News Architetti N° 28.indd - Metra SpA

metra.it

News Architetti N° 28.indd - Metra SpA

all

SETTEMBRE 2007

F O R M E E

COLORI PER

L’ EDILIZIA

news

NUMERO VENTOTTO

questo numero

Pag. 1

Editoriale

Spagna senza confini

per Metra

Pag. 2/3

Primo Piano

Metra indiscussa protagonista

del concorso italiano

per il premio

“Aluminium in Renovation”

riservato ai progettisti

Pag. 4

News

News exhibitions. News ideas”

al Politecnico di Milano

www.metra.it

www.finestremetra.it

Spagna senza confini

per Metra

da sinistra a destra, Loris Seghezzi, Ing, Mario Bertoli, il Presidente di Gallego

Vilar, Rafael Gallego Gimeno,il Presidente Metra, dr. Bruno Bertoli,

Walter Zanetti, Francisco Garcia Gallego e José Maria Gandia Parra.

Metra Edilizia e il gruppo

spagnolo Gallego Vilar hanno

firmato un importante accordo,

che sigla l’inizio di

una collaborazione pluriennale

per la distribuzione dei

Sistemi Metra su tutto il territorio

spagnolo.

Il contratto è stato siglato

lo scorso 6 giugno presso

la sede Metra di Rodengo

Saiano alla presenza del

suo Presidente Dr. Bruno

Bertoli, degli Amministratori

Delegati, Ing. Mario Bertoli

e Walter Zanetti, e del Responsabile

Commerciale Loris

Seghezzi, mentre da parte

di Gallego Vilar, del Presidente Rafael Gallego Gimeno, del Direttore Generale

José Maria Gandía Parra e del Consigliere Francisco García Gallego.

L’accordo, di durata pluriennale, garantirà la presenza dei Sistemi Metra per

l’edilizia e l’architettura all’interno di tutto il mercato spagnolo, strategicamente

importante per il gruppo italiano.

Il gruppo Gallego Vilar, fondato nel 1925 e con sede a Xirivella (Valencia), è attualmente

presente con 9 depositi, ad Albacete, Aldaya, Barcelona, Granada,

Madrid, Murcia, Picasent, Sevilla, Xirivella (Valencia), uno stabilimento per la verniciatura

e anodizzazione dell’alluminio (Picasent), un centro per la lavorazione

meccanica di pannelli compositi di alluminio per facciate ventilate (Aldaya).

La società, che da anni ha impostato la propria filosofia aziendale sulla qualità,

ha ottenuto la certificazione ISO 9001:2000 da Aenor, è strutturata in cinque divisioni:

isolamento e costruzioni; metalli non ferrosi; sanitari; carpenteria d’alluminio;

lavorazioni meccaniche di pannelli compositi in alluminio. In particolare,

per quanto riguarda il settore della carpenteria di alluminio, il gruppo offre una

gamma completa di sistemi, profilati ed accessori di alta qualità per soddisfare

qualsiasi richiesta del mercato delle costruzioni. In quest’ottica è stato siglato l’accordo

con Metra Edilizia, che è in grado di garantire sistemi evoluti con caratteristiche

tecniche ed estetiche d’avanguardia, anche per architetture complesse.

editoriale

1


Metra indiscussa protagonista

per il premio “Aluminium in R

2Primo

Piano

GIURIA ALUMINIUM IN RENOVATION AWARD

Presidente

Sergio Croce - Professore Ordinario di Architettura Tecnica

al Politecnico di Milano

Giampaolo Barbarossa - Direttore AITAL (Associazione

Italiana Trattamenti Superficiali Alluminio)

Riccardo Boi - Direttore QUALITAL (Associazione di Certificazione

Industriale dell’Alluminio)

Nicoletta Bruttomesso - ALUBUILD Italia

Mario Conserva - Amministratore Delegato EDIMET spa

Claudio De Cani - Direttore ASSOMET (Associazione

Metalli non Ferrosi) - CENTROAL (Centro Italiano Alluminio)

Fiorino Ivan De Lettera - Vicepresidente ASSORESTAU-

RO (Associazione italiana per il restauro architettonico,

artistico e urbano)

Pietro Gimelli - Direttore Generale UNCSAAL (Unione

Nazionale Costruttori Serramenti Alluminio Acciaio e

Leghe)

Cesare Muccio - Presidente ALUBUILD Italia

Sono sette i progetti che concorreranno per l’Italia

alla finale europea del premio indetto da EAA.

Metra è partner di cinque vincitori e della

segnalazione speciale.

Metra attraverso il premio “Aluminium in Renovation” riservato

ai progettisti dimostra, ancora una volta, quanto sia significativo

il suo ruolo all’interno del panorama architettonico ed

edilizio italiano. Sono ben sei su sette (cinque vincitori e una

segnalazione speciale) i progetti del concorso italiano, in cui

sono stati utilizzati sistemi o profi lati speciali Metra, i quali

parteciperanno alla fi nale europea del premio EAA, in programma

a Parigi in occasione del Salone Batimat nel prossimo

mese di novembre. Il premio, a cui partecipano 13 paesi

europei, viene assegnato a progetti di rinnovo, ristrutturazione

ed ampliamento di edifi ci, nei quali l’alluminio sia stato

applicato in modo innovativo e sostenibile. In Italia il concorso

è organizzato da Alubuild (gruppo di lavoro formato dalle

Associazioni italiane, AITAL, CENTROAL, QUALITAL, UN-

CSAAL) e sponsorizzato da AFFG (Aluminium For Future Generations

– Alluminio per le generazioni future), mentre il premio

europeo è organizzato da EAA Building (European Aluminium

Association – Associazione europea dell’alluminio –

divisione edilizia). I progetti presentati dai progettisti, architetti,

ingegneri e geometri, sono stati suddivisi nelle seguenti

categorie:

Residenziale

- Case private

- Complessi residenziali

- Case sociali (edilizia popolare)

Non residenziale

- Edifici settore terziario: uffici,

centri commerciali, costruzioni industriali.

- Edifici settore pubblico: musei, stazioni

ferroviarie, municipi, ecc.

- Edifici storici: chiese, case antiche, ecc.

Premi speciali

- Rivestimenti e coperture

- Porte, finestre e facciate continue

Questi i premi e la segnalazione speciale assegnati al concorso

italiano:

Categoria: Residenziale, case private

- Casa a Monteporzio - (PU)

Categoria: Non residenziale, edilizia settore terziario

- Borgo Wührer - (Brescia)

Categoria: Non residenziale, edilizia settore pubblico

- Biblioteca San Ponziano - (Lucca)

Categoria: Non residenziale, edificio storico

- Grattacielo Pirelli - (Milano)

Categoria: Premi speciali, rivestimenti e coperture

- Ara Pacis - (Roma)

Categoria: Premi speciali, serramenti e facciate

- Sede Guna - (Milano)

Segnalazione speciale

- Sede Enel - Vittorio Veneto (TV)


a del concorso italiano

Renovation” riservato ai progettisti

I cinque vincitori Metra

1 - Progetto

Abitazione privata, Monteporzio (PU)

Progettista

Ing. Claudio Severi, Monteporzio (PU)

Serramentista: Metalcostruzioni Renzetti,

Spoltore (PE)

Motivazione

Si riconosce nell’intervento di ristrutturazione generale

dell’edifi cio, un casale marchigiano dei primi del

900, l’attenzione ad un inserimento armonico di persiane

e serramenti in alluminio e alluminio legno che

assecondano, con estrema correttezza formale, la

semplicità della tradizione costruttiva locale.

2 - Progetto

Borgo Wührer, Brescia

Progettista

Arch. Alberto Racheli e Arch. Adriana Massoni,

Roma

Serramentista: Seralluminio Rodengo,

Rodengo Saiano (BS)

Motivazione

L’intervento si riferisce al recupero di una struttura industriale dismessa

riconvertita oggi ad un uso misto commerciale e uffici. La

progettazione si è sviluppata con un approccio sartoriale in funzione

di un impianto complesso articolato su diversi padiglioni,

caratterizzati da moduli architettonici differenti. Il progetto ha rispettato

le linee formali delle precedenti partiture vetrate, affrontando

anche problemi tecnologici, in relazione alle necessità di

rispettare nuovi requisiti dettati dalle attuali normative in materia

energetica. Tutto ciò anche in funzione della notevole varietà

tipologica degli infissi preesistenti, che ha richiesto lo studio di

nuovi profili ad hoc, nel rispetto degli apparati formali delle strutture

industriali di fine 800.

3 - Progetto

Biblioteca San Ponziano, Lucca

Progettista

Arch. Stefano Dini, Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Serramentista: Davini Prefabbricati,

Montesagrati (LU)

Motivazione

L’intervento si presenta anche dal punto di vista architettonico

estremamente innovatore. Il tema era la trasformazione

di una antica chiesa sconsacrata in biblioteca.

Il progetto ha operato sulle partiture antiche

con le metodologie proprie del restauro, incorporando

all’interno un volume trasparente completamente

isolato. In questo volume sono state organizzate le

funzioni tipiche di una biblioteca.

5 - Progetto

Ara Pacis, Roma

Progettista

Richard Meier & Partners Architects LLP,

New York (USA

Serramentista: Teleya – Divisione Involucri

Architettonici di Coopsette, Calerno (RE)

Motivazione

L’Ara Pacis Museum è stato progettato per ospitare l’altare sacrifi cale di Augusto risalente

al 9 a.C., precedentemente ospitato in un edificio del 1938 che è stato demolito

e sostituito dall’intervento di Richard Meier.

La facciata continua e il lucernario di alluminio, contrastando le massicce partiture

murarie, sono senza dubbio un elemento architettonico di notevole impatto visivo, segno

riconoscibile della poetica dell’architetto. La luce penetrando dalle superfici vetrate

gioca un ruolo determinante nella percezione naturalistica del reperto archeologico

rispetto all’ambiente circostante.

I profi lati sviluppati appositamente hanno richiesto una stretta collaborazione tra il

progettista e l’industria per ottenere un elemento di design, grazie al quale l’alluminio

diventa un essenziale elemento espressivo.

4 - Progetto

Grattacielo Pirelli, Milano

Progettisti

Arch. Renato Sarno, Milano

Corvino+Multari Architetti, Napoli

Serramentista: I.S.A., Calcinelli (PU)

Motivazione

Si tratta di un edifi cio simbolo dell’architettura moderna italiana realizzata da Gio

Ponti negli anni Cinquanta, gravemente danneggiata da un incidente aereo. La delicatezza

dell’intervento ha reso necessaria una particolare cautela nella messa a

punto e nello sviluppo del progetto. La decisione della Regione Lombardia, proprietaria

dell’immobile, conseguentemente al dibattito in ambito professionale e accademico,

ha confermato la necessità di procedere con le metodologie del restauro conservativo.

Si tratta del primo esempio dell’applicazione di tale concetto ad una facciata

continua. Il rigorosissimo approccio progettuale è rimarchevole nella sua capacità

di mediare le istanze della conservazione (arrivando per la prima volta a restaurare

l’alluminio laddove recuperabile) con la risoluzione di problemi tecnologici, dovuti

alla necessità di allinearsi ai nuovi standard prestazionali.

L’intervento per le parti non distrutte ha operato mediante una complessa opera di

anastilosi, finalizzata a controllare in stabilimento la consistenza di ciascuna parte

elementare della facciata (smontaggio, pulizia, rianodizzazione e rimontaggio degli

elementi) e a consentire successivamente l’inserimento di nuovi dispositivi funzionali.

Per le parti distrutte è stato necessario produrre profili con la morfologia originale

...e la segnalazione speciale

Progetto

Sede Enel, Vittorio Veneto (TV)

Progettista

Arch. Mauro Faganello, Enel Produzione

Serramentista: Euroinfissi,

Farra di Soligo (TV)

Motivazione

L’intervento si riferisce alla ristrutturazione di una centrale

elettrica del 1925. La soluzione adottata è particolarmente

rispettosa dell’impianto formale originale

e trova nelle chiusure vetrate in alluminio un significativo

mezzo di valorizzazione formale. La soluzione

adottata, sia per gli aspetti compositivi sia cromatici,

potenzia la leggerezza degli elementi decorativi tipici

del tempo di costruzione.

3


Casetta in metacrilato trasparente, materiale che

soddisfa al meglio le esigenze di resistenza, trasparenza,

leggerezza e minor costo. La soluzione risulta di facile

assemblaggio, in quanto la struttura di alluminio estruso è

autoportante; ciò permette al modulo espositivo di essere

collocato in qualsiasi location (showroom multimarca, fiere del

settore, etc…).

In questa soluzione l'outline della casa è realizzato con delle

strisce adesive colorate a seconda delle diverse tipologie.

Il proiettore comunica, con immagini proiettate sul

pavimento all'interno della struttura, le performance e i dati

tecnici, della categoria dei prodotti Metra esposti.

Descrizione

Il nostro concept ha come punto di partenza il marchio METRA ubicato all’ingresso; questo perchè

vogliamo dare maggiore rilevanza e riconoscibilità al marchio aziendale. Il dimensionamento della pianta è

di 18m x 11m composto da due vetrine ampie e l’ingresso costituito da una porta scorrevole. La collezione

viene divisa in categorie, in base all’utilità dei prodotti; nella zona ovest e nord sono presenti i sistemi a

battente, misti, scorrimento e persiane. I serramenti vengono fissati con tiranti d’acciao, collegati alla

struttura e ancorati alla soletta. Con l’utilizzo dei pannelli e dei serramenti sospesi, si è voluto ricollegarsi

all'idea di una mostra, un museo dove il serramento è l’opera d’arte. Ogni zona è contraddistinta da pannelli

retroilluminati con luce a bassa intensità, per rendere pienamente visibili dall’ingresso i prodotti

esposti. Il secondo sistema d’illuminazione che integra i pannelli luminosi, è dato da faretti a sospensione

direzionabile, uniti da tiranti in acciao che attraversano trasversalmente tutta l'area dello showroom. Al

centro dello spazio espositivo si trova la zona marketing composta da tavoli, dall’espositore e dal totem

costituito da una base in alluminio estruso a forma di “M” e da 2 schermi LCD indicanti le installazioni

presenti nello showroom ed informazioni sui prodotti. Questa zona serve per creare un ambiente relazionale

con i clienti e separare la zona dedicata ai professionisti da quella per uso domestico; l’impianto

d’illuminzione di questa zona è costituito da fasce al neon integrate nel pavimento. Per creare una texture

rinconducibile all’azienda è stata installata una facciata continua di vetro nella zona marketing. La pavimentazione

è in moquette colore grigio e sulle pareti è presente la scritta "Metra".

workshop_maggio 2007

workshop_maggio 2007

Vista generale dello spazio espostitivo Vista prospettica dall’alto Ingresso

Parete ovest - zona battenti Angolo nordovest - zona persiane Parete nord - zona scorrevoli

Lato_A

Lato_B

Politecnico di Milano_Facoltà del Design

Orientamento Prodotto Arredo_III anno

Metra spa_azienda partner

Il concept progettuale ruota attorno all'idea di riproporre un

villaggio all'interno dello showroom del marchio Metra.

Lo spazio espositivo ipotizzato ha una pianta rettangolare

di 15 x 12 metri.

Il percorso si articola lungo la strada centrale che riproduce il

profilo della 'm', riconducibile al marchio dell'azienda.

L'elemento espositivo da noi proposto richiama la forma

elementare della casa, pensata in modo astratto.

pareti dello showroom ipotizzate con

il sistema Metra - facciate continue -

mod. Poliedra-Sky Glass 180

info point

strada centrale che forma il profilo 'm'

Lato_C

Lato_D

abitazione espositiva

zona relax

Politecnico di Milano_Facoltà del Design

Orientamento Prodotto Arredo_III anno

Metra spa_azienda partner

140

12 m

Struttura in alluminio estruso

Facciate in metacrilato

Profilo in nastro adesivo colorato

Casetta lato_A Finestra battente - 1 anta Casetta lato_B Finestra battente - 2 ante Casetta lato_D Finestra 1 anta a ribalta Casetta lato_C Finestra 1 anta a bilico

15 m

Planimetria con dettaglio percorso visivo

lanimetria P con dettaglio zone espositive

Particolare espositore

Il dimensionamento del singolo pannello è 250cm x 270cm, strutturato

in foglio di carta opaca semitrasparente colorata, che permette

di ottenere una luce soffusa e armonia tra gli ambienti. Sul pannello

è presente la


Sistema di faretti a binario 230v

Planimetria con dettaglio sistema illuminazione

Planimetria

LEGENDA:

Sistemi battenti

Ingresso con totem ed espositore

Il totem è costituito da una base in alluminio estruso a forma di

“M” e da 2 schermi LCD indicanti le installazioni presenti nello

showroom ed informazioni sui prodotti

Vetrina esterna

Persiane

Serramenti bicolore _sistemi composti

Sistemi scorrevoli

Facciate continue & Pale frangisole

Info point

Disposizione dei moduli

nello showroom

Proiettore

Faretti spot-light orientabili

Pianta e alzati dello showroom (misure in metri) SCALA 1:150

Facciate

Continue

Scorrevoli

Bicolore

Battenti

Frangisole

Persiane

Visione dell’illuminazione a soffitto. Si nota lo schermo espositivo a fondo parete.

- A soffitto: FARETTI incassati a

muro che seguono il profilo principale

del logo presente anche sul

pavimento

- A muro: FARI su montante

d’acciaio con profilo curvo che

ricalca la parte superiore del logo

- Veranda espositiva:

l’inslallazione permette l’esposizione

di prodotti come serramenti per porte,

porte-finestre.

In particolare impiegata per una dimostrazione

dell’isolamento acustico dei

prodotti aziendali: la totale chiusura

attenua il rumore dello showroom.

Al suo interno, materiale illustrativo

negli espositori da pavimento e pannelli

a muro.

workshop_maggio 2007

SCALA 1:100

Descrizione del progetto

Abbiamo articolato lo spazio in due aree tematiche: una zona è dedicata all’esposizione mentre

nell’altra il cliente è invitato a provare campioni di prodotti per verificarne con mano qualità e

prestazioni. In questo modo l’esperienza dell’acquisto diventa un momento ludico ed

indimenticabile.

workshop_maggio 2007

Il sistema esposivito si basa

sull’utilizzo del logo aziendale.

Il progetto evidenzia il logo attraverso

tre modi:

- nel percorso espositivo

- nel piano d’illuminazione

- nell’espositore dei prodotti attraverso

la proiezione tridimensionale del

logo che avvolge l’utente che osserva

i Sistemi esposti.

PERCORSO ESPOSITIVO

Proprio come il logo che indica apertura

e circolarità anche il percorso

espositivo, seppur controllato da

segni evidenziati a pavimento, è

aperto e fluido verso ogni direzione

dello showroom. La visione dello

spazio dall’ingresso è totale grazie

alla disposizione circolare dei vari

espositori; è invece molto circoscritta

quando l’utente si trova nell’osservare

una tipologia di prodotti precisa, in

questo modo non è influenzato nella

vista di altri prodotti e questo è possibile

grazie alla struttura

dell’espositore.

- Schermo in posizione centrale e

frontale all’ingresso delllo showroom,

per la proiezione del materiale multimediale:

- filmati caratterizzanti i principi

tecnologici e formali dei prodotti

- ambientazioni.

- Area “Accoglienza” con vario materiale

informativo da consultare in

sedute che ricalcano la forma dei

tappeti espositori.

Politecnico di Milano_Facoltà del Design

Orientamento Prodotto Arredo_III anno

Metra spa_azienda partner

Politecnico di Milano_Facoltà del Design

Orientamento Prodotto Arredo_III anno

Metra spa_azienda partner

Zona espositiva

Gli espositori sono costituiti da lastre di cristallo o PMMA montate su una cornice realizzata con profilati di alluminio: in questo modo il

prodotto viene decontestualizzato per esaltarne finiture ed estetica. In maniera del tutto inusuale i serramenti si trasformano in segni grafici

affascinanti. Inoltre gli espositori possono scorrere sulle pedane nelle quali è inserito un binario: in questo modo l’espositore può variare la

configurazione dello showroom. La pedana è su tre livelli a cui corrispondono altrettante categorie di prodotti.

Zona sensoriale

Elementi dello showroom

P

E

R

SIANE

L’oggetto espositore deriva dalla

scomposizione del logo aziendale

nelle tre dimensioni spaziali. Le varie

forme di cui si compone il logo diventano

tappeto per delimitare l’area

espositiva della singola tipologia di

prodotti esposti, due moduli espositivi

che avvolgono l’utente, due profili

curvi per l’illuminazione locale dei

prodotti.

MATERIALI:

- montanti: tubi d’acciaio diametro 11 cm

FRUIZIONE DELL’ESPOSITORE.

L’inclinazione degli espositori permette

di visionare da entrambi i lati

i prodotti esposti in ogni pannello.

Battenti

VETRINE:

Le vetrine previste nello showroom, a piena parete,

permettono la visione anche dall’esterno degli espositori.

In prossimità della vetrina, in corrispondenza di ogni

prodotto, è posizionato un espositore a pavimento

con la descrizione principale del prodotto.

180 cm

Questa zona è costituita da una veranda suddivisa in due aree: in una parte i

clienti hanno a disposizione campioni di prodotti sui quali possono effettuare

prove che simulano i test di tenuta termica e acustica dei serramenti.

Nell’altra parte è possibile visionare dei filmati che mostrano i processi

produttivi dei manufatti Metra, prove di qualità e pose in opera.

P

E

R

SIANE

340 cm

350 cm

450 cm

- tappeto: foglio di PVC rosso che si estende al soffitto

75˚

75

P

E

R

SIANE

350 cm

ASPETTI CROMATICI:

Le tonalità dell’allestimento ripropongono

i colori del logo: in particolare

tutta la composizione ha una predominante

rossa che rende lo spazio

accattivante e attrattiva grazie alle

proprietà del colore stesso.

Vedute dell’installazione totale.

Al centro la zona “Accoglienza” rivolta

verso lo schermo espositivo.

TAPPETO ESPOSITIVO:

Ogni tappeto espositivo termina

con un prolungamento rettangolare

che viene steso e fissato al

soffitto. In prossimità viene stampato

il nome della tipologia di

prodotto in esposizione.

P

E

R

SIANE

trasformarli in accattivanti segni

grafici.

2_Gli espositori sono pensati per

disatinguere il marchio aziendale

negli showroom multimarca.

3_Il porta brochure è funzionale

ed minimale.

Si propone una variante cromatica

per i Tappeti-Espositori: ognuno

può essere personalizzato con un

colore identificativo per ogni tipo

di prodotto.

La gamma scelta è di seguito

proposta:

I pannelli espositori prevedono

un’ambientazione neutra che

riproponga delle coperture murali.

Il lato del serramento interno con

tipologie ad esempio di intonaci

bianchi o perlinati; il lato

dell’esterno con tipologie murali

ad esempio con colorazioni evidenti

o pietre a faccia vista.

L’utente ha una visione reale della

prima installazione di questi prodotti;

mentre per la successiva

riguardante l’arredo di cui ne

faranno parte sono previsti materiali

illustrativi in ogni punto espositivo.

Il materiale illustrativo cartaceo

visionabile dall’utente viene sia

proposto in formato cartolina e

pieghevoli posti al banco Reception

e nell’area “Accoglienza”, sia

come cartelle tecniche da porre in

appositi espositori da pavimento

anch’essi rispecchianti il tema e i

colori del logo.

Modello proposto in PVC Rosso.

Persiane

News exhibitions. News ideas”

al Politecnico di Milano

4News

Il 31 maggio scorso presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano - Campus

Bovisa si è svolta la mostra dei progetti elaborati durante il workshop di progettazione

News exhibitions. News ideas” sponsorizzato da Metra, con il coordinamento dei

professori Innocenzo Rifi no e Stefano Garaventa. Gli oltre 50 studenti partecipanti,

iscritti al terzo anno del corso di Laurea di I livello in Disegno Industriale della Facoltà

del Design del Politecnico di Milano sede di Como, sono stati suddivisi in sedici gruppi,

ognuno dei quali ha sviluppato autonomamente e in modo originale il tema prescelto

da Metra, inerente la definizione del corner aziendale all’interno degli show room. Per

l’elaborazione del progetto, finalizzato alla valorizzazione delle caratteristiche dei singoli

Sistemi Metra attraverso un percorso e sistema espositivo ad hoc, sono state fornite

puntuali indicazioni agli studenti su: superficie dell’area espositiva; tipologia dei Sistemi

Metra da inserire; elementi da sviluppare (vetrina e sistema espositivo per il materiale

informativo). In occasione della mostra degli elaborati del workshop, che ne ha siglato

la conclusione, l’ing. Ernesto Carretta, in rappresentanza dell’azienda, ha individuato

i progetti che meglio rispondevano alle richieste e alle aspettative di Metra, sviluppate

con idee e proposte di grande interesse e di facile realizzazione.

I sette gruppi selezionati sono:

1

3

5

7

- “The new experience” - Francesco

Albani, Simona De Rosa, Laura Miccio

Find your place in the village

studenti_Roberta Bonanomi_Gabriele Crivelli_Miriam Milani

- “A place for Metra” - Claudia Mazzieri,

Elena Parravicini, Paola Robustelli

Test, Silvia Demarco

Showroom Metra

studenti_Luca Bianchi_Luca Lauria_Michele Guastafierro

New exhibitions.

New ideas.

- “Find your place in the village” -

Roberta Bonanomi, Gabriele Crivelli,

Miriam Dilani

New exhibitions.

New ideas.

- “Metraroom” - Luca Lauria, Luca Bianchi,

Michele Guastafierro

2

4

6

Touch & Feel.

studenti_Daniele Casagrande_Elisa Berti_Gaetano Russo_Marco Distaso.

Sulle tracce del logo.

studenti_Fabrizio Albertini_Marta De Blasi_Stefania Gasparetto

Sistema Espositivo.

Illuminazione.

Materiale Espositivo.

New exhibitions.

New ideas.

New exhibitions.

New ideas.

Facciate Continue

Esposizione.

Ambientazione.

1 2 3 1_La vetrina vuole sfruttare la bidimensionalità

dei serramenti per

- “Touch & Feel” - Daniele Casagrande,

Elisa Berti, Gaetano Russo, Marco Distaso

Sistemi Misti

Sistemi a Battente

Sistemi Scorrevoli

Persiane

Pale Frangisole

Facciate Contine

- “Sulle tracce del logo” - Fabrizio

Albertin, Marta De Blasi, Stefania Gasparetto

- “Focus” - Luca Barni, Stefano Bertinaria,

Valentina Moraca, Federico Resnati

Battenti

Facciate Continue

Facciate Continue

(altezza soffitto)

Frangisole

Coordinamento editoriale e art direction www.esprithb.it

More magazines by this user
Similar magazines