rito di consegna del libro del sinodo - Diocesi Altamura - Gravina ...

diocesidialtamura.it

rito di consegna del libro del sinodo - Diocesi Altamura - Gravina ...

RITO DI CONSEGNA DEL LIBRO DEL SINODO

Ci si pone in piedi e si accoglie il Presidente dell’Assemblea con il canto iniziale:

CAMMINIAMO INSIEME (GEN VERDE-INNO SINODO PASTORALE 2011)

Siamo qui, camminiamo insieme verso un’alba di novità.

E’ il tuo Spirito che ci sostiene, fuoco che vince le tenebre.

Guida e illumina i nostri cuori Tu, santissima Trinità:

che ci porti sui sentieri della nuova civiltà! (x 2)

Siamo qui, camminiamo insieme, verso un alba di novità!

Con la stella di Maria che viene Madre che abbraccia il tuo popolo!

Dacci il palpito del suo amore, la sua dolce maternità:

per forgiare terre nuove, cieli di fraternità! (x 2)

SALUTO DEL PRESIDENTE

Il Presidente:

Cari fratelli e sorelle, nel giorno del vostro Battesimo foste segnati

con il segno della croce perché poteste presto ascoltare la Parola di

Dio e professare la vostra fede. Questa celebrazione di consegna del

Libro del Sinodo Pastorale la iniziamo oggi nel medesimo segno di

salvezza. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

L’Assemblea:

Amen.

Il Presidente saluta l’assemblea:

Il Signore, che ci ha chiamati alla vita e alla fede, sia con voi.

L’Assemblea:

E con il tuo spirito.

MONIZIONE DEL PRESIDENTE

Fratelli e sorelle, Chiesa pellegrina nel tempo verso l’eterno, dopo

aver concluso il Primo Sinodo pastorale Diocesano e vivendo

questo l’Anno Eucaristico, siamo convocati per ricevere il frutto

delle sessioni di lavoro: il Libro del Sinodo.

Ricevendo questo segno tra le nostre mani, la Chiesa locale ci affida

un compito di evangelizzazione di tutta la realtà, bisognosa di

ricevere testimonianza di carità e speranza.

Con il Libro del Sinodo continuiamo a guardare a Cristo, Via,

Verità, Vita, misericordia e luce del mondo, e a mostrarlo, come la

Vergine madre, a tutte le creature. Uniamo le nostre voci a quella di

tutta la Chiesa, alle voci di tutto il popolo cristiano della nostra

diocesi che nel Sinodo ha sentito la carezza consolante di Dio.

1


2

Resi forti della presenza vivificante dello Spirito Consolatore,

camminiamo insieme fiduciosi nella storia, lodando e ringraziando il

Signore, colui che era, che è e che viene per portare tutto a compimento.

COLLETTA

Preghiamo. O Dio, che nel tuo Figlio fatto uomo ci hai detto tutto e

ci hai dato tutto, poiché nel disegno della tua provvidenza tu hai

bisogno anche degli uomini per rivelarti, e resti muto senza la nostra

voce, rendici degni annunziatori e testimoni della parola che salva.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna

con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

L’Assemblea:

Amen.

Ci si pone a sedere.

LODE COMUNITARIA (Dal Salmo 92)

L’Assemblea:

Il Signore è la mia forza, e io spero in Lui. Il Signor è il Salvator.

In Lui confido non ho timor, in Lui confido non ho timor.

1 Lettore:

Il Signore regna, si ammanta di splendore; il Signore si riveste, si

cinge di forza; rende saldo il mondo, non sarà mai scosso. Saldo è il

tuo trono fin dal principio, da sempre tu sei.

L’Assemblea:

Il Signore è la mia forza…

2 Lettore:

Alzano i fiumi, Signore, alzano i fiumi la loro voce,

alzano i fiumi il loro fragore.

L’Assemblea:

Il Signore è la mia forza…

1 Lettore:

Ma più potente delle voci di grandi acque, più potente dei flutti del

mare, potente nell'alto è il Signore.

L’Assemblea:

Il Signore è la mia forza…

2 Lettore:

Degni di fede sono i tuoi insegnamenti, la santità si addice alla tua

casa per la durata dei giorni, Signore.

L’Assemblea:

Il Signore è la mia forza…

Ci si pone in piedi.


CONSEGNA DEL LIBRO DEL SINODO

Il Presidente esorta coloro che stanno per ricevere il Libro del Sinodo con queste parole:

Carissimi, per mezzo del Sinodo, lo Spirito Santo ha confezionato

un “abito nuziale” per questa Chiesa locale, per rinnovarla nella

fedeltà. Ora essa dovrà indossare questa “veste”, mettendo

decisamente da parte gli abiti vecchi dei suoi modi personali di

pensare, le gramaglie di mentalità legate a un passato che non esiste

più e che, se rimpianto, ostacola il cammino che è davanti ad essa.

Oggi, a voi, viene consegnato il Libro del Primo Sinodo Pastorale.

Il Libro del Sinodo non sostituisce le Sacre Scritture, né il Magistero

solenne o ufficiale della Chiesa, né il Diritto Canonico; ma porta

nelle nostre mani e nelle Comunità la verità rivelata che è nella Sacra

Scrittura, il Magistero dei Pontefici e dei Vescovi, le leggi universali

della Chiesa, che fanno di ogni battezzato e di ogni comunità

cristiana una cellula viva del Corpo Mistico di Cristo.

Accogliamolo, perciò, come un dono prezioso che ci fa il Signore

per l'animazione cristiana di una società sempre più incline

all'agnosticismo e all'ateismo pratico.

Facciamo del Libro del Sinodo il “vademecum” di una missione

continua in tutti gli ambiti di vita e in tutti gli ambienti della società.

Valorizziamolo come strumento di evangelizzazione fuori dei locali

parrocchiali. Facciamone la più ampia diffusione, perché è quasi un

catechismo diocesano per tutti i contesti ecclesiali e culturali.

È un dono che comporta responsabilità. Dategli autorità; fategli

raggiungere gli scopi per cui è stato redatto; valorizzatelo come una

grande opportunità che viene offerta per la vostra fede, per il vostro

ministero, per la vostra operatività pastorale.

Il Libro del Sinodo con la sua diffusione sul territorio, diventi

vincolo di unità di tutte le comunità e le realtà ecclesiali. Da oggi

diventi per voi che lo ricevete fonte di formazione, di meditazione,

di predicazione per l'Anno Eucaristico. Insieme alla Parola di Dio

sia messo accanto al Tabernacolo perché Cristo, Parola e Pane,

possa rivelare a tutti che è con noi fino alla fine dei tempi.

Dalle mani del Presidente si riceve il Libro del Sinodo pastorale.

L’assemblea canta, accompagnando questo gesto:

ECCOMI (FRISINA)

Eccomi, eccomi! Signore io vengo.

Eccomi, eccomi! Si compia in me la tua volontà.

3


Nel mio Signore ho sperato e su di me s'è chinato,

ha dato ascolto al mio grido, m'ha liberato dalla morte.

I miei piedi ha reso saldi, sicuri ha reso i miei passi.

Ha messo sulla mia bocca un nuovo canto di lode.

Il sacrificio non gradisci, ma m'hai aperto l'orecchio.

Non hai voluto olocausti, allora ho detto: “Io vengo!”

Sul tuo libro di me è scritto: “si compia il tuo volere”.

Questo, mio Dio, desidero, la tua legge è nel mio cuore.

La tua giustizia ho proclamato, non tengo chiuse le labbra.

Non rifiutarmi, Signore, la tua misericordia.

BENEDIZIONE FINALE

Il Presidente:

Il Signore sia con voi.

E con il tuo spirito.

Il Presidente stendendo le mani sull’Assemblea invoca la benedizione di Dio:

Il Signore vi benedica e vi protegga. Amen.

Faccia risplendere il suo volto su di voi e vi doni la sua misericordia.

Amen.

Rivolga su di voi il suo sguardo e vi doni la sua pace. Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio + e Spirito

Santo, discenda su di voi, e con voi rimanga sempre. Amen.

Il Diacono congeda l’assemblea:

Andate in pace per amare e servire il Signore.

L’Assemblea:

Rendiamo grazie a Dio.

CANTO FINALE TI ADORIAMO GESÙ, SIGNORE

(GEN VERDE – INNO ANNO EUCARISTICO E CONGRESSO EUCARISTICO 2012)

Ti adoriamo Gesù, Signore che dal cielo discendi qui.

Dio di pane fra le nostre mani ospite dolce dell'anima!

Tu l'amico, tu il Dio fedele, alba e seme d'eternità.

Sei nel cuore fuoco e miele vita che non morirà! (x 2)

Grazie o Dio d'infinito amore che per sempre ti doni a noi!

Sei l'abbraccio di misericordia vita e salvezza è il tuo calice!

Gioia vivida, luce pura, mare ardente di carità,

e fontana di speranza per la nostra povertà! (x 2)

Benedetto sei Tu, Signore mensa e fonte dell'unità.

Fa' che siamo in te una cosa sola Fa' che viviamo a tua immagine!

Specchio limpido del tuo volto che ci mostra la Trinità

La promessa del futuro e del cielo che verrà! (x 2)

4

More magazines by this user
Similar magazines