BIC DICEMBRE 2007IMP - Comune di Rovigo

comune.rovigo.it

BIC DICEMBRE 2007IMP - Comune di Rovigo

Contiene I.R.

POSTE ITALIANE S.P.A.

Tassa pagata - Pubblicità diretta

non indirizzata

DRT/DCB/RO/180/03/IB del 07/11/03


Cari Concittadini,

trascorso un anno e mezzo dall’insediamento

dell’Amministrazione che ho l’onore di coordinare, desidero richiamare,

sia pure in modo solo sommario, ciò che ha caratterizzato l’attività amministrativa

nel 2007. Un anno, certamente non facile ma che ci ha visto

affrontare e superare questioni, situazioni, problemi di grande rilievo per

la nostra Città e di particolare complessità per l’Amministrazione.

Proprio un anno fa, sul finire del 2006 eravamo di fronte ad una serie di

problemi che, è bene ricordarlo, erano di forte preoccupazione e non

ammettevano rinvii o incertezze. Problemi che venivano “da lontano”

e che attendevano, da tempo, di essere affrontati con decisione e con

doverosa ponderazione. In questa sede tali problemi possono essere

solo richiamati, con la certezza che la cittadinanza è ben consapevole

della loro complessità e dell’importanza della loro definizione.

Ricordo che, da subito, appena insediata, la Giunta si era trovata ad

affrontare il gravissimo problema del dover riportare in equilibrio il bilancio

dell’esercizio 2006 e, nel contempo, di decidere pur nell’esiguità delle

risorse finanziarie, se riassumere il personale precario, il cui rapporto

di lavoro era stato previsto dalla precedente amministrazione solo sino

al mese di giugno. Si è rimesso faticosamente in equilibrio il bilancio,

riducendo drasticamente ogni spesa non strettamente necessaria e sono

state espletate le procedure per la stabilizzazione del personale precario,

nei limiti fissati dalla normativa vigente e consentiti dalle effettive

disponibilità finanziarie. Di grande delicatezza poi, la decisione assunta in

Consiglio Comunale sulla situazione di Polesine Servizi, società costituita

dai Comuni dell’intera provincia, che gestisce il servizio idrico integrato

in tutto il Polesine e in due aree limitrofe. Assieme alla quasi totalità

dei Comuni soci di Polservizi, il Comune di Rovigo ha operato per il

risanamento della società, assicurando così alla nostra, come alla altre

Comunità polesane, il mantenimento del servizio idrico secondo nuovi

criteri di gestione, tali da migliorare la conduzione in termini di efficienza

e di economicità. Tra i primi risultati positivi, va certamente considerato

il ripristino della fornitura d’acqua in alcune zone della città, ove da una

decina d’anni un centinaio di Famiglie versava in grave difficoltà per la

ridottissima e del tutto inadeguata erogazione d’acqua. Situazione, questa,

che ancora coinvolge altre realtà comunali.

Il 2007 ha visto anche il rientro nella gestione diretta da parte dei Servizi

Sociali del Comune, dell’assistenza domiciliare per le Famiglie in difficoltà

nel provvedere alle quotidiane mansioni domestiche, nella volontà di

essere maggiormente presenti e coinvolti nell’affrontare situazioni di

disagio. Ancora nel campo, delicatissimo, del sociale l’Amministrazione

ha ritenuto di assicurare un importante contributo finanziario all’Iras

(oltre 2,5 milioni di euro spalmati in 10 anni), nella volontà di contenere

il costo delle rette a carico degli anziani ospiti. Così pure, è stata rafforzata

la convenzione con la Fism, per un sostegno alle scuole materne non

Sede:

P.zza Vittorio Emanuele II, 1

45100 ROVIGO

Sito: www.comune.rovigo.it

Ufficio Relazioni con il Pubblico

tel. 0425.206222 - 232 - 202

Anno VII - Numero 2 - Dicembre 2007

Reg. Trib. n. 6/98 del 30 dicembre 1998

BIC a cura dell’Amm.ne Comunale di Rovigo

Testi e foto a cura dell’Ufficio Stampa del Comune di Rovigo

Responsabile: Paola Gasperotto

Foto copertina: Giampaolo Donzelli

Tel. 0425 206102 e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

Direttore Responsabile: Paola Gasperotto

Realizzazione grafica, stampa e raccolta pubblicitaria:

EDIZIONI LA TORRE Srl

Via del Bosco, 14 Monselice (Pd) - Tel. 0429.782268

www.edizionilatorre.it - info@edizionilatorre.it

Le aziende che volessero contattarci per eventuali

inserzioni pubblicitarie all’interno delle nostre

pubblicazioni possono chiamare presso il nostro ufficio

dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00

statali, nella consapevolezza del ruolo, insostituibile, che esse ricoprono,

specie nelle nostre frazioni e nei nostri quartieri, aiutando le giovani

famiglie nell’educazione e nell’accoglienza dei figli. Come per moltissimi

altri Comuni, anche il nostro ha visto crescere la domanda di servizi e di

interventi in ogni campo di attività. Ma, sicuramente, i settori che segnalano

esigenze più diffuse e di particolare delicatezza sono quelli del sociale

e dei lavori pubblici. Quotidiane, ormai, sono le richieste di sostegno

per la ricerca di una abitazione, a fronte dell’impossibilità delle singole

Famiglie di pagare il canone d’affitto, anche in alloggi Ater. Altra piaga è

data dalla difficoltà, per molti giovani e meno giovani, di avere un lavoro

o di rientrare, dopo il licenziamento, in un altro posto di lavoro. Casa

e lavoro sono le due emergenze che sempre più vanno caratterizzando

questo nostro tempo. E le risorse finanziarie per aiutare chi è in difficoltà

sono sempre più ridotte, mentre aumentano le richieste. E, al riguardo,

mi è doveroso richiamare il grande contributo che le Associazioni del

volontariato e le nostre Parrocchie sanno assicurare, affiancando con

generosità ed efficacia l’impegno del Comune e, non di rado, anticipandolo.

Quanto poi, al settore dei lavori pubblici, in queste poche note

richiamo solo ciò che è sotto gli occhi di tutti noi, ogni giorno: esigenze

di manutenzione “minuta” e necessità di interventi strutturali “forti”.

Segnalo solo che si è messo mano, in coordinamento con tutti gli Enti

interessati, alla manutenzione del sistema fognario secondo un programma

di fattibilità, teso a diminuire il rischio di allagamenti, peraltro ancora

persistenti nelle zone maggiormente depresse delle Città, per i ben noti

problemi di alcune conduttore fognarie.

In altro campo, mi preme sottolineare l’azione condotta dall’Amministrazione

Comunale del rafforzamento del ruolo di Asm nel ramo

gas, attraverso l’operazione di integrazione societaria con Ascopiave,

società leader nel settore della distribuzione e vendita del gas nel

Veneto. Operazione che ha visto convergere tutte le forze politiche

presenti in Consiglio in un’attenta valutazione di ciò che sarebbe stato

utile, non solo per la realtà comunale ma, in futuro, anche per l’intero

Polesine, nella necessaria prospettiva di ottimizzare una pluralità di servizi

pubblici a vantaggio dell’intera Comunità.

Le cose da dire sarebbero ancora molte, ma lo spazio è poco e quindi,

in conclusione ribadisco l’impegno forte di questa amministrazione nel

cercare di dare una soluzione alle questioni, purtroppo, ancora aperte e

rivolgo a nome mio e dell’intera Amministrazione Comunale, l’augurio a

tutti i Cittadini di poter vivere queste feste con grande serenità, lasciando

emergere i valori più alti quali la solidarietà, l’amicizia e la pace. Buone

feste e buon anno nuovo!

Fausto Merchiori Sindaco

Sindaco

educativi per la prima infanzia,

FAUSTO MERCHIORI: politiche per la casa

affari generali e comunicazione, GIUSEPPE OSTI:

società partecipate, cultura istruzione, promozione

e università, politiche

delle tradizioni culturali, sport

per le frazioni

GIOVANNA

Vice Sindaco

BRUNA PINEDA:

GRAZIANO AZZALIN: politiche dell’immigrazione,

lavori pubblici e patrimonio, informaimmigrati, ufficio pace,

servizi cimiteriali

servizi demografici e statistica,

CATERINA CASONATO: diritti del consumatore

politiche finanziarie e tributi, e difensore civico,

valorizzazione delle risorse pari opportunità

umane, sistemi informativi NADIA ROMEO:

FRANCESCO ENNIO: politiche per lo sviluppo

politiche giovanili, decentramento economico e lavoro,

e partecipazione, associazionismo, commercio e turismo,

volontariato e protezione civile, polizia locale,

gemellaggi e cooperazione politiche ambientali e igiene

decentrata

RAFFAELA SALMASO:

GIANCARLO MOSCHIN: urbanistica, edilizia residenziale

politiche per la famiglia sussidiarietà

e servizi alla persona, servizi e parcheggi-Put,

pubblica e privata, viabilità

mobilità

EDITORIALE

Giunta comunale

3


4 Lavori pubblici

E’ partito l’iter procedurale per l’avvio dei centrale a doppio senso e grandi spazi

lavori di rifacimento del Corso del Po polo. pedonali ai lati, una sorta di piazza longitudinale

con zone alberate e arredo urbano.

Un’opera sulla quale la città si è interrogata

a lungo e che prende il via con questa Sarà rinnovata la piantumazione arborea

amministrazione. Salvo imprevisti i cantieri con 90 tigli, rifatta l’illuminazione e la pavimentazione

sarà di due tipi: la carreggiata

apriranno a marzo e il lavori termineranno

nell’arco di 18 mesi.

per le auto in porfido, la parte pedonale

Si compie un intervento atteso da 15 anni. in marmo rosso del Trentino. Il tutto sarà

Un’opera, che messa tra le priorità nel collegato al recupero di piazza Mat teotti.

programma di governo dell’attuale Giunta, Il Corso del Popolo diventerà il “salotto”

ha subito varie vicissitudini negli anni, della città, non più solamente una strada

fino ad arrivare allo stato di incuria in cui attraversata dalle auto, ma un luogo dove

l’arteria è stata lasciata, tanto da assumere i cittadini potranno sostare e passeggiare

la decisione di asfaltarla per metterla in riappropriandosi di uno spazio vitale per

sicurezza.

l’intera comunità. I cantieri saranno aperti

Il rifacimento prevede un intervento radicale

a partire dai sottoservizi. L’obiettivo m.), a “scacchiera”, per permettere la

a fine inverno (tempi dei lavori circa 18

è valorizzare le radici storiche del nostro mobilità e l’accesso alle attività commerciali.

A tal proposito saranno fissati degli

tessuto, per rendere Rovigo vivibile anche

dal punto di vista della sua dignità artistica incontri con gli esercenti della zona, per

creando, inoltre, una migliore comunicazione

tra le due zone cittadine in un dei lavori riducendo al massino i disagi.

organizzare al meglio le modalità operative

contesto che vede allargarsi i confini del

centro storico.

La base d’appalto sarà di 2.920.000

Si tratta di uno degli atti più significativi che euro, responsabile del procedimento

andrà ad incidere sulla qualità della vita dei l’ingegner Alberto Moscardi e direttore

cittadini, dal commercio alla residenzialità, dei lavori l’ingegner Lucia Mollica, con

la supervisione dei progettisti Guido

Pietropoli che realizzò il primo progetto

e Luigi Pa parella che lo ha successivamente

in parte modificato.

dalla viabilità ai servizi, all’offerta di vita dei

cittadini. Il progetto prevede una strada

Al via l’iter procedurale per la gara d’appalto

IL NUOVO VOLTO

DI CORSO DEL POPOLO

Una piazza longitudinale con zone alberate


Il rifacimento di via Cavour, piazza Garibaldi e della pista di Cimiteri: ampliamento del cimitero di Grignano, manutenzione

manti di copertura loculi cimitero di Rovigo, manuten-

atletica al campo Coni, la costruzione di nuovi spogliatoi al

Gabrielli, il recupero dell’ex chiesa di S. Michele, la chiusura dei zione loculi edilizia monumentale, restauro ai caduti ubicati

lavori all’ex Vescovado e il completamento degli interventi al nelle frazioni.

Roverella. Sono alcuni dei punti salienti del nuovo piano triennale

delle Opere pubbliche approvato dalla Giunta comunale. sportivo Gabrielli, manutenzione straordinaria palestra viale

Impianti sportivi: costruzione nuovi spogliatoi campo

Un piano che prevede circa 8 milioni di euro destinati a Trieste, interventi di adeguamento allo stadio Battaglini,

sistemazioni e nuovi lavori, con un occhio di riguardo alle manutenzione e adeguamento plesso Commenda Est, manutenzione

straordinaria Palazzotto dello sport, adeguamento

manutenzioni di strade e marciapiedi in centro e frazioni e al

potenziamento di reti fognarie.

impiantistico palestra scherma, manutenzione straordinaria

L’amministrazione mette a disposizione due milioni di euro campo Coni (a cura Fondazione Cariparo).

all’anno per i prossimi 3 anni. Nonostante l’esiguità delle Pubblica illuminazione: illuminazione via Jacopone da Todi,

risorse e la necessità di destinarne gran parte agli interventi Cavriani, Ramello, Cecchetti del centro capoluogo e manutenzioni

straordinarie di impianti di pubblica illuminazione.

di manutenzione ordinaria e straordinaria, verranno realizzate

opere importanti come la pista di atletica leggera e l’ampliamento

del cimitero di Grignano. La pubblica amministrazio-

acque bianche capoluogo e frazioni, razionalizzazione sistema

Fognature acque bianche: interventi di smaltimento

ne, come spiegano da palazzo Nodari, deve ormai ragionare di smaltimento delle acque bianche nel centro storico, in

non solo secondo le proprie capacità di indebitamento, ma in Commenda Est, a Granzette e a Borsea, manutenzione fossi

maniera sinergica con altri enti, guardando anche a finanziamenti

regionali o europei.

Strade, piazze, marciapiedi: manutenzione strade e

di sgrondo acque meteoriche delle aree urbanizzate.

Dei 7.806.800 euro di spesa totale per il 2008, 2.103.820 marciapiedi del centro e delle frazioni, rotatoria incrocio via

saranno coperti da muti, 3.020.000 da alienazioni e 2.682.980 Pace-via Tre Martiri, recupero via Cavour e via Ponte Roda,

da finanziamenti della Fondazione Cariparo e da contributi riqualificazione e riassetto viabilità Fenil del Turco, riqualificazione

piazza della chiesa e della scuola di Concadirame, piazza

regionali e ministeriali.

Benedettini a Grignano, riqualificazione piazza chiesa e area

Gli interventi nel dettaglio.

via Radicchio a Boara, recupero piazza Garibaldi, nuova pista

Fabbricati: completamento scuole elementari di Grignano, ciclabile Rovigo-Boara.

manutenzione straordinaria alla media Casalini e agli uffici Ma nel 2008 partiranno anche diversi cantieri già finanziati,

giudiziari, a cura della Fondazione Cariparo il recupero della al via infatti il rifacimento del Corso del Popolo, le opere dei

chiesa di S. Michele, della facciata di palazzo Bosi, della facciata contratti di quartiere della Commenda, il project financing di

della sede municipale, dell’area esterna dell’ex Vescovado e il piazza XX Settembre, la palestra di Borsea e l’ampliamento

completamento del recupero di palazzo Roverella.

del cimitero di Sant’Apollinare.

5

Lavori pubblici

Strade, fognature, cimiteri e nuove interventi

ECCO IL TRIENNALE

DELLE OPERE PUBBLICHE

il programma dei lavori prevede un investimento di circa 8 milioni di euro


Aumentare l’utilizzo dei mezzi pubblici, con un occhio

di riguardo anche alle fasce più deboli. Sono alcuni degli

obiettivi dell’assessorato alla Mobilità che, in tal senso,

continua a sostenere e promuovere diverse iniziative.

Di seguito ne riportiamo alcune.

Trasporto disabili. E’ un servizio di trasporto rivolto ai

di sabili non deambulanti (a mezzo di bus attrezzato) e ai disabili

deambulanti (a mezzo di taxi) per motivi di studio, lavoro o

cure mediche, al prezzo della corsa semplice del bus urbano. La

quota a carico dell’Ente è costituita dal conguaglio tra il prezzo

del viaggio ed il costo chilometrico del trasporto, rimborsato

direttamente alla ditta convenzionata che lo ha effettuato. Per

usufruire del servizio, l’utente deve presentare domanda al

settore Servizi alla persona del Comune, che verifica la documentazione

attestante la disabilità. Successivamente l’utente può

concordare tempi ed itinerari direttamente con i gestori del

servizio, in quanto la centrale operativa viene curata dall’azienda

di trasporto.

Un analogo meccanismo regola il trasporto dei disabili deambulanti,

con la differenza che esso viene affidato ad una cooperativa

di taxi di Rovigo. In questo caso il servizio di centralino viene

svolto dalla stessa organizzazione che sovrintende il normale

lavoro della cooperativa, e non vi è personale dedicato.

Buono taxi per disabili. A differenza del precedente, il buono

taxi consente al disabile di utilizzare il servizio pubblico anche

per motivi diversi da quelli di stretta necessità. L’utente acquista

presso il settore Servizi alla persona del Comune il buono, al

prezzo di € 3,00, che gli consente di effettuare una corsa (di

qualsiasi percorrenza) all’interno del territorio comunale. La

differenza del costo è a carico dell’amministrazione.

Buono taxi per invalidi ed anziani. Per venire incontro alle

aspettative ed alle esigenze di alcune categorie deboli, si è pensato

di allargare il servizio di buono taxi (in particolare quello

destinato ai disabili deambulanti, curato dalla cooperativa taxi),

anche agli anziani, di età superiore ai 65 anni, ed ai cittadini con

invalidità certificata superiore al 70%, aventi un reddito ISEE

massimo di € 10.000,00.

Le iniziative: il trasporto disabili, il buono taxi per disabili, per

invalidi ed anziani, sono realizzati dall’assessorato ai Servizi

sociali in collaborazione con l’assessorato alla Mobilità. Per

informazioni rivolgersi a Cristina Biasin Tel. 0425.206543 nei

giorni lun. mart. merc. e ven. dalle 8,30 alle 12,45, mart e giov.

dalle 15,15 alle 17,45.

Bike sharing. Successo per l’iniziativa “C’entro in bici”. A

fine novembre le adesioni sono state 136. Una

testimonianza di quanto sia stato apprezzato questo

nuovo servizio, che prevede l’utilizzo gratuito

di biciclette pubbliche. Aderendo al sistema

“C’entro in bici” il Comune di Rovigo ha messo

a disposi¬zione dei propri cittadini e dei turisti

16 biciclette (è sufficiente registrarsi al servizio

all’ufficio Biciclette del Comune, via Badaloni 31).

Le uniche formalità richieste sono la compilazione

di un modulo ed il versamento di una cauzione di

10 euro, che potrà essere restituita qualora non si

desiderasse più usufruire del servizio. Con la chiave del sistema

“C’entro in bici” è possibile usare le biciclette anche in molte

altre città italiane quali per esempio: Padova, Verona, Chioggia,

Ferrara, Abano Terme ecc..

Amico Bus Il Progetto, attuato in collaborazione con le Direzioni

didattiche, intende sostenere e favorire le cosiddette “uscite

didattiche” in orario scolastico su programmazione degli istituti,

e prevede l’erogazione di un contributo commisurato al maggior

costo sostenuto per l’utilizzo di un unico mezzo attrezzato, per

consentire la partecipazione alle attività didattiche sen za creare

discriminazioni per il trasporto dei ragazzi disabili.

Progetto “Piste ciclabili lungo l’Adigetto”.

Il Comune di Rovigo insieme a Villadose e Ceregnano, ha presentato

al Consorzio di bonifica Adige-Canalbianco, una richiesta di

impegno affinchè si assuma l’onere di realizzare una progettazione

preliminare per un nuovo tratto di pista ciclabile in sinistra idraulica

dell’Adigetto fino a Villadose, collaborando anche per la ricerca

delle risorse finanziarie necessarie alla realizzazione delle opere.

L’iniziativa è stata presa a seguito del successo riscontrato con la

realizzazione delle piste ciclabili che collegano il centro di Rovigo

alle località di S. Sisto e Roverdicrè.

I provvedimenti per limitare l’inquinamento atmosferico

Tre domeniche di blocco totale al traffico e divieto di circolazione

per i veicoli non catalizzati dal lunedì al venerdì. Sono

queste le limitazioni al traffico adottate dall’amministrazione

comunale, per cercare di ridurre l’inquinamento atmosferico

provocato dai gas di scarico delle auto. Secondo quanto

stabilito dal piano regionale del 2004 di tutela dell’ambiente,

i Comuni sono obbligati ad utilizzare delle misure volte a

limitare l’inquinamento atmosferico. Il piano prevede delle

azioni emergenziali che tutti i Comuni collocati nella cosiddetta

zona “A”, devono assumere in questo periodo dell’anno.

L’obiettivo è la ricerca del contenimento delle polveri,

promuovendo azioni educative, per un miglioramento della

qualità dell’aria, a tutela della salute dei cittadini. I veicoli non

catalizzati (a benzina euro 0, a gasolio euro 0 e 1, motoveicoli

e ciclomotori a 2 tempi) non possono circolare dal lunedì

al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 16 alle 19, fino al 21 marzo

2008, con una pausa per le feste natalizie dal 17 dicembre

2007 al 7 gennaio 2008. Il divieto è valido su tutto il territorio

comunale ad esclusione delle seguenti strade: autostrada

A13, S.S. 16 Tangenziale Est, S.S. 434 “Transpolesana”, S.R.

88 via Amendola (dal confine comunale alla rotatoria con via

Lina Merlin), via Lina Merlin (dalla rotatoria con via Amendola

alla rotatoria con via Porta Adige), Via Porta Adige (dalla

rotatoria con via Lina Merlin al confine comunale), S.R. 443

“viale Porta a Mare dalla Tangenziale Est al confine comunale.

Potranno transitare i mezzi alimentati a gpl, gas metano ed

elettrici. Blocco invece, totale del traffico per tutti i veicoli

dalle 8 alle 12 e dalle 16 alle 19 nelle seguenti domeniche:

13 gennaio, 24 febbraio, 30 marzo. Le eccezioni ai divieti

sono diverse, in particolare i veicoli con almeno 3 persone

a bordo, quelli al servizio di portatori di handicap, adibiti a

compiti di pronto soccorso, che trasportano farmaci,

Per informazioni: polizia locale 0425/204611,

Ufficio ambiente 0425/206548, Urp 0425/206202.

6

Mobilità

INCREMENTARE LA MOBILITÀ SOSTENIBILE

E’ l’obiettivo di un assessorato che guarda anche alle fasce più deboli

STOP ALLE AUTO NON CATALIZZATE

DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ

BLOCCO TOTALE PER TRE DOMENICHE


Servizi Sociali 7

Si è efficaci non per il numero di persone e famiglie assistite, ma

per quelle che si riesce a far uscire dal circuito della povertà e

dell’emarginazione sociale. E’ su questo concetto che si fonda

il nuovo modo di concepire i servizi sociali. Un obiettivo che

l’assessorato alla Famiglia, sussidiarietà e servizi alla persona,

intende perseguire attraverso varie iniziative, e una particolare

attenzione al mondo degli anziani.

Di seguito riportiamo alcuni di questi progetti.

Servizio di assistenza domiciliare - Il Servizio consiste nel

fornire a domicilio tutta una serie di prestazioni, dalla pulizia

dell’ambiente domestico all’igiene della persona, alla preparazione

dei pasti allo svolgimento di pratiche burocratiche, ecc. La

finalità del servizio è quella di mantenere buoni condizioni di vita

a domicilio anche per evitare il ricovero in istituto. Il Servizio, a

seconda delle esigenze, può essere integrato con servizi sanitari.

Il SAD prevede un concorso di spesa sulla base dell’indicatore

ISEE e altri criteri ulteriori.

Il Servizio dall’1.7.2007 è in gestione diretta da parte del

Comune. Con la gestione diretta sarà possibile integrare maggiormente

gli altri servizi ed opportunità comunali con il SAD,

inoltre il Comune potrà controllare di più la qualità delle prestazioni

fornite per soddisfare i bisogni dell’utente.

Assegno di cura (ex L.r 28/91, Badanti e Alzheimer)

Dall’inizio del 2007, l’Assessorato gestisce la raccolta dei dati e

distribuisce i contributi regionali relativi all’assegno di cura. E’ un

grande impegno per il Comune rispetto agli anni precedenti in

cui le competenze erano ripartite con l’Azienda Ulss 18.

Tutela persone interdette e Amministratore di Sostegno

- Su iniziativa dell’Assessorato, dopo ottenuto l’approvazione

dai Sindaci dell’Ulss n. 18, è iniziato il corso di formazione per

Amministratore di Sostegno. Il Comune partecipa al corso regionali

con un’Assistente Sociale, la quale ha il ruolo di coordinatrice

del corso stesso. E’ un’iniziativa molto importante per cogliere

le opportunità previste dalla L. 6/2004 sull’Am ministratore di

Sostegno, il quale è una nuova modalità di tutela, più leggera,

di appoggio, che viene stabilita dal Giudice Tutelare, rivolta alle

persone che hanno ridotta autonomia mentale e relazionale, che

hanno bisogno di essere affiancate nelle loro attività importanti,

anche al fine di permettere loro di beneficiare pienamente dei

diritti e delle opportunità previste per tutti i cittadini.

Progetto “Indagine ambiente domestico Grandi

Anziani” - E’ una ricerca che ha la finalità di valutare gli ambienti

domestici delle persone con più di 75 anni e che vivono sole.

Sulla base delle informazioni che saranno raccolte sono previsti

degli interventi di miglioramento, anche coinvolgendo il Comune

e le persone civilmente obbligate.

Gli ambienti domestici saranno valutati sotto molti aspetti:

sicurezza degli impianti tecnologici, presenza di barriere architettoniche,

luminosità, disposizione dell’alloggio, ecc. Sono stati

selezionati due rilevatori, previo bando di selezione, per lo svolgimento

dell’indagine che inizierà entro il 2007. L’indagine vedrà

il coinvolgimento dei Settori Urbanistica e Polizia Municipale: il

primo, per fornire apporto tecnico per la valutazione dell’ambiente

di vita degli anziani; il secondo per facilitare e rendere

sicura la vita del rilevatore a domicilio degli anziani.

Cooperazione Sociale per l’inserimento lavorativo delle

persone svantaggiate e socialmente fragili

L’Assessorato, ritenendo fondamentale far avere un lavoro per

l’inclusione sociale alle persone svantaggiate (L. 381/91), è molto

impegnato sul fronte dello sviluppo di opportunità di occupazione

nelle organizzazione di lavoro di tipo cooperativistico,

soprattutto nelle Cooperative Sociali di tipo B. Allo scopo il

Consiglio Comunale a marzo ha approvato l’atto di indirizzo per

l’affidamento diretto tramite convenzione di fornitura di beni e

servizi a Cooperative Sociali di tipo B (L. 381/91).

L’Assessorato ha promosso vari incontri le Cooperative e le

Organizzazioni Imprenditoriali ed ha aderito al Progetto del

Consorzio di Sviluppo del Polesine “Ec.co.mi” per l’inserimento

lavorativo di persone svantaggiate e socialmente fragili con

una quota finanziaria. L’Assessorato sta inoltre lavorando con

gli altri Assessorati per individuare altri Settori Comunali che

possono avere esigenze di fornitura di beni e servizi da affidati

a Cooperative Sociali. In questo ambito, la gestione dello

“Sportello Comunale Informahandicap” e la gestione della “Rete

Provinciale Informahandicap” per l’anno 2008, saranno affidate

ad una Cooperativa Sociale di tipo B.

TANTE INIZIATIVE PER LE PERSONE

PIÙ FRAGILI


8 prima infanzia

Lo scorso giugno 2007, in Piazza Vittorio Emanuele II,

Il Gruppo comunale di Protezione civile”Rhodigium”

ha organizzato “Procivil day” una manifestazione

E’ partita lo scorso settembre all’asilo nido Buonarroti, la Sezione per sensibilizzare la cittadinanza sul ruolo fondamentale

dei volontari della Protezione Civile.

sperimentale integrativa al nido e alle scuole dell’infanzia. Grazie

all’approvazione del Gruppo paritetico nazionale ed all’inserimento

negli elenchi delle istituzioni ammesse al contributo statale, si 18,30), con la presenza dei genitori o di altri adulti di riferimento.

sede con orari diversi (3 pomeriggi la settimana con orario 16,30-

amplia l’offerta proposta dai Servizi alla prima infanzia comunali Le rette di frequenza sono le seguenti

aggiungendo ulteriori 15 posti agli esistenti già avviati. Una iniziativa

che completa il ventaglio di opportunità per le famiglie. La Reddito annuo

Retta applicata

‘Sezione Primavera’, come è denominata, accoglierà i bambini che Oltre Euro 5.681,03 annui procapite € 101,52

abbiano compiuto 24 mesi entro il 31ottobre 2007. Si tratta di

un Servizio integrativo e sperimentale per la prima infanzia, con

Da Euro 4.131,67 ad Euro5.681,03

finalità educative e ludiche, con caratteristiche organizzative e di

annui pro-capite € 81,01

funzionamento diverse dall’asilo nido e una forte caratterizzazione,

dal punto di vista pedagogico, data da un percorso di continu-

Fino a Euro. 4.131,66 annui pro-capite € 67,58

ità educativa con la scuola dell’infanzia.

L’ orario proposto è dalle 7.30 alle 12.30 con una abbondante Sono ancora disponibili alcuni posti, basta presentare domanda

merenda alle 10.00. Non sono previsti il servizio di mensa e di di iscrizione all’Ufficio amministrativo della sede dell’asilo nido

riposo dei bambini.

di via Bramante, telefono 0425.34073.

La sezione è guidata da due educatrici qualificate. Gli interessati

possono visionare il progetto pedagogico specifico, che è è a Per qualsiasi informazione

disposizione alla Sezione istruzione del Comune di Rovigo in via ci si può rivolgere alla Sezione Istruzione

all’Ara 5. I bambini che frequentano la Sezione Primavera, possono

usufruire del Servizio Spazio Gioco, attivo nella medesima telefonando al numero

del Comune di Rovigo

0425.206519

AVVIATA LA SEZIONE

PRIMAVERA”

AL BUONARROTI

Un servizio che amplia l’offerta

per la prima infanzia

PROTEZIONE CIVILE


politiche giovanili 9

A partire da novembre 2006 con il convegno di Asiago, l’Assessorato

alle Politiche Giovanili del Comune di Rovigo workshop, incontri, giochi, musica e tornei per renderli pro-

Una 4 giorni dedicata ai giovani con dibattiti, conferenze,

ha attivato un importante percorso di innovazione nell’ambito tagonisti. Ad inaugurare la manifestazione, una grande festa

delle politiche giovanili, che è proseguito con successo durante

tutto il 2007 grazie anche ai finanziamenti ottenuti dalla sport, all’insegna del no-alcol a cui hanno partecipato più di

nella piscina comunale Baldetti con giochi, tanta musica e

Regione Veneto e dalla Fondazione Cassa di Ri sparmio 400 giovani. Tra gli eventi clou della manifestazione YOUNG

di Padova e Rovigo. A gennaio si è svolto un convegno sulla DAYS l’approvazione di un “Do cumento giovani” da parte

Pace e la Democrazia d’Europa nel Polesine dei Giovani, con del Forum dei Giovani del Comune di Rovigo al tavolo provinciale

dell’economia. Young Days si è conclusa parlando di

la partecipazione di oltre 150 ragazzi degli Istituti Superiori

della Città.

arte con un’ interessante tavola rotonda intitolata “La giovane

A febbraio la cittadinanza è stata coinvolta in un momento di arte nello scenario italiano: opportunità e limiti”, con la partecipazione

di giovani artisti rodigini che hanno avuto successo

sensibilizzazione sulla “Carta di Partecipazione Europea

dei giovani alla vita locale e regionale” realizzato dai a livello nazionale e non solo, per passare il testimone al

giovani rappresentanti di associazioni operanti nell’ambito Festival della Creatività Giovanile Ro-woodstock giunto alla

delle Politiche Giovanili della città, che ha portato poi all’adozione

di questo importante documento da parte del Consiglio l’assessorato alle politiche giovanili.

dodicesima edizione, l’iniziativa rappresenta un’eccellenza per

Comunale.

A ottobre circa 150 ra gazzi degli istituti superiori delle scuole

A maggio è stato organizzato un convegno sul Tfr con la cittadine, appartenenti al Forum dei giovani, hanno partecipato

ad un viaggio ad Auschwitz, promosso dall’assessorato

presenza dell’onorevole Treu. Sempre a maggio è stato ricostituito

il Forum dei giovani del Comune

alle Politiche giovanili.

A giugno, durante la Settimana Europea della Gioventù, L’iniziativa rientra in un progetto più ampio, che prevede la

ragazzi provenienti da alcuni Comuni italiani e dalle città realizzazione di un libro redatto dagli studenti che hanno visitato

il campo e che verrà presentato durante la giornata della

gemellate di Viernheim e Bedford hanno passato 4 giorni

insieme a parlare d’Europa.

memoria il prossimo gennaio.

Dal 6 al 9 settembre al Centro Don Bosco ed al Censer si è Un altro appuntamento del 2008 è il 15 febbraio con il rinnovo

del Consiglio Comunale dei svolta la manifestazione “YOUNG DAYS”.

ragazzi.

DALL’EUROPA AD AUSCHWITZ,

UN 2007 VISSUTO INTENSAMENTE


La legalità favorisce la sicurezza. E’ su questo principio che si

basa il Piano sicurezza approvato dal Consiglio comunale. I punti

sui cui si fonda il piano sono: più vigili sul territorio, stretta collaborazione

tra le varie forze dell’ordine, maggiori investimenti

su una formazione qualificata al passo con i tempi e un supporto

di tecnologie avanzate.

Di seguito i contenuti del documento

TENUTO CONTO CHE l’AMMINISTRAZIONE

HA AVVIATO LE SEGUENTI INIZIATIVE:

Realizzazione di un progetto di videosorveglianza cittadina d’intesa

con le Forze dell’ordine nazionali e la predisposizione di

una rete di collegamento tra le stesse forze per una maggiore

tempestività di intervento anche a fini preventivi; promozione

di un tavolo con le forze della Polizia di Stato e dei Carabinieri

per assicurare alle forze di Polizia Locale una proficua ed efficace

collaborazione; costituzione del nucleo dei “Volontari della sicurezza”

con il duplice obiettivo raggiunto: liberare risorse umane

della Polizia Locale da compiti meno impegnativi; svolgere un

servizio sociale utile alla cittadinanza .

Adozione di iniziative di prevenzione e contrasto in materia di

lotta alla droga, ai fenomeni di bullismo e di devianza sociale.

Acquisto di nuove autovetture e di un ufficio mobile attrezzato.

IL CONSIGLIO COMUNALE

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA A:

1. investire nella formazione e aggiornamento permanente degli

agenti di Polizia Municipale;

2. creare un sistema telematico per lo scambio di informazioni

in tempo reale fra Polizia Locale e forze di Polizia Nazionali

al fine di garantire interventi tempestivi e quindi preventivi;

3. implementare la pianta organica del corpo di Polizia Locale;

acquisto di ulteriori mezzi ed attrezzature tecnologicamente

avanzate;

4. dare mandato al Comandante della Polizia locale in accordo

con le Organizzazioni Sindacali, nell’ambito di una riorganizzazione

del personale e del servizio, di valutare la dotazione

di strumenti idonei atti a garantire la tutela degli agenti

nell’espletamento delle loro funzioni nel settore della pubblica

sicurezza;

5. dare inoltre mandato allo stesso comandante di proporre

quanto prima, in concertazione con le OO.SS., un nuovo

piano di riorganizzazione del servizio dei Vigili di Quartiere;

6. dotare di adeguti impianti di illuminazione al fine di rendere

più efficace la videosorveglianza;

7. istituire un turno serale permanente da organizzare in forma

programmata a seconda delle effettive esigenze;

8. intensificare i controlli del commercio fisso e ambulante nelle

sue forme spesso , precarie e non autorizzate.

9. perfezionare un protocollo d’intesa con i comuni confinanti,

per stabilire forme di intervento continuato e non episodico

fra le differenti polizie municipali;

10. porsi come interlocutore privilegiato delle strutture di recupero

pubbliche e private dalle tossicodipendenze.

11. continuare a favorire l’inserimento del volontariato che

prevenga e contrasti attività di spaccio nelle scuole;

12. promuovere,con l’aiuto di associazioni che hanno già maturato

esperienza in tal senso,in collaborazione con gli istituti

Sicurezza

scolastici, l’università e con le banche,corsi di educazione

all’uso responsabile del denaro,in chiave di prevenzione

dell’usura e del gioco di azzardo.

13. redigere e distribuire in allegato in uno dei prossimi numeri

del B.I.C.(bollettino di informazione comunale) un vademecum

per trasmettere alcuni tipi di reati e informare i cittadini

sulle attività svolte dalla Polizia Locale.

14. continuare nel programma di informazione specifica per gli

anziani al fine di prevenire raggiri e truffe;

15. avviare un osservatorio locale sulle violenze domestiche ed

extradomestiche , con l’impegno di attivare al più presto , in

base ai dati raccolti, un “ Centro Antiviolenza”.

Siglato l’accordo tra Asm e Ascopiave. L’operazione di integrazione

societaria vede l’acquisizione attraverso concambio

azionario, per un controvalore di 18,3 milioni di euro, del

100 per cento di Asm Dg srl, società attiva nella gestione

del servizio di distribuzione del gas nel Comune di Rovigo

e del 49 per cento di Asm Set srl, società di vendita del gas

naturale ed energia elettrica.

Si tratta di un ulteriore tassello del processo di aggregazione

delle multiutility del Nord Est.

Secondo il sindaco Fausto Merchiori, il perfezionamento

degli accordi con Ascopiave, già deliberati all’unanimità dal

Consiglio Comunale, consolida il ruolo di Asm, quale società

di servizi attiva sul territorio e ne evidenzia accrescendolo il

suo potenziale di realtà aziendale, oltre che societaria, indirizzata

all’utente. L’integrazione con Ascopiave apre nuovi

scenari operativi per il Polesine e per il progetto di una

multiutility di dimensione anche interregionale, consegnando

a Rovigo una funzione di sicura importanza strategica nelle

future evoluzioni a vantaggio della qualità e della efficienza dei

servizi per l’intero territorio.

Soddisfazione anche da parte del presidente di Asm Giovanni

Salvaggio. “L’integrazione tra le due società ha portato Asm

Rovigo spa a diventare uno dei soci di riferimento dell’azienda

leader nel triveneto della distribuzione gas, ponendo così

Rovigo come soggetto strategico nelle future tappe del processo

di aggregazione delle multiutility del Nord Est”.

“L’accordo con Asm Rovigo – ha aggiunto il presidente di

Ascopiave Gildo Salton -, è un ulteriore tappa dei processi

di aggregazione in atto nel Nord Est e rafforza il nostro

ruolo di polo di riferimento nel settore gas in Veneto e

Friuli, incrementando il portafoglio clienti del Gruppo di

ulteriori 25 mila unità”.

10

Il Consiglio Comunale ha approvato il Piano Sicurezza

PREVENZIONE E PIÙ VIGILI SULLE STRADE

Partecipate

SIGLATO L’ACCORDO

TRA ASM

E ASCOPIAVE

Un ulteriore tassello nel processo

di aggregazione del Nord Est


Una mostra permanente con oltre 200 opere tra le più

prestigiose dell’arte rinascimentale veneta e nazionale

La Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi

e del Seminario vescovile è approdata

a palazzo Roverella. Quella che il critico

d’arte Vittorio Sgarbi ha definito una

delle migliori raccolte di opere in Veneto,

ha finalmente trovato una degna e definitiva

collocazione. Il trasferimento nella

nuova sede è stato ufficialmente inaugurato

lo scorso 29 settembre alla presenza

delle massime autorità locali e dei rappresentati

dei vari enti coinvolti: Accademia

dei Concordi, Comune, Re gione,

Provincia e Fon dazione Cariparo. Sono

oltre 240 i quadri esposti nelle sale

dell’edificio, recentemente restaurato.

Capolavori dell’arte veneta e rinascimentale,

provenienti da tre collezioni:

Sil vestri, Casalini e Seminario, per un

periodo che va dal Quattrocento al Settecento,

fino all’arte contemporanea, con

tele di grandi artisti che hanno lavorato

per la Serenissima e il ducato estense.

Tra i più noti, Bellini, Tiziano, Palma

il Giovane, Tiepolo, Longhi, Piazzetta.

Molte le raffigurazioni di prestigio da

“Vanitas” del fiammingo Jan Gossaert,

che il visitatore potrà ammirare dopo

un lungo restauro, prima che voli al

Metropolitan Museum di New York per

una mostra prevista nel 2010, al celebre

Diorama di Venezia, una imponente

opera di 23 metri per un’altezza di 170

centimetri, con la veduta del bacino di

San Marco, realizzata a metà Ottocento

da Giovanni Biasin. Un’immagine di sicuro

fascino e grande attrattiva.

E’ possibile ammirare l’esposizione nei

due piani del Roverella. Al piano nobile è

stato ripreso l’allestimento già progettato

dall’architetto Ettore Vio per la mostra

delle opere rinascimentali tra il ‘400 e

il ‘700, mentre al quarto piano l’allestimento

è stato realizzato dall’architetto

Guido Pietropoli. Il percorso espositivo

si chiude con importanti artisti italiani del

Novecento, tra i quali Mario Cavaglieri.

La Pinacoteca è aperta al pubblico da

martedì a domenica con i seguenti orari:

9.30-12.30; 15-19. Chiusa i lunedì non

festivi, Capodanno e Natale.

Per informazioni:

Accademia dei Concordi tel. 0425.27991

192 A STAGIONE LIRICA

E DI BALLETTO

AUMENTANO LE PRODUZIONI

DEL TEATRO DI ROVIGO

Dodici titoli in cartellone per una stagione

ampia di contenuti. Iniziata lo scorso

ottobre, la Stagione Lirica e di Balletto

del teatro Sociale di Rovigo prosegui

fino ad aprile 2008. Il programma varia

tra opere del grande repertorio e altre

meno rappresentate, con alcune particolarità,

a partire da una doppia produzione

del nostro teatro: “Andrea Chenier” e

“Aida”. Da quest’anno inoltre, le coproduzioni

si sono ampliate anche all’estero

con io teatri di Nizza e Belgrado.

Tutti gli appuntamenti sono consultabili

sul sito internet del Comune: www.

Inaugurazione della Pinacoteca

comune.rovigo.it

STAGIONE DI PROSA

TANTI SPETTACOLI

PER SERATE DIVERSE

E’ partita il 23 ottobre la Stagione di

Prosa del teatro Sociale di Rovigo. Nove

appuntamenti con spettacoli per tutti i

gusti e le età e uno spazio dedicato anche

ai più giovani. Un calendario di alto livello

artistico, con grandi autori per serate

divertenti e altre più riflessive e un’attenzione

particolare a Goldoni. Il calendario

è disponibile sul sito internet del Co mu-

Palazzo Roverella

10 febbraio – 13 luglio 2008

La Belle Epoque – Arte in Italia 1880 - 1915

Proseguono gli eventi a palazzo Roverella. Dopo la

re cente esposizione monografica su Mario Ca vaglieri,

l’antico palazzo ospiterà una rassegna sulla

Belle Epoque. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione

Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, in

collaborazione con l’Accademia dei Concordi e il

Comune di Rovigo, aprirà i battenti il 10 febbraio.

La mostra concentrerà a Palazzo Roverella circa

110 dipinti e una trentina di affiches, per raccontare

l’arte in Italia tra il 1880 e il 1915.

Cultura 11

A PALAZZO ROVERELLA LA NUOVA SEDE

DELLA PINACOTECA DEI CONCORDI


Si informa che attualmente le attività di natura demografica

delle delgazioni comunali vengono erogate presso gli uffici

12 Immigrazione

della Sede Comunale, a causa carenza di personale.

I recapiti telefonici di riferimento a cui rivolgere eventuali richieste

o chiedere informazioni sono: 0425 - 206 /314/288/208

È previsto un luogo catalizzatore di più proposte per dare risposte ai cittadini stranieri

Il progetto Centro servizi “Migrando” del Comune di Rovigo

ha ottenuto un finanziamento dal Ministero dell’Interno per 192

mila euro. L’iniziativa, promossa dal settore Servizi alle persone/

statistica, è arrivata prima in Veneto e nona a livello nazionale. Il

piano prevede la realizzazione di un centro che diventi polo di

diverse proposte e servizi con e per la popolazione migrante,

volti a favorire l’integrazione, diffondendo la conoscenza e la

pratica dei valori e delle regole, della democrazia e della partecipazione,

sostenendo anche il dialogo fra culture, religioni e

stili di vita. Il centro servizi è mirato a creare un sistema locale

coordinato e omogeneo, per dare risposte ai bisogni della popolazione

migrante, sempre più in aumento. Nel 2006 la presenza

di cittadini stranieri residenti nei comuni polesani, ha superato le

diecimila persone, con un incremento del 10 per cento rispetto

all’anno precedente. Il progetto, realizzato in collaborazione

con il Tavolo dei Centri d’ascolto, composto dai diversi Centri

d’ascolto (Caritas, francescano, comunale, Informagiovani) e il

Tavolo sull’immigrazione del Comune di Rovigo (composto da

varie associazioni di stranieri, sindacati ed enti locali), prevede

un’esperienza di amministrazione partecipata, dove ogni soggetto

coinvolto condivide le scelte per migliorare la propria città e le

verifica insieme agli amministratori.

Nel dettaglio il progetto prevede la ristrutturazione del complesso

edilizio “Chiesa di S. Michele” (adiacente alla chiesa), con la

creazione di una zona adibita ad uffici per le attività di accoglienza,

informazione, ascolto; due appartamenti per accoglienza residenziale

temporanea di immigrati; una zona destinata alla biblioteca e

alle attività di laboratorio; un’area scoperta per luogo d’incontro

e manifestazioni varie da realizzare in estate; un ampio locale per

sala convegni. Attraverso il Centro servizi, i Comune intende

mettere in campo diverse azioni che riguardano: l’accoglienza,

l’abitazione, il lavoro, la cultura e il centro multiculturale donna.

Il progetto rientra nella tipologia prevista dal Ministero dell’Interno,

che ha dettato le linee di indirizzo ed i criteri per l’assegnazione

dei contributi Unrra 2007. Ossia, che i piani, nel perseguimento

di obiettivi di coesione sociale, avessero interventi finalizzati al

miglior inserimento dell’immigrato nel contesto sociale, o piani

per attività di sostegno a favore delle persone in stato di indigenza

e delle fasce sociali più deboli, quindi anche stranieri e nomadi.

A Rovigo sta muovendo i primi passi il Centro Interculturale Donna,

fortemente voluto dall’assessorato Pari Opportunità del Comune.Si è

già costituito un gruppo di donne, appartenenti a diverse culture, italiane

e straniere, che insieme stanno lavorando per creare delle nuove

progettualità in vista di una vera integrazione e una rete di mutuoaiuto

nei diversi campi che interessano tutto il mondo femminile (famiglia,

lavoro, salute, scuola, tutela legale). Letizia Bottazzi, sostenitrice

del centro afferma: “Noi polesane, figlie di una terra di emigranti, non

abbiamo dimenticato cosa vuol dire essere lontane da casa, senza

poi tralasciare che anche per noi oggi, proprio perchè donne, non è

così semplice la vita, in un mondo ancora troppo a misura d’uomo.”

Bridget Yorgure, coordinatrice del Centro ha sottolineato la necessità

di fare forza comune per risolvere i numerosi problemi che affliggono

le donne, in particolare la violenza, che troppo spesso avviene anche

tra le mura domestiche. A questo proposito il Consiglio Comunale,

nella seduta del 27 novembre ha approvato un ordine del giorno in

materia di sicurezza in cui le Assessore Caterina Casonato, Nadia

Romeo, Raffaela Salmaso e Bruna Giovanna Pineda, e la Consigliera

Grabriella Rossi, hanno fortemente voluto introdurre la valorizzazione

del lavoro che l’assessorato Pari Opportunità sta svolgendo, evidenziando

la necessità di attivare un osservatorio sulle violenze di genere

domestiche e extradomestiche, per giungere all’istituzione di un vero

e proprio centro antiviolenza, assente nella nostra provincia. Il giorno

successivo il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità l’adesione

alla campagna del “fiocco bianco”, che consiste nel promuovere

un’educazione ad una nuova affettività, dove l’uomo è chiamato

a essere soggetto attivo contro la violenza alle donne. La sede del

centro è in vicolo Donatoni (già Santa Barbara) ed è aperto il giovedì

dalle 14,30 alle 16,30.

IL PROGETTO CENTRO SERVIZI “MIGRANDO”

HA OTTENUTO IL FINANZIAMENTO MINISTERIALE

IL CENTRO INTERCULTURALE DONNA

MUOVE I PRIMI PASSI


consiglio comunale 13

In questa edizione i Consiglieri di Maggioranza e Opposizione presentano delle considerazioni

sull’attività amministrativa, dalla prossima uscita la pagina sarà dedicata a proposte

e iniziative dei rispettivi gruppi consigliari.

La nostra cultura di relazione ritiene di dedicare spazio anche pesanti, che derivano da una paziente e rigorosa azione amministrativa.

In questi mesi l’amministrazione Merchiori ha raggiunto

all’opposizione, creando un rapporto nuovo che avremmo gradito

anche noi, ma che per 5 anni ci è stato negato. Nell’opportunità diversi obiettivi. Primo fra tutti quello di risanare i conti di un

consentita all’opposizione di utilizzare il Bic, tutto il nostro lavoro bilancio ereditato che presentava molte difficoltà ed inoltre di

si espone alle critiche che vorremmo fossero costruttive e che aver dato maggiori certezze e prospettive occupazionali ai precari

del Comune. La buona amministrazione di questa giunta ha

rischiano invece, utilizzando anche elementi di un dibattito interno

alla maggioranza, di risultare sterili polemiche.

trovato riscontro anche dal balzo in avanti che la città ha fatto in

Il centrodestra piuttosto che prendere atto del risultato elettorale

e mettere a servizio della città l’esperienza amministrativa vole giornale nazionale, Italia Oggi, ci dice che Rovigo per qualità

termini di qualità della vita. Una ricerca pubblicata da un autore-

che pure rivendica ha preferito, da subito, ingaggiare una battaglia della vita è passata dal 26° al 17° posto.

giudiziaria (che ancora continua) nel vano tentativo di annullare E’ merito di tutti, ma questo è un dato su cui è bene riflettere e

la volontà degli elettori.

che ci incoraggia a fare ancora meglio. Del resto molto ancora

Adesso anziché formulare proposte, avanzare progetti per far deve essere fatto, soprattutto in termini di programmazione e

crescere la città e svolgere, seppure dall’opposizione, un ruolo sviluppo economico. Chiediamo a tale proposito il contributo di

propositivo, preferisce l’ilarità e la derisione. Tra maggioranza tutti, anche dell’opposizione. La nostra è una coalizione ampia ed

e opposizione non necessariamente deve esserci conflitto, né articolata che trova nella discussione e nel confronto, al proprio

benevolenza. E’ utile e saggio, sicuramente, avviare un confronto interno e con gli altri, la sua ragione d’essere. La partecipazione

serio sulle cose da fare nell’interesse della città.

nelle decisioni è caratteristica dell’intero centrosinistra, che ha a

Per quanto ci riguarda, quelli trascorsi sono stati 18 mesi impiegati

a sanare le gravi mancanze della Giunta Avezzù, che nel suo quali ha avuto il compito di amministrare anche in nome e per

cuore la realizzazione delle aspettative dei suoi concittadini, dai

quinquennio si è “distinta” per avere coperto di cemento l’intera conto delle generazioni future. A questa prospettiva noi ci ispiriamo

e su questo obiettivo concentreremo le nostre forze e le

città e per aver dilapidato ingenti risorse provenienti dalla gestione

dell’Asm.

nostre azioni. Buon Natale e Buon Anno a tutti!

La coalizione di centrosinistra è consapevole della fatica di governare

e non si sottrae alle proprie responsabilità, molte volte

I Consiglieri Comunali di Maggioranza

Questa è la prima volta che viene concesso ai partiti dell’opposizione

di scrivere sul BIC. Avremmo voluto commentare tato a conti fatti almeno al doppio dell’introito 2006 e di conseguenza

Tributi: Purtroppo è stato perso tempo e denaro che avrebbe por-

l’operato della Giunta Merchiori esprimendo le nostre opinioni, più giustizia fiscale, meno assilli politici e soprattutto non saremmo

ovviamente negative. Poi però abbiamo pensato che nel far ciò incorsi nell’aumentare al massimo l’addizionale Irpef…

avremmo potuto far sorgere il dubbio che il nostro giudizio fosse Urbanistica: Finora è stata pressoché assente la programmazione

poco oggettivo e poco sereno perché frutto del gioco delle parti. economico-territoriale…Se un rallentamento nel campo urbanistico si

Si poneva quindi la necessità di evitare che qualche cittadino è manifestato molta parte è dovuta ad una guida non ferma e decisa.

potesse affermare: “…per forza i consiglieri di centrodestra dicono

che Merchiori e la sua Giunta non hanno fatto niente! Sono i più qualificati per una politica in questa direzione…ad un anno di

E’ innegabile che il Settore preposto si presenta oggi tutt’altro che tra

consiglieri di opposizione. Come potrebbero essere benevoli con distanza non si vedono risultati in termini di opere pubbliche, soprattutto

nelle frazioni, che avrebbero permesso almeno un ritorno positivo

i loro avversari politici”.

Da ciò la decisione di lasciare il commento sull’operato della sulla cittadinanza…

Giunta di Rovigo al centrosinistra, alle parole dei consiglieri di Frazioni: Dopo un quarto di legislatura molte cose promesse non

maggioranza che abbiamo estrapolato dal documento, redatto sono nemmeno in cantiere…

da questi ultimi, pubblicato sulla stampa locale in data 04 ottobre Cultura: Il settore merita maggiore attenzione ed interventi. Fino a

2007. Ecco dunque, di seguito, il pensiero di chi in Consiglio questo momento ha sofferto la mancanza di una responsabilità specifica

date le oggettive difficoltà del Sindaco del farsene carico

Comunale dice di sostenere il Sindaco Merchiori:

“…una fase stagnante nella quale ha prevalso l’ordinaria amministrazione

e si è assistito di fatto ad un rallentamento nell’azione di espressa da amministratori capaci…oggi bisogna superare l’autorefe-

Conclusioni:…riteniamo fondamentale che l’azione di governo sia

governo…Questa situazione ci ha messo a disagio e ci preoccupa per renzialità e la solidarietà instauratasi tra alcuni assessori…”

il rischio concreto di non raggiungere gli obiettivi prefissati nel programma

elettorale…E’innegabile come la destra in questi mesi abbia avuto mo a voi, cari cittadini, immaginare cosa pensiamo noi consiglieri di

Se questo è ciò che pensa la maggioranza che sta governando lascia-

buon gioco su alcune nostre difficoltà addirittura dettando l’agenda opposizione…

politica…Non possiamo rimanere schiacciati tra una intransigente Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo.

domanda di cambiamento e una sorta di impotenza nel governare la

cosa pubblica con rigore, determinazione e dinamismo…

I Consiglieri Comunali di Opposizione

DA QUESTO NUMERO DEL BIC PARTE LO SPAZIO

DEDICATO AL CONSIGLIO COMUNALE

A CURA DELLA MAGGIORANZA

A CURA DELL’OPPOSIZIONE

More magazines by this user
Similar magazines