK

P R E S S B O O K


27 Ottobre E

Le date

Proiezione del film Crollo Nervoso – La New Wave italiana degli anni

’80 di Pierpaolo De Iulis (FdP)

28 Ottobre E Proiezione del film Noi con gli altri, di Federico Bondi (evento del FdP)

29/31 Ottobre F France Odeon, Festival del Cinema Francese

1/7 Novembre F Festival dei Popoli, Festival Internazionale del Film Documentario

8 Novembre E GMM Day (Giovanotti Mondani Meccanici)

10 Novembre E

10 Novembre E

11 Novembre E

12 Novembre E

Terra di Tutti Film Festival. Documentari e cinema sociale dal Sud del

mondo

Prima o poi tutti i muri cadono, puntata speciale de La Storia siamo

noi di Gianni Minoli

Occhi aperti su Kubrick, giornata dedicata al maestro del cinema

americano

Florence International Film Festival, studenti e professionisti del cinema

a confronto

13/15 Novembre E Una Finestra sul Nord, Rassegna di Cinema Finlandese

17/22 Novembre F Festival internazionale di Cinema & Donne

23/26 Novembre F

27 Novembre/

3 Dicembre

F

Lo Schermo dell'Arte, Programma Internazionale di Film sulle Arti

Contemporanee

Florence Queer Festival, Festival Internazionale di Cinema ed Arte a

tematica LGBT

4/10 Dicembre F River to River, Florence Indian Film Festival

11 Dicembre F

11 Dicembre E

11 Dicembre E

Premio N.I.C.E. Città di Firenze (a cura del N.I.C.E.New Italian Cinema

Events)

Presentazione del film Superstudio o la mossa del cavallo, di Matteo

Giacomelli

Parlare di Cinema a Castiglioncello, incontro all'Odeon Bistrot con

alcuni dei protagonisti delle passate edizioni del festival

12/13 Dicembre F Immagini & suoni del mondo, Festival del Film Etnomusicale

14 Dicembre Premio Fiesole ai Maestri del Cinema a Bertrand Tavernier

15 Dicembre A

Presentazione della versione restaurata da Cinecittà Luce in alta

definizione de La rosa di Bagdad, di Anton Gino Domenighini, del

1949, e del documentario in anteprima Una rosa di guerra, di Massimo

Becattini (2009).

16 Dicembre E Evangelion Day. Omaggio al cinema d'animazione giapponese.

F = Festival | E = Evento | A = Anteprima

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


La “50 Giorni” in breve

50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze nasce nel 2007 come progetto di Mediateca

Regionale Toscana Film Commission, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia e

Comune di Firenze per dare un'uniformità di date - un “cartellone unico” - e una sede

unificata, a tutti i principali festival cinematografici fiorentini con una vocazione internazionale.

Il progetto intende dare una forte promozione alle iniziative in programma, sia grazie alla

sinergia tra i singoli festival e sia tramite le azioni mirate di comunicazione che Mediateca

mette in atto in occasione della rassegna. Il risultato è l'aver dato vita ad una vera e propria

stagione autunnale di cinema di qualità che costituisce la prima e forte proposta culturale

della costituenda “casa del cinema” di Firenze.

I festival assolvono infatti oggi una funzione importante per la diffusione del cinema di qualità,

offrendo visibilità e una possibilità di distribuzione “alternativa” per tutti quei film che, sebbene

abbiano un alto valore artistico-culturale, non trovano spazio nella filiera tradizionale.

Le scorse edizioni la “50 Giorni” ha richiamato, ogni anno, circa 50.000 spettatori, attratti da

una ricca programmazione composta da lungometraggi, cortometraggi, documentari, docufiction,

video d'artista, anteprime, incontri con gli autori, dibattiti, momenti conviviali:

quest'anno si prevede già un incremento delle presenze grazie al consolidamento

dell'iniziativa e al rafforzamento delle azioni promozionali. Durante la 50 Giorni di Cinema

Internazionale a Firenze il Cinema Odeon di Firenze, oltre ad essere una delle più pregiate e

antiche sale a livello nazionale, raro esempio di art déco, diventa un polo di attrazione

cittadino, grazie ai suoi rinnovati spazi di socializzazione, spazi espositivi, sala stampa e al

temporary bar d'artista.

I festival

France Odeon

Festival del cinema francese

(29 – 31 Ottobre)

La rassegna del cinema francese di Firenze, che per oltre 20 anni con il suo grande successo

ha avuto il primato dei rapporti bilaterali tra Italia e Francia, riparte con un’impostazione

nuova a cominciare dal nome France Odeon, sotto la direzione di Francesco Ranieri

Martinotti. Un nome dato in onore dell’Odeon de Paris e della storica sala fiorentina di piazza

Strozzi dove si terranno le proiezioni. L’idea è quella di avvicinare il pubblico italiano al cinema

d’Oltralpe, presentando la recente produzione cinematografica francese nella sua più ampia

varietà. Quindi non solo il cinema d’autore, ma anche i film di “genere”, i cartoni animati,

quelli popolari, le grandi biografie. Un esempio fra tutti: per la prima volta sarà proiettato in

Italia Séraphine un film pluri-premiato ai César (il David di Donatello francese) che non ha

ancora trovato una distribuzione nel nostro paese.

Le anteprime dei più recenti film francesi, animate dalla presenza dei loro protagonisti, attori,

sceneggiatori, registi, produttori, saranno il punto centrale di France Odeon 2009, come il film

di chiusura del festival, Les Grandes Personnes, che verrà presentato sabato 31 Ottobre, alle

22.00, alla presenza della regista Anna Novion, lo sceneggiatore Mathieu Robin, le attrici Anaïs

Demoustier e Judith Henry. Una decina i film rappresentativi della migliore produzione

francese, vero cuore pulsante dell'industria cinematografica europea. Tre giorni dedicati

quindi al cinema ma anche alla riflessione che diventeranno occasione per incontri informali

tra i professionels italiani e francesi. Promotore d’eccellenza del Festival è l’Ambassade de

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


France en Italie alla quale si affiancano le principali istituzioni locali: Regione Toscana,

Provincia di Firenze, Comune di Firenze, Istituto Francese di Firenze. Il festival è inoltre

strettamente legato al progetto Unifrance. Unico sponsor privato è Groupama Assicurazioni

(tradizionalmente collegato alla Fondation Gan pour le cinema) che conferma il suo storico

impegno a favore del cinema. Info: Associazione Culturale FRANCE ODEON - Piazza

d’Ognissanti, 2 - 50123, Firenze, tel. +39 055 21.52.41, franceodeon@gmail.com

Festival dei Popoli

Festival Internazionale del Film Documentario

(1 – 7 Novembre)

Il Festival dei Popoli, Festival Internazionale del Film Documentario, compie 50 anni: l’edizione

che avrà luogo a Firenze dal 1 al 7 novembre 2009 rappresenta un traguardo importante per

la più longeva manifestazione europea interamente dedicata al cinema documentario. I

omaggio al cinquantenario del Festival la sezione The Feeling of Being There. 1958-1965: sette

anni di cinema documentario che ripercorrerà un periodo fondamentale per l’evoluzione del

cinema attraverso una retrospettiva di cortometraggi che hanno segnato la storia del

documentario. Ricordare la fine degli anni '50 e l’’inizio dei ‘60 non è tanto un puro e semplice

“amarcord” quanto una rivendicazione delle radici, di un cinema sotto il cui segno il Festival è

nato e che ancora oggi conserva tutta la sua carica vitale.

A rappresentarlo, 24 titoli: da film che hanno segnato la nascita del “direct cinema”

americano (Meet Marlon Brando e With love from Truman) di A. e D. Maysles, 1966; Happy

mother’s day di R. Leacock e J. Chopra del 1963), del “free cinema” inglese (We are the

Lambeth Boys di K. Reisz del 1959) e della “nouvelle vague” (Gare du Nord di J. Rouch, Salut

les cubains di A.Varda,), a capolavori rarissimi come Khaneh siah ast (La casa è nera) di F.

Farrokhzad (Iran, 1962) presentato in una copia appena restaurata, per arrivare alle opere di

autori che hanno fatto la storia del festival (A Valparaiso di J. Ivens, Les inconnus de la terre di

C. Rispoli, I dimenticati di V. De Seta).

La struttura del Festival conferma il Concorso internazionale di lungometraggi con 17 film

inediti che concorrono per il Premio per il Miglior Documentario, il Premio per la Miglior Regia, il

Premio Fondazione Ente dello Spettacolo per la distribuzione, la targa "Gian Paolo Paoli" per il

Miglior Film Etno-Anropologico e il Premio del Pubblico. Il Concorso internazionale di

cortometraggi: 16 film inediti che concorrono per il Premio Lorenzo de’ Medici, per il Premio

Ucca – Venti Città e per il premio del Pubblico. Stile libero: sezione non competitiva composta

da 11 titoli, dedicata ad omaggi ed eventi speciali. Nello spirito della tradizione del festival,

una particolare attenzione sarà dedicata ai documentari musicali, come Woodstock: now

and then, Crollo Nervoso, Soundrack for a Revolution, riuniti in una rassegna dal titolo Tracce

Sonore. La sezione Materiali del tempo: il cinema di Thomas Heise è la prima personale in

Italia dedicata al documentarista tedesco che con maggior cura e determinazione ha

documentato il passaggio di consegne dalla Germania della RDT alla caduta del Muro e alla

successiva riunificazione.

Festival Internazionale di Cinema & Donne

(17 – 22 Novembre)

Ogni anno, a Firenze, si danno appuntamento non solo registe e sceneggiatrici da tutto il

mondo, ma anche costumiste, fotografe, attrici, critiche cinematografiche. E’ un’occasione

creata per sottolineare e sostenere la qualità della presenza delle donne in un campo ancora

dominato dagli uomini ma anche per favorire la pluralità dei punti di vista e delle

rappresentazioni del mondo, valorizzando le diverse culture.

Diretto da Paola Paoli, coadiuvata da Maresa D’Arcangelo, giunto alla 31° edizione il festival

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


si intitola quest'anno The Lucky Power e illustra la capacità delle donne di raccontare con le

immagini. Un Paese alla ribalta, il Marocco, con una scoppiettante e provocatoria

commedia, in anteprima nazionale, firmata da Zakia Tahiri, Number One, e la straordinaria

musica andalusa di Izza Genini Nouba d’or et de lumière.

Altre anteprime nazionali: L’abito di domani, tra cinema, storia e memoria, griffato da

Giovanna Gagliardo, e l’intenso Il canto delle spose, della regista israeliana Karin Albou, in

collaborazione con la Archibald Film, storia di un’amicizia tra due ragazze, l’una araba e

l’altra ebrea, che riesce a vincere sull’orrore della guerra.

Un Omaggio ad Anna Magnani, una delle più grandi attrici di tutti i tempi, e uno sguardo

attento su quello che si muove tra le registe italiane nel II Focus sul cinema italiano.

Il XII Premio Sigillo della Pace, in collaborazione col Comune di Firenze, sarà assegnato alla

regista francese Sylvie Verheyde per Stella, uno straordinario film di formazione per le giovani

generazioni.

Per il documentario sarà premiata la bravissima Barbara Cupisti per Vietato sognare, che osa

dire quello che tutti in fondo pensiamo e cioè che la guerra non risolve i conflitti, neppure

quello tragico tra israeliani e palestinesi.

Lo Schermo dell'Arte

Festival internazionale di film sulle arti contemporanee

(23-26 novembre)

Al cinema Odeon, dal 23 al 26 novembre 2009, si terrà la seconda edizione del festival Lo

Schermo dell'Arte, a cura di Silvia Lucchesi, festival internazionale di film dedicati all’arte

contemporanea, dall’architettura alla fotografia, dalle arti visive a quelle performative, dalla

street art al dibattito sulle relazioni dell’arte con il mercato. I film vengono proiettati in versione

originale con sottotitoli in italiano e provengono da produzioni indipendenti, istituzioni culturali

e distributori cinematografici nazionali e internazionali.

Per la prima volta in programma film realizzati da artisti che hanno scelto il cinema come

mezzo d’espressione quali Mark Lewis e Alfredo Jaar; un documentario del regista e critico

d'arte Ben Lewis che racconta i segreti del mercato dell’arte contemporanea; Martin

Scorsese che narra come il cinema abbia influenzato l’opera dei due maestri del Cubismo,

Picasso e Braque; l’artista svizzera Pipilotti Rist ripresa sul set del suo primo film Pepperminta

presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia; un omaggio a Luciano Emmer,

recentemente scomparso, del quale si propone la riedizione (2000) del suo Picasso del 1954, e

molti film dove protagonisti sono artisti quali Cindy Sherman, Jean-Michel Basquiat, Georges

Rousse.

Lo Schermo dell'Arte è parte del progetto toscanaincontemporanea 2009, promosso da

Regione Toscana in collaborazione con Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato.

Aderiscono inoltre al progetto Accademia di Belle Arti di Firenze, CCCS Centro di Cultura

Contemporanea Strozzina, Università degli Studi di Firenze - Dipartimento di Storia delle Arti e

dello Spettacolo ed è realizzato con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze -

Osservatorio per le Arti Contemporanee. Il programma completo de Lo schermo dell’arte 2009

sul sito www.schermodellarte.org. Info 339 5757187, info@schermodellarte.org, ufficio stampa

Ester Di Leo 348 3366205 esterdileo@gmail.com.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


Florence Queer Festival

Rassegna internazionale di cinema, video ed altre arti

a tematica gay, lesbica e transgender

(27 Novembre – 3 Dicembre)

Il Florence Queer Festival è una rassegna internazionale di cinema ed altre arti a tematica

gay, lesbica e transgender – l’universo queer - la cui settima edizione si terrà dal 27 novembre

al 3 dicembre a Firenze.

Il Florence Queer Festival si sta affermando nel panorama nazionale come uno dei festival più

originali e innovativi, per le proposte e l’approccio trasversale ai generi e alle modalità di

narrazione che lo caratterizzano. L’elemento più innovativo che caratterizza il Festival è

l’approccio “post-gay”: esso non si limita solo e tanto a mostrare storie che appartengono al

cosiddetto genere “omosessuale” - che pur ha molto contribuito a dare visibilità alla scena

gay, lesbica e transgender – ma cerca sempre di più di raccontare un immaginario ed un

paesaggio umano e sociale dove le persone LGBT non sono “marziani” ma sono naturalmente

presenti nella quotidianità con le loro vite, le loro esperienze, i loro sogni. Una cultura che

infatti preferiamo definire “queer”.

Il festival presenta una selezione internazionale di opere a tematica queer, dai maggiori

festival di cinema del mondo (Berlino, Londra, Cannes, Venezia), fiction e documentari, in

gran parte inediti e non in distribuzione in Italia, come la retrospettiva dedicata a Rosa von

Praunheim, uno degli esponenti più significativi della cultura gay tedesca e uno dei fondatori

del movimento politico gay nella Repubblica Federale Tedesca. Il suo nome d'arte allude

all'omonimo quartiere di Francoforte, nonché al triangolo rosa, "rosa Winkel", che i prigionieri

omosessuali erano costretti a portare nei campi di concentramento nazisti. La rassegna è

organizzata in collaborazione con il Goethe- Institut Mailand e presenterà, in lingua originale

con sottotitoli in inglese e italiano, titoli che ripercorrono i 40 anni di attività e scelti su

indicazione del regista stesso: Nicht der Homosexuelle ist pervers, sondern die Situation, in der

er lebt (Germania 1970) Ein Virus kennt keine Moral (Germania 1985), Uberleben in New York

(Germania 1989), Ich bin meine eigene Frau (Germania 1992), Transexual Menace (Germania

1996), Can I Be Your Bratwurst, Please? (USA 1999), Tote Schwule - Lebende Lesben (Germania

2007). Rosa von Praunheim sarà ospite al cinema Odeon sabato 29 novembre dove

presenterà il suo one man show “I am a tomato” dove si racconta attraverso i suoi film,

coinvolgendo il pubblico in sala.

La sezione Panorama video Italia consentirà di conoscere autori e autrici italiani che

raccontano l’universo queer fuori dai circuiti commerciali. Il 1° dicembre, Giornata Mondiale

contro l’AIDS il festival proporrà lungometraggi, documentari e corti dedicati al tema

dell’AIDS, in collaborazione con l’ASL 10 Assessorato Diritto alla Salute Regione Toscana.

Nell’ambito del festival avrà luogo anche la selezione e premiazione dei migliori video del

concorso Videoqueer 2009, promosso in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche

Giovanile del Comune di Firenze. La VII edizione del Festival, oltre al Cinema prevede, fino al 5

dicembre, una serie di eventi collaterali riguarderanno la fotografia, la letteratura, l’arte

contemporanea, il teatro.

Il Florence Queer Festival è organizzato dall’associazione Ireos, Centro servizi autogestito per la

Comunità Queer di Firenze, in collaborazione con Eventi s.r.l. e Arcilesbica Firenze. La Direzione

Artistica è di Bruno Casini e Roberta Vannucci, l’organizzazione generale di Silvia Minelli e

Fabrizio Ungaro, consulenti al festival Paolo Baldi e Massimo Poccianti. Info: 3478553836 -

www.florencequeerfestival.it

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


River to River.

Florence Indian Film Festival

(4 – 10 Dicembre)

Dal 4 al 10 dicembre 2009 si terrà a Firenze la nona edizione del River to River. Florence Indian

Film Festival, fondato e diretto da Selvaggia Velo. Il Festival, con il Patrocinio dell’Ambasciata

dell’India di Roma, quest’anno propone una retrospettiva dedicata al genio malinconico di

Guru Dutt (1925-1964), definito l’Orson Welles indiano e scomparso prematuramente

(alcolizzato e suicida) a 39 anni. Sono stati selezionati tre suoi capolavori, che saranno visibili su

pellicole originali grazie alla collaborazione con il Directorate of Film Festivals di Nuova Delhi: il

poliziesco alla francese Aar Paar - Questo o quello (1954), la contrastata storia d’amore di Mr.

and Mrs. 55 (1955) e l’autobiografico e struggente Kaagaz ke Phool - Fiori di carta (1959).

Verrà inoltre proiettato un documentario sulla sua vita, In Search of Guru Dutt di Nasreen

Munni Kabir, in cui viene descritta una personalità così unica e ricca come quella di Dutt. Tra i

film in concorso per il River to River Digichannel Audience Award saranno proiettati i più

recenti lungometraggi, cortometraggi e documentari della cinematografia indiana, a

raccontare storie ed esperienze di vita che sono lo specchio di una società multiforme,

colorata e in evoluzione che con una sempre maggiore frequenza si affaccia al mondo

occidentale da protagonista. Ad accompagnare i film saranno presenti registi, attori e

produttori.

Venerdì 4 dicembre vedrà la serata d'apertura del Festival, che si inaugurerà al Museo Marino

Marini di Firenze con una mostra a cura di Giovanni Aprile dedicata al grande pittore indiano

Raja Ravi Varma (1848-1906), che con la sua vita e le sue opere ha mostrato il proprio lato

anticonvenzionale, portando scompiglio nell’India dell’Ottocento. Di seguito, alle 21.00 presso

il cinema Odeon, ci sarà la proiezione in prima italiana del film che racconta la storia del

pittore Raja Ravi Varma: Rang Rasiya (Colours of Passion), del conosciutissimo regista indiano

Ketan Mehta, che ha scelto come una delle sue protagoniste Nandana Sen, la figlia del

premio Nobel per l'economia Amartya Sen. Ketan Mehta sarà presente al Festival e incontrerà

il pubblico dopo la proiezione del suo film. Il Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata

dell’India di Roma.

Premio N.I.C.E. Città di Firenze

(11 Dicembre)

Riparte a novembre (dal 12 al 22) dagli Stati Uniti la XIX edizione del N.I.C.E. (New Italian

Cinema Events), appuntamento tra i più seguiti e attesi dal pubblico internazionale. Molte le

novità, dettate non solo da un cambio di strategia voluta dai vertici del Festival, Viviana del

Bianco e Grazia Santini, ma anche dalle contingenze che vedono il cinema italiano sempre

più in difficoltà per mancanza di fondi.

Sette i film selezionati per il 2009: Pa-ra-da di Marco Pontecorvo, Lezione 21 di Alessandro

Baricco, EX di Fausto Brizzi, La Siciliana Ribelle di Marco Amenta, Diverso da chi? di Umberto

Carteni, La casa sulle nuvole di Claudio Giovannesi e Viola di Mare di Donatella Maiorca.

Chiude la rosa di film in concorso il cortometraggio d’animazione del bagherese Nico

Bonomolo, Lorenzo Vacirca, che ha trionfato nella sezione “N.I.C.E. corti siciliani” allo scorso

Taormina Film Fest.

Prima tappa, come sempre, sarà la grande piazza di New York dove quest’anno il N.I.C.E.

esordisce con un evento speciale dedicando la open night, il prossimo 12 Novembre,

all’anteprima assoluta per l’estero del film di Donatella Maiorca, Viola di Mare, interpretato

da Valeria Solarino e prodotto da Maria Grazia Cucinotta. La serata si svolge grazie alla

nuova partnership con l’IFC Center, noto distributore americano con sede proprio a New York,

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


già proprietario di una multisala situata nel cuore del Greenwich Village che ospiterà l’evento.

Altra novità è la prima edizione del Seattle International Film Festival - realizzata con il supporto

della F.I.C.E. (Federazione Italiana dei Cinema d’Essai) - che si terrà appunto a Seattle, dal 17

al 21 novembre.

Quasi in contemporanea, dal 15 al 22 novembre, San Francisco proietterà le sette pellicole in

concorso. C’è di più. Il 15 e il 16 novembre, all’alzarsi del sipario, il N.I.C.E. edizione

statunitense, propone un omaggio al grande cinema di Marco Risi che si fece conoscere

all’estero proprio grazie a questa rassegna. La retrospettiva sarà l’occasione per rivedere, alla

presenza del cineasta, opere come Fortapasc (2009), Ragazzi Fuori (1990) e Tre mogli (2001).

Spetta invece all’applauditissimo film di Marco Bellocchio, Vincere, concludere il 22 novembre

la lunga tournée americana. In California il Festival si realizza con la collaborazione del San

Francisco Film Society e dell’Istituto Italiano di Cultura.

L'11 Dicembre, al cinema Odeon, come di consueto, la serata di premiazione del film

incoronato dal voto del pubblico newyorkese. Sostengono il N.I.C.E. il Ministero per i Beni e le

Attività Culturali-Direzione Cinema, Ministero Affari Esteri, l'Assessorato alla Cultura del Comune

di Firenze, Regione Toscana – Mediateca Toscana Film Commission, il San Francisco Film

Festival, il Seattle Film Festival, gli Istituti Italiani di Cultura di New York e San Francisco, Rai USA ,

Rai International, A.G.I.S. Toscana, F.I.C.E., Casa Italiana Zerilli-Marimò, New York University.

Immagini & Suoni dal mondo

Festival del film etnomusicale

(12 – 13 Dicembre)

Il 12 e 13 dicembre 2009, dalle ore 15.00 alle 21.00, il Cinema Odeon di Firenze ospita la

seconda edizione della rassegna di film etno-musicali Immagini & Suoni del Mondo. La

rassegna è un viaggio tra le culture musicali di tutto il mondo, sulla musica come identità, sulle

trasformazioni musicali tra locale e globale, sulle nuove tendenze giovanili e le loro

connotazioni sociali, culturali e politiche. Ma è anche un'occasione di riflessione sul fenomeno

della world music e delle “contaminazioni”; su generi musicali diventati transnazionali, come

l’hip-hop e l’heavy metal, adattandosi alle lingue e culture locali, su musicisti e compositori

che hanno lasciato un segno nella storia musicale contemporanea.

La seconda edizione di Immagini & Suoni del Mondo propone alcune recenti produzioni

documentarie (in lingua originale sottotitolate in italiano) tra le quali Café de los Maestros di

Miguel Kohan (Argentina, 2008, 90'), Glass: A Portrait of Philip in Twelve Parts di Scott Hicks

(USA/Australia, 2007, 115'), Global Metal di Scot McFayden e Sam Dunn (Canada, 2007, 93'),

Sufi Soul di Simon Broughton (Turchia, Siria, Pakistan, Marocco, 2008, 50’), Kurt cobain. About a

son di AJ Schnack (USA, 2007, 97'), On the Rumba River di Jaques Sarasin (R.D. Congo, 2006,

85’), Usa contro John Lennon di David Leaf e John Scheinfeld (Usa, 2006, 99’), El cantante di

Leon Ichaso (Usa, 2006, 106’). I film in lingua originale sono proiettati con sottotitoli in italiano.

L’iniziativa è curata dall’associazione Multi Culti in collaborazione con il Centro FLOG e ARAN

Documenti Video.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


Anteprime

Presentazione della versione restaurata in alta definizione da Cinecittà Luce de

LA ROSA DI BAGDAD di Anton Gino Domenighini, del 1949

e del documentario UNA ROSA DI GUERRA, di Massimo Becattini

(15 dicembre)

La Rosa di Bagdad è il primo lungometraggio italiano d’animazione e insieme primo film

italiano in Technicolor (1949) la cui storia è raccontata nel documentario UNA ROSA DI

GUERRA. Anima del progetto fu Anton Gino Domeneghini, sodale e capo ufficio stampa di

D’Annunzio, grande figura di imprenditore e tycoon della pubblicità a Milano. Folgorato dalla

visione di Biancaneve e i sette nani (1937) di Walt Disney, Domeneghini concepisce il progetto

autarchico di un lungometraggio d’animazione tutto italiano. Realizzato dai migliori

disegnatori italiani. Il bombardamento di Milano dell’ottobre 1942 distrugge lo studio e

Domeneghini trasferisce tutta la squadra in due ville in provincia di Brescia. Il lavoro si protrae

per tutto il periodo della guerra e oltre, finché, nel 1949, le centinaia di migliaia di disegni

prodotti vengono fotografati in Technicolor in Inghilterra. Il film viene musicato dal

compositore Riccardo Pick Mangiagalli e doppiato dalle voci dei maggiori attori italiani. Dopo

decenni di oblio, alla fine degli anni ’90 il film viene riscoperto e restaurato dalla Cineteca

Nazionale per iniziativa dell’allora ministro Walter Veltroni. In occasione del 60° anniversario de

LA ROSA DI BAGDAD (1949-2009), dall’interpositivo ottenuto dal negativo Technicolor originale,

è stato prodotto da Cinecittà-LUCE insieme a Film Documentari d’Arte e Digigraf srl, un nuovo

master in Alta Definizione HD che, attraverso un delicato restauro digitale, ha ridonato tutta la

sua smagliante qualità fotografica a questo capolavoro assoluto della cinematografia

d'animazione italiana.

Nel documentario UNA ROSA DI GUERRA, di Massimo Becattini la vicenda de La Rosa di

Bagdad è ricostruita attraverso i disegni originali inediti (bozzetti d’animazione, scenografie,

rodovetri, etc.) e le rarissime sequenze-test su pellicola 35mm b&n, oltre ai materiali provenienti

dall’Archivio LUCE e da archivi americani e francesi, insieme alle interviste agli ultimi

protagonisti della vicenda, nei luoghi in cui questa si svolse.

Eventi

Evento Speciale del Festival dei Popoli

Crollo Nervoso – La New Wave italiana degli anni ’80 di Pierpaolo De Iulis (Anteprima FdP)

(27 Ottobre)

Il film rievoca, attraverso testimonianze e immagini di concerti e performance, la scena

musicale indipendente italiana degli anni ‘80, di cui l’ambiente fiorentino fu uno dei

protagonisti principali. Due gli episodi proposti: Onde Emiliane e Firenze Sogna.

Parteciperanno alla proiezione artisti e personalità che hanno fatto la storia musicale e

culturale di quegli anni e che daranno luogo ad un imperdibile after-show.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


Evento Speciale del Festival dei Popoli

Noi con gli altri, di Federico Bondi

(28 Ottobre)

Il film nasce da un progetto di Unicoop Firenze e racconta il viaggio negli slums di Nairobi di un

gruppo di ventenni toscani che diventeranno tra i soci fondatori di un’associazione che si

occuperà attivamente dei rapporti tra Nord e Sud del mondo. A seguire la proiezione di un

altro film dedicato alla prima e la seconda vita degli indumenti: Mitumba the Second - Hand

Road di Raffaele Brunetti.

GMM Day. Giovanotti Mondani Meccanici

(8 Novembre)

In occasione del venticinquesimo anno della fondazione della band più pazza e versatile

della video-computer art italiana, in programma 4 eventi in contemporanea in 4 luoghi del

centro città, a pochi metri l'uno dall'altro, per offrire la possibilità di un percorso artistico e di

intrattenimento unico nel suo genere, capace di spaziare, come nello spirito pop più proprio

del gruppo, tra diversi generi e forme di espressione. Allo Spazio Uno in Via del Sole, rassegna

non stop delle produzioni video degli anni '80-'90. A Palazzo Strozzi, presso il Centro di Cultura

Contemporanea Strozzina, video installazione inedita sui temi dei primi computer comics del

1984. Al cinema Odeon nel pomeriggio, proiezione continuata dei cartoons di Gino il Pollo,

dagli esordi fino al massimo successo internet di Tu vo' fa' o' Talebano. In serata, evento clou

dell'intera manifestazione: la presentazione del film-documento in due parti Welcome to

Florence?, appositamente realizzato per la rassegna e presentato in prima ufficiale. Il film

racconta in maniera scanzonata, attraverso i ricordi dei molti protagonisti che hanno

attraversato il gruppo negli anni (dai fondatori Antonio Glessi e Andrea Zingoni, a Loretta

Mugnai, Maurizio Dami, Marco Paoli, Giancarlo Torri, Roberto Davini e tanti altri), i momenti

salienti di un percorso artistico fatto di mille episodi ed esperienze.

Sarà possbile incontrare gli autori per un aperitivo all?odeon Bistrot.

Prima o poi tutti i muri cadono

(10 Novembre)

Presentazione di una puntata monografica sulla caduta del Muro di Berlino della trasmissione

La Storia siamo noi, alla presenza del giornalista Gianni Minoli.

Terra di Tutti Film Festival

Documentari e cinema sociale dal Sud del mondo

(10 Novembre, Cinema Spazio Uno)

Come nel resto del paese, a Bologna convivono intolleranza e tentativi di dialogo. La

convivenza raccontata attraverso diversi episodi: dall’incontro-scontro tra la principale

associazione musulmana italiana e i manifestanti della Lega anti-diffamazione cristiana e della

Lega Nord, alla vita in moschea. I ritratti di due figli d'immigrati marocchini cresciuti in Italia:

Adil e Hayat. La quotidianità del “Garibaldi 2”, enorme stabile alla periferia della città.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


Occhi aperti su Kubrick

(11 Novembre)

Associazione Anémic propone una giornata kubrickiana dieci anni dopo Eyes Wide Shut,

curata dal giornalista Gabriele Rizza. Sarà l'occasione per ricordare l'ultimo, controverso,

capolavoro (incompiuto) firmato da Stanley Kubrick nel 1999, prima della morte.

Florence International Film Festival

(12 Novembre)

Diretto da Elizabeth Monroy, il festival è un appuntamento che offre l'opportunità di incontrarsi

e confrontarsi a studenti americani e professionisti del mondo del cinema, per dare vita a

nuovi progetti in campo audiovisivo, cinematografico e dei nuovi media.

Una finestra sul Nord

Rassegna di cinema finlandese

(13-15 novembre)

A dieci anni dalla prima edizione e a cinque anni dalla seconda, l'Associazione Culturale Italofinlandese

di Firenze in collaborazione con Suomen elokuvasäätiö (Fondazione

cinematografica finlandese), torna ad aprire la “finestra sul Nord”. La rassegna comprende

alcuni tra i frutti più recenti della cinematografia finlandese, già presentati con successo in

molti festival in tutto il mondo.

Quest’anno abbiamo riservato una particolare attenzione ad opere che descrivono l’universo

dei giovani e giovanissimi, passando dalle atmosfere favolistiche di Pelikaanimies (L’uomo

pellicano) di Liisa Helminen, al mondo degli adolescenti e giovani adulti dei film di Dome

Karukoski, di cui verranno presentati tutti e tre i titoli finora da lui realizzati. In programma ci

sarà inoltre il divertente documentario a sfondo ecologico Katastrofin aineksia, (Ricette per il

disastro) di John Webster, e la panoramica sarà completata da una selezione di film d’autore

che spaziano dal suggestivo film horror Sauna di A.J. Annila, ai film che raccontano la società

d’oggi con una vena sobria ma intensa, in cui i suggestivi paesaggi della nostra terra fanno

da cornice a strutture narrative solide e coinvolgenti. La rassegna si svolge con il patrocinio di

Ambasciata di Finlandia e in collaborazione con Università degli Studi di Firenze, Dipartimento

di Filologia moderna, Settore Ugro-finnica. info: suomiseurafirenze@email.it

Superstudio o la mossa del cavallo di Matteo Giacomelli

(11 Dicembre)

Nel film Superstudio o la mossa del cavallo gli architetti Adolfo Natalini, Cristiano Toraldo di

Francia e Piero Frassinelli si raccontano. Il gruppo fiorentino dell’architettura radicale si

confronta tra lucide visioni e intuizione, tra vita e arte, tra passato e futuro - dal Monumento

Continuo alla Globalizzazione, dalla Supersuperficie alla Rete Iperconnessa - tra profezia e

dimostrazioni, tra utopia e realtà.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


Parlare di Cinema a Castiglioncello

(11 dicembre)

Incontro all'Odeon Bistrot con alcuni protagonisti delle numerose edizioni di Parlare di Cinema

a Castiglioncello. Un'occasione per conoscere il festival Parlare di Cinema a Castiglioncello,

diretto da Paolo Mereghetti, che si tiene ogni anno a giugno nella località livornese e che da

sempre ha una forte vocazione cinematografica.

Premio Fiesole ai Maestri del Cinema attribuito a Bertrand Tavernier

(14 Dicembre)

In occasione della cerimonia di consegna del Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2009,

organizzato dal Comune di Fiesole, in collaborazione con il gruppo toscano SNCCI e

Mediateca Regionale Toscana Film Commission, sarà presentato, in anteprima nazionale alla

presenza del regista, il film In The Electric Mist di Bertrand Tavernier.

Evangelion Day

Omaggio al cinema d'animazione giapponese

(16 Dicembre)

Diretta da Riccardo Gelli, l'omaggio porterà al Cinema Odeon il meglio della famosa serie di

26 episodi del film d'animazione giapponese, creato dallo Studio Gainax, sceneggiato e

diretto da Hideaki Anno, comunemente nota come Evangelion. La serie narra le vicende dei

membri dell’organizzazione paramilitare “Nerv”, creata per combattere dei misteriosi mostri

chiamati “Angeli”. A respingerne gli attacchi vi sono delle particolari macchine da guerra, le

Unità Evangelion (o EVA), le uniche capaci di fronteggiare gli “Angeli”, ma la cui vera natura

è, al pari degli invasori, avvolta nel mistero. A pilotarli sono dei ragazzi chiamati "Children”, i soli

che possono azionare queste macchine e annientare gli invasori.

“Voglio vivere così”

Voglio vivere così è il titolo della nuova campagna di comunicazione della Regione che

mostra tutto l'appeal toscano con immagini oniriche, sofisticate e simboliche, che vanno al di

là delle icone classiche di una delle regioni già più conosciute e amate al mondo.

Una campagna che punta sulla componente affettiva, empatica, emozionale, su quel nucleo

interiore che sempre più influisce sulle scelte di acquisto di una vacanza e che si sposa

perfettamente con il Cinema, la più grande “fabbrica di sogni”.

Tour e visite guidate nei più bei musei e luoghi d'interesse turistico, degustazioni in ristoranti

tipici, soggiorni in hotel e B&B caratteristici del centro storico: sono alcune delle proposte che

consentono di coniugare una visita a Firenze con il cinema di qualità, grazie ad apposite

convenzioni create nel periodo della “50 giorni”. I luoghi da visitare e le opportunità culturali, a

Firenze e in Toscana, sono davvero tanti e le combinazioni più interessanti sono proposte dalle

agenzie di viaggio indicate dalla associazioni di categoria - Assotravel, Fiavet, Confesercenti –

che hanno creato pacchetti turistici ad hoc per lo sviluppo di nuovi flussi cineturistici.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


I Luoghi

CINEMA ODEON

Piazza Strozzi – Firenze

Il Cinema Odeon di Piazza Strozzi, a due passi dal Duomo, è già dall’anno scorso la sede

ufficiale della rassegna: un centro propulsore da un punto di vista culturale e della

comunicazione, dove vengono raccolte tutte le idee e le forze del settore, per dare alla

Toscana e all’Italia un forte impulso al cinema di qualità.

L'edificio, nato nei primi anni del '900, in puro stile art déco, oggi si rinnova, senza perdere la

sua identità, con un nuovo spazio bar attrezzato nell'area antistante il suo ingresso (il Bistrot

dell'Odeon), e all'interno con salotti dove leggere e incontrarsi, un punto internet free - con

computer a disposizione per consultare la videolibrary di Mediateca - e una sala stampa

attrezzata con corner per interviste. La sala ha una capienza di 594 posti, da quest'anno è

attrezzata per la proiezione in digitale grazie ai nuove proiettori “2K”.

CINEMA SPAZIO UNO

Via del Sole 10 – Firenze

Il cinema Spazio Uno, situato a due passi dalla Stazione Santa Maria Novella, è stato appena

ristrutturato ed è la seconda sala della “50 Giorni”. Ospiterà incontri con gli autori e parte della

programmazione dei festival, nonché alcuni eventi speciali. La sala ha una capienza di 150 posti.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


ODEON BISTROT

Per la “50 Giorni” verrà allestito in Piazza Strozzi un “lavoro d'artista” firmato Igor Eskinja. Oltre

che una istallazione il progetto sarà un temporary bar, uno spazio dedicato al pubblico del

festival che vorrà ritrovarsi per parlare di Cinema e bere un bicchiere di vino nella splendida

cornice di Piazza Strozzi, proprio di fronte all'ingresso laterale del Cinema Odeon.

L'artista, dopo aver studiato attentamente lo spazio, ha proposto un'istallazione che rimarrà

per tutta la durata della rassegna.

AT YOUR PLACE, (al posto tuo) |

installazione, Odeon Bistrot, Firenze, 2009.

Il progetto “Al posto tuo” consiste in una

serie di scatole luminose a forma di

nuvolette di fumetti. E un lavoro aperto che

dialoga con il luogo (spazio pubblico) dove

viene esposto creando una strana

mescolanza tra il reale, l'immaginario e il

simbolico. Un collante tra finzione,

quotidianita’, ruoli, posizioni, sfondi, passate

e future narrazioni.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24


Partner

Ufficio Stampa e Comunicazione

Mediateca Regionale Toscana Film Commission

comunicazione@mediatecatoscana.it | 055-2719030-24

More magazines by this user
Similar magazines