Incentivi fiscali per attività di ricerca e Sviluppo - Acimit

acimit.it

Incentivi fiscali per attività di ricerca e Sviluppo - Acimit

PROBEST SERVICE S.p.A.

Servizi Finanziari

Consulenza e formazione

Engineering

Servizi Approvvigionamento

Sede

Viale Fulvio Testi 128

20092 Cinisello Balsamo

(Milano) Italia

Tel. +39 02 26255 1

Fax +39 02 26255 328

E-mail: fincimu@probest.it

Sito Web: www.probest.it

INCENTIVI FISCALI PER ATTIVITA’ DI RICERCA E SVILUPPO

Credito di imposta art. 1 c. 280-283 Legge 296/06

FINALITA’

Contributi a fondo perso, nella forma del credito d’imposta, per attività di ricerca industriale e di sviluppo

precompetitivo realizzate sul territorio nazionale.

BENEFICIARI

Aziende regolarmente costituite ed operanti sul territorio nazionale, con alcune limitazioni settoriali in base

alle disposizioni europee (costruzioni navali, agricoltura, pesca, siderurgia, industria carboniera, attività

d'esportazione ecc.)

PROGETTI AMMISSIBILI

Esecuzione di progetti di ricerca e sviluppo come definiti dalle disposizioni europee, ovvero:

iniziative di ricerca fondamentale, di ricerca industriale e di sviluppo precompetitivo compresi gli studi di

fattibilità connessi con l'ottenimento e la validazione di brevetti e di altri diritti di proprietà industriale.

In particolare:

- Attività di ricerca fondamentale, intesa come l’insieme delle attività di studio, esperimenti, indagini e

ricerche che non hanno una specifica finalità ma rivestono un'utilità generica per l’impresa.

- Attività di ricerca industriale e sviluppo, finalizzate alla realizzazione di uno specifico progetto.

Si tratta quindi di attività di studio, progettazione prototipazione ed eventuale brevettazione di nuovi

prodotti, processi produttivi o servizi, caratterizzati da tecnologie e/o soluzioni tecniche non consolidate

per il settore di riferimento.

Si escludono tutte le attività non collegate ad aspetti tecnologici ma, piuttosto, afferenti problematiche di

tipo organizzativo e commerciale (es. ricerche di mercato, studi di design, ecc.).

COSTI AMMISSIBILI

Le spese ammissibili alle agevolazioni sono quelle sostenute nell’esercizio precedente a quello di

presentazione della dichiarazione-domanda di contributo e riguardano:

• costi per il personale impiegato;

• costi per strumentazioni e attrezzature (ammissione parziale secondo la quota imputabile al progetto);

• costi per servizi di consulenza tecnologica e per acquisizione di conoscenze forniti da operatori

qualificati, compresi eventuali costi di brevettazione;

• costi generali.

I costi complessivi di progetto non possono superare l’importo di 50 milioni di euro per ciascun periodo

d’imposta.

Sono ammessi progetti realizzati negli anni 2007, 2008, 2009.

Ufficio di Bolzano

Via Zara, 7

39100 Bolzano Italia

Tel. +39 0471 400517

Fax +39 0471 289586

Capitale Sociale € 1.330.200 Int.Vers.

Reg. Imp. MI n. 17914

R.E.A. Milano 839232

C.F. 00895760155 P.I. IT00699480968

Albo Mediatori Creditizi n. 18714

Società controllata da SOFIMU srl

art. 2497/bis c.c.


PROBEST SERVICE S.p.A.

Servizi Finanziari

Consulenza e formazione

Engineering

Servizi Approvvigionamento

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perso nella forma del credito d’imposta, in misura del 10 per cento dei costi sostenuti.

La misura è elevata al 40 per cento per i costi di ricerca e sviluppo riferiti a contratti stipulati con università

ed enti pubblici di ricerca.

Il contributo non è tassato: non concorre infatti alla formazione del reddito né della base imponibile

dell’imposta regionale sulle attività produttive, Il credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione

dei redditi relativa all’esercizio a cui il progetto si riferisce ed è immediatamente utilizzabile ai fini dei

versamenti delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive; l’eventuale eccedenza

è utilizzabile in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e

successive modificazioni (possibilità di compensazione con IVA e contributi previdenziali/assicurativi).

ISTRUTTORIA

La deduzione è esercitata in sede di dichiarazione fiscale, previa predisposizione delle documentazione

attestante l'effettività dei costi deducibili nonché la pertinenza degli stessi a progetti agevolabili.

Bando Aperto

Ultima modifica maggio 2008

More magazines by this user
Similar magazines