DETROIT 2013 - Motorpad

motorpad.it

DETROIT 2013 - Motorpad

GENNAIO 2013

week

# 2

DETROIT 2013

L’America

riprende a galoppare

DETTO TRA NOI

Quattro proposte,

più due, da condividere


JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

DETTO TRA NOI

Al recente QuattroruoteDay il

direttore Cavicchi ha annuncito

quattro proposte che il

giornale lancerà per dare un concreto

contributo al rilancio del mercato

dell’auto, Hanno anche il vantaggio

di porsi seriamente il problema del

rinnovamento del parco circolante

con i relativi benefici anche per

l’ambiente.

In sintesi: la prima riguarda la proposta

di estendere anche ai privati la

possibilità di detrarre parte dei costi

di acquisto e di manutenzione a chi

compra un’auto con emissioni di CO 2

inferiori a 120 g/km.

La seconda auspica che le Autostrade

trovino il modo di applicare tariffe

più basse per chi viaggia in particolari

ore, ad esmpio di notte.

La terza prende in esame le detrazioni

che il fisco applica alle auto

aziendali. In Italia sono le più basse

di tutta Europa, mentre in alcuni

paesi arrivano al 100% delle spese

sostenute.

La quarta prende infine in considerazione

la situazione dei punti di rifornimento

per il metano e il GPL sulle

Autostrade. È una rete che deve essere

decisamente implementata se

EDITORIALE

Quattro proposte,

più due, da condividere

2 - 14

si vuole veramente favorire la diffusione

di questo tipo di alimentazione più

ecologico e più economico.

Tutte proposte che non possono non

essere accolte e appoggiate con convinzione

e che Quattroruote si impegna

a sostenere forte delal sua autorevolezza

e della massa di automobilisti/lettori

che rappresenta.

A questa iniziativa la Compagnia dell’Automobile,

convinta sostenitrice

dell’iniziativa, si permette di aggiungere

due altre proposte.

Una riguarda l’assoluta necessità che

l’Italia non resti priva di un suo Salone

dell’Auto e della mobilità; rischio che si

dimostra quanto mai concreto dopo

l’ultima edizione del MotorShow di Bologna

con le defezioni e l’accorciamento

dei giorni di esposizione che si sono

registrate. L’ideale sarebbe che auto e

moto (cioè Bologna e Eicma) unissero

le forze per un grande e comune evento

del motore a Milano.

La seconda è una precisa richiesta alle

case automobilistiche e riguarda i

costi di manutenzione dell’auto:

estendere la garanzia a cinque anni.

Esattamente come già fanno alcuni

costruttori anche più generosi nei tempi

di copertura. Marcello Pirovano


SALONE DI DETROIT 2013

3 - 15

Da tempo il Salone di Detroit non viveva giornate tanto euforiche. La città è tornata

ad essere una della capitali dell’auto sull’onda degli ottimi risultati che General

Motors, Ford e Chrysler possono vantare e considerare anche consolidati. Che in

quello della Chrysler ci sia anche tanto di italiano e, siamo onesti, tanto di Sergio

Marchionne con il suo processo di internazionalizzazione del Gruppo Fiat è un fatto

di orgoglio e che, si spera, possa aprire orizzonti più rosei anche alla nostra industria.

JCM- ECM - Gennaio 2013 - week 2

CADILLAC

Rendiamo omaggio, in apertura,

alla Cadillac che una

giuria di 49 giornalisti del settore

ha eletto “Car of the Year”

in America. Una bella lucidata al

presigioso marchio icona dell’auto

di lusso in USA. Abbadonando

le dilaganti dimensioni di

un tempo l’ATS è una berlina

sportiva di taglia media con trazione

posteriore o integrale e

un potente motore quattro cilindri

2.000 cc sovralimentato

da 276 CV.

È anche la vettura più leggera

della sua categoria negli Stati

Uniti, progettata per prestazioni

di guida particolarmente dinamiche.

Singificativo anche il

debutto della ERL, lussosa coupé

dalla raffinata ricerca aerodinamica

che è in pratica la versione

sportiva delle varie ChevroletVolt,

Opel Ampera e Holden

per quanto riguarda l’alimentazione

elettrica dove la ricarica

delle batterie è affidata ad

un motore termico di 1.600 cc

che ha la funzione di generatore.

Si ispira alla concept Converj

messa in mostra sempre al salone

di Detroit del 2009.

Cadillac ATS “Car of the Year”

Cadillac ERL


4 - 16

Chevrolet Corvette Stingray

JCM- ECM - Gennaio 2013 - week 2

CHEVROLET

Restando nel gruppo GM è

stata accolta con autentico

entusiasmo la Corvette che

con la Stingray giunge alla settima

generazione di questo autentico

mito delle “muscle car”

americane. Aggressiva nella linea

che tiene sempre in evidenza

il vasto vano utilizza un motore

8 cilindri a V da 450 CV di

6.200 cc che garantisce un’accelerazione

d 0 a 100 km/h in

meno di 4 secondi. La trazione

è posteriore e sono 5 le modalità

di guida. Le misure compatte,

4,49 mt, favoriscono la maneggevolezza;

largo l’utilizzo dell’alluminio

per la struttura.

FORD

La casa dell’ovale blu che si è

tirata fuori dalla crisi con le

sue sole forze e senza aiuti govenativi

ha rilanciato sul fronte

dei pick-up che sono sempre il

tipo di veicolo più venduto in

America. Alla ribalta il poderoso

Atlas che conferma che ormai

anche i rudi pick-up dei contadini

americani hanno abbadonato

Ford Atlas

Ford Transit Connect


5 - 17

Lincoln MKC

tipologia di veicoli. Fedele alla

sua immagine l’idea di grande

robustezza che trasmette.

Sul versante delle berline sportive

la casa dell’ariete ha invece

lanciato la Dart GT; classicheggiante

nella linea offre tre motori

a benzina, quattro cilindri, un

2.000 cc, il MultiAir Turbo Intercooler

di 1.400 cc e un nuovo

2.400 cc MultiAir abbinabili a

due tipi di trasmissione, manuale

o automatica TCT a 6 rapporti,

cui si aggiungerà in seguito il

cambio ZF a 9 marce.

JCM- ECM - Gennaio 2013 - week 2

l’essenzialità originale dei mezzi

destinati quasi solo alle attività

agricole e lavorative per trasformarsi

in accoglienti e raffinate

alternative alle berline alto di

gamma. Importante, sul piano

tecnico, l’adozione anche dell’efficiente

motore EcoBoost,

ormai sempre più universale

nella produzione Ford.

Lo ritroviamo infatti anche sulla

nuova generazione del Transit

nelle versioni trasporto merci e

Connect, destinato alla massima

diffusione nel mondo.

Tra i Crossover un posto di rilievo

occupa il nuovo MKC con

marchio LINCOLN. È ancora

in veste di concept ma non c’è

dubbio che la versione definitiva

non si discosterà molto dalle linee

sportive ed eleganti con

questa anticipazione. Accuratissimi

gli allestimenti.

DODGE

Al RAM 1500 è toccato il titolo

di “Truck of the Year”

ambitissimo riconoscimento per

i costruttori americani tutti impegnati

su questa popolarissima

Dodge RAM 1500 “Truck of the Year”

Dodge Dart GT


6 - 18

JEEP

Gli europei non sono certo

andati a Detroit a fare da

comparse; tanto più che, in virtù

dell’alleanza con Chrysler, i

due marchi devono reciprocamente

considerarsi con doppio

passaporto.

Come nel caso della Jeep

Grand Cherokee turbodiesel

V6 di 3.000 cc, nelle versioni da

190 e 214 CV che arrivano da

Torino, mentre i benzina sono

made in USA per cilindrata e

consumi con alla base il 3.600 cc

Audi SQ5

Jeep Grand Cherokee

250 km/h e 5,3 secondi da 0 a

100 km/h. In Europa dovremo

“accontentarci” di un turbodiesel

di 3.00 cc da 313 CV.

La RS7 è invece la Sportback 4

porte che passerebbe quasi

inosservata se non fosse per le

targhettine sulla calandra e sul

posteriore e per le per le ampie

prese d’aria sul frontale. Per

non farsi mancare niente mette

sotto il cofano un 4.000 cc da

560 CV. Mix di eleganza e portività

l’allestimento.

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

V6 Pentastar da 286 CV di potenza,

il 5.700 cc V8 da 352 CV

e lo sportivo 6.400 cc V8 HEMI

da 468 CV per la SRT.

AUDI

Niente di più teutonico per

l’Audi che ha negli Stati

Uniti un mercato molto florido

e che ha portato a Detroit la

SQ5 e la RS7. La prima è il SUV

“cattivo” riservato al mercato

americano e cinese che esprime

la sua aggressività principalmente

con il motore sovralimentato

a benzina di 3.000 cc, 354 CV,

Audi RS7


7 - 19

MERCEDES

Non sta certo a guardare la

Mercedes che sul mercato

USA è di casa da sempre. Comincia

con la rinnovata Classe

E che ormai è una vera famiglia

numerosa, quasi un marchio autonomo,

dato che comprende

quattro varianti oltre la classica

berlina 4 porte.

Partendo dal vertice troviamo la

versione AMG con tutte le sue

connotazioni tecniche e di allestimento

di stampo sportivo

partendo dalla prima novità di

grande rilievo, cioè la trazione

integrale 4MATIC che per la

prima volta viene utilizzata anche

su una berlina e non solamente

su un SUV. La ripartizione

della coppia è in rapporto

33% sull’asse anteriore e 67%

su quello posteriore con differenziale

autobloccante. Le quattro

ruote motrici vengono abbinate

al più potente dei V8 biturbo,

quello di 5.461 cc, 585 CV e

800 Nm di coppia. Gli si affianca

quello “base” da 557 CV per

720 Nm ed è disponibile sia con

la normale trazione posteriore,

sia con quella integrale. Entrambi

i motori assolvono già le norme

Euro6. Le fanno da corona e

soddisfano ogni esigenza di uso

e di status la Cabrio, la Coupé e

la Station Wagon, tutte accomunate

dalla base meccanica, dalle

motorizzazioni ottimizzate e

Mercedes Classe E AMG

con le più avanzate tecnologie

per il contenimento dei consumi

e delle emissioni. Tra diesel e

benzina dispongono di potenze

tra i 184 e i 408 CV.

Mercedes Classe E Cabrio

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

Mercedes Classe E Coupé

Mercedes Classe E station wagon


8 - 20

Utima novità da Stoccarda, ma

non certo la meno importante,

la CLA che porta anche nelle

berline compatte (per Mercedes)

i codici stilistici delle grandi

coupé a quattro porte tipico

delle nuove ammiraglie. Efficientissima

sul piano dell’aerodinamica

(Cx 0,22) e molto piacevole

nella linea ha tutte le dotazioni

dell’alto di gamma Mercedes

per la sicurezza (a cominciare

dalla prevenzione, e per

l’assistenza alla guida. Quanto ai

motori sono tutti con funzione

Eco e tecnologia Start Stop,

benzina e diesel con potenze

tra 122 e 170 CV; senza rinunciare,

però, alla versione AMG

che di CV nel dispone 350.

VOLKSWAGEN

Si chiama CrossBlue la novità

di VW. È un SUV a sette posti

sui 5 metri di lunghezza che

ha il suo motivo tecnico di interesse

nell’alimentazione ibrida

che abbina un motore diesel ad

uno elettrico plug-in; si dichiara

Mercedes CLA

Mercedes CLA

una percorrenza in sola modalità

elettrica di 30 km e lo straordinario

consumo medio di 1,2

litri di gasolio per 100 km. Il disegno

di carrozzeria sostanzialmente

squadrato trasmette solidità

e un'evidente promessa di

grande disponibilità di spazio.

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

Volkswagen CrossBlue


9 - 21

BMW

Al fondamentale mercato

americano BMW ha mostrato

la raffinata M6 Gran

Coupé a quattro porte incontestabile

sintesi di tecnologie

avanzate, esclusività ed eleganza

formale. È il modello top di

quella nuova famiglia di auto

sportive identificata dalla sigla

con la cifra pari. In tutto dipendente

dalla berlina per la parte

BMW M6 Gran Coupé

BMW Serie 4 Coupé

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

meccanica affida il suo fascino al

disegno di carrozzeria, agli allestimenti

e a quanto offre per il

confort e la sicurezza degli occupanti

e per il piacere di guida,

offrendo anche al pilota ogni

forma di assistenza alla guida.

Criteri che si ritrovano anche

nella Serie 4 Coupé, concept

lunga 4,64 metri, larga 1,83 e

alta 1,36 che si caratterizza per

le ampie prese d’aria nei pa-

BMW Z4 sDrive

raurti anteriori e posteriori, per

le carreggiate allargate e per la

grande nervatura sulla fiancata.

Propone due inedite soluzioni

aerodinamiche, l’Air Curtain e

l’Air Breather: il primo è un deflettore

attivo che incanala l’aria

verso l’esterno delle ruote

mentre il secondo consiste in

un’apertura dietro le ruote anteriori

per ridurre la resistenza

aerodinamica del frontale.

La Z4 sDrive è la versione

2013 della nota roadster rivista

in alcuni dettagli e con il nuovo

motore “entry level” TwinPower

Turbo di 2.000 cc da 156

CV, 221 km/h, 0-100 km/h e

consumi medi di 6,8 l/100 km.


10 - 22

MINI

Non meno attiva la MINI,

marchio di grande successo

in USA con tutte le sue varianti

di carrozzeria. L’utima arrivata

è la John Cooper Works

Paceman, la più potente e prestazionale

del gruppo, con il suo

motore 1.600 cc turbo a benzina

da 218 CV e 280 Nm (300

Nm in overboost) abbinato alla

trazione integrale ALL4 e al

cambio manuale o automatico a

6 rapporti. Sospensioni, allestimenti

e freni sono specifici.

Mini John Cooper Works Paceman

PORSCHE

Èsbarcata in America la Cayenne

Turbo S che si pone

al vertice delle gamma. Le note

tecniche parlano del V8 di 4.800

cc da 550 CV e 750 Nm di coppia

e un allestimento orientato

alla sportività con sospensione

PASM (Porsche Active Suspension

Management) e dispositivo

PDCC (Porsche Dynamic Chassis

Control) che contrasta l’inclinazione

laterale e riduce il

rollio in curva.

Le prestazioni dichiarate: 4,5

secondi da 0 a 100 km/h, 283

km/h di velocità di punta.

Porsche Cayenne Turbo S

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

Bentley Continental GT Speed Convertible

BENTLEY

La rassegna europea continua

con la Continental GT

Speed Convertible, la cabriolet

quattro posti più veloce al

mondo: 325 km/h di velocità

massima e 4,4 secondi per lo

scatto da 0 a 100 km/h. È quanto

garantisce il rinnovato motore

W12 biturbo da 6.000 cc, 625

CV e 800 Nm di coppia. La trazione

è integrale permanente

60:40 a favore del retrotreno.


11 - 23

MASERATI

Alla nuova Maserati Quattroporte

l’onore di chiudere

la rassegna delle novità europee

e italiane in particolare. È

la nuova ammiraglia della Casa

del Tridente e niente di meglio

poteva fare da ambasciatrice

della sapienza italiana nel afre

auto esclusive, pieno di fascino

e di tecnologia. La nuova creatura

di Lorenzo Ramacciotti

conserva e reinterpreta gli stilemi

della marca, continua la tradizione

del lusso negli allestimenti

e introduce le nuove motorizzazione

sviluppate a Maranello:

un 3.000 cc V6 da 410 CV

- anche con l’opzione della trazione

integrale - e un 3.800 V8

da 535 CV; entrambi con cambio

ZF a otto rapporti.

Maserati Quattroporte

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

TOYOTA

Dal primo costruttore giapponese

più che mai in lizza

per la leadership mondiale arriva

la berlina Furia berlina destinata

a prendere il posto della

gloriosa Corolla. Disegnata secondo

i principi dell’Iconic Design

su forme molto aerodinamiche

promette grande abitabilità

su misure di 4,62 mt in lunghezza

per 1,80 in larghezza e 1,42

in altezza. Ruote in lega da 19”.

Dalla LEXUS continua il rinnovamento

anche stilistico della

gamma e, soprattutto l’accentuazione

della sportività dei modelli

anche in versione ibrida.

Come nel caso della IS 250 F-

Sport (che non sarà importata in

Italia) ma che si presenta come

ottimo esempio di berlina media

ad alte prestazioni ed elevato livello

qualitativo.

Toyota Corolla Furia

Lexus IS


12 - 24

HONDA

Con largo anticipo sui tempi

di lancio Honda ha mostrato

a Detroit l’Urban Suv, un

nuovo SUV di dimensioni compatte

previsto per la fine di quest’anno

per poi approdare anche

in Nord America nel 2014 e

in Europa. Nasce sulla piattaforma

globale che sarà utilizzata

anche per altri modelli a partire

dalla nuova Jazz. Ben personalizzato

nella linea con l’espressi-

Honda Urban Suv

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

Acura MDX

vo frontale e la forte incisione

sulla fiancata, utilizzerà le tecnologie

Earth Dreams per contenre

i consumi e, per gli interni, i

versatili Magic Seat. Sarà costruito

in Messico.

ACURA

La marca di lusso di Honda,

molto autonoma nelle sue

realizzazioni, ha puntato sulla

MDX, un SUV di taglia forte a

sette posti proposto con due

motori V6, uno di 3.500 cc da

280 CV per la sola trazione anteriore

e uno di 3.700 cc e 305

CV per la trazione integrale.

Come sempre molto raffinati gli

interni a contorno di una dotazione

di tecnologie avanzate

per la dinamica e la sicurezza.

Sempre da Acura viene il rilancio

di una icona dell’auto sportiva

giapponese, la NSX, che a

suo tempo ebbe tra i “collaudatori”

anche Ayrton Senna.

Disegnata al Centro Stile di Los

Angeles conserva l’impostazione

larga e bassa dell’antenata

ma la tecnica si arricchisce dell’alimentazione

ibrida che abbina

un motore termico V6 in posizioone

centrale ad uno elettrico

ed alla trazione integrale.

Acura NSX


13 - 25

NISSAN

Anche Nissan si impegna a

fondo nel settore dei SUV

dove ha da diffendere una posizione

di assoluto rilievo. La novità

è la Resonance disegnata al

Nissan Design America di San

Diego, che sviluppa i concetti

aerodinamici dei modelli futuri.

Il frontale riprende il concetto

di design V-Motion e i sottili

montanti e le ampie superfici

vetrate fanno sembrare il tetto

sospeso. L’arredo interno si ispira

ai viaggi nello spazio. Il sistema

di propulsione ibrida integra

la trazione integrale e prevede

un motore di 2.500 cc, due frizioni

e un motore elettrico.

Nissan Resonance

La Versa Note è una multispazio

compatta per famiglia che si

ispira alla concept Invitation;

motore 1.600 cc da 110 CV con

Nissan Versa Note

cambio manuale o CVT. Di rilievo

la dotazione tecnoligica di

supporto per il motore, la navigazione

e l’interconnessione.

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

Infiniti Q50

INFINITI

Anche Nissan ha la sua marca

esclusiva, la Infiniti che a

Detroit ha presentato la Q50,

berlina 3 volumi lunga 3,77 mt

con motore V6 di 3.700 cc da

302 CV o sistema ibrido con un

V6 di 3.500 cc da 302 CV e unità

elettrica. Dispone della trazione

integrale Intelligent All

Well Drive e di un sistema telematico

avanzato In Touch.


14 - 26

Hyundai HCD-14 Genesis

Hyundai HCD-14 Genesis

JCM - ECM - Gennaio 2013 - week 2

Kia Cadenza

HYUNDAI

ADetroit Hyundai ha giocato

la carta dell’ammiraglia di

lusso con la HCD-I4 Genesis.

La vettura si presenta con le linee

di un corposo coupé a

quattro porte, ma con quelle

posteriore che si aprono ad armadio.

Evidente, nel lusso degli

arredamenti e nelle dotazioni

l’attacco alla miglior concorrenza

europea del settore che si

esplica anche con le motorizzazioni

2.000 cc turbo da 213 CV

e 3.800 cc V6 da 303 CV.

KIA

Con la Cadenza, già nota in

Corea con la sigla K7 e ridisegnata

con la nuova calandra,

Kia pone un altro modello di lusso

sopra la Optima. In America

viene venduta in allestimento full

optional iperaccessoriato ed

unicamente con il motore 3.300

GDI di 293 CV. Per il telaio sono

utilizzati acciai speciali.

More magazines by this user
Similar magazines